DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO. ISTRUTTORE DI DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO Dott. Luca Colonna Gruppo Pionieri Ferrara

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO. ISTRUTTORE DI DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO Dott. Luca Colonna Gruppo Pionieri Ferrara"

Transcript

1 DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO ISTRUTTORE DI DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO Dott. Luca Colonna Gruppo Pionieri Ferrara

2 SE NON CI FOSSE CROCE ROSSA NON CI SAREBBE IL D.I.U. E SE NON CI FOSSE IL D.I.U. NON CI SAREBBE CROCE ROSSA

3 IL DIU, NOZIONI: È un insieme di convenzioni, regole e leggi È valido durante un conflitto armato Garantisce protezione a chi non prende o non prende più parte alle ostilità Limita sofferenze umane regolamentando mezzi e metodi di combattimento

4 IL DIU, NOZIONI: IUS IN BELLUM IUS AD BELLUM DIU Regola l uso della forza in un conflitto Regola il ricorso alla guerra Protegge le vittime del conflitto

5 IL DIU, NOZIONI: DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO DIRITTO DI GINEVRA DIRITTO DELL AJA DIRITTO DELL ASSISTENZA DIRITTO DELLA VIOLENZA PROTEZIONE DELLE VITTIME LIMITAZIONE DEI MEZZI E DEI METODI DI COMBATTIMENTO

6 IL DIU, NOZIONI: NON HA LO SCOPO DI COMPROMETTERE LA EFFICIENZA MILITARE. E PERFETTAMENTE COMPATIBILE CON I PRINCIPI MILITARI FONDAMENTALI. SE NON CI FOSSE BELLUM NON CI SAREBBE IUS IN BELLUM.

7 ORIGINI E PRINCIPI

8 PRINCIPI FONDAMENTALI DEL D.I.U. UMANITA : Chi non prende parte o non prende più parte alle ostilità non deve essere più destinatario della violenza bellica ma deve essere rispettato e protetto. DISTINZIONE: Tra combattenti e non combattenti e tra obbiettivi militari e beni civili. PROPORZIONALITA negli attacchi. LIMITAZIONE dei mezzi e metodi di combattimento.

9 COME SI SONO AFFERMATI NEL TEMPO?

10 PRIMA DELLA CODIFICAZIONE S.AGOSTINO 430: Se il nemico che combatte deve perire che sia necessità e non per tua volontà, il ferito e il malato hanno diritto alla compassione FRANCISCO DE VITORIA 1546 : Non è mai lecito uccidere l innocente in quanto tale e intenzionalmente, tuttavia incidentalmente anche se consapevolmente è lecito uccidere degli innocenti, ma si deve evitare che dalla guerra vengono mali superiori a quelli che si vuole arginare FRANCISCO SUAREZ 1617: Condizioni per la guerra giusta sono mezzi adatti e proporzionalità

11 PRIMA DELLA CODIFICAZIONE : ROUSSEAU: LE CONTRACT SOCIAL 1772 La guerra è una relazione tra stato e stato e gli uomini sono nemici solo accidentalmente [.] come soldati [.]. Lo scopo della guerra essendo la distruzione dello stato nemico, si ha il diritto di ucciderne i difensori finchè sono armati, ma appena questi posano e le armi e si arrendono, cessano di essere nemici o strumenti del nemico e ritornano ad essere semplicemente uomini, la cui vita nessuno ha diritto di prendere.

12 DICHIARAZIONE DI SAN PIETROBURGO 1868 per la messa al bando delle pallottole esplodenti Fine legittimo che gli stati si devono prefiggere in guerra è l indebolimento dell avversario. Evitare di utilizzare armi che aggravano inutilmente le sofferenze dell uomo.

13 DUNANT A SOLFERINO.

14 CODIFICAZIONE 1859 BATTAGLIA DI SOLFERINO DUNANT PROPONE 2 MISURE PER L ASSISTENZA ALLE VITTIME DI GUERRA Creazione società di soccorso per i militari feriti Adozione di convenzione per la protezione dei feriti sui campi di battaglia ORIGINE SOCIETA DI CR E MR ORIGINE DELLE C.G.

15 CONVENZIONE DI GINEVRA DEL 22 AGOSTO 1864 Per il miglioramento delle condizioni dei militari feriti in guerra OBBLIGO DI SOCCORRERE FERITI E MALATI A QUALUNQUE NAZIONE APPARTENGANO (art. 6) NEUTRALITA ED INVIOLABILITA DEL PERSONALE SANITARIO E DELLE INSTALLAZIONI SANITARIE ( art. 1 e 2 ) SEGNO DISTINTIVO DELLA CROCE ROSSA SU FONDO BIANCO COME EMBLEMA PROTETTIVO ( art. 7 ) ADOTTATA DAI RAPPRESENTANTI DI 12 STATI

16 LA CLAUSOLA MARTENS DEL 1907 In attesa di una completa codificazione del diritto in materia, "le popolazioni e i belligeranti restano sotto la salvaguardia e sotto l'imperio dei principi del diritto delle genti, quali risultano dagli usi stabiliti fra le nazioni civili, dalle leggi di umanità e dalle esigenze della coscienza pubblica".

17 LE PRIME CONVENZIONI: Convenzione per il miglioramento della sorte dei feriti e dei malati negli eserciti di campagna, Ginevra, 6 luglio 1906 Convenzione per l'adattamento alla guerra marittima dei principi della Convenzione di Ginevra del 1906, L'Aja, 18 ottobre 1907 Convenzione sul trattamento dei prigionieri di guerra, Ginevra, 27 luglio 1929

18 IN QUESTI ANNI COSA È SUCCESSO?

19 LE 4 CONVENZIONI DI GINEVRA DEL 1949 I: PER IL MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI DEI FERITI E DEI MALATI DELLE FORZE ARMATE IN CAMPAGNA II: PER IL MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI DEI FERITI E DEI MALATI E DEI NAUFRAGHI DELLE FORZE ARMATE IN MARE III: TRATTAMENTO DEI PRIGIONIERI DI GUERRA IV: PROTEZIONE DELLA POPOLAZIONE CIVILE IN TEMPO DI GUERRA

20 I 2 PROTOCOLLI ADDIZIONALI DEL 1977 IL PRIMO RIASSUME I CONCETTI DELLE 4 C.G. 49 CON RIFERIMENTO ESCLUSIVO AI CONFLITTI ARMATI INTERNAZIONALI IL SECONDO APPLICABILE SOLO AI CONFLITTI ARMATI NON INTERNAZIONALI ANDANDO AD INTEGRARE L ARTICOLO 3 COMUNE ALLE 4 C.G. 49

21 CONFLITTI ARMATI INTERNAZIONALI NON INTERNAZIONALI INTERNAZIONALIZZATI

22 CONFLITTO ARMATO INTERNAZIONALE Per conflitto armato internazionale si intende un conflitto tra FF.AA. regolari di almeno due stati. Si intendono conflitti armati internazionali anche le guerre di liberazione nazionale NORMATIVA DI RIFERIMENTO LE 4 C.G. 49 DIRITTO AJA I PROT. 77

23 CONFLITTO ARMATO NON INTERNAZIONALE Per conflitto armato non internazionale si intende un conflitto che avviene su un territorio di uno stato tra le sue forze armate e le forze armate dissidenti o gruppi armati organizzati che, sotto la condotta di un comando responsabile, esercitano un controllo tale da condurre operazioni militari prolungate e concrete. NORMATIVA DI RIFERIMENTO ART. 3 COMUNE IV C.G. 49 II PROT. 77

24 CATEGORIE PROTTETTE DAL D.IU. FERITI E MALATI PERSONALE SANITARIO PRIGIONIERI DI GUERRA POPOLAZIONE CIVILE INNOVAZIONE DELLA IV C.G. 49

25 RICAPITOLANDO : ABBIAMO PARLATO DI CATEGORIE PROTETTE E DEL PRINCIPIO DI DISTINZIONE, QUINDI COSA DISTINGUIAMO?

26 C.G. 49 TRA COMBATTENTE E POPOLAZIONE CIVILE TRA OBIETTIVO MILITARE E BENE CIVILE

27 COMBATTENTE LEGITTIMO DEFINITO DALLA III C.G. 49 E DAI PROTOCOLLI DEL 1977 MEMBRI DELLE FORZE ARMATE MEMBRI DELLE MILIZIE O CORPI DI VOLONTARI CHE: Abbiano alla loro testa un comando responsabile portino un segno distintivo riconoscibile a distanza portino apertamente le armi si uniformino nelle loro operazioni agli usi e alle leggi della guerra ATTACCO DIRETTO LECITO

28 POPOLAZIONE CIVILE NON DEVONO AVERE PARTECIPAZIONE DIRETTA NELLE OSTILITÀ SE PRENDONO SPONTANEAMENTE LE ARMI PER DIFENDERSI DA OCCUPANTI SONO CHIAMATI LEVEE EN MASSE E SONO CONSIDERATI COMBATTENTI LEGITTIMI NO OGGETTO DI ATTACO DIRETTO, MA DANNO COLLATERALE

29 OBIETTIVO MILITARE UN BENE CHE PER SUA NATURA, UBICAZIONE, DESTINAZIONE O IMPIEGO CONTRIBUISCE EFFICACEMENTE ALL AZIONE MILITARE E LA CUI DISTRUZIONE TOTALE O PARZIALE, CONQUISTA O NEUTRALIZZAZIONE OFFRE, NEL CASO CONCRETO, UN VANTAGGIO MILITARE PRECISO. ATTACCO DIRETTO LECITO

30 BENI DI CARATTERE CIVILE TUTTI I BENI CHE NON COSTITUISCONO OBIETTIVO MILITARE. NO AD ATTACCHI INDISCRIMINATI

31 CASO PRATICO: UNA SCUOLA, DURANTE UN CONFLITTO ARMATO VIENE UTILIZZATA COME QUARTIER GENERALE DI UN REGGIMENTO DELLE FF.AA. GOVERNATIVE, ESSENDO COMUNQUE SOSPESA L ATTIVITA DIDATTICA. RIMANE BENE CIVILE O DIVENTA OB. MILITARE? PUO ESSERE OGGETTO DI ATTACCO DIRETTO?

32 PROTEZIONE POPOLAZIONE CIVILE NORMATIVA IV C.G. 49 INNOVAZIONE, MAI PREVISTA PRIMA DEL 1949 CIVILE NON PARTECIPA AL CONFLITTO E NON SI COMPORTA IN MODO OSTILE. CIVILI PARTICOLARMENTE PROTETTI ANZIANI,MALATI,PUERPERE,MADRI DI BAMBINI INFERIORI AI 6 ANNI, FANCIULLI MINORI DI 15 ANNI, RIFUGIATI ED APOLIDI

33 POPOLAZIONE CIVILE OCCUPANTE NON PUO : Imporre cittadinanza, nuove imposte, aggredire patrimonio artistico, deportare civili, arruolare civili ed impegnare civili in operazioni militari OCCUPANTE PUO : Legiferare, creare struttura amministrativa, internare cittadini pericolosi, sopprimere temporaneamente alcuni diritti e confiscare beni privati e pubblici

34 P.O.W. Quando un combattente viene catturato da forze armate avversarie vi è un passaggio di status COMBATTENTE PRIGIONERO DI GUERRA Nei C.I. l internamento è una misura di sicurezza, il pow non è imputabile delle azioni. NEI C.A.N.I. l appartenente alla milizia che viene catturato è un DETENUTO e deve rispondere penalmente delle sue azioni.

35 P.O.W. BILANCIAMENTO FEDELTÀ ESIGENZE DEL CATTURANTE DIRITTO ALLA FUGA

36 DIRITTI DEI P.O.W. NORMATIVA III C.G. 49 L INTERNAMENTO NON E UNA PENA MA UNA MISURA DI SICUREZZA CONDIZIONI LAVORO ANALOGHE A QUELLE DEI CIVILI DELLA POTENZA DETENTRICE ALLOGGIO ANALOGO AD ADDETTI SORVEGLIANZA DIVIETO DI LAVORI PERICOLOSI NON FARE LAVORI CHE COSTITUISCONO VANTAGGIO MILITARE PER LA POTENZA DETENTRICE VITTO IN QUANTITA TALE DA MANTENERE P.OW. IN BUONA SALUTE

37 C.I.C.R. E CAMPI PRIGIONIA DIRITTO DI ACCESSO AI CAMPO DI PRIGIONIA COLLUQUI CON P.O.W. SENZA TESTIMONI POSSIBILITA DI SECONDA VISITA VEDERE TUTTI GLI INTERNATI

38 C.I.C.R. E DETENUTI NEI C.A.N.I. DIRITTO DI INIZIATIVA ART 3. C.G. 49 Un ente umanitario imparziale, come il Comitato Internazionale della Croce Rossa, potrà offrire i suoi servizi alle parti in conflitto

39 PERSONALE SANITARIO

40 PERSONALE SANITARIO MEDICI, INFERMIERI, BARELLIERI, AUTISTI, ETC TEMPORANEO Persona con competenza medica che vengono prestate da una unità all altra PERMANENTE Rientrano in organigramma della unità che sta partendo

41 PERSONALE SANITARIO PERMANENTE Porta bracciale di neutralità e un documento dive si specifica identità, mansioni ed a quale ruolo è stata concessa protezione Se catturato viene può essere trattenuto momentaneamente per esigenze sanitarie e poi prontamente rilasciato TEMPORANEO Porta bracciale di neutralità e un documento dove si specifica identità, unità di provenienza e compiti Se catturato viene fatto P.O.W. ed utilizzato per compiti sanitari

42 PERSONALE SANITARIO ESENTI DA CATTURA : Personale sanitario di stato non coinvolto in conflitto Personale sanitario di Società di Soccorso Personale sanitario che opera sotto il C.I.C.R. Personale sanitario delle navi ospedale

43 PERSONALE SANITARIO DIRITTI Rispetto e Protezione Inalienabilità dei diritti Diritto di accesso, ad esempio nei campi di prigionia DOVERI Astenersi da ostilità Deontologia professionale Rispettare criterio di gravità Rispettare dovere imposti da I P.A. 77 E AUTORIZZATO A PORTARE ARMI LEGGERE AL FINE DI DIFENDERE SE STESSO, I FERITI ED ATTREZZATURE SANITARIE

44 PROPORZIONALITÀ E NECESSITÀ MILITARE

45 PROPORZIONALITA Un comandante prima di ordinare un attacco deve verificare se il VANTAGGIO MILITARE sia PROPORZIONALE AL DANNO COLLATERALE causato incidentalmente. Il vantaggio deve essere concreto e diretto LA POPOLAZIONE CIVILE NON E OGGETTO DI ATTACCO DIRETTO MA DANNO COLLATERALE.

46 SPROPORZIONALITA Abbazia di Montecassino Città di Dresda

47 VI SONO DUE CLAUSOLE IN VIRTU DEL PRINCIPIO DI NON OSTACOLARE LA VIOLENZA BELLICA Comandante quando valuta la proporzionalità non è tenuto a nessun ulteriore accertamento rispetto alle informazioni in suo possesso Attacco non deve essere valutato nel singolo ma nel complesso nell azione bellica. Proporzione può mancare nel singolo ma ricomporsi nel complesso

48 PROPORZIONALITÀ: CASI PRATICI Vi è in corso un conflitto, il leader del paese e dell esercito grazie ad un lavoro di intelligence viene localizzato a bordo di una macchina nel centro della capitale però è anche giorno di mercato e la macchina è circondata da bambini che rientrano nel raggio d azione della vostra arma L attacco che ucciderebbe il leader causando anche vittime tra i bambini è lecito? SI

49 PROPORZIONALITÀCASI PRATICI Ad un cacciabombardiere viene ordinato di abbattere un ponte, ritenuto dal suo comandante obiettivo strategico per la risoluzione del conflitto. Sul ponte però il pilota vede un gruppo di civili che abbandonano la città, però il rischio di tornare alla base è alto per la presenza di contraerea e quindi decide di colpire il ponte. L attacco è proporzionale? SI

50 PROPORZIONALITÀCASI PRATICI Ad un cacciabombardiere viene ordinato di abbattere un ponte in una zona di scarso interesse strategico, la cui dimensione non consente comunque il passaggio di mezzi corazzati o truppe motorizzate. L attacco è proporzionale??

51 PROPORZIONALITÀ CASI PRATICI Sul campanile si è appostato un cecchino trasformando di fatto un bene civile in obiettivo militare Se attacco con l aeronautica e bombardo l intera chiesa? NO Se attacco con una mitragliatrice pesante danneggiando il campanile in maniera più blanda? SI

52 DUNQUE.. LE CATEGORIE PROTETTE NON POSSONO ESSERE COLPITE CON ATTACCO DIRETTO E VOLONTARIO MA POSSONO ESSERE COLPITE IN MODO COLLATERALE ED ACCIDENTALE

53 NECESSITÀMILITARE ESIGENZA DI CARATTERE MILITARE CHE DEROGA NORME E LO STRUMENTO CON IL QUALE SI RENDE APPLICABILE IL D.I.U. AL COMBATTIMENTO DEVE ESSERE VALUTATA LA SINGOLA FATTISPECIE E NON LA VITTORIA FINALE LA DEROGA DEVE ESSERE PREVISTA DALLA NORMA

54 MEZZI E METODI DI COMBATTIMENTO I MEZZI NON DEVONO ESSERE : CRUDELI INDISCRIMINATI DANNOSI PER L AMBIENTE PERFIDI

55 CONVENZIONE DI OTTAWA STATI PARTE SI IMPEGNANO A NON STOCCARE, PRODURRE, USARE E TRASFERIRE MINE ANTI-PERSONA ENTRATA IN VIGORE NEL MARZO 1999

56 CONVENZIONE DI DUBLINO STATI SI IMPEGNANO A DISTRUGGERE A NON PRODURRE BOMBE A GRAPPOLO E AD ASSISTERE LE VITTIME SUL PROPRIO TERRITORIO ENTRATA IN VIGORE NEL 2010

57 CONVENZIONE DELL AJA 1954 PROTEZIONE DEI BENI CULTURALI I BENI CULTURALI COSTITUISCONO PATRIMONIO CULTURALE DELL UMANITA INTERA, POICHE OGNI POPOLO CONTRIBUISCE ALLA CULTURA MONDIALE. SEGNO DISTINTIVO ATTO A FACILITARE LA LORO IDENTIFICAZIONE

58 CONVENZIONE DELL AJA 1954 Le alte parti contraenti si impegnano a non utilizzare tali beni per scopi che potrebbero esporli a distruzione e ad astenersi da ogni atto di ostilità nei loro confronti.

59 REGOLE DEL D.I.U. REDATTE DAL C.I.C.R.

60 REGOLE D.I.U. Le persone che non partecipano o non partecipano più alle ostilità hanno diritto al rispetto della propria vita e della propria integrità fisica e morale. Esse saranno, in ogni circostanza, protette e trattate con umanità senza alcuna distinzione di carattere sfavorevole. E vietato uccidere o ferire un avversario che si arrende o che è fuori combattimento.

61 REGOLE D.I.U. I feriti e i malati saranno raccolti dalle parti in conflitto che li detiene in proprio potere. Il personale sanitario, gli stabilimenti, i trasporti e le attrezzature sanitarie devono essere rispettati e protetti. La Croce Rossa e la Mezzaluna Rossa sono i simboli di questa protezione e devono essere rispettati.

62 REGOLE D.I.U. I combattenti catturati e i civili soggetti all autorità della parte avversaria hanno diritto al rispetto della loro vita, della loro dignità, dei loro diritti personali e delle loro convinzioni. Saranno protetti contro qualsiasi atto di violenza e rappresaglia e avranno diritto ad essere soccorsi ed a scambiare notizie con le loro famiglie. Ogni persona deve godere delle garanzie giuridiche fondamentali. Nessuno può essere sottoposto a torture fisiche o mentali, a punizioni corporali o trattamenti crudeli e degradanti..

63 REGOLE D.I.U. Le parti in conflitto e i membri delle forze armate non hanno un diritto illimitato nei riguardi della scelta dei mezzi e metodi di guerra. Le parti in conflitto devono distinguere, in ogni momento, tra civili e combattenti.

64

65 SISTEMA DI GARANZIE D.I.U. PREVENTIVE : Adesione spontanea alle convenzioni, obbligo da parte degli stati di diffondere il D.I.U. ed adeguare leggi nazionali attraverso processo di nazionalizzazione del D.I.U. REPRESSIVE : Istituzione di Tribunali ad-hoc postconflitto e istituzione della CORTE PENALE INTERNAZIONALE volta a superare problemi dei tribunali ad-hoc CONTROLLO : Potenza protettrice esterna al confitto che vigila su rispetto delle regole. CICR può essere sostituto di potenza protettrice come previsto dalle C.G. 49

66 La Storia dell emblema 800: conferire uno status neutrale ai soccorritori e protezione sui campi di battaglia Necessità emblema unico 1863 croce rossa su fondo bianco in omaggio alla Svizzera Croce Rossa: semplice, universale, riconoscibile 1876 guerra russo-turca soccorritori uccisi perché indossavano la croce rossa Mezzaluna Rossa su fondo bianco Persia Leone e Sole Rossi su fondo bianco

67 La Storia dell emblema Il problema della proliferazione Thailandia Afghanistan Zimbabwe India Siria Giappone Libano Sudan

68 III Protocollo Addizionale del XXIX Conferenza internazionale Ginevra Obiettivo: creare emblema universalmente riconosciuto Cristallo Rosso Croce Rossa e la Mezzaluna Rossa mantenuti come simboli protettivi e distintivi

69 L emblema è simbolo di protezione (uso protettivo) ed appartenenza (uso distintivo) L impiego Uso protettivo: serve a garantire la protezione del personale, delle unità e dei mezzi di trasporto sanitario in situazioni di pericolo (CG I, II, III, IV) (simbolo di grandi dimensioni) Uso distintivo: indica l appartenenza di una persona o un bene al Movimento Internazionale della Croce Rossa (simbolo di piccole dimensioni)

70 L abuso Imitazione: segni che per forma, colore possono essere confusi con l emblema della croce rossa o della mezzaluna rossa Uso improprio: uso da parte di individui o gruppi non autorizzati (imprese commerciali, medici privati, farmacisti...) e uso per intenti non sono coerenti con i Principi Fondamentali Grave abuso: uso in guerra per proteggere combattenti armati o equipaggiamento militare Perfidia

71 CASO PRATICO 1 Siamo di notte e il Generale delle truppe di Brasta sa che gli alagaesiani attraverseranno il centro cittadino in mattinata. Quindi decide di piazzare mine antiuomo per tutte le vie del centro. È LECITO? NO

72 CASO PRATICO 2 Durante un attacco due combattenti manifestano la propria resa all avversario alzando le mani ma vengono catturati e fucilati. È LECITO? NO

73 CASO PRATICO 3 Il comandante di un campo di prigionia viste le considerevoli spese di gestione del campo ordina ai suoi uomini di non dare più da bere e mangiare ai prigionieri. È LECITO? NO

74 CASO PRATICO 4 Il Generale delle truppe brastiane in modo da poter oltrepassare i posti di controllo dell esercito nemico ordina di nascondere le armi e le munizioni all interno di un ambulanza della Croce Rossa È LECITO? SE NO, DI CHE CRIMINE SI TRATTA? PERFIDIA

75 CASO PRATICO 5 Un istruttore di Diritto Internazionale Umanitario della Croce Rossa sequestra e costringe un congruo numero di persone ad ascoltare una noiosa lezione per più di 2 ore È LECITO? SE NO, DI CHE CRIMINE SI TRATTA??

76 DOMANDE? DUBBI? PERPLESSITA? PRURITI?

77 GRAZIE PER L ATTENZIONE

INTRODUZIONE AL DIU. Istruttori DIU Comitato Provinciale di Pisa

INTRODUZIONE AL DIU. Istruttori DIU Comitato Provinciale di Pisa INTRODUZIONE AL DIU Istruttori DIU Comitato Provinciale di Pisa Il Diritto Internazionale Umanitario dei Conflitti Armati Finalità Definizione del DIU (cos è, quando si applica) Compiti del DIU Definizione

Dettagli

LA CROCE ROSSA E IL DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO. Barbara Demartin

LA CROCE ROSSA E IL DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO. Barbara Demartin LA CROCE ROSSA E IL DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO di Barbara Demartin JEAN HENRY DUNANT Fondatore della Croce Rossa Nasce l 8 maggio 1828 Ginevrino si occupa di commercio in Algeria Rientra da un viaggio

Dettagli

NOME ED EMBLEMA DELLA CROCE ROSSA

NOME ED EMBLEMA DELLA CROCE ROSSA Emblema NOME ED EMBLEMA DELLA CROCE ROSSA Furono stabiliti con la I CONV. GINEVRA 1864 NEUTRALITA di ospedali, ambulanze, personale sanitario l adozione di Bracciale e Bandiera, uguale per tutti gli Stati,

Dettagli

REGOLE DI CONDOTTA PER I COMBATTENTI

REGOLE DI CONDOTTA PER I COMBATTENTI MANUALE DEL SOLDATO REGOLE DI CONDOTTA PER I COMBATTENTI Edizione speciale per il gioco di ruolo sul Diritto Internazionale Umanitario Raid Cross 3/2008 MANUALE DEL SOLDATO REGOLE DI CONDOTTA PER I COMBATTENTI

Dettagli

STORIA DELLA CROCE ROSSA

STORIA DELLA CROCE ROSSA STORIA DELLA CROCE ROSSA Corso Aspiranti Volontari Pergine, 25/09/2014 Perché?!?! Battaglia di Solferino/San Martino 24.06.1859 JEAN HENRY DUNANT (08.05.1828 30.10.1910) tornando a casa Creazione in ogni

Dettagli

Croce Rossa Italiana

Croce Rossa Italiana Croce Rossa Italiana Diritto Internazionale www.crimilano.it Umanitario Perché questa lezione E compito di ogni volontario di Croce Rossa comprendere e diffondere i principi e gli scopi del Diritto I n

Dettagli

COMITATO INTERNAZIONALE di CROCE ROSSA CICR

COMITATO INTERNAZIONALE di CROCE ROSSA CICR COMITATO INTERNAZIONALE di CROCE ROSSA CICR Barbara Demartin, Consigliere Qualificato e Istruttore DIU Gara D.I.U. 2016 JEAN HENRY DUNANT Fondatore della Croce Rossa Nasce l 8 maggio 1828 Svizzero, di

Dettagli

D.I.U. Origini della Croce Rossa

D.I.U. Origini della Croce Rossa D.I.U. Origini della Croce Rossa Origini della Croce Rossa BATTAGLIA DI SOLFERINO 24 giugno 1859: seconda guerra d'indipendenza esercito austriaco contro quello franco-piemontese 12 ore di combattimento

Dettagli

Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa: principi, struttura e compiti

Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa: principi, struttura e compiti Comitato Locale CRI Firenze, 07 dicembre 2013 Inter arma caritas per humanitatem ad pacem Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa: principi, struttura e compiti Mariangela Bronwen

Dettagli

Diritto Internazionale Umanitario. Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone

Diritto Internazionale Umanitario. Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone Diritto Internazionale Umanitario Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone DIRITTO Insieme di regole esterne alla morale o alla religione che disciplinano i rapporti sociali NAZIONALE: insieme di norme

Dettagli

Tipologie di Conflitto Armato

Tipologie di Conflitto Armato Tipologie di Conflitto Armato Lineamenti introduttivi Michele Romeo Jasinski Croce Rossa Italiana Istruttore DIU CONFLITTO ARMATO Ogni tipo di confronto armato Un conflitto armato esiste quando si ha il

Dettagli

Giornata di Studio D.I.U.

Giornata di Studio D.I.U. Giornata di Studio D.I.U. Il III Protocollo Aggiuntivo 2005 Ten. Com. CRI Roberto Marianelli Assedio di Sebastopoli, Guerra di Crimea (1854-1856) Durante i combattimenti, personale sanitario russo viene

Dettagli

Le fonti e i principi generali del diritto internazionale umanitario di: Christian Ponti

Le fonti e i principi generali del diritto internazionale umanitario di: Christian Ponti Le fonti e i principi generali del diritto internazionale umanitario di: Christian Ponti DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO= DIRITTO BELLICO o JUS IN BELLO Non riguarda la legittimità del ricorso alla forza

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Provinciale di Parma. Il Diritto Internazionale Umanitario (DIU)

Croce Rossa Italiana Comitato Provinciale di Parma. Il Diritto Internazionale Umanitario (DIU) Croce Rossa Italiana Comitato Provinciale di Parma Il Diritto Internazionale Umanitario (DIU) Argomenti della presentazione Introduzione al Diritto Internazionale Umanitario (DIU) Nozione e definizione

Dettagli

Annuario italiano dei diritti umani allegati

Annuario italiano dei diritti umani allegati Annuario italiano dei diritti umani 2016 allegati 1.1. Strumenti giuridici delle Nazioni Unite Nel corso del 2015, l Italia ha depositato la ratifica per i seguenti strumenti internazionali: Protocollo

Dettagli

Diritto Internazionale Umanitario dei conflitti armati. Nozioni, Evoluzione e Principi fondamentali del D.I.U

Diritto Internazionale Umanitario dei conflitti armati. Nozioni, Evoluzione e Principi fondamentali del D.I.U Diritto Internazionale Umanitario dei conflitti armati Nozioni, Evoluzione e Principi fondamentali del D.I.U Alessandro Valacchi Croce Rossa Italiana DTR IV Area Guerra?????? In proposito la comunità internazionale

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO

CROCE ROSSA ITALIANA DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO CROCE ROSSA ITALIANA DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO Perché questa lezione? E compito di ogni volontario di Croce Rossa comprendere e diffondere i principi e gli scopi del Diritto Internazionale Umanitario,

Dettagli

DIRITTO INTERNAZIONALE DEI CONFLITTI ARMATI

DIRITTO INTERNAZIONALE DEI CONFLITTI ARMATI NATALINO RONZITTI DIRITTO INTERNAZIONALE DEI CONFLITTI ARMATI G. GIAPPICHELLI EDITORE - TORINO Indice-Sommario Premessa Principali abbreviazioni 1 Elenco delle opere citate (con il solo nome dell'autore)

Dettagli

Il Diritto Internazionale Umanitario. Istruttore DIU Martina Negri

Il Diritto Internazionale Umanitario. Istruttore DIU Martina Negri Il Diritto Internazionale Umanitario Istruttore DIU Martina Negri Blulandia e Rossolandia sono due stati in guerra. Le truppe di Rossolandia hanno occupato parte del territorio di Blulandia. Quali delle

Dettagli

COMPENDIO DI DIRITTO INTERNAZIONALE

COMPENDIO DI DIRITTO INTERNAZIONALE COMPENDIO DI DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO Mario Carotenuto Phasar edizioni Mario Carotenuto Compendio di diritto internazionale umanitario Proprietà letteraria riservata 2014 Mario Carotenuto 2014

Dettagli

Mezzi e metodi di guerra nel Califfato e in Boko Haram

Mezzi e metodi di guerra nel Califfato e in Boko Haram Mezzi e metodi di guerra nel Califfato e in Boko Haram Gerardo Di Ruocco Busto Arsizio - 23 ottobre 2016 WWW.CRI.IT CROCE ROSSA ITALIANA Qualunque strumento con il quale i combattenti esercitano materialmente

Dettagli

INQUADRAMENTO GIURIDICO DEL PERSONALE SANITARIO NELLE MISSIONI INTERNAZIONALI. Avv. Gerardo Di Ruocco Magg com CRI cong

INQUADRAMENTO GIURIDICO DEL PERSONALE SANITARIO NELLE MISSIONI INTERNAZIONALI. Avv. Gerardo Di Ruocco Magg com CRI cong INQUADRAMENTO GIURIDICO DEL NELLE MISSIONI INTERNAZIONALI Avv. Gerardo Di Ruocco Magg com CRI cong Operazioni di Guerra Difensive Offensive Ritardatrici Operazioni di risposta alle crisi Soccorso umanitario

Dettagli

IL DIRITTO UMANITARIO E LA CROCE ROSSA: PROFILI STORICI E GIURIDICI

IL DIRITTO UMANITARIO E LA CROCE ROSSA: PROFILI STORICI E GIURIDICI IL DIRITTO UMANITARIO E LA CROCE ROSSA: PROFILI STORICI E GIURIDICI Parte Seconda Dott. Matteo Cannonero Istruttore di Diritto Internazionale Umanitario Consigliere Giuridico nelle Forze Armate e in Diritto

Dettagli

Sul Diritto Internazionale Umanitario

Sul Diritto Internazionale Umanitario Sul Diritto Internazionale Umanitario Istruttore di Diritto Internazionale Umanitario: Emanuele Biolcati Gruppo Pionieri di Torino 1 Emanuele Biolcati Diritto Internazionale Umanitario Sommario 1 4 CG

Dettagli

DIRITTOINTERNAZIONALE DEI CONFLITTIARMATI

DIRITTOINTERNAZIONALE DEI CONFLITTIARMATI NATALINO RONZITTI DIRITTOINTERNAZIONALE DEI CONFLITTIARMATI Seconda edizione G. GIAPPICHELLI EDITORE - TORINO Indice-Sommario Premessa alia seconda edizione XIII Premessa alia prima edizione XV Abbreviazioni

Dettagli

Il ruolo ausiliario della Croce Rossa

Il ruolo ausiliario della Croce Rossa Il ruolo ausiliario della Croce Rossa BATTAGLIA DI SOLFERINO E S.MARTINO - 1859 24 giugno 1859 Battaglia di Solferino HENRY DUNANT 1862 Souvenir de Solferino (Ricordo di Solferino) Nel silenzio della notte

Dettagli

L Emblema di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa il III Protocollo addizionale alle CG

L Emblema di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa il III Protocollo addizionale alle CG L Emblema di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa il III Protocollo addizionale alle CG Barbara Scolart Storia Lucien Baudens dopo l assedio di Sebastopoli 1857 in Revue des Deux Mondes Si renderebbe [il fuoco

Dettagli

Croce Rossa italiana. Corpo Militare CRI. I Servizi della CRI Ausiliari alle FF.AA. del Corpo Militare. Col. Fabio Strinati Capo Ufficio DIU

Croce Rossa italiana. Corpo Militare CRI. I Servizi della CRI Ausiliari alle FF.AA. del Corpo Militare. Col. Fabio Strinati Capo Ufficio DIU Croce Rossa italiana Corpo Militare CRI I Servizi della CRI Ausiliari alle FF.AA. del Corpo Militare Col. Fabio Strinati Capo Ufficio DIU Croce Rossa Italiana Ispettorato Nazionale del Corpo Militare ausiliario

Dettagli

Parte Generale I CRIMINI DI GUERRA COME CRIMINI INTERNAZIONALI... 3

Parte Generale I CRIMINI DI GUERRA COME CRIMINI INTERNAZIONALI... 3 INDICE SOMMARIO Prefazione........................................ Abbreviazioni...................................... Nota metodologica................................... XVII XXIII XXV 1. Parte Generale

Dettagli

Organizzazione e ruolo del CICR nel Diritto Internazionale Umanitario. Cap. Com. CRI Renato Pizzi Consigliere Giuridico FF.AA.

Organizzazione e ruolo del CICR nel Diritto Internazionale Umanitario. Cap. Com. CRI Renato Pizzi Consigliere Giuridico FF.AA. Organizzazione e ruolo del CICR nel Diritto Internazionale Umanitario Cap. Com. CRI Renato Pizzi Consigliere Giuridico FF.AA. Stati parte alle CG Conferenza Internazionale della CR e MR Commissione permanente

Dettagli

Legge federale concernente la protezione dell emblema e del nome della Croce Rossa

Legge federale concernente la protezione dell emblema e del nome della Croce Rossa Legge federale concernente la protezione dell emblema e del nome della Croce Rossa 232.22 del 25 marzo 1954 (Stato 1 gennaio 2017) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, viste le convenzioni

Dettagli

CROCE ROSSA Convenzione di Ginevra per il miglioramento delle condizioni dei militari feriti in campagna

CROCE ROSSA Convenzione di Ginevra per il miglioramento delle condizioni dei militari feriti in campagna EMBLEMA CROCE ROSSA 1864 Convenzione di Ginevra per il miglioramento delle condizioni dei militari feriti in campagna bandiera svizzera invertita (in onore di Henry Dunant) nessun signicato religioso semplice

Dettagli

DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO

DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO Genesi e sviluppo del DIU Iniziamo a descrivere il DIU partendo dal significato delle tre parole costituenti: DIRITTO: insieme di regole esterne alla morale o alla religione

Dettagli

2014 Istr. s.lla Mirella Giambartolomei

2014 Istr. s.lla Mirella Giambartolomei 2014 Istr. s.lla Mirella Giambartolomei NOZIONE PRINCIPI FONDAMENTALI EVOLUZIONE DEL DIU DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO Perché questo Corso? E dovere di ogni volontario di Croce Rossa COMPRENDERE e

Dettagli

LA STORIA DELLA CROCE ROSSA. Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone

LA STORIA DELLA CROCE ROSSA. Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone LA STORIA DELLA CROCE ROSSA Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone Henry Dunant (8 maggio 1828 30 ottobre 1910) 24 giugno1859 BATTAGLIA di SOLFERINO Henry Dunant organizza i soccorsi collaborando con

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale VV.d.S. Croce Rossa

CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale VV.d.S. Croce Rossa CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale VV.d.S. Storia della Croce Rossa CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale VV.d.S. Per favore grazie!!! Henry Dunant 1859 Battaglia Solferino Esercito Austro-Ungarico

Dettagli

STORIA DELLA CROCE ROSSA

STORIA DELLA CROCE ROSSA STORIA DELLA CROCE ROSSA Corso Base Volontari Trento 28 gennaio 2013 Istruttore DIU Michele Beretta Perché?!?! Battaglia di Solferino/San Martino 24.06.1859 JEAN HENRY DUNANT (08.05.1828 30.10.1910) Creazione

Dettagli

Indice-Sommario. Introduzione. Ius ad bellum, ius in bello, disarmo 19. Parte I La disciplina dell uso della forza nelle relazioni internazionali

Indice-Sommario. Introduzione. Ius ad bellum, ius in bello, disarmo 19. Parte I La disciplina dell uso della forza nelle relazioni internazionali Indice-Sommario Premessa alla quarta edizione XIII Premessa alla terza edizione XV Premessa alla seconda edizione XVII Premessa alla prima edizione XIX Abbreviazioni 1 Elenco delle opere citate (con il

Dettagli

INTRODUZIONE AL DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO

INTRODUZIONE AL DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO CORSO DI FORMAZIONE PER VOLONTARI DELLA CROCE ROSSA ITALIANA FOLIGNO 2013 SECONDA LEZIONE INTRODUZIONE AL DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO Avv. Roberto Pagliacci Ten. Com. Corpo Militare C.R.I. Istruttore

Dettagli

Principi del DIU (Diritto Internazionale Umanitario)

Principi del DIU (Diritto Internazionale Umanitario) Principi del DIU (Diritto Internazionale Umanitario) Corso Volontari Trento 31 gennaio 2013 Istr.DIU Michele Beretta Definizione: Il Diritto Internazionale Umanitario è una branca del diritto Internazionale

Dettagli

LE CONVENZIONI DI GINEVRA DEL 1949

LE CONVENZIONI DI GINEVRA DEL 1949 LE CONVENZIONI DI GINEVRA DEL 1949 Intervento del Prof. Marco Sassòli, Professore ordinario di diritto internazionale e Direttore del Dipartimento di diritto internazionale pubblico ed organizzazione internazionale

Dettagli

Diritto Internazionale Umanitario: Le categorie protette

Diritto Internazionale Umanitario: Le categorie protette CROCE ROSSA ITALIANA Comitato regionale Friuli Venezia Giulia Ispettorato Regionale VV.d.S. Diritto Internazionale Umanitario: Le categorie protette Dott. Milena-Maria CISILINO LO SCOPO LIMITARE IL DIRITTO

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA Corpo Militare. Corso base di Diritto Internazionale Umanitario applicabile ai Conflitti Armati (DIU-CA)

CROCE ROSSA ITALIANA Corpo Militare. Corso base di Diritto Internazionale Umanitario applicabile ai Conflitti Armati (DIU-CA) CROCE ROSSA ITALIANA Corpo Militare Corso base di Diritto Internazionale Umanitario applicabile ai Conflitti Armati (DIU-CA) CROCE ROSSA ITALIANA Corpo Militare Protezione dei Prigionieri di Guerra Corso

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA. III CENTRO DI MOBILITAZIONE Lombardia CORPO MILITARE

CROCE ROSSA ITALIANA. III CENTRO DI MOBILITAZIONE Lombardia CORPO MILITARE CROCE ROSSA ITALIANA III CENTRO DI MOBILITAZIONE Lombardia CORPO MILITARE LEZIONE CORSO VOLONTARI Le Componenti Il Volontari del Soccorso Pionieri Componente Giovani Comitato Femminile Donatori del Sangue

Dettagli

Principi cardine del DIU e organi della violenza bellica. Corso diritto internazionale avanzato Lez. 2/4 Aldo Piccone

Principi cardine del DIU e organi della violenza bellica. Corso diritto internazionale avanzato Lez. 2/4 Aldo Piccone Principi cardine del DIU e organi della violenza bellica Corso diritto internazionale avanzato Lez. 2/4 Aldo Piccone Contenuti: Principio di necessità militare Principio di proporzionalità Principio di

Dettagli

Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Argomenti Storia della Croce Rossa: fondatori e precursori Convenzioni di Ginevra del 1949 Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna

Dettagli

Le categorie protette dal diritto internazionale umanitario

Le categorie protette dal diritto internazionale umanitario Diritto internazionale umanitario (DIU) Le categorie protette dal diritto internazionale umanitario Elena Castiglione Vds Roma Nord Istruttore DIU Monitore CRI Istruttore TI PS Che cosa è il Diritto Internazionale

Dettagli

Diritto dei trattati Relazioni diplomatiche e consolari Immunità degli Stati

Diritto dei trattati Relazioni diplomatiche e consolari Immunità degli Stati INDICE Presentazione p. XI Avvertenze alla seconda edizione p. XV Avvertenze alla terza edizione p. XV Avvertenze alla quarta edizione p. XV Avvertenze alla quinta edizione p. XVI Avvertenze alla sesta

Dettagli

NOZIONE DI COMBATTENTE LEGITTIMO

NOZIONE DI COMBATTENTE LEGITTIMO INSEGNAMENTO DI DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO LEZIONE IV I COMBATTENTI PROF. CASTRENZE DI GANGI Indice 1 NOZIONE DI COMBATTENTE LEGITTIMO -------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Ordinanza del DDPS sull identificazione militare. Sezione 1: Disposizioni generali. del 29 novembre 2013 (Stato 1 gennaio 2014)

Ordinanza del DDPS sull identificazione militare. Sezione 1: Disposizioni generali. del 29 novembre 2013 (Stato 1 gennaio 2014) Ordinanza del DDPS sull identificazione militare 518.01 del 29 novembre 2013 (Stato 1 gennaio 2014) Il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), d intesa

Dettagli

ETEMENTI INTRODUTTIVI ALLA CROCE ROSSA

ETEMENTI INTRODUTTIVI ALLA CROCE ROSSA ETEMENTI INTRODUTTIVI ALLA CROCE ROSSA Introduzione al Diritto Internazionale Umanitario NOZIONE DEFINIZIONE DI D.I.U. Il diritto internazionale umanitario (in seguito D.I.U.), anche chiamato diritto umanitario,

Dettagli

SOMMARIO 1. INTRODUZIONE; 2. LE FONTI GIURIDICHE; 3. PROTEZIONI: DISCIPLINA E PRESUPPOSTI; 4. LE PROTEZIONI SANCITE DAL I PROT. AGG. 1977; 5.D.

SOMMARIO 1. INTRODUZIONE; 2. LE FONTI GIURIDICHE; 3. PROTEZIONI: DISCIPLINA E PRESUPPOSTI; 4. LE PROTEZIONI SANCITE DAL I PROT. AGG. 1977; 5.D. SOMMARIO 1. INTRODUZIONE; 2. LE FONTI GIURIDICHE; 3. PROTEZIONI: DISCIPLINA E PRESUPPOSTI; 4. LE PROTEZIONI SANCITE DAL I PROT. AGG. 1977; 5. STATUS GIORNALISTI C.D. EMBEDDED ; 6. CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE.

Dettagli

DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO

DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO Il Diu non ha lo scopo di compromettere l efficienza militare Ma...il suo scopo è quello di rendere più umano possibile un conflitto Istr. DIU Morena Bort Volontario Cri

Dettagli

Diritto Internazionale Umanitario. Istruttore DIU s.lla Mirella Giambartolomei

Diritto Internazionale Umanitario. Istruttore DIU s.lla Mirella Giambartolomei Diritto Internazionale Umanitario Istruttore DIU s.lla Mirella Giambartolomei LA CROCE ROSSA E L UNICA IDEA IN NOME DELLA QUALE NON E MAI STATO UCCISO NESSUNO Jean Pictet Cos è il D.I.U.? Un settore del

Dettagli

STORIA DELLA CROCE ROSSA

STORIA DELLA CROCE ROSSA STORIA DELLA CROCE ROSSA Team Regionale Area IV Croce Rossa Italiana LEZIONE 1 INDICE ARGOMENTI Introduzione al Movimento Internazionale di CR e MR I 7 Principi Fondamentali Origini e fondatore del Movimento

Dettagli

Avv. Cristina Lorenzin Istruttrice di Diritto Internazionale Umanitario

Avv. Cristina Lorenzin Istruttrice di Diritto Internazionale Umanitario Avv. Cristina Lorenzin Istruttrice di Diritto Internazionale Umanitario Origini! Henry Dunant! Ginevra 1828- Heiden 1910! Origini! -1855: Fonda a Parigi la prima sede in territorio europeo di YMCA! - 1858:

Dettagli

La Croce Rossa e il Diritto Internazionale Umanitario

La Croce Rossa e il Diritto Internazionale Umanitario La Croce Rossa e il Diritto Internazionale Umanitario 1 INDICE Parte Prima: La croce Rossa 1. HENRY DUNANT E LA CROCE ROSSA 2. IL MOVIMENTO INTERNAZIONALE DELLA CROCE ROSSA E MEZZALUNA ROSSA 1. CONFERENZA

Dettagli

I crimini internazionali dell individuo di: Christian Ponti

I crimini internazionali dell individuo di: Christian Ponti I crimini internazionali dell individuo di: Christian Ponti Settore del diritto internazionale pubblico che si caratterizza in maniera autonoma per alcuni fattori precisi: i) esso ha ad (oggetto) quei

Dettagli

LE REGOLE PRINCIPALI DEL D.I.U. ATTUALE

LE REGOLE PRINCIPALI DEL D.I.U. ATTUALE INSEGNAMENTO DI DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO LEZIONE III PRINCIPI FONDAMENTALI DEL DIRITTO UMANITARIO PROF. CASTRENZE DI GANGI Indice 1 LE REGOLE PRINCIPALI DEL D.I.U. ATTUALE ------------------------------------------------------------------

Dettagli

Gli emblemi di croce rossa mezzaluna rossa cristallo rosso. Guida ai simboli

Gli emblemi di croce rossa mezzaluna rossa cristallo rosso. Guida ai simboli Gli emblemi di croce rossa mezzaluna rossa cristallo rosso Guida ai simboli Febbraio 2007 Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e di Mezzaluna Rossa Tutte le parti di questa pubblicazione

Dettagli

STATO MAGGIORE DELL'ESERCITO REPARTO IMPIEGO DELLE FORZE

STATO MAGGIORE DELL'ESERCITO REPARTO IMPIEGO DELLE FORZE STATO MAGGIORE DELL'ESERCITO REPARTO IMPIEGO DELLE FORZE STANAG N. 2003 ( All. Aa005 ) OGGETTO: RULES OF ENGAGEMENT ISAF Promulgato il 17 ottobre 2003 ROE ISAF GENERALITA Le Regole d ingaggio (ROE) autorizzano

Dettagli

ABC del diritto internazionale umanitario

ABC del diritto internazionale umanitario ABC del diritto umanitario Index Introduzione 5 Glossario 8 A Accesso umanitario 8 Agenzia centrale di ricerca della Croce Rossa 8 Aggressione 9 Ambiente 9 Armi 10 Armi a grappolo 10 Armi biologiche 11

Dettagli

L EMBLEMA DI CROCE ROSSA E MEZZALUNA ROSSA IL III PROTOCOLLO ADDIZIONALE ALLE CG

L EMBLEMA DI CROCE ROSSA E MEZZALUNA ROSSA IL III PROTOCOLLO ADDIZIONALE ALLE CG L EMBLEMA DI CROCE ROSSA E MEZZALUNA ROSSA IL III PROTOCOLLO ADDIZIONALE ALLE CG Carola Diotri Istruttore Diu Aosta, 14 marzo 2013 Storia Lucien Baudens, ispettore medico, dopo l assedio di Sebastopoli

Dettagli

La definizione dei crimini internazionali: esempi scelti

La definizione dei crimini internazionali: esempi scelti Università di Pisa - Dipartimento di Scienze Politiche LM52 Studi internazionali Corso di Tutela internazionale dei diritti umani La definizione dei crimini internazionali: esempi scelti lezione dell 11

Dettagli

Corso di Accesso per Aspiranti Volontari della Croce Rossa

Corso di Accesso per Aspiranti Volontari della Croce Rossa Corso di Accesso per Aspiranti Volontari della Croce Rossa Ugo Del Gais Consigliere Qualificato - Istruttore DIU - Diffusore di Cooperazione Internazionale area4@criroma6.org Origini e Storia del Movimento

Dettagli

Dallo Statuto di Roma della Corte Penale Internazionale (1998)

Dallo Statuto di Roma della Corte Penale Internazionale (1998) Dallo Statuto di Roma della Corte Penale Internazionale (1998) Art. 6 Crimine di genocidio Ai fini del presente Statuto, per crimine di genocidio s intende uno qualsiasi dei seguenti atti commessi nell

Dettagli

INDICE. Capitolo Secondo: Il diritto internazionale umanitario e i diritti umani

INDICE. Capitolo Secondo: Il diritto internazionale umanitario e i diritti umani INDICE Parte Prima: Il diritto internazionale e i crimini dell individuo Capitolo Primo: Origini, evoluzione, caratteri della giustizia internazionale penale 1. La costituzione di tribunali penali internazionali:

Dettagli

Problemi e sfide. La povertà

Problemi e sfide. La povertà Problemi e sfide La povertà LO SVILUPPO UMANO NORD OVEST ATLANTICO EST Molto alto Alto Medio Basso Dati non disponibili INDIANO SUD La ricchezza nel mondo non è distribuita in modo omogeneo. La povertà

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE. Trattati internazionali, basi e servitù militari

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE. Trattati internazionali, basi e servitù militari Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI N. 2-A PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE Trattati internazionali, basi e servitù

Dettagli

Principali Carte, Convenzioni e Dichiarazioni in materia di diritti umani adottate a livello internazionale

Principali Carte, Convenzioni e Dichiarazioni in materia di diritti umani adottate a livello internazionale Principali Carte, Convenzioni e Dichiarazioni in materia di diritti umani adottate a livello internazionale 1 Principali Carte, Convenzioni e Dichiarazioni in materia di diritti umani adottate a livello

Dettagli

Storia della Croce Rossa

Storia della Croce Rossa Storia della Croce Rossa Istruttore di Diritto Internazionale Umanitario: Emanuele Biolcati Gruppo Pionieri di Torino 1 Area Pace Storia della Croce Rossa Sommario 1 Origini della Croce Rossa 2 Emblema

Dettagli

Carriere Internazionali nel Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

Carriere Internazionali nel Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Carriere Internazionali nel Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa L Associazione della Croce Rossa Italiana Associazione di promozione sociale, ha per scopo l'assistenza sanitaria e

Dettagli

DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO dei CONFLITTI ARMATI. Ester Quaglione

DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO dei CONFLITTI ARMATI. Ester Quaglione DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO dei CONFLITTI ARMATI Ester Quaglione 1 D.I.U Denominazione 1. DIRITTO DELLA GUERRA / DIRITTO BELLICO 2. DIRITTO DEI CONFLITTI ARMATI 3. DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO

Dettagli

Castiglione delle Stiviere - Ottobre 2013. Obiettivo Strategico 4

Castiglione delle Stiviere - Ottobre 2013. Obiettivo Strategico 4 Castiglione delle Stiviere - Ottobre 2013 Diffondiamo il Diritto Internazionale Umanitario, i Principi Fondamentali ed i Valori Umanitari, cooperiamo con gli altri membri del Movimento Internazionale Marida

Dettagli

PROTEZIONE DELLE PERSONE

PROTEZIONE DELLE PERSONE INSEGNAMENTO DI DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO LEZIONE VI PERSONE E STRUTTURE PROTETTE PROF. CASTRENZE DI GANGI Indice 1 PROTEZIONE DELLE PERSONE ----------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Museo Internazionale Croce Rossa

Museo Internazionale Croce Rossa Castiglione delle Stiviere Museo Internazionale Croce Rossa Il Museo Internazionale della Croce Rossa conserva le testimonianze scritte, gli oggetti, i documenti che ricordano la nascita e lo sviluppo

Dettagli

Corso Informativo sul Diritto Internazionale Umanitario

Corso Informativo sul Diritto Internazionale Umanitario Corso Informativo sul Diritto Internazionale Umanitario Cap. com. CRI Renato Pizzi Consigliere Qualificato Istruttore Consigliere Giuridico FF.AA. Membro Istituto Internazionale di Diritto Umanitario Il

Dettagli

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TORINO

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TORINO Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TORINO VISURA DI EVASIONE CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI SUSA DATI ANAGRAFICI Indirizzo Sede Susa (TO) Corso Stati Uniti 5 cap 10059

Dettagli

LA CROCE ROSSA Origini e storia

LA CROCE ROSSA Origini e storia LA CROCE ROSSA Origini e storia Fino agli inizi del XIX 0 secolo, i servizi di sanità militare degli eserciti erano gravemente carenti e male equipaggiati (a volte addirittura assenti) né era prevista

Dettagli

La tortura è illegale o è permessa?

La tortura è illegale o è permessa? Cos è la tortura? La tortura è un metodo per creare dolore fisico o psicologico, con il fine o di punire o di estorcere delle informazioni importanti o per uccidere una persona in modo molto doloroso.

Dettagli

Corso Base per Aspiranti Volontari del Soccorso CROCE ROSSA ITALIANA

Corso Base per Aspiranti Volontari del Soccorso CROCE ROSSA ITALIANA Corso Base per Aspiranti Volontari del Soccorso CROCE ROSSA ITALIANA DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO e MOVIMENTO INTERNAZIONALE DI CROCE ROSSA Istruttore D.I.U. - V.d.S. Donatella Summa Rimini, martedì

Dettagli

Il non belligerante presta aiuto ad una delle Parti senza entrare nel conflitto

Il non belligerante presta aiuto ad una delle Parti senza entrare nel conflitto LA NEUTRALITÀ E L OBBLIGO DI COOPERAZIONE CON LE NAZIONI UNITE Alessandra Annoni Università di Catanzaro alessandra.annoni@unicz.it 1-Reazione dello Stato terzo allo scoppio di un conflitto armato 2 Belligeranza

Dettagli

Il sistema della Convenzione. dott. Valerio Palombaro

Il sistema della Convenzione. dott. Valerio Palombaro Il sistema della Convenzione Europea dei diritti dell uomo dott. Valerio Palombaro Statuto del Consiglio d Europa firmato a Londra il 5 Maggio 1949 Progetto di Convenzione europea dei diritti dell uomo

Dettagli

Sommario 1. Definizioni 2. Fonti della disciplina dei mezzi di combattimento 3. Armi espressamente vietate 4. Principi generali che regolano l utilizz

Sommario 1. Definizioni 2. Fonti della disciplina dei mezzi di combattimento 3. Armi espressamente vietate 4. Principi generali che regolano l utilizz PROIBIZIONE O RESTRIZIONE DELL USO DI CERTE ARMI Diritti umani e diritto umanitario nei conflitti armati, 2013/14 Alessandra Annoni Università Magna Graecia Catanzaro alessandra.annoni@unicz.it Sommario

Dettagli

Dalla I Convenzione al III Protocollo

Dalla I Convenzione al III Protocollo Dalla I Convenzione al III Protocollo Il DIU è l insieme di norme attraverso le quali si cerca, per ragioni umanitarie, di limitare gli effetti dei conflitti garantendo la protezione delle persone che

Dettagli

Henry DUNANT e le sue pazze idee Ottobre 2013

Henry DUNANT e le sue pazze idee Ottobre 2013 Henry DUNANT e le sue pazze idee Ottobre 2013 1 2 Ginevra, la casa dove Dunant nasce 8 maggio 1828 3 4 5 6 Il collegio Calvin dove Dunant ha studiato 7 Sètif Algeria - Africa Dunant per conto di una Banca

Dettagli

IL MOVIMENTO. Istruttore di Diritto Internazionale Umanitario Fabrizio PANIZZA

IL MOVIMENTO. Istruttore di Diritto Internazionale Umanitario Fabrizio PANIZZA IL MOVIMENTO Istruttore di Diritto Internazionale Umanitario Fabrizio PANIZZA CULTURA DI CROCE ROSSA Un precursore Ferdinando Palasciano Ufficiale medico dell esercito Borbonico nel 1848, durante l insurrezione

Dettagli

DIRITTO UMANITARIO I Principi Generali

DIRITTO UMANITARIO I Principi Generali UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA 8 maggio 2013 DIRITTO UMANITARIO I Principi Generali Brig. Gen. Gianni Angelucci 1 DIRITTO INTERNAZIONALE Il D.I. costituisce l ordinamento della comunità degli Stati,

Dettagli

Benvenuti nel Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

Benvenuti nel Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Benvenuti nel Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Isabella Dordoni Istruttore Nazionale D.I.U. Cultore Storia Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Periodo Storico Idee

Dettagli

UN PO DI STORIA C s o a s a è è la l a Cr C oc o e c e Ros o s s a s? 189

UN PO DI STORIA C s o a s a è è la l a Cr C oc o e c e Ros o s s a s? 189 CRI San Pellegrino Piazza Brembana 18 febbraio 2012 Corso Base Istruttore DIU Renzo Belussi VdSCRI Scanzo AGENDA 1. Un po di storia 2. I Principi fondamentali 3. Il Movimento internazionale di Croce Rossa

Dettagli

DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO

DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO Argomenti trattati : CROCE ROSSA (prima lezione - la Storia > Henry Dunant - il Movimento Internazionale - i Principi Fondamentali - l emblema DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO - Definizione e Concetti

Dettagli

Comitato Regionale CAMPANIA COMPENDIU. A cura del. Coordinamento Regionale degli Istruttori D.I.U. della CAMPANIA

Comitato Regionale CAMPANIA COMPENDIU. A cura del. Coordinamento Regionale degli Istruttori D.I.U. della CAMPANIA Comitato Regionale CAMPANIA COMPENDIU A cura del Coordinamento Regionale degli Istruttori D.I.U. della CAMPANIA Edizione 2014 INDICE COMPENDIU 1 - STORIA DELLA CROCE ROSSA 2 - I SETTE PRINCIPI FONDAMENTALI

Dettagli

Croce Rossa e Diritto Internazionale Umanitario Dispense corso di formazione per Volontari della Croce Rossa Comitato Locale di Cepagatti

Croce Rossa e Diritto Internazionale Umanitario Dispense corso di formazione per Volontari della Croce Rossa Comitato Locale di Cepagatti Croce Rossa e Diritto Internazionale Umanitario Dispense corso di formazione per Volontari della Croce Rossa Comitato Locale di Cepagatti A cura di Alessandra Odoardi Istruttore D.I.U. e Consigliere Qualificato

Dettagli

ABC del diritto internazionale umanitario

ABC del diritto internazionale umanitario ABC del diritto umanitario Index Introduzione 5 Glossario 8 A Accesso umanitario 8 Agenzia centrale di ricerca della Croce Rossa 8 Aggressione 9 Ambiente 9 Armi 10 Armi a grappolo 10 Armi biologiche 11

Dettagli

COS È IL DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO

COS È IL DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO LEZIONE: IL DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO PROF. CASTRENZE DI GANGI Indice 1 COS È IL DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO ---------------------------------------------------------- 3 2 ORIGINI -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1526 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore MARINI Giulio COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 24 APRILE 2007 Riconoscimento in favore dei partecipanti alla seconda

Dettagli

Prepariamo le Comunità e diamo risposta a emergenze e disastri

Prepariamo le Comunità e diamo risposta a emergenze e disastri Prepariamo le Comunità e diamo risposta a emergenze e disastri Obiettivo III - Prepariamo le comunità e diamo risposta a emergenza e disastri ARGOMENTI DELLA LEZIONE Obiettivi specifici dell Area III Attività

Dettagli

(PRIGIONIERI DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE, GLI ARCHIVI DEL CICR)

(PRIGIONIERI DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE, GLI ARCHIVI DEL CICR) (PRIGIONIERI DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE, GLI ARCHIVI DEL CICR) Archivi 1914-1918: durante la Prima Guerra Mondiale, 10 milioni di individui, fra militari in servizio attivo e civili, furono catturati

Dettagli

PRINCIPI COSTITUZIONALI E GENERALI DEL DIRITTO PENALE

PRINCIPI COSTITUZIONALI E GENERALI DEL DIRITTO PENALE PRINCIPI COSTITUZIONALI E GENERALI DEL DIRITTO PENALE Circolarità punitiva: quando punire Reo fatto (diritto penale) Carcere processo Principio di legalità Principio di materialità Principio della tutela

Dettagli