LA VALUTAZIONE DELL ABILITA RITMICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA VALUTAZIONE DELL ABILITA RITMICA"

Transcript

1 LA VALUTAZIONE DELL ABILITA RITMICA Dipartimento di Scienze del Movimento Umano e dello Sport Dottorato di Ricerca Scienza dello Sport, dell Esercizio Fisico e dell Ergonomia -XXIV Ciclo- Settore Disciplinare: M-EDF/02 Metodi e didattiche delle attività sportive Dottorando Dott. Flora Iannarilli Tutore Prof. ssa Laura Capranica ABSTRACT (versione italiana) L abilità ritmica, definita come l abilità di compiere in forma regolare e ricorrente una successione di eventi motori in accordo con i parametri spazio temporali (Thomas & Moon, 1976; Zachopoulou & Mantis, 2001), si concreta nella capacità di riprodurre una percezione acustica in una corrispondente condotta motoria (Fraisse et al., 1949). In ambito motorio, tale abilità è ritenuta fondamentale per lo sviluppo, l esecuzione e l apprendimento delle abilità motorie (Thomas & Moon, 1976), ed è considerata una componente essenziale per l esecuzione di movimenti coordinati (Johnson & Nelson, 1986). Inoltre, essere ritmicamente accurato e detenere la stabilità di un ritmo durante l esecuzione di un gesto motorio e/o sportivo sono da considerarsi per un atleta abilità fondamentali (Zachopoulou et al., 2000). Dall analisi della letteratura emerge, inoltre, che l abilità ritmica è soggetta ad acculturazione ed esperienza, e tende a decrescere con l età (Smoll, 1975; High, 1987; Nagasaki et al., 1988; Weikart, 1989; Volman & Geuze, 2000; Halpen & Bartlett, 2002; Krampe, Mayr & Kliegl, 2005). Infine, è stato osservato che la variabilità delle risposte a stimoli ritmici può dipendere dagli intervalli temporali presenti nella struttura ritmica da riprodurre (Essens, 1986; Sakai, 2004), e dai segmenti corporei interessati all azione (Paillard, 1948; Fraisse, 1980; Aschersleben et. al., 2002; Hausdorf et al., 2005; Repp, 2005). Data l alta variabilità dei fattori che concorrono a condizionamento del suo manifestarsi, e a causa delle differenti procedure

2 metodologiche impiegate al fine della sua valutazione, purtroppo, il panorama scientifico offre un quadro che tende alla frammentazione dei risultati, rendendo la comparazione degli stessi di difficile attuazione. Inoltre le procedure sperimentali, generalmente, tendono a focalizzarsi su metodiche in grado di rilevare nel soggetto dati specifici a singoli segmenti corporei, relativamente a compiti motori semplici (i.e. tapping), ripetitivi ed isolati. Pertanto, lo scopo del presente lavoro è quello di valutare l abilità ritmica degli individui, in relazione a parametri ritmici di differente difficoltà e alla complessità del compito motorio (i.e., tapping, stepping, walking), ed indagare l effetto moderatore dell età e della pratica sportiva. Hanno partecipato allo studio individui sedentari, di entrambi i sessi, appartenenti a due classi di età (adulti, anziani), ed atleti praticanti discipline sportive provenienti dai gruppi sportivi della polisportiva dell Università degli Studi di Roma Foro Italico. Il primo studio Age-related Changed of Rhythmic Ability in Musically Trained and Untrained Individuals, ha voluto però, isolatamente indagare il ruolo della complessità ritmica nella capacità di riproduzione mediante un solo compito motorio (i.e., tapping). Nello specifico lo scopo di tale studio è stato quello di verificare l incidenza dell età sulla capacità di riprodurre patterns ritmici in individui anziani musicalmente illetterati, comparati con soggetti adulti musicalmente illetterati ed anziani musicisti. Ai partecipanti era richiesto di riprodurre su di una tastiera elettronica, tre sequenze ritmiche (Test Persichini & Capranica, 2004) differenti per tempo frazionario, numero degli eventi presenti nella struttura ritmica, rapporto temporale tra gli eventi e tempo totale della durata della struttura ritmica. Le differenze tra la riproduzione eseguita dai soggetti e lo standard di riferimento sono state calcolate secondo tre parametri di valutazione: 1) rispetto del numero degli eventi ( NE); 2) durata totale ( T); 3) rapporto temporale tra gli eventi ( R). Tutte le variabili mostrano che tale abilità tende a decrescere dopo i 60 anni di età. Nello specifico è stato osservato che gli adulti, rispetto ai due sottogruppi di anziani (anziani più giovani ed anziani) riescono a discriminare e riprodurre in forma più accurata le tre strutture ritmiche. All interno del gruppo dei più anziani la capacità di riproduzione ritmica sembra dipendere dall aver praticato o meno

3 allenamento musicale. I musicisti, infatti, evidenziano caratteri di accuratezza migliori rispetto alla loro controparte illetterata, del tutto assimilabili a quelli dei soggetti più giovani. I risultati pertanto confermano l ipotesi che la capacità di riproduzione ritmica, studiata anche soltanto in relazione alle differenti strutture temporali, dipenda dall età ed è positivamente influenzata dall esperienza. Il lavoro Effects of Movement Complexity on Rhythmic Reproduction Performance in Adults è stato svolto al fine di investigare gli effetti della complessità del movimento sulla capacità di riprodurre differenti strutture ritmiche. Lo studio è stato condotto su individui adulti musicalmente illetterati, cui è stato chiesto di riprodurre un test ritmico (Persichini & Capranica, 2004) mediante tre compiti motori (i.e., tapping, stepping e walking), e le riproduzioni valutate secondo tre parametri considerati indicatori di competenza (i.e., ΔNE, ΔT, ΔR). Nove telecamere del sistema stereofotogrammetrico Vicon sono state utilizzate per ricostruire tridimensionalmente la posizione di marcatori sferici posti sul corpo dei soggetti, e quindi valutare le performances svolte dai partecipanti allo studio. Dall analisi dei dati emerge principalmente che i soggetti presentano una buona stabilità interna per ciò riguarda la loro capacità di riproduzione ritmica, confermando il test scelto essere un valido strumento per la valutazione dell abilità ritmica, e i tre compiti motori idonei a tale popolazione. Inoltre, i dati evidenziano come l accuratezza nel rispettare gli aspetti qualitativi (i.e., rapporto temporale tra gli eventi = ΔR; durata totale della velocità = ΔT) della riproduzione ritmica, non siano influenzati solo dalla complessità delle strutture ritmiche, ma anche dal compito motorio da svolgere. Dall analisi di tali parametri è stato rilevato che, con l incrementare della difficoltà motoria i soggetti tendono a rallentare le loro esecuzioni, e la prova del walking, rispetto al tapping e allo stepping, risulta essere come la meno accurata. Nello studio Rhythmic Ability and Movement Complexity in Adults and Older Individuals, l abilità ritmica è stata indagata mettendo a confronto soggetti adulti ed anziani sedentari musicalmente illetterati, secondo tre compiti motori (i.e., tapping, stepping, walking), tre ritmi (Test ritmico Persichini & Capranica, 2004) e tre parametri di valutazione (i.e., ΔNE, ΔT, ΔR). I risultati

4 indicano che la complessità del movimento incide sulla capacità di riprodurre correttamente le strutture ritmiche dello standard ritmico di riferimento, mostrando un decremento dell abilità ritmica con l aumentare dell età. Le differenze tra i gruppi emergono già dall analisi del primo parametro (ΔNE), dove gli anziani riportano percentuali di errore più elevate rispetto a quelle degli adulti, con maggiori difficoltà riscontrate durante la prova dello stepping se confrontata con tapping e walking. Esecuzioni più veloci e meno accurate sono state osservate nel gruppo degli anziani, mentre gli adulti mostravano una ridotta velocità di esecuzione ed una maggiore precisione nel riprodurre i rapporti temporali presenti nella struttura ritmica di riferimento. Dall analisi dei dati è possibile supporre che, al contrario degli adulti, le maggiori difficoltà nelle riproduzioni ritmicomotorie in soggetti anziani siano rappresentate principalmente dalla prova dello stepping e quindi dal walking, mentre la prova del tapping si conferma per entrambi i gruppi quale la più semplice. Le conclusioni conseguite in questa prima parte di studi, comprovano che il test ritmico (Persichini & Capranica, 2004), e le procedure sperimentali applicate sono in grado di discriminare in soggetti adulti ed anziani, aspetti qualitativi e quantitativi dell abilità ritmica, ed evidenziano l incidenza della complessità del compito motorio sull abilità ritmica degli individui. Vista l importanza dell abilità ritmica nello sport (Zachopoulou, 2000), il presente progetto di dottorato ha voluto includere lavori che coinvolgessero soggetti praticanti attività sportiva. Si è valutata pertanto l abilità ritmica in ginnasti ed atleti secondo il protocollo sperimentale già precedentemente menzionato (i.e., Test ritmico Persichini & Capranica, 2004; Tre compiti motori: tapping, stepping e walking; Tre parametri di valutazione (ΔNE, ΔT, ΔR); Sistema fotogrammetrico Vicon per ricostruzione e quantificazione dei dati). Nel lavoro Effects of Motor Task Difficulty in Rhythmic Ability of Artistic Gymnasts, si è cercato pertanto di monitorare le risposte dei ginnasti secondo le suddette procedure sperimentali, e quindi valutare come la complessità del compito motorio potesse incidere sulla loro capacità di riproduzione ritmica. Dall analisi dei risultati è emerso che, sebbene i ginnasti presentino un buon livello di abilità ritmica, comunque le loro prove tendono a risentire sia della complessità del compito motorio sia delle strutture ritmiche. Nello

5 specifico, le maggiori deviazioni dallo standard ritmico di riferimento erano maggiormente presenti durante la prova del walking. L effetto positivo della pratica sportiva sull abilità ritmica emerge in maniera evidente dal confronto tra i ginnasti e i sedentari nel lavoro Rhythmic Ability and Movement Complexity in Gymnasts and Sedentary Individuals. Dai risultati ottenuti dal parametro ΔT, emerge l aspetto che maggiormente contraddistingue le differenze prestative. Tali risultati evidenziano, in corrispondenza di strutture ritmiche e compiti motori (i.e. tapping, stepping) più semplici, la tendenza dei ginnasti ad esecuzioni velocizzate molto accentuate. Le osservazioni riscontrate, farebbero quasi supporre che per i ginnasti prestazione veloce possa essere sinonimo di maggiore abilità nella risoluzione del compito assegnato. I risultati del parametro ΔR sembrano confermare tale ipotesi poiché i ginnasti, rispetto ai sedentari, mostrano riproduzioni ritmiche più accurate. Relativamente alla complessità del compito motorio la prova del walking, rispetto al tapping e allo stepping, continua a rappresentare la prova più difficile da riprodurre, con performances migliori nei soggetti allenati rispetto al gruppo dei sedentari. Infine nell ultimo studio Rhythmic Ability and Movement Complexity in Gymnasts and Futsal Players, si è voluto indagare l abilità ritmica mettendo a confronto atleti provenienti da due tipologie differenti di attività sportiva (sport tecnico-combinatorio, sport di situazione). Sebbene un implicazione ritmica sia presente in ogni sport, si presume che soprattutto in prestazioni sportive di tipo tecnico-combinatorie (i.e. ginnastica ritmica, artistica, nuoto sincronizzato, pattinaggio artistico), dove l atleta è vincolato a richieste motorie da eseguirsi in stretto accordo con i parametri ritmici e melodici del brano di riferimento, l abilità ritmica dovesse essere maggiormente stimolata e, di conseguenza, i soggetti più accurati nelle prove di riproduzione ritmico motoria. Sebbene tra i due gruppi non siano emerse differenze statisticamente significative, le esecuzioni dei ginnasti erano comunque più accurate rispetto a quelle svolte dalle giocatrici di Futsal. Infine, sia nei ginnasti che nelle giocatrici di Futsal (così come nel gruppo sedentari), permane l osservazione di

6 esecuzioni più veloci se presenti compiti motori considerati semplici (i.e. tapping) e la tendenza a rallentare in presenza compiti motori più complessi (i.e stepping e walking). Il presente progetto di dottorato ha voluto rappresentare un complemento all indagine già presente in letteratura riguardante l abilità ritmica, offrendo una visione integrata relativamente a comportamenti e tendenze assunti da gruppi differenti di soggetti in risposta a stimoli ritmici, con una particolare attenzione all implicazione della complessità del compito motorio sulla abilità ritmica degli individui. Capire il ritmo e le proprietà temporali dei movimenti e come queste possano variare in funzione del risultato, potrebbero fornire indicazioni utili al fine di agevolare negli individui scelte motorie idonee all obiettivo prefissato, attuate in forma autonoma e maggiormente consapevole. ABSTRACT (English Version) Rhythmic ability has been defined as the ability to perform a succession of regulated, recurring gross motor events according to spatial and temporal parameters (Thomas & Moon, 1976; Zachopoulou & Mantis, 2001). It is reflected in the capability of individuals to translate an acoustic perception into a corresponding motor behavior (Fraisse et al. 1949). Several authors agree to consider it an important coordinate ability for development, execution and learning of motor ability (Thomas & Moon, 1976); a fundamental component of all coordinated and sequential movement (Johnson & Nelson, 1986). Furthermore, in sport context, to be rhythmically accurate and to maintain a steady rhythm during movement execution can be considered one of the basic abilities of an athlete (Zachopoulou et al., 2000). Moreover from literature emerged that the ability to discriminate and to reproduce a sequence of separate sounds reflects a combination of maturation and experience and tends to decrease whit age (Smoll, 1975; High,. 1987; Nagasaki et al., 1988; Weikart, 1989; Volman & Geuze, 2000; Halpen & Bartlett, 2002; Krampe, Mayr & Kliegl, 2005). Finally, the ability to accurately process and reproduce rhythmic patterns depends on the variety

7 of time intervals in the rhythmic structure (Essence, 1986, and Sakai, 2004) and on body segments involved in the plan (Paillard, 1948; Fraisse, 1980; Aschersleben et al., 2002; Hausdorf et al. 2005; Repp, 2005). Unfortunately, thorough comparison of evidence concerning rhythmic ability is hard because of large evaluation differences such as the use of heterogeneous stimuli (i.e., auditory, visual or audio-visual), procedures (i.e., different forms of coordination, inphase or anti-phase), and rhythmic variables (Drake, 1993; Persichini & Capranica, 2004; Repp, 2005), focusing mainly on simple task of finger tapping of an auditory sequence consisting of repetitive and isolate tones or clicks. Therefore, the purpose of this study was to evaluate rhythmic ability of individuals in relation to rhythmic parameters of different levels of difficulty and to the complexity of motor task (ie, tapping, stepping, walking), in relation to age and sport activity. Adults and elderly sedentary individuals, of both sexes, and athletes belonging to different teams sports from the club of University of Rome "Foro Italico", participated at this study. The study Age-related Changed of Rhythmic Ability in Musically Trained and Untrained Individuals aimed to investigate the effect of the complexity of rhythmic patterns in the ability of reproduction by means a single motor task (i.e., tapping). In particular, this study aimed to assess age-related decrements in reproduction of rhythmic patterns in rhythmically untrained old individuals compared to untrained adults and old musicians. Participants were required to reproduce on an electronic pad three rhythmic sequences differing in signature, inter-beat ratio and tempo. Differences between the standard and rhythmic reproductions in number of events ( NE), total duration ( T) and rhythmic ratio among events ( R) were calculated. All variables showed that rhythmic ability is negatively affected by aging, with lengthening errors of total duration increasing markedly after 60 years of age. However, reproductions resulted positively affected by expertise. Findings suggest that training can effectively counteract the decremental trend in rhythmic reproduction ability that emerges with aging.

8 Next study Effects of Movement Complexity on Rhythmic Reproduction Performance in Adults, aimed to investigate the effect of movement complexity on the capability to reproduce different rhythmic patterns. Sedentary musically illiterate individuals (age: 34.8±4.2 yrs) were administered a rhythmic test (Persichini & Capranica, 2004), including three rhythmic patterns to be reproduced by means of finger-tapping, foot-tapping and walking. For the quantification of subjects ability in the reproduction of rhythmic patterns, qualitative and quantitative parameters were analyzed (i.e., NE, T and R). A stereophotogrammetric system was used to reconstruct the 3D position of six retroreflective spherical markers located on the body of subjects, and to evaluate individual performances. Findings indicated a good internal stability of the rhythmic reproduction, suggesting that the present experimental design allowed to discriminate the participants rhythmic ability. Qualitative aspects of rhythmic reproduction (i.e., speed of execution and temporal ratios among events) varied as a function of the difficulty of the motor demands, with larger reproduction deviations in the walking task with respect tapping and stepping. In the study Rhythmic Ability and Movement Complexity in Adults and Older Individuals, were investigated age-related effects of movement complexity on the capability of the individual to reproduce rhythmic patterns of varying difficulty. Participants were asked to reproduce a computerized rhythmic test (Persichini & Capranica, 2004) by means of tapping, stepping and walking. Stereophotogrammetry was used to evaluate the rhythmic performances in relation to the individual s capability to reproduce the correct number of events ( NE), the inter-beat ratios ( T), and the total duration of the pattern ( R). Results showed that for all rhythmic parameters, differences emerged between age groups, rhythmic patterns and motor tasks. These findings indicate that the capability to reproduce rhythmic patterns is strictly related to the movement complexity, with a significant decrease in rhythmic ability with advancing age. In particular, differences between groups emerged starting from observation of the first parameter (ΔNE). Data showed high frequency of occurrence of correct reproduction in adults with respect to older individuals, with failure more frequent for walking than for the other task for adults, whereas for

9 older individual for stepping. ΔT and ΔR parameters permitted to observe qualitative aspects of the performance with the trend of elderly to be faster and less accurate in their performances than adults, emerging. On the contrary, this last group showed a reduced execution in speed and greater accuracy in terms of respect of the rhythmic structure. In considering the parameter (ΔR) in both groups, the largest deviations from rhythmic is detected during walking task. So, we can assume that whereas for elderly individuals the greatest motor task difficulties were represented by stepping and then by walking, for adults difficulties appeared in opposite order. Tapping is confirmed to be for both groups as the simplest task. In conclusion, this rhythmic test (Persichini & Capranica, 2004) and experimental procedure are able to discriminate qualitative and quantitative aspects of rhythmic ability in adults and elderly individuals. Furthermore, data showed that rhythmic ability is linked to movement task complexity and rhythmic patterns, indicating an age-related deterioration of this capability. The last part of the Ph.D project aimed to investigate rhythmic ability in subjects involved in sports context. Despite rhythmic ability is a relevant skill in sports (Zachopoulou, 2000), especially when movement executions are dictated by rhythmic constrains (i.e., Rhythmic Gymnastic, Artistic, Aerobic, Synchronized Swimming, Artistic Skating, etc.) there is a paucity of information on the evaluation of rhythmic ability in trained subjects. Therefore, rhythmic ability of gymnasts and athletes, according to the same experimental protocol (i.e., Rhythmic Test Persichini & Capranica, 2004; three motor tasks: tapping, stepping and walking; three metrics (ΔNE, ΔT, ΔR); Vicon stereophotogrammetric system for reconstruction and evaluation of performance) were investigated. The aim of the study Effects of Motor Task difficulty in Rhythmic Ability of Artistic Gymnasts", was to verify the effects of sport activity on rhythmic ability. Data analysis showed that although gymnasts presented a good rhythmic ability, their performance resulted affected by both rhythmic pattern and task complexity. In particular, differences with respect to the rhythmic standards were more evident in walking task (Persichini & Capranica, 2004). The positive effect of sport activity on rhythmic ability emerged from the study "Rhythmic Ability and Movement Complexity in

10 Gymnasts and Sedentary Individuals. Findings indicated that T and R parameters are effective in discriminating rhythmic ability between groups. In particular, from data analysis emerged the tendency of gymnasts to accelerate their performances during the execution of the easiest rhythmic patterns and tasks. This anticipatory behaviors of gymnasts could be attributed to expertise (Persichini and Capranica, 2004), confirmed by their capability to maintain correct ratios among events. In considering task difficulty, the highest discrimination between groups emerged during walking, with gymnasts performing better with respect to sedentary control group. The last study "Rhythmic Ability and Movement Complexity in Gymnasts and Futsal Players", aimed to investigate rhythmic ability comparing athletes involved in two different sport activities. Although rhythmic implication is present in every sport, it become critical especially in those sports, such as gymnastics, in which movement execution according to rhythmic constrains is very strict. Consequently, in this context a rhythmic training should determine high level of rhythmic ability more than in those sports in which motor sequences seems to be not subtended to rhythmic structures (i.e., Futsal). Although no significant differences emerged between groups, more accurate performances in gymnasts compared to Futsal players during stepping and walking tasks can be observed. Finally, in Gymnasts and Futsal players (as well as in the sedentary group) fast execution in simple tasks (i.e., tapping) and slow execution in complex motor tasks (i.e., stepping and walking) emerged. This PhD project aimed at providing a global perspective to the analysis of rhythmic ability in relation to the complexity of different rhythmic patterns and motor tasks. Therefore, it is crucial to understand the rhythmic sequence and timing of movement patterns to help individuals selecting proper motor choices in relation to the environmental requirements.

DOTTORATO DI RICERCA IN. Scienze dello sport, dell esercizio fisico e dell ergonomia. Le motivazioni alla pratica sportiva in atleti italiani

DOTTORATO DI RICERCA IN. Scienze dello sport, dell esercizio fisico e dell ergonomia. Le motivazioni alla pratica sportiva in atleti italiani DOTTORATO DI RICERCA IN Scienze dello sport, dell esercizio fisico e dell ergonomia XXIV CICLO TITOLO TESI DI DOTTORATO Le motivazioni alla pratica sportiva in atleti italiani Tutore Prof. Laura Capranica

Dettagli

GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA

GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA e&p GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA Linfomi: linfomi di Hodgkin e linfomi non Hodgkin Lymphomas: Hodgkin and non-hodgkin Lymphomas Massimo Federico, 1 Ettore M. S. Conti (

Dettagli

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Sezione 1 / Section 1 2 Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Elements of identity: the logo Indice 2.01 Elementi d identità 2.02 Versioni declinabili 2.03 Versioni A e A1, a colori

Dettagli

Sviluppo della tecnica del salto in lungo nelle categorie giovanili Development of long jump technique in young athletes

Sviluppo della tecnica del salto in lungo nelle categorie giovanili Development of long jump technique in young athletes Università degli studi di Roma Foro Italico Dottorato di ricerca in Scienze dello sport, dell esercizio fisico e dell ergonomia XXIV ciclo Sviluppo della tecnica del salto in lungo nelle categorie giovanili

Dettagli

3d geological modelling and education: teaching geological sections and geological mapping with MVE Move

3d geological modelling and education: teaching geological sections and geological mapping with MVE Move 3d geological modelling and education: teaching geological sections and geological mapping with MVE Move Fabrizio Berra, Fabrizio Felletti, Michele Zucali Università degli Studi di Milano, Dip. Scienze

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

ELTeach. Ottmizza lia preparazione pedagogica dei docenti all insegnamento dell inglese in inglese

ELTeach. Ottmizza lia preparazione pedagogica dei docenti all insegnamento dell inglese in inglese ELTeach Ottmizza lia preparazione pedagogica dei docenti all insegnamento dell inglese in inglese Porta a risultati quantificabili e genera dati non ricavabili dalle sessioni di formazione faccia a faccia

Dettagli

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO Azienda Speciale della Camera di commercio di Torino clelia.lombardi@lab-to.camcom.it Criteri microbiologici nei processi produttivi della ristorazione: verifica

Dettagli

IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS

IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS I tumori in Italia Rapporto AIRTUM 1 TUMORI INFANTILI -1 ANNI IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI

Dettagli

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE INDEX: 1. GENERAL INFORMATION 2. REGISTRATION GUIDE 1. GENERAL INFORMATION This guide contains the correct procedure for entering the software page http://software.roenest.com/

Dettagli

A dissertation submitted to ETH ZURICH. for the degree of Doctor of Sciences. presented by DAVIDE MERCURIO

A dissertation submitted to ETH ZURICH. for the degree of Doctor of Sciences. presented by DAVIDE MERCURIO DISS. ETH NO. 19321 DISCRETE DYNAMIC EVENT TREE MODELING AND ANALYSIS OF NUCLEAR POWER PLANT CREWS FOR SAFETY ASSESSMENT A dissertation submitted to ETH ZURICH for the degree of Doctor of Sciences presented

Dettagli

DGS, Autismo e Agnosia Verbale Uditiva: CAA per favorire lo sviluppo cognitivo e la Comunicazione. Dott.ssa Francesca Benassi

DGS, Autismo e Agnosia Verbale Uditiva: CAA per favorire lo sviluppo cognitivo e la Comunicazione. Dott.ssa Francesca Benassi DGS, Autismo e Agnosia Verbale Uditiva: CAA per favorire lo sviluppo cognitivo e la Comunicazione Dott.ssa Francesca Benassi Le abilità linguistiche nell autismo sono molto compromesse. Circa il 50% dei

Dettagli

English-Medium Instruction: un indagine

English-Medium Instruction: un indagine English-Medium Instruction: un indagine Marta Guarda Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL) Un indagine su EMI presso Unipd Indagine spedita a tutti i docenti dell università nella fase

Dettagli

UNIVERSITÀ DI PISA FACOLTÀ DI INGEGNERIA

UNIVERSITÀ DI PISA FACOLTÀ DI INGEGNERIA UNIVERSITÀ DI PISA FACOLTÀ DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI Tesi di Laurea Analisi statistica di propagazione di campo elettromagnetico in ambiente urbano. Relatori:

Dettagli

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives Dr Mila Milani Comparatives and Superlatives Comparatives are particular forms of some adjectives and adverbs, used when making a comparison between two elements: Learning Spanish is easier than learning

Dettagli

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 Ingegneria del Software Testing Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 1 Definizione IEEE Software testing is the process of analyzing a software item to detect the differences between

Dettagli

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società F ondazione Diritti Genetici Biotecnologie tra scienza e società Fondazione Diritti Genetici La Fondazione Diritti Genetici è un organismo di ricerca e comunicazione sulle biotecnologie. Nata nel 2007

Dettagli

ISAC. Company Profile

ISAC. Company Profile ISAC Company Profile ISAC, all that technology can do. L azienda ISAC nasce nel 1994, quando professionisti con una grande esperienza nel settore si uniscono, e creano un team di lavoro con l obiettivo

Dettagli

Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain

Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it Dipartimento Ing. Gestionale Politecnico di Milano alberto.portioli@polimi.it Lean

Dettagli

Quality Certificates

Quality Certificates Quality Certificates Le più importanti certificazioni aziendali, di processo e di prodotto, a testimonianza del nostro costante impegno ed elevato livello di competenze. Qualità * certificata * Certified

Dettagli

CODI/21 PIANOFORTE II // CODI/21 PIANO II

CODI/21 PIANOFORTE II // CODI/21 PIANO II MASTER di II livello - PIANOFORTE // 2nd level Master - PIANO ACCESSO: possesso del diploma accademico di II livello o titolo corrispondente DURATA: 2 ANNI NUMERO ESAMI: 8 (escluso l esame di ammissione)

Dettagli

Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing

Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing Roberto Butinar Cristiano Dal Farra Danilo Selva 1 Agenda Panoramica sulla metodologia CRISP-DM (CRoss-Industry Standard Process

Dettagli

important role in predicting exercise adherence. Previous studies using self-paced exercise protocols

important role in predicting exercise adherence. Previous studies using self-paced exercise protocols ABSTRACT Speculation exists that a positive affective response experienced during exercise may play an important role in predicting exercise adherence. Previous studies using self-paced exercise protocols

Dettagli

C.B.Ferrari Via Stazione, 116-21020 Mornago (VA) Tel. 0331 903524 Fax. 0331 903642 e-mail cbferrari@cbferrari.com 1. Cause di squilibrio a) Asimmetrie di carattere geometrico per necessità di progetto

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

Dott.ssa Marina Gerin Birsa La promozione del ruolo e della professione dello psicologo dello sport PERFORMANCE PROFILE

Dott.ssa Marina Gerin Birsa La promozione del ruolo e della professione dello psicologo dello sport PERFORMANCE PROFILE Torino, 6/7 giugno 2015 Dott.ssa Marina Gerin Birsa Abstract dell intervento La promozione del ruolo e della professione dello psicologo dello sport Iniziamo con la definizione dell identità dello psicologo

Dettagli

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI Ai sensi dell art. 13 del Decreto Legislativo 25 luglio 2005, n. 151 "Attuazione delle Direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE,

Dettagli

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi ÉTUDES - STUDIES Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi Polo Interregionale di Eccellenza Jean Monnet - Pavia Jean Monnet

Dettagli

La sabbia si disponeva infatti in corrispondenza delle zone in cui la forma d onda risultante aveva uno zero (linee nodali).

La sabbia si disponeva infatti in corrispondenza delle zone in cui la forma d onda risultante aveva uno zero (linee nodali). Lucia Simonetto Marta Iannello La forma del suono Introduzione Questa esperienza vuole essere una riproduzione degli sperimenti effettuati dal fisico tedesco Ernst Chladni (Wittemberg 1756 Berlino 1824)

Dettagli

1 1 0 /2 0 1 4. 0 n news

1 1 0 /2 0 1 4. 0 n news news n. 04 10/2011 VICO MAGISTRETTI KITCHEN ISPIRATION VIVO MAGIsTReTTI KITCHen IsPIRATIOn news Il nostro rapporto con il "Vico" è durato per più di quarant anni. era iniziato verso la metà degli anni

Dettagli

ANALISI DELLA PRESTAZIONE DEL TEAMGYM

ANALISI DELLA PRESTAZIONE DEL TEAMGYM ANALISI DELLA PRESTAZIONE DEL TEAMGYM Dipartimento di Scienze del Movimento Umano e dello Sport Dottorato di Ricerca Scienza dello Sport e Salute -XXIII Ciclo- Settore Disciplinare: M-EDF/02 Metodi e didattiche

Dettagli

ESPERIENZE E RESPONSABILITA AMMINISTRATIVO-GESTIONALI PRESSO L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO

ESPERIENZE E RESPONSABILITA AMMINISTRATIVO-GESTIONALI PRESSO L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO FORMAZIONE E TITOLI - Laurea Specialistica in MANAGEMENT DELLO SPORT E DELLE ATTIVITÀ MOTORIE, Università degli Studi di Roma Foro Italico, 20 Ottobre 2009, votazione: 110/110 con Lode. - Laurea in SCIENZE

Dettagli

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE CONOSCENZA Il Gruppo SCAI ha maturato una lunga esperienza nell ambito della gestione immobiliare. Il know-how acquisito nei differenti segmenti di mercato, ci ha permesso di diventare un riferimento importante

Dettagli

IL PROGETTO E LA GESTIONE DELLA QUALITA' NEI PROCESSI DI GLOBAL SERVICE

IL PROGETTO E LA GESTIONE DELLA QUALITA' NEI PROCESSI DI GLOBAL SERVICE IL PROGETTO E LA GESTIONE DELLA QUALITA' NEI PROCESSI DI GLOBAL SERVICE. PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO TEROTEC QUALITY PLANNING AND CONTROL IN GLOBAL SERVICE PROCESSES PRESENTATION OF TEROTEC REPORT Autori

Dettagli

Implementazione e gestione del transitorio nell introduzione di un sistema ERP: il caso Power-One - Oracle

Implementazione e gestione del transitorio nell introduzione di un sistema ERP: il caso Power-One - Oracle FACOLTÀ DI INGEGNERIA RELAZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DELLA LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE Implementazione e gestione del transitorio nell introduzione di un sistema ERP: il caso Power-One

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

ETA CONSIGLIATA/RECOMMENDED AGE Indica per quale fascia di età è stato pensato il giocattolo. Suggested age group for the ride.

ETA CONSIGLIATA/RECOMMENDED AGE Indica per quale fascia di età è stato pensato il giocattolo. Suggested age group for the ride. 5 12 ETA CONSIGLIATA/RECOMMENDED AGE Indica per quale fascia di età è stato pensato il giocattolo. Suggested age group for the ride. UN BAMBINO/ONE CHILD Su questo gioco può salire al massimo un bambino.

Dettagli

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 me Ho CALL FOR PAPERS: 4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 Software Engineering aims at modeling, managing and implementing software development products

Dettagli

4 6 7 7 8 8 9 10 11 14 15 17 21 25 Riassunto Realizzazione di un Sistema Informativo Territoriale per la sorveglianza sanitaria della fauna nel Parco Nazionale della Majella tramite software Open Source

Dettagli

Famiglie di tabelle fatti

Famiglie di tabelle fatti aprile 2012 1 Finora ci siamo concentrati soprattutto sulla costruzione di semplici schemi dimensionali costituiti da una singola tabella fatti circondata da un insieme di tabelle dimensione In realtà,

Dettagli

User Guide Guglielmo SmartClient

User Guide Guglielmo SmartClient User Guide Guglielmo SmartClient User Guide - Guglielmo SmartClient Version: 1.0 Guglielmo All rights reserved. All trademarks and logos referenced herein belong to their respective companies. -2- 1. Introduction

Dettagli

arte e personalità nel punto vendita

arte e personalità nel punto vendita arte e personalità nel punto vendita profilo aziendale company profile Venus è una società di consulenza specializzata nel settore marketing e retailing. Dal 1993 l obiettivo è divulgare la conoscenza

Dettagli

Esercizi Programming Contest

Esercizi Programming Contest Esercizi Programming Contest Alberto Montresor 22 maggio 2012 Alcuni degli esercizi che seguono sono associati alle rispettive soluzioni. Se il vostro lettore PDF lo consente, è possibile saltare alle

Dettagli

Name on a passport, HANGTAG

Name on a passport, HANGTAG recagroup design architecture art cinema travel music food Name on a passport, HANGTAG A quick look at printing techniques for hangtags RECA GROUP The hangtag of a garment is its ID card, its passport,

Dettagli

Palliative Care in Older Patients

Palliative Care in Older Patients Palliative Care in Older Patients Perchèla cura palliativa degli anziani sta diventando una prioritàsanitaria mondiale? 1) Population Ageing Chi cura chi Proiezioni in % 2) Polipatologie croniche Cause

Dettagli

IL PERCORSO DI AMD PER LA MEDICINA DI GENERE: dalle differenze di genere alle pari opportunità

IL PERCORSO DI AMD PER LA MEDICINA DI GENERE: dalle differenze di genere alle pari opportunità 1 Giornata Nazionale del Gruppo Donna IL PERCORSO DI AMD PER LA MEDICINA DI GENERE: dalle differenze di genere alle pari opportunità Olbia, 16 e 17 marzo 2012 Mercure Olbia Hermaea Il Gruppo Donna di AMD:

Dettagli

Manutenzione del software

Manutenzione del software del software Generalità Leggi dell evoluzione del software Classi di manutenzione Legacy systems Modelli di processo per la manutenzione 1 Generalità La manutenzione del software è il processo di modifica

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

PROGRAMMA DI VALUTAZIONE POST LIFE AFTER LIFE EVALUATION PROGRAM

PROGRAMMA DI VALUTAZIONE POST LIFE AFTER LIFE EVALUATION PROGRAM PROGRAMMA DI VALU UTAZIONE POST LIFE AFTER LIFE EVALUATION PROGRAM Versione del 24/ /01/2014 LIFE099 ENV/IT/000068 WASTE LESS in CHIANTI Prevenzione e riduzione dei rifiuti nel territorio del Chianti INDICE

Dettagli

HELP DESK GINNASTICA RITMICA Novembre 2013

HELP DESK GINNASTICA RITMICA Novembre 2013 Per le competizioni ufficiali FIG*, la scheda Difficoltà deve essere compilata con il computer. Le schede scritte a mano non saranno più accettate. Sulla scheda ufficiale Difficoltà, l allenatore indicherà

Dettagli

Controllo delle Vibrazioni mediante l uso di PAC (Programmable Automation Controller)

Controllo delle Vibrazioni mediante l uso di PAC (Programmable Automation Controller) Unione Europea Università degli studi di Salerno Dipartimento di Ingegneria Industriale Dottorato di Ricerca in Ingegneria Meccanica X Ciclo N.S. (2008-2011) Controllo delle Vibrazioni mediante l uso di

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT

RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT Titolo (Title): VIBRATION TEST ON FRIGOBOX T0056 Richiedente (Customer): Ente/Società (Dept./Firm): Sig. (Mr.): Indirizzo (Address): EUROENGEL S.R.L. C. SCAMARDELLA Via Ferrini,

Dettagli

www.oktradesignal.com SANTE PELLEGRINO

www.oktradesignal.com SANTE PELLEGRINO www.oktradesignal.com SANTE PELLEGRINO Una semplice strategia per i traders intraday Simple strategy for intraday traders INTRADAY TRADER TIPI DI TRADERS TYPES OF TRADERS LAVORANO/OPERATE < 1 Day DAY TRADER

Dettagli

Sinossi dei disegni di studio

Sinossi dei disegni di studio Sinossi dei disegni di studio di intervento osservazionali serie di casi trasversale ecologici individuali quasisperimentali sperimentali (RCT) coorte caso-controllo Studi caso-controllo Il punto di partenza

Dettagli

Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT. Incontro del 22 luglio 2014

Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT. Incontro del 22 luglio 2014 Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT Incontro del 1 Piano di lavoro 1. Condivisione nuova versione guide operative RNDT 2. Revisione regole tecniche RNDT (allegati 1 e 2 del Decreto 10 novembre 2011) a)

Dettagli

Anno di studio all estero

Anno di studio all estero Anno di studio all estero Premessa Durante il periodo di studio all estero l alunno è regolarmente iscritto alla scuola di appartenenza e, quindi, la scuola deve mettere in atto una serie di misure di

Dettagli

Pezzi da ritagliare, modellare e incollare nell ordine numerico indicato.

Pezzi da ritagliare, modellare e incollare nell ordine numerico indicato. La nuova Treddì Paper è un prodotto assolutamente innovativo rispetto ai classici Kit per il découpage 3D. Mentre i classici prodotti in commercio sono realizzati in cartoncino, la Treddì è in carta di

Dettagli

Deles Imballaggi Speciali s.r.l. rapporto test caduta e trasportabilità 1

Deles Imballaggi Speciali s.r.l. rapporto test caduta e trasportabilità 1 RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT KI52637A-AUSILIA-GENICO PROVA DI CADUTE LIBERE Richiedente (Customer ): Ente/Società (Company ): Sig. : AUSILIA Fabrizio Chierici Indirizzo (Address ): Modulo richiesta prova

Dettagli

REPORT AUDIT DI DOSE PER STERILIZZAZIONE RAGGI BETA ELECTRON BEAM STERILIZATION VALIDATION REPORT

REPORT AUDIT DI DOSE PER STERILIZZAZIONE RAGGI BETA ELECTRON BEAM STERILIZATION VALIDATION REPORT PROGRAMMA DI ASSICURAZIONE QUALITÀ QUALITY ASSURANCE PROGRAMM PROCEDURA DI QUALITÀ PQ 008 QUALITY PROCEDURE Pag. 1 di 6 REPORT AUDIT DI DOSE PER STERILIZZAZIONE RAGGI BETA ELECTRON BEAM STERILIZATION VALIDATION

Dettagli

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015 ISO 9001:2015. Cosa cambia? Innovazioni e modifiche Ing. Massimo Tuccoli Genova, 27 Febbraio 2015 1 Il percorso di aggiornamento Le principali novità 2 1987 1994 2000 2008 2015 Dalla prima edizione all

Dettagli

E-Business Consulting S.r.l.

E-Business Consulting S.r.l. e Rovigo S.r.l. Chi siamo Scenario Chi siamo Missione Plus Offerti Mercato Missionedi riferimento Posizionamento Metodologia Operativa Strategia Comunicazione Digitale Servizi Esempidi consulenza Clienti

Dettagli

La sicurezza del sangue e degli emoderivati

La sicurezza del sangue e degli emoderivati La sicurezza del sangue e degli emoderivati Vincenzo de Angelis Coordinamento Regionale del Sistema Trasfusionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia 1 QUALITY SYSTEM IN THE CLINICAL USE OF BLOOD GUIDE

Dettagli

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34 This week I have been walking round San Marco and surrounding areas to find things that catch my eye to take pictures of. These pictures were of various things but majority included people. The reason

Dettagli

Eco-REFITec: Seminary and Training course

Eco-REFITec: Seminary and Training course Eco-REFITec: Seminary and Training course About Eco-REFITec: Eco-REFITEC is a research project funded by the European Commission under the 7 th framework Program; that intends to support repair shipyards

Dettagli

Unbounce Optimization

Unbounce Optimization Unbounce Optimization Alberto Mucignat Milano, 01 dicembre 2015 Doralab - Experience Design Company User Intelligence User Experience Design Business value 2 3 Full stack UX design Architettura dell informazione

Dettagli

mediplast machinery srl mediplast machinery srl

mediplast machinery srl mediplast machinery srl CE ISO9001:2000 1 2 mediplast machinery srl L Azienda La Mediplast Machinery SRL inizia la sua attività nel settore dello stampaggio di materie plastiche per conto proprio e per conto terzi. L esperienza

Dettagli

DESTINAZIONE EUROPA. BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B4 IMPLEMENTATION

DESTINAZIONE EUROPA. BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B4 IMPLEMENTATION A P R E AGENZIA P E R L A PROMOZIONE D E L L A RICERCA EUROPEA DESTINAZIONE EUROPA BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B4 IMPLEMENTATION Di Angelo D Agostino con la collaborazione

Dettagli

Painting with the palette knife

Painting with the palette knife T h e O r i g i n a l P a i n t i n g K n i v e s Dipingere con la spatola Painting with the palette knife Made in Italy I t a l i a n M a n u f a c t u r e r La ditta RGM prende il nome dal fondatore

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0232-12-2015

Informazione Regolamentata n. 0232-12-2015 Informazione Regolamentata n. 0232-12-2015 Data/Ora Ricezione 01 Aprile 2015 17:17:30 MTA Societa' : SAIPEM Identificativo Informazione Regolamentata : 55697 Nome utilizzatore : SAIPEMN01 - Chiarini Tipologia

Dettagli

Comunicato Stampa. Press Release

Comunicato Stampa. Press Release Comunicato Stampa Come previsto dal Capitolo XII, Paragrafo 12.4 del Prospetto Informativo Parmalat S.p.A. depositato presso la Consob in data 27 maggio 2005 a seguito di comunicazione dell avvenuto rilascio

Dettagli

Dry clutch for automated manual transmissions. University of Salerno Department of Industrial Engineering. Mechanical Engineering

Dry clutch for automated manual transmissions. University of Salerno Department of Industrial Engineering. Mechanical Engineering European Union University of Salerno University of Salerno Department of Industrial Engineering Ph.D. Thesis in Mechanical Engineering Cycle XII (2011-2013) Dry clutch for automated manual transmissions

Dettagli

2 MEETING INTERREGIONALE ANACI NORD OVEST BOARD OF CEPI-CEI

2 MEETING INTERREGIONALE ANACI NORD OVEST BOARD OF CEPI-CEI MILANO 2 MEETING INTERREGIONALE ANACI NORD OVEST BOARD OF CEPI-CEI MILANO 23/24/25 SETTEMBRE 2015 CON IL PATROCINIO LA CASA, L AMBIENTE, L EUROPA Nel corso dell Esposizione Universale EXPO2015 il 24 e

Dettagli

LA STORIA STORY THE COMPANY ITI IMPRESA GENERALE SPA

LA STORIA STORY THE COMPANY ITI IMPRESA GENERALE SPA LA STORIA ITI IMPRESA GENERALE SPA nasce nel 1981 col nome di ITI IMPIANTI occupandosi prevalentemente della progettazione e realizzazione di grandi impianti tecnologici (termotecnici ed elettrici) in

Dettagli

Minieolico 2013. Lares Energy. Chi siamo. Minieolico. Lares Energy per il Minieolico. La Tecnologia. Vantaggi di un impianto Minieolico.

Minieolico 2013. Lares Energy. Chi siamo. Minieolico. Lares Energy per il Minieolico. La Tecnologia. Vantaggi di un impianto Minieolico. L A R E S E N E R G Y Minieolico 2013 Lares Energy Chi siamo Minieolico Lares Energy per il Minieolico La Tecnologia Vantaggi di un impianto Minieolico Contact DISCLAIMER This document may include the

Dettagli

How to use volunteers' inspections to set priorities for the management of hydraulic structures? (Check dams in mountain basins)

How to use volunteers' inspections to set priorities for the management of hydraulic structures? (Check dams in mountain basins) How to use volunteers' inspections to set priorities for the management of hydraulic structures? (Check dams in mountain basins) V. Juliette Cortes1, Simone Sterlacchini2, Thom Bogaard3, Simone Frigerio1,

Dettagli

CONVENZIONE DI CO-TUTELA DI TESI DI DOTTORATO DI RICERCA AGREEMENT FOR JOINT RESEARCH DOCTORAL THESIS

CONVENZIONE DI CO-TUTELA DI TESI DI DOTTORATO DI RICERCA AGREEMENT FOR JOINT RESEARCH DOCTORAL THESIS Logo of Partner University CONVENZIONE DI CO-TUTELA DI TESI DI DOTTORATO DI RICERCA AGREEMENT FOR JOINT RESEARCH DOCTORAL THESIS L Università degli Studi di Firenze con sede in Firenze, Piazza S. Marco

Dettagli

HIGH PRECISION BALLS. 80 Years

HIGH PRECISION BALLS. 80 Years HIGH PRECISION BALLS 80 Years 80 ANNI DI ATTIVITÀ 80 YEARS EXPERIENCE ARTICOLI SPECIALI SPECIAL ITEMS The choice to look ahead. TECNOLOGIE SOFISTICATE SOPHISTICATED TECHNOLOGIES HIGH PRECISION ALTISSIMA

Dettagli

PROGETTO parte di Programma Strategico

PROGETTO parte di Programma Strategico ALLEGATO B1 PROGETTO parte di Programma Strategico FORM 1 FORM 1 General information about the project INSTITUTION PRESENTING THE STRATEGIC PROGRAM (DESTINATARIO ISTITUZIONALE PROPONENTE): TITLE OF THE

Dettagli

Ino-x. design Romano Adolini

Ino-x. design Romano Adolini Ino-x design Romano Adolini Nuovo programma placche Ino-x design Romano Adolini OLI, importante azienda nel panorama nella produzione di cassette di risciacquamento, apre al mondo del Design. Dalla collaborazione

Dettagli

Documentazione degli studi clinici

Documentazione degli studi clinici Documentazione degli studi clinici Gestione e Coordinamento degli Studi Clinici nei Sarcomi 1 Corso ISG di Formazione per la Ricerca Clinica Manuela Monti Manuela Monti Clinical Research Coordinator Unità

Dettagli

TNCguide OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella TNCguide

TNCguide OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella TNCguide Newsletter Application 4/2007 OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella APPLICABILITÀ: CONTROLLO NUMERICO itnc 530 DA VERSIONE SOFTWARE 340 49x-03 REQUISITI HARDWARE: MC 420

Dettagli

le mostre che arrivarono in Europa ci furono Twelve Contemporary American Painters and Sculptors (1953), Modern Art in the USA

le mostre che arrivarono in Europa ci furono Twelve Contemporary American Painters and Sculptors (1953), Modern Art in the USA 1 MoMA E GLI AMERICANI MoMA AND AMERICANS Sin dall inizio il MoMA (Museo d Arte Moderna) di New York era considerato, da tutti gli appassionati d arte specialmente in America, un museo quasi interamente

Dettagli

Sacca di Goro case study

Sacca di Goro case study Sacca di Goro case study Risposte alle domande presentate all incontro di Parigi (almeno è un tentativo ) Meeting Locale, Goro 15-16/10/2010, In English? 1.What is the origin of the algae bloom? Would

Dettagli

UN IMMAGINE MIGLIORE PER CRESCERE MEGLIO BRAND DESIGN PACKAGING CORPORATE IDENTITY ADV STILL LIFE

UN IMMAGINE MIGLIORE PER CRESCERE MEGLIO BRAND DESIGN PACKAGING CORPORATE IDENTITY ADV STILL LIFE UN IMMAGINE MIGLIORE PER CRESCERE MEGLIO BRAND DESIGN PACKAGING CORPORATE IDENTITY ADV STILL LIFE Caminiti Graphic è un team di professionisti specializzati in progetti di Brand Design, Packaging, ADV,

Dettagli

CERTIFICATO N. EMS-1318/S CERTIFICATE No. FALPI S.R.L. RINA Services S.p.A. Via Corsica 12-16128 Genova Italy

CERTIFICATO N. EMS-1318/S CERTIFICATE No. FALPI S.R.L. RINA Services S.p.A. Via Corsica 12-16128 Genova Italy EMS-1318/S SI CERTIFICA CHE IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE DI IT IS HEREBY CERTIFIED THAT THE ENVIRONMENTAL MANAGEMENT SYSTEM OF È CONFORME ALLA NORMA IS IN COMPLIANCE WITH THE STANDARD ISO 14001:2004

Dettagli

MODELLO-MODEL NON CONFORMI AD ALCUNA NORMATIVA DIN/ISO SULLA SICUREZZA DO NOT COMPLY WITH ANY DIN/ISO SAFETY STANDARD

MODELLO-MODEL NON CONFORMI AD ALCUNA NORMATIVA DIN/ISO SULLA SICUREZZA DO NOT COMPLY WITH ANY DIN/ISO SAFETY STANDARD (IT) ISTRUZIONI D USO NEWMARK/NEWMARK FREE-LOCK (EN) NEWMARK/NEWMARK FREE-LOCK MOUNTING AND SETTING USER GUIDE MODELLO-MODEL NON CONFORMI AD ALCUNA NORMATIVA DIN/ISO SULLA SICUREZZA DO NOT COMPLY WITH

Dettagli

STATO IMPLEMENTAZIONE ONVIF SU TELECAMERE MUNDUS SECURUS

STATO IMPLEMENTAZIONE ONVIF SU TELECAMERE MUNDUS SECURUS IMPLEMENTAZIONE ONVIF SU TELECAMERE MUNDUS SECURUS 1. Ambiente di sviluppo Sono stati analizzati diversi linguaggi e framework differenti utilizzabili per implementare i WebServices ONVIF. Il risultato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Didactic offer Incoming students 2014/2015 can take exams of courses scheduled in the a.y. 2014/2015 and offered by the Department

Dettagli

AVVISO n.19330 22 Dicembre 2009

AVVISO n.19330 22 Dicembre 2009 AVVISO n.19330 22 Dicembre 2009 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche AIM Italia: Membership: dal 1 febbraio 2010 Amendments to the AIM Italia: Membership:

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Prova finale di Ingegneria del software

Prova finale di Ingegneria del software Prova finale di Ingegneria del software Scaglione: Prof. San Pietro Andrea Romanoni: Francesco Visin: andrea.romanoni@polimi.it francesco.visin@polimi.it Italiano 2 Scaglioni di voto Scaglioni di voto

Dettagli

GstarCAD 2010 Features

GstarCAD 2010 Features GstarCAD 2010 Features Unrivaled Compatibility with AutoCAD-Without data loss&re-learning cost Support AutoCAD R2.5~2010 GstarCAD 2010 uses the latest ODA library and can open AutoCAD R2.5~2010 DWG file.

Dettagli

GCE. Edexcel GCE Italian(9330) Summer 2006. Mark Scheme (Results)

GCE. Edexcel GCE Italian(9330) Summer 2006. Mark Scheme (Results) GCE Edexcel GCE Italian(9330) Summer 006 Mark Scheme (Results) Unit Reading and Writing Question Answer Testo.. B B C - A 4 Testo. a. passione che passione b. attrae c. sicuramemte d. favorito ha favorito

Dettagli

Progetto di Apprendistato "Scuola-lavoro"

Progetto di Apprendistato Scuola-lavoro Use: internal use Progetto di Apprendistato "Scuola-lavoro" Roma, 27 marzo 2014 Use: Uso: internal confidenziale use INDICE Finalità principali pag. 3 Progetto sperimentazione di alternanza "scuola-lavoro

Dettagli

Regione Campania Assessorato al Lavoro e alla Formazione. Ammortizzatori sociali in deroga

Regione Campania Assessorato al Lavoro e alla Formazione. Ammortizzatori sociali in deroga Regione Campania Assessorato al Lavoro e alla Formazione Ammortizzatori sociali in deroga With the 2008 agreement and successive settlements aimed at coping with the crisis, the so-called Income Support

Dettagli

RAPPORTO TECNICO ANALISI FINITURA SUPERFICIALE IMPIANTO IN TITANIO IMPIANTO con Lotto 002520 CON TRATTAMENTO SUPERFICIALE SL TECOM IMPLANTOLOGY

RAPPORTO TECNICO ANALISI FINITURA SUPERFICIALE IMPIANTO IN TITANIO IMPIANTO con Lotto 002520 CON TRATTAMENTO SUPERFICIALE SL TECOM IMPLANTOLOGY REPORT TECNICO Pagina 1 di 8 RAPPORTO TECNICO ANALISI FINITURA SUPERFICIALE IMPIANTO IN TITANIO IMPIANTO con Lotto 002520 CON TRATTAMENTO SUPERFICIALE SL TECOM IMPLANTOLOGY TECHNICAL REPORT ROUGHNESS ANALYSIS

Dettagli

Il rispetto dell autonomia decisionale nell assistenza alla persona anziana

Il rispetto dell autonomia decisionale nell assistenza alla persona anziana Simposio SIGG 28 Novembre 2008 Le risposte alle questioni etiche e legali nell assistenza all anziano Il rispetto dell autonomia decisionale nell assistenza alla persona anziana Laura D Addio Quando nasce

Dettagli

LA NEFROLOGIA IN ETA GERIATRICA. Funzione renale ed età e stima della GFR. Martino Marangella S.C. Nefrologia e Dialisi

LA NEFROLOGIA IN ETA GERIATRICA. Funzione renale ed età e stima della GFR. Martino Marangella S.C. Nefrologia e Dialisi LA NEFROLOGIA IN ETA GERIATRICA Funzione renale ed età e stima della GFR Martino Marangella S.C. Nefrologia e Dialisi A.O. Ordine Mauriziano di Torino Piano della presentazione Variazioni della funzione

Dettagli

Il Test di Avidità nell infezione da HIV

Il Test di Avidità nell infezione da HIV Il Test di Avidità nell infezione da HIV 3 Congresso NEWMICRO Padenghe sul Garda 20-22 Marzo 2013 Daniela Bernasconi Product Manager Infectious Disease Abbott Diagnostici Italia Diagnosi di infezione da

Dettagli

Can virtual reality help losing weight?

Can virtual reality help losing weight? Can virtual reality help losing weight? Can an avatar in a virtual environment contribute to weight loss in the real world? Virtual reality is a powerful computer simulation of real situations in which

Dettagli