6. Visualizzazione orario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "6. Visualizzazione orario"

Transcript

1 6. Visualizzazione orario Il livello Visualizzazione dell orario rappresenta la scheda che permette all utente amministratore dell orario di consultare le griglie delle lezioni prodotte da EasyCourse. L orario delle lezioni può essere consultato per le simulazioni il cui stato risulta essere completata, provvisoria oppure definitiva. La visualizzazione dell orario avviene grazie alla ricerca dell orario delle lezioni attraverso un filtro con i parametri di selezione e la successiva visione dell orario selezionato su una griglia settimanale. 6.1 Tipologie di visualizzazioni Parametri di selezione Visualizzazione orario... 4 Colori e contenuto delle celle... 4 Informazioni della cella di lezione... 6 Aule libere... 7 Tipologie di modifiche dell orario Report violazioni prodotte Modifiche bloccanti dell orario Mossa migliore Opzione Vai all orario Aggiungi ed elimina lezione Abilita e disabilita insegnamento Blocca e sblocca lezioni dell insegnamento Ricalcola l orario delle lezioni Elimina vincolo Note sulla griglia dell orario EasyCourse Calendar Pag. 1

2 6.1 Tipologie di visualizzazioni L utente accede alla scheda del menù denominata Visualizzazione orario dalla quale può prendere visione delle seguenti griglie dell orario delle lezioni: SEDE Permette di visualizzare tutte le lezioni del giorno che si svolgono nelle aule di una medesima sede. In questo caso la griglia di visualizzazione presenta sulle colonne le aule della sede e sulle righe i time-slot della giornata. Un link permette di visualizzare le aule della sede nelle altre giornate della settimana. Tipologia di visualizzazione: AULE sulle colonne e SLOT sulle righe (con possibilità di cambiare il giorno di visualizzazione). AULA Permette di visualizzare tutte le lezioni settimanali svolte in una specifica aula. E possibile visualizzare l orario anche dell aula dummy ( aula virtuale ). La visualizzazione dell aula dummy presenta solamente insegnamenti non impostati all aula dummy (con etichetta). Tipologia di visualizzazione: GIORNI sulle colonne e SLOT sulle righe. CURRICULUM Permette di visualizzare tutte le lezioni settimanali di uno stesso curriculum o di un sotto-curriculum. Gli insegnamenti proposti in questo orario sono le lezioni degli insegnamenti obbligatori, a scelta e consigliati contenuti all interno del curriculum selezionato. Tipologia di visualizzazione: GIORNI sulle colonne e SLOT sulle righe. DOCENTE Permette di visualizzare tutte le lezioni settimanali di un docente selezionato. Tipologia di visualizzazione: GIORNI sulle colonne e SLOT sulle righe. Nel paragrafo 6.3 saranno descritte gli strumenti di gestione e revisione degli orari che aiutano nel corretto funzionamento della griglia degli orari delle lezioni; le funzionalità descritte, a meno di casi particolari segnalati nei diversi paragrafi, sono presenti in tutte le visualizzazioni di orari sopra indicati. Pag. 2

3 6.2 Parametri di selezione Una volta scelta la visualizzazione dell orario delle lezioni di interesse, rispetto alle alternative indicate nel paragrafo precedente, EasyCourse propone un filtro con i parametri di selezione dal quale identificare l orario da visualizzare. SEDE E necessario selezionare l istanza di calcolo, la sede e il giorno della settimana che si desidera visualizzare. Ricordiamo che l istanza di calcolo che compare inizialmente nel filtro è sempre l istanza corrente oppure, nel caso in cui non esista un istanza corrente, comparirà sempre la simulazione più recente. E inoltre possibile selezionare la tipologia di griglia che consigliamo di mantenere sull opzione nuova versione. AULA E necessario selezionare l istanza di calcolo e l aula da visualizzare. Ricordiamo che l istanza di calcolo che compare inizialmente nel filtro è sempre l istanza corrente oppure, nel caso in cui non esista un istanza corrente, comparirà sempre la simulazione più recente. E inoltre possibile selezionare la tipologia di griglia che consigliamo di mantenere sull opzione nuova versione. CURRICULUM E necessario selezionare l istanza di calcolo, il corso di laurea e il curriculum (anno ed eventuale percorso) da visualizzare; per i curricula costituiti da più sottocurricula è possibile stabilire se visualizzare tutti gli orari oppure solo quelli di uno specifico sottocurriculum. Ricordiamo che l istanza di calcolo che compare inizialmente nel filtro è sempre l istanza corrente oppure, nel caso in cui non esista un istanza corrente, comparirà sempre la simulazione più recente. E inoltre possibile selezionare la tipologia di griglia che consigliamo di mantenere sull opzione nuova versione. DOCENTE E necessario selezionare l istanza di calcolo e il docente per il quale visualizzare l orario. Ricordiamo che l istanza di calcolo che compare inizialmente è sempre l istanza corrente oppure, nel caso in cui non esista un istanza corrente, comparirà sempre la simulazione più recente. E inoltre possibile selezionare la tipologia di griglia che consigliamo di mantenere sull opzione nuova versione. Pag. 3

4 6.3 Visualizzazione orario L orario delle lezioni sarà visualizzato con una griglia sulla quale, in ogni casella, possono essere allocate una o più lezioni. Ricordiamo che la griglia temporale è stata definita nel livello Giorni e fasce orarie e può essere ridefinita a seconda delle necessità della Struttura Didattica. Occorre prestare estrema attenzione a questo livello, poiché esso esprime tutte le informazioni relative al calendario su cui l utente sta lavorando. In seguito presenteremo tutte le caratteristiche della griglia dell orario delle lezioni visualizzata. Colori e contenuto delle celle Una prima serie di informazioni è data dal COLORE e dal CONTENUTO visualizzato nelle celle della griglia temporale. Il colore delle celle contenenti delle lezioni è inizialmente associato ad ogni Insegnamento visibile in griglia. Nell esempio seguente, tutte le lezioni dello stesso insegnamento sono colorate con lo stesso colore nella griglia temporale; questo viene fatto per favorire la localizzazione a colpo d occhio delle attività di lezione all interno della griglia. Cambia colorazione Il colore delle celle della griglia temporale può essere modificato agendo sulla selezione in alto a destra della griglia stessa; è possibile colorare le celle di lezione anche per Aula (è possibile verificare quante volte lo stesso curriculum cambia aula durante il giorno), per docente (risulta molto utile nell orario Mostra Conflitti per evidenziare i conflitti di lezioni dello stesso docente) oppure per insegnamento obbligatorio/consigliato (molto utile per verificare la non sovrapposizione di insegnamenti obbligatori in presenza di molti insegnamenti consigliati). In seguito la stessa visualizzazione presentata precedentemente colorata a seconda delle scelte possibili. Visualizzazione per aula Visualizzazione per docente Visualizzazione per obbligatorio/consigliato Il contenuto delle celle presenta sempre tre informazioni importanti: Pag. 4

5 Nome dell insegnamento in ALTO qualora il nome dell insegnamento fosse troppo lungo, EasyCourse inserisce dei punti di sospensione per non appesantire troppo la visualizzazione. Nome e Cognome del docente al CENTRO qualora ci fossero più docenti titolari, EasyCourse scriverà tutti i docenti della lezione. Nome dell Aula in BASSO A DESTRA (a seconda della configurazione iniziale del software viene presentata anche la specifica della sede in cui si trova l aula. Tutti gli insegnamenti obbligatori e a scelta vengono identificati con il carattere NERO GRASSESSO. Tutti gli insegnamenti consigliati invece vengono identificati con un carattere GRIGIO GRASSETTO Nel caso in cui una casella sia stata disabilitata dalla pianificazione degli orari, questa verrà riempita completamente con una X. Nell esempio seguente il caso di un orario con pausa pranzo fissa. Celle disabilitate Nel caso in cui la lezione sia stata impostata (non può essere spostata su altri time slot attraverso il trascinamento), questa viene visualizzata con un triangolino azzurro in alto a destra. Dettaglieremo in seguito le modalità di imposizione di una lezione ad un periodo. Nel caso in cui, nella visualizzazione dell orario delle lezioni ci siano una o più sovrapposizioni temporali di orario, le lezioni possono essere visualizzate attraverso il triangolo rosso; nell esempio a fianco, nella stessa cella sono presenti 3 lezioni diverse. Pag. 5

6 Le lezioni sovrapposte possono essere visualizzate sia nella vista per curriculum (sovrapposizioni logiche di insegnamenti obbligatori-obbligatori, obbligatori-consigliati e consigliati-consigliati), nella vista per docente (sovrapposizioni di due lezioni diverse dello stesso docente) oppure nella vista per sede e aula (sovrapposizioni di due lezioni nella stessa aula nello stesso momento). Le lezioni posso anche essere trascinate nei periodi adibiti al pranzo oppure dichiarati impossibili dal vincolo Insegnamento-Periodo. In questo caso la cella dell insegnamento sarà presentata con lo stesso colore delle altre lezioni dello stesso insegnamento ma con un alto livello di trasparenza; il report delle violazioni segnalerà la presenza di una lezione in un Timeslot impossibile per l insegnamento. Lezione pianificata in periodo del pranzo Vogliamo infine evidenziare che i time-slot dichiarati disabilitati (non relativi alla pausa pranzo) dal livello Gestione dei dati» Periodi didattici non potranno essere occupati da alcuna lezione, neppure attraverso il trascinamento delle lezioni. Queste celle vengono identificate con la X ma con un colore grigio scuro. Informazioni della cella di lezione Per la visualizzazione completa delle informazioni relative alla lezione, è possibile utilizzare il menù contestuale della griglia. Il menù contestuale può essere visualizzato portando il cursore del mouse su una specifica casella e cliccando sul tasto destro del mouse. Informazioni slot La voce del menù Informazioni slot permette di visualizzare tutte le informazioni della lezione. Pag. 6

7 Questa funzionalità permette di accede ad una serie di informazioni relative alle attività che avranno luogo nell arco di tempo a cui si riferisce il time-slot medesimo, quali il nome dell insegnamento, i professori dell insegnamento in oggetto, il luogo in cui avrà luogo l insegnamento, che si specifica in Aula, Capienza (dell aula) e Sede ed infine i curricula all interno del quale l insegnamento in oggetto è previsto. La visualizzazione delle informazioni complete risulta molto importante soprattutto quando non è subito visibile il nome completo dell insegnamento, come nell esempio: Scorrere con lo scroll verticale per visualizzare tutte le informazioni della lezione Aule libere E molto frequente, durante gli spostamenti manuali di orario, verificare se la lezione può essere trascinata in uno slot che contiene un aula libera idonea per il suo svolgimento. La visualizzazione istantanea delle aule libere è possibile posizionando il cursore del mouse in prossimità di una cella della griglia temporale ed agendo dal menù contestuale voce Aule libere. Le informazioni sulle aule libere che vengono proposte all utente sono: Nome dell aula Capienza dell aula; Time-slot liberi a partire da quello considerato. Quest ultimo dato è importante nel momento in cui la lezione che si vuole posizionare copre più fasce temporali consecutive (e quindi, graficamente, più time-slot), al fine di individuare uno spazio idoneo ed evitare spostamenti durante la lezione stessa. Mostra conflitti Durante gli spostamenti manuali delle lezioni, oltre all aula libera, è necessario anche verificare che le lezioni non vengano sovrapposte ad altre generando conflitti logici; questa situazione è particolarmente sgradita in quanto lo studente dovrebbe svolgere nello stesso momento due lezioni obbligatorie. Pag. 7

8 Supponiamo ad esempio di voler trascinare l insegnamento di Demografia del Prof. Steven Gerrard. L insegnamento di Demografia (in verde, presente il lunedì e il martedì) è presente in due curriculum; l orario dei due curricula è quello proposto in seguito. L orario delle lezioni di Demografia risulta sempre lo stesso perché si tratta di una condivisione dello stesso insegnamento su due curricula diversi. Per poter verificare che l insegnamento di Demografia possa essere spostato in qualche altra cella temporale senza che questo spostamento provochi sovrapposizioni logiche, è necessario controllare, su entrambi gli orari delle lezioni che lo spostamento non vada in conflitto con altri insegnamenti obbligatori. Inoltre, è necessario verificare che il docente non tenga altri insegnamenti in altri slot. La funzionalità mostra conflitti, presente nel menù contestuale, permette di visualizzare in un unica schermata tutte le lezioni in conflitto con l insegnamento selezionato, ossia: Insegnamenti obbligatori e consigliati su tutti i curricula in cui esso è presente Insegnamenti dello stesso docente Inoltre, la funzionalità permette di visualizzare eventuali richieste temporali del docente (desiderata). In seguito la funzionalità mostra conflitti applicata all esempio precedente: Pag. 8

9 La visualizzazione proposta è l unione delle viste precedentemente proposte, dell orario completo del docente e dei desiderata temporali del docente. Le celle contraddistinte da un triangolo rosso o giallo, rappresentano desiderata espressi dal docente rispettivamente per l impossibilità o sgradevolezza nello svolgere la lezione in quello slot. Nell esempio precedente si evince che uno spostamento possibile per la lezione di demografia, rispetto al resto dell orario, è quello che porta una delle lezioni alle 16:00-18:00 del lunedì, in cui nessuna lezione risulta in conflitto. Nella visualizzazione del mostra conflitti ci saranno molti insegnamenti in sovrapposizione fra loro (rettangolo rosso); questo non significa che necessariamente ci sia un vincolo infranto, perché la sovrapposizione può riguardare due insegnamenti appartenenti a curricula diversi, che contemporaneamente risulterebbero in conflitto con un altro insegnamento, ovvero quello rispetto al quale abbiamo cliccato Mostra Conflitti. Nella parte superiore della griglia è possibile inoltre visualizzare il numero totale di studenti dell insegnamento; questa informazione, affiancata dal comando delle aule libere descritto in precedenza, permette di fornire all utente tutte le informazioni necessarie per lo spostamento delle lezioni. Pag. 9

10 Tipologie di modifiche dell orario L orario delle lezioni prodotto dall elaboratore automatico solitamente deve essere revisionato per poter soddisfare nuove esigenze del docente oppure per verificare nuove situazioni sulla disponibilità delle aule. EasyCourse offre attraverso il livello Visualizzazione orario gli strumenti per modificare gli orari prodotti; in particolare, le possibilità di revisione sono di tre tipi: Spostamento aula: posizionando il cursore del mouse sopra la lezione da spostare, utilizzando il menù contestuale (tasto destro), è possibile scegliere l opzione Spostamento aula. Nell esempio precedente si sceglie di spostare le lezioni di Informatica di base dall aula B all aula A di Largo Colombo. L opzione N. slot permette di scegliere se spostare tutte le lezioni attigue dell insegnamento (in questo caso due) nella nuova aula; questo è il caso maggiormente frequente ed è per questo motivo che l opzione di default è proprio tutti, ossia spostamento di tutte le lezioni nella nuova aula. In alternativa, agendo sulla select dell opzione N-slot è possibile scegliere di spostare solamente una parte della lezione. Descriveremo in seguito la valutazione preventiva della modifica che verifica le violazioni sul piano. Spostamento: posizionando il cursore del mouse sopra la lezione da spostare e tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, è possibile trascinare la lezione in un altro time slot. Lo spostamento di lezione permette di trasferire una lezione da una cella all altra con eventuale cambio di aula; abbiamo già visto in precedenza le verifiche con le opzioni del Mostra conflitti e Aule libere che permettono di controllare gli spostamenti. Lo spostamento è possibile selezionando l opzione spostamento nella sezione Tipo mossa (opzione di default in quanto la più frequente). Descriveremo in seguito la valutazione preventiva della modifica che verifica le violazioni sul piano. Quando si spostano blocchi di lezione, come nel caso dell insegnamento dell esempio precedente, è importante fare attenzione di posizionarsi sulla prima lezione del blocco, affinché lo spostamento venga effettuato su tutto il blocco di lezioni. Scambio: allo stesso modo della modifica di spostamento, posizionando il cursore del mouse sopra la lezione da spostare e tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, è possibile trascinare la lezione in un altro time slot che presenta un altro insegnamento. Lo scambio permette di scambiare istantaneamente due lezioni aventi lo anche numero di slot diversi, scambiando oltre al periodo temporale anche l aula utilizzata. Nella modifica di scambio è necessario far attenzione di prendere la prima cella del blocco da spostare e trascinarla sulla prima cella del blocco dell insegnamento di scambio. Quando la simulazione interessata dalle modifiche dell orario è la simulazione definitiva, le modifiche dell orario Spostamento e Scambio possono comportare anche l aggiornamento automatico delle date di inizio e fine delle lezioni; questo aggiornamento avviene solamente qualora l insegnamento interessato dalla modifica abbia impostato delle date di inizio e fine lezioni (vedi livello Interfaccia docenti» Primo Semestre» Data inizio/fine Pag. 10

11 insegnamenti). Supponiamo che la data di inizio dell insegnamento Economia Aziendale sia lunedì 7 ottobre e la lezione del lunedì, dell orario della settimana tipo, venga trascinata il martedì, allora il sistema aggiornerà automaticamente la data di inizio alla data più vicina (in questo caso appunto martedì 8 ottobre). Il sistema segnala sempre, in prossimità dell intestazione della griglia oraria, che si sta visualizzando la simulazione con stato definitiva: Report violazioni prodotte Le modifiche dell orario sopra descritte sono sempre accompagnate da importanti informazioni preventive sullo stato della mossa; in particolare vengono segnalate preventivamente tutte le violazioni che la mossa crea rispetto alle regole impostate nel livello Generazione dell'orario» Periodo didattico» Regole del calcolo. Un esempio di report delle violazioni prodotte è proposto in seguito: Elenco delle violazioni prodotte dalla modifica manuale Qualora le violazioni presentassero un numero positivo, allora queste sono veri e propri peggioramenti della modifica sul piano; più alto è il numero accanto alla violazione e più importante sarà la violazione (il numero deriva dal peso associato alla regola violata nel livello Generazione dell'orario» Periodo didattico» Regole del calcolo. Qualora invece il valore accanto alla violazione fosse negativo, questo significa che la modifica migliora la soluzione per quanto riguarda tale regola. EasyCourse verifica, attraverso la somma delle violazioni, se tale modifica complessivamente migliora, peggiora o mantiene inalterata la qualità della soluzione. Cliccando sul tasto Invia, il sistema permette di effettuare ugualmente la modifica, indipendentemente dalle violazioni prodotte; parleremo in seguito di quali sono le modifiche bloccanti, ossia quelle mai permesse dal sistema; cliccando sul tasto Annulla viceversa la modifica non sarà presa in carico. Quando EasyCourse viene utilizzato per riportare semplicemente l orario delle lezioni già prodotto sul cartaceo nella griglia di orario, allora consigliamo di togliere la spunta dal quadratino Valuta violazioni nella parte superiore sinistra della griglia temporale; questa opzione permette di non visualizzare il report delle violazioni sopra descritto velocizzando il processo di inserimento dell orario delle lezioni nella griglia di EasyCourse. Visualizza o non visualizza il report delle violazioni Pag. 11

12 Modifiche bloccanti dell orario EasyCourse permette una grande flessibilità nelle modifiche manuali dell orario delle lezioni; gran parte delle segnalazioni sulle modifiche all orario sono delle violazioni non bloccanti ma che vengono opportunamente indicate all utente tramite la schermata di Report precedentemente descritta. Anche situazioni particolarmente sgradite, come ad esempio la presenza di due lezioni pianificate contemporaneamente nella stessa aula, oppure la sovrapposizione di due lezioni di due insegnamenti diversi dello stesso docente, possono essere realizzata attraverso delle modifiche manuali accompagnate sempre da segnalazioni all utente. Questa scelta è dettata dalla grande quantità di casistiche, anche molto particolari, che si possono presentare nel sistema universitario e per le quali si è preferito poter fornire la massima libertà nella revisione degli orari. Nonostante questo, esistono delle situazioni che non consentono lo spostamento delle lezioni; queste situazioni sono descritte in seguito. Insegnamenti con imposizione Insegnamento-Periodo o Insegnamento-Aula-Periodo: lo spostamento di insegnamenti imposti in un determinato periodo (vedere Vincolo Insegnamento-Periodo, Vincolo Insegnamento-Aula-Periodo e in seguito il paragrafo Blocca e Sblocca insegnamento) non è mai permesso. Il tentativo di spostamento di una lezione impostata in un determinato periodo provoca un messaggio bloccante di questo tipo: Insegnamenti con imposizione Insegnamento-Aula: lo spostamento di aula di un insegnamento imposto in una determinata aula (vedere Vincolo Insegnamento-Aula) non è mai permesso. Il tentativo di spostamento di una lezione impostata in una determinata aula provoca un messaggio bloccante di questo tipo: Indisponibilità temporale dell aula: lo spostamento della lezioni di un insegnamento in un periodo in cui l aula risulta non disponibile in quanto è stato applicato un vincolo (vedere Vincolo Aula-Periodo impossibile) non è mai permesso. Il tentativo di spostamento di una lezione impostata in una determinata aula provoca un messaggio bloccante di questo tipo: Pag. 12

13 Qualora fosse necessario effettuare uno spostamento che risulta bloccante, per eliminare il vincolo l utente deve svolgere le seguenti operazioni: Accedere al livello di vincolo da eliminare (rispettivamente, negli esempi precedenti, Vincolo Insegnamento-Periodo, Vincolo Insegnamento- Aula-Periodo, Vincolo Insegnamento-Aula e Vincolo Aula-Periodo). Eliminare il vincolo che vieta lo spostamento (togliere l imposizione al periodo, all aula, eliminare l impossibilità temporale di aula, ecc ). Aggiornare la simulazione in considerazione dal livello Gestione del calcolo. Posizionarsi nuovamente sulla visualizzazione dell orario precedente ed eseguire nuovamente la mossa. L eliminazione delle imposizioni dell orario può essere fatto anche dalla griglia di orari, attraverso i pulsanti Sblocca nella parte inferiore della griglia temporale che descriveremo in seguito. Mossa migliore Il menù contestuale permette inoltre agire su tre funzionalità importanti: Mossa migliore per l insegnamento: valuta e propone all utente la migliore modifica di tutte le lezioni dell insegnamento selezionato; questo significa che il sistema propone la mossa che abbatte maggiormente le violazioni delle lezioni dell insegnamento selezionato. Attenzione, se si sta visualizzando un orario di aula, potrebbe capitare che non tutte le lezioni di quell insegnamento siano visibili; la mossa migliore valuta tutte le mosse associate alle lezioni dell insegnamento anche se alcune di queste non sono visualizzate da interfaccia. E possibile che non esistano modifiche migliorative per l insegnamento, quindi in questo caso il sistema proporrà quella meno invasiva ( o a costo zero). Mossa migliore per la lezione: il concetto è lo stesso descritto in precedenza, ma la valutazione viene fatta solamente per la lezione selezionata per quel insegnamento. Mossa migliore per l orario corrente: la valutazione della miglior modifica possibile è fatta su tutti gli insegnamenti dell orario che si sta visualizzando. Selezione delle tre tipologie di mossa migliore per l orario In tutti e tre i casi il sistema propone il report preventivo della miglior mossa possibile con la possibilità di eseguirlo oppure no. Pag. 13

14 La mossa migliore è piuttosto utile quando ad esempio vengono aggiunti nuovi insegnamenti all offerta didattica nel periodo didattico in considerazione. In questo caso la mossa migliore sul nuovo insegnamento consente di trovare le allocazioni migliori all insegnamento (sia in termini di periodo di lezione, sia in termini di aula). Opzione Vai all orario Il menù contestuale presenta due utili opzioni che permettono di passare molto rapidamente da una visualizzazione all altra; le due opzioni sono le seguenti: Vai all orario dell aula: permette di visualizzare la pagina dell orario riferito all aula della lezione interessata. Vai all orario del docente: permette di visualizzare la pagina dell orario riferito al docente della lezione interessata. I due tasti Vai all orario Aggiungi ed elimina lezione Il menù contestuale presenta due utili opzioni che permettono rispettivamente di aggiungere ed eliminare una lezione di un insegnamento di interesse. I due tasti Aggiungi ed Elimina una lezione La funzionalità Aggiunti una lezione permette di aggiungere sulla griglia temporale dell orario una lezione dell insegnamento a cui si riferisce il timeslot desiderato. Appare così una pop-up attraverso la quale è possibile stabilire l aula, il giorno e la fascia oraria in cui la lezione dovrà svolgersi: Pag. 14

15 Cliccando sul tasto Invia, la nuova lezione sarà inserita nella griglia temporale. L aggiunta di una nuova lezione provoca la modifica del numero di lezioni dell insegnamento relativo e la distribuzione delle lezioni di quel insegnamento viene modificata di conseguenza. La funzionalità Elimina la lezione permette di eliminare dalla griglia temporale la lezione dell insegnamento selezionata. L eliminazione della lezione di un insegnamento provoca la modifica del numero di lezioni dell insegnamento stesso, e la distribuzione delle lezioni viene successivamente modificata in modo automatico dal sistema. Queste due funzionalità sono molto utili perché permettono di modificare il numero di lezioni di un insegnamento direttamente dalla griglia temporale, senza la necessità di farlo dal livello Distribuzione lezioni ed aggiornare, in seguito, la simulazione. Abilita e disabilita insegnamento Il menù contestuale presenta un opzione che permette di disabilitare completamente un insegnamento dalla griglia, ossia di poterlo escluderlo dall orario delle lezioni. La disabilitazione apportata da questo livello è del tutto analoga a quella che viene fatta dal livello Distribuzione delle lezioni ma, a differenza di questa, l orario viene automaticamente aggiornato e le lezioni dell insegnamento vengono immediatamente eliminate dalla griglia senza la necessità di aggiornare la simulazione. Qualora venga visualizzato l orario di un curriculum, il corso disabilitato risulta presente nella legenda sotto la griglia temporale e la sua riga è colorata di grigio. Tasto Disabilita In seguito il corso disabilitato visibile dalla legenda: Pag. 15

16 Corso disabilitato Questa icona permette di riattivare le lezioni dell insegnamento in considerazione. L attivazione dell insegnamento ristabilisce l orario qualora questo in precedenza ne presentasse uno, altrimenti, qualora questa fosse la prima attivazione, assegna le lezioni in automatico sulla base della migliore collocazione possibile. Questa icona permette di disattivare le lezioni dell insegnamento in considerazione; la funzionalità è la medesima del menù contestuale descritta in precedenza. Qualora l insegnamento disattivato, non presenti già la distribuzione delle lezioni, la funzionalità abilità insegnamento permette all utente di definire rapidamente il profilo di distribuzione e pianificare automaticamente l orario in griglia: Imposta il profilo di distribuzione dell insegnamento Considerata l importanza delle due funzionalità di abilita e disabilita delle lezioni, è stata inserita anche la possibilità di selezionare in blocco gli insegnamenti presenti in legenda ed utilizzare i pulsanti Abilita e Disabilita per effettuare le operazioni con un unica operazione. Nell esempio seguente, l operazione permette di eliminare gli orari delle lezioni degli insegnamenti selezionati presenti in griglia. Multi select dei corsi da disattivare Pulsanti Abilita e Disabilita Blocca e sblocca lezioni dell insegnamento La griglia della visualizzazione orario presenta quattro pulsanti operativi molto importanti che permettono di impostare le lezioni pianificate. Pag. 16

17 Tasti per la gestione delle imposizioni delle lezioni Per lezioni imposte si intende lezioni il cui orario non può essere modificato né da modifiche manuali né tantomeno da nuove risoluzioni o miglioramenti di orario; le lezioni imposte sono congelate sulla griglia temporale con lo scopo di bloccare una porzione di orario attorno al quale verranno pianificate le altre lezioni. Le imposizioni possono essere di due tipologie: 1. Imposizione insegnamento-aula-periodo: queste imposizioni permettono di bloccare le lezioni dell insegnamento sia per quel che riguarda i time-slot pianificati, sia per quanto concerne l aula assegnata. 2. Imposizione insegnamento-periodo: questa imposizione permette di bloccare le lezioni dell insegnamento sono per quel che riguarda i timeslot pianificati; questa opzione è molto usata affinché l orario sia pianificato temporalmente dall utente attraverso dei trascinamenti manuali di lezione, lasciando all elaboratore di EasyCourse l assegnazione dell aula più adatta attraverso un miglioramento della soluzione. I pulsanti operativi Blocca insegnamento-aula-periodo e Sblocca insegnamento-aula periodo, permettono di bloccare tutte le lezioni dell insegnamento selezionato sia per time-slot che per aula; i pulsanti operativi Blocca insegnamento-periodo e Sblocca insegnamento-periodo, permettono di bloccare tutte le lezioni dell insegnamento selezionato per time-slot. Le imposizioni possono risultare molto utili quando è necessario configurare manualmente l orario di alcuni insegnamenti (con l utilizzo del trascinamento drag&drop). Questi vincoli possono essere inseriti solamente dalla visualizzazione dell orario e possono essere eliminate solamente da questo livello; i corrispettivi vincoli Insegnamento-Periodo (imposto) e vincoli Insegnamento Aula-Periodo (imposto) sono invece inseribili dai relativi livelli e non possono essere modificate dalla visualizzazione dell orario. Quando un insegnamento è stato impostato attraverso questi pulsanti, le lezioni in griglia presentano un rettangolino di colore blu in alto a destra. Inoltre nella legenda delle lezioni sotto la griglia verranno evidenziate in rosso i blocchi di lezione: Insegnamento con 5 lezioni e tutte e 5 le lezioni imposte Per verificare quali sono le imposizioni inserite per l insegnamento, portare il cursore del mouse sopra la scritta di colore rosso: Pag. 17

18 In questo caso l insegnamento è stato bloccato con il tasto Blocca insegnamento aula-periodo Qualora si tentasse a trascinare una lezione che presenta un imposizione, il sistema restituirà un messaggio di blocco: Per trascinare una lezione imposta in un altro slot, è necessario sbloccare le lezioni con i pulsanti precedentemente descritti. Ricalcola l orario delle lezioni La sezione dei pulsanti sotto la griglia temporale presenta un utile funzionalità che permette di Ricalcolare l orario delle lezioni di uno o più insegnamenti selezionati nella legenda, al fine di trovare la migliore sistemazione sulla griglia temporale. Il tasto ricalcola permette quindi di utilizzare l algoritmo di ottimizzazione per la migliore collocazione dei soli insegnamenti selezionati, utilizzando le regole del calcolo impostate in precedenza nell apposita sezione. Le lezioni imposte non subiranno mai modifica dell orario dalla funzionalità Ricalcola. Gli insegnamenti che risultano disattivi non saranno considerati dalla funzionalità Ricalcola. Tasti per la gestione delle imposizioni delle lezioni Elimina vincolo Il menù contestuale presenta un opzione che permette di eliminare un vincolo di imposizione per la lezione di un insegnamento di interesse. L opzione di eliminazione vincolo può essere effettuata solamente qualora ci sia una lezione imposta e qualora venga fatto un Mostra conflitti dell insegnamento di interesse: Pag. 18

19 Tasto Elimina vincolo Nell esempio precedente è stato effettuato un Mostra conflitti dell insegnamento di Fisica Tecnica, le cui lezioni del martedì risultano imposte. L opzione del menù contestuale Elimina vincolo permette di eliminare l imposizione della lezione per un successivo trascinamento in altri orari. La lezione può essere ora trascinata in altro slot orario Note sulla griglia dell orario Le quattro visualizzazioni di orario (per Sede, Aula, Curriculum e per Docente), possono presentare delle note nella parte inferiore della griglia oraria. Tutti gli insegnamenti interessati da una nota presentano un asterisco che accanto al nome che indica all utente di visualizzare la nota nella parte sottostante della griglia. Le note possono riguardare diversi aspetti che descriveremo in seguito. Data inizio/fine insegnamenti: se la griglia degli orari visualizzata presenta degli insegnamenti per i quali la data di inizio/fine insegnamenti è diversa dalla data di inizio/fine del periodo didattico (Vedi livello Interfaccia docenti» Periodo didattico» Data inizio/fine insegnamenti), allora questi vengono opportunamente segnalati nella parte inferiore della griglia temporale: Pag. 19

20 NOTE (*): L'insegnamento Informatica di base inizia venerdì 18 ottobre 2013 L insegnamento Disegno edile inizia giovedì 4 ottobre 2007 Lezioni annullate: se la griglia degli orari visualizzata presenta degli insegnamenti che presentano delle lezioni annullate durante il periodo didattico (Vedi livello Interfaccia docenti» Periodo didattico» Data inizio/fine insegnamenti), allora questi vengono opportunamente segnalati nella parte inferiore della griglia temporale: NOTE (*): Nei seguenti giorni le lezioni di Informatica di base NON saranno svolte: , Note insegnamento: se la griglia degli orari visualizzata presenta degli insegnamenti per i quali sono state espresse delle note testuali (Vedi livello Esportazione orario» Primo Semestre» Note insegnamenti), allora queste vengono opportunamente segnalate nella parte inferiore della griglia temporale: NOTE (*): Note per l'insegnamento Fisica Tecnica: Materiale dell'insegnamento sul sito web del docente Riportiamo infine il caso della nota per aula (vedere livello Esportazione orario» Primo Semestre» Note aula) che, a differenza delle note precedentemente descritte, viene visualizzata solamente nella visualizzazione per aula e viene presentata nel titolo della griglia di visualizzazione: Tasto Elimina vincolo Le note descritte in questo livello saranno riportate analogamente anche nelle pagine relative alla pubblicazione degli orari per gli studenti. EasyCourse Calendar Tutte le funzionalità che sono state descritte in questo documento sono utilizzate anche nel caso in cui la Struttura Didattica presenti una gestione Calendar di EasyCourse. A differenza della versione standard, in cui l intestazione della griglia temporale presentava il solo nome del giorno (lunedì, martedì, ecc ), nella versione Calendar la griglia oraria presenta anche il giorno specifico di svolgimento delle lezioni. Evidenzia giorno specifico Le due funzionalità aggiuntive della versione calendar sono descritte in seguito: Pag. 20

EasyCourse in 10 piccoli passi

EasyCourse in 10 piccoli passi EasyCourse in 10 piccoli passi EasyCourse è la soluzione software per la generazione automatica dell orario delle lezioni universitarie 1. Anni accademici e periodi didattici EasyCourse permette di inserire

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

GUIDA REGISTRO ELETTRONICO PER DOCENTI

GUIDA REGISTRO ELETTRONICO PER DOCENTI AMBIENTE SCUOLE PLUS Ottobre 2012 GUIDA REGISTRO ELETTRONICO PER DOCENTI Prof. Lenzi Massimo Ottobre 2012 www.massimolenzi.com 1 IL REGISTRO ELETTRONICO PREMESSA Il registro del professore è strettamente

Dettagli

SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI

SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI AVVIO ATTIVITA GESTIONE DIDATTICA GESTIONE OPERATIVA 1 Amministrazione...3 1.1 Profili utente...3 1.2 Profilazione...4 1.3 Utenti...5 2 Sezione Anagrafica delle Imprese...7

Dettagli

KION S.p.A. DIDANET OLTRE IL REGISTRO ELETTRONICO - MANUALE UTENTE - DOCENTI -

KION S.p.A. DIDANET OLTRE IL REGISTRO ELETTRONICO - MANUALE UTENTE - DOCENTI - KION S.p.A. DIDANET OLTRE IL REGISTRO ELETTRONICO - MANUALE UTENTE - DOCENTI - Sommario INTRODUZIONE... 5 ACCESSO A DIDANET: REGISTRO ELETTRONICO e PIATTAFORMA... 5 Login Unica... 5 Cambio Contesto...

Dettagli

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax 1 INDICE Capitolo 0: Per iniziare Configurazione. 3 Struttura del software.. 4 Utilizzo del software 5 Capitolo 1: Tabelle di base Clienti 6 Consulenti

Dettagli

Services Web Tecnico Interno. 27/10/2014 Gruppo Maggioli

Services Web Tecnico Interno. 27/10/2014 Gruppo Maggioli Tecnico Interno 27/10/2014 Gruppo Maggioli Sommario 1. Novità... 3 2. Procedura di Login/Logout... 4 3. Cambio Password... 4 4. Visualizzazione del DESK... 5 5. Visualizzazione del Calendario... 5 6. Pianificazione

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

TaleteWeb Prevenzione. Manuale d uso

TaleteWeb Prevenzione. Manuale d uso TaleteWeb Manuale d uso 1 L applicazione consente la programmazione ed il controllo delle attività del Dipartimento di di un azienda sanitaria locale. Per accedere all applicazione, selezionare l app dell

Dettagli

GENERAZIONE RAPPORTO XML

GENERAZIONE RAPPORTO XML E.C.M. Educazione Continua in Medicina GENERAZIONE RAPPORTO XML Guida rapida Versione 2.0 Luglio 2014 E.C.M. Guida rapida per la generazione Indice 2 Indice Revisioni 3 1. Introduzione 4 2. del report

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

RE Genitori e Alunni

RE Genitori e Alunni RE Genitori e Alunni Premessa Alcune delle funzionalità prima presenti in SISSIWEB sono state trasferite nella più accattivante interfaccia di RE, tra queste ci sono quelle legate al rapporto scuola famiglia

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

Objectway ActivTrack

Objectway ActivTrack Objectway ActivTrack Manuale Utente Gruppo ObjectWay Guida OW ActivTrack 1.0.docx 22-01-2012 Pag. 1 di 13 Indice 1. Che cosa è Ow ActivTrack... 3 1.1. Le caratteristiche principali di Ow ActivTrack...

Dettagli

Manuale di Kiwi on line

Manuale di Kiwi on line Manuale di Kiwi on line www.kiwiimmobiliare.it Kiwi On Line http://kiwionline.kiwiimmobiliare.it 1. Gestione annunci Cliccando sul pulsante annunci si accede all elenco annunci A. Inserimento nuovo annuncio

Dettagli

MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008

MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008 MANUALE PERSONALIZZAZIONE STAMPE PROGRAMMI ARGO DEL 12/05/2008 Tutti i nominativi riportati in questo documento sono inventati e non riconducibili a nessuna persona realmente esistente (in ottemperanza

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

ARGO-PRESENZE. Manuale d uso. Versione Light ARGOPRESENZE ARGOPRESENZE. Vers 1.0

ARGO-PRESENZE. Manuale d uso. Versione Light ARGOPRESENZE ARGOPRESENZE. Vers 1.0 ARGO-PRESENZE Versione Light Manuale d uso Vers 1.0 1 2 PRESENTAZIONE PRESENTAZIONE Indice 0. Presentazione 1. Sequenza di lavoro consigliata per una prima installazione 2. Accesso al programma 2.1. Modifica

Dettagli

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Questo manuale illustra le operazioni più comuni per la manutenzione e aggiornamento del sito web http://terremoti.ingv.it/ultimi eventi/ tramite l interfaccia

Dettagli

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Cenni preliminari... 1 Elementi sullo schermo... 2 Creazione di una cartella di lavoro... 3 Utilizzo di celle e intervalli... 3 Gestione della cartella

Dettagli

Computare i locali. Materiale di proprietà di 4m group www.4mgroup.it Tutti i diritti riservati.

Computare i locali. Materiale di proprietà di 4m group www.4mgroup.it Tutti i diritti riservati. Computare i locali Il nostro sistema BIM è stato proprio pensato per ridurre tutte le attività noiose del progettista: pensate solo a quanto sia antipatico aggiornare il calcolo della metratura delle stanze

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

Prof. Antonio Sestini

Prof. Antonio Sestini Prof. Antonio Sestini 1 - Formattazione Disposizione del testo intorno ad una tabella Selezionare la tabella Dal menù contestuale scegliere il comando «proprietà» Selezionare lo stile di disposizione del

Dettagli

1) il menu: qui trovi tutte le funzioni di comando del sito. 2) i dati sulla campagna corrente: qui puoi cambiare il nome e la descrizione e puoi

1) il menu: qui trovi tutte le funzioni di comando del sito. 2) i dati sulla campagna corrente: qui puoi cambiare il nome e la descrizione e puoi Come si fa? Struttura del messaggio Cominciamo con l illustrare la struttura dello spazio in cui costruire il messaggio. Come vedi in figura la pubblicità è composta da 6 elementi: 1 5 PERSONALE (ES. LOGO)

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

per immagini guida avanzata Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Costruire formule in Excel Per gli utenti di altri programmi di foglio di calcolo, come ad esempio Lotus 1-2-3,

Dettagli

CLASSEVIVA. MANUALE OPERATIVO PER IL DOCENTE Interfaccia PC Ipad - 1 -

CLASSEVIVA. MANUALE OPERATIVO PER IL DOCENTE Interfaccia PC Ipad - 1 - CLASSEVIVA MANUALE OPERATIVO PER IL DOCENTE Interfaccia PC Ipad - 1 - Sommario 1. Accesso al sistema...3 2. Menu del docente...4 3. Registro delle mie classi...4 3.1. Registro di classe...4 3.1.1. Appello

Dettagli

DARWIN MANUALE GENERALE REL_231 DEL 17/04/2009

DARWIN MANUALE GENERALE REL_231 DEL 17/04/2009 DARWIN MANUALE GENERALE REL_231 DEL 17/04/2009 Tutti i nominativi riportati in questo documento sono inventati e non riconducibili a nessuna persona realmente esistente (in ottemperanza alle norme previste

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio. Foglio elettronico Foglio elettronico EXCEL Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Il foglio elettronico è un programma interattivo, che mette a disposizione dell utente una matrice di righe

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

Manuale operatore CUP on-line (v.1)

Manuale operatore CUP on-line (v.1) Manuale operatore CUP on-line (v.1) In questo manuale sarà effettuata una panoramica sull utilizzo e sulle principali funzioni del programma CUP (Centro Unico di Prenotazione), disponibile on-line agli

Dettagli

Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015]

Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015] Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Premessa... 2 Fase di Login... 2 Menù principale... 2 Anagrafica clienti...

Dettagli

Word Processor: WORD. Classificazione

Word Processor: WORD. Classificazione Parte 5 Word Processor: WORD Classificazione Esistono diversi strumenti per la realizzazione di documenti di testuali: Editor di testo (Es: Blocco Note) Word Processor (Es: MS Word, Open Office ) Applicazioni

Dettagli

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale Introduzione Introduzione a NTI Shadow Benvenuti in NTI Shadow! Il nostro software consente agli utenti di pianificare dei processi di backup continui che copiano una o più cartelle ( origine del backup

Dettagli

Word Processor: WORD (livello base) Classificazione

Word Processor: WORD (livello base) Classificazione Parte 5 Word Processor: WORD (livello base) Elementi di Informatica - AA 2008/2009 - MS Word 1 di 60 Classificazione Esistono diversi strumenti per la realizzazione di documenti testuali: Editor di testo

Dettagli

Excel Guida introduttiva

Excel Guida introduttiva Excel Guida introduttiva Informativa Questa guida nasce con l intento di spiegare in modo chiaro e preciso come usare il software Microsoft Excel. Questa è una guida completa creata dal sito http://pcalmeglio.altervista.org

Dettagli

Capitolo 9. Figura 104. Tabella grafico. Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico. Si apre la seguente finestra:

Capitolo 9. Figura 104. Tabella grafico. Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico. Si apre la seguente finestra: Capitolo 9 I GRAFICI Si apra il Foglio3 e lo si rinomini Grafici. Si crei la tabella seguente: Figura 104. Tabella grafico Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico.

Dettagli

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton SOMMARIO CENNI GENERALI... 3 STAMPA ORDINI... 18 STAMPA PACKING LIST... 21 STAMPA SCONTRINI... 24 STAMPA ARTICOLI VENDUTI... 30 STAMPA

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica.

L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica. L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica. Il lavoro si presenta piuttosto lungo, ma per brevità noi indicheremo come creare la pagina iniziale,

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa dei listini Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Il listino generale di vendita... 5 Rivalutare un singolo... 7 Ricercare gli articoli nei listini...

Dettagli

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere 3.3 Formattazione Formattare un testo Modificare la formattazione del carattere Cambiare il font di un testo selezionato Modificare la dimensione e il tipo di carattere Formattazione del carattere In Word,

Dettagli

EasySchool. - il modulo per la generazione automatica dell orario delle lezioni negli istituti scolastici - Powered by EasyStaff

EasySchool. - il modulo per la generazione automatica dell orario delle lezioni negli istituti scolastici - Powered by EasyStaff EasySchool - il modulo per la generazione automatica dell orario delle lezioni negli istituti scolastici - Powered by EasyStaff Pag. 1 La realizzazione dell orario delle lezioni rappresenta per ogni scuola

Dettagli

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database Basi di dati Introduzione Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database OpenOffice.org (www.openoffice.org) è un potente software opensource che ha, quale scopo primario,

Dettagli

Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access. sergiopinna@tiscali.it

Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access. sergiopinna@tiscali.it Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access sergiopinna@tiscali.it Seconda Parte: Ms Access (lezione #2) CONTENUTI LEZIONE Query Ordinamento Avanzato Maschere Report Query (interrogazioni) Gli strumenti

Dettagli

Capitolo3. Si apre la seguente finestra. Figura 29. Proprietà immagine di sfondo. - Università degli Studi della Repubblica di San Marino -

Capitolo3. Si apre la seguente finestra. Figura 29. Proprietà immagine di sfondo. - Università degli Studi della Repubblica di San Marino - Capitolo3 LAVORARE CON LE IMMAGINI E certo che l impatto visivo in un sito internet è molto importante ma è bene tenere presente che immagini e fotografie, pur arricchendo la struttura grafica di un web,

Dettagli

CAMPAGNE VODAFONE E CAMPAGNE TELEMARKETING

CAMPAGNE VODAFONE E CAMPAGNE TELEMARKETING CAMPAGNE VODAFONE E CAMPAGNE TELEMARKETING 1 INTRODUZIONE In questa sezione parleremo della Creazione delle Campagne e di tutti gli aspetti che ne derivano. Il CRM presenta un sistema che permette la distinzione

Dettagli

MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003

MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003 1. Novità di Excel 2003 MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003 CAPITOLO 1 Microsoft Office Excel 2003 ha introdotto alcune novità ed ha apportato miglioramenti ad alcune funzioni già esistenti nelle precedenti versioni

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.1.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 CONTABILITA... 3 1.1 Consultazione Mastrini: Richiamo movimenti di anni

Dettagli

MEDICI 2000 http://www.appuntamento.org

MEDICI 2000 http://www.appuntamento.org Alba Service Piccola Società Cooperativa a.r.l. Via Sempione, 21-20014 Nerviano (MI) Tel. 0331/463.570 - Fax: 0331/463.580 Internet: http://www.albaservice.com MEDICI 2000 http://www.appuntamento.org Manuale

Dettagli

CLASSEVIVA. MANUALE OPERATIVO PER IL DOCENTE Interfaccia PC Ipad -1 -

CLASSEVIVA. MANUALE OPERATIVO PER IL DOCENTE Interfaccia PC Ipad -1 - CLASSEVIVA MANUALE OPERATIVO PER IL DOCENTE Interfaccia PC Ipad -1 - Sommario 1. Accesso al sistema... 3 2. Menu del docente... 4 3. Registro delle mie classi... 5 3.1. Registro di classe... 5 3.1.1. Appello

Dettagli

Guida rapida alla gestione appelli e verbalizzazione on-line con Esse3. Segreterie didattiche

Guida rapida alla gestione appelli e verbalizzazione on-line con Esse3. Segreterie didattiche Guida rapida alla gestione appelli e verbalizzazione on-line con Esse3 1 INDICE 1. COMMISSIONI D ESAME... 4 1.1. Ricerca e Gestione commissioni... 5 1.2. Altro... 6 1.2.1. Preleva da titolarità... 6 1.2.2.

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

LICEO STATALE CARLO PORTA ERBA

LICEO STATALE CARLO PORTA ERBA LICEO STATALE CARLO PORTA ERBA MANUALE PROCEDURE DI UTILIZZAZIONE REGISTRO ELETTRONICO MESSAGGISTICA INTERNA (aggiornamento del 28 ottobre 2014) REGISTRO ELETTRONICO ACCESSO Da scuola: cliccare sull icona

Dettagli

ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base

ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base INTRODUZIONE Nella versione 2.30.04 di Race Studio 2 è stata introdotta una nuova funzionalità relativa allo strumento di Analisi delle sospensioni presente all interno

Dettagli

Workshop NOS Piacenza: progettare ed implementare ipermedia in classe. pag. 1

Workshop NOS Piacenza: progettare ed implementare ipermedia in classe. pag. 1 1. Come iscriversi a Google Sites: a. collegarsi al sito www.google.it b. clic su altro Sites Registrati a Google Sites e. inserire il proprio indirizzo e-mail f. inserire una password g. re-inserire la

Dettagli

Portale Agenti Sambonet Paderno Industrie Pagina : 1 MANUALE PORTALE AGENTI

Portale Agenti Sambonet Paderno Industrie Pagina : 1 MANUALE PORTALE AGENTI Pagina : 1 MANUALE PORTALE AGENTI Scopo del è di fornire agli operatori dislocati sul territorio la possibilità di avere in tempo reale tutte le informazioni relative ai propri clienti e di effettuare

Dettagli

MANUALE VESTE (Aggiornato alla versione 2.9.4)

MANUALE VESTE (Aggiornato alla versione 2.9.4) 1 MANUALE VESTE (Aggiornato alla versione 2.9.4) Sommario PRD-VST-MAN-001 2 1 Introduzione... 4 1.1 Contenuto del presente manuale... 4 1.2 Profili utenze... 4 1.3 Macrofunzionalità... 5 1.4 Prerequisiti...

Dettagli

Scadenziario e Rubrica

Scadenziario e Rubrica Scadenziario e Rubrica Breve panoramica Lo Scadenziario è un software creato con lo scopo di avere sempre sotto controllo i propri impegni e le proprie attività da svolgere. Quante volte ci si dimentica

Dettagli

Presentazione dell Area Docenti Scheda 1 - Connettersi...4 Scheda 2 - Schermata principale...6

Presentazione dell Area Docenti Scheda 1 - Connettersi...4 Scheda 2 - Schermata principale...6 PRONOTE 05 Indice Indice Presentazione dell Area Docenti Scheda - Connettersi...4 Scheda - Schermata principale...6 Registro Scheda - Compilare il registro...9 Scheda 4 - Creare i programmi...4 Scheda

Dettagli

SUITE BY11250. Editor Parametri e Configurazione

SUITE BY11250. Editor Parametri e Configurazione Via Como, 55 21050 Cairate (VA) Pagina 1 di 16 SUITE BY11250 (1.0.0.1) Editor Parametri e Configurazione (1.0.0.0) IMPORTANTE Pagina 2 di 16 Le immagini riportate nel presente manuale fanno riferimento

Dettagli

ALBO FORNITORI MEDIASET

ALBO FORNITORI MEDIASET e-procurement TMP-018_11 MEDIASET ALBO FORNITORI MEDIASET Manuale_BUYER_vOnline.doc Pagina 1 di 46 e-procurement TMP-018_11 Sommario MEDIASET... 1 ALBO FORNITORI MEDIASET... 1 INTRODUZIONE... 4 STRUTTURA

Dettagli

3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA

3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA 3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA 1. Menù generale Inseriti i dati di configurazione in maniera completa, il sistema presenta una schermata d approccio all applicazione

Dettagli

MANUALE UTENTE. Manuale utente relativo al software implementato per unità funzionale C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione

MANUALE UTENTE. Manuale utente relativo al software implementato per unità funzionale C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione 1 INFORMAZIONI GENERALI MANUALE UTENTE Progetto Modulo del Piano di Lavoro Unità funzionale del Piano di Lavoro Descrizione SIGFRIDO Modulo C Rendicontazione C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione

Dettagli

CLASSEVIVA. MANUALE OPERATIVO PER IL DOCENTE Interfaccia PC Ipad

CLASSEVIVA. MANUALE OPERATIVO PER IL DOCENTE Interfaccia PC Ipad CLASSEVIVA MANUALE OPERATIVO PER IL DOCENTE Interfaccia PC Ipad -1- Sommario 1. Accesso al sistema... 3 2. Menu del docente... 4 3. Registro delle mie classi... 4 3.1. Registro di classe... 4 3.1.1. Appello

Dettagli

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori.

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. Release 5.20 Manuale Operativo ORDINI PLUS Gestione delle richieste di acquisto In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. La gestione

Dettagli

ESSE 3 GUIDA DOCENTI PER LA GESTIONE DEI REGISTRI DELLE LEZIONI e DEGLI IMPEGNI (AGGIORNATO AL 20/04/2015)

ESSE 3 GUIDA DOCENTI PER LA GESTIONE DEI REGISTRI DELLE LEZIONI e DEGLI IMPEGNI (AGGIORNATO AL 20/04/2015) ESSE 3 GUIDA DOCENTI PER LA GESTIONE DEI REGISTRI DELLE LEZIONI e DEGLI IMPEGNI (AGGIORNATO AL 20/04/2015) 1 INDICE 1. Materiale informativo e assistenza... 3 2. Accesso al Registro delle Lezioni di Esse3...

Dettagli

GESTIONE DEL PROFILO

GESTIONE DEL PROFILO Manuale di supporto all utilizzo di SINTEL per stazione appaltante GESTIONE DEL PROFILO Data pubblicazione: 19/10/2015 Pagina 1 di 22 INDICE 1. Introduzione... 2 1.1. Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Questa breve guida contiene la descrizione delle principali funzioni del Registro Elettronico M@sterCom PRO. L interfaccia del Registro Elettronico M@sterCom PRO è

Dettagli

Servizi telematici on-line per aziende ed intermediari

Servizi telematici on-line per aziende ed intermediari Servizi telematici on-line per aziende ed intermediari Comunicazione nominativi degli RLS Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Manuale Utente Versione documento v.2.1 In vigore dal 29/07/2014

Dettagli

GUIDA OPERATIVA PER L UTILIZZO DEL REGISTRO ONLINE ARGO SCUOLANEXT GUIDA N.1

GUIDA OPERATIVA PER L UTILIZZO DEL REGISTRO ONLINE ARGO SCUOLANEXT GUIDA N.1 GUIDA OPERATIVA PER L UTILIZZO DEL REGISTRO ONLINE ARGO SCUOLANEXT GUIDA N.1 I.C. «Pio Fedi» Grotte S. Stefano a.s2014-2015 Indice Guida n.1 Istruzioni per l accesso al portale Accesso al portale Pag.

Dettagli

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5.

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4 Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Una delle funzioni più importanti di un foglio elettronico

Dettagli

GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO

GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO Guida per l Istituto Convenzionato Versione 1.1 Sommario 1 Novità nella procedura informatica... 2 2 Valutazione tecnica... 2 2.1 Valutazione costi... 2 2.2

Dettagli

Guida docenti all inserimento delle informazioni sugli insegnamenti (programmi, etc.) da web

Guida docenti all inserimento delle informazioni sugli insegnamenti (programmi, etc.) da web Guida docenti all inserimento delle informazioni sugli insegnamenti (programmi, etc.) da web v 1.2 Indice 1. INFORMAZIONI INIZIALI... 3 2. ACCESSO AD ESSE3... 3 3. INSERIMENTO DELLE INFORMAZIONI SUGLI

Dettagli

La gestione degli esami di profitto in UniTn -Verbalizzazione cartacea-

La gestione degli esami di profitto in UniTn -Verbalizzazione cartacea- La gestione degli esami di profitto in UniTn -Verbalizzazione cartacea- Area Docente Sommario Premessa... 2 1 Gli esami di profitto... 3 1.1 La gestione degli esami di profitto in UniTn... 3 1.1.1 Definizione

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL

GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL I fogli elettronici vengono utilizzati in moltissimi settori, per applicazioni di tipo economico, finanziario, scientifico, ingegneristico e sono chiamati in vari modi : fogli

Dettagli

MANUALE TUTOR PON 2007/2013

MANUALE TUTOR PON 2007/2013 MANUALE TUTOR PON 2007/2013 COME ACCEDERE AI PON 1 passo Gli operatori possono accedere in due modi 1 modalità di accesso Sito istruzione www.istruzione.it Cliccare su 2 2 modalità di accesso Sito Indire

Dettagli

DIDANET. Guida scrutinio finale 2014/15. Sommario

DIDANET. Guida scrutinio finale 2014/15. Sommario Guida scrutinio finale /15 Sommario Informazioni generali... 2 Piattaforma lato genitori... 3 SCUOLE PRIMARIE e SECONDARIE di PRIMO GRADO... 5 1. Proposte di Voto IG: scrutinio o IG scrutinio semplificato

Dettagli

IST ISTRUZIONI REGISTRO ELETTRONICO SCUOLANEXT

IST ISTRUZIONI REGISTRO ELETTRONICO SCUOLANEXT IST ISTRUZIONI REGISTRO ELETTRONICO SCUOLANEXT Collegarsi al sito www.portaleargo.it cliccare sul link Argo ScuolaNext inserire nome utente e password oppure entrare nel sito www.itcsavi.it cliccare sul

Dettagli

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente EasyPrint v4.7 Impaginatore Album Manuale Utente Lo strumento di impaginazione album consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di organizzare le immagini in maniera

Dettagli

Portale FUEL-MIX Rev. 2.0 FUEL-MIX. Manuale d utilizzo. 1 di 42. Manuale WEB Data: 16/01/2015

Portale FUEL-MIX Rev. 2.0 FUEL-MIX. Manuale d utilizzo. 1 di 42. Manuale WEB Data: 16/01/2015 FUEL-MIX Manuale d utilizzo 1 di 42 Indice dei Contenuti FUEL-MIX... 1 1 Introduzione... 3 2 Primo accesso al portale FUEL-MIX (Scelta del profilo)... 3 2.1 Anagrafica Profilo Produttore... 3 2.2 Anagrafica

Dettagli

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)...1 Installazione e configurazione...2 Installazione ICM Server...3 Primo avvio e configurazione di ICM

Dettagli

Operazioni di base per l inserimento del testo

Operazioni di base per l inserimento del testo Office automation dispensa n.2 su Word Pagina 1 di 13 Operazioni di base per l inserimento del testo Usando un elaboratore di testi è consigliabile seguire alcune regole di scrittura che permettono di

Dettagli

Progetto PON C1-FSE-2013-37: APPRENDERE DIGITANDO SECONDARIA VERIFICA INTERMEDIA CORSISTA NOME E COGNOME:

Progetto PON C1-FSE-2013-37: APPRENDERE DIGITANDO SECONDARIA VERIFICA INTERMEDIA CORSISTA NOME E COGNOME: Progetto PON C-FSE-0-7: APPRENDERE DIGITANDO SECONDARIA VERIFICA INTERMEDIA CORSISTA NOME E COGNOME:. Quando si ha un documento aperto in Word 007, quali tra queste procedure permettono di chiudere il

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Guida all uso! Moodle!

Guida all uso! Moodle! Guida all uso della piattaforma online Moodle Guida Piattaforma Moodle v. 1.3 1. Il primo accesso Moodle è un CMS (Course Management System), ossia un software Open Source pensato per creare classi virtuali,

Dettagli

GENERALITÀ...4 REQUISITI DI ACCESSO AL SISTEMA...5

GENERALITÀ...4 REQUISITI DI ACCESSO AL SISTEMA...5 Manuale Operatore Storage Trading System INDICE 1 GENERALITÀ...4 REQUISITI DI ACCESSO AL SISTEMA...5 2 LAYOUT GENERALE...6 2.1 MENÙ DI NAVIGAZIONE... 6 2.2 PULSANTI DI AZIONE... 7 2.3 PAGINE ELENCO...

Dettagli

MODULO 5 BASI DI DATI

MODULO 5 BASI DI DATI MODULO 5 BASI DI DATI A cura degli alunni della VD 2005/06 del Liceo Scientifico G. Salvemini di Sorrento NA Supervisione prof. Ciro Chiaiese SOMMARIO 5.1 USARE L APPLICAZIONE... 3 5.1.1 Concetti fondamentali...

Dettagli

Gestione home page. Intranet -> Ambiente Halley -> Gestione homepage

Gestione home page. Intranet -> Ambiente Halley -> Gestione homepage Gestione home page egovernment L home page del portale Halley egovernment permette all Amministrazione di pubblicare contenuti e informazioni e di organizzarle in blocchi. Questa struttura per argomenti

Dettagli

Stampa Unione per lettere tipo

Stampa Unione per lettere tipo per lettere tipo Con Stampa Unione è possibile creare lettere tipo, etichette per indirizzi, buste, elenchi indirizzi e liste per la distribuzione via posta elettronica e fax in grandi quantitativi. Lo

Dettagli

La piattaforma. ischool: Didattica Online

La piattaforma. ischool: Didattica Online La piattaforma ischool: Didattica Online La piattaforma ischool: Didattica Online fornisce una serie di servizi online didattici ed extradidattici per gli utenti del liceo scientifico Arturo Tosi di Busto

Dettagli

MANUALE UTENTE. Portale Web Scambio Sul Posto GSE SCAMBIO SUL POSTO. stato documento draft approvato consegnato

MANUALE UTENTE. Portale Web Scambio Sul Posto GSE SCAMBIO SUL POSTO. stato documento draft approvato consegnato MANUALE UTENTE Portale Web Scambio Sul Posto GSE SCAMBIO SUL POSTO stato documento draft approvato consegnato Riferimento Versione 1.7 Creato 21/12/2009 INDICE 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.1 Ambito di

Dettagli

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza I grafici in Excel... 1 Creazione di grafici con i dati di un foglio di lavoro... 1 Ricerca del tipo di grafico più adatto... 3 Modifica del grafico...

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli