ALLEGATO GPL - Gestione e Manutenzione delle Postazioni di Lavoro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLEGATO GPL - Gestione e Manutenzione delle Postazioni di Lavoro"

Transcript

1 AZIENDA OSPEDALIERA SAN CARLO Via Potito Petrone Potenza - Tel Codice Fiscale e Partita IVA ALLEGATO GPL - delle Postazioni di Lavoro PROCEDURA APERTA PER LA GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO

2 INDICE 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OBIETTIVI UTENZA VINCOLI E REQUISITI DEL SERVIZIO CONSISTENZA DEI PDL COLLAUDO REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO GESTIONE OPERATIVA MANUTENZIONE INDICATORI/MISURE DI QUALITÀ AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO - POTENZA E PESCOPAGANO Pagina 2/15

3 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO I servizi di gestione e manutenzione delle postazioni di lavoro (GPL) costituiscono l insieme delle attività che vengono effettuate al fine di garantire costantemente l efficienza e l operatività dell utente, indipendentemente dalla locazione. Il servizio oggetto della fornitura opera a prescindere dal fatto che la postazione di lavoro sia di proprietà dell Azienda o meno (concessa in noleggio, prova, locazione operativa, in leasing, ecc..). La gestione e la manutenzione delle postazioni di lavoro è scomponibile per elementi: installazione/disinstallazione di un posto di lavoro; movimentazione di un posto di lavoro; aggiunta ad un posto di lavoro; cambiamenti del posto di lavoro. Tali elementi sono noti come IMAC (installazione, movimentazione, aggiunte e cambiamenti). Oltre agli elementi sopra indicati, è da considerare anche la manutenzione del posto di lavoro, preventiva e correttiva. Il servizio, ad esclusione della fornitura in quanto tale, include logicamente, anche le attività connesse (installazione di nuove postazioni di lavoro, installazioni di upgrade hardware e/o software, ecc.). Il servizio prevede anche la sostituzione delle postazioni che diventano tecnicamente obsolete o non soddisfano più le esigenze degli utenti, fermo restando che le postazioni sostituite possono essere riutilizzate su altri utenti. Per l attivazione dei servizi sopra descritti, il Contact Center, opportunamente attivato, si farà carico di recepire le necessità degli utenti, pianificare le attività, gestire l intervento ed emettere la reportistica. L utilizzo del Contact Center è garanzia per l Azienda per: il corretto indirizzamento della richiesta; la puntuale pianificazione degli interventi, in aderenza alle necessità progettuali e/o dell utenza (orari e giorni particolari di servizio, postazioni critiche, SLA, ecc.); il puntuale aggiornamento del data-base del ticketing e configurazioni; il monitoraggio di tutte le fasi di gestione degli interventi e l identificazione della responsabilità del risultato; l ottimizzazione delle risorse tecnico/organizzative; il tracciamento e la reportistica delle attività. 2. OBIETTIVI Gli obiettivi del servizio (GPL) sono i seguenti: mantenere in efficienza la postazione di lavoro dell utente; AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO - POTENZA E PESCOPAGANO Pagina 3/15

4 mantenere l allineamento delle postazioni di lavoro degli utenti alla piattaforma Hardware e Software definita dall Azienda; garantire all utente l operatività seguendone la mobilità nell ambito lavorativo. I servizi di gestione delle postazioni di lavoro comprendono quindi le attività di aggiornamento hardware e software necessarie, presso l utente, per realizzare e mantenere la configurazione funzionale del singolo utente oltre ad adeguare le postazioni in seguito a modifiche (logistiche, tecniche etc) dell utente. Il servizio di manutenzione consiste nel garantire la funzionalità delle postazioni di lavoro. 3. UTENZA L erogazione dei servizi rappresenta la naturale conseguenza della politica di aggiornamento tecnologico decisa dall Azienda (IMAC) come anche delle richieste di intervento dovute a malfunzioni. L utente finale, la mano sulla tastiera, cioè colui che utilizza normalmente la postazione di lavoro risulta sempre coinvolto nelle operazioni. L utenza di riferimento per gli aspetti contrattuali è il personale afferente alla U.O. S.I.O. con le diverse figure interne ed esterne a vario titolo coinvolte nella esecuzione contrattuale e/o operativa. 4. VINCOLI E REQUISITI DEL SERVIZIO L Azienda intende gestire il servizio con elevati standard di qualità. A tal fine il Fornitore dovrà istituire apposito servizio di Contact Center integrando il personale interno adibito a tale attività dedicato alla: ricezione delle chiamate di assistenza tecnica provenienti dagli utenti dell Azienda Ospedaliera: acquisizione dall utente delle informazioni di base necessarie a determinare il tipo e l entità del problema; suggerimento all utente delle attività necessarie per tentare una risoluzione immediata del medesimo; Se il problema non è risolubile immediatamente: apertura intervento con registrazione nel sistema di ticketing ; passaggio in carico dell intervento al servizio esecutore; L intervento sarà ritenuto chiuso solo dopo la firma di accettazione del richiedente. Le attività di IMAC sono in genere pianificate ed eseguite secondo piani prestabiliti e quindi erogati secondo la schedulazione stabilita, mentre per le attività su chiamata per malfunzionamento, si individuano 2 tipologie di intervento: la prima individuata dalla lettera A, ad alto impatto è relativa a P.D.L. con funzioni di frontend verso cittadini/pazienti (p.e. casse, accettazione amministrativa, dimissioni) o a P.D.L. con operatività H24 (p.e. pronto soccorso, farmacia, radiologia, laboratorio); AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO - POTENZA E PESCOPAGANO Pagina 4/15

5 la seconda, individuata dalla lettera B, ha medio impatto ed è relativa a tutte le altre P.D.L. (p.e. uffici amministrativi). Nell ambito degli orari di servizio del Contact Center il Fornitore è tenuto a ripristinare l operatività del P.D.L. entro il tempo normale di 6 ore dall apertura del ticket ed un tempo limite di 24 ore dall apertura del ticket; naturalmente gli interventi di tipo A hanno la priorità. Il servizio dovrà includere la mano d opera e le parti di ricambio, considerando la configurazione del P.D.L. completa dei vari dispositivi (video, stampante, scanner, etc.). Nel caso di irreperibilità del ricambio per macchina obsoleta o non riparabilità del prodotto, esso dovrà essere sostituito con uno di caratteristiche analoghe o superiori e dovrà essere gestito sia il fuori uso che il relativo smaltimento. Il servizio dovrà includere anche la sostituzione di tutti quei materiali considerati consumabili perché soggetti ad usura, come: gruppi fusori, gruppi di sviluppo per laser, testine, tubi catodici, etc). Il Fornitore in caso di sostituzione apparecchiatura e rottura dischi dovrà provvedere, inoltre: al travaso dei dati esistenti al momento del guasto quando questi tecnicamente siano trasferibili nella nuova apparecchiatura data in sostituzione provvisoriamente o permanentemente; al ripristino di tutte le funzionalità relative ai programmi applicativi ed ai collegamenti in precedenza garantiti dall apparecchiatura sostituita. Ogni operazione che comporti una qualsiasi variazione (ubicazione, configurazione, utilizzatore, etc) deve essere riportata sul sistema della manutenzione e ticketing. Per lo svolgimento del servizio dovrà essere assicurata la presenza delle figure professionali che il Fornitore riterrà necessarie e sufficienti per assicurare i livelli di servizio richiesti. L Azienda Ospedaliera metterà a disposizione idonei locali che potranno essere utilizzati come magazzino sia per le apparecchiature in transito che per gli altri materiali. Per la qualità del servizio erogato si raccomandano i seguenti standard di riferimento: UNI EN ISO 9001:2000 Sistema di gestione per la qualità Requisiti UNI EN ISO 9004:2000 Sistemi di gestione per la qualità Linee guida per il miglioramento delle prestazioni. 5. CONSISTENZA DEI PDL Nel seguito vengono indicati i P.D.L. attualmente in Azienda con indicazione: della dislocazione; della configurazione hardware e software; delle principali periferiche. AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO - POTENZA E PESCOPAGANO Pagina 5/15

6 UNITA CENTRALI DISLOCAZIONE WINDOWS XP WINDOWS 2000 WINDOWS 98/ME TOTALI < 1.00Ghz > 1.00 Ghz < 1.00Ghz > 1.00 Ghz < 1.00Ghz > 1.00 Ghz < 128 > 128 < 128 > 128 < 128 > 128 < 128 > 128 < 128 > 128 < 128 > 128 AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO POTENZA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO PRESIDIO DI PESCOPAGANO MONITOR DISLOCAZIONE MONITOR CRT LCD Oltre Oltre 17 AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO POTENZA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO PRESIDIO DI PESCOPAGANO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO - POTENZA E PESCOPAGANO Pagina 6/15

7 STAMPANTI SEDE DI POTENZA MODELLO LASER INKJET ALTRO TOTALI Color B/N Color B/N BROTHER CANON HL-1040 HL LBP-660 LBP-800 EPSON EPL-N2700 STYLUS C 4X STYLUS C 6X STYLUS C 8X STYLUS C 1520 STYLUS C 3000 STYLUS C 1200 GENERAL CODE ALFA 2000 HP ZEBRA 1XXX 2XXX 3XXX 4XXX 5XXX 6XXX 7XXX 7XX 9XX 6L G55 DESIGNJET 800 LP 2844-Z A 300 DYMO LABEL LW 400 LEXMARK ZXX E352 DN OLIVETTI PG L8L NOMADJET MINOLTA RICOH 2300 DL SAMSUNG SP C411 DN AP 1XXX AP 2XXX GX 3050N ML-12XX ML-22XX TOTALE 558 AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO - POTENZA E PESCOPAGANO Pagina 7/15

8 STAMPANTI SEDE DI PESCOPAGANO MODELLO LASER INKJET TOTALI Color B/N Color B/N BROTHER CANON LEXMARK OKI HL-1240 HL-1430 HL-2030 HL-2040 HL Z22 Z54 E352 DN B4350 OL-410EX SAMSUNG 1 1 HP 3050 ML TOTALI 52 Al momento della stesura del presente capitolato sono in corso le procedure di affidamento di ulteriori 200 PDL parte dei quali andrà a sostituire i computer di vecchia generazione non più aggiornabili. 6. COLLAUDO Il processo di gestione e manutenzione delle postazioni di lavoro è soggetto a collaudo. In sede di precollaudo il Fornitore dovrà prevedere una specifica attività mirata alla preparazione delle Specifiche di Test e della Specifica di Collaudo (basata sulle scelte effettuate in sede di offerta - progettazione tecnica), che dovrà riportare le indicazioni delle prove per la verifica del corretto funzionamento dell attività di manutenzione e l aderenza ai requisiti. La fase di collaudo, preceduta dall invio della documentazione di test, prevederà la simulazione completa di casi reali con evidenziazione delle diverse fasi di attività dall attivazione alla chiusura. Nell attività di collaudo vero e proprio viene prevista la verifica della soluzione in accordo alla Specifica di Test prima indicata. Questa fase prevede l esecuzione di prove volte a verificare anche la rispondenza del sistema sviluppato alle specifiche ed ai requisiti. La Commissione di Collaudo, nominata dall Azienda, effettuerà le attività di collaudo con autonoma responsabilità e con il compito di verificare che quanto realizzato dal Fornitore sia conforme ai AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO - POTENZA E PESCOPAGANO Pagina 8/15

9 requisiti indicati nel contratto. Sono oggetto di collaudo anche l infrastruttura degli strumenti di supporto alla gestione e la documentazione. Il Fornitore supporta la Commissione nell esecuzione delle prove, nel rilevamento dei risultati, nella stesura del rapporto finale. Come base per svolgere le prove di collaudo, la Commissione utilizza la Specifica di Collaudo concordata con il fornitore. La documentazione di esecuzione delle prove e delle non-conformità rilevate viene formalizzata nel Verbale di collaudo (emesso dalla Commissione di Collaudo) il quale costituisce riferimento per il riciclo delle attività di progettazione finalizzate alla rimozione delle non conformità rilevate. 7. REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO Questa fase si sostanzia nei seguenti punti: approntamento di eventuali risorse HW e/o SW necessarie alla gestione e proposte in sede di offerta; esecuzione e registrazione degli esiti delle prove pianificate relative all HW ed al SW di cui sopra; attività di gestione parallela: assessment dei processi esistenti o richiesti; analisi dei gap, sulla base dei dati rilevati, tra lo stato di fatto ed i requisiti da soddisfare; risurrezione dei gap rilevati, con la relativa definizione dei livelli di servizio/indicatori; definizione delle correlazioni tra processi, strumenti a supporto dei processi, responsabilità coinvolte ed interazioni con altri servizi; revisione processi di gestione rivenienti dal precedente gestore; presa in carico di elementi pre-esistenti (preceduta da una verifica relativa alla completezza, adeguatezza, funzionalità, usabilità e fidatezza). 8. GESTIONE OPERATIVA Nel seguito del paragrafo vengono ulteriormente specificate le attività con cui si articolano gli elementi del processo che comprendono tutti i passi necessari alla realizzazione dei servizi di mantenimento ed adeguamento dell infrastruttura tecnologica. INSTALLAZIONE DI UN NUOVO POSTO DI LAVORO Il servizio di installazione normalmente include almeno le seguenti attività, riportate a titolo esemplificativo, anche se non esaustivo: consegna dell apparecchiatura all'utente finale; assemblaggio dei singoli componenti; sistemazione delle apparecchiature sugli appositi arredi; collegamento dei singoli componenti alla rete elettrica e alla rete dati; configurazione in rete locale e geografica, utilizzando le politiche Aziendali per gli indirizzi IP e gli indirizzi di posta elettronica; ripristino, secondo le procedure concordate con l Azienda, di eventuali componenti software non standard e/o di archivi; test di funzionalità per l'accettazione dell'apparecchiatura da parte dell'utente o del responsabile della stessa; AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO - POTENZA E PESCOPAGANO Pagina 9/15

10 ritiro (eventuale) delle apparecchiature preesistenti; recupero degli imballi e smaltimento secondo le norme vigenti o, se concordato, trasporto dell imballo nel luogo indicato dall Azienda. L attività di installazione, principalmente nel caso di nuova installazione, dovrà essere preceduta da quella di site preparation, che comprende varie azioni tra cui, per esempio, la verifica della corretta predisposizione dell impianto dati e di quello elettrico. Se l installazione avviene in sostituzione di un sistema preesistente, sarà preceduta dalla disinstallazione dello stesso. DISINSTALLAZIONE DI UN POSTO DI LAVORO Le attività di disinstallazione potranno essere effettuate, sia contestualmente alle attività di installazione, che separatamente. Normalmente sono incluse le attività di: disattivazione delle funzionalità HW e SW del sistema da disinstallare; eventuale disconnessione dalla rete; disassemblaggio delle apparecchiature; bonifica del sito : raccolta ordinata dei cavi delle apparecchiature disinstallate e posizionamento degli stessi all interno dell unità da trasferire a magazzino; predisposizione al trasporto. MOVIMENTAZIONE DI UN POSTO DI LAVORO Il servizio include normalmente le seguenti attività: disinstallazione dell apparecchiatura e dei dispositivi aggiuntivi; imballaggio dei diversi componenti; trasporto delle apparecchiature nella locazione di nuova destinazione (sede, ufficio, stanza); installazione dell apparecchiatura e dei dispositivi aggiuntivi e riconfigurazione secondo i parametri relativi alla nuova locazione. MODIFICHE AD UN POSTO DI LAVORO Il servizio include normalmente le seguenti attività: installazione ed aggiornamento del software: nuovi pacchetti, versioni aggiornate, patch; installazione e configurazione di dispositivi aggiuntivi e del relativo software; verifiche su richiesta. Nel caso di modifiche di tipo massivo il Fornitore dovrà sviluppare un piano specifico, che va concordato con l Azienda. Il prodotto di questa particolare attività è il Piano delle attività di sostituzione che va redatto dal Fornitore e sottoposto all Azienda per approvazione. Tutte le attività elencate prevedono la stesura di un Rapporto di intervento, controfirmato dall utente e da una delle interfacce designate dalla U.O. S.I.O., e l aggiornamento dei dati inventariali nel data-base delle configurazione del ticketing. La rendicontazione delle attività di IMAC è contenuta in un documento detto Rapporto IMAC che descrive gli elementi delle attività di gestione svolte nel periodo di riferimento. La rendicontazione delle attività di IMAC deve riportare al minimo i seguenti elementi: numero di interventi effettuati; AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO - POTENZA E PESCOPAGANO Pagina 10/15

11 tipo degli interventi (installazione, disinstallazione, movimentazione, modifica); dettaglio di ogni singolo intervento: orario di ricezione della richiesta; orario di inizio e fine intervento; SLA contrattuale; SLA erogato; esito dell intervento; identificazione (numerazione) dell intervento. 9. MANUTENZIONE Sono qui incluse tutte le attività di prevenzione delle malfunzioni e di ripristino della funzionalità delle postazioni di lavoro. Manutenzione preventiva: si intende l insieme delle attività che si effettuano, in via preventiva, al fine di garantire la disponibilità dei sistemi e degli apparati anticipando, per quanto possibile, malfunzioni di natura Hardware e Software. Rientrano in questa categoria, per esempio, la verifica generale delle apparecchiature; la pulizia delle ventole e dei filtri; la pulizia e lubrificazione delle parti soggette a movimento, ecc. Il Fornitore è tenuto alla redazione del Piano di manutenzione preventiva che va sottoposto all Azienda per approvazione e controllo. Manutenzione correttiva: è l insieme delle attività che sono intraprese in occasione delle segnalazioni di malfunzione parziale o totale delle apparecchiature. La rendicontazione delle attività di manutenzione è contenuta in un documento che descrive gli elementi significativi delle attività svolte nel periodo di riferimento. Nella rendicontazione delle attività di manutenzione sono presenti al minimo i seguenti elementi: numero interventi effettuati; tipo degli interventi; dettaglio di ogni singolo intervento: componente sostituito o riparato; orario di ricezione della richiesta; orario di inizio e fine intervento; SLA contrattuale; SLA erogato; esito dell intervento; identificazione (numerazione) dell intervento. Le attività di manutenzione prevedono la stesura periodica di un Rapporto di intervento gestito nell ambito del sistema di ticketing controfirmato dall utente e, se necessario, l aggiornamento dei dati inventariali e di configurazione. AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO - POTENZA E PESCOPAGANO Pagina 11/15

12 10. INDICATORI/MISURE DI QUALITÀ Nel seguito viene riportata per ogni caratteristica/accuratezza soggetta a rilevazione l insieme dei parametri anche finalizzati a determinare la qualità del servizio erogato. Sono altresì indicati i parametri atti a determinare le eventuali penali dovute per il mancato raggiungimento dei valori di soglia. Classe di fornitura Caratteristica /Sottocaratteristica Indicatore/Misura Sistema di gestione delle misure Unità di misura Dati elementari da rilevare GESTIONE E MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO Efficienza/Efficienza temporale Rispetto dei tempi di intervento RTI Viene misurato il rispetto dei tempi di intervento per attività di tipo IMAC (installazione, movimentazione, aggiunte e cambiamenti). Il sistema di gestione delle misure fa riferimento all apertura di un ticket di intervento. La data di chiusura dell intervento è desunta dal Rapporto di intervento. Il sistema di rilevazione tiene conto di eventuali sospensive dei tempi di intervento per cause non imputabili al fornitore e di pianificazione per interventi massivi. Percentuale Numero degli interventi effettuati Tempo di inizio intervento Tempo di chiusura intervento Periodo di riferimento 3 mesi Frequenza esecuzione misure Regole di campionamento 4 volte l anno Vanno considerati le attività erogate nel periodo di osservazione aperte e chiuse nel periodo di osservazione corrente aperte nel periodo di osservazione precedente e chiuse in quello corrente Dati necessari tempo di inizio intervento (Ti), al minuto tempo di chiusura intervento (Tc), al minuto numero degli interventi effettuati nel periodo di osservazione RTI = Tc Ti Formula di calcolo Si calcola quindi la frequenza delle durate inferiori al valore normale al valore soglia. FN RTI Ninterventi(durata valore normale) = 100 Ntotale interventi e la frequenza delle durate inferiori al valore limite FL RTI = Ninterventi(durata valore limite) 100 Ntotale interventi Regole di arrotondamento La durata dell attività va arrotondata ai 30 minuti - inferiori se la frazione di ora è compresa tra 0 e 14 minuti - superiore se la frazione di ora è compresa tra 15 e 29 minuti Il valore della frequenza va arrotondato al punto percentuale sulla base del primo decimale - al punto % per difetto se la parte decimale è 0,5 - al punto % per eccesso se la parte decimale è > 0,5 AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO - POTENZA E PESCOPAGANO Pagina 12/15

13 Obiettivi (valori soglia) Azioni contrattuali Eccezioni GESTIONE E MANUTENZIONE POSTAZIONI DI LAVORO Obiettivi RTI valore normale con FN RTI frequenza normale RTI valore limite con FL RTI frequenza limite Valori soglia valore normale = NBD (next business day) 12 ore lavorative frequenza normale = 95% valore limite = 30 ore lavorative frequenza limite = 99% Per ogni 1% di FN RTI inferiore alla frequenza normale si applica una penale di importo pari all 1% del corrispettivo relativo al periodo di riferimento. Per ogni 1% di FL RTI inferiore alla frequenza limite si applica una penale aggiuntiva con importo pari all 1% del corrispettivo relativo al periodo di riferimento. L applicazione delle regole contrattuali iniziano dalla consegna. AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO - POTENZA E PESCOPAGANO Pagina 13/15

14 Classe di fornitura Caratteristica /Sottocaratteristica Indicatore/Misura Sistema di gestione delle misure Unità di misura Dati elementari da rilevare GESTIONE E MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO Efficienza/Efficienza temporale Tempestività di ripristino per la risoluzione dei problemi TRSP Viene misurato il rispetto dei tempi di intervento per attività di manutenzione correttiva. Verrà utilizzato il sistema di gestione degli interventi di manutenzione correttiva, che dovrà essere in grado di raccogliere ed elaborare i dati elementari per fornire la misura degli indicatori. Il sistema di gestione delle misure fa riferimento all apertura di un ticket di intervento. La data di chiusura dell intervento è desunta dal Rapporto di intervento. La correttezza dei dati rilevati è garantita dalla possibilità di verifica dei Rapporti di intervento che sono controfirmati sia dall utente che dal responsabile dell Azienda a conclusione di ogni attività di manutenzione HW o SW. Il sistema di rilevazione tiene conto di eventuali sospensive dei tempi di intervento per cause non imputabili al fornitore. A completamento dell attività sono comunicati i dati per la chiusura del ticket. Percentuale Conteggio degli interventi Tempo di inizio intervento Tempo di chiusura intervento Periodo di riferimento 3 mesi Frequenza esecuzione misure Regole di campionamento 4 volte l anno Vanno considerati gli interventi di manutenzione chiusi nel periodo di osservazione: aperti e chiusi nel periodo di osservazione corrente aperti nel periodo di osservazione precedente e chiusi in quello corrente Dati necessari tempo di inizio intervento (Ti), al minuto tempo di chiusura intervento (Tc), al minuto numero degli interventi di manutenzione nel periodo di osservazione TRSP= Tc Ti Si calcola quindi la frequenza delle durate inferiori al valore normale Formula di calcolo FN TRSP = Ninterventi(durata valore normale) 100 Ntotale interventi e la frequenza delle durate inferiori al valore limite FL TRSP = Ninterventi(durata valore limite) 100 Ntotale interventi Regole di arrotondamento La durata dell intervento va arrotondata ai 30 minuti La frequenza normale va arrotondata al punto percentuale sulla base del primo decimale - al punto % per difetto se la parte decimale è 0,5 - al punto % per eccesso se la parte decimale è > 0,5 AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO - POTENZA E PESCOPAGANO Pagina 14/15

15 Obiettivi (valori soglia) Azioni contrattuali Eccezioni GESTIONE E MANUTENZIONE POSTAZIONI DI LAVORO Obiettivi TRSP valore normale con FN TRSP frequenza normale TRSP valore limite con FL TRSP frequenza limite Valori soglia valore normale = 6 ore lavorative frequenza normale = 96% valore limite = 24 ore lavorative frequenza limite = 99% Per ogni 1% di FN TRSP inferiore alla frequenza normale si applica una penale di importo pari all 1% del corrispettivo relativo al periodo di riferimento. Per ogni 1% di FL TRSP inferiore alla frequenza limite si applica una penale aggiuntiva di importo pari all 1% del corrispettivo relativo al periodo di riferimento. L applicazione delle regole contrattuali iniziano dalla consegna. AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN CARLO - POTENZA E PESCOPAGANO Pagina 15/15

REGIONE BASILICATA. APPENDICE GPL all ALLEGATO N. 1 GESTIONE E MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO

REGIONE BASILICATA. APPENDICE GPL all ALLEGATO N. 1 GESTIONE E MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO REGIONE BASILICATA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO DI POTENZA APPENDICE GPL

Dettagli

Pubblicazione informazioni integrative e correttive

Pubblicazione informazioni integrative e correttive Gara per la fornitura dei servizi di assistenza tecnica e manutenzione per i sistemi dipartimentali e per gli impianti LAN ubicati presso gli uffici centrali e periferici della Regione Basilicata. CIG:

Dettagli

ALLEGATO GMR - Gestione e Manutenzione Reti

ALLEGATO GMR - Gestione e Manutenzione Reti AZIENDA OSPEDALIERA SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza - Tel. 0971-61 11 11 Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 ALLEGATO GMR - PROCEDURA APERTA PER LA GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. del Servizio Polizia Scientifica

CAPITOLATO TECNICO. del Servizio Polizia Scientifica CAPITOLATO TECNICO Fornitura servizi professionali per la manutenzione ai sistemi hardware e ai prodotti software per il sistema APFIS per le esigenze del Servizio Polizia Scientifica INDICE 1. PREMESSA...

Dettagli

MANUTENZIONE EVOLUTIVA...

MANUTENZIONE EVOLUTIVA... INDICE 1 PREMESSA... 2 2 MANUTENZIONE EVOLUTIVA... 3 3 MANUTENZIONE CORRETTIVA... 5 4 MANUTENZIONE SISTEMI... 11 5 GESTIONE E PROCESSI ORGANIZZATIVI... 14 1/16 1 PREMESSA Nella presente appendice vengono

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE

CAPITOLATO TECNICO APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE ALLEGATO A AL DISCIPLINARE DI GARA APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE ALL AZIENDA U.S.L. ROMA H STRUMENTAZIONE HARDWARE E RELATIVO SOFTWARE DI BASE

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE

Dettagli

PROCEDURA PR.07/03. Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE. Verificato da

PROCEDURA PR.07/03. Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE. Verificato da PROCEDURA PR.07/03 Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE NUMERO REVISIONE DATA Emesso da DT Fabio 0 15/07/03 Matteucci 1 22/12/03 Fabio Matteucci 2 Verificato da Rappresentante della Direzione

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG.

Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG. QUESITO N.1 Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG.: 620254560D A) Atteso che il capitolato Tecnico Allegati 1

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Ministero dell Interno DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LA POLIZIA STRADALE, FERROVIARIA, DELLE COMUNICAZIONI E PER I REPARTI SPECIALI DELLA POLIZIA DI STATO SERVIZIO POLIZIA

Dettagli

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i APPALTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE BANDO DEL 16/05/2013 QUESITO N. 35 inviato alla casella di posta elettronica indicata sul bando in data 15/07/2013 Facendo riferimento

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 1 Oggetto della fornitura Il presente Capitolato ha per

Dettagli

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione ALLEGATO IV Capitolato tecnico ISTRUZIONI PER L ATTIVAZIONE A RICHIESTA DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SISTEMISTICA FINALIZZATI ALLA PROGETTAZIONE E

Dettagli

MaintSystem UN PARTNER AL TUO SERVIZIO

MaintSystem UN PARTNER AL TUO SERVIZIO MaintSystem UN PARTNER AL TUO SERVIZIO CHI SIAMO Maint System srl è una società specializzata nella consulenza, installazione e manutenzione di soluzioni informatiche aziendali. Offre inoltre servizi di

Dettagli

STRUTTURA AZIENDALE PROVVEDITORATO ECONOMATO IL DIRIGENTE RESPONSABILE: DR. DAVIDE A. DAMANTI CAPITOLATO TECNICO

STRUTTURA AZIENDALE PROVVEDITORATO ECONOMATO IL DIRIGENTE RESPONSABILE: DR. DAVIDE A. DAMANTI CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA DI COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 DEL D. LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA E MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA HARDWARE E

Dettagli

SLA I.Ter Campania. Piano di azione per la Ricerca e Sviluppo, l Innovazione e l ICT Parte B

SLA I.Ter Campania. Piano di azione per la Ricerca e Sviluppo, l Innovazione e l ICT Parte B Piano di azione per la Ricerca e Sviluppo, l Innovazione e l ICT Parte B Obiettivo Strategico: Creazione del Sistema Informativo Integrato Regionale (IR): I.Ter Campania Sistema Informativo Regionale dell

Dettagli

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING Il servizio, fornito attraverso macchine server messe

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

MONITORAGGIO E MISURAZIONE DEL PRODOTTO

MONITORAGGIO E MISURAZIONE DEL PRODOTTO 25/02/2011 Pag. 1 di 6 MONITORAGGIO E MISURAZIONE DEL PRODOTTO 1. SCOPO... 2 2. APPLICABILITÀ... 2 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 3.1. Norme... 2 3.2. Moduli... 2 4. RESPONSABILITÀ... 2 5. DEFINIZIONI...

Dettagli

PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ

PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE TO1 - OBITORIO CIVICO PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ Edizione 2 Approvata dal Direttore della SC Medicina Legale Emessa dal Referente

Dettagli

APPENDICE 1 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 1 AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE 1 AL CAPITOLATO TECNICO Indicatori di qualità della fornitura Capitolato tecnico Appendice 1 Indicatori di Qualità Pag. 1 di 28 INDICE 1 MODALITÀ DI GESTIONE DELLE PROPOSTE MIGLIORATIVE PRESENTATE

Dettagli

APPENDICE 2 Indicatori della qualità della fornitura

APPENDICE 2 Indicatori della qualità della fornitura APPENDICE 2 Indicatori della qualità della fornitura 1 1 Premessa... 3 2 Quadro di riepilogo degli indicatori di qualità... 4 3 Indicatori di qualità relativi agli obiettivi di sviluppo, manutenzione evolutiva

Dettagli

2) Domanda Strutture logistiche per laboratorio e Magazzino

2) Domanda Strutture logistiche per laboratorio e Magazzino Gara a procedura aperta per l affidamento di servizi di supporto tecnico-informatico agli u- tenti dei sistemi informativi gestionali di ENAV S.p.A. CHIARIMENTI A seguito di richiesta di chiarimenti ed

Dettagli

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE FROSINONE

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE FROSINONE GARA D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE APPARECCHIATURE INFORMATICHE E SOFTWARE DI BASE. CHIARIMENTI Chiarimenti forniti a seguito di quesiti posti da soggetti interessati alla procedura:

Dettagli

Procedura Gestione Settore Manutenzione

Procedura Gestione Settore Manutenzione Gestione Settore Manutenzione 7 Pag. 1 di 6 Rev. 00 del 30-03-2010 SOMMARIO 1. Scopo 2. Generalità 3. Applicabilità 4. Termini e Definizioni 5. Riferimenti 6. Responsabilità ed Aggiornamento 7. Modalità

Dettagli

MANUALE di GESTIONE per la QUALITA

MANUALE di GESTIONE per la QUALITA Pagina 1 di 5 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Scopo della presente sezione del MQ è definire le modalità e i criteri adottati dalla No Problem Parking spa per pianificare ed attuare i processi di misurazione

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Acquisizione Beni e Servizi

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Acquisizione Beni e Servizi Acquisizione Beni e Servizi Indice dei contenuti 1. SCHEDA SERVIZIO ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI...3 1.1. TIPOLOGIA... 3 1.2. SPECIFICHE DEL SERVIZIO... 3 1.2.1 Descrizione del servizio... 3 1.2.2 Obblighi

Dettagli

SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE

SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE Elisabetta Borello SISTEMA RIS-PACS Il sistema RIS-PACS costituisce, attraverso la sua integrazione

Dettagli

GESTIONE NON CONFORMITÀ, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE

GESTIONE NON CONFORMITÀ, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE rev. 0 Data: 01-03-2006 pag. 1 10 SOMMARIO 1. PIANIFICAZIONE... 2 1.1. SCOPO DELLA PROCEDURA GESTIONALE... 2 1.2. OBIETTIVI E STANDARD DEL PROCESSO... 2 1.3. RESPONSABILITÀ E RISORSE COINVOLTE... 2 2.

Dettagli

CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI ASSISTENZA TECNICA E MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE PER IL PERIODO 2016-2017 PER L ICRCPAL

CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI ASSISTENZA TECNICA E MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE PER IL PERIODO 2016-2017 PER L ICRCPAL MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA CULTURALI E DEL TURISMO Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario Via Milano, 76-00184 ROMA CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Agenzia Intercent-ER 1

Agenzia Intercent-ER 1 PESONAL COMPUTER NOTEBOOK 4 - SERVIZI IN CONVENZIONE 1. SERVIZI COMPRESI NEL PREZZO DEI PERSONAL COMPUTER NOTEBOOK I servizi descritti nel presente paragrafo sono connessi ed accessori alla fornitura dei

Dettagli

Computer Network Maintenance S.r.l.

Computer Network Maintenance S.r.l. L AZIENDA CNM Srl è un'azienda giovane e dinamica in Roma certificata UNI EN ISO 9001:2008 che fornisce l'assistenza, la vendita ed il noleggio di computer personalizzati. Il nostro obiettivo primario

Dettagli

Utilizzo del Dizionario delle Forniture ICT per la costruzione di capitolati

Utilizzo del Dizionario delle Forniture ICT per la costruzione di capitolati Utilizzo del Dizionario delle Forniture ICT per la costruzione di capitolati Linee guida sulla qualità dei beni e servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della PA Marco Gentili Conoscere

Dettagli

Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON

Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON... 1 Art. 1 - Scopo... 1 Art. 2 - Riferimenti normativi... 2 Art. 3 - Servizi... 2 Art. 3.1 Elenco dei servizi...

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE DI SISTEMA TITOLO DOCUMENTO

SPECIFICHE TECNICHE DI SISTEMA TITOLO DOCUMENTO DIREZIONE EMITTENTE CONTROLLO DELLE COPIE Il presente documento, se non preceduto dalla pagina di controllo identificata con il numero della copia, il destinatario, la data e la firma autografa del Responsabile

Dettagli

CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK 3 - SERVIZI IN CONVENZIONE

CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK 3 - SERVIZI IN CONVENZIONE CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK 3 - SERVIZI IN CONVENZIONE 1. SERVIZI COMPRESI NEL PREZZO DEI PERSONAL COMPUTER NOTEBOOK I servizi descritti nel presente paragrafo sono connessi ed accessori

Dettagli

un rapporto di collaborazione con gli utenti

un rapporto di collaborazione con gli utenti LA CARTA DEI SERVIZI INFORMATICI un rapporto di collaborazione con gli utenti La prima edizione della Carta dei Servizi Informatici vuole affermare l impegno di Informatica Trentina e del Servizio Sistemi

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE

Dettagli

CAPITOLATO FORNITURA

CAPITOLATO FORNITURA D-CAPFOR CAPITOLATO FORNITURA EDIZIONE 03 01/09/2010 per UNI EN ISO9001:2008 VARIANTI EDIZIONE 02 Inserito paragrafo Scopo e Campo di applicazione + riferimento al documento Lavorazioni Esterne D-LAVEST

Dettagli

UNI CEI EN ISO/IEC 17025 Sez. 4 e requisiti SINAL per l accreditamento dei laboratori

UNI CEI EN ISO/IEC 17025 Sez. 4 e requisiti SINAL per l accreditamento dei laboratori UNI CEI EN ISO/IEC 17025 Sez. 4 e requisiti SINAL per l accreditamento dei laboratori Struttura della norma ISO/IEC 17025 1. Scopo 2. Riferimenti normativi 3. Termini e definizioni 4. Requisiti gestionali

Dettagli

Contratto Assistenza Hardware - Software

Contratto Assistenza Hardware - Software Rimini, 2015. PARTNER E CERTIFICAZIONE: Computer NEXT Solutions S.r.l. Sede amministrativa = Via Emilia Vecchia 75 - CAP 47922 Rimini (RN) Sede legale = Via Don Minzoni 64, CAP 47822, Santarcangelo di

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE Pag. I INDICE 1. INTRODUZIONE...1 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO...1 1.2 AREA DI APPLICAZIONE...1

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

Offerta di Manutenzione. Offerta di Manutenzione. Offerta Hardware. Preparata per il

Offerta di Manutenzione. Offerta di Manutenzione. Offerta Hardware. Preparata per il Offerta di Manutenzione Offerta Hardware Preparata per il Offerta di Manutenzione OFFERTA SERVIZI INTEGRATI COMPUTER ASSISTANCE : A Servizi di assistenza tecnica B Gestione finanziaria Noleggi operativi,

Dettagli

Consorzio di Polizia Locale Valle Agno Corso Italia n.63/d 36078 Valdagno Vicenza

Consorzio di Polizia Locale Valle Agno Corso Italia n.63/d 36078 Valdagno Vicenza Committente : Consorzio di Polizia Locale Valle Agno Corso Italia n.63/d 36078 Valdagno Vicenza Titolo : Manutenzione e Formazione Descrizione : Implementazione del numero delle postazioni dei sistemi

Dettagli

SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO

SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO Multiservizio tecnologico per le strutture sanitarie della Regione Lazio Il presente caso studio riguarda l affidamento,

Dettagli

Scheda P1 allegata al Capitolato Tecnico --- Tabella dei Livelli di Servizio e delle Penali

Scheda P1 allegata al Capitolato Tecnico --- Tabella dei Livelli di Servizio e delle Penali ROMA CAPITALE Scheda P1 allegata al Capitolato Tecnico --- Tabella dei Livelli di Servizio e delle Penali Procedura Aperta Lotto n. 1 gestione, manutenzione, supporto e sviluppo tecnologico delle infrastrutture

Dettagli

GARA EUROPEA PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO INTEGRATO DEI CONSUMABILI DI STAMPA CIG 34918616D9

GARA EUROPEA PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO INTEGRATO DEI CONSUMABILI DI STAMPA CIG 34918616D9 GARA EUROPEA PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO INTEGRATO DEI CONSUMABILI DI STAMPA CIG 34918616D9 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO () 1 INDICE 1 INDICE 2 2 PREMESSA, DEFINIZIONI E CONTESTO ORGANIZZATIVO 3 2.1

Dettagli

LA NORMA UNI EN ISO 9001:2000 E IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA

LA NORMA UNI EN ISO 9001:2000 E IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA LA NORMA UNI EN ISO 9001:2000 E IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Esercitazione del 11.11.2005 Dott.ssa Michela Ferri LA NORMA UNI EN ISO 9001:2000 E IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA 4. SISTEMA

Dettagli

CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK - SERVIZI IN CONVENZIONE -

CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK - SERVIZI IN CONVENZIONE - CONVENZIONE ACQUISTO PESONAL COMPUTER NOTEBOOK - SERVIZI IN CONVENZIONE - 1. SERVIZI COMPRESI NEL PREZZO DEI PERSONAL COMPUTER NOTEBOOK I servizi descritti nel presente paragrafo sono connessi ed accessori

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

ESTRATTO NORMA UNI CEI 11222

ESTRATTO NORMA UNI CEI 11222 ESTRATTO NORMA UNI CEI 11222 Art. 4 VERIFICHE PERIODICHE 4.1 Generalità Per l esecuzione delle verifiche periodiche deve essere resa disponibile la documentazione tecnica relativa all impianto, compresa

Dettagli

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Le norme cosiddette organizzative definiscono le caratteristiche ed i requisiti che sono stati definiti come necessari e qualificanti per le organizzazioni al

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CLIENTE DI PROVA Pc Care di Landi Simone San Giovanni Valdarno P.iva: 02071910513 C.F.: LNDSMN81A19F656A Tel: 349.0557086-055.5357644 Fax: 055.5609891 E-Mail: info@simonelandi.it CONDIZIONI GENERALI DI

Dettagli

CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE

CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE Clausola tipo 1 Definizioni L Assistenza telefonica e/o online ha ad oggetto un servizio di call center di helpline via telefonica e/o telematica (via email o web

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI LEASING OPERATIVO ED ASSISTENZA TECNICA MACCHINE FOTOCOPIATRICI E STAMPANTI MONOCROMATICHE/COLORI E MULTIFUNZIONI PORTATILI

CAPITOLATO SPECIALE DI LEASING OPERATIVO ED ASSISTENZA TECNICA MACCHINE FOTOCOPIATRICI E STAMPANTI MONOCROMATICHE/COLORI E MULTIFUNZIONI PORTATILI CAPITOLATO SPECIALE DI LEASING OPERATIVO ED ASSISTENZA TECNICA MACCHINE FOTOCOPIATRICI E STAMPANTI MONOCROMATICHE/COLORI E MULTIFUNZIONI PORTATILI Art. 1 Oggetto dell appalto...1 Art. 2 Caratteristiche

Dettagli

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica 1 di 7 INDICE 1 Pianificazione della realizzazione del prodotto... 2 2 Processi relativi al cliente... 2 2.1 Analisi dei bisogni, determinazione dei requisiti

Dettagli

Procedura n. 03 (Ed. 02) TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI DOCUMENTI E DELLE REGISTRAZIONI

Procedura n. 03 (Ed. 02) TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI DOCUMENTI E DELLE REGISTRAZIONI INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. DEFINIZIONI 4. GENERALITÀ 5. RESPONSABILITÀ 6. IDENTIFICAZIONE 7. REDAZIONE, CONTROLLO, APPROVAZIONE ED EMISSIONE 8. DISTRIBUZIONE 9. ARCHIVIAZIONE 10. MODIFICHE

Dettagli

MyMax PROCEDURA QUALITA Processo di Approvvigionamento PQ07b Ed. 0 Rev. 1 Pag. 1 di 10

MyMax PROCEDURA QUALITA Processo di Approvvigionamento PQ07b Ed. 0 Rev. 1 Pag. 1 di 10 PQ07b Ed. 0 Rev. 1 Pag. 1 di 10 1.0 Scopo e campo di applicazione Lo scopo della procedura è quello di definire le principali attività svolte dall Organizzazione per garantire l'affidabilità degli approvvigionamenti

Dettagli

FACSIMILE DI PROCESSO DI REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI POSA IN OPERA

FACSIMILE DI PROCESSO DI REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI POSA IN OPERA FACSIMILE DI PROCESSO DI REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI POSA IN OPERA DE TALI s.n.c. Di Tali R. & Tizio F. Via per Dovado, 95/A 790344 Vattelapesca (ZZ) SEZ. 1 Redatto Consulente

Dettagli

D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO ORGANIZZATIVO, CRITERI E MODALITÀ DI VALUTAZIONE

D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO ORGANIZZATIVO, CRITERI E MODALITÀ DI VALUTAZIONE PROCEDURA DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DEL GIOCO DEL LOTTO AUTOMATIZZATO E DEGLI ALTRI GIOCHI NUMERICI A QUOTA FISSA Allegato D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE

Dettagli

Capitolato tecnico. Servizio di gestione dei posti di lavoro on-site della direzione generale dell Enpals.

Capitolato tecnico. Servizio di gestione dei posti di lavoro on-site della direzione generale dell Enpals. Capitolato tecnico Servizio di gestione dei posti di lavoro on-site della direzione generale dell Enpals. Gestione posti di lavoro - Capitolato Tecnico - 1 INDICAZIONI E RIFERIMENTI PRELIMINARI L Enpals

Dettagli

CONVENZIONE CONSIP FACILITY MANAGEMENT 3 CATEGORIE DI SERVIZI

CONVENZIONE CONSIP FACILITY MANAGEMENT 3 CATEGORIE DI SERVIZI CONVENZIONE CONSIP FACILITY CATEGORIE DI SERVIZI I oggetto dell appalto sono classificati nelle seguenti macro categorie e categorie di servizio così suddivise: Macro Categoria Categoria previsti dalla

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SCHEDA ASSISTENZA TECNICA

CAPITOLATO SPECIALE SCHEDA ASSISTENZA TECNICA CAPITOLATO SPECIALE SCHEDA ASSISTENZA TECNICA OGGETTO: PROCEDURA APERTA N. 58/2014 PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E POSA IN OPERA DI UNA TAC DUAL ENERGY PRESSO L ISTITUTO ORTOPEDICO RIZZOLI DI BOLOGNA

Dettagli

Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web

Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web 1 INDICE 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO 3 2. SLA RELATIVO ALLA INFRASTRUTTURA PRIMARIA 3 2.1. Dati di targa... 3 2.2. Banda virtuale

Dettagli

Carta dei Servizi. Aggiornamento al 21/11/2011

Carta dei Servizi. Aggiornamento al 21/11/2011 Carta dei Servizi Aggiornamento al 21/11/2011 Servizi in sede Per facilitare la presa visione dei costi e dei tempi di intervento, si é deciso di riepilogare gli interventi più comuni, lasciando gli interventi

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DELLA QUALITÀ

MANUALE DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Pag. 1 / 9 MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO Indice: 8.0 - Oggetto 8.1 - Pianificazione delle misurazioni 8.2 - Misurazione e monitoraggio delle prestazioni del sistema 8.3 - Controllo del prodotto/servizio

Dettagli

SPECIFICA TECNICA INDICE DELLA SPECIFICA. Servizio: Gestione utenze

SPECIFICA TECNICA INDICE DELLA SPECIFICA. Servizio: Gestione utenze Pagina 1 di 5 INDICE DELLA 1 SCOPO 2 APPLICABILITÀ 3 RIFERIMENTI 4 RESPONSABILITÀ 5 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO 6 CRITICITA, INDICATORI ED OBIETTIVI DEL SERVIZIO 7 ALLEGATI REVISIONI Data 14/01/2004 26/07/2005

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA C. E. D. (Centro Elaborazione Dati) Il Responsabile (P.I. Filippo Romano)

Dettagli

Specifica del Servizio Network Operation Center

Specifica del Servizio Network Operation Center Specifica del Servizio Network Operation Center Tipo Documento: Specifica Qualified Exchange Network Scopo del Documento: Il presente documento si prefigge di descrivere la soluzione della SC- QXN relativa

Dettagli

ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO . IntrodDescrizione del Servizio a) Procedura di accreditamento Il Centro Servizi (CS) che richiede l accreditamento per la fornitura dell accesso fisico al Sistema

Dettagli

PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE QUALITA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA. UNI EN ISO 9001 (ed. 2008) n. 03 del 31/01/09 Salvatore Ragusa

PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE QUALITA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA. UNI EN ISO 9001 (ed. 2008) n. 03 del 31/01/09 Salvatore Ragusa PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE QUALITA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA UNI EN ISO 9001 (ed. 2008) Revisione Approvazione n. 03 del 31/01/09 Salvatore Ragusa PROGETTO TECNICO SISTEMA QUALITA Il nostro progetto

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA 1. REQUISITI GENERALI...2

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA 1. REQUISITI GENERALI...2 Pagina 1 di 10 INDICE 1. REQUISITI GENERALI...2 2. REQUISITI RELATIVI ALLA DOCUMENTAZIONE...4 2.1. QUALITÀ...4 2.2. TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI DOCUMENTI...5 2.3. TENUTA SOTTO CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI...9

Dettagli

Condizioni Generali ANCI-CDCNPA

Condizioni Generali ANCI-CDCNPA Condizioni Generali ANCI-CDCNPA per il ritiro di pile accumulatori industriali e per veicoli dai Centri di Raccolta Comunali 1 Oggetto ed ambito applicativo Le presenti prescrizioni costituiscono condizioni

Dettagli

Azione su un prodotto-servizio NC, per renderlo conforme ai requisiti

Azione su un prodotto-servizio NC, per renderlo conforme ai requisiti Partipilo dr. Valerio ODONTOIATRIA E SISTEMA QUALITA Data: 14-07-09 Pag. 4 di 5 Prodotto (Uni en iso Prodotto di proprietà dei cliente (documentazione della) (uni 10722-3:1999) (modifica della) (uni en

Dettagli

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI DeltaDator garantirà un servizio di manutenzione correttiva, di manutenzione adeguativa e di manutenzione evolutiva.

Dettagli

Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1

Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1 Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A5_1 V1.0 Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1 Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5 Gentile Cliente, la presente comunicazione ha lo scopo di illustrare i servizi compresi nel contratto che prevede la fornitura di aggiornamenti e assistenza sui prodotti software distribuiti da Sinergica

Dettagli

COMUNE DI GALLIPOLI Area delle Politiche territoriali ed Infrastrutturali

COMUNE DI GALLIPOLI Area delle Politiche territoriali ed Infrastrutturali APPALTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE BANDO DEL 16/05/2013 QUESITO N. 19 inviato alla casella di posta elettronica indicata sul bando in data 11/07/2013. " si richiede il seguente

Dettagli

Capitolato tecnico Supporto tecnico Hardware su apparecchiature Cisco

Capitolato tecnico Supporto tecnico Hardware su apparecchiature Cisco Capitolato tecnico Supporto tecnico Hardware su apparecchiature Cisco codice: rev.: 00001 data: 03 Giugno 2009 INDICE 1. Introduzione...3 1.1 Scopo...3 2. Descrizione...4 2.1 Oggetto del Servizio...4 2.2

Dettagli

NT-5. Norma Tecnica. per la manutenzione sulle infrastrutture in fibra ottica

NT-5. Norma Tecnica. per la manutenzione sulle infrastrutture in fibra ottica NT-5 Norma Tecnica per la manutenzione sulle infrastrutture in fibra ottica Abstract Questo documento contiene le modalità tecniche per lo svolgimento delle attività di manutenzione degli impianti. Definisce

Dettagli

Prot. n 264 /C14 Milano, 29/01/2015 BANDO DI GARA PER CONTRATTO ASSISTENZA TECNICA-INFORMATICA MANUTENZIONE HARDWARE/SOFTWARE IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. n 264 /C14 Milano, 29/01/2015 BANDO DI GARA PER CONTRATTO ASSISTENZA TECNICA-INFORMATICA MANUTENZIONE HARDWARE/SOFTWARE IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n 264 /C14 Milano, 29/01/2015 BANDO DI GARA PER CONTRATTO ASSISTENZA TECNICA-INFORMATICA MANUTENZIONE HARDWARE/SOFTWARE IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTI i criteri per le attività negoziali Art. 32 e

Dettagli

Software LMV per la gestione degli strumenti

Software LMV per la gestione degli strumenti La certezza nella misura Software LMV per la gestione degli strumenti IL PROGRAMMA Il sotware LMV per la gestione degli strumenti di misura è un database su piattaforma access studiato per una corretta

Dettagli

COMMITTENTE: PROGETTAZIONE: E DEGLI INTERVENTI COMPLEMENTARI E/O SECONDARI CONNESS NNESSI ALLEGATO 7.2 VOCI AGGIUNTIVE

COMMITTENTE: PROGETTAZIONE: E DEGLI INTERVENTI COMPLEMENTARI E/O SECONDARI CONNESS NNESSI ALLEGATO 7.2 VOCI AGGIUNTIVE COMMITTENTE: PROGETTAZIONE: CONTRATTO PER L ESECUZIONE DELLA PROGETTAZIONE E DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE DEI SISTEMI STEMI DI COMANDO CENTRALIZZATO DEL TRAFFICO DELLE LINEE BARI-LECCE E BARI-TARANTO E

Dettagli

ANALISI DEI FATTORI CHE INFLUENZANO GLI ASPETTI RAMS DEL SISTEMA SCMT

ANALISI DEI FATTORI CHE INFLUENZANO GLI ASPETTI RAMS DEL SISTEMA SCMT 1di 19 ANALISI DEI FATTORI CHE INFLUENZANO GLI ASPETTI RAMS DEL SISTEMA SCMT (*) Verifica Tecnica: Rev. Data Descrizione Redazione Verifica Tecnica Autorizzazione A 15 03 2001 (*) A.5 18 09 2001 2di 19

Dettagli

PRG 7.4 A GESTIONE DEL PROCESSO DI APPROVVIGIONAMENTO

PRG 7.4 A GESTIONE DEL PROCESSO DI APPROVVIGIONAMENTO Gestione del processo di approvvigionamento Pag. 1 di 7 PRG 7.4 A GESTIONE DEL PROCESSO DI APPROVVIGIONAMENTO n ediz. Data Descrizione Firma preparazione Firma approvazione DIR Firma verifica RGQ 00 01/09/02

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE 1- Premessa 2- Tipologia della prestazione 3- Consistenza apparati di rete e macchine server 4- Luoghi di espletamento

Dettagli

Manuale di gestione dell istituto Pagina 1 di 5 MP 5 SOSTEGNO MQ V. 2.0

Manuale di gestione dell istituto Pagina 1 di 5 MP 5 SOSTEGNO MQ V. 2.0 Manuale di gestione dell istituto Pagina 1 di 5 5 SOSTEGNO 5.0 DESCRIZIONE Il buon funzionamento dell istituto esige la gestione di tutta una serie di attività che, pur non creando direttamente valore

Dettagli

Quesito 1. Risposta 1. a) le società in A.T.I. con i seguenti requisiti possono partecipare?

Quesito 1. Risposta 1. a) le società in A.T.I. con i seguenti requisiti possono partecipare? Quesito 1 a) le società in A.T.I. con i seguenti requisiti possono partecipare? Società Requisiti Società Capogruppo nell ultimo triennio (2006/2007/2008) in ciascuno degli anni almeno un fatturato pari

Dettagli

CONTRATTO DI VENDITA (CON RISERVA DELLA PROPRIETA') DI APPARECCHIATURE PER L ELABORAZIONE ELETTRONICA DEI DATI

CONTRATTO DI VENDITA (CON RISERVA DELLA PROPRIETA') DI APPARECCHIATURE PER L ELABORAZIONE ELETTRONICA DEI DATI Ent 1 CONTRATTO DI VENDITA (CON RISERVA DELLA PROPRIETA') DI APPARECCHIATURE PER L ELABORAZIONE ELETTRONICA DEI DATI... (Ragione Sociale dell Azienda) 1) Compravendita. La... (qui di seguito denominata

Dettagli

QUESTIONARIO QUALIFICAZIONE FORNITORE

QUESTIONARIO QUALIFICAZIONE FORNITORE Data: Spett.le Società vi informiamo che (inserire nome azienda) ha attivato un sistema di valutazione, qualificazione e monitoraggio dei propri fornitori. Nell ambito del nostro Sistema di Gestione della

Dettagli

In riferimento alla Vostra richiesta, con la presente siamo a formulare il preventivo di spesa per quanto in oggetto.

In riferimento alla Vostra richiesta, con la presente siamo a formulare il preventivo di spesa per quanto in oggetto. Silea, 18 febbraio 2013 Prot. 385 SPETT.LE AMMINISTRAZIONE DEL COMUNE DI 36028 ROSSANO VENETO VI Alla c.a. Responsabile CED OGGETTO: Aggiornamento sistema informatico. In riferimento alla Vostra richiesta,

Dettagli

Gestione in qualità degli strumenti di misura

Gestione in qualità degli strumenti di misura Gestione in qualità degli strumenti di misura Problematiche Aziendali La piattaforma e-calibratione Il servizio e-calibratione e-calibration in action Domande & Risposte Problematiche Aziendali incertezza

Dettagli

HP Hardware Support Offsite Return Services

HP Hardware Support Offsite Return Services HP Hardware Support Offsite Return Services Servizi contrattuali di assistenza clienti HP Servizi di alta qualità per la riparazione dei prodotti HP presso centri autorizzati e supporto telefonico qualificato

Dettagli

Allegato D Assistenza tecnica personalizzata Assistenza personalizzata

Allegato D Assistenza tecnica personalizzata Assistenza personalizzata Allegato D Assistenza tecnica personalizzata Il servizio di assistenza tecnica personalizzata consiste nel controllo centralizzato del sistema di fonia dell Università, attraverso la supervisione dello

Dettagli

Prot. N. 4214/C14 Paderno Dugnano, 04/11/2014

Prot. N. 4214/C14 Paderno Dugnano, 04/11/2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO ALLENDE Via Italia 13-20037 Paderno Dugnano (MI) Cod. Mecc.MIIC8D700L - Cod. Fisc. 9767040154 tel. 02/9183220 - fax 02/9181021

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO

PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO PROVINCIA DI VARESE LAVORI DI AMPLIAMENTO DELL IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA PER FINALITA DI SICUREZZA URBANA Elaborato 4 Redatto da PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO PIANO DI MANUTENZIONE E FORMAZIONE Rev.

Dettagli