Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo di Pietra Ligure Prof.ssa Renata Lubatti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo di Pietra Ligure Prof.ssa Renata Lubatti"

Transcript

1 Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo di Pietra Ligure Prof.ssa Renata Lubatti Relazione finale Funzione Strumentale Area 2 insegnante Laura Zocco a.s I progetti per richiedere i fondi

2 Relazione finale a Gent. ma Dirigente, con questa mia relazione finale desidero informare Lei e il Collegio riguardo al mio operato svolto nel corrente anno scolastico. Un ringraziamento all Istituzione per la disponibilità, la collaborazione, il supporto dato alle tecnologie e al loro mantenimento dai laboratori informatici alle Lim. Mi sono impegnata quotidianamente per trovare, con alunni e colleghi, le migliori strategie per introdurre l informatica nella didattica in tutti gli ambiti disciplinari per tutte le classi. Mi sono occupata 1. della situazione Wifi e LIM delle scuole primarie. La situazione attuale delle LIM nella scuola primaria è la seguente: Pietra Ligure dott. Sordo 10 LIM su 10 classi, Pietra Viale Europa 6 su 6, Borgio Verezzi 5 su 5, Tovo 5 su 5, Giustenice 1 su 2 e Magliolo 3 su 3. Ad oggi abbiamo: - in tutti i laboratori di informatica pc interconnessi - nelle aule postazioni Lim complete di pc, proiettore, lavagna e monitor sulla cattedra con collegamento ad internet tramite Wi Fi funzionante e veloce. Tutti i colleghi possono accedere al registro elettronico senza problemi in classe utilizzando i dispositivi della scuola, recandosi nei laboratori o utilizzando i propri strumenti. Il plesso dott. Sordo è stato inoltre interconnesso con le 10 classi anche al fotocopiatore in leasing che, svolgendo anche il ruolo di stampante da ogni classe, sta ottimizzando tempi, risorse e costi, veramente un ottima soluzione. L ho proposta anche in Viale Europa. Forte la speranza che a breve, anche il Ministero, ci dia una mano sbloccando qualche finanziamento per aggiornare e mantenere ciò che abbiamo, e p e r c om p l e ta r e l i n s e r i m e n to d e l l e L I M n e l l a s e c o n d a r i a d i 1 g r a d o. Ringrazio il tecnico Fabio della Vnet di Pietra e la Ponente Informatica di Savona per i tempestivi interventi di sempre, la competenza e la disponibilità. Tutti ci auspichiamo che per il prossimo anno facciano ancora parte della nostra scuola, per darci una mano. Sono inoltre molto contenta di non essere più da sola in questo importante momento di cambiamenti e di poter condividere con: il professor Alluto Giulio che cura la scuola secondaria di Borgio Verezzi e il professor Gagliolo Nicola che cura la scuola secondaria di Pietra Ligure che ringrazio anche per gli scambi nella formazione e nella gestione del registro elettronico con tutti i colleghi dei due ordini di scuola.

3 Mi sono occupata anche 2. della riorganizzazione del software didattico da utilizzare nei laboratori informatici e sulle LIM con la ricerca delle tecnologie più avanzate con file più recenti, compatibili e innovativi 3. della ricerca di nuovi link selezionati dal Web per attività e verifiche online per le varie discipline e per gli INVALSI 4. della ricerca di files NOTEBOOK (utilizzabili con le LIM Smart) organizzati per discipline in una grande cartella online visibile da tutti in DROPBOX chiamata Formazione di Istituto con due cartelle principali: scuola primaria e scuola secondaria di 1 grado. (Abbiamo imparato ad usare meglio DROPBOX, un Cloud per la condivisione delle attività inserite da chi tra di noi, trovandole sul WEB o realizzandole personalmente, le abbia ritenute valide e utili per tutti) 5. della formazione sul Registro elettronico SPAGGIARI - scrutini organizzata nella stessa giornata in due incontri separati, uno per la scuola primaria nel plesso dott. Sordo e uno per la secondaria di 1 grado nella scuola di via Oberdan. Abbiamo imparato ad usare meglio il registro elettronico e conosciuto la funzione Scrutini apprezzandone funzionalità e vantaggi. Abbiamo discusso insieme sui punti di criticità e ne abbiamo parlato con gli esperti. L esperienza dell utilizzo del registro elettronico si è rivelata molto positiva 6. della gestione del sito della scuola impostato nuovamente per cambio gestore, più economico e più funzionale. Nelle novità del sito la parte riservata ai docenti alla quale si può già accedere solo con password personale. Creati tutti gli account, circa 125. Il prossimo anno si potrebbe utilizzare questa piattaforma per comunicazioni veloci in contemporanea a tutti gli insegnanti con avviso automatico tramite /sms 7. del supporto nei laboratori d informatica o in classe con la LIM ai colleghi che ne hanno fatto richiesta per problematiche varie: conoscenza nuovi software, strategie di lavoro, supporto al registro elettronico. Ho sempre cercato di intervenire tempestivamente su difficoltà prevalentemente tecniche risolvendo dove possibile di persona (all interno del mio plesso) o telefonicamente nelle altre scuole, programmando eventuali interventi urgenti nell arco delle 24/48 ore compatibilmente con il mio lavoro in classe e, dove non riuscivo io, con i tecnici di Pietra, V-net e di Savona, Ponente informatica.

4 HO 8. proposto progetti e iniziative per acquistare le LIM e steso relazioni per la richiesta di fondi alla Sagra pietrese, La sagra del nostralino, al Comune di Pietra Ligure e alla Fondazione De Mari per la quale ho realizzato anche un documento di ringraziamento per il contributo di euro ricevuto che, sommato ai soldi della sagra e alla donazione dal comune di Tovo e un po di fondi della scuola, sono state istallate 10 nuove LIM nelle scuola primarie e secondarie di 1 grado di Borgio Verezzi, Pietra Ligure e Tovo S.G. 9. cercato di portare avanti con impegno anche il ruolo assegnatomi come referente alla multimedialità e alle LIM intervenendo più velocemente possibile sia telefonicamente che personalmente da sola o con i tecnici nei vari plessi di scuola primaria per istallare nuovi software, caricare nuove attività o provare a risolvere problemi su strumenti informatici e connessioni Wifi 10. cercato, in collaborazione con i tecnici, di rendere sempre più funzionali, aggiornati e sicuri i laboratori insistendo anche con i Comuni affinché la connessione all interno dei laboratori, in classe con le LIM e sui pc personali/tablet dei docenti, diventasse attiva e veloce il prima possibile il mio ringraziamento, molto sentito, va all Istituzione per l appoggio che continua a dare a questa importante crescita. 11. svolto come e - tutor un laboratorio sulle tecnologie dal titolo Nuove tecnologie e loro impatto sulla didattica nella formazione ministeriale docenti Neoassunti 2014/15 presso l Iis Ferraris-Pancaldo di Savona rivolta a docenti di tutti i gradi di scuola. 12. relazionato per ringraziare per i fondi ricevuti e per richiederne altri: Progetto della Fondazione De Mari intitolato Le nuove tecnologie e l apprendimento per competenze - seconda parte come continuazione del progetto dello scorso anno, destinato, questa volta, solo alla scuola secondaria. Articolo per ringraziare il Circolo giovane Ranzi.

5 Il ringraziamento al Circolo giovane Ranzi La LIM: il ringraziamento della donazione alla nostra scuola al Circolo Giovane Ranzi nella persona del presidente Paolo Rembado. Grazie Sagra del Nostralino! Una nuova LIM per la scuola N. Martini di Pietra Ligure. È stata inaugurata il 3 maggio 2015 una nuova Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) donata dalla Sagra del Nostralino di Ranzi con un due contributi di 1000 euro ciascuno, uno nel 2014 e l altro nel L inaugurazione è avvenuta nella classe 1B con alunni e professori alla presenza del Dirigente Scolastico prof. Renata Lubatti, del Presidente del Circolo giovane Ranzi Paolo Rembado e della vice-preside prof. Carla Mattea. Grande entusiasmo dei ragazzi che hanno visto entrare nella propria aula uno strumento multimediale straordinario, una preziosa tecnologia che, portando il mondo in classe, renderà le lezioni più accattivanti e contribuirà ad aumentare i livelli di cooperazione e partecipazione per il raggiungimento del successo scolastico anche per gli alunni disabili e in difficoltà. È oggi importante modificare gli ambienti di apprendimento attraverso l integrazione delle tecnologie nella didattica di classe: non più la classe in laboratorio, ma il laboratorio in classe! Grazie Presidente! Grazie Circolo giovane Ranzi! Una parte del ringraziamento alla Fondazione De Mari 20/10/2014 continua

6 Il ringraziamento alle ASSOCIAZIONI sul territorio pietrese Spett. le Associazione Facciamo Centro, desideriamo ringraziarvi per l aiuto che avete dato alla nostra scuola in questi anni. Il contributo, piccolo ma continuativo, ci ha consentito di andare avanti e di rimanere al passo con i tempi. Ci avete sempre accompagnato in queste iniziative nelle quali, un paio di giornate l anno, la scuola scende in piazza come parte integrante del territorio e vive momenti giocosi e piacevoli e di questo, siamo grati a tutti. Un ringraziamento al Comune di Pietra Ligure che da anni ci accompagna e alle Associazioni APA e AssoMare. Abbiamo acquistato nel tempo postazioni LIM complete e sostituito strumenti malfunzionanti e mantenuto in vita, con piccole riparazioni, i nostri laboratori. Entusiasti tutti, bambini ed insegnanti di poter partecipare a feste di piazza. Purtroppo il periodo del carnevale non sempre consente giornate belle e con il clima mite tipico della riviera e, anche quest anno, è andata così e così. Una proposta: perché non far mascherare tutti i bambini a giugno in una grande festa della scuola dal titolo Riprendiamoci il carnevale perduto? Grande stima e apprezzamento da parte di tutti noi, Dirigente Scolastico, docenti, alunni e famiglie. Con grande piacere inseriamo alcune immagini con tanti Grazie, grazie, grazie della festa appena trascorsa tra una goccia di pioggia e una folata di vento

7

8 13. condiviso: anche quest anno abbiamo approfondito le conoscenze e utilizzato strumenti per lavorare anche offline con le LIM CATCHER per il download di file audio e video dal WEB con eventuale conversione in tutti i formati utili e a realizzare semplici Menù personalizzati per gestire velocemente le attività che si desiderano affrontare con la classe nel laboratorio di informatica o alla LIM Dropbox, una grande cartella online, un grande contenitore virtuale sempre disponibile organizzato per discipline, tipologia di file dove ciascun docente potrà prelevare e inserire attività e verifiche realizzate personalmente o scaricate dal Web e condividerle con tutti. DROPBOX CARTELLE SCUOLA PRIMARIA e SECONDARIA di 1 GRADO INTERNO CARTELLA SCUOLA PRIMARIA 8

9 INTERNO CARTELLA ITALIANO INTERNO CARTELLA ITALIANO FILE NOTEBOOK PER LIM 9

10 INTERNO CARTELLA ITALIANO FILE WORD PER LIM e PC INTERNO CARTELLA ITALIANO FILE PDF PER LIM e PC 10

11 14. Le due grandi cartelle con tutti i file realizzate, una per la scuola primaria e una per la scuola secondaria di 1 grado, contengono le attività per le discipline suddivise per tipologia di file: Riepilogo: WORD POWER POINT NOTEBOOK PDF AUDIO e VIDEO. Alcuni documenti word contengono LINKS per attività online organizzate per discipline. È stato un lavoro molto impegnativo che ha richiesto un numero di ore di lavoro che non è quantificabile, ma gratificante in quanto consente a tutti di avere a disposizione sulla LIM o sui pc un infinità di materiale utile sempre pronto, aggiornabile e condivisibile. - Dropbox Notebook Catcher condividere e salvare file online il sito per i download LA NOSTRA SCUOLA HA CHIESTO DI PARTECIPARE A 2.0 a.s. 2015/ riproposto a giugno le tracce scritte tre anni fa durante la conferenza del 2012 della Polizia Postale di Genova alla quale avevo partecipato. Tale materiale era stato utile anche nel 2013 quando il Consiglio d Istituto aveva deciso di consegnarlo a tutti gli alunni della scuola secondaria di 1 grado dell Istituto. Sempre molto attuale, è stato utile anche quest anno in occasione della riunione su Bullismo e Cyberbullismo. 11

12 SAFETY INTERNET DAY GIORNATA DELLA SICUREZZA SU INTERNET Il SAFETY INTERNATIONAL DAY si svolgerà il 5 febbraio 2013 in oltre 90 paesi con l obiettivo di richiamare l attenzione di tutti ad avere comportamenti rispettosi dell altro nel nostro essere online, di utilizzare i social network avendo chiari i diritti e i limiti oltre i quali non possiamo e non dobbiamo andare, come purtroppo ci hanno evidenziato anche in Italia i recenti casi di cyberbullismo e le loro tragiche conseguenze su studenti giovanissimi. Il MIUR, Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca in qualità di membro istituzionale del Comitato del centro giovani Online invita tutte le scuole di ogni ordine e grado alla celebrazione di questa giornata e a promuovere iniziative centrate sul tema coinvolgendo studenti, docenti e genitori. L'evoluzione tecnologica degli ultimi anni ha reso indispensabile l'uso di Internet quale strumento di crescita, di scambio di informazioni e di creazione di nuove attività professionali. La sua rapida diffusione ha ben presto messo in evidenza i punti di debolezza della Rete stessa, in particolar modo con riferimento alla sicurezza informatica. Viene evidenziata la necessità di promuovere nei ragazzi un alfabetizzazione non solo sull uso degli strumenti informatici, ma in particolar modo sui rischi di Internet e sull uso consapevole delle nuove tecnologie in termini di sicurezza e privacy. Anche per Internet è opportuno sviluppare una cultura di base per un uso corretto (sicurezza e privacy) che insegni l insieme delle regole comportamentali che consentano di individuare situazioni pericolose da evitare o anche solo dubbie da gestire con senso critico. La Polizia delle Comunicazioni promuove progetti per sensibilizzare i giovani nei confronti di un cattivo uso della rete; solo una buona informazione potrà aiutare e tutelare i minori e non solo. Corretto approccio alla rete quindi e ai contenuti su Internet. Il minore va instradato sulle regole e informato riguardo a quale pena potrebbe andare incontro. Punti salienti piccoli flash! 1. L adulto diffida da ciò che non conosce (anche dalle tecnologie), mentre i giovani sono molto abili. È importante stare con i ragazzi quando navigano; meglio posizionare il pc in sala o in cucina e non in camera dove possono rimanere da soli se Internet è attivo. In ogni caso, a 9 anni, i bambini, non devono chattare Fanno domande strane? Su le antenne!!! GROOMING adescamento on line; spesso gli adescamenti vengono fuori perché i genitori se ne accorgono in modo accidentale. È importante segnalare eventuali sospetti, dobbiamo puntare a fare del bene. Fondamentale, per affrontare il problema, che i ragazzi parlino con gli adulti. Far capire loro che le persone che si conoscono in rete non sempre sono quelle che crediamo. Spot Polizia Postale: Fermiamo Mangiafuoco 12

13 2. I genitori dovranno avere più potere ispettivo; se il bambino/ragazzo cambia password o pin, insospettirsi, eventualmente togliere il pc/cellulare in mancanza di risposte. Lavorare su problematicità non mi dai il pin, perché parliamone Stessa cosa se il minore non consente l accesso alla sua cameretta molto probabilmente o c è qualcosa che non va o ha dei segreti da proteggere. Non attivare Internet non serve, è molto utile per lo studio e per la vita degli studenti. Il ragazzo che, non avendo la connessione vorrà navigare, lo farà ugualmente e maggiormente con gli amici e noi non potremo più avere quel minimo, prezioso controllo. 3. Grande problematica su minori oggi: pedopornografia black list - (legge gestori telefonici). I provider devono oscurare siti in black list per evitare che qualcuno vi capiti. n linea di massima vengono filtrati siti di pedopornografia e scommesse online (non legali). Maggiori rischi in Chat e giochi online. Dipendenza quando negano il tempo trascorso su Internet/socialnetwork. 4. Procurato allarme è reato. Perseguibilità già dai 14 ai 18 anni. In caso di offesa o dolo sarà eventualmente il genitore che dovrà risarcire anche il danno psicologico. A 14 anni, incapacità di valutare l azione. 5. Sarebbe opportuna una vasta campagna informativa, riunioni, conferenze, ampia platea, ma spesso i più interessati, come sempre, non partecipano, non si sentono coinvolti. Pedofilo: psicologo molto attento che cercherà di isolare il bambino, gli chiederà dove ha il pc, se ha una webcam, parlerà dei genitori per capire se il bambino comunica con loro, se hanno un dialogo. Il minore non si rende conto, poi subentra il ricatto. Queste persone danno finta sicurezza, coltivano il dialogo per mesi. Criminali che si nascondono ovunque. Criminali verso indifesi. Dobbiamo invitare i bambini a ragionare prima di pubblicare qualcosa su Internet e soprattutto non consentire loro di esporre foto e dati sensibili. Ragazzi timidi prediligono Facebook-Twitter senza sapere che i socialnetwork li espongono. Quando cominciano a girare le foto, ci troviamo in guai seri Purtroppo le foto e i video vanno in giro facilmente, anche con i cellulari. Nell intervento mirato, la Polizia si inserisce e chatta on line con il pedofilo a sua insaputa. Fondamentale l intervento tempestivo. Attività sotto copertura. La Polizia si frappone tra i diversi utenti. Controlli incrociati. Eccezionale spot della Polizia Postale contro la pedofilia: Cyberbullismo: grande effetto sui giovani. Filmati di prepotenza per dispetto, violenza, ricatto. Obiettivo: dare percezione di cosa si possa o no fare su Internet. A volte i ragazzi non sanno che possono essere perseguiti al di sotto dei 14 anni. È fondamentale lavorare sui genitori. Ogni pc che si affaccia ad Internet ha un numero DNS per la rintracciabilità; falsa certezza anonimato. Il bullo deve sapere che è controllato. Si può causare anche danno da risarcire. 13

14 Famiglie chiamate in causa se genitori di minori. La pena, in casi di reati legati al cyberbullismo va dai 6 ai 12 anni di reclusione mentre la multa per la famiglia va dai ai euro (poi eventuali attenuanti). Riprendere qualcuno senza consenso e/o pubblicarne foto e video sul web a insaputa dell interessato, potrebbe portare a spiacevoli conseguenze. Il Cyberbullismo coinvolge minori di età compresa tra i 10 e i 16 anni, un'immagine di bravi studenti, una competenza informatica superiore alla media, incapacità a valutare la gravità delle azioni compiute on-line: questo l'identikit del cyberbullo che usa internet per realizzare quello che magari non riesce a vendicare nella vita reale, quello che non ha il coraggio di fare nel cortile della scuola. Si conoscono tra i banchi di scuola o nella palestra del pomeriggio. Tramite il click del mouse, si sostituiscono ai compagni di classe più timidi sui social network e a nome di altri diffondono immagini e informazioni riservate tramite MMS sui telefonini, raccontano particolari personali o dichiarano disponibilità sessuali a nome delle compagne; questi i comportamenti devianti più spesso arrivati all'attenzione degli agenti della Polizia delle Comunicazioni. Numerosi i casi negli ultimi anni, ma nulla vieta di ritenere che i giovani tengano sotto silenzio molte delle prepotenze on-line perché non sanno che esistono leggi per tutelarli e perché, in fond, la sofferenza di "leggersi" insultato sul web è motivo di vergogna, è testimonianza di debolezza che non si vuole confessare nemmeno alla Polizia. Spot Polizia Postale: Il cyberbullismo è un reato SOCIALNETWORK (facebook/twitter) Non dovrebbero accedervi minori al di sotto dei 13 anni; chat con rischio adescamento, pericoli, bassa percezione di stabilire amicizie. I ragazzi dovrebbero sapere che dietro alle immagini ci sono persone e che tra di loro potrebbero nascondersi malintenzionati, criminali che sono ovunque, anche per strada. Spiegare ai bambini i pericoli del web con materiale e linguaggio diversificati, adatti ad un target di minori. Nessuno può ignorare il cambiamento, fondamentale il ruolo di genitori ed insegnanti nell educare e guidare i minori verso un uso consapevole degli strumenti tecnologici e di internet valorizzandone le enormi potenzialità affinché diventino strumento di condivisione e crescita utili per lo studio oggi, indispensabili per la vita domani. 14 Laura Zocco Consiglio di Istituto del 16 gennaio 2013

15 16. Collaborato all impostazione del Diario d Istituto, anche se in minima parte, visti i problemi di salute di mio padre che vive in Toscana a causa dei quali non ho potuto essere sempre presente agli incontri. 17. Organizzato il CARNEVALE PIETRESE e LA FESTA DI FINE ANNO in collaborazione con le funzioni strumentali Bertone Manuela per la scuola dell infanzia e Malatesta Antonio per la scuola secondaria di 1 grado. Il giorno sabato 14 febbraio 2015 ha avuto luogo il CARNEVALE pietrese finanziato dalle Associazioni FACCIAMO CENTRO, ASSOMARE e APA. Hanno partecipato le scuole dell infanzia e primarie dell Istituto Comprensivo. Sono stati organizzati banchetti a libera offerta del comprensivo dalla mattina alle otto fino alla sera alle per la vendita di bugie, fiori e gadgets per il mantenimento dei laboratori e delle LIM per la scuola primaria e materiale di consumo per l infanzia. Quest anno, finalmente, dopo 14 anni di carnevali in piazza, c è stata la vera sinergia tra le risorse del territorio e le scuole. Purtroppo il maltempo non ha consentito lo svolgimento di una bella festa che è stata riproposta a giugno come FESTA DELLA SCUOLA DI FINE ANNO e ha avuto grande successo: bambini tutti in maschera in una bellissima giornata di sole 15

16 Venerdì 5 giugno 2015 Un ringraziamento a tutti, grandi e piccoli, per aver condiviso una giornata piacevolissima, piena di gioia, musica e colori! Un grazie speciale all'associazione FACCIAMO CENTRO che ha offerto ai bambini buoni per fantastici gelati, caldissime "focaccine" e ottimi dolcetti :) Grazie anche al Comune di Pietra per il piccolo contributo, i dj e il trenino. Le insegnanti di scuola dell infanzia e primaria che hanno collaborato nelle due giornate: Arnaldi, Bertone, Bianchi, Bocchiola, Buzzurro, Camurri, Cassullo, Civano, Colantuoni, Crosta, De Luca, Desalvo, Fasulo, Furini, Gallantina, Gambaro, Giannattasio, Migliaccio, Montagna, Rebella, Scebba, Silvano, Solari, Tonelli, Vassallo, Venturino, Viola, Zocco, Zuffo. Secondaria: Malatesta e Mattea. Organizzare il carnevale è stato impegnativo, abbiamo dovuto prendere contatti con tutti, effettuare incontri anche in Comune con Associazioni, animatori, preparare cestini accattivanti con cose da vendere, regali a sorpresa, impacchettare bugie, preparare cartelloni e lavoretti dei bambini. Ma la fatica passa, quando vediamo tanta sinergia con le risorse del territorio, anche in momenti di crisi. Tutti, e dico proprio tutti, si sono stretti ancora una volta intorno alla nostra scuola con affetto e collaborazione vera. Alla prossima!!! Funzione strumentale area 2 Pietra Ligure 18 giugno Laura Zocco

Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo di Pietra Ligure Prof. Pier Luigi Ferro

Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo di Pietra Ligure Prof. Pier Luigi Ferro Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo di Pietra Ligure Prof. Pier Luigi Ferro Relazione finale Funzione Strumentale Area 2 insegnante Laura Zocco I progetti per richiedere fondi Relazione Finale

Dettagli

Grazie, grazie, grazie, la Vostra donazione è per noi molto importante, ci infatti di guardare avanti con l orgoglio di una scuola che cambia!

Grazie, grazie, grazie, la Vostra donazione è per noi molto importante, ci infatti di guardare avanti con l orgoglio di una scuola che cambia! Spett. le Fondazione De Mari desideriamo ringraziarvi per il finanziamento che abbiamo ricevuto; il Vostro contributo ha dato un importante aiuto alla nostra scuola consentendole di andare avanti e di

Dettagli

Progetto Cittadini della rete,

Progetto Cittadini della rete, Progetto Cittadini della rete, IIS G. Galilei di Crema Scuole Medie Galmozzi di Crema Scuole Medie di Sergnano. Coinvolti: 471 ragazze /i Età: tra i 12 ed i 16 anni, Silvio Bettinelli, 14 novembre 2012

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete 1 di 11 risposte Riepilogo Vedi le risposte complete 1. Quanti anni hai? 12 anni 77 16% 13 anni 75 16% 14 anni 134 28% 15 anni 150 32% 16 anni 27 6% Other 8 2% 2. Quale scuola stai frequentando? Medie

Dettagli

CYBERBULLISMO è un tipo di bullismo che si verifica attraverso i mezzi elettronici: social network, chat, sms, email...

CYBERBULLISMO è un tipo di bullismo che si verifica attraverso i mezzi elettronici: social network, chat, sms, email... Dott.ssa Vera Blasutti 1 FIGLI ALLE PRESE COI SOCIAL NETWORK: COME SENTIRSI AL SICURO Come i genitori possono educare i figli ad un utilizzo attento della rete COSA SONO I SOCIAL NETWORK Si tratta di siti

Dettagli

Relazione Finale progetto II Anno

Relazione Finale progetto II Anno Relazione Finale progetto II Anno Premessa Anche quest anno ho la necessità di fare una premessa. Quando a giugno ho pensato di creare un giornalino a scuola come progetto per l ultimo anno del DOL ero

Dettagli

Polizia di Stato. L uso sicuro della Rete e dei social network

Polizia di Stato. L uso sicuro della Rete e dei social network L uso sicuro della Rete e dei social network LA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Servizio Centrale 20 Compartimenti regionali 80 Sezioni provinciali Compartimenti Polizia Postale Sezioni della Polizia

Dettagli

Milano 15/04/2014. Alla cortese attenzione di: Prof.ssa Graziella Cotta Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Como Borgovico

Milano 15/04/2014. Alla cortese attenzione di: Prof.ssa Graziella Cotta Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Como Borgovico 100 Como (CO) Milano 15/04/014 Alla cortese attenzione di: Prof.ssa Graziella Cotta Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Como Borgovico Oggetto: relazione finale progetto Pochi pesci nella rete A.S.

Dettagli

Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori

Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori Marco Grollo Responsabile Nazionale Progetti, Associazione Media Educazione Comunità www.edumediacom.it

Dettagli

I rischi della navigazione dei minori sulla rete Internet

I rischi della navigazione dei minori sulla rete Internet I rischi della navigazione dei minori sulla rete Internet Dott. Marco Valerio Cervellini Sost. Commissario della Polizia di Stato Responsabile dei progetti di educazione alla legalità e navigazione sicura

Dettagli

in rete Un progetto di educazione digitale per l utilizzo responsabile e consapevole della rete e delle nuove tecnologie.

in rete Un progetto di educazione digitale per l utilizzo responsabile e consapevole della rete e delle nuove tecnologie. cchi in rete Un progetto di educazione digitale per l utilizzo responsabile e consapevole della rete e delle nuove tecnologie. COME SI ARTICOLA IL PROGETTO Internet è diventato uno straordinario strumento

Dettagli

Politica d Uso Accettabile (PUA) delle Tecnologie Informatiche e della Comunicazione (TIC)

Politica d Uso Accettabile (PUA) delle Tecnologie Informatiche e della Comunicazione (TIC) I S T I T U T O O M N I C O M P R E N S I V O SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO E LICEO SCIENTIFICO Via Cupello n.2-86047 SANTA CROCE DI MAGLIANO (CB) Tel. 0874728014 Fax 0874729822

Dettagli

REGOLAMENTO. di gestione e utilizzo delle reti informatiche e delle strutture multimediali. I.I.S. F.Orioli di Viterbo sede centrale via Villanova snc

REGOLAMENTO. di gestione e utilizzo delle reti informatiche e delle strutture multimediali. I.I.S. F.Orioli di Viterbo sede centrale via Villanova snc REGOLAMENTO di gestione e utilizzo delle reti informatiche e delle strutture multimediali I.I.S. F.Orioli di Viterbo sede centrale via Villanova snc I.I.S. F.Orioli di Viterbo sede Liceo Artistico via

Dettagli

Internet e Social Networks: Sicurezza e Privacy

Internet e Social Networks: Sicurezza e Privacy Internet e Social Networks: Sicurezza e Privacy M. Claudia Buzzi, Marina Buzzi IIT-CNR, via Moruzzi 1, Pisa Marina.Buzzi@iit.cnr.it, Claudia.Buzzi@iit.cnr.it Nativi digitali: crescere nell'era di Internet

Dettagli

Proteggi la tua famiglia online

Proteggi la tua famiglia online con la collaborazione di Proteggi la tua famiglia online Pensi che il PHISHING sia solo un tipo di pesca? Pensi che i COOKIE siano solo biscotti? Pensi che un VIRUS sia solo un raffreddore? Proteggi la

Dettagli

Titolo progetto: La scuola nella rete e l approccio all innovazione tecnologica

Titolo progetto: La scuola nella rete e l approccio all innovazione tecnologica 1. Il Progetto strategico Titolo progetto: La scuola nella rete e l approccio all innovazione tecnologica 1.1. Descrizione del progetto: L Istituto espazia ha una rete parziale cablata all interno della

Dettagli

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015 Internet istruzioni per l uso Marcallo, 29 Aprile 2015 Conoscere per gestire il rischio La Rete, prima ancora di essere qualcosa da giudicare, è una realtà: un fatto con il quale bisogna confrontarsi Internet

Dettagli

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 1 CHE COS È INTERNET? INTERNET (connessione di rete) E' la "rete delle reti" perché collega fra

Dettagli

I pericoli di internet e della rete, per genitori e docenti

I pericoli di internet e della rete, per genitori e docenti I pericoli di internet e della rete, per genitori e docenti Oggi Purtroppo dobbiamo prendere atto che nella nostra società manca quasi totalmente una vera educazione ai pericoli della rete perché spesso

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 16 VALPANTENA. Piazza Penne Mozze, 1 37142 Poiano (Verona) Tel. 045/8700503-045/8700303 fax - 045/8700037 www.ic16verona.gov.

ISTITUTO COMPRENSIVO N 16 VALPANTENA. Piazza Penne Mozze, 1 37142 Poiano (Verona) Tel. 045/8700503-045/8700303 fax - 045/8700037 www.ic16verona.gov. ISTITUTO COMPRENSIVO N 16 VALPANTENA Piazza Penne Mozze, 1 37142 Poiano (Verona) Tel. 045/8700503-045/8700303 fax - 045/8700037 www.ic16verona.gov.it RELAZIONE FUNZIONI STRUMENTALI INFORMATICA a.s 2014-2015

Dettagli

La Scuola Secondaria di Primo Grado

La Scuola Secondaria di Primo Grado La Scuola Secondaria di Primo Grado È un ambiente educativo sereno, nel quale i ragazzi imparano solide nozioni di base e un efficace metodo di studio, utilizzando le nuove tecnologie, la rete internet

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L USO DELLE RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE (P.U.A. POLITICA D USO ACCETTABILE E SICURA DELLA SCUOLA)

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L USO DELLE RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE (P.U.A. POLITICA D USO ACCETTABILE E SICURA DELLA SCUOLA) REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L USO DELLE RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE (P.U.A. POLITICA D USO ACCETTABILE E SICURA DELLA SCUOLA) Il presente documento denominato PUA (Politica d Uso Accettabile e Sicura

Dettagli

La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria. Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara

La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria. Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara Lim in classe o in laboratorio? Il progetto suggeriva l introduzione della Lim nelle singole classi, ma

Dettagli

Politica d Uso Accettabile della scuola

Politica d Uso Accettabile della scuola ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DON MILANI Viale delle Regioni, 62 70132 - Bari Telefono 080-5371951 Fax 080-5375520 e_mail: baic812002@istruzione.it - c.f. 93403070720 PEC baic812002@pec.istruzione.it www.donmilanibari.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE I.C. 41 CONSOLE Via Diomede Carafa, 28 80124 - Napoli A.S. 2014/2015 RELAZIONE FINALE F.S. AREA 4

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE I.C. 41 CONSOLE Via Diomede Carafa, 28 80124 - Napoli A.S. 2014/2015 RELAZIONE FINALE F.S. AREA 4 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE I.C. 41 CONSOLE Via Diomede Carafa, 28 80124 - Napoli A.S. 2014/2015 RELAZIONE FINALE F.S. AREA 4 GESTIONE TECNOLOGICA E SITI WEB SEDE FORNARI DOCENTE LONIGRO MARIAROSARIA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 41 CONSOLE Via Diomede Carafa, 68 80125 - Napoli ANNO SCOLASTICO: 2014-15 AREA 4 NUOVE TECNOLOGIE PLESSO CONSOLE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 41 CONSOLE Via Diomede Carafa, 68 80125 - Napoli ANNO SCOLASTICO: 2014-15 AREA 4 NUOVE TECNOLOGIE PLESSO CONSOLE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 41 CONSOLE Via Diomede Carafa, 68 801 - Napoli ANNO SCOLASTICO: 2014-15 Denominazione Progetto: FUNZIONE STRUMENTALE AREA 4 NUOVE TECNOLOGIE PLESSO CONSOLE Responsabile Progetto:

Dettagli

1. ESAME DELLA DOTAZIONE TECNOLOGICA E INFORMATICA DI OGNI PLESSO SCOLASTICO 2. REDAZIONE DEL PIANO PER LO SVILUPPO TECNOLOGICO DELL ISTITUTO

1. ESAME DELLA DOTAZIONE TECNOLOGICA E INFORMATICA DI OGNI PLESSO SCOLASTICO 2. REDAZIONE DEL PIANO PER LO SVILUPPO TECNOLOGICO DELL ISTITUTO PIANO DI LAVORO 1. ESAME DELLA DOTAZIONE TECNOLOGICA E INFORMATICA DI OGNI PLESSO SCOLASTICO 2. REDAZIONE DEL PIANO PER LO SVILUPPO TECNOLOGICO DELL ISTITUTO 3. REDAZIONE DEL PIANO DEGLI ACQUISTI INFORMATICI

Dettagli

Social Network : Tra Rischi e Opportunità

Social Network : Tra Rischi e Opportunità Social Network : Tra Rischi e Opportunità Analisi Cosa non fare Cosa fare Franco Battistello Imprenditore IT battistello.franco@ibs.vi.it WEB : evoluzione velocissima Quiz : valore di un cellulare Quiz

Dettagli

POLIZIA DI STATO COMPARTIMENTO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI BOLOGNA

POLIZIA DI STATO COMPARTIMENTO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI BOLOGNA POLIZIA DI STATO COMPARTIMENTO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI BOLOGNA POLIZIA DI STATO La rete siamo noi Seminario organizzato dal CORECOM e Difensore Civico 19 maggio 2011 Ispettore Capo Luca Villani

Dettagli

MINORI E TELEFONIA MOBILE. Indagine conoscitiva sull uso del cellulare da parte dei bambini e dei ragazzi

MINORI E TELEFONIA MOBILE. Indagine conoscitiva sull uso del cellulare da parte dei bambini e dei ragazzi Centro Studi Minori & Media MINORI E TELEFONIA MOBILE Indagine conoscitiva sull uso del cellulare da parte dei bambini e dei ragazzi Direzione Scientifica Alberto Marradi Elaborazione dati e redazione

Dettagli

POLITICA D USO ACCETTABILE E SICURO DELLA RETE A SCUOLA

POLITICA D USO ACCETTABILE E SICURO DELLA RETE A SCUOLA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI VICCHIO Viale B. Angelico, 22 50039 VICCHIO (FI) Tel. 055.844254 FAX 055.8448641 E-mail scuolavicchio@tiscali.it POLITICA D USO ACCETTABILE E SICURO DELLA RETE A SCUOLA

Dettagli

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Workshop n. 10 L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Introducono il tema e coordinano i lavori - Simona Cherubini, Lega delle Cooperative - Giancarlo Pasinetti,

Dettagli

INTERVENTO CONDOTTO DA MONICA MOLINARI, infermiera legale e forense MARITA CERETTO, esperta di web

INTERVENTO CONDOTTO DA MONICA MOLINARI, infermiera legale e forense MARITA CERETTO, esperta di web CONVEGNO ABUSO e MALTRATTAMENTO nell ETA EVOLUTIVA: IERI E OGGI EQUIPE ATTENTI AL LUPO 21 OTTOBRE 2014 INTERVENTO CONDOTTO DA MONICA MOLINARI, infermiera legale e forense MARITA CERETTO, esperta di web

Dettagli

Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Veneto

Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Veneto Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Veneto Che cos e INTERNET? Come nasce? (Arpa-net) 1969-DARPA Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti 1983 evoluzione in Internet Cosa sono i Protocolli

Dettagli

Come Internet influenza il rapporto genitori figli. dott. Davide D Agostino. Click icon to add picture. loro iniziano sempre prima

Come Internet influenza il rapporto genitori figli. dott. Davide D Agostino. Click icon to add picture. loro iniziano sempre prima loro iniziano sempre prima Come Internet influenza il rapporto genitori figli dott. Davide D Agostino Click icon to add picture Maresciallo Capo della GDF responsabile della Squadra reati Informatici Procura

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Regina Margherita Scuola dell Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di primo

Dettagli

Progetto Smartphone 4 Smartguys A.S. 2014/2015. Sintesi dei questionari ai ragazzi e ai genitori

Progetto Smartphone 4 Smartguys A.S. 2014/2015. Sintesi dei questionari ai ragazzi e ai genitori Progetto Smartphone 4 Smartguys A.S. 2014/2015 Sintesi dei questionari ai ragazzi e ai genitori Associazione Icaro ce l'ha fatta ONLUS Pagina 1 di 41 Anagrafica dei questionari Associazione Icaro ce l'ha

Dettagli

Accompagnare i figli nella crescita Internet e la Rete: come proteggere i minori

Accompagnare i figli nella crescita Internet e la Rete: come proteggere i minori Accompagnare i figli nella crescita Internet e la Rete: come proteggere i minori Premessa Quasi tutte le informazioni inerenti Internet sono un estratto del Vademecum Internet minori @ adulti del Corecom

Dettagli

SCUOLA MEDIA STATALE A.Diaz OLBIA

SCUOLA MEDIA STATALE A.Diaz OLBIA SCUOLA MEDIA STATALE A.Diaz OLBIA REGOLE PER UN USO ACCETTABILE E RESPONSABILE DI INTERNET La Commissione incaricata dal Dirigente Scolastico ha elaborato questo documento sull uso accettabile della rete

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Ottavia Ferrannini Supervisione di Chiara

Dettagli

Relazione finale modulo di progettazione 2 anno Progetto: la Pubblicità a.s. 2008/09

Relazione finale modulo di progettazione 2 anno Progetto: la Pubblicità a.s. 2008/09 Relazione finale modulo di progettazione 2 anno Progetto: la Pubblicità a.s. 2008/09 L idea del progetto sulla pubblicità è nata dalla decisione di partecipare ad un concorso proposto nell ambito della

Dettagli

Il mondo dei social network

Il mondo dei social network Il mondo dei social network ( in particolare) Prof. Danilo Piazza Premessa Il presente documento è una sintesi dell incontro svolto in presenza. Come tale esso diventa significativamente fruibile avendo

Dettagli

NONNI SU INTERNET LINEE GUIDA PER NONNI. Fondazione Mondo Digitale

NONNI SU INTERNET LINEE GUIDA PER NONNI. Fondazione Mondo Digitale NONNI SU INTERNET LINEE GUIDA PER NONNI Fondazione Mondo Digitale FONDAZIONE Nonni su Internet - Linee Guida per Nonni - edizione prima - Questo manuale è a cura della dott.ssa Annamaria Cacchione, sotto

Dettagli

Facciamo rete 15 gennaio 2014

Facciamo rete 15 gennaio 2014 Facciamo rete 15 gennaio 2014 8 marzo 1990 marzo 1991 (Iperbole 9 gennaio 1995) Tutti i plessi hanno una connessione a Internet Tutte le classi di scuola primaria e secondaria hanno almeno un PC in classe

Dettagli

RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO

RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO M.I.U.R. U.S.R. per la Campania Direzione Generale ISTITUTO COMPRENSIVO 3 - GADDA Via A. Gramsci,22 80010 Quarto (Na) Tel & Fax: 081/8768767 e-mail : naic8fc004@istruzione.it Sito web : www.icterzogadda.it

Dettagli

Una guida per i genitori su. 2015 ConnectSafely.org

Una guida per i genitori su. 2015 ConnectSafely.org Una guida per i genitori su 2015 ConnectSafely.org Le 5 PRINCIPALI domande che i genitori hanno su Instagram 1. Perché i ragazzi adorano Instagram? Perché adorano i contenuti multimediali e amano condividerli

Dettagli

NONNI SU INTERNET Contenuto del programma Corso base di 15 lezioni

NONNI SU INTERNET Contenuto del programma Corso base di 15 lezioni NONNI SU INTERNET Contenuto del programma Corso base di 15 lezioni Il progetto Nonni su Internet è adatto a tutti gli ordini di scuola. La durata degli incontri e gli argomenti da trattare vanno adattati

Dettagli

Regolamento. sulla gestione e l utilizzo delle reti informatiche e sulle strutture multimediali. dell Istituto Comprensivo di Capraia e Limite

Regolamento. sulla gestione e l utilizzo delle reti informatiche e sulle strutture multimediali. dell Istituto Comprensivo di Capraia e Limite 1 Regolamento sulla gestione e l utilizzo delle reti informatiche e sulle strutture multimediali dell Istituto Comprensivo di Capraia e Limite 2 Premessa: Il presente regolamento deve essere un punto di

Dettagli

(ISC) 2 Italy Chapter: Sicurezza in Internet per le Scuole

(ISC) 2 Italy Chapter: Sicurezza in Internet per le Scuole (ISC) 2 Italy Chapter: curezza in Internet per le Scuole Milano, 15/10/2015 Gentile Dott.ssa Righi, Preside Istituto Comprensivo Narcisi via Narcisi 2, Milano (ISC) 2 Italy Chapter è il capitolo italiano

Dettagli

Destinazioni alternative. Rispetto della diversità, prevenzione della violenza e uso consapevole delle nuove tecnologie

Destinazioni alternative. Rispetto della diversità, prevenzione della violenza e uso consapevole delle nuove tecnologie fondi strutturali europei 2007-2013 fondo sociale europeo FSE mmove p u Destinazioni alternative Rispetto della diversità, prevenzione della violenza e uso consapevole delle nuove tecnologie VERSO UN USO

Dettagli

La mediazione genitoriale nell uso di internet e dello smartphone

La mediazione genitoriale nell uso di internet e dello smartphone La mediazione genitoriale nell uso di internet e dello smartphone Ricerca a cura di Giovanna Mascheroni e Barbara Scifo OssCom per Vodafone Università Cattolica di Milano, 2 febbraio 2012 Metodologia Ricerca

Dettagli

La Scuola dell Infanzia

La Scuola dell Infanzia La Scuola dell Infanzia Un ambiente educativo accogliente e stimolante; nel quale sia naturale sviluppare, attraverso esperienze, attività e giochi, alcune competenze di base che strutturino la crescita

Dettagli

lingue: non funzionano gli audio senza linea. Difficoltà dopo l'aggiornamento delle app nel caricare i libri.

lingue: non funzionano gli audio senza linea. Difficoltà dopo l'aggiornamento delle app nel caricare i libri. Libr@ Verifica anno 2013/14 ASPETTI PUNTI DI FORZA LIMITI MIGLIORAMENTO Motivazione e organizzazione Interesse, motivazione e coinvolgimento da parte di tutti. Uso del web Possibilità di reperire in Internet

Dettagli

rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it

rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it 1 COSA SONO? piazze virtuali, luoghi in cui, via Internet, ci si ritrova portando con sé e condividendo

Dettagli

Relazione Finale Attività svolta dal docente incaricato di Funzione Strumentale prof. Cosimo Resta

Relazione Finale Attività svolta dal docente incaricato di Funzione Strumentale prof. Cosimo Resta Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE NEVIANO con sezione staccata di Seclì Scuola dell Infanzia, Primaria e

Dettagli

Anno scolastico 2008/09

Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO AZZANO SAN PAOLO Il presente opuscolo, che racchiude le linee programmatiche essenziali utili ad identificare la nostra scuola, costituisce una sintesi del Piano dell Offerta Formativa;

Dettagli

NONNI SU INTERNET. Linee guida per Nonni. Fondazione Mondo Digitale

NONNI SU INTERNET. Linee guida per Nonni. Fondazione Mondo Digitale Nonni su Internet NONNI SU INTERNET Linee guida per Nonni Fondazione Mondo Digitale Linee guida per Nonni Questo manuale è a cura della Fondazione Mondo Digitale con la supervisione del prof. Alfonso Molina.

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO. di utilizzo della RETE INTERNET. e del REGISTRO ELETTRONICO PROGETTO PON

REGOLAMENTO INTERNO. di utilizzo della RETE INTERNET. e del REGISTRO ELETTRONICO PROGETTO PON Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca LICEO P. NERVI G. FERRARI P.zza S. Antonio 23017 Morbegno (So) Indirizzi: Artistico, Linguistico, Scientifico, Scientifico - opz. Scienze applicate

Dettagli

La tutela della privacy nei social network. I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di

La tutela della privacy nei social network. I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di La tutela della privacy nei social network di Stefano Santini I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di diffusione e di accesso pressoché illimitato, permettendo

Dettagli

PARMA CURRICOLO VERTICALE DELLE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE UNA GABBIA DI LEONI. Dodi, Lorenzato, Nicolosi, Pedretti, Verdi

PARMA CURRICOLO VERTICALE DELLE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE UNA GABBIA DI LEONI. Dodi, Lorenzato, Nicolosi, Pedretti, Verdi Titolo Autrici Destinatari Dimensione UNA GABBIA DI LEONI Dodi, Lorenzato, Nicolosi, Pedretti, Verdi Secondaria di Primo Grado Interazione positiva e senso di appartenenza Obiettivi - Interagisce e si

Dettagli

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Uno strumento unico per risolvere i problemi di compatibilità tra le diverse lavagne interattive Non fermarti alla LIM, con

Dettagli

Sono on line dunque esisto I giovani e la realtà virtuale

Sono on line dunque esisto I giovani e la realtà virtuale Promosso da In collaborazione con Finanziato dal progetto I.O.R. Sono on line dunque esisto I giovani e la realtà virtuale Sabato 14 dicembre 2013 Sala Marvelli, Provincia di Rimini Le nuove generazioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA PROGETTO INFORMATICA: UNPLUGGED ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PREMESSA Come è noto, l insegnamento della tecnologia/informatica è entrata a far parte del normale curricolo

Dettagli

EVOLUZIONE DELLE COMUNICAZIONI

EVOLUZIONE DELLE COMUNICAZIONI : EVOLUZIONE DELLE COMUNICAZIONI Messaggero Telegrafo Telefono Televisione Internet Comunicazioni satellitari 1 VANTAGGI DELL'EVOLUZIONE Velocità delle comunicazioni Accesso a varie informazioni Scambio

Dettagli

La Famiglia nell era digitale

La Famiglia nell era digitale La Famiglia nell era digitale sabato 22 gennaio 2011 Firenze - Convitto della Calza Alcuni siti web che possono essere utilmente consultati per Navigare sicuri bambini e adulti Siti che possono essere

Dettagli

DOL Diploma on Line per esperti di didattica assistita MODULO DI PROGETTAZIONE (2 anno) Playing with Pinocchio. Relazione finale di Sonia Graziotto

DOL Diploma on Line per esperti di didattica assistita MODULO DI PROGETTAZIONE (2 anno) Playing with Pinocchio. Relazione finale di Sonia Graziotto DOL Diploma on Line per esperti di didattica assistita MODULO DI PROGETTAZIONE (2 anno) Playing with Pinocchio Relazione finale di Sonia Graziotto Migliorare la qualità dell insegnamento, avvalendosi delle

Dettagli

Prot.n. 6077/C12 Rubano, 24 novembre 2014

Prot.n. 6077/C12 Rubano, 24 novembre 2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO M. BUONARROTI Scuola Infanzia - Primaria - Secondaria di I grado Viale Po, 20-35030 RUBANO (PD) Tel. 049/8982111- Fax 049/8982110

Dettagli

POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ!

POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ! POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ! Introduzione pag. 2 Strumenti utili per aiutare Pollicino a non perdersi nella Rete pag. 3 A cura di Symantec Consigli utili per aiutare Pollicino

Dettagli

sostegno ed inclusione scolastica Istituto Professionale di Stato F. Martini per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera

sostegno ed inclusione scolastica Istituto Professionale di Stato F. Martini per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera sostegno ed inclusione scolastica Istituto Professionale di Stato F. Martini per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera IL SOSTEGNO Chi fa il docente di sostegno non fa ore di sostegno come le galline

Dettagli

Affrontare il DSA attraverso un azione territoriale integrata: l esperienza di Vercelli

Affrontare il DSA attraverso un azione territoriale integrata: l esperienza di Vercelli Affrontare il DSA attraverso un azione territoriale integrata: l esperienza di Vercelli di Angela Fossati Buongiorno a tutti, sono Angela Fossati, docente utilizzata a supporto dell integrazione alunni

Dettagli

1 Istituto Comprensivo -Anagni. Relazione finale. Funzione Strumentale Area 3

1 Istituto Comprensivo -Anagni. Relazione finale. Funzione Strumentale Area 3 1 Istituto Comprensivo -Anagni Anno scolastico 2014/15 Relazione finale Funzione Strumentale Area 3 -Progettazione e gestione sito web -Gestione dei laboratori d Informatica Ins. Aureli Brunella Ins. Brunella

Dettagli

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati).

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). HEY! SONO QUI! (Ovvero come cerco l attenzione). Farsi notare su internet può essere il tuo modo di esprimerti. Essere apprezzati dagli altri è così

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

Regolamento per l'uso delle nuove tecnologie

Regolamento per l'uso delle nuove tecnologie All. 11 POF 2014-15 Regolamento per l'uso delle nuove tecnologie L uso delle nuove tecnologie e la possibilità di accedere da scuola alle risorse documentarie tramite Internet è un fattore che può migliorare

Dettagli

Installare un nuovo programma

Installare un nuovo programma Installare un nuovo programma ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Installare un nuovo programma sul computer installazione Quando acquistiamo

Dettagli

I.T.S. G. GIRARDI. Progetto legalità a.s. 2014/2015 Privacy e disagio giovanile. Risultati dei questionari somministrati agli studenti

I.T.S. G. GIRARDI. Progetto legalità a.s. 2014/2015 Privacy e disagio giovanile. Risultati dei questionari somministrati agli studenti I.T.S. G. GIRARDI Progetto legalità a.s. 214/215 Privacy e disagio giovanile Risultati dei questionari somministrati agli studenti Classi coinvolte: 3AA 3AT 3AR 3BR 3CR 3AS - 3BS Rilevazione dei dati relativi

Dettagli

REGOLAMENTO DI ACCESSO E USO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA

REGOLAMENTO DI ACCESSO E USO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA REGOLAMENTO DI ACCESSO E USO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA FINALITA Il laboratorio di Informatica è una risorsa didattica e formativa indirizzata a tutte quelle materie che ne prevedano l uso. In esso

Dettagli

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N CIAO! Abbiamo bisogno di te. Vogliamo sapere come i ragazzi e le ragazze della tua età usano il cellulare e la rete Internet. Non scrivere il tuo nome. 1. Sei? 1 Un ragazzo

Dettagli

«CYBERBULLISMO» LE INIZIATIVE DEL GARANTE DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA. Italo Tanoni www.ombudsman.marche.it

«CYBERBULLISMO» LE INIZIATIVE DEL GARANTE DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA. Italo Tanoni www.ombudsman.marche.it «CYBERBULLISMO» LE INIZIATIVE DEL GARANTE DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA Italo Tanoni www.ombudsman.marche.it Fermignano, 18/10/2013 DEFINIZIONE Con il termine cyberbullismo si identificano le azioni

Dettagli

Guida per il partecipante

Guida per il partecipante CORSO DI ALFABETIZZAZIONE DIGITALE PER CITTADINI Primo Livello COMPUTER/TABLET Guida per il partecipante Indice dei contenuti Introduzione al corso... 2 Destinatari dei Corsi... 2 Obiettivi del corso...

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA

ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA Codice fiscale : 98156990172 SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013/2014 SINTESI PROGETTO / ATTIVITA Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione progetto Indicare codice

Dettagli

Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri

Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri Incontro 3: Corso di aggiornamento sull uso di internet Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri Istituto Alberghiero De Filippi Via Brambilla 15, 21100 Varese www.istitutodefilippi.it

Dettagli

Modulo 2, Unità Didattica 4: La posta certificata e i servizi in rete

Modulo 2, Unità Didattica 4: La posta certificata e i servizi in rete PON 2007-2013 Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II Capacità istituzionale Obiettivo H "Migliorare la governance e la valutazione del sistema scolastico" Progetto Semplificazione e nuovo Codice dell

Dettagli

VADEMECUM PROCEDURE RAGAZZI DSA MAJORANA

VADEMECUM PROCEDURE RAGAZZI DSA MAJORANA VADEMECUM PROCEDURE RAGAZZI DSA MAJORANA - DIAGNOSI E PROFILO DI FUNZIONALITA - All atto dell iscrizione portare in segreteria la diagnosi DSA dell alunno e farla protocollare, accompagnata possibilmente

Dettagli

SERVIZI WEB 2.0 E TUTELA DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA

SERVIZI WEB 2.0 E TUTELA DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA SERVIZI WEB 2.0 E TUTELA DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA IL PERCORSO LABORATORIALE L indagine Servizi web 2.0 1 e tutela dei diritti dell infanzia e dell adolescenza è stata realizzata dai

Dettagli

Gentile Dirigente Scolastico,

Gentile Dirigente Scolastico, Gentile Dirigente Scolastico, grazie per aver aderito al progetto Valutazione e Miglioramento, un progetto dell INVALSI finanziato con il contributo dei fondi europei PON. Come sa, l obiettivo del progetto

Dettagli

Giorno 2: il mondo Internet. Potenzialità, sviluppo e impatto sociale di internet

Giorno 2: il mondo Internet. Potenzialità, sviluppo e impatto sociale di internet Giorno 2: il mondo Internet Potenzialità, sviluppo e impatto sociale di internet Contenuti del modulo: La comunicazione attraverso il WEB Mailing list Forum Chat Telefonia VOIP / Videoconferenze Social

Dettagli

LA LOTTA ALLA PEDOPORNOGRAFIA IN RETE

LA LOTTA ALLA PEDOPORNOGRAFIA IN RETE LA LOTTA ALLA PEDOPORNOGRAFIA IN RETE Dott. Andrea Rossi Polizia postale e delle Comunicazioni Roma, 20 dicembre 2010 L ATTIVITA DI CONTRASTO DELLA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI attività di monitoraggio

Dettagli

Introduzione Surfing time,navigare nel tempo, è stato il filo conduttore che il consiglio di classe si è dato per sviluppare il progetto, come illustrato nella mappa inserita nel documento di progettazione.

Dettagli

SCUOLA INFANIZA 2014-20152015

SCUOLA INFANIZA 2014-20152015 Istituto Comprensivo Statale Caprino veronese SCUOLA INFANIZA VIA SANDRO PERTINI, 22 37013 CAPRINO VERONESE - Tel. 045/7241026 Fax 045/6230723 E-mail: vric86300e@istruzione.it WWW.ICSCAPRINOVERONESE.IT

Dettagli

Area Organizzazione. www.isbassano.it

Area Organizzazione. www.isbassano.it Area Organizzazione www.isbassano.it Area Organizzazione 2 ORARIO SCOLASTICO - davinci 4 Caratteristiche principali Elaborazione automatica più efficace nel minor tempo Procedura automatica di assegnazione

Dettagli

USO DEI TABLET. Nozioni fondamentali... 2. Il tocco... 2. I tasti laterali... 2. Connessione ad Internet... 3. Il Market... 3

USO DEI TABLET. Nozioni fondamentali... 2. Il tocco... 2. I tasti laterali... 2. Connessione ad Internet... 3. Il Market... 3 1 USO DEI TABLET Nozioni fondamentali... 2 Il tocco.... 2 I tasti laterali... 2 Connessione ad Internet... 3 Il Market... 3 Tabella dei programmi... 4 aprire un file... 5 DROPBOX... 6 Il sistema Android...

Dettagli

MEDIANTE LA CORRESPONSIONE PECUNIARIA DEI COSTI

MEDIANTE LA CORRESPONSIONE PECUNIARIA DEI COSTI REGOLAMENTO per l utilizzo delle LIM Premessa 1. Compiti dei Docenti 2. Compiti degli alunni 3. Divieti 4. Compiti del Referente 5. Compiti dei Collaboratori scolastici Premessa L Istituto Comprensivo

Dettagli

Relazione Finale. Report_006_12_F_3. Seminari formativi per le scuole Uso Consapevole delle tecnologie nel Comune di Solesino

Relazione Finale. Report_006_12_F_3. Seminari formativi per le scuole Uso Consapevole delle tecnologie nel Comune di Solesino Cod. doc.: RT-03 Rev: 0.1 Data: 05.05.14 Relazione Finale Report_006_12_F_3 Seminari formativi per le scuole Uso Consapevole delle tecnologie nel Comune di Solesino CLIENTE: Comune di Solesino COMMESSA:

Dettagli

Formazione e Apprendimento in Rete Open source. Il cloud computing. Dropbox e Google Drive ambienti di condivisione e collaborazione

Formazione e Apprendimento in Rete Open source. Il cloud computing. Dropbox e Google Drive ambienti di condivisione e collaborazione Formazione e Apprendimento in Rete Open source Il cloud computing Dropbox e Google Drive ambienti di condivisione e collaborazione Formazione insegnanti Generazione Web Lombardia Il Cloud, metafora per

Dettagli

QUESTIONARIO ALUNNI PRIMARIA (CLASSE II) 67/110 (Pitta 19 Padre Pio 72 Torelli 19) Collodi 24/40

QUESTIONARIO ALUNNI PRIMARIA (CLASSE II) 67/110 (Pitta 19 Padre Pio 72 Torelli 19) Collodi 24/40 QUESTIONARIO ALUNNI PRIMARIA (CLASSE II) 67/110 (Pitta 19 Padre Pio 72 Torelli 19) Collodi 24/40 Vieni volentieri a Scuola? Sì 76 In parte 8 No 5 Sì, perché? Imparo cose Faccio nuove Soddisfo la nuove

Dettagli

Anno scolastico 2013/2014

Anno scolastico 2013/2014 L Istituto Comprensivo ha la sua sede in AZZANO SAN PAOLO Via Don Gonella, 4 Tel.: 035/530078 Fax: 035/530791 e-mail: BGIC82300D@istruzione.it sito internet : www.azzanoscuole.it I. C. - AZZANO S. PAOLO

Dettagli

Funzioni principali di Dropbox

Funzioni principali di Dropbox ICT Rete Lecco Generazione Web - Progetto FARO Dropbox "Un luogo per tutti i tuoi file, ovunque ti trovi" Dropbox è il servizio di cloud storage più popolare, uno tra i primi a fare la sua comparsa nel

Dettagli

LA POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI E GLI STUDENTI

LA POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI E GLI STUDENTI SINTESI PROGETTO LA POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI E GLI STUDENTI OBIETTIVI DOVE TARGET Sviluppare uno strumento in grado di promuovere una più matura riflessione sull uso responsabile e legale dei social

Dettagli