Il telefono, la tua voce. Recitava

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il telefono, la tua voce. Recitava"

Transcript

1 >SETTIMANALE IDG ANNO XXXII N. 39 GIARRE, SABATO 17 NOVEMBRE ,00 A DIFFUSIONE REGIONALE SPED. IN A.P. ART. 2 COMMA 20/B LEGGE 662/96 FIL. DI CATANIA PUBBL. INF. 45% di Giarre > Cestini portarifiuti: un miraggio? A(ssoluto)D(isagio)S(enza)L(imiti) Riposto: per i residenti di Torre Archirafi l uso della linea Adsl della Telecom continua ad essere un calvario senza speranza. In attesa degli interventi tecnici promessi Il telefono, la tua voce. Recitava così una vecchia pubblicità televisiva che, alla luce di una vicenda ancora tutta da risolvere, potrebbe essere aggiornata in: Il telefono, la tua croce!. Il luogo del misfatto è Torre Archirafi, la frazione marinara di Riposto. Oggetto della disperazione dei residenti è la linea Adsl Telecom. Anzi, sarebbe più corretto dire la mancanza della linea Adsl Telecom. Infatti, da più settimane, chi ha necessità, per esigenze di lavoro, studio, svago e per altre varie motivazioni, di collegarsi alla rete tramite l Adsl fornita da Telecom si trova a fare i conti con un puntuale disservizio: l inattività della stessa linea, cui aggiungere la beffa della mancanza di tempi sicuri per il suo ripristino e l eliminazione del guasto. Il servizio clienti di Telecom si trincera dietro il classico stiamo provvedendo a riparare il guasto, ripetuto di giorno in giorno. Forse, a furia di ripeterlo, neppure i responsabili Telecom Spett.le Telecom Giarre: nonostante le numerose richieste la presenza dei contenitori resta inclusa nell elenco dei miracoli difficili > a pag. 2 Il sottoscritto Xxxxxxx Xxxxxx, nato a Catania, il XX/XX/XX, e residente in Torre Archirafi (frazione del Comune di Riposto), via Xxxxxxx n. X, telefono 095XXXXXX, con la presente nota, chiede che non gli venga addebitata nella prossima bolletta di pagamento la quota afferente alla Adsl a decorrere dal 26/10/2012 e fino a quando non gli sarà ripristinato il servizio, fra l altro da sempre malfunzionante e di una lentezza esasperante. Salvis Iuribus. Distinti saluti Torre Archirafi, XX/XX/XXXX Firma sembrano più credere alla favoletta propinata ai clienti, in questo caso gli utenti residenti a Torre Archirafi. Che, nel frattempo, si trovano costretti a fare i conti con i danni provocati dal disservizio: tanti esercizi commerciali impossibilitati a gestire prenotazioni e richieste di informazioni (es. i B&B e gli agriturismi), costretti ad utilizzare telefono e fax per inoltrare richieste di merce (i commercianti), obbligati a non poter svolgere il proprio lavoro (professionisti ed aziende). Eppure, la situazione non era così disastrosa. Infatti, in passato, quando la velocità di navigazione era di 56k, come ci racconta un internauta, si poteva utilizzare l Adsl per collegarsi ad Internet. Poi, secondo quanto dichiarato dalla stessa Telecom fornitrice del servizio, l utilizzo delle nuove tecnologie avrebbe portato la velocità di navigazione a 7 mega mentre, nella realtà, con le migliori condizioni possibili, la velocità effettiva non si spinge oltre i 4 mega. E parliamo di condizioni ottimali. Tutto questo ha creato notevoli disservizi e le proteste dei cittadini di Torre, stanchi di essere considerati periferia > Cimitero, la decisione è del Tar Randazzo: sull ampliamento della struttura il giudice ordina la sospensiva del provvedimento proposto dalla Giunta > a pag. 5 della civiltà. Oltre alla scelta di rivolgersi ad altri operatori di telefonia per la navigazione in rete, preferendo le più comode e sicure chiavette alla linea telefonica fissa, in molti hanno cominciato a chiedere alla stessa Telecom il rimborso per il mancato utilizzo del servizio Adsl (nel box una delle richieste inviate alla Telecom). Soluzioni in tempi brevi? Il ripristino della linea Adsl resta legato agli interventi tecnici promessi dalla Telecom (che sembrano assomigliare sempre più alla storia del mostro di Loch Ness: tutti ne parlano, nessuno l ha visto), mentre le soluzioni alternative passano per il cambio del gestore oppure per la futura posa di una rete a banda larga. Magari da parte del Comune, come accaduto in altre parti d Italia, con grande soddisfazione per i cittadini. Corrado Petralia Nihil sub sole novum? Momento incandescente e fibrillante delle elezioni In una piazza declama un capopopolo, vendendo la sua merce politica; in quella dirimpetto, la principale, a qualche centinaio di metri, si scalmana un demagogo promettendo la panacea per tutti i mali. Il giorno successivo, sulla stessa piazza, quale novello fustigatore di tutte le colpe commesse dagli avversari, ecco un predicatore che promette pulizia generale; e dopo qualche ora a lui fa da eco un tribuno della plebe, il quale afferma che non si fa politica con discorsi, feste popolari e canti, compromessi mirabolanti e con inciuci. Tutte voces clamantes in deserto! Voci che gridano al vento, voci che parlano ai sordi o, come dicevano i proverbi antichi, voci che parlano ai granelli di sabbia! Il popolo siculo, ormai smaliziato, è stanco della corruzione nella politica e della politica stessa. Di questa politica che è l arte di impedire alla gente di impicciarsi di ciò che la riguarda. Di una politica che è proprio l arte di intendersi tanto sul proprio vantaggio che su quello del prossimo, e sfruttare questo per quello; e, mentre ci si serve del prossimo, fare sì che egli debba pensare che lo si serve. Di una politica che è l arte dell opportunismo; sì, di una politica che non vuol più realizzare. Di uomini politici che sono spinti dall interesse e non dai sentimenti. Di uomini politici che utilizzano parole, notevoli per la mancanza di contenuto, che, probabilmente, è la ragione del loro successo. Di uomini politici, ancora, *** >CONTINUA A PAG. 2

2 2 N. 39 Venerdì 17 Novembre 2012 giarre Cestini portarifiuti: un miraggio? Giarre è una ridente cittadina ai piedi dell Etna nella splendida isola denominata Sicilia, terra di conquista, culla delle civiltà, dalle grandi potenzialità. Collocata al centro del mediterraneo, risente delle correnti africane, garantendo un clima invidiabile: miti inverni e calde estati. Giarre non fa eccezione e non possiede quei paesaggi che favoriscono le illusioni ottiche. Eppure i cestini porta rifiuti, nella nostra città, chissà perché, sono diventati un vero miraggio. Questi contenitori, utili agli utenti che passeggiano per il centro commerciale naturale o che semplicemente fruiscono degli spazi pubblici, sono ormai pressoché assenti e oggetto, nei confronti degli Amministratori comunali, di richiesta di dotazione da parte di cittadini ed associazioni. Anche i commercianti, che tengono al decoro e all immagine della città hanno richiesto la collocazione dei contenitori in numerose occasioni. Da ultimo l associazione dei commercianti, Confcommercio, fattasi promotrice delle richieste degli associati, non ha ottenuto nessuna risposta concreta a riguardo e si è sentita persino dire: La giunta comunale, in merito alle richieste può decidere diversamente. Come se la collocazione dei cestini porta rifiuti sia un fatto eccezionale, riconducibile esclusivamente ad un esigenza del commercio e degli operatori commerciali. A tal proposito, il Presidente di Confcommercio Giarre, Gaetano Bonanno afferma: Durante una mia recente vacanza a Londra ho notato, con sorpresa, che nelle zone di alto Il cestino porta rifiuti specie rara nel territorio Giarrese interesse turistico non erano presenti i cestini per i rifiuti. Un londinese mi ha spiegato che, pur essendo stati rimossi ai tempi degli attentati dell Ira, a seguito della fine degli attentati, l Amministrazione aveva reputato di fondamentale importanza il loro ripristino entro l anno. A meno che Giarre, tra i suoi tanti primati, non sia oggi obiettivo terroristico, non riesco a comprendere perché debba essere negata ai cittadini la possibilità di tenere pulita e decorosa la propria città. Tra i commercianti, ad onor di cronaca, c è pure chi ha provveduto autonomamente alla collocazione e allo svuotamento dei cestini porta rifiuti davanti alla propria attività commerciale, anche per evitare che le proprie fioriere diventassero delle pattumiere. Salvo Rigaglia di PuliAmo Giarre che, recentemente, ha organizzato con dei volontari delle giornate di pulizia delle strade, con l obiettivo di sensibilizzare la popolazione e promuovere il decoro urbano, sulla necessità dei cestini riferisce che le persone sarebbero incentivate a non fare dei marciapiedi delle pattumiere a cielo aperto; poi, se lo facessero lo stesso, potrebbero essere perseguiti, sia verbalmente dalle altre persone, sia con le multe dai numerosi vigili urbani che, in quest ultimo periodo, sono apparsi all interno del territorio comunale. Attraverso le multe continua Rigaglia si potrebbero rimpinguare le casse del Comune e sfruttare tali fondi per la collocazione e la manutenzione di nuovi cestini. È luogo comune, infatti, come rileva Rigaglia, che il cittadino è considerato sporcaccione, ma è altrettanto vero che se ci fossero gli appositi contenitori si preferirebbe il cestino ai marciapiedi o alle proprie tasche. In merito ai cestini porta rifiuti ne ha parlato l arch. Venerando Russo, dirigente IV Area (urbanistica, territorio, ambiente) durante una trasmissione andata in onda qualche mese addietro su Radio Universal, comunicandone l imminente collocazione nel centro storico, grazie ad un ribasso d asta proveniente dal progetto di riqualificazione di Piazza Arcoleo. Visto che tale progetto è rimasto incompiuto, in quanto pare che il finanziamento sia stato ritirato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, oggi l Architetto ci riferisce: Sono disponibili 90 cestini che ci sono stati forniti dalla società d ambito Joniambiente e saranno collocati sull intero territorio Comunale. L installazione sarà curata, non appena sarà possibile, dagli unici due dipendenti comunali che si occupano di segnaletica verticale. Secondo quanto riferito dal dirigente, quindi, l Amministrazione sembra ormai vicina a partorire i cestini porta rifiuti; il nostro augurio è quello che verranno collocati entro Natale e che, una volta installati, sarà effettuato anche lo svuotamento, tra l altro previsto dal capitolato della gestione dei rifiuti. E su questo si potrebbero manifestare numerosi dubbi visto il mal funzionamento della differenziata, la carenza di operatori ecologici e l esempio visibile in piazza Carmine dove i cestini reclamano attenzione (nella foto). Armando Castorina Il Basket Giarre si gode il primato I 4 successi su 5 gare riportati dal quintetto gialloblu, celebrano e consacrano il trionfo della sobrietà di gestione sugli eccessi di chi ripone nel ricorso a spese folli ogni speranza di affermazione In un era in cui la crisi globale ha determinato una drastica contrazione del potere di spesa, non solo delle famiglie ma anche degli imprenditori che investono il loro capitale per potenziare un settore che, intercettando le istanze occupazionali della collettività, possa veicolare lo sviluppo del territorio, l adozione di una politica improntata ad un parsimonioso regime di austerity diviene d obbligo. E tale osservazione non risparmia nemmeno il microcosmo dello sport, sebbene in esso sussista una marcata discrepanza tra le sue pretese economiche e la limitata disponibilità di budget delle società che ne fanno parte. Eppure, malgrado ciò, lo sport a volte partorisce dei piccoli miracoli che sconfessano qualsiasi teorema imperniato sul principio dell imprescindibilità di un notevole esborso finanziario ai fini del conseguimento di un risultato prestigioso. Pertanto, la logica del perseguimento di obiettivi ascrivibili alla sfera dei successi non deve necessariamente passare attraverso il ricorso alla filosofia degli investimenti faraonici, poiché può anche concretizzarsi poggiando su fondamenta solide come la competenza e la lungimiranza. A questo si aggiunge che l impossibilità ad attingere a cospicue risorse economiche stimola una società sportiva ad incentivare la ricerca di soluzioni alternative, come quella vocata alla costruzione, all interno della squadra, di quello spirito di coesione che, esprimendosi attraverso l affiatamento maturato dai componenti della stessa, risulta funzionale alla definizione di un impianto di gioco armonico, in grado nel contempo di esaltare le doti del singolo. Una rifondazione degna di essere definita tale però, implica il coraggio del cambiamento. E forse il segreto di questo Basket Giarre che veleggia inaspettatamente in vetta alla classifica, a pari punti con l Aci Bonaccorsi, va individuato proprio nel coraggio di ispirarsi alla logica della programmazione seppure questa, per tradizione, cozzi con le aspettative a breve termine di una piazza esigente come quella giarrese. Il sodalizio insediatosi un anno fa alla guida del Basket Giarre e presieduto dall avv. Giovanni Spada infatti, ha preferito accantonare le istanze di ricerca di una forza imprenditoriale capace di investire ingenti risorse per il potenziamento della squadra, pur di privilegiare quella cultura della valorizzazione dei giovani locali che tutt ora caldeggia, come si evince dalle parole dello stesso Presidente: «Dopo una stagione che ci ha visti disputare un campionato tranquillo, i nostri propositi per l anno in corso rimangono immutati. Il nostro obiettivo è sempre quello di mettere gli under 14 nelle condizioni di poter approdare in prima squadra nell arco di 5 anni, cosicché la nostra realtà possa gradatamente assurgere al ruolo di volano per l intero movimento cestistico del comprensorio locale. La speranza sarebbe quella di riuscire, una volta centrato l obiettivo di essere divenuti il punto di riferimento per l hinterland, a convincere qualche giocatore giarrese militante in altre squadre, a sposare il nostro progetto in nome della sacralità di quel senso di appartenenza alla propria città che si sta purtroppo smarrendo». - Il punto dell attuale stagione? «Per quanto concerne la stagione in corso, l idea di puntare al ripescaggio in C2 è stata scartata, a fronte dei costi esorbitanti che la categoria in questione comporta. Basti pensare che il costo di un solo giocatore si aggira attorno ai 1300 euro. Ecco perchè, anche in serie D, abbiamo pensato di privilegiare la linea verde invece di impelagarci in spese folli. Anche in questa categoria, infatti, l acquisizione delle prestazioni di 10 giocatori è assolutamente onerosa, in quanto i costi che ne conseguono oscillano tra i ed i euro, senza contemplare il rimborso spese. I parametri, sommati alle visite mediche e alle tute, determinano delle cifre che gonfiano quella di partenza, pari a 350 euro, relativa al solo trasferimento del giocatore. Pertanto, quest anno, abbiamo optato per un solo acquisto, assicurandoci le prestazioni del pivot classe 89 Marco Minardi, proveniente dal Gravina. Per il resto, abbiamo riconfermato i due ventenni Simone D Urso e Francesco Maccarrone, dimostratisi ormai meritevoli di essere annoverati tra i titolari insieme al nostro capitano Quattropani, veterano di lungo corso, e a Ciaurella. Mi preme poi menzionare i tre gioielli dell under 19, che hanno bagnato l esordio nella stessa con un importante successo. Faccio riferimento a Pappalepore, che rappresenta il primo cambio della squadra maggiore, a Leonardi, che è al debutto in serie D, e ad Enrico Mangano. Interessante poi anche il giovane La Macchia, inserito tra i cambi dei titolari». - E si sono visti i risultati «Malgrado il trittico di vittorie contro Basket Peloro, Grottacalda (allora capolista) e Priolo Gargallo, ed il successo all esordio contro il Basket Zafferana, non posso non predicare di mantenere un profilo basso, alla luce dello spessore delle formazioni che militano in questo campionato. Tuttavia, non posso non essere entusiasta per le prestazioni di una squadra che è fino ad ora incappata, nell arco di cinque gare, soltanto in una sconfitta, tra l altro riportata contro i veterani del PGS Sales a Catania, al termine di una gara vinta dai padroni di casa sul filo di lana. Questi importanti risultati sono, soprattutto, il frutto del sapiente lavoro del coach Ignazio D Angelo, che abbiamo scelto non solo per quella sua esperienza pregressa nel ruolo di allenatore dell under 19, che gli ha consentito di potenziare la sua capacità di gestione dei giovani, ma anche perchè vanta un curriculum che si sostanzia nella conquista, per due anni di fila, dei play-off in C2 da allenatore del Giarre. Specificato ciò, l unica nota stonata del quadro tracciato va individuata nella carenza di strutture sportive idonee a fungere da teatro delle nostre gare. La mancata concessione del Palagiarre ci ha inoltre rammaricati molto. L augurio è che presto venga predisposta l esecuzione di interventi manutentivi di ripristino dell impianto che ci ospita». Umberto Trovato da pag. 1 - Nihil sub sole novum? I Poster per la Pace Conclusa la manifestazione organizzata dal Lions Giarre-Riposto Circa 350 studenti delle scuole medie inferiori di Giarre e Riposto hanno partecipato alla manifestazione Un poster per la pace Immagina la pace organizzata dal Lions club Giarre-Riposto, presieduto dal geom. Alfio Bonanno. La cerimonia di premiazione si è svolta, sabato scorso, nell istituto per l agricoltura Mazzei di Giarre; all iniziativa hanno partecipato gli alunni delle scuole medie inferiori, i quali hanno realizzato dei disegni sul tema Immagina la pace per l occasione esposti in mostra. La cerimonia è iniziata con la celebrazione eucaristica officiata da Don Giampaolo Bonanno, rettore del santuario di Loreto; dopo gli interventi del coordinatore avv. Giuseppe Leonardi, del presidente Bonanno, del responsabile distrettuale dott. Maurizio La Spina e del preside dell istituto Mazzei, prof. Pasquale Vinciguerra, alcuni alunni delle varie scuole hanno proposto canti e poesie sul tema della pace. Particolarmente applaudita l esibizione del coro Arcobaleno dell Istituto comprensivo Verga di Riposto, diretto dalla Maestra Raffaella Vitale. Il comitato, coordinato dall avv. Leonardi, ha premiato i lavori dei seguenti ragazzi: Giuseppe Di Bella (Sacro Cuore), Samuela La Spina (1 istituto comprensivo), Stefano Cutuli (2 comprensivo), Carmen Stagnitti (3 comprensivo), Marcella Signorello (annesso liceo artistico) e Noemi Tomarchio ( Verga Riposto). Mario Vitale uguali dappertutto, che promettono di costruire un ponte anche dove non c è un fiume! Il pessimismo, che produce disinteresse se non proprio avversione, sembra prevalere, e quale epidemia infetta tutti o quasi. C è un bricciolo di bene in questo mondo della politica? Per fortuna, è giunto un profeta, un essere messianico, che intende radrizzare i sentieri, abbassare i monti, colmare le valli, mettere la scure alla radice degli alberi che non portano frutti. Una buona novella, consolante: dar vita ad una burocrazia onesta e ad una politica altrettanto onesta. Ci crediamo, ma non ci illudiamo. Riporterà, questo profeta, la giustizia, l equità, la moralizzazione, il bene pubblico? Ovvero, sarà crocifisso dagli avversari o dagli stessi suoi sostenitori, che preferiranno a lui un qualsiasi Barabba? Se dovesse accadere così, ancora una volta saremmo costretti a ripetere: «Nulla di nuovo sotto la cappa del sole!». Proprio così: è un antica storia che rimane sempre nuova! Direttore responsabile: Salvatore Agati Condirettore: Corrado Petralia Già Direttore: Angelo Patanè Editore: Società Cooperativa di Lavori e Servizi Sant Isidoro a r.l. Sede: Via Callipoli n Giarre (CT) Tel. 095/ Fax 095/ Reg. al Tribunale di Catania N. 557 del 1980 Nuova edizione Registro Naz. della Stampa N del Stampa: Eurografica s.r.l. S.S. 114 Orientale Sicula - RIPOSTO (CT) Tel Fax Abbonam. Soci: 5,20 Ordinario: 48,00 Sostenitore: 258,00 C/C Postale N L importo dell abbonamento è detraibile dal reddito Pubblicità: Manchettes di testata 130,00 cad., pubblicità modulo (44x36 mm.) 41,40; commerciale, culle, nozze, ecc. 2,00 mm.; sentenze e legali 2,50; redazionali 1,50 mm.; necrologi 0,25 a parola nome in neretto e titoli 1,50 a parola, croce 8,00; pubblicità a colori +35%; posizione di rigore +10%; pubblicità politico 2,50 mm. I.V.A. 20% esclusa. Il giornale si riserva in ogni caso il diritto di rifiutare qualsiasi inserzione. Dei testi, dei disegni e delle foto riprodotti in questo numero del giornale è vietata la riproduzione. I manoscritti pervenuti in redazione, anche se non pubblicati, non vengono restituiti. Le opinioni degli Autori degli articoli non impegnano necessariamente la responsabilità del «Gazzettino» e sono liberamente espresse e offerte. Ai privati una prima inserzione viene concessa gratuitamente per un massimo di 30 parole. ASSoCIATo A UnIone STAMpA periodica ITALIAnA

3 caleidoscopio N. 38 Sabato 17 Novembre Don Vito Cascio Ferro primo capo riconosciuto della mafia siciliana agli inizi del novecento Nell ambito del grande fenomeno migratorio si pensi che, tra il 1872 e il 1882, oltre i meridionali che si trasferirono negli Usa, furono molti i mafiosi siciliani che s inserirono nelle città americane. Questi ultimi riuscirono rapidamente a ricreare gruppi ristretti capaci di far scattare antiche solidarietà, riproponendo la fratellanza di vecchie sette con forti richiami al senso dell onore e della parola data. Fra le prime famiglie della mafia italo-americana, la famiglia Matranga di New Orleans che, agli inizi del Novecento, ottenne un certo potere anche grazie al commercio delle arance. Ma erano soprattutto le estorsioni un piatto forte di Cosa Nostra, tant è che persino il grande Caruso, dopo aver cantato al Metropolitan, ricevette l invito a pagare duemila dollari. Pagò, ma subito dopo ebbe l intimazione a pagare quindicimila dollari; questa volta si rivolse alla polizia, dove primeggiava la figura di Joe Petrosino. Quest ultimo convinse Caruso a tendere una trappola agli estortori e così riuscì a catturare i responsabili. Ma la mafia siciliana inviò poi in America addirittura l onorevole Palizzolo, il quale operava per nome e per conto dell onorata società, che invitava ad alimentare l Unione siciliana sollecitando i padrini a circondarsi di un ampio consenso sociale. Proprio in quegli anni (inizi del Novecento), emerse Vito Cascio Ferro, primo capo riconosciuto della mafia siciliana. Nato a Bisacquino (22 gennaio 1862 Pozzuoli, 1943), al tempo della repressione dei Fasci siciliani, nel 1893, si rifugiò in Tunisia. Nel 1898, coinvolto in un sequestro di persona, emigrò a New York, per poi ritornare in Sicilia nel Dalla sua scuola uscirono molti mafiosi che poi organizzarono il crimine in America, mantenendo stretti rapporti con la terra natale. Con lui la mafia compì Nei giorni di venerdì 23 e sabato 24 novembre avrà luogo tra Santa Venerina e Catania l ottava edizione del Premio Internazionale di Giornalismo Maria Grazia Cutuli, organizzato dalla Fondazione Cutuli con l apporto decisivo del Corriere della Sera, del Comune di S. Venerina e delle quattro Università siciliane. Il 23 novembre, alle ore 18,00, nella sala conferenze della Casa del Vendemmiatore di via Trieste a S. Venerina ci sarà la serata preliminare, presentata dalla brava Anna Pavone, nel corso della quale i giornalisti premiati colloquieranno con Antonio Morra, caporedattore del Corriere della Sera. Quest anno il Premio è incentrato sull area del mediterraneo e i giornalisti premiati sono dei testimoni diretti di quanto accade in Tunisia, in Siria, in Libano e in altre regioni del Nord Africa e del Medio Oriente. Infatti, la vincitrice per il giornalismo internazionale è Joumana Haddad, giornalista, traduttrice e poetessa libanese, responsabile delle pagine culturali del quotidiano An Nahar e docente all Università Libano-americana di Beirut. Il giornalista italiano è Salah Methnani, nato in Tunisia, dove si è laureato in Lingue e letterature straniere. Vive in Italia dal 1988 e lavora a Roma come traduttore di libri arabi. È autore, assieme a Mario Fortunato, del romanzo autobiografico Immigrato, diario del suo periodo di clandestinità in Italia e del rapporto degli italiani con gli stranieri. Il giornalista emergente siciliano scelto è il freelance Alessio Genovese, uno dei migliori fotogiornalisti italiani, parla correntemente l arabo ed ha documentato da Lampedusa alla Siria le situazioni più un salto di qualità, sia nella protezione sistematica, nel pizzo, sia nei sequestri di persona, in nome di una ben definita filosofia. Negli ambienti anarchici di Paterson, Cascio Ferro fu accolto come reduce dei gloriosi moti siciliani del 1892, divenendo però ben presto l eminenza grigia della Mano Nera. Don Vito inventò il racket delle estorsioni: fateci bagnare u pizzu, dicevano gli strozzini della mala alle vittime designate, e le lettere estorsive venivano firmate con l impronta di una mano nera; la prima missiva comparve nel 1903 ed il fenomeno si sparse anche in Canada. Dopo un breve periodo trascorso a New York, Vito Cascio Ferro fu costretto a fuggire a New Orleans in seguito al famigerato delitto del barile, nel quale uccise brutalmente, tagliò a pezzi e chiuse dentro ad un barile, Benedetto Madonia, che aveva cercato di stabilire il proprio gruppo di falsari nel territorio da lui controllato. Individuato e ricercato da Joe Petrosino, rientrò in Sicilia. Allora, Cascio Ferro divideva il suo tempo tra Bisacquino e Palermo, dove veniva ospitato gratuitamente nei migliori alberghi (l Albergo Pizzuto di via Bandiera e l Hotel de France di piazza Marina). Per il pranzo era solito andare al Caffè Oreto. Aveva stretto amicizia con esponenti dell aristocrazia palermitana, i baroni Salvatore ed Antonino Inglese e, soprattutto, intratteneva rapporti con uomini politici, come l onorevole Domenico De Michele Ferrantelli, deputato di Bivona, di cui divenne il più importante capo-elettore. Il nuovo status sociale così acquisito gli consentì di coronare il suo sogno: diventare socio del Circolo dei Civili di Bisacquino. La fonte che ce lo conferma è autorevole ai massimi livelli: il Prefetto di Palermo, marchese De Seta, il quale il 12 maggio 1908, a proposito del Cascio Ferro, scriveva così al Ministro degli Interni: «Gode la stima dei cittadini onesti tanto che è stato ammesso a far parte del Circolo dei Civili (del quale fu anche presidente, ndr); mantiene ottimi rapporti con i galantuomini e, soprattutto, si dimostra deferente verso le Autorità». Don Vito si vantava di non portare mai soldi con sé: «Non ne ho bisogno diceva, perché tutto quello che mi serve me lo danno gratis»: ancora oggi i bisacquinesi lo confermano quando parlano del loro ingombrante e tristemente famoso concittadino. Il prestigio di don Vito toccò vertici inimmaginabili, oltre che ospite desiderato e gratuito dei migliori alberghi palermitani, veniva ossequiato da altissime personalità istituzionali. Generoso, di quella generosità tipica di chi non ha tempo di contare il denaro o di stabilirne la provenienza, si narra che quando don Vito si metteva in viaggio per visitare la sua zona, i Sindaci dei paesi attraversati si recassero ad attenderlo alle porte del paese e lì gli rendessero omaggio, baciandogli la mano. Il prestigio si tramutava in vera e propria idolatria se l analisi dai rappresentanti politici, economici tragiche di questi ultimi anni. Nel corso della serata preliminare di Santa Venerina saranno premiati sei alunni della scuola media locale che si saranno distinti nell elaborazione di un articolo giornalistico avente, per argomento il territorio etneo, proposto dalla Fondazione Cutuli con la collaborazione del Comune di S. Venerina. Tutti gli studenti di seconda e terza media sono stati preliminarmente preparati dalle giornaliste Pinella Leocata e Ada Mollica e assistiti dai loro insegnanti. Saranno proiettati dei filmati nuovi su Maria Grazia Cutuli e saranno letti dall attrice Càrola Colonna degli estratti dagli articoli della giornalista; altri filmati riguarderanno servizi dei giornalisti premiati. Le associazioni locali Sicilia R&D e Storia, Cultura e Sviluppo Territoriale ufficializzeranno la proposta di intitolare una traversa di via Sabotino di Monacella al preside Giuseppe Cutuli, padre di Maria Grazia, originario di quella frazione del Comune e sociali della società del tempo, passava ad interessarsi degli esponenti della malavita e di quanti avevano una sorta di idiosincrasia con l autorità della legge e con un sistema ordinato e legale della società. Fino a qualche anno fa era visibile nel corridoio, che dalla seconda sezione del primo braccio che porta al corridoio dell infermeria dell Ucciardone di Palermo, il motto che don Vito aveva inciso con il suo coltello sulla parete del muro: «Vicaria, malattia e nicissitati, si vidi lu cori di l amicu». Dopo tanti anni, le cronache riferiscono che era ancora considerato onore e merito occupare nel carcere il posto che era stato di don Vito; parecchi anni dopo lo stesso posto venne occupato da don Calò, a cui, in segno di massimo rispetto, veniva preparato il letto, a turno, dai detenuti del camerone. Nel 1909, sospettato di essere stato l autore dell assassinio avvenuto la sera del 12 marzo a Palermo davanti al cancello del giardino Garibaldi con quattro colpi di pistola, del poliziotto Joe Petrosino, Cascio Ferro fu prosciolto dall accusa grazie all alibi fornitogli dal deputato, Domenico De Michele Ferrantelli, che affermò di averlo ospitato nella sua villa, proprio la sera dell omicidio. Cascio Ferro fu arrestato per 69 volte per vari crimini e sempre rilasciato. Infine, venne incarcerato dal Prefetto di Ferro Cesare Mori, durante il periodo fascista, nel 1927, con l accusa di responsabile dell omicidio di Gioacchino Lo Voi avvenuto nel Nel 1943, il carcere di Pozzuoli, dove scontava la pena, fu evacuato per paura dei bombardamenti americani, ma Cascio Ferro venne dimenticato in cella, dove morì di inedia. (17. I Padrini - Mafia: uno Stato nello Stato 2012) Salvatore Musumeci «Politica e mafia sono due poteri che vivono sul controllo dello stesso territorio, o si fanno la guerra o si mettono d accordo» (Paolo Borsellino) Il palcoscenico della storia L ottava edizione del premio Internazionale di Giornalismo Maria Grazia Cutuli sarà incentrata sulle emergenze dell area mediterranea Appuntamento L associazione Onlus Terra di mezzo di Palermo, in collaborazione con l Associazione culturale Cavalieri di Federico II - Federiciani e con il Patrocinio dell A.CO.TUS e dell Accademia Culturale Xiphonea organizza, dal 17 al 22 dicembre 2012, la collettiva d Arte Il mio Natale. Riflessioni d artista. La mostra sarà ospitata presso la Sala Mnemosyne di Santa Venerina. La dirigente scolastica Mariangiola Garraffo dell Istituto Comprensivo A. Manzoni di Santa Venerina annuncerà la denominazione della scuola (che da quest anno ha accorpato l ex Circolo Didattico) a Maria Grazia Cutuli. Gli intermezzi musicali saranno a cura della cantante jazz Edy Valastro e del chitarrista classico Alfredo D Urso, del Gesuele Sciacca Group, e del chitarrista Flavio Emanuele C. Burtone. Il sabato 24 novembre, alle ore 10,00, i due giornalisti vincitori del premio internazionale e di quello nazionale terranno delle lezioni magistrali nella Facoltà di Lettere dell Università di Catania, mentre alle ore 18,00 dello stesso giorno, nel Teatro Sangiorgi a Catania, ci sarà la cerimonia ufficiale della premiazione dei giornalisti e dei neo laureati con tesi sul giornalismo selezionati dai rappresentanti delle quattro Università siciliane. Sono previsti premi in denaro e segnalazioni di merito; ai vincitori sarà data la possibilità di effettuare uno stage al Corriere della Sera. La manifestazione finale sarà presentata dalla giornalista Rai Monica Maggioni, alla presenza del Ministro dell interno Annamaria Cancellieri, del direttore del Corriere Ferruccio De Bortoli e della dott.ssa Laura Boldrini, portavoce dell Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR). Interverranno l attrice Piera Degli Esposti, il cantautore Antonello Venditti, il giornalista greco Nikos Megrelisis e, in collegamento con la Siria, il giornalista Lorenzo Cremonesi. Sarà presentato un balletto del Flusso Dance Projet dedicato, a New York, a Maria Grazia Cutuli. Giovanni Vecchio in via Marzulli 39 ad Acireale. Ogni Artista può presentare una o due opere che, in qualsiasi modo, facciano riferimento al tema proposto. Humana consilia di Urty Tagay De profundis Dal profondo Dal profondo io grido a te, o Signore; / O Signore ascolta la mia voce. / Siano intente le tue orecchie / Alla voce della mia preghiera. / Se guardi alle colpe, o Signore, / O Signore, chi potrà reggere? / Ma presso di te è la misericordia, / E per la tua legge confido in te, o Signore. / L anima mia confida nella tua parola, / L anima mia spera nel Signore. / Dalla veglia del mattino fino alla notte / Israele speri nel Signore, / Perché nel Signore è la misericordia. / Ed egli è generoso redentore. / Egli stesso redimerà Israele / da tutte le sue iniquità. Il Salmo 129 (130), uno dei sette Salmi penitenziali di Davide, viene cantato o recitato sin dall antichità a suffragio dei defunti, anche se questo non è il suo significato originario, oltre ad essere presente anche nella liturgia vespertina di ogni mercoledì, del Natale e della festa del Sacro Cuore. Dall esperienza del peccato e del dolore, l orante e la sua comunità guardano a Dio come alla fonte del perdono e all unica speranza di sopravvivenza. Nella versione della Vulgata, l incipit è De profundis clamavi ad te, Domine (Dal profondo io grido a te, o Signore), mentre quella dei Settanta così recita: «Dal profondo del mio cuore invocai te, o Signore». Nel linguaggio comune, si usano le locuzioni: Essere al de profundis (Essere al punto di morte) e Cantare il de profundis a qualcuno (per un tale già morto), mentre, detto di una cosa, significa che essa è completamente finita. Lo spirito della comunità San pietro Clarenza festeggia la patrona Santa Caterina, con madonnari e aquiloni La comunità parrocchiale c l a r e n t i n a festeggia la patrona Santa Caterina V.M.. Domenica 18, alle ore 8,30 e alle 10,30, ci saranno le Sante Messe, con benedizioni dei madonnari e fiera del dolce e prodotti tipici locali. Sabato 24, alle ore 17,30, il santo Rosario, con svelata di Santa Caterina V.M. Domenica 25, alle ore 8,00, il suono festoso delle campane e lo sparo di colpi a cannone annunciano il giorno della festa; ore 10,30 Santa Messa, al termine uscita del fercolo della Santa patrona, con processione per alcune vie esterne del paese, mentre in piazza della Vittoria si svolgerà la gara degli aquiloni; ore 18,00, santa Messa; 19,30, seconda uscita del fercolo, con processione per alcune vie del centro del paese; ore 21,00, arrivo in piazza della Vittoria, apertura del carro realizzato dai giovani della parrocchia. Al termine fuochi pirotecnici e rientro in chiesa. Un ringraziamento, va al parroco nunzio Caruso, al Comune, al comitato festeggiamenti, a tutta la comunità che ha contribuito alla buona riuscita della festa. Michele Milazzo ei vola dentro di me L come una colomba Dal mio cortile guardo le colombe, volano felici, chissà dove vanno forse verso il mare. Ci sono tanti fiori a farmi compagnia, è bello sentire il loro profumo, anche il mio cuore è libero. Sono stupendi gli occhi della mia donna, io sono sempre più innamorato lei vola dentro di me come una colomba. Vito Cutuli

4 4 N. 39 Sabato 17 Novembre 2012 acese Angeli a quattro zampe Acireale: alla scoperta delle attività dell Associazione Gruppo Volontario Cinofilo Acese che fornisce supporto nelle ricerche di persone disperse in superficie e sotto le macerie Tra le attività di volontariato sul territorio della città di Acireale, ai nostri giorni, brilla per la sua unica presenza nella Regione Siciliana, il Presidio Unità Cinofile Italiane da Soccorso (Presidio U.C.I.S.). L Associazione Nazionale Unità Cinofile Italiane da Soccorso, infatti, per statuto mantiene un Presidio per ogni regione. Questo esistente ad Acireale è gestito dall Associazione Gruppo Volontario Cinofilo Acese (G.V.C.A.). Nella visita all area di addestramento con i cani, ubicata nella frazione acese di Balatelle, ci Polpettine broccoli e ricotta Il travestire le verdure da polpetta è un ottimo trucco per farle mangiare a bambini o adulti riluttanti. Polpettine molto buone, delicate e saporite insieme. Sono facile da fare e anche abbastanza leggere grazie alla cottura in forno senza aggiunta di altri grassi; come potete vedere dalla foto, il risultato è molto invitante anche se non sono fritte! Perfette come secondo piatto, ricco di proteine di uova e ricotta, o come fingerfood in un buffet. Ingredienti per 4/6 persone 500 gr di cime di broccoli al netto dagli scarti 250 gr di ricotta di pecora 2 uova 100 gr di mollica di pane raffermo 100 ml circa di latte 1 cucchiaio di pecorino poco stagionato grattugiato 2 cucchiai circa di pangrattato (al bisogno) Sale q.b. Innanzitutto lessate, al dente, i broccoli in poca acqua salata, scolateli, lasciateli raffreddare e, per finire, facciamo guidare dalla signora Antonina Panebianco (nella foto), unica donna Disaster Manager in Italia (Gazzettino n. 34 del 30 ottobre 2012), acese e socia dell Associazione nonché Addetto stampa e alle Relazioni con il pubblico. «L Associazione è stata fondata ufficialmente nel 1992 ci dichiara la Panebianco ma il Gruppo Volontario Cinofilo Acese operava già sul territorio nell ambito della Protezione Civile perchè iscritto nei ruolini della Prefettura di Catania e il presidente, dalla costituzione, è il cav. Mario Ariosto». Apprendiamo che il cav. Ariosto (nella foto) è acese, classe 1943, imprenditore nell attività di accoglienza dei cani randagi, quindi un esperto, uno del mestiere! «Il Gruppo spiega ancora la Panebianco, in occasione di alluvioni, eruzioni, ed altro è chiamato a collaborare con la Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Guardia Forestale, Vigili del Fuoco, nella ricerca di persone disperse in superficie e sotto le macerie. Il vice presidente è Giuseppe Ariosto mentre Vera Lo Castro, socia veterana dell Associazione, svolge il ruolo di segretario. Le Unità Cinofile si dividono nel mondo del soccorso, in quattro Specializzazioni: superficie, macerie, In cucina con Dadra tritateli velocemente con un coltello. Passate a setaccio, o attraverso un colino, la ricotta; è preferibile usare ricotta che abbia riposato almeno una notte in frigo, così che abbia perso l eccesso di siero. In una terrina capiente mettete la mollica, ridotta in briciole, ad ammollare con il latte per almeno una decina di minuti. Trascorso questo tempo eliminate, qualora ve ne fosse, l eccesso di latte (ma conservatelo fino alla fine della preparazione; qualora l impasto delle polpettine fosse troppo asciutto usatelo per diluire il tutto) e unite i broccoli, la ricotta, il pecorino grattugiato, il sale e le 2 uova. Mescolate bene e verificate di aver un composto piuttosto sodo; se fosse troppo liquido potete eventualmente aggiungere un po di pangrattato, se fosse troppo corposo o slegato, ancora un po di ricotta o latte. Con l aiuto di 2 cucchiai formate delle quenelle o polpettine che dir si voglia adagiatele su una teglia da forno ricoperta con carta-forno e infornate in forno preriscaldato a 180 per circa mezz ora. Le alternative di cottura sono la frittura (vi consiglio olio di semi di arachide o il nostro prezioso olio extra vergine d oliva) o il microonde con piatto e funzione crisp (anche in questo caso senza grassi ulteriori). Servitele appena tiepide ma sono buonissime anche a temperatura ambiente! Enjoy Il mio blog: soccorso in acqua, soccorso in ambienti impervi (montagna). Il G.V.C.A. possiede in atto due Specializzazioni, quella di ricerca in superficie e quella tra le macerie. I volontari del Gruppo si allenano in media tre volte per settimana con 4 cani: U.C. (maschi) Tobia e Bello, con brevetto operativo di ricerca in superficie e sotto le macerie; U.C. (femmine) Pupa e Dana, con brevetto di ricerca in superficie». La parola al presidente, cav. Mario Ariosto: «Il nostro Presidio è uno dei quattro più grandi in Italia e comprende un campo macerie, un campo addestramento per le prove di obbedienza ed agility, una palestra per le prove superamento ostacoli, sala ricreativa, un container quale aula formativa dei volontari, circa 30, tra soci operativi e sostenitori». C è, inoltre, un parco giochi per i figli minori dei volontari quando sono impegnati nel Presidio (sei/otto ore settimanali). «Nel mese di giugno del 2013 conclude il presidente Ariosto si svolgeranno nella nostra struttura Estate, stagione che nell emisfero boreale (nel quale si trova l Italia) è il periodo che va dal solstizio d estate (21 giugno) all equinozio d autunno (23 settembre). Come noto, poi, c è l estate climatologica o meteorologica che parte il primo giugno e finisce il 31 agosto. L estate 2012, intesa nel senso climatologica, è durata più a lungo degli anni precedenti per il prolungarsi del bel tempo con temperature alte, intorno ai 30 gradi, fin quasi tutto il mese di ottobre. E se fosse stato ancora in vita Angelo Trovato, il caro donn Angilinu ù gilataru, acese, classe 1923, nativo del quartiere San Michele, con la sua carrozzella o triciclo colorato a più tinte, contenente diversi pozzetti per granite e gelati, con la sua divisa e berretto rigorosamente bianchi, avrebbe fatto buoni affari e avrebbe portato una nota di colore nei vari quartieri acesi e nel centro storico. Purtroppo, è prematuramente scomparso nel lontano 1989, a soli sessantaquattro anni, ma il suo ricordo è ancora vivo in tutti gli acesi di una certa età perchè donn Angilinu ù gilataru, spingendo il suo triciclo e partendo dalla via Dafnica (quartiere San Michele), raggiungeva ogni giorno, come sopra accennato, vari quartieri e l intero centro storico percorrendo la via S. Martino, Cavour, piazza S. Domenico, via Marchese di Sangiuliano, corso Savoia, piazza Garibaldi, corso Umberto, piazza Indirizzo (nella foto). Certo, faceva fatica dovendo spingere almeno 100 chili, tra il peso del triciclo e quello dei pozzetti. Per la granita (mattinata) questi erano alcuni dei gusti: mandorla, limone, gelsi, caffè. Per i gelati (primo pomeriggio) i vari gusti comprendevano sempre il torrone, il cioccolato, la fragola, la nocciola. Un uomo, Angelo Trovato, conosciuto e stimato anche per la sua esclusiva e innovativa produzione del gelatu cu tuccu, cioè con il rivestimento di cioccolato in sommità, per la dedizione al suo lavoro con il quale assumeva la responsabilità di mantenere in una certa agiatezza la gli esami per i cani U.C. : Argo e King (maschi); Funcky e Zoe (femmine), per l ottenimento del brevetto di ricerca in superficie. Cosa importante è quella che gli esami si svolgeranno nella nostra struttura con Giudici internazionali U.C.I.S. ed E.N.C.I., dato che i nostri campi (macerie e addestramento) sono regolarmente omologati per esami nazionali U.C.I.S.». Camillo De Martino Donn Angilinu u gilataru Acireale: un autentico personaggio della vita cittadina di un epoca passata famiglia, la moglie e tre figli. Ha iniziato a lavorare e percorrere la città di Acireale giovanissimo, sui vent anni, esercitando sempre lo stesso lavoro professionale, con la stessa accortezza e signorilità! Un Personaggio, quindi, donn Angilunu u gilataru a tutti gli effetti, considerati anche i tempi o gli anni di cui parliamo, quelli a partire dal 1943/44, periodi di guerra, di stenti, distruzione e di fame. Un Personaggio perchè era presente anche nel periodo invernale (i bisogni economici della famiglia lo richiedevano), con la sua produzione e vendita sempre con il suo triciclo, di iris, pizzette, arancini, piparelli, graffe ed altro. Oggi, nel terzo millennio d.c., ad Acireale c è ancora in giro qualche novello gilataru ma gira per le strade e piazze con una rombante e robusta motoape/carrozzella, in alcuni casi con un furgoncino! Ma è tutta un altra cosa. È finita un epoca. C.D.M. Il Buongustaio Prodotti Tipici - Enoteca Corso Umberto, 8-53 RANDAZZO (CT) Cell Corso Umberto, 72 - RANDAZZO (CT) Tel Cell

5 Cimitero, decide il Tar Randazzo: il giudice ferma l ampliamento della struttura proposto dalla Giunta Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia sezione staccata di Catania (Sezione Terza), accoglie e per l effetto sospende il provvedimento impugnato e condanna il Comune di Randazzo al pagamento delle spese della presente fase cautelare, che liquida in euro ottocento. Fissa per la trattazione del merito la seconda udienza del mese di febbraio Con questa ordinanza, il Tar di Catania si è pronunciato sul ricorso per l annullamento, previa sospensione dell efficacia, della determinazione n. 49 del 29/05/2012 del Dirigente dell ufficio tecnico del Comune di Randazzo con cui è stata approvata la concessione dei lavori di ampliamento del cimitero comunale e della gestione del servizio pubblico cimiteriale. Brevemente ne riepiloghiamo i fatti. A causa dell ormai annosa penuria di sepolture nel cimitero comunale, in mancanza di risorse economiche in bilancio, determinata dalla diminuzione dei trasferimenti statali, attraverso proprie deliberazioni e atti di indirizzo politico-amministrativo, la Giunta municipale di Randazzo, guidata da Ernesto Del Campo, ha approvato un bando di gara per l ampliamento e completamento del cimitero comunale e della relativa gestione funzionale ed economica mediante concessione con apporto di capitale privato. Alcuni consiglieri di opposizione unitamente a varie organizzazioni in rappresentanza di lavoratori, cittadini e categorie professionali, ne hanno contestato, alternativamente, sia i costi (della progettazione e del prezzo delle nuove tombe), sia l illegittimità di talune procedure amministrative (in proposito si veda il Gazzettino del 29/12/2012, pagg. 1 e 2). Con l inizio dell estate scorsa, la polemica ha assunto toni aspri e, in segno di protesta, è stato costituito un Comitato Cittadino per la salvaguardia della gestione pubblica del cimitero comunale (formato da Cgil, Cisl, Uil, Cia, Pd, Scelta Giovane e dal blog Tavola rotonda permanente ) che si è fatto promotore del suddetto ricorso amministrativo al Tar di Catania, proposto da Francesco Paolo Amato, Marcello Diolosà, Gianluca Giuseppe Anzalone, Michele Mario Mangione, Alfio Mannino, Francesco Militi e Antonino Lanza, rappresentati e difesi dagli avv. Giampiero De Luca e Carmela Di Silvestro. Accogliendo e sospendendo gli effetti giuridici del provvedimento impugnato (determinazione n. 49 del 29/05/2012 del Dirigente dell ufficio tecnico) il collegio dei magistrati amministrativi, composto da Calogero Ferlisi (presidente), Maria Savasta Pancrazio e Gabriella Guzzardi estensore dell ordinanza, ha rilevato che la disciplina di base del servizio pubblico cui afferiscono i lavori per cui è causa richiedono una valutazione di carattere politico discrezionale demandata, ex art. 32, c.2 L. n. 142/90 alla competenza del Consiglio Comunale. Pertanto, dalla struttura originaria del progetto, la parte relativa alla gestione funzionale ed economica mediante concessione con apporto di capitale privato dovrà essere ridiscussa dal Consiglio comunale in quanto materia di sua esclusiva competenza. catania e provincia N. 39 Sabato 17 Novembre Naturalmente, i ricorrenti si mostrano soddisfatti per aver ottenuto la sospensiva dal Tar di Catania, ma tengono a precisare che la loro azione legale non è rivolta contro l ampliamento del Cimitero bensì contro la gestione privata. Il segretario territoriale UIL di Randazzo, Giuseppe Di Silvestro, in una nota ringrazia tutti coloro che con grandi sacrifici, anche di natura economica, hanno contribuito a intraprendere l azione legale ed esprime un orientamento condiviso all interno del Comitato Cittadino per la salvaguardia della gestione pubblica del cimitero comunale auspicando che l Amministrazione Comunale non impugni innanzi il Cga di Palermo l ordinanza del Tar di Catania e ciò non per timore di eventuale sconfitta, ma perché vi è la consapevolezza che, se da un lato sussiste un problema di carenza di posti al cimitero, dall altro esso non è risolvibile con l adozione di atti illegittimi e non condivisi dalla maggioranza dei cittadini. Ciò comporterebbe un ulteriore dispendio di energie e risorse, sia da parte dell Amministrazione Comunale che da parte del Comitato. Auspichiamo conclude il sindacalista che l Amministrazione comunale istituisca un tavolo tecnico-politico allargato, per stralciare, rivedendo qualche importante punto, l appalto dei lavori di ampliamento, ma lasciando inalterata la gestione pubblica dei servizi cimiteriali. Dall altra parte, l assessore Antonino Zingali, delegato dal sindaco alle Problematiche cimiteriali, non nasconde l amarezza per occasione perduta di un imminente ampliamento del cimitero comunale e dichiara che il provvedimento del Tar di Catania è un fardello che peserà in primis sulla popolazione e, a seguire, sul Comune di Randazzo e sull Amministrazione comunale, in carica e quelle a venire. L assessore continua affermando che la Giunta municipale, confortata dai pareri legali degli avvocati di fiducia sta valutando, con molta prudenza, se ricorrere o meno al Cga di Palermo. Infine, dichiara: da una ricognizione aggiornata, la disponibilità di sepolture al cimitero comunale di Randazzo è attestata al disotto di cinquanta loculi a cui possono essere, eventualmente, aggiunte le sole sepolture date in concessione da oltre 50anni i cui eredi non rinnovassero la richiesta di concessione; per cui, tra sei mesi l attuale cimitero di Randazzo sarà definitivamente saturo. Allo stato attuale, almeno due questioni rimangono irrisolte. Da una parte, la carenza di sepolture al cimitero; dall altra parte un nodo spinoso che abbiamo già definito il pomo della discordia, cioè l affidamento dell incarico, risalente al 1990, per la progettazione dell ampliamento del cimitero all ing. Giuseppe Mineo. Ma chi pagherà le sue competenze qualora l opera, così come pensata, non venisse portata a termine? Intanto partiti e movimenti, che a Randazzo si preparano già all imminente campagna elettorale per le prossime elezioni amministrative, leggono il provvedimento del Tar soprattutto in chiave politica e qualcuno chiede le dimissioni del Sindaco. Gaetano Scarpignato Nuovi traguardi da protagonisti Giarre: la Judo Club Bonfiglio al Grand prix e Master Italia di Liu-bo Dopo un anno di tornei per acquisire punti al fine di formare una graduatoria che consentisse la qualificazione ai primi cinque atleti di ogni categoria, domenica scorsa, al palajungo di Giarre, si è svolta la fase finale del Grand prix e della Coppa Master Italia 2012 di Liu-bo, lo sport italiano nell arte del bastone siciliano. Alla presenza del fondatore, M Lio Tomarchio, i suoi atleti del Judo club Bonfiglio di Giarre hanno ancora una volta dimostrato la loro abilità tecnica e agonistica, che li ha condotti a conquistare, nelle varie categorie, i seguenti risultati, a cominciare dal Grand prix: esordienti, Aldo Torrisi 2 (anche nei principii), Marco Trovato 3 ; Cadetti, Salvatore Trovato 2 ; Juniores e principii, Linda patanè 1ª; principii cadetti, Salvatore Trovato 1, Valerio Vitale 3 ; buona prestazione anche per gli atleti Giorgio La Rocca e Marco Contarino. nella Coppa Master Italia, ottimo secondo posto di orazio Messina, argento nella categoria principii cinture nere. I più piccoli hanno partecipato al 3 trofeo Cacciacani : secondo posto per Marco Argento (principii bambini) e per paolo Bisicchia (principii ragazzi). Buona prestazione anche per Salvatore Maccarrone, Andrea Federico e Dario Vitale. Mario Vitale Topi, rischio infezioni San pietro Clarenza: problemi di igiene per il plesso elementare di via Risorgimento dove è stata riscontrata la inequivocabile presenza dei roditori ASan Pietro Clarenza il plesso di scuola elementare di via Risorgimento, dell Istituto Scolastico Elio Vittorini, ubicato sotto l area di calpestio di piazza della Vittoria, dove sono allocate le classi di IV e V, è chiuso perché invaso di topi. Il dirigente scolastico Agata Amantia ha fatto chiudere la scuola. Da noi interpellata ha detto: La scorsa settimana, sono stati trovati escrementi di topi nella scuola di via Risorgimento, ci siamo subito allertati, informando l Amministrazione comunale, che ha messo delle trappole per topi. In attesa che la scuola venga disinfettata e deratizzata,e l Asp che è stata informata dia l autorizzazione, per garantire la salute dei ragazzi ho preferito chiudere la scuola. In attesa che la cosa venga normalizzata, i ragazzi di via Risorgimento, vengano ospitati con turno pomeridiano nel plesso di via Dusmet. L assessore alla Pubblica istruzione, Andrea Cavarra, ha dichiarato che la settimana scorsa mi è stato segnalato, che nella scuola erano stati trovati escrementi di topi, qualche scatola di alimentari morsicata, compreso qualche quaderno. Subito mi sono attivato, informando l ufficiale sanitario, ho contattato una ditta per fare nella scuola la derattizzazione, nei locali sono stati posizionati delle trappole di ultima generazione per monitorare i locali, e catturare i topi. Adesso aspettiamo il parere dell Uficiale Sanitario per riaprire la scuola. I genitori degli alunni hanno inviato tre solleciti, richiedendo la derattizzazione e disinfezione di tutte le scuole del paese: la prima il 18 luglio, inviata al sindaco di San Pietro Clarenza, all Amministrazione comunale, all Asp di Mascalucia; la seconda il 27 settembre, sempre a Sindaco, Amministrazione, Asp; una terza il 26 ottobre, inviata al dirigente scolastico. Nelle tre richieste, regolarmente protocollate, che ci hanno letto in copia, i genitori chiedono la derattizzazione, disinfestazione immediata dei plessi scolastici, per le cattive condizioni igienico-sanitarie, sopratutto nei locali bagno e palestra, a causa della presenza di ratti, blatte rosse, zecche, pulci, vermi millepiedi, zanzare. La soluzione delle varie anomalie è necessaria per non creare disagi ai genitori, agli alunni e al personale scolastico. Sulla presenza dei topi a scuola, qualcuno ha, amaramente ipotizzato una loro intenzione di istruirsi imparando a leggere e scrivere. Michele Milazzo Pronte alle prime sfide per il Relax Center Volley Team Giarre la partita contro il Trinacria Volley di Acireale è stato l ultimo test amichevole in vista dell inizio del campionato Da sinistra, Valentina Caltabiano, Candida Cavallaro, Graziana Scuderi, Chiara Raciti e Rachele Creati Il Relax Center Volley Team Giarre ha affrontato in amichevole la formazione di serie D del Trinacria Volley di Acireale, chiudendo così il cammino di incontri di preparazione per l inizio del campionato. La partita è stata vinta per 3 a 1 dalla formazione di Mister Gilberto Morè che ancora non ha potuto impiegare la centrale Graziana Scuderi, dolorante al ginocchio sinistro, ma che ha trovato in Roberta Viola una Lunedì scorso una squadra dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Acireale ha effettuato un intervento per recuperare, da un cunicolo, cinque cuccioli di cane di appena un mese di vita. La disagevole operazione è durata diverse ore e si è svolta in via Volano, nelle campagne dell acese, nei dintorni della strada che collega Acireale a Catania. La madre, un cane meticcio, aveva partorito e abbandonato i cuccioli vicino a dei cunicoli, probabilmente tane di coniglio. validissima alternativa. Ottimi i riscontri offerti da tutte le giocatrici anche dalle seconde linee subentrate progressivamente durante il match. «Nel complesso, un test importante hanno sottolineato i dirigenti, dove si è messa in luce l ultima arrivata Federica Parco, già in forza al Cyclope Valverde, che ha confermato l ottima scelta da noi fatta. Ma la partita ha mostrato anche i continui miglioramenti delle condizioni fisiche della squadra. Quest ultima settimana sarà dedicata al completamento della preparazione in vista della prossima gara, quella che domenica 18 vedrà la Relax Center Volley Team Giarre di scena sull insidioso campo del Semper Volley Messina nella storica palestra Juvara per il debutto di campionato». Elisa Torrisi Salvataggio cuccioli ad Acireale Accorsi sul posto, la squadra dei Vigili del fuoco si è messa al lavoro per recuperare i cuccioli salvandoli da morte certa: uno degli operatori si è calato nel cunicolo per tirare fuori, dopo un attento lavoro, i cuccioli impauriti. La maggiore difficoltà dell interevento è stata determinata dalla natura del terreno franoso, pieno di arbusti e di radici. Gaetano Scarpignato

6 6 N. 39 Sabato 17 Novembre 2012 catania e provincia Storia, ai piedi dell Etna Interessante convegno su La Fiera di San Leonardo nella città di Mascali. Innovativi i contenuti dell intervento del prof. Antonino Alibrandi Con l incontro Linguaglossa-Piedimonte Etneo, relativo al girone C della Terza categoria, in calendario domenica 11 novembre scorso, è ritornato il calcio a Linguaglossa. Dopo vari anni passati a curare il settore giovanile e scolastico, la A.P.D. Linguaglossa, con l integrazione di nuovi soci e dirigenti e grazie alla sinergia creatasi con l Amministrazione comunale, ha potuto iscrivere una squadra in Terza categoria. L organico è composto interamente da giovani linguaglossesi, che da anni aspettavano di poter giocare per i colori bianco-rossi. Il tecnico è Salvatore Malfitana, uno dei calciatori maggiormente apprezzati nel panorama calcistico degli anni passati e il suo vice uno dei calciatori di Domenica 11 novembre, nel Salone dell Oratorio parrocchiale di Mascali, di fronte ad un pubblico numerosissimo e attento, si è svolto un convegno sul tema La Fiera di San Leonardo nella città di Mascali, organizzato da: Comune di Mascali, Commissione festeggiamenti 2012, Associazione Confraternita S. Leonardo Abate, Arcipretura S. Leonardo Abate Mascali, Associazione culturale Mascali L intervento principe è stato per voce del prof. Antonino Alibrandi (Docente - Assistente di Storia della Sicilia presso la Facoltà di Lettere dell Università degli Studi di Catania). Altri interventi sono stati di Nino Amante (Giornalista Rai), Leonardo Vaccaro (presidente dell Associazione culturale Mascali 1928). Presente l Arciprete parroco di Mascali, sac. Rosario Di Bella. Il prof. Antonino Alibrandi, dopo un breve excursus sulle istituzioni e sull economia prima nella baronia e poi nella contea di Mascali, si è soffermato sulle origini della Fiera franca (sicuramente degli inizi del Settecento), che viene organizzata, in Mascali, dall 1 al 6 di novembre (fino a tutto l Ottocento almeno, è testimoniato che veniva organizzata per la durata di dieci giorni, dall 1 al 10 novembre), durante la Festa del Santo Patrono della Città e della Contea (ventuno colpi di cannone un tempo e ora ventuno colpi di masculo all alba dell 1 novembre, all apertura dei sei giorni di Festa e di Fiera). Dopo aver delineato i tratti relativi all economia del nostro territorio nel Settecento (definitivo disboscamento e sua messa a coltura, soprattutto a vigneto; facendo riferimento ai testi coevi di Vito Amico e di Giuseppe Recupero) e nell Ottocento (soprattutto, di Gioacchino Di Marzo, ma, anche, di tanti altri), il prof. Alibrandi ha inserito le vicende della Fiera (che, in Mascali Vecchio, si svolgeva nel Chianu a fera, in via dell Umiltà) nello scontro fra Mascali e Giarre, fra gli anni Sessanta del Settecento e gli anni dieci dell Ottocento, rievocando, innanzitutto, i versi, relativi soprattutto, ma non solo, alla fiera, dell acese Domenico Gangi in favore di Mascali ( Il dialogo di Masclot, Masclet e Maschelon, del 1812) e del catanese Domenico Tempio in favore di Giarre ( La fera in cuntrastu, del 1813). Un episodio famoso e, ancora ben ricordato dalla memoria storica tramandata dai Mascalesi; 1814, i Giarresi (forti dell elezione, per la prima volta nella Contea, di un Giarrese nella funzione importantissima di Capitano d armi, funzione assimilabile, oggi, a quella di un Delegato di pubblica sicurezza), dopo aver spogliato Mascali ( caput omnium quartierorum ) di tutti i suoi privilegi, pretesero, addirittura, di portare in Giarre sia la celebrazione della Festa del Santo Patrono della Contea, San Leonardo (nel tentativo, di quegli anni, di diventare, Giarre, capoluogo della Contea, e non più Mascali; tentativo non riuscito, poiché, l anno successivo, il 15 maggio 1815, la Contea sarà, in forza della nuova Costituzione del 1812, che prevedeva la fine della Feudalità e la nascita fra l altro dei Comuni, smembrata in due Comuni, propriamente quello di Mascali e quello di Giarre); così, dall Archivio di Stato di Catania, Fondo Intendenza del Valle di Catania, fascicolo 4225: E il Capitano di Giustizia dietro l avuta esperienza dei naturali delle Giarre, che in onta alle cennate sovrane risoluzioni pretendevano solennizzare ivi la festa e la fera chiese da S.E. il Governatore di Messina la forza militare, e questi previo il permesso del governo destinò in questa città 150 militari con 4 Ufficiali e così solamente poté solennizzarsi la festa e fera in città senza il minimo disturbo. Dunque, 150 militari, comandati da 4 ufficiali, inviati dalla piazzaforte militare di Messina (su richiesta dei Giarresi), per permettere che a Giarre, e non a Mascali, quell anno, si celebrasse la Festa di San Leonardo Abate e si svolgesse la Fiera franca dedicata al Santo Protettore della Contea (appropriandosi di Festa e Fiera, simboli fra i principali della Contea, Giarre voleva ribadire che ormai riteneva essere essa, di fatto, il capoluogo comitale); e come spiegabile tanto spiegamento di forze a difesa delle celebrazioni in onore di San Leonardo a Giarre? Certamente, col pericolo reale della minacciata aggressione dei Mascalesi contro i Giarresi usurpatori (e, qui, ci viene incontro la memoria storica tramandata, di padre in figlio, dai Mascalesi: durante quel triste evento, i Mascalesi si sarebbero armati di duri stoccafisso, poiché questi non potevano essere considerate armi contundenti e pericolose, e si erano recati al borgo molesto delle Giarre per avere ragione dei borghigiani nemici, ma furono fermati, propriamente, da quell imponente dispiegamento di forze militari a difesa di Giarre). Interessante è stata la dipintura orale dell affresco di vita viva della Fiera (in quei giorni in cui anche l economia del paese si trasformava, per l arrivo di tanti forestieri, venditori e compratori), operata dalle parole del prof. Alibrandi, che ha ricordato, anche, di come vi fosse un economia alla fiera collegata, fatta, pure, negli anni precedenti alla distruzione del paese da parte della colata lavica del 1928, di una locanda (quella di don Filippu, posta, proprio, di fronte alla Fiera) e di bettole (fra cui spiccava quella di donna Rosa, nel Corso del paese, straripante di clienti, in quei giorni; proverbiale l espressione con cui gli avventori le si rivolgevano, Donna Rosa, nquartu di litru e na gazzosa ; in quella bettola, dove era succulento mangiare, particolarmente, pesce stocco, uova sode e vino soprattutto pestaimbotta, da accompagnare, anche, con nocciole e castagne). La Fiera, oggi, è poca cosa, poiché l economia del territorio e del Sud dell Italia non privilegia più l allevamento e, quindi, il mercato, del bestiame e degli oggetti tipici del mondo rurale. Tuttavia, oggi, come un illustre tradizione, la Fiera di San Leonardo continua a svolgersi, in un tratto di strada più nei pressi di Fondachello che del centro di Mascali. Interessante l intervento di Leonardo Vaccaro, il quale ha riportato una serie di documenti storici inediti, da lui rintracciati, e, anche, alcuni articoli di giornale, sulla Fiera, fra Ottocento e primi tre decenni del Novecento, commentandoli; fra l altro, ha ragionato sulla vendita del terreno della Fiera, nel 1904, da un privato, un sacerdote di Nunziata, al Comune di Mascali, allora retto dal sindaco Leonardo Grassi-Nicotra. Nino Amante ha delineato alcuni tratti della figura di Domenico Tempio, intellettuale giacobino e democratico, affine agli ideali illuministi che permeavano, in quel tempo, Giarre, di cui prese le difese. Ad allietare la serata sono intervenute le letture di passi delle opere di Venerando Gangi, di Domenico Tempio e di Giuseppe Spadaro (di quest ultimo, Tre storie della vecchia Mascali e Ai piedi dell Etna, in cui non poche pagine sono state dedicate alla Fiera), ad opera dell illustre cantastorie ripostese Luigi Di Pino e della mascalese Adele Finocchiaro. Giuseppe Musumeci Un pallone che riunisce Linguaglossa: ritorna il calcio grazie ad una sinergia tra la locale società sportiva e l Amministrazione comunale Conclusa la competizione elettorale regionale i cittadini siciliani, in primavera, saranno di nuovo chiamati alle urne, probabilmente per le elezioni politiche provinciali e, in molti Comuni, anche per il rinnovo delle Amministrazioni comunali. Uno di questi Comuni è Camporotondo Etneo, dove si concludono le due legislature del dott. Nino Rapisarda. Passata la sbornia elettorale regionale, sono iniziate le manovre per essere pronti alle prossime elezioni. Ancora è tutto un cantiere di riunioni, incontri per addivenire alla formazione delle liste, per eleggere il Sindaco e 15 consiglieri comunali. Tanti i nomi che circolano noi, senza fare torto a nessuno, con la massima trasparenza, li riportiamo così come li Foto Di Guardo punta della squadra, Andrea Cerra. Quest anno, oltre alla Terza categoria, l A.P.D. Linguaglossa disputerà i campionati allievi, giovanissimi, esordienti, pulcini, primi calci e, per la prima volta, anche la serie D di calcio a 5. La società e l Amministrazione comunale, grazie soprattutto al contributo volontario di molti dirigenti, calciatori e appassionati, si sono impegnate a rimettere a posto il campo sportivo comunale F. Palazzolo, onde poter accogliere al meglio le squadre avversarie e i tifosi. Dalle panchine per i calciatori, alla facciata degli spogliatoi alla sistemazione delle tribune afferma l assessore allo Sport, Giuseppe Cerra, si è avuta la dimostrazione che i nostri artigiani sono di altissimo livello e che la collaborazione tra le varie forze può condurre solo a esiti positivi. Adesso non ci resta che andare al campo sportivo ed incitare i nostri ragazzi. L organico è composto dai portieri Egidio Grasso, Claudio Scuderi, Salvatore Salvà, Salvatore Maccarone; dai difensori Emanuele Vitale, Davide Trapanese, Francesco Vecchio, Salvatore Russo, Giuseppe Cavallaro, Samuele Indelicato, Adriano Bonaventura, Francesco La Guzza, Bruno Berizia, Luca Cerra, GiuseppE Lo Presti; dai centrocampisti Leonardo Cavallaro, Piergiuseppe Coletta, Andrea Di Marco, Sauver Di Mauro, Stefano Lo Giudice, Alessandro Maccarrone, Massimiliano Mercia, Marco Trapella; dagli attaccanti Federico Bonanno, Andrea Cerra, Salvatore Maugeri, Adriano Musumeci. Sonia Santamaria Guardando alla prossima primavera A Camporotondo etneo chi sarà il sindaco dopo l esperienza di nino Rapisarda? abbiamo raccolti. Il primo è Carmelo Distefano, dottore commercialista, Sindaco per due legislature negli anni passati. Poi, troviamo Giuseppe Impallomeni, attuale capogruppo di minoranza al Consiglio, della lista Vivere Camporotondo. Ci sono anche Filippo Privitera e Filippo Rapisarda, consiglieri uscenti di maggioranza, con la lista Movimento Civico per Camporotondo ; Salvatore Guarnaccia, amministratore negli anni passati; Leda Puleo, avvocato. Un altro pretendente a candidarsi potrebbe essere Salvatore Santonocito, negli anni passati assessore nel vicino Comune di San Pietro Clarenza, molto noto a Camporotondo per avere sposato una camporotondese. Michele Milazzo Li Romani in Russia Dalla musica al teatro: Simone Cristicchi ricorda in teatro le esperienze di chi ha combattuto nelle guerre passate La memoria è un campo di battaglia dove si combatte per l eredità. Bisogna combattere, dare tutto sé stessi affinché i racconti dei nostri nonni che hanno combattuto in guerra non vengano dimenticati. Con queste parole Simone Cristicchi ha illustrato il senso di Li Romani in Russia, spettacolo teatrale che lo ha visto protagonista questa settimana a Catania, Noto, Palermo, Enna e Vittoria. All interno della libreria Cavallotto, dove lo abbiamo incontrato prima dello spettacolo catanese di giorno 14, eravamo in moltissimi: giornalisti di professione, aspiranti redattori, fan ma anche semplici persone alla ricerca di una storia da ascoltare: «A mio figlio, di 4 anni, dico che giro tutta l Italia per raccontare le favole ha spiegato, scherzando, Simone mi piace parlare di storie piccole, che spesso però contengono realtà e emozioni molto grandi». Come il brano Cosa mi mangerei che Cristicchi ha letto direttamente dal suo libro intitolato Mio Nonno è morto in guerra : «La storia racconta della fame patita nei primi anni Quaranta da un romano qualunque. Dei suoi giorni in cui non aveva nulla da mangiare, finché riuscì a catturare un piccione. Sua madre glielo preparò arrosto al rosmarino. Ma l aroma del rosmarino, chiaramente, doveva immaginarselo». Storie di questo tipo animano proprio il monologo sui romani in Russia, in cui si alternano tratti drammatici e situazioni che rasentano il tragicomico. Quando gli abbiamo chiesto se dopo la sua dichiarazione ironica di voler cantare come Biagio Antonacci potrebbe affermare di ispirarsi ad un attore al teatro, Simone Cristicchi ci ha risposto: «Ammiro molto tutti gli attori che riescono da soli a portare avanti uno spettacolo, come Gigi Proietti, Dario Fo e Marco Paolini». Proprio con quest ultimo il paragone è d obbligo: «Nel Sergente Paolini parla come se in Russia fossero andati solo gli Alpini ha specificato Cristicchi. La storia di mio nonno e degli altri romani non l aveva mai raccontata nessuno. Inoltre lo spettacolo di Marco Paolini è in prosa. Io recito in metrica il poema di Elia Marcelli, che è in ottave romanesche. Sono dei versi fantastici, che permettono di rendere epica una lingua umile come il romanaccio. Perché anche il dialetto non va dimenticato ha affermato in conclusione Simone Cristicchi, è la lingua della nostra memoria, che usiamo istintivamente: è la lingua della verità». Antonio Percolla Collaborazione, mezzo efficace Via libera alla identificazione e sterilizzazione di randagi nelle eolie a cura dell enpa Sono già partiti i volontari ed i veterinari dell Enpa (Ente nazionale protezione animali) che, dotati di un mezzo di soccorso veterinario e di una cuccia mobile fornita dalla Opel, opereranno sull isola di Lipari per la più imponente attività di identificazione e sterilizzazione di cani e gatti mai attuata. L operazione dovrebbe durare una decina di giorni e sarà di supporto ad una massiccia attività di sterilizzazione e di identificazione dei cani e dei gatti, in collaborazione con le istituzioni locali e con l associazione Eolo a quattro zampe. «Questa iniziativa dà una prova di grande civiltà e lungimiranza, affrontando l annoso problema del randagismo con i mezzi più efficaci ha commentato il responsabile dell operazione Marco Bravi. Ancora una volta, si dimostra che la tutela degli animali non dipende né dalle latitudini né dalle longitudini, ma soltanto dalla determinazione con cui le autorità, dando attuazione a quanto previsto dalla legge, si impegnano a risolvere i problemi. La Protezione Animali poi, dove c è collaborazione, fa la sua parte con la passione, la disponibilità, la motivazione dei propri volontari, delle proprie Guardie Zoofile e dei propri veterinari». Insieme ai volontari, vanno a completare la squadra Enpa per l operazione Lipari, il veterinario Meir Levy dell Enpa di Perugia e il componente della Commissione Nazionale Guardie Zoofile Antonio Fascì. Valentina Consoli

7 alcantara N. 39 Sabato 17 Novembre Francavilla, parchi-gioco per piccoli Rambo parecchi genitori della cittadina dell Alcantara lamentano gli alti rischi cui vanno incontro i loro bambini nel frequentare le aree pubbliche ad essi destinate, in cui regnano sovrani rifiuti, cocci di bottiglie, erbacce incolte ed impianti ludici fatiscenti o del tutto inutilizzabili Siamo sempre ben lieti, dalle colonne di questo settimanale, di dare voce alle legittime istanze dei comuni cittadini e non solo alle esternazioni dei politici e di altri personaggi in vista. A tal riguardo, è da tempo che numerosi genitori di Francavilla di Sicilia ci segnalano lo stato di degrado e di totale abbandono in cui versano i vari parchi-gioco della cittadina dell Alcantara, ossia quegli spazi (in Viale Libertà, in Via Regina Margherita, ecc.) nei quali dovrebbero andare a trascorre il tempo libero, all insegna della sicurezza e della salubrità massime, i loro bambini. A questo punto è ragionevole ipotizzare che ci sia in atto un piano occulto affinché dalle attuali giovanissime generazioni di francavillesi possano venir fuori gli uomini duri del domani abituandole, sin dalla più tenera età, a frequentare queste piccole giungle urbane nelle quali imparare a convivere con minacce di vario tipo, degne dei più navigati amanti del rischio e degli sport estremi Come è possibile notare dalle foto qui pubblicate, ci si ritrova al cospetto di luoghi dove regnano indisturbate insidie di vario tipo: vetri di bottiglie rotte a terra, strutture ed impianti ludici (altalene, scivoli, ecc.) fatiscenti o del tutto inutilizzabili ed erbacce incolte in cui potrebbero annidarsi insetti ed altri animali nocivi (come la pericolosissima processionaria). Non sappiamo se l obbligo di cura e manutenzione di queste particolari aree ricada sul Comune oppure sul solito Ato (probabilmente si è in presenza del classico scaricabarile ); sta di fatto che qualcuno sarebbe il caso che intervenisse al più presto, disponendo le opportune operazioni di pulitura e messa in sicurezza di questi giardini dell infanzia, onde consentire alle giovanissime generazioni di francavillesi (pur non avendo queste ultime il potere del voto ) di trascorrere qualche ora all aria aperta nel proprio paese senza correre rischio alcuno: anche questa (e non solo l organizzazione delle gite e delle cene per anziani o degli spettacoli estivi ) sarebbe civiltà. Rodolfo Amodeo Pronto a decollare l Eliporto di Piano Forca La nuova Amministrazione Monea ha consegnato i lavori di una delle eredità lasciate dalla precedente Amministrazione nuciforo Tra angoli di paese nel degrado, famiglie che non sanno più come sbarcare il lunario e polemiche politiche varie, a Francavilla di Sicilia le cose a terra non stanno affatto bene. Pur tuttavia qualcosa di buono potrebbe arrivare dal cielo : magari un elicottero, in grado di accorciare le distanze tra la cittadina dell Alcantara ed il resto del mondo. A sperarlo è stato ultimamente soprattutto l ex sindaco (oggi consigliere comunale di maggioranza ribelle ) Salvatore Nuciforo, il quale temeva seriamente che il finanziamento regionale da lui ottenuto oltre un anno fa per la realizzazione nel suo Comune di un eliporto andasse perduto. Ma adesso è proprio Nuciforo ad annunciare la lieta novella dell avvenuta consegna, qualche giorno addietro, dei relativi lavori da parte dell attuale Amministrazione Comunale guidata dal nuovo sindaco Lino Monea. «Meglio tardi dichiara causticamente l ex primo cittadino che mai Sono, infatti, passati sei mesi da quando la mia Amministrazione, in carica fino allo scorso maggio, ha appaltato quest importantissima opera, finanziataci con quattrocentomila euro a fondo perduto dal Dipartimento Regionale della Protezione Civile. «Per tutta l estate ed in questo primo scorcio d autunno mi sono chiesto cosa mai ostacolasse il prosieguo dell iter affinché si desse inizio ai relativi lavori. Francamente, mi avrebbe fatto rabbia se una realizzazione così rilevante per la nostra comunità non fosse stata a cuore dei nuovi amministratori eletti nello scorso mese di maggio: sarebbe stato come vanificare il mio impegno per Francavilla. «Oggi dunque - conclude Nuciforo - sono particolarmente felice di apprendere che questo sogno per cui mi sono tanto battuto sta per diventare realtà, sia pur in ritardo rispetto alle altre municipalità siciliane che hanno beneficiato dell analogo finanziamento». L eliporto francavillese sarà ubicato in contrada Piano Forca, e come sottolinea Salvatore Nuciforo, che ben conosce i dettagli del progetto in questione, esso servirà sia per scopi sanitari (es.: trasporto immediato di malati gravi alla volta delle strutture ospedaliere) e di protezione civile (in caso di calamità naturali) e sia per finalità turistiche (quando, ad esempio, in occasione di un grande evento ospitato dal Comune di Francavilla di Sicilia lo si potrà utilizzare per far giungere flussi di visitatori). R.A. Un francavillese di successo: Santo Santoro L ex ministro e senatore in Australia, oggi presidente della Camera di Commercio Italiana nel Queensland, ha fatto un blitz nel paese natio per riabbracciare i parenti e gli amici d infanzia. per il suo attaccamento alle origini, il presidente napolitano lo ha recentemente insignito del titolo di Commendatore della Repubblica Nei giorni scorsi, i cittadini di Francavilla di Sicilia hanno ancora una volta visto aggirarsi tranquillamente per le strade del loro paese un distinto signore alto e robusto e dai modi signorili e socievoli. Si direbbe uno qualunque se, invece, non si trattasse di un francavillese illustre fattosi onore in Australia sia nell ambito della politica che dell imprenditoria: il senatore Santo Santoro, eminente esponente del Partito Liberale australiano e rappresentante dello Stato del Queensland, con alle spalle trascorsi di ministro in importanti dicasteri quali i Trasporti, le Relazioni Industriali, la Formazione, gli Anziani, la Salute e la Sicurezza sul Lavoro. Nato nella cittadina dell Alcantara il 27 aprile del 1956, all età di tredici anni Santoro si trasferisce nella Terra dei Canguri al seguito della famiglia, alla ricerca di migliori condizioni lavorative. Ma col passare del tempo quella storia di emigrazione, a differenza di tante altre sfociate in esistenze mediocri e nella mortificazione di un lavoro sottopagato, assume connotati sempre più esaltanti grazie alla brillantezza ed all intraprendenza del giovane Santo il quale, dopo aver conseguito la Laurea in Economia presso l Università di Brisbane, comincia a prendere gusto alla politica, bruciando le tappe del Santoro col Premier del Queensland, Anna Bligh, durante una cerimonia dell I.C.C.I. cursus honorum australiano per poi, nel 2007, decidere di dedicarsi esclusivamente alla sua attività privata di imprenditore nei settori della consulenza e dei servizi. In questi anni, intanto, parecchi francavillesi di ritorno dalle vacanze in Australia dicevano di aver appreso dai giornali letti lì degli importanti ruoli governativi rivestiti dal loro concittadino il quale, dopo così lunga assenza da Francavilla, per la sua comunità d origine era pressoché caduto nel dimenticatoio. Qualcuno ha, quindi, cominciato a rivolgersi ai suoi parenti ed a smanettare su Internet per tentare di riallacciare i contatti con l illustre personaggio, il quale adesso non può più fare a meno, non appena gli impegni istituzionali e professionali glielo consentono, di tornare in Sicilia almeno un paio di volte l anno, riassaporando il piacere di muoversi liberamente come un normale cittadino, senza security, auto di servizio e cronisti a caccia di foto e dichiarazioni. E Santo Santoro ne approfitta sempre per riabbracciare, oltre che i parenti del luogo e quelli residenti nella vicina contrada Gravà di Castiglione di Sicilia, anche gli amici d infanzia ed i compagni di scuola, organizzando per loro dei simpatici incontri conviviali nei ristoranti e negli agriturismi della zona. Nel suo recente blitz siciliano di qualche settimana fa ha, ad esempio, ritrovato il noto industriale Enzo Di Costa, anche lui un francavillese fattosi onore nel mondo con le sue prelibatezze dolciarie. «Sapevo dell esistenza a Francavilla di questo valorosissimo imprenditore ci ha dichiarato al riguardo il senatore Santoro ed ho voluto incontrarlo. Ma non potevo mai immaginare che altri non era che quel vivace mio compagno di giochi di quando eravamo bambini ed appartenevamo ancora a quella generazione che si divertiva semplicemente all aria aperta, magari rincorrendo un pallone nei vicoletti del paese (io abitavo in Via Gorizia). Sono stato, dunque, oltremodo felice di rivedere Enzo, pure lui un ambasciatore della Sicilianità nel mondo e protagonista di una bella storia fatta di sacrifici meritatamente sfociati nel successo professionale e personale». Ma nel corso del suo recente soggiorno francavillese, il senatore Santoro si è pure incontrato col nuovo sindaco Lino Monea e col predecessore di quest ultimo, Salvatore Nuciforo, anch egli suo compagno di scuola. Ed a tutti i suoi ex compaesani ha parlato con entusiasmo del suo attuale impegno di Presidente della Camera di Commercio ed Industria Italiana (I.C.C.I.) del Queensland, una prestigiosa istituzione che riveste un ruolo strategico nei rapporti economici e politici tra l Australia ed il nostro Paese. A tale importante incarico Santoro è approdato in considerazione del suo profondo attaccamento alle comunità italiane presenti nella Terra dei Canguri, per le quali da sempre si prodiga, specie nel campo dell assistenza sociale. Anche la cittadina dell Alcantara si prepara all appuntamento con le elezioni primarie del Centrosinistra fissate per domenica 25 novembre. Chi volesse avere diritto al voto, nelle giornate di oggi (sabato 17 novembre) e domani (domenica 18 novembre) dovrà effettuare l apposita preiscrizione presso E sempre in virtù del suo orgoglio per le origini italiane, il senatore Santoro è stato pure insignito, tempo addietro, della prestigiosa onorificenza di Commendatore al Merito della Repubblica da parte del nostro Capo dello Stato, Giorgio Napolitano. Le giornate che l illustre francavillese ha recentemente trascorso nell amato paese natio sono state, in realtà, una tappa intermedia di un articolato tour europeo che lo ha visto incontrarsi con i colleghi di varie Camere di Commercio e diversi rappresentanti dei Governi nazionali. Intanto, autorevoli voci dell opinione pubblica sia australiana che italiana invocano la candidatura di Santo Santoro nella quota di italiani all estero da eleggere nel Parlamento romano in occasione delle consultazioni politiche della primavera prossima. Se la riforma elettorale attualmente in discussione in Italia non cancellerà tale fascia di rappresentanza, il senatorecommendatore francavillese potrebbe approdare nelle nostre stanze dei bottoni e, dall alto delle sue competenze e del suo viscerale amore per la terra che gli ha dato i natali, sarà sicuramente in grado di difendere gli interessi della Valle dell Alcantara, probabilmente molto meglio dei vari parlamentari nostrani che ci hanno ultimamente rappresentato. R.A. Francavilla: preiscrizioni alle Primarie del Centrosinistra gli uffici della Cgil di Francavilla di Sicilia in Via Regina Margherita (di mattina tra le ore 10,00 e le ore 13,00 o nel pomeriggio tra le ore 16,00 e le ore 18,00). Bisognerà portare con sé un documento d identità e la tessera elettorale e versare una quota pari a due euro. R.A.

8 8 N. 39 Sabato 17 Novembre 2012 catania e provincia Emozioni, onda dopo onda Riposto: il Gruppo di Riposto dell Associazione nazionale Marinai d Italia ha affidato ad una Santa Messa il ricordo degli scomparsi in mare e delle vittime nel 9 anniversario dell attentato di nassirya Sulle onde della memoria, del ricordo. Dove, tante volte, solo il ricordo riesce a far emergere un volto amico dalle nebbia di una memoria che è sempre più distante. Per il Gruppo di Riposto S.T.V. Carmelo D Urso dell Associazione Nazionale Marinai d Italia, lo scorso 12 novembre è stata la giornata dedicata alla memoria. La memoria degli scomparsi in mare, la memoria dei caduti di Nassirya, a nove anni dall attentato che spezzò le vite di 19 italiani, accanto a quelle di 9 irakeni. Il Gruppo ripostese dell Anmi, coordinato dal capitano Felice Cannistraci, ha affidato questo ricordo alla celebrazione di una Santa Messa nella Chiesa dei Santi Apostoli di Riposto, officiata da Don Piero Busa, cui hanno preso parte i soci dell associazione, i rappresentanti delle istituzioni (il Sindaco Carmelo Spitaleri, il consigliere avv. Carmelo D Urso e il cerimoniere ufficiale Giovanni Calì per il Comune di Riposto, il Capitano di Vascello Giuseppe Giuffrè per la Marina Militare, il Tenente di Vascello Mario Orazio Pennisi, comandante del Circomare Riposto, il maresciallo capo Francesco Arcodia per la stazione Carabinieri di Riposto, il consigliere nazionale Anmi per la Sicilia, commendatore Mario Dolci - foto sotto). Le parole dell omelia ed il raccoglimento dei presenti, con il pensiero rivolto ai propri cari e a chi ha portato l abbraccio del grande fratello blu fino all ultimo orizzonte della propria esistenza, sono state accompagnate, durante la consacrazione dell Ostia e del vino, dalle note del silenzio, che hanno anche salutato la conclusione della cerimonia religiosa. Cui ha fatto seguito la lettura della Preghiera del Marinaio, proposta dal vice presidente della sezione Anmi di Riposto, capitano Antonio Favetti. La seconda parte della giornata è stata accolta in un noto locale della zona, per il pranzo conviviale, cui affidare ricordi, racconti, rievocazione di episodi e, soprattutto, rinnovare il patto di schietta fratellanza con quel mare che tanto dà ma che altrettanto pretende. E, in quest ottica, il consigliere Dolci, ha consegnato gli attestati di benemerenza per i 20 anni di iscrizione all Anmi al presidente Felice Cannistraci (nella foto a sinistra), al vice presidente Antonio Favetti, al socio Andrea D Amico, come riconoscimento, mentre agli altri soci insigniti, impossibilitati a presenziare alla giornata, gli attestati verranno successivamente consegnati. Ed il saluto di arrivederci è stato anche la promessa di uno sguardo sempre rivolto al grande fratello blu ed al suo incessante andare. Onda dopo onda. Corrado Petralia Il traguardo delle giovani speranze Giarre: nell ambito del Liu-bo bastone siciliano l Asd Scuola Judo Samurai del M nuccio Tomarchio porta a casa lo scudetto nazionale Grand prix, nella finale nazionale circuito Grand prix 2012 Coppa Master 2012 La Città di Giarre ha ospitato la Terza Finale Nazionale C.S.E.N. settore Liu-bo Bastone Siciliano, dei circuiti: Grand Prix 2012 riservato alle classi Esordienti, Cadetti ed Juniores, e la Coppa Master 2012 riservata alle classi Seniores, Cinture Nere e Maestri. La competizione, organizzata dal Settore Tecnico Nazionale Liu-bo e presente la Commissione Tecnica Nazionale Liu-bo, ha visto la partecipazione degli atleti più forti qualificati alla Finale Nazionale. Gli atleti ripostesi della Scuola Judo Samurai diretta dal M Alta Ben. Nuccio Tomarchio e dal figlio M Ben. Giovanni Tomarchio, hanno subito dimostrato che la giornata sarebbe stata ricca di vittorie. Il valore tecnico e la grinta dimostrata sul campo hanno dato ragione dei risultati conquistati. L atleta Chiara Cristaldi, che già aveva ottenuto la qualificazione chiudendo il circuito di qualificazione al primo posto, ed unica ragazza presente nella sua categoria, conquista lo scudetto nazionale del Grand Prix 2012 nella classe Principi Esordienti. Nella Coppa Master 2012 Angelo Toscano, classe Cinture Nere, dopo aver disputato e vinto diversi incontri a punteggio pieno, perde per un soffio lo scudetto nazionale, conquistando una meritata medaglia d argento, mentre nella classe Principi C. Nere conquista la medaglia di Bronzo. Anche i più piccoli, al 3 Trofeo Cacciacani riservato alla classe pre-agonistica, non hanno lasciato nulla agli avversari di turno: nella classe Pulcini Damiano Contarino conquista la medaglia d oro, seguito dal piccolo Antonino Tomarchio che si aggiudica la medaglia d argento; nella classe Bambini, Serena Cristaldi, anche lei unica bambina presente nella sua categoria, conquista la medaglia d Oro. Nella classe Ragazzi il podio è tutto ripostese con Vincenzo Contarino (medaglia d oro), Giovanni Mancuso (medaglia d argento) e Paola Tomarchio (medaglia di bronzo). Presente, al momento della premiazione degli atleti, oltre ai Maestri Nuccio e Giovanni Tomarchio, il sig. Giuseppe Contarino, Consigliere sociale della società ripostese, il quale ha espresso viva soddisfazione per il lavoro svolto dei nostri tecnici e il costante impegno nel seguire gli atleti all interno del sodalizio sportivo. Adesso il pensiero è già rivolto al prossimo arossimo appuntamento per il Campionato Siciliano che si trasferirà sulle rive del mar Jonio: il prossimo 25 novembre sarà la cittadina marinara di Riposto ad ospitare l atteso evento sportivo legato al Liu-Bo. Alfia Torrisi Il Maestro Nuccio Tomarchio, il Maestro Giovanni Tomarchio, il Consigliere sociale Sig. Giuseppe Contarino e gli atleti della Scuola Judo Samurai Damiano Contarino, Antonio Tomarchio, Serena Cristaldi, Chiara Cristaldi, Giovanni Mancuso, Vincenzo Contarino, Angelo Toscano, Paola Tomarchio

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Corso Scegli Gesù SG01 Lezione 1 IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Troppo difficile? Antiquato? Solo per persone molto religiose? No! Ti dimostreremo che sono solo pregiudizi. LA NOSTRA GENERAZIONE È INSICURA

Dettagli

PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI

PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI Diocesi San Marco Argentano-Scalea Parrocchia Santa Maria del Piano VERBICARO Solenni Festeggiamenti in onore di MARIA SANTISSIMA DELLE GRAZIE - PATRONA DI VERBICARO 23 giugno-3 luglio 2013 Cari Verbicaresi,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

II Domenica dell Avvento 5 dicembre 2010

II Domenica dell Avvento 5 dicembre 2010 per l Omelia domenicale a cura del Vescovo Mons. Vincenzo Bertolone II Domenica dell Avvento 5 dicembre 2010 Un cammino di conversione Introduzione In questa II Domenica d Avvento incontriamo due dei più

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra. Testo e foto: Giuseppe Famiglietti

Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra. Testo e foto: Giuseppe Famiglietti w w w. p r o g p h o t o a g e n c y. c o m Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra Testo e foto: Giuseppe Famiglietti Onore Agli Eroi Una speranza di pace

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Il Presidente. OGGETTO: COMPETENZE PROFESSIONALI DEI GEOMETRI - SENTENZA TAR VENETO n 1312/2013.

Il Presidente. OGGETTO: COMPETENZE PROFESSIONALI DEI GEOMETRI - SENTENZA TAR VENETO n 1312/2013. Verona, 27 novembre 2013 Prot. n 2783/2013/A Egregio Signore Geom. MAURIZIO SAVONCELLI Presidente del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati Piazza Colonna, 361 E-mail: presidenza@cng.it 00187

Dettagli

CENA PASQUALE EBRAICA

CENA PASQUALE EBRAICA PARROCCHIA B.V.M. IMMACOLATA CENA PASQUALE EBRAICA per i ragazzi della Prima Comunione Sabato 4 aprile 2009 - Ore 16,00 CAPPUCCINI ORISTANO 1 momento - La schiavitù del popolo d Israele (I ragazzi sono

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Apertura della Settimana delle Rogazioni

Apertura della Settimana delle Rogazioni A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO Carissimi, MAGGIO GIUGNO LUGLIO 2015 il Cardinale Arcivescovo della nostra Chiesa bolognese quest anno verrà a sigillare la nostra festa della famiglia

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici

Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici NAPOLI ALL'UNIVERSITÀ SUOR ORSOLA BENINCASA L'INIZIATIVA «I GRANDI PROCESSI» Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici Al termine di un finto processo quindici ragazzi assolveranno

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù Poesia della mia prima elementare Sebbene faccio la classe prima Non mi è difficile parlare in rima, teco l augurio che il cuor mi detta

Dettagli

Parrocchia S. Maria Nuova

Parrocchia S. Maria Nuova Parrocchia S. Maria Nuova Piazza Santa Maria Nuova, 4 01100 Viterbo Tel/Fax 0761.340700 - c/c postale n. 79886701 www.santamarianuova-viterbo.it - info@santamarianuova-viterbo.it Recapiti telefonici dei

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

Premio Artistico Letterario don Peppe Diana XII edizione Anno 2015

Premio Artistico Letterario don Peppe Diana XII edizione Anno 2015 Premio Artistico Letterario don Peppe Diana XII edizione Anno 2015 Questa mattina per fortuna c è un aria diversa Il sole coi suo raggi penetra dalla finestra Quant è bella la mia terra c è un aria diversa..

Dettagli

Test A2 Carta CE. Prove di comprensione del testo: LETTURA. Primo esempio

Test A2 Carta CE. Prove di comprensione del testo: LETTURA. Primo esempio Test A2 Carta CE Prove di comprensione del testo: LETTURA Primo esempio 1 Secondo esempio 2 Terzo esempio Leggi attentamente il testo, poi rispondi scegliendo una delle tre proposte. Segna la risposta

Dettagli

Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008

Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008 Formazione montuosa Sierra peruviana Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008 In questo numero: Seconda domenica di maggio: Festa della Mamma Volontari in azione! Alcune poesie dedicate alla

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

Ad un avvocato conviene oggi seguire clienti col patrocinio a spese dello Stato? di Tiziano Solignani*

Ad un avvocato conviene oggi seguire clienti col patrocinio a spese dello Stato? di Tiziano Solignani* Ad un avvocato conviene oggi seguire clienti col patrocinio a spese dello Stato? di Tiziano Solignani* Ciao Tiziano, disturbo per chiederti cortesemente alcune indicazioni in merito alla Vostra esperienza

Dettagli

Settimanale Parrocchia OGNISSANTI Milano Anno pastorale 2011-2012. Domenica 19 febbraio 2012. ULTIMA DOMENICA DOPO L'EPIFANIA "del perdono"

Settimanale Parrocchia OGNISSANTI Milano Anno pastorale 2011-2012. Domenica 19 febbraio 2012. ULTIMA DOMENICA DOPO L'EPIFANIA del perdono IL RICHIAMO Settimanale Parrocchia OGNISSANTI Milano Anno pastorale 2011-2012 Domenica 19 febbraio 2012 ULTIMA DOMENICA DOPO L'EPIFANIA "del perdono" Vangelo del giorno: Luca 18,9-14 In quel tempo. Il

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it XI DOMENICA PRIMA LETTURA Il Signore ha rimosso il tuo peccato: tu non morirai. Dal secondo libro di Samuèle 12, 7-10.13 In quei giorni, Natan disse a Davide: «Così dice il Signore, Dio d Israele: Io ti

Dettagli

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga,

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, Saggistica Aracne Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, missionario Oblato di Maria Immacolata.

Dettagli

Vorrei avere mille lingue. Settimana di Animazione Missionaria. 10-18 ottobre 2015 PARROCCHIA SAN GASPARE DEL BUFALO

Vorrei avere mille lingue. Settimana di Animazione Missionaria. 10-18 ottobre 2015 PARROCCHIA SAN GASPARE DEL BUFALO Settimana di Animazione Missionaria in occasione dei festeggiamenti in onore di San Gaspare del Bufalo e del Bicentenario di fondazione di Missionari del Preziosissimo Sangue Vorrei avere mille lingue

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio.

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio. I - RICHIESTA A DIO La preghiera è la relazione fondamentale dell anima che riconosce, ascolta e dialoga con Dio. Preghiera è superamento dell angoscia della propria solitudine; è liberarsi dal terrore

Dettagli

Tavolo Arte e artigianato secondo incontro

Tavolo Arte e artigianato secondo incontro Tavolo Arte e artigianato secondo incontro Giorno 2 settembre 2015, presso il Palazzo del Turismo ad Acireale si è svolto il secondo incontro del tavolo tematico Acireale città dell arte e dell artigiano

Dettagli

Meeting 1000 giovani per la pace PaceLavoroFuturo

Meeting 1000 giovani per la pace PaceLavoroFuturo 150 anniversario dell Unità d Italia * 50 anniversario della Marcia per la pace Perugia-Assisi * 2010-2011 Anno Internazionale dei Giovani * 2011 Anno Europeo del Volontariato * nell ambito dell insegnamento

Dettagli

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Capannori Speciale lavori pubblici 3 - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Nel trentennale dello spostamento del municipio da Lucca a Capannori festeggiamo una delle più grandi opere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DON ANGELI REGOLAMENTO LABORATORIO INFORMATICO SECONDARIA MICHELANGELO Parte prima Accesso al laboratorio 1.

ISTITUTO COMPRENSIVO DON ANGELI REGOLAMENTO LABORATORIO INFORMATICO SECONDARIA MICHELANGELO Parte prima Accesso al laboratorio 1. ISTITUTO COMPRENSIVO DON ANGELI REGOLAMENTO LABORATORIO INFORMATICO SECONDARIA MICHELANGELO Parte prima Accesso al laboratorio 1. L accesso al laboratorio e l uso delle attrezzature multimediali è riservato

Dettagli

SPORT CULTURA E TRADIZIONE... ... UNA MONTAGNA DI EVENTI

SPORT CULTURA E TRADIZIONE... ... UNA MONTAGNA DI EVENTI FESTA DELLA MONTAGNA NOVARA Centro storico 18-19-20 SETTEMBRE 2015 CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI NOVARA IN COLLABORAZIONE CON A SPORT CULTURA E TRADIZIONE...... UNA MONTAGNA DI EVENTI STREET BOULDER

Dettagli

DECRETO TRA. C.A., separato dalla moglie M.V. con sentenza del 23 maggio 2011 di

DECRETO TRA. C.A., separato dalla moglie M.V. con sentenza del 23 maggio 2011 di Il Tribunale di Messina I Sezione Civile, composto dai Magistrati: dott. Marina Moleti dott. Corrado Bonanzinga dott. Rita Russo Presidente Giudice Giudice estensore ha pronunciato il seguente DECRETO

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

Essere giovani nella società globale: in viaggio da me a te

Essere giovani nella società globale: in viaggio da me a te ISTITUTO COMPRENSIVO N.4 CHIETI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Mezzanotte Anno Scolastico 2013/2014 Essere giovani nella società globale: in viaggio da me a te Percorso pluridisciplinare di Cittadinanza

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO. Il tempo dell intervallo va trascorso nelle rispettive aule. Non è consentito spostarsi da un piano all altro.

REGOLAMENTO INTERNO. Il tempo dell intervallo va trascorso nelle rispettive aule. Non è consentito spostarsi da un piano all altro. REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEGLI ALUNNI ISTITUTO COMPRENSIVO DI CALUSCO D ADDA 1 REGOLAMENTO INTERNO Entrata Gli alunni sono tenuti a presentarsi a scuola sia al mattino, sia al pomeriggio almeno cinque

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui.

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. E un grande momento questo perché si mette a tema l educazione e questo tema per me che sono un imprenditore è quello centrale della

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

ELENCO DELLE FESTIVITÀ CIVILI, MILITARI E RELIGIOSE

ELENCO DELLE FESTIVITÀ CIVILI, MILITARI E RELIGIOSE ELENCO DELLE FESTIVITÀ CIVILI, MILITARI E RELIGIOSE Le festività civili, militari e religiose scandiscono, come le stagioni, la vita scolastica e i componimenti degli alunni, in particolare nella scuola

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

Oggetto : Richiesta testimonianza e supporto per l evento sportivo-sociale denominato : Trofeo Bastianini 14-15-16 Maggio 2010

Oggetto : Richiesta testimonianza e supporto per l evento sportivo-sociale denominato : Trofeo Bastianini 14-15-16 Maggio 2010 Spett. Redazione Porto Torres 12 Aprile 2010 Oggetto : Richiesta testimonianza e supporto per l evento sportivo-sociale denominato : Trofeo Bastianini 14-15-16 Maggio 2010 Le scrivo su incarico del Presidente

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

dal 1 dicembre al 10 gennaio

dal 1 dicembre al 10 gennaio DICEMBRE ORARIO SANTE MESSE dal 1 dicembre al 10 gennaio In Basilica: Prefestiva : ore 18.00 Festive : ore 7.30-9.30-11.00-18.00 ore 17.45 Celebrazione dei Vespri Feriali: ore 7.00-9.00 tutti i giorni

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Favorire l inserimento umano delle giovani leve nel mondo del lavoro

Favorire l inserimento umano delle giovani leve nel mondo del lavoro I giovani non sono otri da riempire ma lampade da accendere Igino Petrone Federazione Maestri del lavoro d Italia Consolato Regionale del Molise Il Progetto Pianeta Giovani in tutto il suo percorso, è

Dettagli

SCHEDA PROFILO ARTISTICO

SCHEDA PROFILO ARTISTICO SCHEDA PROFILO ARTISTICO Ermanno Franchini nato a Salò ( BS ) il 14/10/1958 residente a Toscolano Maderno in via Paolo Veronese, 32 Tel. 0365-548482 Cell. 349-8133604 E.mail : ermanno.franchini@libero.it

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG)

ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG) ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG) info.associazione@genitorialbino.it Tel 349/3398333 dal lunedì al venerdì dalle 20 alle

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

La nostra esperienza con Youth Bank Emily, Francesca C., Margherita, Tobia

La nostra esperienza con Youth Bank Emily, Francesca C., Margherita, Tobia La nostra esperienza con Youth Bank Emily, Francesca C., Margherita, Tobia L esperienza da giovani banchieri dei ragazzi della è cominciata con un invito lanciato dalla loro sempre superattiva referente

Dettagli

LE SETTE PAROLE DELL AMORE

LE SETTE PAROLE DELL AMORE LE SETTE PAROLE DELL AMORE Le sette parole di Gesù in croce sono le parole ultime, quelle che restano, che ci dicono chi è Lui e quindi chi siamo noi. Le parole dell Amore ultimo ci trovano lì dove siamo

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 Buona estate!! INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO UN RIGRAZIAMENTO PER LE DONAZIONI RICEVUTE ALISOLIDALI AUGURA A TUTTI UNA BUONA ESTATE

Dettagli

Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU'

Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU' Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU' 4 Agosto 2008, 08:24 Giuseppe Tornatore, dopo vent anni torna a Cefalù come un semplice ospite a passare una serata con amici, una sera d estate. Una serata

Dettagli

Emergenza rifugiati dalla Libia: ecco cosa (non) ha funzionato in questi due anni

Emergenza rifugiati dalla Libia: ecco cosa (non) ha funzionato in questi due anni 1) Emergenza rifugiati dalla Libia. Ecco cosa (non) ha funzionato in questi due anni di Matteo Colombo http://www.campusmultimedia.net/2013/03/27/emergenza-rifugiati-dalla-libia-ecco-cosa-non-hafunzionato-in-questi-due-anni/

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei

TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei Data emissione: 23/05/2015 Versione: 1.0 Sommario Art.1 Costo e Iscrizione Torneo... 2 Art.2 Limiti di categorie sui tesseramenti... 2 Art.3 Campi di gioco...

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

Programma Lions Club Assisi 2012/2013

Programma Lions Club Assisi 2012/2013 ALLA C.A. DEL CONSIGLIO DIRETTIVO E DELL ASSEMBLEA DEI SOCI Programma Lions Club Assisi 2012/2013 Distretto 108 L IX Circoscrizione Zona C LIONS CLUB ASSISI 2012-2013 Presidente: Dr. Cristina Guidi Programma

Dettagli

Il giro del mondo in 40 giorni

Il giro del mondo in 40 giorni Centro Ricreativo Estivo Qiqajon 2015 Dall 8 giugno al 17 luglio Il giro del mondo in 40 giorni Introduzione Il Progetto Qiqajon è una realtà dinamica, in continua crescita, che si occupa nello specifico

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Semplicità, coraggio e concretezza

Semplicità, coraggio e concretezza THE INTERNATIONAL ASSOCIATION OF LIONS CLUBS Distretto 108Yb Sicilia - Anno Sociale 2015-2016 Governatore Dott. Francesco Freni Terranova Semplicità, coraggio e concretezza Programma - Invito Conferenza

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli