La crisi i n c r e m e n t a la polarizzazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La crisi i n c r e m e n t a la polarizzazione"

Transcript

1 RAPPORTO SPECIALE 2014 La crisi i n c r e m e n t a la polarizzazione Da una parte la quota delia consulenza rezionale sul PiL stanzia ulteriormente l'italia dal resto d'europa. Dall'altra all'interno del Paese aumentano il vario tra gran società consulting ( reggono alla crisi) e piccole (sempre più in fficoltà). In un mercato an nel 2014 dovrebbe chiudere col segno meno ma manda comunque i portanti segnali riorganizzazione, e lancia una parola d'orne: "Disruption"! FrancescoBogliarieRosamariaSarno Chi sperava il 2014 segnasse la ripresa d o p o un 2013 col segno meno, si dovrà p u r t r o p p o ricredere. Secondo le stime chiusura, an l'anno sta finendo avrà un saldo negativo, seppure - forse - leggermente m e n o negativo rispetto al -0,3% del 2013 sul Poco più 3 miliar euro (3.138) giro d'affari (lo 0, 2 % sul Pil rispetto alla m e d i a europea dello 0, 5 %, m a Germania e Gran Bretagna superano l'1%) realizzati da oltre aziende, cui l'85% h a meno tre pendenti. Gli occupati sono , d i cui l'84% professionisti (su questo fronte si legga l'intervento del presidente A p c o Giuseppe Bruni nelle pagine successive). Il dato macro più evidente è la crescente concentrazione del settore: le "gran" imprese (50 addetti e oltre), nel 2009 coprivano il 35% del mercato, nel 2013 sono salite al 47%, a fronte m e d i e (da 10 a 4 9 addetti) e piccole scendono dal 65 al 53%. Un chiaro segnale della polarizzazione crescente tra i big (quasi tutti branch italiane multinazionali) e i player minori. An a livello fatturati si conferma questa varicazione: le gran società dal 2012 al 2013 hanno aumentato il fatturato del 2,7%, quelle piccole hanno perso l'8,2%. C'è comunque an un altro problema, non tecnico ma non per questo meno sostanziale, cui parla nel suo intervento il presidente Confindustria Assoconsult, Carlo Maria Capè: la percezione q u e s t a professione nel Paese. L'opinione pubblica poco o niente sa della consulenza rezionale, e i mea non aiutano, d a una parte i g n o r a n d o l a, dall'altra, quelle po volte se ne o c c u p a n o, a s s o c i a n d o l a a m b i g u a - mente ai guasti della Pubblica amministrazione. Senza sapere proprio la Pubblica amministrazione, affidata alle cure serie realtà consulenziali (non alla miriade microcontratti stipulati per la quasi totalità con persone fisi spesso nascondono rapporti clientelari) ne t r a r r e b b e un g r a n d e beneficio. Una vera spenng review, non la pantomima cui abbiamo assistito con tre successivi commissari velocement e espulsi dal sistema, avrebbe bisogno una robusta iniezione business consulting. Ma questo non si fa perché la politica non vuole e la maggior parte dei mea pensa ad altri argomenti più "popolari". Che poi, v o l e n d o, un a r g o m e n t o " p o p o l a r e " ci sarebbe: il settore assume, crea lavoro. Per il 2015 sono previste assunzioni nelle aziende associate ad Assoconsult, p r i n c i p a l m e n te neolaureati in ingegneria, economia e informatica, giovani cui si offre un'opportunità professionale qualità evitando i loro cervelli fuggano all'estero. Ma an in questo caso, non è gente si mette in corteo etro a qual striscione, quin non fa "notizia". Come t u t t i gli a n n i d a l , Harvard Business Review Italia parte dall'ultimo Osservatorio Assoconsult - l'associazione aderente a Confindustria riunisce circa 400 aziende del settore del management consulting - per fare il punto del settore, sentendo l'opinione alcuni dei player più significativi: sia realtà affermate da tempo sia strutture più recente costituzione, sia multinazionali sia società a capitale italiano. Il format giornalistico del Rapporto è sem- 90 Harvard Business Review Dicembre 2014

2 pre lo stesso, per consentire a chi ne avesse voglia raffrontare i vari anni con lo stesso uniforme criterio d i analisi. L a p r i m a c o n f e r m a d e l l a d i v a r i c a z i o n e d e l m e r - cato arriva da Mile Parisatto, m a n a g i n g partner K P M G Advisory, branch i t a l i a n a d e l l a multinazionale a m e r i - cana presente in 155 Paesi: "È vero nel 2013 i n termini complessivi il fatturato del settore si è l e g g e r m e n t e r i d o t t o, m a a ben g u a r d a r e la riduzione interessa prevalentemente le realtà più piccole, mentr e per quelle più gran il fatturato ha continuato a crescere. Quello sta succedendo è un processo progressiva polarizzazione. La quota mercato delle gran advisory firms in Italia tra il 2009 e il 2013 è aumentata del 12% passando dal 35 al 47%, mentre le micro società hanno visto una contrazione significativa della loro quota mercato circa il 14% (passando dal 38 a l 24%). Evidentemente la crisi ha innescato un processo selezione e concentrazione del settore i o vedo in modo positivo perché accelera l'evoluzione della professione in termini competenze, processi, modelli o p e r a t i v i e r a p p r e s e n t a c o m p l e s s i v a - mente un momento crescita per l'intero comparto". E comunque per q u a n t o riguarda la propria azienda, Parisatto sottoline a c o m e "in questi ultimi anni abbiamo registrat o tassi crescita a n n u a l e nell'orne d e l l ' 8 % in termini ricavi (del 10% nell'ultimo anno fiscale). Lo considero un risultato straornario rispetto allo scenario m a c r o e c o n o m i c o recessivo dell'ultimo triennio. È chiaro essere s e m p r e anticiclici non è banale, s o p r a t t u t t o nel m e d i o lungo periodo. La nostra capacità tenuta si basa essenzialmente sulla sponibilità un portafoglio servizi con un coverage m o l t o a m p i o sull'intera catena del valore, dalle strategie ai processi fino all'it, ci permette reagire in modo equilibrato rispetto alle variazioni della domanda". E, a livello sistema, Parisatto riprende e rilancia le considerazioni del presidente A s s o c o n s u l t Capè sopra citate in relazione allo "sforzo culturale" andrebbe fatto per "posizionare la consulenza c o m e uno dei poli del terziario avanzato nel nostro Paese. Su questo, esiste ancora un ritardo rispetto ai Paesi anglosassoni si può colmare solo affermando le ricadute positive questi 'mestieri' sull'economia reale. In tale prospettiva serve an uno sforzo comunicazione e storytelling, in queste professioni è sempre stato piuttosto debole". L'analisi dal punto vista mensionale è confermata da A l e s s a n d r o Vietri, ceo D e m e t & Company, boutique consulenza rezionale nata pochi anni fa (crescita 2014 su 2013 del 70%) e presente nei settori Oil & Energy, IT, Financial Le d o m a n d e alle s o c i e t à c o n s u l e n za 1. D a l l ' u l t i m o Rapporto Assoconsult risulta il fatturato 2013 dell'intero settore è minuito dello 0,3%, confermando il trend negativo del Come sono andate le cose nel 2014? Che bilancio potete fare dell'anno si sta concludendo? Come avete vissuto l'evoluzione della crisi? E quali previsioni potete fare per il 2015? in generale (sua percezione dell'andamento complessivo del mercato) per aree merceologi nami verse tra PA e privato? in relazione alla sua società consulenza 2. C o m e sono mutate le modalità del rapporto con i clienti? mofi nel pricing? mofi nelle modalità compenso (fisso, success fee ecc.)? incremento nel ritardo dei pagamenti? approccio, relazione con il cliente nella operatività 3. C o m ' è cambiata - se è cambiata - l'organizzazione interna alla sua società consulenza (risorse umane e modalità d i loro utilizzo) e come in generale vede l'esigenza cambiamento organizzativo interno alle società consulenza? 4. Eventuali considerazioni specifi sul proprio settore e sulla propria società Dicembre 2014 Harvard Business Review 91

3 Ip r o t a g o n i s t i dell'indagine Fabio B e n a s s o, amministratore delegato Accenture IGEM (Italy, Greece,Turkey, Eastern Europe and Middle East ) Luciano Boccucci, f o n d a t o r e e ceo NoStopEvolution Giuseppe Bruni, presidente Apco Carlo M a r i a C a p è, presidente Confindustria-Assoconsult LuigiC o n s i g l i o, presidente Gea-Consulenti rezione Bruno Fabiano, partner Kaizen Institute Italia Maria CristinaG a l g a n o, amministratore delegato Gruppo Galgano Ezio L a t t a n z i o, f o n d a t o r e e amministratore delegato Lattanzio Group Joseph Nierling, a m m i n i s t r a t o r e delegato Pors Consulting Italia Mile Parisatto, managing partner KPMG Advisory Alessandro Vietri, c e o Demet & Company Services e Mea: "Quello della consulenza rezione è un mercato tiene e ha visto una contrazione i m p o r t a n t e su tutto ciò era consulenza trazionale. Il rapporto Assoconsult ha c o n f e r m a t o le fficoltà maggiori sono state riscontrate dalle piccole aziende consulenza, spesso non in grado assorbire le nami del mercato e non capaci investire su nuove temati. Per Demet, invece, il 2014 è un altro anno crescita e questo a n d a m e n t o è dovuto in gran parte al grosso investimento fatto sull'innovazione e sulla crescita della relazione con i nostri clienti (gran realtà internazionali) ci stanno riconoscendo eccellenza, qualità e talento su una forte base esperienza e con un a p p r o c c i o innovativo e focalizzato possiamo definire 'sruptive'". An Luciano Boccucci, f o n d a t o r e e ceo No- StopEvolution, società consulenza specializzata nello sviluppo della leadership creativa, nell'innovazione ed evoluzione organizzativa, c o n f e r m a "la percezione il m e r c a t o viva un m o m e n t o estrema fficoltà, sia per limitatezza b u d- get sia per una costante 'paura' ad affrontare la parola ' i n v e s t i m e n t o ' ". M a an perché il sett o re t a l v o l t a " te n d e a o m o l o g a r e i clienti; siamo convinti, in u n c o n t e s t o così m u - t e vo le, pe r o t t e n e re risultati concreti occorra invece s e m p r e più partire d a un'analisi approfonta del contesto e dall'ascolto delle persone all'interno delle organizzazioni. I progetti vanno 'segnati' ogni volta sul cliente e a volte sull'esigenza del singolo manager". Luigi Consiglio, presidente Gea, società consulenza italiana f o n d a t a nel 1965, s p o s t a invece l'analisi della polarizzazione su un verso livello, non quello delle mensioni m a q u e l l o dei s e t t o r i merceologici: "Il dato Assoconsult si riferisce a settori m o l t o versi nel m o n d o d e l l a c o n - sulenza. Al suo interno i l c o m p a r t o ha f a t t o registrare d i f f e r e n z e significative tra questi segmenti. I mon legati a d atti vi t à e i n d u stry pubbli e ad attività rivolte al mercato interno hanno sofferto più". Subito d o p o Consiglio s p o s t a il focus del ragionamento sulla d i m e n s i o n e internazionale: "Chi segue storicamente l'industria privata su temi tecnologia e internazionalizzazione riscontra la domanda servizi avanzati è cresciuta m o l t i s s i m o. C'è una notevole vivacità progettuale e tantissimi imprentori vogliono capire, esplorare, trovare stributori, valutare piccole e mee acquisizioni stabilimenti o aziende vere e proprie. C o m e se il nostro i m p r e n d i - tore tipo avesse capito l'italia non può essere una p i a t t a f o r m a partenza per c o m p e t e n z e, knowhow e immagine, m a lo sviluppo è fuori da qui. Gea è da sempre in questo settore e abbiamo registrato contemporaneamente la domanda per Far East e Usa. An se con tagli e obiettivi molto versi. Abbiam o infatti risposto con una società in Far East e Cina e un'alleanza a fini development consulting negli Usa" Consiglio fa alla fine del suo r a g i o n a m e n t o una riflessione generale: "La consulenza rezione cambiando m o l t i s s i m o. Serve una specializzazione sta 92 Harvard Business Review Dicembre 2014

4 RAPPORTO SPECIALE 2014 parossistica su fronti tecnologici o commerciali. Serve una competenza settore industriale sempre più profonda e raffinata. Il tuttologo ha sempre meno spazio nel mondo industriale dei prossimi anni. Infine, avvertiamo c'è grande bisogno recuperare stu, battiti e ruolo per la gestione delle risorse umane, un ambito a mio avviso è stato sempre più trascurato dalla cultura manageriale". Il trend negativo evidenziato dall'osservatorio Assoconsult viene confermato da Maria Cristina Galgano, amministratore d e l e g a t o del Gruppo Galgano, società consulenza a capitale completamente italiano fondata nel 1962 da Alberto Galgano ( ne è tuttora presidente): "Sempre più la Consulenza Direzione tende a essere assimilata, in settori più maturi, a un prodotto c o m m o d i t y, quin venta i m p o r t a n t e puntare, an nel nostro settore, sull'innovazione della propria Value Proposition. Dall'osservatorio del Gruppo Galgano, per ciò riguarda il 2014 due sono i trend più significativi: 1) l'apertura, an nel m o n d o delle aziende dei Servizi, al tema del m i g l i o r a m e n t o dell'efficienza nella ricerca una maggiore produttività; 2) l'attenzione per la Qualità dei processi e una ripresa consapevolezza dell'importanza fondamen - tale della Qualità come elemento competitivo. Questi trend, nel mondo dei Servizi, si sono accentuati. Siamo d i fronte a una maggiore e più spinta concorrenza oggi si manifesta in settori fino a qual tempo fa Rafforzare l'identitàu n a professione importante per ilp a e s e CarloMariaC a p è, presidenteconfindustriaassoconsult L e principali società consulenza del nostro Paese si sono incontrate a Firenze il 17 e 18 ottobre scorsi per una riflessione sullo stato del settore i n Italia e all'estero. Per scutere del futuro della nostra professione e per definire i principali progetti atti a rilanciare la Consulenza Management italiana come partner fondamentale per la ripartenza del Paese. Statodellac o n s u l e n z ain Italia Il mercato della consulenza in Italia, se si escludono le micro-società con meno 3 addetti, è formato da imprese con addetti, per circa 2,5 miliar fatturato. Di queste, 500 società sopra i 10 addetti generano l ' 8 0 % del fatturato (circa 2 mld), mentre le 35 società sopra i 5 0 addetti rappresentano il 6 0 % del fatturato. Pur rispettando la classica curva Pareto, il s e t t o r e rimane molto frammentato con una quota delle prime società non supera il 5%. Il fatturato nel 2013 è minuito dello 0,3% confermando il trend negativo registrato nell'anno precedente. Lievemente migliori sono le previsioni per il Questo trend riguarda, come per gli scorsi anni, soprattutto le società inferiori ai 10 addetti, mentre le gran società (superiori ai 50 addetti) sono cresciute nel 2013 allo stesso ritmo del 2012 (+2,7%) e con l'aspettativa accelerare significativamente nel 2014 (stima: +5,9%). Cresce an il numero complessivo dei consulenti (+3,3%) in tutte le classi mensionali, trainato soprattutto dalle gran i m p r e se (+6,2%), a testimonianza della continua spinta questo settore dà all'occupazione. I n c r e m e n t a t a la presenza soprattutto dei neolaureati i n scipline t e c n i c o - e c o n o m i c h e, nonostante una generale riduzione d i redtività del settore. Si registra infatti un calo del fatturato per consulente (-3,5%), nel 2013 è pari a circa 107 mila euro, con un vario tra le piccole imprese e le gran. L e prime si attestano attorno ai 71 mila euro mentre le gran imprese attorno ai 180 mila euro fatturato per professional. A n c h e il prezzo meo della giornata consulenza, inferiore rispetto agli standard europei, ha subito un decremento circa il 5 % rispetto all'anno precedente. Il fatturato relativo al settore pubblico continua a scendere (-2,3%), con u n peso percentuale si attesta al 10,6%, molto inferiore ai benchmark europei (attorno al 18-20%). Il fatturato relativo al terziario (ban, assicurazioni, Energy e utilities e telecomunicazioni) è stabile rispetto agli anni precedenti ed è ad appannaggio delle gran società consulenza. Le meo piccole sono invece più focalizzate sul settore industria, i n particolare sulle PMI. 93 Harvard Business Review Dicembre 2014

5 avevano trazionalmente una situazione mercato competitivo meno spinto". Il 2014 A c c e n t u r e IGEM (Italy, Greece, Turkey, Eastern Europe and Middle East) ha mantenuto un trend d i crescita positivo e l'amministratore delegato Fabio Benasso chiara "un cauto ottimismo an per il futuro. Le leve alla base tali risultati sono la capacità d i segnare per i nostri clienti progetti strategia integrati con la tecnologia, con massima attenzione alle aree innovazione, gital e business transformation, internazionalizzazion e e gital c u s t o m e r management". Le maggiori o p p o r t u n i t à dovrebbero riguardare il settore della consulenza "nell'area della 'gestione delle scontinuità business', intesa come attività revisione dei modelli organizzativi e operativi, nella ristrutturazione dei costi finalizzata a investimenti in innovazione, nella gestione delle priorità e delle sempre nuove esigenze dei consumatori, e nei progetti espansione geografica". Soprattutto, prosegu e Benasso, "nei p r o g e t t i coniugano c o m p e t e n z a strategica e capacità cogliere le potenzialità del gitale. In questo ambito, i maggiori risultati li stiamo riscontrando nei settori finanziari (banking, insurance), energia (utilities), manifatturiero e beni largo consumo, retai l". Bruno Fabiano, partner Kaizen Institute Italia, la branch italiana della multinazionale giapponese presente in 50 nazioni, specialista nel m i g l i o r a m e n t o e Internazionalizzazione I dati sull'internazionalizzazione riguardano quin solo le società italiane, questo per evitare informazioni storte dall'ovvia presenza all'estero delle multinazionali. II livello internazionalizzazione del settore minuisce leggermente con un'incidenza del fatturato estero sul totale, passa dall'11% del 2012 a l 9,6% del 2013, ma con significato verso per le gran e meo piccole: per le gran imprese, rispetto a l 2012, il fatturato dovuto ad attività estere rimane invariato a fronte un aumento circa il 3% del fatturato domestico. Per le micro e piccole imprese, rispetto al 2012, si osserva un crollo delle attività estere porta a mezzare il loro fatturato estero. Questo fatto può essere legato a un approccio opportunistico e non strutturato presenza all'estero. Consulenza in E u r o p a (survey Feaco) In Italia il settore della consulenza management rappresenta un contributo al PIL nazionale pari allo 0,2%: an quest'anno l'italia è fanalino coda rispetto ai maggiori Paesi europei, con una mea dello 0,52% del benchmark FEACO. L'Italia ha tasso penetrazione comparabile solo ai Paesi BRIC e al Meo Oriente, dove la consulenza è in fase d i avvio: Turchia, Russia, Paesi Arabi, Cina, hanno tutti parametri incidenza sul PIL simili o superiori all'italia. La contrazione del mercato italiano è confermata negli altri Paesi dell'europa meterranea (Francia e Spagna in particolare), mentre i Paesi dell'europa centro settentrionale - in particolare la Germania - registrano un mercato in crescita. Assoconsult,v i s i o n e e progettip e ril Per quanto illustrato finora e per la rinnovata consapevolezza delle proprie potenzialità derivanti dalla forza associativa la contradstingue, Assoconsult nella due giorni Firenze h a gettato le basi per una visione GDP(bn$) il 0 Cina sia % r O - w ltalia Lirchia k, ampia e a lungo temine dei prossimi anni. Pronta però a partire immeatamente con progetti concreti. L'Evento,ilp r e m i o, ilp r o g e t t o "Banera" Vogliamo cominciare a istituzionalizzare un a p p u n t a m e n t o annuale per i nostri associati. Immaginare un evento tutti gli anni posizioni la consulenza management al centro della scussione politico manageriale e attualità. Come avviene già per altre realtà Confindustria, è arrivato il momento an la Consulenza si ponga dei m e d i a c o m e t e m a all'attenzione e d esca dal sentire c o m u n e F ti Uniti na G < ò i ì- Gran Br rancia 0,5.MCsuGDP G e i manra tagna pagna Other Europe an.» trasversale 1 H- 1,0 1,1 degli Dicembre 2014 Harvard Business Review 94

6 RAPPORTO SPECIALE i n n o v a z i o n e c o n t i n u i, c o n u n a l u n g a t r a d i z i o n e in a m - a r e a V e n d i t e p e r s o s t e n e r e e s v i l u p p a r e il f a t t u r a t o ". b i t o p r o d u z i o n e e s u p p l y c h a i n, c o n f e r m a c h e il 2013 O t t i m i s t i c a l a v i s i o n e d i Lattanzio G r o u p : " I n u n m e r - e 2014 s o n o stati anni c a m b i a m e n t o nel mix cato non cresce, noi registriamo an quest'anno della d o m a n d a : "I p r o g e t t i si s o n o s p o s t a t i v e r s o l ' a r e a s t r a - u n a n d a m e n t o m o l t o p o s i t i v o in t u t t e le s o c i e t à tegia e innovazione con m a g g i o re incidenza 'cantieri r a t i v e d e l g r u p p o ", d i c h i a r a Ezio Lattanzio, f o n d a t o r e e ope- m a n a g e m e n t ' in c u i d e f i n i r e e c o n d i v i d e r e la s t r a t e g i a a m m i n i s t r a t o r e delegato del g r u p p o, s e m p r e più pro- fino a un piano operativo concreto a iettato sul fronte dell'internazionalizzazione. Così a c c a n t o a l l e O p e r a t i o n s d o v e s i a m o m e n t e forti, a b b i a m o registrato nel 2014 attività sullo Sviluppo giorni. trazionalnumerose Prodotto, per generare pro- d o t t i c e n t r a t i s u i b i s o g n i m e r c a t i s p e c i f i c i, o in Questo r i s u l t a t o è a n c h e f r u t t o d i u n p o s i z i o n a m e n t o " c h e ci v e d e o p e r a r e s u l m e r c a t o in m o d o i n n o v a t i v o rispetto ai p l a y e r d e l l a c o n s u l e n z a m a n a g e m e n t. a r t i c o l a t o la n o s t r a s t r u t t u r a s o c i e t à Abbiamo specializzate a d d e t t i ai lavori. Q u e s t a i d e a v a resa t a m e n t o c h e i m e d i a ci riservano, rac- c o n c r e t a s u b i t o, c o n la c o n s a p e v o - c o n t a n d o la c o n s u l e n z a s p e s s o c o m e p u n t o d a cui r i p a r t i r e in lezza c h e ci v o r r a n n o a n n i p r i m a c h e u n m e z z o p e r a m p l i a r e le s p e s e, p e r t i v a p e r q u e l l o c h e è il v e r o l'evento venti riferimento costante giunta non sempre con chiare. tivo c o m u n e p e r t u t t i : rafforzare la C o n s u l e n z a d i M a n a g e m e n t in Italia. finalità m e d i a t o f u t u r o p o i, v u o l e e s s e r e il prospetobiet- per t u t t i. Ma m a i c o m e oggi la Consu- C'è m o l t o d a l a v o r a r e i n q u e s t o s e n s o. lenza M a n a g e m e n t vive l'esigenza D o b b i a m o essere noi Assoconsult Per f a r l o c'è b i s o g n o d i A s s o c o n s u l t raccontarsi an a un i p r i m i a f a r r i v a l u t a r e la f i g u r a d e l e per rafforzare Assoconsult stessa pubblico retail c h e si è f a t t o più e s i g e n t e so- consulente rendendo c'è b i s o g n o c h e gli a s s o c i a t i tutti prattutto d o p o questi ultimi anni a n c h e gli organi informazione circa si s e n t a n o g r u p p o, si s e n t a n o una crisi. L ' a p p u n t a m e n t o annuale pre- le p o s s i b i l i t à c h e la c o n s u l e n z a cosa sola. v e d e r à a n c h e u n p r e m i o p e r c h i si offrire. Mi rendo c o n t o, rispetto N o n è f a c i l e, a n c h e s e si p a r l a è stinto, a detta del mercato, a quanto esposto stesso in finora, consapevoli può questa può linguaggio, lo immaginarsi maniera significativa nel proprio a m - a p p a r i r e c o m e l'impresa più fficile. tutti insieme e relazionarsi bito. Una sorta certificazione col- Perché negli ultimi anni s i a m o stati se si f o s s e t u t t i u g u a l i p e r c h é u n i t i dalle stesse idee. N o n è facile per- come lettiva aiuterà i premiati a farsi spesso vittime nostro malgrado c o n o s c e r e a n c o r a più e a veicolare ingiusti parallelismi fra la nostra atti- c h é il m o n d o d e l l a C o n s u l e n z a il m e s s a g g i o c h e a n o i t u t t i i n t e r e s s a, v i t à - s p e c i a l m e n t e i n a m b i t o PA - e u n m o n d o v a s t o, p e r c h é le d i m e n - vale a re l'affidabilità e l'efficienza g l i s p r e c h i d i d e n a r o p u b b l i c o. Ci s o n o s i o n i e le s p e c i f i c i t à d i o g n i s i n g o l o della consulenza stessa. però i presupposti per cambiare que- protagonista, del gruppo L ' a p p u n t a m e n t o a n n u a l e e il p r e - sta situazione. D o v r e m o essere più magino per essere è im- Assoconsult, m i o s o n o u t i l i a l fine d i a l i m e n t a r e vigili r i s p e t t o a ciò c h e su noi v i e n e sono tante e verse. q u e l l o c h e a Firenze a b b i a m o chia- raccontato e pronti a correggere e M a è u n a sfi d a c h e d o b b i a m o m a t o progetto "Banera". Un ripo- p r e t e n d e r e lo s p a z i o c h e ci s p e t t a raccogliere quella sizionamento del brand Consulenza - sui m e d i a - per chiarire e risultare più forti e coesi c h e si s e r v a innanzi t u t t o d i u n a sin- i n e s a t t e z z e. A n c h e in q u e s t o s e n s o s i b i l e. La d o b b i a m o tesi utile a trasmettere unità e con- a n d r à i n t e n s i f i c a t o il n o s t r o a f f i a n c a - per visione intenti all'interno m e n t o al m o n d o a c c a d e m i c o. nale, del mondo Assoconsult risultino p o i c h i a r e a t u t t o il m o n d o esterno. Sarà più facil e in q u e s t o m o d o maginare un rafforzamento im- eventuali Non il n o s t r o aggregarci futuro mai come pos- raccogliere professiooggi suona esclusivamente per una questione c o m e s i n o n i m o blasone e crebilità, m a per intensi- p e r o g n u n o d i n o i. E la ficare raccogliere an per chi Con- quella preparazione e quell'im- sopravvivenza dobbiamo dell'i- meatezza nelle risposte spesso sulenza per chi d e n t i t à s t e s s a p e r la C o n s u l e n z a d i ci t r o v i a m o a gestire. Che p o s s o n o, ignora cosa sia, per chi non M a n a g e m e n t in I t a l i a. previa una rinnovata intesa con s o s p e t t a sia a n c h e grazie mondo accademico appunto, Rafforzamento del posizionamento e dell'identità tare più efficienti e risolutive. Se s i a m o i p i ù i n d i e t r o in E u r o p a lo si d e v e a n c h e al f a t t o c h e la p e n e t r a - Rafforzare la Consulenza rafforzando Assoconsult zione della consulenza sul Quanto mercato non viene quasi mai aiutata dal trat- 95 Harvard Business Review Dicembre 2014 il risul- n o n si o c c u p a, n o s t r o l a v o r o c h e le c o s e n a n o m e g l i o. Lo s t e s s o al funzio- governo, oggi, ha b i s o g n o noi c o m e un'u- fin qui scritto, n i c a f o r z a p r i n c i p a l e in g r a d o orientare lo d e l l ' a r t e p r i m a e le i d e e p e r stato l'im- la c o n s u l e n z a v e r s o i giusti obiettivi. Gli o b i e t t i v i t u t t i, n o n s o l o i nostri.

7 RAPPORTO SPECIALE s e c o n d o un d i s e g n o c h e i n t e g r a versi servizi in f u n - titivo". I n s o m m a, un Merkel&Renzi più facile d a realiz- z i o n e d e l r i s u l t a t o p e r il c l i e n t e. zare in e c o n o m i a c h e in p o l i t i c a... Noi g u a r d i a m o ai KIBS - K n o w l e d g e I n t e n s i v e B u s i n e s s S e r v i c e s - s e t t o r i e m e r g e n t i a livello i n t e r n a z i o n a l e in q u a n t o f a t t o r e La Pubblica a m m i n i s t r a z i o n e sviluppo e moltiplicatore della crescita delle imprese C o m e già accennato all'inizio, quello della e delle p u b b l i c h e amministrazioni. A b b i a m o un focus amministrazione c h i a r o sui t r e n d c h e i n t e r e s s a n o la d o m a n d a lontà politica, cioè della determinazione o meno pubblica Pubblica è un p r o b l e m a i n n a n z i t u t t o e p r i v a t a, o v v e r o la r i f o r m a e la m o d e r n i z z a z i o n e d e l l a affidare incarichi c o n s u l e n z a " v e r i " finalizzati PA, p r o g e t t i e f f e t t i v i. La s e n s a z i o n e è c h e i n v e c e l ' i n t e r n a z i o n a l i z z a z i o n e, le s t a r t - u p e lo s v i l u p p o delle PMI, l ' e - l e a r n i n g, la c o m u n i c a z i o n e gitale, l'expo c h e ci f a n n o p r e v e d e r e un u l t e r i o r e s v i l u p p o ". risulta s e m p r e più s u p e r a t a nel p r o p r i o a gli a f f i d a m e n t i siano figli altre esigenze, e r i e n t r i n o u n a s t r a t e g i a o r g a n i z z a t i v a e i n d u s t r i a l e. " N e l l a PA", a essere un polo aggregazione dei servizi a valore a g g i u n t o, i n t e g r a n d o la c o n s u l e n z a m a n a g e m e n t ad spesso più n e l l ' a m b i t o degli a m m o r t i z z a t o r i sociali "Di fatto", aggiunge Lattanzio, "ci s i a m o già candati vo- a f f e r m a Boccucci NoStopEvolution, " q u e s t i - approccio temi sono talvolta 'futuribili', perché appare ancora golata da norme possono impere re- l'attivazione t r a d i z i o n a l e - c o n l'it, l ' e - l e a r n i n g, l a c o m u n i c a z i o n e, t e m p e s t i v a d i p r o g e t t i d i c a m b i a m e n t o ". E Parisatt o c a p a c i c o m e s i a m o o p e r a r e t r a s v e r s a l m e n t e e in K p m g c o n f e r m a "il p u b b l i c o ha m o s t r a t o una logica r a l l e n t a m e n t o : la v e r a sfida s a r e b b e p o r t a r e pubblico-privato". Un'altra analisi positiva della situazione qualin è quella q u e s t ' a m b i t o processi gitalizzazione, a parità d i P o r s c h e C o n s u l t i n g Italia, c h e " v i v e d a alcuni anni una fase c r e s c i t a c o s t a n t e. In particolare, risorse sponibili, consentirebbero signi- q u e s t ' a n n o a b b i a m o la p r e v i s i o n e c h i u d e r e c o n il ficativi r e c u p e r i effi- 1 4 % in più r i s p e t t o all'anno s c o r s o. P r e v e d i a m o cienza e qualit à nel an- c h e il 2015 in c r e s c i t a, a b b i a m o a d o g g i p i a n i f i c a t o un s e r v i z i o ai c i t t a d i n i ". c a u t e l a t i v o 1 0 %. " Il m e r c a t o, a f f e r m a l ' a m m i n i s t r a t o r e Altri interlocutori d e l e g a t o J o s e p h Nierling, " c i r i c o n o s c e u n ' u n i c i t à n e l nostra v a l o r e p r o p o s t o e lo p r e m i a : i n o s t r i c o n s u l e n t i, fanno tutti d i p e n d e n t i P o r s c h e, c o n i u g a n o il k n o w - h o w e c c e l lenza della nostra casa automobilistica con approccio manageriale tipico delle aziende des. I settori i n v e s t i t o in noi della al se- rasse- constatazione è meglio non dere altro temp o per- etro a l l ' i m p o s s i b i l e e c o n c e n t r a r e le p r o p r i e r i s o r s e v e r s o obiettivi reali: l'industria, i financial services e i servizi consulenza " I T d r i v e n " ( K p m g ), l ' i n t e r n a z i o n a l i z z a z i o n e (Gea), l o quello dell'automazione d e l l a m e c c a n i c a cisione, quello dei c o n s u m o e d e l navali e i fornitori del settore forse gnata pubblico, sono quello delle te- gno non riferimento hanno maggiormente con un settore della inchiesta e pre- s v i l u p p o nuovi p r o d o t t i (Galgano) e idee inno- v a t i v e ( N o S t o p Evolution), l ' e l a b o r a z i o n e d e l l a s t r a tegy (Demet). A d e s e m p i o K p m g è c o n v i n t a "la beni t e n d e n z a a c h i e d e r e ' s o l u t i o n s ' n e l c a m p o IT r i m a r r à retail, a n c h e nei p r o s s i m i anni u n o dei t e m i c e n t r a l i, c o n i m - costruzioni automobilistico." p a t t i in t e r m i n i a l l e a n z e, m o d e l l i d e l i v e r y e p o s i z i o n a m e n t o d i d i v e r s i p l a y e r. " Per il , informa E in g e n e r a l e N i e r l i n g d i c e " s t u p i r s i per la c o n t r a - Parisatto, " c i a s p e t t i a m o u n ' a c c e l e r a z i o n e d i tema- zione d e l m e r c a t o c o n s u l e n z i a l e in Italia, in t i c h e IT i n n o v a t i v e c h e a d o g g i s o n o s o p r a t t u t t o delle percen- t u a l e d e l Pil g i à m o l t o p i ù b a s s o c h e i n a l t r i P a e s i. " La ' b u z z w o r d ' c o m e D&A, Big D a t a, C l o u d ecc.". s u a i m p r e s s i o n e è c h e le a z i e n d e n o n s i a n o p i ù alla Accenture chiara non aver riscontrato nel settore "fatichino PA " e l e m e n t i d i s i g n i f i c a t i v o c a m b i a m e n t o ". L a t t a n z io a ottenere i risultati dalle iniziative pianificate". È h a g i à i n d i c a t o l a PA c o m e a m b i t o p r i m a r i o d i a t t i v i t à. r i c e r c a nuovi m e t o d i e s t r u m e n t i e c h e p r o p r i o in b a s e a q u e s t e c a r e n z e c h e v e d e " u n poten- Però n o n v a n n o s o t t o v a l u t a t e le p r o b l e m a t i c h e legate ziale e n o r m e per la n o s t r a s o c i e t à : o l t r e a p r o p o r r e alla mensione finanziaria: "La tensione sul pricing i d e e u n i c h e, il n o s t r o m o d e l l o m a n a g e r i a l e c o n t i n u a a r a p p r e s e n t a r e u n a sfida. O l t r e t u t t o, per noi tedesco, q u a n d o si u n i s c e a l l a c r e a t i v i t à t i p i c a i t a l i a n a, g e n e r a c h e o p e r i a m o in m i s u r a c o n s i s t e n t e n e l p u b l i c s e c t o r, i per i nostri clienti un i n c o m p a r a b i l e v a n t a g g i o t e r m i n i p a g a m e n t o delle p u b b l i c h e 96 Harvard Business Review Dicembre 2014 compe- amministrazioni

8 RAPPORTO SPECIALE n o n s o n o a i u t o e le s t e s s e p r o c e d u r e pagamento d e l l a c o n s u l e n z a d i D e m e t e c i ò si t r a d u c e a n c h e in s e m p r e p i ù f a r r a g i n o s e. Q u e s t o s c e n a r i o e le c r i t i c i t à una gestione non p r o b l e m a t i c a dei pagamenti, ne d e r i v a n o s o n o o g g e t t o un lavoro c h e in q u e s t o p e r i o d o è m o l t o rara". congiunto in s e d e C o n f i n d u s t r i a I n t e l l e c t a f f i n c h é il r a p p o r t o t r a c o n s u l e n z a e PA p o s s a o r i e n t a r s i a u n ' m i g l i o r ingag- cosa An Accenture parla " p r o p o s t e value & results based, an con formule prevedono compensi gio' a v a n t a g g io tutti". f o r f e t t a r i legati al v a l o r e dei b e n e f i c i e dei U n a v i s i o n e p i ù o t t i m i s t i c a d e l s e t t o r e v i e n e d a Kaizen p o r t a t i. Il s i è p e r n o i r i v e l a t o u n a n n o p o s i t i v o s i a Institute: " L a P u b b l i c a a m m i n i s t r a z i o n e sul f r o n t e dei r i c o n o s c i m e n t i e c o n o m i c i sia su q u e l l o è in m e n t o e iniziano a esserci attività c o n c r e t e movimiglio- r a m e n t o nei processi, c o n i m p a t t o sui c i t t a d i n i e sul territorio. Interessando dei Comuni e delle infrastrut- t u r e c o m e P o r t i. Si t r a t t a s e m p r e d i p r o g e t t i specifici, risultati d e l l ' a p e r t u r a d i n u o v e r e l a z i o n i d i b u s i n e s s. Il m e r cato", a f f e r m a Benasso, "sta p r e m i a n d o un a p p r o c c i o d e l l a c o n s u l e n z a o r i e n t a t o a un m o d e l l o s h i p c o n i c l i e n t i, nel q u a l e vi è un i m p e g n o partner- congiunto m o l t o c o n c r e t i, realizzat i c o n d e i ' c a n t i e r i G e m b a Kai- nel raggiungimento dei zen' focalizzati e veloci". gerire scenari e soluzioni, c a p a c i t à i n t e r p r e t a r e i bi- risultati, p r o a t t i v i t à nel sug- sogni una clientela s e m p r e più d e m a n d i n g o f f r e n d o Il r a p p o r t o c o n il cliente percorsi t r a s f o r m a z i o n e del business e dell'organiz- Tutti gli anni nella nostra survey una delle domande c e n t r a l i è q u e l l a s u c o m e (e s e ) s o n o m u t a t e le m o d a lità d e l r a p p o r t o c o n i c l i e n t i, in relazione soprattutto al pricing e alla eventuale c o m p o n e n t e success fee. zazione, con soluzioni end to end". Luigi C o n s i g l i o d i G e a p r e m e t t e c h e " i l s u c c e s s f e e n o n ci h a m a i t r o v a t o p a r t i c o l a r m e n t e c a l d i " m a poi fa q u a l c h e p r u d e n t e a p e r t u r a : " N e l l e a t t i v i t à svi- Un po' t u t t i c o n f e r m a n o, p u r c o n t e r m i n o l o g i e verse, l u p p o c o m m e r c i a l e in Paesi l o n t a n i p o s s i a m o la c r e s c e n t e i m p o r t a n z a d e l l a c o m p o n e n t e g i n a r e c h e p a r t e d e l c o m p e n s o p o s s a v e n i r e l e g a t a al variabile d e l p r e z z o. Parisatto d i K p m g è e s p l i c i t o : " I n r a l e, s o p r a t t u t t o p e r le p r o g e t t u a l i t à p i ù gene- complesse, la r i c h i e s t a è q u e l l a risultato. Nelle altre attività", conclude, imma- "guaramo v e r a m e n t e a ipotesi success fee c o n m o l t a spezione", an perché "il nostro stile non circo- cambia m o d e l l i servizio 'end nel t e m p o. S i a m o e r e s t i a m o gli alleati to end' siano cioè tore, amiamo immergerci nella sua realtà e convi- in g r a d o c o p r i r e la fase sia quella e sia progettazione, realizzativa implementazione della soluzione. Paralle- dell'impren- d e r e c o n lui s a n g u e, s u d o r e e l a c r i m e d e l l o quotiano. Pochi grafici e t a n t i s s i m e sviluppo realizzazioni concrete". M a r i a Cristina G a l g a n o a m m e t t e c h e " i n u n s e t t o r e m e r c a t o risente s e n s i b i l m e n t e d e l la grande lamente rispetto a que- c o n t r a z i o n e t u t t o il c o n t e s t o e c o n o m i c o, s t a t e n d e n z a si il p r i c i n g ne r i s e n t e in m a n i e r a m a g g i o r e. Resta u n a affermando stanno sempre più logi 'risk ring' g o n o r a p p o r t i Partnership e f o r t e sha- presuppon- collaborazione nel meo lungo periodo, spesso possono impli- care m o d e l l i p a g a m e n t o s e m p r e più o r i e n t a t i al r a g g i u n g i m e n t o degli obiettivi s e c o n d o logi suc- certa enfasi cerca sulla progetti tuttavia non una preferita ritardo nei sodal cliente. Certamente forte ri sempre rappresentano luzione un paga- c e s s f e e s. Per q u a n t o r i g u a r d a i l p r i c i n g, i n e f f e t t i p e r m e n t i p o n e le r a g g i u n g e r e gli s t e s s i l i v e l l i d i r i c a v o, si l a v o r a m o l t o più p e r c h é la p r e s s i o n e sui prezzi r i m a n e m o l t o forte". s i t u a z i o n e g r o s s a at- C o n f e r m a a n c h e Vietri d i D e m e t : " A d o t t i a m o u n a p - tenzione proccio fferente verso i clienti, an sulle na- aziende consulenza a tutti sono in una quelli flussi Maria Cristina Galgano m i c h e prezzo, focalizzandoci sulla q u a l i t à e sulla cassa. p r o f o n d a c o n d i v i s i o n e c o n il m a n a g e m e n t o b i e t t i v i piuttosto nuova per realtà fino a qual e r i s u l t a t i, in m o d o d a g a r a n t i r e l'efficacia d e l l ' a p p r o c - f a a v e v a n o s e m p r e o p e r a t o in c o n t e s t i r i c c h i. Per c i ò cio e la r a g g i u n g i b i l i t à degli o b i e t t i v i. Creare valore c h e r i g u a r d a il r a p p o r t o c o n il c l i e n t e, il m e r c a t o o g g i p e r il c l i e n t e v u o l d i r e c o n d i v i d e r e c o n lui il r i s c h i o premia ed è sposto ad accettare an tariffe a r r i v a n d o a f o r m u l e c o m p e n s a t i o n prevedono po' più alte, laddove riconosce una forte specializza- a n c h e il s u c c e s s f e e. I c l i e n t i r i c o n o s c o n o il v a l o r e zione e una competenza riconoscibile e consolidata 98 Harvard Business Review Dicembre 2014 Una i an situazione tempo un

9 RAPPORTO SPECIALE s u l m e r c a t o. Ciò c h e il c l i e n t e o g g i t e n d e a f a r e è la p e n a l i z z a z i o n e in t e r m i n i t a r i f f e riconosciute. Dove c'è l ' a p p r o c c i o c o n s u l e n z a un p o ' d a tutto- l o g o, e c c o c h e su q u e s t o f r o n t e il c l i e n t e t e n d e a ric o n o s c e r e un valore più basso". s o p r a v v i v e n z a in u n a f a s e così d e l i c a t a e i n c e r t a. La f a s e p r o f o n d a t r a s f o r m a z i o n e e r a p i d e luzioni dell a c o n s u l e n z a s t r a t e g i c a e " impongono cambiamenti Scettico sul sistem a delle success fees è Joseph Nierling d i P o r s c h e C o n s u l t i n g : " I c l i e n t i s o n o pre più a t t e n t i a i n v e s t i r e in c o n s u l e n z a in sem- maniera ma p e r l ' u r g e n z a d e t t a t a d a l l a gitai sruption, percepibili fine anno. zione e nuove competenze. La Ac- cambiata, n o n s o l o p e r c h é s e m p r e p i ù l e g a t a ai r i s u l t a t i soprattutto immeatamente economico trazio- netta da centure: " L a d o m a n d a è p r o f o n d a m e n t e f o c a l i z z a t a, lì d o v e i r i s u l t a t i s o n o sul conto nei m o d e l l i n a l i " è c o n f e r m a t a in m a n i e r a m o l t o evo- business c h e r i c h i e d e r a p i d a a d o z i o n e La r i s p o s t a - innova- adeguata scelta della società è fatta p r e v a l e n t e m e n t e dai ver- può venire da strutture c o n s u l e n z a c h e hanno tici aziendali, p u n t a n o alla q u a l i t à e al la n e c e s s a r i a ' m a s s a critica' per f o r n i r e un ampio ritorno e c o n o m i c o p i u t t o s t o al prezzo e alle fees gior- n a l i e r e. Le s u c c e s s f e e s n o n si s o n o r e a l m e n t e af- f e r m a t e, in q u a n t o la r e l a z i o n e c o n la n o s t r a s o c i e t à d i c o n s u l e n z a si b a s a s o p r a t t u t t o s u l l a f i d u c i a il v e r t i c e a z i e n d a l e r i p o n e s u i c o n s u l e n t i, v i s t i come spettro s o l u z i o n i cross i n d u s t r y, a g i l i t à e com- petenze nei p r o g e t t i t r a s f o r m a z i o n e gitale, sione vi- globale". "Il 2014", p r o s e g u e Benasso, " h a s e g n a t o per noi un i m p o r t a n t e c a m b i o p a s s o, c o n il l a n c i o nuove c o l l e g h i m a n a g e r d i u n ' a l t r a i n d u s t r i a c h e li a f f i a n - p i a t t a f o r m e b u s i n e s s : A c c e n t u r e S t r a t e g y e Ac- c a n o per la d u r a t a d e l l a centure collaborazione". Luciano Boccucci NoStopEvolution "il prezzo oggi è una c o m p o n e n t e sottolinea importante, m a n o n è il p r i m o d r i v e r d i s c e l t a p e r i n o s t r i clienti. D i g i t a l. Le d u e a r e e o p e r a n o in s t r e t t a si- nergia realizzando un u p g r a d e d e l l a n o s t r a c a p a c i t à fare c o n s u l t i n g, i n t e g r a n d o t e m i strategia e t e c n o l o g i a in t u t t e le i n d u s t r y ". Un t r e n d d i r i d u z i o n e d e l l e t a r i f f e p r e m i a c h i h a le Luigi C o n s i g l i o s p i e g a c h e G e a è p a s s a t a " d a c o m p e t e n z e per c o s t r u i r e un o f f e r t a 'senza fronzoli' struttura m a c h e s i a in g r a d o f o r n i r e t u t t e le c o m p e t e n z e ne- zazione funzionale cessarie al s u c c e s s o del p r o g e t t o. Noi l a v o r i a m o per stella, monolitica con tanti c o m p e t e n z e. rafforzato s e m p r e aperti a m o d e l l i innovativi pricing, zionale con Search Partners International e uffici a se le s t e s s e a z i e n d e c o n t i n u a n o p r o c c i o più a preferire un ap- conservativo". e della con relazione il c l i e n t e, Bruno Abbiamo nell'ingegneria p r o d u z i o n e e nei s i s t e m i i n f o r m a t i v i. Abbiamo creato Gea International con ufficio a Shanghai e a r e a d i a z i o n e in a m b i t o i n d u s t r i a l e c o m m e r c i a l e in stitute p o n e t u t t o i l Far E a s t. A b b i a m o a n c h e u n p a r t n e r zione l'accento maggiore dei atten- clienti alla stabile negli Usa in g r a d o p o r t a r e a v a n t i p r o g e t t i e n t r y tanto quanto sviluppi industriali. Questo nuovo as- definizione dei risultati setto", i n f o r m a Consiglio, "ci p e r m e t t e una grans- attesi sosteni- s i m a flessibilità n a t u r a sia geografic a sia tecnica. e della bilità dei cambiamenti Le s t r u t t u r e societarie fferenziate consentono reali zzati. "I t e m pi d i d i v e r s e m o d a l i t à r e m u n e r a z i o n e chiusura dei m o d o da renderle s e m p r e più aderenti alle si s o n o contratti allungati s t i m o n i a r e c h e c'è m a g g i o re a teuna a t t e n zi o n e pi ù a d a t t i al percorso. Scartando chi offre soluzioni 'copia e incolla'" A un m e r c a t o c h e c a m b i a in c o n t i n u a z i o n e può rispondere cambiando la p r o p r i a zazione interna. Tutti i nostri interlocutori g o n o s u l f a t t o c h e si t r a t t a d i a d e g u a m e n t i penti esigenze dei nostri dei progetti non si organizconvenobbligati n o n s o l o per lo s v i l u p p o m a a n c h e per la s e m p l i c e in rom- clienti". K p m g punta soprattutto sulla multisciplinarietà, sulla trasversalità delle competenze: quin, come s p i e g a M i c h e l e Parisatto, " t e a m d i s p e c i a l i s t i lavorano insieme ad altri specialisti per una L'organizzazione interna 99 Harvard Business Review Dicembre 2014 con Asset interna- F a b i a n o d i Kaizen Insulla d ei p a r t n e r recruiting Parigi e n e g l i Usa, e T h e S e a r c h in I t a l i a. un'alleanza strutturata Sul fronte invece d e l l ' a p p r o c c i o alla selezione l'area del a Abbiamo c o n d i v i d e r e il s u c c e s s o c o n i n o s t r i c l i e n t i e s i a m o an molto una specializ- e settoriale, a una struttura una federazione livelli coper- t u r a a 360 delle esigenze dei clienti. Tale approccio n o n è b a n a l e, p e r c h é si t r a t t a d i t r o v a r e linguaggi e m e t o d i lavoro ' o r i z z o n t a l i ' a l l ' i n t e r n o p e t e n z e v e r t i c a l i. Per q u e s t o s t i a m o p r o g e t t i K n o w l e d g e M a n a g e m e n t e la c e n t r i e c c e l l e n z a a n c h e a livello com- intensificando creazione internazionale p e r il c o n f r o n t o e lo s c a m b i o k n o w h o w su g r a n d i

10 temati per l'efficienza e la c o m p e t i t i v i t à delle imprese". L e sinergie interne e la flessibilità sono i must della nuova organizzazione Lattanzio Group: "All'expertise per a m b i t i si associa la capacità sinergie interne tra le società del g r u p p o, sia in fase progettazione sia nell'operatività. N a t u r a l m e n t e la crescita mensionale ha comportato un aumento della complessità e delle risorse professionali d e d i c a t e, sempre con un a p p r o c c i o o r i e n t a t o alla m a s s i m a flessibilità, an grazie al gital facilita il coornamento tra gruppi lavoro su più se operative e nei versi Paesi". Resta s e m p r e essenziale per noi", c o n c l u d e Ezio Lattanzio, " u n c o n t r o l l o g e s t i o n e in t e m p o reale si traduce nella possibilità m o n i t o r a g g i o costante d e l l a r e d d i t i v i t à e c o n s e g u e n z a nella capacità i n t e r v e n t o i m m e d i a t o sulla c a t e n a del valore. Tutti i professional sono responsabilizzati in tal senso e convidono questo approccio". Maria Cristina Galgano si c o n c e n t r a invece sulla "sfida s a p e r b i l a n c i a r e f l e s s i b i l i t à c o n c o m p e - tenze. È dunque i m p o r t a n t e avere un 'pool' consulenti a l t a m e n t e q u a l i f i c a t i e specializzati, con capacità p r o f o n d e nelle varie t e m a t i c h e t r a t t a t e : progettazione, innovazione, ricerca e sviluppo, operations, q u a l i t à del servizio. Bisogna saper q u i n d i gestire una struttura in grado cogliere i picchi del mercato e nello stesso t e m p o reagire nei m o m e n t i i n cui la domanda t e n d e a essere più c o n t e n u t a. " NoStopEvolution d i c h i a r a c h e la p r o p r i a s c e l t a strategica consist e nel c a m b i a r e ogni g i o r n o : "Applichiamo al nostro interno quello p r o p o n i a m o a i nostri clienti: alimentare il cambiamento nel quotiano, per i m p a r a r e a navigare a vista e 'creare' le opportunità, senza aspettare succeda qualcosa dall'esterno. Nel n o s t r o q u o t i d i a n o l a v o r i a m o applicando quelle sono le nostre capacit à e le nostre c o m p e t e n z e, vengono allenate e a m p l i a t e d i continuo". "Cerchiamo non f e r m a r c i mai", i n f o r m a Luciano Boccucci, "analizzando continuo le nostre proposte an sulla base delle esperienze e dei risultati c o n d i v i d i a m o con i nostri clienti. V e d o il mondo d e l la c o n s u l e n z a sta velocemente fferenziando le aziende tra quelle h a n n o c a p a c i t à rimodellarsi in funzione degli e n o r m i c a m b i a m e n t i i n a t t o e quin s o n o capac i lavorare in p r o f o n - tà an sulle persone e sulla c u l t u r a management e quelle più ancorate a temati trazionali però s u b i s c o n o una progressiva r i d u z i o n e dei margini e mercato". Pors Consulting rileva "è d i v e n t a t o m o l t o più fficile il recruiting risorse con significativa esperienza lavorativa e spiccato t a l e n t o (perché crisi ha r i d o t t o la m o b i l i t à delle migliori risorse, o forse perché si sono già spostate altrove), per questo a b b i a m o a t t i n t o m a g g i o r m e n t e a risorse internazionali parlano italiano". Kaizen Institute punta "su un percorso la crescita professionale dei c o n s u l e n t i e trainer ventano via via più a u t o n o m i nel seguire t u t t o il processo c o n s u l e n z a s e m p r e con il supporto dell a struttura ' m o n d o ' cui f a c c i a m o parte. È s e m p r e più i m p o r t a n t e ", spiega Fabiano, "sviluppare d u e competenze per o t t e n e r e r i s u l t a t i v a l o r e : una sulle tecnologie business e una sulle 'tecnologie cambiamento'. Da noi non c'è il 'ventore' m a solito chi fa la proposta poi affianca o p e r a t i v a m e n t e i l cliente nelle fasi c a m b i a m e n t o più i m p o r t a n t i, costruendo un r a p p o r t o fiducia e trasparenza" Infine il punto vista una start-up c o m e Demet: "Abbiamo u n a s t r u t t u r a s n e l l a e s e m p r e c o m m i t - ted alle e s i g e n ze d e l c l i e n t e ", a f f e r m a Alessandro Vietri; "questa d i m e n s i o n e agile si basa sulla competenza d e l le persone, s u l l a loro f o r t e responsabilizzazione e sull'utilizzo d e l l ' M b o an per le figure più junior. S i a m o u n a piccola r e a l t à l i b e r a dai normali s c h e m i d e l settore, una b o u t i q u e sta c o n q u i s t a n d o anno d o p o a n n o u n a posizione i m p o r t a n t e nel p a n o r a m a italiano: non d o b b i a m o fendere posizioni pregresse o m a n - tenere s t r u t t u r e rigide e riusciamo per questo a essere flessibili e agili sul m e r c a t o e al tempo stesso sufficientemente g r a n d i e s t r u t t u r a t i per essere crebili e affidabili a n c h e per le aziende m u l t i n a - zionali". Terminiamo c i t a n d o un a g g e t t i v o utilizzato nelle risposte alle n o s t r e d o m a n d e sia d a l l a s t u r t - u p Demet sia d a uno dei big player g l o b a l i c o m e Accenture: "struptive". Entrambi s o s t e n g o n o la necessità una vision, una s t r a t e g i a e siano a p p u n t o " d i s r u p t i v e " un'execution r i s p e t t o a s c h e m i mentali e operativi o b s o l e t i. V e d i a m o c o sa succederà nel futuro p r o s s i mo v e n t u r o, se la valenza concetto " d i s r u p t i o n " da negativa s a p r à del trasformarsi in positiva, nella consulenza business e nel business in cui vive, cioè n e l l ' e c o n o m i a e nella società intese nel senso più ampio del t e r m i n e. Dicembre 2014 Harvard Business Review 100

Crisi e polarizzazione RAPPORTO SPECIALE. La consulenza manageriale in Italia nel 2014

Crisi e polarizzazione RAPPORTO SPECIALE. La consulenza manageriale in Italia nel 2014 RAPPORTO SPECIALE La consulenza manageriale in Italia nel 2014 Crisi e polarizzazione Articoli di: Francesco Bogliari Giuseppe Bruni Carlo Maria Capè Rosamaria Sarno INSERTO REDAZIONALE RAPPORTO SPECIALE

Dettagli

Executive Summary Rapporto 2013/2014

Executive Summary Rapporto 2013/2014 Executive Summary Rapporto 2013/2014 In collaborazione con Anticipazione dei risultati Il settore del management consulting presenta Un mercato molto frammentato, dove sono presenti 18.450 imprese di cui

Dettagli

Executive Summary Rapporto 2011/2012

Executive Summary Rapporto 2011/2012 Executive Summary Rapporto 2011/2012 In collaborazione con Anticipazione dei risultati Dati macro Il settore del Management Consulting rappresenta un mercato molto frammentato, dove sono presenti circa

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

Il Management Consulting in Italia

Il Management Consulting in Italia Il Management Consulting in Italia Sesto Rapporto 2014/2015 Università di Roma Tor Vergata Giovanni Benedetto Corrado Cerruti Simone Borra Andrea Appolloni Stati Generali del Management Consulting Roma,

Dettagli

LE SFIDE PER IL 2015

LE SFIDE PER IL 2015 MERCATO & COMPAGNIE LE SFIDE PER IL 2015 di LAURA SERVIDIO L ATTESA CRESCITA, PER IL PROSSIMO ANNO, SARÀ LENTA. MA PER IL SETTORE ASSICURATIVO NON MANCANO LE OPPORTUNITÀ. TRA QUESTE, L EVOLUZIONE DEL MODELLO

Dettagli

Modalità e criteri di segmentazione nel Corporate & Investment Banking

Modalità e criteri di segmentazione nel Corporate & Investment Banking UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE 20123 MILANO LARGO A. GEMELLI, 1 Modalità e criteri di segmentazione nel Corporate & Investment Banking a cura di: Renato Fiocca Glauco T. Savorgnani Daniela Corsaro

Dettagli

REPUTATION FORUM ITALIA

REPUTATION FORUM ITALIA Reputation Institute Barilla REPUTATION FORUM ITALIA Parma, 11 settembre 2012 La Reputazione è il #1 Driver di Valore Per quale motivo la Reputazione è il primo driver di valore per un azienda? Quali sono

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016 Il fatturato dell industria italiana rimarrà su ritmi di crescita ancora superiori al 2% nell anno in corso per poi entrare in

Dettagli

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC INCONTRO 31 GENNAIO 2012 TRA ASSTEL E SLC-CGIL, FISTEL-CISL E UILCOM-UIL SUL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO Sviluppo e

Dettagli

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione CARTA, STAMPA ED EDITORIA Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione Il valore aggiunto prodotto dall industria cartaria e della stampa rappresenta l 1 per cento del Pil italiano.

Dettagli

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI www.effemagazine.it NOVEMBRE 2014 MENSILE - ANNO 4 - NUMERO 11 - NOVEMBRE 2014 POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - 70% - LO/MI 5,00 EURO 4,00 EURO TORNA L AVVERSIONE AL RISCHIO ECCO

Dettagli

Distribuzione e produzione a confronto Il presidio territoriale:venditori

Distribuzione e produzione a confronto Il presidio territoriale:venditori TANDEM A di Francesca Negri Distribuzione e produzione a confronto Il presidio territoriale:venditori g I venditori sono dipendenti della nostra azienda perché ci rappresentano sul mercato e anche perché

Dettagli

Talent Management Survey. Risultati

Talent Management Survey. Risultati Risultati Luglio 2012 Nell attuale scenario, per HR si pone la sfida di garantire un collegamento costante tra le strategie di business e le iniziative di gestione del Talento. I cambiamenti legati a globalizzazione

Dettagli

INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA

INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA Per Il settore in cifre presentiamo il rapporto sulle esigenze formative del settore sicurezza, realizzato da Sicurservizi per conto

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

L Internazionalizzazione dell Economia Italiana: Nuove Prospettive, Nuove Politiche?

L Internazionalizzazione dell Economia Italiana: Nuove Prospettive, Nuove Politiche? L Internazionalizzazione dell Economia Italiana: Nuove Prospettive, Nuove Politiche? Sintesi dei risultati Premessa L internazionalizzazione del sistema produttivo italiano costituisce uno degli obiettivi

Dettagli

Globalizzazione e trend della consulenza strategica

Globalizzazione e trend della consulenza strategica Globalizzazione e trend della consulenza strategica Giorgio Rossi Cairo * Abstract Lo scenario competitivo delle aziende è mutato completamente con la globalizzazione. Le aziende market-driven, orientate

Dettagli

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Incontro 29 luglio 2010 - Fiorano Valutazione contesto esistente 1. Quali sono in generale i 3 punti di debolezza attuali del distretto

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

Primi nove mesi 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEI PRIMI NOVE MESI RACCOLTA PREMI OLTRE I 4 MILIARDI E UTILE A 100 MILIONI (+20,5%)

Primi nove mesi 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEI PRIMI NOVE MESI RACCOLTA PREMI OLTRE I 4 MILIARDI E UTILE A 100 MILIONI (+20,5%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Infosecurity. Servizi innovativi per le imprese. La sicurezza in informatica. La sicurezza per lo sviluppo delle reti e del mercato ICT

Infosecurity. Servizi innovativi per le imprese. La sicurezza in informatica. La sicurezza per lo sviluppo delle reti e del mercato ICT Infosecurity Servizi innovativi per le imprese. La sicurezza in informatica La sicurezza per lo sviluppo delle reti e del mercato ICT Milano, 10 febbraio 2005 Pietro Varaldo Direttore generale Federcomin

Dettagli

Il mercato dell involucro edilizio in Italia

Il mercato dell involucro edilizio in Italia Osservatorio Economico Uncsaal Il mercato dell involucro edilizio in Italia Serramenti Metallici Facciate Continue Anno 2008 Scenari 2009 Gennaio 2009 Commissione Studi Economici Uncsaal Coordinatore Carmine

Dettagli

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO 2 NOTA ECONOMICA Tenuta del consumo di prodotti per la cura del corpo e per il benessere personale. Anche nel periodo a cavallo tra il 2009 e i primi

Dettagli

Le biomasse al test convenienza

Le biomasse al test convenienza Luglio / Agosto 2012 - Anno 5 - Numero 45 24 Le biomasse al test convenienza Nel settore termico investire in bioenergie è sempre un affare. Nella generazione di elettricità, invece, il vantaggio è legato

Dettagli

7 ANNO DI ATTIVITA DELL OSSERVATORIO MATERIALI ABSTRACT - LEGNO

7 ANNO DI ATTIVITA DELL OSSERVATORIO MATERIALI ABSTRACT - LEGNO Centro Studi OSSERVATORIO FILLEA GRANDI IMPRESE E LAVORO le prime 300 aziende del legno in Italia 7 ANNO DI ATTIVITA DELL OSSERVATORIO MATERIALI ABSTRACT - LEGNO a cura di Alessandra Graziani ROMA, luglio

Dettagli

Evoluzione del mercato dei Paperoni

Evoluzione del mercato dei Paperoni PricewaterhouseCoopers Advisory Osservatorio sul Private Banking Milano, 1 ottobre 2010 Giacomo Neri Partner in Charge Financial Services Practice PricewaterhouseCoopers Advisory Professore di Strategia

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Comunicato stampa del 12 agosto 2015

Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Cassa di Risparmio di Bolzano torna all utile nel primo semestre 2015, approva il Piano Strategico 2015/2019 e si prepara a lanciare l aumento di capitale. Il Consiglio

Dettagli

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO 2 NOTA ECONOMICA Ripresa sostenuta dei consumi cosmetici nel 2010 nonostante le tensioni sulle propensioni d acquisto di larghe fasce di consumatori.

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO GIUGNO 2005 NUMERO DICIOTTO CON DATI AGGIORNATI AL 31 DICEMBRE 2004 INDICE pag.5 PREMESSA TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO

Dettagli

Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane

Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane Paolo Di Benedetto Responsabile Dipartimento Valutazione Investimenti e Finanziamenti 21

Dettagli

Business Plan 2010-2012 Conference Call

Business Plan 2010-2012 Conference Call Business Plan 2010-2012 Conference Call Adolfo Bizzocchi 11/01/2010 Agenda Il contesto attuale di mercato La posizione competitiva di Credem Il piano 2010-2012 CRESCERE PER CONTINUARE AD ECCELLERE 2 Il

Dettagli

IL PRESENTE RAPPORTO E STATO ELABORATO CON LE INFORMAZIONI DISPONIBILI AL 16 dicembre 2004 DA:

IL PRESENTE RAPPORTO E STATO ELABORATO CON LE INFORMAZIONI DISPONIBILI AL 16 dicembre 2004 DA: Istituto nazionale per il Commercio Estero PROMETEIA S.R.L. Evoluzione del commercio con l estero per aree e settori Gennaio 2005 PROMETEIA S.R.L. Via G. Marconi, 43 40122 Bologna 051-6480911 fax 051-220753

Dettagli

La Stampa in Italia 2008 2010

La Stampa in Italia 2008 2010 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI La Stampa in Italia 2008 2010 Roma 13 aprile 2011 Le ricadute della crisi economica sul settore dell editoria giornalistica nel biennio 2008-2009 sono state pesanti.

Dettagli

UNA NUOVA VIA INTERNAZIONALE Partnership industriale con Mapfre nel business auto agenziale. Verona, 18 dicembre 2006

UNA NUOVA VIA INTERNAZIONALE Partnership industriale con Mapfre nel business auto agenziale. Verona, 18 dicembre 2006 1 UNA NUOVA VIA INTERNAZIONALE Partnership industriale con Mapfre nel business auto agenziale Verona, 18 dicembre 2006 2 Agenda Il contesto strategico La joint-venture specializzata nel business auto Il

Dettagli

Il Management Consulting in Italia Primo Rapporto 2010. Prof. Corrado Cerruti Università di Roma Tor Vergata

Il Management Consulting in Italia Primo Rapporto 2010. Prof. Corrado Cerruti Università di Roma Tor Vergata Primo Rapporto 2010 Prof. Corrado Cerruti Università di Roma Tor Vergata Iniziare a comporre il puzzle Il Management Consulting è un settore dai confini non ben definiti, con basse barriere all'entrata

Dettagli

IMPORTANZA DEI SERVIZI E DELLA LORO INTEGRAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA COMPETITIVITA DEL SISTEMA ITALIA (Giorgio Merli FITA Confindustria)

IMPORTANZA DEI SERVIZI E DELLA LORO INTEGRAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA COMPETITIVITA DEL SISTEMA ITALIA (Giorgio Merli FITA Confindustria) IMPORTANZA DEI SERVIZI E DELLA LORO INTEGRAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA COMPETITIVITA DEL SISTEMA ITALIA (Giorgio Merli FITA Confindustria) ELEMENTI DI SCENARIO a) le evoluzioni strutturali del business

Dettagli

QUANTO EMERGE DAL 15 RAPPORTO sulle retribuzioni

QUANTO EMERGE DAL 15 RAPPORTO sulle retribuzioni SEGNALI IN BUSTA PA Per la prima volta dopo cinque anni, nel tengono le retribuzioni nonostante il calo dell occupazione. Un segnale buono anche se per considerarlo l inizio di una fase specifica è necessaria

Dettagli

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy INTRODUZIONE Un economia sempre più internazionalizzata: l export è il principale volano per la crescita dell economia italiana,

Dettagli

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà.

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà. CONVEGNO IL FUTURO DEL LAVORO SI CHIAMA FORMAZIONE Roma, 19 aprile, Auditorium Parco della Musica RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA Sono diversi anni che la nostra economia attraversa

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI Divisione VIII PMI e Artigianato Indagine

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Overview del settore Wealth Management Luca Caramaschi Università di Parma. 6 maggio 2015

Overview del settore Wealth Management Luca Caramaschi Università di Parma. 6 maggio 2015 Overview del settore Wealth Management Università di Parma 6 maggio 2015 Overview e trend del settore Wealth Management 2 Overview del settore Wealth Management - Università di Parma - 06.05.2015 Il Mercato

Dettagli

AUTOMOTIVE DEALER REPORT

AUTOMOTIVE DEALER REPORT AUTOMOTIVE DEALER REPORT Classifica bilanci dei concessionari auto AUTOMOTIVE DEALER REPORT è un magazine a numero unico con l'analisi dei bilanci dei concessionari, classificati per dimensioni e per performance.

Dettagli

Management Consulting Boutiques e mercati globali

Management Consulting Boutiques e mercati globali Management Consulting Boutiques e mercati globali Antonella Negri Clementi * 1. Un modello distintivo Affiancare l azienda nel momento in cui si trova ad affrontare cambiamenti sostanziali di una o più

Dettagli

L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export

L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export Roberto Monducci Istituto nazionale di statistica Direttore del Dipartimento per i conti nazionali e le statistiche

Dettagli

Le principali modifiche sui target economici conseguenti all aggiornamento del Piano Strategico 2009-2011 appena approvato sono di seguito riportate:

Le principali modifiche sui target economici conseguenti all aggiornamento del Piano Strategico 2009-2011 appena approvato sono di seguito riportate: COMUNICATO STAMPA GABETTI PROPERTY SOLUTIONS RIORGANIZZA L INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE, AGGIORNA IL PIANO STRATEGICO 2009-2011 E LANCIA UN NUOVO PRESTITO OBBLIGAZIONARIO Conversione al modello del franchising

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO

CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO Si rafforzano i segnali positivi dalle PMI del Sud: i livelli pre-crisi sono ancora

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Data/Ora Ricezione 27 Marzo 2015 18:58:41 MOT - DomesticMOT Societa' : BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Identificativo Informazione Regolamentata : 55362 Nome utilizzatore

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020 VALORIZZATO IL RUOLO DI BANCA COMMERCIALE RADICATA SUL TERRITORIO, PUNTO DI

Dettagli

Creazione di valore. di Massimo Lazzari (*)

Creazione di valore. di Massimo Lazzari (*) Il settore delle telecom, tra crescita e creazione di valore di Massimo Lazzari (*) Prosegue con questo contributo il filone dedicato all analisi di una serie di settori industriali tipicamente Business

Dettagli

È italiano quasi un terzo del lusso mondiale

È italiano quasi un terzo del lusso mondiale Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Michela Migliora Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: mimigliora@deloitte.it Dario Esposito Barabino

Dettagli

TENDENZE GENERALI DI SPESA

TENDENZE GENERALI DI SPESA Dicembre 2009 I SEMESTRE 2009: SI E TOCCATO IL FONDO? Uvet American Express I DATI PIÙ SIGNIFICATIVI DEL 1 SEMESTRE 2009 TREND DI SPESA BIGLIETTERIA AEREA Diminuzione delle spese di viaggio Continua a

Dettagli

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO]

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] INNOVAZIONE DI MERCATO E LEVA PER LA CRESCITA I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] 1. [ INTRODUZIONE ] Capacità d innovazione e adattamento ai numerosi

Dettagli

La gestione del credito: un approccio analitico al rating

La gestione del credito: un approccio analitico al rating La gestione del credito: un approccio analitico al rating di Giuseppe R. Grasso (*) Oggi le aziende sono chiamate a farsi carico del rischio finanziario associato al proprio portafoglio crediti, rischio

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione MACCHINE E APPARECCHIATURE ELETTRICHE Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell industria dell elettronica;

Dettagli

CONSUMATORE IBRIDO 10 TREND EMERGENTI

CONSUMATORE IBRIDO 10 TREND EMERGENTI CONSUMATORE IBRIDO 10 TREND EMERGENTI PER IL SETTORE ASSICURATIVO OSSERVATORIO REPUTATIONAL & EMERGING RISK 1 3 CONSUMATORE IBRIDO Per un customer journey in cui si mescolano sempre più fasi offline e

Dettagli

PROBLEM DETECTION PROGRAM:

PROBLEM DETECTION PROGRAM: Pag.1 di 7 PROBLEM DETECTION PROGRAM: IL RUOLO ATTIVO DELLA BANCA PER CONOSCERE E FIDELIZZARE I CLIENTI Marina Mele - Luigi Riva In un settore che si caratterizza per elementi di forte dinamicità, fidelizzare

Dettagli

Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010

Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010 Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010 Indice 2 Sintesi 3 Cos era avvenuto nel 2009 4 Cosa sta accadendo nel 2010 6 Estratto dall osservatorio Uncsaal sul primo quadrimestre 2010 Sintesi

Dettagli

Una rete di agenzie per Arca L INTERVISTA

Una rete di agenzie per Arca L INTERVISTA Giorgio Munari, d.g. di Arca Vita e Arca Assicurazioni Una rete di agenzie per Arca di Maria Rosa Alaggio Da sempre attiva nella distribuzione di prodotti vita e danni attraverso il canale bancario, oggi

Dettagli

TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015.

TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015. TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015. Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il direttore, Massimo

Dettagli

Rapporto sulle biotecnologie in Italia. BioInItaly Report 2014. Assobiotec-EY. Torino, 11 marzo 2014

Rapporto sulle biotecnologie in Italia. BioInItaly Report 2014. Assobiotec-EY. Torino, 11 marzo 2014 Rapporto sulle biotecnologie in Italia BioInItaly Report 2014 Assobiotec-EY Torino, 11 marzo 2014 1. Il sistema delle imprese biotecnologiche in Italia Numero di imprese Anche nel 2013, quello delle biotecnologie

Dettagli

Le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa

Le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa Convegno Nazionale dei Gruppi Agenti di Fondiaria e Sai Roma, 12 13 ottobre 2012 Le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa Fabio Orsi, IAMA Consulting Uno scenario complesso La grande

Dettagli

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010 Giugno 2010 Premessa L obiettivo dell indagine è stato quello di registrare il sentire delle Aziende Italiane rispetto alla situazione economica attuale e soprattutto quali sono le aspettative per gli

Dettagli

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE 48 4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE Il basso livello dei tassi d interesse che caratterizza ormai da parecchi anni i mercati finanziari in Italia e nel mondo sembra avere determinato una riduzione

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Osservatorio Professione Architetto nella Provincia di Como

Osservatorio Professione Architetto nella Provincia di Como Osservatorio Professione Architetto nella Provincia di Como L Osservatorio sul Mercato della Progettazione Architettonica realizzato dal Cresme per il Consiglio nazionale dell ordine degli Architetti,

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

Il Modello di Orientamento Commerciale

Il Modello di Orientamento Commerciale Il Modello di Orientamento Commerciale Un importante strumento di indirizzo strategico che, classificando clienti e prospect in base alle loro potenzialità di sviluppo, supporta azioni mirate su segmenti

Dettagli

Dossier nuova società AlmavivA-CCID Shanghai Technology

Dossier nuova società AlmavivA-CCID Shanghai Technology Dossier nuova società AlmavivA-CCID Shanghai Technology QUOTIDIANI > REPUBBLICA AFFARI&FINANZA - I call center italiani in Cina - AlmavivA lancia i call center made in Italy in Cina > SOLE24ORE - AlmavivA

Dettagli

PEOPLE STRATEGY 2014-2016 FARE LA DIFFERENZA

PEOPLE STRATEGY 2014-2016 FARE LA DIFFERENZA PEOPLE STRATEGY 2014-2016 FARE LA DIFFERENZA PEOPLE STRATEGY FARE LA DIFFERENZA 3 4 Marco Polo sta parlando della sua Venezia con il Kan Imperatore della Cina Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra.

Dettagli

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte EDIZIONE 16 prima parte SETTEMBRE La voce di Databank 2012 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata ABBIGLIAMENTO INFANTILE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4%

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4% COMUNICATO STAMPA ILLUSTRATE ALLA COMUNITA FINANZIARIA LE STRATEGIE E GLI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2006-2008 DEL GRUPPO TELECOM ITALIA E DELLA BUSINESS UNIT OPERATIONS Attesa una crescita organica dei

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

In collaborazione con. Rapporto 2010/2011

In collaborazione con. Rapporto 2010/2011 In collaborazione con Rapporto 2010/2011 OSSERVATORIO SUL MANAGEMENT CONSULTING IN ITALIA Rapporto annuale 2010-2011 In collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata Un ringraziamento

Dettagli

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 CONGIUNTURA & APPROFONDIMENTI Report n. 7 Maggio 2015 La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 A cura dell Area Studi e Sviluppo Economico Territoriale

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica Aprile 2014 Nota congiunturale sintetica Eurozona La dinamica degli indicatori di fiducia basati sulle indagini congiunturali fino a marzo è coerente con il perdurare di una crescita moderata anche nel

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

Piano Industriale 2012-2015 La forza del cambiamento: un piano che unisce tradizione e futuro per il rilancio del Gruppo Bipiemme

Piano Industriale 2012-2015 La forza del cambiamento: un piano che unisce tradizione e futuro per il rilancio del Gruppo Bipiemme Piano Industriale 2012-2015 La forza del cambiamento: un piano che unisce tradizione e futuro per il rilancio del Gruppo Bipiemme Le Linee Guida UN MODO NUOVO DI LAVORARE: semplicità, efficienza e meritocrazia;

Dettagli

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini Vicenza, 5 marzo 2013 Relatore: FABIO VENTURI Consulente di direzione e formatore. Testimonianza:

Dettagli

Consiglio di Sorveglianza Consiglio di Gestione Mediobanca

Consiglio di Sorveglianza Consiglio di Gestione Mediobanca Consiglio di Sorveglianza Consiglio di Gestione Mediobanca Milano, 7 marzo 2008 Approvato il Piano 2009-2011 del Gruppo Mediobanca p Crescita trainata da nuove iniziative strategiche: Posizionamento europeo

Dettagli

Quarto Rapporto - Ottobre 2010

Quarto Rapporto - Ottobre 2010 Quarto Rapporto - Ottobre 2010 I MANAGER VISTI DALLE AZIENDE 10 OSSERVATORIO RAPPORTO SULLE MANAGERIALE RETRIBUZIONI IN ITALIA III Rapporto Ottobre 2010 I MANAGER VISTI DALLE AZIENDE Ince INTRODUZIONE

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Novembre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Verona NetConsulting 2012 1

Dettagli

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Giovanni Sabatini

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Giovanni Sabatini Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia Roma, 24 maggio 2010 Giovanni Sabatini Agenda 1. Scenario operativo nei mercati bancari 2. Redditività 3. Analisi comparata dei risultati economici di bilancio

Dettagli

Le Imprese Altagamma sono i driver di una parte rilevante dell economia e della società italiana:

Le Imprese Altagamma sono i driver di una parte rilevante dell economia e della società italiana: NOVEMBRE 2015 2 L industria culturale e creativa di alta gamma mondiale (High-end CCI), nella molteplicità e trasversalità dei suoi settori e delle sue filiere, serve nel 2015 un mercato mondiale di consumi

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita. Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007

Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita. Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007 Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007 1 % 40 35 30 25 20 15 10 5 0 % Ripartizione per classi dimensionali di fatturato

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione ENERGIA Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell energia; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Milano, 25 Novembre 2008 Atahotel Executive Dott. Massimiliano Maggioni KPMG Advisory S.p.A. Agenda Overview sul

Dettagli

Gruppo Mondadori Risultati FY13. Presentazione alla comunità finanziaria

Gruppo Mondadori Risultati FY13. Presentazione alla comunità finanziaria Gruppo Mondadori Risultati FY13 Presentazione alla comunità finanziaria 27 Marzo 2014 Contesto di mercato Il contesto di mercato macroeconomico è stato caratterizzato anche nel FY13dalla negatività dei

Dettagli

LA CRISI E LE BANCHE ITALIANE ALLA RICERCA DI UN EQUILIBRIO SOSTENIBILE. Giancarlo Forestieri (Università Bocconi)

LA CRISI E LE BANCHE ITALIANE ALLA RICERCA DI UN EQUILIBRIO SOSTENIBILE. Giancarlo Forestieri (Università Bocconi) LA CRISI E LE BANCHE ITALIANE ALLA RICERCA DI UN EQUILIBRIO SOSTENIBILE Giancarlo Forestieri (Università Bocconi) AGENDA Un quadro d insieme I fattori di contesto I modelli di business tradizionali sono

Dettagli