GAB.REG.PUGLIA REGIONE PUGLIA GABINETTO DEL PRESIDENTE. In allegato. per notifica. copia della deliberazione n. 2750/2010.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GAB.REG.PUGLIA REGIONE PUGLIA GABINETTO DEL PRESIDENTE. In allegato. per notifica. copia della deliberazione n. 2750/2010."

Transcript

1 Doc. trasm. da: GAB.REG.PUGLIA 16/12/18 14:81 Pag: 1 REGIONE PUGLIA GABINETTO DEL PRESIDENTE Al direttore di Area Dott. Giuseppe Ferro AI Direttore di Area Avv. Davide Pcl1egrino AI Dirigel1tc lhlicio rapporti con le istituzioni U.E. Dott. Pa()lo Casalino Fondazione Diritti Genetici Oggetto: Istituzione ~ruppo di lavoro: R~gione Ogro-free - Sperimcntazione dcllu tecnica alternativa agli Ogm denominata "Marked assisted sclection"- Programma attlv1tà. In allegato. per notifica. copia della deliberazione n. 2750/2010. A 1~P?B.i!! GflA.,tto. Frances~~ R'/IIg1òM t'liglla - GabInetto del PresIdente L,."";!'''''',,,,, N, ~;'i\(\",.~,.:"):1.. 'Hli:.!ll>,m 'rd,; \"}f1;u :~40 tl2 7"J -l'ò,x: ()~() ~4() f.:t 1(; li:' "'''ì(; 'Ii;!';"ct'~i1.il;!!:~i-:i"/,lte;.;,ur(llIi()"':.l:>ugli,t",t

2 Doc. trasm. da: GAB.REG.PUGLIA 16/12/18 14:81 Pag: 2 REGIONE Deliberazione della Giunta Regionale PUGLIA N del 14/12/2010 del Registro delle Deliberazioni Codice CIFRA: GABlDEL/2010/00038 OGGETTO: Regione Ogm-free - sperimentazione della ttrenica alternativa agli Ogm denominata "Marked assisted seleetion" - programma di attività e Istituzione gruppo di lavoro regionale L'anno 2010 addi 14 del mese di Dicembre. in Bari, nella Sala delle adunanze 9 riunita la Giunta Regionale, previo regolare invito nelle persone dei Signori: si è Sono presenti; SODO assenti: V.Presidente ASl&essore Assesso.-e iusessore Loredana Capone Fabiano Amati Angela B8rbanente Maria Campese Tòmmaso Fiore Nicola Fratoianni Silvia Godelli Guglielmo Minervini Lorenzo Nicastro Alba Sasso Dario Stefano Presidente AssessOre Nic:bi Vend.ola Ida Maria Dentamaro Elena Gentile Michele Pelillo Assiste alla seduta il Dott. Romano Donno, Segretario redigente.

3 Doc. trasm. da: GAB.REG.PUGLIA 16/12/18 14:81 Pag: 3 J~~nte, on.le Nichi Vendola,)(1' ali. risorse agroallmentari, Dano Stclano, I sulla base dell'istruttoria espletata e confermata dal Dirigente dell'ufficio Rapporti con le Istituzioni dell'u.e. e dal Dirigente dell'ufficio Innovazione e conoscenza in agricoltura e confermata dal Capo di Gabinetto, Francesco Manna, e dal Direttore dell' Area politiche per lo Sviluppo rurale, Giuseppe Mauro Ferro, quanto segue: Premessa Tn data 26/05/2010 perveniva all'ufficio Relazioni con le Istituzioni della Ue, da parte del Gabinetto di Presidenza, una richiesta (ns. prot. 231/Brux) a firma del Presidente della Fondazione diritti genetici, organismo di ricerca e comunicazione sulle biotecnologie, con sede in Roma alla via Garigliano 61/A, finalizzata ad esplorare le possibilità di collaborazione tra Fondazione e Regione Puglia su quanto segue: - sperimentazione nella regione di un sistema basato sull'innovazione biotecnologica sostenibile, mediante l'utilizzo della tecnica MAS (Marked assisted selection), quale alternativa agli Ogro, come descritta nel dettaglio nella scheda allegata; - in quesfottica, proposta di collaborazione con la Banca del Germoplasma di Bari, che potrebbe rappresentare: sul piano scientifico, il riferimento della produzione relativa al miglioramento varietale, sia di quello tradizionale per selezione e incrocio, ma soprattutto di quello biotecnologico riferito aua MAS; sul piano politico, il giacimento di informazioni genetiche per lo sviluppo di un baricentro Sud di produzione scientifica del miglioramento varietale (grazie al controllo che la Banca esercita sull'istituto di Portici e sull'orto botanico di Palermo); sul piano internazionale, parte integrante del sistema dei giacimenti del Germoplasma presenti nel Bacino del Mediterraneo (Ankara, Aleppo, Bengasi), con l'intento di creare una Ilrete mediterranea delle banche del germoplasma". ~ inserimento di questo tema nel più ampio dibattite,), ora in corso a livello europeo, sulle politiche di ricerca ed innova~ione deua UE, nell'ambito della Strategia EU2020, quale contributo della Regione al dibattito; utilizzo del concetto di ;1 ricerca partecipata": la Mas, come tecnica di ricerca, è stata selezionata in modo democratico, dagli stakeholders (non è quindi il frutto di una decisione unilaterale dei centri di ricerca), cioè da chi dovrà utiliz:zame i risultati (es. agricoltori). La collaborazione potrebbe coinvolgere sia gli Uffici di Bari che la sede dì Bruxelles, nelle modalità indicate nella scheda allegata, che riporta - seppur sinteticamente - le azioni che la Fondazione propone di intraprendere a livello regionale, nazionale e comunitario. 2

4 Doc. trasm. da:8bb GAB.REG.PUGLIA 16/12/1B 14:Bl Pag: 4 E' stato - peraltro ~ sottoscritto un Protocollo di intesa interministeriale, di durata triennale, che impegna i seguenti Ministeri a lavorare sulla sperlmentazione della tecnica MAS e a destinare ad essa risorse nazionali: Beni e attività culturali, Istl'uzione-Università ricerca, Ambiente e hltela del territorio e del mare, Politiche agricole e forestali, Sviluppo economico, Affari esteri, Politiche europee. Stato dell'arte in Regione Al fine di verificare lo stato dell' arte in Regione, si è tenuta in Bari il giorno 3 novembre 2010, una riunione cui hanno partecipato i rappresentanti del Gabinetto di Presidenza, dell' Area politiche per lo sviluppo rurale e dell' Area politiche per lo sviluppo economico, lavoro e innovazione. Nel corso di detto incontro è emerso quanto segue: La Regione Puglia si è, da tempo, dichiarata Regione Ogm-free e i recenti sviluppi delle discussioni europee sul tema avvalorano questa scelta, lasciando facoltà agli Stati membri di disciplinare au~onomamente la materia. L'Ente si è dotato, sin dal 2003, di una norma sugli Ogm, la legge regionale 4 dicembre 2003, n. 26 "Nonne in materia di coltivazione, allevamento e commercializzazione di Organismi geneticamente modificati (OGM), ed oggi, a seguito della recente raccotnandazione della Commissione europea del 13 luglio 2010 recante "orientamenti per l'elaborazione di misure nazionali in materia di coesistenza per evitare la presenza involontaria di OGM nelle colture convenzionali e biologiche", ha avviato il procedimento che porterà alla stesura di un regolamento regionale. Nel DDL, recentemente presentato in Consiglio regionale, in tema di "tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario, forestale e zootecnico", è prevista!'istituzione della Banca Regionale del materiale genetico, nella quale confluiranno tutte le risorse genetiche di interesse della suddetta legge, e che dovrà svolgere tutte le operazioni dirette a salvaguardare il materiale in essa conservato da qualsiasi forma di contaminazione, alterazione e distruzione, ed a curarne la caratterizzazione e la valutazione; la Banca dovrà porsi quale centro di competenza per i Paesi del bacino del Mediterraneo, in piena sintorua con la proposta avanzata dalla Fondazione diritti genetici. Possibile programma di lavoro futuro e costituzione di un gruppo di lavoro ad hoc. Da quanto innanzi esposto, sì ritiene utile avviare un'azione all'interno e all'esterno dell'ente finalizzata a verificare le concrete possibilità di sperimentare la MAS in Puglia, quale tecnica alternativa all'utilizzo degli Ogm in agricoltura. A tal fine, si pr(,)pone la c~)stituzione di un Groppo ùi lavoro congiunto, che lavori sul 5eguente programma: strategie per la protezione del giacimento di informazioni genetiche contenuto nella collezione dell'istituto di Genetica Vegetale del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Bari, già Banca del Germoplasma, tra l'altro - se del èaso- tramite brevetti di proprietà della Regione Puglia, anche mediante la gestione della c05t.lt~~~dé\~nca regionale del materiale genetico;~~1);,- \\WTr, l,"'"'".. " /' \,.0.. : :. / 3 ':... -"

5 Doc. trasa. da: GAB.REG.PUGLIA 16/12/18 14:81 Pag: 5 eventuale creazione o partecipazione aq un network di regioni italia.ne ed europee che si siano dichiarate" Ogm-free e intendano impegnarsi nello sviluppo della tecruca MAS. Il lavoro" cosi svolto, dovrebbe essere ricondotto nell' ambito della Strategia EU2020 et in particolar modo, nella iniziativa faro "Innovation Uruon", nnche in vista della possibile produzione di un contributo proprio da far valere in sede di verifica dell l attuazione concreta della strategia stessa; avvio di uni attività di ricerca delle opportunità di finanziamento comunitario in materia (come da esempi nella scheda allegata)1 da integrare con le misure già esistenti nei programmi operativi regionali e nazionali ed utilizzabilì per questa finalitàì a seguito di specifica intesa da raggiungere con l'istituto di Genetica Vegetale del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Bari l avvio di un caso di studio, a scala subregionale, che affronti sia la sperimentazione Mas che il metodo della "ricerca partecipata", al fine di creare una "dimostrazione pratica" di quello che in futuro potrebbe essere realizzato nel contesto regionale. Sarà compito del gruppo di lavoro, oltre alle attività innanzi descritte: assicurare l'integrazione delle varie politiçhe regionali con }'azione che si intraprende a seguito di questa deliberazione di giunta regionale; - definire e porre le condizioni interne per l'attuazione di un piano diazione periodico, che delinei le attività da intraprendere nel periodo di tempo considerato, i possibili interlocutoril l'ambito geografico e il livello politico delle stesse. In breve, delineare una strategia di azione relativa alle tematiche di maggiore interesse per la Regione Puglia; - individuare gli ufficii servizi regionali e i soggetti esterni all' amministrazione regionale che si ritiene utile coinvolgere al fine di rendere efficace l'azione regionale in materia (a mero titolo esemplificativo: ram -Istituto agronomico mediterraneo, DARE - Distretto tecnologico agroalimentare, ARTI - Agenzia regionale per la tecnologia e rinnovazione): coinvolgerli nelle attività e assicurarne il feedback. Si propone la seguente composizione del Gruppo di lavoro ad hoc: - Francesco Manna, Capo di Gabinetto (coordinamento generale) - Giuseppe Ferro, Direttore Area Area Politiche per lo sviluppo rurale o suo delegato permanente; - Davide Pellegrino, Direttore Area Politiche per lo svilupp() economico. lavoro e innovazione o suo delegato permanente; - Paolo Casalino, Dirigente Ufficio rapporti con le istituzioru U.E. - Bruxelles; - Un membro designato dalla Fondazione diritti genetici; - Un membro designato danstituto dì Genetica Vegetale del CNR di Barii Un segretario, di volta in volta individuato tra i dipendenti del Gabinetto di Presidenza 0 1 a.ncora, tra i dipendenti degli uffici cui i componenti del Gruppo di lavoro afferiocono. 4

6 Doc. tras~. da: GAB.REG.PUGLIA 16/12/18 14:81 Pag: 6 I membri su indicati non percepiranno - per l'incarico - alcun compenso, indenrùtà, rimborso comunque denominato, fatto salvo l'ordinario trattamento di missione, nel caso le riunioni si svolgano in luogo differente dalla sede di lavoro. Il gruppo di lavoro sì riunirà su convocazione (inviata anche per posta elettronica) del Capo di Gabinetto. **************"'*** COPERTURA FINANZIARIA ai sensi della L.R. 28/2001 e s.m.i. Dal presente provvedimento, di natura progranunatoria, non deriva alcun onere a carico del bilancio regionale. ******"'***"i>******* Il P,eoi<I<:t.t. :tssessore alle risorse agroalimentari, sulla base delle risultanze istruttorie come innanzi i lustrate, propongono alla Giunta l'adozione del conseguente atto finale ai sensi dell' art. 4, comma 4, lettera a) della L-R. 4 febbraio 1997, n. 7. LA GIUNTA I udita la relazione e la conseguente proposta formulata ~'esi:'h:llh,"::.e-dall; alle risorse agroalimentari; vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per ct,1mpetenza in materia che ne attesta la conformità alla legislazione vigente; a voti unanimi espressi nei modi di legge DELIBERA - di fare propria la relazione del &esithet... dell' alle risorse agroalimentari, proponenti del presente provvedimento, che qui si intende integralmente riportata; - di prendere atto del programma di lavoro in tema di sperimentazione della biou:."cnologia MAS (Marked assisted selection), come delineato in narrativa; - di costituire una Gruppo di lavoro ad hoc per il coordinamento delle relative attività da intraprendere, cosi come indicato in narrativa e qui integralmente riportato, dando mandato al Capo di Gabinetto di convocarne la prima riuiùone, a seguito di individuazione - da parte dei Direttori d'area interessati - del delegato permanente che spetta loro designare e - da parte della Fondazione diritti genetici e del CNR Bari - del propri() componente. s

7 Doc. trasm. da: GAB.REG.PUGLIA 16/12/18 14:81 Pag: 7 IL SEGRETARIO no - D IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA 6

8 Doc. tras~. da: GAB.REG.PUGLIA 16/12/18 14:81 Pag: 8 I sottoscritti attestano che il procedimento istruttorio è stato espletato nel rispetto della vigente normativa nazionale, regionale e comunitaria e che il presente schema di provvedimento, dagli stessi predisposto ai fini dell' adozione deh'atto finale da parte della Giunta è conforme alle risultanze istruttorie. IL DIRIGENTE DELL'UFFICIO RAPPORTI CON LE ISTITUZIONI DELL'UNIONE EUROPEA Dott. Paolo Casalino IL DIRIGENTE DELL' UFFICIO INNOVAZIONE E CONOSCENZA IN AGRICOLTURA Dott. Luigi Trotta IL DIRETTORE DELL'AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO RURALE Dott. Giuseppe Mauro Ferro IL CAPO DI GABINETTO Avv. Francesco Manna L'ASSESSORE ALLE RISORSE AGROALIMETARI Dott Dario Stefano IL PRESIDENTE Ono Nichi Vendola ti l'r~scntf: provvced ento è esecutivo Il Segratarlo dello Giunto. Dott. Ro 7

9 Doc. trasm. da:8a854862?5 GAB.REG.PUGLIA 16/12/18 14:81 Pag: 9 All. n. 1.. Scheda ernlicativq siflreticq Riepilogo della proposta penrenuta dalla Fondazione diritti genetici La Regione Puglia potrebbe guidare Wl network di Regioni italiane ed europee nel quale gli assessorati airinnovazione e all'agricoltura operino per produrre un sistema basato sull'innovazione biotecnologica sostenibile (sia a Bruxelles che a Roma) e forniscano il loro contributo all'implementazione della strategia della Commissione Europea "Europe 2020" in materia. Di fondamentale importanza sarebbe il rilancio della Banca del Germoplasma di Bari. che potrebbe rappresentare: sul piano scientifico, il riferimento della produzione relativa al miglioramento varietale, sia di quello tradizionale per selezione c incrocio. ma soprattutto di quello biotecnologico rhèrito alla MAS; sul piano politico, il giacimento di infonnazioni genetiche per lo sviluppo di un baricentro Sud di produzione scientifica del miglioramento varietale (grazie al controllo che la Banca esercita sull'istituto dì Portici e sull'orto botanico di Palenno); sul piano internazionale, parte integrante del sistema dei giacimenti del GeITlloplasma presenti nel Bacino del Mediterraneo (Ankara, Aleppo~ Bengasi). Sempre in relazione ajla Banca del Gennoplasma di Bari. vi è da considerare ]a necessità di proteggere il giacimento di infonnazioni genetiche tramite brevetti di proprietà esclusiva della Regione, in modo da renderlo pubblicamente utilizzato ai fuli del bene pubblico, e non a fmi Ilpeculativi. l'ufficio di Bruxelles della Regione Puglia e la Fondazione Diritti Genetici esplorerebbero le possibilità dì attrarre risorse finanziarie tramite la partecipazione a bandi istituiti dall'unione Europea (VII Programma Quadro, Programma Cultura), e tramite la stipula di partnership con altre tondazioni c istituti. Infine, la collaborazione tra la Regione Puglia e la Fondazione Diritti Genetici potrebbe costituire un importante impulso allo sviluppo di progetti dì ricerca da parte di istituti ed università del territorio pugliese (ad es. Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari).

10 Doc. tras~. da: GAB.REG.PUGLIA 16/12/18 14:81 Pag: 18 PosSibili azioni da intraprendere A livello nazionale Definire le azioni da intraprendere presso il Ministero del)' Agricoltura e il Ministero della Ric~tca, nonché presso gli altri ministeri che hanno sottoscritto il protocollo di intesa sulla Mas; Cercare di coinvolgere altre regioni italiane nell'iniziativa (sfruttando il ruolo di coordinamento del sistema regionale in materia di agricoltura). A livello comunitario Organizzare una serie di incontri preliminari al fine comprendere lo stato dell'arte e individuare i possibili alleati nella sfera comunitaria (Rappresentanza Pennanente d ~ Italia a Bruxelles, Commissione Europea - DG Agri e DG Ricerca, associazioni di regioni europee, Comitato delle Regioni. Parlamento Europeo. fondazioni o istituti di ricerca impegnati nello sviluppo di progetti riguardanti la MAS in ambito europeo); Individuare potenziali partner che intendono impegnarsi su questa tematica (regioni italiane. regioni straniere, reti comunitarie che si occupano di agricoltura, rappresentanti delle istituzioni comunitarie, fondazioni o istituti di ricerca); Verificare se alcune reti comunitarie che si occupano di agricoltura e/o ricerca (ad es. Arepo, Ogm-free regions, Errin) lavorano O sono interessate a lavorare sul tema MAS. Se del caso, valutare la possibilità di entrare a far parte di una o più di queste reti comunitarie e - se possibile - avere un ruolo guida di un costituendo sottogruppò all' interno dì queste reti comunitarie, che porti avanti iniziative sul tema MAS; Tradurre le po$i:lioni condivise in documenti da portare all'attenzione dei decisori comunitari (Strategia EU2020), con particolare attenzione alla fase di dibattito in Parlamento europeo della prima attuazione della strategia. Possibili risorse finanziarie Monitoraggio e partecipazione a programmi comunitari a gestione diretta (in particolare VII Programma Quadro. Programma Cult~ azioni pilota deirlniziativa faro "Innovalion Union") Eventuale suppono finanziario di fondazioni o' istituti di ricerca interessati allo sviluppo della tecnica MAS Integrazione dei fondi strutturali con programmi a gestione diretta Attività di ricerca delle opportunità di finanziamento da svolgersi in maniera condivisa tra rutl1cio di Bruxelles della Regione Puglia e la Fondazione Diritti Genetici.

11 Doc. tra3~. da: GAB.REG.PUGLIA 16/12/18 14:81 Pag: Il Approfondimento sulla MAS La MAS (Ma:rker Assisted Selection) è una tecnica che accelera e,semplifica i tradizionali processi di selezione dejje migliori ~aratteristiche 'delle piante attraverso iiièroci ripetuti ottenuti grazie alle conoscenze di genetica e di biologia molecolare. E' l'unica biotecnologia accreditala prelsso la FAO. Si fonda sul principio che la diversità biologica presente awintemo di una stessa specie offre la possibilità di individuare vari~tà sessualmente compatibili con quelle di interesse commerciale, in grado di esptimere caratteristiche particolari. il, ' Tale tecnica si è dimostrata panicolannente utile per selezionare varietà di diverse specie vegetali con accresciute capacità produttive, di resistenza agli attacchi parassitari (riducendo in tal modo la necessità di ricorrere a trattamenti chimici), di maggior tolleranza alla salinità o con migliorate qualità nutritive; essendo ìnoltre pulita e non brevettabile. costituisce una concreta alternativa agli OGM. La MAS puoi anche essere utile per la selezione di varietà con ridotte necessità idriche (aspetto di rilevanza centrale dal punto di vista ambientale visto che oltre il 70% dei consumi d'acqua sono attribuibili all'agricoltura; )0. selezione di varietà con queste caratteristiche risponde inoltre alle esigenze di attuare politiche di adattamento ai cambiamenti climatici) o per il recupero di varietà scomparse o assai rare (controbuendo in trai modo alla crescita delel bodiversità vegetale). Lo. selezione assistita con l"ausilio di ma.rker molecolari viene praticata con grande successo già da prima dell'avvento degli OGM e con risujtati decisamente più inooraggianti e meno controversi: basti pensare che in Il Paesi in via di sviluppo sono stati sviluppati ben 677 progetti di applicazione della MAS su coltivazioni erbacee ed arboree; inoltre sul mercato sono presenti 28 varietà selezionate con'la MAS, alle quali si aggiungono diverse nuove varietà presentate però come varietà tradizionali. Ovviamente. il ricorso alla MAS va ponderato e lo. tecnica va vista come ausiliaria alla selezione varietale classica, anche ìn considerazione dei costi; per contro l'aspetto positivo é che non presenta particojari criticità sotto il profilo ambientale o etico e presenta ìl vantagg,io di consentire il ricorso alla genetica ed alla biologia molecolare (incentivando quindi la 'ricerca e l'applicazione l~cnojogica) senza il rischio di incorrere nei problemi posti dagli OGM.

LEGGE REGIONALE 11 dicembre 2013, n. 39

LEGGE REGIONALE 11 dicembre 2013, n. 39 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 166 del 17-12-2013 41605 LEGGE REGIONALE 11 dicembre 2013, n. 39 Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario, forestale e zootecnico. IL

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883 740 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883 Legge regionale n. 33/2006 Norme per lo Sviluppo dello Sport per Tutti Articolo 5 - Approvazione Protocollo d intesa e Convenzione tra

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 11 febbraio 2013, n. 194

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 11 febbraio 2013, n. 194 8985 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 11 febbraio 2013, n. 194 L.R. 24/2012 - Adozione dello Schema di Carta dei servizi per lo svolgimento delle funzioni di spazzamento, raccolta e trasporto dei

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 1 luglio 2008, n. 1147. onere a carico del bilancio regionale.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 1 luglio 2008, n. 1147. onere a carico del bilancio regionale. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 122 del 30-7-2008 14145 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 1 luglio 2008, n. 1147 Art. 2 Legge regionale 22 novembre 2005, n. 13. Approvazione profili

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 16 gennaio 2013, n. 3

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 16 gennaio 2013, n. 3 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 16 gennaio 2013, n. 3 Sistema di valutazione del livello di sostenibilità ambientale degli edifici in attuazione della Legge Regionale Norme per l abitare sostenibile

Dettagli

AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO RURALE SERVIZIO FORESTE. Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale

AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO RURALE SERVIZIO FORESTE. Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale R E G I O N E P U G L I A AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO RURALE SERVIZIO FORESTE Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale Codice CIFRA: FOR/ DEL / 2011 /00 OGGETTO: L:R. 18/2000 L.R. 3/2010 Disposizioni

Dettagli

PARTE SECONDA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 4 giugno 2014, n. 1135

PARTE SECONDA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 4 giugno 2014, n. 1135 21562 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 86 del 02 07 2014 PARTE SECONDA Deliberazioni del Consiglio e della Giunta DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 4 giugno 2014, n. 1135 Programma di Cooperazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 18 novembre 2008, n. 2204

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 18 novembre 2008, n. 2204 21778 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 18 novembre 2008, n. 2204 App. schema di Conv. Per attività di ric. e speriment.ne app. tra Regione Puglia e Consiglio per la Ricerca e la Spe.ne in Agr. (CRA)

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 4 agosto 2010, n. 1832. Approvazione del progetto esecutivo del Piano di Comunicazione del PSR PUGLIA 2007-2013

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 4 agosto 2010, n. 1832. Approvazione del progetto esecutivo del Piano di Comunicazione del PSR PUGLIA 2007-2013 25258 comma 2 dell articolo 7 del Decreto del Presidente della Giunta Regionale 3 marzo 201, n. 215 - il divieto di bruciare le stoppie e qualsiasi materiale vegetale su tutto il territorio regionale prima

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 14 gennaio

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 14 gennaio 5428 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 19 del 12 02 2014 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 14 gennaio 2014, n. 8 Azione di sistema Welfare to Work Aggiornamento delle indicazioni operative,

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 maggio 2014, n. 943

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 maggio 2014, n. 943 19287 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 maggio 2014, n. 943 P.C.T.E. Grecia Italia 2007/2013 Progetto BIG. Accordo con il Dipartimento di Biologia ed il Museo Orto Botanico dell Università degli

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 dicembre 2013, n. 2319

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 dicembre 2013, n. 2319 42803 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 dicembre 2013, n. 2319 Recepimento dell Accordo tra Governo, Regioni e Province Autonome del 22 febbraio 2012 sui corsi di formazione abilitanti per l utilizzo

Dettagli

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 69 della Deliberazione DEL 08/04/2013 OGGETTO: DECENTRAMENTO DELLE COMPETENZE DEL SERVIZIO EX - UMA RELATIVO

Dettagli

4. di dichiarare a tutti gli effetti di legge la presente deliberazione immediatamente esecutiva.

4. di dichiarare a tutti gli effetti di legge la presente deliberazione immediatamente esecutiva. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 80 del 10 06 2015 23175 All esito della suesposta istruttoria, si rimette alla Giunta regionale l approvazione del presente atto ricognitivo dei provvedimenti,

Dettagli

COMUNE DI SORGONO. (Provincia di Nuoro) VERBALE ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 91

COMUNE DI SORGONO. (Provincia di Nuoro) VERBALE ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 91 COMUNE DI SORGONO (Provincia di Nuoro) VERBALE ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 91 OGGETTO: Attribuzione risorse al Responsabile dell Area Finanziaria per la copertura assicurativa annua

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 27 dicembre 2012, n. 2954

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 27 dicembre 2012, n. 2954 4444 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 27 dicembre 2012, n. 2954 Finanziamento, mediante l utilizzo delle risorse liberate di cui al P.O.R. Puglia 2000-2006, delle borse di studio ADISU. L Assessore

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 dicembre 2014, n. 2792

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 dicembre 2014, n. 2792 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 dicembre 2014, n. 2792 D.G.R. 27 ottobre 2011, n. 2369 Disposizioni in materia vivaistica forestale regionale. Approvazione programmazione attività dei vivai forestali

Dettagli

Regione Puglia AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO RURALE SERVIZIO ALIMENTAZIONE

Regione Puglia AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO RURALE SERVIZIO ALIMENTAZIONE Regione Puglia AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO RURALE SERVIZIO ALIMENTAZIONE Determinazione del Dirigente del Servizio Alimentazione N.63 /ALI di registro delle determinazioni Codice CIFRA 155/DIR/2012/000063

Dettagli

della L.R. n. 28/2001 e codificato secondo quanto previsto dal D.Lgs. 118/2011;

della L.R. n. 28/2001 e codificato secondo quanto previsto dal D.Lgs. 118/2011; 14208 della L.R. n. 28/2001 e codificato secondo quanto previsto dal D.Lgs. 118/2011; di comunicare la presente deliberazione al Consiglio regionale ai sensi dell art. 42 della L.R. n. 28/2001 e successive

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE ORIGINALE Seduta del 10/11/2011 n. 425 del Registro deliberazioni Istituzione presso l Istituto di Istruzione Superiore Sen.

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 21 giugno 2011, n. 1381

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 21 giugno 2011, n. 1381 19273 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 21 giugno 2011, n. 1381 Modello di accreditamento della formazione continua della Regione Puglia L Assessore alle Politiche della Salute, Prof. Tommaso Fiore,

Dettagli

MOZIONE VOLTA A: Salvaguardare il territorio comunale dalla coltivazione di organismi geneticamente modificati

MOZIONE VOLTA A: Salvaguardare il territorio comunale dalla coltivazione di organismi geneticamente modificati pagina 1 di 5 Cavriglia,. Ottobre 2014 Al Presidente del Consiglio Comunale e Sindaco di Cavriglia Sig. Leonardo Degl Innocenti o Sanni All assessore con delega all ambiente Sig. Filippo Boni MOZIONE VOLTA

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 febbraio 2015, n. 224

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 febbraio 2015, n. 224 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 febbraio 2015, n. 224 Servizio di monitoraggio dei corpi idrici sotterranei (P.O. FESR 2007/2013 - Asse II Linea di intervento 2.1.) - Azione 2.1.4.). Approvazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 17 aprile 2015, n. 798

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 17 aprile 2015, n. 798 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 17 aprile 2015, n. 798 Approvazione Piano 2015 delle attività ammesse a finanziamento nel settore dello Spettacolo (Regolamento Regionale del 13.04.2007 n. 11 e s.m.,

Dettagli

REGIONE PUGLIA. Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale

REGIONE PUGLIA. Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale REGIONE PUGLIA Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale Codice CIFRA: LAV / DEL / 2010/ OGGETTO: Accesso al contributo regionale per il sostegno ai contratti di solidarietà difensivi. Proroga deliberazione

Dettagli

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 228 19/05/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 7616 DEL 13/05/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: Area: AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA Prot. n.

Dettagli

COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno

COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE *** COPIA *** numero 20 del 27-09-2011 SEDUTA: ORDINARIA- CONVOCAZIONE:PRIMA OGGETTO: ADESIONE DEL COMUNE DI SALA CONSILINA

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 16 maggio 2011, n. 1101

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 16 maggio 2011, n. 1101 16959 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 16 maggio 2011, n. 1101 DGR 1079/2008. Linee Guida per i siti web delle Aziende ed Istituti Pubblici del SSR e per l utilizzo della posta elettronica certificata.

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 28 novembre 2014, n. 2514

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 28 novembre 2014, n. 2514 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 28 novembre 2014, n. 2514 Rettifica della Delibera di G.R. n.1826 del 06/08/2014. Progetto make it REAAL. Presa d atto dell approvazione del progetto e dell ammissione

Dettagli

COMUNE DI SORGONO PROVINCIA DI NUORO V E R B A L E O R I G I N A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE N.159

COMUNE DI SORGONO PROVINCIA DI NUORO V E R B A L E O R I G I N A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE N.159 COMUNE DI SORGONO PROVINCIA DI NUORO V E R B A L E O R I G I N A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE N.159 OGGETTO: Rinnovo annuale della multi licenza antivirus e di una casella per

Dettagli

- di disporre la pubblicazione della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.

- di disporre la pubblicazione della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. 15489 - di disporre la pubblicazione della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. Il Segretario della Giunta Teresa Scaringi Il Presidente della Giunta Dott. Nichi Vendola

Dettagli

CLASSE 4^I ANNO 2011/12

CLASSE 4^I ANNO 2011/12 CLASSE 4^I ANNO 2011/12 - CHI SIAMO - COSA SONO - APPLICAZIONI PRATICHE - VANTAGGI - DIBATTITO - ASPETTI NORMATIVI - CONSIGLI DI LETTURA - FONTI Andrea Gasperini Lorenzo Godoli Giacomo Gigliotti Filippo

Dettagli

COMUNE DI SORGONO PROVINCIA DI NUORO V E R B A L E O R I G I N A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE N.1

COMUNE DI SORGONO PROVINCIA DI NUORO V E R B A L E O R I G I N A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE N.1 COMUNE DI SORGONO PROVINCIA DI NUORO V E R B A L E O R I G I N A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE N.1 OGGETTO: Fornitura del software applicativo per la gestione delle pratiche edilizie.

Dettagli

Roberto Gatto SERVIZIO AMBIENTE E AGRICOLTURA P.O. Zootecnia Via Tiziano, 44 60125 ANCONA

Roberto Gatto SERVIZIO AMBIENTE E AGRICOLTURA P.O. Zootecnia Via Tiziano, 44 60125 ANCONA Gli OGM nella filiera agro-alimentare: una rinuncia ragionata o un opportunità non colta? ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA' Viale Regina Elena 299 - ROMA Aula Pocchiari, 10 febbraio 2015 OGM in agricoltura:

Dettagli

Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario e forestale. Art. 1. (Finalità)

Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario e forestale. Art. 1. (Finalità) Legge regionale 22 aprile 2002, n. 11 Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario e forestale Art. 1 (Finalità) 1. La Regione autonoma Friuli Venezia Giulia favorisce e promuove, nell'ambito

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O M U N E D I A L A (Provincia di Trento) N. 099 Registro delibere Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Approvazione rendiconti economici relativi alla procedura di rimborso maggiori

Dettagli

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale. Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l Innovazione. Servizio Competitività

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale. Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l Innovazione. Servizio Competitività R E G I O N E P U G L I A Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l Innovazione Servizio Competitività CODICE CIFRA: CMP/DEL/2014/ OGGETTO: PO FESR

Dettagli

Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario e forestale

Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario e forestale LEGGE REGIONALE 22/04/2002, N. 11 Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario e forestale Art. 1 (Finalita ) 1. La Regione autonoma Friuli Venezia Giulia favorisce e promuove, nell ambito

Dettagli

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME. ORDINE DEL GIORNO IN MATERIA DI OGM Organismi Geneticamente Modificati

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME. ORDINE DEL GIORNO IN MATERIA DI OGM Organismi Geneticamente Modificati MNS2GWÀ1 O Ntt.LÀ SCRUTA DEL l..~pr.z CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 12/49/CR9b/C10 ORDINE DEL GIORNO IN MATERIA DI OGM Organismi Geneticamente Modificati La Conferenza delle Regioni

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O M U N E D I A L A (Provincia di Trento) N. 178 Registro delibere Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Prelevamento Fondo di Riserva e impegno di spesa per l assistenza, la manutenzione

Dettagli

Estratto del Verbale di Seduta DELLA GIUNTA COMUNALE DI REGGIO EMILIA

Estratto del Verbale di Seduta DELLA GIUNTA COMUNALE DI REGGIO EMILIA COMUNE DI REGGIO EMILIA Estratto del Verbale di Seduta DELLA GIUNTA COMUNALE DI REGGIO EMILIA I.D. n. 238 in data 20-09-2011 P.G. n. 16673 L'anno duemilaundici addì 20-venti- del mese settembre alle ore

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. Deliberazione della Giunta Provinciale. Registro Delibere di Giunta N. 60

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. Deliberazione della Giunta Provinciale. Registro Delibere di Giunta N. 60 REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone Deliberazione della Provinciale Registro Delibere di N. 60 OGGETTO: Piano Triennale Sperimentale della Disabilità 2011-2013. "Patto tra le parti per la realizzazione

Dettagli

Il IIII Il Il Il I Il Il' I Al

Il IIII Il Il Il I Il Il' I Al DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE ED INTERNAZIONALI E DELLO SVILUPPO RURALE Ex DIREZIONE GENERALE DELLA COMPETITIVITA PER LO SVILUPPO RURALE Ex COSVIR IX. - - - - - -- - -- p-- - -. EX DO COSVIR Prot.

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il Reg. CE n. 834/2007 del Consiglio del 28 giugno 2007, pubblicato nella GUCE 20 luglio 2007, che detta gli obiettivi ed i principi della produzione biologica nonché le norme di produzione, di etichettatura

Dettagli

Orientamenti dell Unione europea per gli aiuti di Stato nei settori agricolo e forestale 2014-2020

Orientamenti dell Unione europea per gli aiuti di Stato nei settori agricolo e forestale 2014-2020 Allegato alla Delib.G.R. n. 13/11 del 31.3.2015 Legge regionale 11 marzo 1998, n. 8, articolo 23. Aiuti per i danni alla produzione agricola. Nuove direttive di attuazione. 1. Quadro normativo Orientamenti

Dettagli

AREA FINANZA E CONTROLLI SERVIZIO DEMANIO E PATRIMONIO

AREA FINANZA E CONTROLLI SERVIZIO DEMANIO E PATRIMONIO AREA FINANZA E CONTROLLI SERVIZIO DEMANIO E PATRIMONIO Codice CIFRA: DEM/DEL/2014/000 OGGETTO: L.R. n. 27/95 e L.R. n. 23/2011 Avvio procedimento per la locazione migliorativa del Complesso immobiliare,

Dettagli

a) la valutazione dei rischi e, in esito alla stessa, ad adottare le previste misure generali per la prevenzione

a) la valutazione dei rischi e, in esito alla stessa, ad adottare le previste misure generali per la prevenzione 22966 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 79 del 09 06 2015 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 6 maggio 2015, n. 919 Intesa, ai sensi dell art. 8, comma 6) della Legge 5 giugno 2003 n 131, tra

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O M U N E D I A L A (Provincia di Trento) N. 57 Registro delibere Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Integrazione contratto di affitto fondo di Malga Perobia. L'anno duemiladieci,

Dettagli

copia n 372 del 04.12.2013

copia n 372 del 04.12.2013 CITTÀ DI AGROPOLI (Provincia di Salerno) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE copia n 372 del 04.12.2013 OGGETTO : DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.303 DELL 8/10/2013, AVENTE AD OGGETTO : FONDO TENUTA

Dettagli

IL PRESIDENTE. Decreto del Presidente n.18 del 28 luglio 2014

IL PRESIDENTE. Decreto del Presidente n.18 del 28 luglio 2014 IL PRESIDENTE Decreto del Presidente n.18 del 28 luglio 2014 Selezione pubblica, per titoli e colloquio, per una borsa di studio annuale, rinnovabile per ulteriori due anni, nell ambito del Progetto Interventi

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI VERGATO PROVINCIA DI BOLOGNA C O P I A

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI VERGATO PROVINCIA DI BOLOGNA C O P I A DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI VERGATO PROVINCIA DI BOLOGNA Comunicata ai Capigruppo C O P I A il Nr. Prot. PARERE NEGATIVO DEL COMUNE DI VERGATO ALLA RICERCA DI IDROCARBURI "FIUME PANARO"

Dettagli

REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO RURALE Servizio Agricoltura

REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO RURALE Servizio Agricoltura ALLEGATO A REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO RURALE Servizio Agricoltura LINEE GUIDA PER IL PARCO DELLA RICERCA E SPERIMENTAZIONE FINALIZZATA ALLA PREVENZIONE E AL CONTENIMENTO DEL COMPLESSO

Dettagli

Regione Toscana A.R.S.I.A. Maria Grazia Mammuccini

Regione Toscana A.R.S.I.A. Maria Grazia Mammuccini Regione Toscana A.R.S.I.A. Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l Innovazione nel Settore Agricolo e Forestale Maria Grazia Mammuccini Razze e varietà locali: esperienze dalla Toscana per considerare i

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO PROVINCIA DI PALERMO

COMUNE DI COLLESANO PROVINCIA DI PALERMO COMUNE DI COLLESANO PROVINCIA DI PALERMO COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 08 DEL 16.01.2014 IMMEDIATAMENTE ESECUTIVA OGGETTO: Adozione Programma Triennale dei LL.PP. relativo al triennio

Dettagli

OGGETTO: ESAME ED ADOZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTALLAZIONE DI STRUTTURE TEMPORANEE E PRECARIE.

OGGETTO: ESAME ED ADOZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTALLAZIONE DI STRUTTURE TEMPORANEE E PRECARIE. Codice 10487 C.C. n. 11 /2008 N. 11 del Registro delle Deliberazioni DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE comunale; L anno duemilaotto, addì diciassette del mese di marzo, alle ore 20,35 nella sede Previa

Dettagli

a voti unanimi espressi nei modi di legge DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 18 settembre 2012, n. 1807

a voti unanimi espressi nei modi di legge DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 18 settembre 2012, n. 1807 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 142 del 02-10-2012 33663 a voti unanimi espressi nei modi di legge DELIBERA di prendere atto di quanto indicato in premessa e di farlo proprio; di approvare

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.5

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.5 C o p i a A l b o SOGGETTA a comunicazione prefettura. NON SOGGETTA a comunicazione prefettura. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.5 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO N.

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE COMUNE DI VILLA Provincia di Como GUARDIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 21 del registro delle deliberazioni Codice ISTAT: 013245 OGGETTO: Approvazione Piano d Azione per l Energia Sostenibile

Dettagli

COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce

COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce Piazza Terra 73040 0833.902711 www.comune.alliste.le.it DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 17 DEL 28/02/2014 OGGETTO: EROGAZIONE DI SERVIZI DI CONNETTIVITA E SICUREZZA

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 19 maggio 2011, n. 1111

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 19 maggio 2011, n. 1111 17466 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 91 del 10-06-2011 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 19 maggio 2011, n. 1111 Approvazione dei percorsi per la diagnosi e la cura delle bronco-pneumopatie

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Comunicazione Prefettura ex art. 135 D.Lgs. 267/2000 COPIA WEB Deliberazione N. 30 in data 11/03/2014 Prot. N. 4218 COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di Deliberazione

Dettagli

Deliberazione della Giunta Regionale 19 maggio 2015, n. 1034 VISTO

Deliberazione della Giunta Regionale 19 maggio 2015, n. 1034 VISTO Deliberazione della Giunta Regionale 19 maggio 2015, n. 1034 Interventi innovativi e sperimentali per l'integrazione sociale per le persone con disabilità. Indirizzi operativi per la selezione dei progetti

Dettagli

Ufficio Affari Generali Decreto n. 84 Prot. n. 8321 Anno 2013 IL RETTORE

Ufficio Affari Generali Decreto n. 84 Prot. n. 8321 Anno 2013 IL RETTORE Ufficio Affari Generali Decreto n. 84 Prot. n. 8321 Anno 2013 IL RETTORE - VISTO lo Statuto dell Università degli studi di Firenze emanato con Decreto Rettorale n.329 del 6 aprile 2012; - VISTO il Regolamento

Dettagli

CITTÀ DI FIUMICINO (PROVINCIA DI ROMA)

CITTÀ DI FIUMICINO (PROVINCIA DI ROMA) CITTÀ DI FIUMICINO (PROVINCIA DI ROMA) COPIA DELLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 43 del reg. data 27/04/2011 Oggetto: Approvazione schema di Protocollo d Intesa tra il Comune di Fiumicino e l

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA

PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA Deliberazione di Giunta Provinciale N. di registro n.08/11 U.O.A. Riserve Naturali Deliberazione N OGGETTO: R.N.O. Pino d Aleppo e R.N.S.B. Macchia foresta del fiume Irminio

Dettagli

TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLA BIODIVERSITÀ

TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLA BIODIVERSITÀ Dossier n. 68 Ufficio Documentazione e Studi 23 dicembre 2014 TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLA BIODIVERSITÀ AGRARIA E ALIMENTARE PREMESSA La tutela e la salvaguardia delle risorse genetiche per l alimentazione

Dettagli

La proposta legislativa COM (2014) 180 Riforma del Reg.UE 834/2007

La proposta legislativa COM (2014) 180 Riforma del Reg.UE 834/2007 La proposta legislativa COM (2014) 180 Riforma del Reg.UE 834/2007 Anabio e la Cia ritengono fondamentale approvare al più presto la Proposta di regolamento per la produzione e l etichettatura dei prodotti

Dettagli

CITTA DI PIAZZA ARMERINA (Provincia Regionale di Enna)

CITTA DI PIAZZA ARMERINA (Provincia Regionale di Enna) CITTA DI PIAZZA ARMERINA (Provincia Regionale di Enna) Verbale del Registro delle Deliberazioni della Giunta Comunale N. 245 Reg. Data 03/11/2009 Oggetto: EROGAZIONE CONTRIBUTO PER SPESE FUNEBRI. L anno

Dettagli

COMUNE DI CEPRANO. Provincia di Frosinone DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 32 Del 01-04-15

COMUNE DI CEPRANO. Provincia di Frosinone DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 32 Del 01-04-15 COMUNE DI CEPRANO Provincia di Frosinone DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 32 Del 01-04-15 COPIA Oggetto: BILANCIO PARTECIPATIVO ANNO 2015. DETERMINAZIONI L'anno duemilaquindici il giorno uno

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 17 luglio 2012, n. 1449

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 17 luglio 2012, n. 1449 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 17 luglio 2012, n. 1449 Piano regionale di riparto del finanziamento statale per la fornitura dei libri di testo. Anno scolastico 2012/2013. L Assessore con delega

Dettagli

CITTA` DI FRANCAVILLA FONTANA PROVINCIA DI BRINDISI

CITTA` DI FRANCAVILLA FONTANA PROVINCIA DI BRINDISI CITTA` DI FRANCAVILLA FONTANA PROVINCIA DI BRINDISI COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 313 del 25/11/2015 OGGETTO: Regolamento per il servizio di auto noleggio con conducente delibera

Dettagli

COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese

COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese Provincia di Varese DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A N. 10 Reg. Deliberazioni OGGETTO: PIANO DELLA TRASPARENZA 2015/2017 L'anno duemilaquindici addì ventisei del mese di Gennaio alle ore 14:00

Dettagli

R E G I O N E P U G L I A. Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale

R E G I O N E P U G L I A. Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale R E G I O N E P U G L I A Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE, DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITA Servizio Programmazione Assistenza Ospedaliera

Dettagli

Spett.le Corte dei Conti Procura Regionale della Puglia Via Matteotti, 56. 70121 Bari. C.A.: dott. Francesco Lorusso

Spett.le Corte dei Conti Procura Regionale della Puglia Via Matteotti, 56. 70121 Bari. C.A.: dott. Francesco Lorusso ROMA Via G. Pisanelli, 4 00196 Roma TEL. +39 06 9837241 FAX SERVER +39 06 98372499 Spett.le Corte dei Conti Procura Regionale della Puglia Via Matteotti, 56 70121 Bari C.A.: dott. Francesco Lorusso MILANO

Dettagli

Per le motivazioni in narrativa esposte, che qui si intendono condivise: dal Dirigente dello stesso Ufficio e dal Dirigente del Settore, riferisce:

Per le motivazioni in narrativa esposte, che qui si intendono condivise: dal Dirigente dello stesso Ufficio e dal Dirigente del Settore, riferisce: Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 81 del 9-6-2005 8271 Per le motivazioni in narrativa esposte, che qui si intendono condivise: di concedere, ai sensi dell art. 10 della L. 475/68, al Comune

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O M U N E D I A L A (Provincia di Trento) N. 82 Registro delibere Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Approvazione contratto fornitura relativo al servizio Protocollo Federato trentino

Dettagli

COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE

COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE Prot n.200/s del 27.05.2014 D.Legvo COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N. 102 Del 22.05.2014 OGGETTO Approvazione convenzione affidamento

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta comunale. n. 112 dd. 18.12.2014

Verbale di Deliberazione della Giunta comunale. n. 112 dd. 18.12.2014 Deliberazione n. 112 dd. 18.12.2014 Pagina 1 di 5 COMUNE DI SAN LORENZO I N BANALE Provinci a di T r en to Verbale di Deliberazione della Giunta comunale n. 112 dd. 18.12.2014 OGGETTO: Liquidazione delle

Dettagli

Centro Direzionale di Napoli isola F9 80143 NAPOLI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. N. 12 del 05 MAR 2015

Centro Direzionale di Napoli isola F9 80143 NAPOLI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. N. 12 del 05 MAR 2015 Centro Direzionale di Napoli isola F9 80143 NAPOLI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 12 del 05 MAR 2015 L anno 2015, il giorno 5 del mese di Marzo, in Napoli nella sede dell A.R.SAN., il Direttore

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI ASSO Provincia di Como COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. 109 del 14.09.2011 Oggetto: AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (V.A.S.) DEL DOCUMENTO DI

Dettagli

Comune di Sassari Deliberazione della Giunta

Comune di Sassari Deliberazione della Giunta N. del Reg. 31 Comune di Sassari Deliberazione della Giunta OGGETTO PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2013/2014/2015/2016 - ADOZIONE L anno duemilaquattordici addì ventotto mese di gennaio

Dettagli

copia n 227 del 05.07.2013

copia n 227 del 05.07.2013 CITTÀ DI AGROPOLI (Provincia di Salerno) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE copia n 227 del 05.07.2013 OGGETTO : ANNO SCOLASTICO 2013-2014 REVOCA DELIBERAZIONE N.280 DEL 13.09.2012 - FORNITURA LIBRI DI

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI CIMINNA PROVINCIA DI PALERMO Prot. Albo n. 1512 del 29/11/2013 COPIA Immediatamente esecutiva SI NO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 47 DEL 21/11/2013 OGGETTO: Approvazione programma per

Dettagli

Le misure dello sviluppo rurale a favore della biodiversità

Le misure dello sviluppo rurale a favore della biodiversità ECORICE e le prospettive future Le misure dello sviluppo rurale a favore della biodiversità Mario Perosino Regione Piemonte Direzione Agricoltura mario.perosino@regione.piemonte.it ECORICE e le prospettive

Dettagli

COMUNE DI MONTEFORTE D'ALPONE PROVINCIA DI VERONA

COMUNE DI MONTEFORTE D'ALPONE PROVINCIA DI VERONA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTEFORTE D'ALPONE PROVINCIA DI VERONA C O P I A Affissa all'albo Pretorio il 18/06/2015 INCARICO STUDIO ARENA BROKER SRL PER CONSULENZE ASSICURATIVE Nr.

Dettagli

LINEE PROGRAMMATICHE PER LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI PIEMONTESI

LINEE PROGRAMMATICHE PER LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI PIEMONTESI LINEE PROGRAMMATICHE PER LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI PIEMONTESI Premessa La Regione Piemonte considera la qualità delle produzioni uno degli strumenti fondamentali per favorire il consolidamento

Dettagli

Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE Provincia di Torino Città di Orbassano VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 59 OGGETTO: CONVENZIONE PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI RECIPROCI TRA LA PROVINCIA DI TORINO E IL

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 5 marzo 2012, n. 394

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 5 marzo 2012, n. 394 9623 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 5 marzo 2012, n. 394 Adozione delle linee di indirizzo regionale sulla attività di formazione nelle aziende sanitarie. L Assessore alle Politiche della Salute,

Dettagli

COMUNE DI SAN FILIPPO DEL MELA

COMUNE DI SAN FILIPPO DEL MELA COMUNE DI SAN FILIPPO DEL MELA PROVINCIA DI MESSINA COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 11 del Reg. Data 03-02-2015 Oggetto: Approvazione Piano Triennale di prevenzione della corruzione e dell'illegalit

Dettagli

COMUNE DI GRAVINA IN PUGLIA DIREZIONE 04. 0401 - Ambiente e Politiche Comunitarie Registro di Servizio: 23 del 06/12/2012

COMUNE DI GRAVINA IN PUGLIA DIREZIONE 04. 0401 - Ambiente e Politiche Comunitarie Registro di Servizio: 23 del 06/12/2012 COMUNE DI GRAVINA IN PUGLIA DIREZIONE 04 0401 - Ambiente e Politiche Comunitarie Registro di Servizio: 23 del 06/12/2012 OGGETTO: Fornitura piantine per aiuole e terreno vegetale. Approvazione verbale

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 23 dicembre 2013, n. 2514. Il programma di promozione dei prodotti agroalimentari

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 23 dicembre 2013, n. 2514. Il programma di promozione dei prodotti agroalimentari DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 23 dicembre 2013, n. 2514 Programma di promozione dei prodotti agroalimentari pugliesi di qualità ed Educazione Alimentare Annualità 2014. L Assessore regionale alle

Dettagli

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA?

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA? Cos è la Produzione Integrata (PI). Con questo scritto desidero fare una cronistoria sulla produzione integrata, un sistema di lotta iniziato negli anni 80, dove un ticinese nella persona del Dott. Mario

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014-2016 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014-2016 Predisposto dal responsabile per la trasparenza e pubblicato nella sezione Amministrazione trasparente del sito web istituzionale www.venetoagricoltura.org

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONA- LE 28 dicembre 2000, n. 1939

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONA- LE 28 dicembre 2000, n. 1939 402 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONA- LE 28 dicembre 2000, n. 1939 D.M. 24.02.2000 Determinazione dei consumi medi dei prodotti petroliferi impiegati in lavori agricoli, orticoli, in allevamento, nella

Dettagli

- disporre che il presente provvedimento sia pubblicato sul B.U.R.P. ai sensi dell art. 6 della L.R. n. 13/1994.

- disporre che il presente provvedimento sia pubblicato sul B.U.R.P. ai sensi dell art. 6 della L.R. n. 13/1994. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 33 del 19-02-2010 5599 - disporre che il presente provvedimento sia pubblicato sul B.U.R.P. ai sensi dell art. 6 della L.R. n. 13/1994. Il Segretario della

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA SUL TERRITORIO DELLA REGIONE IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGIONE

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA SUL TERRITORIO DELLA REGIONE IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGIONE FORMAT ACCORDO MINISTERO DELLO REGIONE SVILUPPO ECONOMICO ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA SUL TERRITORIO DELLA REGIONE IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO E REGIONE VISTO l articolo

Dettagli

CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE. Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 247/ 2013

CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE. Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 247/ 2013 CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 247/ 2013 OGGETTO: PSR PUGLIA 2007\2013 ASSE IV LEADER - MISURA 313 AZIONE INVESTIMENTI FUNZIONALI ALLA CREAZIONE DI CENTRI

Dettagli

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI PROVINCIA DI PALERMO

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI PROVINCIA DI PALERMO COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI PROVINCIA DI PALERMO IMMEDIATA ESECUZIONE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. Del Registro - Anno 2013 4SI,-...vii-!-.. OGGETTO: PROGETTO «CARE GIVER" FONDI UNRRA

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 01 agosto 2008, n. 1498. Progetto Rete Regionale per il prelievo e la raccolta del sangue placentare.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 01 agosto 2008, n. 1498. Progetto Rete Regionale per il prelievo e la raccolta del sangue placentare. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 127 del 14-8-2008 14467 PARTE SECONDA Deliberazioni del Consiglio e della Giunta DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 01 agosto 2008, n. 1498 Progetto Rete

Dettagli

COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE

COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE Prot n. 115/ S del 08.03.2011 D.Legvo COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N. 39 Del 07.03.2011 OGGETTO Espletamento della gara ad evidenza

Dettagli