Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi"

Transcript

1 La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda. Ambienti di lavoro sani e sicuri Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi Guida della campagna Leadership aziendale e partecipazione dei lavoratori nell ambito della salute e della sicurezza sul lavoro Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro Ambienti di lavoro sani e sicuri

2 Europe Direct è un servizio a vostra disposizione per aiutarvi a trovare le risposte ai vostri interrogativi sull Unione europea Numero verde unico (*): (*) Alcuni gestori di telefonia mobile non consentono l accesso ai numeri o non ne accettano la gratuità. Ulteriori informazioni sull Unione europea sono disponibili su Internet consultando il portale Europa (http://europa.eu). Una scheda catalografica figura alla fine del volume. Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

3 Indice Introduzione 4 Entità del problema 5 Perché l UE sta conducendo questa campagna 7 Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi 9 Che cosa significa «prevenzione» nella pratica? 10 Il ruolo del management aziendale 12 Che cosa significa «leadership» nella pratica? 13 Perché la partecipazione dei lavoratori è fondamentale 15 Incoraggiare la partecipazione dei lavoratori 15 Che cosa significa «partecipazione dei lavoratori» nella pratica? 17 La campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 19 Come funziona la campagna 19 Chi può partecipare? 19 Come partecipare 20 La nostra attuale rete di partner 21 Il nostro impegno nei confronti delle campagne precedenti e i loro successi 22 Risorse 24 Recapiti 26 EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 3

4 Introduzione La salute e la sicurezza sul lavoro sono un bene per l azienda, per i lavoratori e per la società nel suo complesso. È facile perdere di vista questi fatti quando incombono scadenze e obiettivi di produzione. In quei momenti, anziché trattare la sicurezza e la salute come «oneri burocratici», è più importante che mai essere consapevoli dei rischi sul luogo di lavoro. Il presente opuscolo costituisce la guida principale della campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri «Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi», organizzata dall Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA). Obiettivo di questa campagna è aiutare voi, la vostra azienda, i vostri lavoratori, i loro rappresentanti e l intera catena di fornitura a valutare e ridurre i rischi sul luogo di lavoro. Benché il management aziendale sia il primo responsabile della sicurezza e della salute, i risultati più efficaci si ottengono sempre dalla collaborazione delle parti interessate. Secondo Eurostat ( 1 ), ogni anno nell UE oltre persone perdono la vita a causa di incidenti sul lavoro. Inoltre, l Organizzazione internazionale del lavoro stima che altri lavoratori muoiano ( 2 ) a causa di malattie professionali. Gran parte di queste vite potrebbero essere salvate se si prevenissero i rischi e venissero scrupolosamente attuate e seguite opportune misure di sicurezza. Spesso si afferma che «prevenire è meglio che curare» e questa asserzione è più che mai valida per la promozione di ambienti di lavoro sani e sicuri. Per questo motivo, la campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri si concentra essenzialmente sulla prevenzione dei rischi. La campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri è decentralizzata ed è finalizzata ad aiutare le autorità, le imprese, le organizzazioni, i dirigenti, i lavoratori e i loro rappresentanti nonché altre parti interessate a livello nazionale a collaborare al rafforzamento della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro. La campagna è incentrata sulle seguenti azioni: prevenire i rischi, gestire i rischi, incoraggiare il management aziendale a partecipare attivamente alla riduzione dei rischi, incoraggiare i lavoratori, i loro rappresentanti e altre parti interessate a collaborare con il management aziendale per ridurre i rischi. Prevenire è meglio che curare. 4 EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

5 D importanza fondamentale per la campagna è una serie di materiali che favoriranno la realizzazione di questi obiettivi, tra cui rapporti, guide pratiche, brochure, poster e DVD. Inoltre uniremo le forze con i nostri partner e con i focal point nazionali per promuovere la Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, contribuendo altresì all organizzazione di seminari di formazione, conferenze e mostre. L Agenzia ha inoltre creato un sito Internet interattivo che offre un gran numero di aiuti e orientamenti precisi e concreti. Questa guida della campagna contiene molte statistiche che illustrano i problemi che devono essere affrontati e le aree su cui è più opportuno concentrare gli sforzi. Tuttavia, occorre altresì ricordare che, troppo spesso, dietro tali cifre si nasconde una tragedia umana. Entità del problema Ogni tre minuti e mezzo nell Unione europea muore una persona a seguito di un infortunio sul lavoro o di una malattia professionale. Nel 2007, l ultimo anno per cui sono disponibili statistiche comparabili a livello di UE-27, 6,9 milioni di persone sono state vittime di uno o più incidenti sul lavoro ( 3 ). Oltre a questi, altri milioni di lavoratori in Europa soffrono di problemi di salute collegati al lavoro. Gli infortuni comportano un costo elevato per i lavoratori e le loro famiglie, i loro datori di lavoro e la società nel suo complesso. Secondo l indagine sulla forza lavoro del 2007 ( 4 ), al 73 % e al 22 % degli infortuni sul lavoro hanno fatto rispettivamente seguito congedi per malattia di almeno un giorno e di almeno un mese. Questi tassi di morbilità e problemi di salute collegati al lavoro hanno un impatto diretto sulla crescita economica e sull occupazione in Europa. Di fatto, ogni anno si perdono almeno 450 milioni di giorni lavorativi ( 5 ). Le stime variano, ma questi infortuni e problemi di salute costano all economia dell UE almeno 490 miliardi di euro l anno ( 6 ). Le ricerche rivelano che nella grande maggioranza dei casi gli infortuni e i problemi di salute collegati al lavoro possono essere evitati. Fortunatamente in questo settore si sono registrati rapidi progressi. Tra il 1999 e il 2007 l UE ha drasticamente migliorato la sicurezza sul lavoro: gli infortuni mortali, infatti, sono scesi da a ( 7 ) nell UE-15. Il miglioramento della sicurezza sul posto di lavoro è avvenuto addirittura più rapidamente per gli infortuni non mortali, che sono diminuiti di oltre ( 8 ). Nonostante queste buone notizie, le malattie professionali, che spesso hanno un lungo periodo di latenza, sono evidentemente in aumento. ( 1 ), ( 3 ), ( 4 ) e ( 7 ) Health and safety at work in Europe ( ) A statistical portrait, Ufficio delle pubblicazioni dell Unione europea, Lussemburgo, 2010, 97 pagg. ( 2 ) International Labour Organization Cifra stimata per l UE-27 (http://www.ilo.org/public/english/region/eurpro/moscow/areas/safety/docs/worldcongressreporteng.pdf). ( 5 ) Sommando gli 83 milioni di giorni lavorativi persi a causa di infortuni ai 367 milioni di giorni lavorativi persi per problemi di salute, Health and safety at work in Europe ( ) A statistical portrait, Ufficio delle pubblicazioni dell Unione europea, Lussemburgo, 2010, 97 pagg. ( 6 ) Presupponendo una perdita del 4 % del PIL a causa di condizioni di lavoro precarie (http://osha.europa.eu/en/press/articles/present-new-and-emerging-risks-ioha). ( 8 ) «Accidents at Work (ESAW) until 2007» di Eurostat (http://appsso.eurostat.ec.europa.eu/nui/show.do?dataset=hsw_aw_nnasx&lang=en). EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 5

6 STUDIO DI CASO Olimpiadi, Regno Unito Leadership nell ambito della sicurezza e della salute L Olympic Delivery Authority (ODA) è l organizzazione responsabile della creazione del parco olimpico e dei siti associati per i Giochi olimpici e paraolimpici di Londra Il parco olimpico è stato costruito su oltre 200 ettari di terreno altamente contaminato nell East London. Alla costruzione del parco hanno lavorato circa persone e nei periodi di punta i presenti in loco erano oltre Si è trattato di un progetto enorme, che se non fosse stato gestito in maniera adeguata avrebbe potuto causare un numero inaccettabile di vittime e feriti gravi. Degli oltre 70 milioni di ore lavorate, si sono registrati 25 periodi di un milione di ore senza un incidente di rilievo notificabile, quattro periodi di due milioni di ore e uno di tre milioni di ore. L ODA ascrive questo invidiabile primato alla fortissima leadership che si è concentrata sull eliminazione di tutti gli incidenti dal progetto. L autorità ha dichiarato di avere assunto, nei confronti dei dipendenti, l impegno di: gestire i rischi esistenti per la loro salute e sicurezza, allestire luoghi e sistemi di lavoro sicuri, fornire informazioni, istruzioni, formazione e sorveglianza, coinvolgere entusiasticamente il personale, i partner e i fornitori nell assolvimento di queste responsabilità. Sono state stabilite chiare linee di comunicazione lungo l intera catena di gestione. Inoltre, il direttore generale e il presidente del progetto hanno dichiarato congiuntamente che avrebbero «periodicamente riferito al consiglio di amministrazione dell ODA riguardo alle prestazioni in materia di salute, sicurezza e ambiente nonché nel caso di un incidente di rilievo notificabile». Inoltre, il comitato per la sicurezza, la salute e l ambiente del consiglio di amministrazione ha periodicamente rivisto le prestazioni e la governance del programma di costruzione e ha stabilito di riesaminare e modificare le pratiche lavorative «ogniqualvolta necessario». Tali modifiche sono state comunicate a tutto il personale e a tutti i fornitori al fine di potenziare al massimo la sicurezza e la salute per tutte le parti coinvolte nella realizzazione delle Olimpiadi. I risultati sul piano della sicurezza relativa al programma sono progressivamente migliorati a seguito delle iniziative intraprese e dell impegno dei lavoratori. 6 EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

7 Perché l UE sta conducendo questa campagna La promozione della sicurezza e della salute è sempre stata uno dei principi fondamentali dell integrazione europea per una serie di motivi etici, sociali ed economici. Innanzitutto, a livello etico è evidente che la promozione della sicurezza e della salute deve essere una delle principali priorità per qualsiasi organo direttivo o amministrativo. In secondo luogo, uno dei fondamenti del mercato unico europeo è costituito dalle norme armonizzate, comprese quelle che disciplinano la sicurezza di prodotti e processi. Tali norme armonizzate contribuiscono a garantire il buon funzionamento delle aziende nell UE. In terzo luogo, la promozione della sicurezza e della salute non solo migliora la protezione dei lavoratori, ma contribuisce anche all efficienza aziendale. Anche l attuale strategia dell UE invoca i principi fondamentali della prevenzione, che sono delineati più dettagliatamente nella direttiva 89/391/CEE del Consiglio, del 12 giugno 1989, la «direttiva quadro». L articolo 6 di questa direttiva stabilisce che spetta al datore di lavoro prendere misure per la protezione della sicurezza e della salute in linea con questi principi generali di prevenzione. Tutto il management aziendale deve indubbiamente dare prova di una chiara leadership a tal fine. La direttiva sottolinea altresì l importanza della partecipazione dei lavoratori nell adozione di tali misure, elemento che più recentemente è stato anche riconosciuto come diritto fondamentale nell articolo 27 della Carta europea dei diritti fondamentali. Evidentemente, non sussiste solo la necessità pratica di un intervento comunitario, ma esiste anche un esigenza giuridica tassativa. «Se la leadership colpisce nel segno, si possono ottenere risultati fantastici in termini di sicurezza» LAWRENCE WATERMAN, RESPONSABILE DELLA SICUREZZA, OLYMPIC DELIVERY AUTHORITY EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 7

8 Vantaggi derivanti da una buona politica di sicurezza e salute Affrontare questioni relative alla salute e alla sicurezza permette di migliorare l efficienza aziendale nonché di proteggere i lavoratori. Le opportunità fornite in tal senso sono state analizzate nella recente indagine europea fra le imprese sui rischi nuovi ed emergenti (Esener) ( 9 ). I vantaggi possono comprendere: riduzione dei costi e dei rischi: diminuiscono i tassi di assenteismo e di ricambio dei dipendenti, gli incidenti sono meno frequenti e si attenua la minaccia di azioni legali; migliore reputazione presso fornitori e partner; migliore reputazione di responsabilità sociale delle imprese presso investitori, clienti e comunità; maggiore produttività: i dipendenti godono di una salute migliore, sono più soddisfatti e maggiormente motivati. ( 9 ) EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, Rappresentanza e consultazione dei lavoratori in materia di salute e sicurezza Analisi dei risultati dell indagine europea fra le imprese sui rischi nuovi ed emergenti, EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro EU-OSHA/Jim Holmes

9 Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi La prevenzione è la base dell approccio europeo alla gestione dei rischi. In pratica, prevede l analisi dei processi di lavoro al fine di individuare i rischi a breve e lungo termine intervenendo successivamente per eliminarli o attenuarli. In poche parole, per prevenzione si intende la gestione dei rischi professionali al fine ultimo di ridurre ed eliminare gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. Datori di lavoro e tutto il management aziendale sono i responsabili finali della gestione dei rischi, ma i loro sforzi sono destinati a fallire senza la partecipazione attiva dei lavoratori. Per questi motivi la presente campagna accorda particolare rilievo all importanza che la leadership aziendale e la partecipazione attiva dei lavoratori vadano di pari passo. Per contribuire a sostenere questi temi essenziali, la campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri persegue i seguenti obiettivi strategici: promuovere il messaggio fondamentale secondo cui lavoratori e management aziendale devono collaborare alla prevenzione dei rischi per motivi pratici, giuridici, economici ed etici; fornire orientamenti chiari e semplici per consentire ai datori di lavoro di gestire rischi professionali specifici in partenariato con i lavoratori e i loro rappresentanti; fornire orientamenti pratici, informazioni e strumenti volti a promuovere la cultura della prevenzione dei rischi, in particolare nelle piccole e medie imprese; favorire l inclusione della gestione della sicurezza e della salute sul lavoro nelle politiche di responsabilità sociale delle imprese; fornire le basi per una cultura della prevenzione dei rischi più sostenibile in Europa. «Qualunque siano le dimensioni di una determinata organizzazione, la leadership aziendale e la partecipazione attiva dei lavoratori sono fondamentali per una gestione efficace della salute e della sicurezza. Ecco perché invito le imprese grandi e piccole, pubbliche e private, ad aderire a questa campagna» CHRISTA SEDLATSCHEK, DIRETTORE EU-OSHA EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 9

10 Che cosa significa «prevenzione» nella pratica? EU-OSHA/Jim Holmes EU-OSHA/Jim Holmes I principi generali della prevenzione sono sanciti dall articolo 6 della direttiva quadro (cfr. di seguito). È indispensabile che i datori di lavoro, i lavoratori e i loro rappresentanti comprendano questi principi per riuscire effettivamente a controllare, o preferibilmente a eliminare, i rischi. I principi di base della prevenzione dei rischi sono i seguenti: evitare i rischi, valutare i rischi che non possono essere evitati, combatterli alla fonte, adeguare il lavoro all uomo, in particolare per quanto concerne la concezione dei posti di lavoro e la scelta delle attrezzature e dei metodi di produzione (nonché ridurre, per quanto possibile, il lavoro monotono), tener conto del grado di evoluzione della tecnica, sostituire ciò che è pericoloso con ciò che non è pericoloso o che è meno pericoloso, programmare la prevenzione, mirando ad un sistema che integri la tecnica, l organizzazione del lavoro, le condizioni di lavoro, le relazioni sociali e l influenza dei fattori dell ambiente di lavoro, dare la priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale, impartire adeguate istruzioni ai lavoratori. Prevenire significa gestire i rischi. I rischi si gestiscono attraverso la collaborazione delle persone. 10 EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

11 STUDIO DI CASO BASF: la sicurezza al primo posto Evitare del tutto i rischi è semplicemente impossibile in molti settori e l industria chimica ne è un esempio saliente. I dipendenti di BASF, una delle aziende chimiche più grandi al mondo, sono quotidianamente esposti a una vasta serie di rischi. Anziché affrontare ogni rischio singolarmente, l impresa ha deciso di adottare un approccio olistico modificando l intera cultura aziendale in modo da privilegiare la sicurezza. Il fulcro di questo programma è stata una campagna volta a ridurre dell 80 % tra il 2002 e il 2020 il tempo perso a causa di infortuni e malattie professionali. Alla fine del 2008 il progetto ha cominciato a dare i suoi frutti, con una riduzione del tempo perso a causa degli infortuni e delle malattie professionali rispettivamente del 46 % e del 23 %. L azienda attribuisce questi risultati all attuazione delle strategie indicate di seguito. Il management aziendale dimostra un impegno credibile e visibile nei confronti della sicurezza dando il buon esempio, accordando priorità alla sicurezza e garantendo chiarezza in tutte le questioni relative alla sicurezza. I dipendenti vengono coinvolti in tutti gli aspetti della sicurezza e apportano attivamente le loro conoscenze ed esperienze. L impresa attribuisce importanza alla responsabilità individuale. Tutti i dipendenti e tutto il management sono tenuti a rispettare ogni regolamento e norma applicabile, ad agire nella consapevolezza dei rischi, a reagire ai pericoli nonché a imparare dagli errori propri e altrui. Management e dipendenti vengono incoraggiati a parlare apertamente di sicurezza in un clima di fiducia all interno dell organizzazione. Al contempo si cerca di promuovere l apprendimento rispettando conoscenze ed esperienze. EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 11

12 Il ruolo del management aziendale EU-OSHA/Jim Holmes EU-OSHA/Jim Holmes Salute e sicurezza devono fare parte del processo quotidiano della gestione di un azienda. Se non si gestiscono la salute e la sicurezza, non si gestisce l azienda. A partire dai vertici dell organizzazione e lungo l intera catena aziendale, la gestione della salute e della sicurezza deve costituire parte integrante della cultura di chi opera nel luogo di lavoro, non un aspetto di competenza degli specialisti. La consultazione con i lavoratori e i loro rappresentanti in materia di sicurezza e salute deve essere considerata un principio guida di una gestione efficace. Ciononostante, il management aziendale non deve limitarsi a consultare i propri dipendenti, ma deve coinvolgerli in maniera attiva e incoraggiarli a partecipare apertamente al processo decisionale. La consultazione non è solo un requisito giuridico, può avere anche un valore economico. I lavoratori sono in grado di conoscere i rischi principali con cui sono confrontati quotidianamente e spesso sanno individuare soluzioni semplici ed efficaci in termini di costi. Salute e sicurezza devono fare parte del processo quotidiano della gestione di un azienda, che deve essere considerato come un sistema dinamico che si adegua ed evolve nel tempo anziché essere un rigido esercizio burocratico che si oppone al cambiamento. È importante che il management aziendale dia prova di leadership, ad esempio osservando tutte le norme in materia di sicurezza e salute anziché limitandosi a imporne il rispetto da parte dei dipendenti. ( 10 ) Stadler, P. e Spieß, E., Mitarbeiterorientierte Führung und soziale Unterstützung am Arbeitsplatz, INQA/Bundesanstalt für Arbeitsschutz und Arbeitsmedizin, 2005 (consultabile all indirizzo 12 EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

13 È altresì provato che il management aziendale che è in grado di gestire validamente la sicurezza e la salute sul lavoro ha tassi di assenteismo minori, poiché i congedi per malattia e il benessere del personale sono associati al comportamento dirigenziale ( 10 ). È stato dimostrato che il numero di dipendenti che si ammala dipende dal management. Quando un rappresentante del management aziendale viene trasferito presso un altro reparto, la durata media dei congedi per malattia dei dipendenti di cui questo è responsabile non cambia anche se i membri del personale sono cambiati. Che cosa significa «leadership» nella pratica? Significa: dimostrare un impegno visibile e attivo da parte del consiglio di amministrazione e dei direttori/ del titolare; istituire strutture di gestione e sistemi di comunicazione efficaci «verso il basso», o sistemi di comunicazione trasversale nelle piccole imprese; coinvolgere i lavoratori e i loro rappresentanti nella promozione e nella realizzazione di condizioni di sicurezza e di salute sul lavoro, ad esempio conferendo loro poteri in tal senso, incoraggiando un effettiva comunicazione «verso l alto» e fornendo una formazione di alta qualità; gestire la sicurezza e la salute sulla base di valutazioni dei rischi efficaci; integrare una valida gestione della sicurezza e della salute in tutte le parti del processo aziendale; garantire la centralità della sicurezza e della salute (e dei loro valori fondamentali) nelle strategie di responsabilità sociale delle imprese; promuovere queste idee lungo l intera catena di fornitura; monitorare, riferire e rivedere le prestazioni in materia di salute e sicurezza. Esempi concreti di leadership in materia di sicurezza e salute sul lavoro: fungere da modello (e seguire sempre sia lo spirito sia il contenuto delle norme in materia di sicurezza e salute); assumersi la responsabilità personale e dimostrare il proprio interesse; visitare postazioni di lavoro al fine di condividere con il personale le preoccupazioni in materia di sicurezza e salute (i lavoratori possono essere in grado non solo di individuare problemi, ma anche di fornire soluzioni); mettere a disposizione denaro e tempo assegnando, ad esempio, risorse per formazione, attrezzature o specialisti in materia di sicurezza e salute, con l impegno del management aziendale. «Attribuiamo importanza alla responsabilità individuale di ogni dipendente e a tutti i livelli dirigenziali in materia di sicurezza» SHLOMO COHEN, RESPONSABILE DI SITO, INTEL AMSTERDAM EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 13

14 STUDIO DI CASO Riduzione dei rischi in una piccola azienda austriaca Marchl è una piccola azienda familiare austriaca specializzata nella fabbricazione di prodotti a base di acciaio come tettoie per automobili, scale, recinzioni e serre. La sicurezza sul lavoro è una questione importante per la dirigenza aziendale. Benché sia stato attuato un sistema di gestione della sicurezza e della salute, hanno continuato a verificarsi incidenti di minore entità come tagli, ustioni e lesioni da schiacciamento che non sono stati presi seriamente in considerazione. Il management aziendale ha deciso di collaborare con i dipendenti per ridurre ulteriormente i rischi. Ai lavoratori di ogni «area a rischio» dell azienda è stato chiesto di valutare i rischi e di formulare proposte di miglioramento. In seguito alla loro attuazione, ai lavoratori è stato quindi chiesto di valutare i miglioramenti riscontrati. Dopo due mesi, i gruppi di lavoratori si sono avvicendati in un altra «area a rischio» ed è stato chiesto loro di effettuare la stessa valutazione. In pratica i miglioramenti apportati sono stati ricontrollati dagli «occhi nuovi» di un altro gruppo e ogni lavoratore è venuto a conoscenza dei rischi presentati dalle differenti aree di lavoro e ha esaminato il modo migliore per aumentare la sicurezza. Questo progetto è riuscito a diminuire il numero di piccoli incidenti e «quasi incidenti», ha ridotto i congedi per malattia, ha migliorato la motivazione e la produttività dei lavoratori e ha sensibilizzato in materia di sicurezza e salute. 14 EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

15 Perché la partecipazione dei lavoratori è fondamentale La responsabilità della gestione dei rischi professionali è indubbiamente nelle mani dei datori di lavoro, ma i loro sforzi sono destinati a fallire senza la partecipazione attiva dei lavoratori. È ormai chiaramente comprovato che una partecipazione attiva comporta un netto miglioramento della sicurezza e della salute sul lavoro. Per esempio, l indagine europea fra le imprese sui rischi nuovi ed emergenti (Esener) rivela che se la partecipazione dei lavoratori e l impegno del management aziendale vanno di pari passo, le prestazioni in materia di sicurezza e salute sul lavoro risultano di gran lunga migliori. Le imprese in cui un alta partecipazione dei lavoratori è associata a un forte impegno del management, ad esempio, hanno probabilità dieci volte maggiori di disporre di una politica documentata in materia di sicurezza e salute sul lavoro (SSL) ( 11 ). L ulteriore vantaggio che ne consegue è che tali misure vengono ritenute più efficaci. Un documento del ministero britannico del Commercio e dell industria del 2007 ( 12 ) ha stimato che, nel Regno Unito, i rappresentanti della sicurezza dei lavoratori prevengono ogni anno tra gli e i infortuni sul lavoro. Da un recente studio della Confederazione europea dei sindacati (ETUC) ( 13 ) è emerso che la rappresentanza sindacale determina un maggiore rispetto delle norme, una riduzione dei tassi di infortunio e una diminuzione dei problemi di salute collegati al lavoro. Per questi e altri motivi la partecipazione dei lavoratori al processo decisionale in materia di salute e sicurezza fa parte del diritto europeo. EU-OSHA/Jim Holmes Incoraggiare la partecipazione dei lavoratori I datori di lavoro hanno il dovere di consultare i lavoratori e i loro rappresentanti in materia di salute e sicurezza, ma si ottengono risultati più efficaci mettendoli in grado di partecipare attivamente alle questioni quotidiane relative a questi temi. Il management deve creare un clima di fiducia in cui le persone si sentano sufficientemente serene da sollevare preoccupazioni e contribuire allo sviluppo di processi e luoghi di lavoro più sicuri. Tale approccio non deve essere considerato come l ennesima procedura burocratica, bensì come una grande opportunità per migliorare non solo la sicurezza, ma anche la produttività. Le ricerche dimostrano che le conoscenze dei lavoratori costituiscono una risorsa formidabile per il management aziendale, che sfruttandole può sviluppare luoghi di lavoro sicuri, efficaci e sostenibili ( 14 ). ( 11 ) EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, Rappresentanza e consultazione dei lavoratori in materia di salute e sicurezza Analisi dei risultati dell indagine europea fra le imprese sui rischi nuovi ed emergenti, ( 12 ) The health and safety of Great Britain: be part of the solution, Health and Safety Executive, giugno ( 13 ) Menéndez, M., Benach, J., Vogel, L., The impact of safety representatives on occupational health: A European perspective, Bruxelles, ETUI, ( 14 ) Pot, F.D., Koningsveld, E.A.P., «Quality of working life and organizational performance two sides of the same coin?», Scandinavian Journal of Work, Environment and Health, 2009, vol. 35, n. 6, pagg EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 15

16 Fra i vantaggi derivanti dalla partecipazione dei lavoratori figurano: riduzione dei tassi di infortunio, soluzioni efficaci in termini di costi, dipendenti più soddisfatti e produttivi, tassi di assenteismo minori, maggiore consapevolezza dei rischi sul luogo di lavoro, migliore controllo dei rischi sul luogo di lavoro. 9 The health and safety of Great Britain: be part of the solution, Health and Safety Executive, June EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro EU-OSHA/Jim Holmes

17 Che cosa significa «partecipazione dei lavoratori» nella pratica? Sostanzialmente, significa che dipendenti e dirigenti assumono un ruolo attivo nell individuazione di problemi e nell elaborazione di soluzioni. Nella pratica questo significa: dialogo efficace e aperto consistente nell ascoltare effettivamente le reciproche preoccupazioni, soluzione dei problemi e procedure decisionali comuni, partecipazione allo sviluppo di politiche e prassi in materia di sicurezza e salute, partecipazione dei dipendenti alla promozione e alla realizzazione di condizioni di sicurezza e di salute sul lavoro, piena cooperazione fra lavoratori e datori di lavoro volta a migliorare la sicurezza, la salute e il benessere sul lavoro, attuazione di disposizioni finalizzate alla realizzazione pratica di questi obiettivi. STUDIO DI CASO Iniziativa comune tra lavoratori e management Presso una grande impresa dolciaria (Nestlé, York, Regno Unito) con dipendenti si è registrato un numero considerevole di lesioni da scivolamento e da caduta. Per cercare di ridurre il tasso di infortuni, l azienda ha lanciato un iniziativa comune con la piena partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori, che prevedeva tra l altro una procedura di segnalazione specifica per le lesioni da scivolamento e da caduta nonché un analisi delle cause di tali infortuni. Dopo avere individuato le cause all origine degli incidenti, sono state organizzate sessioni informative congiunte per dirigenti, supervisori e rappresentanti dei lavoratori finalizzate alla condivisione dei risultati, dei quali sono stati successivamente messi a conoscenza i lavoratori tramite un efficace campagna di informazione costituita da materiali quali poster, opuscoli ecc. Dopo tre anni, questa campagna ha permesso di ridurre del 60 % il numero degli infortuni causati da scivolamenti e cadute. Dopo altri 18 mesi, è stata lanciata una campagna analoga per cercare di ridurre le lesioni derivanti da lavori manuali, grazie alla quale è stato possibile ridurre del 40 % tali infortuni nell arco di due anni. EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 17

18 Date importanti Lancio della campagna: 18 aprile 2012 Settimane europee per la sicurezza e la salute sul lavoro: ottobre 2012 e ottobre 2013 Cerimonia di assegnazione del «Premio europeo per le buone prassi»: aprile 2013 Vertice della campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri: novembre EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro EU-OSHA/Jannikke Berger

19 La campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri Come funziona la campagna Contribuiamo a creare ambienti di lavoro più sani e sicuri per il bene di tutti, ma non possiamo farlo da soli. Ecco perché la campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri , «Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi», si avvale di un ampia gamma di partner e gruppi d interesse, tra cui i governi e le loro agenzie, i datori di lavoro, i lavoratori e le imprese, grandi e piccole. Per migliorare significativamente la sicurezza e la salute, è necessario che tutti questi attori partecipino alla campagna e ne promuovano i messaggi fondamentali. Siamo in grado di fornire gran parte del materiale informativo, educativo e di consulenza di cui avrete bisogno per apportare il vostro contributo a questa campagna paneuropea (cfr. di seguito «Come partecipare»). Potrete poi adattare questi materiali alla vostra situazione e unire le vostre forze a quelle delle organizzazioni più appropriate per ottimizzare l impatto della campagna. EU-OSH -OSHA Chi può partecipare? La campagna è aperta a tutte le organizzazioni e a tutti i cittadini a livello locale, nazionale ed europeo, tra cui: datori di lavoro del settore pubblico e privato, comprese piccole e medie imprese (PMI), dirigenti, supervisori e lavoratori, sindacati e rappresentanti in materia di sicurezza, organizzazioni dei datori di lavoro, associazioni professionali, istituzioni attive nel settore della sicurezza e della salute, professionisti e operatori nel settore della sicurezza e della salute sul lavoro, operatori della formazione e dell istruzione, servizi assicurativi e di prevenzione dei rischi nel settore della sicurezza e della salute sul lavoro a livello regionale e locale. EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 19

20 Come partecipare EU-OSHA/Jim Holmes EU-OSHA Potete partecipare alla campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri in uno dei seguenti modi: diffondendo e pubblicizzando informazioni e materiale promozionale della campagna (opuscoli, rapporti, guide, schede informative, liste di controllo, presentazioni in PowerPoint e cartoni animati del personaggio Napo ecc.). In questo modo contribuirete a sensibilizzare l opinione pubblica in merito alla sicurezza e alla salute sul lavoro sia all interno della vostra organizzazione sia con coloro che lavorano con voi. Per ulteriori informazioni potete consultare la sezione del nostro sito Internet relativa alle risorse della campagna (www.healthy-workplaces.eu); organizzando attività di vostra iniziativa, fra cui formazione sulla sensibilizzazione in materia di sicurezza e salute, conferenze e workshop, poster, film o concorsi fotografici o a quiz, campagne pubblicitarie e conferenze stampa; utilizzando gli strumenti disponibili online sul sito Internet della campagna, che consentono la condivisione di conoscenze e migliori prassi tra l Agenzia e i suoi partner; partecipando al concorso «Premio europeo per le buone prassi» della campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri, che premia organizzazioni di diverse dimensioni che hanno individuato modalità innovative per promuovere la sicurezza e la salute; partecipando alla Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, che si svolge a ottobre di ogni anno (settimana di calendario 43). Questa iniziativa funge da catalizzatore di eventi in Europa e prevede conferenze e mostre, sessioni di formazione e attività in cui organizzazioni e imprese sia grandi che piccole lavorano insieme. Il contributo di numerose iniziative locali e regionali portate avanti da sindacati, imprese, ONG e amministrazioni pubbliche svolge anch esso un ruolo importante. 20 EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi

Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda. Ambienti di lavoro sani e sicuri Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi www.healthy-workplaces.eu Agenzia

Dettagli

La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda.

La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda. La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda. Ambienti di lavoro sani e sicuri Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi www.healthy-workplaces.eu INVITO

Dettagli

IL DIRETTORE DECRETA. Art. 1 Finalità: mobilità per studio e tirocinio

IL DIRETTORE DECRETA. Art. 1 Finalità: mobilità per studio e tirocinio Decreto IMT Rep. 02400(222).V.6.04.07.14 Rep. Albo Online 02401(179).I.7.04.07.14 IL DIRETTORE VISTO lo Statuto di IMT Alti Studi, Lucca (nel seguito denominato IMT o Istituto ), emanato con Decreto Direttoriale

Dettagli

EURES vi aiuta ad assumere in Europa

EURES vi aiuta ad assumere in Europa EURES vi aiuta ad assumere in Europa Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali Commissione europea 1 EURES vi aiuta ad assumere in Europa State cercando di formare una forza lavoro

Dettagli

Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA

Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica CARTE COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI RINNOVABILI TERMICHE ED EFFICIENZA L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA Raffaele Scialdoni

Dettagli

Rendere l Europa un posto più sicuro, sano e produttivo in cui lavorare

Rendere l Europa un posto più sicuro, sano e produttivo in cui lavorare Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro Rendere l Europa un posto più sicuro, sano e produttivo in cui lavorare La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un

Dettagli

La partecipazione dei lavoratori nell ambito della sicurezza e della salute sul lavoro

La partecipazione dei lavoratori nell ambito della sicurezza e della salute sul lavoro Ambienti di lavoro sani Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi La partecipazione dei lavoratori nell ambito della sicurezza e della salute sul lavoro UNA GUIDA PRATICA La sicurezza e la salute

Dettagli

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia Le dimensioni quantitative del problema In Italia, nel, gli stradali sono stati 230.871. Questi hanno determinato 5.131 e 325.850, con un costo sociale

Dettagli

BANDO ERASMUS+ Mobilità Staff. Personale da Impresa estera A.A. 2015-2016

BANDO ERASMUS+ Mobilità Staff. Personale da Impresa estera A.A. 2015-2016 Prot.9707/a47 del 10.09.2015 Bologna, 10 settembre 2015 BANDO ERASMUS+ Mobilità Staff. Personale da Impresa estera A.A. 2015-2016 SCADENZA: 7 ottobre 2015 - Visto il Regolamento didattico che regola le

Dettagli

Newsletter novità europee 4/2012

Newsletter novità europee 4/2012 (Documento1 / 10/07/12) Newsletter novità europee 4/2012 Indice Eurobarometro 2 Monitoraggio dell impatto sociale della crisi 2 Finanziamenti 2 Banca del Consiglio d'europa per abitazioni per persone a

Dettagli

Leadership aziendale in materia di salute e sicurezza sul lavoro

Leadership aziendale in materia di salute e sicurezza sul lavoro Ambienti di lavoro sani e sicuri Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi Leadership aziendale in materia di salute e sicurezza sul lavoro GUIDA PRATICA La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano

Dettagli

EUROPEAN DIGITAL LANDSCAPE 2014

EUROPEAN DIGITAL LANDSCAPE 2014 we are social EUROPEAN DIGITAL LANDSCAPE ANALISI DI WE ARE SOCIAL DEI PRINCIPALI DATI & STATISTICHE DELLO SCENARIO DIGITAL Wearesocial.it @wearesocialit 1 PAESI ANALIZZATI IN QUESTO REPORT 17 12 28 37

Dettagli

Sondaggio d'opinione paneuropeo sulla salute e la sicurezza sul lavoro

Sondaggio d'opinione paneuropeo sulla salute e la sicurezza sul lavoro Sondaggio d'opinione paneuropeo sulla salute e la sicurezza sul lavoro Risultati in Europa e Italia - Maggio 2013 Risultati rappresentativi in 31 Paesi europei partecipanti per l'agenzia europea per la

Dettagli

La stabilità dei prezzi: perché è importante per te. Opuscolo informativo per gli studenti

La stabilità dei prezzi: perché è importante per te. Opuscolo informativo per gli studenti La stabilità dei prezzi: perché è importante per te Opuscolo informativo per gli studenti Che cosa puoi comprare con una banconota da 10 euro? Due CD singoli o forse quattro numeri del tuo settimanale

Dettagli

Presentazione del Progetto Emissions Trading ed Enti Locali. Il protocollo di Kyoto e l Emissions Trading

Presentazione del Progetto Emissions Trading ed Enti Locali. Il protocollo di Kyoto e l Emissions Trading Presentazione del Progetto Emissions Trading ed Enti Locali Il protocollo di Kyoto e l Emissions Trading I cambiamenti climatici. Alcuni dati Negli ultimi 100 anni le temperature media sono aumentate di

Dettagli

LA TUTELA DELL INNOVAZIONE TECNICA PROCEDURE DI BREVETTAZIONE. Studio Karaghiosoff e Frizzi srl

LA TUTELA DELL INNOVAZIONE TECNICA PROCEDURE DI BREVETTAZIONE. Studio Karaghiosoff e Frizzi srl LA TUTELA DELL INNOVAZIONE TECNICA PROCEDURE DI BREVETTAZIONE Cos è un brevetto: È un testo legale che descrive un invenzione e che deve essere depositato e protocollato da un ufficio nazionale, per l

Dettagli

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility ERASMUS PLUS Disposizioni nazionali allegate alla Guida al Programma 2015 Settore Istruzione Scolastica, Educazione degli Adulti e Istruzione Superiore KA1 School education staff mobility/ Adult education

Dettagli

BANDO ERASMUS+ MOBILITA PER STUDIO ANNO ACCADEMICO 2015/16

BANDO ERASMUS+ MOBILITA PER STUDIO ANNO ACCADEMICO 2015/16 BANDO ERASMUS+ MOBILITA PER STUDIO ANNO ACCADEMICO 2015/16 Informazioni Generali Il Servizio Relazioni Internazionali, Erasmus e mobilità informa STUDENTI e DOTTORANDI iscritti all Università per Stranieri

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA 22.9.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 286/23 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA Invito a presentare proposte Programma Cultura (2007-2013) Implementazione del programma:

Dettagli

IL PROCESSO DI BOLOGNA

IL PROCESSO DI BOLOGNA IL PROCESSO DI BOLOGNA Il Processo di Bologna è un processo di riforma a carattere europeo che si propone di realizzare lo Spazio Europeo dell'istruzione Superiore. Vi partecipano al momento 47 paesi europei

Dettagli

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency Gioventù in Azione 2007-2013 2013 Gioventù in Azione è: Un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile

Dettagli

Un Paese fra declino e ineguaglianze (1998-2009)

Un Paese fra declino e ineguaglianze (1998-2009) Un Paese fra declino e ineguaglianze (1998-2009) di Roberto Fanfani e Francesco Pagliacci* La discussione se l Italia stia declinando o meno ha subito fasi alterne nell ultimo decennio. Nelle analisi degli

Dettagli

Erasmus + ASPETTI FINANZIARI

Erasmus + ASPETTI FINANZIARI Erasmus + ASPETTI FINANZIARI KA1 per l Istruzione Superiore Mobilità per Studio (ex SMS) Mobilità per Traineeship (ex SMP) Staff Mobility (ex STA IN/OUT STT) Organisational Support (ex OM) KA1 - Mobilità

Dettagli

Erasmus per giovani imprenditori

Erasmus per giovani imprenditori Erasmus per giovani imprenditori Il nuovo Programma di scambio Europeo É un programma di scambio che offre agli aspiranti imprenditori la possibilità di lavorare a fianco di un imprenditore esperto nel

Dettagli

Assistenza medica programmata in Europa per i residenti del Lothian

Assistenza medica programmata in Europa per i residenti del Lothian Assistenza medica programmata in Europa per i residenti del Lothian Introduzione Il presente opuscolo spiega a quale finanziamento potreste avere diritto se siete normalmente residenti nella regione del

Dettagli

CEI EN 62353 2010-10 La seguente Norma è identica a: EN 62353:2008-01.

CEI EN 62353 2010-10 La seguente Norma è identica a: EN 62353:2008-01. N O R M A I T A L I A N A C E I Norma Italiana Data Pubblicazione CEI EN 62353 2010-10 La seguente Norma è identica a: EN 62353:2008-01. Titolo Apparecchi elettromedicali - Verifiche periodiche e prove

Dettagli

POLICY COMMERCIALE DI SVILUPPO NETWORK DELL AEROPORTO DI CAGLIARI

POLICY COMMERCIALE DI SVILUPPO NETWORK DELL AEROPORTO DI CAGLIARI POLICY COMMERCIALE DI SVILUPPO NETWORK DELL AEROPORTO DI CAGLIARI Programma di incentivazione per lo sviluppo del traffico dell Aeroporto di Cagliari mediante l avviamento e lo sviluppo di collegamenti

Dettagli

Luciano Camagni. Condirettore Generale Credito Valtellinese

Luciano Camagni. Condirettore Generale Credito Valtellinese Luciano Camagni Condirettore Generale Credito Valtellinese LA S PA S PA: area in cui i cittadini, le imprese e gli altri operatori economici sono in grado di eseguire e ricevere, indipendentemente dalla

Dettagli

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011 Gioventù in Azione 2007-20132013 INIZIATIVE GIOVANI Agenzia Nazionale per i Giovani Priorità ed obiettivi del programma Obiettivi Cittadinanza attiva Solidarietà e tolleranza tra i giovani Comprensione

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

IP/07/584. Bruxelles, 27 avril 2007

IP/07/584. Bruxelles, 27 avril 2007 IP/07/584 Bruxelles, 27 avril 2007 Sicurezza stradale: il programma d azione europeo continua a registrare buoni risultati l obiettivo di salvare 25 000 vite sulle strade d Europa può essere raggiunto

Dettagli

COS È SOLVIT? SOLVIT PUÒ AIUTARE A RISOLVERE PROBLEMI

COS È SOLVIT? SOLVIT PUÒ AIUTARE A RISOLVERE PROBLEMI COS È SOLVIT? Scegliere liberamente in quale paese europeo vivere, lavorare o studiare è un diritto fondamentale per i cittadini dell Unione europea. Anche le imprese hanno il diritto di stabilirsi, fornire

Dettagli

"SMS senza frontiere": la Commissione intende porre fine ai prezzi esorbitanti del roaming per gli SMS all'estero

SMS senza frontiere: la Commissione intende porre fine ai prezzi esorbitanti del roaming per gli SMS all'estero IP/08/1144 Bruxelles, 15 luglio 2008 "SMS senza frontiere": la Commissione intende porre fine ai prezzi esorbitanti del roaming per gli SMS all'estero Le cifre pubblicate oggi dalla Commissione europea

Dettagli

Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)?

Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)? MEMO/11/406 Bruxelles, 16 giugno 2011 Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)? Non si sa mai. Pensate di recarvi in un paese dell'ue,

Dettagli

EURES. La rete europea per il lavoro. Commissione europea

EURES. La rete europea per il lavoro. Commissione europea EURES La rete europea per il lavoro Commissione europea Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni

Dettagli

Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze

Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze Dal 2007-2013 al 2014-2020 Programmi esistenti fino al LIFELONG LEARNING PROGRAMME Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali UFFICIO STAMPA I CONFERENZA NAZIONALE SULL ALCOL Più salute meno rischi Costruire alleanze per il benessere e la sicurezza SCHEDA ALCOL: L ATTIVITA

Dettagli

Agenzia europea dell ambiente. chi siamo cosa facciamo come operiamo

Agenzia europea dell ambiente. chi siamo cosa facciamo come operiamo Agenzia europea dell ambiente Missione L AEA punta a contribuire a uno sviluppo sostenibile e ad un miglioramento significativo e misurabile dell ambiente in Europa, fornendo ai responsabili delle politiche

Dettagli

Il Sistema di allerta rapido per alimenti e mangimi

Il Sistema di allerta rapido per alimenti e mangimi Il Sistema di allerta rapido per alimenti e mangimi CHE COS È Il RASFF, Rapid Alert System for Food and Feed (Sistema di allerta rapido per alimenti e mangimi) è stato istituito per fornire un efficace

Dettagli

Divisione Prodotti. Erasmus e Studenti Stranieri UNIVERSITA DEL PIEMONTE ORIENTALE

Divisione Prodotti. Erasmus e Studenti Stranieri UNIVERSITA DEL PIEMONTE ORIENTALE Divisione Prodotti Settore Didattica e Servizi agli Studenti Erasmus e Studenti Stranieri UNIVERSITA DEL PIEMONTE ORIENTALE ERASMUS+ MOBILITA PER FORMAZIONE Bando per la mobilità del personale tecnico

Dettagli

UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%.

UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%. UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA ad aprile 2015 registrano 1.209.551 nuove immatricolazioni di autovetture,

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 12.7.2012 COM(2012) 385 final RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI sull attuazione

Dettagli

Il recepimento della direttiva servizi negli altri Paesi dell Ue

Il recepimento della direttiva servizi negli altri Paesi dell Ue Il recepimento della direttiva servizi negli altri Paesi dell Ue Torino, 1 luglio 2011 Matteo Carlo Borsani STRUTTURA DELLA PRESENTAZIONE Stato ed attuazione della Direttiva servizi (Direttiva 2006/123/CE)

Dettagli

Direttiva 2011/7/UE relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni Commerciali

Direttiva 2011/7/UE relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni Commerciali Direttiva 2011/7/UE relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni Commerciali Ms. Idaira Robayna Alfonso 4 Febbraio 2013- Milano, Italia Nuova direttiva sui ritardi di pagamento Direttiva

Dettagli

SIMULAZIONE DI SECONDA PROVA DIRITTO ED ECONOMIA POLITICA

SIMULAZIONE DI SECONDA PROVA DIRITTO ED ECONOMIA POLITICA SIMULAZIONE DI SECONDA PROVA DIRITTO ED ECONOMIA POLITICA Leggi con attenzione il seguente brano composto da due parti, una tratta dal sito ufficiale dell Unione europea e l altra dal sito Eurostat, l

Dettagli

L azione della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale

L azione della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale L azione della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2011-2012 Umberto Guidoni Segretario Generale Fondazione ANIA per la sicurezza stradale

Dettagli

Ingresso nella fase europea. Paola Giancane, Lawyer, EPO Filippo Santi, European and Italian Patent Attorney, Barzanò & Zanardo

Ingresso nella fase europea. Paola Giancane, Lawyer, EPO Filippo Santi, European and Italian Patent Attorney, Barzanò & Zanardo Ingresso nella fase europea Paola Giancane, Lawyer, EPO Filippo Santi, European and Italian Patent Attorney, Barzanò & Zanardo 10 November 2015 Outline Ingresso nella fase europea Risposta obbligatoria

Dettagli

L Azione Chiave 1 del Programma Erasmus+ - Istruzione Scolastica. Agenzia Erasmus+, INDIRE Firenze

L Azione Chiave 1 del Programma Erasmus+ - Istruzione Scolastica. Agenzia Erasmus+, INDIRE Firenze L Azione Chiave 1 del Programma Erasmus+ - Istruzione Scolastica Agenzia Erasmus+, INDIRE Firenze Obiettivi e priorità del Programma Le attività si concentreranno sulle priorità comuni relative alla strategia

Dettagli

REGIONE MARCHE SERVIZIO LAVORO. www.europa.eu./eures/

REGIONE MARCHE SERVIZIO LAVORO. www.europa.eu./eures/ REGIONE MARCHE SERVIZIO LAVORO www.europa.eu./eures/ EURES (European Employment Services Servizi europei per l impiego) nasce nel 1993: è una rete di cooperazione internazionale per promuovere e facilitare

Dettagli

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue Rapporto annuale 2012 3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, la contrazione della domanda interna nonostante la tenuta di quella estera ha determinato un calo dell

Dettagli

Scadenza 20 marzo 2015 ore 13

Scadenza 20 marzo 2015 ore 13 Bando per borse di mobilità anno accademico 2015-2016 Mobilità Staff per Docenza e per Training Scadenza 20 marzo 2015 ore 13 In base alla Erasmus Charter for Higher Education (ECHE), conseguita nel 2014,

Dettagli

Conservatorio di Musica G. Verdi di Como BANDO DI CONCORSO PER BORSE DI MOBILITA DEL PERSONALE DOCENTE E AMMINISTRATIVO

Conservatorio di Musica G. Verdi di Como BANDO DI CONCORSO PER BORSE DI MOBILITA DEL PERSONALE DOCENTE E AMMINISTRATIVO Prot. n. 291c23b del 27.01.2015 Conservatorio di Musica G. Verdi di Como ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE BANDO DI CONCORSO PER BORSE DI MOBILITA DEL PERSONALE DOCENTE E AMMINISTRATIVO premessa PROGRAMMA

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI ALLEGATO B Compilare l atto di candidatura, stamparlo, firmarlo ed inviarlo all Agenzia Nazionale LLP Italia per posta, o a mezzo fax nelle modalità specificate nell Invito a presentare candidature ESPERTI

Dettagli

La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave

La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave MEMO/08/XXX Bruxelles, 16 ottobre 2008 La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave La Commissione europea pubblica oggi il resoconto annuale delle tendenze sociali negli Stati

Dettagli

AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE. Formazione oltre i confini per crescere insieme

AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE. Formazione oltre i confini per crescere insieme AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE Formazione oltre i confini per crescere insieme SELEZIONE CANDIDATURE PAESE SELEZIONE CANDIDATURE FORMAZIONE FRANCIA 12 3 Formazione Esabac 3 Formazione

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 27.1.2009 COM(2009) 9 definitivo COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO Monitoraggio delle emissioni di CO2 delle automobili

Dettagli

ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE

ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE parte riservata: CODICE data Alla Direzione Patrimonio Immobiliare Appalti Ufficio Acquisti richiedente struttura RITENUTE l inserimento Si chiede cortesemente di provvedere

Dettagli

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05 Tendenze nazionali nel Processo di Bologna Comunicato stampa In occasione della Conferenza dei Ministri dell'istruzione superiore di Bergen

Dettagli

Laurence A. Bannerman Segretario Generale AIPARK Vice Presidente EPA. E in Europa intanto

Laurence A. Bannerman Segretario Generale AIPARK Vice Presidente EPA. E in Europa intanto Laurence A. Bannerman Segretario Generale AIPARK Vice Presidente EPA E in Europa intanto Negli ultimi due decenni il Parking Management è stato universalmente riconosciuto come uno dei modi più importanti

Dettagli

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio,

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio, Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio per motivi di lavoro studio o vacanza è diventato più semplice grazie alla tessera sanitaria europea

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 24.6.2009 COM(2009) 282 definitivo RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO sull applicazione del regolamento (CEE) n. 259/93

Dettagli

Creditreform Italia Gruppo Creditreform 2011 Company_2011 1

Creditreform Italia Gruppo Creditreform 2011 Company_2011 1 Creditreform Italia 1 Creditreform in Europa Creditreform nata in Germania nel 1879 Servizi di Informazioni Commerciali, Recupero Crediti e Marketing 543.000.000 fatturato totale 170.000 clienti 200 sedi

Dettagli

Conoscere il mercato dell efficienza energetica: IL PROGETTO «IMPRESA ENERGIA» E LE OPPORTUNITA PER LE AZIENDE Alessandro Viola - Assolombarda

Conoscere il mercato dell efficienza energetica: IL PROGETTO «IMPRESA ENERGIA» E LE OPPORTUNITA PER LE AZIENDE Alessandro Viola - Assolombarda Conoscere il mercato dell efficienza energetica: IL PROGETTO «IMPRESA ENERGIA» E LE OPPORTUNITA PER LE AZIENDE Alessandro Viola - Assolombarda QUALE MERCATO PER I PRODOTTI E SERVIZI PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Nome: Politica sulla privacy Safe Harbor per i Politica numero: P.01.01

Nome: Politica sulla privacy Safe Harbor per i Politica numero: P.01.01 Nome: Politica sulla privacy Safe Harbor per i Politica numero: P.01.01 dipendenti Nome del reparto: Ufficio legale Brunswick Pagina: 1 di 6 Data di emissione originale: 22 aprile 2013 Data di revisione:

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

Sviluppare una cultura della prevenzione sulla SSL in Europa

Sviluppare una cultura della prevenzione sulla SSL in Europa Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro Sviluppare una cultura della prevenzione sulla SSL in Europa Sintesi della relazione annuale 2005 dell Agenzia ISSN 1725-7794 1. 2. 3. Sintesi della

Dettagli

Cosa è il Volontariato?

Cosa è il Volontariato? VOLONTARIATO Cosa è il Volontariato? Attività all'interno di una organizzazione strutturata Aree di intervento: ambiente, arte, cultura, conservazione del patrimonio culturale, disabilità, disagio sociale,

Dettagli

DECISIONE DELLA COMMISSIONE

DECISIONE DELLA COMMISSIONE 7.9.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 240/27 DECISIONE DELLA COMMISSIONE del 5 settembre 2013 relativa alle misure nazionali di attuazione per l assegnazione transitoria a titolo gratuito di

Dettagli

PROGRAMMA ERASMUS+ KA1 - BORSE DI MOBILITÀ PER TRAINEESHIP. Bando per l assegnazione di borse di mobilità per studenti e neolaureati

PROGRAMMA ERASMUS+ KA1 - BORSE DI MOBILITÀ PER TRAINEESHIP. Bando per l assegnazione di borse di mobilità per studenti e neolaureati PROGRAMMA ERASMUS+ KA1 - BORSE DI MOBILITÀ PER TRAINEESHIP Bando per l assegnazione di borse di mobilità per studenti e neolaureati a.a. 2015/16 Pubblicato con Decreto del Rettore n. 117/2015 dd. 05.10.2015

Dettagli

Sito ufficiale Italiano della Campagna di Informazione sul Processo di Bologna www.processodibologna.it

Sito ufficiale Italiano della Campagna di Informazione sul Processo di Bologna www.processodibologna.it LINK Sito ufficiale del Processo di Bologna 2007-2009: www.bologna2009benelux.org Sito ufficiale Italiano della Campagna di Informazione sul Processo di Bologna www.processodibologna.it Portale sul riconoscimento

Dettagli

Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing and energy exchange

Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing and energy exchange Piattaforma Italiana Power House Europe Incontro Seminariale GdL2 - Questioni tecniche Roma, 10 Novembre 2010 - Palazzo della Cooperazione Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing

Dettagli

Occupazione femminile e maternità. Alessandra Casarico Università Bocconi

Occupazione femminile e maternità. Alessandra Casarico Università Bocconi Occupazione femminile e maternità Alessandra Casarico Università Bocconi Donne: nuove regole, nuove opportunità Roma, 25 maggio 2015 Temi I differenziali di genere nel mercato del lavoro Le ragioni dei

Dettagli

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002 HW Health World Ocse health data 2002 di Mario Coi e Federico Spandonaro Ceis Sanità, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma Tor Vergata La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea?

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea? L Europa in sintesi Cos è l Unione europea? È europea È un unione = si trova in Europa. = unisce paesi e persone. Guardiamola più da vicino: cosa hanno in comune gli europei? Come si è sviluppata l Unione

Dettagli

Il Programma Erasmus+ Azione Chiave 1 - Educazione degli Adulti. Agenzia Erasmus+, INDIRE Firenze

Il Programma Erasmus+ Azione Chiave 1 - Educazione degli Adulti. Agenzia Erasmus+, INDIRE Firenze Il Programma Erasmus+ Azione Chiave 1 - Educazione degli Adulti Agenzia Erasmus+, INDIRE Firenze 1 Obiettivi e priorità del Programma Le attività si concentreranno sulle priorità comuni relative alla strategia

Dettagli

La figura del Dottore di Ricerca al Politecnico di Milano 8 Workshop di R&S 16 aprile 2014

La figura del Dottore di Ricerca al Politecnico di Milano 8 Workshop di R&S 16 aprile 2014 La figura del Dottore di Ricerca al Politecnico di Milano 8 Workshop di R&S 16 aprile 2014 Gli studi dottorali 2 I dottorandi: studenti o ricercatori? Consenso: Ricerche originali devono essere la componente

Dettagli

Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri

Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri Milano, 13 giugno 2013 Uso: Confidential Enel oggi Operatore energetico internazionale Presenza in 40 paesi Capacità installata

Dettagli

CITTÀ EUROPEE E MOBILITÀ URBANA: IMPATTO DELLE SCELTE MODALI

CITTÀ EUROPEE E MOBILITÀ URBANA: IMPATTO DELLE SCELTE MODALI CITTÀ EUROPEE E MOBILITÀ URBANA: IMPATTO DELLE SCELTE MODALI Eleonora Pieralice Luca Trepiedi Firenze 8 10 ottobre 2014 Mobilità urbana e scelte modali 1 spostamento urbano su 4 si compie a piedi circa

Dettagli

Università degli Studi di Perugia DR n. 2323

Università degli Studi di Perugia DR n. 2323 Università degli Studi di Perugia DR n. 2323 Il Rettore Oggetto: Avviso di selezione per l attribuzione di n. 30 contributi di mobilità per attività di Training (Staff mobility for training) Programma

Dettagli

Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche. Circolare n. 28. Roma, 6 febbraio 2015.

Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche. Circolare n. 28. Roma, 6 febbraio 2015. Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche Circolare n. 28 Roma, 6 febbraio 2015 Al Ai Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 6.0.2006 COM(2006) 593 definitivo RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO sulla promozione da parte degli Stati membri delle donazioni

Dettagli

UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%.

UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%. UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%. A marzo 2014 si registra il 7 incremento consecutivo delle vendite di autovetture nel mercato UE28+EFTA: +10,4% con 1.489.796 unità. I cinque principali

Dettagli

guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE

guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 2 guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 3 INDICE 1 Cos è la SEPA?

Dettagli

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive, Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento

Dettagli

ERASMUS+ Bando per Borse di Mobilità. da realizzare durante l'anno accademico 2015/2016. Mobilità degli Studenti per Studio e per Tirocinio

ERASMUS+ Bando per Borse di Mobilità. da realizzare durante l'anno accademico 2015/2016. Mobilità degli Studenti per Studio e per Tirocinio ERASMUS+ Bando per Borse di Mobilità da realizzare durante l'anno accademico 2015/2016 Mobilità degli Studenti per Studio e per Tirocinio Scadenza per la presentazione delle domande: 2 gennaio 2015 Mobilità

Dettagli

IL FONDO SOCIALE EUROPEO E LA PROMOZIONE DELLE PARI OPPORTUNITÀ

IL FONDO SOCIALE EUROPEO E LA PROMOZIONE DELLE PARI OPPORTUNITÀ IL FONDO SOCIALE EUROPEO E LA PROMOZIONE DELLE PARI OPPORTUNITÀ SCHEDA RIASSUNTIVA Commissione europea Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile

Dettagli

PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013

PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013 PREZZI E FISCALITA' DI BENZINA E GASOLIO AUTO IN EUROPA elaborazioni su dati Commissione UE rilevati in data 4 NOVEMBRE 2013 PREZZO DEL PETROLIO (da Gennaio 2010 ) RAPPORTO DI CAMBIO /$ (da Gennaio 2010

Dettagli

COME EFFETTUATE I PAGAMENTI? COME LI VORRESTE EFFETTUARE?

COME EFFETTUATE I PAGAMENTI? COME LI VORRESTE EFFETTUARE? COME EFFETTUATE I PAGAMENTI? COME LI VORRESTE EFFETTUARE? 2/09/2008-22/10/2008 329 risposte PARTECIPAZIONE Paese DE - Germania 55 (16.7%) PL - Polonia 41 (12.5%) DK - Danimarca 20 (6.1%) NL - Paesi Bassi

Dettagli

ATTO DI CANDIDATURA. Posizione professionale attuale

ATTO DI CANDIDATURA. Posizione professionale attuale LOGO MLPS/MIUR ALLEGATO B N di Protocollo ATTO DI CANDIDATURA ESPERTI INDIPENDENTI NEL QUADRO DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME: NOME(I): DATA DI NASCITA (GG/MM/AAAA): / /

Dettagli

PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS

PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS p. 1/10 Università della Calabria PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS Dr. Antonio Fuduli (Corso di Laurea in Informatica) Dr. Gennaro Infante (Corso di Laurea in Matematica) p. 2/10 Lifelong Learning

Dettagli

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Unità 1 Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Itinerario 1 Il cammino degli Stati europei 10 Le origini dell Europa 10 Un continente diverso dagli altri 10 L Europa romana e medievale 12 L Impero

Dettagli

IL FONDO SOCIALE EUROPEO E DISABILI

IL FONDO SOCIALE EUROPEO E DISABILI IL FONDO SOCIALE EUROPEO E DISABILI SCHEDA RIASSUNTIVA Commissione europea Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere

Dettagli

Prime stime dei costi del lavoro in Svizzera

Prime stime dei costi del lavoro in Svizzera Office fédéral de la statistique Bundesamt für Statistik Ufficio federale di statistica Uffizi federal da statistica Swiss Federal Statistical Office COMMUNIQUÉ DE PRESSE MEDIENMITTEILUNG COMUNICATO STAMPA

Dettagli

UNIONE EUROPEA-Efta Nel 1 trimestre 2015 aumentano del 29,1% le immatricolazioni di vetture ad alimentazione alternativa.

UNIONE EUROPEA-Efta Nel 1 trimestre 2015 aumentano del 29,1% le immatricolazioni di vetture ad alimentazione alternativa. UNIONE EUROPEA-Efta Nel 1 trimestre 2015 aumentano del 29,1% le immatricolazioni di vetture ad alimentazione alternativa..totale Alimentazioni Alternative (AVFs 1 ) L Italia è il paese dell Unione europea

Dettagli

SEMPRE IN MOVIMENTO. MOBILITÀ IN TUTTA EUROPA CON MINI MOBILE CARE. MINI Service

SEMPRE IN MOVIMENTO. MOBILITÀ IN TUTTA EUROPA CON MINI MOBILE CARE. MINI Service SEMPRE IN MOVIMENTO. MOBILITÀ IN TUTTA EUROPA CON MINI MOBILE CARE. MINI Service TRA POCO SI RIPARTE. CON MINI MOBILE CARE. La vostra MINI ama le sfide. Ogni rettilineo, ogni curva è puro divertimento.

Dettagli

Prestazioni in caso di ricerca di lavoro all estero

Prestazioni in caso di ricerca di lavoro all estero EDIZIONE 2012 Informazione complementare all Info-Service «Disoccupazione» Un opuscolo per i disoccupati Prestazioni in caso di ricerca di lavoro all estero (Stati membri dell UE o dell AELS) 2 OSSERVAZIONI

Dettagli

GuidA. Webinar Axis Guida per l utente

GuidA. Webinar Axis Guida per l utente GuidA Webinar Axis Guida per l utente Introduzione La partecipazione a un Webinar Axis è un modo rapido e facile per ottenere informazioni aggiuntive non solo su nuovi prodotti o tecnologie. Questi webinar

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 23.3.2011 COM(2011) 138 definitivo RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI Seconda

Dettagli

Un giorno farò il giro del mondo

Un giorno farò il giro del mondo Un giorno farò il giro del mondo Con l Erasmus il giro inizia oggi! L'Erasmus è favoloso perché permette di crescere: ci si ritrova lontani da casa senza amici, senza famiglia, senza sapere di chi ci si

Dettagli

UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%.

UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%. UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%. Il mercato automotive mostra importanti segnali di ripresa, sebbene il massimo storico del 2007, oltre 16 millioni di

Dettagli