O SINGOLI ELEMENTI INTERESSATI DAL BANDO PSR BIODIVERSITÀ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "O SINGOLI ELEMENTI INTERESSATI DAL BANDO PSR BIODIVERSITÀ"

Transcript

1 MODALITÀ DI UTILIZZO DELL APPLICAZIONE DI LOCALIZZAZIONE DELLE AREE O SINGOLI ELEMENTI INTERESSATI DAL BANDO PSR BIODIVERSITÀ SOMMARIO Modalità di utilizzo dell applicazione di localizzazione delle aree o singoli elementi interessati dal bando psr biodiversità... 1 Generalità sulla consultazione dei dati... 1 Editing geometrico dei dati... 3 ulteriori Sevizi di consultazione disponibili... 7 Query parametriche... 9 Stampa in scala Ricerca spaziale Query builder GENERALITÀ SULLA CONSULTAZIONE DEI DATI Le applicazioni per la georeferenziazione delle aree o singoli elementi interessati dal Bando PRS Biodiversità sono fruibili attraverso la sezione Agricoltura del Sistema Informativo Regionale della Regione Puglia (SIT Puglia, con home-page del portale accessibile tramite l URL Previa autenticazione con account abilitato, dalla home-page del SIT Puglia si arriva all accesso all applicazione di editing per la localizzazione delle aree o singoli elementi attraverso la seguente sequenza di scelte: Agricoltura -> Cartografia (da menu orizzontale strutturato in tab) -> Bando PSR Biodiversità (da menu a tendina associato al tab PSR Biodiversità)

2

3 EDITING GEOMETRICO DEI DATI L immagine seguente mostra l accesso alle applicazioni di editing dei dati da geriferire: Dalla funzione Editing geometrico si accede a un ambiente di digitalizzazione cartografica. Quando si avvia il tool questo si aprirà in una finestra "compatta". Per espanderla basta effettuare un doppio click (tasto sx del mouse) sul margine superiore color arancio. Tutte le digitalizzazioni sono interattive: ogni singolo punto è inserito mediante un singolo clic del mouse; ogni singola linea e poligono è ottenuto per digitalizzazione della sequenza dei vertici della spezzata che rappresenta, rispettivamente, la geometria effettiva o il contorno dell area. Il tracciato record alfanumerico editabile di ogni geometria è estremamente semplificato in quanto formato dal solo campo testuale relativo al codice CUA e il Codice varietà. In fase di inserimento di nuove geometrie, l attribuzione dell utente alla geometria è gestita in maniera automatica dal sistema. Sono descritte di seguito alcune sezioni in cui sono articolate le funzionalità da un punto di visto logico: Scelta del layer da editare (da Combo box edit ):

4 Si tratta di un menu a tendina (combo box) dal quale è possibile selezionare il layer da editare. Funzioni di gestione della selezione: servono per selezionare oggetti geometrici già esistenti tra quelli visualizzati nel layer oggetto di editing. Da sinistra a destra si trova: comando per selezionare interattivamente sulla mappa uno o più oggetti tracciando con il mouse un rettangolo. Gli oggetti selezionati vengono evidenziati in azzurro dal sistema. comando per cancellare la selezione corrente, senza nessuna interattività con la mappa; gli oggetti selezionati sono evidenziati nella mappa con un contorno di colore ciano. Funzione di editazione di una nuova geometria: contiene il comando per creare una nuova geometria. A seconda della tipologia geometrica del layer selezionato il comando di creazione della geometria assume le seguenti forme: da utilizzare per editare un layer di punti: un singolo clic del mouse crea una nuova geometria. da utilizzare per editare un layer di linee: occorre costruire linee spezzate con il mouse in cui un singolo clic salva il vertice mentre il doppio clic conclude la geometria da utilizzare per editare un layer di poligoni: occorre costruire linee spezzate con il mouse in cui un singolo clic salva il vertice mentre il doppio clic conclude la geometria. Una volta conclusa la digitalizzazione, la geometria è automaticamente salvata. La sua creazione non può essere annullata se non tramite il comando di cancellazione esplicita previa selezione attraverso il comando. In fase di editing, non si dispone delle azioni di Undo/Redo. Funzioni di modifica di geometrie esistenti: si tratta di due funzioni che sono attive e possono avere un senso di utilizzo se vi è almeno un oggetto selezionato. Da sinistra a destra si trova:

5 comando per la cancellazione attraverso un unico click di tutti gli oggetti correntemente selezionati; comando per la compilazione degli attributi alfanumerici. Attraverso la selezione di questo comando il sistema mostra un pannello attraverso cui è possibile associare a tutte le geometrie correntemente selezionate lo stesso codice CUAA e lo stesso Codice varietà. Nel dettaglio: Nel campo CUAA dovrà essere editato il valore specifico del CUAA oggetto di inserimento; Nel campo CODICE_VAR dovrà essere editato il valore del codice varietà oggetto di inserimento. Il tasto consente di salvare il valore CUAA e CODICE_VAR per tutte le geometrie correntemente selezionate. Si fa notare che CUAA e CODICE_VAR sono gli unici campi editabili. Attraverso il tasto è possibile scorrere in avanti e in dietro tutti i valori presenti nei campi CODICE_VAR e CUAA delle geometrie correntemente selezionate. Di seguito una schermata che mostra il precedente pannello nello specifico contesto applicativo:

6 Attribuzione del codice CUAA e CODICE_VAR Mediante il link Settings della finestra di editing, è possibile visualizzare il pannello per impostare lo snapping sui layer di tipo vettoriale presenti in mappa, dati da quelli editabili più gli altri intesi come di sfondo e di riferimento per l editing, ad esempio limiti amministrativi (province e comuni), layer catastali (fogli, particelle e fabbricati); i layer di sfondo non sempre sono visibili tutti a tutte le scale. Pannello di impostazione dello snapping

7 Uscendo dall ambiente di editing, ossia chiudendo la finestra dello strumento editing geometrico, si verifica un salvataggio automatico dello stato corrente. ULTERIORI SEVIZI DI CONSULTAZIONE DISPONIBILI L interfaccia dell applicazione è articolata in più sottoaree, come rappresentato nell immagine che segue. Interfaccia AREA MAPPA: area destinata ad ospitare la mappa corrente, caratterizzata in ogni istante da un extent territoriale, e quindi da una scala, e dalla successione degli strati informativi (layer) visibili alla scala corrente e accesi; Overview mappa: evidenzia una localizzazione di massima dell extent di mappa, consentendo anche uno spostamento mediante un clic del mouse senza variazione di scala; Tool per la navigazione: insieme di tool mutuamente esclusivi di supporto alla navigazione nella mappa; ricalcano quelli tipicamente presenti in un ambiente GIS Desktop e possono essere così schematicamente descritti, nell ordine con cui si susseguono i pulsanti da sinistra verso destra: Zoom in: aumento del dettaglio su un area della mappa individuata mediante rettangolo tracciato con il mouse; ne deriva un incremento della scala della mappa; Zoom out: diminuzione del dettaglio su un area della mappa individuata mediante rettangolo tracciato con il mouse; ne deriva un decremento della scala della mappa;

8 Pan: spostamento dell extent di mappa determinato dal trascinamento del mouse sull area di mappa, con conseguente variazione del solo centro di visualizzazione senza alterazioni della scala; Zoom all extent precedente: recupera a ritroso gli ultimi extent territoriali visualizzati precedenti a operazioni di zoom o pan; può comportare variazioni del centro di visualizzazione e/o di scala; Zoom all extent successivo: consente il ritorno allo zoom precedente dopo aver eseguito uno zoom all extent precedente di cui, in qualche modo, ne rappresenta l azione contraria; può comportare variazioni del centro di visualizzazione e/o di scala; Mostra extent completo: riporta la mappa all extent massimo di tutto il territorio rappresentato; può comportare variazioni del centro di visualizzazione e/o di scala; Misurazione distanza o area: consente di effettuare delle misurazioni sulla mappa in unità mappa (metri) in termini di punti, linee o poligono in maniera esclusiva; individuando punti si visualizzano le coordinate del punto cliccato, mentre nel caso di linee si evidenzia la lunghezza complessiva della spezzata tracciata interattivamente, oltre a quella dell ultimo tratto segnato; nel caso di poligoni, il cui contorno va tracciato tramite una spezzata, viene visualizzato area e perimetro; Localizzazioni Riferimenti Territoriali: consente di localizzare tramite un punto evidenziato nella mappa un riferimento individuato o tramite indirizzo o tramite coordinate; nel primo caso occorre immettere nei campi presenti dall interfaccia l indirizzo scomposto in tipo (via, piazza, viale, etc.), denominazione, numero civico, Comune e Provincia, mentre nel secondo caso occorre inserire i valori delle coordinate (X,Y); la localizzazione può comportare variazioni del centro di visualizzazione e/o di scala; Impostazione della scala: consente di scegliere il valore della scala di visualizzazione attraverso un elenco di valori standard che può anche essere esteso per la sessione di lavoro corrente; Table Of Contents (TOC): componente tipico di un qualsiasi ambiente GIS sia desktop sia web, contiene la sequenza ordinata degli strati tematici (layer) rappresentati nella mappa, evidenziandone la vestizione e l organizzazione in gruppi e sottogruppi; un singolo layer o un singolo raggruppamento è mostrato in grigio se non è visualizzabile alla scala corrente; nella TOC è possibile accendere e spegnere un layer o un intero raggruppamento ma non si può mutare né l ordine di sovrapposizione né la legenda; Strumenti per la gestione dei dati: insieme di strumenti (task) per il supporto all interrogazione (ricerca spaziale, query builder, query parametriche, stampa in scala) e gestione/aggiornamento dei dati (editing geometrico); ciascuno di questi task apre una finestra fluttuante nella pagina web dell applicazione in cui impostare i parametri in input all esecuzione del task. Il query builder e la ricerca spaziale consentono rispettivamente: di effettuare un interrogazione sui dati alfanumerici di un singolo layer in formato SQL; la stringa SQL può essere o immessa manualmente o ricavata mediante l interfaccia a pulsanti fornita nel task; di effettuare un interrogazione su uno o più layer pubblicati in mappa mediante una relazione spaziale di intersezione con un punto (semplice clic del mouse), una linea spezzata o l area di ingombro di un poligono il cui contorno coincide con una linea spezzata; va osservato che la

9 ricerca spaziale su uno o più layer mediante un punto simula la funzione nota in letteratura GIS con l espressione identify. Entrambi i task mostrano i risultati nelle stesse modalità, in una nuova finestra del browser con una struttura tabellare in cui ogni riga riporta i dati alfanumerici per ciascun oggetto che soddisfa i criteri della query effettuata; per ciascun oggetto è possibile effettuare uno zoom di dettaglio ed un evidenziazione del contorno in mappa in colore ciano. I due strumenti di interrogazione possono essere effettuati in sequenza anche in modalità mista: aggiungendo, rimuovendo o estraendo oggetti dalla selezione corrente oppure utilizzando gli oggetti già selezionati per una successiva ricerca spaziale. QUERY PARAMETRICHE Il task query parametriche offre la possibilità di effettuare query alfanumeriche analoghe a quelle che sono fattibili con il query builder, ma mirate per determinati scopi con un interfaccia facilitata. È consentita la ricerca di una specifica particella catastale, specificando in ingresso il nome del Comune, il foglio e il numero della particella Dall esecuzione di una query parametrica possono scaturire uno o più risultati visualizzati esattamente nelle stesse modalità con cui vengono presentati gli output della ricerca spaziale o di una query eseguita con il query builder (struttura tabellare, funzionalità di zoom ed evidenziazione). Le figure seguenti mostrano le interfacce relative alla query parametrica sui dati catastali. Ricerca per Comune, foglio, particella

10 Di seguito alcune indicazioni: i nomi dei Comuni vanno scritti tutti in maiuscolo senza spazi "accessori" prima e dopo (ovviamente, sono ammessi gli spazi singoli che separano le diverse parole nel caso di nomi formati da 2 o più parole, tipo "GIOIA DEL COLLE", "GRAVINA IN PUGLIA", etc.); gli accenti vanno ignorati del tutto in quanto volutamente non sono presenti nei nomi dei Comuni; quindi, bisogna digitare NARDO, SECLI o PATU per ricercare sui Comuni di Nardò, Seclì o Patù (questo per evitare problemi a livello di db fisico creati spesso dalle codifiche dei caratteri accentati); l'apostrofo va sostituito con il carattere "`" ottenibile da tastiera con la combinazione di tasti Alt+96, ossia bisogna tenere premuto il tasto "ALT" e quindi digitare in sequenza il "9" e il "6" dal tastierino numerico; questo perché purtroppo il carattere "'" di apice singolo crea problemi nelle query SQL in quanto carattere "riservato" nell'esecuzione delle query. Per esemplificare, il Comune di Sant'Agata di Puglia va scritto come "SANT`AGATA DI PUGLIA", senza ulteriori spazi tra le parole separate dall'apostrofo, analogamente per i comuni che presentano tale carattere nel nome: CASTRIGNANO DE` GRECI CORIGLIANO D`OTRANTO MONTE SANT`ANGELO ROCCHETTA SANT`ANTONIO SANT`AGATA DI PUGLIA STAMPA IN SCALA Il task di stampa consente la stampa in scala, in formato.pdf, dei layer visualizzati a video. Il centro tematico mette a disposizione della specifica applicazione uno o più layout di stampa che l utente poi seleziona da una combo box. I formati possono essere A4, A3, A0 e possono essere completi di titolo e legenda. Per la selezione della scala ci sono 3 possibili opzioni: 1. indicata direttamente dall utente (verificare che le altre opzioni siano disattivate) 2. la scala a cui la mappa è visualizzata sullo schermo quando si attiva la funzione di stampa 3. selezionando l area di interesse (la scala viene determinata in rapporto al formato di stampa)

11 Il file.pdf può essere stampato o salvato sul desktop dell utente. RICERCA SPAZIALE La 'Ricerca Spaziale' si effettua clickando sulla relativa voce di menu. Apertasi l'interfaccia web, è necessario selezionare uno 'Strato informativo' su cui agire, quindi clickare su uno dei 5 tool disponibili (selezione puntuale, lineare, poligonale, rettangolare, tramite features) e sul menù 'Selezione' per sceglierne il tipo (nuova selezione, aggiunta, rimozione, selezione dalla selezione), una volta effettuati questi passi non resta che clickare sulla porzione di mappa del web gis per interrogare gli oggetti geografici di interesse per ottenere le relative informazioni alfanumeriche. Il risultato della ricerca può essere stampato. QUERY BUILDER Il 'Query Builder', viceversa, è uno strumento per effettuare ricerca e selezione di oggetti geografici in base alle entità alfanumeriche presenti nella tabella degli attributi. La selezione effettuata evidenzierà, su mappa, gli oggetti ricercati. Esaminiamo il 'Query Builder' dialog box ovvero l'interfaccia: il primo menù in alto ci permette di selezionare un tematismo sulla cui tabella degli attributi verrà effettuata la ricerca, quindi si passa alla selezione del campo, con un doppio click, questo si presenterà nella finestra 'Stringa SQL' quindi scegliamo l'operatore relazionale o logico (=, <, >, >=, <=, like, and, or, not) e scriviamo il valore da ricercare o da usare come criterio della ricerca. E' importante che la sintassi SQL sia corretta, viceversa la query darà esito negativo. Ad esempio una query eseguita sul layer Comuni, ben formulata sintatticamente, è la seguente: NOME_COM = 'BARI' (da notare la ricerca del valore 'BARI' di tipo stringa tra i due apici singoli. In questo caso è da notare anche la stringa che è composta da lettere maiuscole perché tale è memorizzata nel campo NOME_COM).

GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services. Manuale d'uso

GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services. Manuale d'uso GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services Manuale d'uso Indice generale Visualizzatore GREASE...1 Toolbar...3 FUNZIONI DI BASE...3 Annulla selezione...4 Aggiornamento...4 Stampa...4

Dettagli

Navigatore Web e Certificato di destinazione urbanistica

Navigatore Web e Certificato di destinazione urbanistica Navigatore Web e Certificato di destinazione urbanistica Manuale utente Sommario Sommario... 2 Sommario... 4 Accesso... 6 Autenticazione... 7 Consultazione dei dati cartografici... 13 Barra degli strumenti...

Dettagli

WEBGIS 1.0. Guida per l utente

WEBGIS 1.0. Guida per l utente WEBGIS 1.0 Guida per l utente SOMMARIO 1 INTRODUZIONE...3 2 FUNZIONALITA...4 2.1 Strumenti WebGIS... 4 2.1.1 Mappa... 5 2.1.2 Inquadramento mappa... 6 2.1.3 Toolbar... 7 2.1.4 Scala... 9 2.1.5 Legenda...

Dettagli

Tutorial gvsig. Versione 1.1

Tutorial gvsig. Versione 1.1 Tutorial gvsig Versione 1.1 24/10/2007 Tutorial gvsig - Versione 1.1 www.gvsig.org Testo e screenshot a cura di R3 GIS Srl Via Johann Kravogl 2 39012 Merano (BZ) Italia Tel. +39 0473 494949 Fax +39 0473

Dettagli

Esplora gli argomenti della guida. Requisiti di sistema. Menu laterale - Area Temi. Temi. Legenda. Requisiti di sistema

Esplora gli argomenti della guida. Requisiti di sistema. Menu laterale - Area Temi. Temi. Legenda. Requisiti di sistema Esplora gli argomenti della guida Requisiti di sistema Menu laterale Menu Strumenti principali Menu altri Strumenti Temi Legenda Aggiungere / rimuovere temi Temi per editing Temi per snap Esporta/Carica

Dettagli

MArine Coastal Information SysTEm

MArine Coastal Information SysTEm GUIDA ALL UTILIZZO DELL INTERFACCIA CARTOGRAFICA Il MArine Coastal Information SysTEm è un sistema informativo integrato che permette di gestire dati ambientali interdisciplinari (fisici, chimici e biologici)

Dettagli

ANVCO WEB GIS in HTML5

ANVCO WEB GIS in HTML5 Pag. 1 a 32 ANVCO WEB GIS in HTML5 GUIDA ALL UTILIZZO Versione Luglio 2014 Pag. 2 a 32 SOMMARIO Avviamento del visore... 4 Link... 4 Desktop, Tablet e Smartphone... 4 Modalità Light per Tablet... 4 Accesso...

Dettagli

MANUALE D USO DEL SOFTWARE APPLICATIVO ADB-TOOLBOX (VERSIONE 1.7 E SUPERIORI) UTILIZZO DEI SERVIZI WMS-WFS-WCS E DEL CATALOGO CSW

MANUALE D USO DEL SOFTWARE APPLICATIVO ADB-TOOLBOX (VERSIONE 1.7 E SUPERIORI) UTILIZZO DEI SERVIZI WMS-WFS-WCS E DEL CATALOGO CSW Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE D USO DEL SOFTWARE APPLICATIVO ADB-TOOLBOX (VERSIONE 1.7 E UTILIZZO DEI SERVIZI WMS-WFS-WCS E DEL CATALOGO CSW Titolo Autore Oggetto

Dettagli

SardegnaMappe Manuale utente

SardegnaMappe Manuale utente SardegnaMappe Manuale utente [2] Indice 1. Introduzione 4 2. Requisiti dell utente 5 3. L applicazione SardegnaMappe 6 3.1. Panoramica dell applicazione 6 3.1.1. Accesso all applicazione 6 3.1.2. Icona

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Geoportale web gis. Provincia Regionale di Enna

Geoportale web gis. Provincia Regionale di Enna Geoportale web gis Provincia Regionale di Enna Guida alla consultazione del geoportale della Provincia Regionale di Enna Introduzione Cos è il Geoportale: Il Geoportale della Provincia di Enna ha la finalità

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO

GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO Ministero dell Ambiente e della tutela del territorio e del mare GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO Stato del documento Redatto Approvato Funzione Team di progetto Geoportale nazionale Responsabile

Dettagli

Introduzione. L applicazione è realizzata sulla piattaforma ArcGIS Server di Esri.

Introduzione. L applicazione è realizzata sulla piattaforma ArcGIS Server di Esri. Introduzione Il modulo software Metropolis Urbanistica è un applicazione Web su base cartografica che consente la fruizione dei dati inerenti la proprietà (cartografia catastale) e la normativa relativa

Dettagli

ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE. Servizio INT Sistema Informativo Geografico

ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE. Servizio INT Sistema Informativo Geografico ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE Servizio INT Sistema Informativo Geografico INDICE Utilizzare il bt.viewer Navigare nella mappa Confrontare foto aeree Tematismi Tematismi: applicare la

Dettagli

Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave

Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave 1 ACCESSIBILITA AL SISTEMA 3 2 VISUALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DEI LIVELLI CARTOGRAFICI 4 2.1 Visualizzazione del singolo livello cartografico 4 2.2 Accensione/spegnimento

Dettagli

Registrazione Telematica di piani urbanistici comunali esclusi dalle procedure di V.A.S. (Regolamento Regionale 9 ottobre 2013, n. 18, art.

Registrazione Telematica di piani urbanistici comunali esclusi dalle procedure di V.A.S. (Regolamento Regionale 9 ottobre 2013, n. 18, art. Emesso il: 02/12/2013 Documento uso servizi V.A.S. on-line Registrazione Telematica di piani urbanistici comunali esclusi dalle procedure di V.A.S. (Regolamento Regionale 9 ottobre 2013, n. 18, art. 7)

Dettagli

Manuale Utente LITEVIEWER

Manuale Utente LITEVIEWER Manuale Utente LITEVIEWER Versione 1.0 Ottobre 2009 1 INFORMAZIONI DI UTILIZZO DELL APPLICAZIONE LITE-VIEWER INTRODUZIONE In questa sezione si vogliono fornire all'utente le informazioni e gli strumenti

Dettagli

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente 1. Introduzione Il Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli (SGSS) rappresenta l evoluzione dell ambiente

Dettagli

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio. Foglio elettronico Foglio elettronico EXCEL Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Il foglio elettronico è un programma interattivo, che mette a disposizione dell utente una matrice di righe

Dettagli

Prima Lezione: Costruire una mappa

Prima Lezione: Costruire una mappa Prima Lezione: Costruire una mappa I tipi di informazione geografica disponibili Navigazione nella mappa Coordinate e scala Vista panoramica Introduzione ai GIS GIS significa Sistema Informativo Geografico

Dettagli

COMUNE DI SANREMO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE

COMUNE DI SANREMO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE COMUNE DI SANREMO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE Per accedere al nuovo Portale è possibile - accedere al sito istituzionale del comune di Sanremo ( www.comunedisanremo.it) e qui dal menù a tendina Servizi

Dettagli

Città di Desenzano del Garda CARTOGRAFIA ON LINE MANUALE D USO

Città di Desenzano del Garda CARTOGRAFIA ON LINE MANUALE D USO Città di Desenzano del Garda CARTOGRAFIA ON LINE MANUALE D USO Introduzione Dall indirizzo internet http://cartoglobo.imteam.it/desenzano/ si accede liberamente ad un servizio di consultazione on line

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

GNPS GIS (Servizio GIS di segnalazione danni ad infrastrutture irrigue e di bonifica) HELP

GNPS GIS (Servizio GIS di segnalazione danni ad infrastrutture irrigue e di bonifica) HELP GNPS GIS (Servizio GIS di segnalazione danni ad infrastrutture irrigue e di bonifica) HELP Introduzione... 3 Profilazione delle utenze... 3 Inserimento di una segnalazione... 4 Utilizzo delle maschere...

Dettagli

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database Basi di dati Introduzione Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database OpenOffice.org (www.openoffice.org) è un potente software opensource che ha, quale scopo primario,

Dettagli

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Esercitazioni Forestello Luca - Niccoli Tommaso - Sistema Informativo Ambientale AT01 http://webgis.arpa.piemonte.it

Dettagli

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152)

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Commissario Delegato per l Emergenza Bonifiche e la Tutela delle Acque in Sicilia PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Sistema WEB-GIS

Dettagli

GUIDA AL MODELLO GIS DEL CISA

GUIDA AL MODELLO GIS DEL CISA GUIDA AL MODELLO GIS DEL CISA Il presente rapporto è contenuto in formato elettronico nel Cd-rom allegato, insieme ai tematismi elaborati per la ricerca, che rappresentano la distribuzione spaziale dei

Dettagli

Basi di dati. Microsoft Access. Cosa è. Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Come iniziare. Aprire un database. Creare un database. Creare un database

Basi di dati. Microsoft Access. Cosa è. Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Come iniziare. Aprire un database. Creare un database. Creare un database Cosa è Basi di dati Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Microsoft Access Access è un DBMS relazionale in grado di supportare: Specifica grafica dello schema della base dati Specifica grafica delle interrogazioni

Dettagli

Implementazione su web del sistema WIND-GIS

Implementazione su web del sistema WIND-GIS Implementazione su web del sistema WIND-GIS Contenuti dell applicazione Il layout dell applicazione si articola in diverse sezioni, ognuna delle quali offre specifiche funzionalità. La sezione più importante

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Guida Sistema Trasparenza CRCU Istruzioni per l utilizzo da parte degli Enti

Guida Sistema Trasparenza CRCU Istruzioni per l utilizzo da parte degli Enti Guida Sistema Trasparenza CRCU Istruzioni per l utilizzo da parte degli Enti Accesso al Sistema Trasparenza CRCU All apertura del pannello principale in alto sarà visualizzato il nome del Responsabile

Dettagli

MODULO 5 BASI DI DATI

MODULO 5 BASI DI DATI MODULO 5 BASI DI DATI A cura degli alunni della VD 2005/06 del Liceo Scientifico G. Salvemini di Sorrento NA Supervisione prof. Ciro Chiaiese SOMMARIO 5.1 USARE L APPLICAZIONE... 3 5.1.1 Concetti fondamentali...

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PER IL MONITORAGGIO FONDO AREE VERDI

MANUALE OPERATIVO PER IL MONITORAGGIO FONDO AREE VERDI MANUALE OPERATIVO PER IL MONITORAGGIO FONDO AREE VERDI Il sito per il MONITORAGGIO FONDO AREE VERDI all indirizzo http://servizi-finlombarda.it/areeverdi/ presenta una home page di questo tipo: Direttamente

Dettagli

SITI Cloud Manuale utente

SITI Cloud Manuale utente 1 SITI Cloud Manuale utente 2 Autenticazione Per accedere ai servizi forniti da SITICloud, dopo aver richiamato con il browser l'indirizzo che Vi è stato assegnato è necessario identificarsi. Si apre la

Dettagli

ART A GEOWEB ART A MANUALE UTENTE. (versione 1.2) Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in agricoltura

ART A GEOWEB ART A MANUALE UTENTE. (versione 1.2) Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in agricoltura ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in agricoltura GEOWEB ART A MANUALE UTENTE (versione 1.2) Luglio 2004 SOMMARIO 1. PREMESSA...3 2. DESCRIZIONE GENERALE...5 2.1. ACCESSO AI DATI AZIENDALI...5

Dettagli

Indice III. Indice. Unità 1 Il personal computer, 1. Unità 2 AutoCAD, 9

Indice III. Indice. Unità 1 Il personal computer, 1. Unità 2 AutoCAD, 9 Indice III Indice Unità 1 Il personal computer, 1 1.1 Struttura del personal computer, 2 1.2 Il software, 5 1.3 I dispositivi informatici di stampa, 6 1.4 Il disegno al computer, 7 1.5 La fotografia digitale,

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio degli interventi in materia di Difesa del Suolo

Sistema informativo per il monitoraggio degli interventi in materia di Difesa del Suolo Sistema informativo per il monitoraggio degli interventi in materia di Difesa del Suolo Breve guida all uso del sistema 1 Obiettivi Strumenti - Risorse - Migliorare il sistema di monitoraggio degli interventi

Dettagli

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del testo... 6 Selezione attraverso il mouse... 6 Selezione

Dettagli

Guida all'utilizzo di "Ambiente Italia 3D"

Guida all'utilizzo di Ambiente Italia 3D Guida all'utilizzo di "Ambiente Italia 3D" MATTM-SCC-DM0006-V01-01 Pagina 1 di 34 Sommario 1 Avvio del programma Ambiente Italia 3D 3 2 Elementi dell'interfaccia 5 2.1 Il visualizzatore 5 2.2 La barra

Dettagli

Guida alla consultazione dei WMS

Guida alla consultazione dei WMS Provincia di Firenze SIT e reti informative Guida alla consultazione dei WMS con la collaborazione di Linea Comune S.p.a. INDICE 1. Che cosa è un WMS...2 2. Consultare i WMS con QuantumGIS...3 3. Consultare

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

Microsoft Word Nozioni di base

Microsoft Word Nozioni di base Corso di Introduzione all Informatica Microsoft Word Nozioni di base Esercitatore: Fabio Palopoli SOMMARIO Esercitazione n. 1 Introduzione L interfaccia di Word Gli strumenti di Microsoft Draw La guida

Dettagli

Fondamenti di informatica. Word Elaborazione di testi

Fondamenti di informatica. Word Elaborazione di testi Fondamenti di informatica Word Elaborazione di testi INTRODUZIONE Cos è Word? u Word è un word processor WYSIWYG (What You See Is What You Get) u Supporta l utente nelle operazioni di: Disposizione del

Dettagli

Guida all'uso del CMS (Content Management System, Sistema di Gestione dei Contenuti)

Guida all'uso del CMS (Content Management System, Sistema di Gestione dei Contenuti) GUIDE Sa.Sol. Desk: Rete Telematica tra le Associazioni di Volontariato della Sardegna Guida all'uso del CMS (Content Management System, Sistema di Gestione dei Contenuti) Argomento Descrizione Gestione

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

SITI Viewer GIS. Progetto SITI Catasto. Manuale Utente. SITI Viewer GIS. ABACO S.r.l.

SITI Viewer GIS. Progetto SITI Catasto. Manuale Utente. SITI Viewer GIS. ABACO S.r.l. Progetto SITI Catasto Manuale Utente SITI Viewer GIS ABACO S.r.l. ABACO S.r.l. C.so Umberto, 43 46100 Mantova (Italy) Tel +39 376 222181 Fax +39 376 222182 www.abacogroup.com e-mail : info@abacogroup.com

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

Sistema Informativo Alice

Sistema Informativo Alice Sistema Informativo Alice Urbanistica MANUALE UTENTE MODULO PROFESSIONISTI WEB settembre 2007 INDICE 1. INTRODUZIONE...2 1.1. Cos è MPWEB?... 2 1.2. Conoscenze richieste... 2 1.3. Modalità di utilizzo...

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

Microsoft Access Maschere

Microsoft Access Maschere Microsoft Access Maschere Anno formativo: 2007-2008 Formatore: Ferretto Massimo Mail: Skype to: ferretto.massimo65 Profile msn: massimoferretto@hotmail.com "Un giorno le macchine riusciranno a risolvere

Dettagli

Manuale Utente Operatore per l applicazione MAPEL

Manuale Utente Operatore per l applicazione MAPEL Manuale Utente Operatore per l applicazione MAPEL Versione 1.1 luglio 2013 Pagina 1 di 22 Indice 1.0 INTRODUZIONE 3 2.0 ACRONIMI UTILIZZATI 3 3.0 UTENTI UTILIZZATORI 3 4.0 AUTENTICAZIONE E COMPLETAMENTO

Dettagli

Gestione di file e uso delle applicazioni

Gestione di file e uso delle applicazioni Obiettivi del corso Gestione di file e uso delle applicazioni Conoscere gli elementi principali dell interfaccia di Windows Gestire file e cartelle Aprire salvare e chiudere un file Lavorare con le finestre

Dettagli

STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER.

STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER. STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER. Windows 7 e 8 strumenti per l ipovisione. Windows Seven/8 offrono ottimi strumenti per personalizzare la visualizzazione in caso di ipovisione: - una lente di

Dettagli

ABACO XX XX XXX XX. SITI Agri. SITIClient VITE. Manuale Utente. Versione 1.1

ABACO XX XX XXX XX. SITI Agri. SITIClient VITE. Manuale Utente. Versione 1.1 ABACO XX XX XXX XX SITI Agri SITIClient VITE Manuale Utente Versione 1.1 Identificazione File Titolo Tipo Manuale SITIClient VITE.doc SITIClient VITE Manuale Utente Manuale Utente Visibilità Riservato

Dettagli

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro INFORMATICA MICROSOFT WORD Prof. D Agostino Funzioni ed ambiente di lavoro...1 Interfaccia di Word...1 Stesso discorso per i menu a disposizione sulla barra dei menu: posizionando il puntatore del mouse

Dettagli

INDICE. Pregeo Rilievo Crea righe 3 2. Pregeo Rilievo Crea righe 4, 5 3. Pregeo Rilievo Crea righe 7 9

INDICE. Pregeo Rilievo Crea righe 3 2. Pregeo Rilievo Crea righe 4, 5 3. Pregeo Rilievo Crea righe 7 9 Prodotto da INDICE Pregeo Rilievo Crea righe 3 2 Pregeo Rilievo Crea righe 4, 5 3 Pregeo Rilievo Crea righe 7 9 Pregeo Rilievo Crea righe 7 vertice/direzione 11 Pregeo Rilievo Crea righe per frazionamento

Dettagli

Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com

Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com INTRODUZIONE Per gestire i contenuti del sito Emporio Vini Cantine G.S. Bernabei, è necessario scrivere nella barra degli indirizzi del proprio

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

Database Modulo 2. Le operazioni di base

Database Modulo 2. Le operazioni di base Database Modulo 2 Le operazioni di base L architettura concettuale dei dati ha lo scopo di astrarre dal mondo reale ciò che in questo è concettuale, cioè statico. 2 In altri termini gli oggetti del mondo

Dettagli

Corso di Informatica di Base

Corso di Informatica di Base Corso di Informatica di Base LEZIONE N 3 Cortina d Ampezzo, 4 dicembre 2008 ELABORAZIONE TESTI Grazie all impiego di programmi per l elaborazione dei testi, oggi è possibile creare documenti dall aspetto

Dettagli

Sommario SELEZIONARE UN OGGETTO UTILIZZANDO LA BARRA DEGLI OGGETTI 10 NAVIGARE ATTRAVERSO I RECORD IN UNA TABELLA, IN UNA QUERY, IN UNA MASCHERA 12

Sommario SELEZIONARE UN OGGETTO UTILIZZANDO LA BARRA DEGLI OGGETTI 10 NAVIGARE ATTRAVERSO I RECORD IN UNA TABELLA, IN UNA QUERY, IN UNA MASCHERA 12 $FFHVV;3 A Sommario cura di Ninni Terranova Marco Alessi DETERMINARE L INPUT APPROPRIATO PER IL DATABASE 3 DETERMINARE L OUTPUT APPROPRIATO PER IL DATABASE 3 CREARE LA STRUTTURA DI UNA TABELLA 3 STABILIRE

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS

MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS Compilato: Andrea De Felici Rivisto: Approvato: Versione: 1.0 Distribuito: 01/08/2013 1 INDICE 1. INTRODUZIONE..3 2. PRIMI PASSI.....4

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

ICE. Introduzione 2. Importazioni definizioni temi 3. Importa file Shape 4. Gestione tabelle 5. Modifica la struttura di una tabella 7

ICE. Introduzione 2. Importazioni definizioni temi 3. Importa file Shape 4. Gestione tabelle 5. Modifica la struttura di una tabella 7 Prodotto da ICE Introduzione 2 Importazioni definizioni temi 3 Importa file Shape 4 Gestione tabelle 5 Modifica la struttura di una tabella 7 Gestione temi 9 Gestione entità grafiche 12 Crea entità 12

Dettagli

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO 2 Uso del Computer e Gestione dei file ( Windows XP ) A cura di Mimmo Corrado MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 2 FINALITÁ Il Modulo 2, Uso del computer

Dettagli

Word prima lezione. Prof. Raffaele Palladino

Word prima lezione. Prof. Raffaele Palladino 7 Word prima lezione Word per iniziare aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per lavorare su uno già esistente occorre avviare il programma di gestione testi. In ambiente Windows, esistono

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo . Laboratorio di Informatica Facoltà di Economia Università di Foggia Prof. Crescenzio Gallo Word è un programma di elaborazione testi che consente di creare, modificare e formattare documenti in modo

Dettagli

SITI Viewer GIS. Progetto SITI Catasto 1.4. Manuale Utente. ABACO S.r.l.

SITI Viewer GIS. Progetto SITI Catasto 1.4. Manuale Utente. ABACO S.r.l. Progetto SITI Catasto 1.4 Manuale Utente SITI Viewer GIS ABACO S.r.l. ABACO S.r.l. C.so Umberto, 43 46100 Mantova (Italy) Tel +39 376 222181 Fax +39 376 222182 www.abacogroup.com e-mail : info@abacogroup.com

Dettagli

Strumenti Urbanistici on-line: requisiti e struttura del sito... Informazioni sulla procedura di download e installazione di Map Guide Viewer, sulla

Strumenti Urbanistici on-line: requisiti e struttura del sito... Informazioni sulla procedura di download e installazione di Map Guide Viewer, sulla Strumenti Urbanistici on-line: requisiti e struttura del sito... Informazioni sulla procedura di download e installazione di Map Guide Viewer, sulla struttura del sito e sugli elementi degli ambienti di

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Pagina 1 di 32 USARE WORD - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu pag.

Dettagli

USARE WORD - non solo per scrivere -

USARE WORD - non solo per scrivere - GUIDA WORD USARE WORD - non solo per scrivere - corso Word Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu

Dettagli

Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci

Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio A.A. 2012-2013 Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Architettura e funzionalità di una piattaforma GIS. Parte seconda:

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

MODULO DOMANDE INDICE

MODULO DOMANDE INDICE INDICE INDICE... 2 IL PROGRAMMA... 3 LA VIDEATA PRINCIPALE... 4 IL MENU FILE... 7 Esportare i file... 9 LA FINESTRA DELLA RISPOSTA... 11 TUTTI I MODI PER INSERIRE IL TESTO... 11 I Collegamenti... 12 MODELLI

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file 2.1 L AMBIENTE DEL COMPUTER 1 2 Primi passi col computer Avviare il computer Spegnere correttamente il computer Riavviare il computer Uso del mouse Caratteristiche

Dettagli

Teleview MANUALE D USO DEL SOFTWARE CARTOGRAFICO TELEVIEW IN AMBIENTE OPENGIADA. aggiornato alla versione del 16 aprile 2007

Teleview MANUALE D USO DEL SOFTWARE CARTOGRAFICO TELEVIEW IN AMBIENTE OPENGIADA. aggiornato alla versione del 16 aprile 2007 Teleview aggiornato alla versione del 16 aprile 2007 MANUALE D USO DEL SOFTWARE CARTOGRAFICO TELEVIEW IN AMBIENTE OPENGIADA Pagina 1 Sommario 1. Descrizione generale... 3 2. Installazione... 4 3. Tipi

Dettagli

Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale

Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale Scopo: Scopo di questa esercitazione è la creazione di una base dati relazionale per la gestione

Dettagli

Manuale Utente. WebGis Comune di Regalbuto

Manuale Utente. WebGis Comune di Regalbuto Manuale Utente WebGis Comune di Regalbuto MANUALE UTENTE All avvio dell applicazione si apre una finestra suddivisa in diverse aree. Di seguito si riporta la schermata iniziale con evidenziate e numerate

Dettagli

WEB SIT GUIDA RAPIDA

WEB SIT GUIDA RAPIDA WEB SIT GUIDA RAPIDA Febbraio 2013 Panoramica sulle funzioni di WebSIT versione 2.0 WebSIT 2.0 è un sistema di gestione territoriale ad interfaccia web che consente di poter eseguire tutte le funzioni

Dettagli

Progetto INCOME. Manuale Utente Operatore Installazione

Progetto INCOME. Manuale Utente Operatore Installazione VERSIONI Manuale Utente Operatore Installazione Tosca-Mobile VERS. Motivo Modifiche Data Approvazione Approvatore 1.0 Prima emissione 02/12/11 1/21 Sommario SOMMARIO... 2 INTRODUZIONE... 3 1.1. CONTENUTI

Dettagli

1. I database. La schermata di avvio di Access

1. I database. La schermata di avvio di Access 7 Microsoft Access 1. I database Con il termine database (o base di dati) si intende una raccolta organizzata di dati, strutturati in maniera tale che, effettuandovi operazioni di vario tipo (inserimento

Dettagli

foglio di calcolo celle Lotus 1-2-3 celle macro.

foglio di calcolo celle Lotus 1-2-3 celle macro. Fogli di calcolo Un foglio di calcolo è composto da celle nelle quali è possibile inserire dati. Il programma consente di effettuare calcoli complessi utilizzando valori inseriti nelle celle dalle quali

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2

GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2 GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2 INFORMAZIONI SUL DISPOSITIVO READER...2 OPERAZIONI DI BASE...2 APPLICAZIONI E SCHERMATA [HOME]...2 Barra di stato...3 Finestra di notifica...4 OPERAZIONI DEL

Dettagli

Word per iniziare: aprire il programma

Word per iniziare: aprire il programma Word Lezione 1 Word per iniziare: aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per lavorare su uno già esistente occorre avviare il programma di gestione testi. In ambiente Windows, esistono

Dettagli

OSSIF WEB. Manuale query builder

OSSIF WEB. Manuale query builder OSSIF WEB Manuale query builder - Maggio 2010 1) Sommario 1) SOMMARIO... 2 INTRODUZIONE... 3 Scopo del documento... 3 Struttura del documento... 3 Descrizione dell interfaccia grafica... 3 SELEZIONE DI

Dettagli

Metano 4.3. Acquisizione su file della dichiarazione di consumo di gas metano per l anno d imposta 2006. Manuale utente

Metano 4.3. Acquisizione su file della dichiarazione di consumo di gas metano per l anno d imposta 2006. Manuale utente Metano 4.3 Acquisizione su file della dichiarazione di consumo di gas metano per l anno d imposta 2006 Manuale utente Versione 4.3 Ottobre 2006 Manuale utente Pagina 2 di 31 INDICE 1. PRESENTAZIONE...

Dettagli

Basi di dati Microsoft Access

Basi di dati Microsoft Access Basi di dati Microsoft Access Importare dati esterni Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli via Leopardi 132 Sesto San Giovanni Breve Introduzione a Microsoft Access 2007 Microsoft Access 2007 è

Dettagli

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 Il Personal Computer Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 1 accendere il Computer Per accendere il Computer effettuare le seguenti operazioni: accertarsi che le prese di corrente siano tutte

Dettagli

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia Panoramica di Access 2010 A B C D E Elementi dell interfaccia A Scheda File (visualizzazione Backstage) Consente l accesso alla nuova visualizzazione backstage di Access 2010, che contiene un menu di comandi

Dettagli

Versione aggiornata al 11.11.2014

Versione aggiornata al 11.11.2014 Word Processing Versione aggiornata al 11.11.2014 A cura di Massimiliano Del Gaizo Massimiliano Del Gaizo Pagina 1 SCHEDA (RIBBON) HOME 1. I L G R U P P O C A R AT T E R E Word ci offre la possibilità,

Dettagli