Michele Bertani curriculum vitae (ultimo aggiornamento dicembre 2014)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Michele Bertani curriculum vitae (ultimo aggiornamento dicembre 2014)"

Transcript

1 Michele Bertani curriculum vitae (ultimo aggiornamento dicembre 2014) Istruzione Dottore di ricerca in Sociologia e Ricerca Sociale (XXI Ciclo), titolo conseguito nel 2009 presso l Università degli Studi di Verona (tutor accademico prof.ssa Paola di Nicola). Titolo tesi: Le funzioni del capitale sociale nelle reti associative degli immigrati. Dinamiche relazionali e percorsi di integrazione. Laurea in Scienze Politiche, indirizzo Politico-Sociale, conseguita presso la Facoltà di Scienze Politiche dell Università degli Studi di Padova (Anno Accademico 1998/1999), punteggio di 101/110, tesi discussa Comunità e integrazione: marocchini, cinesi e ghanesi nella provincia di Verona (Relatrice prof.ssa Chantal Saint-Blancat). Formazione all estero Institute of Education, University of London, Regno Unito (gennaio-aprile 2007). Attività di studio e ricerca sui temi inerenti la tesi di dottorato. Posizione attuale Professore a contratto presso il Corso di Laurea in Infermieristica, Scuola di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Verona sede di Vicenza. Coordinatore del Corso di Organizzazione Sanitaria e dei Processi Assistenziali, Scuola di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Verona sede di Vicenza. Cultore della materia, dall Anno Accademico 2006/07, in Sociologia della Famiglia, Università degli Studi di Verona, Facoltà di Scienze della Formazione. Cultore della materia, dall Anno Accademico 2006/07, in Sociologia dei processi culturali e comunicativi, Università degli Studi di Verona, Facoltà di Scienze della Formazione. ATTIVITA DIDATTICA Attività didattica universitaria come docente Visiting scholar presso il Dipartimento di Scienze Sociali, Kastamonu University (Turchia) nell ambito del Programma Erasmus Teaching Staff Mobility, Aprile Ciclo di semimari sul tema: Schools and societies in a global world. Titolare del corso di Sociologia della Salute e della Famiglia (corso di 2 crediti), come docente a contratto, presso il Corso di Laurea in Infermieristica, Scuola di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Verona, A. A. 2012/2013, 2013/2014, 2014/15. Titolare del corso di Sociologia dei Processi Organizzativi (corso di 2 crediti), come docente a contratto, presso il Corso di Laurea in Infermieristica, Scuola di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Verona, A. A. 2012/2013, 2013/2014, 2014/15 Titolare del corso di Sociologia Generale (corso di 1 credito), come docente a contratto, presso il Corso di Laurea in Infermieristica, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Verona, Anno accademico 2011/12.

2 Titolare del corso di sociologia generale (corso di 9 crediti), come docente a contratto, presso il Corso di Laurea triennale in Scienze del Servizio Sociale, Facoltà di Scienze della Formazione, Università degli Studi di Padova, Anno accademico 2010/11. Docente (12 ore) nell ambito del Master Universitario Sostegno alla genitorialità e prevenzione del disagio minorile, organizzato nel corso dell Anno Accademico 2010/2011 dal collegio docenti del Corso di Laurea in Servizio Sociale della Facoltà di Scienze della Formazione dell Università degli Studi di Verona. Tema affrontato: Identità e seconde generazioni. Docente (8 ore) nell ambito del Master Universitario Mediazione e Comunicazione Interculturale nelle Organizzazioni e nelle Relazioni Internazionali, organizzato nel corso dell Anno Accademico 2008/2009 dal Centro Studi Interculturali della Facoltà di Scienze della Formazione dell Università degli Studi di Verona. Tema affrontato: Le nuove frontiere dell islam. Dimensione religiosa e logiche sociali. Docente (16 ore) nell ambito del Progetto Quadro L operatore sociale di strada tra teoria ed esperienza, organizzato nel corso dell Anno Accademico 2007/08 dalla Facoltà di Scienze della Formazione dell Università degli Studi di Verona (con il patrocinio del Fondo Sociale Europeo, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e della Regione Veneto). Temi affrontati: I flussi migratori in Italia, I figli degli immigrati: le seconde generazioni, Marginalità e devianza, Politiche di integrazione. Docente (20 ore) nell ambito del laboratorio di approfondimento Immigrazione in Italia. Percorsi di integrazione e aspetti socio-religiosi, riservato agli studenti delle Lauree triennali della Facoltà di Scienze della Formazione dell Università degli Studi di Verona. Ai partecipanti sono stati riconosciuti 3 CFU dalla Facoltà di Scienze della Formazione. Anno accademico 2007/08. Coordinamento scientifico del laboratorio: Prof.ssa Paola Di Nicola, Dott. Michele Bertani. Docente (4 ore) nell ambito del Progetto Quadro Educatore alla salute, alla sicurezza e alla gestione dei comportamenti ad alto rischio personale e sociale, organizzato, nel corso dell Anno Accademico 2005/06, dalla Facoltà di Scienze della Formazione dell Università degli Studi di Verona (con il patrocinio del Fondo Sociale Europeo, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e della Regione Veneto). Temi affrontati: Caratteristiche e appartenenze dell islam in Italia. Attività didattica universitaria come docente in altri corsi Attività di co-docenza (9 ore) inserita nel corso di Sociologia generale e dell educazione, titolare del corso prof.ssa Paola Di Nicola, Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria, Università degli Studi di Verona, Anno accademico 2009/10. Temi affrontati: Le seconde generazioni nella scuola italiana. Società multietniche e multiculturalismi. Attività di co-docenza (6 ore) inserita nel corso di Sociologia dei Sistemi Simbolici, titolare del corso. prof.ssa Paola Di Nicola, Corso di Laurea Specialistica in Scienze Pedagogiche, Università degli Studi di Verona, Anno accademico 2009/10. Temi affrontati: Immigrazione, società multietniche e multiculturalismi. Attività di co-docenza (7 ore) inserita nel corso di Sociologia generale e dell educazione, titolare del corso prof.ssa Paola Di Nicola, Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria, Università degli Studi di Verona, Anno accademico 2008/09. Temi affrontati: Le seconde generazioni nella scuola italiana. Società multietniche e multiculturalismi. Attività didattica-integrativa e propedeutica per i corsi di sociologia generale (20 ore), su incarico dell Università degli Studi di Verona Facoltà di Scienze della Formazione. Ottobre-novembre

3 Attività di co-docenza (5 ore) inserita nel corso di Sociologia della Famiglia, titolare del corso. prof.ssa Paola Di Nicola, Corso di Laurea in Scienze dell Educazione, Università degli Studi di Verona, Anno accademico 2008/09. Temi affrontati: La famiglia immigrata: contesti e tendenze. Attività di co-docenza (3 ore) inserita nel corso di Sociologia dei Sistemi Simbolici, titolare del corso prof.ssa Paola Di Nicola, Corso di Laurea Specialistica in Scienze Pedagogiche, Università degli Studi di Verona, Anno accademico 2008/09. Temi affrontati: Società multietniche e multiculturalismi. Attività di co-docenza (7,5 ore) inserita nel corso di Sociologia della Famiglia, titolare del corso. Prof.ssa Paola Di Nicola, Corso di Laurea in Scienze dell Educazione, Università degli Studi di Verona, Anno accademico 2007/08. Temi affrontati: La famiglia immigrata: contesti e tendenze Attività di co-docenza (10 ore) inserita nel corso di Politica Sociale, titolare del corso: Prof. Sergio Cecchi, Corso di Laurea in Scienze del Servizio Sociale, Università degli Studi di Verona, Anno accademico 2006/07. Temi affrontati: Immigrazione e coesione sociale Attività di co-docenza (7,5 ore) inserita nel corso di Sociologia della Famiglia, titolare del corso: Prof.ssa Paola Di Nicola, Corso di Laurea in Scienze dell Educazione, Università degli Studi di Verona, Anno accademico 2006/07. Temi affrontati: Seconde generazioni: uno sguardo sul futuro dell immigrazione in Italia Attività di co-docenza (7,5 ore) inserita nel corso di Sociologia dei Processi Culturali, titolare del corso: Prof.ssa Paola Di Nicola, Corso di Laurea Specialistica in Scienze Pedagogiche, Università degli Studi di Verona, Anno accademico 2006/07. Temi affrontati: Multiculturalismo e appartenenze religiose: la pluralità dell islam. Attività di co-docenza (2 ore) inserita nel corso di Sociologia dell Educazione, titolare del corso: Prof.ssa Gabriella Landuzzi, Corso di Laurea Specialistica in Scienze dell Educazione, Università degli Studi di Verona, Anno accademico 2006/07. Temi affrontati: Alunni con cittadinanza non italiana: le analisi del Ministero dell Istruzione. Attività di co-docenza (4 ore) inserita nel corso di Sociologia dei processi culturali, titolare del corso prof.ssa Paola Di Nicola, Corso di Laurea in Esperti dei Processi Formativi, Università degli Studi di Verona, Anno accademico 2005/06. Temi affrontati: Musulmani d Italia e musulmani in Italia: una realtà plurale. Attività di co-docenza (4 ore) inserita nel corso di Comunicazione interculturale, titolare del corso prof. Maurizio Corte, Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, Università degli Studi di Verona, Anno Accademico 2003/04. Temi affrontati: Stereotipi e pregiudizi: le catene di riduzione dei media nella rappresentazione dell islam. Attività di co-docenza (4 ore) inserita nel corso di Comunicazione interculturale, titolare del corso prof. Maurizio Corte, Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, Università degli Studi di Verona, Anno Accademico 2002/03. Temi affrontati: Le rappresentazioni sociali dell Islam nei mass-media. Attività didattica presso altri enti e istituti Docente (8 ore) nell ambito del Corso Apprendere per comunicare per mediatori linguistici e culturali promosso da Centro Servizi Volontariato di Verona e Associazione Le Primule di Verona. Temi affrontati: Immigrazione e seconde generazioni: opportunità e sfide. Aprile-maggio Docente (12 ore) nell ambito del Master per mediatori linguistici e culturali promosso dall Assoform (Trento). Temi affrontati: Studenti stranieri nella scuola italiana: percorsi di mediazione linguistica e culturale. Marzo-maggio

4 Docente (4 ore) nell ambito del Corso per Insegnanti di religione cattolica, promosso dall Istituto Superiore di Scienze Religiose (Verona). Temi affrontati: L islam in Europa: modelli di integrazione. Febbraio Docente (4 ore) nell ambito del Corso per Mediatori linguistico-culturali, promosso dal Comune di Legnago (Verona). Temi affrontati: Immigrazione in Italia e comunità etniche. Novembre ATTIVITA DI RICERCA Assegni e borse di ricerca Assegnista di ricerca in Sociologia generale, per lo svolgimento della ricerca Riforma dei sistemi di welfare a livello europeo e ruolo del capitale sociale primario, generalizzato e istituzionale nel corso dell anno accademico 2013/14 (Università degli Studi di Verona Dipartimento Tempo, Spazio, Immagine, Società, responsabile scientifico prof. Luigi Tronca). Assegnista di ricerca in Sociologia dei processi culturali e comunicativi, per lo svolgimento della ricerca Welfare mediterraneo e sussidiarietà passiva: Il ruolo della famiglia italiana come produttrice di servizi di cura per la persona nel corso dell anno accademico 2012/13 (Università degli Studi di Verona Dipartimento Tempo, Spazio, Immagine, Società, responsabile scientifico prof.ssa Paola Di Nicola). Borsista di ricerca in Sociologia generale, per lo svolgimento della ricerca Le famiglie italiane di fronte alla crisi economica: nuovi stili di vita e nuove strategie di consumo nel corso dell anno accademico 2011/12 (Università degli Studi di Verona Dipartimento Tempo, Spazio, Immagine, Società, responsabile scientifico prof. Domenico Secondulfo). Borsista di ricerca in Sociologia dei processi culturali e comunicativi, per lo svolgimento della ricerca La valorizzazione del capitale umano nella formazione professionale nel corso dell anno accademico 2010/11 (Università degli Studi di Verona Facoltà di Scienze dell Educazione, responsabile scientifico prof.ssa Paola Di Nicola). Assegnista di ricerca in Sociologia generale, per lo svolgimento della ricerca Innovazione e ricambio generazionale nel prodotto termale nel corso dell anno accademico 2009/10 (Università degli Studi di Verona Facoltà di Lettere e Filosofia, responsabile scientifico prof. Domenico Secondulfo). Assegnista di ricerca in Sociologia dei processi culturali e comunicativi, per lo svolgimento della ricerca Capitale sociale, reti migratorie e processi di inclusione sociale nel corso dell anno accademico 2007/08 (Università degli Studi di Verona Facoltà di Scienze dell Educazione, responsabile scientifico prof.ssa Paola Di Nicola). Assegnista di ricerca (biennale) in Sociologia dei processi culturali e comunicativi, per lo svolgimento della ricerca Capitale sociale e reti informali in aree ad alta densità di immigrati, nel corso degli anni accademici 2005/06 e 2006/07 (Università degli Studi di Verona Facoltà di Scienze dell Educazione, responsabile scientifico prof.ssa Paola Di Nicola). Altre attività di ricerca a livello universitario - Collaborazione, da maggio a dicembre 2012, con il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'università degli Studi di Verona, Cassa Edile di Verona ed Ente Bilaterale per il Commercio e i Servizi della Provincia di Verona per la stesura di un questionario e di un progetto per la raccolta ed ed analisi dei dati nell'ambito del joint project Il workfare territoriale a Verona. Direttore scientifico prof.ssa Donata Gottardi. 4

5 - Organizzazione e coordinamento (in collaborazione con la prof.ssa P. Di Nicola) di un project proposal dal titolo Young people in Europe: symbols, values and identities in the process of European integration, nell ambito di CORDIS Seventh Framework Programme, 2011 SSH Socioeconomic sciences and Humanities. - Collaborazione, da gennaio a febbraio 2009, con il prof. Mauro Niero (Responsabile scientifico ricerca), presso il Dipartimento di Scienze dell Educazione, Università degli Studi di Verona, per la realizzazione di protocolli di interviste e analisi del contenuto sul tema della sociologia della salute. Collaborazione, da agosto a novembre 2008, con la prof.ssa Paola Di Nicola, presso il Dipartimento di Scienze dell Educazione, Università degli Studi di Verona, per la predisposizione di matrice dati con inserimento di indicatori di struttura e posizionali relativi a network egocentrati, elaborazione dati con pacchetto statistico dedicato a campioni relazionali. Collaborazione, a partire dal 2008, con la prof.ssa Marina Bacciconi (Direttore dell Osservatorio Nazionale sulla Violenza Domestica), presso il Dipartimento di Medicina e Sanità Pubblica Sezione di Medicina Legale, della Facoltà di Medicina dell Università degli Studi di Verona. Attività svolta: partecipazione alla stesura del progetto di ricerca per valutare il livello di inserimento socioculturale dei cittadini immigrati, provenienti dai paesi nordafricani, residenti nella provincia di Verona. Collaborazione, nell anno 2007, con il gruppo di ricerca interuniversitaria nazionale istituito per il progetto La discriminazione etnica nel lavoro pubblico e privato: monitoraggio del fenomeno ed effettività delle tutele, Università degli Studi di Bari (Facoltà di Psicologia), Università degli Studi di Lecce (Osservatorio provinciale sull immigrazione), Cestim (Centro Studi Immigrazione, Verona). Committente: Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, Dipartimento per le Pari Opportunità, Presidenza del Consiglio dei Ministri. Attività svolta: elaborazione (mediante pacchetto SPSS) dei dati quantitativi rilevati attraverso la somministrazione di 800 questionari; organizzazione, coordinamento e somministrazione di due focus group; consulenza nella stesura del rapporto finale. Membro, nell anno 2006, del gruppo di ricerca sul tema Terzo settore, mondi vitali e capitale sociale in Italia, programma di ricerca scientifica di rilevante interesse nazionale Prin-CoFin 2005, cofinanziato dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca scientifica, coordinato dal prof. Pierpaolo Donati (Università degli Studi di Bologna) e, per l Università degli Studi di Verona, dalla prof.ssa Paola Di Nicola. Collaborazione, nel corso del 2006, con la prof.ssa M. G. Landuzzi, docente presso l Università di Verona, per una ricerca dal titolo Indagine conoscitiva sui bisogni educativi dei bambini stranieri, commissionata dalla FISM di Bologna. Ho svolto una serie di consulenze per la preparazione del questionario e analisi dei dati. Membro, nell anno 2006, del gruppo di ricerca universitario, costituito in collaborazione con l Associazione culturale dei Pediatri (sezione di Verona), sul tema La relazione tra pediatri e genitori. Coordinatore: prof.ssa Paola Di Nicola. Attività svolta: somministrazione interviste, inserimento dati, analisi delle frequenze, redazione di un articolo sulla Percezione della salute del bambino nelle mamme italiane e straniere (pubblicata nel 2007). Membro, nell anno 2005, del gruppo di ricerca sul tema La valorizzazione del capitale sociale, programma di ricerca scientifica di rilevante interesse nazionale Prin-CoFin 2004, co-finanziato dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca scientifica, coordinato dal Prof. Pierpaolo Donati (Università degli Studi di Bologna) e, per l Università degli Studi di Verona, dalla Prof.ssa Paola Di Nicola. 5

6 Altre attività di ricerca presso enti pubblici e privati Collaborazione, da gennaio ad aprile 2012, con ISTAT-Istituto Nazionale di Statistica per l'analisi e il commento dei risultati di una survey nazionale dal titolo Indagine sulle discriminazioni in base al genere, all'orientamento sessuale ed all'appartenenza etnica. (Analisi delle frequenze, elaborazioni statistiche con SPSS, stesura relazione). Collaborazione, da aprile a luglio 2010, con il Centro di Formazione Professionale ENAIP Veneto, sede di Verona, per la realizzazione di una relazione sul progetto Opportunità per migranti. Essere nel benessere. (Analisi del contenuto delle interviste, elaborazioni statistiche con SPSS, stesura relazione). Collaborazione, da marzo a dicembre 2009, con il CPT di Verona, ente bilaterale promosso per la prevenzione del rischio infortunistico nel settore dell edilizia, e INAIL Verona per una ricerca quantitativa sull andamento degli infortuni nella provincia veronese. Attività di consulenza, a partire dal 2001, per la compilazione di rapporti periodici commissionati dall Eumc (Osservatorio dell Unione Europea sul Razzismo e la Xenofobia, Vienna) al Cospe (Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi emergenti, Firenze, referente per l Italia dell EUMC): (2002) Anti Muslim attitudes in Italy after September 11 th, in Summary report on islamophobia in the EU after 11 Septmeber 2001; (2003) Rapporto annuale Racism and xenophobia in a wider perspective in 2002 in the EU member States (redazione del capitolo Employment sector ); (2005) Analytical report on the situation of Muslim communities in Italy. Attività di coordinatore provinciale, nel corso del 2005, nell ambito del progetto di ricerca nazionale Il mezzogiorno dopo la grande regolarizzazione, commissionato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali alla Fondazione ISMU Istituto per gli studi sulla multietnicità, Milano. Come coordinatore per la provincia di Verona ho selezionato e coordinato un gruppo di dieci intervistatori/mediatori culturali per la somministrazione di 700 interviste sugli esiti della regolarizzazione dei lavoratori stranieri. Attività di consulenza e ricerca, nel corso del 2003, per Cisl-Anolf, (sede regionale di Mestre) per la ricerca Analisi della specificazione etnica e settori merceologici nel distretto del marmo veronese, sviluppata nell ambito dell Iniziativa Comunitaria Equal FSE. G-local: Immigrazione, Competenze, Sviluppo nei Sistemi Territoriali. Ho individuato i testimoni privilegiati sul territorio, somministrato venti interviste qualitative a lavoratori immigrati, ed elaborato un rapporto finale. Attività di consulenza e ricerca, nel corso del 2003, per Agfol (Agenzia Formazione Lavoro, Mestre) per la ricerca Analisi della Governance del distretto veronese della Valpolicella sviluppata nell ambito dell Iniziativa Comunitaria Equal FSE. G-local: Immigrazione, Competenze, Sviluppo nei Sistemi Territoriali (2003). Ho individuato gli attori istituzionali sul territorio, somministrato quindici interviste qualitative a amministratori pubblici e imprenditori, ed elaborato un rapporto finale. Attività di consulenza e ricerca, a partire dal 1999, con il Cestim (Centro Studi Immigrazione Onlus, Verona) per i seguenti progetti: o Lavoro sommerso e infortuni. Indagine sugli esiti degli infortuni sul lavoro di lavoratori immigrati irregolari nella provincia di Verona. Stesura del progetto di ricerca, implementazione dal database, somministrazione delle interviste, elaborazione rapporto finale (2006); o Schede on-line per sito web analisi statistica e socio-politica di 50 comunità straniere immigrate a Verona (in corso); o Progetto Raxen6: compilazione e aggiornamento del database, con indicatori demografici e statistici su migranti e richiedenti asilo in Italia. Committente: Osservatorio dell Unione Europea sul Razzismo e la Xenofobia (2005); 6

7 o o o Progetto Raxen5: compilazione del database, con indicatori demografici e statistici su migranti e richiedenti asilo in Italia. Committente: Osservatorio dell Unione Europea sul Razzismo e la Xenofobia (2004); Progetto Raxen4: aggiornamento della rete di organizzazioni e servizi di informazione che operano nel campo del razzismo, della xenofobia e dell antisemitismo in Nord Italia. Redazione del rapporto finale. Committente: Osservatorio dell Unione Europea sul Razzismo e la Xenofobia (2003); Progetto Raxen3: aggiornamento della rete di organizzazioni e servizi di informazione che operano nel campo del razzismo, della xenofobia e dell antisemitismo in Nord Italia. Redazione del rapporto finale. Committente: Osservatorio dell Unione Europea sul Razzismo e la Xenofobia (2002); o Rapporti periodici - 19 ottobre, 23 novembre 2001 e 8 gennaio sull immigrazione musulmana in Italia e sulle reazioni anti islamiche dopo gli attentati dell 11 settembre Committente: Osservatorio dell Unione Europea sul Razzismo e la Xenofobia ( ); o o Progetto Raxen2: monitoraggio della rete di organizzazioni e servizi di informazione che operano nel campo del razzismo, della xenofobia e dell antisemitismo in Nord Italia. Redazione del rapporto finale. Committente: Osservatorio dell Unione Europea sul Razzismo e la Xenofobia (2001); Numero Verde Schengen : progetto pilota per il monitoraggio delle manifestazioni di razzismo, antisemitismo, islamofobia, con il contributo e il patrocinio della Commissione Europea. Attività svolta: consulenza e raccolta dati, incontri con le comunità straniere residenti a Verona (1999). Partecipazione a Comitati scientifici Partecipazione a Comitati scientifici per l organizzazione dei convegni: Convegno Mediare le relazioni, articolato in una prima sessione sul tema La mediazione: paradigmi e approcci (relatori: Paola Di Nicola, Vittorio Cigoli, Aldo Mattucci) e in una seconda che ha invece approfondito il tema Pratiche di mediazione: conoscenze e competenze (relatori: Giovanna Lonardi, Tiziana Mantovani, Donata Carnevali). Il Convegno accademico ha avuto luogo presso l Aula Magna del Polo Zanotto dell Università degli Studi di Verona il 10 febbraio Convegno Capitale sociale e reti di prossimità. Concetti, metodi e strumenti di rilevazione, articolato in una prima sessione sul tema de Il Capitale sociale e paradigmi di riferimento (relatori: Pierpaolo Donati, Antonio Chiesi, Rosanna Memoli, Luigi Tronca) e in una seconda che ha invece approfondito il tema de Il capitale sociale nelle sue dimensioni empiriche: ricerche a confronto (relatori: Clemente Lanzetti, Sandro Stanzani, Riccardo Prandini, Silvio Scanagatta). Il Convegno accademico ha avuto luogo presso la Sala Convegni della Banca Popolare di Verona il 28 febbraio Convegno su Capitale sociale, associazionismo e cittadinanza attiva, articolato in una prima sessione sul tema de Il Capitale sociale nelle reti associative e nei processi formativi (relatori: Pierpaolo Donati e Luigina Mortari) e in una seconda che ha invece approfondito il tema su come Istituzioni e cittadini attivi dialogano sulle politiche sociali. Il Convegno ha avuto luogo presso la Sala Barbieri del Rettorato dell Università degli Studi di Verona il 9 marzo

8 Relazioni in seminari e convegni scientifici Convegni e seminari internazionali Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno internazionale International Symposium on Social Studies Education: Education System and Social Studies Education, Università di Ankara, Turchia, aprile Titolo della relazione: Socializazion-based acquisition of citizenship and its impact on immigrant integration. Partecipazione, in qualità di chair e relatore, al Convegno internazionale International Symposium on Social Studies Education: New Trends and Issues in Citizenship and Democracy Education in a Changing World, Università di Istanbul-Marmara, Turchia, aprile Titolo del panel: Globalization, Immigration and Intercultural Interaction. Titolo della relazione: Challenges and recent developments in the field of education in relation to promote inclusiveness for students with migrants origin. The Italian case. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno internazionale Society and religion in southern Europe, Università di Porto, Portogallo, 30 settembre-1 ottobre Titolo della relazione: The role of social capital in the migrants network. Results from a research on the active members of religious and nonreligious immigrants associations. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno internazionale Migration and social theory, Università degli Studi di Trento, giugno Titolo della relazione: Le funzioni del capitale sociale nelle reti associative degli immigrati. Dinamiche relazionali e percorsi di integrazione. Partecipazione, in qualità di relatore, al seminario internazionale Combating intolerance against Muslims in the field of education, Osce-Odihr (Organization for Security and Co-operation in Europe - Office for Democratic Institutions and Human Rights), Varsavia, Polonia, 3-4 giugno Titolo della relazione: Challenges and Recent Developments in the Field of Education in Relation to Combating Intolerance Against Muslims in Italy. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno internazionale L educazione interculturale nella società complessa, Centro Studi Interculturali, Università degli Studi di Verona, 21 aprile Titolo della relazione: Buone prassi nella scuola italiana per favorire l inserimento degli studenti di religione e cultura musulmana. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno internazionale Globalizzazione e complessità: la risposta pedagogica interculturale, Centro Studi Interculturali, Università degli Studi di Verona, 27 settembre Titolo della relazione: I musulmani in Europa: la nuova frontiera dell islam. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno internazionale World Congress on Middle East studies, Eurames (European Association on Middle East Studies), Università di Mainz, 9 settembre Titolo della relazione: Forgotten women. Prostitution and social representations of immigrants with Muslim origin. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno internazionale Migrazioni: uomini, idee e tecnologie in Medio Oriente, Iuo, (Istituto Universitario Orientale) Napoli, in collaborazione con Sesamo, Società per gli studi sul Medio Oriente, 1 dicembre Titolo della relazione: Immigrazione musulmana a Verona: nuove tecnologie e strategie di inserimento. Convegni e seminari nazionali Partecipazione, in qualità di relatore, al Seminario Il nuovo volto della società femminile: confronto tra la condizione delle donne italiane e straniere, promosso dalla Consulta per le Pari Opportunità, Comune di Bussolengo (VR) con il Patrocinio della Regione Veneto, 23 settembre 2014, Bussolengo (Vr). 8

9 Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno Un altra idea di Europa? Giovani di origine straniera e percorsi identitari, Centro Studi Medì e Mondi Migranti, 14 novembre 2013, Genova. Titolo della relazione: Identità europea vs. identità nazionali. Le sfide sul tema dell immigrazione. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno Land of strangers? Migrazioni, genere, intersezioni della cittadinanza, Università degli Studi di Padova, 12 ottobre Titolo della relazione: Le famiglie immigrate in Italia tra crisi economica e rischio di nuove povertà. Partecipazione, in qualità di relatore, al Seminario Storia, identità e cultura degli scrittori di confine, Società Letteraria, Verona, 23 settembre Titolo della relazione: Identità, cultura e stato-nazione: come possono condizionare la società. Partecipazione, in qualità di relatore, al Seminario Opportunità per migranti. Essere nel benessere, ENAIP Veneto, Verona, 23 luglio Titolo della relazione: Il progetto Opportunità per migranti. Essere nel benessere : il punto di vista degli utenti. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno Immigrazione e morbilità. Convegno regionale sulla salute della popolazione immigrata in Umbria, Regione dell Umbria in collaborazione con GSI Italia, Perugia, 30 aprile Titolo della relazione: Gli infortuni invisibili. Esiti di una ricerca sui verbali di pronto soccorso. Partecipazione, in qualità di relatore, al ciclo di incontri Viaggio intorno al Terzo Millennio, organizzato da ICEI Istituto Cooperazione Economica Internazionale, Brescia, 11 maggio Titolo della relazione: Chi tutela i diritti civili e politici? Azioni di tutela e controllo della Nazioni Unite. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno Capitale sociale e reti di prossimità. Concetti, metodi e strumenti di rilevazione, Università degli Studi di Verona, 28 febbraio Titolo della relazione: Immigrazione e capitale sociale: aspetti teorici e metodologici. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno nazionale dell Associazione Italiana di Sociologia (sezione Sociologia della Religione), Università degli Studi di Urbino, 14 settembre Titolo della relazione: Immigrazione a associazionismo religioso: le dimensioni del sacro in un quartiere multietnico. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno Interculturalità: risorsa potenziale e reale per una nuova cittadinanza, Istituto Lavinia Mondin (Verona), 19 maggio Titolo della relazione: Immigrazione in Europa: politiche di integrazione. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno Capitale sociale, associazionismo e cittadinanza attiva, Università degli Studi di Verona, 6 marzo Titolo della relazione: Associazionismo e reti informali di aggregazione in un quartiere ad alta densità di immigrati. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno Percorsi migratori e mercato del lavoro, Università degli Studi di Verona, 18 dicembre Titolo della relazione: Immigrazione in Europa: politiche di integrazione. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno Indagine sulle condizioni di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in Veneto, Regione Veneto, Ispesl (Istituto Superiore per la Prevenzione e Sicurezza del Lavoro, Ministero della Sanità), Venezia, 11 ottobre Titolo della relazione: Esiti della ricerca sugli infortuni dei lavoratori immigrati regolari e irregolari a Verona e provincia. Partecipazione, in qualità di relatore, al Convegno Religioni, scuola ed educazione interculturale, Comunità Islamica del Trentino Alto-Adige, Trento, 20 novembre Titolo della relazione: Percorsi di integrazione degli studenti musulmani. Presentazione, in qualità di responsabile editoriale, del CD-ROM Master in Intercultural Competence and Management Università di Verona a.a , Sala Rossa della Provincia di Verona, 26 febbraio 2004 Partecipazione, in qualità di relatore, a Civitas - Mostra Convegno della Solidarietà dell Economia Sociale e Civile, Padova, 5 maggio Titolo della relazione: Rapporto sugli episodi di intolleranza nei confronti dei musulmani in Italia. 9

10 Partecipazione alle attività di istituti di ricerca e di associazioni scientifiche Collaboratore dal 1999 del Cestim (Centro Studi Immigrazione Onlus, Verona). Membro dal 2000 di Sesamo Società di Studi sul Medioriente, Università degli Studi di Catania. Collaboratore dal 2001 del Cospe (Cooperazione per lo sviluppo dei Paesi emergenti Onlus, Firenze) nei progetti attivati dalla Fra (Fundamental Rights Agency, Unione Europea). Membro dal 2001 del Grim Gruppo di ricerca su islam e modernità, Dipartimento di Sociologia, Università degli Studi di Padova. Socio dal 2007 dell Associazione Italiana di Sociologia, sezione di Politica Sociale. Membro dal 2008 del Working group internazionale promosso dall Osce-Odihr (Organization for Security and Co-operation in Europe - Office for Democratic Institutions and Human Rights, Varsavia), sul tema dell integrazione scolastica degli studenti di religione e cultura musulmana. Membro dal 2010 del CRIS, Centro di Ricerca Sociale, Università degli Studi di Verona. Pubblicazioni Monografie (in corso di pubblicazione) Famiglia e politiche familiari in Italia. Conseguenze della crisi e nuovi rischi sociali. (2010) Risorse, reti e capitale sociale. La partecipazione associativa degli immigrati, QuiEdit, Verona. Curatele e numeri unici di riviste scientifiche (2012) con P. Di Nicola, Migration studies e capitale sociale, numero monografico di «Sociologia e politiche sociali», volume (2009) con P. Di Nicola, Sfide trans-culturali e seconde generazioni, numero monografico di «Sociologia e politiche sociali», volume Saggi in pubblicazioni internazionali (2013) Families in Italy in the face of the crisis of the Mediterranean welfare, in Italian Sociological Review,, 3, 2, pp (2011) The role of professional training in the valorisation of human capital, in Italian Sociological reviw,, 1, 2, pp (2004) Muslims in Italy: social changes and educational practices, in (a cura di) B. van Driel, Confronting Islamophobia in the Educational Practice, Trentham Books House, London, pp (2004) con M. Treppete, Forgotten women. Prostitution and social representations of immigrants with Muslim origin, in HAWWA Journal of the Women of the Middle East and the Islamic World, Brill, Leiden, Boston, n. 2, 2004, pp Saggi in volumi (2013) Il workfare territoriale. Progetti e interventi realizzati a Verona, in (a cura di) D. Gottardi, T. Bazzani, Il workfare territoriale, Collana del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell Università di Verona, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, pp

11 (2007) La cura e la salute del bambino nella percezione della madre italiana e straniera, in, (a cura di) P. Di Nicola, I pensieri delle mamme. La cura e la salute del bambino nella percezione delle madri, QuiEdit, Verona, pp (2006) Un approccio qualitativo sugli infortuni nei lavoratori irregolari extracomunitari, in, (a cura di) Indagine pilota conoscitiva sulle condizione di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro relativa ad una realtà regionale: Veneto, Quaderni per la salute e sicurezza ISPESL, Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro, Ministero della Sanità, Roma, pp (2006) Capitale sociale e reti informali in aree ad alta densità di immigrati, in, (a cura di) P. Di Nicola, Dalla società civile al capitale sociale: reti associative e strategie di prossimità, Franco Angeli, Milano, pp (2005) I musulmani in Europa: nuove sfide educative, in, (a cura di) A. Portera, P. Dusi, Gestione dei conflitti e mediazione interculturale, Franco Angeli, Milano, pp (2004) La ricerca qualitativa: Il sistema lavoro della Valpolicella, in Imprese e migrazioni nella società veneta, a cura della Partnership Equal G-Local, Franco Angeli, Milano, pp Saggi in riviste scientifiche (2012) Le famiglie immigrate in Italia tra crisi economica e rischio di nuove povertà, in «Autonomie locali e servizi sociali», volume (2012) Il capitale sociale nello studio delle migrazioni: riflessioni introduttive, in (a cura di) M. Bertani, P. Di Nicola, Migration studies e capitale sociale, numero monografico di «Sociologia e politiche sociali», volume (2010) Il capitale sociale come bene relazionale. Un applicazione della network analysis nello studio delle reti di social support degli immigrati, in Mondi Migranti, Franco Angeli, n. 2., pp (2009) I giovani di origine straniera in Italia: riuscita scolastica e percorsi di integrazione, in, Autonomie Locali e Politiche Sociali, n. 3, Il Mulino, Bologna, pp (2009) Immigrazione e seconde generazioni: un primo quadro di riferimento, in, M. Bertani, P. Di Nicola, Sfide trans-culturali e seconde generazioni, numero monografico di «Sociologia e politiche sociali», volume 12 1, pp (2007) La presenza musulmana in Europa: cambiamenti e tendenze, in, Sociologia e politiche sociali, vol. 10 2, 2007, Franco Angeli, Milano, pp (2003) con S. Favalli, Immigrazione musulmana a Verona: nuove tecnologie e strategie di inserimento, in Meridione - Sud e Nord nel Mondo, editrice E.S.I., Napoli, III, nn. 3-4, pp Saggi in supporti multimediali (2004) Tendenze demografiche e occupazionali nei Comuni di Legnago e Cerea, in Master in Intercultural Competence and Management Università degli Studi di Verona, a.a , Centro Studi Interculturali, (CD-ROM). 11

12 (2004) I musulmani in Europa: la nuova frontiera dell islam, in Master in Intercultural Competence and Management Università degli Studi di Verona, a.a , Centro Studi Interculturali, (CD-ROM). Saggi in riviste Esperienze di dialogo e confronto, in Religione e Scuola, Editrice Queriniana, Brescia, Anno XXXIII, n. 5, maggio-giugno 2005 Le vie del dialogo in Religione e Scuola, Editrice Queriniana, Brescia, Anno XXXIII, n. 4, marzoaprile Studenti stranieri nella scuola pubblica, in Religione e Scuola, Editrice Queriniana, Brescia, Anno XXXIII, n. 1, settembre-ottobre Il Progetto del Centro Interculturale Millevoci di Trento, in Religione e Scuola, Editrice Queriniana, Brescia, Anno XXXII, n. 5, maggio-giugno Le religioni nello spazio pubblico: attori, conflitti, risposte istituzionali, in Religione e Scuola, Editrice Queriniana, Brescia, Anno XXXII, n. 4, marzo-aprile I musulmani e la scuola italiana: dibattiti e prospettive, in Religione e Scuola, Editrice Queriniana, Brescia, Anno XXXII, n. 3, gennaio-febbraio Il nuovo stato giuridico degli Insegnanti di Religione visto da altre confessioni e religioni, in Religione e Scuola, Editrice Queriniana, Brescia Anno XXXII, n. 2, novembre-dicembre (2002) Anti-Islamic reactions in the EU after the terrorists acts against the USA. A collection of country reports from RAXEN National Focal Points: Italy. 12 th September to 31 st December 2001, EUMC (European monitoring centre on racism and xenophobia), European Union, Vienna. Verona, 15 novembre 2014 Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 23 del D.Lgs 196/

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Tirocinio indiretto per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Studentesse/Studenti senza riduzione oraria: 75 ore indiretto, di queste 15 ore dedicate all inclusione Studentesse/Studenti

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

XX EDIZIONE. Diventa manager del sociale MASTER UNIVERSITARIO IN GESTIONE DI IMPRESE SOCIALI A.A. 2015/2016 NOVEMBRE 2015 - OTTOBRE 2016 / TRENTO

XX EDIZIONE. Diventa manager del sociale MASTER UNIVERSITARIO IN GESTIONE DI IMPRESE SOCIALI A.A. 2015/2016 NOVEMBRE 2015 - OTTOBRE 2016 / TRENTO XX EDIZIONE MASTER UNIVERSITARIO IN GESTIONE DI IMPRESE SOCIALI A.A. 2015/2016 NOVEMBRE 2015 - OTTOBRE 2016 / TRENTO Diventa manager del sociale IN BREVE DESTINATARI neo-laureati in lauree triennali, specialistiche

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

srm materiali materiali di lavoro e rassegna stampa sull immigrazione 2011 ottobre

srm materiali materiali di lavoro e rassegna stampa sull immigrazione 2011 ottobre srm materiali materiali di lavoro e rassegna stampa sull immigrazione 2011 ottobre Proroga della durata dei permessi di soggiorno per motivi umanitari: ulteriori informazioni Introduzione Circolare dell'8

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Monitoraggio dei processi formativi. Genova, 2 dicembre 2011

Monitoraggio dei processi formativi. Genova, 2 dicembre 2011 Monitoraggio dei processi formativi Genova, 2 dicembre 2011 Premessa: un patto!!! Nel Protocollo d Intesa le organizzazioni formative garantiscono un progressivo miglioramento e innalzamento della qualità

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

si riunisce telematicamente il giorno 13 maggio 2015 alle ore 17.30 per la stesura della relazione finale.

si riunisce telematicamente il giorno 13 maggio 2015 alle ore 17.30 per la stesura della relazione finale. PROCEDUM VALUTATIVA DI CHIAMATA RISERVATA PER I.A COPERTUM DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE ORDINARIO AI SENSI DELL',ART. 24 CO. 6 DEL -A LEGGE N.240l2010 - PER IL SETTORE CONCORSUALE 10/G1, SETTORE SCIENTIFICO

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli