PROGETTO DI BILANCIO. di EuroTLX SIM S.p.A. al 31 dicembre 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO DI BILANCIO. di EuroTLX SIM S.p.A. al 31 dicembre 2013"

Transcript

1 PROGETTO DI BILANCIO di EuroTLX SIM S.p.A. al 31 dicembre 2013 EuroTLX SIM S.p.A. Sede Legale: Via Mazzini Milano Telefono: Capitale Sociale: ,00 (interamente versato) Iscrizione al registro delle Imprese di Milano, Tribunale di Milano Codice Fiscale e Partita IVA n R.E.A Autorizzata all Albo delle SIM con delibera CONSOB n del 15 dicembre 2009 Società sottoposta all'attività di direzione e coordinamento di London Stock Exchange Group Holdings Italia S.p.A.

2 INDICE EuroTLX SIM S.p.A. Pag. 3 Relazione sulla Gestione di Esercizio Pag. 7 Altre Informazioni Pag. 17 Risultato di Esercizio Pag. 22 Prospetti contabili Pag. 23 Nota Integrativa al Bilancio Pag PARTE A Politiche Contabili Pag PARTE B - Informazioni sullo Stato Patrimoniale Pag PARTE C - Informazioni sul Conto Economico Pag PARTE D - Altre Informazioni Pag. 55 Relazione del Collegio Sindacale Relazione della Società di Revisione EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 2

3 EUROTLX SIM S.P.A. EuroTLX SIM S.p.A. è una società di intermediazione mobiliare che gestisce il Sistema Multilaterale di Negoziazione EuroTLX. La Società è nata nel 2010 a seguito della trasformazione di TLX S.p.A. la società che dal 2003 gestiva il Mercato Regolamentato TLX ed il Sistema di Scambi Organizzati EuroTLX (poi divenuto un Multilateral Trading Facility) derivante dalla chiusura del mercato regolamentato e della migrazione di tutti gli strumenti finanziari sul solo MTF EuroTLX. La Società è dotata di un infrastruttura tecnologica per soddisfare in modo efficiente l incontro della domanda e dell offerta su strumenti finanziari che spesso non hanno un mercato secondario di riferimento e che vengono solitamente negoziate Over The Counter, e per vigilare sul corretto comportamento di tutti gli operatori che accedono al mercato. La Società facilita ed ottimizza i servizi di regolamento delle operazioni con un infrastruttura di post-trading e si avvale anche di strutture esterne (CCP) per la gestione dei rischi. Tramite il sito aziendale la Società mette gratuitamente a disposizione del pubblico indistinto una serie di informazioni sugli strumenti finanziari negoziati, Informativa Titolo per ogni obbligazione, statistiche giornaliere e mensili, e sezioni di approfondimento relative a particolari tipologie di strumenti. I prezzi vengono pubblicati con un ritardo di 15 minuti. Anche alla luce dell evoluzione normativa in corso in Europa, la nuova mission di EuroTLX è di sviluppare un MTF europeo per la negoziazione retail size di strumenti obbligazionari e di prodotti di investimento principalmente destinati al segmento non professionale a livello europeo. EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 3

4 Le cariche sociali Al 31 dicembre 2013 i componenti degli organi sociali erano i seguenti: Consiglio di Amministrazione Presidente: Massimo Tononi Amministratore Delegato: Pietro Poletto Amministratore con delega alla finanza: Alessandro Di Michele Consiglieri: Francesco Salvatori Cristiano Maffi Collegio Sindacale Presidente: Roberto Ruozi Sindaci effettivi: Alessandro Trotter Fabio Artoni Sindaci supplenti: Mauro Coazzoli Michele Paolillo Nominati con l Assemblea ordinaria del 24 settembre 2013, restano in carica fino alla data dell Assemblea di approvazione del bilancio al 31 dicembre EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 4

5 La Struttura Organizzativa A seguito dell integrazione di EuroTLX nel London Stock Exchange Group, è stata approvata dal CdA del 28 ottobre, una nuova struttura organizzativa che ha previsto l applicazione del modello di servizio del Gruppo con la presenza di Corporate Functions che operano a livello centrale e a livello locale per l erogazione di servizi a supporto del business di tutte le società del Gruppo. I dipendenti distaccati presso Borsa Italiana sono 4. Tale struttura organizzativa è stata implementata dal 1 dicembre 2013 e riportiamo a seguire il relativo organigramma. Chairman M. Tononi Compliance & Risk Management C. Casati Compliance CEO Internal Audit L. Laguardia Property Italy P. Poletto HR Italy Risk M. Sales L. Campa Strategy, Business Development L. Campa IT R. Gabaglio Market Supervision S. Cuccia Legal ( BIt ) Finance Italy IT Operations Market Operations Communications Italy System Development Company Secretary System Deployment Regulation and Post Trade I dipendenti della società al 31 dicembre 2013 erano 33 di cui distaccati presso Borsa Italiana n. 4. Di seguito si riporta la loro suddivisione per inquadramento con evidenza del personale distaccati dal 1 dicembre Uomini Donne Distacchi - out Totale Dirigenti Quadri Impiegati Totale EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 5

6 Financial Highlights (importi in migliaia di euro) Indicatori economici Esercizio 01/01/13-31/12/13 Esercizio 01/01/12-31/12/12 Ricavi Ebitda Ebitda margin 28,8% 29,2% Ebit Ebit margin 25,1% 24,9% Utile netto (in % dei Ricavi) 14,6% 15,8% ROE 22,2% 30,1% Dividendi - - Indicatori patrimoniali Esercizio 01/01/13-31/12/13 Esercizio 01/01/12-31/12/12 Patrimonio Netto Posizione Finanziaria Netta (- debt / + cash) Indicatori di efficienza Esercizio 01/01/13-31/12/13 Esercizio 01/01/12-31/12/12 Numero medio dipendenti 33,0 35,0 Ricavi/dipendenti Ebit/dipendenti (*) Posizione Finanziaria Netta = disponibilità liquide + investimenti temporanei di liquidità (1) ROI = EBIT/ (Patrimonio netto + Posizione Finanziaria Netta) (2) ROE = Risultato netto / ((Patrimonio netto iniziale + Patrimonio netto finale)/2) (3) EPS = Risultato netto / Numero azioni (4) DPS = Dividendi distribuiti / Numero azioni (5) Pay ouy ratio = DPS / EPS (7) Debt / equity ratio = PFN / Patrimonio netto EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 6

7 LA RELAZIONE SULLA GESTIONE Il 2013 ha rappresentato un anno importante sotto il profilo societario con la modifica della compagine azionaria grazie all acquisto da parte di Borsa Italiana del 70% del capitale sociale di EuroTLX SIM SpA di proprietà di Unicredit e del Gruppo Intesa San Paolo (attraverso Banca IMI S.p.A), che rimangono entrambe come azionisti di minoranza con una quota del 15% ciascuna. Nel 2013 EuroTLX ha offerto i seguenti servizi: negoziazione, ammissione, informativa di mercato e schede prodotto. La gestione si è focalizzata sull aumento del numero dei clienti, con un attenzione particolare agli intermediari esteri, e sulle iniziative di cross-selling sui soggetti già aderenti al MTF. La Società ha generato ricavi in crescita per il terzo anno consecutivo, anche in un contesto di riduzione dell attività di negoziazione grazie alla diversificazione delle fonti di ricavo quali il buon andamento dei servizi di informativa di mercato e di ammissione di strumenti finanziari ed ad un attento controllo dei costi. Quadro di riferimento e contesto competitivo Il 2013 ha visto una riduzione delle negoziazioni sul mercato EuroTLX, dopo un 2012 caratterizzato da una forte crescita dell attività generalizzato su tutti i segmenti principali. Il numero di contratti conclusi nel 2013 è stato pari a (verso del 2012) con un contrazione del 12,3% anno su anno, mentre il controvalore totale è stato di 92,2 miliardi (verso 105 miliardi del 2012) con una contrazione del 12.1% anno su anno. Nel corso del 2013 l attività sul segmento di mercato denominato Cert-X, dedicato ai prodotti di investimento ha registrato un significativo aumento, sia in termini di numero strumenti negoziati che di contratti e controvalori conclusi. L incremento delle negoziazioni è stato del 183% in termini di contratti conclusi e del 108% in termini dei volumi scambiati, raggiungendo un picco massimo nel corso del mese di ottobre in cui il mercato ha registrato più di contratti e quasi 500 milioni di controvalore. I positivi risultati raggiunti nel 2013 confermano l obiettivo della Società di spostarsi dal gestire un mercato puramente retail ad un mercato aperto anche a soggetti istituzionali interessati a negoziare retail sizes o odd lots, in un quadro di riferimento che sta subendo un processo di profonda revisione sia dal punto di vista dell impianto normativo che da quello delle dinamiche competitive. Nel 2013 la Società ha proseguito il processo di aumento del numero di aderenti al mercato, grazie all ingresso di nuovi Liquidity Provider e Broker, sia italiani (Credem e UBI Banca) che esteri (Credit Suisse e BNP Arbitrage), e grazie all estensione dell operatività da parte di soggetti già aderenti al EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 7

8 mercato (Jefferies e Equita SIM), a testimonianza del successo delle iniziative di cross selling intraprese nel corso dell anno. I clienti sono passati da 54 aderenti del 2012 a 59 nel Con riferimento ai dati di negoziazione, come trend più marcati del 2013 si segnalano la crescita dei volumi sui titoli di stato non UE (+27% rispetto al 2012), dei titoli di stato Sovereign (+37%) e sulle obbligazioni finanziarie (+1%), mentre le obbligazioni bancarie hanno registrato un calo dei volumi anno su anno del 12%. La crescita dei contratti e controvalori conclusi su Cert-X (+183%) conferma l obiettivo strategico del mercato di svilupparsi anche su una dimensione multi-prodotto. Nel corso del 2013 sono state apportate modifiche al Regolamento di mercato al fine di consentire l estensione del servizio di controparte centrale offerto da Cassa di Compensazione e Garanzia SpA alle obbligazioni accentrate presso i sistemi di regolamento europei Euroclear Bank Brussels e Clearstream Banking Luxembourg. L estensione del servizio di controparte centrale è finalizzata a migliorare la qualità del servizio complessivo offerto da EuroTLX SIM SpA e a favorire l allargamento della sua market community a livello internazionale. Tale servizio è operativo con successo dal 25 Novembre La Società ha approvato un nuovo Business Plan per il triennio , nel quale vengono confermati quali obiettivi strategici il posizionamento come trading venue di riferimento, a livello Europeo, per l esecuzione di ordini retail size e come canale di distribuzione di prodotti di investimento dedicati ai clienti non professionali. Il raggiungimento di tali obiettivi potrà essere effettuato grazie anche alla migrazione della piattaforma di negoziazione su tecnologia Millenium IT, già in uso sui Mercati del Gruppo LSE, ad una più ampia rete di relazioni di LSEG e sulla conferma del modello di negoziazione EuroTLX fondato su una microstruttura mista in cui i Liquidity Provider hanno ancora un ruolo fondamentale. I servizi offerti: La Società ha mantenuto la sua offerta organizzata in quattro linee di servizio: a) Servizio di Negoziazione b) Servizio di Ammissione c) Servizio Informativa di mercato d) Servizio di Schede prodotto a) Servizio di Negoziazione Il 2013 ha visto una media giornaliera di contratti per un controvalore di 365 milioni. Il fatturato derivante dal servizio di negoziazione è diminuito del 7% anno su anno. La tabella EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 8

9 seguente evidenzia come il 2013 abbia rappresentato un anno di riduzione dei contratti eseguiti rispetto al picco registrato nel Grafico 1: Contratti eseguiti sul mercato EuroTLX 4,000,000 3,500,000 3,000,000 2,500,000 2,000,000 1,500,000 EuroTLX - contratti eseguiti 1,000,000 EuroTLX 500,000 0 FY 2006 FY 2007 FY 2008 FY 2009 FY 2010 FY 2011 FY 2012 FY 2013 Liquidity Provider: la liquidità su EuroTLX è supportata da 22 Liquidity Provider, che alla fine del 2012 erano 20. Questo perché nel corso del 2013 si sono aggiunti due nuovi Liquidity Providers: Jefferies (che ha aderito anche in qualità di Market Maker B) e BNP Paribas Arbitrage SNC. Broker: gli aderenti al 31 dicembre 2013 sono risultati essere 29, tre in più rispetto ai 26 sussistenti al 31 dicembre 2012, poiché nel corso del 2013 hanno aderito direttamente ad EuroTLX anche Equita SIM, CREDEM e Credit Suisse. A seguito della fusione per incorporazione, UBI Banca ha sostituito Centrobanca sia in qualità di Broker che in qualità di Specialist. Il grafico nr. 2 mostra le quote di mercato degli aderenti più attivi calcolate sul numero di contratti in conto terzi. EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 9

10 Grafico 2: market share aderenti in c/terzi La market share domestica Come base di calcolo della market share domestica vengono presi i contratti eseguiti sul mercato regolamentato e gli MTF indirizzati alla negoziazione di obbligazioni per il segmento retail, ossia il mercato EuroTLX, quelli di Borsa Italiana (MOT, ExtraMOT) e Hi-MTF. La market share di EuroTLX nel corso dell intero 2013 è stata pari al 33,30%. Il grafico nr. 3 riporta l andamento storico della market share da gennaio Grafico 3: market share domestica del mercato EuroTLX EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 10

11 Il confronto con altri mercati in Europa EuroTLX si conferma tra le prime trading venue a livello europeo per la negoziazione di strumenti obbligazionari. Il grafico nr. 4 mostra il posizionamento rispetto alle altre società mercato. EuroTLX e i mercati di Borsa Italiana hanno una posizione di leadership sia nel segmento dei titoli obbligazionari governativi che in quello delle obbligazioni non-governative. Grafico 4A: market share vs le borse europee Fonti: FESE, (contratti su Order Book), Borsa Italiana Periodo 2013 EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 11

12 Grafico 4B: market share vs le borse europee Fonti: FESE (contratti su Order Book), Borsa Italiana Periodo: 2013 EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 12

13 b) Servizio di Ammissione Il procedimento di ammissione di strumenti finanziari è contraddistinto da una completa attività di analisi e controllo anche in virtù della prevalente natura non professionale del Mercato EuroTLX: l ufficio Admission, sulla base dei documenti pubblici disponibili, effettua per ogni strumento finanziario verifiche di compliance, concernenti l assenza di restrizioni alla vendita dello specifico strumento finanziario sul mercato secondario e la presenza di condizioni per la formazione di un mercato regolare. Inoltre, viene redatta e resa disponibile al Pubblico tramite il sito una scheda informativa, denominata Informativa Titolo, che riporta informazioni sintetiche per la comprensione delle principali caratteristiche dello strumento finanziario. La tabella seguente riassume gli strumenti negoziati suddivisi secondo le tipologie previste dal Regolamento del Mercato. Tabella1: Strumenti finanziari negoziati al EuroTLX Bancarie non eurobond plain e strutturate Titoli di Stato 514 Altre Obbligazioni ABS ed Altri Titoli di debito 33 Certificati 656 Azioni 136 Totale Nell anno 2013 le nuove ammissioni alle negoziazioni di strumenti finanziari sono state pari a 1.233, in calo rispetto alle all anno precedente. Al 31 dicembre 2013 EuroTLX contava sul proprio listino strumenti finanziari, in aumento rispetto ai del L attività dell anno è evidenziata nella tabella seguente. Tabella 2: Movimentazione di strumenti finanziari ammessi nel 2013 EuroTLX Negoziati al Delistati (145) Scaduti (977) Nuove Ammissioni Totale EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 13

14 Le obbligazioni bancarie non eurobond, plain vanilla e strutturate, erano alla fine dell anno pari a 1.598, che, seppur in riduzione rispetto all anno precedente, confermano EuroTLX come la prima piattaforma domestica per questa tipologia di strumenti finanziari. Classificando gli strumenti finanziari negoziati su EuroTLX in base ad una serie di parametri che contraddistinguono idealmente un mercato obbligazionario europeo, quali ad esempio (i) un rating di Investment Grade, (ii) un ammontare emesso superiore a 500 milioni di euro e (iii) il regolamento presso le depositarie internazionali, è disponibile un offerta superiore ai strumenti, gamma che rende EuroTLX una piattaforma appetibile per gli investitori istituzionali retail-size / odd-lots e privati europei. I ricavi generati dal Servizio Ammissione sono risultati in crescita del 12% rispetto al c) d) Servizio informativa di mercato e di schede prodotto Nel 2013 il servizio di fornitura e distribuzione dei dati di mercato a pagamento per gli information provider e per gli aderenti, introdotto nel 2010 e arricchitosi nel 2011 di un servizio di fornitura di dati anagrafici del mercato, ha registrato una crescita dei ricavi pari al 31% anno su anno. Il servizio Schede Prodotto per Intermediari consente alle reti bancarie di fornire ai propri clienti finali un informativa vive su base quotidiana e puntuale, scritta con un linguaggio semplice e facilmente comprensibile anche dall investitore retail. Il servizio consiste nell aggiornamento quotidiano delle Schede Prodotto degli strumenti obbligazionari negoziati sul mercato EuroTLX e sui mercati di Borsa Italiana. Le Schede Prodotto sono distribuite ai clienti del servizio con varie possibilità di personalizzazione. Il documento finale viene pertanto percepito dall investitore finale come proprio della rete alla quale si affida per la compravendita di strumenti finanziari. In alternativa, la Società offre le Schede Titolo, che non sono suscettibili di alcuna personalizzazione da parte del cliente e che vengono distribuite a logo EuroTLX. Il servizio si avvale delle analisi effettuate dal personale Admission e viene erogato tramite un sistema software proprietario sviluppato da EuroTLX. Nel corso del 2013 il fatturato è risultato in linea rispetto al EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 14

15 L attività Promozionale Nel 2013 l attività di promozione del Mercato è stata indirizzata soprattutto verso la partecipazione ad eventi all estero come: la European Market Liquidity Conference dell AFME, l EMEA Trading Conference di FPL, il TradeTech, Annual General Meeting dell ICMA, il Credit e-trading Event e Electronic Bond Trading Forum. EuroTLX ha sponsorizzato il Credit e-trading durante il quale ha presentato il modello di mercato e l esperienza come Trading Venue nel Fixed Income operante in base alle regole definite dalla direttiva MiFID. Inoltre, il Mercato ha partecipato all Evolution in Fixed Income Trading a Singapore tenendo un workshop sulla struttura del mercato obbligazionario Europeo e il modello di EuroTLX. Relatori di EuroTLX sono intervenuti presso il World Exchange Congress a Londra e al Trade Tech a Londra con la partecipazione a due tavole rotonde. In Italia sono proseguite le iniziative di investor education tramite la collaborazione con gli intermediari on-line e sono state confermate le partecipazioni agli eventi più tradizionali del settore, ovvero l ASSIOM FOREX di Bergamo, l ITF di Rimini e il Trading Online Expo. Inoltre, il 27 giugno si è svolto presso la sede del LSEG a Londra un incontro con gli Intermediari esteri per delineare il cambio di modello effettuato con l estensione della garanzia della Controparte Centrale sulle obbligazioni regolate presso le depositarie Internazionali. Il 14 novembre ha avuto luogo la sesta edizione della EuroTLX Convention, che ha visto oltre 100 partecipanti tra clienti attuali e potenziali. Infine, EuroTLX ha sponsorizzato la Lettera ASSIOM FOREX e i siti di informativa finanziaria di CBS Associati (lamiafinanza.it). I risultati sono stati positivi, soprattutto in termini di aumentata visibilità del brand all interno del panorama dei mercati finanziari europei. Altre attività rilevanti nel corso dell esercizio CC&G: il 25 novembre è stato attivato il servizio di Controparte Centrale su obbligazioni denominate in euro e regolate presso le depositarie internazionali EuroClear Bank e Clearstream Banking Luxembourg. Il servizio è fornito da Cassa di Compensazione e Garanzia. EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 15

16 ANDAMENTO DELL ATTIVITA NEL CORSO DEL 2013 Le componenti fondamentali del risultato di esercizio, analiticamente commentate nella Nota Integrativa, sono messe in evidenza nelle seguenti sintesi dei dati economici: Composizione dei Ricavi Il livello dei ricavi è pari a /migliaia Importi in /migliaia ( m) Trading Altri Ricavi Totale Ricavi Composizione dei costi I costi della produzione sono risultati pari a /migliaia La ripartizione dei costi secondo criteri gestionali è riportata nella tabella seguente. Importi in /migliaia ( m) HR IT/Info Provider Altri costi Imposte e tasse Totale Costi EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 16

17 ALTRE INFORMAZIONI Eventi Societari dell Esercizio In data 24 settembre 2013 si è tenuta l Assemblea Straordinaria della Società che ha provveduto alla modifica dello Statuto sociale, a seguito dell avvenuto perfezionamento dell'operazione di acquisizione del 70% del capitale sociale della Società da parte di Borsa Italiana S.p.A., allo scopo di rendere lo stesso maggiormente funzionale alle prospettive operative ed alle esigenze organizzative della Società. Con tale acquisizione, EuroTLX SIM S.p.A. è entrata a far parte del gruppo LSE. I soci preesistenti UniCredit S.p.A. e Banca IMI S.p.A. sono rimasti titolari ciascuno del 15% del capitale di EuroTLX SIM S.p.A.. Nella stessa data, l Assemblea ordinaria ha nominato i nuovi membri del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e il Presidente del Collegio Sindacale, tutti attualmente in carica. Il Consiglio di Amministrazione, tenutosi in pari data, ha provveduto alla nomina del Presidente, Amministratore Delegato e Amministratore con delega alla finanza e all attribuzione dei relativi poteri di gestione e di rappresentanza. In data 22 ottobre 2013 si è tenuta una nuova Assemblea Ordinaria della Società, convocata per deliberare in ordine alla revoca per giusta causa della società di revisione KPMG S.p.A. e al conferimento di incarico di revisione legale alla società PricewaterhouseCoopers S.p.A., società responsabile della revisione delle società italiane del gruppo LSEG. Antecedentemente al cambio di controllo, i poteri di gestione della Società erano stati conferiti ad un dirigente della Società (Dirigente Delegato), Stefano Cuccia, Responsabile dell UO Market Supervision. Tali poteri di rappresentanza e le deleghe erano stati oggetto di varie proroghe, l ultima delle quali fino alla naturale scadenza del Consiglio e comunque entro il 30 aprile 2013, termine legale per l approvazione del Bilancio d esercizio al Tale Assemblea si è tenuta in data 27 marzo 2013 e ha provveduto pertanto al rinnovo delle cariche sociali in scadenza, confermando la composizione del precedente Consiglio in scadenza - compresa la nomina del dott. Fabio Milanesi cooptato nel Consiglio del 9 gennaio nonché del precedente Collegio Sindacale, con l eccezione della nomina del dott. Carlo Bosello in qualità di sindaco effettivo in sostituzione del dott. Paolo Vantellini, dimessosi dalla carica. Attività di Ricerca e Sviluppo Durante il periodo di riferimento non sono state effettuate attività di Ricerca e di Sviluppo. EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 17

18 Fatti di Rilievo dopo la Chiusura dell Esercizio In data 17 dicembre 2013 il Consiglio di Amministrazione ha approvato una nuova struttura organizzativa coerente con la nuova strategia di business e che è diventata operativa dal 2 gennaio Chairman M. Tononi Compliance & Risk Management C. Casati Compliance CEO Internal Audit L. Laguardia Property Italy P. Poletto HR Italy Risk M. Sales & Business Development L. Bagato Chief Operating Officer S. Cuccia Legal ( BIt ) Finance Italy Sales Strategy & Business Development IT Market Supervision Communications Italy IT Operations Admission Company Secretary System Development Market Surveillance Regulation and Post Trade System Deployment EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 18

19 Evoluzione Prevedibile della Gestione L attuale contesto di mercato verrà fortemente riconfigurato nei prossimi anni da una profonda evoluzione del contesto normativo riguardante le infrastrutture di trading e post trading, nonché l attività degli intermediari. Con riferimento al mercato obbligazionario i cambiamenti più rilevanti saranno i seguenti: (i) MiFID II : la revisione della normativa MiFID mira a creare maggiori condizioni di trasparenza e a ridurre gli scambi OTC attraverso un loro spostamento nei mercati multilaterali (Mercati Regolamentati ed MTF); (ii) T2S : il progetto Target 2 Securities condivide con la MiFID II l obiettivo di creare un level playing field attraverso un aumento della standardizzazione, in questo caso dal punto di vista dei processi di post-trading (che allo stato attuale di fatto impediscono una reale integrazione dei mercati finanziari europei); (iii) Basilea III (CRD IV e CRR IV) e Solvency II : i maggiori requisiti patrimoniali imposti alle istituzioni finanziarie ridurranno le possibilità di trading proprietario, comporteranno un deleveraging del sistema bancario e si tradurranno in maggiori costi di finanziamento per le aziende, che a loro volta saranno più propense ad utilizzare i mercati dei capitali come canale sostitutivo di quello bancario. L abbandono di un modello di inventory comporterà uno spostamento dei flussi verso piattaforme di trading elettronico, mentre il cambiamento delle politiche di funding dovrebbe portare ad un rinnovato interesse nei confronti dei corporate bond. Lo sviluppo della Società in Europa dovrebbe beneficiare di tale scenario, in quanto il mercato EuroTLX si pone come un first mover nel panorama delle piattaforme europee di e-trading e come un naturale aggregatore di liquidità per gli ordini retail size. Nuovo servizio di negoziazione per il Mercato EuroTLX: per la fine del secondo trimestre del 2014 si completerà la migrazione della piattaforma di negoziazione su tecnologia Millennium IT, già in uso presso i mercati gestiti da Borsa Italiana e da LSE allo scopo di aumentare l efficienza e le prestazioni del Mercato. CCP: estensione della copertura ad altre valute oltre all euro per la copertura della controparte centrale sulle obbligazioni che regolano sulle depositarie estere. Variazione della microstruttura: nel corso del 2014, a seguito dell introduzione del nuovo servizio di negoziazione, la Società prevede di apportare una modifica alla microstruttura del mercato EuroTLX consistente nella negoziazione volontaria tra Liquidity Provider all interno dei segmenti dei corporate bond, delle obbligazioni finanziarie, delle obbligazioni dei mercati emergenti e delle obbligazioni sovranazionali & agency. EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 19

20 ICAAP La Società ha iniziato ad operare in qualità di SIM dal 1 gennaio 2010 e da allora affronta il processo ICAAP secondo quanto previsto dalla normativa di riferimento emanata da Banca d Italia (Regolamento di Banca d Italia in materia di vigilanza prudenziale per le SIM). Attualmente è in corso il processo ICAAP relativo all esercizio 2013 con previsioni sull esercizio Nel corso di questi anni è stato predisposto e perfezionato il processo di controllo e di attenuazione dei rischi adottato da EuroTLX SIM S.p.A. che ha portato la Società a svolgere le proprie considerazioni e le valutazioni di natura prospettica sull adeguatezza patrimoniale rispetto all esposizione ai rischi identificati. Anche in seguito al cambio di azionariato che ha interessato la società e alla conseguente modifica della struttura organizzativa, tale processo è stato sostanzialmente confermato. Il lavoro posto alla base del processo di Internal Capital Adequacy Assessment e del relativo Resoconto ha come oggetto: a) il calcolo del patrimonio di vigilanza al 31 dicembre 2013; b) il calcolo del capitale interno e del patrimonio di vigilanza in base al Budget 2014 approvato il 17 dicembre 2013; c) l identificazione e l elaborazione di scenari di stress test aventi ad oggetto il rischio strategico, il rischio di credito e il rischio operativo (quest ultimo stress test comprende anche il manifestarsi del rischio di concentrazione); d) le considerazioni e le valutazioni di natura prospettica svolte dalla Società sull adeguatezza patrimoniale rispetto all esposizione ai rischi identificati. Il Resoconto ICAAP relativo all esercizio 2013 verrà inviato alla Banca d Italia entro il 30 aprile Altre Attività Il Consiglio di Amministrazione, nella riunione del 17 dicembre 2013 ha approvato: - la disdetta del contratto con Nasdaq/OMX per il passaggio a Millenium IT - la stipula dei contratti infragruppo per la fornitura dei servizi relativi all infrastruttura tecnologica e le Corporate Functions - il Budget 2014 e il Business Plan la nomina del nuovo Organismo di Vigilanza. Antiriciclaggio In sede del Consiglio di Amministrazione del 14 settembre 2011 è stata istituita la funzione aziendale di controllo interno di Antiriciclaggio, prevista dal Provvedimento della Banca d Italia del EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 20

21 10 marzo 2011 recante disposizioni attuative in materia di organizzazione, procedure e controlli interni volti a prevenire l utilizzo degli intermediari e degli altri soggetti che svolgono attività finanziaria a fini di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo, ai sensi dell art. 7 comma 2 del Decreto Legislativo 21 novembre 2007, n. 231, e la responsabilità di tale funzione è stata affidata alla responsabile delle funzioni di Compliance e Risk Management. In data 17 dicembre, la responsabile delle funzioni di Compliance e Risk Management, Claudia Casati, è stata altresì nominata, con atto di delega del legale rappresentante, Responsabile della segnalazione delle operazioni sospette, ai sensi dell articolo 42, comma 4 del D.Lgs 231/2007 EuroTLX SIM, in quanto gestore di un sistema multilaterale, è esente dall obbligo di adeguata verifica e registrazione dei rapporti continuativi e delle operazioni compiute dalla clientela, nonché dall obbligo di comunicazione all Unità di Informazione Finanziaria (UIF) dei dati aggregati statistici mensili e resta invece sottoposta all obbligo di segnalazione delle operazioni sospette. Nel corso dell esercizio 2013 non sono state rilevate operazioni sospette a fini Antiriciclaggio. È stata svolta l attività di formazione interna in materia di antiriciclaggio e contrasto al finanziamento del terrorismo. Decreto Legislativo 81/2008 Prevenzione e sicurezza sul lavoro La società è sottoposta alla normativa prevista dal D. Lgs. 9 aprile 2008 n.81 che disciplina le misure per la tutela della salute e per la sicurezza dei lavoratori. Tutti i dipendenti hanno ricevuto debita formazione in materia di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro. L Amministratore Delegato svolge le funzioni di Datore di Lavoro ai sensi della normativa in materia di salute e sicurezza dei lavoratori. In data 31 dicembre 2013 l Amministratore Delegato ha nominato Andrea Perrone Delegato del Datore di Lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/2008. In data 19 dicembre è stato nominato il nuovo Responsabile del servizio per la prevenzione e la protezione dai rischi professionali dei lavoratori nella persona di Riccardo Mattioli. A seguito di tali cambiamenti organizzativi, sarà aggiornato il Documento di valutazione dei rischi. EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 21

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE 2006 AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE Capitale sociale E 60.908.120 interamente versato Sede legale in Milano, via Bernina 7 Registro delle Imprese di Milano n. 264551

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO. relativo all offerta ai Soci e al pubblico di azioni ordinarie Banca Sviluppo Economico S.p.A.

PROSPETTO INFORMATIVO. relativo all offerta ai Soci e al pubblico di azioni ordinarie Banca Sviluppo Economico S.p.A. BANCA SVILUPPO ECONOMICO Società per Azioni Sede sociale: 95128 Catania (CT), Viale Venti Settembre n. 56 Iscritta all albo delle Banche al n.3393 Capitale sociale Euro 6.146.855,00 Aderente al Fondo Interbancario

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Indice. Cariche Sociali. Bilancio della Banca di Legnano dell'esercizio 2008

Indice. Cariche Sociali. Bilancio della Banca di Legnano dell'esercizio 2008 Indice Cariche Sociali Bilancio della Banca di Legnano dell'esercizio 2008 Consiglio di Amministrazione Presidente Corali Enrico ** Vice Presidenti Castelnuovo Emilio ** Martellini Maria ** Consiglieri

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. Premessa... 2 1.1 Scopo del documento... 2 1.2 Riferimenti normativi... 2 2. Ambito di applicazione e destinatari... 2 3. Fattori di Best Execution...

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Liquidity Coverage Ratio: requisiti di informativa pubblica Gennaio 2014 (versione aggiornata al 20 marzo 2014) La presente pubblicazione è consultabile sul

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali BOZZA PER LA CONSULTAZIONE Si prega di inviare eventuali osservazioni preferibilmente entro il

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione

Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione Un informativa efficace e chiara è il presupposto per impostare su basi solide e durature il rapporto tra impresa e investitori.

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 FORTE AUMENTO DELLA REDDITIVITÀ, SUPERIORE AGLI OBIETTIVI DEL PIANO DI IMPRESA 2014-2017. ELEVATA PATRIMONIALIZZAZIONE, LARGAMENTE

Dettagli

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere.

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Cos è un gruppoaziendale L evoluzione del processo di armonizzazione contabile Le principali caratteristiche del bilancio IAS/IFRS a seguito

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob)

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Novembre 2011 1 Indice PREMESSA ALLE LINEE GUIDA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 3

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica

UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica 17 Ottobre 2011 Indice Pag Sedi di esecuzione MiFID 2 Impatto della

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. PREMESSA.3 2. RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 5 3. PRINCIPI GUIDA PER L ESECUZIONE E LA TRASMISSIONE DEGLI ORDINI..7 4. FATTORI DI ESECUZIONE

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA 1 INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA Revisione del 01/08/2013 2 INDICE PREMESSA 1.RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 2.PRINCIPI GUIDA

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Approvato con delibera del consiglio di amministrazione del 26 Novembre 2014 Indice

Dettagli

I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS

I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS IAS-IFRS E NON PERFORMING LOANS Verona, 9 giugno 2006 I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS Andrea Lionzo Università degli Studi di Verona andrea.lionzo@univr.it 1 Indice 1. I fondamenti

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

scenari di liquidità: quali sfide per gli intermediari? Servizi d investimento e Best Execution a tre anni dalla MiFID

scenari di liquidità: quali sfide per gli intermediari? Servizi d investimento e Best Execution a tre anni dalla MiFID SECTORS AND Advisory THEMES Mercati Title alternativi heree scenari di liquidità: quali sfide per gli Additional information in Univers 45 Light 12pt on 16pt leading intermediari? kpmg.com Servizi d investimento

Dettagli

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane CIRCOLARE N. 12 DEL 20 APRILE 2015 DIRITTO SOCIETARIO MERCATO DEI CAPITALI E SOCIETA QUOTATE L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane www.assonime.it ABSTRACT Nel corso del 2014 si è

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli