Esercizi. Test. 7, L'energia potenziale gravitazionale U= - (10.9)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esercizi. Test. 7, L'energia potenziale gravitazionale U= - (10.9)"

Transcript

1 CAPÌTOLO 1O 7, L'energia potenziale gravitazionale Energia potenziale gravitazionale di due masse puntiformi L'energia potenziale gravitazionale di un sistema di due masse puntiformi o sferiche ml e m2 poste a una distanza r è Gm1m2 U= - (10.9) La formula precedente vale anche nel caso di due masse qualsiasi purché la loro distanza sia molto maggiore delle loro dimensioni. Velocità di fuga La minima velocità che permette a un proiettile di allontanarsi indefinitamente dalla superficie di un corpo di massa M e raggio R è detta velocità di fuga vf ed è espressa dalla relazione (10.11) Esercizi Quando un oggetto è spostato dal livello del mare alla cima di una montagna, cambia la sua massa? E il suo peso? Spiega. Sulla Terra l'oggetto A pesa il doppio dell'oggetto B. E sulla Luna? Spiega. Una variazione della massa della Terra avrebbe effetto sulle velocità con cui i satelliti sono messi in orbita circolare attorno a essa? La terza legge di Keplero vale anche per i satelliti che ruotano attorno alla Terra? Gli astronauti all'interno di una stazione spaziale che orbita attorno alla Terra sembrano senza peso. Sembrano o sono senza peso? Un pianeta A è a una enorme distanza h da una stella. Se calcoli la sua energia potenziale gravitazionale V rispetto alla stella con la formula U mgh concludi che U è enorme, mentre se la calcoli con la formula U = - GmM/r concludi che U è molto piccola in valore assoluto. C'è qualcosa di sbagliato? Test Qual è la differenza fondamentale fra il sistema tolemaico e il sistema copernicano? [A] II sistema tolemaico è geocentrico, mentre il sistema copernicano è eliocentrico. H] II sistema tolemaico è eliocentrico, mentre il sistema copernicano è geocentrico. [e] II sistema copernicano prevede che la Terra si muova, il sistema tolemaico no. [D] U sistema tolemaico prevede che il Sole si muova, il sistema copernicano no. Quale delle seguenti affermazioni è una delle leggi di Keplero? [A] Le orbite dei pianeti sono ellissi e il Sole occupa il centro. [U Durante un'orbita, la velocità di ogni pianeta rimane costante. [e] I quadrati dei periodi di rivoluzione dei pianeti sono proporzionali ai cubi dei semiassi maggiori delle loro orbite. \D\ cubi dei periodi di rivoluzione dei pianeti sono proporzionali ai quadrati dei semiassi maggiori delle loro orbite. 286

2 Callista e Io sono due lune di Giove. La distanza di Callisto dal centro di Giove è circa 4,5 volte quella di Io. Quale relazione esiste fra il periodo orbitale di Callisto (rc) e quello di Io (7:)? [A] Tc = 2,77T m Tc = 217! La forza di attrazione che due masse puntiformi a e b separate da una distanza e esercitano l'una sull'altra ha modulo: m F = abl(gc2) m P = Ga2b2lr m F = 01*1(00) mf = Cable2 Due masse m e. M sono separate da una distanza d. Se la distanza raddoppia, la forza fra le masse [A] raddoppia. [H quadruplica. [e] si dimezza. [D] diventa un quarto. Un astronauta percorre un'orbita attorno alla Terra la cui altezza, rispetto alla superficie terrestre, è uguale al raggio della Terra. Rispetto al suo peso sulla Terra, qual è il peso dell'astronauta? [A] Uguale. [H La metà. [C] Un quarto. [D] Un sedicesimo. Due satelliti di masse diverse percorrono la stessa orbita circolare attorno alla Terra. Il modulo della forza di attrazione gravitazionale esercitata dalla Terra [A] è zero per entrambi i satelliti. [U è la stessa per entrambi i satelliti. [e] è proporzionale alla massa di ciascun satellite. [D] varia lungo l'orbita. Un qualsiasi oggetto ha un peso diverso sulla Terra e su Marte: questo avviene [A] solo perché la massa di Marte è diversa dalla massa della Terra. [g perché la massa e il raggio di Marte sono diversi dalla massa e dal raggio della Terra. [e] perché la costante G dipende dal luogo in cui si misura. [D] perché la massa di un oggetto dipende dal luogo in cui si misura. Qual è la forza con cui un libro di 1 kg attrae la Terra? S ON m 6,67 IO'11 N m IN m 9,8 N CAPITOLO 10 T^r La massa e il raggio della Luna valgono rispettivamente 7,4 IO22 kg e 1,7 IO6 m. Qual è il peso di un oggetto di 1 kg sulla superficie lunare? E 1,0 N u UN m 6,0 N m 9,s N Iti La Terra esercita su un satellite la forza centripeta necessaria a mantenerlo a velocità costante in un'orbita circolare. La velocità del satellite ha modulo costante perché [A] il satellite è in equilibrio. QH l'accelerazione del satellite è nulla. [e] la forza centripeta è perpendicolare alla velocità. [D] la forza centripeta è equilibrata dalla forza centrifuga. : : La velocità C con cui un satellite di massa A ruota attorno alla Terra su un'orbita circolare di raggio B è (D = massa Terra, E = costante di gravitazione universale): Una stazione spaziale a forma di anello ruota in modo uniforme. Il suo raggio esterno è 350 m. Quale periodo di rotazione deve avere per fare in modo che gli astronauti in piedi sulla parete esterna sentano un'accelerazione uguale a 9,8 m/s2? [A] 38 s m 76 s [e] 110 s s L'energia potenziale gravitazionale D di un sistema di due masse puntiformi A e B poste a una distanza C è (G = costante di gravitazione universale): 0 D= GABC \Ì\ - GABC2 \C\ = GAB/C m D - GAB/C1 II raggio e la massa di Marte valgono rispettivamente 3,4 IO6 km e 6,5 - IO23 kg. Qual è la velocità di fuga dalla superficie di Marte? [AJ 5,1 m/h \B\1 km/h lc 5,1 m/s \D\1 km/s O 287

3 Problemi 1, II moto dei pianeti attorno al Sole 2, Le leggi di Keplero ;"" :" Completa la seguente tabella. *» Perché i valori dell'ultima colonna sono quasi uguali? Perché non sono esattamente uguali? Pianeta Terra Marte Giove Saturno Periodo T (giorni) 365,24 686, Semiasse maggiore dell'orbita a (106km) 149,6 227,9 778, T2 TVa3 g^> Mercurio orbita attorno al Sole con un periodo di 0,24 * anni. ** Calcola la distanza media di Mercurio dal Sole. JEB Venere ruota attorno al Sole a una distanza media di * 0,723 volte quella della Terra. > Calcola il periodo di rivoluzione di Venere. 3. La legge di gravitazione universale 4. Massa e peso ir Sulla Terra due componenti di una sonda spaziale pesano rispettivamente N e 3400 N. I due componenti possono essere considerati come sfere omogenee. La distanza tra i loro centri è 12 m. ^- Calcola l'intensità della forza di attrazione gravitazionale che ciascuna di esse esercita sull'altra quando si trovano nello spazio, lontano da ogni altro oggetto. : ; Una boccia da bowling (con una massa di 7,2 kg e un raggio di 0,11 m) e una boccia da biliardo (con una massa di 0,38 kg e un raggio di 0,028 m) possono essere considerate come sfere omogenee. ^ Qual è il valore massimo del modulo della forza di attrazione gravitazionale che ciascuna delle due bocce può esercitare sull'altra? n Calcola la forza di attrazione gravitazionale che la Luna (m = 7,35 IO22 kg, d = 3,84 IO8 m) esercita su un ragazzo di 40 kg fermo sulla superficie terrestre. Hi Nei test eseguiti sulla Terra un veicolo per l'esplorazio- UH ~ l i * ne lunare di massa 5,90 IO3 kg raggiunge un'accelerazione di 0,220 m/s2. Per imprimergli la stessa accelerazione sulla Luna, i suoi motori devono applicargli una forza di 1,43 IO3 N. * Calcola la forza di attrito tra il veicolo e il suolo lunare. ; ";] ; I satelliti impiegati per le telecomunicazioni orbitano * intorno alla Terra a una distanza di 3,59 IO7 m dalla superficie terrestre. ^ Quanto vale l'accelerazione di gravita a questa distanza? La figura mostra tre corpi allineati che sono molto lontani da qualunque altro corpo. Le loro masse sono ma = 363 kg, mb = 517 kg e mc = 154 kg. * Determina modulo, direzione e verso della forza gravitazionale totale che agisce su A, su B e su C. 0,500 m Un satellite di 425 kg è posto a una distanza dal centro della Terra uguale a due volte il raggio terrestre. ^ Calcola l'intensità della forza gravitazionale che agisce sul satellite e l'intensità della forza che il satellite esercita sulla Terra. ^ Calcola l'accelerazione del satellite e l'accelerazione della Terra. Un astronauta pesa sulla Terra 540 N. > Qual è il peso dell'astronauta su un pianeta che ha un raggio triplo e una massa doppia di quelli terrestri? La massa di Marte è di 6,46 IO23 kg e il suo raggio è di 3,39 IO6 m. * Qual è il modulo dell'accelerazione di gravita su Marte? ^ Quanto peserebbe su questo pianeta una persona con una massa di 65 kg? Tre sfere omogenee sono fissate ai vertici di un triangolo equilatero i cui lati sono lunghi 1,20 m. Due delle tre sfere hanno masse uguali di 2,80 kg ciascuna. La terza sfera (di cui non conosciamo la massa) viene lasciata libera di muoversi. * Supponendo che sulle tre sfere agiscano solo le forze di attrazione che esse esercitano l'una sull'altra, qual è il modulo dell'accelerazione iniziale della sfera lasciata libera di muoversi? La massa complessiva di una mongolfiera e dell'equipaggio è 310 kg. La mongolfiera è ferma in aria perché il peso totale è equilibrato da una forza di galleggiamento diretta verso l'alto. ^ Se il modulo della forza di galleggiamento rimane costante, qual è la massa della zavorra che deve essere buttata fuori dalla mongolfiera perché questa possa acquistare un'accelerazione verso l'alto di 0,15 m/s2? Durante il suo viaggio verso la Luna, un'astronave transita in un punto X in cui la forza di attrazione gravitazionale terrestre è uguale e opposta a quella lunare. La distanza Terra-Luna è 3,85 IO8 km e la massa della Terra è 81,4 volte quella della Luna. > Calcola la distanza del punto X dal centro della Terra. Per una persona che sta sulla Terra è maggiore la forza di attrazione gravitazionale FSole esercitata dal Sole o 288

4 quella FLuna esercitata dalla Luna? Esprimi la tua risposta come rapporto tra i moduli.fsole e FLuna. Usa i dati indicati nella seconda pagina di copertina. A neutron star has a mass of 2 IO30 kg (about thè * mass of our sun) and a radius of 5.0 IO3 m (about thè height of a goodsized mountain). Suppose an object falls from rest near thè surface of such a star. * How fast would it be moving after it had fallen a distance of m? (Assume that thè gravitational force is Constant over thè distance of thè fall, and that thè star is not rotating.) : - Due particelle sono sull'asse x. La particella 1 ha massa ** m ed è nell'origine dell'asse, mentre la particella 2 ha massa 2m e la sua posizione è x - +L. Tra queste due particelle c'è una terza particella. > In quale posizione sull'asse x dovrebbe trovarsi la terza particella perché il modulo della forza di attrazione gravitazionale che agisce su entrambe le particelle 1 e 2 raddoppi? Esprimi la risposta in termini di L. 5* Satelliti in orbite circolari 6, Assenza apparente di gravita e gravita artificiale iel Un satellite percorre un'orbita circolare intorno a un pianeta sconosciuto. La sua velocità orbitale vale 1,70 IO4 m/s e il raggio dell'orbita è 5,25 IO6 m. Un altro satellite percorre intorno allo stesso pianeta un'orbita di raggio 8,60 IO6 m. ^- Qual è la velocità orbitale del secondo satellite? F-ftl Un satellite percorre un'orbita circolare intorno a Gio- * ve a un'altezza di 6,00 IO5 m sulla superficie di Giove. La massa di Giove è 1,90 IO27 kg e il suo raggio è di 7,14 IO7 m. > Calcola la velocità orbitale del satellite. UHI A satellite is in a circular orbit about thè earth (AfE= = IO24 kg).theperiodof thè satellite is IO4 s. > What is thè speed at which thè satellite travels? Due satelliti, A e B, si muovono su orbite circolari di raggio diverso intorno alla Terra. La velocità orbitale del satellite A è il triplo di quella del satellite B. > Calcola il rapporto TA/TB tra i periodi orbitali dei due satelliti. La Terra descrive un'orbita completa intorno al Sole in un anno a una distanza media di 1,50 IO11 m. Il pianeta Venere ruota intorno al Sole a una distanza media di 1,08 IO11 m. ^ Quanti giorni terrestri impiega Venere per descrivere un'orbita completa intorno al Sole? Un satellite ha una massa di 5850 kg e descrive un'orbita circolare a un'altezza di 4,1 IO5 m sopra la superficie di un pianeta. Il suo periodo orbitale è 2 ore. Il raggio del pianeta è 4,15 IO6 m. > Qual è il peso del satellite quando è fermo sulla superficie del pianeta? CAPITOLO 10 Un satellite percorre, intorno alla Terra, un'orbita circolare di raggio 6,7 IO6 m. Un modellino di aereo sta descrivendo una traiettoria circolare su un piano orizzontale, legato a un filo lungo 15 m e parallelo al suolo. > Calcola la velocità del modello per la quale il satellite e l'aereo hanno la stessa accelerazione centripeta. La stazione spaziale in figura è fatta ruotare a una velocità angolare di 1,00 giro al minuto per creare una gravita artificiale al suo interno. Il rapporto tra i raggi degli anelli esterni e interni è raìrb 4,00. In ciascuno degli anelli esterni A la rotazione provoca un'accelerazione di gravita artificiale di 10,0 m/s2. > Calcola i valori di raì di rb e dell'accelerazione di gravita artificiale nell'anello B. Camera cilindrica A -" -! 7, L'energia potenziale gravitazionale fr»j La Terra e la Luna hanno rispettivamente le masse MT - 5,98 IO24 kg e ML = 7,35 IO22 kg; inoltre la loro distanza è rtl = 3,84 IO8 m. > Calcola l'energia potenziale gravitazionale del sistema Terra-Luna. : : Uno zaino di 20,0 kg si trova a livello del mare. > Calcola l'energia potenziale gravitazionale dello zaino. -: " Lo zaino dell'esercizio precedente viene alzato a una * quota di 40,0 m. > Calcola il lavoro che deve essere fatto contro la gravita per alzare lo zaino. > Quale formula conviene usare per calcolare l'energia potenziale gravitazionale? Un satellite militare di 1,1 IO3 kg orbita a 500 km di * altezza. *- Calcola la sua energia potenziale gravitazionale. " '"' Un proiettile viene lanciato verticalmente alla velocità * di 6,4 km/s. Per semplicità trascura l'effetto dell'attrito dell'aria, anche se in questa situazione l'attrito è tutt'altro che trascurabile. *- Calcola l'altezza raggiunta dal proiettile. E?j Un satellite per telecomunicazioni di 1500 kg ruota ** attorno alla Terra su un'orbita geostazionaria. > Calcola la sua energia potenziale gravitazionale e la sua energia totale. "289 O (/> O sn'

5 Titano è la luna più grande di Saturno: il suo raggio è 5,1 IO6 m e la sua massa è 1/45 di quella della Terra. > Calcola la velocità di fuga dalla superficie di Titano. La velocità di fuga dalla superficie di Urano è 21,2 km/s. Il raggio di Urano è 2,56 IO7 m. > Calcola la massa di Urano. Un buco nero ha la massa del Sole (2 IO30 kg). > Calcola il raggio del buco nero. Nella situazione illustrata in figura (non in scala), la forza di attrazione gravitazionale FSL che il Sole esercita sulla Luna è perpendicolare alla forza di attrazione gravitazionale FTL che la Terra esercita sulla Luna. Le masse del Sole, della Terra e della Luna sono rispettivamente Ms - 1,99 IO30 kg, MT = 5,98 IO24 kg, ML 7,35 IO22 kg. Le distanze indicate nella figura sono rsl = 1,50 IO11 m e rtl = 3,85 - IO8 m. * Calcola il modulo della forza di attrazione gravitazionale risultante che agisce sulla Luna. PROBLEMI FINALI Luna Saturno ha un raggio equatoriale di 6,00 IO7 m e una massa di 5,67 IO26 kg. * Calcola il valore dell'accelerazione di gravita in un punto dell'equatore. > Calcola il rapporto fra il peso di una persona su Saturno e quello sulla Terra. Saturno orbita a una distanza media di 1,4 IO12 m dal Sole con un periodo di 8,9 IO8 s. ^ Calcola il periodo di rivoluzione di Marte che dista mediamente 2,3 IO11 m dal Sole. La massa di un robot è 5450 kg. Quando si trova sul pianeta A il robot pesa 3620 N in più rispetto a quando si trova sul pianeta B. Entrambi i pianeti hanno un raggio di 1,33 IO7 m. ^ Qual è la differenza MA - MB tra le masse dei due pianeti? Attorno alla stella HD ruota un pianeta con un periodo di 26,7 giorni. La massa della stella è 1,33 volte la massa del Sole (Ms = 2,0 IO30 kg). * Calcola il raggio medio rp dell'orbita del pianeta. * Confronta il risultato con il raggio dell'orbita terrestre (YT= 1,5 IO11 m). La Luna orbita intorno alla Terra a una distanza media di 3,85 IO8 m. La massa della Terra è 5,980 IO24 kg. > Calcola il periodo di rivoluzione della Luna intorno alla Terra. Esprimi la risposta in giorni e confronta il risultato con il numero dei giorni in un mese. Il laboratorio spaziale rappresentato in figura ruota a una velocità tale che l'accelerazione centripeta nel suo anello esterno (che ha un raggio re = 2150 m) è uguale all'accelerazione di gravita sulla Terra (g = 9,80 m/s2). * Quale deve essere il raggio r{ dell'anello interno perché in esso sia simulata l'accelerazione di gravita di Marte, che è 3,72 m/s2? Supponi che un meteorite di 4,3 IO3 kg sia catturato gravitazionalmente dalla Terra quando è in quiete ai margini del Sistema Solare. In queste ipotesi, la sua energia iniziale totale è praticamente nulla. > Calcola la velocità con cui arriva sulla superficie terrestre. 290 Un satellite spia si muove su un'orbita circolare di raggio 7,0 IO6 m attorno alla Terra (MT = 6,0 IO24 kg). > Calcola la sua velocità. Giove è il pianeta più grande del Sistema solare. La sua massa e il suo raggio sono rispettivamente 318 e 11,2 volte quelli della Terra. Supponi che due oggetti cadano, partendo da fermi, sulle superfici di Giove e della Terra, che le loro accelerazioni rimangano costanti durante il moto e che percorrano la stessa distanza prima di toccare il suolo. >- Calcola il rapporto tra i tempi di caduta su Giove e sulla Terra. La cometa di Halley descrive un'orbita ellittica attorno al Sole ogni 75,8 anni. Al perielio la cometa dista dal Sole 0,596 UÀ (1 UÀ - 1,50 - IO11 m) e ha una velocità di 54,5 km/s. ^- Calcola la lunghezza del semiasse maggiore della sua orbita ed esprimila in metri e in UÀ. * Calcola la sua distanza dal Sole all'afelio in UÀ e la sua velocità. Nel 2006 la missione Cassini-Huygens ha scoperto che dalla superficie di Encelado, un satellite di Saturno, fuoriescono con violenza decine di getti composti da finis-

6 sime particelle ghiacciate che si disperdono nello spazio (figura). La massa e il raggio di Encelado sono rispettivamente 6,5 IO19 kg e 250 km. > Calcola la velocità di fuga dalla superfìcie di Encelado. m c = mg_ R «D a 3: (Gara di 1 livello edizione 2007) L'accelerazione di gravita sulla superficie di un pianeta X è 19,6 m/s2. Se un oggetto sulla superficie di quel pianeta pesa 980 N, la sua massa è O 50,0 kg m 100 kg \c\0 kg m 980 kg m 1,96 IO3 kg (Gara di 1 livello edizione 2007) QUESITI Esponi le tre leggi di Keplero. Mostra come sia possibile, per un'orbita circolare, dedurre la legge di gravitazione universale dalla terza legge di Keplero. Illustra il moto dei satelliti in orbite circolari e deriva il valore del modulo della velocità che un satellite deve avere per muoversi su un'orbita con un determinato raggio. Deriva l'espressione U GMm/r per l'energia potenziale gravitazionale. Un pianeta P si muove intorno al Sole S lungo un'orbita ellittica, come mostrato in figura. Quando il pianeta si sposta dal punto P al punto P' come cambiano la sua energia cinetica e la sua energia potenziale? [A] L'energia cinetica diminuisce, l'energia potenziale diminuisce. [B L'energia cinetica diminuisce, l'energia potenziale aumenta. [e] L'energia cinetica aumenta, l'energia potenziale diminuisce. [D] L'energia cinetica aumenta, l'energia potenziale aumenta. [I] L'energia cinetica e l'energia potenziale non variano. Illustra la relazione tra massa e peso di uno stesso corpo. OLIMPIADI DELLA FISICA In un episodio di Star Trek un oggetto di peso P (sulla Terra) viene teletrasportato dal capitano Kirk su di un pianeta X il cui raggio e la cui massa sono esattamente metà di quelli terrestri. Se il capitano pesasse di nuovo l'oggetto troverebbe un valore Px pari a E 4P m 2P m P m p/2 m p/4 (Gara di 1 livello edizione 2008) Sia g l'accelerazione di gravita sulla superficie di un pianeta di raggio R e sia c la minima energia cinetica che un proiettile di massa m deve avere sulla superficie del pianeta in modo da poter sfuggire alla sua attrazione gravitazionale. Quale delle seguenti formule per l'energia cinetica Ec è dimensionalmente corretta? Ec= mgr (Gara di 1 livello edizione 2006) Un satellite di massa m è in orbita circolare di raggio R, attorno ad un pianeta di massa M (con M»m). Il tempo necessario per compiere una rivoluzione è E] indipendente da M. \B\e a Jm. [cj lineare in R. \D] proporzionale a R3/2. [E] proporzionale a R2. (Gara di 1 livello edizione 2006) Un ragazzo di 50 chili che si trova sulla superficie della Terra esercita sulla Terra una forza di attrazione gravitazionale che, espressa in newton, è meglio approssimata da: 291

7 0 3 IO'5 m so m 500 m 2 io14 di Non ci sono dati sufficienti per valutarla. (Gara di 1 livello edizione 2005) La forza gravitazionale esercitata dalla Terra su un grosso libro che si trova sulla cima del Gran Sasso (altezza 2900 m s.l.m.) ha un'intensità di 20 N. Quale sarebbe approssimativamente l'intensità della forza gravitazionale della Terra sullo stesso libro se questo fosse ad un'altezza doppia rispetto al livello del mare? Nota: Si consideri la Terra come una sfera omogenea di raggio R^ = 6370 km. [A] 2,5 N m 5,0 N m io N m 20 N m 40 N (Gara di 1 livello edizione 2005) Un misuratore di gravita (gravimetro) può essere costituito, nella forma più semplice, da una molla tenuta verticalmente alla quale è appeso un oggetto che, a riposo, ne determina l'allungamento. Carlo possiede un gravimetro e lo porta in ascensore. L'allungamento della molla quando l'ascensore parte è pari a 4/5 di quello osservabile con l'ascensore fermo. Se la massa di Carlo è M = 60 kg, calcolare la forza esercitata dall'ascensore sui piedi di Carlo nel momento in cui parte. (Gara di 2 livello edizione 2005) r2 TEST DI AMMISSIONE ALL'UNIVERSITÀ La formula F ~ GMm esprime la legge di gravitazione universale (o di Newton). Tra le seguenti affermazioni una sola è errata. Quale? [A] G non dipende dal sistema delle unità di misura usato. ED G non dipende dalla porzione di universo in cui le masse M e m sono localizzate. [e].f è direttamente proporzionale al prodotto delle masse. [D] Fé direttamente proporzionale alla massa m. [E] F è inversamente proporzionale al quadrato della distanza r. (Prova di ammissione al corso di laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria, ) Per effetto della forza di attrazione gravitazionale, due corpi puntiformi, posti a una certa distanza e aventi ciascuno una propria massa, si attirano con una forza: [A] direttamente proporzionale alla distanza. GH inversamente proporzionale al quadrato della distanza. [e] inversamente proporzionale alla distanza. OD] esponenziale decrescente. [H direttamente proporzionale al quadrato della distanza. (Prova di ammissione al corso di laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria, ) Se non esistesse (ma è solo un'ipotesi) il campo di attrazione gravitazionale, per un corpo puntiforme di massa M, che non sia soggetto ad alcun altro campo di forze, si può dire che: [A] il peso del corpo è diverso da zero ma la massa è nulla. [H il peso del corpo è nullo ma la massa è diversa da zero. [e] il peso e la massa del corpo sono nulli. [D il peso e la massa del corpo sono diversi da zero. di non ha senso parlare di massa del corpo in quanto l'accelerazione di gravita in questo caso è zero. (Prova di ammissione al corso di laurea in Medicina Veterinaria, ) PROVE D'ESAME ALL'UNIVERSITÀ Determinare la velocità di impatto v di un corpo di massa m, che si trova inizialmente a grande distanza dalla Luna e si dirige verso di essa con velocità iniziale v0. (Esame di Fisica generale, corso di laurea in Ingegneria Civile, Università di Napoli, ) Discutere brevemente gli aspetti fondamentali legati al collegamento tra le leggi di Keplero e la legge di gravitazione universale di Newton. (Esame di Fisica generale, corso di laurea in Matematica, Università di Perugia, ) 292

Verifica sommativa di Fisica Cognome...Nome... Data

Verifica sommativa di Fisica Cognome...Nome... Data ISTITUZIONE SCOLASTICA Via Tuscolana, 208 - Roma Sede Associata Liceo "B.Russell" Verifica sommativa di Fisica Cognome........Nome..... Data Classe 4B Questionario a risposta multipla Prova di uscita di

Dettagli

1 di 5 12/02/ :23

1 di 5 12/02/ :23 Verifica: tibo5794_me08_test1 nome: classe: data: Esercizio 1. La traiettoria di un proiettile lanciato con velocità orizzontale da una certa altezza è: un segmento di retta obliqua percorso con accelerazione

Dettagli

LA GRAVITAZIONE. Legge di Gravitazione Universale 08/04/2015 =6, /

LA GRAVITAZIONE. Legge di Gravitazione Universale 08/04/2015 =6, / LA GRAVITAZIONE Definizione (forza di attrazione gravitazionale) Due corpi puntiformi di massa e si attraggono vicendevolmente con una forza (forza che il corpo A esercita sul corpo B), o (forza che il

Dettagli

1. Le leggi di Keplero Fino al 1600 si credeva che: la Terra fosse al centro dell'universo, con il Sole e i pianeti orbitanti attorno (modello

1. Le leggi di Keplero Fino al 1600 si credeva che: la Terra fosse al centro dell'universo, con il Sole e i pianeti orbitanti attorno (modello La gravitazione 1. Le leggi di Keplero Fino al 1600 si credeva che: la Terra fosse al centro dell'universo, con il Sole e i pianeti orbitanti attorno (modello geocentrico); i corpi celesti, sferici e perfetti,

Dettagli

Gravità e moti orbitali. Lezione 3

Gravità e moti orbitali. Lezione 3 Gravità e moti orbitali Lezione 3 Sommario Brevi cenni storici. Le leggi di Keplero e le leggi di Newton. La forza di gravitazionale universale e le orbite dei pianeti. 2 L Universo Geocentrico La sfera

Dettagli

OLIMPIADI ITALIANE DI ASTRONOMIA 2015 FINALE NAZIONALE 19 Aprile Prova Teorica - Categoria Senior

OLIMPIADI ITALIANE DI ASTRONOMIA 2015 FINALE NAZIONALE 19 Aprile Prova Teorica - Categoria Senior OLIMPIADI ITALIANE DI ASTRONOMIA 2015 FINALE NAZIONALE 19 Aprile Prova Teorica - Categoria Senior 1. Vero o falso? Quale delle seguenti affermazioni può essere vera? Giustificate in dettaglio la vostra

Dettagli

Esercizio 1. Risoluzione :

Esercizio 1. Risoluzione : Esercizio 1 Tanto più veloce un grave viene lanciato verso l alto, tanto più si allontana prima di ricadere. Esiste una velocità limite, al di sopra della quale, il grave arriva tanto in alto da sfuggire

Dettagli

Esercizi sulla gravitazione universale

Esercizi sulla gravitazione universale La legge di gravitazione universale Esercizi sulla gravitazione universale 1)Trovare la distanza che separa due corpi puntiformi, con masse 5:2 kg e 2:4 kg, affinché la loro attrazione gravitazionale sia

Dettagli

Gravità e moti orbitali. Lezione 3

Gravità e moti orbitali. Lezione 3 Gravità e moti orbitali Lezione 3 Sommario Brevi cenni storici. Le leggi di Keplero e le leggi di Newton. La forza di gravitazionale universale e le orbite dei pianeti. 2 L Universo Geocentrico La sfera

Dettagli

L ORIGINE DELLA LUNA

L ORIGINE DELLA LUNA LA LUNA L ORIGINE DELLA LUNA La luna è l unico satellite naturale della Terra: un corpo celeste che ruota attorno alla Terra Appare molto più grande delle altre stelle ed anche più vicina L origine della

Dettagli

Esempio prova di esonero Fisica Generale I C.d.L. ed.u. Informatica

Esempio prova di esonero Fisica Generale I C.d.L. ed.u. Informatica Esempio prova di esonero Fisica Generale I C.d.L. ed.u. Informatica Nome: N.M.: 1. Un angolo di un radiante equivale circa a: (a) 60 gradi (b) 32 gradi (c) 1 grado (d) 90 gradi (e) la domanda è assurda.

Dettagli

4 FORZE FONDAMENTALI

4 FORZE FONDAMENTALI FORZA 4! QUANTE FORZE? IN NATURA POSSONO ESSERE OSSERVATE TANTE TIPOLOGIE DI FORZE DIVERSE: GRAVITA' O PESO, LA FORZA CHE SI ESERCITA TRA DUE MAGNETI O TRA DUE CORPI CARICHI, LA FORZA DEL VENTO O DELL'ACQUA

Dettagli

MOTO NEL PIANO Esercizi numerici 1 Da un aereo che vola a 450 m/s in direzione orizzontale viene lasciato cadere un pacco di aiuti alimentari.

MOTO NEL PIANO Esercizi numerici 1 Da un aereo che vola a 450 m/s in direzione orizzontale viene lasciato cadere un pacco di aiuti alimentari. MOTO NEL PIANO Esercizi numerici 1 Da un aereo che vola a 450 m/s in direzione orizzontale viene lasciato cadere un pacco di aiuti alimentari. La quota dell aereo è 250 m. Qual è il tempo di volo del pacco?

Dettagli

Esempio prova di esonero Fisica Generale I C.d.L. ed.u. Informatica

Esempio prova di esonero Fisica Generale I C.d.L. ed.u. Informatica Esempio prova di esonero Fisica Generale I C.d.L. ed.u. Informatica Nome: N.M.: 1. Se il caffè costa 4000 /kg (lire al chilogrammo), quanto costa all incirca alla libbra? (a) 1800 ; (b) 8700 ; (c) 18000

Dettagli

sfera omogenea di massa M e raggio R il momento d inerzia rispetto ad un asse passante per il suo centro di massa vale I = 2 5 MR2 ).

sfera omogenea di massa M e raggio R il momento d inerzia rispetto ad un asse passante per il suo centro di massa vale I = 2 5 MR2 ). ESERCIZI 1) Un razzo viene lanciato verticalmente dalla Terra e sale con accelerazione a = 20 m/s 2. Dopo 100 s il combustibile si esaurisce e il razzo continua a salire fino ad un altezza massima h. a)

Dettagli

3. Quale lavoro bisogna compiere per fermare un auto di 1000 kg che si muove a 180 km/h?

3. Quale lavoro bisogna compiere per fermare un auto di 1000 kg che si muove a 180 km/h? Forze e Attrito 1. Un corpo del peso di 100N disposto su un piano inclinato di 30 si mette in movimento quando si applica ad esso una forza diretta orizzontalmente di 20N. Si determini il coefficiente

Dettagli

Esercizio Soluzione: Esercizio Soluzione: Esercizio Soluzione: Esercizio

Esercizio Soluzione: Esercizio Soluzione: Esercizio Soluzione: Esercizio Un ragazzo di massa 50 kg si lascia scendere da una pertica alta 12 m e arriva a terra con una velocità di 6 m/s. Supponendo che la velocità iniziale sia nulla: 1. si calcoli di quanto variano l energia

Dettagli

Esercizi di Fisica: lavoro ed energia classe 3 BS

Esercizi di Fisica: lavoro ed energia classe 3 BS Esercizi di Fisica: lavoro ed energia classe 3 BS Esercizio 1 Un automobile di massa 1500 kg parte da ferma e accelera per 5 s percorrendo 75 m. Calcola: la forza esercitata dal motore dell auto; [9 10

Dettagli

Esercitazioni di fisica

Esercitazioni di fisica Esercitazioni di fisica Alessandro Berra 4 marzo 2014 1 Cinematica 1 Un corpo puntiforme, partendo da fermo, si muove per un tempo t 1 = 10 s con accelerazione costante a 1 = g/3, prosegue per t 2 = 15

Dettagli

Principio di inerzia

Principio di inerzia Dinamica abbiamo visto come si descrive il moto dei corpi (cinematica) ma oltre a capire come si muovono i corpi è anche necessario capire perchè essi si muovono Partiamo da una domanda fondamentale: qual

Dettagli

Simulazionme Prova Scritta Completa-Fisica 9 CFU Corso di Laurea in Tossicologia dell ambiente e degli alimenti

Simulazionme Prova Scritta Completa-Fisica 9 CFU Corso di Laurea in Tossicologia dell ambiente e degli alimenti Simulazionme Prova Scritta Completa-Fisica 9 CFU Corso di Laurea in Tossicologia dell ambiente e degli alimenti Quesito 1 In un moto uniformemente accelerato, quale tra le seguenti affermazioni è sempre

Dettagli

OLIMPIADI ITALIANE DI ASTRONOMIA 2016 Gara Interregionale - 22 Febbraio Categoria Junior

OLIMPIADI ITALIANE DI ASTRONOMIA 2016 Gara Interregionale - 22 Febbraio Categoria Junior OLIMPIADI ITALIANE DI ASTRONOMIA 2016 Gara Interregionale - 22 Febbraio Categoria Junior 1. Giove e la Luna Osservate il pianeta Giove sapendo che si trova all opposizione e notate che la Luna è molto

Dettagli

VELOCITÀ MOTO RETTILINEO UNIFORME MOTO UNIFORMEMENTE ACCELERATO

VELOCITÀ MOTO RETTILINEO UNIFORME MOTO UNIFORMEMENTE ACCELERATO 1 VELOCITÀ 1. (Da Veterinaria 2010) In auto percorriamo un primo tratto in leggera discesa di 100 km alla velocità costante di 100 km/h, e un secondo tratto in salita di 100 km alla velocità costante di

Dettagli

SVOLTO DA:MARTINA VIGNOLA SOLA SIMONA IL MOTO DEI PIANETI

SVOLTO DA:MARTINA VIGNOLA SOLA SIMONA IL MOTO DEI PIANETI SVOLTO DA:MARTINA VIGNOLA SOLA SIMONA IL MOTO DEI PIANETI IL MOTO DELLE STELLE E DEI PIANETI In antichità il Sole,la Luna e le Stelle sono stati considerati vere e proprie divinità in grado di influire

Dettagli

Moto del Punto - Cinematica del Punto

Moto del Punto - Cinematica del Punto Moto del Punto - Cinematica del Punto Quiz 1 Posizione, spostamento e traiettoria 1. Un ciclista si sposta di 10km in una direzione formante un angolo di 30 rispetto all asse x di un fissato riferimento.

Dettagli

Esercizi di dinamica del punto materiale

Esercizi di dinamica del punto materiale Esercizi di dinamica del punto materiale Esercitazioni di Fisica LA per ingegneri - A.A. 2007-2008 M F1, m v0 α F2, M α F3 Esercizio 1 Un blocco di massa M = 1.20 kg (figura F1) si trova in equilibrio

Dettagli

La Misura del Mondo. 4 Le distanze nel sistema solare. Bruno Marano Dipartimento di Astronomia Università di Bologna

La Misura del Mondo. 4 Le distanze nel sistema solare. Bruno Marano Dipartimento di Astronomia Università di Bologna La Misura del Mondo 4 Le distanze nel sistema solare Dipartimento di Astronomia Università di Bologna La triangolazione tra la Torre degli Asinelli, Porta S.Felice, il ponte sul Reno e il Colle della Guardia

Dettagli

Facoltà di Farmacia - Anno Accademico A 08 Aprile 2015 Esercitazione in itinere

Facoltà di Farmacia - Anno Accademico A 08 Aprile 2015 Esercitazione in itinere Facoltà di Farmacia - Anno Accademico 2014-2015 A 08 Aprile 2015 Esercitazione in itinere Corso di Laurea: Laurea Specialistica in FARMACIA Nome: Cognome: Matricola Aula: Riportare sul presente foglio

Dettagli

approfondimento La dinamica e le interazioni fondamentali Il principio di inerzia secondo Galileo Sistemi inerziali

approfondimento La dinamica e le interazioni fondamentali Il principio di inerzia secondo Galileo Sistemi inerziali approfondimento La dinamica e le interazioni fondamentali Il principio di inerzia secondo Galileo Sistemi inerziali Forza gravitazionale e forza peso massa e peso, peso apparente Forze normali Moto circolare

Dettagli

ESA/Rosetta/Philae/CIVA. Progetto MISSIONE ROSETTA GRUPPO ORBITE: Massai Elisabetta 5 B Bardelli Francesca 5 B Benini Marta 5 B

ESA/Rosetta/Philae/CIVA. Progetto MISSIONE ROSETTA GRUPPO ORBITE: Massai Elisabetta 5 B Bardelli Francesca 5 B Benini Marta 5 B ESA/Rosetta/Philae/CIVA Progetto MISSIONE ROSETTA GRUPPO ORBITE: Massai Elisabetta 5 B Bardelli Francesca 5 B Benini Marta 5 B Prima di parlare dell orbita della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko e delle

Dettagli

Tonzig Fondamenti di Meccanica classica

Tonzig Fondamenti di Meccanica classica 314 Tonzig Fondamenti di Meccanica classica stanza tra le masse puntiformi m A ed m B passa dal valore iniziale r i al valore finale r f, il lavoro compiuto dalle forze gravitazionali è 1 1 [B] L = G m

Dettagli

Corsi di Laurea per le Professioni Sanitarie. Cognome Nome Corso di Laurea Data

Corsi di Laurea per le Professioni Sanitarie. Cognome Nome Corso di Laurea Data CLPS12006 Corsi di Laurea per le Professioni Sanitarie Cognome Nome Corso di Laurea Data 1) Essendo la densità di un materiale 10.22 g cm -3, 40 mm 3 di quel materiale pesano a) 4*10-3 N b) 4 N c) 0.25

Dettagli

Lavoro di FISICA LICEO SCIENTIFICO italo-inglese classe IV N- Per studenti che hanno frequentato all estero

Lavoro di FISICA LICEO SCIENTIFICO italo-inglese classe IV N- Per studenti che hanno frequentato all estero LICEO CLASSICO L. GALVANI Sommario Lavoro di FISICA LICEO SCIENTIFICO italo-inglese classe IV N-... 1 Per studenti che hanno frequentato all estero... 1 Prova di Riferimento di Fisica per gli studenti

Dettagli

Sezione Il Sistema Solare Testo Parte III

Sezione Il Sistema Solare Testo Parte III Sezione Il Sistema Solare Testo Parte III Argomenti trattati Rappresentazione geometrica del sistema geocentrico o tolemaico Rappresentazione geometrica del sistema eliocentrico o copernicano Velocità

Dettagli

2. Una molla è lunga 12 cm e ha la costante elastica di 7,5 N/m. Appendendo alla molla un peso di 0,45 N quale lunghezza raggiunge la molla?

2. Una molla è lunga 12 cm e ha la costante elastica di 7,5 N/m. Appendendo alla molla un peso di 0,45 N quale lunghezza raggiunge la molla? 1. Una molla, appesa a un sostegno e caricata con un peso di 0,96 N, si allunga di 12cm. a. Quanto vale la costante elastica? Appendendo alla molla un peso diverso essa si allunga di 18 cm b. Quanto vale

Dettagli

!" #$ !" #$!" !" #$!" !" #$!" % & ' !" #$!" % & ' ()*+,+ !" #$!" % & ' ()*+,+!" #$!" - $ !" #$!" % & ' ()*+,+!" #$!" - $! % % )./+0+*,).+,.+1+ %% % )./+0+*,).+,.+1+ %% +2 $ 3*)4.24*1"5* 3*)6+2++0)1,25

Dettagli

F x =m a x. F y =m a y. F z =m a z. Studio delle varie forze

F x =m a x. F y =m a y. F z =m a z. Studio delle varie forze Leggi della dinamica 1. Se ris =0 a=0 Definizione operativa di sistema inerziale. ris =m a x =m a x y =m a y z =m a z Studio delle varie forze A B 3. AB = - AB BA BA Massa: unità di misura Dimensioni:

Dettagli

Il lavoro e l energia

Il lavoro e l energia Il lavoro e l energia Il concetto fondamentale che mette in relazione forze, spostamenti ed energia è quello di lavoro Lavoro di una forza costante Nel caso di forza e spostamento con uguale direzione

Dettagli

Fascia degli asteroidi: sono considerati un pianeta mancato. Pianeti giovani esterni sono: Giove, Saturno, Urano e Nettuno. più vicini al Sole;

Fascia degli asteroidi: sono considerati un pianeta mancato. Pianeti giovani esterni sono: Giove, Saturno, Urano e Nettuno. più vicini al Sole; IL SISTEMA SOLARE Il sistema solare è formato dal Sole, dai pianeti, comete, meteore, asteroidi. Pianeti terrestri interni (a partire dal Sole) sono: Mercurio, Venere, Terra e Marte. Fascia degli asteroidi:

Dettagli

Fisica. Esercizi. Mauro Saita Versione provvisoria, febbraio 2013.

Fisica. Esercizi. Mauro Saita   Versione provvisoria, febbraio 2013. Fisica. Esercizi Mauro Saita e-mail: maurosaita@tiscalinet.it Versione provvisoria, febbraio 2013. Indice 1 Principi di conservazione. 1 1.1 Il pendolo di Newton................................ 1 1.2 Prove

Dettagli

DINAMICA DEL PUNTO MATERIALE

DINAMICA DEL PUNTO MATERIALE DINAMICA DEL PUNTO MATERIALE DOWNLOAD Il pdf di questa lezione (0308a.pdf) è scaricabile dal sito http://www.ge.infn.it/ calvini/scamb/ 08/03/2012 I 3 PRINCIPI DELLA DINAMICA PRIMO PRINCIPIO Esiste una

Dettagli

Il sistema solare. Sole Pianeti Leggi di Keplero

Il sistema solare. Sole Pianeti Leggi di Keplero Il sistema solare Sole Pianeti Leggi di Keplero PIANETA Corpo celeste di forma sferica che non brilla di luce propria STELLE Corpi celesti di forma sferica che brillano di luce propria Il Sistema Solare

Dettagli

Liceo Scientifico Statale. Leonardo Da Vinci - Reggio Calabria. Ricerca di Fisica. Forza gravitazionale

Liceo Scientifico Statale. Leonardo Da Vinci - Reggio Calabria. Ricerca di Fisica. Forza gravitazionale Liceo Scientifico Statale Leonardo Da Vinci - Reggio Calabria Ricerca di Fisica Forza gravitazionale Studente Francesco Vilasi 5H A.s. 2004/2005 Ai tempi dei Greci, i filosofi pensavano che il movimento

Dettagli

CINEMATICA. Ipotesi di base: si trascurano le cause del moto ogge0 in movimento pun3formi

CINEMATICA. Ipotesi di base: si trascurano le cause del moto ogge0 in movimento pun3formi CINEMATICA Ipotesi di base: si trascurano le cause del moto ogge0 in movimento pun3formi Definiamo: spostamento la velocità media la velocità istantanea MOTO RETTILINEO UNIFORME Nel moto re4lineo uniforme:

Dettagli

Cinematica in una dimensione

Cinematica in una dimensione Esercizi di ripasso La luce viaggia nel vuoto a 300000 km/s. Quanto spazio percorre in un anno (anno-luce)? Un lombrico percorre 1 cm in 3 s. Qual è la sua velocità in km/h? Un ghepardo insegue un'antilope

Dettagli

m = 53, g L = 1,4 m r = 25 cm

m = 53, g L = 1,4 m r = 25 cm Un pendolo conico è formato da un sassolino di 53 g attaccato ad un filo lungo 1,4 m. Il sassolino gira lungo una circonferenza di raggio uguale 25 cm. Qual è: (a) la velocità del sassolino; (b) la sua

Dettagli

Accelerazione di Gravità. Gruppo 3: Simone dalla Pietà, Anna Possamai, Sveva Striuli, Matteo Visotto

Accelerazione di Gravità. Gruppo 3: Simone dalla Pietà, Anna Possamai, Sveva Striuli, Matteo Visotto Accelerazione di Gravità Gruppo 3: Simone dalla Pietà, Anna Possamai, Sveva Striuli, Matteo Visotto Il sistema solare si trova nel braccio di Orione della Via Lattea, poco lontano dal disco galattico.

Dettagli

[3] Un asta omogenea di sezione trascurabile, di massa M = 2.0 kg e lunghezza l = 50 cm, può ruotare senza attrito in un piano verticale x y attorno a

[3] Un asta omogenea di sezione trascurabile, di massa M = 2.0 kg e lunghezza l = 50 cm, può ruotare senza attrito in un piano verticale x y attorno a [1] Un asta rigida omogenea di lunghezza l = 1.20 m e massa m = 2.5 kg reca ai due estremi due corpi puntiformi di massa pari a 0.2 kg ciascuno. Tale sistema è in rotazione in un piano orizzontale attorno

Dettagli

SICSI I anno VIII ciclo. Didattica della Fisica 1 QUESTIONARIO SU FORZA E MOTO

SICSI I anno VIII ciclo. Didattica della Fisica 1 QUESTIONARIO SU FORZA E MOTO QUESTIONARIO SU FORZA E MOTO (Adattato da Vicentini, Mayer Didattica della Fisica, Halloun & Hestenes Force Concept Inventory, Thornton, Sokoloff, Laws Force and Motion Conceptual Evaluation ) 1) Un sasso

Dettagli

Esercizi sulla Dinamica del punto materiale. I. Leggi di Newton, ovvero equazioni del moto

Esercizi sulla Dinamica del punto materiale. I. Leggi di Newton, ovvero equazioni del moto Esercizi sulla Dinamica del punto materiale. I. Leggi di Newton, ovvero equazioni del moto Principi della dinamica. Aspetti generali 1. Un aereo di massa 25. 10 3 kg viaggia orizzontalmente ad una velocità

Dettagli

m1. 75 gm m gm h. 28 cm Calcolo le velocità iniziali prima dell'urto prendendo positiva quella della massa 1: k 1

m1. 75 gm m gm h. 28 cm Calcolo le velocità iniziali prima dell'urto prendendo positiva quella della massa 1: k 1 7 Una molla ideale di costante elastica k 48 N/m, inizialmente compressa di una quantità d 5 cm rispetto alla sua posizione a riposo, spinge una massa m 75 g inizialmente ferma, su un piano orizzontale

Dettagli

ULTERIORI ESERCIZI DI APPROFONDIMENTO

ULTERIORI ESERCIZI DI APPROFONDIMENTO ULTERIORI ESERCIZI DI APPROFONDIMENTO ESERCIZIO N 1 (dalle olimpiadi della fisica 2004) Un'automobile si muove con velocità iniziale di 16m/s e viene fermata con accelerazione costante in 4 s. Qual è lo

Dettagli

Equilibrio dei corpi rigidi e dei fluidi 1

Equilibrio dei corpi rigidi e dei fluidi 1 Equilibrio dei corpi rigidi e dei fluidi 1 2 Modulo 4 Modulo 4 Equilibrio dei corpi rigidi e dei fluidi 4.1. Momento di una forza 4.2. Equilibrio dei corpi rigidi 4.3. La pressione 4.4. Equilibrio dei

Dettagli

La fisica di Feynmann Meccanica

La fisica di Feynmann Meccanica La fisica di Feynmann Meccanica 1.1 CINEMATICA Moto di un punto Posizione r = ( x, y, z ) = x i + y j + z k Velocità v = dr/dt v = vx 2 + vy 2 + vz 2 Accelerazione a = d 2 r/dt 2 Moto rettilineo Spazio

Dettagli

Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 2011/ Docente: Prof. Carlo Isetti

Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 2011/ Docente: Prof. Carlo Isetti CENNI DI CINEMATICA.1 GENERALITÀ La cinematica studia il moto dei corpi in relazione allo spazio ed al tempo indipendentemente dalle cause che lo producono. Un corpo si muove quando la sua posizione relativa

Dettagli

Anno Accademico Fisica I 12 CFU Esercitazione n.7: Dinamica dei corpi rigidi

Anno Accademico Fisica I 12 CFU Esercitazione n.7: Dinamica dei corpi rigidi Anno Accademico 2016-2017 Fisica I 12 CFU Esercitazione n.7: Dinamica dei corpi rigidi Esercizio n.1 Una carrucola, costituita da due dischi sovrapposti e solidali fra loro di massa M = 20 kg e m = 15

Dettagli

Anno Accademico Fisica I 12 CFU Esercitazione n.8: Dinamica dei corpi rigidi

Anno Accademico Fisica I 12 CFU Esercitazione n.8: Dinamica dei corpi rigidi Anno Accademico 2015-2016 Fisica I 12 CFU Esercitazione n.8: Dinamica dei corpi rigidi Esercizio n.1 Una carrucola, costituita da due dischi sovrapposti e solidali fra loro di massa M = 20 kg e m = 15

Dettagli

LE CAUSE DEL MOTO 1. I PRINCIPI DELLA DINAMICA. La dinamica. Il primo principio della dinamica (o principio di inerzia)

LE CAUSE DEL MOTO 1. I PRINCIPI DELLA DINAMICA. La dinamica. Il primo principio della dinamica (o principio di inerzia) LE CAUSE DEL MOTO 1. I PRINCIPI DELLA DINAMICA La dinamica La dinamica è la parte della fisica che studia come si muovono i corpi per effetto delle forze che agiscono su di essi. I principi della dinamica.

Dettagli

) 2 + β 2. Il primo membro si semplifica tenendo conto che

) 2 + β 2. Il primo membro si semplifica tenendo conto che Calcolo vettoriale 1) Sono dati due vettori uguali in modulo a e b e formanti un certo angolo θ ab. Calcolare m = a = b sapendo che il modulo della loro somma vale 8 e che il modulo del loro prodotto vettoriale

Dettagli

Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Firenze Precorsi Problemi di Fisica. Giovanni Romano. Principali argomenti di teoria

Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Firenze Precorsi Problemi di Fisica. Giovanni Romano. Principali argomenti di teoria Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Firenze Precorsi 2011 Problemi di Fisica Giovanni Romano Principali argomenti di teoria Cinematica Dinamica Termodinamica Elettromagnetismo Ottica

Dettagli

OLIMPIADI ITALIANE DI ASTRONOMIA GARA INTERREGIONALE - Categoria Senior. Problemi con soluzioni

OLIMPIADI ITALIANE DI ASTRONOMIA GARA INTERREGIONALE - Categoria Senior. Problemi con soluzioni OLIMPIADI ITALIANE DI ASTRONOMIA 2012 GARA INTERREGIONALE - Categoria Senior Problemi con soluzioni Problema 1. Un sistema binario visuale si trova ad una distanza D=42 anni-luce dalla Terra. Le due stelle

Dettagli

Moto circolare uniforme

Moto circolare uniforme Moto circolare uniforme Un oggetto si muove lungo una circonferenza con velocità costante T, il tempo che impiega a tornare al punto di partenza, è il periodo f = 1/T è la frequenza (s 1 o Hertz (Hz))

Dettagli

III E 14 Novembre 2015 Verifica di Fisica tutte le domande e tutti gli esercizi

III E 14 Novembre 2015 Verifica di Fisica tutte le domande e tutti gli esercizi 1) Due oggetti di massa m 1 ed m 2 distano fra loro di 2.0x10 5 cm e si attraggono con una forza gravitazionale di 6.0x10-11 N; sapendo che m 2 = 50 kg, calcolare m 1. 2) Due oggetti di massa m 1 = 2.5x10

Dettagli

ESERCIZI PER L ATTIVITA DI RECUPERO CLASSE III FISICA

ESERCIZI PER L ATTIVITA DI RECUPERO CLASSE III FISICA ESERCIZI PER L ATTIVITA DI RECUPERO CLASSE III FISICA 1) Descrivi, per quanto possibile, il moto rappresentato in ciascuno dei seguenti grafici: s a v t t t S(m) 2) Il moto di un punto è rappresentato

Dettagli

I PROVA INTERCORSO FISICA INGEGNERIA MECCANICA (N-Z)

I PROVA INTERCORSO FISICA INGEGNERIA MECCANICA (N-Z) I PROVA INTERCORSO FISICA INGEGNERIA MECCANICA (N-Z) 05-11-2015 Una pallina da tennis viene lanciata con velocità V0 = 40 m/s ed angolo rispetto all orizzontale = /3. Il campo da tennis è lungo 30 m e

Dettagli

FISICA. MECCANICA La Gravitazione. Autore: prof. Pappalardo Vincenzo docente di Matematica e Fisica

FISICA. MECCANICA La Gravitazione. Autore: prof. Pappalardo Vincenzo docente di Matematica e Fisica FISICA MECCANICA La Gravitazione Autore: prof. Pappalardo Vincenzo docente di Matematica e Fisica UN PO DI STORIA Secondo un modello cosmologico (modello geocentrico) che risale prima ad Aristotele e poi

Dettagli

Forze Legge di Gravitazione Universale

Forze Legge di Gravitazione Universale Forze Legge di Gravitazione Universale Una forza di attrazione *gravitazionale* agisce tra due corpi rispettivamente di massa M 1 ed M 2, separati da una distanza R tra i loro centri. Questa forza è direttamente

Dettagli

Esercizi in preparazione all esonero

Esercizi in preparazione all esonero Esercizi in preparazione all esonero Andrea Susa Esercizio Un sasso viene lanciato verso l'alto a partire dall'altezza h = 50 rispetto al suolo con una velocità iniziale di modulo = 8,5/. Supponendo il

Dettagli

Breve lezione di Astronomia. Sistema Solare con le sue relative dimensioni

Breve lezione di Astronomia. Sistema Solare con le sue relative dimensioni Breve lezione di Astronomia Sistema Solare con le sue relative dimensioni Elenco dei pianeti dall interno verso l esterno del sistema solare Mercurio Venere Terra Marte Giove Saturno Urano Nettuno Plutone

Dettagli

Dati numerici: f = 200 V, R 1 = R 3 = 100 Ω, R 2 = 500 Ω, C = 1 µf.

Dati numerici: f = 200 V, R 1 = R 3 = 100 Ω, R 2 = 500 Ω, C = 1 µf. ESERCIZI 1) Due sfere conduttrici di raggio R 1 = 10 3 m e R 2 = 2 10 3 m sono distanti r >> R 1, R 2 e contengono rispettivamente cariche Q 1 = 10 8 C e Q 2 = 3 10 8 C. Le sfere vengono quindi poste in

Dettagli

Don Bosco 2014/15, Classe 3B - Primo compito in classe di Fisica

Don Bosco 2014/15, Classe 3B - Primo compito in classe di Fisica Don Bosco 014/15, Classe B - Primo compito in classe di Fisica 1. Enuncia il Teorema dell Energia Cinetica. Soluzione. Il lavoro della risultante delle forze agenti su un corpo che si sposta lungo una

Dettagli

3. Si dica per quali valori di p e q la seguente legge e` dimensionalmente corretta:

3. Si dica per quali valori di p e q la seguente legge e` dimensionalmente corretta: Esercizi su analisi dimensionale: 1. La legge oraria del moto di una particella e` x(t)=a t 2 +b t 4, dove x e` la posizione della particella e t il tempo. Si determini le dimensioni delle costanti a e

Dettagli

Errata Corrige. Quesiti di Fisica Generale

Errata Corrige. Quesiti di Fisica Generale 1 Errata Corrige a cura di Giovanni Romanelli Quesiti di Fisica Generale per i C.d.S. delle Facoltà di Scienze di Prof. Carla Andreani Dr. Giulia Festa Dr. Andrea Lapi Dr. Roberto Senesi 2 Copyright@2010

Dettagli

4. Su di una piattaforma rotante a 75 giri/minuto è posta una pallina a una distanza dal centro di 40 cm.

4. Su di una piattaforma rotante a 75 giri/minuto è posta una pallina a una distanza dal centro di 40 cm. 1. Una slitta, che parte da ferma e si muove con accelerazione costante, percorre una discesa di 60,0 m in 4,97 s. Con che velocità arriva alla fine della discesa? 2. Un punto materiale si sta muovendo

Dettagli

SECONDO PRINCIPIO DELLA DINAMICA

SECONDO PRINCIPIO DELLA DINAMICA 1 SECONDO PRINCIPIO DELLA DINAMICA 1. (Da Medicina e Odontoiatria 2015) Un corpo di massa m è inizialmente a riposo. La velocità del corpo varia uniformemente da zero a v nel tempo t. Cosa rappresenta

Dettagli

Tra le soluzioni pervenute pubblichiamo, con le dovute correzioni e precisazioni, quella inviata da Raffaele Campanile, perché ritenuta la più

Tra le soluzioni pervenute pubblichiamo, con le dovute correzioni e precisazioni, quella inviata da Raffaele Campanile, perché ritenuta la più Tra le soluzioni pervenute pubblichiamo, con le dovute correzioni e precisazioni, quella inviata da Raffaele Campanile, perché ritenuta la più completa. I dati forniti permettevano di arrivare alla soluzione

Dettagli

GRANDEZZE SCALARI E VETTORIALI

GRANDEZZE SCALARI E VETTORIALI GRANDEZZE SCALARI E VETTORIALI Una grandezza scalare è definita da un numero reale con dimensioni. (es.: massa, tempo, densità,...) Una grandezza vettoriale è definita da un modulo (numero reale non negativo

Dettagli

attento lavoro di ripasso.

attento lavoro di ripasso. Istituto Statale d Istruzione Superiore Francesco Gonzaga Liceo Scientifico, Liceo Classico, Liceo Linguistico. Istituto Tecnico Commerciale per Ragionieri IGEA e per Programmatori Mercurio Via F.lli Lodrini

Dettagli

Corso di Laurea in FARMACIA

Corso di Laurea in FARMACIA Corso di Laurea in FARMACIA 2015 simulazione 1 FISICA Cognome nome matricola a.a. immatric. firma N Evidenziare le risposte esatte Una sferetta è appesa con una cordicella al soffitto di un ascensore fermo.

Dettagli

Risposte ai quesiti della prova scritta di elementi di fisica

Risposte ai quesiti della prova scritta di elementi di fisica Risposte ai quesiti della prova scritta di elementi di fisica Durante l estate Alice deve leggere un libro di 305 pagine come compito per le vacanze. Nel mese di giugno si riposa e, a partire dal 1 luglio,

Dettagli

GRANDEZZE SCALARI E VETTORIALI

GRANDEZZE SCALARI E VETTORIALI GRANDEZZE SCALARI E VETTORIALI Una grandezza scalare è definita da un numero reale con dimensioni (es.: massa, tempo, densità,...) Una grandezza vettoriale è definita da un modulo (numero reale non negativo

Dettagli

Corso di Fisica. CdL in Scienze Infermieristiche CdL in Fisioterapia Sede di Cassino

Corso di Fisica. CdL in Scienze Infermieristiche CdL in Fisioterapia Sede di Cassino Corso di Fisica CdL in Scienze Infermieristiche CdL in Fisioterapia Sede di Cassino Docente: Deborah Lacitignola Dipartimento di Scienze Motorie e della Salute Università di Cassino Email: d.lacitignola@unicas.it

Dettagli

Gruppo Astrofili Astigiani Beta Andromedae IL SISTEMA SOLARE. Un gran bel giramento di sfere (ma non solo!)

Gruppo Astrofili Astigiani Beta Andromedae IL SISTEMA SOLARE. Un gran bel giramento di sfere (ma non solo!) Gruppo Astrofili Astigiani Beta Andromedae IL SISTEMA SOLARE Un gran bel giramento di sfere (ma non solo!) IL SISTEMA SOLARE 1. Concezioni storiche del sistema solare 2. Descrizione dei pianeti 3. Come

Dettagli

l 1 l 2 Uncorpo viene lanciato su per un piano scabro inclinato di 45 rispetto all orizzontale

l 1 l 2 Uncorpo viene lanciato su per un piano scabro inclinato di 45 rispetto all orizzontale 1. Uncorpo viene lanciato su per un piano scabro inclinato di 45 rispetto all orizzontale (µ d = 1/2). Detto T S il tempo necessario al punto per raggiungere la quota massima e T D il tempo che, a partire

Dettagli

Dati caratteristici. La Luna ed i suoi movimenti

Dati caratteristici. La Luna ed i suoi movimenti La Luna ed i suoi movimenti Dati caratteristici Raggio medio: 1738 km Volume: 22 109 km 3 Massa: 7,35 1022 kg Densità: 3,34 g/cm 3 Dato che ha una massa che è circa 1/81 di quella della Terra, la sua gravità

Dettagli

Corso di Chimica-Fisica A.A. 2008/09. Prof. Zanrè Roberto E-mail: roberto.zanre@gmail.com Oggetto: corso chimica-fisica. Esercizi: Dinamica

Corso di Chimica-Fisica A.A. 2008/09. Prof. Zanrè Roberto E-mail: roberto.zanre@gmail.com Oggetto: corso chimica-fisica. Esercizi: Dinamica Corso di Chimica-Fisica A.A. 2008/09 Prof. Zanrè Roberto E-mail: roberto.zanre@gmail.com Oggetto: corso chimica-fisica Esercizi: Dinamica Appunti di lezione Indice Dinamica 3 Le quattro forze 4 Le tre

Dettagli

Lez. 10 Concetto di forza

Lez. 10 Concetto di forza Lez. 10 Concetto di forza Prof. 1 Dott., PhD Dipartimento Scienze Fisiche Università di Napoli Federico II Compl. Univ. Monte S.Angelo Via Cintia, I-8016, Napoli mettivier@na.infn.it +39-081-676137 1 Ciascuno

Dettagli

UNITÀ DIDATTICA 11 LE COORDINATE GEOGRAFICHE

UNITÀ DIDATTICA 11 LE COORDINATE GEOGRAFICHE UNITÀ DIDATTICA 11 LE COORDINATE GEOGRAFICHE 11.1 Il reticolato geografico La forma della Terra si discosta poco da quella di una sfera. Sulla superficie terrestre, considerata come sferica, è possibile

Dettagli

Gravità. La galassia NGC 3190

Gravità.  La galassia NGC 3190 Gravità La galassia NGC 3190 Il gruppo di galassie di cui fa parte NGC 3190 Aristotele Grecia, 384 322 a.c. Il mondo è formato da 4 elementi Terra Acqua Aria Fuoco Aristotele Grecia, 384 322 a.c. Teoria

Dettagli

Esercizio 1 L/3. mg CM Mg. La sommatoria delle forze e dei momenti deve essere uguale a 0 M A. ω è il verso di rotazione con cui studio il sistema

Esercizio 1 L/3. mg CM Mg. La sommatoria delle forze e dei momenti deve essere uguale a 0 M A. ω è il verso di rotazione con cui studio il sistema Esercizio 1 Una trave omogenea di lunghezza L e di massa M è appoggiata in posizione orizzontale su due fulcri lisci posti alle sue estremità. Una massa m è appoggiata sulla trave ad una distanza L/3 da

Dettagli

<> TEST N 2 Quale delle seguenti grandezze non è una grandezza vettoriale? ( più di una risposta) A) velocità B) forza C) tempo D) accelerazione

<> TEST N 2 Quale delle seguenti grandezze non è una grandezza vettoriale? ( più di una risposta) A) velocità B) forza C) tempo D) accelerazione ESERCIZI E TEST SUI VETTORI (10) TEST N 1 Due vettori della stessa intensità devono essere sommati: un vettore è diretto ad est, un altro ad ovest. L intensità del vettore risultante è: A) 0 B) 1 C) -4

Dettagli

Esercizio. Fisica - M. Obertino

Esercizio. Fisica - M. Obertino In un ambiente in cui è stato fatto il vuoto lascio cadere in caduta libera da una stessa altezza una piuma di 10 g, una sfera di legno di 200 g e una pallina di ferro di 1 g e misuro i tempi di caduta.

Dettagli

c) il tempo che la palla impiega per raggiungere il suolo; d) la velocità con cui giunge a terra.

c) il tempo che la palla impiega per raggiungere il suolo; d) la velocità con cui giunge a terra. Alle Olimpiadi di Torino 2006, la pista di slittino era lunga 1435 m. Nella prima discesa, il tedesco M. Hackl ha realizzato un tempo di 44,55 s. Calcola la sua velocità media in m/s e in km/h. Durante

Dettagli

1 ) Il numero atomico dell atomo di ossigeno è 8. Ciò significa che:

1 ) Il numero atomico dell atomo di ossigeno è 8. Ciò significa che: ) Il numero atomico dell atomo di ossigeno è 8. Ciò significa che: A. 4 elettroni orbitano intorno al nucleo che contiene 4 protoni. B. Attorno al nucleo orbitano 8 elettroni. C. Il nucleo è costituito

Dettagli

ESERCIZI di FISICA. 1) Se 100 persone hanno giocato un sistema alla lotteria, vincendo in totale 10 M, quanti ha vinto ciascuno?

ESERCIZI di FISICA. 1) Se 100 persone hanno giocato un sistema alla lotteria, vincendo in totale 10 M, quanti ha vinto ciascuno? ESERCIZI di FISICA 1) Se 100 persone hanno giocato un sistema alla lotteria, vincendo in totale 10 M, quanti ha vinto ciascuno? a. 10 4 b. 10 5 c. 10 6 d. 10 7 2) A quanti km corrispondono 0.1 Gm? a. 10

Dettagli

Compito di Fisica Generale (Meccanica) 25/01/2011

Compito di Fisica Generale (Meccanica) 25/01/2011 Compito di Fisica Generale (Meccanica) 25/01/2011 1) Un punto materiale di massa m è vincolato a muoversi su di una guida orizzontale. Il punto è attaccato ad una molla di costante elastica k. La guida

Dettagli

Tempi Moduli Unità /Segmenti. 2.1 La conservazione dell energia meccanica

Tempi Moduli Unità /Segmenti. 2.1 La conservazione dell energia meccanica PERCORSO FORMATIVO DEL 3 ANNO - CLASSE 3 A L LSSA A. S. 2015/2016 Tempi Moduli Unità /Segmenti MODULO 0: Ripasso e consolidamento di argomenti del biennio MODULO 1: Il moto dei corpi e le forze. (Seconda

Dettagli

Problemi di dinamica del punto materiale

Problemi di dinamica del punto materiale Problemi di dinamica del punto materiale 1. Un corpo di massa M = 200 kg viene lanciato con velocità v 0 = 36 km/ora su un piano inclinato di un angolo θ = 30 o rispetto all orizzontale. Nel salire, il

Dettagli

Soluzione: In direzione verticale non c è movimento, perciò F N mg = 0. Quindi, in ogni caso, la forza normale è pari a 24.5 N.

Soluzione: In direzione verticale non c è movimento, perciò F N mg = 0. Quindi, in ogni caso, la forza normale è pari a 24.5 N. Un oggetto con massa pari a 2500 g è appoggiato su un pavimento orizzontale. Il coefficiente d attrito statico è s = 0.80 e il coefficiente d attrito dinamico è k = 0.60. Determinare la forza d attrito

Dettagli

Dinamica del punto materiale: problemi con gli oscillatori.

Dinamica del punto materiale: problemi con gli oscillatori. Dinamica del punto materiale: problemi con gli oscillatori. Problema: Una molla ideale di costante elastica k = 300 Nm 1 e lunghezza a riposo l 0 = 1 m pende verticalmente avendo un estremità fissata ad

Dettagli