Java3D. Lezione 0. Introduzione. Di Blasi Gianpiero - D.M.I. - Università di Catania

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Java3D. Lezione 0. Introduzione. Di Blasi Gianpiero - D.M.I. - Università di Catania"

Transcript

1 Java3D Lezione 0 Introduzione Di Blasi Gianpiero - D.M.I. - Università di Catania

2 L'evoluzione Hardware Le schede 3D producono oggi grafica interattiva paragonabile agli effetti speciali cinematografici Java è diventato uno standard di sviluppo Java3D è il punto di congiunzione dei due mondi

3 Addentriamoci in Java3D Java3D è una API grafica 3D ad alto livello Impiega lo Scene Graph Programming Model Il programmatore decide solo cosa disegnare Java3D deciderà come disegnare Include le caratteristiche tipiche delle più popolari API grafiche (DirectX, OpenGL)

4 Lo Scene Graph Programming Model (1) Uno scene graph è una struttura dati ad albero una gerarchia contenente i dati della scena le foglie dello scene graph sono: le forme, le luci, i suoni, ecc. i nodi interni raggruppano le foglie o altri nodi

5 Lo Scene Graph Programming Model (2)

6 Lo Scene Graph Programming Model (3)

7 Lo Scene Graph Programming Model (4)

8 Lo Scene Graph Programming Model (5)

9 Lo Scene Graph Programming Model (6)

10 Cosa si può fare con Java3D? (1) Java3D permette di creare mondi virtuali con: luci e texture comportamenti ed animazioni suoni Inoltre le applicazioni Java3D si adattano automaticamente al dispositivo di output: un semplice monitor occhialini 3D CAVE (sistemi immersivi multi-schermo)

11 Cosa si può fare con Java3D? (2) Desktop

12 Cosa si può fare con Java3D? (3) Ultra wall

13 Cosa si può fare con Java3D? (4) Cave

14 Cosa si può fare con Java3D? (5) Java3D supporta un ampio range di applicazioni: sistemi CAD/CAM visualizzazione scientifica/biomedicale data visualization simulazioni 3D ecommerce desktop 3D videogame Vediamo qualche esempio concreto...

15 SDRC I-DEAS Viewer

16 Webscope

17 VisAD spreadsheet

18 VisAD x Simulazioni Atmosferiche

19 INT J/View3Dpro

20 ISS SMP Control Console x Canadarm2

21 Maestro

22 ASENZA Nokia Mobile Phone

23 Xtivia Reality Server

24 Nearlife Virtual FishTank

25 Il CAVE alla University of Calgary

26 Looking Glass

27 Teatro Virtuale

28 Ed i videogame? Opinioni personali 2004: Java3D non è abbastanza potente per i videogiochi 2005: chissà se è ancora vero... John Carmack, ID Software, QuakeCon2001 Java may very well be the de facto language for game development in the future. We are still working with significant chunks of an existing code base. If I did want to go off and start fresh, I would likely try doing almost everything in Java.

29 Cosm

30 Roboforge

31 Law & Order

32 Chrome

33 Tribal Trouble

34 Java3D - obiettivi di design Una collaborazione tra SUN, SGI, Intel e Apple I principali obiettivi di design sono stati: integrazione con Java (core, portabilità) alte prestazioni e scalabilità supporto delle principali caratteristiche 3D (luce, shading, texture, ecc.) forza industriale (non solo applet 3D o poco più)

35 Cosa Serve (Hardware/Software)? Windows/Linux processore: 1Ghz memoria: 256MByte scheda Grafica 3D (G400 o superiori) MacOSX ibook G4/900Mhz Software Java2 sdk Java3D sdk 1.3.1

36 Cosa Serve (Documentazione)? Documentazione Java3D Tutorial Java 3D (sarà il testo di riferimento)

37 Libri (?) A.E. Walsh, D. Gehringer Java3D API Jump-Start Prentice Hall PTR D. Selman Java3D Programming Manning Publications Company H. Sowizral, K. Rushforth, M. Deering The Java 3D API Specification Addison-Wesley Professional K. Brown, D. Petersen Ready-to-Run Java 3D, with plug-and-play code John Wiley & Sons Inc J. Barrilleaux 3D User Interfaces with Java 3D Manning Publications Company

38 Cosa Faremo? Modulo 1: Introduzione a Java3D Modulo 2: Interazione ed Animazione Lezione 1: Hello Java3D Lezione 4: Interazione Lezione 2: Creazione delle geometrie 1 Lezione 5: Animazione Lezione 3: Creazione delle geometrie 2 Modulo 3: Luci, Texture e suoni Lezione 6: Luci Lezione 7: Texture Lezione 8: Suoni

39 Cosa Non Faremo? Collisioni Dispositivi di input Viste multiple E tanto altro ancora...

40 Perché Java3D? Motivazioni temporali: è più facile di altre API si impara più in fretta è basato su Java (non bisogna prima imparare C/C++ o qualche altro linguaggio) Motivazioni didattiche: si vogliono insegnare i principi tipici di una API grafica non una particolare API lascia nascosti molti dettagli superflui in un corso di primo livello

41 Esempi Tutti gli esempi sono stati testati su architetture AMD e WindowsXP HE con Java3D per DirectX AMD e SuSE Linux con Java3D per OpenGL PowerPC G4 e MacOS X con Java3D per OpenGL È possibile che su altre architetture gli esempi non funzionino correttamente, segnalatemi eventuali problemi (e magari scrivete le patch per risolverli)

42 Esami Realizzazione di un progetto Java3D (a scelta dello studente) che attesti la comprensione degli argomenti trattati a lezione Per chi non avesse a disposizione un portatile, il computer ufficiale per la valutazione del progetto finale sarà IL MIO

43 Materiale da presentare all'esame Un CD contenente: codice sorgente compilato ed applicazione (FUNZIONANTE!!!) scene graph e diagramma delle classi brevissima relazione descrittiva del progetto qualsiasi altro materiale aggiuntivo ritenuto utile NIENTE MATERIALE CARTACEO

44 Scheduling delle lezioni Date: 13/03, 15/03 20/03, 22/03 27/04, 29/04 03/04, 05/04 10/04, 12/04 17/04, 19/04 Ore:

45 Vediamo qualche demo Looking Glass RoboForge Law & Order Chrome Teatro Virtuale

Java3D. Lezione 0. Introduzione. Di Blasi Gianpiero - D.M.I. - Università di Catania

Java3D. Lezione 0. Introduzione. Di Blasi Gianpiero - D.M.I. - Università di Catania Java3D Lezione 0 Introduzione Di Blasi Gianpiero - D.M.I. - Università di Catania L'evoluzione Hardware Le schede 3D producono oggi grafica interattiva paragonabile agli effetti speciali cinematografici

Dettagli

Introduzione a Java3D. Di Blasi Gianpiero - D.M.I. - Università di Catania

Introduzione a Java3D. Di Blasi Gianpiero - D.M.I. - Università di Catania Introduzione a Java3D Di Blasi Gianpiero - D.M.I. - Università di Catania L'evoluzione Hardware Le schede 3D producono oggi grafica interattiva paragonabile agli effetti speciali cinematografici Java è

Dettagli

Realtà Virtuali Prof. Raffaella Folgieri, aa 2013/2014. Realizzare la VR: i software

Realtà Virtuali Prof. Raffaella Folgieri, aa 2013/2014. Realizzare la VR: i software Realtà Virtuali Prof. Raffaella Folgieri, aa 2013/2014 Realizzare la VR: i software Piattaforme per la VR: VRML Il più diffuso: VRML (Virtual Reality Modeling Language) Rappresentazioni 3D interattive

Dettagli

Introduzione a API e game engine per la programmazione grafica

Introduzione a API e game engine per la programmazione grafica Introduzione a API e game engine per la programmazione grafica OpenGL e WebGL Davide Gadia Corso di Programmazione Grafica per il Tempo Reale Laurea Magistrale in Informatica per la Comunicazione a.a.

Dettagli

In genere i portatili possono essere differenziati, per tipologia e uso, in due grandi categorie:

In genere i portatili possono essere differenziati, per tipologia e uso, in due grandi categorie: Pagina 1 di 8 Piattaforme hardware Personal Computer In questa parte verranno elencate le più diffuse tipologie di piattaforme hardware, descrivendo per ciascuna esempi di utilizzo e modelli e suggerendo

Dettagli

Piattaforme hardware Personal Computer

Piattaforme hardware Personal Computer Pagina 1 di 8 Piattaforme hardware Personal Computer In questa parte verranno elencate le più diffuse tipologie di piattaforme hardware, descrivendo per ciascuna esempi di utilizzo e modelli e suggerendo

Dettagli

Laboratori remoti ad uso didattico: generalità ed applicazioni

Laboratori remoti ad uso didattico: generalità ed applicazioni Università di Siena Laboratori remoti ad uso didattico: generalità ed applicazioni Marco Casini Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università di Siena Email: casini@ing.unisi.it - 4 Aprile 2008

Dettagli

Linguaggi 2 e laboratorio

Linguaggi 2 e laboratorio Linguaggi 2 e laboratorio Docente: Leonardo Badia Contatti: leonardo.badia@gmail.com Pagina web del corso: www.unife.it/scienze/informatica/ insegnamenti/linguaggi-2-laboratorio Argomenti del corso: Java

Dettagli

Programmazione a Oggetti e JAVA. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013

Programmazione a Oggetti e JAVA. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013 Programmazione a Oggetti e JAVA Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013 Sommario Contenuti del Corso Riferimenti Regole del Corso Materiale Didattico Scheduling Esami Strumenti Software 16/01/2013 2 Contenuti

Dettagli

Visualizzazione e Controllo Remoto di Agenti in Ambienti Virtuali Tramite la Libreria OpenSceneGraph

Visualizzazione e Controllo Remoto di Agenti in Ambienti Virtuali Tramite la Libreria OpenSceneGraph ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SEDE DI CESENA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISCHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL INFORMAZIONE Visualizzazione e Controllo Remoto di Agenti in

Dettagli

OpenSceneGraph & OSG4Web

OpenSceneGraph & OSG4Web OpenSceneGraph & OSG4Web Parte 1 OpenSceneGraph Introduzione alla creazione di una Applicazione 3D e OpenGL Basi di OpenSceneGraph Demo e prove pratiche Parte 2 Navigazione e Virtual Worlds su larga scala

Dettagli

Benvenuti in Maya 7 e nel mondo della Computer

Benvenuti in Maya 7 e nel mondo della Computer Introduzione Benvenuti in Maya 7 e nel mondo della Computer Generated Imagery (CGI). Indipendentemente dal fatto che il lettore sia un principiante delle immagini 3D o un esperto di altre applicazioni

Dettagli

Il sistema di elaborazione

Il sistema di elaborazione Il sistema di elaborazione Hardware e software Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche parti software: componenti logiche i dati da trattare le correlazioni

Dettagli

Introduzione alla GPGPU Corso di sviluppo Nvidia CUDATM. Davide Barbieri

Introduzione alla GPGPU Corso di sviluppo Nvidia CUDATM. Davide Barbieri Introduzione alla GPGPU Corso di sviluppo Nvidia CUDATM Davide Barbieri Contatti skype: davbar86 mail: davide.barbieri@ghostshark.it Panoramica corso Introduzione al mondo delle GPU Modello GPGPU Nvidia

Dettagli

Informatica di Base. Il software

Informatica di Base. Il software di Base 1 Sistemi informatici Hardware Microprocessore Memoria Periferiche di input e output Software Software di sistema Programmi applicativi 2 Il sw applicativo Il sw applicativo è costituito dall insieme

Dettagli

02 L Informatica oggi. Dott.ssa Ramona Congiu

02 L Informatica oggi. Dott.ssa Ramona Congiu 02 L Informatica oggi Dott.ssa Ramona Congiu 1 Introduzione all Informatica Dott.ssa Ramona Congiu 2 Che cos è l Informatica? Con il termine Informatica si indica l insieme dei processi e delle tecnologie

Dettagli

La macchina programmata Instruction Set Architecture (1)

La macchina programmata Instruction Set Architecture (1) Corso di Laurea in Informatica Architettura degli elaboratori a.a. 2014-15 La macchina programmata Instruction Set Architecture (1) Schema base di esecuzione Istruzioni macchina Outline Componenti di un

Dettagli

Strumenti per la programmazione

Strumenti per la programmazione Editing del programma Il programma deve essere memorizzato in uno o più files di testo editing codice sorgente 25 Traduzione del programma Compilazione: è la traduzione effettuata da un compilatore Un

Dettagli

Virtualizzazione e Macchine Virtuali

Virtualizzazione e Macchine Virtuali Virtualizzazione e Macchine Virtuali Gabriele D Angelo, Ludovico Gardenghi {gda, garden}@cs.unibo.it http://www.cs.unibo.it/~gdangelo/ http://www.cs.unibo.it/~gardengl/ Università di Bologna Corso di Laurea

Dettagli

Benvenuti a Maya Introduzione alla grafica 3D e al mondo

Benvenuti a Maya Introduzione alla grafica 3D e al mondo Introduzione Benvenuti a Maya Introduzione alla grafica 3D e al mondo della Computer Graphics. Questo volume introduttivo, dedicato indifferentemente a coloro che affrontano per la prima volta il mondo

Dettagli

Specifiche tecniche e funzionali del Sistema Orchestra

Specifiche tecniche e funzionali del Sistema Orchestra Specifiche tecniche e funzionali del Sistema Orchestra Sommario 1. Il Sistema Orchestra... 3 2. Funzionalità... 3 2.1. Sistema Orchestra... 3 2.2. Pianificazione e monitoraggio dei piani strategici...

Dettagli

Piano Nazionale di Formazione degli Insegnanti sulle Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione. Percorso Formativo C1.

Piano Nazionale di Formazione degli Insegnanti sulle Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione. Percorso Formativo C1. Piano Nazionale di Formazione degli Insegnanti sulle Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione Percorso Formativo C1 Modulo 2 Computer hardware 1 OBIETTIVI Identificare, descrivere, installare

Dettagli

WebGL e 3D su Web. Lezione 11 Maggio 2015

WebGL e 3D su Web. Lezione 11 Maggio 2015 Lezione 11 Maggio 2015 Un po di storia: Hardware e grafica 3D: In principio postazioni specializzate; La Silicon Graphics si afferma come produttrice di workstation grafiche in serie (molto costose!);

Dettagli

Architetture software. Virtualizzazione

Architetture software. Virtualizzazione Sistemi Distribuiti Architetture software 1 Virtualizzazione 2 1 Virtualizzazione (motivazioni) Sullo stesso elaboratore possono essere eseguiti indipendentemente d t e simultaneamente t sistemi i operativi

Dettagli

Lezione1. Cos è la computer grafica. Lezione del 10 Marzo 2010. Michele Antolini Dipartimento di Ingegneria Meccanica Politecnico di Milano

Lezione1. Cos è la computer grafica. Lezione del 10 Marzo 2010. Michele Antolini Dipartimento di Ingegneria Meccanica Politecnico di Milano Lezione1 Informatica Grafica Cos è la computer grafica Lezione del 10 Marzo 2010 Grafica OpenGL vs Direct Dipartimento di Ingegneria Meccanica Politecnico di Milano 1.1 Tubo a Raggi Catodici Cathode Ray

Dettagli

Tutorial per l installazione del J2SE 6 e configurazione del sistema operativo

Tutorial per l installazione del J2SE 6 e configurazione del sistema operativo Tutorial per l installazione del J2SE 6 e configurazione del sistema operativo Ing. Giovanni Ponti DEIS Università della Calabria gponti@deis.unical.it La piattaforma Java mette a disposizione una serie

Dettagli

Laboratorio di Programmazione Strutturata

Laboratorio di Programmazione Strutturata Laboratorio di Programmazione Strutturata Facoltà di Scienze e Tecnologie per i Media Anno 2008/2009 Dati Generali Docente del corso : Dott. Tulimiero Davide Materiale del corso : Corso completo di programmazione

Dettagli

Fondamenti di Informatica MultiDAMS

Fondamenti di Informatica MultiDAMS Fondamenti di Informatica MultiDAMS Docente: Prof. Rossano Gaeta Lezioni: Lunedì ore 8-12 (aula 15) Martedì ore 8-10 (aula 38) Mercoledì ore 8-10 (aula 38) Orario e luogo di ricevimento: sala docenti MultiDams

Dettagli

Programmazione per Bioinformatica Il Calcolatore e la Programmazione. Dr Damiano Macedonio Università di Verona

Programmazione per Bioinformatica Il Calcolatore e la Programmazione. Dr Damiano Macedonio Università di Verona Programmazione per Bioinformatica Il Calcolatore e la Programmazione Dr Damiano Macedonio Università di Verona Architettura del calcolatore La prima decomposizione di un calcolatore è relativa a due macrocomponenti:

Dettagli

Informatica. Prof. A. Longheu. Introduzione a Java

Informatica. Prof. A. Longheu. Introduzione a Java Informatica Prof. A. Longheu Introduzione a Java 1 Code-Name Green Nome del progetto Sun con l obiettivo di fornire intelligent consumer-electronic devices. Il risultato fu Oak Un linguaggio basato su

Dettagli

Guida introduttiva. Fiery Network Controller per DocuColor 240/250

Guida introduttiva. Fiery Network Controller per DocuColor 240/250 Fiery Network Controller per DocuColor 240/250 Guida introduttiva In questo documento, ogni riferimento a DocuColor 242/252/260 rimanda a DocuColor 240/250. 2007 Electronics for Imaging, Inc. Per questo

Dettagli

STUDIO DEL MOTORE GRAFICO OGRE 3D PER L'INTEGRAZIONE DI UNO SHADER DI GESTIONE DELL'ILLUMINAZIONE

STUDIO DEL MOTORE GRAFICO OGRE 3D PER L'INTEGRAZIONE DI UNO SHADER DI GESTIONE DELL'ILLUMINAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali CORSO DI LAUREA IN: Comunicazione Digitale STUDIO DEL MOTORE GRAFICO OGRE 3D PER L'INTEGRAZIONE DI UNO SHADER DI GESTIONE

Dettagli

FileMaker 8. Installazione dei driver client FileMaker 8 ODBC e JDBC

FileMaker 8. Installazione dei driver client FileMaker 8 ODBC e JDBC FileMaker 8 Installazione dei driver client FileMaker 8 ODBC e JDBC 2004-2005 Filemaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker

Dettagli

SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione per (Licenza per utenti singoli)

SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione per (Licenza per utenti singoli) SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione per (Licenza per utenti singoli) Le seguenti istruzioni sono relative all installazione di SPSS Statistics con licenza per utenti singoli. Una

Dettagli

Progettazione e realizzazione di una GUI multi-piattaforma per applicazioni mediche in 2D

Progettazione e realizzazione di una GUI multi-piattaforma per applicazioni mediche in 2D UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Scienze dell Informazione Progettazione e realizzazione di una GUI multi-piattaforma per applicazioni

Dettagli

AutoCAD 2012. Modellazione 3D e Rendering. Ottimizzare le prestazioni in 3D

AutoCAD 2012. Modellazione 3D e Rendering. Ottimizzare le prestazioni in 3D AutoCAD 2012 Modellazione 3D e Rendering Ottimizzare le prestazioni in 3D AutoCAD 2012 3D, molto più di una grande guida! Cari lettori della guida AutoCAD 2012 -Modellazione 3D e rendering, vi avevamo

Dettagli

Prof. Pagani Corrado INGEGNERIA DEL SOFTWARE

Prof. Pagani Corrado INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Pagani Corrado INGEGNERIA DEL SOFTWARE INTRODUZIONE L ingegneria del software è la disciplina tecnologica e gestionalerelativa alla realizzazione sistematica e alla manutenzione di un software rispettando

Dettagli

Architettura di un sistema operativo

Architettura di un sistema operativo Architettura di un sistema operativo Dipartimento di Informatica Università di Verona, Italy Struttura di un S.O. Sistemi monolitici Sistemi a struttura semplice Sistemi a livelli Virtual Machine Sistemi

Dettagli

SISTEMI OPERATIVI E SOFTWARE SOFTWARE. Software: Programmi Applicativi. Software: device driver

SISTEMI OPERATIVI E SOFTWARE SOFTWARE. Software: Programmi Applicativi. Software: device driver SOFTWARE L hardware è la parte che si può prendere a calci; il software quella contro cui si può solo imprecare. SOFTWARE E l insieme dei dati e dei programmi che rendono possibile l inserimento dei dati

Dettagli

Il Software. Scopo della lezione

Il Software. Scopo della lezione Il Software 1 Scopo della lezione Descrivere il software di base e le sue funzionalità principali la gestione della memoria centrale per l esecuzione di piu` programmi simultaneamente il file system come

Dettagli

UD 1.5c: Il Sistema Operativo (parte 1)

UD 1.5c: Il Sistema Operativo (parte 1) Prof. Alberto Postiglione Scienze della e Facoltà di Lettere e Filosofia Università degli Studi di Salerno UD 1.5c: Il Sistema Operativo (parte 1) Informatica Generale (Laurea in Scienze della e) Sistemi

Dettagli

Il software (su un computer)

Il software (su un computer) Il software (su un computer) L insieme dei programmi che un elaboratore può eseguire Scopo della lezione Descrivere il software di base e le sue funzionalità principali ovvero: la gestione della memoria

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca.

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Lezione 3 Martedì 15-10-2013 1 Struttura ed organizzazione software dei sistemi

Dettagli

Lezione 19: Grafica in tempo reale. I problemi del Real Time. I problemi del Real Time. I problemi del Real Time. I problemi del Real Time

Lezione 19: Grafica in tempo reale. I problemi del Real Time. I problemi del Real Time. I problemi del Real Time. I problemi del Real Time I problemi del Real Time Lezione 19: Grafica in tempo reale Come visto nelle precedenti lezioni, i calcoli necessari a generare immagini 3D sono numerosi e complessi. I programmi di grafica 3D impiegano

Dettagli

Solution For Electronic Data Interchange. EDIJSuite. La soluzione per l interscambio dei dati in formato elettronico

Solution For Electronic Data Interchange. EDIJSuite. La soluzione per l interscambio dei dati in formato elettronico Solution For Electronic Data Interchange EDIJSuite La soluzione per l interscambio dei dati in formato elettronico Release 1.4 del 20.12.2013 - ST COMPANY SRL EDIJSuite La soluzione per l interscambio

Dettagli

Scuola Secondaria di Primo Grado Anna Frank Nome Cognome classe anno sc. 2008/09 INFORMATICA

Scuola Secondaria di Primo Grado Anna Frank Nome Cognome classe anno sc. 2008/09 INFORMATICA Scuola Secondaria di Primo Grado Anna Frank Nome Cognome classe anno sc. 2008/09 INFORMATICA Il termine informatica riassume due parole, informazione automatica, e si occupa dei sistemi per l elaborazione

Dettagli

Fondamenti di Informatica 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011

Fondamenti di Informatica 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011 Fondamenti di Informatica 1 Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011 Sommario Installazione SOFTWARE JDK ECLIPSE 03/03/2011 2 ALGORITMI E PROGRAMMI PROBLEMA ALGORITMO PROGRAMMA metodo risolutivo linguaggio di

Dettagli

Multimedialità. Parte V Editoria Multimediale. Corso di Laurea Cultura e Stilismo della Moda Esperti di linguaggi multimediali e tendenze moda

Multimedialità. Parte V Editoria Multimediale. Corso di Laurea Cultura e Stilismo della Moda Esperti di linguaggi multimediali e tendenze moda Corso di Laurea Cultura e Stilismo della Moda Esperti di linguaggi multimediali e tendenze moda Parte V Editoria Multimediale Corso: Sistemi di Elaborazione Dati Docente: Ing. Ivan Bruno E-mail: ivanb@dsi.unifi.it

Dettagli

ISTVAS Ancona Introduzione ai sistemi operativi Tecnologie Informatiche

ISTVAS Ancona Introduzione ai sistemi operativi Tecnologie Informatiche ISTVAS Ancona Introduzione ai sistemi operativi Tecnologie Informatiche Sommario Definizione di S. O. Attività del S. O. Struttura del S. O. Il gestore dei processi: lo scheduler Sistemi Mono-Tasking e

Dettagli

Sistemi Operativi. Il sistema operativo: generalità Storia ed evoluzione dei sistemi operativi

Sistemi Operativi. Il sistema operativo: generalità Storia ed evoluzione dei sistemi operativi Sistemi Operativi Il sistema operativo: generalità Storia ed evoluzione dei sistemi operativi Un sistema di elaborazione dati Sistema bancario Browser Web Prenotazioni aeree Editor Sistema Operativo Compilatori

Dettagli

Corso di Sistemi Operativi DEE - Politecnico di Bari. LINUX - Introduzione. G. Piscitelli - M. Ruta. 1 di 26 LINUX - Introduzione

Corso di Sistemi Operativi DEE - Politecnico di Bari. LINUX - Introduzione. G. Piscitelli - M. Ruta. 1 di 26 LINUX - Introduzione LINUX - Introduzione 1 di 26 LINUX - Introduzione Cos è LINUX? Si tratta di un clone di UNIX Più precisamente è il kernel del S.O. Funzionalità di base Scheduling dei processi Gestione della memoria virtuale

Dettagli

Java. Traditional portability (ideal)

Java. Traditional portability (ideal) 1 Java JAVA: una introduzione 2 Traditional portability (ideal) C-code (Linux) (Pentium) Executable (Linux) Executable (Win32) Linux Windows 32 (Mac) Executable (Mac) Mac 1 1 3 Portability of Java programs

Dettagli

Informatica. Terzo anno Prof. A. Longheu

Informatica. Terzo anno Prof. A. Longheu Informatica Terzo anno Prof. A. Longheu INTRODUZIONE AL LINGUAGGIO JAVA Originariamente, il progetto che avrebbe portato al linguaggio Java era noto come progetto Green Nome del progetto Sun con l obiettivo

Dettagli

Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base

Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base Sistema operativo Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base Architettura a strati di un calcolatore

Dettagli

Introduzione a LINUX. Unix

Introduzione a LINUX. Unix Introduzione a LINUX Introduzione a Linux 1 Unix 1969: Ken Thompson AT&T Bell Lab realizza un ambiente di calcolo multiprogrammato e portabile per macchine di medie dimensioni. Estrema flessibilità nel

Dettagli

E possibile modificare la lingua dei testi dell interfaccia utente, se in inglese o in italiano, dal menu [Tools

E possibile modificare la lingua dei testi dell interfaccia utente, se in inglese o in italiano, dal menu [Tools Una breve introduzione operativa a STGraph Luca Mari, versione 5.3.11 STGraph è un sistema software per creare, modificare ed eseguire modelli di sistemi dinamici descritti secondo l approccio agli stati

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Lezione 6 a.a. 2010/2011 Francesco Fontanella La Complessità del Hardware Il modello di Von Neumann è uno schema di principio. Attualmente in commercio esistono: diversi

Dettagli

Programmazione Android

Programmazione Android Programmazione Android Giovanni Perbellini, Stefano Cordibella Università di Verona EDALab S.r.l. Agenda Introduzione Android Overview Ambiente di sviluppo Esempi Helloworld Weather 2 1 Cos è Android?

Dettagli

3 Capitolo primo Informatica e calcolatori

3 Capitolo primo Informatica e calcolatori I n d i c e 3 Capitolo primo Informatica e calcolatori 7 Capitolo secondo La rappresentazione delle informazioni 11 2.1 La codifica dei caratteri 2.1.1 Il codice ASCII, p. 11-2.1.2 Codifiche universali,

Dettagli

D3.1 Documento di analisi della visualizzazione 3D in ambiente Cloud e relative problematiche

D3.1 Documento di analisi della visualizzazione 3D in ambiente Cloud e relative problematiche D3.1 Documento di analisi della visualizzazione 3D in ambiente Cloud e relative problematiche Il Cloud Computing La visualizzazione nella Cloud Problematiche Virtualizzazione della GPU Front end Virtualization

Dettagli

Accesso Remoto: Che cos'è Q uali programmi si utilizzano Come si effettua (teoria) Q uando è utile

Accesso Remoto: Che cos'è Q uali programmi si utilizzano Come si effettua (teoria) Q uando è utile Accesso Remoto Accesso Remoto: Che cos'è Q uali programmi si utilizzano Come si effettua (teoria) Q uando è utile Che cos'è Possibilità di accedere ai processi residenti su un altro computer da una postazione

Dettagli

Informatica (A-K) 25. Il sistema operativo

Informatica (A-K) 25. Il sistema operativo Il sistema operativo Informatica (A-K) 25. Il sistema operativo Corso di Laurea in Ingegneria Civile & Ambientale A.A. 2011-2012 2 Semestre Prof. Giovanni Pascoschi a cura di Pascoschi Giovanni 2 Cos è

Dettagli

Il sistema di elaborazione Hardware e software

Il sistema di elaborazione Hardware e software Il sistema di elaborazione Hardware e software A. Lorenzi M. Govoni TECNOLOGIE INFORMATICHE. Release 2.0 Atlas Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche

Dettagli

Fast Track Ultra 8R. Italiano. Guida rapida

Fast Track Ultra 8R. Italiano. Guida rapida Fast Track Ultra 8R Italiano Guida rapida Fast Track Ultra 8R Guida rapida 1 Introduzione Grazie per avere scelto M-Audio Fast Track Ultra 8R, l interfaccia audio e MIDI professionale per computer Windows

Dettagli

Istruzioni di installazione di Intel Utilities

Istruzioni di installazione di Intel Utilities Istruzioni di installazione di Intel Utilities Queste istruzioni spiegano come installare Intel Utilities dal CD n. 1 di Intel System Management Software (per i due CD della versione solo in inglese) o

Dettagli

ArchiCAD: Render e presentazione del progetto

ArchiCAD: Render e presentazione del progetto ArchiCAD: Render e presentazione del progetto Questo videocorso è dedicato ai professionisti che vogliono padroneggiare e sfruttare appieno le tecniche e le funzioni che ArchiCAD mette a disposizione.

Dettagli

Consente di aumentare la produttività con più monitor

Consente di aumentare la produttività con più monitor Adattatore Splitter MST Hub - DisplayPort a 2 porte DisplayPort StarTech ID: MSTDP122DP Questo hub MST consente di collegare due monitor al laptop o desktop Windows dotati di DisplayPort (DP) 1.2. È alimentato

Dettagli

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Informatiche Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Le architetture informatiche definiscono le modalità secondo le quali sono collegati tra di loro i diversi sistemi ( livello fisico

Dettagli

Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0

Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0 Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0 Per rispondere ad aspettative in costante evoluzione e soddisfare la crescente domanda di dispositivi mobili, intelligenti e connessi al cloud, Zebra Technologies ha

Dettagli

Storia della Computer Graphics

Storia della Computer Graphics Storia della Computer Graphics Docente: Prof.ssa Francesca Perla A cura di: Giuseppe Di Nucci Marialuisa Falanga Giulia Monaco Pinella Pedullà Anno Accademico 2005/2006 Computer Graphics L incredibile

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DELOS SYSTEMS 4.02.28

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DELOS SYSTEMS 4.02.28 GUIDA ALL INSTALLAZIONE DELOS SYSTEMS 4.02.28 Requisiti minimi (sistema operativo hardware).... pag. 1 Procedura di disinstallazione e installazione del software Delos Systems 4.02.28.. pag. 2 Salvare

Dettagli

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Informatiche Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Le architetture informatiche definiscono le modalità secondo le quali sono collegati tra di loro i diversi sistemi ( livello fisico

Dettagli

Alberto Cammozzo anno accademico 2006-2007

Alberto Cammozzo anno accademico 2006-2007 Laboratorio Linux/FOSS Alberto Cammozzo anno accademico 2006-2007 Parte Prima Sistemi operativi Indice Cenni storici Struttura e alcuni modelli di sistema operativo Funzioni del sistema operativo tipo

Dettagli

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA Salerno Formazione, società operante nel settore della didattica, della formazione professionale e certificata

Dettagli

Struttura del Corso. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni.

Struttura del Corso. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Marco Falda Dipartimento di Ingegneria dell Informazione tel. 049 827 7918 marco.falda@unipd.it Corso di 35 ore: Struttura del

Dettagli

Corso di Elettronica dei Sistemi Programmabili. Sistemi Operativi Real Time. Introduzione. Aprile 2014 Stefano Salvatori 1/28

Corso di Elettronica dei Sistemi Programmabili. Sistemi Operativi Real Time. Introduzione. Aprile 2014 Stefano Salvatori 1/28 Corso di Elettronica dei Sistemi Programmabili Sistemi Operativi Real Time Introduzione Aprile 2014 Stefano Salvatori 1/28 Sommario Definizioni livelli di astrazione processi di tipo batch e processi interattivi

Dettagli

Fast Track Ultra. Italiano Guida rapida

Fast Track Ultra. Italiano Guida rapida Fast Track Ultra Italiano Guida rapida Fast Track Ultra Guida rapida 1 Introduzione Grazie per avere scelto M-Audio Fast Track Ultra, l interfaccia audio e MIDI professionale portatile per computer Windows

Dettagli

Il computer: primi elementi

Il computer: primi elementi Il computer: primi elementi Tommaso Motta T. Motta Il computer: primi elementi 1 Informazioni Computer = mezzo per memorizzare, elaborare, comunicare e trasmettere le informazioni Tutte le informazioni

Dettagli

Fondamenti di Computer Graphics

Fondamenti di Computer Graphics Fondamenti di Computer Graphics Andrea Giachetti Department of Computer Science, University of Verona, Italy andrea.giachetti@univr.it 1 Il corso Simile al corso tenuto nella laurea triennale, solo teoria,

Dettagli

Dal punto di vista concettuale c è poca differenza rispetto al Web

Dal punto di vista concettuale c è poca differenza rispetto al Web Aspetti avanzati dell interazione multimediale 1 Non solo on-line Contenitori multimediali off-line (CD (CD-ROM/DVD) Dal punto di vista concettuale c è poca differenza rispetto al Web si ottengono strumenti

Dettagli

Intel Server Management Pack per Windows

Intel Server Management Pack per Windows Intel Server Management Pack per Windows Manuale dell'utente Revisione 1.0 Dichiarazioni legali LE INFORMAZIONI CONTENUTE IN QUESTO DOCUMENTO SONO FORNITE IN ABBINAMENTO AI PRODOTTI INTEL ALLO SCOPO DI

Dettagli

Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0

Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0 Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0 Per rispondere ad aspettative in costante evoluzione e soddisfare la crescente domanda di dispositivi mobili, intelligenti e connessi al cloud, Zebra Technologies ha

Dettagli

ACQUISTARE LA WORKSTATION PERFETTA

ACQUISTARE LA WORKSTATION PERFETTA ACQUISTARE LA WORKSTATION PERFETTA UNA GUIDA ALL ACQUISTO PER OTTENERE IL MASSIME PRESTAZIONE E AFFIDABILITÀ CON IL CAD/CAM SOMMARIO Considerazioni sulle prestazioni... 2 1. CPU... 3 2. GPU... 3 3. RAM...

Dettagli

Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (utente singolo)

Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (utente singolo) Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (utente singolo) Le seguenti istruzioni sono relative all installazione di IBM SPSS Modeler Client versione 14.2 con licenza per utente singolo. Una licenza

Dettagli

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 Il Sistema Operativo Architettura del Software Software = insieme (complesso) di programmi. Organizzazione a strati, ciascuno con funzionalità di livello più

Dettagli

Informazioni sull adattatore di interfaccia USB HP con funzionalità Virtual Media

Informazioni sull adattatore di interfaccia USB HP con funzionalità Virtual Media Informazioni sull adattatore di USB HP con funzionalità Virtual Media Utilizzo delle funzionalità Virtual Media HP consiglia di utilizzare l adattatore di USB HP con funzionalità Virtual Media (modello

Dettagli

Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery. Guida introduttiva

Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery. Guida introduttiva Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery Guida introduttiva 2009 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato

Dettagli

1 di 17 14-01-2009 18:14

1 di 17 14-01-2009 18:14 14 gen 2009 Stampa articolo 48 Commenti [Modifica] Corso interattivo di programmazione per iphone: I Lezione Corso Inglese Online Facile, Rapido e Divertente Corso a distanza. Provalo Gratis! ABAEnglish.com

Dettagli

INDICE PROGRAMMA CORSO

INDICE PROGRAMMA CORSO INDICE PROGRAMMA CORSO PRIMA LEZIONE: Componenti di un computer: Hardware, Software e caratteristiche delle periferiche. SECONDA LEZIONE: Elementi principali dello schermo di Windows: Desktop, Icone, Mouse,

Dettagli

GoGo Team. Glossario

GoGo Team. Glossario 21 dicembre 2012 GoGo Team Informazioni sul documento Nome Documento Versione 1.0 Stato Formale Uso Esterno Data Creazione 29 novembre 2012 Data Ultima Modifica 20 dicembre 2012 Redazione Francesco Zattarin

Dettagli

Informatica d ufficio

Informatica d ufficio Informatica d ufficio Anno Accademico 2008/2009 Lezione N 2 Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo è un programma che è sempre in funzione durante l utilizzo del PC (quando si accende

Dettagli

Hardware delle reti LAN

Hardware delle reti LAN Hardware delle reti LAN Le reti LAN utilizzano una struttura basata su cavi e concentratori che permette il trasferimento di informazioni. In un ottica di questo tipo, i computer che prendono parte allo

Dettagli

Calcolatori Elettronici B a.a. 2008/2009

Calcolatori Elettronici B a.a. 2008/2009 Calcolatori Elettronici B a.a. 2008/2009 INTRODUZIONE AL CORSO Massimiliano Giacomin 1 PROPEDEUTICITA E PRECEDENZE OBBLIGATORIE Corso di laurea primo livello Ing. Informazione PROPEDEUTICITA (ovvero: esami

Dettagli

Un primo programma Java. Introduzione alla programmazione in Java. Programmi e mondo reale. Programmare ad oggetti. I programmi come modelli

Un primo programma Java. Introduzione alla programmazione in Java. Programmi e mondo reale. Programmare ad oggetti. I programmi come modelli 4 Un primo programma Java Introduzione alla programmazione in Java class Program1 { System.out.println("Benvenuti al corso"); 1 5 Programmi e mondo reale Programmare ad oggetti Il codice di un programma

Dettagli

PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE

PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE 1 PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE Write once, write everywhere è il motto dei progettisti del linguaggio java. Infatti questo linguaggio è il risultato dell esigenza di programmare per quello che si può chiamare

Dettagli

Lezione 4 La Struttura dei Sistemi Operativi. Introduzione

Lezione 4 La Struttura dei Sistemi Operativi. Introduzione Lezione 4 La Struttura dei Sistemi Operativi Introduzione Funzionamento di un SO La Struttura di un SO Sistemi Operativi con Struttura Monolitica Progettazione a Livelli di un SO 4.2 1 Introduzione (cont.)

Dettagli

Oracle Solaris Studio 12.4: Guida per la sicurezza

Oracle Solaris Studio 12.4: Guida per la sicurezza Oracle Solaris Studio 12.4: Guida per la sicurezza N. di parte: E60509 Ottobre 2014 Copyright 2013, 2014, Oracle e/o relative consociate. Tutti i diritti riservati. Il software e la relativa documentazione

Dettagli

Sistemi Operativi. Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici alle macchine virtuali

Sistemi Operativi. Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici alle macchine virtuali Modulo di Sistemi Operativi per il corso di Master RISS: Ricerca e Innovazione nelle Scienze della Salute Unisa, 17-26 Luglio 2012 Sistemi Operativi Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici

Dettagli

ENEA GRID. CRESCO: Corso di introduzione. Autore: Alessandro Secco alessandro.secco@nice-italy.com

ENEA GRID. CRESCO: Corso di introduzione. Autore: Alessandro Secco alessandro.secco@nice-italy.com ENEA GRID CRESCO: Corso di introduzione Autore: Alessandro Secco alessandro.secco@nice-italy.com 1 Lezione 1 Introduzione Architettura Connessione Lancio di job Riferimenti 2 Introduzione 3 Introduzione

Dettagli