TeleMobility Forum Centro Lingotto Torino, 27/28 settembre 2012 Certificazione di qualità ed interoperabilità nei sistemi di e-ticketing

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TeleMobility Forum Centro Lingotto Torino, 27/28 settembre 2012 Certificazione di qualità ed interoperabilità nei sistemi di e-ticketing"

Transcript

1 TeleMobility Forum Centro Lingotto Torino, 27/28 settembre 2012 Certificazione di qualità ed interoperabilità nei sistemi di e-ticketing Marco Magnarosa C.E.O. CUBIT

2 Certificazione di qualità ed interoperabilità nei sistemi di e-ticketing CUBIT - Consortium Ubiquitous Technologies nasce nel 2007 per volontà di: Dipartimento di Ingegneria dell Informazione dell Università di Pisa Polo Tecnologico di Navacchio innovation Imprese del settore ICT con l obiettivo di costituire un nuovo modello di cooperazione rivolto all accelerazione del processo di filiera del trasferimento tecnologico nel settore delle telecomunicazioni. market knowledge transfer research

3 Certificazione di qualità ed interoperabilità nei sistemi di e-ticketing Il Wireless Innovation Lab nasce dall esperienza e dalle competenze specifiche presenti all interno di CUBIT, del Polo Tecnologico di Navacchio e del Dipartimento di Ingegneria dell'informazione dell'università di Pisa con l obiettivo di creare un centro avanzato per la progettazione, la simulazione, il testing e le certificazioni delle soluzioni tecnologiche innovative nel campo dell elettronica e dell ICT. Sviluppo di attività di ricerca integrata Know how Telecomunicazioni, ICT, EMC, Networking, IEEE Wireless Innovation Lab KBC

4 Certificazione di qualità ed interoperabilità nei sistemi di e-ticketing CUBIT dispone di un parco strumentazione in grado di rispondere a specifiche esigenze di certificazione e testing di sistemi elettronici ed a radio frequenza, dal debug di problemi elettronici e di signal integrity, alla qualifica di prodotto e marcatura CE. Certificazione RINA 9001:2008 Laboratorio elettromagnetico e sviluppo prototipi - ISO (Certificazione procedura qualifica 14443)

5 Gli standard RFID e la certificazione 14443

6 RFID: Classificazione per Frequenze e Applicazioni

7 Stack protocollare RFID HF Livello applicativo Layer International Standard 7 Security Management and Architecture 6 Terminal Applicative Software 5 Data Model 4 Card and Security Mechanism 3 Card Data Structure CEN EN Card OS and Files Structure & Commands ISO Communication Interface ISO A/B 1-4

8 Caratteristiche degli standard Ruolo degli standard RFID Punti chiave Interoperabilità Protocolli Proprietari Tecniche di interrogazione Modulazione Tecniche anti collisione Codifica dei dati Protocolli di Comunicazione Non Interferenza Potenze R.F. Bande di Frequenza Emissione di spurie Larghezza di Banda

9 Caratteristiche degli standard Ruolo degli standard RFID Interoperabilità Omissioni Opzioni Standard Proprietari Prodotti Differenti Criticità Protocolli Proprietari Regolamentazione Non Interferenza Potenze Differenti Eccezioni nazionali Frequenze Differenti

10 Certificazione di qualità card Prove elettromagnetiche: ISO/IEC First edition Identification cards Contactless integrated circuit(s) cards Proximity cards Part 1: Physical characteristics ISO/IEC First edition Identification cards Contactless integrated circuit(s) cards Proximity cards Part 2: Radio frequency power and signal interface ISO/IEC Identification cards Contactless integrated circuit(s) cards Proximity cards Part 3: Initialization and anticollision ISO/IEC Identification cards Test methods Part 6: Proximity cards Prove meccaniche: ISO/IEC parte 1 - Caratteristiche meccaniche delle smartcard Prove effettuate su 20 campioni stadard prodotti da almeno 10 giorni e opportunamente documentati

11 Certificazione di qualità card Attività Normativa Descrizione Alternating magnetic field test Minimum operating field measurement Capacity of reception test Load modulation amplitude measurement Misura della Frequenza di risonanza Misura del Coefficiente di merito (Q) Class 1 maximum loading effect Effect of type A command on type B card ISO Cap. 4.3 ISO Cap. 6.2 ISO AM 02 Cap. 7.2 ISO Cap. 8.2, 9.2 ISO Cap.6.1, 6.3 ISO Cap. 6.1, 6.3 ISO Cap 7.4 ISO AM1 Cap. 5.2 Lettura del campo magnetico a 0 A/m e 12 A/m rms Misurazione del campo H sul PICC da Hmin=1.5 A/m a Hmax=7.5 A/m Verifica dell abilità di un PICC di rispondere ad un comando di richiesta inviato dal PCD con una certa forma d onda Il load modulation deve essere 30/H1,2 mvpp TX rate = 106 Kbps Fsubcarrier = 847 KHz Misura dell impedenza e della frequenza Misura dell impedenza e della frequenza (massimizzazione della parte Re) Questa misura permette di valutare se il loading effect che caratterizza il PICC (Hp) sotto esame non supera il valore di riferimento Hr. Analizzare il comportamento di un PICC di tipo B in presenza di comandi di tipo A Prove meccaniche ISO Stress reiterati di flessione, Stress reiterati di torsione, Stabilità meccanica in temperatura ed umidità, Adesione bloccaggio meccanico

12 L interoperabilità nei sistemi di bigliettazione elettronica

13 Interoperabilità per l e-ticketing La questione di fondo Differenti Enti Pubblici hanno adottato carte contactless con differenti scopi e obiettivi (Carta Sanitaria, Carta dei servizi, Biglietto elettronico, Carte di pagamento e simili); I sistemi sono spesso pensati e collaudati per il funzionamento con reader specifici e per il medesimo servizio; Vi è sempre più la necessità di rendere interoperabili questi sistemi, dal mondo dei trasporti pubblici (biglietto unico) all integrazione tra la Carta Sanitaria ed i servizi al cittadino; I sistemi attualmente in uso, per buona parte, non sono interoperabili, ma esistono le condizioni perché lo diventino.

14 Requisiti tecnici dei lettori: Interoperabilità per l e-ticketing Requisiti per l Interoperabilità Conformità alle norme ETSI EN , ETSI EN , ETSI EN relativamente ai requisiti di emissione del front end a radiofrequenza; Conformità allo standard ISO relativamente alle caratteristiche elettromagnetiche ed al protocollo di comunicazione a radiofrequenza per la garanzia di compatibilità sia con smart card ISO 14443/A e ISO 14443/B; Connessione ad internet real time (oppure offline) al fine di accedere al server di storage delle chiavi, che condivide le chiavi di accesso ed autenticazione tra i vari sistemi italiani; Possibilità di aggiornamento dei firmware al fine di rendere possibile la validazione di titoli di viaggio rilasciati da società diverse;

15 Interoperabilità per l e-ticketing Requisiti per l Interoperabilità (segue) Requisiti tecnici delle card: Conformità allo standard ISO relativamente alle caratteristiche meccaniche Conformità allo standard ISO relativamente alle caratteristiche elettromagnetiche ed al protocollo di comunicazione a radiofrequenza Disponibilità di utilizzo di aree della card per nuovi dati Utilizzo di java card ed NFC

16 Interoperabilità per l e-ticketing Privacy Security Communication Interface Architecture Data Interface ISO (conceptual frame work) EN (logical level, abstract interface, security) EN 1545 (data elements) ISO/IEC (command, security) ISO/IEC /4 (physical, data link, trasmission protocol) ISO EN : descrive la struttura di una piattaforma interoperabile nell ambito dei sistemi di trasporto, i suoi attori, i flussi e gli scambi di informazioni. Si basa sull esistenza di un supporto che ospiti un applicazione software comune. I prodotti sono ospitati all interno dell applicazione. Ogni applicazione e ogni prodotto, pur potendo essere venduti da rivenditori diversi, hanno un proprietario univocamente identificato. EN 15320: definisce la struttura logica dei dati memorizzati sulla card, specifica l interfaccia astratta per l interazione tra card e terminale e tratta della sicurezza demandata ad un sottosistema apposito di sicurezza. Per quanto riguarda la Protocollo/Procedura privacy, la norma obbliga all utilizzo condivisa un di interoperabilità: meccanismo di controllo degli accessi e di meccanismi di encryption per la protezione dei dati personali, e più in generale di tutti i dati sensibili. EN : definisce la struttura base data element sulla card, espressa in accordo alla ASN.1 (Abstract Modo comune di interazione dei sistemi Syntax Notation 1). EN : definisce le strutture dati che (titolo risiedono interoperante) sulla carta accordo ai requisiti di un sistema di trasporto interoperabile. e utilizzo di tecnologie ad-hoc per gestire l esistente ISO/IEC : definisce le regole di scambio dei comandi. Sicurezza e privacy devono essere garantite (Java/NFC/Online Protocol) attraverso metodi di Secure Messaging e un sistema di sicurezza che definisca i permessi di accesso ai file e ai dati sulla card. ISO (1-4): specifica i requisiti per effettuare una connessione tra card e terminale, copreso il protocollo di trasmissione.

17 Grazie per l attenzione! Marco Magnarosa C.E.O. Cubit Consortium Ubiquitous Technologies innovation knowledge transfer market research

Ing. Marco Magnarosa CEO CUBIT Il Nuovo Mondo, Bologna 29/11/2011

Ing. Marco Magnarosa CEO CUBIT Il Nuovo Mondo, Bologna 29/11/2011 Internet delle cose: la questione dell interoperabilità e dell integrazione dei sistemi contactless Ing. Marco Magnarosa CEO CUBIT Il Nuovo Mondo, Bologna 29/11/2011 CUBIT Consortium Ubiquitous Technologies

Dettagli

Interoperabilità dei sistemi di identificazione RFID e Contactless. P&STech Genova 22/11/2010

Interoperabilità dei sistemi di identificazione RFID e Contactless. P&STech Genova 22/11/2010 Internet of Things: Interoperabilità dei sistemi di identificazione RFID e Contactless P&STech Genova 22/11/2010 Marco Magnarosa CUBIT CUBIT Consortium Ubiquitous it Technologies nasce nel 2007 per volontà

Dettagli

Sistema di qualificazione di fornitori di smart card

Sistema di qualificazione di fornitori di smart card Sistema di qualificazione di fornitori di smart card Verifiche di compatibilità per carte di bigliettazione elettronica con il sistema ACTV IMOB Versione 1.0 del 30 Marzo 2011 Capitolo 1 Introduzione 1.1

Dettagli

Internet delle Cose: Un primo paradigma per le città intelligenti. GCE Med Bari 12_11_2012

Internet delle Cose: Un primo paradigma per le città intelligenti. GCE Med Bari 12_11_2012 Internet delle Cose: Un primo paradigma per le città intelligenti GCE Med Bari 12_11_2012 Cubit CUBIT - Consortium Ubiquitous Technologies nasce nel 2007 per volontà di: Dipartimento di Ingegneria dell

Dettagli

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Regole tecniche per l adozione di sistemi di bigliettazione elettronica interoperabili nel territorio nazionale, in attuazione dell art. 8, comma 1, del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito,

Dettagli

Specifica tecnica della smartcard

Specifica tecnica della smartcard (allegato n. 1) Sistema di qualificazione 5t srl Periodo 2015-2018 Specifica tecnica della smartcard The authors of this Specification make no other representation or warranty regarding whether any particular

Dettagli

Dipartimento di Ingegneria dell Informazione dell Università di Pisa Polo Tecnologico di Navacchio

Dipartimento di Ingegneria dell Informazione dell Università di Pisa Polo Tecnologico di Navacchio CUBIT Consortium Ubiquitous Technologies CUBIT - Consortium Ubiquitous Technologies nasce nel 2007 per volontà di: Dipartimento di Ingegneria dell Informazione dell Università di Pisa Polo Tecnologico

Dettagli

Prodotti e Applicazioni ICT

Prodotti e Applicazioni ICT Prodotti e Applicazioni ICT Prodotti e Applicazioni ICT Indice Chi Siamo 1 Applicazioni ICT Soluzione Nemoticon PA Soluzione software e hardware per la rilevazione soddisfazione utente nella PA : Progetto

Dettagli

PRESENTAZIONE. Firenze, 4 Aprile 2013. Alessandro Conti BASSILICHI

PRESENTAZIONE. Firenze, 4 Aprile 2013. Alessandro Conti BASSILICHI PRESENTAZIONE INSeT Firenze, 4 Aprile 2013 Alessandro Conti BASSILICHI 1. 2. PRESENTAZIONE INSeT - Progetto INSeT PRESENTAZIONE INSeT - Progetto INSeT Progetto INSeT Ambito Primario: Trasporti e mobilità

Dettagli

SISTEMI DI COMUNICAZIONE A CORTO RAGGIO: ANALISI SPERIMENTALE CON DISPOSITIVI NFC.

SISTEMI DI COMUNICAZIONE A CORTO RAGGIO: ANALISI SPERIMENTALE CON DISPOSITIVI NFC. ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA CAMPUS DI CESENA SCUOLA DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA E DELLE TELECOMUNICAZIONI SISTEMI DI COMUNICAZIONE A CORTO RAGGIO:

Dettagli

PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE

PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE LIVORNO - 5 Dicembre 2008 Dott. Luca Cattermol General Manager DAXO DAXO è una società operante nel settore delle Information and Communication Technologies (ICT), specializzata

Dettagli

Distribuzione elettrica e generazione distribuita: automazione e controllo

Distribuzione elettrica e generazione distribuita: automazione e controllo Torna al programma Distribuzione elettrica e generazione distribuita: automazione e controllo Tecnologie e sistemi di comunicazione per il controllo di generatori distribuiti e reti L. Capetta Definizione

Dettagli

NFC: Il Nuovo Traguardo del Mobile

NFC: Il Nuovo Traguardo del Mobile NFC: Il Nuovo Traguardo del Mobile Tecnologia e scenari applicativi in ambito trasporti e pagamenti Alice Moroni CATTID Sapienza Università di Roma I Laboratori del CATTID All'interno del CATTID, diretto

Dettagli

Mobile Payment. Aspetti tecnici ed interoperabilità dei sistemi. Alice Moroni CATTID Sapienza Università di Roma

Mobile Payment. Aspetti tecnici ed interoperabilità dei sistemi. Alice Moroni CATTID Sapienza Università di Roma Mobile Payment Aspetti tecnici ed interoperabilità dei sistemi Alice Moroni CATTID Sapienza Università di Roma I Laboratori del CATTID All'interno del CATTID, diretto dal Prof. Ugo Biader Ceipidor, operano

Dettagli

Descrizione generale della tecnologia Le funzionalità tecniche Sintesi dello scenario generale delle carte La CNS

Descrizione generale della tecnologia Le funzionalità tecniche Sintesi dello scenario generale delle carte La CNS SMART CARD: tecnologie ed applicazioni nella PA Giovanni Manca (manca@cnipa.it) Centro Nazionale per l informatica nella pubblica amministrazione AGENDA Descrizione generale della tecnologia Le funzionalità

Dettagli

Total Security Knowledge Management Solution

Total Security Knowledge Management Solution Total Security Knowledge Management Solution Gestione Integrata della Sicurezza Aziendale ID Credential Overview OnGuard ID CredentialCenter è un prodotto che integra, sull esistente tecnologia ID di Lenel,

Dettagli

La visione di Oberthur sull'evoluzione del Mobile Payment e soluzioni di convergenza

La visione di Oberthur sull'evoluzione del Mobile Payment e soluzioni di convergenza La visione di Oberthur sull'evoluzione del Mobile Payment e soluzioni di convergenza Clara Santambrogio Business Development& Field Mktg Manager Torino, 28 settembre 2012 1. Company overview 2. L offerta

Dettagli

TMAS G 120 / G100 / G80 Terminale Multifunzionale Accessi e Sicurezza

TMAS G 120 / G100 / G80 Terminale Multifunzionale Accessi e Sicurezza TMAS G 120 / G100 / G80 Terminale Multifunzionale Accessi e Sicurezza Unità elettronica di identificazione per: Rilevazione presenze Controllo produzione Controllo accessi Gestione mensa Gestione parcheggi

Dettagli

WAVECOMM S.r.l. Partner tecnologico per l'innovazione. Profilo. Mission

WAVECOMM S.r.l. Partner tecnologico per l'innovazione. Profilo. Mission WAVECOMM S.r.l. Partner tecnologico per l'innovazione Profilo Wavecomm S.r.l. è una azienda specializzata nella progettazione e realizzazione di sistemi elettronici avanzati, focalizzata nei settori dell'elettronica

Dettagli

SMART CARD tecnologie ed applicazioni nella PA

SMART CARD tecnologie ed applicazioni nella PA SMART CARD tecnologie ed applicazioni nella PA Ing. Giovanni Manca Dirigente CNIPA Centro Nazionale per l informatica nella pubblica amministrazione AGENDA Descrizione generale della tecnologia Le funzionalità

Dettagli

NFC I sistemi avanzati di pagamento

NFC I sistemi avanzati di pagamento NFC I sistemi avanzati di pagamento Giacomo Buonanno Mauro Mezzenzana Lab#ID - LIUC Università Cattaneo Economia C.so Matteotti, 22 Castellanza (VA) www.liuc.it Ingegneria Industriale Giurisprudenza Laboratorio

Dettagli

Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui

Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Sistemi Operativi per Ubiquitous Computing Palm OS Symbian OS

Dettagli

Un sistema di identificazione basato su tecnologia RFID

Un sistema di identificazione basato su tecnologia RFID tesi di laurea Anno Accademico 2005/2006 relatore Ch.mo prof. Stefano Russo correlatore Ch.mo prof. Massimo Ficco candidato Alessandro Ciasullo Matr. 831/166 Obiettivo Progettazione ed implementazione

Dettagli

RFID. Giuseppe Tetti

RFID. Giuseppe Tetti RFID Giuseppe Tetti Un po di storia Un primo impiego militare nel settore aeronautico, già prima della seconda guerra mondiale, l IFF (Identification Friend or Foe). L aereo si dichiarava amico al sistema

Dettagli

Genova, Port & Shipping Tech 2011 Smart city & city logistics: soluzioni tecnologiche per una smart governance della città. I casi di Pisa e Parma.

Genova, Port & Shipping Tech 2011 Smart city & city logistics: soluzioni tecnologiche per una smart governance della città. I casi di Pisa e Parma. Genova, Port & Shipping Tech 2011 Smart city & city logistics: soluzioni tecnologiche per una smart governance della città. I casi di Pisa e Parma. Paolo Lanari / CEO paolo.lanari@infomobilitysuite.com

Dettagli

CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEL PREMIO INNOVATION CONCEPT

CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEL PREMIO INNOVATION CONCEPT Art. 1 PREMESSE SECO srl nasce nel 1979 dalla creatività e dallo spirito imprenditoriale dei due soci fondatori Daniele Conti e Luciano Secciani. Nel corso degli anni SECO sviluppa un know-how altamente

Dettagli

Controllo accessi La sicurezza va in porto

Controllo accessi La sicurezza va in porto 06 garzia - porti:layout 1 1-03-2011 12:27 Pagina 26 Trasporti Controllo accessi La sicurezza va in porto Fabio Garzia Docente di Sistemi di Sicurezza Anticrimine, SAPIENZA Università di Roma Enzo Sammarco,

Dettagli

Scenari tecnologici e prospettive di business per l operatore

Scenari tecnologici e prospettive di business per l operatore BLOG 3 Business e Tecnologia Scenari tecnologici e prospettive di business per l operatore, Telecom Italia Lab Sommario Tecnologia RFID Principali caratteristiche Standard Scenari tecnologici Mercato Tecnologia

Dettagli

3145/20. Analizzatore cerca disturbi. Sensore per la ricerca dei disturbi 9754. Misura facilmente i disturbi sul cavo di terra

3145/20. Analizzatore cerca disturbi. Sensore per la ricerca dei disturbi 9754. Misura facilmente i disturbi sul cavo di terra 3145/20 Analizzatore cerca disturbi Progettato per misure dei disturbi in campo Localizza i disturbi e aiuta a sviluppare le contromisure contro le interferenze. Misure senza contatto per semplicità e

Dettagli

Una nuova soluzione per una semplice ed automatica Gestione di Pratiche

Una nuova soluzione per una semplice ed automatica Gestione di Pratiche & l i li Una nuova soluzione per una semplice ed automatica Gestione di Pratiche Il piccolo grande terminale Possibili utilizzi : Gestione pratiche Tracciatura di documenti fiscali Gestione manutenzione

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI AREA CIVILE POLISWEB Piano delle verifiche

Dettagli

RFID La RFID (Radio Frequency Identification) è una tecnologia di

RFID La RFID (Radio Frequency Identification) è una tecnologia di RFID La RFID (Radio Frequency Identification) è una tecnologia di identificazione che ricorre ad un segnale in radiofrequenza quale supporto di dialogo tra l oggetto da identificare e il dispositivo di

Dettagli

Global Sensing Srl - www.globalsensing.it

Global Sensing Srl - www.globalsensing.it RFID (Radio Frequency IDentification) è la tecnologia per l'identificazione automatica di oggetti, persone, animali che permette l'acquisizione dati e l'identificazione a distanza con la totale automazione

Dettagli

Innovazione nelle strategie d azienda e nelle tecnologie

Innovazione nelle strategie d azienda e nelle tecnologie Innovazione nelle strategie d azienda e nelle tecnologie Graziella Spinelli Telecom Italia Lab, tema.mobility Consortium Andrea Bragagnini Telecom Italia Lab, Enabling Technologies for Innovation Nuovi

Dettagli

SBME (Sistema di Bigliettazione Magnetica ed Elettronica) Specifica Tecnica Carte Contactless e Dual Interface

SBME (Sistema di Bigliettazione Magnetica ed Elettronica) Specifica Tecnica Carte Contactless e Dual Interface SBME (Sistema di Bigliettazione Magnetica ed Elettronica) Specifica Tecnica Carte Contactless e Dual Interface codice: SBME.Spec.TSC rev.: 3.01 data: 31/01/2010 REVISIONI Revisione Data Autore Firma Note

Dettagli

Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui

Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Sistemi Operativi per Ubiquitous Computing Palm OS SymbianOS

Dettagli

LIDAS Specifica di Interfaccia MGVoIP - LEMF

LIDAS Specifica di Interfaccia MGVoIP - LEMF LIDAS Specifica di Interfaccia Resi Informatica S.p.A. S.S. 148 Pontina km 44,044 04011 Aprilia (Lt) Tel: +39 06 927101 Fax: +39 06 92710208 Web: www.resi.it Pagina 1 di 16 INDICE 1. Generalità... 3 1.1.

Dettagli

Capitolo 6. Wireless LAN: via i fili!

Capitolo 6. Wireless LAN: via i fili! Capitolo 6 Wireless LAN: via i fili! Spesso la realizzazione di una rete impone maggiori problemi nella realizzazione fisica che in quella progettuale: il passaggio dei cavi all interno di apposite guide

Dettagli

RedWave Short Range Reader UHF USB (EPC Class 1 Gen 2 - ISO 18000-6C) in case for 2 external multiplexed UHF antennas.

RedWave Short Range Reader UHF USB (EPC Class 1 Gen 2 - ISO 18000-6C) in case for 2 external multiplexed UHF antennas. ID RED.MRU80-M2 Installation Manual RedWave Short Range Reader UHF USB (EPC Class 1 Gen 2 - ISO 18000-6C) in case for 2 external multiplexed UHF antennas. Powered by Features Operating frequency: 860 to

Dettagli

IoT Security & Privacy

IoT Security & Privacy IoT Security & Privacy NAMEX Annual Mee8ng 2015 CYBER SECURITY E CYBER PRIVACY, LA SFIDA DELL INTERNET DI OGNI COSA Rocco Mammoliti, Poste Italiane 17 Giugno 2015 Agenda 2 1 Ecosistema di Cyber Security

Dettagli

managing complexity Research & Innovation Work Place as a Service Safe Plant Solutions www.akhela.com

managing complexity Research & Innovation Work Place as a Service Safe Plant Solutions www.akhela.com managing complexity Research & Innovation Work Place as a Service Safe Plant Solutions www.akhela.com Azienda Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni di altissima qualità,

Dettagli

Schede tecniche Infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici

Schede tecniche Infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici Schede tecniche Infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici Indice Stazioni di ricarica pubbliche 3 Caratteristiche generali 4 Stazioni di ricarica quick recharge Dimensioni 5 Caratteristiche elettriche

Dettagli

Radio Frequency Identification Risorsa per il Manufacturing e la Logistica

Radio Frequency Identification Risorsa per il Manufacturing e la Logistica Tecnologia RFID struttura, potenzialità, benefits e trend del mercato visti da un player centrale. La gestione del processo di produzione e della logistica tramite tecnologia RFID nel mercato della pietra

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042)

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Reti di elaboratori Rete di calcolatori: insieme di dispositivi interconnessi Modello distribuito INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Funzioni delle reti: comunicazione condivisione di

Dettagli

Near Field Communication

Near Field Communication Near Field Communication Carlo Maria Medaglia Forum PA 2007 Roma 25 Maggio 2007 Cos è l NFC? Near Field Communication (NFC) è una tecnologia senza contatto a corto raggio Considerata la 2^ generazione

Dettagli

N. EDV 18260 WLAN PCC 54 05/04. Adattatore WLAN Cardbus

N. EDV 18260 WLAN PCC 54 05/04. Adattatore WLAN Cardbus N. EDV 18260 WLAN PCC 54 05/04 Adattatore WLAN Cardbus Note di carattere normativo e dichiarazioni Wireless LAN, sicurezza e autorizzazione all'uso I dispositivi Wireless LAN emettono energia elettromagnetica

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

AP 677 SPLITTER ADSL/POTS

AP 677 SPLITTER ADSL/POTS AP 677 SPLITTER ADSL/POTS MONOGRAFIA DESCRITTIVA EDIZIONE Settembre 2006 MON. 205 REV. 2.1 1 di 9 INDICE 1.0 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELL APPARATO 3 2.0 CARATTERISTICHE TECNICHE 3 2.1 CARATTERISTICHE

Dettagli

CISA esigno. The future is on air. Contactless Wireless Seamless

CISA esigno. The future is on air. Contactless Wireless Seamless CISA esigno The future is on air Contactless Wireless Seamless Serratura contactless CISA esigno amplia la gamma di soluzioni dedicate al settore alberghiero e comunitario. Il design elegante e compatto

Dettagli

Ing. Giuseppe Filice Università della Calabria

Ing. Giuseppe Filice Università della Calabria Internet delle cose E-Commerce e Mobile Payment Ing. Giuseppe Filice Università della Calabria ecommerce Report 2 ecommerce Report 3 ecommerce Report 4 ecommerce Report 5 ecommerce Report 6 ecommerce Report

Dettagli

WLAN 802.11. Local Area Network (LAN)

WLAN 802.11. Local Area Network (LAN) WLAN 802.11 1 Local Area Network (LAN) Ethernet Server Hub Internet 2 1 Wireless Local Area Network (WLAN) Ethernet Server Access Point Internet 3 Perchè le Wireless LAN Riduzione costi di manutenzione

Dettagli

Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities. Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011

Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities. Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011 Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011 Uso: Riservato Outline Introduzione Le Smart Grids e Smart Cities Progetti Smart Grids di Enel

Dettagli

Un sistema di identificazione basato sulla tecnologia RFID

Un sistema di identificazione basato sulla tecnologia RFID tesi di laurea Un sistema di identificazione basato sulla tecnologia RFID Anno Accademico 2005-2006 relatore Ch.mo prof. Stefano Russo correlatore Ch.mo prof. Massimo Ficco candidato Giacomo Scibelli Matr.

Dettagli

CISA esigno. The future is on air. Contactless Wireless Seamless

CISA esigno. The future is on air. Contactless Wireless Seamless CISA esigno The future is on air Contactless Wireless Seamless Contactless Wireless Seamless Caratteristiche tecnichee Maniglia Classic Maniglia antistrappo RTD Conforme alla normativa EN179 Sistema di

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO FORUM PA 2011. delle Comunicazioni e Tecnologie dell Informazione

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO FORUM PA 2011. delle Comunicazioni e Tecnologie dell Informazione MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER LE COMUNICAZIONI Istituto Superiore FORUM PA 2011 delle Comunicazioni e Tecnologie dell Informazione OFFICINA Il progetto SESAMO (Sistemi di pagamento

Dettagli

SISTEMA DIGITALE DI CHIUSURA E CONTROLLO ACCESSI 3060.

SISTEMA DIGITALE DI CHIUSURA E CONTROLLO ACCESSI 3060. SISTEMA DIGITALE DI CHIUSURA E CONTROLLO ACCESSI 3060. THE FINEST IN KEYLESS SECURITY. Luglio 2015 LEADER EUROPEO, PER TECNOLOGIA NEI SISTEMI DIGITALI DI CHIUSURA E CONTROLLO ACCESSI. Fondata nel 1995

Dettagli

FluctuS Intelligent Sensor System

FluctuS Intelligent Sensor System FluctuS Intelligent Sensor System FluctuS offre una piattaforma open hardware e open software completamente ingegnerizzata per le applicazioni dell Internet of Things (IoT) e delle Smart Cities. CLOUD

Dettagli

I SISTEMI DI IDENTIFICAZIONE AUTOMATICA TECNOLOGIE ED OPERATORI WHITE PAPER SIRMI SPA

I SISTEMI DI IDENTIFICAZIONE AUTOMATICA TECNOLOGIE ED OPERATORI WHITE PAPER SIRMI SPA I SISTEMI DI IDENTIFICAZIONE AUTOMATICA TECNOLOGIE ED OPERATORI WHITE PAPER SIRMI SPA e Wise Media S.p.A. per Maggio 2009 SIRMI assicura che la presente indagine è stata effettuata con la massima cura

Dettagli

WIRELESS USB 2.0 Terminale Wireless USB a 54Mbps MANUALE UTENTE www.hamletcom.com

WIRELESS USB 2.0 Terminale Wireless USB a 54Mbps MANUALE UTENTE www.hamletcom.com WIRELESS USB 2.0 Terminale Wireless USB a 54Mbps MANUALE UTENTE www.hamletcom.com Gentile Cliente, La ringraziamo per la fiducia riposta nei nostri prodotti. La preghiamo di seguire le norme d'uso e manutenzione

Dettagli

OCV22 SERIES SERIE. SENSORE OTTICO PER CONTROLLO D AREA ALTEZZA AREA DI INTERVENTO 200 mm. AREA CONTROL OPTICAL SENSORS 200 mm SENSING HEIGHT OCV22

OCV22 SERIES SERIE. SENSORE OTTICO PER CONTROLLO D AREA ALTEZZA AREA DI INTERVENTO 200 mm. AREA CONTROL OPTICAL SENSORS 200 mm SENSING HEIGHT OCV22 SENSORE OTTICO PER CONTROLLO D AREA ALTEZZA AREA DI INTERVENTO 200 mm SERIE OCV22 SERIES AREA CONTROL OPTICAL SENSORS 200 mm SENSING HEIGHT SENSORE OTTICO PER CONTROLLO D AREA AREA CONTROL OPTICAL SENSOR

Dettagli

Internet for Things. www.apio.cc info@apio.cc +39 071-2803115. site email phone. Soluzioni hardware e software per l Internet delle Cose

Internet for Things. www.apio.cc info@apio.cc +39 071-2803115. site email phone. Soluzioni hardware e software per l Internet delle Cose Internet for Things Soluzioni hardware e software per l Internet delle Cose site email phone www.apio.cc info@apio.cc +39 071-2803115 Mercato di riferimento della Internet of Things: numeri e tendenze

Dettagli

www.cbritaly.it IL CLUB DEGLI ESPERTI INIZIATO poco familiari per il grande pubblico, come UWB, WSN, ZigBee e NFC.

www.cbritaly.it IL CLUB DEGLI ESPERTI INIZIATO poco familiari per il grande pubblico, come UWB, WSN, ZigBee e NFC. 64 www.cbritaly.it IL FUTURO È GIÀ INIZIATO Una panoramica a tutto campo sulle nuove tecnologie wireless che stanno rivoluzionando il nostro modo di comunicare e di vivere DI GIANCARLO MAGNAGHI Feedback:

Dettagli

ALLEGATO N. 32. livinglabs.regione.puglia.it SMART WALLET. Impresa capofila: Clio SpA

ALLEGATO N. 32. livinglabs.regione.puglia.it SMART WALLET. Impresa capofila: Clio SpA ALLEGATO N. 32 livinglabs.regione.puglia.it Impresa capofila: Clio SpA SMART WALLET Laboratorio PRISCO Sperimentazione di servizi mobile di pagamento, punti fedeltà e coupon basati sulle tecnologie NFC

Dettagli

I NUOVI FORMATI DELLA FIRMA DIGITALE

I NUOVI FORMATI DELLA FIRMA DIGITALE I NUOVI FORMATI DELLA FIRMA DIGITALE Giovanni Manca Ufficio Standard e tecnologie d identificazione AGENDA Il quadro normativo di riferimento. I principi base dell interoperabilità. La verifica del documento

Dettagli

Fima Card Manager Proxy Contact & Contactless Card Solutions. pluscard.it

Fima Card Manager Proxy Contact & Contactless Card Solutions. pluscard.it Fima Contact & Contactless Card Solutions pluscard.it 1 2 3 ACQUISIZIONE DELLE IMMAGINI E DELLE FOTOGRAFIE FIMA CARD MANAGER PROXY importa ed acquisisce i principali formati grafici per l inserimento e

Dettagli

Wireless Grids e Pervasive Grids. Pervasive Grids

Wireless Grids e Pervasive Grids. Pervasive Grids Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Wireless Grids e Pervasive Grids Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Wireless Grids e Pervasive Grids Wireless Grids Caratteristiche Sistemi Applicazioni

Dettagli

Titolo: È gradita una competenza base in Matlab. Conoscenze linguistiche: padronanza della lingua inglese

Titolo: È gradita una competenza base in Matlab. Conoscenze linguistiche: padronanza della lingua inglese Titolo: Studio e sviluppo di applicazioni innovative basate su tecnologia di sensori indossabili Descrizione: Le body sensor networks (BSN) sono costituite da piccoli dispositivi che posti sul corpo umano

Dettagli

Tecnologie su base semantica e Ubiquitous computing per il supporto alle decisioni in ambito ospedaliero

Tecnologie su base semantica e Ubiquitous computing per il supporto alle decisioni in ambito ospedaliero Tecnologie su base semantica e Ubiquitous computing per il supporto alle decisioni in ambito ospedaliero Michele Ruta Politecnico di Bari Crescenzio Scioscia Policlinico di Bari SMAU Business 2010 10-11

Dettagli

Il Centro Regionale Information Communication Technology CeRICT scrl. Dott. Sergio Betti Direttore Generale CeRICT

Il Centro Regionale Information Communication Technology CeRICT scrl. Dott. Sergio Betti Direttore Generale CeRICT Il Centro Regionale Information Communication Technology CeRICT scrl Dott. Sergio Betti Direttore Generale CeRICT Storia CeRICT Il CeRICT nato nel 2002 come Progetto per la realizzazione di un centro di

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 10 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Apparati digitali Misura dei disturbi condotti ai morsetti di alimentazione (0,15-30 MHz) Misura dei disturbi irradiati (30-1000 MHz) Apparecchi elettrodomestici

Dettagli

IDENTIFICAZIONE PRODOTTO:

IDENTIFICAZIONE PRODOTTO: RAPPORTO DI PROVA N.029-13 SOCIETÀ: 3P Elettonica S.r.l. INDIRIZZO: Via Albanese, 30 CITTÀ: Bari IDENTIFICAZIONE PRODOTTO: TIPO: Centrale antintrusione MATRICOLA: 3P100-26 MODELLO: Infinity 8 CODICE: EUT/015-13

Dettagli

EMC AVAMAR DATA STORE

EMC AVAMAR DATA STORE EMC AVAMAR DATA STORE EMC Avamar Data Store rappresenta il modo più facile e veloce per implementare un Avamar server fisico. Si tratta di una soluzione completamente integrata, scalabile e preconfigurata

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI PER HOTEL SISTEMI DI FERRAMENTA PER PORTE E FINESTRE

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI PER HOTEL SISTEMI DI FERRAMENTA PER PORTE E FINESTRE SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI PER HOTEL SISTEMI DI FERRAMENTA PER PORTE E FINESTRE L UNICA SERRATURA ELETTRONICA PER HOTEL A MOVIMENTO MAGNETICO. DISEGNATA PER FONDERSI CON LA PORTA D INTERNI, PROGETTATA

Dettagli

Descrizione della struttura e delle funzioni di una stazione radio base TACS

Descrizione della struttura e delle funzioni di una stazione radio base TACS c.so Duca degli Abruzzi 4 1019 Torino (Italy) Fax +39 011 564 4099 pag. /34 Premessa Il seguente capitolo illustra i principi tecnici fondamentali a cui si ispirano le tecnologie utilizzate per i serivizi

Dettagli

Introduzione alle reti LE RETI INFORMATICHE. A cosa serve una rete. Perché... TECNOLOGIE E PRINCIPI DI COSTRUZIONE

Introduzione alle reti LE RETI INFORMATICHE. A cosa serve una rete. Perché... TECNOLOGIE E PRINCIPI DI COSTRUZIONE TECNOLOGIE E PRINCIPI DI COSTRUZIONE Introduzione alle reti 1 2 Perché... All inizio degli anni 80 sono nati i PC, in contrapposizione ai grossi sistemi presenti allora nelle aziende che collegavano terminali

Dettagli

25 26 giugno 2014. Anna Villani. Responsabile SALTO Systems Italia

25 26 giugno 2014. Anna Villani. Responsabile SALTO Systems Italia I NUOVI SISTEMI DI CONTROLLO ACCESSI SU PIATTAFORMA WIRELESS ACCESS POINT Anna Villani Responsabile SALTO Systems Italia CHI SIAMO SIAMO ISPIRATI DALL INNOVAZIONE Sin dal 2001, abbiamo ridefinito il mondo

Dettagli

Commercio elettronico mobile e pervasive computing

Commercio elettronico mobile e pervasive computing Commercio elettronico mobile e pervasive computing Dr. Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Mobile commerce mobile

Dettagli

Knowledge Management

Knowledge Management [ ] IL K-BLOG Cosa è il KM Il Knowledge Management (Gestione della Conoscenza) indica la creazione, la raccolta e la classificazione delle informazioni, provenienti da varie fonti, che vengono distribuite

Dettagli

Progetto POLAF - Master di II livello Tecnologie, Applicazioni e Servizi in Reti Eterogenee

Progetto POLAF - Master di II livello Tecnologie, Applicazioni e Servizi in Reti Eterogenee UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Progetto POLAF - Master di II livello Tecnologie, Applicazioni e Servizi in Reti Eterogenee Sistemi Embedded Esempi di applicazione 14-03-2008 Luca Di Addario AGENDA

Dettagli

Modello di riferimento OSI Descrizione dei livelli

Modello di riferimento OSI Descrizione dei livelli Reti di Telecomunicazioni R. Bolla, L. Caviglione, F. Davoli Principali organismi di standardizzazione Modello di riferimento OSI Descrizione dei livelli 6.2 User N+1_Layer User REQUEST RESPONSE CONFIRMATION

Dettagli

SISTEMA DI MONITORAGGIO PERMANENTE DELLE EMISSIONI RADIOELETTRICHE SI/3000

SISTEMA DI MONITORAGGIO PERMANENTE DELLE EMISSIONI RADIOELETTRICHE SI/3000 SISTEMA DI MONITORAGGIO PERMANENTE DELLE EMISSIONI RADIOELETTRICHE SI/3000 1. INTRODUZIONE La grande proliferazione delle potenziali sorgenti di inquinamento elettromagnetico (stazioni radio-televisive,

Dettagli

Un Sistema Operativo di Rete nasconde all utente finale la struttura del calcolatore locale e la struttura della rete stessa

Un Sistema Operativo di Rete nasconde all utente finale la struttura del calcolatore locale e la struttura della rete stessa LE RETI INFORMATICHE Un calcolatore singolo, isolato dagli altri anche se multiutente può avere accesso ed utilizzare solo le risorse locali interne al Computer o ad esso direttamente collegate ed elaborare

Dettagli

Dispositivi per la connessione di apparecchi d'illuminazione per usi domestici e similari Parte 2: Fogli di normalizzazione per DCL

Dispositivi per la connessione di apparecchi d'illuminazione per usi domestici e similari Parte 2: Fogli di normalizzazione per DCL CEI EN 81346-2 CEI EN 62097 CEI EN 61995-2 CEI EN 62135-1 Sistemi industriali, installazioni e apparecchi e prodotti industriali - Principi di strutturazione e designazioni di riferimento Parte 2: Classificazione

Dettagli

Il candidato svolga, a sua scelta, una delle due tracce proposte.

Il candidato svolga, a sua scelta, una delle due tracce proposte. M86 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Sessione ordinaria 004 Seconda prova scritta CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI Tema di: TELECOMUNICAZIONI (Testo valevole

Dettagli

Università degli Studi di Padova Facoltà di Ingegneria

Università degli Studi di Padova Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Padova Facoltà di Ingegneria UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Dipartimento di Ingegneria dell Informazione TESI DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE

Dettagli

AEP Ticketing solutions www.aep-italia.it

AEP Ticketing solutions www.aep-italia.it Non solo apparati AEP Ticketing Solutions Non solo sistemi! La componente tecnologica BIP Piemonte BIP Piemonte La Regione Piemonte è stata tra le prime a seguire un approccio preordinato e programmato

Dettagli

pic32obd wireless scanner soluzioni per «meccanici» dell era digitale

pic32obd wireless scanner soluzioni per «meccanici» dell era digitale pic32obd wireless scanner soluzioni per «meccanici» dell era digitale Il progetto: cos è uno scanner diagnostico? Il sistema realizzato permette al meccanico di ottenere rapidamente e in modo centralizzato

Dettagli

Progettazione e sviluppo di un applicazione di Mobile Payment su dispositivo Android tramite tecnologia NFC

Progettazione e sviluppo di un applicazione di Mobile Payment su dispositivo Android tramite tecnologia NFC tesi di laurea 2010/2011 relatore Ch.mo prof. Marcello Cinque correlatore Ch.mo ing. Marco Oreste Migliori candidato Antonia Pisicchio Matr. 885/489 Contesto Con il diffondersi della tecnologia NFC il

Dettagli

LABORATORIO PROVE. Descrizione del Servizio

LABORATORIO PROVE. Descrizione del Servizio LABORATORIO PROVE Descrizione del Servizio 1. PREMESSA... 3 2. LE DIRETTIVE COMUNITARIE... 4 3. IL LABORATORIO PROVE... 5 3.1. PROVE DI COMPATIBILITÀ E SUSCETTIBILITÀ ELETTROMAGNETICA... 5 3.2. PROVE DI

Dettagli

Tel. +41 (0)58 666 65 11 Fax +41 (0)58 666 65 17 mail: tthf@supsi.ch. Tecnologie per la comunicazione e sistemi RF/ wireless. A.

Tel. +41 (0)58 666 65 11 Fax +41 (0)58 666 65 17 mail: tthf@supsi.ch. Tecnologie per la comunicazione e sistemi RF/ wireless. A. 1 Introduzione Oggi la tecnologia ci permette forme sempre più avanzate di comunicazione e ci stiamo muovendo verso la realizzazione di un mondo dove sia possibile e necessario Comunicare con chiunque,

Dettagli

Wireless Car Area Network per l erogazione di servizi intraveicolari ed interveicolari

Wireless Car Area Network per l erogazione di servizi intraveicolari ed interveicolari Wireless Car Area Network per l erogazione di servizi intraveicolari ed interveicolari Torino Telemobility 2012 Giovanni Guerri President & CEO 27 Settembre 2012 La Società Guglielmo S.r.l. nasce a Reggio

Dettagli

Introduzione al seminario e agli aspetti tecnico/operativi trattati

Introduzione al seminario e agli aspetti tecnico/operativi trattati Introduzione al seminario e agli aspetti tecnico/operativi trattati Giorgio Ambrosino Giorgio Ambrosino MemEx, Livorno IL RUOLO DELLE TECNOLOGIE Telecomunicazioni Piattaforme SW Big data, open data, web

Dettagli

INTEROPERABILITÀ DEI SISTEMI DI BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA ED INTEGRAZIONE TARIFFARIA NEL TPL: L INDAGINE ASSTRA

INTEROPERABILITÀ DEI SISTEMI DI BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA ED INTEGRAZIONE TARIFFARIA NEL TPL: L INDAGINE ASSTRA INTEROPERABILITÀ DEI SISTEMI DI BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA ED INTEGRAZIONE TARIFFARIA NEL TPL: L INDAGINE ASSTRA Daniela Carbone Dirigente Servizio Innovazioni Tecnologiche ASSTRA Coordinato da: Organizzato

Dettagli

Terminali di timbratura e controllo accessi. Idtech 1000 Terminale Biometrico Mobile Term Passmanager.web Accessori

Terminali di timbratura e controllo accessi. Idtech 1000 Terminale Biometrico Mobile Term Passmanager.web Accessori Terminali di timbratura e controllo accessi Idtech 1000 Terminale Biometrico Mobile Term Passmanager.web Accessori 1000 Idtech rel. 100500 Lo strumento migliore per la rilevazione dei dati e il controllo

Dettagli

Velocizzare l'esecuzione di Joomla! con Zend Server Community Edition

Velocizzare l'esecuzione di Joomla! con Zend Server Community Edition Velocizzare l'esecuzione di Joomla! con Zend Server Community Edition Enrico Zimuel Senior Consultant & Architect Zend Technologies enrico@zend.com Sommario Zend Server Community Edition (CE) Perchè eseguire

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

LACE - Club CE. The EMC and CE Problem Solver Attività e Servizi. G. Borio V. Ormezzano LACE Corep gborio@corep.it www.lace.corep.

LACE - Club CE. The EMC and CE Problem Solver Attività e Servizi. G. Borio V. Ormezzano LACE Corep gborio@corep.it www.lace.corep. LACE - Club CE The EMC and CE Problem Solver Attività e Servizi G. Borio V. Ormezzano LACE Corep gborio@corep.it www.lace.corep.it LACE: The EMC problem solver Fantasia o Realtà? 2 Questa presentazione

Dettagli

IL PROGETTO BIP IN PIEMONTE il ruolo del Centro Servizi Regionale nelle politiche di interoperabilità e integrazione

IL PROGETTO BIP IN PIEMONTE il ruolo del Centro Servizi Regionale nelle politiche di interoperabilità e integrazione IL PROGETTO BIP IN PIEMONTE il ruolo del Centro Servizi Regionale nelle politiche di interoperabilità e integrazione Claudio Giacobbe, 5T Piano Regionale dell Infomobilità Nel 2008, la Regione Piemonte

Dettagli