Prefazione... Presentazione... Introduzione... PARTE I IL PATRIMONIO CULTURALE NELLA SUA DIVERSITÀ

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prefazione... Presentazione... Introduzione... PARTE I IL PATRIMONIO CULTURALE NELLA SUA DIVERSITÀ"

Transcript

1 INDICE Prefazione... Presentazione... Introduzione... PARTE I IL PATRIMONIO CULTURALE NELLA SUA DIVERSITÀ CAPITOLO PRIMO LA SPECIFICITÀ DEL LIVELLO INTERNAZIONALE DI PROTEZIONE 1.1 La complementarità del livello internazionale di protezione rispetto alla protezione nazionale del patrimonio L esposizione del patrimonio all azione di più soggetti durante i conflitti armati La protezione dei beni culturali nell ambito dell evoluzione del diritto internazionale umanitario Caratteristiche delle prime norme relative al patrimonio culturale contenute nelle convenzioni sul diritto dei conflitti armati La necessaria collaborazione tra le giurisdizioni nazionali con riferimento alla circolazione dei beni culturali mobili Saccheggi, prede belliche e traffici illeciti: le conseguenze della decontestualizzazione e la questione della restituzione/ritorno dei beni culturali La domanda dei beni culturali sul mercato internazionale e lo sviluppo di codici etici degli operatori del settore L inversione di tendenza dal darwinismo culturale al pluralismo culturale e la distinzione ormai superata? tra Stati liberisti e Stati protezionisti Il vuoto di giurisdizione sui beni culturali sommersi La mancanza di giurisdizione dello Stato costiero per la protezione del patrimonio culturale sulla piattaforma continentale e nella zona economica esclusiva L accenno al salvage law ed all admiralty law e la previsione della zona archeologica nella Convenzione di Montego Bay Verso un regime che sottolinei l approccio pubblicistico della protezione del patrimonio...

2 1.2 La Lista del patrimonio mondiale: verso una complementarità invertita? L'interesse comune e la responsabilità congiunta per la protezione del patrimonio culturale di eccezionale valore universale Le principali sfide di natura strutturale messe in luce dalla Convenzione sul patrimonio mondiale Gli Stati, amministratori fiduciari del patrimonio culturale in nome dell'umanità e i mezzi morbidi di attuazione forzata degli obblighi convenzionali L intervento proattivo del livello internazionale di tutela del patrimonio culturale in risposta alle nuove sfide della globalizzazione La protezione del patrimonio intangibile quale reazione ad una concezione troppo occidentale ed eurocentrica del patrimonio culturale Il criterio associativo nella Convenzione sul patrimonio mondiale La difficile difesa dell autenticità del patrimonio culturale intangibile Patrimonio, identità e dialogo: dai tesori umani viventi alla Convenzione del Non solo patrimonio: l individuazione della diversità delle espressioni culturali quale oggetto diretto di protezione Gli eventi che hanno catalizzato l attenzione della Comunità internazionale sul valore della diversità culturale L UNESCO reinterpreta il suo operato alla luce della questione della diversità culturale L aspetto culturale dello sviluppo sostenibile nell era della globalizzazione: le espressioni e le industrie culturali Verso un regime giuridico specifico per proteggere e promuovere la diversità delle espressioni culturali... CAPITOLO SECONDO IL FONDAMENTO DELLA TUTELA DEL PATRIMONIO CULTURALE NELL'ORDINAMENTO INTERNAZIONALE 2.1 Patrimonio culturale e diritti umani I beni culturali quale patrimonio comune dell umanità L affacciarsi del concetto di patrimonio comune dell umanità nell ordinamento internazionale I beni culturali quale patrimonio comune per destinazione : common concern che comporta una particolare forma di equa spartizione dei benefici Il preteso requisito dell internazionalismo istituzionale2.1.2 Il patrimonio culturale quale oggetto di un diritto umano di terza generazione...

3 Il diritto a beneficiare del patrimonio comune dell umanità come diritto umano di terza generazione Le diverse generazioni di diritti umani, la loro interrelazione con riferimento ai diritti culturali ed in particolare alla protezione del patrimonio culturale La solidarietà internazionale, tratto caratteristico della terza generazione di diritti umani Lo sviluppo culturalmente sostenibile Una concezione dinamica del patrimonio comune: l idea dello sviluppo sostenibile La dimensione culturale dello sviluppo sostenibile L ampliamento della prospettiva di protezione internazionale del patrimonio culturale, dalla conservazione alla valorizzazione e la crescita Patrimonio culturale e mantenimento della pace L interdipendenza tra mantenimento della pace e tutela dei diritti umani nel sistema delle Nazioni Unite e la missione specifica dell UNESCO Il paradigma patrimonio diritti umani pace e le risoluzioni dell Assemblea generale delle Nazioni Unite Le vicende relative al patrimonio culturale nelle risoluzioni del Consiglio di sicurezza Riflessioni su di un caso di intervento diretto del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite in materia di tutela dei beni culturali L interessamento del Consiglio di sicurezza per il patrimonio culturale nella Risoluzione n del 22 maggio L obbligo di favorire il ritorno alle istituzioni irachene dei beni culturali dell Iraq Una decisione adottata in funzione del mantenimento della pace e della sicurezza internazionale Il ricorso ai principi fondamentali del sistema di diritto internazionale: indizio di lacune o applicazione del principio di coerenza?... CAPITOLO TERZO LA COSTRUZIONE DI UN SISTEMA NORMATIVO CONVENZIONALE COMPLETO A TUTELA DEL VALORE UNIVERSALE DEL PATRIMONIO CULTURALE 3.1 I diversi modi della protezione del patrimonio culturale nell ambito della missione dell UNESCO Azioni svolte al di fuori dei meccanismi convenzionali di cooperazione istituzionalizzata fondati su specifici trattati Le campagne di salvaguardia...

4 I programmi: in particolare l elenco dei capolavori poi confluiti nella Lista del patrimonio culturale intangibile Segue: il programma memoria del mondo Le raccomandazioni e le dichiarazioni La scelta di raccomandare: potere diretto dell Organizzazione di suggerire regole di comportamento Le dichiarazioni di principi Le raccomandazioni in esito a procedure di monitoraggio e controllo dell attuazione di convenzioni internazionali Le convenzioni internazionali come principale mezzo giuridico della cooperazione istituzionalizzata L affievolimento dei vincoli obbligatori in ragione dell ampiezza dell oggetto della protezione La ripercussione, sugli strumenti convenzionali, della ripartizione delle competenze in materia culturale all interno degli Stati: le clausole federali Il valore universale del patrimonio e della diversità culturale alla base dei diversi regimi convenzionali, che trova espressione in ciascuna specifica disciplina operativa Il regime dei beni culturali in caso di conflitto armato L estrema modernità dei principi su cui si basa la Convenzione de L Aja del Gli elementi che collegano la Convenzione alla risalente tradizione del diritto umanitario limitandone l efficacia Il patrimonio come bene indisponibile dello Stato territoriale: il II Protocollo aggiuntivo alla Convenzione del 1954 ribadisce l irrinunciabilità della protezione La protezione internazionale dei beni culturali mobili dai trasferimenti illeciti: prevenzione e questioni relative alla restituzione L evoluzione della cooperazione internazionale dai primi progetti della Società delle Nazioni alle Convenzioni di Parigi del 1970 e di Roma del Le principali questioni giuridiche affrontate dalle convenzioni internazionali Il contrasto della circolazione illecita: una responsabilità degli Stati nei confronti della Comunità internazionale L individuazione di elementi rappresentativi di diverse realtà di eccezionale valore universale con riferimento al patrimonio culturale immobile La protezione del patrimonio mondiale culturale e naturale nella Convenzione UNESCO del 1972: cristallizzazione dell interesse comune intorno ai beni più rappresentativi...

5 Il controllo dei siti iscritti mediante le procedure di suivi quale interazione permanente tra il Comitato e gli Stati parti La Strategia globale per la rappresentatività della Lista UNESCO del patrimonio mondiale Un regime tutto nuovo per il patrimonio culturale nel mare di nessuno La protezione del patrimonio culturale subacqueo sulla piattaforma continentale e nella zona economica esclusiva: una lacuna della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare? La Convenzione UNESCO del 2001 quale modello di regolamentazione tecnica e regime generale di cooperazione internazionale Una responsabilità congiunta per la protezione del patrimonio culturale sommerso La protezione internazionale del patrimonio culturale intangibile: un ponte verso orizzonti inesplorati L altra faccia del patrimonio: vivente, molto diffuso, non necessariamente collegato con beni culturali materiali La grande complessità di concepire e realizzare la salvaguardia di un patrimonio vivente: viabilità e diritti umani Il ruolo insostituibile delle comunità locali ed il sostegno delle organizzazioni non governative Prospettive di evoluzione del diritto internazionale generale: la condanna assoluta della distruzione intenzionale del patrimonio culturale Valutazione del patrimonio culturale negli statuti e nella giurisprudenza delle corti internazionali La giurisprudenza internazionale e la protezione del patrimonio culturale: tutela eventuale ed indiretta per il tempo di pace La responsabilità individuale per offese al patrimonio culturale: un raffronto tra lo Statuto della Corte penale internazionale ed il II Protocollo alla Convenzione de L Aja del La giurisprudenza internazionale relativa ad atti di sottrazione o distruzione di beni culturali in tempo di guerra o nel contesto della commissione di crimini contro l umanità L affermazione della diversità culturale quale patrimonio comune dell umanità nella Dichiarazione del La diversità culturale: problema, risorsa, diritto La declinazione della diversità culturale nell opinio juris della Comunità internazionale La distruzione intenzionale nella Dichiarazione UNESCO del 2003: crimine di Stato e dell individuo La Dichiarazione del 2003, tra conferma e sviluppo progressivo del diritto internazionale generale Un tentativo di chiusura del sistema internazionale di protezione del patrimonio culturale...

6 PARTE II LA DIVERSITÀ DELLE ESPRESSIONI CULTURALI CAPITOLO QUARTO LA CONVENZIONE UNESCO DEL 2005 SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DELLA DIVERSITA DELLE ESPRESSIONI CULTURALI 4.1 Genesi e negoziato I presupposti nella Dichiarazione del 2001 sulla protezione della diversità culturale e l impostazione della posizione negoziale francese Le fasi e le principali posizioni negoziali La partecipazione dell Unione europea al negoziato in ragione delle competenze comunitarie Le consultazioni ed il rapporto dell azione dell UNESCO con l azione di altre organizzazioni internazionali WTO WIPO UNCTAD Alcune peculiarità del regime convenzionale La difficile definizione dell oggetto della protezione La struttura della Convenzione La riaffermazione di diritti sovrani delle Parti Un attenzione particolare alla cooperazione internazionale per lo sviluppo Complementarità e mutual supportiveness tra convenzioni internazionali Soluzioni innovative nei meccanismi di suivi della Convenzione... CAPITOLO QUINTO L'ATTUAZIONE DELLA CONVENZIONE UNESCO DEL 2005: UN RICHIAMO CONTINUO AL PRINCIPIO DI COERENZA NELL'ORDINAMENTO GIURIDICO INTERNAZIONALE 5.1 Coerenza e interpretazione sistematica Nell ambito delle convenzioni UNESCO: la diversità culturale da ratio a oggetto diretto di protezione Nell ambito dell intero sistema giuridico internazionale: diritti umani e diversità delle espressioni culturali Portata trasversale della Convenzione e coerenza contro la frammentazione I beni, i servizi e le attività culturali...

7 5.2.2 L efficacia trasversale della Convenzione nell azione di ciascuna Parte contraente e attraverso l esercizio dei compiti affidati al Comitato intergovernativo Un richiamo alla coerenza che maschera l assenza di veri obblighi? Gli effetti dell interpretazione sistematica sulla Convenzione del 2005: da may a should (where appropriate) e il principio di sovranità in senso negativo La partnership con la società civile: a chi l iniziativa?... Indice delle opere citate... Contents...

8 Federica Mucci THE DIVERSITY OF CULTURAL HERITAGE AND CULTURAL EXPRESSIONS IN THE INTERNATIONAL LEGAL ORDER FROM IMPLICIT REASON TO DIRECT OBJECT OF PROTECTION CONTENTS FOREWORD PREFACE INTRODUCTION PART I CULTURAL HERITAGE IN ITS DIVERSITY CHAPTER 1 THE SPECIFICITY OF THE INTERNATIONAL LEVEL OF PROTECTION 1.1 Complementarity of the international level of protection in respect of domestic heritage protection Cultural heritage exposed to the action of more than one international subject during armed conflicts The protection of cultural property in the framework of the evolution of international humanitarian law Characteristics of the first rules about cultural heritage included in treaties on the law of armed conflicts The indispensible cooperation among States in reference to the international movement of cultural objects Pillaging, spoils of war and illicit trafficking: the consequences of de-contextualization and the issue of restitution/return of cultural objects Request of cultural objects in the international market and the development of codes of ethics by interested entities Reversal from cultural darwinism to cultural pluralism and the nowadays outdated? distinction between liberal and protectionist States The jurisdictional gap on underwater cultural heritage Lack of coastal State jurisdiction for the protection of cultural heritage on the continental shelf and in the exclusive economic zone The hint to salvage and admiralty law and the possible institution of the archaeological zone in the Montego Bay Convention Towards a legal regime that focuses on a public law approach for heritage protection 1.2 The World Heritage List: towards a reversed complementarity? Common interest and shared responsibility for the protection of cultural heritage of outstanding universal value Main structural challenges in the implementation of the World Heritage Convention States as trustees of cultural heritage in the name of humanity and soft means for the enforcement of international treaty obligations 1.3 The pro-active intervention of the international level of protection of cultural heritage answering to the new challenges of globalization The protection of intangible cultural heritage as a reaction to an excessively western and eurocentric idea of cultural heritage The associative criterion in the World Heritage Convention The difficult protection of autenticity of the intangible cultural heritage Heritage, identity and dialogue: from living human treasures to the 2003 Convention Not only heritage: focusing on the diversity of cultural expressions as a direct object of protection The events that catalyzed the attention of the international community on the value of cultural diversity

9 UNESCO reinterprets its work in the light of the issue of cultural diversity The cultural aspect of sustainable development in the era of globalization: cultural expressions and industries Towards a specific legal regime to protect and promote the diversity of cultural expressions CHAPTER 2 THE BASIS OF CULTURAL HERITAGE PROTECTION IN THE INTERNATIONAL LEGAL ORDER 2.1 Cultural heritage and human rights Cultural heritage as a common heritage of humankind Introduction of the concept of common heritage of mankind in the international legal order Cultural properties as common heritage by destination : a common concern that implies a peculiar equal sharing of benefits The asserted need of institutional internationalism Cultural heritage as the object of a third generation human right The right to benefit from the common heritage of mankind as a third generation human right Generations of human rights, their interrelations with reference to cultural rights and to the protection of cultural heritage in particular International solidarity, a common feature of all third generation human rights Culturally sustainable development A dynamic concept of common heritage: the idea of sustainable development The cultural dimension of sustainable development Enlarging the perspective of the international protection of cultural heritage from preservation to enhancement and development 2.2 Cultural heritage and the maintenance of peace The interdependence between the maintenance of peace and human rights protection in the United Nations system and the specific mission of UNESCO The heritage-human rights-peace paradigm and the resolutions of the General Assembly of the United Nations Cultural heritage in the resolutions of the Security Council Reflections on a direct normative initiative of the United Nations Security Council on issues pertaining to the protection of cultural heritage The Security Council tackling with cultural heritage issues in Resolution No of 22 May The obligation to facilitate the safe return to Iraqi institutions of Iraqi cultural properties A decision adopted for the maintenance of international peace and security Recurring to the fundamental principles of the international law system: a proof of the deficiencies of the international legal protection of cultural heritage or an implementation of the principle of coherence? CHAPTER 3 BUILDING AN EXHAUSTIVE CONVENTIONAL SYSTEM TO PROTECT THE UNIVERSAL VALUE OF CULTURAL HERITAGE 3.1 Different ways of protecting cultural heritage in the mission of UNESCO Actions conducted outside the institutionalized cooperation mechanisms based on specific treaties Safeguard campaigns Programs: the list of the masterpieces, now included in the List of the intangibile cultural heritage of humanity The Memory of the World Programme Recommendations and declarations The choice to recommend: a direct competence of the Organization to suggest rules of behaviour Declarations of principles Recommendations adopted as a result of monitoring procedures to control the implementation of international conventions International conventions as the main legal instrument of institutionalized cooperation More feeble international obligations as a consequence of the enlargement of the object of protection

10 International conventions reflecting problems linked to the domestic sharing of competences in the cultural field: federal clauses 3.2 The universal value of cultural heritage and diversity at the base of the different conventional texts, expressed in each operative discipline The law of cultural heritage in the event of armed conflict Extreme modernity of the basic principles of the 1954 The Hague Convention Elements connecting the Convention to the pre-existent humanitarian law tradition and limiting its effectiveness Heritage as an undisposable asset of the territorial State: the II Additional Protocol to the 1954 The Hague Convention underlines the impossibility to renounce the protection The international protection of movable cultural properties from illicit circulation: prevention and restitution issues The evolution of international cooperation from the first projects by the League of Nations to the 1970 Paris Convention and the 1995 Rome Convention Main legal issues in the international conventions Combating illicit circulation: a responsibility of States towards the international community Singling out representative elements of the immovable cultural heritage of outstanding universal value of different origins and nature Protection of the world cultural and natural heritage in the 1972 UNESCO Convention: a crystallization of the common interest in the most representative sites The control of inscribed sites through monitoring procedures that imply a continuous interaction between the international Committee and States Parties The Global Strategy for the representativeness of the UNESCO World Heritage List A brand new discipline for cultural heritage in no-one s sea Protection of underwater cultural heritage on the continental shelf and in the exclusive economic zone: really a gap in the United Nations Convention on the law of the sea? The UNESCO 2001 Convention as a model for technical standards and a general international cooperation regime Protection of underwater cultural heritage as a common responsibility The international protection of intangible cultural heritage: a bridge across unexplored territories The other side of cultural heritage: living, diffused, not necessarily linked to tangible properties The great complexity of devising and implementing the protection of a living heritage: viability and human rights The indispensible role of local communities and the support by non-governmental organizations 3.3 Perspectives for the evolution of general international law: the absolute condemnation of the intentional destruction of cultural heritage Cultural heritage taken into consideration in the statutes and jurisprudence of international courts International jurisprudence and the protection of cultural heritage: indirect protection in peacetime Individual criminal responsibility for offences to cultural heritage: a comparison between the Statute of the International Criminal Court and the II Protocol to the 1954 The Hague Convention International jurisprudence on acts directed to cultural heritage during armed conflicts or in the context of crimes against humanity Cultural diversity as a common heritage of humanity in the 2001 UNESCO Declaration Cultural diversity: a problem, a resource, a right Cultural diversity in the opinio juris of the international community Intentional destruction in the 2003 UNESCO Declaration: a crime of the State and of the individual in consideration of the universal value of cultural heritage The 2003 Declaration, between consolidation and progressive development of general international law An attempt to complete the international law system for the protection of cultural heritage

11 PART II THE DIVERSITY OF CULTURAL EXPRESSIONS CHAPTER 4 THE 2005 UNESCO CONVENTION ON THE PROMOTION AND PROTECTION OF THE DIVERSITY OF CULTURAL EXPRESSIONS 4.1 Genesis and negotiation The first elements in the 2001 Declaration on the protection of cultural diversity and the imprint of the french position Main negotiating phases and positions The participation of the European Union to the negotiation by reason of the Community competences Consultation by UNESCO of other international organizations WTO WIPO UNCTAD 4.2 Some peculiar aspects of the conventional regime The difficult definition of the object of protection Structure of the Convention Reaffirming sovereign rights of Parties A special attention for international cooperation for development Complementarity and mutual supportiveness between international conventions Innovative solutions in the implementing mechanisms established by the Convention CHAPTER 5 IMPLEMENTATION OF THE 2005 UNESCO CONVENTION: A CONTINUOUS APPEAL TO THE PRINCIPLE OF COHERENCE IN THE INTERNATIONAL LEGAL ORDER 5.1 Coherence and systematic interpretation In the framework of the UNESCO conventions: cultural diversity from implicit reason to direct object of protection In the framework of the whole international legal system: human rights and the diversity of cultural expressions 5.2 Transversal impact of the Convention and coherence against fragmentation Cultural goods, services and activities The transversal impact of the Convention in the action of each contracting Party and through the competences of the intergovernmental Committee 5.3 An appeal to coherence masking the absence of real obligations? The effects of systematic interpretation on the 2005 Convention: from may to should (where appropriate) and the principle of sovereignty in a negative acception Partnership with civil society: to whom goes the initiative? Index of cited works

THE INTERNATIONAL PROTECTION OF CULTURAL HERITAGE (3 CFU)

THE INTERNATIONAL PROTECTION OF CULTURAL HERITAGE (3 CFU) THE INTERNATIONAL PROTECTION OF CULTURAL HERITAGE (3 CFU) - SECTION A: Basic principles underlying the protection of cultural heritage in the international legal order o Heritage and human rights Cultural

Dettagli

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società F ondazione Diritti Genetici Biotecnologie tra scienza e società Fondazione Diritti Genetici La Fondazione Diritti Genetici è un organismo di ricerca e comunicazione sulle biotecnologie. Nata nel 2007

Dettagli

Il ruolo delle Nazioni Unite nella prevenzione e repressione dei crimini internazionali

Il ruolo delle Nazioni Unite nella prevenzione e repressione dei crimini internazionali Il ruolo delle Nazioni Unite nella prevenzione e repressione dei crimini internazionali Indice: I. Il ruolo degli organi delle Nazioni Unite in base alla Carta ONU II. Il ruolo degli organi delle Nazioni

Dettagli

INDICE. Capitolo Secondo: Il diritto internazionale umanitario e i diritti umani

INDICE. Capitolo Secondo: Il diritto internazionale umanitario e i diritti umani INDICE Parte Prima: Il diritto internazionale e i crimini dell individuo Capitolo Primo: Origini, evoluzione, caratteri della giustizia internazionale penale 1. La costituzione di tribunali penali internazionali:

Dettagli

INDICE. INTRODUZIONE 1. Oggetto del lavoro... 1 2. Profili Storici.. 2 3. Piano del lavoro 3 CAPITOLO 1: LE FONTI

INDICE. INTRODUZIONE 1. Oggetto del lavoro... 1 2. Profili Storici.. 2 3. Piano del lavoro 3 CAPITOLO 1: LE FONTI INDICE INTRODUZIONE 1. Oggetto del lavoro.... 1 2. Profili Storici.. 2 3. Piano del lavoro 3 CAPITOLO 1: LE FONTI SEZIONE I: Le fonti universali A. Le Convenzioni internazionali multilaterali: 1) La Convenzione

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Abbreviazioni... OGGETTO E PIANO DELL INDAGINE

INDICE SOMMARIO. Abbreviazioni... OGGETTO E PIANO DELL INDAGINE Abbreviazioni... XIII CAPITOLO I OGGETTO E PIANO DELL INDAGINE 1. Introduzione.. 1 2. Le premesse teoriche dell indagine. La nozione di «diritto internazionale» rilevante: a) il diritto internazionale

Dettagli

Elenco Pubblicazioni (Maria Clelia Ciciriello)

Elenco Pubblicazioni (Maria Clelia Ciciriello) Elenco Pubblicazioni (Maria Clelia Ciciriello) Lavori monografici - Le formazioni insulari e la delimitazione degli spazi marini, Napoli, 1990, pp. 314 - Il principio di proporzionalità nel diritto comunitario,

Dettagli

L azione dell Unione europea nella prevenzione e repressione dei crimini internazionali

L azione dell Unione europea nella prevenzione e repressione dei crimini internazionali L azione dell Unione europea nella prevenzione e repressione dei crimini internazionali Indice I. L azione dell UE sul piano interno II. L azione esterna dell UE 2 I. L azione dell Unione sul piano interno

Dettagli

Napoli 15> Palazzo della Borsa Camera di Commercio. The 5 th Mediterranean Convention on Shared Social Responsibility

Napoli 15> Palazzo della Borsa Camera di Commercio. The 5 th Mediterranean Convention on Shared Social Responsibility Napoli 15>17.06.2017 Palazzo della Borsa Camera di Commercio The 5 th Mediterranean Convention on Shared Social Responsibility Cos è l unico evento orientato a Sud che promuove la Responsabilità Sociale

Dettagli

Presentazione. Ministero Sviluppo Economico. ex Istituto Nazionale per il commercio Estero. Istituto per i servizi assicurativi il commercio Estero

Presentazione. Ministero Sviluppo Economico. ex Istituto Nazionale per il commercio Estero. Istituto per i servizi assicurativi il commercio Estero Presentazione Ministero Sviluppo Economico ex Istituto Nazionale per il commercio Estero Istituto per i servizi assicurativi il commercio Estero Mission - promuovere l'apertura internazionale della Sicilia

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... p. XV Abbreviazioni...» XIX INTRODUZIONE

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... p. XV Abbreviazioni...» XIX INTRODUZIONE INDICE - SOMMARIO Prefazione... p. XV Abbreviazioni...» XIX INTRODUZIONE I. Premessa e delimitazione del campo di indagine... p. XXI II. Piano dell opera...» XXIV PARTE PRIMA IL FINANZIAMENTO AL TERRORISMO

Dettagli

INDICE-SOMMARIO INTRODUZIONE STRUTTURA E FUNZIONE DELL ORDINAMENTO INTERNAZIONALE

INDICE-SOMMARIO INTRODUZIONE STRUTTURA E FUNZIONE DELL ORDINAMENTO INTERNAZIONALE INDICE-SOMMARIO Premessa XVII INTRODUZIONE STRUTTURA E FUNZIONE DELL ORDINAMENTO INTERNAZIONALE 1. Stato e diritto nell esperienza giuridica interna 1 2. Stato e diritto nell esperienza giuridica internazionale

Dettagli

Politica estera e di sicurezza comune (PESC) Prof. L. Bekemans Jean Monnet Chair

Politica estera e di sicurezza comune (PESC) Prof. L. Bekemans Jean Monnet Chair Politica estera e di sicurezza comune (PESC) Prof. L. Bekemans Jean Monnet Chair OUTLINE I. Punto di partenza European Security Strategy: una dottrina per l Europa II. Quadro generale: Relazioni esterni

Dettagli

Diritto dell'economia e dei consumatori Specifiche economiche

Diritto dell'economia e dei consumatori Specifiche economiche Diritto dell'economia e dei consumatori Specifiche economiche Specifiche economiche deliberate per il dottorato Ateneo Dip. Esterne Giovani Riserva Tassa Sovran. 4 3 0 1 0 3 3 Assegnazione per il curriculum

Dettagli

Allegato III Documenti Regionali e Nazionali

Allegato III Documenti Regionali e Nazionali Allegato III Documenti Regionali e Nazionali OAS Organizzazione degli Stati Americani Convenzione inter americana sulla eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le persone con disabilità

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCHEDA INSEGNAMENTO A.A. 2016/2017 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA AZIANDALE INSEGNAMENTO DIRITTO TRIBUTARIO EUROPEO Docente: Mario Cardillo email: mario.cardillo@unifg.it pagina web: https://sites.google.com/a/unifg.it/cardillo-mario/

Dettagli

Diritto costituzionale Istituzioni di diritto privato Diritto dell Unione europea. Diritto commerciale

Diritto costituzionale Istituzioni di diritto privato Diritto dell Unione europea. Diritto commerciale NON SI PUÒ SOSTENERE L ESAME DI: Clinica legale Contratti bancari e assicurativi Contrattualistica immobiliare Diritti umani e diritto umanitario nei conflitti armati Diritto agrario Diritto agrario dell

Dettagli

L ORDINAMENTO GIURIDICO DELL UNIONE EUROPEA. IL SISTEMA DELLE FONTI. Il sistema delle fonti del diritto dell Unione europea

L ORDINAMENTO GIURIDICO DELL UNIONE EUROPEA. IL SISTEMA DELLE FONTI. Il sistema delle fonti del diritto dell Unione europea L ORDINAMENTO GIURIDICO DELL UNIONE EUROPEA. IL SISTEMA DELLE FONTI Il sistema delle fonti del diritto dell Unione europea L ordinamento dell Unione si fonda su un «sistema» di diverse fonti di produzione

Dettagli

INDICE-SOMMARIO CAPITOLO I LA GENESI DEL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIETÀ

INDICE-SOMMARIO CAPITOLO I LA GENESI DEL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIETÀ Nota preliminare... VII Abbreviazioni... XVII Premessa... XXI CAPITOLO I LA GENESI DEL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIETÀ 1. La nascita dell idea della sussidiarietà... 1 1.1. La Commissione europea: il Rapporto

Dettagli

Syllabus Attività Formativa

Syllabus Attività Formativa Syllabus Attività Formativa Anno Offerta 2017 Corso di Studio L21BB - ECONOMICS AND BUSINESS Regolamento Didattico L21BB-17 Percorso di Studio L21BBBASE - BASE Insegnamento/Modulo STDEF0008 - ANALISI E

Dettagli

CURRICULUM VITAE Federica Favuzza

CURRICULUM VITAE Federica Favuzza CURRICULUM VITAE Federica Favuzza ATTUALMENTE: Assegnista di ricerca in Diritto internazionale e assistente alla didattica per i corsi di Diritto internazionale, Organizzazione internazionale, International

Dettagli

AGENDA 21 DELLA CULTURA

AGENDA 21 DELLA CULTURA AGENDA 21 DELLA CULTURA Un impegno delle città e dei governi locali a favore dello sviluppo della Cultura come strumento strategico per i processi di sostenibilità a cura di Claudio Pedone coordinatore

Dettagli

INDICE NOZIONI DI CULTURA E DI BENE CULTURALE: UNA MODIFICATA PROSPETTIVA VALORE CULTURALE. di Massimo Montella

INDICE NOZIONI DI CULTURA E DI BENE CULTURALE: UNA MODIFICATA PROSPETTIVA VALORE CULTURALE. di Massimo Montella INDICE Gli Autori... pag. XI Prefazione di Francesco Bandarin, Vice Direttore Generale per la Cultura dell UNESCO...» XIII Introduzione di Gaetano M. Golinelli, Presidente del CUEIM...» XV PARTE PRIMA

Dettagli

Denominazione equipollente presso Università straniera. International Economics and Financial Markets. International Economics & Financial Markets

Denominazione equipollente presso Università straniera. International Economics and Financial Markets. International Economics & Financial Markets Denominazione della disciplina presso la nostra Facoltà GOTHENBURG E-Marketing (ord. 270 ) Strategia e Politica Aziendale (ord. 270 ) Economia Internazionale (ord. 270 ) Economia Internazionale (ord. Organizzazione

Dettagli

Giovanni Franco Gianfranco Lazzarin H-Farm Roncade

Giovanni Franco Gianfranco Lazzarin H-Farm Roncade ENERGIAMEDIA Settore idrico: Criticità, opportunità e governance Giovanni Franco Gianfranco Lazzarin H-Farm Roncade 31.5.2017 Indice 1. Alcune considerazioni di inquadramento Università Bocconi - Utility

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Indice delle abbreviazioni... LE IMPRESE MULTINAZIONALI SULLA SCENA E NEL DIRITTO INTERNAZIONALE

INDICE-SOMMARIO. Indice delle abbreviazioni... LE IMPRESE MULTINAZIONALI SULLA SCENA E NEL DIRITTO INTERNAZIONALE INDICE-SOMMARIO Indice delle abbreviazioni... XV CAPITOLO I LE IMPRESE MULTINAZIONALI SULLA SCENA E NEL DIRITTO INTERNAZIONALE 1. La definizione di impresa multinazionale nel diritto internazionale...

Dettagli

L AZIONE ESTERNA DELL UNIONE EUROPEA E IL PRINCIPIO DELLA COERENZA

L AZIONE ESTERNA DELL UNIONE EUROPEA E IL PRINCIPIO DELLA COERENZA L AZIONE ESTERNA E IL PRINCIPIO DELLA COERENZA INDICE PARTE PRIMA IL FONDAMENTO DELLE COMPETENZE ESTERNE CAPITOLO PRIMO DAL PRINCIPIO DI ATTRIBUZIONE AL PARALLELISMO DELLE COMPETENZE E OLTRE 1. Introduzione

Dettagli

INDICE - SOMMARIO FONDAMENTI LA MATERIA PUNITIVA OLTRE I CONFINI STATUALI

INDICE - SOMMARIO FONDAMENTI LA MATERIA PUNITIVA OLTRE I CONFINI STATUALI INDICE - SOMMARIO PROLOGO LA MATERIA PUNITIVA OLTRE I CONFINI STATUALI 1. L emergere di un sistema punitivo informato a sovranazionalità... Pag. 1 1.1. Apporti dell ermeneutica...» 8 2. Excursus : diritto

Dettagli

M. MARCO ANGELONI ANGELO SENESE IL DIRITTO DEL MARE NEL CONTRASTO AI TRAFFICI ILLECITI INTERNAZIONALI

M. MARCO ANGELONI ANGELO SENESE IL DIRITTO DEL MARE NEL CONTRASTO AI TRAFFICI ILLECITI INTERNAZIONALI M. MARCO ANGELONI ANGELO SENESE IL DIRITTO DEL MARE NEL CONTRASTO AI TRAFFICI ILLECITI INTERNAZIONALI Aggiornato alla Legge 12 novembre 2004, n. 271 e al Decreto Legge 14 settembre 2004, n. 241 in materia

Dettagli

Redazione Approvazione Autorizzazione all emissione Entrata in vigore. Il Direttore Generale 2015-07-16

Redazione Approvazione Autorizzazione all emissione Entrata in vigore. Il Direttore Generale 2015-07-16 Titolo/Title Elenco norme e documenti di riferimento per l'accreditamento degli Organismi di Verifica delle emissioni di gas ad effetto serra List of reference standards and documents for the accreditation

Dettagli

DIRITTOINTERNAZIONALE DEI CONFLITTIARMATI

DIRITTOINTERNAZIONALE DEI CONFLITTIARMATI NATALINO RONZITTI DIRITTOINTERNAZIONALE DEI CONFLITTIARMATI Seconda edizione G. GIAPPICHELLI EDITORE - TORINO Indice-Sommario Premessa alia seconda edizione XIII Premessa alia prima edizione XV Abbreviazioni

Dettagli

INDICE CAPITOLO I LA SOCIETÀ INTERNAZIONALE E IL DIRITTO

INDICE CAPITOLO I LA SOCIETÀ INTERNAZIONALE E IL DIRITTO Abbreviazioni... Acronimi... Bibliografia generale... Premessa alla seconda edizione... Premessa alla prima edizione... Foreword (alla prima edizione)... XIII XVII XXV XXIX XXXI XXXV CAPITOLO I LA SOCIETÀ

Dettagli

Denominazione equipollente presso Università straniera. Strategy and Organization. International Economics and Financial Markets

Denominazione equipollente presso Università straniera. Strategy and Organization. International Economics and Financial Markets ESAMI NUOVO ORDINAMENTO Corsi di laurea SPECIALISTICA ELENCO ORIENTATIVO DEGLI ESAMI SOSTENUTI PRESSO LE SEDI NOSTRE PARTNER NEI PRECEDENTI ANNI ACCADEMICI SEGNALIAMO CHE GLI ESAMI RICONOSCIUTI DAI DOCENTI

Dettagli

NATALINO RONZITTI IL CONFLITTO DEL NAGORNO-KARABAKH: ANALISI E PROSPETTIVE DI SOLUZIONE SECONDO DIRITTO

NATALINO RONZITTI IL CONFLITTO DEL NAGORNO-KARABAKH: ANALISI E PROSPETTIVE DI SOLUZIONE SECONDO DIRITTO INDICE-SOMMARIO Prefazione XI NATALINO RONZITTI IL CONFLITTO DEL NAGORNO-KARABAKH: ANALISI E PROSPETTIVE DI SOLUZIONE SECONDO DIRITTO 1. L origine del conflitto 1 2. La proclamazione dell indipendenza

Dettagli

WINTER SCHOOL A.A. 2016/2017. Università degli Studi di Catania Dipartimento di Giurisprudenza. Via Gallo, 24 Catania, Aula 5

WINTER SCHOOL A.A. 2016/2017. Università degli Studi di Catania Dipartimento di Giurisprudenza. Via Gallo, 24 Catania, Aula 5 WINTER SCHOOL HUMAN RIGHTS AND INTERNATIONAL HUMANITARIAN LAW DIRITTI UMANI E DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO A.A. 2016/2017 Università degli Studi di Catania Dipartimento di Giurisprudenza Via Gallo,

Dettagli

INDICE. Prefazione alla sesta edizione... Pag. 1 PARTE GENERALE

INDICE. Prefazione alla sesta edizione... Pag. 1 PARTE GENERALE Prefazione alla sesta edizione... Pag. 1 PARTE GENERALE CAPITOLO PRIMO IL DIRITTO PRIVATO DELL UNIONE EUROPEA E L ATTIVITÀ DI ARMONIZZAZIONE, UNIFORMAZIONE, UNIFICAZIONE 1. Premessa... Pag. 5 2. Le peculiarità...»

Dettagli

DIRITTO INTERNAZIONALE DEI CONFLITTI ARMATI

DIRITTO INTERNAZIONALE DEI CONFLITTI ARMATI NATALINO RONZITTI DIRITTO INTERNAZIONALE DEI CONFLITTI ARMATI G. GIAPPICHELLI EDITORE - TORINO Indice-Sommario Premessa Principali abbreviazioni 1 Elenco delle opere citate (con il solo nome dell'autore)

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Introduzione

INDICE-SOMMARIO. Introduzione INDICE-SOMMARIO Premessa... XVII Opere di carattere generale... XIX Abbreviazioni... XXIII Introduzione 1. Sistema inter-statale, diritto internazionale e valori comuni dell umanita` 1 2. Piano del lavoro

Dettagli

INDICE GENERALE CAPITOLO PRIMO IL BENE CULTURALE: CATEGORIE, FORME E MODALITÀ DELLA SUA TUTELA

INDICE GENERALE CAPITOLO PRIMO IL BENE CULTURALE: CATEGORIE, FORME E MODALITÀ DELLA SUA TUTELA Prefazione alla quarta edizione........................ XI CAPITOLO PRIMO IL BENE CULTURALE: CATEGORIE, FORME E MODALITÀ DELLA SUA TUTELA 1. Premesse storiche. Gli articoli 2, 10 e 11 del Codice dei beni

Dettagli

Un Moderno Quadro Europeo per la Protezione dei Dati Tutelare la Privacy nel Mondo Digitale

Un Moderno Quadro Europeo per la Protezione dei Dati Tutelare la Privacy nel Mondo Digitale Un Moderno Quadro Europeo per la Protezione dei Dati Tutelare la Privacy nel Mondo Digitale Bruno GENCARELLI DG GIUSTIZIA e CONSUMATORI COMMISSIONE EUROPEA Il pachetto di riforma in materia di protezione

Dettagli

International Institute of Business Analysis

International Institute of Business Analysis International Institute of Business Analysis Evento RETI D IMPRESA Prassede Colombo, IIBA Italy Chapter President Carrara, 4 Novembre 2011 1 Agenda The IIBA & IIBA Italy Chapter Business Analysis & Business

Dettagli

1. La casa della CO-llaborazione

1. La casa della CO-llaborazione 1. La casa della CO-llaborazione Cohub Milano, la prima casa dell economia collaborativa in Europa, intercetta il bisogno di riflessione, diffusione, aggregazione, discussione e progettazione di percorsi

Dettagli

DICHIARAZIONE SUI DIRITTI DELLE PERSONE APPARTENENTI ALLE MINORANZE NAZIONALI O ETNICHE, RELIGIOSE E LINGUISTICHE

DICHIARAZIONE SUI DIRITTI DELLE PERSONE APPARTENENTI ALLE MINORANZE NAZIONALI O ETNICHE, RELIGIOSE E LINGUISTICHE La Dichiarazione è uno strumento internazionale importante (giuridicamente non vincolante), i cui principi vengono integrati nelle leggi e nella prassi degli organi statali della Repubblica di Croazia.

Dettagli

Denominazione equipollente presso Università straniera. Strategy and Organization. International Economics and Financial Markets

Denominazione equipollente presso Università straniera. Strategy and Organization. International Economics and Financial Markets ESAMI NUOVO ORDINAMENTO Corsi di laurea SPECIALISTICA ELENCO ORIENTATIVO DEGLI ESAMI SOSTENUTI PRESSO LE SEDI NOSTRE PARTNER NEI PRECEDENTI ANNI ACCADEMICI SEGNALIAMO CHE GLI ESAMI RICONOSCIUTI DAI DOCENTI

Dettagli

IMMIGRAZIONE IRREGOLARE VIA MARE DIRITTO INTERNAZIONALE E DIRITTO DELLÊUNIONE EUROPEA

IMMIGRAZIONE IRREGOLARE VIA MARE DIRITTO INTERNAZIONALE E DIRITTO DELLÊUNIONE EUROPEA UNIVERSITÀ DI CAGLIARI PUBBLICAZIONI DELLA FACOLT DI GIURISPRUDENZA Serie I (Giuridica) Volume 87 SELINE TREVISANUT IMMIGRAZIONE IRREGOLARE VIA MARE DIRITTO INTERNAZIONALE E DIRITTO DELLÊUNIONE EUROPEA

Dettagli

INDICE. Volume I. Presentazione della nona edizione... Pag. XIII Note per il lettore...» XV

INDICE. Volume I. Presentazione della nona edizione... Pag. XIII Note per il lettore...» XV INDICE Volume I Presentazione della nona edizione... Pag. XIII Note per il lettore...» XV PREMESSA LA COMPARAZIONE NEL DIRITTO COSTITUZIONALE: SCIENZA E METODO 1. Istituzioni politiche e comparazione nel

Dettagli

SOMMARIO Note e commenti Panorama

SOMMARIO Note e commenti Panorama SOMMARIO C. FAVILLI, prof. associato Libera Univ. «Maria SS. Assunta» - LUMSA Palermo. Ancora una riforma delle norme sulla partecipazione dell Italia alla formazione e all attuazione delle politiche dell

Dettagli

VI INDICE CAPITOLO II IL MODELLO DI LEGISLAZIONE ANTIDISCRIMINATORIA STATUNITENSE 1. Introduzione Livelli di scrutinio del judicial review e

VI INDICE CAPITOLO II IL MODELLO DI LEGISLAZIONE ANTIDISCRIMINATORIA STATUNITENSE 1. Introduzione Livelli di scrutinio del judicial review e Pag. INTRODUZIONE 1. Il fenomeno sociale della discriminazione come lotta di gruppi. 1 2. Concezione soggettiva e oggettiva di discriminazione e funzione redistributiva nella legislazione antidiscriminatoria...

Dettagli

L impresa sociale come fattore trainante di innovazione sociale

L impresa sociale come fattore trainante di innovazione sociale L impresa sociale come fattore trainante di innovazione sociale Social enterprise as a driving factor of social innovation Giornata di studio / Study Day Martedì 19 maggio 2015 Aula Magna SUPSI Trevano

Dettagli

IL PARADOSSO DELL INFORMAZIONE NEL DIRITTO ALIMENTARE GLOBALE

IL PARADOSSO DELL INFORMAZIONE NEL DIRITTO ALIMENTARE GLOBALE Arianna Vettorel IL PARADOSSO DELL INFORMAZIONE NEL DIRITTO ALIMENTARE GLOBALE La comunicazione dell origine e della provenienza geografica degli alimenti nel diritto dell Unione europea e internazionale

Dettagli

Quaderni dello sviluppo economico BIBLIOGRAFIA. Il Lazio e la Strategia di Lisbona

Quaderni dello sviluppo economico BIBLIOGRAFIA. Il Lazio e la Strategia di Lisbona BIBLIOGRAFIA DOCUMENTI COMUNITARI Consiglio Europeo 384 2000: Conclusioni della Presidenza del Consiglio Europeo di Lisbona 23 e 24 marzo 2001: Conclusioni della Presidenza Consiglio Europeo di Stoccolma

Dettagli

daphne programm Università degli Studi di Padova Centro Interdipartimentale di ricerca e servizi sui diritti della persona e dei popoli

daphne programm Università degli Studi di Padova Centro Interdipartimentale di ricerca e servizi sui diritti della persona e dei popoli daphne programm DER HANDEL MIT FRAUEN UND JUNGEN MENSCHEN - EUROPÄISCHE DIMENSIONEN EINER MENSCHENRECHTSVERLETZUNG BROSCHÜRE MIT INFORMATIONEN progetto daphne DIRITTI UMANI E TRATTA DI DONNE E GIOVANI

Dettagli

Salute mentale: uno sguardo alla realtàinternazionale

Salute mentale: uno sguardo alla realtàinternazionale Salute mentale: uno sguardo alla realtàinternazionale Teresa Di Fiandra Ministero della Salute Cesena, 24 Settembre 2015 Le strategie internazionali World Health Organization WHO AIMS a tool for gathering

Dettagli

(Regulation (EC) No 1924/2006 on nutrition and health claims made on foods: a difficult enforcement)

(Regulation (EC) No 1924/2006 on nutrition and health claims made on foods: a difficult enforcement) Giuffrè Editore - Copia riservata all'autore SOMMARIO Dottrina A. D ALOIA, Europa e diritti: luci e ombre dello schema di protezione multilevel... 1 (EU and rights: lights and shadows of the multilevel

Dettagli

INDICE - SOMMARIO INTRODUZIONE

INDICE - SOMMARIO INTRODUZIONE INDICE - SOMMARIO Premessa... pag. V Premessa alla ottava edizione...» V Premessa alla settima edizione...» VII Premessa alla sesta edizione...» VII Premessa alla quinta edizione...» VII Premessa alla

Dettagli

INDICE - SOMMARIO INTRODUZIONE

INDICE - SOMMARIO INTRODUZIONE INDICE - SOMMARIO PREMESSA... pag. V PREMESSA ALLA NONA EDIZIONE...» VI PREMESSA ALLA OTTAVA EDIZIONE...» VII PREMESSA ALLA SETTIMA EDIZIONE...» VIII PREMESSA ALLA SESTA EDIZIONE...» VIII PREMESSA ALLA

Dettagli

Quadro generale delle attività formative e loro distribuzione nei due anni del Corso di Laurea Magistrale LM-52: Relazioni Internazionali

Quadro generale delle attività formative e loro distribuzione nei due anni del Corso di Laurea Magistrale LM-52: Relazioni Internazionali Quadro generale delle attività formative e loro distribuzione nei due anni del Corso di Laurea Magistrale LM-52: Relazioni Internazionali a.a. 2016-2017 Quadro sintetico del biennio per un totale di 120

Dettagli

Diritto Internazionale e Diritto Interno Internazionale. Collana fondata e diretta da Giuliana Ziccardi Capaldo

Diritto Internazionale e Diritto Interno Internazionale. Collana fondata e diretta da Giuliana Ziccardi Capaldo Diritto Internazionale e Diritto Interno Internazionale Collana fondata e diretta da Giuliana Ziccardi Capaldo 6 Anna Vigorito NUOVE TENDENZE DELLA TUTELA INTERNAZIONALE DEI BENI CULTURALI Indice Abbreviazioni

Dettagli

L insegnamento delle lingue straniere in Italia. Gisella Langé. gisella.lange@istruzione.it

L insegnamento delle lingue straniere in Italia. Gisella Langé. gisella.lange@istruzione.it Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca L insegnamento delle lingue straniere in Italia Gisella Langé gisella.lange@istruzione.it Rome, 29 Novembre, 2012 1 Tre punti 1. Il contesto

Dettagli

Ingegneria del Software

Ingegneria del Software Università di Bergamo Dip. di Ingegneria gestionale, dell'informazione e della produzione INGEGNERIA DEL SOFTWARE Paolo Salvaneschi A1_3 V3.3 Ingegneria del Software Il corpus di conoscenze Il contenuto

Dettagli

Valutare le competenze di cittadinanza. Problemi e proposte

Valutare le competenze di cittadinanza. Problemi e proposte Bruno Losito, Università Roma Tre Valutare le competenze di cittadinanza. Problemi e proposte Dare parole al chiasso Cittadinanza e Costituzione e i compiti della scuola Torino, 2 Ottobre 2015 Un anno

Dettagli

La responsabilità sociale: innovazione per la sostenibilità dell impresa

La responsabilità sociale: innovazione per la sostenibilità dell impresa Antonio Tencati La responsabilità sociale come strumento di crescita sostenibile per le imprese e per il territorio Camera di Commercio di Varese e Unioncamere Lombardia Centro Congresso Ville Ponti, Varese

Dettagli

I CORSI DI LAUREA MAGISTRALE NELL AREA DEI BENI CULTURALI E DEL TURISMO

I CORSI DI LAUREA MAGISTRALE NELL AREA DEI BENI CULTURALI E DEL TURISMO I CORSI DI LAUREA MAGISTRALE NELL AREA DEI BENI CULTURALI E DEL TURISMO Management dei beni culturali (LM-89) itourdem International Tourism and Destination Management (LM-49) Giornata della matricola

Dettagli

COMPENDIO DI DIRITTO INTERNAZIONALE

COMPENDIO DI DIRITTO INTERNAZIONALE COMPENDIO DI DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO Mario Carotenuto Phasar edizioni Mario Carotenuto Compendio di diritto internazionale umanitario Proprietà letteraria riservata 2014 Mario Carotenuto 2014

Dettagli

Padova Smart City. Internet of Things. Alberto Corò

Padova Smart City. Internet of Things. Alberto Corò Padova Smart City Internet of Things Alberto Corò Padova 16 ottobre 2013 Smart City Le smart cities ("città intelligenti") possono essere classificate lungo 6 aree di interesse: Economia Mobilità Ambiente

Dettagli

Capitolo primo Il diritto internazionale di fronte al problema dell inquinamento

Capitolo primo Il diritto internazionale di fronte al problema dell inquinamento Indice Presentazione 5 Premessa alla seconda edizione 7 Capitolo primo Il diritto internazionale di fronte al problema dell inquinamento 1. La gravità del fenomeno e le sue cause 9 2. La dimensione internazionale

Dettagli

INDICE-SOMMARIO TOMO I PARTE I SCRITTI DI DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO NORME DI FUNZIONAMENTO

INDICE-SOMMARIO TOMO I PARTE I SCRITTI DI DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO NORME DI FUNZIONAMENTO Presentazione di Ettore Dezza... Pag. XIII Prefazione di Cristina Campiglio...» XV Note biografiche...» XXVII Elenco delle pubblicazioni...» XXIX TOMO I PARTE I SCRITTI DI DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO

Dettagli

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 me Ho CALL FOR PAPERS: 4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 Software Engineering aims at modeling, managing and implementing software development products

Dettagli

1. La globalizzazione dei mercati e la nascita delle imprese multinazionali (o

1. La globalizzazione dei mercati e la nascita delle imprese multinazionali (o INDICE INTRODUZIONE IL CONTROLLO DELLE ATTIVITA DELLE IMPRESE MULTINAZIONALI TRA DIRITTO INTERNO E DIRITTO INTERNAZIONALE 1. La globalizzazione dei mercati e la nascita delle imprese multinazionali (o

Dettagli

SOMMARIO. Giurisprudenza

SOMMARIO. Giurisprudenza SOMMARIO pag. M. STARITA, prof. ass. Univ. Palermo. L'interpretazione dei trattati che determinano frontiere... 337 O. LOPES PEGNA, ricercatore Univ. Firenze. Collegamenti fittizi o fraudolenti di competenza

Dettagli

MARCO DEVECCHI. President of Landscape Observatory of Monferrato and Astigiano University of Turin. INTENSIVE SEMINAR Managing landscape processes

MARCO DEVECCHI. President of Landscape Observatory of Monferrato and Astigiano University of Turin. INTENSIVE SEMINAR Managing landscape processes PARTICIPATION: EXPERIENCES OF LANDSCAPE DEMOCRACY MARCO DEVECCHI President of Landscape Observatory of Monferrato and Astigiano University of Turin www.osservatoriodelpaesaggio.org INTENSIVE SEMINAR Managing

Dettagli

I CAMBIAMENTI PROTOTESTO-METATESTO, UN MODELLO CON ESEMPI BASATI SULLA TRADUZIONE DELLA BIBBIA (ITALIAN EDITION) BY BRUNO OSIMO

I CAMBIAMENTI PROTOTESTO-METATESTO, UN MODELLO CON ESEMPI BASATI SULLA TRADUZIONE DELLA BIBBIA (ITALIAN EDITION) BY BRUNO OSIMO I CAMBIAMENTI PROTOTESTO-METATESTO, UN MODELLO CON ESEMPI BASATI SULLA TRADUZIONE DELLA BIBBIA (ITALIAN EDITION) BY BRUNO OSIMO READ ONLINE AND DOWNLOAD EBOOK : I CAMBIAMENTI PROTOTESTO-METATESTO, UN MODELLO

Dettagli

Istituzioni di Diritto dell Unione europea

Istituzioni di Diritto dell Unione europea UGO VILLANI UGO VILLANI Istituzioni di Diritto dell Unione europea Istituzioni di Diritto dell Unione europea In copertina: GUSTAV KLIMT, Il fregio di Beethoven, particolare: Inno alla gioia UGO VILLANI

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE EUROPEA: INDICAZIONI PRATICHE E ASPETTI ORGANIZZATIVI

INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE EUROPEA: INDICAZIONI PRATICHE E ASPETTI ORGANIZZATIVI INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE EUROPEA: INDICAZIONI PRATICHE E ASPETTI ORGANIZZATIVI Chiara Zanolla L importanza di una buona progettazione Aumento fondi FP7 Allargamento Europa Tecniche di progettazione

Dettagli

SOMMARIO Note e commenti Panorama

SOMMARIO Note e commenti Panorama SOMMARIO P. DE SENA, prof. ord. Univ. Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Proportionality and Human Rights in International Law: Some... «Utilitarian» Reflections... 1009 F. VISMARA, prof. ass. Univ.

Dettagli

università degli studi roma tre collana crispel sezione di diritto pubblico italiano ed europeo diretta da Franco Modugno Studi e Ricerche

università degli studi roma tre collana crispel sezione di diritto pubblico italiano ed europeo diretta da Franco Modugno Studi e Ricerche università degli studi roma tre collana crispel sezione di diritto pubblico italiano ed europeo diretta da Franco Modugno Studi e Ricerche 5 collana crispel Sezione di Diritto Pubblico italiano ed europeo

Dettagli

INTRODUZIONE. STEFANO BALDI e GIUSEPPE NESI

INTRODUZIONE. STEFANO BALDI e GIUSEPPE NESI STEFANO BALDI e GIUSEPPE NESI Creare un legame tra mondo universitario, diplomazia italiana e Nazioni Unite. Questo l obiettivo principale del volume, frutto di un progetto di collaborazione tra la Rappresentanza

Dettagli

La nuova legislazione sulla Farmacovigilanza. Responsabilità e compiti dell AIFA. Laura Sottosanti. Roma, 13 settembre 2012

La nuova legislazione sulla Farmacovigilanza. Responsabilità e compiti dell AIFA. Laura Sottosanti. Roma, 13 settembre 2012 La nuova legislazione sulla Farmacovigilanza Responsabilità e compiti dell AIFA Laura Sottosanti Roma, 13 settembre 2012 Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa presentazione

Dettagli

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007 La struttura della ISO 26000 Antonio Astone 26 giugno 2007 Description of operational principles (1/2) Operational principles guide how organizations act. They include: Accountability an organization should

Dettagli

DIRITTO DI FAMIGLIA - PARTE SPECIALISTICA (CRISI DEL MATRIMONIO) DIRITTO ECCLESIASTICO COMPARATO DIRITTO ECCLESIASTICO COMPARATO - COMPARAZIONE E

DIRITTO DI FAMIGLIA - PARTE SPECIALISTICA (CRISI DEL MATRIMONIO) DIRITTO ECCLESIASTICO COMPARATO DIRITTO ECCLESIASTICO COMPARATO - COMPARAZIONE E Esami opzionali CRIMINOLOGIA CRIMINOLOGIA - CRIMINOLOGIA APPLICATA CRIMINOLOGIA - CRIMINOLOGIA GENERALE DIRITTI DELL' UOMO DIRITTI DELL'UOMO - TEORIA DEI DIRITTI FONDAMENTALI DIRITTI DELL'UOMO - UNIVERSALITA'

Dettagli

Oltre il PIL: nuovi approcci alla misurazione del benessere

Oltre il PIL: nuovi approcci alla misurazione del benessere DOPO RIO+20 I risultati della Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile Oltre il PIL: nuovi approcci alla misurazione del benessere Marina Gandolfo L agenda internazionale del dopo Rio

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI E MULTILATERALISMO di Lucia Serena Rossi L UNIONE EUROPEA di Lucia Serena Rossi

INDICE-SOMMARIO. ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI E MULTILATERALISMO di Lucia Serena Rossi L UNIONE EUROPEA di Lucia Serena Rossi INDICE-SOMMARIO ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI E MULTILATERALISMO di Lucia Serena Rossi... 1 L UNIONE EUROPEA di Lucia Serena Rossi 1. Da organizzazione internazionale ad ente sovranazionale... 9 2. Scopi

Dettagli

Risoluzione 41/128 dell Assemblea Generale delle Nazioni unite, 4 dicembre 1986.

Risoluzione 41/128 dell Assemblea Generale delle Nazioni unite, 4 dicembre 1986. DICHIARAZIONE SUL DIRITTO ALLO SVILUPPO Risoluzione 41/128 dell Assemblea Generale delle Nazioni unite, 4 dicembre 1986. L Assemblea Generale, Avendo presenti i fini e i principi della Carta delle Nazioni

Dettagli

Diritto dei trattati Relazioni diplomatiche e consolari Immunità degli Stati

Diritto dei trattati Relazioni diplomatiche e consolari Immunità degli Stati INDICE Presentazione p. XI Avvertenze alla seconda edizione p. XV Avvertenze alla terza edizione p. XV Avvertenze alla quarta edizione p. XV Avvertenze alla quinta edizione p. XVI Avvertenze alla sesta

Dettagli

PREVENZIONE ANTE DELICTUM E DIRITTI FONDAMENTALI NELL ORDINAMENTO INGLESE

PREVENZIONE ANTE DELICTUM E DIRITTI FONDAMENTALI NELL ORDINAMENTO INGLESE Facoltà di Giurisprudenza Dipartimento di Scienze Giuridiche Cesare Beccaria Dottorato di Ricerca in Diritto Penale Italiano, Comparato e Internazionale XXIV Ciclo PREVENZIONE ANTE DELICTUM E DIRITTI FONDAMENTALI

Dettagli

Il Progetto TCBL. Francesco Molinari Prato, 14 marzo 2016

Il Progetto TCBL. Francesco Molinari Prato, 14 marzo 2016 Il Progetto TCBL Francesco Molinari mail@francescomolinari.it Prato, 14 marzo 2016 Alcuni dati sul progetto Numero partner Visitatori sito Piano di sviluppo La logica sottostante Idea di base Focus del

Dettagli

Città di Firenze Patrimonio-Unesco

Città di Firenze Patrimonio-Unesco Città di Firenze Patrimonio-Unesco 02 Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Programma della Settimana UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile 18-24 novembre 2013 I Paesaggi della Bellezza:

Dettagli

Prassi e Comportamenti Responsabili nel mondo delle Imprese

Prassi e Comportamenti Responsabili nel mondo delle Imprese . Prassi e Comportamenti Responsabili nel mondo delle Imprese Renato Grottola Bologna, 16 Gennaio 2014 1 19 February, 2014 SAFER, SMARTER, GREENER Il Gruppo DNV GL 16.000 professionisti altamente qualificati

Dettagli

MASTER IN COMMERCIO INTERNAZIONALE - MASCI MASTER IN INTERNATIONAL COMMERCE - MASCI. Anno Accademico 2014-2015

MASTER IN COMMERCIO INTERNAZIONALE - MASCI MASTER IN INTERNATIONAL COMMERCE - MASCI. Anno Accademico 2014-2015 MASTER IN COMMERCIO INTERNAZIONALE - MASCI MASTER IN COMMERCE - MASCI Sezione di Diritto/Law Section Sezione di Economia e Finanza/Economics and Finance Section XIV edizione Anno Accademico 2014-2015 CORSI

Dettagli

LITISPENDENZA E CONNESSIONE INTERNAZIONALE

LITISPENDENZA E CONNESSIONE INTERNAZIONALE LITISPENDENZA E CONNESSIONE INTERNAZIONALE INDICE CAPITOLO PRIMO LA FUNZIONE DELLA LITISPENDENZA E DELLA CONNESSIONE INTERNAZIONALE 01. Premessa generale: pluralità degli ordinamenti giuridici, conflitti

Dettagli

OBIETTIVI MINIMI DI DIRITTO ED ECONOMIA IN TERMINI DI CONOSCENZE, COMPETENZE E ABILITA CLASSE QUINTA

OBIETTIVI MINIMI DI DIRITTO ED ECONOMIA IN TERMINI DI CONOSCENZE, COMPETENZE E ABILITA CLASSE QUINTA OBIETTIVI MINIMI DI DIRITTO ED ECONOMIA IN TERMINI DI CONOSCENZE, COMPETENZE E ABILITA CLASSE QUINTA LO STATO E LA SUA EVOLUZIONE STORICA I caratteri delle monarchie assolute in Europa. L assolutismo illuminato.

Dettagli

INDICE CAPITOLO PRIMO NASCITA ED EVOLUZIONE DELLA POLITICA COMUNE DELLA PESCA

INDICE CAPITOLO PRIMO NASCITA ED EVOLUZIONE DELLA POLITICA COMUNE DELLA PESCA INDICE CAPITOLO PRIMO NASCITA ED EVOLUZIONE DELLA POLITICA COMUNE DELLA PESCA 1.- Il regime della pesca e dei prodotti della pesca nel diritto comunitario.... 1 2.- La specificità della politica comune

Dettagli

I SERVIZI DI INTERESSE ECONOMICO GENERALE E LA CONCORRENZA «LIMITATA»

I SERVIZI DI INTERESSE ECONOMICO GENERALE E LA CONCORRENZA «LIMITATA» I SERVIZI DI INTERESSE ECONOMICO GENERALE E LA CONCORRENZA «LIMITATA» INDICE Introduzione... p. 1 CAPITOLO PRIMO I SERVIZI DI INTERESSE ECONOMICO GENERALE: UNA NOZIONE CONTROVERSA 01. Premessa...» 3 02.

Dettagli

Facoltà di Scienze della Formazione

Facoltà di Scienze della Formazione 1 Programma di insegnamento per l anno accademico 2009/2010 Programma dell insegnamento di Istituzioni di diritto pubblico e legislazione scolastica SSD dell insegnamento IUS/09 CFU attribuiti all insegnamento

Dettagli

LIO SAMBUCCI LA PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA NEGLI ENTI LOCALI

LIO SAMBUCCI LA PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA NEGLI ENTI LOCALI LIO SAMBUCCI LA PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA NEGLI ENTI LOCALI INDICE CAPITOLO PRIMO LA PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA 1. La programmazione. Generalità. La programmazione quale metodo dell azione pubblica. Fallimento

Dettagli

Diritti umani e diritto umanitario nei conflitti armati. Alessandra Annoni Università Magna Graecia Catanzaro alessandra.annoni@unicz.

Diritti umani e diritto umanitario nei conflitti armati. Alessandra Annoni Università Magna Graecia Catanzaro alessandra.annoni@unicz. Diritti umani e diritto umanitario nei conflitti armati Alessandra Annoni Università Magna Graecia Catanzaro alessandra.annoni@unicz.it 1. Conflitti internazionali 2. Conflitti non internazionali 3. Partecipazione

Dettagli

Profili di diritto internazionale pubblico della Rete

Profili di diritto internazionale pubblico della Rete INTERNET-IONAL LAW Gianpaolo Maria Ruotolo INTERNET-IONAL LAW Profili di diritto internazionale pubblico della Rete Gianpaolo Maria Ruotolo Il rapporto tra ordinamento internazionale e Internet è bilaterale:

Dettagli

Proposte per lo sviluppo cooperativo. Andrea Bernardoni

Proposte per lo sviluppo cooperativo. Andrea Bernardoni Proposte per lo sviluppo cooperativo Andrea Bernardoni Ragionare Filiere FSE FESR Finanza (possibili) filiere Workers buy out Coinvolgimento dei cittadini nella gestione degli asset comunitari Innovazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Prof. Virzì Danila Materia Lingua e civiltà Inglese Classe 4 a Tecnico dei Socio-Sanitari Sez. A Situazione iniziale della classe La classe

Dettagli