1. Estremi della proposta. Cod. Organismo: 283 ID Proposta: Imprenditorialità. 2. Identificazione sede

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. Estremi della proposta. Cod. Organismo: 283 ID Proposta: 100244 Imprenditorialità. 2. Identificazione sede"

Transcript

1 Allegato 3 - Schede di pubblicizzazione delle azioni in riferimento a ciascuna sede di erogazione di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 502/2012: APPROVAZIONE DELL'AVVISO PER LA SELEZIONE DI SOGGETTI ATTUATORI E DELLE RELATIVE AZIONI PER L'AUTOIMPIEGO E LA CREAZIONE DI IMPRESA AD ACCESSO INDIVIDUALE DA INSERIRE NEL CATALOGO REGIONALE IN ATTUAZIONE DELLA DGR N. 413/ Estremi della proposta Cod. Organismo: 283 ID Proposta: Ambito: Imprenditorialità Proposta: Fare Impresa 2. Identificazione sede Sede(denominazione) ISCOM ER FORLI Sede (indirizzo) Piazzale della Vittoria, 19 Sede (Comune) Forlì Sede (CAP) Nome del referente Alberto Zattini Tel Scheda informativa per gli utenti Descrizione delle modalità di intervento Le azioni oggetto dell Avviso sono rivolte a giovani tra i 18 e i 34 anni e prevedono due momenti distinti. Offriremo un primo servizio di Sensibilizzazione, orientamento all imprenditorialità, preanalisi di fattibilità. Se hai un idea per aprire una tua impresa ti offriamo il supporto per un primo orientamento all imprenditoria, in particolare la possibilità di una consulenza che ti fornisca elementi utili e indispensabili alla costruzione di un Business Plan o Piano di impresa. In esito alla fase di Sensibilizzazione, orientamento all imprenditorialità e preanalisi di fattibilità sarà predisposta per ciascuna persona che intenda procedere alla richiesta di un assegno formativo per il percorso di accompagnamento una Proposta Progettuale Individuale. L azione di accompagnamento, che verrà attuata attraverso diversi strumenti, prevede le seguenti fasi: 1) Affiancamento tecnico/coaching per la traduzione dell idea di impresa in progetto di fattibilità. E la fase SEED, in cui, attraverso alcuni incontri, si pongono le basi della nuova impresa. 2) Accompagnamento all acquisizione delle competenze necessarie e servizi specialistici. E la fase di PRE-INCUBAZIONE in cui daremo tutte le competenze e capacità necessarie per fare impresa, ed in particolare competenze legate alla Gestione di impresa e all area Marketing e vendite. 3) Affiancamento alla costruzione del Business Plan. Si tratta della fase di INCUBAZIONE, dove applicheremo quanto imparato nella fase precedente al Business Plan del beneficiario, seguendolo durante tutta la stesura, che deve prevedere confronti con il mercato, con clienti e fornitori. 4) Accompagnamento allo start up d impresa. E la fase di ACCOMPAGNAMENTO, nella quale saremo coach dell'imprenditore e gli offriremo: > incontri formativi individuali di approfondimento > community per lo scambio di esperienze

2 Descrizione delle professionalità Descrizione dei soggetti coinvolti nella erogazione dei servizi di sensibilizzazione, orientamento e preanalisi di fattibilità > affiancamento negli incontri commerciali > assistenza nella stesura dei primi contratti con clienti e fornitori e collaboratori > eventuali accordi con altri imprenditori (giovani e vecchi) per condividere le risorse disponibili; ad esempio, in questo modo creeremo un INCUBATORE DIFFUSO, cioè un insieme di spazi disponibili a basso costo che gli imprenditori condividono, utilizzando principalmente gli spazi non pienamente utilizzati dalle aziende esistenti che, ridimensionandosi per la crisi, hanno bisogno di condividere i costi fissi e di affiancarsi a nuove idee. Le professionalità disponibili all erogazione del servizio sono le seguenti: Esperto di orientamento e di analisi delle competenze Si tratta di una figura che interviene a supporto dei processi decisionali nella maturazione di progetti professionali. Si propone di far emergere e potenziare le risorse della persona in termini di capacità di confrontarsi sulle esperienze, interpretare nuovi contesti, dare senso a nuove opportunità, identificare obiettivi, investire rispetto a nuove esperienze,... Esperto di organizzazione aziendale Si pone l obiettivo di analizzare e far emergere le variabili critiche nella progettazione dell'organizzazione aziendale, fornendo elementi per l analisi organizzativa, la progettazione delle posizioni/mansioni e le competenze lavorative. Esperto di area economico-finanziaria Accompagna il soggetto interessato nell analisi economico-finanziaria e di posizionamento sul mercato dell idea di impresa. Offre dunque un supporto decisivo nell analisi costi/benefici e nell elaborazione di proiezioni sulla produttività. Assiste la persona interessata nella predisposizione del Business Plan. Esperto di marketing In collaborazione con gli altri esperti, analizza la fattibilità dell idea di impresa, in relazione al mercato di riferimento ed al Business Plan, tenendo conto delle potenzialità del piano vendite del prodotto/servizio. Esperto del settore di riferimento Offre la propria consulenza per quanto riguarda gli aspetti specifici dell area di riferimento, considerando gli aspetti normativi e tecnici propri del settore. I soggetti coinvolti sono Iscom Emilia Romagna, CAT ASCOM SERVIZI e Confcommercio Imprese per l Italia ASCOM Forlì con i propri dipendenti e con gli esperti esterni con i quali collabora abitualmente. Eventuali ulteriori servizi erogati gratuitamente a supporto dello start up di impresa Punti informativi Attraverso il servizio di ricerca e selezione del personale Jobter, IscomER può fornire un supporto decisivo nel reperimento delle risorse umane necessarie per l avvio dell impresa. Iscom Emilia Romagna Via Tiarini, Bologna Tel Fax IscomER Forlì Piazzale della Vittoria, Forlì (FC) Tel

3 1. Estremi della proposta Cod. Organismo: 283 ID Proposta: Ambito: Imprenditorialità Proposta: Fare Impresa 2. Identificazione sede Sede(denominazione) ISCOM FORMAZIONE FORLI - CESENA SCARL Sede (indirizzo) Via G. Bruno, 118 Sede (Comune) Cesena Sede (CAP) Nome del referente Amati Sara Tel Scheda informativa per gli utenti Descrizione delle modalità di intervento Il percorso di accompagnamento al fare impresa si compone delle seguenti fasi attuative: 1- Affiancamento tecnico /coaching per la traduzione dell idea di impresa in progetto di fattibilità. Le persone interessate a fare impresa saranno affiancate da un coach esperto in grado di valutarne le reali motivazioni. Sarà quindi presente un momento di analisi personale delle proprie aspirazioni ed obiettivi partendo dalla scheda compilata in fase di orientamento. Inoltre questa fase comprende anche la definizione dell idea progettuale e la sua trasformazione in uno studio di fattibilità. Un'idea progettuale che parta dalla definizione delle finalità, degli obiettivi e delle motivazioni dai quali scaturisce l'ipotesi di impresa, inquadri il contesto, i processi, le attività erogabili e pianifichi le modalità di realizzazione. Attraverso il supporto dell esperto l utente sarà in grado di sviluppare i proprio progetto d impresa, di stendere una breve relazione della propria idea progettuale analizzando i vari aspetti di partenza e di sviluppo. L utente effettuerà appositi incontri con esperti in grado di concretizzare le ipotesi progettuali e di valutare anche il livello di rischio che potrebbe presentarsi. Queste azioni saranno intraprese presso appositi locali messi a disposizione dall ente (gli incontri avverranno due giorni a settimana in orario pomeridiano). La fase prevede l utilizzo di metodologie interattive per l azione di coaching e l analisi di casi e valutazione di dati reali e specifici per il progetto di fattibilità. 2- Accompagnamento all acquisizione delle competenze necessarie e servizi specialistici Questa fase vede coinvolti professionisti di diverse aree in base anche alle esigenze che potranno emergere da parte di ciascun utente. Oggi la creazione di una nuova impresa non può desumere da una conoscenza attenta del sistema fiscale e creditizio, dei rapporti che ogni imprenditore deve obbligatoriamente intrattenere con il sistema bancario, pertanto occorre che in fase di start up ogni nuovo imprenditore conosca gli strumenti creditizi. Esperti di Ascom Gest ma anche consulenti esterni forniranno assistenza specialistica per illustrare ai voucheristi l importanza di tenere sotto controllo la posizione finanziaria della propria impresa nel breve quanto nel medio-lungo periodo. Saranno illustrati i principali canali di finanziamento per le imprese, si forniranno informazioni sulle possibilità di agevolazioni a livello nazionale e regionale per avviare nuove attività in proprio, il rating ed il ranking ed i criteri adottati da Basilea 2 e Basilea 3. Inoltre la fase prevede anche un

4 supporto per quanto riguarda le competenze informatiche, l imprenditore infatti deve essere a conoscenza dell importanza delle nuove tecnologie, dei vantaggi competitivi che queste possono portare, della facilitazione della comunicazione e visibilità. Pertanto sono previsti incontri anche con esperti di siti web, e-commerce, web 2.0. A disposizione degli utenti ci saranno anche esperti di marketing che potranno essere di supporto per facilitare le relazioni e la visibilità della nuova impresa. Gli utenti, insieme agli esperti del settore analizzeranno ricerche di mercato attinenti al proprio settore d impresa. Le ricerche di mercato sono infatti uno degli elementi essenziali e più importanti necessari per sostenere la validità del business plan, rappresentano la base su cui l imprenditore decide se investire in un certo business o no. Queste analisi permetteranno di rispondere ad alcune importante domande: Come si presenta il settore? Qual è il mercato di riferimento da raggiungere? Che cosa produrre o vendere? C è un mercato che vuole il prodotto/servizio che si intende produrre o vendere? Chi sono i clienti di questo mercato? A chi vendere? Come soddisfare la clientela? La business idea risponde ai bisogni e desideri del mercato? Qual è l evoluzione del mercato di riferimento nel medio-lungo termine? C è una concorrenza? Chi sono i concorrenti? Cosa fanno? La fase prevede l utilizzo sia di metodologie interattive sia di lezioni frontali, analisi di casi di successo e saranno utilizzate apposite aule attrezzate messa a disposizione dell ente ed il laboratorio informatico. Gli incontri avranno sempre una cadenza settimanale. Inoltre previo accordo tra le parti l utente potrà avrere accesso gratuito 3- Affiancamento alla costruzione del business plan Consulenti del sistema associativo ed esperti esterni forniranno le prime essenziali indicazioni utili per la redazione del proprio piano d impresa, strumento indispensabile per accedere alle agevolazioni finanziarie, ma soprattutto per pianificare adeguatamente una nuova attività che possa nascere e crescere sana e competitiva. L utente insieme agli esperti partendo dal proprio progetto di fattibilità affronterà la parte economica e finanziaria della propria attività e costruirà concretamente il proprio business plan. Insieme individueranno la forma giuridica più appropriata: saranno analizzati i vantaggi e svantaggi delle varie tipologie giuridiche al fine di orientare l aspirante imprenditore nella scelta della forma giuridica più adatta all attività che si intende avviare. La fase prevede anche un analisi della possibile organizzazione della struttura aziendale in quanto tali aspetti contribuiscono alla costruzione del business plan. La fase prevede diversi incontri settimanali in quanto la definizione del piano finanziario richiede attenzione e precisione. Gli incontri potranno essere svolti presso gli uffici dell associazione o dell ente in base alla disponibilità dei locali. L utente visionerà anche appositi programmi per implementare il proprio business plan pertanto saranno a sua disposizione anche pc e videoproiettore. 4- Accompagnamento allo start up d impresa Consulenti di Ascom forniranno tutte le informazioni burocratiche e amministrative e sulle spese da sostenere necessarie per avviare una nuova iniziativa imprenditoriale o di lavoro autonomo, indicando tutti gli adempimenti da soddisfare per ogni tipo di attività, gli atti autorizzativi richiesti, gli enti abilitati al rilascio, i riferimenti di legge. Inoltre illustreranno tutti gli adempimenti fiscali e quelli in materia di sicurezza sul lavoro vigenti. Inoltre in base al settore economico di riferimento illustreranno i vari aspetti della normativa contrattuale vigente. Attraverso il mondo associativo gli utenti saranno messi in contatto con la categoria sindacale di riferimento per avere informazioni più specifiche sul contesto locale. gli incontri avverranno presso gli appositi uffici di Ascom con cadenza settimanale. Se necessarie saranno messe a disposizione apparecchiature informatiche (pc, videoproiettori,

5 internet). Descrizione delle professionalità Descrizione dei soggetti coinvolti nella erogazione dei servizi di sensibilizzazione, orientamento e preanalisi di fattibilità Gli esperti e consulenti che interverranno nella varie fasi del percorso di accompagnamento al fare impresa apparterranno al sistema associativo di Ascom Gest srl, di Centro di Assistenza Tecnica alle imprese riconosciuto ai sensi della normativa L. 14/99 art. 15, che vanta un esperienza ventennale nel campo dell assistenza alle imprese; consulenti esterni che collaborano con il mondo associativo e che hanno numerosi anni di esperienza nel campo. 1- Affiancamento tecnico /coaching per la traduzione dell idea di impresa in progetto di fattibilità L utente sarà affiancato a consulenti che da tempo collaborano con il sistema associativo di Confcommercio Cesena: esperti di coaching ed esperti di organizzazione aziendale. 2- Accompagnamento all acquisizione delle competenze necessarie e servizi specialistici L utente sarà affiancato a consulenti che da tempo collaborano con il sistema associativo di Confcommercio Cesena: esperti di comunicazione e marketing, esperti o di finanza aziendale e controllo di gestione, esperti delle nuove tecnologie informatiche. Inoltre esperti interni all associazione esperti di credito per le imprese. 3- Affiancamento alla costruzione del business plan L utente sarà affiancato, per la costruzione del business plan da consulenti dell associazione e da esperti esterni. 4- Accompagnamento allo start up d impresa L utente sarà affiancato a consulenti dell associazione -erogazione dei servizi di sensibilizzazione, orientamento e preanalisi di fattibilità L utente sarà seguito dal personale di Iscom Formazione Forlì-Cesena scarl I servizi, gratuiti, di sensibilizzazione, orientamento e preanalisi di fattibilità saranno erogati da personale di Iscom formazione Forlì- Cesena scarl che da sempre fornisce orientamento alle persone in cerca di occupazione o interessate a intraprendere un percorso formativo o lavorativo. L ente gestisce in collaborazione con la provincia di Forlì- Cesena dal 2003 progetti di tirocini formativi volti all inserimento nel mondo del lavoro in cui è presente una fase di orientamento, analisi della competenze, degli obiettivi di ciascun utente. Inoltre l ente gestisce costantemente percorsi volti alla creazione d impresa e a neoimprenditori, quindi conosce da vicino le problematiche e le necessità di queste persone. L ente quotidianamente fornisce supporto in fase di orientamento all imprenditorialità, sensibilizzazione e preanalisi di fattibilità anche attraverso esperti tecnici che costantemente collaborano con Iscom. Il personale, fra cui psicologi, sono pertanto in grado di fornire un valido supporto nella fase iniziale di valutazione per intraprendere con piena consapevolezza il percorso di accompagnamento al fare impresa. Saranno organizzati appositi incontri individuali con i singoli aspiranti imprenditori e sarà costruita una semplice scheda di orientamento in cui saranno inseriti i dati di ciascuna persona, le competenze in ingresso, gli obiettivi e l ipotesi di realizzazione. Attraverso una valutazione complessiva, effettuate insieme (utente, orientatore, tecnico), si arriverà alla decisione di proseguire alla richiesta del voucher per intraprendere il percorso di accompagnamento al fare impresa o meno.

6 Eventuali ulteriori servizi erogati gratuitamente a supporto dello start up di impresa Le strutture Ascom Servizi srl e Iscom Formazione Forlì-Cesena Scarl mettono al servizio delle imprese la possibilità di ricerca e selezione del personale da inserire all interno delle neoimprese; ricerca di finanziamenti e opportunità per la formazione professionale o per investimenti strutturali. Punti informativi Iscom Formazione Forlì-Cesena scarl Via G. Bruno, Cesena Tel Fax

7 1. Estremi della proposta Cod. Organismo: 283 ID Proposta: 1 Ambito: Imprenditorialità Proposta: Fare Impresa 2. Identificazione sede Sede(denominazione) ISCOM FORMAZIONE FORLI - CESENA SCARL Sede (indirizzo) Viale Trento 14/A Sede (Comune) Cesenatico Sede (CAP) Nome del referente Amati Sara Tel Scheda informativa per gli utenti Descrizione delle modalità di intervento Il percorso di accompagnamento al fare impresa si compone delle seguenti fasi attuative: 1- Affiancamento tecnico /coaching per la traduzione dell idea di impresa in progetto di fattibilità. Le persone interessate a fare impresa saranno affiancate da un coach esperto in grado di valutarne le reali motivazioni. Sarà quindi presente un momento di analisi personale delle proprie aspirazioni ed obiettivi partendo dalla scheda compilata in fase di orientamento. Inoltre questa fase comprende anche la definizione dell idea progettuale e la sua trasformazione in uno studio di fattibilità. Un'idea progettuale che parta dalla definizione delle finalità, degli obiettivi e delle motivazioni dai quali scaturisce l'ipotesi di impresa, inquadri il contesto, i processi, le attività erogabili e pianifichi le modalità di realizzazione. Attraverso il supporto dell esperto l utente sarà in grado di sviluppare i proprio progetto d impresa, di stendere una breve relazione della propria idea progettuale analizzando i vari aspetti di partenza e di sviluppo. L utente effettuerà appositi incontri con esperti in grado di concretizzare le ipotesi progettuali e di valutare anche il livello di rischio che potrebbe presentarsi. Queste azioni saranno intraprese presso appositi locali messi a disposizione dall ente (gli incontri avverranno due giorni a settimana in orario pomeridiano). La fase prevede l utilizzo di metodologie interattive per l azione di coaching e l analisi di casi e valutazione di dati reali e specifici per il progetto di fattibilità. 2- Accompagnamento all acquisizione delle competenze necessarie e servizi specialistici Questa fase vede coinvolti professionisti di diverse aree in base anche alle esigenze che potranno emergere da parte di ciascun utente. Oggi la creazione di una nuova impresa non può desumere da una conoscenza attenta del sistema fiscale e creditizio, dei rapporti che ogni imprenditore deve obbligatoriamente intrattenere con il sistema bancario, pertanto occorre che in fase di start up ogni nuovo imprenditore conosca gli strumenti creditizi. Esperti di Ascom Gest ma anche consulenti esterni forniranno assistenza specialistica per illustrare ai voucheristi l importanza di tenere sotto controllo la posizione finanziaria della propria impresa nel breve quanto nel medio-lungo periodo. Saranno illustrati i principali canali di finanziamento per le imprese, si forniranno informazioni sulle possibilità di agevolazioni a livello nazionale e regionale per avviare nuove attività in proprio, il rating ed il ranking ed i criteri adottati da Basilea 2 e Basilea 3. Inoltre la fase prevede anche un

8 supporto per quanto riguarda le competenze informatiche, l imprenditore infatti deve essere a conoscenza dell importanza delle nuove tecnologie, dei vantaggi competitivi che queste possono portare, della facilitazione della comunicazione e visibilità. Pertanto sono previsti incontri anche con esperti di siti web, e-commerce, web 2.0. A disposizione degli utenti ci saranno anche esperti di marketing che potranno essere di supporto per facilitare le relazioni e la visibilità della nuova impresa. Gli utenti, insieme agli esperti del settore analizzeranno ricerche di mercato attinenti al proprio settore d impresa. Le ricerche di mercato sono infatti uno degli elementi essenziali e più importanti necessari per sostenere la validità del business plan, rappresentano la base su cui l imprenditore decide se investire in un certo business o no. Queste analisi permetteranno di rispondere ad alcune importante domande: Come si presenta il settore? Qual è il mercato di riferimento da raggiungere? Che cosa produrre o vendere? C è un mercato che vuole il prodotto/servizio che si intende produrre o vendere? Chi sono i clienti di questo mercato? A chi vendere? Come soddisfare la clientela? La business idea risponde ai bisogni e desideri del mercato? Qual è l evoluzione del mercato di riferimento nel medio-lungo termine? C è una concorrenza? Chi sono i concorrenti? Cosa fanno? La fase prevede l utilizzo sia di metodologie interattive sia di lezioni frontali, analisi di casi di successo e saranno utilizzate apposite aule attrezzate messa a disposizione dell ente ed il laboratorio informatico. Gli incontri avranno sempre una cadenza settimanale. Inoltre previo accordo tra le parti l utente potrà avrere accesso gratuito 3- Affiancamento alla costruzione del business plan Consulenti del sistema associativo ed esperti esterni forniranno le prime essenziali indicazioni utili per la redazione del proprio piano d impresa, strumento indispensabile per accedere alle agevolazioni finanziarie, ma soprattutto per pianificare adeguatamente una nuova attività che possa nascere e crescere sana e competitiva. L utente insieme agli esperti partendo dal proprio progetto di fattibilità affronterà la parte economica e finanziaria della propria attività e costruirà concretamente il proprio business plan. Insieme individueranno la forma giuridica più appropriata: saranno analizzati i vantaggi e svantaggi delle varie tipologie giuridiche al fine di orientare l aspirante imprenditore nella scelta della forma giuridica più adatta all attività che si intende avviare. La fase prevede anche un analisi della possibile organizzazione della struttura aziendale in quanto tali aspetti contribuiscono alla costruzione del business plan. La fase prevede diversi incontri settimanali in quanto la definizione del piano finanziario richiede attenzione e precisione. Gli incontri potranno essere svolti presso gli uffici dell associazione o dell ente in base alla disponibilità dei locali. L utente visionerà anche appositi programmi per implementare il proprio business plan pertanto saranno a sua disposizione anche pc e videoproiettore. 4- Accompagnamento allo start up d impresa Consulenti di Ascom forniranno tutte le informazioni burocratiche e amministrative e sulle spese da sostenere necessarie per avviare una nuova iniziativa imprenditoriale o di lavoro autonomo, indicando tutti gli adempimenti da soddisfare per ogni tipo di attività, gli atti autorizzativi richiesti, gli enti abilitati al rilascio, i riferimenti di legge. Inoltre illustreranno tutti gli adempimenti fiscali e quelli in materia di sicurezza sul lavoro vigenti. Inoltre in base al settore economico di riferimento illustreranno i vari aspetti della normativa contrattuale vigente. Attraverso il mondo associativo gli utenti saranno messi in contatto con la categoria sindacale di riferimento per avere informazioni più specifiche sul contesto locale. gli incontri avverranno presso gli appositi uffici di Ascom con cadenza settimanale. Se necessarie saranno messe a disposizione apparecchiature informatiche (pc, videoproiettori,

9 internet). Descrizione delle professionalità Descrizione dei soggetti coinvolti nella erogazione dei servizi di sensibilizzazione, orientamento e preanalisi di fattibilità Gli esperti e consulenti che interverranno nella varie fasi del percorso di accompagnamento al fare impresa apparterranno al sistema associativo di Ascom Gest srl, di Centro di Assistenza Tecnica alle imprese riconosciuto ai sensi della normativa L. 14/99 art. 15, che vanta un esperienza ventennale nel campo dell assistenza alle imprese; consulenti esterni che collaborano con il mondo associativo e che hanno numerosi anni di esperienza nel campo. 5- Affiancamento tecnico /coaching per la traduzione dell idea di impresa in progetto di fattibilità L utente sarà affiancato a consulenti che da tempo collaborano con il sistema associativo di Confcommercio Cesena: esperti di coaching ed esperti di organizzazione aziendale. 6- Accompagnamento all acquisizione delle competenze necessarie e servizi specialistici L utente sarà affiancato a consulenti che da tempo collaborano con il sistema associativo di Confcommercio Cesena: esperti di comunicazione e marketing, esperti o di finanza aziendale e controllo di gestione, esperti delle nuove tecnologie informatiche. Inoltre esperti interni all associazione esperti di credito per le imprese. 7- Affiancamento alla costruzione del business plan L utente sarà affiancato, per la costruzione del business plan da consulenti dell associazione e da esperti esterni. 8- Accompagnamento allo start up d impresa L utente sarà affiancato a consulenti dell associazione -erogazione dei servizi di sensibilizzazione, orientamento e preanalisi di fattibilità L utente sarà seguito dal personale di Iscom Formazione Forlì-Cesena scarl I servizi, gratuiti, di sensibilizzazione, orientamento e preanalisi di fattibilità saranno erogati da personale di Iscom formazione Forlì- Cesena scarl che da sempre fornisce orientamento alle persone in cerca di occupazione o interessate a intraprendere un percorso formativo o lavorativo. L ente gestisce in collaborazione con la provincia di Forlì- Cesena dal 2003 progetti di tirocini formativi volti all inserimento nel mondo del lavoro in cui è presente una fase di orientamento, analisi della competenze, degli obiettivi di ciascun utente. Inoltre l ente gestisce costantemente percorsi volti alla creazione d impresa e a neoimprenditori, quindi conosce da vicino le problematiche e le necessità di queste persone. L ente quotidianamente fornisce supporto in fase di orientamento all imprenditorialità, sensibilizzazione e preanalisi di fattibilità anche attraverso esperti tecnici che costantemente collaborano con Iscom. Il personale, fra cui psicologi, sono pertanto in grado di fornire un valido supporto nella fase iniziale di valutazione per intraprendere con piena consapevolezza il percorso di accompagnamento al fare impresa. Saranno organizzati appositi incontri individuali con i singoli aspiranti imprenditori e sarà costruita una semplice scheda di orientamento in cui saranno inseriti i dati di ciascuna persona, le competenze in ingresso, gli obiettivi e l ipotesi di realizzazione. Attraverso una valutazione complessiva, effettuate insieme (utente, orientatore, tecnico), si arriverà alla decisione di proseguire alla richiesta del voucher per intraprendere il percorso di accompagnamento al fare impresa o meno.

10 Eventuali ulteriori servizi erogati gratuitamente a supporto dello start up di impresa Punti informativi Le strutture Ascom Servizi srl e Iscom Formazione Forlì-Cesena Scarl mettono al servizio delle imprese la possibilità di ricerca e selezione del personale da inserire all interno delle neoimprese; ricerca di finanziamenti e opportunità per la formazione professionale o per investimenti strutturali. Iscom Formazione Forlì-Cesena scarl Via G. Bruno, Cesena Tel Fax

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: una sfida avvincente Gestire una propria rete di punti vendita monomarca diretti o in franchising, per molte aziende sta diventando

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

UN MODO DIVERSO DI FARE IMPRESA. Guida alla creazione dell impresa sociale

UN MODO DIVERSO DI FARE IMPRESA. Guida alla creazione dell impresa sociale UN MODO DIVERSO DI FARE IMPRESA Guida alla creazione dell impresa sociale UN MODO DIVERSO DI FARE IMPRESA Guida alla creazione dell impresa sociale Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel. 0565 765244 FAX 0586 766091 PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Alberta Riccio (Responsabile Qualità, Ambiente, Sicurezza e Risorse Umane)

Alberta Riccio (Responsabile Qualità, Ambiente, Sicurezza e Risorse Umane) ESEMPI DI BUONA PRASSI TEMA Sistema di Gestione per la Sicurezza TITOLO DELLA SOLUZIONE Pianificazione della Manutenzione, Utilizzo di Software dedicato e Formazione per Addetti Manutenzione AZIENDA/ORGANIZZAZIONE

Dettagli

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET Internet una finestra sul mondo... Un azienda moderna non puo negarsi ad Internet, ma.. Per attivare un reale business con transazioni commerciali via Internet

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0

BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0 BANDO VALORE ASSOLUTO 3.0 Concorso di idee per iniziative imprenditoriali innovative Che cosa è Valore Assoluto è un iniziativa della Camera di Commercio di Bari, giunta al terzo anno di attività e finalizzata

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA

GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA Progetto SPIN OVER Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 27 gennaio 2005 progetto Spin Over, a cura del Gruppo iella Nasini e Sandra

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Nota introduttiva I percorsi formativi che prevedono in esito il rilascio di un certificato di qualifica professionale

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE RIEPILOGO CORSI Tecniche di negoziazione e di redazione dei contratti di vendita e di distribuzione commerciale Talenti & Vendite: la gestione della relazione commerciale Capire per vendere Tecniche di

Dettagli

Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96

Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96 Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96 Incontro formativo con gli operatori del territorio Lo stato dell arte del Fondo di Garanzia per le PMI Le attività di informazione e formazione operativa per

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n. 1788 del 06 Agosto 2014. Pagina 1 COMMISSIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Economico, Lavoro e Innovazione

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI DECRETO 24 SETTEMBRE 2014

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI DECRETO 24 SETTEMBRE 2014 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI DECRETO 24 SETTEMBRE 2014 Circolare n. 68032 del 10 dicembre 2014 INTRODUZIONE Questa guida è stata realizzata per facilitare la compilazione

Dettagli

CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE

CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE Formiche.net 9 settembre 2013 CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE di Alessandra Servidori Il Ministro del lavoro e delle politiche sociali Enrico Giovannini e il Vice ministro Cecilia Guerra

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato con delibera n.

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO 1 INTRODUZIONE Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. Lo schema proposto di seguito è stato sviluppato nell ambito del progetto Miglioramento delle performance

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@eventi SETTORE e Area di Intervento: E Educazione e Promozione culturale - 11 - Sportelli informa... Altri ambiti: E - Educazione

Dettagli

IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI

IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI - Manuale Operativo - www.finanziamenti-a-fondo-perduto.it COS E COME FUNZIONA Portale di aggiornamenti su agevolazioni ed incentivi che prevede: Servizio di ricerca online

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Progetti per l Inclusione Sociale

Progetti per l Inclusione Sociale Unione Europea Fondo Sociale Europeo Repubblica Italiana ASSESSORADU DE S'IGIENE E SANIDADE E DE S'ASSISTÈNTZIA SOTZIALE ASSESSORATO DELL IGIENE, SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Direzione Generale delle

Dettagli

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro REGIONE VENETO Assessorato alle Politiche Sociali, Volontariato, e Non-Profit Direzione Regionale per i Servizi Sociali - Servizio Prevenzione delle devianze D.G.R. 4019 del 30/12/2002 FONDO REGIONALE

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

DEL BUSINESS PLAN. A cura del Gruppo di Lavoro. Area Finanza Aziendale. Consigliere Delegato: Marcello Danisi

DEL BUSINESS PLAN. A cura del Gruppo di Lavoro. Area Finanza Aziendale. Consigliere Delegato: Marcello Danisi LINEE GUIDA ALLA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN A cura del Gruppo di Lavoro Area Finanza Aziendale Consigliere Delegato: Marcello Danisi Consiglieri Co Delegati: Giosuè Boldrini e Enrico Maria Guerra 1 SOMMARIO

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE V MOD2 FR GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE INIZIATIVE DI FRANCHISI NG DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II Introduzione Questa guida è stata realizzata per

Dettagli

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Presentazione dei risultati del progetto e prospettive future dr. Antonio Biasi

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ALLE IMPRESE

CARTA DEI SERVIZI ALLE IMPRESE PROVINCIA DI FERRARA PROVINCIA DI FERRARA COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Patto per Ferrara Un progetto di cittadinanza sociale delle imprese

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli