Curriculum Scientifico di Roberto Frigerio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Curriculum Scientifico di Roberto Frigerio"

Transcript

1 Curriculum Scientifico di Roberto Frigerio Dati personali: data di nascita : luogo di nascita : Cantù (Como) codice fiscale : FRGRRT77L20B639E residenza : via Digione, 3, 56121, Pisa telefono : ufficio: 050/ cell.: 339/ posizione attuale : Ricercatore Universitario presso il Dipartimento di Matematica L. Tonelli dell Università di Pisa Formazione, posizioni e titoli 1996 Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Paolo Giovio di Como, votazione 60/60 con Encomio. Vincitore di un posto presso i collegi Ghislieri e Cairoli di Pavia (con rinuncia ad entrambe le posizioni). Da ottobre 1996 a ottobre 2000, allievo della Classe di Scienze della Scuola Normale Superiore (secondo posto al concorso di ammissione) e iscritto al corso di laurea in Matematica dell Università di Pisa Colloquio interno della Scuola Normale Superiore, titolo Il teorema di periodicità di Bott, relatore: prof. E. Arbarello In data 23/11/2000, laurea in Matematica presso l università di Pisa con tesi dal titolo Decomposizione poliedrale di varietà iperboliche con bordo, relatore: prof. C. Petronio, controrelatore: prof. R. Benedetti, votazione 110/110 e Lode - media esami: 30/30. Secondo classificato al concorso di ammissione al perfezionamento in Matematica della Scuola Normale Superiore Diploma della Scuola Normale Superiore con una dissertazione dal titolo Construction and Recognition of Hyperbolic 3-Manifolds with Geodesic Boundary, votazione 70/70 e Lode. Dal 2001 al 2003, studente del corso di perfezionamento in Matematica Da marzo a giugno, attività di ricerca presso l Università di Melbourne, su invito del prof. C.D. Hodgson. Vincitore della selezione per il conferimento di un assegno biennale rinnovabile in Geometria presso il Dipartimento di Matematica di Pisa In data 28/02/2005, Diploma di Perfezionamento in Matematica (equipollente al titolo di dottore di ricerca in Matematica) presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, con tesi

2 dal titolo Deforming triangulations of hyperbolic 3-manifolds with geodesic boundary, relatore: prof. C. Petronio, votazione 70/70 e Lode. Primo posto nella graduatoria nazionale per l assegnazione di borse semestrali per l estero bandite dall Istituto di Alta Matematica F. Severi Vincitore della selezione per l assegnazione di un posto di ricercatore a tempo determinato presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, nel settore di ricerca Geometria reale e complessa, sistemi dinamici e geometria diofantea. Presa di servizio in data 1/11/2005 (contratto della durata di 4 anni, rinnovabile per altri 4 anni) Vincitore della valutazione comparativa per l assegazione di un posto di ricercatore universitario nel settore MAT/03 - Geometria, presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell Università di Pisa. Presa di servizio presso il Dipartimento di Matematica della stessa università in data 1/3/ Confermato nel ruolo di ricercatore universitario nel settore MAT/03 - Geometria, presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell Università di Pisa. Seminari su invito 2003 Aprile: un seminario della durata di un ora dal titolo Dehn filling of cusped hyperbolic 3-manifolds with geodesic boundary presso l Università di Melbourne Maggio: una comunicazione di un ora dal titolo A rigidity result for regular thickenable 2-polyhedra al convegno Low-dimensional topology and combinatorial group theory tenutosi presso l Università di Francoforte. Settembre: una comunicazione di 40 minuti dal titolo Hyperbolic manifolds with geodesic boundary which are determined by their fundamental group al convegno Recent Advances in Complex and Real Geometry, tenutosi a Levico Terme (Trento) Gennaio: una conferenza della durata di un ora dal titolo Varietà iperboliche con bordo che sono determinate dal loro gruppo fondamentale presso il Dipartimento di Matematica dell Università di Milano. Giugno: una conferenza della durata di 20 minuti dal titolo Rigidity results for hyperbolic manifolds with geodesic boundary al Second joint meeting of the American Mathematical Society (AMS), the Deutsche Mathematiker-Vereinigung (DMV) and the Österreichische Mathematische Gesellschaft (ÖMG), tenutosi a Mainz. Luglio: una conferenza della durata di 30 minuti dal titolo Uncountably many Kleinian groups and mapping class groups alla Conference on Geometry and Topology of 3-manifolds, tenutasi a Trieste Aprile: una conferenza della durata di un ora dal titolo Quasi-isometrie e rigidità delle varietà iperboliche presso il Dipartimento di Matematica dell Università di Roma Sapienza. Luglio: una conferenza della durata di 30 minuti dal titolo Rigidity theorems for hyperbolic manifolds with boundary al Joint SIMAI-SMAI-SMF-UMI meeting (sessione speciale Geometry and topology of groups ), tenutosi a Torino.

3 Settembre: una conferenza della durata di 30 minuti dal titolo Rigidity theorems for hyperbolic manifolds with boundary alla conferenza Groups in Geometry and Topology, tenutasi a Malaga Maggio: un seminario della durata di un ora dal titolo Continuous cohomology and Gromov proportionality principle presso il Dipartimento di Matematica dell Università di Pavia. Maggio: un seminario della durata di un ora dal titolo Continuous cohomology and Gromov proportionality principle presso il Dipartimento di Matematica dell Università di Bologna Giugno: un seminario della durata di mezz ora dal titolo Continuous cohomology and Gromov proportionality principle alla conferenza Computational and geometric topology, tenutasi a Bertinoro (Italy). Luglio: un seminario della durata di 40 minuti dal titolo Characterizing hyperbolic spaces and real trees alla conferenza Teichmüller Theory and its Interactions in Mathematics and Physics, tenutasi all Universitat Autonoma di Barcellona. Ottobre: un seminario della durata di un ora dal titolo Rigidità di varietà in curvatura variabile presso l Università di Roma Sapienza. Dicembre: un seminario della durata di 45 minuti dal titolo Rigidity of manifolds with(out) non positive curvature alla conferenza Fourth debrun workshop on group actions, tenutasi presso la National University of Ireland, a Galway Febbraio: un seminario della durata di un ora dal titolo Rigidity of manifolds with(out) non positive curvature presso l Università di Oxford. Settembre: un seminario della durata di dal titolo Rigidità per varietà senza curvatura negativa al XIX Congresso dell Unione Matematica Italiana, tenutosi a Bologna. Novembre: un seminario della durata di un ora dal titolo Simplicial volume and stable complexity of hyperbolic manifolds, presso l Università di Regensbürg. Organizzazione di convegni 2007 Maggio: In collaborazione con i professori Riccardo Benedetti, Giovanni Gaiffi, Carlo Petronio e Mario Salvetti ho curato l organizzazione del convegno Braids and their ramifications, tenutosi a Cortona. Attività didattica Se non altrimenti specificato, i corsi sotto descritti si sono svolti presso l Università di Pisa. 2001/2002 In collaborazione con il dott. Francesco Bonsante, presso la Scuola Normale Superiore: esercitazioni relative a due moduli di geometria differenziale per studenti del terzo anno (docenti: dott. G. Gaiffi, dott. C. Mantegazza).

4 2002/2003 Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni: esercitazioni relative al corso Matematica II (30 ore - docente: prof. C. Petronio). 2003/2004 Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni: esercitazioni relative al corso Algebra Lineare (30 ore - docente: prof. C. Petronio). 2004/2005 Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni: esercitazioni relative al corso Matematica III (30 ore - docente: prof. C. Petronio). 2005/2006 Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni: esercitazioni relative al corso Matematica III (30 ore - docente: prof. C. Petronio). Esercitazioni del corso annuale Complementi di analisi e geometria presso la Scuola Normale Superiore (docente: prof. G. Tomassini). 2006/2007 Corso di Laurea in Matematica: esercitazioni relative al corso Geometria Proiettiva (30 ore - docente: prof. E. Fortuna). Corso di Laurea in Matematica: esercitazioni relative al corso Geometria e Topologia Differenziale (30 ore - docente: prof. M. Abate). 2007/2008 Corso di Laurea in Matematica: esercitazioni relative al corso Geometria Proiettiva (30 ore - docente: prof. E. Fortuna). Corso di Laurea in Matematica: esercitazioni relative al corso Geometria e Topologia Differenziale (30 ore - docente: prof. M. Abate). Corso di Laurea Specialistica in Matematica: corso di Spazî di curvatura negativa (30 ore). 2008/2009 Corso di Laurea in Matematica: esercitazioni relative al corso Geometria Proiettiva (30 ore - docente: prof. E. Fortuna). Corso di Laurea in Fisica: le esercitazioni relative al corso Geometria I (30 ore - docente: prof. E. Fortuna). Corso di Laurea Specialistica in Matematica: corso di Geometria Superiore 2 (30 ore). 2009/2010 Corso di Laurea in Matematica: esercitazioni relative al corso Geometria Analitica e Algebra Lineare (60 ore - docente: prof. P. Lisca). Corso di Laurea Magistrale in Matematica: esercitazioni relative al corso Istituzioni di Geometria Superiore (30 ore - docente: prof. M. Abate) Corso di Laurea Magistrale in Matematica: corso di Teoria dei nodi (42 ore). Libri In collaborazione con E. Fortuna e R. Pardini, ho esposto in un volume pubblicato da Springer Universitext richiami di teoria e più di 200 esercizi svolti di Geometria Proiettiva (vedi [1]).

5 Tesi dirette Tesi di Laurea Triennale: 2007 Andrea Pustetto, Teoria geometrica dei gruppi e varietà a curvatura costante. Lorenzo Balducci, Elementi di Teoria di Morse. Valentina Disarlo, L invariante di Alexander di nodi in S Xin Yang Lu, Il Teorema di Bieberbach. Alessandro Sisto, Il Teorema di rigidità di Mostow. John Calabrese, Rivoltare la sfera. Roberta Guadagni, Un gruppo finitamente generato con differenti coni asintotici Maria Beatrice Pozzetti, Gruppi con media e coomologia limitata Antonio Decapua, Alcuni risultati sul mapping class group di superfici. Eleonora Bardelli, Lo spazio di Teichmüller di superfici iperboliche Michela Zanini, Simmetrizzazione di Steiner nello spazio iperbolico. Milena Rucci, Spazi metrici localmente piatti. Giulia Cervia, La costruzione dello spazio di Teichmüller. Marco Francischello, in preparation. Tesi di Laurea Specialistica: 2008 Cristina Pagliantini, Il volume simpliciale e la coomologia limitata Andrea Pustetto, Crescita di rivestimenti di varietà a curvatura negativa. Valentina Disarlo, L iperbolicità del complesso delle curve Alessandro Sisto, Tree-graded spaces and relatively hyperbolic groups Maria Beatrice Pozzetti, in preparation. Colloqui presso la Scuola Normale Superiore: 2008 Alessandro Sisto (Colloquio del III anno), Un approccio non-standard al quinto problema di Hilbert. Riccardo Scala (Colloquio del IV anno), Coordinate di Fenchel-Nielsen sullo spazio di Teichmüller delle superfici orientabili compatte Maria Beatrice Pozzetti (Colloquio del III anno), Il Teorema di Cartan-Hadamard per spazî metrici. Alessandro Sisto (Colloquio del IV anno), Coni asintotici di gruppi finitamente generati. Antonio Sartori (Colloquio del IV anno), Volume simpliciale di varietà iperboliche.

6 2010 Antonio Decapua (Colloquio del III anno), Alcuni risultati sul mapping class group di superfici. Eleonora Bardelli (Colloquio del III anno), Lo spazio di Teichmüller di superfici iperboliche. Maria Beatrice Pozzetti (Colloquio del IV anno), Un teorema di Gromov sulla coomologia limitata Matthew Trager (Colloquio del IV anno), Una caratterizzazione topologica dei gruppi iperbolici. Altre attività 2006 Membro della commissione giudicatrice del concorso di ammissione alla Classe di Scienze della Scuola Normale Superiore per il Corso di Laurea Triennale ed il Corso di Laurea Specialistica Fino al 2011, membro della commissione per l orientamento del Dipartimento di Matematica dell Università di Pisa Fino al 2012, membro della commissione d area relativa al rating. Fino al 2013, membro della giunta del Dipartimento di Matematica dell Università di Pisa. Fino al 2013, membro del comitato di presidenza della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell Università di Pisa Membro della commissione giudicatrice del concorso di ammissione alla Classe di Scienze della Scuola Normale Superiore per il Corso di Laurea Triennale ed il Corso di Laurea Magistrale. Conoscenza delle lingue Ho un ottima padronanza dell inglese scritto e dell inglese orale. Attività extra-professionali 1995 Ho partecipato alle Olimpiadi Nazionali della Matematica, classificandomi tredicesimo. Ho partecipato al Corso di orientamento universitario organizzato dalla Scuola Normale Superiore a Cortona (Arezzo) Ho partecipato alle Olimpiadi Nazionali della Matematica, classificandomi ottavo. Ho partecipato alle Olimpiadi Regionali della Chimica, classificandomi terzo. Ho partecipato alle Olimpiadi Internazionali della Matematica, tenutesi a Bombay, vincendo una medaglia di bronzo.

7 Attività di ricerca Costruzione e riconoscimento di varietà iperboliche Durante i miei studi di dottorato, la mia attività di ricerca si è principalmente rivolta ad un approccio costruttivo allo studio delle 3-varietà iperboliche, ed in particolare alla descrizione di 3-varietà iperboliche tramite l uso di triangolazioni geodetiche. In collaborazione con Carlo Petronio, ho descritto in [2] come l uso di tali triangolazioni possa essere sfruttato per la costruzione e il riconoscimento di 3-varietà iperboliche con bordo geodetico. I risultati ottenuti sono stati poi sfruttati per lo studio delle proprietà topologiche e geometriche di svariate classi di varietà in [3], [4], [5] e [7]. Più precisamente, in collaborazione con Bruno Martelli e Carlo Petronio, ho implementato la teoria descritta in [2] allo scopo di ottenere l elenco delle 3-varietà iperboliche con bordo geodetico che ammettono una triangolazione ideale con al più 4 tetraedri. I risultati ottenuti sono descritti in [5], e la lista di tutte le varietà che abbiamo classificato è disponibile alla pagina web [23]. In [7], [3] e [4] abbiamo poi descritto delle famiglie infinite di varietà dalle notevoli proprietà topologiche e geometriche. Rigidità e deformazioni La versione forte del Teorema di rigidità di Mostow afferma che, in dimensione maggiore di 2, ogni equivalenza omotopica tra varietà iperboliche senza bordo, complete e di volume finito è omotopa ad un isometria (in particolare, una fissata varietà topologica supporta al più una struttura iperbolica completa e di volume finito). Nel corso della mia permanenza presso l Università di Melbourne ho lavorato all estensione del Teorema di rigidità di Mostow alle varietà iperboliche con bordo geodetico non vuoto. I risultati di questa ricerca sono decritti in [6]. Sia M una 3-varietà iperbolica con cuspidi. Per il Teorema di Mostow, deformazioni non banali della struttura iperbolica di M danno luogo a metriche necessariamente non complete. Inoltre, i completamenti metrici di molte piccole deformazioni della struttura completa su M sono omeomorfi a varietà ottenute da M tramite riempimento di Dehn, e definiscono su tali varietà metriche iperboliche complete, per cui lo spazio delle deformazioni della struttura completa di M costituisce un oggetto molto studiato. Sviluppando alcuni risultati sulle triangolazioni geodetiche già descritti in [2], in [11] ho fornito una descrizione esplicita di tale spazio di deformazioni, mostrando in particolare che esso ammette una naturale struttura di varietà algebrica, rispetto alla quale la struttura completa di M individua un punto liscio. Tale risultato è poi sfruttato in [12], dove si descrivono diverse proprietà geometriche delle varietà introdotte in [4] e dei loro riempimenti di Dehn. Una descrizione molto dettagliata dei risultati ottenuti in [2], [11] e [12] è fornita nella mia tesi di perfezionamento [10]. Mapping class group e gruppo di isometrie di varietà iperboliche In collaborazione con F. Costantino, B. Martelli e C. Petronio, ho costruito in [8] una corrispondenza biunivoca tra l insieme delle triangolazioni di 3-varietà ed una classe specifica di 3-varietà iperboliche con cuspidi. Sfruttando le proprietà di tale bigezione, abbiamo mostrato tra l altro che ogni gruppo finito è isomorfo al mapping class group di una 3-varietà iperbolica ed al gruppo degli automorfismi esterni di un gruppo numerabile. In collaborazione con Bruno Martelli ho poi mostrato in [13] che in effetti per ogni gruppo numerabile G esiste una 3-varietà iperbolica N (di volume infinito) tale che il mapping class

8 group di N, il gruppo delle isometrie di N ed il gruppo degli automorfismi esterni del gruppo fondamentale di N sono isomorfi a G. Tra i corollari di questo risultato vi è l esistenza una quantità più che numerabile di 3-varietà iperboliche aventi gruppi fondamentali a due a due non isomorfi, o, equivalentemente, l esistenza di una quantità più che numerabile di classi di isomorfismo astratto di sottogruppi discreti e liberi da torsione di P SL(2, C). Teoria geometrica dei gruppi e rigidità Su ogni gruppo finitamente generato è possibile porre una metrica (discreta) naturale, che è ben definita a meno di quasi-isometria. Negli ultimi decenni molte energie sono state dedicate allo scopo di comprendere come le proprietà algebriche e geometriche di un gruppo finitamente generato siano in relazione con le proprietà metriche di tale gruppo. Per esempio, la nozione di Gromov iperbolicità estende al più generale ambito degli spazi metrici la nozione di curvatura negativa su larga scala, concetto che ha senso, nella sua definizione originale, solo nel contesto di varietà Riemanniane. Essendo invariante per quasi-isometrie, la Gromov iperbolicità individua peraltro una ben definita classe di gruppi finitamente generati, classe che è attualmente oggetto di una ricerca molto attiva. Della Gromov iperbolicità sono note molte definizioni tra loro equivalenti. Gromov stesso ha dimostrato che esiste una costante ε > 0 per cui ogni spazio metrico geodetico in cui tutti i triangoli di perimetro l siano ε l-fini è in effetti iperbolico. In collaborazione con Alessandro Sisto, in [14] ho dato una nuova elementare dimostrazione di questo fatto, dando peraltro un limite superiore ed un limite inferiore esplicito per la costante ε sopra menzionata. Sia n 3. Schwartz ha dimostrato che due n-varietà iperboliche complete, di volume finito e non compatte sono commensurabili se e solo se i loro gruppi fondamentali sono quasi-isometrici (due varietà si dicono commensurabili se ammettono un rivestimento a finiti fogli comune). In [9] ho esteso i risultati di Schwartz al caso di varietà con bordo geodetico, dimostrando che due n-varietà iperboliche complete, di volume finito e con bordo geodetico compatto e non vuoto sono commensurabili se e solo se hanno gruppi fondamentali quasi-isometrici. In collaborazione con J. F. Lafont e A. Sisto mi sono occupato della costruzione di varietà compatte che non ammettano metriche di curvatura non positiva e che manifestino tuttavia fenomeni di rigidità tipici degli spazi di curvatura negativa. La compattificazione del prodotto di un toro k-dimensionale e di una h-varietà iperbolica con cuspidi toriche ammette una naturale struttura di (k + h)-varietà con bordo torico. Una varietà grafo generalizzata si ottiene attaccando tra loro blocchi quali quello appena descritto tramite diffeomorfismi delle componenti di bordo. In [21] mostriamo che esistono famiglie infinite di varietà grafo generalizzate che non supportano alcuna metrica Riemanniana di curvatura non-positiva. Dimostriamo inoltre che per tali varietà è tuttavia valido un teorema di rigidità alla Mostow : due varietà grafo generalizzate aventi lo stesso gruppo fondamentale sono in effetti diffeomorfe. Tale risultato viene ottenuto come corollario di un Teorema di rigidità per quasi-isometria di rilevanza indipendente: una quasi-isometria tra i gruppi fondamentali di due varietà grafo generalizzate quasi-preserva i gruppi fondamentali dei blocchi a partire dai quali tali varietà sono costruite. Inoltre, se un gruppo è quasi-isometrico al gruppo fondamentale di una tale varietà M, allora esso è il gruppo fondamentale di un grafo di gruppi algebricamente assai simili ai gruppi fondamentali dei singoli blocchi di M. Volume simpliciale e coomologia limitata Introdotto da Gromo, il volume simpliciale è un invariante omotopico di varietà compatte. L ovvia norma L 1 sulle catene singolari a coefficienti reali induce una seminorma in omologia, e il volume simpliciale di una varietà

9 orientata è il valore della seminorma della sua classe fondamentale. Sebbene definito in termini puramente topologici, il volume simpliciale è profondamente legato alla geometria delle varietà: per esempio, il volume simpliciale di una varietà piatta o sferica è nullo, mentre le varietà che supportano una metrica di curvatura negativa hanno volume simpliciale positivo. Inoltre, il Principio di Proporzionalità di Gromov stabilisce che il rapporto tra il volume simpliciale e il volume Riemanniano di una varietà dipendo soltanto dal tipo di isometria del suo rivestimento universale. La coomologia limitata è in un certo senso la naturale teoria duale rispetto all omologia L 1, ed si rivela perciò utilissima nel calcolo del volume simpliciale. Più precisamente, nella dimostrazione del Principio di Proporzionalità originariamente dovuta a Gromov gioca un ruolo fondamentale la coomologia (limitata e illimitata) continua di spazi topologici. In [16] ho dimostrato che la coomologia illimitata continua è isometricamente isomorfa all usuale coomologia singolare, almeno per una vasta classe di spazi topologici che comprende tutti i complessi cellulari localmente finiti. Ciò mi ha permesso di dare una dimostrazione completa del Principio di Proporzionalità seguendo l approccio originale di Gromov. In collaborazione con C. Pagliantini, ho poi esteso i risultati descritti in [16] al caso relativo. Più precisamente, abbiamo dimostrato in [20] che coomologia continua e coomologia singolare sono isometricamente isomorfe per una vasta classe di coppie topologiche. Abbiamo applicato tale risultato per estendere al caso relativo un teorema dimostrato nel caso assoluto da C. Loeh, che assicura che l omologia singolare e l omologia di misura sono isometricamente isomorfe per una vasta classe di (coppie di) spazi. I risultati dimostrati in [20] possono essere sfruttati per il calcolo esplicito del volume simpliciale di varietà compatte con bordo. Per esempio, alcune tecniche descritte in [20] sono sfruttate in [15] per il calcolo del volume simpliciale di varietà iperboliche con bordo geodetico. Invarianti quandle di link e di domini dello spazio euclideo In collaborazione con R. Benedetti e R. Ghiloni, ho studiato in [19] alcune proprietà dei domini spaziali, ovvero delle sottovarietà compatte con bordo dello spazio euclideo. Un dominio spaziale è debolmente Helmholtz se può essere decomposto lungo superfici disgiunte in sottodomini sui quali ogni campo vettoriale a rotore nullo definito sull intero dominio iniziale ammette un potenziale. Chiaramente, i domini debolmente Helmholtz sono di grande interesse sia per i fisici sia per gli ingegneri. In [19] diamo varie caratterizzazioni di questa classe di domini, mostrando che la nozione di debolmente Helmholtz è profondamente correlata a concetti classici della teoria delle 3-varietà. Un classico teorema dovuto a R. Fox implica che ogni dominio spazioale è omeomorfo al complementare di un unione finita di corpi con manidi, per cui la teoria dei domini spaziali si riduce di fatto alla teoria dei corpi con manici annodati nello spazio. In collaborazione con R. Benedetti, ho definito in [17] diversi livelli di annodamento per i corpi con manici nello spazio, generalizzando in questo contesto nozioni tipiche della teoria dei nodi. Usando vari strumenti (ad esempio ideali di Alexander e invarianti quandle), abbiamo discusso le relazioni esistenti tra questi livelli di annodamento e fornito esempi di corpi con manici che realizzano tutti i livelli di annodamento da noi definiti. In collaborazione con R. Benedetti, ho descritto in [18] altri usi degli ideali di Alexander e degli invarianti quandle nell ambito della teoria dei nodi e dei link. Più precisamente, in [18]

10 mettiamo a confronto gli invarianti di Alexander classici con gli invarianti di tipo quandle basati sui quandles di Alexander, mostrando come questi ultimi siano talora molto efficienti nel fornire limiti inferiori sul genere e sul tunnel number dei link. Riferimenti bibliografici [1] E. Fortuna, R. Frigerio, R. Pardini, Geometria Proiettiva Problemi risolti e richiami di teoria, Universitext, Springer, [2] R. Frigerio, C. Petronio, Construction and Recognition of Hyperbolic 3-Manifolds with Geodesic Boundary, Trans. Amer. Math. Soc. 356 (2004), [3] R. Frigerio, B. Martelli, C. Petronio, Complexity and Heegaard genus of an infinite class of compact 3-manifolds, Pacific J. Math. 210 (2003), [4] R. Frigerio, B. Martelli, C. Petronio, Dehn filling of cusped hyperbolic 3-manifolds with geodesic boundary, J. Differential Geom. 64 (2003), [5] R. Frigerio, B. Martelli, C. Petronio, Small hyperbolic 3-manifolds with geodesic boundary, Experiment. Math. 13 (2004), [6] R. Frigerio, Hyperbolic manifolds with geodesic boundary which are determined by their fundamental group, Topology Appl. 145 (2004), [7] R. Frigerio, An infinite family of hyperbolic graph complements in S 3, J. Knot Theory Ramifications 14 (2005), [8] F. Costantino, R. Frigerio, B. Martelli, C. Petronio, Triangulations of 3- manifolds, hyperbolic relative handlebodies, and Dehn filling, Comment. Math. Helv. 82 (2007), [9] R. Frigerio, Commensurability of hyperbolic manifolds with geodesic boundary, Geom. Dedicata 118 (2006), [10] R. Frigerio, Deforming triangulations of hyperbolic 3-manifolds with geodesic boundary, tesi di perfezionamento in Matematica, Scuola Normale Superiore, Pisa, [11] R. Frigerio, On deformations of hyperbolic 3-manifolds with geodesic boundary, Algebr. Geom. Topol. 6 (2006), [12] R. Frigerio, Similar fillings and isolation of cusps of hyperbolic 3-manifolds, Pacific J. Math. 229 (2007), [13] R. Frigerio, B. Martelli, Countable groups are mapping class groups of hyperbolic 3-manifolds, Math. Res. Lett. 13 (2006), [14] R. Frigerio, A. Sisto, Characterizing hyperbolic spaces and real trees, Geom. Dedicata. 142 (2009), [15] R. Frigerio, C. Pagliantini, The simplicial volume of hyperbolic manifolds with geodesic boundary, Algebr. Geom. Topol. 10 (2010),

11 [16] R. Frigerio, (Bounded) continuous cohomology and Gromov s proportionality principle, Manuscripta Math. 134 (2011), [17] R. Benedetti, R. Frigerio, Levels of knotting of spatial handlebodies, arxiv: , accettato per pubblicazione in Trans. Amer. Math. Soc. [18] R. Benedetti, R. Frigerio, Alexander quandle lower bounds for link genera, arxiv: , accettato per pubblicazione in J. Knot Theory Ramifications [19] R. Benedetti, R. Frigerio, R. Ghiloni, The topology of Helmholtz domains, arxiv: [20] R. Frigerio, C. Pagliantini, Relative measure homology and continuous bounded cohomology of topological pairs, arxiv: [21] R. Frigerio, J.F. Lafont, A. Sisto, Rigidity of high dimensional graph manifolds, arxiv: [22] S. Francaviglia, R. Frigerio, B. Martelli, Stable complexity and simplcial volume of manifolds, arxiv: [23] petronio/public html/data.html Pisa, 12 luglio 2011 Roberto Frigerio

La Forma dello Spazio

La Forma dello Spazio Maurizio Cornalba La Forma dello Spazio Collegio Ghislieri, 15 maggio 2000 1. L algebrizzazione della geometria la geometria analitica (sec.xvii... ) dà (1) metodo generale (insieme al calcolo infinitesimale)

Dettagli

CURRICULUM VITAE di PAOLA RUBBIONI

CURRICULUM VITAE di PAOLA RUBBIONI CURRICULUM VITAE di PAOLA RUBBIONI DATI ANAGRAFICI Nome: PAOLA RUBBIONI Luogo e data di nascita: Perugia, 16.09.1968 Nazionalità: italiana Stato civile: coniugata CURRICULUM STUDIORUM ed ITER LAVORATIVO

Dettagli

In questa prima parte vengono velocemente riepilogati tutti gli argomenti di base. Modulo 2. Insiemi complessi, relazioni, funzioni.

In questa prima parte vengono velocemente riepilogati tutti gli argomenti di base. Modulo 2. Insiemi complessi, relazioni, funzioni. Insegnamento Livello e corso di studio Settore scientifico disciplinare (SSD) Analisi I Laurea Triennale in Ingegneria Civile (L-7). MAT/05 - Analisi Anno di corso 1 Numero totale di crediti Propedeuticità

Dettagli

Curriculum vitae Dr. Francesco Bigolin

Curriculum vitae Dr. Francesco Bigolin Curriculum vitae Dr. Francesco Bigolin Nato a Bolzano il 21/01/1981. Luglio 2000: maturità scientifica (voto 96/100) presso il liceo scientifico Torricelli di Bolzano. a.a. 2000/01 - a.a. 2002/03: Studente

Dettagli

Sollevamenti di azioni di gruppi e applicazioni fisiche

Sollevamenti di azioni di gruppi e applicazioni fisiche Sollevamenti di azioni di gruppi e applicazioni fisiche Roberto Catenacci Dipartimento di Scienze Matematiche Università di Trieste - 34127 TRIESTE Cesare Reina S.I.S.S.A. - Trieste in memoria di C. Cattaneo

Dettagli

Curriculum Vitæ et Studiorum Gennaro Amendola

Curriculum Vitæ et Studiorum Gennaro Amendola Informazioni personali Curriculum Vitæ et Studiorum Gennaro Amendola 8 settembre 2014 Data di nascita: 25 giugno 1977 Luogo di nascita: Larino (Campobasso) Lingue conosciute: Inglese (buono), Tedesco e

Dettagli

Curriculum Vitæ di Stefano Francaviglia 15 marzo 2009

Curriculum Vitæ di Stefano Francaviglia 15 marzo 2009 Curriculum Vitæ di Stefano Francaviglia 15 marzo 2009 1 Informazioni Personali Stefano Francaviglia, Nato a Pistoia, il 19 agosto 1973. Lingue conosciute: Italiano, Francese, Inglese, Spagnolo, Catalano,

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Prof. Chiara de Fabritiis A. Notizie generali. 29 Settembre 1967: data di nascita, a Firenze. 15 Giugno 1989: laurea in Matematica presso l Università di Pisa, con votazione

Dettagli

4 Quarta lezione: Spazi di Banach e funzionali lineari. Spazio duale

4 Quarta lezione: Spazi di Banach e funzionali lineari. Spazio duale 4 Quarta lezione: Spazi di Banach e funzionali lineari. Spazio duale Spazi Metrici Ricordiamo che uno spazio metrico è una coppia (X, d) dove X è un insieme e d : X X [0, + [ è una funzione, detta metrica,

Dettagli

Formazione, attività scientifica e/o professionale

Formazione, attività scientifica e/o professionale IDA DE BONIS NATA A FONDI l'8/11/1985 Formazione, attività scientifica e/o professionale Titoli accademici e altri titoli Diploma di maturità classica con indirizzo piano nazionale informatico (PNI), c/o

Dettagli

Fabio Raciti. Curriculum vitae et studiorum

Fabio Raciti. Curriculum vitae et studiorum Fabio Raciti. Curriculum vitae et studiorum Indice 1. Campi di ricerca 2 2. Titoli di studio, corsi di perfezionamento, borse di studio e posizione professionale 2 3. Attività didattica 3 4. Attività di

Dettagli

4. Induzioni di strutture geometriche (Riemanniane, di Kaehler e simplettiche);

4. Induzioni di strutture geometriche (Riemanniane, di Kaehler e simplettiche); Descrizione della ricerca e delle pubblicazioni scientifiche di Andrea Loi La mia attività di ricerca rientra nel campo della geometria differenziale e complessa e può essere suddivisa nei seguenti argomenti:

Dettagli

Curriculum di Simona Settepanella

Curriculum di Simona Settepanella Curriculum di Simona Settepanella Nome e Cognome: Simona Settepanella Data di nascita: 30 / 3 / 1975 Luogo di Nascita: Teramo (TE) Residenza: Via A. De Jacobis 64100 Teramo (TE), Italia Telefono: + 39

Dettagli

Curriculum dell attività scientifica e professionale di Marina Popolizio

Curriculum dell attività scientifica e professionale di Marina Popolizio Curriculum dell attività scientifica e professionale di Marina Popolizio Titoli di Studio - Dottorato di Ricerca in Matematica conseguito presso l Università degli Studi di Bari in data 28-03-2008. Titolo

Dettagli

C U R R I C U L U M V I TA E E T S T U D I O R U M D O N AT E L L A I A C O N O

C U R R I C U L U M V I TA E E T S T U D I O R U M D O N AT E L L A I A C O N O C U R R I C U L U M V I TA E E T S T U D I O R U M INFORMAZIONI PERSONALI D O N AT E L L A I A C O N O Gennaio 2011 Nome: Donatella Cognome: Iacono Stato civile: Nubile Nazionalità: Italiana Data di nascita:

Dettagli

Angela Sciammetta asciammetta@unime.it Italiana 07\07\1984. Giugno 2014 oggi Università degli Studi di Messina. Facoltà di Ingegneria

Angela Sciammetta asciammetta@unime.it Italiana 07\07\1984. Giugno 2014 oggi Università degli Studi di Messina. Facoltà di Ingegneria F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE Nome e-mail Nazionalità Data di nascita Angela Sciammetta asciammetta@unime.it Italiana 07\07\1984 ESPERIENZE LAVORATIVE Giugno 2014 oggi Università degli Studi

Dettagli

Curriculum Vitæ di Stefano Francaviglia 12 settembre 2013

Curriculum Vitæ di Stefano Francaviglia 12 settembre 2013 Curriculum Vitæ di Stefano Francaviglia 12 settembre 2013 1 Informazioni Personali Stefano Francaviglia, Nato a Pistoia, il 19 agosto 1973. Lingue conosciute: Italiano, Francese, Inglese, Spagnolo, Catalano,

Dettagli

Nicola Rizzo Curriculum vitae et studiorum

Nicola Rizzo Curriculum vitae et studiorum Nicola Rizzo Curriculum vitae et studiorum Posizione attuale Ricercatore (non confermato) di ruolo nel s.s.d. ius/01-diritto privato presso il Dipartimento di Scienze economiche e aziendali dell Università

Dettagli

LUCIO GUERRA. dove, indica l accoppiamento covettori-vettori. L omomorfismo P è antisimmetrico

LUCIO GUERRA. dove, indica l accoppiamento covettori-vettori. L omomorfismo P è antisimmetrico VARIETÀ OMOGENEE CON STRUTTURA DI POISSON LUCIO GUERRA Abstract. Presentazione delle ricerche in collaborazione con N.Ciccoli. 1.1. Varietà di Poisson. 1. Varietà di Poisson 1.1.1. Su una varietà differenziabile

Dettagli

Geometria Superiore. A.A. 2014/2015 CdL in Matematica Università degli Studi di Salerno. March 2, 2015

Geometria Superiore. A.A. 2014/2015 CdL in Matematica Università degli Studi di Salerno. March 2, 2015 Geometria Superiore A.A. 2014/2015 CdL in Matematica Università degli Studi di Salerno Luca Vitagliano March 2, 2015 Programma Prerequisiti. Spazi affini. Anelli commutativi con unità. Ideali. Anelli quoziente.

Dettagli

Relazione di Ricerca ( 05-06) Gianluigi Del Magno

Relazione di Ricerca ( 05-06) Gianluigi Del Magno Relazione di Ricerca ( 05-06) Gianluigi Del Magno 1. Introduzione I miei interessi di ricerca riguardano una classe di sistemi dinamici non-lineari conservativi chiamati biliardi. Il biliardo in un dominio

Dettagli

Curriculum di studi di Ludovico Pernazza

Curriculum di studi di Ludovico Pernazza Sono nato a Roma il 15 gennaio 1971. 1990-1994 1995-1997 1998-2001 ottobre 2001 settembre 2002 da ottobre 2002 Attività scientifica Curriculum di studi di Ludovico Pernazza Sono stato allievo ordinario

Dettagli

Curriculum vitae et studiorum

Curriculum vitae et studiorum Curriculum vitae et studiorum di Emanuele Pacifici Dati personali Nato a Firenze il 17/03/1975. Coniugato, due figlie, un figlio. Titoli accademici, borse di studio e concorsi 23.04.1999. Consegue la laurea

Dettagli

G I A N L U C A C A S S E S E

G I A N L U C A C A S S E S E G I A N L U C A C A S S E S E DIPARTIMENTO DI STATISTICA Università Milano Bicocca U7-2081, via Bicocca degli Arcimboldi, 8, 20126 Milano - Italy DATI ANAGRAFICI E INFORMAZIONI GENERALI: Luogo e data di

Dettagli

MARCO ISOPI CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

MARCO ISOPI CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM MARCO ISOPI CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM DATA E LUOGO DI NASCITA:: 11 Aprile 1963. Roma. Recapito: Via Pavia 4, 00161 Roma. Telefono: 06-4441646 349 2701429 e-mail: isopi@mat.uniroma1.it TITOLI DI STUDIO

Dettagli

Curriculum Vitae et Studiorum

Curriculum Vitae et Studiorum Curriculum Vitae et Studiorum Dati Personali Andrea Orazio Caruso Nato a Catania il 26/09/1967, coniugato con figli. Codice Fiscale: CRSNRR67P26C351Y Contatti: Res. e Dom.: Contrada Cubba Marletta 1, 95045,

Dettagli

Equazioni di bilancio della Meccanica dei Continui nell ambito della Teoria Geometrica della Misura

Equazioni di bilancio della Meccanica dei Continui nell ambito della Teoria Geometrica della Misura Equazioni di bilancio della Meccanica dei Continui nell ambito della Teoria Geometrica della Misura Alessandro Musesti Università Cattolica del Sacro Cuore Sommario. Si dà una presentazione della formulazione

Dettagli

ELENCO DELLE ATTIVITA E DEI TITOLI DEL CANDIDATO VALUTABILI AI SENSI DELGLI ARTT. 10, 11 12 E 13 DEL BANDO (1)

ELENCO DELLE ATTIVITA E DEI TITOLI DEL CANDIDATO VALUTABILI AI SENSI DELGLI ARTT. 10, 11 12 E 13 DEL BANDO (1) ELENCO DELLE ATTIVITA E DEI TITOLI DEL CANDIDATO VALUTABILI AI SENSI DELGLI ARTT. 10, 11 12 E 13 DEL BANDO (1) COGNOME: NOME: De Poi Pietro Nato il: 20 marzo 1969 A) ATTIVITÀ DIDATTICA, DI DIDATTICA INTEGRATIVA

Dettagli

Prof. Caterina Rizzi Dipartimento di Ingegneria Industriale

Prof. Caterina Rizzi Dipartimento di Ingegneria Industriale RUOLO DELLA MODELLAZIONE GEOMETRICA E LIVELLI DI MODELLAZIONE PARTE 2 Prof. Caterina Rizzi... IN QUESTA LEZIONE Modelli 2D/3D Modelli 3D/3D Dimensione delle primitive di modellazione Dimensione dell oggettoy

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie

Facoltà di Scienze e Tecnologie Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di dottorato in SUSTAINABLE ENERGY AND TECHNOLOGIES (Energie e Tecnologie Sostenibili) Sito web del Corso: http://www.unibz.it/en/sciencetechnology/progs/phd/sustainable/default.html

Dettagli

CAPITOLO 3 FONDAMENTI DI ANALISI DELLA STABILITA' DI SISTEMI NON LINEARI

CAPITOLO 3 FONDAMENTI DI ANALISI DELLA STABILITA' DI SISTEMI NON LINEARI 31 CAPITOLO 3 FONDAMENTI DI ANALISI DELLA STABILITA' DI SISTEMI NON LINEARI INTRODUZIONE L'obbiettivo di questo capitolo è quello di presentare in modo sintetico ma completo, la teoria della stabilità

Dettagli

Curriculum vitae et studiorum

Curriculum vitae et studiorum Curriculum vitae et studiorum di Emanuele Pacifici Dati personali Nato a Firenze il 17/03/1975. Coniugato, due figlie, un figlio. Titoli accademici, borse di studio e concorsi 23.04.1999. Consegue la laurea

Dettagli

Facoltà di Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell'informazione anno accademico 2014/15 Registro lezioni del docente SPORTELLI LUIGI

Facoltà di Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell'informazione anno accademico 2014/15 Registro lezioni del docente SPORTELLI LUIGI Facoltà di Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell'informazione anno accademico 2014/15 Registro lezioni del docente SPORTELLI LUIGI Attività didattica ANALISI MATEMATICA [2000] Periodo di svolgimento:

Dettagli

FONDAMENTI MATEMATICI DELLA FISICA

FONDAMENTI MATEMATICI DELLA FISICA FONDAMENTI MATEMATICI DELLA FISICA MACROSCOPICA: UN PERCORSO GEOMETRICO C. LO SURDO 2 INDICE 0.0 PRESENTAZIONE 0.0.1 CONSIDERAZIONI GENERALI E PIANO DI LAVORO 0.0.2 I CONTENUTI CAPITOLO PER CAPITOLO: SINTESI

Dettagli

Sede: Dipartimento di Fisica, via Madonna delle Carceri 9, tel (+39) 0737 402529, fax (+39) 0737 402853

Sede: Dipartimento di Fisica, via Madonna delle Carceri 9, tel (+39) 0737 402529, fax (+39) 0737 402853 Classe: 25 - Scienze e Tecnologie Fisiche Sede: Dipartimento di Fisica, via Madonna delle Carceri 9, tel (+39) 0737 402529, fax (+39) 0737 402853 Indirizzo Internet di riferimento: https://didattica.unicam.it/esse3/corsodistudio.do?cod_lingua=ita&cds_id=67

Dettagli

CURRICULUM VITAE DI RICCARDO MARTUCCI

CURRICULUM VITAE DI RICCARDO MARTUCCI CURRICULUM VITAE DI RICCARDO MARTUCCI data e luogo di nascita: Roma 8 luglio 1965 studio: Via Fontana n. 30, 20122, Milano tel. 02.62087882; 02.89954316; fax: 02.45075001 info@martucci.eu Formazione: 1978-1983

Dettagli

REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA (cf Regolamenti art. 82 7)

REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA (cf Regolamenti art. 82 7) PONTIFICIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELL EDUCAZIONE «AUXILIUM» via Cremolino, 141-00166 ROMA tel. 06.61564226 fax. 06.61564640 e-mail: segreteria@pfse-auxilium.org ALLEGATO 1 REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome / Cognome Indirizzo Lorenzo Dorato Via dei Ramni 26 00185 Roma, Italia Telefoni 06 89019015 Cellulare: 329 0714777 E-mail lorenzo.dorato@uniroma3.it

Dettagli

CURRICULUM DELL ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA. di Giorgia Bellomonte

CURRICULUM DELL ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA. di Giorgia Bellomonte CURRICULUM DELL ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA di Giorgia Bellomonte La Dr. Giorgia Bellomonte è nata a Palermo il 30 Gennaio 1980. Ha conseguito il diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico

Dettagli

ELENCO DELLE ATTIVITA E DEI TITOLI DEL CANDIDATO VALUTABILI AI SENSI DELGLI ARTT. 10, 11 12 E 13 DEL BANDO (1)

ELENCO DELLE ATTIVITA E DEI TITOLI DEL CANDIDATO VALUTABILI AI SENSI DELGLI ARTT. 10, 11 12 E 13 DEL BANDO (1) ELENCO DELLE ATTIVITA E DEI TITOLI DEL CANDIDATO VALUTABILI AI SENSI DELGLI ARTT. 10, 11 12 E 13 DEL BANDO (1) COGNOME: NOME: PEPE VALENTINA Nato il: 04/08/1980 A) ATTIVITÀ DIDATTICA, DI DIDATTICA INTEGRATIVA

Dettagli

Relazione sull Attività Scientifica e Didattica

Relazione sull Attività Scientifica e Didattica Dott. Roberto Monte, Ricercatore di Matematica per le Scienze Economiche e Sociali, Settore SECS-S/06, Dipartimento di Studi Economico-Finanziari e Metodi Quantitativi, Facoltà di Economia, Università

Dettagli

V E R B A L E N. 2 (PRESA VISIONE DEI DOCUMENTI INVIATI DAI CANDIDATI)

V E R B A L E N. 2 (PRESA VISIONE DEI DOCUMENTI INVIATI DAI CANDIDATI) Valutazione comparativa per la copertura di n. 1 posto di CHIM/07 (FONDAMENTI CHIMICI DELLE TECNOLOGIE) presso la Facoltà di Ingegneria dell Università degli Studi di Brescia, bandita con D.R.1369 del

Dettagli

Funzioni in più variabili

Funzioni in più variabili Funzioni in più variabili Corso di Analisi 1 di Andrea Centomo 27 gennaio 2011 Indichiamo con R n, n 1, l insieme delle n-uple ordinate di numeri reali R n4{(x 1, x 2,,x n ), x i R, i =1,,n}. Dato X R

Dettagli

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246 Siamo

Dettagli

CURRICULUM VITAE ATTIVITÀ DIDATTICA ED ATTIVITÀ SCIENTIFICA

CURRICULUM VITAE ATTIVITÀ DIDATTICA ED ATTIVITÀ SCIENTIFICA CURRICULUM VITAE ATTIVITÀ DIDATTICA ED ATTIVITÀ SCIENTIFICA DI THOMAS TASSANI FORMAZIONE Il 10/7/1997 si laurea presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'università degli Studi di Bologna con votazione

Dettagli

Nominato dal Consiglio Assistente giuridico di un Componente del Consiglio (Commissario Preto Prof. Avv. Antonio) da settembre 2013.

Nominato dal Consiglio Assistente giuridico di un Componente del Consiglio (Commissario Preto Prof. Avv. Antonio) da settembre 2013. Bruno Carotti Curriculum Vitae POSIZIONE ATTUALE Funzionario dell Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, nei ruoli nel mese di gennaio 2013, a seguito dell espletamento di procedura concorsuale

Dettagli

1 o SEMESTRE 2 o SEMESTRE 1 ottobre 2012 25 gennaio 2013 25 febbraio 2013 14 giugno 2013

1 o SEMESTRE 2 o SEMESTRE 1 ottobre 2012 25 gennaio 2013 25 febbraio 2013 14 giugno 2013 Università degli Studi dell Insubria Facoltà di Scienze MM.FF.NN. /Como Corso di laurea in Matematica, L-35 Scienze Matematiche Nome Inglese del Corso: Mathematics MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA)

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA) UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA) DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRONICA, CHIMICA E INGEGNERIA

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI REGOLAMENTO DIDATTICA DEL CORSO DI LAUREA IN FISICA Parte Generale Università Università degli Studi di GENOVA Classe

Dettagli

CURRICULUM VITAE AC STUDIORUM

CURRICULUM VITAE AC STUDIORUM CURRICULUM VITAE AC STUDIORUM Dati personali ANTONIO COLAVECCHIO, nato a Bari il 5 gennaio 1970 e residente a Modugno (BA) alla via Cornole di Ruccia 49, C.A.P. 70026, attualmente domiciliato in Roma alla

Dettagli

ISTRUZIONI. PASSO 1. Presentazione domanda di laurea on line

ISTRUZIONI. PASSO 1. Presentazione domanda di laurea on line ISTRUZIONI PASSO 1. Presentazione domanda di laurea on line Per compilare online la domanda di laurea (entro i 30 gg precedenti l inizio della seduta) occorre accedere alla propria area riservata da https://webstudenti.unica.it/esse3/home.do

Dettagli

Curriculum Vitae Scientifico

Curriculum Vitae Scientifico Curriculum Vitae Scientifico Marco Berardi Nome: Marco; cognome: Berardi; data di nascita: 11 settembre 1980; cittadinanza: italiana; stato civile: coniugato; uff.: Ricerche. stanza 60a, I piano, Istituto

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos. A.G Decreto n. 453 IL RETTORE Visto il D.M. 270/04; Visto il Regolamento dei corsi di perfezionamento, di aggiornamento professionale e di formazione permanente

Dettagli

Dipartimento di Matematica L. Tonelli Largo B. Pontecorvo 5 56127 Pisa M. Cerulli

Dipartimento di Matematica L. Tonelli Largo B. Pontecorvo 5 56127 Pisa M. Cerulli Breve guida al Corso di Laurea in Matematica Dipartimento di Matematica L. Tonelli Largo B. Pontecorvo 5 56127 Pisa M. Cerulli Corso di Laurea in Matematica dell'università di Pisa A cura della Commissione

Dettagli

Dipartimento di Matematica L. Tonelli Largo B. Pontecorvo 5 56127 Pisa M. Cerulli

Dipartimento di Matematica L. Tonelli Largo B. Pontecorvo 5 56127 Pisa M. Cerulli Breve guida al Corso di Laurea in Matematica Dipartimento di Matematica L. Tonelli Largo B. Pontecorvo 5 56127 Pisa M. Cerulli Corso di Laurea in Matematica dell'università di Pisa A cura della Commissione

Dettagli

DECRETA ART. 1 ART. 2

DECRETA ART. 1 ART. 2 BANDO DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI 1 (UNA) BORSA DI STUDIO AVENTE AD OGGETTO ATTIVITA DI RICERCA DA SVOLGERSI PRESSO IL CENTRO DI RICERCA PER IL TRASPORTO E LA LOGISTICA DELLA SAPIENZA UNIVERSITA

Dettagli

C U R R I C U L U M V I TA E E T S T U D I O R U M D O N AT E L L A I A C O N O

C U R R I C U L U M V I TA E E T S T U D I O R U M D O N AT E L L A I A C O N O C U R R I C U L U M V I TA E E T S T U D I O R U M INFORMAZIONI PERSONALI D O N AT E L L A I A C O N O Gennaio 2014 Nome: Donatella Cognome: Iacono Stato civile: Nubile Nazionalità: Italiana Data di nascita:

Dettagli

Richiami su norma di un vettore e distanza, intorni sferici in R n, insiemi aperti, chiusi, limitati e illimitati.

Richiami su norma di un vettore e distanza, intorni sferici in R n, insiemi aperti, chiusi, limitati e illimitati. PROGRAMMA di Fondamenti di Analisi Matematica 2 (DEFINITIVO) A.A. 2010-2011, Paola Mannucci, Canale 2 Ingegneria gestionale, meccanica e meccatronica, Vicenza Testo Consigliato: Analisi Matematica, M.

Dettagli

Due dimostrazioni alternative nella teoria di Ramsey

Due dimostrazioni alternative nella teoria di Ramsey Due dimostrazioni alternative nella teoria di Ramsey 28 Marzo 2007 Introduzione Teoria di Ramsey: sezione della matematica a metà tra la combinatoria e la teoria degli insiemi. La questione tipica è quella

Dettagli

DOCENTI TITOLARI DELL INSEGNAMENTO DI MATEMATICA 2. Prof.ssa Spano. Prof.ssa Piro Vernier. Prof. Ragnedda

DOCENTI TITOLARI DELL INSEGNAMENTO DI MATEMATICA 2. Prof.ssa Spano. Prof.ssa Piro Vernier. Prof. Ragnedda DOCENTI TITOLARI DELL INSEGNAMENTO DI MATEMATICA 2 Prof.ssa Spano Prof.ssa Piro Vernier Prof. Ragnedda SCHEDA DATI PER OFFERTA FORMATIVA PUBBLICA DI CUI AL PUNTO 1.2 DELLA CIRCOLARE MINISTERIALE N 187

Dettagli

DISEGNO E LABORATORIO CAD

DISEGNO E LABORATORIO CAD CORSO DI DISEGNO E LABORATORIO CAD CIVILI C.D.L. INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE E EDILE A.A. 2014 2015 P R O G R A M M A DISEGNO E LABORATORIO CAD Docente: Ing. Marco NOCERA m.nocera@email.it Codocente:

Dettagli

Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO

Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO Art. 1 Istituzione del Corso di Dottorato di Ricerca Il corso di Dottorato di Ricerca in

Dettagli

FACOLTA SCIENZE POLITICHE UNIVERSITA DI SASSARI

FACOLTA SCIENZE POLITICHE UNIVERSITA DI SASSARI FACOLTA SCIENZE POLITICHE UNIVERSITA DI SASSARI Ragione Sociale MASTER BIENNALE IN GIORNALISMO Indirizzo PIAZZA UNIVERSITA 11 07100 SASSARI Telefono 079228945 Fax 079228966 E-mail labcom@uniss.it Rappresentante

Dettagli

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di laurea specialistica in INFORMATICA

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di laurea specialistica in INFORMATICA Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di laurea specialistica in INFORMATICA Basi di Dati Avanzate e Tecniche di Data Mining Prof. G. Cecconi, Prof.

Dettagli

Curriculum Vitae Ambra Santini. via di Campagna, 3, 50062, Dicomano, Firenze,Italia 328-02.57.541 ambrasantini@libero.it

Curriculum Vitae Ambra Santini. via di Campagna, 3, 50062, Dicomano, Firenze,Italia 328-02.57.541 ambrasantini@libero.it INFORMAZIONI PERSONALI Ambra Santini via di Campagna, 3, 50062, Dicomano, Firenze,Italia 328-02.57.541 ambrasantini@libero.it Sesso Femmina Data di nascita 27/12/1988 Nazionalità Italiana POSIZIONE RICOPERTA

Dettagli

ALLEGATO A PROFILI RELATIVI ALLE MANSIONI:

ALLEGATO A PROFILI RELATIVI ALLE MANSIONI: BANDO DI SELEZIONE PER LA FORMAZIONE DI SHORT LIST DI ESPERTI nell ambito delle attività orizzontali relative al Progetto CAMP Italia, previste dall accordo ISPRA-CoNISMa. ALLEGATO A PROFILI RELATIVI ALLE

Dettagli

FONDAZIONE CLOTILDE E GIANNI BERTELLI O.N.L.U.S. Orzinuovi (Brescia)

FONDAZIONE CLOTILDE E GIANNI BERTELLI O.N.L.U.S. Orzinuovi (Brescia) FONDAZIONE CLOTILDE E GIANNI BERTELLI O.N.L.U.S. Orzinuovi (Brescia) CONCORSO PER N. 8 BORSE DI STUDIO A STUDENTI UNIVERSITARI ANNO 2015 E bandito un concorso per il conferimento di 8 borse di studio riservate

Dettagli

SPAZI METRICI. Uno spazio metrico X con metrica d si indica con il simbolo (X, d). METRICI 1

SPAZI METRICI. Uno spazio metrico X con metrica d si indica con il simbolo (X, d). METRICI 1 SPAZI METRICI Nel piano R 2 o nello spazio R 3 la distanza fra due punti è la lunghezza, o norma euclidea, del vettore differenza di questi due punti. Se p = (x, y, z) è un vettore in coordinate ortonormali,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA Tor Vergata

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA Tor Vergata FACOLTÀ DI MEDICINA E DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN STATISTICA PER LE SCIENZE BIO-MEDICHE A.A. 2008/2009 Nell'anno accademico 2008/2009 è attivato presso

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento disciplina,

Dettagli

C U R R I C U L U M DOTT. ANDREA MARIA ALTIERI AGGIORNAMENTO NOVEMBRE 2013

C U R R I C U L U M DOTT. ANDREA MARIA ALTIERI AGGIORNAMENTO NOVEMBRE 2013 C U R R I C U L U M DOTT. ANDREA MARIA ALTIERI AGGIORNAMENTO NOVEMBRE 2013 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cognome Luogo di Nascita Data di nascita Cittadinanza Nazionalità Residenza Telefono E-Mail Codice

Dettagli

Curriculum Didattico e Scientifico

Curriculum Didattico e Scientifico Curriculum Didattico e Scientifico di Andrea Centomo 11 agosto 2012 Docente in ruolo di Matematica e Fisica presso il Liceo F. Corradini di Thiene (VI) Titolo di studio Laurea in Fisica dell Università

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO ORGANIZZATIVO CORSI di MASTER di I e II LIVELLO. Corso di Master e suoi Organi

REGOLAMENTO DIDATTICO ORGANIZZATIVO CORSI di MASTER di I e II LIVELLO. Corso di Master e suoi Organi REGOLAMENTO DIDATTICO ORGANIZZATIVO CORSI di MASTER di I e II LIVELLO Corso di Master e suoi Organi 1. Per l anno accademico 2014-2015 è istituito il Corso di Master di II livello in: OPEN - ARCHITETTURA

Dettagli

DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo scientifico e liceo scientifico delle scienze applicate

DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo scientifico e liceo scientifico delle scienze applicate 1. Profilo generale DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo scientifico e liceo scientifico delle scienze applicate PRIMO BIENNIO L insegnamento di matematica nel primo biennio ha come finalità l acquisizione

Dettagli

CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE

CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA IN COLLABORAZIONE CON CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO DI TECNOLOGIE FARMACEUTICHE

Dettagli

Curriculum Vitae di Antonio Zoccoli. Aprile 2014

Curriculum Vitae di Antonio Zoccoli. Aprile 2014 Curriculum Vitae di Antonio Zoccoli Aprile 2014 Nome: Antonio Zoccoli Età: nato a Bologna il 16 Agosto 1961. Curriculum Accademico: 1980 Maturità classica press oil liceo L. Galvani di Bologna 1980-1985

Dettagli

DIARIO DEL CORSO TEORIA GEOMETRICA DELLA MISURA A.A. 08/09

DIARIO DEL CORSO TEORIA GEOMETRICA DELLA MISURA A.A. 08/09 DIARIO DEL CORSO TEORIA GEOMETRICA DELLA MISURA A.A. 08/09 SILVANO DELLADIO 18/02/09 (1-1). Presentazione generale del corso. Richiami di teoria astratta della misura. Definizione di misura. Monotonia

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :MATEMATICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :MATEMATICA Istituto Istruzione Superiore A. Venturi Modena Liceo artistico - Istituto Professionale Grafica Via Rainusso, 66-41124 MODENA Sede di riferimento (Via de Servi, 21-41121 MODENA) tel. 059-222156 / 245330

Dettagli

Lezioni di geometria combinatoria

Lezioni di geometria combinatoria Quaderni dell'unione Matematica Italiana 48 Giuseppe Tallirli Lezioni di geometria combinatoria Pitagora Editrice Bologna 2005 Indice Prefazione v 1 Campi di Galois 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Automorfismi

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO. UNIVERSITA DI TORINO Facoltà di Scienze MFN CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA. Classe 32

REGOLAMENTO DIDATTICO. UNIVERSITA DI TORINO Facoltà di Scienze MFN CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA. Classe 32 REGOLAMENTO DIDATTICO UNIVERSITA DI TORINO Facoltà di Scienze MFN CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA Classe 32 Art. 1 - Denominazione e classe di appartenenza E` istituito presso l'università degli Studi di

Dettagli

Quozienti. Note per gli studenti del corso di Geometria IV, Milano 2009-2010 M.Dedò

Quozienti. Note per gli studenti del corso di Geometria IV, Milano 2009-2010 M.Dedò Quozienti Note per gli studenti del corso di Geometria IV, Milano 2009-2010 M.Dedò N.B. 1 Quanto segue NON va inteso come sostitutivo dei testi consigliati; piuttosto, si propone di fornire un filo conduttore

Dettagli

Master di primo livello biennale in Bioetica e Etica applicata Anno accademico 2010/2011 e 2011/2012

Master di primo livello biennale in Bioetica e Etica applicata Anno accademico 2010/2011 e 2011/2012 Master di primo livello biennale in Bioetica e Etica applicata Anno accademico 2010/2011 e 2011/2012 Presentazione Struttura del master Calendario Docenti Iscrizioni Modulo d iscrizione Brochure Presentazione

Dettagli

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. IV edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2014/2015. In collaborazione con:

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. IV edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2014/2015. In collaborazione con: Diritto Tributario Master Universitario di secondo livello Facoltà di Economia IV edizione Anno Accademico 2014/2015 In collaborazione con: L Università Cattolica del Sacro Cuore attiva per l anno accademico

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale In Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria Università degli Studi del Sannio

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale In Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria Università degli Studi del Sannio Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale In Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria Università degli Studi del Sannio ART. 1 Definizioni 1. Ai sensi del presente Regolamento s intende:

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE Classe delle Lauree Magistrali in Servizio sociale e politiche sociali (LM-87) Sede didattica del Corso di Laurea Magistrale: Alessandria

Dettagli

Costruzione di modelli di superfici mediante la Prototipazione Rapida

Costruzione di modelli di superfici mediante la Prototipazione Rapida Rendiconti Seminario Facoltà Scienze Università Cagliari Vol. 76, Fasc. 1-2 (2006) Costruzione di modelli di superfici mediante la Prototipazione Rapida GREGORIO FRANZONI(*) Abstract. Questa nota riporta

Dettagli

DECRETA. ART. 3 La selezione avviene per titoli ed esame in forma di colloquio.

DECRETA. ART. 3 La selezione avviene per titoli ed esame in forma di colloquio. DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE, ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI BANDO DI SELEZIONE PER L' ASSEGNAZIONE DI 1 (UNA) BORSA DI STUDIO AVENTE AD OGGETTO ATTIVITA' DI RICERCA DA SVOLGERSI PRESSO

Dettagli

Oggetto: Esito delle valutazioni operate dalla giuria del Premio MIMOS 2013 (V ed.)

Oggetto: Esito delle valutazioni operate dalla giuria del Premio MIMOS 2013 (V ed.) Oggetto: Esito delle valutazioni operate dalla giuria del Premio MIMOS 2013 (V ed.) I - COMMISSIONE E PARTECIPAZIONE La Commissione, presieduta dall'ing. Francesca De Crescenzio (Università di Bologna),è

Dettagli

Curriculum dell'attività scientifica della dott.ssa Breda

Curriculum dell'attività scientifica della dott.ssa Breda Curriculum dell'attività scientifica della dott.ssa Breda Titoli e Qualifiche :: Luglio 1994 Conseguimento del Diploma di maturità classica presso il Liceo Arnaldo di Brescia. Votazione conseguita 48/60.

Dettagli

Rotaract Club Roma Patrocinato dal Rotary Club Roma 2080 Distretto R.I.

Rotaract Club Roma Patrocinato dal Rotary Club Roma 2080 Distretto R.I. Premio di Laurea Roma Prima Edizione Innovazione finanziaria per una crescita sostenibile BANDO DI CONCORSO ARTICOLO 1 Premio di Laurea Roma Il Rotaract Club Roma istituisce la prima edizione del Premio

Dettagli

Sig. Amm. 013-04/2014-15/23 N Pr. 2170-67-02-14-9

Sig. Amm. 013-04/2014-15/23 N Pr. 2170-67-02-14-9 UNIONE ITALIANA Talijanska unija - Italijanska Unija Via Ulica Uljarska 1/IV 51000 FIUME RIJEKA - REKA Tel. +385/51/338-285(911); Fax. 212-876 E-Mail: tremul@unione-italiana.hr www.unione-italiana.hr ID

Dettagli

ARTICOLO 1 (Conferimento) ARTICOLO 2 (Requisiti per l ammissione)

ARTICOLO 1 (Conferimento) ARTICOLO 2 (Requisiti per l ammissione) ARTICOLO 1 (Conferimento) L Università degli Studi Giustino Fortunato Telematica bandisce un concorso, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 assegno per lo svolgimento di attività di ricerca,

Dettagli

Curriculum vitae scientifico e didattico

Curriculum vitae scientifico e didattico Curriculum vitae scientifico e didattico di Nicola Sansonetto Nome: Nicola Cognome: Sansonetto RESIDENZA Indirizzo: Via Dolomiti, 32 San Martino Buon Albergo, Verona, Italia Codice Postale: 37036 Telefono

Dettagli

Ordine del giorno. Alle ore 16.15, verificata la presenza del numero legale, il Presidente dichiara aperta la seduta.

Ordine del giorno. Alle ore 16.15, verificata la presenza del numero legale, il Presidente dichiara aperta la seduta. Il giorno 7 del mese di Novembre dell anno 2003, alle ore 16 presso l Aula F del Dipartimento di Fisica Enrico Fermi di Pisa, si è riunito in seduta ordinaria il della Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie

Facoltà di Scienze e Tecnologie Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di dottorato in SUSTAINABLE ENERGY AND TECHNOLOGIES (Energie e Tecnologie Sostenibili) Sito web del Corso: http://www.unibz.it/en/sciencetechnology/progs/phd/sustainable/default.html

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO. Igiene Implantare. in collaborazione con FONDAZIONE ISTITUTO STOMATOLOGICO TOSCANO

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO. Igiene Implantare. in collaborazione con FONDAZIONE ISTITUTO STOMATOLOGICO TOSCANO MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO in Igiene Implantare in collaborazione con FONDAZIONE ISTITUTO STOMATOLOGICO TOSCANO DIRETTORE SCIENTIFICO: PROF. ANNAMARIA GENOVESI COMITATO SCIENTIFICO E ORGANIZZATIVO

Dettagli

Esistenza di funzioni continue non differenziabili in alcun punto

Esistenza di funzioni continue non differenziabili in alcun punto UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA Esistenza di funzioni continue non differenziabili in alcun punto Relatore Prof. Andrea

Dettagli

Letto, approvato e sottoscritto. La Commissione. Prof. Andrea Taroni, Presidente. Prof. Dario Petri, Componente

Letto, approvato e sottoscritto. La Commissione. Prof. Andrea Taroni, Presidente. Prof. Dario Petri, Componente Valutazione comparativa per la copertura di n. 1 posto di Ricercatore Universitario per il Settore Scientifico Disciplinare ING-INF/07 presso la Facoltà d Ingegneria dell Università degli Studi di Brescia,

Dettagli

IL DIRETTORE D E C R E T A:

IL DIRETTORE D E C R E T A: AAG/SPE/PG Decreto n 559 ALBO fino al 19.12.2014 IL DIRETTORE VISTO lo Statuto della Scuola emanato con D.D.n.202 del 7.5.2012 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.118 del 22.5.2012 e s.m.i.; VISTA

Dettagli