Curriculum vitae. Dati personali. Elena Pelizzato Data di nascita: 03/12/1967 Luogo di nascita: Venezia Residenza: via Tommaso Salsa n 82 Treviso

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Curriculum vitae. Dati personali. Elena Pelizzato Data di nascita: 03/12/1967 Luogo di nascita: Venezia Residenza: via Tommaso Salsa n 82 Treviso"

Transcript

1 Curriculum vitae Dati personali Elena Pelizzato Data di nascita: 03/12/1967 Luogo di nascita: Venezia Residenza: via Tommaso Salsa n 82 Treviso Recapito tel.: cell. 347/ e_mail: Studi Diploma di maturità magistrale conseguito al termine dell'anno scolastico 1984/85 presso l'istituto magistrale statale "Niccolò Tommaseo" di Venezia. Laurea in psicologia (indirizzo clinico e di comunità) conseguita in data 7 Luglio 1994 presso l'università degli studi di Padova con punti 104/110, con tesi sperimentale dal titolo Funzioni cognitive e aspetti di personalità nelle cause degli incidenti stradali, relatore prof. G. Sartori. Abilitazione all esercizio della professione di psicologo in seguito al superamento dell esame di Stato nella seconda sessione dell anno accademico 1995 e Abilitazione alla Psicoterapia dal 13 settembre Iscrizione all'ordine degli Psicologi della Regione Veneto n 2553, 27 giugno 1996 (sezione A). Diploma di Specializzazione in Psicoterapia Familiare e Relazionale presso l Istituto di Terapia Familiare di Firenze, training di psicoterapia familiare, teorie e tecniche di psicoterapia familiare dell approccio simbolico - trigenerazionale, 19/12/2006, (ente ufficialmente riconosciuto dal M.I.U.R.), con votazione 85/90. Formazione post - lauream Tirocinio post - lauream aree sperimentale e clinica, Dipartimento di Psicologia Generale dell'universitá di Padova, presso il Servizio di Neuropsicologia Clinica dell'ospedale Cà Foncello di Treviso; tutor prof. G. Sartori, a.a. 1994/95, occupandomi in particolare della valutazione neuropsicologica e riabilitazione cognitiva di soggetti in età evolutiva con disturbi dell apprendimento, valutazione psicopatologica di pazienti psichiatrici adulti e di soggetti in età.valutazione neuropsicologica per accertamenti di invalidità (su richiesta del Ministero del Tesoro e dell'inps); dell'idoneità psichica alla guida; Perfezionamento in neuropsicologia e psicofisiologia clinica, Università degli studi di Padova, anno accademico Corso di formazione: Il trattamento dei disturbi di personalità condotto da G. Liotti e L. Barone, Casa di cura privata Villa Margherita. Vicenza, anno Supervisione di gruppo ad orientamento psicoanalitico con il Dott. C. Elia, psicoterapeuta, Verona, anno 2000/2001. Analisi personale: psicoterapia ad orientamento psicoanalitico (frequenza bisettimanale,della durata di 5 anni), Dott.ssa Conte Venezia. Corso introduttivo all ottica relazionale: presso l Istituto Veneto di Terapia Familiare di Treviso (ente ufficialmente riconosciuto dal M.I.U.R.), anno accademico Corso di consulenza tecnica e perizia psicologica:, presso l Istituto di Terapia Familiare di Treviso (ente ufficialmente riconosciuto dal M.I.U.R.), anno accademico

2 Tirocinio di specializzazione presso il consultorio familiare di Roncade (TV) ULSS 9, per gli anni ( n. 520 ore) con la supervisione della Dott.ssa Nica Parise, psicoterapeuta e membro dell Equipe Adozioni, maturando esperienza nella collaborazione rispetto alle seguenti attività: Psicoterapia sistemico relazionale alle coppie e alla famiglia; consulenza alla coppia nelle situazioni di crisi e separazione; collaborazione nella conduzione dei colloqui di coppia, individuali e nella stesura della relazione da inviare al Tribunale per i Minorenni, nell ambito degli studi di coppia per la dichiarazione della disponibilità all adozione nazionale e per l idoneità all adozione internazionale, e partecipazione ad un gruppo di informazione e sensibilizzazione per le coppie aspiranti all adozione. Corso di formazione Lavorare con i gruppi. Il gruppo come strumento di lavoro nel campo informativo - educativo, nel sostegno e in terapia, condotto dalla Dott.ssa F. Filippi, Azienda ULSS 12, ottobre 2007 gennaio Percorso formativo di Supervisione per operatori dell Equipe Adozione a livello Provinciale, nell ambito del Progetto Stabilizzazione delle attività previste per lo sviluppo e il consolidamento delle iniziative a favore della coppia che intende adottare e per il sostegno del bambino adottato e della sa famiglia in tutte le fasi dell iter adottivo: Area Adozioni anno ", condotta dal dr Antonino D Andrea; 23 e 24 settembre e 2 e 3 dicembre 2010, Ulss 13, Mirano. Percorso formativo Gestire l adozione per gli operatori dell Equipe Adozioni a livello provinciale condotti dal Dott. L. Boccanegra, Azienda UlSS 12, settembre 2007 giugno Modulo didattico sul Processo terapeutico (presentazione teorico pratica di un processo terapeutico di coppia e familiare) organizzate dall ITVF di Treviso condotta dal dott. Aldo Mattucci, a.a Corso per formatori La gestione dell aggressività. Esperienza psicomotoria per docenti, organizzato dall Associazione Culturale Demetra, via Cavini, 7/f (TV), per un totale di 25 ore (incontri teorici e pratici), condotto dalle dott.sse Anna Villa e Laura Zanardo psicologhe e psicoterapeute, settembre novembre Corso di formazione Quando ciao vuol dire addio. Approfondimenti sul lutto perinatale, tenuto dalla dott.claudia Ravaldi, presidente dell associazione Ciao Lapo e organizzato dall associazione il Melograno, via Giusti, 10, Gallarate, 11 e 12 giugno Supervisione Clinica Diretta : 1 ciclo (16 mesi) conduzione di processi terapeutici di coppia e familiari,seguiti in supervisione con l utilizzo dello specchio unidirezionale secondo l approccio sistemico relazionale; supervisore dott. Aldo Mattucci, presso l Istituto Veneto di Psicoterapia Familiare di Treviso; Corso di Perfezionamento Universitario: Utilizzo collaborativo dei test con clienti adulti. Acquisizione dell Assessment Terapeutico, metodologia d'intervento psicologico breve indicato per individui, coppie e famiglie con l utilizzo dei test psicologici. (MMPI-2; MMPIA;Rorscharch metodo Exner;Early Memories) organizzato da Formazione Permanente, Facoltà di Psicologia, Centro Europeo per l Assessment Terapeutico, Alta Scuola di Psicologia Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano, a. a Percorso di formazione per Didatta della scuola di specializzazione in corso: osservazione e studio delle tecniche di osservazione di un training in psicoterapia familare, Istituto Veneto di Psicoterapia Familiare di Treviso; Corso Comunicare: La relazione d aiuto nel lutto perinatale, tenuto dalla dott.ssa Claudia Ravaldi, organizzato dall assaciazione CiaoLapo, Castel S. Pietro Terme, ottobre Supervisione clinica sulla somministrazione del test di Rorschach secondo il metodo dell Assessment Terapeutico Collaborativo, tenuto dal dott. Camillo Caputo, Università Cattolica del Sacro Cuore, presso Istituto Veneto di Terapia Familiare, 25/01-22/02-14/03-11/04,

3 PUBBLICAZIONI Collabora alla realizzazione del testo L alchimia adottiva. Narrazioni e pensieri a cura di Maria Pia Cosmo ; edizioni la Meridiana; Nello specifico realizza (coautori Elena Pelizzato, Fulvia Contardo, Claudio D avanzo) il cap. 1 Il mito di Prometeo: una prospettiva per comprendere il lavoro nelle adozioni ; cap. 5 L alchimia dell incontro. Collabora alla realizzazione del testo Parlare di adozione a scuola. Buone prassi e proposte operative per l inerimento dei bambini adottati a scuola a cura dell Equipe adozioni della provincia di Venezia e degli Enti autorizzati: ATTIVITÀ LIBERO PROFESSIONALE COLLABORAZIONI Incarichi di collaborazione professionale come psicologo consulente all interno dei Consultori Familiari (Marcon e Quarto d Altino, Zelarino e viale S. Marco e Carpenedo) dell Equipe Adozioni dell Azienda ULSS 12 Veneziana,. per il Progetto Sostegno ed accompagnamento della famiglia adottiva della Regione Veneto, con l incarico di svolgimento delle procedure per l adozione nazionale ed internazionale e per le attività rivolte alle coppie in attesa di adozione, per le attività gruppali post - adozione, di consulenza e consultazione alle famiglie adottive in difficoltà e per le attività previste con gli insegnanti delle scuole elementari all interno del Piano Infanzia Adolescenza e Famiglia Area Adozioni, per le coppie del territorio della terraferma veneziana, nei seguenti periodi: 1. dal 9 Marzo al 31 Luglio; anno 2006; 280 ore; 2. dal 3 maggio 2007, al 31 dicembre 2008; 368 ore; 3. dal 18 giugno al 31 dicembre; l anno 2009; 270 ore, 4. dal 11 agosto 2010 al 31 dicembre 2010; 100 ore 5. dal agosto 2011 al 31 dicembre 2012; 95 ore 6. da marzo 2013 a giugno 2013; 95 ore Nel corso di tali collaborazioni si è occupata nello specifico di: colloqui di consultazione per problematiche specifiche presentate dai genitori adottivi durante tutto l iter adottivo; consulenza psicologica alla famiglia adottiva, sostegno ed accompagnamento nell inserimento familiare e sociale del bambino e nella realizzazione di nuovi equilibri relazionali; consulenza psicologica per problematiche riguardanti l infanzia e l adolescenza; partecipazione alle riunioni d equipe ; accoglienza dell utenza allo sportello adozioni attraverso colloqui finalizzati a informare ed orientare sull adozione ; preparazione e conduzione dei gruppi di informazione e sensibilizzazione rivolti alle coppie aspiranti l adozione; conduzione di colloqui di coppia ed individuali per la valutazione psico-sociale della coppia o del nucleo familiare e stesura della relazione sulle funzioni genitoriali per la dichiarazione della disponibilità all adozione nazionale e per l idoneità all adozione internazionale, richiesta dal Tribunale dei Minorenni; indagine psico - sociale e stesura della relazione richiesta dal Tribunale 3

4 dei Minorenni, conduzione di colloqui di coppia, individuali e con il minore, per l adozione secondo l ex art. 44; predisposizione e partecipazione alle visite domiciliari, conduzione dei gruppo genitori e dei colloqui di restituzione alle singole coppie all interno del Progetto pilota di accompagnamento e sostegno alla famiglia nel post adozione in continuazione con il progetto pilota dell ULSS 16 di Padova, rivolto sia ai genitori che ai figli adottivi attraverso un attività in piccoli gruppi paralleli, genitori e figli per gli anni 2006; 2007 e Partecipazione in qualità di osservatore al gruppo genitori all interno del Progetto di accompagnamento e sostegno alla famiglia nel post adozione, (anno 2009). Conduzione dei percorsi di formazione di gruppo per gli insegnanti della scuola elementare e media, del territorio di Mestre, Marcon e Quarto D Altino e Venezia, sulla cultura dell adozione e sull inserimento e l integrazione del minore adottivo inserito nell ambiente scolastico, all interno del progetto Scuola e adozione (a cura delle equipe adozioni dei consultori familiari Ulss 10,12,13,14 e degli Enti Autorizzati C.I.F.A., Ai.Bi., N.O.V.A.,); con l obiettivo di formare dei referenti scolastici per le tematiche adottive, di favorire la relazione e la collaborazione incentivando il lavoro di rete tra le scuole, l equipe adozioni e le famiglie (anno 2009). Attivazione del percorso di formazione di gruppo per gli insegnanti della scuola elementare, volto a favorire l inserimento e l integrazione scolastica, la formazione di referenti scolastici per le tematiche adottive e la collaborazione incentivando il lavoro di rete tra le scuole, l equipe adozioni e le famiglie, all interno del progetto Scuola e adozione (a cura delle equipe adozioni dei consultori familiari aulss 10,12,13,14 e degli Enti Autorizzati C.I.F.A., Ai.Bi., N.O.V.A.,); organizzato con la collaborazione del Centro Territoriale per l Integrazione, per il territorio della terraferma veneziana (Mestre, Marcon e Quarto D Altino), (anno 2010). Attivazione del percorso di formazione di gruppo per gli insegnanti delle scuola elementari, della provincia di Venezia volto a favorire l inserimento e l integrazione scolastica, la formazione di referenti scolastici per le tematiche adottive e la collaborazione incentivando il lavoro di rete tra le scuole, l equipe adozioni e le famiglie, all interno del progetto Scuola e adozione (a cura delle equipe adozioni dei consultori familiari aulss 10,12,13,14 e degli Enti Autorizzati C.I.F.A., Ai.Bi., N.O.V.A.,); organizzato a livello provinciale (anno 2011). Incarico di collaborazione professionale come psicologo consulente all interno del Consultorio Familiare di Marcon per il Comune di Marcon per le attività previste dal piano adolescenza e famiglia 2011; da ottobre 2010 a marzo 2012 (316 ore). Obiettivo dell incarico: sostegno alla genitorialità con la realizzazione di interventi a sostegno della genitorialità e presa in carico di situazioni a rischio nell ambito della famiglia e dell età evolutiva (0-14 anni). In particolar modo si occupa di: Consulenza psicologica ai genitori e/o alla famiglia Interventi di Psicoterapia breve ai genitori e/o alla famiglia Progettazione e conduzione di due percorsi di gruppo per il sostegno alla genitorialità: incontri di sensibilizzazione che favoriscono lo scambio e la riflessione tra i genitori, il riconoscimento delle risorse ed il rafforzamento delle competenze genitoriali. Partecipazione alle riunioni di coordinamento Collaborazione con i colleghi che si occupano del lavoro di rete tra Ulss, Comune e Scuole del territorio. Formazione per la registrazione delle prestazioni con il sistema TPR web, ed attività di registrazione dei dati 4

5 Incarico di collaborazione come psicopedagogista per il Servizio dei Nidi in Famiglia, progetto della Regione Veneto, per la Cooperativa Sociale Idea e l Associazione il Melograno di Treviso, via dei dall Oro 19, Treviso (dall anno 2006 all anno 2012) occupandomi di: - Realizzazione del modello psicopedagogico di riferimento - Consulenza psicologica ai genitori per situazioni di difficoltà, per la prevenzione del disagio emotivo - relazionale dei bambini. - Osservazione del gruppo, dei singoli bambini e delle relazioni nelle singole realtà (nidi famiglia); - Supporto alle educatrici nella messa a punto del progetto psicopedagogico; - Progettazione e conduzione degli interventi di formazione; - Conduzione degli incontri mensili di coordinamento e supervisione al gruppo di operatrici atte anche a favorire il lavoro di rete e supporto tra le diverse realtà territoriali in cui si svolge il servizio; - Osservazione psicopedagogica del bambino per situazioni specifiche e/problematiche; - Sostegno e consulenza alle collaboratrici ed agli organizzatori sulle dinamiche emotivo -relazionali di gestione del servizio; attività di consulenza per la Piccola Cooperativa Sociale ARCOBALENA di Musestre di Roncade (TV): - percorso di formazione del gruppo di lavoro, anno formazione permanete e aggiornamento: sviluppo emotivo relazionale del bambino da 0 a 3 anni, comunicazione e relazione, relazione educatore famiglia anni supervisione casi anni ; Incarichi di docenza per formazione, associazione Fism, Federazione italiana scuole materne, della provincia di Treviso, via Garbizza n Treviso (anni ) Progetta e conduce i corsi di formazione per insegnanti di scuola materna sui seguenti temi: - I disegni dei bambini, osservare comprendere e utilizzare la comunicazione nell interazione con i bambini; - Formazione del gruppo di lavoro gruppo di lavoro e lavoro di gruppo; - La mia maestra mi ha insegnato che: centralità del ruolo dell insegnante di scuola materna nelle relazioni con i futuri educatori; - Comunicare a scuola. Riflettere, conoscere e confrontarsi per facilitare una comunicazione efficace tra educatore e gruppo di bambini, tra colleghi e con le famiglie. Incarichi di docenza per corsi di formazione all interno di progetti regionali, FSE, Treviso Tecnologia, via Roma 4 Lancenigo di Villorba, Treviso, (dall anno 2005 all anno 2009) Gestione e sviluppo del personale e Comunicazione integrata in azienda. All interno di questi corsi ha lavorato sui temi: Comunicazione interpersonale e Teorie e tecniche per una comunicazione efficace, Training assertivo, Formazione del gruppo di lavoro, Gestione del cambiamento. Ha inoltre progettato e condotto l'attività di formazione Crescere in gruppo. Sperimentare, comprendere e utilizzare il gruppo come strumento e risorsa nelle organizzazioni, laboratorio formativo per il club Bit (Unindustria - Treviso). Training di gruppo per pazienti, adulti ed in età evolutiva, con disturbi del comportamento alimentare, organizzato dallo studio medico dietologico Dott. Luigi Oliva (anni ). Consulenza psicologica individuale per pazienti adulti ed adolescenti con disturbi del comportamento alimentare, in collaborazione col personale medico, studio medico dietologico Dott. Luigi Oliva (anni ). 5

6 ATTIVITA CLINICA Dal 1996 ad oggi svolge attività libero professionale come psicologo e psicoterapeuta occupandosi di: o consulenza e psicoterapia alla coppia per situazioni di elevata conflittualità, crisi o separazione e divorzio; per problematiche legate all infertilità, alla scelta della procreazione medicalmente assistita; per difficoltà legate all elaborazione del lutto in gravidanza o dopo il parto. o consulenza e psicoterapia alla famiglia per la gestione delle fasi di passaggio e dei compiti di sviluppo nel ciclo vitale, per problematiche di individuazione e separazione nell adolescenza; per i disturbi del comportamento alimentare; per difficoltà e disagio emotivo relazionali dei soggetti in età evolutiva, per difficoltà inerenti l adozione nell infanzia e adolescenza. o consulenza e psicoterapia individuale per soggetti adulti, per problematiche della sfera affettiva e per disagio relazionale, per disturbi d ansia, depressione e disturbi del comportamento alimentare. ATTIVITA DI DOCENZA E FORMAZIONE in ambito aziendale incarico di collaborazione per docenza nel corso corso F.S.E, Esperto nella formazione professionale moduli Il processo formativo: pianificazione e progettazione e Relazione e comunicazione nel gruppo di lavoro coop Ancil, Mestre Venezia, 1999; Svolge l incarico di collaborazione per docenza Tecnico arredatore d interni, corso F.S.E., moduli Tecniche di relazione e comunicazione e Tecniche di presentazione di sé nel lavoro, organizzato da Donneuropee Federcasalinghe Presidenza regionale del Veneto, settore Formazione Professionale, Monastier di Treviso, anno Svolge incarico di collaborazione per docenza nel corso Risorse umane: conoscenze, competenze e strumenti per gestire al meglio il proprio ruolo, attività formativa F.S.E 2002, moduli Formazione del gruppo di lavoro ; Gestione dei conflitti ; Autostima e bisogni interpersonali Assertività, Donneuropee Federcasalinghe Presidenza regionale del Veneto, settore Formazione Professionale, Monastier di Treviso, anno 2003 Progetta e conduce l attività di formazione aziendale, progetto Conoscenze, competenze e strumenti per gestire al meglio il proprio ruolo, moduli: Stile di relazione assertivo, Autostima e bisogni interpersonali, Comunicazione e gestione dei conflitti, Quality Consulting di Paolo Amadio, Azioni di Formazione Aziendale Legge 236/93 C.M. 30/2000, Regione Veneto Direzione Regionale Lavoro, anni ; Progetta e conduce il percorso di formazione: i servizi di front line accoglienza, orientamento e comunicazione efficace (anno 2009); per operatori addetti all accoglienza; dei centri la Nostra Famiglia della provincia di Treviso e di Padova, Istituto la Nostra Famiglia di Conegliano.. Progetta e conduce il percorso di formazione: i servizi di front line accoglienza, orientamento e comunicazione efficace (anno 2004); dell approfondimento la consapevolezza di sé nella relazione (anni ); per operatori addetti all accoglienza; Istituto Nostra Famiglia di Treviso. in ambito scolastico ed educativo Conduce gli incontri di sensibilizzazione E arrivato un bambino: come cambia la coppia ; Di madre in figlia: ogni neomamma è una bambina che cresce ; Bambini terribili: cos è l aggressività nei bambini e come gestirla, all interno del ciclo di incontri aperti a genitori educatori ed insegnanti, organizzato dall Associazione Melograno di Treviso, via dei dall Oro n. 19, gennaio aprile Progetta e conduce il percorso di supervisione del gruppo di lavoro rivolto ad insegnanti, coordinatori e dirigenza, della scuola materna e del nido integrato Cristo Re, svoltosi con incontri 6

7 collegiali, incontri con il gruppo di coordinatori e con la dirigenza,, organizzato dalla scuola materna Cristo re, via Zanella 3, Treviso, settembre 2010 giugno Partecipa in qualità di psicologo osservatore al progetto formativo per docenti La Gestione dell aggressività percorso psicomotorio di gruppo organizzato dall Associazione culturale Demetra e condotto dalla dott.ssa Anna Villa per insegnanti della scuola media di Ponte di Piave, settembre ottobre Progetta e conduce i corso di formazione La rabbia e l aggressività: cosa significano nel mondo emotivo dei bambini ; Un nido per crescere. Favorire lo sviluppo armonico del bambino attraverso la relazione per il gruppo di educatori della prima infanzia, Asilo nido Lilliput, Mogliano Veneto, via Bachelet n 2, Mogliano Veneto, ottobre novembre 2007, maggio ottobre Svolge l incarico di collaborazione per docenza nel corso di formazione del progetto Mamma per Mamme assistenza domiciliare all infanzia nella provincia di Treviso, moduli Psicologia dello sviluppo ; Psicopedagogia ; Tecniche di gioco, Cooperativa sociale Idea Società via dei dall Oro 19,(TV), Regione Veneto, Marzo Aprile Progetta e conduce il corso di formazione: Ascoltare per cooperare, educare alle emozioni per affrontare il fenomeno bullismo, per il gruppo docenti dell Istituto Comprensivo di Casale sul Sile, via Vittorio Veneto n 96, a. a ; Conduce l intervento di sensibilizzazione: Linguaggio corporeo, osservare, comprendere e utilizzare la comunicazione corporea nell interazione con i bambini, per genitori ed insegnanti della Scuola Materna e nido integrato S. Maria Assunta, Monastier di Treviso, anno 2004 docenza seminariale, corso integrato I bisogni del malato; la comunicazione interpersonale ; insegnamento di Psicologia della Salute del corso integrato di Psicopedagogia della salute, corso di laurea per Infermiere Professionale, Università di Padova sede di Feltre, anno accademico ; docenza nei corsi Animatore di comunità ed Operatrice per la prima infanzia, nei seguenti moduli: Psicologia dello sviluppo e della comunicazione ; Psicologia sociale e dinamica ; Psicosociologia della famiglia ; Donneuropee Federcasalinghe Presidenza regionale del Veneto, settore Formazione Professionale, Monastier di Treviso, anno 2002; Progetta e conduce il percorso di formazione Essere in relazione rivolto all intero corpo docente, scuole medie e superiori, dell Istituto Pio X di Treviso, a. s ; Svolge l attività di consulenza L auto orientamento nell orientamento scolastico professionale per classi terze e genitori, attività di consulenza Il processo di autovalutazione nell orientamento scolastico professionale per gli alunni delle classi seconde ed i genitori, Scuola Media Statale Enrico Toti di Musile di Piave (VE), a.s. 1999/2000 Conduce l incontro di informazione e sensibilizzazione per alunni su Fattori di rischio per lo sviluppo dei disturbi del comportamento alimentare, Istituto Turistico Mazzotti di Treviso, a.s. 97/98; Progetta e conduce gli incontri di informazione e sensibilizzazione per genitori sui temi I disturbi dell apprendimento scolastico e La teoria dell attaccamento nello sviluppo emotivo relazionale del bambino, Istituto Canossiano di Mestre (VE), a.s. 97/98; Conduce incontri di informazione e sensibilizzazione per insegnanti su I disturbi dell apprendimento scolastico, per docenti delle scuole elementari, Direzione Didattica di Roncade, a.s. 97/98; Svolge la consulenza per l analisi e l elaborazione di profili psicoattitudinali individuali per l Orientamento Scolastico Professionale, classi terze, con restituzione ai genitori e agli insegnanti, Scuola Media Istituto Canossiano di Mestre (VE), a.s. 97/98; su tematiche psicologiche Conduce l incontro Viaggio alle origini, l esperienza dell appartenenza, all interno del ciclo I lunedì di Demetra, 6 incontri attorno ad un tema: il valore della dipendenza tra costrizione e libertà. Associazione culturale Demetra, sala del Comune di Silea, 14 marzo

8 Training di gruppo sulla comunicazione e relazione, rivolto alle coppie, Associazione culturale Demetra (anno 2006) Progetta e conduce l'attività di formazione di gruppo di volontari sui temi: Sviluppo cognitivo ed emotivo relazionale nel bambino e nell adolescente ; La relazione d aiuto nell incontro col diverso: disagio emotivo - relazionale in bambini e giovani istituzionalizzati e relazione d aiuto nel rapporto interculturale, intervento per il gruppo di coordinatori Leadership e coordinamento in gruppi che operano nel volontariato sociale ; Essere in relazione conoscere, riflettere e confrontarsi per facilitare una relazione autentica, efficace e gratificante ; Associazione Nazionale di Volontariato MIANI, Istituto San Girolamo Emiliani di Treviso, anni dal 1998 al Svolge l incarico di collaborazione per docenza nel corso Animatore di comunità, corso F.S.E 2000, moduli psicologia sociale e dinamica e Psicologia dello sviluppo e della comunicazione Donneuropee Federcasalinghe Presidenza regionale del Veneto, settore Formazione Professionale, Monastier di Treviso, anno 2002; Percorso psicoeducazionale di gruppo Vivere le emozioni, Associazione Adulti Oggi di Villorba (TV), anno corsi psicoeducazionali: Psicologia dell alimentazione ; Psicologia: le dimensioni principali dell individuo ; Psicologia delle emozioni; Affermare se stessi: training assertivo Arci Educazione Permanente di Treviso e circolo Arci Percorsi di Castelfranco (TV), anni ; Partecipazione a seminari, congressi e convegni Seminario residenziale: Corpo a corpo: dalla sofferenza all incontro che cura, organizzato dall ITFV di Treviso, Lignano Sabbiadoro 24 e 25 maggio Seminario di studio L attualità di Winnicott, tenuto da Roberto Losso e Ana Packciarz Losso, organizzato dall ITFV di Treviso presso la Sala convegni dell Hotel Maggior Cosiglio di Treviso il 21 maggio Seminario di studio Curare la relazione dentro al trauma psichico, condotto dalla dott.ssa Tullia Toscani, organizzato dall ITFV di Treviso; presso la Sala convegni dell Hotel Maggior Cosiglio di Treviso, 25 ottobre 2012 Seminario di studio Adozioni: favorire la riflessione e il confronto sugli studi di coppia, organizzato dall Azienda Ulss 12, Mestre 7 dicembre 2011 Convegno Lo sguardo dei genitori adottivi: ricerca su 10 anni di esperienza adottiva nella provincia di Venezia, organizzato dall Azienda Ulss 13 di Mirano; Scorzè 21 ottobre 2011 III Convegno Nazionale Invisibili. Bambine e bambini da zero a un anno, Treviso, 8 Aprile 2011; Associazione Il Melograno, Centri Maternità e nascita. Seminario di studio Nuove geografie della parentela. Lo sguardo dell antropologia culturale organizzato dall Azienda Ulss n. 9 nell ambito dei Progetti Regionali riguardanti l Area Adozioni, presso Associazione dei comuni Ex Pime, via Terraglio 58, Preganziol (TV), 28 gennaio Seminario di studio L adolescente adottivo condotto dal Dott. A. D Andrea, organizzato dall Azienda Ulss n. 9 nell ambito dei Progetti Regionali riguardanti l Area Adozioni, presso Associazione dei comuni Ex Pime, via Terraglio 58, Preganziol (TV), 14 gennaio Seminario di studio Dalla coppia alla famiglia, i disturbi del post - partum, condotto dalla dott.ssa L. Consolaro e dal Dott. A. Mattucci., organizzato dall ITFV di Treviso; presso la Sala convegni dell Hotel BHR, Quinto di Treviso, 14 ottobre Seminario di studio L'intervista clinica trigenerazionale, condotto dal Dott. V. Cigoli., organizzato dall ITFV di Treviso; presso la Sala convegni dell Hotel BHR, Quinto di Treviso, 02 e 03 luglio Seminario di studio Il percorso adottivo oggi: buone prassi e criticità, organizzato dall Equipe Adozioni dell Azienda AULSS 12 Veneziana, Venezia, 4 febbraio, Convegno regionale Costruire i tempi dell adozione: vissuti personali e impegno delle istituzioni organizzato dall Equipe Adozioni dell Azienda AULSS 12 Veneziana, tenutosi a Zelarino e Mogliano Veneto il 28 e 29 novembre 2009 Seminario di studio Il bambino come risorsa nella terapia familiare, condotto dal Dott. Maurizio Andolfi, organizzato dall ITVF di Treviso Auditorium Collegio Pio X, Borgo Cavour n. 40, Treviso, 26 settembre Seminario di studio La scultura, il disegno congiunto, l oggetto metaforico ed il collage, condotto dai Didatti I.T.V.F., organizzato dall ITFV di Treviso; presso la Sala convegni dell Hotel BHR, Quinto di Treviso, 26 giugno

9 Seminario di studio: L adozione tra agire locale e pensare globale: seminario di restituzione degli stages all estero degli operatori veneti Centro Civitas Vitae, Veneto Adozioni, Padova, 29 maggio 2008 Convegno di studio: Identità e contaminazioni ferite e cura dei legami familiari. Dialogo a più voci su ciò che cambia e ciò che rimane nel tempo, organizzato dall ITVF di Treviso; Sala convegni, Auditorium Collegio Vescovile Pio X, Borgo Cavour n. 40 Treviso, 29 Febbraio e 1 Marzo Seminario di studio L identità mista di bambini e adolescenti migranti e adottivi: implicazioni cliniche, condotto dalla Dott.ssa Cecilia Edelstein,, organizzato dall ITVF di Treviso; Sala convegni, Auditorium Collegio Pio X, Borgo Cavour n. 40, Treviso, 20 febbraio Convegno: Adozione: identità e appartenenza, organizzato dall Equipe Adozioni di Dolo Mirano, dell Azienda ULSS 13, Villa Belvedere Mirano (VE), 14 dicembre Convegno nazionale: Attualità del pensiero Montessori nei nidi e nei servizi per l infanzia 0 3, Roma, 21 novembre Seminario di studio: Immagine della famiglia, condotto dal Dott. R. de Bernart, organizzato dall ITVF di Treviso; Sala convegni Auditorium Collegio Vescovile Pio X, Borgo Cavour n. 40 Treviso, 28 settembre Congresso dell Associazione Europea di Psicoterapia (EAP), insieme al 3 Congresso della Federazione Italiana Associazioni di Psicoterapia (FIAP), Umorismo e altre strategie per sopravvivere alle crisi emozionali, Firenze dal 14 al 17 Giugno Seminario di studio: Di quale ascolto ha bisogno il bambino? In situazioni di maltrattamento, di abuso e nelle separazioni problematiche, condotto dai dottori F. Milanese e L. Tonellato, organizzato dall ITVF di Treviso, presso la Sala convegni l Hotel al Fogher, Treviso, 1 febbraio Dal 2001 al 2006 partecipa ai seguenti seminari nell ambito della frequenza alla scuola di specializzazione in psicoterapia familiare, organizzati dall Istituto veneto di Terapia Familiare di Treviso: Chi è il padre del piccolo principe? Legami di parentela e concetto di filiazione nei sistemi familiari, condotto dal Dott. A. Ackermans (9 febbraio 2002); Il ciclo vitale del divorzio, condotto dallla Dott. F. Kaslow, (17 aprile 2002); L abuso e il maltrattamento infantile nell approccio dinamico - maturativo, condotto dalla Dott.ssa P. Crittenden, (3 Febbraio 2003); L approccio trigenerazionale al lutto familiare, condotto dal Dott. A. Canevaro, (14 giugno 2003); La rete che cura : verso un modello terapeutico integrato, condotto dal Dott. G. Ruggiero (9 ottobre 2003); La presa in carico psicoterapeutica del paziente non richiedente, condotto dal Dott. M. Selvini, ( 30 gennaio 2004); Storie e geografie famigliari, il genogramma famigliare. Un intrigante viaggio nel passato, condotto dal Dott. A. Mattucci, (12 marzo 2004); L adolescente tra Eros e Pathos, condotto dal Dott. L. Baldascini, (23 aprile 2004); Le modalità di gestione della conflittualità nella separazione: i percorsi della coppia, la posizione dei figli, le criticità per la mediazione famigliare, condotto dal Prof. F. Canevelli, 8 ottobre 2004, L adolescente e la sfida con la morte: la terapia individuale e famigliare con anoressiche, tossicodipendenti e giovani con condotte suicidarie, condotto dalla Dott.ssa C. Dobrowolski (26 novembre 2004); La terapia di coppia secondo la teroria delle relazioni oggettuali, condotto dai Dott. D.E. Scharff e J. S. Scharff, (28 aprilre 2005); Dalla normalità alla patologia: lavorare con i bambini in terapia familiare, condotto dal Dott. C. Saccu, (14 ottobre 2005); La clinica nel training, condotto dal Dott. R. de Bernart,( 23 settembre 2006); V Congresso Internazionale A.I.M.S., Ai confini dell identità. Consulenza, mediazione e terapia a confronto, Montesilvano Pescara, novembre Seminario di studio: Famiglie multiproblematiche: una sfida alla collaborazione tra servizi, condotto dal Dott. M. Vetere, organizzato dall azienda ULSS n. 19, Dipartimento di Psichiatria e dall ITVF di Treviso, Adria (RO), 30 novembre Convegno di studi 20 anniversario dell Istituto di Terapia Familiare di Firenze 20 anni, e dopo.?,istituto di Terapia Familiare di Firenze, 15 e 16 settembre 2001, Firenze. Convegno Anoressia, bulimia e obesità ad esordio precoce ; Casa di Cura Privata Villa Margherita. Vicenza, 15 maggio Seminario di studio: Disturbo borderline di personalità: tre modelli a confronto, condotto dal dott. G. Liotti, Casa di cura privata Villa Margherita. Vicenza, 21 febbraio Seminario di studio: Schema corporeo, processi metacognitivi e relazioni d attaccamento nei disturbi alimentari, condotto dal dott. G. Liotti, Casa di cura privata Villa Margherita. Vicenza, 15 novembre Convegno nazionale: Riabilitazione e rieducazione dei disturbi dello sviluppo: quando intervenire, da parte di chi, per quanto tempo organizzato dall Azienda ULSS n. 10 Veneto orientale, San Donà di Piave, 18 aprile Seminario di aggiornamento Disturbo del pensiero, disturbo di personalità, organizzato dal Dipartimento di pediatria dell università di Padova, Scuola di specializzazione in neuropsichiatria infantile, Dipartimento di 9

10 psicologia generale dell università di Padova, Corso di perfezionamento in psicopatologia dell apprendimento, Centro di riabilitazione La nostra famiglia Padova; Padova 14 febbraio Seminario di studio: Quando il padre non c è, condotto dal dott. De Bernard, Casa di cura privata Villa Margherita. Vicenza, 27 settembre Seminario di studio: Anoressia mentale e bulimia: la famiglia come cura, Casa di cura privata Villa Margherita. Vicenza, 18 ottobre Convegno regionale: Clinica e Terapia del Binge Eating, organizzato dall Associazione nazionale specialisti in scienza dell alimentazione, sezione regionale Reggio Emilia, in collaborazione con il centro Gruber di Bologna. Bologna, 8 giugno Corso di aggiornamento: Anoressia e bulimia, organizzato da Positive Press, diretto dal prof. Paolo Santonastaso e dott.ssa Angela Favaro. Verona, 13 gennaio Corsi di aggiornamento: sui temi Anoressia e Bulimia nervosa, Positive Press, tenuti dal Dott. Riccardo Dalle Grave, responsabile del reparto di riabilitazione multidisciplinare ospedaliera per l anoressia nervosa, Casa di Cura Villa Garda di Verona. Verona, a.c Il sottoscritto è a conoscenza che, sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l uso di atti falsi, sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi speciali. Inoltre, il sottoscritto autorizza al trattamento dei dati personali, secondo quanto previsto dalla Legge 675/96 del 31 dicembre Treviso, 25/03/ 2014 Dott.ssa Elena Pelizzato 10

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A.

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A. PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO UONPIA Varese, Busto A., Gallarate Mancanza di un sistema di monitoraggio nazionale Nel 201110.985

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA RIABILITATIVA CENTRO DIURNO Responsabile Dr Caterina Iocca. PROGETTO CENTRO DIURNO - PRESIDIO DI GIRIFALCO

UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA RIABILITATIVA CENTRO DIURNO Responsabile Dr Caterina Iocca. PROGETTO CENTRO DIURNO - PRESIDIO DI GIRIFALCO UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA RIABILITATIVA CENTRO DIURNO Responsabile Dr Caterina Iocca. PROGETTO CENTRO DIURNO - PRESIDIO DI GIRIFALCO PREMESSA Nelle finalità del progetto riabilitativo complessivo dell

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: GIARDINO BRANCACCIO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Educazione e Promozione culturale: 01 Centri di aggregazione (bambini, giovani, anziani):

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Tirocinio indiretto per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Studentesse/Studenti senza riduzione oraria: 75 ore indiretto, di queste 15 ore dedicate all inclusione Studentesse/Studenti

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE

PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE PREMESSA La Dispersione Scolastica è un fenomeno complesso che riunisce in sé: ripetenze, bocciature,

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 A pagina 2 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA MEDIA A pagina 9 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO.

L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO. L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO. Ricercatrice: Serena Bezzi Trento, gennaio 2009 - giugno

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione Percorsi didattico-educativi Sabato 7 febbraio 2009 Dr.ssa ANNA STROPPA psicologa e psicoterapeuta dell et età evolutiva GIUSE TIRABOSCHI

Dettagli

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Dott.ssa Lorenza Donati Convegno Agli albori della salute: prevenzione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA

DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO CRESPELLANO Via IV Novembre, 23 Valsamoggia (BO) 40056 Località - Crespellano Tel. 051/6722325 051/960592 Fax. 051/964154 - C.F. 91235100376 E-mail: boic862002@istruzione.it - iccrespellano@virgilio.it

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri La documentazione Dall ICF alla DF al PDF al PEI La Diagnosi Funzionale (DF) 1. Utilizzo degli items di ICF nella definizione

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Azienda ULSS n. 9 Treviso Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica

Azienda ULSS n. 9 Treviso Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica ULSS9 Azienda ULSS n. 9 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica ELEZIONI EUROPEE E AMMINISTRATIVE DEL 25 MAGGIO 2014 DESIGNAZIONE dei DIRIGENTI MEDICI AUTORIZZATI al RILASCIO dei

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni)

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) Premessa: Sportivissimo a.s.d. è un associazione affiliata all ACSI e al CONI che intende promuovere

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA UFFICIO FORMAZIONE E ECM IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA Mod. -0701-08 a Rev. 02 Del 10/07/2011 LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: STRATEGIE E STRUMENTI LOW ED HIGH TECH PER LA COMUNICAZIONE,

Dettagli

Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching

Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching Premessa Aiutare i figli a orientarsi alla fine del quinquennio della scuola superiore, o sostenerli nella scelta di

Dettagli

Presentazione di un caso

Presentazione di un caso Presentazione di un caso Corso Tutor per l autismo (Vr) Roberta Luteriani Direzione Didattica (BS) Caso: Giorgio 8 anni! Giorgio è un bambino autistico verbalizzato inserito in seconda elementare. Più

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA:

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: BILANCIO E PROPOSTE Edizioni Erickson Presentano il Rapporto: Attilio Oliva Vittorio Nozza Andrea Gavosto Intervengono: Valentina Aprea Maria Letizia

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Campagna per la promozione dell affidamento familiare Il primo diritto che andrebbe assicurato ad ogni bambino è quello

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia della coppia e i suoi percorsi affettivi

Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia della coppia e i suoi percorsi affettivi ISIPSÉ Istituto di Specializzazione Scuola di Psicoterapia in Psicologia Psicoanalitica del Sé e Psicoanalisi Relazionale presenta il convegno internazionale Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli