PROGETTO DI BILANCIO. di EuroTLX SIM S.p.A. al 31 dicembre 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO DI BILANCIO. di EuroTLX SIM S.p.A. al 31 dicembre 2013"

Transcript

1 PROGETTO DI BILANCIO di EuroTLX SIM S.p.A. al 31 dicembre 2013 EuroTLX SIM S.p.A. Sede Legale: Via Mazzini Milano Telefono: Capitale Sociale: ,00 (interamente versato) Iscrizione al registro delle Imprese di Milano, Tribunale di Milano Codice Fiscale e Partita IVA n R.E.A Autorizzata all Albo delle SIM con delibera CONSOB n del 15 dicembre 2009 Società sottoposta all'attività di direzione e coordinamento di London Stock Exchange Group Holdings Italia S.p.A.

2 INDICE EuroTLX SIM S.p.A. Pag. 3 Relazione sulla Gestione di Esercizio Pag. 7 Altre Informazioni Pag. 17 Risultato di Esercizio Pag. 22 Prospetti contabili Pag. 23 Nota Integrativa al Bilancio Pag PARTE A Politiche Contabili Pag PARTE B - Informazioni sullo Stato Patrimoniale Pag PARTE C - Informazioni sul Conto Economico Pag PARTE D - Altre Informazioni Pag. 55 Relazione del Collegio Sindacale Relazione della Società di Revisione EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 2

3 EUROTLX SIM S.P.A. EuroTLX SIM S.p.A. è una società di intermediazione mobiliare che gestisce il Sistema Multilaterale di Negoziazione EuroTLX. La Società è nata nel 2010 a seguito della trasformazione di TLX S.p.A. la società che dal 2003 gestiva il Mercato Regolamentato TLX ed il Sistema di Scambi Organizzati EuroTLX (poi divenuto un Multilateral Trading Facility) derivante dalla chiusura del mercato regolamentato e della migrazione di tutti gli strumenti finanziari sul solo MTF EuroTLX. La Società è dotata di un infrastruttura tecnologica per soddisfare in modo efficiente l incontro della domanda e dell offerta su strumenti finanziari che spesso non hanno un mercato secondario di riferimento e che vengono solitamente negoziate Over The Counter, e per vigilare sul corretto comportamento di tutti gli operatori che accedono al mercato. La Società facilita ed ottimizza i servizi di regolamento delle operazioni con un infrastruttura di post-trading e si avvale anche di strutture esterne (CCP) per la gestione dei rischi. Tramite il sito aziendale la Società mette gratuitamente a disposizione del pubblico indistinto una serie di informazioni sugli strumenti finanziari negoziati, Informativa Titolo per ogni obbligazione, statistiche giornaliere e mensili, e sezioni di approfondimento relative a particolari tipologie di strumenti. I prezzi vengono pubblicati con un ritardo di 15 minuti. Anche alla luce dell evoluzione normativa in corso in Europa, la nuova mission di EuroTLX è di sviluppare un MTF europeo per la negoziazione retail size di strumenti obbligazionari e di prodotti di investimento principalmente destinati al segmento non professionale a livello europeo. EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 3

4 Le cariche sociali Al 31 dicembre 2013 i componenti degli organi sociali erano i seguenti: Consiglio di Amministrazione Presidente: Massimo Tononi Amministratore Delegato: Pietro Poletto Amministratore con delega alla finanza: Alessandro Di Michele Consiglieri: Francesco Salvatori Cristiano Maffi Collegio Sindacale Presidente: Roberto Ruozi Sindaci effettivi: Alessandro Trotter Fabio Artoni Sindaci supplenti: Mauro Coazzoli Michele Paolillo Nominati con l Assemblea ordinaria del 24 settembre 2013, restano in carica fino alla data dell Assemblea di approvazione del bilancio al 31 dicembre EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 4

5 La Struttura Organizzativa A seguito dell integrazione di EuroTLX nel London Stock Exchange Group, è stata approvata dal CdA del 28 ottobre, una nuova struttura organizzativa che ha previsto l applicazione del modello di servizio del Gruppo con la presenza di Corporate Functions che operano a livello centrale e a livello locale per l erogazione di servizi a supporto del business di tutte le società del Gruppo. I dipendenti distaccati presso Borsa Italiana sono 4. Tale struttura organizzativa è stata implementata dal 1 dicembre 2013 e riportiamo a seguire il relativo organigramma. Chairman M. Tononi Compliance & Risk Management C. Casati Compliance CEO Internal Audit L. Laguardia Property Italy P. Poletto HR Italy Risk M. Sales L. Campa Strategy, Business Development L. Campa IT R. Gabaglio Market Supervision S. Cuccia Legal ( BIt ) Finance Italy IT Operations Market Operations Communications Italy System Development Company Secretary System Deployment Regulation and Post Trade I dipendenti della società al 31 dicembre 2013 erano 33 di cui distaccati presso Borsa Italiana n. 4. Di seguito si riporta la loro suddivisione per inquadramento con evidenza del personale distaccati dal 1 dicembre Uomini Donne Distacchi - out Totale Dirigenti Quadri Impiegati Totale EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 5

6 Financial Highlights (importi in migliaia di euro) Indicatori economici Esercizio 01/01/13-31/12/13 Esercizio 01/01/12-31/12/12 Ricavi Ebitda Ebitda margin 28,8% 29,2% Ebit Ebit margin 25,1% 24,9% Utile netto (in % dei Ricavi) 14,6% 15,8% ROE 22,2% 30,1% Dividendi - - Indicatori patrimoniali Esercizio 01/01/13-31/12/13 Esercizio 01/01/12-31/12/12 Patrimonio Netto Posizione Finanziaria Netta (- debt / + cash) Indicatori di efficienza Esercizio 01/01/13-31/12/13 Esercizio 01/01/12-31/12/12 Numero medio dipendenti 33,0 35,0 Ricavi/dipendenti Ebit/dipendenti (*) Posizione Finanziaria Netta = disponibilità liquide + investimenti temporanei di liquidità (1) ROI = EBIT/ (Patrimonio netto + Posizione Finanziaria Netta) (2) ROE = Risultato netto / ((Patrimonio netto iniziale + Patrimonio netto finale)/2) (3) EPS = Risultato netto / Numero azioni (4) DPS = Dividendi distribuiti / Numero azioni (5) Pay ouy ratio = DPS / EPS (7) Debt / equity ratio = PFN / Patrimonio netto EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 6

7 LA RELAZIONE SULLA GESTIONE Il 2013 ha rappresentato un anno importante sotto il profilo societario con la modifica della compagine azionaria grazie all acquisto da parte di Borsa Italiana del 70% del capitale sociale di EuroTLX SIM SpA di proprietà di Unicredit e del Gruppo Intesa San Paolo (attraverso Banca IMI S.p.A), che rimangono entrambe come azionisti di minoranza con una quota del 15% ciascuna. Nel 2013 EuroTLX ha offerto i seguenti servizi: negoziazione, ammissione, informativa di mercato e schede prodotto. La gestione si è focalizzata sull aumento del numero dei clienti, con un attenzione particolare agli intermediari esteri, e sulle iniziative di cross-selling sui soggetti già aderenti al MTF. La Società ha generato ricavi in crescita per il terzo anno consecutivo, anche in un contesto di riduzione dell attività di negoziazione grazie alla diversificazione delle fonti di ricavo quali il buon andamento dei servizi di informativa di mercato e di ammissione di strumenti finanziari ed ad un attento controllo dei costi. Quadro di riferimento e contesto competitivo Il 2013 ha visto una riduzione delle negoziazioni sul mercato EuroTLX, dopo un 2012 caratterizzato da una forte crescita dell attività generalizzato su tutti i segmenti principali. Il numero di contratti conclusi nel 2013 è stato pari a (verso del 2012) con un contrazione del 12,3% anno su anno, mentre il controvalore totale è stato di 92,2 miliardi (verso 105 miliardi del 2012) con una contrazione del 12.1% anno su anno. Nel corso del 2013 l attività sul segmento di mercato denominato Cert-X, dedicato ai prodotti di investimento ha registrato un significativo aumento, sia in termini di numero strumenti negoziati che di contratti e controvalori conclusi. L incremento delle negoziazioni è stato del 183% in termini di contratti conclusi e del 108% in termini dei volumi scambiati, raggiungendo un picco massimo nel corso del mese di ottobre in cui il mercato ha registrato più di contratti e quasi 500 milioni di controvalore. I positivi risultati raggiunti nel 2013 confermano l obiettivo della Società di spostarsi dal gestire un mercato puramente retail ad un mercato aperto anche a soggetti istituzionali interessati a negoziare retail sizes o odd lots, in un quadro di riferimento che sta subendo un processo di profonda revisione sia dal punto di vista dell impianto normativo che da quello delle dinamiche competitive. Nel 2013 la Società ha proseguito il processo di aumento del numero di aderenti al mercato, grazie all ingresso di nuovi Liquidity Provider e Broker, sia italiani (Credem e UBI Banca) che esteri (Credit Suisse e BNP Arbitrage), e grazie all estensione dell operatività da parte di soggetti già aderenti al EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 7

8 mercato (Jefferies e Equita SIM), a testimonianza del successo delle iniziative di cross selling intraprese nel corso dell anno. I clienti sono passati da 54 aderenti del 2012 a 59 nel Con riferimento ai dati di negoziazione, come trend più marcati del 2013 si segnalano la crescita dei volumi sui titoli di stato non UE (+27% rispetto al 2012), dei titoli di stato Sovereign (+37%) e sulle obbligazioni finanziarie (+1%), mentre le obbligazioni bancarie hanno registrato un calo dei volumi anno su anno del 12%. La crescita dei contratti e controvalori conclusi su Cert-X (+183%) conferma l obiettivo strategico del mercato di svilupparsi anche su una dimensione multi-prodotto. Nel corso del 2013 sono state apportate modifiche al Regolamento di mercato al fine di consentire l estensione del servizio di controparte centrale offerto da Cassa di Compensazione e Garanzia SpA alle obbligazioni accentrate presso i sistemi di regolamento europei Euroclear Bank Brussels e Clearstream Banking Luxembourg. L estensione del servizio di controparte centrale è finalizzata a migliorare la qualità del servizio complessivo offerto da EuroTLX SIM SpA e a favorire l allargamento della sua market community a livello internazionale. Tale servizio è operativo con successo dal 25 Novembre La Società ha approvato un nuovo Business Plan per il triennio , nel quale vengono confermati quali obiettivi strategici il posizionamento come trading venue di riferimento, a livello Europeo, per l esecuzione di ordini retail size e come canale di distribuzione di prodotti di investimento dedicati ai clienti non professionali. Il raggiungimento di tali obiettivi potrà essere effettuato grazie anche alla migrazione della piattaforma di negoziazione su tecnologia Millenium IT, già in uso sui Mercati del Gruppo LSE, ad una più ampia rete di relazioni di LSEG e sulla conferma del modello di negoziazione EuroTLX fondato su una microstruttura mista in cui i Liquidity Provider hanno ancora un ruolo fondamentale. I servizi offerti: La Società ha mantenuto la sua offerta organizzata in quattro linee di servizio: a) Servizio di Negoziazione b) Servizio di Ammissione c) Servizio Informativa di mercato d) Servizio di Schede prodotto a) Servizio di Negoziazione Il 2013 ha visto una media giornaliera di contratti per un controvalore di 365 milioni. Il fatturato derivante dal servizio di negoziazione è diminuito del 7% anno su anno. La tabella EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 8

9 seguente evidenzia come il 2013 abbia rappresentato un anno di riduzione dei contratti eseguiti rispetto al picco registrato nel Grafico 1: Contratti eseguiti sul mercato EuroTLX 4,000,000 3,500,000 3,000,000 2,500,000 2,000,000 1,500,000 EuroTLX - contratti eseguiti 1,000,000 EuroTLX 500,000 0 FY 2006 FY 2007 FY 2008 FY 2009 FY 2010 FY 2011 FY 2012 FY 2013 Liquidity Provider: la liquidità su EuroTLX è supportata da 22 Liquidity Provider, che alla fine del 2012 erano 20. Questo perché nel corso del 2013 si sono aggiunti due nuovi Liquidity Providers: Jefferies (che ha aderito anche in qualità di Market Maker B) e BNP Paribas Arbitrage SNC. Broker: gli aderenti al 31 dicembre 2013 sono risultati essere 29, tre in più rispetto ai 26 sussistenti al 31 dicembre 2012, poiché nel corso del 2013 hanno aderito direttamente ad EuroTLX anche Equita SIM, CREDEM e Credit Suisse. A seguito della fusione per incorporazione, UBI Banca ha sostituito Centrobanca sia in qualità di Broker che in qualità di Specialist. Il grafico nr. 2 mostra le quote di mercato degli aderenti più attivi calcolate sul numero di contratti in conto terzi. EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 9

10 Grafico 2: market share aderenti in c/terzi La market share domestica Come base di calcolo della market share domestica vengono presi i contratti eseguiti sul mercato regolamentato e gli MTF indirizzati alla negoziazione di obbligazioni per il segmento retail, ossia il mercato EuroTLX, quelli di Borsa Italiana (MOT, ExtraMOT) e Hi-MTF. La market share di EuroTLX nel corso dell intero 2013 è stata pari al 33,30%. Il grafico nr. 3 riporta l andamento storico della market share da gennaio Grafico 3: market share domestica del mercato EuroTLX EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 10

11 Il confronto con altri mercati in Europa EuroTLX si conferma tra le prime trading venue a livello europeo per la negoziazione di strumenti obbligazionari. Il grafico nr. 4 mostra il posizionamento rispetto alle altre società mercato. EuroTLX e i mercati di Borsa Italiana hanno una posizione di leadership sia nel segmento dei titoli obbligazionari governativi che in quello delle obbligazioni non-governative. Grafico 4A: market share vs le borse europee Fonti: FESE, (contratti su Order Book), Borsa Italiana Periodo 2013 EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 11

12 Grafico 4B: market share vs le borse europee Fonti: FESE (contratti su Order Book), Borsa Italiana Periodo: 2013 EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 12

13 b) Servizio di Ammissione Il procedimento di ammissione di strumenti finanziari è contraddistinto da una completa attività di analisi e controllo anche in virtù della prevalente natura non professionale del Mercato EuroTLX: l ufficio Admission, sulla base dei documenti pubblici disponibili, effettua per ogni strumento finanziario verifiche di compliance, concernenti l assenza di restrizioni alla vendita dello specifico strumento finanziario sul mercato secondario e la presenza di condizioni per la formazione di un mercato regolare. Inoltre, viene redatta e resa disponibile al Pubblico tramite il sito una scheda informativa, denominata Informativa Titolo, che riporta informazioni sintetiche per la comprensione delle principali caratteristiche dello strumento finanziario. La tabella seguente riassume gli strumenti negoziati suddivisi secondo le tipologie previste dal Regolamento del Mercato. Tabella1: Strumenti finanziari negoziati al EuroTLX Bancarie non eurobond plain e strutturate Titoli di Stato 514 Altre Obbligazioni ABS ed Altri Titoli di debito 33 Certificati 656 Azioni 136 Totale Nell anno 2013 le nuove ammissioni alle negoziazioni di strumenti finanziari sono state pari a 1.233, in calo rispetto alle all anno precedente. Al 31 dicembre 2013 EuroTLX contava sul proprio listino strumenti finanziari, in aumento rispetto ai del L attività dell anno è evidenziata nella tabella seguente. Tabella 2: Movimentazione di strumenti finanziari ammessi nel 2013 EuroTLX Negoziati al Delistati (145) Scaduti (977) Nuove Ammissioni Totale EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 13

14 Le obbligazioni bancarie non eurobond, plain vanilla e strutturate, erano alla fine dell anno pari a 1.598, che, seppur in riduzione rispetto all anno precedente, confermano EuroTLX come la prima piattaforma domestica per questa tipologia di strumenti finanziari. Classificando gli strumenti finanziari negoziati su EuroTLX in base ad una serie di parametri che contraddistinguono idealmente un mercato obbligazionario europeo, quali ad esempio (i) un rating di Investment Grade, (ii) un ammontare emesso superiore a 500 milioni di euro e (iii) il regolamento presso le depositarie internazionali, è disponibile un offerta superiore ai strumenti, gamma che rende EuroTLX una piattaforma appetibile per gli investitori istituzionali retail-size / odd-lots e privati europei. I ricavi generati dal Servizio Ammissione sono risultati in crescita del 12% rispetto al c) d) Servizio informativa di mercato e di schede prodotto Nel 2013 il servizio di fornitura e distribuzione dei dati di mercato a pagamento per gli information provider e per gli aderenti, introdotto nel 2010 e arricchitosi nel 2011 di un servizio di fornitura di dati anagrafici del mercato, ha registrato una crescita dei ricavi pari al 31% anno su anno. Il servizio Schede Prodotto per Intermediari consente alle reti bancarie di fornire ai propri clienti finali un informativa vive su base quotidiana e puntuale, scritta con un linguaggio semplice e facilmente comprensibile anche dall investitore retail. Il servizio consiste nell aggiornamento quotidiano delle Schede Prodotto degli strumenti obbligazionari negoziati sul mercato EuroTLX e sui mercati di Borsa Italiana. Le Schede Prodotto sono distribuite ai clienti del servizio con varie possibilità di personalizzazione. Il documento finale viene pertanto percepito dall investitore finale come proprio della rete alla quale si affida per la compravendita di strumenti finanziari. In alternativa, la Società offre le Schede Titolo, che non sono suscettibili di alcuna personalizzazione da parte del cliente e che vengono distribuite a logo EuroTLX. Il servizio si avvale delle analisi effettuate dal personale Admission e viene erogato tramite un sistema software proprietario sviluppato da EuroTLX. Nel corso del 2013 il fatturato è risultato in linea rispetto al EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 14

15 L attività Promozionale Nel 2013 l attività di promozione del Mercato è stata indirizzata soprattutto verso la partecipazione ad eventi all estero come: la European Market Liquidity Conference dell AFME, l EMEA Trading Conference di FPL, il TradeTech, Annual General Meeting dell ICMA, il Credit e-trading Event e Electronic Bond Trading Forum. EuroTLX ha sponsorizzato il Credit e-trading durante il quale ha presentato il modello di mercato e l esperienza come Trading Venue nel Fixed Income operante in base alle regole definite dalla direttiva MiFID. Inoltre, il Mercato ha partecipato all Evolution in Fixed Income Trading a Singapore tenendo un workshop sulla struttura del mercato obbligazionario Europeo e il modello di EuroTLX. Relatori di EuroTLX sono intervenuti presso il World Exchange Congress a Londra e al Trade Tech a Londra con la partecipazione a due tavole rotonde. In Italia sono proseguite le iniziative di investor education tramite la collaborazione con gli intermediari on-line e sono state confermate le partecipazioni agli eventi più tradizionali del settore, ovvero l ASSIOM FOREX di Bergamo, l ITF di Rimini e il Trading Online Expo. Inoltre, il 27 giugno si è svolto presso la sede del LSEG a Londra un incontro con gli Intermediari esteri per delineare il cambio di modello effettuato con l estensione della garanzia della Controparte Centrale sulle obbligazioni regolate presso le depositarie Internazionali. Il 14 novembre ha avuto luogo la sesta edizione della EuroTLX Convention, che ha visto oltre 100 partecipanti tra clienti attuali e potenziali. Infine, EuroTLX ha sponsorizzato la Lettera ASSIOM FOREX e i siti di informativa finanziaria di CBS Associati (lamiafinanza.it). I risultati sono stati positivi, soprattutto in termini di aumentata visibilità del brand all interno del panorama dei mercati finanziari europei. Altre attività rilevanti nel corso dell esercizio CC&G: il 25 novembre è stato attivato il servizio di Controparte Centrale su obbligazioni denominate in euro e regolate presso le depositarie internazionali EuroClear Bank e Clearstream Banking Luxembourg. Il servizio è fornito da Cassa di Compensazione e Garanzia. EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 15

16 ANDAMENTO DELL ATTIVITA NEL CORSO DEL 2013 Le componenti fondamentali del risultato di esercizio, analiticamente commentate nella Nota Integrativa, sono messe in evidenza nelle seguenti sintesi dei dati economici: Composizione dei Ricavi Il livello dei ricavi è pari a /migliaia Importi in /migliaia ( m) Trading Altri Ricavi Totale Ricavi Composizione dei costi I costi della produzione sono risultati pari a /migliaia La ripartizione dei costi secondo criteri gestionali è riportata nella tabella seguente. Importi in /migliaia ( m) HR IT/Info Provider Altri costi Imposte e tasse Totale Costi EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 16

17 ALTRE INFORMAZIONI Eventi Societari dell Esercizio In data 24 settembre 2013 si è tenuta l Assemblea Straordinaria della Società che ha provveduto alla modifica dello Statuto sociale, a seguito dell avvenuto perfezionamento dell'operazione di acquisizione del 70% del capitale sociale della Società da parte di Borsa Italiana S.p.A., allo scopo di rendere lo stesso maggiormente funzionale alle prospettive operative ed alle esigenze organizzative della Società. Con tale acquisizione, EuroTLX SIM S.p.A. è entrata a far parte del gruppo LSE. I soci preesistenti UniCredit S.p.A. e Banca IMI S.p.A. sono rimasti titolari ciascuno del 15% del capitale di EuroTLX SIM S.p.A.. Nella stessa data, l Assemblea ordinaria ha nominato i nuovi membri del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e il Presidente del Collegio Sindacale, tutti attualmente in carica. Il Consiglio di Amministrazione, tenutosi in pari data, ha provveduto alla nomina del Presidente, Amministratore Delegato e Amministratore con delega alla finanza e all attribuzione dei relativi poteri di gestione e di rappresentanza. In data 22 ottobre 2013 si è tenuta una nuova Assemblea Ordinaria della Società, convocata per deliberare in ordine alla revoca per giusta causa della società di revisione KPMG S.p.A. e al conferimento di incarico di revisione legale alla società PricewaterhouseCoopers S.p.A., società responsabile della revisione delle società italiane del gruppo LSEG. Antecedentemente al cambio di controllo, i poteri di gestione della Società erano stati conferiti ad un dirigente della Società (Dirigente Delegato), Stefano Cuccia, Responsabile dell UO Market Supervision. Tali poteri di rappresentanza e le deleghe erano stati oggetto di varie proroghe, l ultima delle quali fino alla naturale scadenza del Consiglio e comunque entro il 30 aprile 2013, termine legale per l approvazione del Bilancio d esercizio al Tale Assemblea si è tenuta in data 27 marzo 2013 e ha provveduto pertanto al rinnovo delle cariche sociali in scadenza, confermando la composizione del precedente Consiglio in scadenza - compresa la nomina del dott. Fabio Milanesi cooptato nel Consiglio del 9 gennaio nonché del precedente Collegio Sindacale, con l eccezione della nomina del dott. Carlo Bosello in qualità di sindaco effettivo in sostituzione del dott. Paolo Vantellini, dimessosi dalla carica. Attività di Ricerca e Sviluppo Durante il periodo di riferimento non sono state effettuate attività di Ricerca e di Sviluppo. EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 17

18 Fatti di Rilievo dopo la Chiusura dell Esercizio In data 17 dicembre 2013 il Consiglio di Amministrazione ha approvato una nuova struttura organizzativa coerente con la nuova strategia di business e che è diventata operativa dal 2 gennaio Chairman M. Tononi Compliance & Risk Management C. Casati Compliance CEO Internal Audit L. Laguardia Property Italy P. Poletto HR Italy Risk M. Sales & Business Development L. Bagato Chief Operating Officer S. Cuccia Legal ( BIt ) Finance Italy Sales Strategy & Business Development IT Market Supervision Communications Italy IT Operations Admission Company Secretary System Development Market Surveillance Regulation and Post Trade System Deployment EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 18

19 Evoluzione Prevedibile della Gestione L attuale contesto di mercato verrà fortemente riconfigurato nei prossimi anni da una profonda evoluzione del contesto normativo riguardante le infrastrutture di trading e post trading, nonché l attività degli intermediari. Con riferimento al mercato obbligazionario i cambiamenti più rilevanti saranno i seguenti: (i) MiFID II : la revisione della normativa MiFID mira a creare maggiori condizioni di trasparenza e a ridurre gli scambi OTC attraverso un loro spostamento nei mercati multilaterali (Mercati Regolamentati ed MTF); (ii) T2S : il progetto Target 2 Securities condivide con la MiFID II l obiettivo di creare un level playing field attraverso un aumento della standardizzazione, in questo caso dal punto di vista dei processi di post-trading (che allo stato attuale di fatto impediscono una reale integrazione dei mercati finanziari europei); (iii) Basilea III (CRD IV e CRR IV) e Solvency II : i maggiori requisiti patrimoniali imposti alle istituzioni finanziarie ridurranno le possibilità di trading proprietario, comporteranno un deleveraging del sistema bancario e si tradurranno in maggiori costi di finanziamento per le aziende, che a loro volta saranno più propense ad utilizzare i mercati dei capitali come canale sostitutivo di quello bancario. L abbandono di un modello di inventory comporterà uno spostamento dei flussi verso piattaforme di trading elettronico, mentre il cambiamento delle politiche di funding dovrebbe portare ad un rinnovato interesse nei confronti dei corporate bond. Lo sviluppo della Società in Europa dovrebbe beneficiare di tale scenario, in quanto il mercato EuroTLX si pone come un first mover nel panorama delle piattaforme europee di e-trading e come un naturale aggregatore di liquidità per gli ordini retail size. Nuovo servizio di negoziazione per il Mercato EuroTLX: per la fine del secondo trimestre del 2014 si completerà la migrazione della piattaforma di negoziazione su tecnologia Millennium IT, già in uso presso i mercati gestiti da Borsa Italiana e da LSE allo scopo di aumentare l efficienza e le prestazioni del Mercato. CCP: estensione della copertura ad altre valute oltre all euro per la copertura della controparte centrale sulle obbligazioni che regolano sulle depositarie estere. Variazione della microstruttura: nel corso del 2014, a seguito dell introduzione del nuovo servizio di negoziazione, la Società prevede di apportare una modifica alla microstruttura del mercato EuroTLX consistente nella negoziazione volontaria tra Liquidity Provider all interno dei segmenti dei corporate bond, delle obbligazioni finanziarie, delle obbligazioni dei mercati emergenti e delle obbligazioni sovranazionali & agency. EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 19

20 ICAAP La Società ha iniziato ad operare in qualità di SIM dal 1 gennaio 2010 e da allora affronta il processo ICAAP secondo quanto previsto dalla normativa di riferimento emanata da Banca d Italia (Regolamento di Banca d Italia in materia di vigilanza prudenziale per le SIM). Attualmente è in corso il processo ICAAP relativo all esercizio 2013 con previsioni sull esercizio Nel corso di questi anni è stato predisposto e perfezionato il processo di controllo e di attenuazione dei rischi adottato da EuroTLX SIM S.p.A. che ha portato la Società a svolgere le proprie considerazioni e le valutazioni di natura prospettica sull adeguatezza patrimoniale rispetto all esposizione ai rischi identificati. Anche in seguito al cambio di azionariato che ha interessato la società e alla conseguente modifica della struttura organizzativa, tale processo è stato sostanzialmente confermato. Il lavoro posto alla base del processo di Internal Capital Adequacy Assessment e del relativo Resoconto ha come oggetto: a) il calcolo del patrimonio di vigilanza al 31 dicembre 2013; b) il calcolo del capitale interno e del patrimonio di vigilanza in base al Budget 2014 approvato il 17 dicembre 2013; c) l identificazione e l elaborazione di scenari di stress test aventi ad oggetto il rischio strategico, il rischio di credito e il rischio operativo (quest ultimo stress test comprende anche il manifestarsi del rischio di concentrazione); d) le considerazioni e le valutazioni di natura prospettica svolte dalla Società sull adeguatezza patrimoniale rispetto all esposizione ai rischi identificati. Il Resoconto ICAAP relativo all esercizio 2013 verrà inviato alla Banca d Italia entro il 30 aprile Altre Attività Il Consiglio di Amministrazione, nella riunione del 17 dicembre 2013 ha approvato: - la disdetta del contratto con Nasdaq/OMX per il passaggio a Millenium IT - la stipula dei contratti infragruppo per la fornitura dei servizi relativi all infrastruttura tecnologica e le Corporate Functions - il Budget 2014 e il Business Plan la nomina del nuovo Organismo di Vigilanza. Antiriciclaggio In sede del Consiglio di Amministrazione del 14 settembre 2011 è stata istituita la funzione aziendale di controllo interno di Antiriciclaggio, prevista dal Provvedimento della Banca d Italia del EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 20

21 10 marzo 2011 recante disposizioni attuative in materia di organizzazione, procedure e controlli interni volti a prevenire l utilizzo degli intermediari e degli altri soggetti che svolgono attività finanziaria a fini di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo, ai sensi dell art. 7 comma 2 del Decreto Legislativo 21 novembre 2007, n. 231, e la responsabilità di tale funzione è stata affidata alla responsabile delle funzioni di Compliance e Risk Management. In data 17 dicembre, la responsabile delle funzioni di Compliance e Risk Management, Claudia Casati, è stata altresì nominata, con atto di delega del legale rappresentante, Responsabile della segnalazione delle operazioni sospette, ai sensi dell articolo 42, comma 4 del D.Lgs 231/2007 EuroTLX SIM, in quanto gestore di un sistema multilaterale, è esente dall obbligo di adeguata verifica e registrazione dei rapporti continuativi e delle operazioni compiute dalla clientela, nonché dall obbligo di comunicazione all Unità di Informazione Finanziaria (UIF) dei dati aggregati statistici mensili e resta invece sottoposta all obbligo di segnalazione delle operazioni sospette. Nel corso dell esercizio 2013 non sono state rilevate operazioni sospette a fini Antiriciclaggio. È stata svolta l attività di formazione interna in materia di antiriciclaggio e contrasto al finanziamento del terrorismo. Decreto Legislativo 81/2008 Prevenzione e sicurezza sul lavoro La società è sottoposta alla normativa prevista dal D. Lgs. 9 aprile 2008 n.81 che disciplina le misure per la tutela della salute e per la sicurezza dei lavoratori. Tutti i dipendenti hanno ricevuto debita formazione in materia di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro. L Amministratore Delegato svolge le funzioni di Datore di Lavoro ai sensi della normativa in materia di salute e sicurezza dei lavoratori. In data 31 dicembre 2013 l Amministratore Delegato ha nominato Andrea Perrone Delegato del Datore di Lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/2008. In data 19 dicembre è stato nominato il nuovo Responsabile del servizio per la prevenzione e la protezione dai rischi professionali dei lavoratori nella persona di Riccardo Mattioli. A seguito di tali cambiamenti organizzativi, sarà aggiornato il Documento di valutazione dei rischi. EuroTLX SIM S.p.A. - Progetto di Bilancio di Esercizio al Pag. 21

BILANCIO DELL ESERCIZIO 2009 PROSPETTI DEL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2009

BILANCIO DELL ESERCIZIO 2009 PROSPETTI DEL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2009 BILANCIO DELL ESERCIZIO 2009 PROSPETTI DEL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2009 BANCA DI ROMAGNA SPA SEDE LEGALE IN FAENZA CORSO GARIBALDI 1. SOCIETÀ APPARTENENTE AL GRUPPO UNIBANCA SPA (ISCRITTO ALL'ALBO DEI

Dettagli

Pitagora SpA - Semestrale al 30/06/2014

Pitagora SpA - Semestrale al 30/06/2014 B i l a n c i o s e m e s t r a l e a l 3 0 g i u g n o 2 0 1 4 BILANCIO SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014 Pitagora SpA - Semestrale al 30/06/2014 STATO PATRIMONIALE Voci dell'attivo 30/06/2014 31/12/2013

Dettagli

BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 Estratto per la pubblicazione

BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 Estratto per la pubblicazione BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 Estratto per la pubblicazione BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 1. STATO PATRIMONIALE Voci dell'attivo 31.12.2014 31.12.2013 10. Cassa e disponibilità liquide 341 153 60. Crediti:

Dettagli

Il bilancio bancario: la normativa di riferimento e gli schemi di bilancio

Il bilancio bancario: la normativa di riferimento e gli schemi di bilancio Il bilancio bancario: la normativa di riferimento e gli schemi di bilancio Agenda Normativa di riferimento Disposizioni generali Schemi di bilancio individuale Stato patrimoniale Attivo Stato patrimoniale

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009 SOCIETÀ PER AZIONI Sede legale: Cagliari - Viale Bonaria 33 Sede amministrativa e Direzione generale: Sassari - Viale Umberto 36 Capitale sociale Euro 155.247.762,00 i.v. Cod. fisc. e num. iscriz. al Registro

Dettagli

SCHEMI DI BILANCIO DELL IMPRESA

SCHEMI DI BILANCIO DELL IMPRESA SCHEMI DI BILANCIO DELL IMPRESA Stato Patrimoniale Conto Economico Prospetto delle variazioni del Patrimonio Netto Rendiconto Finanziario Stato Patrimoniale Voci dell'attivo 2007 2006 10. Cassa e disponibilità

Dettagli

Dati al 30 Giugno 2015

Dati al 30 Giugno 2015 Dati al 30 Giugno 2015 www.biverbanca.it info@biverbanca.it Sede Legale e Direzione Generale: 13900 Biella Via Carso, 15 Capitale Sociale euro 124.560.677,00 Registro delle Imprese di Biella Partita Iva

Dettagli

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012)

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) La Holding chiude il 2013 con un utile di 0,5 milioni (perdita

Dettagli

PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI

PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI Prima adozione degli Note tecniche di commento all applicazione dei principi contabili internazionali in sede di prima applicazione Transizione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Roe consolidato a fine 2007 si attesta al 18,3% (17,5% nel 2006).

COMUNICATO STAMPA. Il Roe consolidato a fine 2007 si attesta al 18,3% (17,5% nel 2006). Capogruppo del Gruppo Bancario CREDITO EMILIANO CREDEM COMUNICATO STAMPA CREDEM, IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO CONSOLIDATO 2007(1): UTILE A 249,4 MILIONI DI EURO (+18,7%), ROE 18,3%, DIVIDENDO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI SPOLETO SPA: CIRCOLARE BANCA D ITALIA. BILANCIO 2005.

COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI SPOLETO SPA: CIRCOLARE BANCA D ITALIA. BILANCIO 2005. COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI SPOLETO SPA: CIRCOLARE BANCA D ITALIA. BILANCIO 2005. In data 3 aprile u.s. la Banca d Italia ha emanato una circolare a tutti gli intermediari creditizi con cui disciplina

Dettagli

Prima applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS

Prima applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS Prima applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS Prima adozione degli IAS/IFRS Note tecniche di commento all applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS in sede di prima

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS)

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS) TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS) Pag. 1 1 INDICE Premessa... 3 PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS1)... 4 RICONCILIAZIONI RICHIESTE DALL IFRS 1...

Dettagli

37. Transizione ai principi contabili internazionali IFRS

37. Transizione ai principi contabili internazionali IFRS 37. Transizione ai principi contabili internazionali IFRS Premessa Come indicato in Nota 1, La Società, nell ambito del progetto intrapreso nel 2008 afferente la transizione ai principi contabili internazionali

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A.

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A. TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006 Marcolin S.p.A. Transizione ai Principi Contabili Internazionali (IAS/IFRS) Premessa In ottemperanza al Regolamento Europeo n. 1606 del 19

Dettagli

CREDEM, RISULTATI CONSOLIDATI: NEL PRIMO SEMESTRE 2015 UTILE +20,6% A/A, PROSEGUE LA CRESCITA DEI PRESTITI +5,3% A/A.

CREDEM, RISULTATI CONSOLIDATI: NEL PRIMO SEMESTRE 2015 UTILE +20,6% A/A, PROSEGUE LA CRESCITA DEI PRESTITI +5,3% A/A. CREDEM, RISULTATI CONSOLIDATI: NEL PRIMO SEMESTRE 2015 UTILE +20,6% A/A, PROSEGUE LA CRESCITA DEI PRESTITI +5,3% A/A. IMPORTANTE SOSTEGNO ALL ECONOMIA Prestiti a clientela (1) : +5,3% a/a (vs sistema -0,6%

Dettagli

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Comunicato Stampa Risultati consolidati al 30 settembre 2006 Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Ricavi in crescita -

Dettagli

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs)

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs) EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(s) EEMS Italia S.p.A PROSPETTI CONTABILI DI EEMS ITALIA S.P.A AL 30 GIUGNO 2006 Premessa

Dettagli

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro:

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro: MITTEL S.P.A. Sede in Milano - Piazza A. Diaz 7 Capitale sociale 66.000.000 i.v. Codice Fiscale - Registro Imprese di Milano - P. IVA 00742640154 R.E.A. di Milano n. 52219 Iscritta all U.I.C. al n. 10576

Dettagli

IBL Banca S.p.A. Sede sociale e Direzione Generale Via di Campo Marzio, 46 Roma

IBL Banca S.p.A. Sede sociale e Direzione Generale Via di Campo Marzio, 46 Roma Bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 Giugno 2015 IBL Banca S.p.A. Sede sociale e Direzione Generale Via di Campo Marzio, 46 Roma Capitale Sociale int. vers. Euro 42.500.000,00 Capogruppo del

Dettagli

CONFERMATA LA CAPACITÀ DEL GRUPPO DI EROGARE CREDITO IN MODO SANO ED EQUILIBRATO

CONFERMATA LA CAPACITÀ DEL GRUPPO DI EROGARE CREDITO IN MODO SANO ED EQUILIBRATO CREDEM: RISULTATI PRELIMINARI (1) CONSOLIDATI 2015: UTILE +9,5% A/A, PRESTITI +5,3% A/A, ELEVATA SOLIDITA CON CET1 (2) A 13,52% AMPIAMENTE SOPRA AL REQUISITO MINIMO SREP (7%) COSTANTE REDDITIVITA E GENERAZIONE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CREDEM, RISULTATI 1Q2015: UTILE +47,4% A/A, PRESTITI +6,6% A/A

COMUNICATO STAMPA CREDEM, RISULTATI 1Q2015: UTILE +47,4% A/A, PRESTITI +6,6% A/A CREDEM, RISULTATI 1Q2015: UTILE +47,4% A/A, PRESTITI +6,6% A/A Raccolta da clientela (1) +11,8% a/a a 56.235 milioni di euro, con un incremento in valore assoluto di circa sei miliardi di euro a/a; raccolta

Dettagli

Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015

Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015 Comunicato Stampa Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015 Utile netto consolidato a 7,6 milioni di Euro (+52,3% a/a) Ricavi consolidati a 44,8 milioni di Euro (+2,1% a/a) Risultato della gestione

Dettagli

Arianna SIM S.p.A. Bilancio al 31.12.2013

Arianna SIM S.p.A. Bilancio al 31.12.2013 Arianna SIM S.p.A. Bilancio al 31.12.2013 Arianna SIM S.p.A. Società di Intermediazione Mobiliare - Capitale Sociale 2.013.740,00 i.v. Iscrizione all Albo delle SIM n 145 - R.E.A. Roma n. 797734 Cod. Fisc.,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA MEDIA: RICAVI STABILI NEL 2014 E FORTE TAGLIO ALLE PERDITE

COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA MEDIA: RICAVI STABILI NEL 2014 E FORTE TAGLIO ALLE PERDITE COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA MEDIA: RICAVI STABILI NEL E FORTE TAGLIO ALLE PERDITE RICAVI: 70,5 milioni di euro; -1,7 milioni di euro rispetto all esercizio (72,2 milioni di euro) EBITDA: 25,4 milioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio Consolidato al 31 dicembre 2005 redatto secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio Consolidato al 31 dicembre 2005 redatto secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Sede Legale Cagliari - Viale Bonaria 33 Sede Amministrativa e Direzione Generale Sassari - Viale Umberto 36 Capitale Sociale Euro 147.420.075,00 i.v. Codice fiscale e numero di

Dettagli

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2010

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2010 CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2010 Margine di intermediazione consolidato pari a Euro 4,14 milioni (Euro 5,96 milioni al IH2009) Perdita netta di competenza del gruppo

Dettagli

BILANCIO DELL ESERCIZIO

BILANCIO DELL ESERCIZIO BILANCIO DELL ESERCIZIO 2013 Società sottoposta all attività di direzione e coordinamento di P.F.M. Finanziaria S.p.A. Via Privata Maria Teresa, 7 20123 Milano Capitale Sociale euro 4.000.000 i.v. Cod.

Dettagli

COIMA RES S.p.A. BILANCIO INTERMEDIO AL 30/09/2015. Sede legale in Milano piazza della Repubblica n.5 CAP 20121

COIMA RES S.p.A. BILANCIO INTERMEDIO AL 30/09/2015. Sede legale in Milano piazza della Repubblica n.5 CAP 20121 COIMA RES S.p.A. BILANCIO INTERMEDIO AL 30/09/2015 Sede legale in Milano piazza della Repubblica n.5 CAP 20121 Registro Imprese di Milano n. 09126500967 R.E.A. 2070334 Codice fiscale e Partita IVA 09126500967

Dettagli

BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014

BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 BILANCIO DELLA CASSA RURALE DI ISERA Banca di Credito Cooperativo CODICE A.B.I. 81075 Soc. Coop. con sede in Isera Cod. fisc. - Partita Iva e Iscriz. Reg. Imprese CCIAA di Trento 00158620229 -R.E.A TN

Dettagli

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 COMUNICATO STAMPA Nel 1H11: Ricavi consolidati: 174,0 milioni di euro (+1,4% sul 1H10) Utile ante imposte: 48,6 milioni di euro (+2,7% sul 1H10) Utile netto

Dettagli

Relazione e Bilancio di Intesa Sanpaolo

Relazione e Bilancio di Intesa Sanpaolo Relazione e Bilancio di Intesa Sanpaolo RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE 391 Dati di sintesi di bilancio e indicatori alternativi di performance di Intesa Sanpaolo Dati di bilancio 2009 2008 variazioni

Dettagli

Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS. 8 settembre 2005

Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS. 8 settembre 2005 1 Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS 8 settembre 2005 Indice 2 N Slide Introduzione 3 Totale impatti 4 IFRS con influenza sul Gruppo 5 CE: riconciliazione Anno 2004-1 6 Descrizione dei principali IFRS

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007:

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA * : 1.071,9 MLN DI EURO (+17%) RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 164 MLN DI EURO;

Dettagli

BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1

BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1 COMUNICATO STAMPA BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1 Performance commerciale: +20% turnover factoring nei primi nove mesi 2015 a/a Outstanding CQS/CQP al 30 settembre 2015 pari

Dettagli

Il bilancio delle banche e l analisi delle performance. Corso di Economia delle Aziende di Credito Prof. Umberto Filotto a.a.

Il bilancio delle banche e l analisi delle performance. Corso di Economia delle Aziende di Credito Prof. Umberto Filotto a.a. Il bilancio delle banche e l analisi delle performance Corso di Economia delle Aziende di Credito Prof. Umberto Filotto a.a. 2010/2011 Premessa Il bilancio bancario presenta caratteristiche distintive

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 44,4 milioni (ex Euro 2 milioni)

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 44,4 milioni (ex Euro 2 milioni) COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A. HA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015 NOTA: A SEGUITO DELL AVVENUTO CONFERIMENTO

Dettagli

STATO PATRIMONIALE Totale dell'attivo 1.097.639.736 1.115.552.611 Totale del passivo e del patrimonio netto 1.097.639.736 1.115.552.

STATO PATRIMONIALE  Totale dell'attivo 1.097.639.736 1.115.552.611 Totale del passivo e del patrimonio netto 1.097.639.736 1.115.552. CREDITO COOPERATIVO FRIULI SOC. COOP. cod..fiisc..02216020301 Bilancio di esercizio al 31.12.2014 Imposta di bollo assolta in modo virtuale tramite la Camera di Commercio di Udine Autorizzazione numero

Dettagli

Consiglio di Gestione di Mediobanca

Consiglio di Gestione di Mediobanca Consiglio di Gestione di Mediobanca Milano, 7 marzo 2008 Approvata la relazione semestrale al 31 dicembre 2007 * * * Redditività in aumento malgrado il deterioramento dei mercati Aperte le filiali di Francoforte

Dettagli

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008.

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008. Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008. Utile netto consolidato a 75,3 milioni di euro: risente dell andamento negativo

Dettagli

La dinamica economica, patrimoniale e finanziaria di impresa

La dinamica economica, patrimoniale e finanziaria di impresa Università degli Studi di Torino Laboratorio "Internazionalizzazione delle imprese: strategie di mercato e di investimento Le dinamiche economiche, patrimoniali e finanziarie dell impresa Massimo Battuello

Dettagli

711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO. Data chiusura esercizio 31/12/2007

711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO. Data chiusura esercizio 31/12/2007 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO Data chiusura esercizio 31/12/2007 BANCA POPOLARE ETICA SOCIETA' COOPERATIVA PER AZIONI O IN FORMA ABBREVIATA "BANCA ETICA" O "BPE". Forma giuridica: SOCIETA' COOPERATIVA

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2009 DATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO

Dettagli

BILANCIO CIVISLISTICO, PROSPETTO DEI MOVIMENTI DEL PATRIMONIO NETTO, RENDICONTO FINANZIARIO E NOTE ESPLICATIVE 31/12/2005

BILANCIO CIVISLISTICO, PROSPETTO DEI MOVIMENTI DEL PATRIMONIO NETTO, RENDICONTO FINANZIARIO E NOTE ESPLICATIVE 31/12/2005 EMAN SOFTWARE S.P.A. Sede Lege Milano Vie Monza, 265 Capite Socie sottoscritto e interamente versato Euro 120.000= i.v. iscritta Registro Imprese di MILANO n. 04441590967 e n. 1747663 del R.E.A. della

Dettagli

APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2004

APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2004 APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2004 PROPOSTA LA DISTRIBUZIONE DI DIVIDENDI 1. Attività del Gruppo Alerion nel 2004 Investimenti in partecipazioni strategiche o Enertad o Eurovision Dismissioni immobiliari

Dettagli

GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 31.12.2009 (In conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS)

GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 31.12.2009 (In conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS) GE Capital Interbanca Corso Venezia 56 20121 Milano T +39 02 77311 F +39 02 784321 COMUNICATO STAMPA GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 31.12.2009 (In conformità ai principi contabili

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 146,6 milioni (ex Euro 134,3 milioni)

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 146,6 milioni (ex Euro 134,3 milioni) COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015 NOTA: LA COMPARAZIONE

Dettagli

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011 CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011 Margine di intermediazione consolidato pari a 5,68 milioni di euro (4,14 milioni di euro al IH2010) Risultato della gestione operativa

Dettagli

Comunicato Stampa. Il consiglio di amministrazione di Investimenti e Sviluppo S.p.A. approva il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2009

Comunicato Stampa. Il consiglio di amministrazione di Investimenti e Sviluppo S.p.A. approva il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2009 Comunicato Stampa Il consiglio di amministrazione di Investimenti e Sviluppo S.p.A. approva il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2009 Risultati consolidati al 31 marzo 2009: Ricavi netti pari

Dettagli

TITOLO. Consiglio di amministrazione del 6 novembre 2013: approvazione del resoconto intermedio di gestione consolidato al 30 settembre 2013.

TITOLO. Consiglio di amministrazione del 6 novembre 2013: approvazione del resoconto intermedio di gestione consolidato al 30 settembre 2013. Società cooperativa per azioni - fondata nel 1871 Sede sociale e direzione generale: I - 23100 Sondrio So - Piazza Garibaldi 16 Iscritta al Registro delle Imprese di Sondrio al n. 00053810149 Iscritta

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL BILANCIO CONSOLIDATO E IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE AL 31 DICEMBRE 2014 NOTA:

Dettagli

Relazione e Bilancio di Intesa Sanpaolo

Relazione e Bilancio di Intesa Sanpaolo Relazione e Bilancio di Intesa Sanpaolo Relazione sull andamento della gestione Dati di sintesi e indicatori alternativi di performance di Intesa Sanpaolo Commissioni nette Dati economici variazioni assolute

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IW BANK S.P.A.: APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007

COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IW BANK S.P.A.: APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IW BANK S.P.A.: APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 Utile netto a 5,0 milioni di euro (2,5 milioni di euro al 30 giugno 2006, +100%) Margine

Dettagli

GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 30.06.2010 (In conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS)

GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 30.06.2010 (In conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS) GE Capital Interbanca Corso Venezia 56 20121 Milano T +39 02 77311 F +39 02 784321 COMUNICATO STAMPA GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 30.06.2010 (In conformità ai principi contabili

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ALBA PRIVATE EQUITY APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DI ESERCIZIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2014

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ALBA PRIVATE EQUITY APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DI ESERCIZIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA Milano, 15 aprile 2015 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ALBA PRIVATE EQUITY APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DI ESERCIZIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2014 Bilancio Capogruppo:

Dettagli

Risultati consolidati al 31 marzo 2007 (schemi riclassificati confronto con il 31 marzo 2006)

Risultati consolidati al 31 marzo 2007 (schemi riclassificati confronto con il 31 marzo 2006) COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al 31 marzo 2007 (schemi riclassificati confronto con il 31 marzo 2006) UBI BANCA pro-forma (non inclusivi dell effetto dell appostazione della differenza di fusione)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE:

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati dei primi nove mesi del 2010. Utile e margini operativi in forte crescita. Ricavi Consolidati: Euro 620,9 milioni (+11,3%

Dettagli

Record storico del Gruppo raggiunto in soli 6 mesi. Pietro Giuliani: prevedo un Utile netto consolidato a fine anno tra 220 300 milioni

Record storico del Gruppo raggiunto in soli 6 mesi. Pietro Giuliani: prevedo un Utile netto consolidato a fine anno tra 220 300 milioni Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2015 COMUNICATO STAMPA Record storico del Gruppo raggiunto in soli 6 mesi. Pietro Giuliani: prevedo un Utile netto consolidato a fine anno tra 220 300 milioni Nel

Dettagli

Fascicolo a stampa 2014; RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE

Fascicolo a stampa 2014; RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE 2014 BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2014; RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE 2014; RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE ALL ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA DEI SOCI SUL BILANCIO CHIUSO

Dettagli

CDP S.p.A. Relazione Finanziaria. Annuale 2012. Nota integrativa

CDP S.p.A. Relazione Finanziaria. Annuale 2012. Nota integrativa CDP S.p.A. Relazione Finanziaria Annuale 2012 Nota integrativa NOTA INTEGRATIVA Premessa 179 PARTE A - POLITICHE CONTABILI 182 A.1 - Parte generale 182 SEZIONE 1 - DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ AI PRINCÍPI

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO

CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO Prestiti (1) +7,9% a/a (vs -1,4% del sistema (2) ); rapporto sofferenze impieghi a 1,55% tra i più bassi del

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL BILANCIO CONSOLIDATO E IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE AL 31 DICEMBRE 2007 DATI DI BILANCIO

Dettagli

CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10%

CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10% CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10% Utile netto consolidato a 100,3 milioni di euro, +11,2% a/a; investimenti per lo sviluppo dei canali di

Dettagli

Utile netto della capogruppo Anima Holding: 72,4 milioni di euro (+38% sul 2013)

Utile netto della capogruppo Anima Holding: 72,4 milioni di euro (+38% sul 2013) COMUNICATO STAMPA ANIMA Holding: risultati esercizio 2014 Ricavi totali consolidati: 226,9 milioni (+3% sul 2013) Utile netto consolidato: 84,9 milioni (-29% sul 2013 che includeva proventi straordinari)

Dettagli

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/31 35. Informazioni sui valori contabili contenuti in differenti classificazioni di rimanenze e l ammontare delle variazioni in queste voci di attività è utile per gli utilizzatori del bilancio.

Dettagli

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 Approvata la proposta di autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie Margine di intermediazione consolidato

Dettagli

CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29%

CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29% CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29% Utile netto consolidato +28,1% a/a a 128,5 milioni di euro;

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015

RISULTATI CONSOLIDATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 COMUNICATO STAMPA RISULTATI CONSOLIDATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 VENDITE NETTE: 681,9 milioni (+33,7%) - 510,1 milioni nei primi nove mesi del 2014 EBITDA: 141,3 milioni (+33,7%) pari al 20,7% delle

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015 Società per Azioni con Sede Legale in Cagliari Viale Bonaria, 33 Codice fiscale e n di iscrizione al Registro delle Imprese di Cagliari 01564560900 Partita IVA 01577330903 Iscrizione all Albo delle Banche

Dettagli

Dal bilancio italiano al bilancio IFRS: applicazioni pratiche dei principi contabili internazionali

Dal bilancio italiano al bilancio IFRS: applicazioni pratiche dei principi contabili internazionali PERCORSO Dal bilancio italiano al bilancio IFRS: applicazioni pratiche dei principi contabili internazionali Brescia, dal 12 al 27 maggio 2009 Programma I Modulo Dal bilancio italiano al bilancio IFRS

Dettagli

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007)

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007) CREDITO BERGAMASCO: il Consiglio di Amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale. Crescono i ricavi. Continua espansione dei prestiti a piccole e medie imprese e della raccolta diretta complessiva.

Dettagli

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1.

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1. Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1. L utile netto si posiziona a 42,7 milioni, mentre l utile netto normalizzato 2 si attesta a

Dettagli

Bilancio di Intesa Sanpaolo

Bilancio di Intesa Sanpaolo Bilancio di Intesa Sanpaolo Dati di sintesi di bilancio e indicatori alternativi di performance di Intesa Sanpaolo Dati di bilancio 2008 2007 variazioni assolute % Dati economici Interessi netti 4.970

Dettagli

Bilancio consolidato

Bilancio consolidato 2013 Innovazione MERCATO Crescita Investimenti LAVORO 4 FILIERE Bilancio consolidato www.a2a.eu Indice 0.1 Prospetti contabili consolidati 4 Situazione patrimoniale-finanziaria 6 Conto economico 7 Conto

Dettagli

L analisi del bilancio della banca

L analisi del bilancio della banca L analisi del bilancio della banca Agenda 2 L analisi del bilancio bancario: alcune considerazioni preliminari L analisi del bilancio bancario L analisi dei bilanci consolidati 2009-2011 del gruppo Unicredit

Dettagli

ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS

ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS CAMFIN s.p.a. COMUNICATO STAMPA RIUNITO IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI CAMFIN SPA ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS APPROVATA LA RELAZIONE

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%)

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013 Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) Commissioni nette 41,1 mln di euro (-5,6%1*) Margine di intermediazione

Dettagli

BILANCIO DELLA CASSA RURALE DI TASSULLO E NANNO

BILANCIO DELLA CASSA RURALE DI TASSULLO E NANNO BILANCIO DELLA CASSA RURALE DI TASSULLO E NANNO Banca di Credito Cooperativo ABI soc. coop. con sede in Piazza C.A. Pilati,15 TASSULLO (Provincia di Trento) Cod. fisc. - Partita Iva e Iscriz. Reg. Imprese

Dettagli

Relazione e Bilancio di Intesa Sanpaolo

Relazione e Bilancio di Intesa Sanpaolo Relazione e Bilancio di Intesa Sanpaolo RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE Dati di sintesi e indicatori alternativi di performance di Intesa Sanpaolo Commissioni nette Dati economici variazioni assolute

Dettagli

711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO. Data chiusura esercizio 31/12/2011

711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO. Data chiusura esercizio 31/12/2011 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO Data chiusura esercizio 31/12/2011 "CREDITO VALDINIEVOLE" BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI MONTECATINI TERME E BIENTINA SOCIETA' COOPERATIVA Forma giuridica: SOCIETA'

Dettagli

SANPAOLO IMI WEALTH MANAGEMENT S.p.A. (SANPAOLO WM S.p.A.)

SANPAOLO IMI WEALTH MANAGEMENT S.p.A. (SANPAOLO WM S.p.A.) SANPAOLO IMI WEALTH MANAGEMENT S.p.A. (SANPAOLO WM S.p.A.) SEDE SOCIALE: Milano, via Hoepli 10 CAPITALE SOCIALE: Euro 347.367.508,00 i.v. REGISTRO DELLE IMPRESE DI MILANO: n. 09672140150 PARTITA IVA: 09672140150

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Mestre, 14 novembre 2011. I risultati in breve

COMUNICATO STAMPA. Mestre, 14 novembre 2011. I risultati in breve COMUNICATO STAMPA Margini in forte crescita e indici di solidità patrimoniale a livelli di assoluta eccellenza: il Gruppo Banca IFIS conferma la validità del modello di business anche in mercati instabili

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005

RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005 RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005 Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 29 luglio 2005 Poligrafica San Faustino S.p.A. 25030 CASTREZZATO (BS) ITALY - V. Valenca 15 Tel. (030) 70.49.1 - (10

Dettagli

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013)

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2014 GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) Il risultato è influenzato dagli oneri

Dettagli

Azimut Holding. Progetto di Bilancio al 31 dicembre 2010: dividendo a 0,25 per azione

Azimut Holding. Progetto di Bilancio al 31 dicembre 2010: dividendo a 0,25 per azione COMUNICATO STAMPA Azimut Holding. Progetto di Bilancio al 31 dicembre 2010: dividendo a 0,25 per azione Ricavi consolidati: 358,4 milioni ( 347,4 milioni nel 2009) Utile netto consolidato: 94,3 milioni

Dettagli

ZENIT SGR S.p.A. BILANCIO AL 31/12/2012

ZENIT SGR S.p.A. BILANCIO AL 31/12/2012 ZENIT SGR S.p.A. Via Privata Maria Teresa, 7-20123 Milano Capitale Sociale euro 4.000.000 i.v. Cod. Fisc./Registro Imprese di Milano 04203011004 - R.E.A. Milano 1385540 BILANCIO AL 31/12/2012 STATO PATRIMONIALE

Dettagli

L applicazione dei principi IAS nell ordinamento italiano

L applicazione dei principi IAS nell ordinamento italiano Approfondimenti Bilancio L applicazione dei principi IAS nell ordinamento italiano di Paolo Moretti Alla luce delle disposizioni nazionali e comunitarie l applicazione dei principi contabili internazionali

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA COMUNICATO STAMPA GRUPPO RATTI IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI RATTI S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2012 RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO DELL ESERCIZIO 2013 PROPOSTE ALL ASSEMBLEA:

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO DELL ESERCIZIO 2013 PROPOSTE ALL ASSEMBLEA: COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO DELL ESERCIZIO 2013 PROPOSTE ALL ASSEMBLEA: - DIVIDENDO DI 0,17 EURO (INVARIATO RISPETTO AL 2013) - AUTORIZZAZIONE ALL

Dettagli

Stato Patrimoniale (in unità di euro)

Stato Patrimoniale (in unità di euro) BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2009 Stato Patrimoniale (in unità di euro) Voci dell'attivo 31-12-2009 31-12-2008 10. Cassa e disponibilità liquide 16.940.349 17.545.073 20. Attività finanziarie detenute per la

Dettagli

CONTABILITA E BILANCIO: IL BILANCIO PUBBLICO PRINCIPI ECONOMICI, DISCIPLINA GIURIDICA E NORMATIVA FISCALE

CONTABILITA E BILANCIO: IL BILANCIO PUBBLICO PRINCIPI ECONOMICI, DISCIPLINA GIURIDICA E NORMATIVA FISCALE CONTABILITA E BILANCIO: IL BILANCIO PUBBLICO PRINCIPI ECONOMICI, DISCIPLINA GIURIDICA E NORMATIVA FISCALE Prof. Giovanni Frattini Dal cap. 5 Il bilancio pubblico - L introduzione dei principi contabili

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione 36 37 38 Dati significativi di gestione In questa sezione relativa al Rendiconto economico sono evidenziati ed analizzati i risultati economici raggiunti da ISA nel corso dell esercizio. L analisi si focalizza

Dettagli

INFORMATIVA AL PUBBLICO

INFORMATIVA AL PUBBLICO INFORMATIVA AL PUBBLICO SITUAZIONE AL 31 DICEMBRE 2014 INDICE 1. INTRODUZIONE... 2 2. OBIETTIVI E POLITICHE DI GESTIONE DEL RISCHIO... 3 Governo societario, assetti organizzativi e sistemi di controllo

Dettagli

BANCA POPOLARE DI APRILIA Società per azioni - Capitale Sociale Euro 6.671.440 i.v. Sede Sociale in Aprilia (LT) BILANCIO 2010 57 esercizio

BANCA POPOLARE DI APRILIA Società per azioni - Capitale Sociale Euro 6.671.440 i.v. Sede Sociale in Aprilia (LT) BILANCIO 2010 57 esercizio BANCA POPOLARE DI APRILIA Società per azioni - Capitale Sociale Euro 6.671.440 i.v. Sede Sociale in Aprilia (LT) BILANCIO 2010 57 esercizio SCHEMI DEL BILANCIO DELL'IMPRESA Stato patrimoniale al 31 dicembre

Dettagli

INFORMAZIONI FINANZIARIE INFRANNUALI AL 30 GIUGNO 2010

INFORMAZIONI FINANZIARIE INFRANNUALI AL 30 GIUGNO 2010 INFORMAZIONI FINANZIARIE INFRANNUALI AL 30 GIUGNO 2010 Società Cooperativa Sede Sociale 47900 Rimini Via XX Settembre, 63 Iscritta al Registro Imprese C.C.I.A.A. di Rimini R.E.A. 287035 Codice Fiscale

Dettagli

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto)

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2.1. Dati significativi di gestione Nelle pagine che seguono sono rappresentate le principali grandezze economico-patrimoniali, ottenute dalla

Dettagli

PROSPETTI DI BILANCIO CONSOLIDATO E NOTA INTEGRATIVA CONSOLIDATA 31 DICEMBRE 2008 ###########

PROSPETTI DI BILANCIO CONSOLIDATO E NOTA INTEGRATIVA CONSOLIDATA 31 DICEMBRE 2008 ########### PROSPETTI DI BILANCIO CONSOLIDATO E NOTA INTEGRATIVA CONSOLIDATA 31 DICEMBRE 2008 ########### BILANCIO CONSOLIDATO SCHEMI DEL BILANCIO CONSOLIDATO VARIAZIONI DEL PATRIMONIO NETTO RENDICONTO FINANZIARIO

Dettagli