Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi"

Transcript

1 La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda. Ambienti di lavoro sani e sicuri Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi Guida della campagna Leadership aziendale e partecipazione dei lavoratori nell ambito della salute e della sicurezza sul lavoro Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro Ambienti di lavoro sani e sicuri

2 Europe Direct è un servizio a vostra disposizione per aiutarvi a trovare le risposte ai vostri interrogativi sull Unione europea Numero verde unico (*): (*) Alcuni gestori di telefonia mobile non consentono l accesso ai numeri o non ne accettano la gratuità. Ulteriori informazioni sull Unione europea sono disponibili su Internet consultando il portale Europa (http://europa.eu). Una scheda catalografica figura alla fine del volume. Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

3 Indice Introduzione 4 Entità del problema 5 Perché l UE sta conducendo questa campagna 7 Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi 9 Che cosa significa «prevenzione» nella pratica? 10 Il ruolo del management aziendale 12 Che cosa significa «leadership» nella pratica? 13 Perché la partecipazione dei lavoratori è fondamentale 15 Incoraggiare la partecipazione dei lavoratori 15 Che cosa significa «partecipazione dei lavoratori» nella pratica? 17 La campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 19 Come funziona la campagna 19 Chi può partecipare? 19 Come partecipare 20 La nostra attuale rete di partner 21 Il nostro impegno nei confronti delle campagne precedenti e i loro successi 22 Risorse 24 Recapiti 26 EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 3

4 Introduzione La salute e la sicurezza sul lavoro sono un bene per l azienda, per i lavoratori e per la società nel suo complesso. È facile perdere di vista questi fatti quando incombono scadenze e obiettivi di produzione. In quei momenti, anziché trattare la sicurezza e la salute come «oneri burocratici», è più importante che mai essere consapevoli dei rischi sul luogo di lavoro. Il presente opuscolo costituisce la guida principale della campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri «Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi», organizzata dall Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA). Obiettivo di questa campagna è aiutare voi, la vostra azienda, i vostri lavoratori, i loro rappresentanti e l intera catena di fornitura a valutare e ridurre i rischi sul luogo di lavoro. Benché il management aziendale sia il primo responsabile della sicurezza e della salute, i risultati più efficaci si ottengono sempre dalla collaborazione delle parti interessate. Secondo Eurostat ( 1 ), ogni anno nell UE oltre persone perdono la vita a causa di incidenti sul lavoro. Inoltre, l Organizzazione internazionale del lavoro stima che altri lavoratori muoiano ( 2 ) a causa di malattie professionali. Gran parte di queste vite potrebbero essere salvate se si prevenissero i rischi e venissero scrupolosamente attuate e seguite opportune misure di sicurezza. Spesso si afferma che «prevenire è meglio che curare» e questa asserzione è più che mai valida per la promozione di ambienti di lavoro sani e sicuri. Per questo motivo, la campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri si concentra essenzialmente sulla prevenzione dei rischi. La campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri è decentralizzata ed è finalizzata ad aiutare le autorità, le imprese, le organizzazioni, i dirigenti, i lavoratori e i loro rappresentanti nonché altre parti interessate a livello nazionale a collaborare al rafforzamento della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro. La campagna è incentrata sulle seguenti azioni: prevenire i rischi, gestire i rischi, incoraggiare il management aziendale a partecipare attivamente alla riduzione dei rischi, incoraggiare i lavoratori, i loro rappresentanti e altre parti interessate a collaborare con il management aziendale per ridurre i rischi. Prevenire è meglio che curare. 4 EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

5 D importanza fondamentale per la campagna è una serie di materiali che favoriranno la realizzazione di questi obiettivi, tra cui rapporti, guide pratiche, brochure, poster e DVD. Inoltre uniremo le forze con i nostri partner e con i focal point nazionali per promuovere la Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, contribuendo altresì all organizzazione di seminari di formazione, conferenze e mostre. L Agenzia ha inoltre creato un sito Internet interattivo che offre un gran numero di aiuti e orientamenti precisi e concreti. Questa guida della campagna contiene molte statistiche che illustrano i problemi che devono essere affrontati e le aree su cui è più opportuno concentrare gli sforzi. Tuttavia, occorre altresì ricordare che, troppo spesso, dietro tali cifre si nasconde una tragedia umana. Entità del problema Ogni tre minuti e mezzo nell Unione europea muore una persona a seguito di un infortunio sul lavoro o di una malattia professionale. Nel 2007, l ultimo anno per cui sono disponibili statistiche comparabili a livello di UE-27, 6,9 milioni di persone sono state vittime di uno o più incidenti sul lavoro ( 3 ). Oltre a questi, altri milioni di lavoratori in Europa soffrono di problemi di salute collegati al lavoro. Gli infortuni comportano un costo elevato per i lavoratori e le loro famiglie, i loro datori di lavoro e la società nel suo complesso. Secondo l indagine sulla forza lavoro del 2007 ( 4 ), al 73 % e al 22 % degli infortuni sul lavoro hanno fatto rispettivamente seguito congedi per malattia di almeno un giorno e di almeno un mese. Questi tassi di morbilità e problemi di salute collegati al lavoro hanno un impatto diretto sulla crescita economica e sull occupazione in Europa. Di fatto, ogni anno si perdono almeno 450 milioni di giorni lavorativi ( 5 ). Le stime variano, ma questi infortuni e problemi di salute costano all economia dell UE almeno 490 miliardi di euro l anno ( 6 ). Le ricerche rivelano che nella grande maggioranza dei casi gli infortuni e i problemi di salute collegati al lavoro possono essere evitati. Fortunatamente in questo settore si sono registrati rapidi progressi. Tra il 1999 e il 2007 l UE ha drasticamente migliorato la sicurezza sul lavoro: gli infortuni mortali, infatti, sono scesi da a ( 7 ) nell UE-15. Il miglioramento della sicurezza sul posto di lavoro è avvenuto addirittura più rapidamente per gli infortuni non mortali, che sono diminuiti di oltre ( 8 ). Nonostante queste buone notizie, le malattie professionali, che spesso hanno un lungo periodo di latenza, sono evidentemente in aumento. ( 1 ), ( 3 ), ( 4 ) e ( 7 ) Health and safety at work in Europe ( ) A statistical portrait, Ufficio delle pubblicazioni dell Unione europea, Lussemburgo, 2010, 97 pagg. ( 2 ) International Labour Organization Cifra stimata per l UE-27 (http://www.ilo.org/public/english/region/eurpro/moscow/areas/safety/docs/worldcongressreporteng.pdf). ( 5 ) Sommando gli 83 milioni di giorni lavorativi persi a causa di infortuni ai 367 milioni di giorni lavorativi persi per problemi di salute, Health and safety at work in Europe ( ) A statistical portrait, Ufficio delle pubblicazioni dell Unione europea, Lussemburgo, 2010, 97 pagg. ( 6 ) Presupponendo una perdita del 4 % del PIL a causa di condizioni di lavoro precarie (http://osha.europa.eu/en/press/articles/present-new-and-emerging-risks-ioha). ( 8 ) «Accidents at Work (ESAW) until 2007» di Eurostat (http://appsso.eurostat.ec.europa.eu/nui/show.do?dataset=hsw_aw_nnasx&lang=en). EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 5

6 STUDIO DI CASO Olimpiadi, Regno Unito Leadership nell ambito della sicurezza e della salute L Olympic Delivery Authority (ODA) è l organizzazione responsabile della creazione del parco olimpico e dei siti associati per i Giochi olimpici e paraolimpici di Londra Il parco olimpico è stato costruito su oltre 200 ettari di terreno altamente contaminato nell East London. Alla costruzione del parco hanno lavorato circa persone e nei periodi di punta i presenti in loco erano oltre Si è trattato di un progetto enorme, che se non fosse stato gestito in maniera adeguata avrebbe potuto causare un numero inaccettabile di vittime e feriti gravi. Degli oltre 70 milioni di ore lavorate, si sono registrati 25 periodi di un milione di ore senza un incidente di rilievo notificabile, quattro periodi di due milioni di ore e uno di tre milioni di ore. L ODA ascrive questo invidiabile primato alla fortissima leadership che si è concentrata sull eliminazione di tutti gli incidenti dal progetto. L autorità ha dichiarato di avere assunto, nei confronti dei dipendenti, l impegno di: gestire i rischi esistenti per la loro salute e sicurezza, allestire luoghi e sistemi di lavoro sicuri, fornire informazioni, istruzioni, formazione e sorveglianza, coinvolgere entusiasticamente il personale, i partner e i fornitori nell assolvimento di queste responsabilità. Sono state stabilite chiare linee di comunicazione lungo l intera catena di gestione. Inoltre, il direttore generale e il presidente del progetto hanno dichiarato congiuntamente che avrebbero «periodicamente riferito al consiglio di amministrazione dell ODA riguardo alle prestazioni in materia di salute, sicurezza e ambiente nonché nel caso di un incidente di rilievo notificabile». Inoltre, il comitato per la sicurezza, la salute e l ambiente del consiglio di amministrazione ha periodicamente rivisto le prestazioni e la governance del programma di costruzione e ha stabilito di riesaminare e modificare le pratiche lavorative «ogniqualvolta necessario». Tali modifiche sono state comunicate a tutto il personale e a tutti i fornitori al fine di potenziare al massimo la sicurezza e la salute per tutte le parti coinvolte nella realizzazione delle Olimpiadi. I risultati sul piano della sicurezza relativa al programma sono progressivamente migliorati a seguito delle iniziative intraprese e dell impegno dei lavoratori. 6 EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

7 Perché l UE sta conducendo questa campagna La promozione della sicurezza e della salute è sempre stata uno dei principi fondamentali dell integrazione europea per una serie di motivi etici, sociali ed economici. Innanzitutto, a livello etico è evidente che la promozione della sicurezza e della salute deve essere una delle principali priorità per qualsiasi organo direttivo o amministrativo. In secondo luogo, uno dei fondamenti del mercato unico europeo è costituito dalle norme armonizzate, comprese quelle che disciplinano la sicurezza di prodotti e processi. Tali norme armonizzate contribuiscono a garantire il buon funzionamento delle aziende nell UE. In terzo luogo, la promozione della sicurezza e della salute non solo migliora la protezione dei lavoratori, ma contribuisce anche all efficienza aziendale. Anche l attuale strategia dell UE invoca i principi fondamentali della prevenzione, che sono delineati più dettagliatamente nella direttiva 89/391/CEE del Consiglio, del 12 giugno 1989, la «direttiva quadro». L articolo 6 di questa direttiva stabilisce che spetta al datore di lavoro prendere misure per la protezione della sicurezza e della salute in linea con questi principi generali di prevenzione. Tutto il management aziendale deve indubbiamente dare prova di una chiara leadership a tal fine. La direttiva sottolinea altresì l importanza della partecipazione dei lavoratori nell adozione di tali misure, elemento che più recentemente è stato anche riconosciuto come diritto fondamentale nell articolo 27 della Carta europea dei diritti fondamentali. Evidentemente, non sussiste solo la necessità pratica di un intervento comunitario, ma esiste anche un esigenza giuridica tassativa. «Se la leadership colpisce nel segno, si possono ottenere risultati fantastici in termini di sicurezza» LAWRENCE WATERMAN, RESPONSABILE DELLA SICUREZZA, OLYMPIC DELIVERY AUTHORITY EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 7

8 Vantaggi derivanti da una buona politica di sicurezza e salute Affrontare questioni relative alla salute e alla sicurezza permette di migliorare l efficienza aziendale nonché di proteggere i lavoratori. Le opportunità fornite in tal senso sono state analizzate nella recente indagine europea fra le imprese sui rischi nuovi ed emergenti (Esener) ( 9 ). I vantaggi possono comprendere: riduzione dei costi e dei rischi: diminuiscono i tassi di assenteismo e di ricambio dei dipendenti, gli incidenti sono meno frequenti e si attenua la minaccia di azioni legali; migliore reputazione presso fornitori e partner; migliore reputazione di responsabilità sociale delle imprese presso investitori, clienti e comunità; maggiore produttività: i dipendenti godono di una salute migliore, sono più soddisfatti e maggiormente motivati. ( 9 ) EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, Rappresentanza e consultazione dei lavoratori in materia di salute e sicurezza Analisi dei risultati dell indagine europea fra le imprese sui rischi nuovi ed emergenti, EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro EU-OSHA/Jim Holmes

9 Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi La prevenzione è la base dell approccio europeo alla gestione dei rischi. In pratica, prevede l analisi dei processi di lavoro al fine di individuare i rischi a breve e lungo termine intervenendo successivamente per eliminarli o attenuarli. In poche parole, per prevenzione si intende la gestione dei rischi professionali al fine ultimo di ridurre ed eliminare gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. Datori di lavoro e tutto il management aziendale sono i responsabili finali della gestione dei rischi, ma i loro sforzi sono destinati a fallire senza la partecipazione attiva dei lavoratori. Per questi motivi la presente campagna accorda particolare rilievo all importanza che la leadership aziendale e la partecipazione attiva dei lavoratori vadano di pari passo. Per contribuire a sostenere questi temi essenziali, la campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri persegue i seguenti obiettivi strategici: promuovere il messaggio fondamentale secondo cui lavoratori e management aziendale devono collaborare alla prevenzione dei rischi per motivi pratici, giuridici, economici ed etici; fornire orientamenti chiari e semplici per consentire ai datori di lavoro di gestire rischi professionali specifici in partenariato con i lavoratori e i loro rappresentanti; fornire orientamenti pratici, informazioni e strumenti volti a promuovere la cultura della prevenzione dei rischi, in particolare nelle piccole e medie imprese; favorire l inclusione della gestione della sicurezza e della salute sul lavoro nelle politiche di responsabilità sociale delle imprese; fornire le basi per una cultura della prevenzione dei rischi più sostenibile in Europa. «Qualunque siano le dimensioni di una determinata organizzazione, la leadership aziendale e la partecipazione attiva dei lavoratori sono fondamentali per una gestione efficace della salute e della sicurezza. Ecco perché invito le imprese grandi e piccole, pubbliche e private, ad aderire a questa campagna» CHRISTA SEDLATSCHEK, DIRETTORE EU-OSHA EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 9

10 Che cosa significa «prevenzione» nella pratica? EU-OSHA/Jim Holmes EU-OSHA/Jim Holmes I principi generali della prevenzione sono sanciti dall articolo 6 della direttiva quadro (cfr. di seguito). È indispensabile che i datori di lavoro, i lavoratori e i loro rappresentanti comprendano questi principi per riuscire effettivamente a controllare, o preferibilmente a eliminare, i rischi. I principi di base della prevenzione dei rischi sono i seguenti: evitare i rischi, valutare i rischi che non possono essere evitati, combatterli alla fonte, adeguare il lavoro all uomo, in particolare per quanto concerne la concezione dei posti di lavoro e la scelta delle attrezzature e dei metodi di produzione (nonché ridurre, per quanto possibile, il lavoro monotono), tener conto del grado di evoluzione della tecnica, sostituire ciò che è pericoloso con ciò che non è pericoloso o che è meno pericoloso, programmare la prevenzione, mirando ad un sistema che integri la tecnica, l organizzazione del lavoro, le condizioni di lavoro, le relazioni sociali e l influenza dei fattori dell ambiente di lavoro, dare la priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale, impartire adeguate istruzioni ai lavoratori. Prevenire significa gestire i rischi. I rischi si gestiscono attraverso la collaborazione delle persone. 10 EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

11 STUDIO DI CASO BASF: la sicurezza al primo posto Evitare del tutto i rischi è semplicemente impossibile in molti settori e l industria chimica ne è un esempio saliente. I dipendenti di BASF, una delle aziende chimiche più grandi al mondo, sono quotidianamente esposti a una vasta serie di rischi. Anziché affrontare ogni rischio singolarmente, l impresa ha deciso di adottare un approccio olistico modificando l intera cultura aziendale in modo da privilegiare la sicurezza. Il fulcro di questo programma è stata una campagna volta a ridurre dell 80 % tra il 2002 e il 2020 il tempo perso a causa di infortuni e malattie professionali. Alla fine del 2008 il progetto ha cominciato a dare i suoi frutti, con una riduzione del tempo perso a causa degli infortuni e delle malattie professionali rispettivamente del 46 % e del 23 %. L azienda attribuisce questi risultati all attuazione delle strategie indicate di seguito. Il management aziendale dimostra un impegno credibile e visibile nei confronti della sicurezza dando il buon esempio, accordando priorità alla sicurezza e garantendo chiarezza in tutte le questioni relative alla sicurezza. I dipendenti vengono coinvolti in tutti gli aspetti della sicurezza e apportano attivamente le loro conoscenze ed esperienze. L impresa attribuisce importanza alla responsabilità individuale. Tutti i dipendenti e tutto il management sono tenuti a rispettare ogni regolamento e norma applicabile, ad agire nella consapevolezza dei rischi, a reagire ai pericoli nonché a imparare dagli errori propri e altrui. Management e dipendenti vengono incoraggiati a parlare apertamente di sicurezza in un clima di fiducia all interno dell organizzazione. Al contempo si cerca di promuovere l apprendimento rispettando conoscenze ed esperienze. EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 11

12 Il ruolo del management aziendale EU-OSHA/Jim Holmes EU-OSHA/Jim Holmes Salute e sicurezza devono fare parte del processo quotidiano della gestione di un azienda. Se non si gestiscono la salute e la sicurezza, non si gestisce l azienda. A partire dai vertici dell organizzazione e lungo l intera catena aziendale, la gestione della salute e della sicurezza deve costituire parte integrante della cultura di chi opera nel luogo di lavoro, non un aspetto di competenza degli specialisti. La consultazione con i lavoratori e i loro rappresentanti in materia di sicurezza e salute deve essere considerata un principio guida di una gestione efficace. Ciononostante, il management aziendale non deve limitarsi a consultare i propri dipendenti, ma deve coinvolgerli in maniera attiva e incoraggiarli a partecipare apertamente al processo decisionale. La consultazione non è solo un requisito giuridico, può avere anche un valore economico. I lavoratori sono in grado di conoscere i rischi principali con cui sono confrontati quotidianamente e spesso sanno individuare soluzioni semplici ed efficaci in termini di costi. Salute e sicurezza devono fare parte del processo quotidiano della gestione di un azienda, che deve essere considerato come un sistema dinamico che si adegua ed evolve nel tempo anziché essere un rigido esercizio burocratico che si oppone al cambiamento. È importante che il management aziendale dia prova di leadership, ad esempio osservando tutte le norme in materia di sicurezza e salute anziché limitandosi a imporne il rispetto da parte dei dipendenti. ( 10 ) Stadler, P. e Spieß, E., Mitarbeiterorientierte Führung und soziale Unterstützung am Arbeitsplatz, INQA/Bundesanstalt für Arbeitsschutz und Arbeitsmedizin, 2005 (consultabile all indirizzo 12 EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

13 È altresì provato che il management aziendale che è in grado di gestire validamente la sicurezza e la salute sul lavoro ha tassi di assenteismo minori, poiché i congedi per malattia e il benessere del personale sono associati al comportamento dirigenziale ( 10 ). È stato dimostrato che il numero di dipendenti che si ammala dipende dal management. Quando un rappresentante del management aziendale viene trasferito presso un altro reparto, la durata media dei congedi per malattia dei dipendenti di cui questo è responsabile non cambia anche se i membri del personale sono cambiati. Che cosa significa «leadership» nella pratica? Significa: dimostrare un impegno visibile e attivo da parte del consiglio di amministrazione e dei direttori/ del titolare; istituire strutture di gestione e sistemi di comunicazione efficaci «verso il basso», o sistemi di comunicazione trasversale nelle piccole imprese; coinvolgere i lavoratori e i loro rappresentanti nella promozione e nella realizzazione di condizioni di sicurezza e di salute sul lavoro, ad esempio conferendo loro poteri in tal senso, incoraggiando un effettiva comunicazione «verso l alto» e fornendo una formazione di alta qualità; gestire la sicurezza e la salute sulla base di valutazioni dei rischi efficaci; integrare una valida gestione della sicurezza e della salute in tutte le parti del processo aziendale; garantire la centralità della sicurezza e della salute (e dei loro valori fondamentali) nelle strategie di responsabilità sociale delle imprese; promuovere queste idee lungo l intera catena di fornitura; monitorare, riferire e rivedere le prestazioni in materia di salute e sicurezza. Esempi concreti di leadership in materia di sicurezza e salute sul lavoro: fungere da modello (e seguire sempre sia lo spirito sia il contenuto delle norme in materia di sicurezza e salute); assumersi la responsabilità personale e dimostrare il proprio interesse; visitare postazioni di lavoro al fine di condividere con il personale le preoccupazioni in materia di sicurezza e salute (i lavoratori possono essere in grado non solo di individuare problemi, ma anche di fornire soluzioni); mettere a disposizione denaro e tempo assegnando, ad esempio, risorse per formazione, attrezzature o specialisti in materia di sicurezza e salute, con l impegno del management aziendale. «Attribuiamo importanza alla responsabilità individuale di ogni dipendente e a tutti i livelli dirigenziali in materia di sicurezza» SHLOMO COHEN, RESPONSABILE DI SITO, INTEL AMSTERDAM EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 13

14 STUDIO DI CASO Riduzione dei rischi in una piccola azienda austriaca Marchl è una piccola azienda familiare austriaca specializzata nella fabbricazione di prodotti a base di acciaio come tettoie per automobili, scale, recinzioni e serre. La sicurezza sul lavoro è una questione importante per la dirigenza aziendale. Benché sia stato attuato un sistema di gestione della sicurezza e della salute, hanno continuato a verificarsi incidenti di minore entità come tagli, ustioni e lesioni da schiacciamento che non sono stati presi seriamente in considerazione. Il management aziendale ha deciso di collaborare con i dipendenti per ridurre ulteriormente i rischi. Ai lavoratori di ogni «area a rischio» dell azienda è stato chiesto di valutare i rischi e di formulare proposte di miglioramento. In seguito alla loro attuazione, ai lavoratori è stato quindi chiesto di valutare i miglioramenti riscontrati. Dopo due mesi, i gruppi di lavoratori si sono avvicendati in un altra «area a rischio» ed è stato chiesto loro di effettuare la stessa valutazione. In pratica i miglioramenti apportati sono stati ricontrollati dagli «occhi nuovi» di un altro gruppo e ogni lavoratore è venuto a conoscenza dei rischi presentati dalle differenti aree di lavoro e ha esaminato il modo migliore per aumentare la sicurezza. Questo progetto è riuscito a diminuire il numero di piccoli incidenti e «quasi incidenti», ha ridotto i congedi per malattia, ha migliorato la motivazione e la produttività dei lavoratori e ha sensibilizzato in materia di sicurezza e salute. 14 EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

15 Perché la partecipazione dei lavoratori è fondamentale La responsabilità della gestione dei rischi professionali è indubbiamente nelle mani dei datori di lavoro, ma i loro sforzi sono destinati a fallire senza la partecipazione attiva dei lavoratori. È ormai chiaramente comprovato che una partecipazione attiva comporta un netto miglioramento della sicurezza e della salute sul lavoro. Per esempio, l indagine europea fra le imprese sui rischi nuovi ed emergenti (Esener) rivela che se la partecipazione dei lavoratori e l impegno del management aziendale vanno di pari passo, le prestazioni in materia di sicurezza e salute sul lavoro risultano di gran lunga migliori. Le imprese in cui un alta partecipazione dei lavoratori è associata a un forte impegno del management, ad esempio, hanno probabilità dieci volte maggiori di disporre di una politica documentata in materia di sicurezza e salute sul lavoro (SSL) ( 11 ). L ulteriore vantaggio che ne consegue è che tali misure vengono ritenute più efficaci. Un documento del ministero britannico del Commercio e dell industria del 2007 ( 12 ) ha stimato che, nel Regno Unito, i rappresentanti della sicurezza dei lavoratori prevengono ogni anno tra gli e i infortuni sul lavoro. Da un recente studio della Confederazione europea dei sindacati (ETUC) ( 13 ) è emerso che la rappresentanza sindacale determina un maggiore rispetto delle norme, una riduzione dei tassi di infortunio e una diminuzione dei problemi di salute collegati al lavoro. Per questi e altri motivi la partecipazione dei lavoratori al processo decisionale in materia di salute e sicurezza fa parte del diritto europeo. EU-OSHA/Jim Holmes Incoraggiare la partecipazione dei lavoratori I datori di lavoro hanno il dovere di consultare i lavoratori e i loro rappresentanti in materia di salute e sicurezza, ma si ottengono risultati più efficaci mettendoli in grado di partecipare attivamente alle questioni quotidiane relative a questi temi. Il management deve creare un clima di fiducia in cui le persone si sentano sufficientemente serene da sollevare preoccupazioni e contribuire allo sviluppo di processi e luoghi di lavoro più sicuri. Tale approccio non deve essere considerato come l ennesima procedura burocratica, bensì come una grande opportunità per migliorare non solo la sicurezza, ma anche la produttività. Le ricerche dimostrano che le conoscenze dei lavoratori costituiscono una risorsa formidabile per il management aziendale, che sfruttandole può sviluppare luoghi di lavoro sicuri, efficaci e sostenibili ( 14 ). ( 11 ) EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, Rappresentanza e consultazione dei lavoratori in materia di salute e sicurezza Analisi dei risultati dell indagine europea fra le imprese sui rischi nuovi ed emergenti, ( 12 ) The health and safety of Great Britain: be part of the solution, Health and Safety Executive, giugno ( 13 ) Menéndez, M., Benach, J., Vogel, L., The impact of safety representatives on occupational health: A European perspective, Bruxelles, ETUI, ( 14 ) Pot, F.D., Koningsveld, E.A.P., «Quality of working life and organizational performance two sides of the same coin?», Scandinavian Journal of Work, Environment and Health, 2009, vol. 35, n. 6, pagg EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 15

16 Fra i vantaggi derivanti dalla partecipazione dei lavoratori figurano: riduzione dei tassi di infortunio, soluzioni efficaci in termini di costi, dipendenti più soddisfatti e produttivi, tassi di assenteismo minori, maggiore consapevolezza dei rischi sul luogo di lavoro, migliore controllo dei rischi sul luogo di lavoro. 9 The health and safety of Great Britain: be part of the solution, Health and Safety Executive, June EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro EU-OSHA/Jim Holmes

17 Che cosa significa «partecipazione dei lavoratori» nella pratica? Sostanzialmente, significa che dipendenti e dirigenti assumono un ruolo attivo nell individuazione di problemi e nell elaborazione di soluzioni. Nella pratica questo significa: dialogo efficace e aperto consistente nell ascoltare effettivamente le reciproche preoccupazioni, soluzione dei problemi e procedure decisionali comuni, partecipazione allo sviluppo di politiche e prassi in materia di sicurezza e salute, partecipazione dei dipendenti alla promozione e alla realizzazione di condizioni di sicurezza e di salute sul lavoro, piena cooperazione fra lavoratori e datori di lavoro volta a migliorare la sicurezza, la salute e il benessere sul lavoro, attuazione di disposizioni finalizzate alla realizzazione pratica di questi obiettivi. STUDIO DI CASO Iniziativa comune tra lavoratori e management Presso una grande impresa dolciaria (Nestlé, York, Regno Unito) con dipendenti si è registrato un numero considerevole di lesioni da scivolamento e da caduta. Per cercare di ridurre il tasso di infortuni, l azienda ha lanciato un iniziativa comune con la piena partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori, che prevedeva tra l altro una procedura di segnalazione specifica per le lesioni da scivolamento e da caduta nonché un analisi delle cause di tali infortuni. Dopo avere individuato le cause all origine degli incidenti, sono state organizzate sessioni informative congiunte per dirigenti, supervisori e rappresentanti dei lavoratori finalizzate alla condivisione dei risultati, dei quali sono stati successivamente messi a conoscenza i lavoratori tramite un efficace campagna di informazione costituita da materiali quali poster, opuscoli ecc. Dopo tre anni, questa campagna ha permesso di ridurre del 60 % il numero degli infortuni causati da scivolamenti e cadute. Dopo altri 18 mesi, è stata lanciata una campagna analoga per cercare di ridurre le lesioni derivanti da lavori manuali, grazie alla quale è stato possibile ridurre del 40 % tali infortuni nell arco di due anni. EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 17

18 Date importanti Lancio della campagna: 18 aprile 2012 Settimane europee per la sicurezza e la salute sul lavoro: ottobre 2012 e ottobre 2013 Cerimonia di assegnazione del «Premio europeo per le buone prassi»: aprile 2013 Vertice della campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri: novembre EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro EU-OSHA/Jannikke Berger

19 La campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri Come funziona la campagna Contribuiamo a creare ambienti di lavoro più sani e sicuri per il bene di tutti, ma non possiamo farlo da soli. Ecco perché la campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri , «Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi», si avvale di un ampia gamma di partner e gruppi d interesse, tra cui i governi e le loro agenzie, i datori di lavoro, i lavoratori e le imprese, grandi e piccole. Per migliorare significativamente la sicurezza e la salute, è necessario che tutti questi attori partecipino alla campagna e ne promuovano i messaggi fondamentali. Siamo in grado di fornire gran parte del materiale informativo, educativo e di consulenza di cui avrete bisogno per apportare il vostro contributo a questa campagna paneuropea (cfr. di seguito «Come partecipare»). Potrete poi adattare questi materiali alla vostra situazione e unire le vostre forze a quelle delle organizzazioni più appropriate per ottimizzare l impatto della campagna. EU-OSH -OSHA Chi può partecipare? La campagna è aperta a tutte le organizzazioni e a tutti i cittadini a livello locale, nazionale ed europeo, tra cui: datori di lavoro del settore pubblico e privato, comprese piccole e medie imprese (PMI), dirigenti, supervisori e lavoratori, sindacati e rappresentanti in materia di sicurezza, organizzazioni dei datori di lavoro, associazioni professionali, istituzioni attive nel settore della sicurezza e della salute, professionisti e operatori nel settore della sicurezza e della salute sul lavoro, operatori della formazione e dell istruzione, servizi assicurativi e di prevenzione dei rischi nel settore della sicurezza e della salute sul lavoro a livello regionale e locale. EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 19

20 Come partecipare EU-OSHA/Jim Holmes EU-OSHA Potete partecipare alla campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri in uno dei seguenti modi: diffondendo e pubblicizzando informazioni e materiale promozionale della campagna (opuscoli, rapporti, guide, schede informative, liste di controllo, presentazioni in PowerPoint e cartoni animati del personaggio Napo ecc.). In questo modo contribuirete a sensibilizzare l opinione pubblica in merito alla sicurezza e alla salute sul lavoro sia all interno della vostra organizzazione sia con coloro che lavorano con voi. Per ulteriori informazioni potete consultare la sezione del nostro sito Internet relativa alle risorse della campagna (www.healthy-workplaces.eu); organizzando attività di vostra iniziativa, fra cui formazione sulla sensibilizzazione in materia di sicurezza e salute, conferenze e workshop, poster, film o concorsi fotografici o a quiz, campagne pubblicitarie e conferenze stampa; utilizzando gli strumenti disponibili online sul sito Internet della campagna, che consentono la condivisione di conoscenze e migliori prassi tra l Agenzia e i suoi partner; partecipando al concorso «Premio europeo per le buone prassi» della campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri, che premia organizzazioni di diverse dimensioni che hanno individuato modalità innovative per promuovere la sicurezza e la salute; partecipando alla Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, che si svolge a ottobre di ogni anno (settimana di calendario 43). Questa iniziativa funge da catalizzatore di eventi in Europa e prevede conferenze e mostre, sessioni di formazione e attività in cui organizzazioni e imprese sia grandi che piccole lavorano insieme. Il contributo di numerose iniziative locali e regionali portate avanti da sindacati, imprese, ONG e amministrazioni pubbliche svolge anch esso un ruolo importante. 20 EU-OSHA Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

La partecipazione dei lavoratori nell ambito della sicurezza e della salute sul lavoro

La partecipazione dei lavoratori nell ambito della sicurezza e della salute sul lavoro Ambienti di lavoro sani Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi La partecipazione dei lavoratori nell ambito della sicurezza e della salute sul lavoro UNA GUIDA PRATICA La sicurezza e la salute

Dettagli

Leadership aziendale in materia di salute e sicurezza sul lavoro

Leadership aziendale in materia di salute e sicurezza sul lavoro Ambienti di lavoro sani e sicuri Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi Leadership aziendale in materia di salute e sicurezza sul lavoro GUIDA PRATICA La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano

Dettagli

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility ERASMUS PLUS Disposizioni nazionali allegate alla Guida al Programma 2015 Settore Istruzione Scolastica, Educazione degli Adulti e Istruzione Superiore KA1 School education staff mobility/ Adult education

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

Aggiornamento 2010. Assumere in Europa. una guida per i datori di lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea

Aggiornamento 2010. Assumere in Europa. una guida per i datori di lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea Aggiornamento 2010 Assumere in Europa una guida per i datori di lavoro eures.europa.eu Commissione europea Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile

Dettagli

stress lavoro-correlato

stress lavoro-correlato La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda. Insieme per la prevenzione e la gestione dello #EUManageStress stress lavoro-correlato www.healthy-workplaces.eu

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

Nuove regole per i comitati aziendali europei. Presentazione della direttiva 2009/38/CE

Nuove regole per i comitati aziendali europei. Presentazione della direttiva 2009/38/CE Nuove regole per i comitati aziendali europei Presentazione della direttiva 2009/38/CE A cosa servono i Comitati aziendali europei? I Comitati aziendali europei (CAE) sono enti che rappresentano i lavoratori

Dettagli

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28 Ministero d e l l i s t r u z i o n e, d e l l università e della r i c e r c a (MIUR) Di r e z i o n e Ge n e r a l e p e r g l i Affari In t e r n a z i o n a l i INDIRE Un i t à It a l i a n a d i Eu

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA Da dove nasce l'esigenza, per l'unione, di occuparsi di sicurezza sul lavoro? La sicurezza e la salute sul lavoro è uno degli aspetti più importanti

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Aggiornamento 2010. Trovare un lavoro in Europa: una guida per chi cerca lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea

Aggiornamento 2010. Trovare un lavoro in Europa: una guida per chi cerca lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea Aggiornamento 2010 Trovare un lavoro in Europa: una guida per chi cerca lavoro eures.europa.eu Commissione europea Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO n n u u m e r r o m o n o g r a nf i u c m o e r o m Sistemi scolastici europei Sistemi 2012 Sistemi di valutazione scolastici europei Sistemi sc dellõ istruzione in Europa2012 ALCUNI PAESI A CONFRONTO

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

5 %>"G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3"G: 63 & E"G& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& "34 7 / "3*D 83: & in & U 3 OP "

5 %>G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3G: 63 & EG& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& 34 7 / 3*D 83: & in & U 3 OP in U OP Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione.

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

Roma, 14 aprile 2015 Convegno "Piano di azione nazionale per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari: coordinamento, ricerca e innovazione"

Roma, 14 aprile 2015 Convegno Piano di azione nazionale per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari: coordinamento, ricerca e innovazione Roma, 14 aprile 2015 Convegno "Piano di azione nazionale per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari: coordinamento, ricerca e innovazione" Attività del CRA-ING 1. Ricerca: sistemi per la determinazione

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

Evola. Evolution in Logistics.

Evola. Evolution in Logistics. Evola. Evolution in Logistics. Viaggiamo nel tempo per farvi arrivare bene. Siamo a vostra disposizione ed operiamo per voi dal 1993, inizialmente specializzati nel mercato italiano e successivamente come

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Disposizioni UE sulla sicurezza sociale

Disposizioni UE sulla sicurezza sociale Aggiornamento 2010 Disposizioni UE sulla sicurezza sociale I diritti di coloro che si spostano nell Unione europea ANNI di coordinamento UE in materia di sicurezza sociale Commissione europea Disposizioni

Dettagli

Trovare un lavoro in Europa

Trovare un lavoro in Europa Europa sociale Trovare un lavoro in Europa una guida per chi cerca lavoro Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere

Dettagli

Nuove tecnologie per l inclusione

Nuove tecnologie per l inclusione Nuove tecnologie per l inclusione Sviluppi e opportunità per i paesi europei EUROPEAN AGENCY for S p e c ia l N e e d s a n d I n c lus i ve Ed u cati o n NUOVE TECNOLOGIE PER L INCLUSIONE Sviluppi e

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto nell anno 2014

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto nell anno 2014 ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto nell anno 2014 Roma, 23 giugno 2015 ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA,

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, IL REGNO DI DANIMARCA, LA REPUBBLICA FEDERALE DI GERMANIA,

Dettagli

I DIRITTI FONDAMENTALI E LA DIRETTIVA SULL ORARIO DI LAVORO

I DIRITTI FONDAMENTALI E LA DIRETTIVA SULL ORARIO DI LAVORO SCHEDA INFORMATIVA I DIRITTI FONDAMENTALI E LA DIRETTIVA SULL ORARIO DI LAVORO EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA I DIRITTI FONDAMENTALI E LA DIRETTIVA SULL ORARIO DI LAVORO 01

Dettagli

Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa?

Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa? Editoriale n. 6 del 18/5/2009 Fabio Pammolli e Nicola C. Salerno Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa? Dai dati del Taxing wages

Dettagli

La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non UE

La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non UE La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non UE Sintesi comparativa Rapporto 103 ETUI-REHS RESEARCH Department La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

Tirocini: uno sguardo all Europa

Tirocini: uno sguardo all Europa www.adapt.it, 18 luglio 2011 Tirocini: uno sguardo all Europa di Roberta Scolastici SCHEDA TIROCINI IN EUROPA Francia Spagna Lo stage consiste in una esperienza pratica all interno dell impresa, destinata

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

EaSI. Nuovo programma ombrello comunitario per l occupazione e la politica sociale. sociale

EaSI. Nuovo programma ombrello comunitario per l occupazione e la politica sociale. sociale EaSI Nuovo programma ombrello comunitario per l occupazione L Europa sociale EaSI Nuovo programma ombrello comunitario per l occupazione Commissione europea Direzione generale per l Occupazione, gli affari

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 25.06.2008 SEC(2008) 2193 DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE CODICE EUROPEO DI BUONE PRATICHE PER FACILITARE L ACCESSO DELLE PMI AGLI

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE GUIDA PER L UTENTE Direttiva 2005/36/CE Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE Il presente documento è stato elaborato a fini informativi.

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi:

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi: COMPANY PROFILE L Azienda FAR S.p.A. ha i suoi stabilimenti di produzione in Italia e precisamente a CIMADOLMO in provincia di Treviso a pochi chilometri dalla città di VENEZIA. Nata nel 1991 si è inserita

Dettagli

Quando può cominciare?

Quando può cominciare? Quando può cominciare? L Europa sociale Guida pratica alle assunzioni in Europa Commissione europea Quando può cominciare? Guida pratica alle assunzioni in Europa Commissione europea Direzione generale

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

Comitato economico e sociale europeo

Comitato economico e sociale europeo Scopri cosa il CESE può fare per te Comitato economico e sociale europeo Cover Architecture: Art & Build + Atelier d architecture Paul Noël Conoscere il Comitato economico e sociale europeo Cos'è la società

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Le nostre proposte Advisory. La consulenza patrimoniale professionale

Le nostre proposte Advisory. La consulenza patrimoniale professionale Le nostre proposte Advisory La consulenza patrimoniale professionale Le nostre proposte Advisory la consulenza patrimoniale su misura per voi Cosa vi offriamo? Desiderate beneficiare di un monitoraggio

Dettagli

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere.

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere. 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Bonifici provenienti dall

Dettagli

Distribuzione digitale

Distribuzione digitale Distribuzione digitale Amazon Kindle Store La più grande libreria on line al mondo, con il Kindle ha fatto esplodere le vendite di ebook in America. Il Kinde Store è presente in Italia dal Novembre 2011.

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Linee guida dell'ocse sulla sicurezza dei sistemi e delle reti d'informazione

Linee guida dell'ocse sulla sicurezza dei sistemi e delle reti d'informazione Linee guida dell'ocse sulla sicurezza dei sistemi e delle reti d'informazione VERSO UNA CULTURA DELLA SICUREZZA ORGANIZZAZIONE PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO ECONOMICO ORGANIZZZIONE PER LA COOPERAZIONE

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO L Autopresentazione dell organizzazione e il Modello di report sono stati sviluppati da PICUM con il sostegno di due

Dettagli

INTELLIGENT TRANSPORT SYSTEMS IN SOUTH EAST EUROPE

INTELLIGENT TRANSPORT SYSTEMS IN SOUTH EAST EUROPE Progetto SEE-ITS in breve SEE-ITS è un progetto transnazionale che mira a stimolare la cooperazione, l'armonizzazione e l'interoperabilità tra Sistemi di Trasporto Intelligenti (ITS) nel Sud-Est Europa.

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Lo spettacolo di una vecchia fatiscente imbarcazione da diporto, sia in decomposizione nel suo ormeggio che mezza affondata con gli alberi che spuntano dall acqua

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA 1 10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA MEMORANDUM SULL EASS L' Educazione all Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile, una necessità! L'Educazione Ambientale

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Guida ai Circoli professionali del Rotary

Guida ai Circoli professionali del Rotary Guida ai Circoli professionali del Rotary Rotary International Rotary Service Department One Rotary Center 1560 Sherman Avenue Evanston, IL 60201-3698 USA www.rotary.org/it 729-IT (412) Introduzione ai

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

La Banca europea per gli investimenti in sintesi

La Banca europea per gli investimenti in sintesi La Banca europea per gli investimenti in sintesi Come banca dell Unione europea (UE), forniamo finanziamenti e consulenza per progetti d investimento validi e sostenibili situati in Europa e nei Paesi

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli