DECLINAZIONI DELLO SPAZIO PUBBLICO: I LUOGHI DELLO SPORT. Valentina Orioli Alma Mater Studiorum Università di Bologna Dipartimento di Architettura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DECLINAZIONI DELLO SPAZIO PUBBLICO: I LUOGHI DELLO SPORT. Valentina Orioli Alma Mater Studiorum Università di Bologna Dipartimento di Architettura"

Transcript

1 DECLINAZIONI DELLO SPAZIO PUBBLICO: I LUOGHI DELLO SPORT Valentina Orioli Alma Mater Studiorum Università di Bologna Dipartimento di Architettura SAIE Built Academy - Landscape sportivo in aree urbane Bologna, 23 ottobre 2014

2 GLI IMPIANTI SPORTIVI NELLA TECNICA URBANISTICA: UN NECESSARIO COMPLEMENTO DELLE AREE VERDI «questo complesso sistema di costruzioni, di iniziative, di sistemazioni, è da noi compreso nelle aree destinate al verde con la generica denominazione di impianti sportivi che da piccoli nuclei isolati, da brevi spiazzi pianeggianti senza alcuna esigenza speciale passano a raggruppamenti di più ampia portata fino a identificare vere e proprie zone, molte volte denominate persino «città degli sport», ricoprenti estesissime superfici» Giorgio Rigotti, Urbanistica. La Tecnica, Utet, Torino 1956, p. 652

3 GLI IMPIANTI SPORTIVI E LE AREE VERDI NELLA TECNICA URBANISTICA: «GIOCHI ATTIVI» E «RICREAZIONE PASSIVA» Giorgio Rigotti, Urbanistica. La Composizione, Utet, Torino 1952, p. 246

4 GLI IMPIANTI SPORTIVI NELLA TECNICA URBANISTICA: QUESTIONI DI SCALA PLAYLOTS raggio di azione 250 m NEIGHBORHOOD PLAYGROUNDS raggio di azione 500 m PLAYFIELDS raggio di azione 1000 m Classificazione degli impianti sportivi proposta nel manuale di Cesare Chiodi in riferimento al lavoro di Henry Vincent Hubbard, Parks and playgrounds: American experience, Amsterdam 1924 Giorgio Rigotti, Urbanistica. La Composizione, Utet, Torino 1952, p. 296 Cesare Chiodi, La città moderna, Hoepli, Milano 1935, pp

5 GLI IMPIANTI SPORTIVI NELLA TECNICA URBANISTICA: LO STANDARD E IL RAGGIO D INFLUENZA Luigi Dodi, Elementi di Urbanistica, Ed. Politecnica Cesare Tamburini, Milano 1953, pp Giorgio Rigotti, Urbanistica. La Tecnica, Utet, Torino 1956, p. 661; Id, Urbanistica. La Composizione, Utet, Torino 1952, p. 302

6 GLI IMPIANTI SPORTIVI NELLA TECNICA URBANISTICA: DIMENSIONI OTTIMALI E PRINCIPI DI AGGREGAZIONE Giorgio Rigotti, Urbanistica. La Tecnica, Utet, Torino 1956

7 L IDEOLOGIA DELLA DISTRIBUZIONE UNIFORME E LA CITTA RAREFATTA Le Corbusier, La maison des hommes, 1942

8 «FORME APERTE» NELLE PERIFERIE DEL SECONDO DOPOGUERRA Cerutti, Lingeri et al., Quartiere Vialba a Milano P. Rossi De Paoli et al., Complesso residenziale Santa Rosa a Lecce Pollini et al., Quartiere via Feltre a Milano L. Piccinato, G. Samonà et al., CEP San Giuliano a Mestre

9 Roma. Tessuti urbani storici, moderni e contemporanei a confronto C. Mattogno, Dalle forme della città compatta agli spazi vuoti della metropoli: una verifica su Roma, in «Rassegna», n. 126, 2008

10 Bologna. Il tessuto urbano del centro storico e quello del quartiere Pilastro nella periferia nord

11 L eredità del passato recente è una città «dilatata», in cui gli spazi aperti (pubblici/collettivi) sono numerosi, vasti, spesso privi di una precisa funzione, oppure uno uguale all altro, «separati» per tipo di attività, talvolta scarsamente fruibili e non identitari... RIGENERARE LA CITTA ESISTENTE significa intervenire su questa città, sui suoi spazi pubblici, cercando di superare l approccio puramente «quantitativo» che ha contrassegnato in molti casi la loro concezione originaria

12 QUALE SIGNIFICATO PER GLI SPAZI PUBBLICI CONTEMPORANEI? Lo spazio pubblico nella città contemporanea ha cambiato significato: da spazio pubblico rappresentativo della comunità, è divenuto spazio condiviso, «espressione rovesciata di una società individualistica nella quale si sono dissolte le forme di convivenza ereditate dal Novecento. E frequente quanto lo sono il conflitto, la separazione, la presa di distanza. Forme alle quali si affianca, contribuendo a volte a generarle. E spesso una condizione temporanea, fragile, a volte opaca. Non è qualcosa che dura» (Cristina Bianchetti nel blog Territori della condivisione).

13 I LUOGHI DELLO SPORT COME SPAZI PUBBLICI 1. Recuperare allo sport e alla fruizione libera aree urbane scarsamente utilizzate Jeroen Hoorn, Skatepark Westblaak, Rotterdam

14 Parque del rio Turia, Valencia (Masterplan di Ricardo Bofill, 1981)

15 2. Individuare collocazioni inedite per impianti sportivi NL Architects, Basketbar, De Uithof, Utrecht,

16 Impianti sportivi nel parco del Kalemegdan, Belgrado

17 Basket nella fortezza, Dubrovnik

18 Pallanuoto sul lungomare, Zara

19 3. Trasformare e differenziare i materiali tradizionali delle aree destinate al gioco e allo sport Bernard Tschumi, Parc de la Villette, Parigi, 1982-

20 Carve, Ristrutturazione del Bijlmerpark: Sports-and-play esplanade, Amsterdam 2011

21 Carve, Ristrutturazione del Bijlmerpark: Sports-and-play esplanade, Amsterdam 2011

22 ASPECT Studios, Box Hill garden, Melbourne 2013

23 ASPECT Studios, Box Hill garden, Melbourne 2013

24 Helen & Hard, Geopark, Stavanger, Norway, 2008

25 4. Accentuare il mix funzionale Kragh&Berglund, Plug N Play Park, Orestad Syd, 2009

26 Kragh&Berglund, Plug N Play Park, Orestad Syd, 2009

27 Kragh&Berglund, Plug N Play Park, Orestad Syd, 2009

28 BETTER CITY SPACE, MORE CITY LIFE Jan Gehl, Cities for people, Washington 2010

29 L UOMO AL CENTRO 5 principi di pianificazione ASSEMBLARE INTEGRARE INVITARE APRIRE Jan Gehl, Life between buildings, New York 1987 (ed. or. 1971) INCREMENTARE

30 5. «Riattivare» gli spazi pubblici attraverso il gioco e lo sport Gravalosdimonte Arquitectos, Estonoesunsolar, Zaragoza

31 ASPECT Studios, Temporary activation strategy, Victoria Harbour, 2014

32 ASPECT Studios, Temporary activation strategy, Victoria Harbour, 2014

33 Giochi di strada, Venezia 2012, Roma 2013

34 vi ringrazio per l attenzione

LIFE BETWEEN BUILDINGS La dimensione Giuseppe Caldarola

LIFE BETWEEN BUILDINGS La dimensione Giuseppe Caldarola Università IUAV di Venezia LIFE BETWEEN BUILDINGS La dimensione Giuseppe Caldarola sociale dei luoghi Jan Gehl pubblica per la prima volta il testo Life Between Buildings nel 1971. In esso suggerisce un

Dettagli

facoltà di architettura luigi vanvitelli corso di analisi e tecniche di pianificazione urbanistica docente enrico formato

facoltà di architettura luigi vanvitelli corso di analisi e tecniche di pianificazione urbanistica docente enrico formato facoltà di architettura luigi vanvitelli docente Fondamenti, modelli, tendenze. Lezione n.4 Utopie + landscape movement. La città-giardino > Howard e la codifica della città giardino Ebenezer Howard (1850-1928)

Dettagli

Lezione: L avanguardia Olandese

Lezione: L avanguardia Olandese Lezione: L avanguardia Olandese Politecnico di Milano - Facoltà di Architettura La scuola contemporanea olandese Autori citati Office Metropolitan Architecture Mecanoo MVRDV Nox West 8 De Architecten Cie

Dettagli

LA NUOVA ITALIA DEI NODI E DELLE STAZIONI

LA NUOVA ITALIA DEI NODI E DELLE STAZIONI PROGETTI STAZIONI ITALIANE LA NUOVA ITALIA DEI NODI E DELLE STAZIONI Dalla politica di valorizzazione del patrimonio immobiliare delle Ferrovie dello Stato nasce una strategia di riassetto globale delle

Dettagli

Tecnica e Pianificazione Urbanistica

Tecnica e Pianificazione Urbanistica Università di Palermo - Scuola Politecnica Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile Anno accademico 2014-2015 Tecnica e Pianificazione Urbanistica Prof. Ignazio Vinci Lezioni frontali La dimensione

Dettagli

LINEE GUIDA ZONE 30. Linea guida 11. La rete del trasporto pubblico

LINEE GUIDA ZONE 30. Linea guida 11. La rete del trasporto pubblico LINEE GUIDA ZONE 30 Linea guida 11. La rete del trasporto pubblico Giugno 2007 INDICE 1. PREMESSA... 3 2. CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE E DIMENSIONALI... 3 BIBLIOGRAFIA... 6 Le linee guida sulle zone 30

Dettagli

integrati nella città della trasformazione. Progetti urbani per le nuove Centralità urbane/metropolitane)

integrati nella città della trasformazione. Progetti urbani per le nuove Centralità urbane/metropolitane) integrati nella città della trasformazione. Progetti urbani per le nuove Centralità urbane/metropolitane) Standard Urbanistici: si introduce il metodo della perequazione e della cessione compensativa per

Dettagli

UNA COMETA SU MILANO

UNA COMETA SU MILANO UNA COMETA SU MILANO Domani, mercoledì 5 dicembre vede la luce la cometa progettata dall architetto Mario Bellini, che così ha voluto definire la sua creazione per il MiCo, il nuovo Centro congressi di

Dettagli

CRITICITA NELLA VALUTAZIONE DI ZERO ENERGY BUILDINGS

CRITICITA NELLA VALUTAZIONE DI ZERO ENERGY BUILDINGS ECOMONDO 2010 Valutazione di sostenibilità di tecnologie: quale ruolo per l LCA? CRITICITA NELLA VALUTAZIONE LIFE CYCLE SUSTAINABILITY ASSESSMENT DI ZERO ENERGY BUILDINGS Michele Paleari Politecnico di

Dettagli

1a giornata_20 NOVEMBRE 2014_WORKSHOP_INTERA GIORNATA

1a giornata_20 NOVEMBRE 2014_WORKSHOP_INTERA GIORNATA 1a giornata_20 NOVEMBRE 2014_WORKSHOP_INTERA GIORNATA PugliArchmeetsApulian Urban Landscape Luogo: Maglia 22 e Waterfront San Giorgio h. 9.30 13.30 Titolo: M_Argini Tipologia di evento: workshop di progettazione

Dettagli

Programma del corso di Urbanistica D Facoltà di Architettura, Università IUAV di Venezia prof. Ruben Baiocco, coll. Matteo Ballarin, Luca Velo

Programma del corso di Urbanistica D Facoltà di Architettura, Università IUAV di Venezia prof. Ruben Baiocco, coll. Matteo Ballarin, Luca Velo Programma del corso di Urbanistica D Facoltà di Architettura, Università IUAV di Venezia prof. Ruben Baiocco, coll. Matteo Ballarin, Luca Velo Lezione 1 Presentazione del corso. Offerta formativa e senso

Dettagli

L Emilia ins. Urbanistica

L Emilia ins. Urbanistica Archivio Osvaldo Piacentini Regione Emilia-Romagna ARCHIVIO OSVALDO S E M I N A R I O Bologna, 28 marzo 2011 Costruire conoscenza, diffondere esperienza Indirizzi e linee guida per azioni di pianificazione:

Dettagli

a) Città a scacchiera: intreccio ortogonale di strade che delimitano isolatri di forma quadrata. Si sono sviluppate su terreno pianeggiante.

a) Città a scacchiera: intreccio ortogonale di strade che delimitano isolatri di forma quadrata. Si sono sviluppate su terreno pianeggiante. La città a) Città a scacchiera: intreccio ortogonale di strade che delimitano isolatri di forma quadrata. Si sono sviluppate su terreno pianeggiante. Le direttrici di traffico sono due, perpendicolari

Dettagli

Progettazione urbanistica 1 A.A. 2010/11 Prof.ssa Chiara Barattucci Collaboratrice: Valentina Antoniucci Il nuovo Piano di Governo del Territorio

Progettazione urbanistica 1 A.A. 2010/11 Prof.ssa Chiara Barattucci Collaboratrice: Valentina Antoniucci Il nuovo Piano di Governo del Territorio Progettazione urbanistica 1 A.A. 2010/11 Prof.ssa Chiara Barattucci Collaboratrice: Valentina Antoniucci Il nuovo Piano di Governo del Territorio (PGT) di Milano La città di Milano come paradigma La città

Dettagli

Da Milano all Aquila: i Centri Storici tra boom e rinascita di Saverio DI ROLLO (*)

Da Milano all Aquila: i Centri Storici tra boom e rinascita di Saverio DI ROLLO (*) Da Milano all Aquila: i Centri Storici tra boom e rinascita di Saverio DI ROLLO (*) Quanti di noi avranno avuto un senso di leggero straniamento percorrendo le strade di numerosi centri storici italiani?

Dettagli

Dal rischio idraulico alle opportunità dell acqua

Dal rischio idraulico alle opportunità dell acqua Iuav, 20.04.2012 Dal rischio idraulico alle opportunità dell acqua Arch. Andrea Ferialdi Studio di Architettura, Ingegneria e Territorio Università IUAV di Venezia - Dipartimento di Urbanistica archiferialdi@gmail.com

Dettagli

Spazi e Attrezzature Pubbliche

Spazi e Attrezzature Pubbliche Prof. Arch. Paolo Fusero Corso di Fondamenti di Urbanistica Facoltà di Architettura di Pescara Spazi e Attrezzature Pubbliche Alcune categorie parchi nazionali e aree protette parchi urbani giardini attrezzati

Dettagli

PROGETTAZIONE ARCHITETTURA E AMBIENTE 3 LICEO

PROGETTAZIONE ARCHITETTURA E AMBIENTE 3 LICEO PROGETTAZIONE ARCHITETTURA E AMBIENTE 3 LICEO Libro testo: 1) Elementi di disegno tecnico Piante, sezioni, prospetti, quote, convenzioni UNI di rappresentazione dell architettura; 2) Il rilievo a vista,

Dettagli

L urbanistica sostenibile e la ristrutturazione dell esistente

L urbanistica sostenibile e la ristrutturazione dell esistente Università IUAV di Venezia - Facoltà di Architettura Clasa AA 2010-2011 Progettazione urbanistica 1G - Prof.ssa Chiara Barattucci (Sintesi per gli studenti della lezione del 21/10/2010) L urbanistica sostenibile

Dettagli

Presentazione e obiettivi

Presentazione e obiettivi I determinanti ambientali di salute: promuovere la salute con gli strumenti di pianificazione territoriale e della valutazione ambientale strategica Roberto Ferri Venezia 22 giugno 2012 Presentazione e

Dettagli

Gruppo di lavoro Italia-Israele su startup e trasferimento tecnologico

Gruppo di lavoro Italia-Israele su startup e trasferimento tecnologico Gruppo di lavoro Italia-Israele su startup e trasferimento tecnologico 1 In occasione del vertice bilaterale con Israele tenutosi a Gerusalemme e Tel Aviv il 24 e 25 ottobre 2012, i due governi hanno firmato

Dettagli

Recupero delle stazioni impresenziate per finalità sociali

Recupero delle stazioni impresenziate per finalità sociali Roma, 28 Giugno2005 Arrivi, partenze, relazioni, Ferrovie e Comuni insieme per la qualità della vita di tutti i cittadini Recupero delle stazioni impresenziate per finalità sociali Arch. Norberta Valentino

Dettagli

L evoluzione del turismo fra impatti sociali e sviluppo locale

L evoluzione del turismo fra impatti sociali e sviluppo locale MESSINA, Emanuele. L Evoluzione del turismo fra impatti sociali e sviluppo locale. Laturbe: Revista euromediterránea de ciencias de la ciudad, del territorio y del medio ambiente [En línea]. Valencia,

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE: ESPERIENZE E OPPORTUNITÀ PER I COMUNI

RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE: ESPERIENZE E OPPORTUNITÀ PER I COMUNI RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE: ESPERIENZE E OPPORTUNITÀ PER I COMUNI Forlì, 15 giugno 2009 Premessa Nel 1800 meno del 3% della popolazione mondiale viveva nelle città. Nel 1900 erano 150 milioni le persone

Dettagli

NUOVA COLLEZIONE 2013

NUOVA COLLEZIONE 2013 , NUOVA COLLEZIONE 2013 Da oltre 30 anni Boscolo propone ai propri clienti idee originali ed esclusive con un qualcosa in più: la passione innata di chi ama offrire sempre una nuova, sorprendente emozione.

Dettagli

A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano. Focus: area ambiente. Luglio 2010

A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano. Focus: area ambiente. Luglio 2010 A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano Focus: area ambiente Luglio 2010 Indice Introduzione pag. 3 Gli indicatori pag. 7 Policy Estensione Qualità Fonti

Dettagli

Edilizia popolare. Valore per la città. La casa pubblica a Milano: processi integrati di rigenerazione urbana

Edilizia popolare. Valore per la città. La casa pubblica a Milano: processi integrati di rigenerazione urbana Comune di Milano Direzione Centrale Casa Settore Politiche per la Casa e Valorizzazione Sociale Spazi Servizio Contratti di Quartiere e Rigenerazione Urbana Edilizia popolare. Valore per la città La casa

Dettagli

UniCredit: piani città e trasformazione degli spazi

UniCredit: piani città e trasformazione degli spazi UniCredit: piani città e trasformazione degli spazi Milano, Ottobre 2013 REAL ESTATE: UN OPPORTUNITA' DI EFFICIENZA Real Estate strumentale 10.000 immobili per 6,6 M di Driver di efficienza Consolidamento

Dettagli

Piano Strategico Aree Gioco Urbane RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Piano Strategico Aree Gioco Urbane RELAZIONE ILLUSTRATIVA Piano Strategico Aree Gioco Urbane RELAZIONE ILLUSTRATIVA PROGETTO DEFINITIVO Ottobre 2009 Coordinamento progettuale Laboratorio Città Sostenibile Pier Giorgio Turi Responsabile Settore Gestione Verde

Dettagli

Modelli 2: città giardino

Modelli 2: città giardino Modelli 2: città giardino La Garden City di Howard Riferimenti bibliografici: Benevolo Leonardo Storia dell architetturra moderna Laterza ed Bari 1985 - Benevolo Leonardo, Storia dell architetturra moderna,

Dettagli

Università degli Studi di Sassari Sede di Alghero. Facoltà di Architettura. http://www.uniss.it/facolta/architettura

Università degli Studi di Sassari Sede di Alghero. Facoltà di Architettura. http://www.uniss.it/facolta/architettura http://www.uniss.it/facolta/architettura IL PROGETTO FORMATIVO Tutti i Corsi di Laurea della di ALGHERO sono organizzati con una concezione innovativa che si basa sostanzialmente sui seguenti aspetti:

Dettagli

GOVERNO DELLE TRASFORMAZIONI URBANE E TERRITORIALI

GOVERNO DELLE TRASFORMAZIONI URBANE E TERRITORIALI Dimensione normativa-regolativa Dimensione strategica GOVERNO DELLE TRASFORMAZIONI URBANE E TERRITORIALI Dimensione ambientale Dimensione del progetto urbano Dimensione delle politiche di sviluppo A cosa

Dettagli

TAVOLO INTERREGIONALE PER LO SVILUPPO TERRITORIALE SOSTENIBILE DELL AREA PADANO-ALPINO-MARITTIMA. Agenda di Bologna

TAVOLO INTERREGIONALE PER LO SVILUPPO TERRITORIALE SOSTENIBILE DELL AREA PADANO-ALPINO-MARITTIMA. Agenda di Bologna TAVOLO INTERREGIONALE PER LO SVILUPPO TERRITORIALE SOSTENIBILE DELL AREA PADANO-ALPINO-MARITTIMA Agenda di Bologna 27 gennaio 2012 1. L area Padano-Alpino-Marittima è caratterizzata da una notevole varietà

Dettagli

PLANET The Smart City

PLANET The Smart City PLANET The Smart City ABSTRACT: Questo rapporto è stato commissionato per fornire informazioni base sul progetto PLANET Smart City e per spiegare i meccanismi esistenti soprattutto in visione degli obiettivi.

Dettagli

LABORATORIO FORMA MENTIS

LABORATORIO FORMA MENTIS LABORATORIO FORMA MENTIS Presentazione del Laboratorio Forma Mentis Il Laboratorio Forma Mentis del Polo Universitario Città di Prato 1 offre attività di ricerca, intervento, formazione, e diffusione di

Dettagli

Il Piano Strategico Metropolitano di Bologna Daniela Oliva. Bologna, 1 marzo 2013

Il Piano Strategico Metropolitano di Bologna Daniela Oliva. Bologna, 1 marzo 2013 Il Piano Strategico Metropolitano di Bologna Daniela Oliva Bologna, 1 marzo 2013 Cos è un Piano strategico La costruzione di un futuro di lungo termine (10/20 anni) sulla base di: Una vision ( molte vision

Dettagli

IL PATTO DEI SINDACI E L EDILIZIA SOSTENIBILE: il ruolo strategico dei Regolamenti Edilizi

IL PATTO DEI SINDACI E L EDILIZIA SOSTENIBILE: il ruolo strategico dei Regolamenti Edilizi INIZIATIVA ITALIANA PER LA VALORIZZAZIONE E LA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI SOSTENIBILI IL PATTO DEI SINDACI E L EDILIZIA SOSTENIBILE: il ruolo strategico dei Regolamenti Edilizi Il Protocollo ITACA e

Dettagli

PGT Piano di Governo del Territorio ai sensi della Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12

PGT Piano di Governo del Territorio ai sensi della Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12 COMUNE DI SANTA CRISTINA E BISSONE PROVINCIA DI PAVIA PGT Piano di Governo del Territorio ai sensi della Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12 12a Fascicolo PdR Piano delle Regole ANALISI DEL CENTRO STORICO

Dettagli

CONNESSIONI. Ridistribuire spazi domestici e collettivi

CONNESSIONI. Ridistribuire spazi domestici e collettivi Riqualificazione Quartiere Gretta, Trieste (2008) CONNESSIONI. Ridistribuire spazi domestici e collettivi Realizzato negli anni Cinquanta, il quartiere è composto da file di edifici in linea che ricalcano

Dettagli

CAT MED Change Mediterranean Metropolises Around Time

CAT MED Change Mediterranean Metropolises Around Time Undici città del Mediterraneo hanno deciso di concentrare le loro riflessioni e i loro sforzi per prevenire i rischi climatici attraverso la promozione di un modello urbano sostenibile, compatto e multifunzionale.

Dettagli

VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL'ASSOCIAZIONE JANE AUSTEN SOCIETY OF ITALY (JASIT)

VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL'ASSOCIAZIONE JANE AUSTEN SOCIETY OF ITALY (JASIT) VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL'ASSOCIAZIONE JANE AUSTEN SOCIETY OF ITALY (JASIT) L'anno 2015, il giorno 14 del mese di febbraio, alle ore 14:37 in Bologna, presso l'auditorium Enzo Biagi

Dettagli

PROGRAMMA: TUTTE LE LEZIONI SI SVOLGERANNO DALLE ORE 15.00 ALLE ORE 17.00

PROGRAMMA: TUTTE LE LEZIONI SI SVOLGERANNO DALLE ORE 15.00 ALLE ORE 17.00 PROGRAMMA: TUTTE LE LEZIONI SI SVOLGERANNO DALLE ORE 15.00 ALLE ORE 17.00 PRESSO L AULA 2.8 DELLA FACOLTÀ DI INGEGNERIA DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA PROLUSIONE: Mercoledì 24 Settembre, Architettura

Dettagli

Contenimento del Consumo di Suolo: la tutela del suolo agricolo, risorsa non rinnovabile

Contenimento del Consumo di Suolo: la tutela del suolo agricolo, risorsa non rinnovabile Dipartimento Paesaggio, pianificazione territoriale e protezione civile Contenimento del Consumo di Suolo: la tutela del suolo agricolo, risorsa non rinnovabile Gianpietro Bara Presidente FODAF Lombardia

Dettagli

Milano Santa Giulia, un progetto innovativo. SLIDE 1 STORIA DELL AREA SLIDE 2

Milano Santa Giulia, un progetto innovativo. SLIDE 1 STORIA DELL AREA SLIDE 2 Milano Santa Giulia, un progetto innovativo. SLIDE 1 STORIA DELL AREA SLIDE 2 La storia di Milano Santa Giulia inizia con la chiusura dello stabilimento Montedison e delle Acciaierie Redaelli, nella zona

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. Franck Nolesini ISTRUZIONE E FORMAZIONE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. Franck Nolesini ISTRUZIONE E FORMAZIONE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nazionalità Franck Nolesini italiana ISTRUZIONE E FORMAZIONE Nome e tipo di istituto di istruzione Dal 2002 Iscritto all Ordine degli

Dettagli

Mantova, città universitaria a misura di studente. Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova

Mantova, città universitaria a misura di studente. Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova ALLEGATO E PROGETTO ESECUTIVO Mantova, città universitaria a misura di studente Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova 1. DATI PROGETTO Nome del Progetto: Mantova, città universitaria

Dettagli

Salute e sicurezza nella città contemporanea

Salute e sicurezza nella città contemporanea Ambiente costruito e città sane: Salute e sicurezza un binomio possibile? 7 meeting italiano Città Sane - OMS Salute e sicurezza nella città contemporanea Federico Oliva Modena, 3 dicembre 2008 1. La città

Dettagli

"RoadTO2020": siglato l'accordo tra Bari e Torino per lo scambio di buone pratiche per la rigenerazione urbana

RoadTO2020: siglato l'accordo tra Bari e Torino per lo scambio di buone pratiche per la rigenerazione urbana "RoadTO2020": siglato l'accordo tra Bari e Torino per lo scambio di buone pratiche per la rigenerazione urbana È stato sottoscritto questa mattina un protocollo d intesa tra le città di Bari e Torino nell

Dettagli

OPEREAPERTE. la sfida del recupero attraverso RETI e SINERGIE VIRTUOSE

OPEREAPERTE. la sfida del recupero attraverso RETI e SINERGIE VIRTUOSE OPEREAPERTE la sfida del recupero attraverso RETI e SINERGIE VIRTUOSE Per molto tempo la nostra società è stata abituata al consumo bulimico di beni e risorse rincorrendo feticci e stereotipi di benessere

Dettagli

Storia dell architettura italiana 1985-2015

Storia dell architettura italiana 1985-2015 Storia dell architettura italiana 1985-2015 Presentazione del libro Data il 02.10 Luogo libreria nb:notabene, via Bellezia 12c, Torino Orario dalle 18:30 alle 20:30 Intervengono Marco Biraghi Politecnico

Dettagli

The Solaire L ESEMPIO

The Solaire L ESEMPIO L ESEMPIO The Solaire The Solaire, situato nella Battery Park City di New York, su un area nella parte occidentale di Manhattan, direttamente adiacente a Ground Zero, è il primo edificio progettato in

Dettagli

Osservatorio Permanete della Qualità della Vita a Milano

Osservatorio Permanete della Qualità della Vita a Milano 16 novembre 211 Osservatorio Permanete della Qualità della Vita a Milano dal 1989 al 21 Una strategia europea per le città e una strategia delle città Il Rapporto Europa 22 del Consiglio Europeo (21) propone:

Dettagli

Enel Distribuzione Sviluppo impianti FER su rete di distribuzione

Enel Distribuzione Sviluppo impianti FER su rete di distribuzione Smart Energy Grids: progetti in corso, potenzialità e prospettive europee Divisione Infrastrutture e Reti Tavola rotonda del convegno World Energy Outlook Politecnico di Milano, 18 Giugno 2013 Sviluppo

Dettagli

Un modello per la città pubblica: il piano INA Casa e l idea di quartiere di Alice Sotgia

Un modello per la città pubblica: il piano INA Casa e l idea di quartiere di Alice Sotgia Un modello per la città pubblica: il piano INA Casa e l idea di quartiere di Alice Sotgia Il piano INA Casa, con lo scopo di incrementare l occupazione operaia attraverso l edilizia, dà forma all espansione

Dettagli

14.11.2014-09.01.2015 PIER LUIGI NERVI. Urban Center Bologna Sala Borsa piazza del Nettuno 3, Bologna. Gli stadi per il calcio

14.11.2014-09.01.2015 PIER LUIGI NERVI. Urban Center Bologna Sala Borsa piazza del Nettuno 3, Bologna. Gli stadi per il calcio PIER LUIGI NERVI Gli stadi per il calcio 14.11.2014-09.01.2015 Urban Center Bologna Sala Borsa piazza del Nettuno 3, Bologna PIER LUIGI NERVI. Gli stadi per il calcio Venerdì 14 novembre 2014 apre al pubblico

Dettagli

4.3. Il monitoraggio dell inquinamento atmosferico

4.3. Il monitoraggio dell inquinamento atmosferico 300 250 200 media min max 150 100 50 0 Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre (mm) Dicembre Fig. 4.9. Episodi di nebbia nel Porto di Venezia (anni 1985-1991).

Dettagli

PREMESSA Piano Strutturale

PREMESSA Piano Strutturale PREMESSA il Comune ha avviato la procedura di revisione ed aggiornamento del Piano Strutturale, il documento che disegna il futuro del territorio, sia per il suo sviluppo, sia per la sua tutela. Per permettere

Dettagli

Verso una Grande Parigi «sostenibile» Chiara Barattucci

Verso una Grande Parigi «sostenibile» Chiara Barattucci Università IUAV di Venezia Facoltà di Architettura Clasa AA 2010 2011 Laboratorio di progettazione urbanistica 1G Verso una Grande Parigi «sostenibile» Chiara Barattucci (Sintesi per gli studenti della

Dettagli

COMMISSIONE AMBIENTE, PARCHI E GIARDINI, ARREDO URBANO, DEMANIO E PATRIMONIO. Oggetto: Proposta di riqualificazione su Piazza Leonardo da Vinci

COMMISSIONE AMBIENTE, PARCHI E GIARDINI, ARREDO URBANO, DEMANIO E PATRIMONIO. Oggetto: Proposta di riqualificazione su Piazza Leonardo da Vinci Al Sindaco Moratti Agli Assessori Cadeo, Croci, Simini e Terzi Al settore pianificazione mobilità e trasporti E p.c. ai Consiglieri comunali tutti COMMISSIONE AMBIENTE, PARCHI E GIARDINI, ARREDO URBANO,

Dettagli

Corso di Fondamenti di Urbanistica a.a. 2013/14. Alcuni AUTORI: Le Corbusier 1945:

Corso di Fondamenti di Urbanistica a.a. 2013/14. Alcuni AUTORI: Le Corbusier 1945: Corso di Fondamenti di Urbanistica a.a. 2013/14 Prof. Giuseppe De Luca standard urbanistici Dal 1968 ad oggi: le aree per servizi Alcuni AUTORI: Le Corbusier 1945: L urbanista non è altri che l architetto

Dettagli

CeNSU. Nuove energie per la città! Riccardo Privitera! Università di Catania - CeNSU!!

CeNSU. Nuove energie per la città! Riccardo Privitera! Università di Catania - CeNSU!! CeNSU Centro Nazionale Studi Urbanistici! IBA Hamburg Wilhelmsburg! Nuove energie per la città! Riccardo Privitera! Università di Catania - CeNSU!! Convegno Nazionale CeNSU! Pianificazione urbanistica

Dettagli

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO. Piano dei Servizi. Comune di Torre de Busi Provincia di Lecco

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO. Piano dei Servizi. Comune di Torre de Busi Provincia di Lecco PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Comune di Torre de Busi Provincia di Lecco Piano dei Servizi ZONA E Allegato alla tav. S6 (PdS) ( le previsioni contenute nel Piano dei Servizi e concernenti le aree necessarie

Dettagli

Urban Center Bologna. Concorso Bologna City Branding ALLEGATO B CASE HISTORIES

Urban Center Bologna. Concorso Bologna City Branding ALLEGATO B CASE HISTORIES Urban Center Bologna Concorso Bologna City Branding ALLEGATO B CASE HISTORIES Case histories A seguire si propongono sinteticamente alcuni casi studio relativi a city brand e place brand a livello internazionale

Dettagli

Manfredo Tafuri (1935-1984)

Manfredo Tafuri (1935-1984) Manfredo Tafuri (1935-1984) «Il dramma dell architettura, oggi, [è ] quello di vedersi obbligata a tornare pura architettura, istanza di forma priva di utopia, nei casi migliori sublime inutilità». Manfredo

Dettagli

In buona parte distrutta al termine della II guerra mondiale dopo essere stata una dei centri più importanti per

In buona parte distrutta al termine della II guerra mondiale dopo essere stata una dei centri più importanti per Michele Stavagna STADTUMBAU BERLIN Rigenerazione urbana tra riqualificazione edilizia e memoria identitaria In buona parte distrutta al termine della II guerra mondiale dopo essere stata una dei centri

Dettagli

PISA 2.0 UN SISTEMA VERDE DA MILIONE DI METRI QUADRI. ottobre 2015 Arsenali Repubblicani Piazzale Terzanaia Pisa ARSENALI PISA 22 OTTOBRE

PISA 2.0 UN SISTEMA VERDE DA MILIONE DI METRI QUADRI. ottobre 2015 Arsenali Repubblicani Piazzale Terzanaia Pisa ARSENALI PISA 22 OTTOBRE PISA 2.0 UN SISTEMA VERDE DA 22 ottobre 205 Arsenali Repubblicani Piazzale Terzanaia Pisa IN COLLABORAZIONE CON NELL AMBITO DI PROMOSSO DA Infrastrutture Verdi e Arredo Urbano Sport Roberto Silvestri Roberto

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

PROGETTAZIONE INTEGRATA ARCHITETTO ANDREA FERRARO

PROGETTAZIONE INTEGRATA ARCHITETTO ANDREA FERRARO PROGETTAZIONE INTEGRATA ARCHITETTO ANDREA FERRARO Via F. Baldinucci n. 3-20158 Milano - Italia Tel. (+39).02.56.81.43.93 r.a. - Fax (+39) 02.56.94.110 e-mail: architetto@andreaferraro.it www.architettoferraro.com

Dettagli

PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO

PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO Valutazione Ambientale Strategica del Piano di Governo del Territorio - 28 luglio 2010 - La VAS nel processo di pianificazione Accompagna il processo della formazione

Dettagli

Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio

Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio Area Pianificazione urbana, Tutela ambientale e Casa Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio Servizio Housing sociale e Piani di Zona Servizio Patrimonio ed Inventari Servizio Casa

Dettagli

Invito alla creatività P7_ LIBERTY OSPITALITA E SCAMBIO 1 Dicembre-10 Marzo 2015 Viale Molise 62, Milano

Invito alla creatività P7_ LIBERTY OSPITALITA E SCAMBIO 1 Dicembre-10 Marzo 2015 Viale Molise 62, Milano Invito alla creatività P7_ LIBERTY OSPITALITA E SCAMBIO 1 Dicembre-10 Marzo 2015 Viale Molise 62, Milano 1 SPAZI0 di 18 mq per PICCOLI ATELIER, LABORATORI, CO-WORKING (1 + 1 anno rinnovo) Progetto di riuso

Dettagli

Architettura Pianificazione Design

Architettura Pianificazione Design POLITECNICO DI TORINO 31 gennaio - 1 febbraio 2014 Castello del Valentino, Viale Mattioli 39, Torino ingresso libero Architettura Pianificazione Design Per riferimenti: tel. 011 090 6254 orienta@polito.it

Dettagli

Promuovere il territorio per promuovere il turismo

Promuovere il territorio per promuovere il turismo Promuovere il territorio per promuovere il turismo Da territorio a destinazione turistica Dare risposte alla domanda di sviluppo di un territorio A livello nazionale A livello locale Per uno sviluppo a

Dettagli

Verona nasce sulle rive dell Adige. Prima dei romani era adagiata sotto Colle San Pietro, poi nell ansa del fiume.

Verona nasce sulle rive dell Adige. Prima dei romani era adagiata sotto Colle San Pietro, poi nell ansa del fiume. LA CITTA COME LUOGO DI VITA. Anticamente le città sorgevano dove la natura permetteva la vita: presenza di acqua; terreni fertili; zone riparate. Poi divennero città dei luoghi scelti come snodi commerciali;

Dettagli

Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione

Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione Il teatro delle Muse di Ancona Storia, attualità e problemi di gestione In epoca moderna la scelta dello spazio teatrale si è indirizzata verso la definizione e la creazione di edifici particolari, che

Dettagli

FIRENZE CHE SARÀ Incontri e visioni di architettura

FIRENZE CHE SARÀ Incontri e visioni di architettura FIRENZE CHE SARÀ Incontri e visioni di architettura A Gavinana. Architetture in attesa giovedì 18 aprile, ore 17:45 Società Ricreativa L Affratellamento di Ricorboli Programma di video a cura di Image

Dettagli

PERCORSI CREATIVI PER LA VALORIZZAZIONE E LO SVILUPPO DEL TERRITORIO

PERCORSI CREATIVI PER LA VALORIZZAZIONE E LO SVILUPPO DEL TERRITORIO PERCORSI CREATIVI PER LA VALORIZZAZIONE E LO SVILUPPO DEL TERRITORIO WHOMADE srl via Tartini 10 20158 Milano T +39 02 89656837 F +39 178 6028554 info@whomade.it www.whomade.it NoemiSatta via Tartini 10

Dettagli

La piattaforma etwinning: modalità d uso, potenzialità e limiti

La piattaforma etwinning: modalità d uso, potenzialità e limiti La piattaforma etwinning: modalità d uso, potenzialità e limiti Franco Di Cataldo La piattaforma etwinning costituisce un riferimento importante per la valorizzazione ed il potenziamento di progetti europei

Dettagli

Il suolo come riferimento Interventi di Architettura

Il suolo come riferimento Interventi di Architettura Politecnico di Milano Laboratorio di Architettura del Paesaggio 2012-2013 Il suolo come riferimento Interventi di Architettura Percorsi Dispositivi 1_ Percorso e suolo 1a_ sopra la materia 1b_ insieme

Dettagli

CON IL PATROCINIO DI: 20 PUNTO D ASCOLTO SULLA DOMICILIARITÀ. Venerdì 30 e Sabato 31 Maggio 2014 ore 8,30-18 e 8,30-13

CON IL PATROCINIO DI: 20 PUNTO D ASCOLTO SULLA DOMICILIARITÀ. Venerdì 30 e Sabato 31 Maggio 2014 ore 8,30-18 e 8,30-13 CON IL PATROCINIO DI: 20 PUNTO D ASCOLTO SULLA DOMICILIARITÀ ABITARE LA DOMICILIARITÀ LE TANTE CASE POSSIBILI PER PROMUOVERE LIBERTÀ, SOLIDARIETÀ, AUTONOMIA Venerdì 30 e Sabato 31 Maggio 2014 ore 8,30-18

Dettagli

Storia dalla città e dell urbanistica Sviluppo dell urbanistica in Italia: dalla legge 2359 alla legge 1150/1942

Storia dalla città e dell urbanistica Sviluppo dell urbanistica in Italia: dalla legge 2359 alla legge 1150/1942 Università di Pisa Facoltà di Ingegneria AA 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA Luisa Santini TECNICA URBANISTICA I Storia dalla città e dell urbanistica Sviluppo dell urbanistica

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Soroptimist International d Italia

Soroptimist International d Italia Soroptimist International d Italia Milano, 29 ottobre 2013 www.expo2015.org L EXPO NELLA VISIONE MODERNA Un Evento che si celebra dal 1851 Londra, 1851 Parigi, 1889 Hannover 2000 Umanità, Natura, Tecnologia

Dettagli

Con il patrocinio di: Professioni, imprese, università e istituzioni. ideazione e coordinamento scientifico BARBIERI & ASSOCIATI

Con il patrocinio di: Professioni, imprese, università e istituzioni. ideazione e coordinamento scientifico BARBIERI & ASSOCIATI ACEF Con il patrocinio di: 7 crediti formativi per l Avvocato altri Accreditamenti richiesti 12 MEETING Professioni, imprese, università e istituzioni INSIEME per LA ripresa lo stato dell economia regionale

Dettagli

PALAZZO TASSONI ESTENSE. facoltà architettura ferrara 1

PALAZZO TASSONI ESTENSE. facoltà architettura ferrara 1 PALAZZO TASSONI ESTENSE facoltà architettura ferrara 1 Palazzo Tassoni Estense Gli spazi della Facoltà di Architettura di Ferrara si sono espansi significativamente nel 2009 con il complesso di Palazzo

Dettagli

Firenze. materiali&architetture. invito. 12 maggio. convegno MATERIALI INNOVATIVI PER L ARCHITETTURA CONTEMPORANEA

Firenze. materiali&architetture. invito. 12 maggio. convegno MATERIALI INNOVATIVI PER L ARCHITETTURA CONTEMPORANEA invito Firenze convegno materiali&architetture MATERIALI INNOVATIVI PER L ARCHITETTURA CONTEMPORANEA con il patrocinio del COMUNE DI FIRENZE con il patrocinio della PROVINCIA DI FIRENZE con il patrocinio

Dettagli

Prof. Arch. Paolo Fusero Corso di Fondamenti di Urbanistica Facoltà di Architettura di Pescara. Spazi e Attrezzature Pubbliche

Prof. Arch. Paolo Fusero Corso di Fondamenti di Urbanistica Facoltà di Architettura di Pescara. Spazi e Attrezzature Pubbliche Prof. Arch. Paolo Fusero Corso di Fondamenti di Urbanistica Facoltà di Architettura di Pescara Spazi e Attrezzature Pubbliche Alcune categorie parchi nazionali e aree protette parchi urbani giardini attrezzati

Dettagli

Orientamento post-diploma Anno scolastico 2014.2015

Orientamento post-diploma Anno scolastico 2014.2015 Liceo Artistico Statale Umberto Boccioni Orientamento post-diploma Anno scolastico 2014.2015 Referente prof. Pierangela Rinaldi Milano Università e Accademie statali Università degli Studi di Milano http://www.unimi.it

Dettagli

BANDI 2014. Bando senza scadenza LINEE GUIDA

BANDI 2014. Bando senza scadenza LINEE GUIDA Bando senza scadenza BREZZA: piste cicloturistiche connesse a VENTO Il problema Dorsali e piste cicloturistiche sono infrastrutture leggere di lunga e media percorrenza che permettono, con un impatto ambientale

Dettagli

DOMUS ACADEMY RIPENSA MILANO PARTENDO DALL ACQUA

DOMUS ACADEMY RIPENSA MILANO PARTENDO DALL ACQUA DOMUS ACADEMY RIPENSA MILANO PARTENDO DALL ACQUA 12 studenti internazionali del Master in Urban Vision e Architectural Design portano al Made Expo 2011 le loro proposte per riscoprire Milano come città

Dettagli

Hyco Verhaagen Landscapes architects Senator-Wagner-Weg 4 49088 Osnabrueck www.verhaagen.de Tax number FA OS 66/145/10499

Hyco Verhaagen Landscapes architects Senator-Wagner-Weg 4 49088 Osnabrueck www.verhaagen.de Tax number FA OS 66/145/10499 Hyco Verhaagen Landscapes architects Senator-Wagner-Weg 4 49088 Osnabrueck www.verhaagen.de Tax number FA OS 66/145/10499 Ritratto dello studio --------------------------- Come studio indipendente di architettura

Dettagli

I vincitori del Premio di architettura Città di Venezia. 1) Insediamenti residenziali, commerciali, direzionali, terziario, produttivo di scala urbana

I vincitori del Premio di architettura Città di Venezia. 1) Insediamenti residenziali, commerciali, direzionali, terziario, produttivo di scala urbana I vincitori del Premio di architettura Città di Venezia Il Bando prevedeva sei sezioni: 1) Insediamenti residenziali, commerciali, direzionali, terziario, produttivo di scala urbana 2) Restauro o recupero

Dettagli

Cassa depositi e prestiti PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A.

Cassa depositi e prestiti PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A. PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A. Torino, Palazzo del Lavoro Veicolo societario 100% Pentagramma Piemonte S.p.A. (50% CDP Immobiliare S.r.l. - 50% G.E.F.I.M.) Localizzazione L edificio del Palazzo del Lavoro

Dettagli

Marseille Provence 2013

Marseille Provence 2013 w www.mp2013.fr www.rendezvousenfrance.com Capitale europea della cultura Marseille Provence 2013 Le Grand Bleu w www.mp2013.fr www.rendezvousenfrance.com Capitale europea della cultura Marseille Provence

Dettagli

Giliberto Capano. Università di Bologna sede di Forlì. Relazione presentata al Convegno CODAU 2009

Giliberto Capano. Università di Bologna sede di Forlì. Relazione presentata al Convegno CODAU 2009 Giliberto Capano Università di Bologna sede di Forlì Relazione presentata al Convegno CODAU 2009 Alghero 25 2626 Settembre 1 I Principi delle riforme amministrative 1. Distinzione tra politica ed amministrazione

Dettagli

PROGETTO SAPERE. tel. +39 055 582401. fax www.and-architettura.it. info@and-architettura.it. www.progettosapere.it info@progettosapere.

PROGETTO SAPERE. tel. +39 055 582401. fax www.and-architettura.it. info@and-architettura.it. www.progettosapere.it info@progettosapere. AND Rivista di di architettura, architetture, città città e architetti e architetti PROGETTO SAPERE SAPERE Via degli Artisti, 18R via 50132 degli Firenze Artisti, -18R Italia 50132 T. +39 Firenze 055 582401

Dettagli

DESIGN DELL ABITARE 1 / ARCHITETTURA DELL IPOCONSUMO 2 / TEMPORARY DESIGN LAB 1 / ARTE NATURA IDENTITÀ 1 / DESIGN SOSTENIBILE 1

DESIGN DELL ABITARE 1 / ARCHITETTURA DELL IPOCONSUMO 2 / TEMPORARY DESIGN LAB 1 / ARTE NATURA IDENTITÀ 1 / DESIGN SOSTENIBILE 1 Biennio INTERIOR AND URBAN DESIGN/CORSI DESIGN DELL ABITARE 1 / ARCHITETTURA DELL IPOCONSUMO 2 / TEMPORARY DESIGN LAB 1 / ARTE NATURA IDENTITÀ 1 / DESIGN SOSTENIBILE 1 / ART DESIGN/ ILLUMINOTECNICA/ DESIGN

Dettagli

Le politiche abitative Quali politiche per quali contesti? Giulia Cordella Corso politica sociale 2014-2015 giulia.cordella@gmail.com Cosa sono Interventi che si muovono per assicurare agli individui e

Dettagli

Università degli studi di Roma «Sapienza»

Università degli studi di Roma «Sapienza» Università degli studi di Roma «Sapienza» Facoltà di Architettura Laurea triennale in Urbanistica e Sistemi Informativi Territoriali A.A. 2012/2013 L infrastruttura verde nella pianificazione: use cases

Dettagli

Programma Elettorale 2009-2014 AMBIENTE-TERRITORIO

Programma Elettorale 2009-2014 AMBIENTE-TERRITORIO AMBIENTE-TERRITORIO 1. PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNALE (PRGC) E stata approvata recentemente una variante di modesta entità per alcuni interventi che non impegnano in modo rilevante il nostro territorio.

Dettagli