Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi"

Transcript

1 Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Titolo dello studio: Atti del Convegno-Seravella sulla biodiversità coltivata Titolo dello studio: Indagine sui popolamenti ittici dei corsi d acqua nel territorio del P.N.D.B popolamenti ittici, corsi acqua Titolo dello studio: Monitoraggio e valorizzazione dell'ittiofauna del Parco Copertura temporale: Titolo dello studio: Campionamento microfaune acquatiche (1997) Annotazioni geologiche Titolo dello studio: Studio idrogeologico della sorgente dell acquedotto di malga Pramper Copertura temporale: 1999 Titolo dello studio: Monitoraggio popolazioni reintrodotte di marmotta - Anno 2010 Copertura temporale: 2010 Macrocategoria: fauna monitoraggio, popolazini, marmotte Titolo dello studio: Censimenti estivo-autunnali di fagiano di monte e coturnice in alcune aree del PNDB, censimento, fagiano monte, coturnice Titolo dello studio: Fagiano di monte, coturnice, gallo cedrone e francolino di monte in alcune aree del Parco -1998, censimento, fagiano monte, coturnice, gallo cedrone Titolo dello studio: Fagiano di monte, coturnice, gallo cedrone e francolino di monte in alcune aree del Parco Copertura temporale: 2000 censimento, fagiano monte, coturnice, gallo cedrone Titolo dello studio: Censimento delle popolazioni di galliformi nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Anno 2007 Copertura temporale: censimento, galliformi

2 Titolo dello studio: Attività di ricerca e risultati all interno professionale riguardante il censimento del Francolino di Monte (Bonasia bonasia) nel PNDB Copertura temporale: 1999 censimento, francolino monte Titolo dello studio: Monitoraggio delle popolazioni di cervo, capriolo e muflone del PNDB monitoraggio, cervo, capriolo, muflone Titolo dello studio: Monitoraggio delle popolazioni di cervo, capriolo, camoscio e muflone del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi. Relazione finale Copertura temporale: , monitoraggio,censimento Titolo dello studio: Censimento di siti degradati per pianificare eventuali interventi di ripristino ambientale Copertura temporale: 2000 Titolo dello studio: Anfibi e rettili del P.N.D.B. (Amphibia, Reptilia) Italia nord-orientale: Belluno anfibi, rettili, belluno Titolo dello studio: Anfibi e rettili del P.N.D.B. (Amphibia, Reptilia) Italia nord-orientale: Belluno anfibi, rettili, belluno Titolo dello studio: Censimento sorgenti nel P.N.D.B. Titolo dello studio: Attività di archiviazione dei dati floristici Titolo dello studio: Sistema informatizzato per l archiviazione dei dati vegetazionali Titolo dello studio: Uccelli e mammiferi del Parco e delle aree immediatamente limitrofe

3 Titolo dello studio: Uccelli e mammiferi del Parco e delle aree immediatamente limitrofe Titolo dello studio: Coleotteri, invertebrati stato delle conoscenze Fonte dati: ricerca bibliografica Titolo dello studio: Conservazione del Re di Quaglie (Crex Crex) nel P.N.D.B. Titolo dello studio: Il Re di Quaglie (Crex Crex) nella provincia di Belluno: nuovi dati distributivi Copertura temporale: 2000 Titolo dello studio: Indagine sulle popolazioni di capriolo,cervo, muflone e camoscio nel Parco Titolo dello studio: Indagine sulla distribuzione ed ecologia delle zecche (Ixodes ricinus) nel P.N.D.B. Titolo dello studio: Lepidotteri Notturni del PNDB (Liste sistematiche, database) Copertura temporale: 2003 Titolo dello studio: Lepidotteri Eteroceri del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. Relazioni annuali Copertura temporale: Titolo dello studio: Ricerca lichenologica del P.N.D.B. - anno Titolo dello studio: Indagine sulla microteriofauna del P.N.D.B.

4 Titolo dello studio: Studio e censimento dei Lepidotteri diurni del P.N.D.B. Titolo dello studio: Completamento indagine sui Lepidotteri Copertura temporale: 1999 Titolo dello studio: Carta vegetazionale dell area del Parco Titolo dello studio: Le Unità Ambientali del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Titolo dello studio: Comportamento spaziale, movimenti stagionali e dispersione del Cervo nel comprensorio del Parco Naturale Paneveggio Pale di S. Martino Copertura temporale: Fonte dati: ricerca Università Siena Titolo dello studio: Indagine sulla presenza della lince nel territorio del Parco Titolo dello studio: Censimento e mappatura dei macromiceti del Parco, Titolo dello studio: Relazione attività speleologiche nel territorio del PNDB , , Titolo dello studio: Rilievo Topografico Complesso Piani Eterni Copertura temporale: 2007 Titolo dello studio: La fauna acquatica delle sorgenti del P.N.D.B. Seconda parte: Monti del Sole, Schiara, Pelf, Pramper, Moschesin,1999

5 Titolo dello studio: La fauna acquatica delle sorgenti del P.N.D.B. Seconda parte: Monti del Sole, Schiara, Pelf, Pramper, Moschesin,1999 Titolo dello studio: Indagine biologica effettuata in base alla L 152/2006 sul torrente Caorame Copertura temporale: 2009 Fonte dati: ARPAV Belluno Titolo dello studio: Biodiversity Hotspot. Indagini faunistiche su gruppi poco noti di Vertebrati e Invertebrati: La fauna acquatica delle grotte del complesso dei Piani Eterni e Isabella Copertura temporale: Titolo dello studio: Biodiversity Hotspot. Indagini faunistiche su gruppi poco noti di Vertebrati e Invertebrati: I Chirotteri del Parco Copertura temporale: Titolo dello studio: Biodiversity Hotspot. Indagini faunistiche su gruppi poco noti di Vertebrati e Invertebrati: Gli Ortotteri del Parco Copertura temporale: Titolo dello studio: Sentiero delle Buse. Itinerario geologico geomorfologico attraverso le Buse delle Vette Titolo dello studio: Monitoraggio delle comunità algali del lago La Stua Copertura temporale: Titolo dello studio: Piano del Parco. Analisi geologica Titolo dello studio: Censimento delle aree prative comprese nel territorio del P.N.D.B. Copertura temporale: 2000 Titolo dello studio: Copertura temporale: 2002

6 Titolo dello studio: Sperimentazione di metodologie di monitoraggio della popolazione di cervo (Cervus elaphus) e capriolo (Capreolus capreolus) Titolo dello studio: Sperimentazione di metodologie di monitoraggio della popolazione del muflone e del camoscio Titolo dello studio: Relazione sulla campagna di misure eseguite nel gruppo dello Schiara (4 8 settembre 2001) Titolo dello studio: Analisi delle acque delle sorgenti nel P.N.D.B. Titolo dello studio: Controllo della contaminazione radioattiva in campioni di funghi prelevati dal Gruppo Micologico Bresadola nel P.N.D.B. Titolo dello studio: Interventi per la salvaguardia, monitoraggio e ripopolamento della fauna selvatica nel Parco - studio dell'avifauna: Atlante degli uccelli nidificanti nel Parco Copertura temporale: Titolo dello studio: Interventi per la salvaguardia, monitoraggio e ripopolamento della fauna selvatica nel Parco: reintroduzione della marmotta Copertura temporale: Titolo dello studio: Monitoraggio della qualità delle acque in Provincia di Belluno - Anno 2010 Copertura temporale: Fonte dati: ARPAV Belluno Titolo dello studio: Il progetto Accelerates in Italia: cambiamenti globali, uso del suolo e biodiversità in provincia di Belluno Copertura temporale: 2005 Fonte dati: ricerca Università di Padova e Milano Titolo dello studio: Effetti prodotti dal cambiamento climatico globale sulla vegetazione extraselvatica nel PNDB Copertura temporale: 2002

7 Titolo dello studio: Indagine preliminare sui popolamenti a Coleotteri Geoadefagi dell area di studio La Vareta Titolo dello studio: Studio di popolamenti algali presenti nelle acque correnti del territorio del PNDB Copertura temporale: Titolo dello studio: Suoli forestali del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Titolo dello studio: Dinamismo della vegetazione al limite superiore del bosco nel P.N.D.B. Copertura temporale: 1999 Titolo dello studio: Gli invertebrati negli ambienti acquatici sotterranei e sorgentizi del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi Copertura temporale: 2005 Titolo dello studio: "The acquatic fauna, mainly Oligochaeta and Diptera, of the karstic cave system ""Complesso Carsico dei Piani Eterni"" in the Dolomiti Bellunesi National Park (eastern Alps, Italy)" Copertura temporale: Fonte dati: Poster al XIX Int. Symposium of Subterranean Biology. Fremantle - Australia IX 2008 Titolo dello studio: Situazione storica e conoscenze attuali sull Aquila reale Aquila crysaetos nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Copertura temporale: 2003 Titolo dello studio: Interventi per la salvaguardia, monitoraggio e ripopolamento della fauna selvatica nel Parco - studio dell'avifauna: Re di quaglie, Picchi, Rapaci diurni, Rapaci notturni Copertura temporale: Titolo dello studio: Idrologia del complesso carsico dei Piani Eterni Titolo dello studio: Geomorfologia Valle del Mis

8 Titolo dello studio: Rilevamento pedologico dell area delle Vette Feltrine Titolo dello studio: Ibridazione della trota marmorata nel PNDB Copertura temporale: 2005 Titolo dello studio: Studio della trota marmorata e dell ibrido con la trota fario nel torrente Stien all interno del Parco nazionale delle Dolomiti Bellunesi Copertura temporale: 2006

oltre i confini L esperienza del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Nino Martino Direttore del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

oltre i confini L esperienza del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Nino Martino Direttore del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Workshop AIDAP: Classificare per Innovare la Gestione delle Aree Protette Torino 19 Maggio 2008 Nino Martino Direttore del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Andare oltre i confini L esperienza del Parco

Dettagli

Dichiarazione Ambientale del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi. Aggiornamento ad ottobre 2005

Dichiarazione Ambientale del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi. Aggiornamento ad ottobre 2005 Dichiarazione Ambientale del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Aggiornamento ad ottobre 2005 Nella presente relazione vengono apportati gli aggiornamenti alla Dichiarazione ambientale del Parco Nazionale

Dettagli

ELENCO MATERIALE AGOSTO 2003

ELENCO MATERIALE AGOSTO 2003 ELENCO MATERIALE AGOSTO 2003 1. ARTISTI VALSOLDESI IN POLONIA NEL 600 E 700 MARIUSZ KARPOWICZ COMUNITA MONTANA ALPI LEPONTINE, AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE, SAMPIETRO EDITORE 2. SALVAGUARDIA ANFIBI REGIONE

Dettagli

Art. 1 PRINCIPI GENERALI

Art. 1 PRINCIPI GENERALI ENTE PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI Regolamentazione dell'attività di pesca Premessa: Tra le finalità dell'ente Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi (di seguito denominato Parco) vi sono degli importanti

Dettagli

PROPOSTA PIANO DI GESTIONE 2007

PROPOSTA PIANO DI GESTIONE 2007 Parco PROPOSTA PIANO DI GESTIONE 2007 PREMESSA Nel corso del 2006 il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi si è attivato svolgendo un intensa azione di comunicazione e sensibilizzazione dell opinione pubblica

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DEI SISTEMI NATURALI

LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DEI SISTEMI NATURALI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DEI SISTEMI NATURALI Allegato 1 ORGANIZZAZIONE GENERALE: Ai sensi del vigente ordinamento, le attività formative che dovranno essere acquisite dagli studenti sono distinte

Dettagli

Conservazione e valorizzazione della biodiversità nel Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra

Conservazione e valorizzazione della biodiversità nel Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra Genova, 20-21 novembre 2008 Convegno Internazionale La gestione di Rete Natura 2000 Esperienze a confronto Conservazione e valorizzazione della biodiversità nel Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra

Dettagli

1) Quali delle seguenti leggi e norme regolano l ambito della caccia e della fauna selvatica?

1) Quali delle seguenti leggi e norme regolano l ambito della caccia e della fauna selvatica? Esame Venatorio Domande a quiz La presente raccolta di domande è finalizzata alla preparazione della prova teorica dell esame di caccia altoatesino. Le risposte corrette sono contrassegnate da una crocetta.

Dettagli

Rapporto Ambientale procedura Vas Variante comparto edificatorio Madonna Ponte - Fano

Rapporto Ambientale procedura Vas Variante comparto edificatorio Madonna Ponte - Fano Rapporto Ambientale procedura Vas Variante comparto edificatorio Madonna Ponte - Fano Variante parziale al vigente PRG ai sensi dell art. 26 della L.R. 34/92 e s.m.i. relativa al comparto edificatorio

Dettagli

PROGETTO Bi.O.S. - Biodiversità Orobica in Valle Seriana - Studio, tutela e promozione della biodiversità: il Fiume Serio e la Val Sanguigno

PROGETTO Bi.O.S. - Biodiversità Orobica in Valle Seriana - Studio, tutela e promozione della biodiversità: il Fiume Serio e la Val Sanguigno - Biodiversità Orobica in Valle Seriana - Studio, tutela e promozione della biodiversità: il Fiume Serio e la Val Sanguigno Casa dello Sport - 17 ottobre 2015 Partner: Collaboratore: Con il contributo

Dettagli

Ente Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Piazzale Zancanaro 1-32032 FELTRE (BL) C.F. 91005860258 - P.IVA 00846670255

Ente Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Piazzale Zancanaro 1-32032 FELTRE (BL) C.F. 91005860258 - P.IVA 00846670255 Parco Ente Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Piazzale Zancanaro 1-32032 FELTRE (BL) C.F. 91005860258 - P.IVA 00846670255 ATTUAZIONE PIANO DI GESTIONE 2006 PROPOSTA PIANO DI GESTIONE 2007 INDICE PREMESSA

Dettagli

Atlante delle specie faunistiche indicatrici di qualità ambientale nel territorio della Provincia di Milano

Atlante delle specie faunistiche indicatrici di qualità ambientale nel territorio della Provincia di Milano UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA ANIMALE Atlante delle specie faunistiche indicatrici di qualità ambientale nel territorio della Provincia di Milano A cura di: Dott. Alberto Meriggi

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE OPERATORI TECNICI NEI PARCHI NAZIONALI E NELLE AREE PROTETTE (120 ore)

CORSO DI FORMAZIONE OPERATORI TECNICI NEI PARCHI NAZIONALI E NELLE AREE PROTETTE (120 ore) CORSO DI FORMAZIONE OPERATORI TECNICI NEI PARCHI NAZIONALI E NELLE AREE PROTETTE (120 ore) PROGETITO FORMATIVO MODULO 1 PRESENTAZIONE DEI PARCHI ED AREE PROTETTE (8 ore) Definizione dei concetti di Parco,

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ELABORAZIONE DEL PIANO DI GESTIONE 2008

LINEE GUIDA PER L ELABORAZIONE DEL PIANO DI GESTIONE 2008 LINEE GUIDA PER L ELABORAZIONE DEL PIANO DI GESTIONE 2008 Le indicazioni del presente documento, dopo l eventuale approvazione da parte dei competenti organi dell Ente Parco, saranno integrate e verificate

Dettagli

Parco Nazionale del Gran Paradiso

Parco Nazionale del Gran Paradiso Parco Nazionale del Gran Paradiso Titolo dello studio: Campagne Inanellamento avifauna a Pianosa Copertura temporale: 2001-2003-2004-2005 inanellamento, avifauna, pianosa Titolo dello studio: Censimento

Dettagli

Corso Base Marche e Umbria per Operatori Regionali TAM.

Corso Base Marche e Umbria per Operatori Regionali TAM. Corso Base Marche e Umbria per Operatori Regionali TAM. Il corso è aperto a tutti i Soci delle Marche e dell Umbria che siano iscritti da almeno 2 anni al CAI. Il corso è aperto anche ai Soci di altre

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANTONIO BORGO Indirizzo 154, VIA DEI FANTI, 36040, TORRI DI QUARTESOLO (VI) - ITALIA Telefono (0039) 0444

Dettagli

Turismo e Rete Natura 2000. Obiettivi di tutela e valorizzazione

Turismo e Rete Natura 2000. Obiettivi di tutela e valorizzazione Il turismo e le aree protettein Italia. Verso gli Stati generali Fabriano 8-9 ottobre 2014 Turismo e Rete Natura 2000. Obiettivi di tutela e valorizzazione Giuseppe Dodaro Realizzazione di un approfondimento

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 11 ottobre 2010, n. 2172

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 11 ottobre 2010, n. 2172 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 11 ottobre 2010, n. 2172 PO FESR 2007-2013 - ASSE IV - LINEA 4.4 INTERVENTI PER LA RETE ECOLOGICA - AZIONE 4.4.1 - ATTIVITA E - Approvazione schema di convenzione

Dettagli

Capitolo 3 Caratterizzazione delle aree protette

Capitolo 3 Caratterizzazione delle aree protette Piano di gestione dei bacini idrografici delle Alpi Orientali Bacino del fiume Lemene Capitolo 3 Bacino del fiume Lemene INDICE 3. CARATTERIZZAZIONE DELLE AREE PROTETTE... 1 3.1. AREE PER L ESTRAZIONE

Dettagli

Il servizio di Educazione Ambientale I PERCORSI DEL TASSO

Il servizio di Educazione Ambientale I PERCORSI DEL TASSO Il servizio di Educazione Ambientale I PERCORSI DEL TASSO Sin dalla sua costituzione (1994) il Museo fornisce un servizio di consulenza e informazione sui principali aspetti ambientali e naturalistici

Dettagli

Escursione in Val di Tovel nel cuore Parco Naturale Adamello Brenta

Escursione in Val di Tovel nel cuore Parco Naturale Adamello Brenta Escursione in Val di Tovel nel cuore Parco Naturale Adamello Brenta Visita alla valle degli orsi nel Parco Naturale Adamello Brenta, guidati dal personale del Parco e da naturalisti del Museo. Tre itinerari

Dettagli

I parchi naturali. Fulco Pratesi DIFENSORI DELLA NATURA 384 PERCORSO INTERDISCIPLINARE: L AMBIENTE

I parchi naturali. Fulco Pratesi DIFENSORI DELLA NATURA 384 PERCORSO INTERDISCIPLINARE: L AMBIENTE DIFENSORI DELLA NATURA I parchi naturali Fulco Pratesi Notizie Un parco naturale è una zona di estensione variabile, ove si sul testo trovano riunite diverse caratteristiche naturali di elevata importanza,

Dettagli

Bibliografia. A.A.V.V. Il percorso partecipato del Sistema Ligure INFEA verso la qualità, ARPAL, 2005.

Bibliografia. A.A.V.V. Il percorso partecipato del Sistema Ligure INFEA verso la qualità, ARPAL, 2005. Bibliografia SIC-7 27-10-2006 8:06 Pagina 139 Bibliografia Bibliografia minima A.A.V.V. Il percorso partecipato del Sistema Ligure INFEA verso la qualità, ARPAL, 2005. G. Bateson, Mente e natura. Un unità

Dettagli

La biodiversità italiana

La biodiversità italiana Ente Nazionale Protezione Animali Ente morale - Onlus La biodiversità italiana Le ragioni della ricchezza biologica, le cause della sua riduzione A cura dell'ufficio ambiente dell'enpa 25 novembre 2005

Dettagli

1 *( Reg.Ce 1750/99 rececepito con D.M.19.04.99 / Indicazioni della Dir. Reg. Agricoltura PSR ABRUZZO 2000-2006 Misure E e F)

1 *( Reg.Ce 1750/99 rececepito con D.M.19.04.99 / Indicazioni della Dir. Reg. Agricoltura PSR ABRUZZO 2000-2006 Misure E e F) REGOLAMENTO PER L INDENNIZZO DEI DANNI RICONDUCIBILI A FAUNA SELVATICA CINGHIALE (Sus scrofa L.); CAPRIOLO (Capreolus capreolus L);CERVO (Cervus elaphus L). ARRECATI AL PATRIMONIO AGRICOLO NEL TERRITORIO

Dettagli

Progetti UN MONDO SOMMERSO NEL PARCO

Progetti UN MONDO SOMMERSO NEL PARCO Progetti UN MONDO SOMMERSO NEL PARCO Il Parco Valle Lambro, secondo la classificazione ufficiale, è un parco fluviale. L acqua, nei suoi diversi ambienti e collocazioni, è il filo conduttore dei progetti

Dettagli

PROPOSTA PER LA FORMAZIONE SEZIONALE, REGIONALE E NAZIONALE IN AMBITO TAM E CSC

PROPOSTA PER LA FORMAZIONE SEZIONALE, REGIONALE E NAZIONALE IN AMBITO TAM E CSC PROPOSTA PER LA FORMAZIONE SEZIONALE, REGIONALE E NAZIONALE IN AMBITO TAM E CSC INDICE DEL DOCUMENTO Percorso formativo Sezionale TAM e CSC pag. 2 Base Culturale Comune pag. 2 Moduli tecnici pag. 3 Percorso

Dettagli

Valle d Aostad. REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA Assessorato Agricoltura e Risorse naturali - Dipartimento Risorse Naturali - Servizio Aree Protette

Valle d Aostad. REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA Assessorato Agricoltura e Risorse naturali - Dipartimento Risorse Naturali - Servizio Aree Protette Valle d Aostad La in natura Aree Protette Il sistema delle Il sistema delle aree protette in Valle d Aosta è composto dal Parco Nazionale del Gran Paradiso, dal Parco Naturale del Mont Avic e da nove riserve

Dettagli

CURRICULUM. Titoli di studio

CURRICULUM. Titoli di studio CURRICULUM ANDREA GENNAI Nato a Pisa il 12/07/1970 Codice Fiscale GNN NDR 70L12 G702K Residente a Pratovecchio (52015 AR) e-mail: andrea.gennai@parcoforestecasentinesi.it Titoli di studio - Maturità scientifica

Dettagli

RELAZIONE SULLO STATO DELL AMBIENTE, PROPOSTE DI OBIETTIVI, STRATEGIE, E LINEE DI AZIONE PER L AGENDA 21 DEL PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI

RELAZIONE SULLO STATO DELL AMBIENTE, PROPOSTE DI OBIETTIVI, STRATEGIE, E LINEE DI AZIONE PER L AGENDA 21 DEL PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI RELAZIONE SULLO STATO DELL AMBIENTE, PROPOSTE DI OBIETTIVI, STRATEGIE, E LINEE DI AZIONE PER L AGENDA 21 DEL PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI Ottobre 2003 INDICE 1. INTRODUZIONE................... 5

Dettagli

Il monitoraggio di habitat e specie nei siti gestiti dal Corpo Forestale dello Stato

Il monitoraggio di habitat e specie nei siti gestiti dal Corpo Forestale dello Stato Il monitoraggio di habitat e specie nei siti gestiti dal Corpo Forestale dello Stato Dott. Marco Panella Ufficio per la Biodiversità Corpo Forestale dello Stato m.panella@corpoforestale.it * * 2 * * 3

Dettagli

RIPRISTINO E MANTENIMENTO DELLE PRATERIE MONTANE. L esperienza del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

RIPRISTINO E MANTENIMENTO DELLE PRATERIE MONTANE. L esperienza del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi RIPRISTINO E MANTENIMENTO DELLE PRATERIE MONTANE L esperienza del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Monitoraggio della biodiversità animale in ambiente alpino Monitoraggio Biodiversità Obiettivi 1. Descrivere

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo FRANCESCHINA JESSICA VIA SANTELLONE 7, CAP 23032 BORMIO (SONDRIO) Telefono 349-3984744 Fax E-mail

Dettagli

Progetto LIFE + Environmental COoperation model for Cluster www.ecocluster.it Eco-Cluster Cerreto: Turismo eno-gastromico sostenibile 4 gennaio 2013

Progetto LIFE + Environmental COoperation model for Cluster www.ecocluster.it Eco-Cluster Cerreto: Turismo eno-gastromico sostenibile 4 gennaio 2013 Progetto LIFE + Environmental COoperation model for Cluster www.ecocluster.it Eco-Cluster Cerreto: Turismo eno-gastromico sostenibile 4 gennaio 2013 INDICE Il progetto ECOCLUSTER Cos è un cluster Il Cluster

Dettagli

EnviCons. Profilo Aziendale e Campi di Attività

EnviCons. Profilo Aziendale e Campi di Attività EnviCons Profilo Aziendale e Campi di Attività EnviCons Srl Headquarters: Lungo Po Antonelli 21 10153, Torino P.IVA: 10189620015 Telefono: (+39) 011.81.28.684 Fax: (+39) 011.81.27.528 Web: www.envicons.com

Dettagli

Dipartimento Biologia e Biotecnologie. Luigi Boitani. Il monitoraggio della biodiversità nella

Dipartimento Biologia e Biotecnologie. Luigi Boitani. Il monitoraggio della biodiversità nella Dipartimento Biologia e Biotecnologie Luigi Boitani Il monitoraggio della biodiversità nella rete N2000 dell Emilia Romagna Biodiversità in Italia Roma 25 26 Febbraio 2014 Biodiversità in regione Emilia-Romagna

Dettagli

88 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 52 - Giovedì 24 dicembre 2015

88 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 52 - Giovedì 24 dicembre 2015 88 Bollettino Ufficiale D.g.r. 17 dicembre 2015 - n. X/4598 Criteri per la predisposizione dei piani delle riserve e loro varianti e per la definizione della documentazione minima a corredo delle proposte

Dettagli

PROGRAMMI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE ANNO SCOLASTICO 2014 2015 SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO

PROGRAMMI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE ANNO SCOLASTICO 2014 2015 SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO PARCO LOCALE DI INTERESSE SOVRACCOMUNALE BRUGHIERA BRIANTEA Via D. Aureggi, 25 20823 Lentate sul Seveso (MB) Tel. 0362.569116 info@parcobrughiera.it - edambientale@parcobrughiera.it PROGRAMMI DI EDUCAZIONE

Dettagli

PIANO DELLA PERFORMANCE 2010 DEL PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI

PIANO DELLA PERFORMANCE 2010 DEL PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI Decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, art. 10 PIANO DELLA PERFORMANCE 2010 DEL PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI pag. 1 PIANO DELLA PERFORMANCE 2010 Premessa: il presente Piano della Performance

Dettagli

Declinare la biodiversità nel sistema agenziale: l esperienza di ARPA Veneto

Declinare la biodiversità nel sistema agenziale: l esperienza di ARPA Veneto Declinare la biodiversità nel sistema agenziale: l esperienza di ARPA Veneto Roma, 26 novembre 2010 Auditorium ISPRA- Roma Sandro Boato ARPA Veneto La biodiversità nel Veneto LA DIVERSITA DEL PAESAGGIO

Dettagli

CORSO PER ASPIRANTI GUARDIE ECOLOGICHE VOLONTARIE DEL PLIS VALLE DEL LANZA

CORSO PER ASPIRANTI GUARDIE ECOLOGICHE VOLONTARIE DEL PLIS VALLE DEL LANZA CORSO PER ASPIRANTI GUARDIE ECOLOGICHE VOLONTARIE DEL PLIS VALLE DEL LANZA Codice evento: 1 dicembre 011 16 marzo 01 Sede: Sala Consiliare Comune di Malnate PREMESSA Il Parco Valle del Lanza è un area

Dettagli

ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO - LUGLIO 2015 -

ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO - LUGLIO 2015 - ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO - LUGLIO 2015 - Per informazioni e prenotazioni: http:///iscriversi.html Email: info@friultrekandtrout.com - Cellulare: 3453597254 PER POTER PARTECIPARE ALLE SINGOLE ATTIVITÀ

Dettagli

L IMPORTANZA DELLA CONOSCENZA DEI SUOLI PER LE POLITICHE DI PROTEZIONE AMBIENTALE E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

L IMPORTANZA DELLA CONOSCENZA DEI SUOLI PER LE POLITICHE DI PROTEZIONE AMBIENTALE E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE L IMPORTANZA DELLA CONOSCENZA DEI SUOLI PER LE POLITICHE DI PROTEZIONE AMBIENTALE E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE SUOLI E GEOMORFOLOGIA DEL TERRITORIO PADOVANO Convegno 23.10.2013 Aula Magna Galileo Galilei

Dettagli

PROGETTI EDUCATIVI PRESSO IL CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PELOBATES DI SPINEA

PROGETTI EDUCATIVI PRESSO IL CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PELOBATES DI SPINEA PROGETTI EDUCATIVI PRESSO IL CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PELOBATES DI SPINEA Il progetto prevede la valorizzazione delle strutture del CEA Pelobates e degli aspetti naturalistici ed ambientali dell

Dettagli

A cura di SETTORE SERVIZI AMMINISTRATIVI SERVIZIO AMBIENTE U.O. RISERVE NATURALI E AREE PROTETTE

A cura di SETTORE SERVIZI AMMINISTRATIVI SERVIZIO AMBIENTE U.O. RISERVE NATURALI E AREE PROTETTE PIANI DI GESTIONE DI 7 SIC E 6 SIC/ZPS DELLA PROVINCIA DI SIENA A cura di SETTORE SERVIZI AMMINISTRATIVI SERVIZIO AMBIENTE U.O. RISERVE NATURALI E AREE PROTETTE PREMESSA La Regione Toscana, con la legge

Dettagli

ASPETTI FLORO-VEGETAZIONALI

ASPETTI FLORO-VEGETAZIONALI - ASPETTI FLORO-VEGETAZIONALI - pag. 1 ASPETTI FLORO-VEGETAZIONALI PARTE 1 a - ANALISI 1 FLORA E VEGETAZIONE Dati disponibili che verranno utilizzati per il presente lavoro: Documento anno Note, possibilità

Dettagli

natura E BIOdIVERSITÀ

natura E BIOdIVERSITÀ capitolo natura E BIOdIVERSITÀ LE condizioni AMBIEnTALI Lago delle Buse, Val Cadino . NATURA E BIODIVERSITÀ NATURA E BIODIVERSITÀ.1 La diversità delle specie in Trentino Biodiversità specifica...159.1.1

Dettagli

Pagano Cataldo Cataldo.pagano@regione.basilicata.it. Diploma di Perito Tecnico Industriale Capotecnico Specializzazione: Elettrotecnica

Pagano Cataldo Cataldo.pagano@regione.basilicata.it. Diploma di Perito Tecnico Industriale Capotecnico Specializzazione: Elettrotecnica C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome E-mail Pagano Cataldo Cataldo.pagano@regione.basilicata.it ISTRUZIONE FORMAZIONE Nazionalità Italiana Data di nascita 15 dicembre 1950 Diploma

Dettagli

BIODIVERSITA. Biovarietà o varietà della vita. Mauro Sabatini e Leonardo Barbaresi 12/04/2012 1

BIODIVERSITA. Biovarietà o varietà della vita. Mauro Sabatini e Leonardo Barbaresi 12/04/2012 1 BIODIVERSITA Biovarietà o varietà della vita. Mauro Sabatini e Leonardo Barbaresi 12/04/2012 1 Biodiversità 1 Significato del termine 2 Dal punto di vista dell uomo 3 Dal punto di vista biologico 4 I numeri

Dettagli

Scoprire con gioia la Natura

Scoprire con gioia la Natura WWF Italia Oasi WWF- Riserva Regionale Guardiaregia-Campochiaro Piazza Toronto 86014 Guardiaregia (CB) Tel:3383673035 Fax: 087497586 guardiaregia-campochiaro@wwf.it www.oasiguardiaregiacampochiaro.it Scoprire

Dettagli

DOLOMITI FRIULANE. Trekking. 27-30 Agosto 2015

DOLOMITI FRIULANE. Trekking. 27-30 Agosto 2015 Trekking ANELLO DELLE DOLOMITI FRIULANE 27-30 Agosto 2015 Trekking ad anello in senso orario di 4 giorni all interno delle Dolomiti Friulane, tra guglie vertiginose e prati assolati. L itinerario attraversa

Dettagli

LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 33. Tutela e valorizzazione del patrimonio geologico e speleologico. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO

LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 33. Tutela e valorizzazione del patrimonio geologico e speleologico. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO 25652 LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 33 Tutela e valorizzazione del patrimonio geologico e speleologico. La seguente legge: IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

RIPRISTINO E CREAZIONE EX-NOVO DI SITI RIPRODUTTIVI PER LE POPOLAZIONI ANFIBI TORRENTE CHISONE. A cura di Daniele Seglie, Ph.D. WWF Sezione pinerolese

RIPRISTINO E CREAZIONE EX-NOVO DI SITI RIPRODUTTIVI PER LE POPOLAZIONI ANFIBI TORRENTE CHISONE. A cura di Daniele Seglie, Ph.D. WWF Sezione pinerolese Comune di Villar Perosa WWF Sezione pinerolese con il patrocinio di Comunità montana Valli Chisone e Germanasca Istituto comprensivo F. Marro Villar Perosa in collaborazione con Comune di San Germano Chisone

Dettagli

Regione Lombardia D.G. Qualità dell Ambiente U.O. Pianificazione Ambientale e Gestione Parchi

Regione Lombardia D.G. Qualità dell Ambiente U.O. Pianificazione Ambientale e Gestione Parchi Regione Lombardia D.G. Qualità dell Ambiente U.O. Pianificazione Ambientale e Gestione Parchi Protocollo di attività per gli interventi di reintroduzione Umberto Bressan Protocolli di attività per gli

Dettagli

21 CAMPIONATO EUROPEO DI PESCA CON LA MOSCA FIPS-MOUCHE Trentino - Italia

21 CAMPIONATO EUROPEO DI PESCA CON LA MOSCA FIPS-MOUCHE Trentino - Italia 21 CAMPIONATO EUROPEO DI PESCA CON LA MOSCA FIPS-MOUCHE Trentino - Italia Fiume Sarca Lago di Nembia Comano Terme Trentino Italy 21-27 settembre 2015 PROGRAMMA DI GARA 21 CAMPIONATO EUROPEO DI PESCA CON

Dettagli

COMPRENSORIO ALPINO CN2 Valle Varaita. RISULTATI CENSIMENTI ALLE SPECIE CAPRIOLO E CERVO s.v. 2012/2013

COMPRENSORIO ALPINO CN2 Valle Varaita. RISULTATI CENSIMENTI ALLE SPECIE CAPRIOLO E CERVO s.v. 2012/2013 COMPRENSORIO ALPINO CN2 Valle Varaita RISULTATI CENSIMENTI ALLE SPECIE CAPRIOLO E CERVO s.v. 2012/2013 - RELAZIONE TECNICA A cura di Omar Giordano Tecnico faunistico C.A. CN2 PREMESSA Nella presente relazione

Dettagli

Organizziamo una vacanza ambientale

Organizziamo una vacanza ambientale Organizziamo una vacanza ambientale Per frenare il crescente degrado ambientale è indispensabile l adozione di senso di responsabilità e rispetto verso la biosfera. Fondamentale è, pertanto, sensibilizzare

Dettagli

Ambienti rurali costieri

Ambienti rurali costieri Lo Specchio rurale A cura di Sandro Gentilini Paesaggio rurale Appunti didattici (Coltivi ai margini della laguna di Grado in località Belvedere) Introduzione Aspetti ecologici Aspetti paesaggistici Aspetti

Dettagli

LABORATORIO PROGETTUALE DEL II ANNO DI CORSO

LABORATORIO PROGETTUALE DEL II ANNO DI CORSO Corso di Laurea Magistrale in Sistemi Informativi Territoriali e Telerilevamento LABORATORIO PROGETTUALE DEL II ANNO DI CORSO PROJECT WORK Progettazione di un Sistema informativo Territoriale per la gestione

Dettagli

DETERMINAZIONE DEI COMPRENSORI OMOGENEI DELLA PROVINCIA DELLA SPEZIA (L.R. 29/94 ART 6 comma 1)

DETERMINAZIONE DEI COMPRENSORI OMOGENEI DELLA PROVINCIA DELLA SPEZIA (L.R. 29/94 ART 6 comma 1) DETERMINAZIONE DEI COMPRENSORI OMOGENEI DELLA PROVINCIA DELLA SPEZIA (L.R. 29/94 ART 6 comma 1) 1 DETERMINAZIONE DEI COMPRENSORI OMOGENEI DELLA PROVINCIA DELLA SPEZIA (L.R. 29/94 ART 6 comma 1) Il territorio

Dettagli

Proposta. Gita Scolastica Nel Parco Nazionale d Abruzzo Molise con attività di Animazione ed Educazione Ambientale

Proposta. Gita Scolastica Nel Parco Nazionale d Abruzzo Molise con attività di Animazione ed Educazione Ambientale Proposta Gita Scolastica Nel Parco Nazionale d Abruzzo Molise con attività di Animazione ed Educazione Ambientale INDICE Premessa L offerta: descrizione L offerta: preventivo di spesa Come arrivare e come

Dettagli

Indagine conoscitiva sul sistema dei fontanili del Parco Agricolo Sud Milano

Indagine conoscitiva sul sistema dei fontanili del Parco Agricolo Sud Milano Altri studi condotti dal Parco integrati con il Sitpas U. Ceriani - Direttore del Parco Agricolo Sud Milano, Provincia di Milano M. Cont - Funzionario Agronomo del Parco Agricolo Sud Milano, Provincia

Dettagli

ATTIVITA DIDATTICHE PRESSO RENOVAPARK E OFFERTE PANDACLUB 2015-2016

ATTIVITA DIDATTICHE PRESSO RENOVAPARK E OFFERTE PANDACLUB 2015-2016 ATTIVITA DIDATTICHE PRESSO RENOVAPARK E OFFERTE PANDACLUB 2015-2016 1. RenovaPark Renova park è un progetto nato nel 2000. Si propone di riqualificare un'area che negli ultimi decenni è stata oggetto di

Dettagli

Il mondo della pesca nel Veneto: numeri, problematiche e iniziative.

Il mondo della pesca nel Veneto: numeri, problematiche e iniziative. Il mondo della pesca nel Veneto: numeri, problematiche e iniziative. Dott. Mario Richieri Dirigente Regionale Unità di Progetto Caccia e Pesca Dott. Luca Tenderini Responsabile Ufficio Pesca Villa Cordellina

Dettagli

Carte gioco. allegate al gioco Bice la coturnice. Istituto Comprensivo di Sedegliano. Scuola primaria di Flaibano. Classe terza

Carte gioco. allegate al gioco Bice la coturnice. Istituto Comprensivo di Sedegliano. Scuola primaria di Flaibano. Classe terza Istituto Comprensivo di Sedegliano Scuola primaria di Flaibano Classe terza Anno scolastico 2006/2007 Carte gioco allegate al gioco Bice la coturnice La presenza della puzzola nel Parco delle Prealpi Giulie

Dettagli

Bernasconi Dott. Agronomo Giancarlo Via Astico n. 51\D, Varese 21100 Italy. bernie59@hotmail.it

Bernasconi Dott. Agronomo Giancarlo Via Astico n. 51\D, Varese 21100 Italy. bernie59@hotmail.it F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Bernasconi Dott. Agronomo Giancarlo Via Astico n. 51\D, Varese 21100 Italy Telefono Cell: 3495208599 Fax E-mail bernie59@hotmail.it

Dettagli

Silvano Toso. ISTITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE ed OSSERVATORI FAUNISTICI REGIONALI

Silvano Toso. ISTITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE ed OSSERVATORI FAUNISTICI REGIONALI Silvano Toso ISTITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE ed OSSERVATORI FAUNISTICI REGIONALI L Istituto Superiore per Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) è un ente pubblico di ricerca

Dettagli

Seminario LA VALUTAZIONE DI INCIDENZA 24-25-26 marzo 2004, Regione Abruzzo, L Aquila

Seminario LA VALUTAZIONE DI INCIDENZA 24-25-26 marzo 2004, Regione Abruzzo, L Aquila Seminario LA VALUTAZIONE DI INCIDENZA 24-25-26 marzo 2004, Regione Abruzzo, L Aquila MATERIALI PER L INTERPRETAZIONE DEI DATI ZOOLOGICI (VERTEBRATI TETRAPODI TERRESTRI E INVERTEBRATI) NELLE VALUTAZIONI

Dettagli

PIANO DI GESTIONE DEL SIC IT20B0012 COMPLESSO MORENICO DI CASTELLARO LAGUSELLO

PIANO DI GESTIONE DEL SIC IT20B0012 COMPLESSO MORENICO DI CASTELLARO LAGUSELLO PIANO DI GESTIONE DEL SIC IT20B0012 COMPLESSO MORENICO DI CASTELLARO LAGUSELLO progettazione coordinamento Dott. For. Paolo Rigoni StudioSilva S.r.l. sede legale: via Mazzini 9/2-40137 Bologna Tel. 051

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER PROGETTI DI RICERCA SCIENTIFICA DA PARTE DELL ENTE PARCO NAZIONALE DEL CILENTO E VALLO DI DIANO

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER PROGETTI DI RICERCA SCIENTIFICA DA PARTE DELL ENTE PARCO NAZIONALE DEL CILENTO E VALLO DI DIANO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER PROGETTI DI RICERCA SCIENTIFICA DA PARTE DELL ENTE PARCO NAZIONALE DEL CILENTO E VALLO DI DIANO Art.1 Oggetto del regolamento L Ente Parco nei limiti delle

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA CACCIA DEL COMPRENSORIO ALPINO VCO 1 - VERBANO CUSIO ANNO 2015

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA CACCIA DEL COMPRENSORIO ALPINO VCO 1 - VERBANO CUSIO ANNO 2015 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA CACCIA DEL COMPRENSORIO ALPINO VCO 1 - VERBANO CUSIO ANNO 2015 Articolo 1 I seguenti comuni fanno parte del Comprensorio Alpino VCO 1 - Verbano Cusio -: ARIZZANO, AROLA,

Dettagli

ELABORATO 5 Impatti ambientali dell opera

ELABORATO 5 Impatti ambientali dell opera Impianto di depurazione S. Giustina (RN) Verifica di assoggettabilità L.R. 9/99 come integrata ai sensi del D. Lgs. 152/06 e s.m.i. STUDIO DI COMPATIBILITÀ AMBIENTALE Sezione di recupero fanghi di depurazione

Dettagli

AZIONE A5 Definizione di "linee guida provinciali" per l attuazione dei monitoraggi nei siti trentini della rete Natura 2000

AZIONE A5 Definizione di linee guida provinciali per l attuazione dei monitoraggi nei siti trentini della rete Natura 2000 -LIFE11/NAT/IT000187 T.E.N.- AZIONE A5 Definizione di "linee guida provinciali" per l attuazione dei monitoraggi nei siti trentini della rete Natura 2000 A cura di: MUSE - Museo delle Scienze, Sezione

Dettagli

VOLONTARIATO AL PARCO NATURALE ALPI MARITTIME

VOLONTARIATO AL PARCO NATURALE ALPI MARITTIME VOLONTARIATO AL PARCO NATURALE ALPI MARITTIME Un numero sempre maggiore di cittadini, per lo più donne e giovani, sono impegnati quotidianamente nella salvaguardia della flora e della fauna, attivi ogni

Dettagli

ESCURSIONI GIORNALIERE

ESCURSIONI GIORNALIERE ESCURSIONI GIORNALIERE LA CAMOSCIARA ( itinerari G carta turistica PNALM ) 300 METRI 2 ORE BASSA TUTTO L ANNO ALTO INTERESSE PANORAMICO E FAUNISTICO LA CAMOSCIARA : CASCATE DELLE NINFE RIFUGIO BELVEDERE

Dettagli

Linee guida per l attuazione di un Sistema di Gestione Ambientale in un Comune secondo le norme ISO 14001

Linee guida per l attuazione di un Sistema di Gestione Ambientale in un Comune secondo le norme ISO 14001 Linee guida per l attuazione di un Sistema di Gestione Ambientale in un Comune secondo le norme ISO 14001 A- Elaborazione della documentazione: Le fasi principali sono le seguenti: a - b - Elaborazione

Dettagli

A. AZIONI PREPARATORIE

A. AZIONI PREPARATORIE LIFE TIB - Elenco Azioni A. AZIONI PREPARATORIE AZIONE A.1: AUTORIZZAZIONI PER ESEGUIRE LE AZIONI DI DEFRAMMENTAZIONE IN CORRISPONDENZA DELLE STRADE Richiesta di autorizzazione per eseguire gli interventi

Dettagli

Parco della Murgia Materana

Parco della Murgia Materana Parco della Murgia Materana Progetti di conservazione della BIODIVERSITA Dr. Vito Santarcangelo G. Gambetta, P. Medagli 923 specie descritte 400 immagini Dipartimento di Biologia e Chimica Agro-forestale

Dettagli

La Valle. Progetto LIFE 04 EN/IT/000494 AGEMAS

La Valle. Progetto LIFE 04 EN/IT/000494 AGEMAS Comune di Feltre Comune di Pedavena Comune di Comune di Belluno Ponte nelle Alpi Comune di La Valle Progetto LIFE 04 EN/IT/000494 AGEMAS Integrazione di Agenda 21 ed EMAS in un ambito rurale e naturalistico

Dettagli

Il corso di laurea in. Scienze Naturali

Il corso di laurea in. Scienze Naturali Il corso di laurea in Scienze Naturali Il Corso di laurea fornisce allo studente un elevata conoscenza interdisciplinare della natura, dell'ambiente e del paesaggio. Il corso analizza le componenti biotiche

Dettagli

Rapporto sullo stato di conservazione della biodiversità in Sardegna: dalla conoscenza alla programmazione

Rapporto sullo stato di conservazione della biodiversità in Sardegna: dalla conoscenza alla programmazione Rapporto sullo stato di conservazione della biodiversità in Sardegna: dalla conoscenza alla programmazione Servizio Tutela della Natura Assessorato Difesa Ambiente Roma, 28 febbraio 2014 SOMMARIO: Il monitoraggio

Dettagli

PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI PIANO DI GESTIONE 2005

PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI PIANO DI GESTIONE 2005 PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI PIANO DI GESTIONE 2005 http://www.dolomitipark.it presid Premessa Sono passati pochi mesi dall inizio delle nuove attività dell Ente Parco. E ovvio che ci si dovesse

Dettagli

Allegato B alla deliberazione consiliare n 27 del 29 giugno 2009

Allegato B alla deliberazione consiliare n 27 del 29 giugno 2009 Allegato B alla deliberazione consiliare n 27 del 29 giugno 2009 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO VENATORIO PRESSO L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE

Dettagli

PROGETTO DIDATTICO. E... come Escursionismo

PROGETTO DIDATTICO. E... come Escursionismo PROGETTO DIDATTICO E... come Escursionismo Premessa La Provincia di Novara nell ambito del PSR 2007-2013 ha ottenuto dalla Regione Piemonte il finanziamento ai sensi della Misura 313, Azione 1, secondo

Dettagli

Indice degli Elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale di Isola di Pantelleria. versione conforme al DDG ARTA n 603 del 26/06/2009

Indice degli Elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale di Isola di Pantelleria. versione conforme al DDG ARTA n 603 del 26/06/2009 Unione Europea Regione Siciliana Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali Codice POR: 1999.IT.16.1.PO.011/1.11/11.2.9/0351 Ambito territoriale di Isola di Pantelleria PIANO DI GESTIONE versione

Dettagli

HABITAT DI SPECIE. Habitat forestali. Habitat di specie

HABITAT DI SPECIE. Habitat forestali. Habitat di specie Habitat di specie 575 HABITAT DI SPECIE In Liguria gli habitat di specie, cioè quegli habitat indispensabili per la vita delle specie elencate nell allegato 2 della direttiva 92/43 e nell allegato 1 della

Dettagli

Oggetto: Approvazione dei prezzi di vendita del volume Orso e del volume Gallo Cedrone.

Oggetto: Approvazione dei prezzi di vendita del volume Orso e del volume Gallo Cedrone. Deliberazione della Giunta esecutiva n. 8 di data 27 gennaio 2014. Oggetto: Approvazione dei prezzi di vendita del volume Orso e del volume Gallo Cedrone. Il Parco Naturale Adamello Brenta nell ottica

Dettagli

PROGETTO CLIMAPARKS LE ATTIVITÀ DEL PARCO NATURALE REGIONALE DELLE PREALPI GIULIE. Le aree protette affrontano la sfida dei cambiamenti climatici

PROGETTO CLIMAPARKS LE ATTIVITÀ DEL PARCO NATURALE REGIONALE DELLE PREALPI GIULIE. Le aree protette affrontano la sfida dei cambiamenti climatici PROGETTO CLIMAPARKS LE ATTIVITÀ DEL PARCO NATURALE REGIONALE DELLE PREALPI GIULIE Le aree protette affrontano la sfida dei cambiamenti climatici Venzone, 24 novembre 2011 WP 2 - MONITORAGGIO E ANALISI

Dettagli

3.4 PROGRAMMA N.13 POLIZIA PROVINCIALE AMMINISTRATORE COMPETENTE: ASSESSORE FAUSTO CARRARA RESPONSABILE: ALBERTO CIGLIANO

3.4 PROGRAMMA N.13 POLIZIA PROVINCIALE AMMINISTRATORE COMPETENTE: ASSESSORE FAUSTO CARRARA RESPONSABILE: ALBERTO CIGLIANO 3.4 PROGRAMMA N.13 POLIZIA PROVINCIALE AMMINISTRATORE COMPETENTE: ASSESSORE FAUSTO CARRARA RESPONSABILE: ALBERTO CIGLIANO 3.4.1 - DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA Polizia Provinciale Il presidio e controllo del

Dettagli

PROPOSTE PER L EDUCAZIONE

PROPOSTE PER L EDUCAZIONE CONSORZIO PARCO REGIONALEDEI LAGHI DI SUVIANA EBRAS PROPOSTE PER L EDUCAZIONE AMBIENTALE DEL PARCO REGIONALE DEI LAGHI DI SUVIANA E BRASIMONE PER L ANNO SCOLASTICO 2008/2009 Le proposte del Parco dei Laghi

Dettagli

F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e

F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Andrea Noferini Indirizzo Via Boccaccio 13, 40026 Imola (Bo) Telefono 3282670887 Fax / E-mail nofero73@gmail.com

Dettagli

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09 Unione Europea Regione Siciliana Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali Codice POR: 1999.IT.16.1.PO.011/1.11/11.2.9/0334 Ambito territoriale dei Monti di Trapani PIANO DI GESTIONE versione conforme

Dettagli

LUCA PEDROTTI FINALITA DELLA GESTIONE FAUNISTICA. LE SPECIE PROBLEMATICHE, TRA AREE PROTETTE E AREE VENATORIE

LUCA PEDROTTI FINALITA DELLA GESTIONE FAUNISTICA. LE SPECIE PROBLEMATICHE, TRA AREE PROTETTE E AREE VENATORIE LUCA PEDROTTI FINALITA DELLA GESTIONE FAUNISTICA. LE SPECIE PROBLEMATICHE, TRA AREE PROTETTE E AREE VENATORIE SPECIE (FAUNA) PROBLEMATICHE Popolazioni che esercitano un impatto significativo sull Ambiente

Dettagli

LA NOSTRA STORIA DI SINERGIA CON TERRA, ACQUA E AMBIENTE

LA NOSTRA STORIA DI SINERGIA CON TERRA, ACQUA E AMBIENTE TERRACQUAMBIENTE LA NOSTRA STORIA DI SINERGIA CON TERRA, ACQUA E AMBIENTE Fondata nel 1992, Sinergeo è una struttura indipendente con sede a Vicenza. Essa riunisce figure professionali altamente qualificate,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ATTIVITÀ ALPINISTICHE

REGOLAMENTO PER LE ATTIVITÀ ALPINISTICHE REGOLAMENTO PER LE ATTIVITÀ ALPINISTICHE NEL TERRITORIO DEL PARCO. PREMESSO CHE l Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga ha la responsabilità verso l intera comunità nazionale, europea

Dettagli

CONFERENZA NAZIONALE La Natura dell Italia Biodiversità ed Aree protette: la Green Economy per il rilancio del Paese

CONFERENZA NAZIONALE La Natura dell Italia Biodiversità ed Aree protette: la Green Economy per il rilancio del Paese CONFERENZA NAZIONALE La Natura dell Italia Biodiversità ed Aree protette: la Green Economy per il rilancio del Paese Tavolo tematico: Ricerca scientifica per la conservazione e la valorizzazione del capitale

Dettagli

DIREZIONE GENERALE AMBIENTE, ENERGIA E RETI

DIREZIONE GENERALE AMBIENTE, ENERGIA E RETI Identificativo Atto n. 885 11093 29/11/2012 DIREZIONE GENERALE AMBIENTE, ENERGIA E RETI PROGETTO DI DERIVAZIONE D'ACQUA AD USO IDROELETTRICO DAL FIUME ADDA A VALLE DELLA CONFLUENZA CON IL FIUME SERIO,

Dettagli