Sviluppo Area Forlanini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sviluppo Area Forlanini"

Transcript

1 Minerva Consulting Group Sviluppo Area Forlanini Francesca Anzani Giacomo De Feo Sara Menegolli Pietro Schena Mauro Vinci

2 Minerva Consulting Forlanini Business park Minerva company è una società di consulenza incaricata di svolgere un analisi di fattibilità relativa ad un progetto di sviluppo immobiliare dell area Forlanini. Il nostro committente è la società F.F.C.A. F Developer specializzata in investimenti speculativi di sviluppo di ex aree industriali. Lo scopo della F.F.C.A. è massimizzare i ricavi nel minor tempo. Il nostro obiettivo è capire i possibili sviluppi dell area, individuando il suo highest and best use, analizzando gli aspetti finanziari, urbanistici, gestionali connessi all operazione La superficie complessiva (St) è di mq. Su di essa insiste un complesso di capannoni (EVICO Gestione Integrata Magazzini Trasporti - Depositi) con fabbricati esistenti di circa mq di slp. Da sottolineare l importante valenza strategica che la caratterizza, vista l ubicazione sulla direttrice Milano Est, adiacente all aeroporto aeroporto di Linate e alla tangenziale Est.

3 Ubicazione

4 Ubicazione L area è ubicata nel Comune di Milano delimitata a sud da V.le Folanini, a nord e a est dal Parco Forlanini i e Via Taverna, a ovest dal fiume Lambro.

5 Documentazione fotografica 3 4

6 Documentazione fotografica

7 Documentazione fotografica

8 Accessibilità 1 1 Svincolo tangenziale Est 2 Stazione di Segrate 3 Nuova fermata Stazione di MM4 4 Nuova BREBEMI 5 Aeroporto di Linate: autobus per 3 Milano 73/ 5

9 Analisi del contesto urbano Hotel: 1 Air hotel Novegro 12 2 Holiday inn 3 Nh hotel linate airport 4 Hotel vecchio mulino 18 9 Centro direzionale: 5 Forlanini, Mondadori 7 IBM Sviluppi i residenziali: i Santa Giulia 9 Segrate Village Quadrifoglio Residenze Malaspina Santa Monica Centri sportivi: Saini 14 Malaspina 15 PalaCus 4 16 Impianti sportivi La 3 Villetta 8 17 Centro logistico CAMM 18 Nuovo centro Polifunzionale Segrate

10 Analisi del contesto urbano

11 Analisi del contesto urbano

12 Analisi del contesto urbano

13 Analisi del contesto urbano

14 Analisi del contesto urbano

15 P.R.G Zone omogenee Zona B1: zona di completamento con prevalenza industriale

16 Linee guida del documento d inquadramento territoriale Migliorare la qualità dell abitare con edifici ad alto risparmio energetico e basso impatto ambientale Ricostruire una società più produttiva e competitiva capace di attrarre capitali nazionali ed esteri Confermare la destinazione di Linate come significativo scalo cittadino attraverso la realizzazione i di un maggior numero di servizi i pubblici i e privati

17 Analisi del procedimento urbanistico PERMESSO DI COSTRUIRE CONVENZIONATO Maggiore indice di edificabilità (I ut : 1,2); Approvazione giunta comunale da 3 a 6 mesi circa. Condiziona il mix funzionale possibile escludendo il residenziale Indice di edificabilità più ridotto (Iut: 0.65/ 0,75/ 1); Tempi urbanistici più lunghi in quanto viene approvato dal Consiglio comunale in due passaggi.; Maggior rischio legato alla maggior aleatorietà dell'attività di negoziazione. PII

18 SWOT Analysis Scenario Residenziale (Negoziazione - PII) Forza Accessibilità buona Vicinanza tangenziale con svincolo d accesso Prossimità aeroporto di Linate Contesto ambientale di notevole valenza: Confine Parco Forlanini Idroscalo Confine fiume Lambro Vicinanza centri sportivi (Saini, Malaspina, Canottieri Idroscalo, Piscine Idroscalo) Facile accessibilità al centro città - Debolezza Rispetto dei valori di inquinamento acustico non raggiungibile: Eccessiva vicinanza aeroporto Linate Eccessiva vicinanza svincolo tangenziale est Eccessiva vicinanza stazione ferroviaria Limiti di sviluppo in verticale a causa della vicinanza dell aeroporto (da verificare) Notevoli sviluppi residenziali nella zona: Segrate village Residenze Malaspina Santa Monica Quadrifoglio 4 Via Forlanini caratterizzata da elevata percorrenza. Opportunità Area industriale i in fase di trasformazione Programmazione fermata linea metro MM4 Programmazione raggio verde R2 Aderenza al documento di inquadramento: la ricostruzione della Grande Milano (p.3 Allegato A) Riduzione fattori generanti inquinamento atmosferico (p.3 Allegato A) Potenzialità edifici classe A (risparmio energetico, p.4 Allegato A) Miglioramento attraverso l incremento di spazi verdi attrezzati (p.4/a) Miglioramento viabilità urbana (p5/a) Minacce Vicinanza i svincolo della nuova BRE BE MI Possibile aumento del traffico Aumento inquinamento dell aria Demolizione edifici esistenti e bonifica dell area Tempistiche dell iter urbanistico Rischi di esondazione fiume Lambro

19 SWOT Analysis Scenario RSA (Negoziazione - PII) Forza Accessibilità buona Vicinanza tangenziale con svincolo d accesso Prossimità aeroporto di Linate Contesto ambientale di notevole valenza: Confine Parco Forlanini Idroscalo Confine fiume Lambro Facile accessibilità al centro città Vicinanza al polo ospedaliero San Raffaele (Segrate) Debolezza Rispetto dei valori di inquinamento acustico non raggiungibile: Eccessiva vicinanza aeroporto Linate Eccessiva vicinanza svincolo tangenziale est Eccessiva vicinanza stazione ferroviaria Limiti di sviluppo in verticale a causa della vicinanza dell aeroporto Via Forlanini caratterizzata da elevata percorrenza Opportunità Area industriale in fase di trasformazione Programmazione fermata linea metro MM4 Programmazione raggio verde R2 Aderenza al documento di inquadramento: Promuovere interventi che comprendano servizi alla persona (p.4 Allegato A) Miglioramento attraverso l incremento di spazi verdi attrezzati (p.4/a) Mercato in crescita Minacce Vicinanza svincolo della nuova BRE BE MI Possibile aumento del traffico Aumento inquinamento dell aria Demolizione edifici esistenti e bonifica dell area Tempistiche dell iter urbanistico Rischi di esondazione fiume Lambro

20 SWOT Analysis Scenario Industriale (Attuazione) Forza Accessibilità ottima: Vicinanza tangenziale con svincolo d accesso Prossimità aeroporto di Linate Basso costo di ristrutturazione Riduzione rischio dell'iter urbanistico Vicinanza con la CAMM (polo logistico e stoccaggio) Risparmio economico dei costi di bonifica Via forlanini caraterizzata da elevata percorrenza. Debolezza Vicinanza al Parco Forlanini Presenza all'esterno del perimetro (area 1) di vincoli sovraordinati (beni paesaggistici, aree naturali protette) Contrario alle nuove linee guida del Pgt. Opportunità Area industriale i in fase di trasformazione Programmazione fermata linea metro MM4 Costruzione Brebemi Aderenza al documento di inquadramento: Miglioramento viabilità urbana (p5/a) Minacce Aumento inquinamento i dell aria e inquinamento i acustico Rischi di esondazione fiume Lambro

21 SWOT Analysis Scenario Business Park (Attuazione) Forza Accessibilità buona Vicinanza tangenziale con svincolo d accesso Prossimità aeroporto di Linate Facile accessibilità al centro città Elevata domanda per edifici direzionali di alta qualità Pochi competitors retail in zona (l unico hotel facilmente raggiungibile dall aereoporto è Air Hotel di Novegro 102 camere, 6 sale convegni e 2 sale meeting) Nella zona tra Linate e l ingresso di Milano non ci sono strutture commerciali medio/piccole, ristoranti e bar che possano essere utilizzate dagli uffici in zona (Viale Forlanini 23) e dagli utilizzatori dell aereoperto Debolezza Limiti di sviluppo in verticale a causa della vicinanza dell aeroporto Via Forlanini caratterizzata da elevata percorrenza Opportunità Area industriale in fase di trasformazione Programmazione fermata linea metro MM4 Vicinanza svincolo della nuova BRE BE MI Creare un centro direzionale con formula temporary office, sale convegni e riunioni che hanno come target società multinazionali i li Minacce Demolizione edifici esistenti e bonifica dell area Tempistiche dell iter urbanistico Rischi di esondazione fiume Lambro

22 BUSINESS PARK MILANO

23 DEMOLIZIONE La demolizione risulta necessaria per costruire edifici in classe A in quanto la struttura esistente risulta obsoleta e difficilmente riconvertibile. Il costo per la demolizione è pari a circa (40 / mq di slp). Demolendo l'edifico esistente potremmo effettuare una bonifica (fascia B) dell'intera area. Il costo della bonifica è stimato in ( 100 / mq di slp). BONIFICA

24 Il progetto

25 Il progetto - planivolumetrico

26 Il progetto rendering

27 Il progetto rendering

28 Il progetto rendering

29 Il progetto rendering

30 Il progetto rendering

31 Il progetto rendering

32 Calcolo slp e standard Dati Superficie CALCOLO STANDARD DA CEDERE Superficie Territoriale mq Produttivo Iut max 1,2 mq/mq Area (mq) Parametro Standard (mq) Rapporto di copertura max 60% Esistente 5.588,4 0% 0 Totale 5.588,4 0 Mix Funzionale Stato di fatto Progetto Terziario Direzionale Produttivo 70% 10% Area (mq) Parametro Standard (mq) Terziario Direzionale 30% 80% Riallocam ,6 80% ,3 Commerciale 0% 10% Ex Novo ,6 100% ,6 SLP mq mq Esistente % 0 Produttivo ,4 Totale ,9 Terziario Direzionale ,2 Commerciale ,4 Commerciale Tot. SLP Area (mq) Parametro Standard d( (mq) Iut effettivo (mq/mq) 0,60 1,2 Ex Novo 5.588,4 100% 5.588,4 mq Totale 5.588, ,4 Standard CEDUTO Totale Standard da Cedere Standard ASSERVITO Superficie Fondiaria Standard CEDUTO Superficie Coperta Standard ASSERVITO Rapporto di Copertura 60% Standard da MONETIZZARE (mq) Parametro Monetizzazione ( /mq) 195,16 Importo Std. Monetizzato ,56

33 Calcolo oneri di urbanizzazione Destinazione Urb. I Urb. II Smalt. Rif. Tot. Oneri ( /mq) ( /mq) ( /mq) per mq Produttivo 88,9 51,34 45,84 186,08 Terziario Direzionale 193,97 152,43 346,4 Commerciale 193,97 152,43 346,4 Oneri di Urbanizzazione I: 88,9 /mq x 5.588,4 mq + 193,97 /mq x ,2 mq + 193,97 /mq x 5.588,4 mq = ,29 Oneri di Urbanizzazione II: 51,34 /mq x 5.588,4 mq + 152,43 /mq x ,2 mq + 152,43 /mq x 5.588,4 mq = ,76 Oneri Smaltimento Rifiuti: 45,84 /mq x 5.588,4 mq = ,26 TOTALE ONERI DI URBANIZZAZIONE ,31 Riduzione i Oneri idi Ub Urbanizzazione i per edifici i certificati i in classe A 30% TOTALE ONERI DI URBANIZZAZIONE (con Riduzione) ,72 Opere a Scomputo Oneri di Urbanizzazione I lunghezz Costo a (m) ( /m) Viabilità Totale Opere a Scomputo Oneri di Urbanizzazione II Area (mq) Costo ( /mq) Totale Parcheggi Pubblici Verde Pubblico Piazza verde IMPORTO DA PAGARE PER ONERI DI URBANIZZAZIONE ,72

34 Tabella riassuntiva TABELLA RIASSUNTIVA SLP Industriale = SLP Terziario Direzionale = SLP Commerciale = Aree da cedere = Aree cedute in loco = Aree asservite in loco = Aree cedute NON in loco = 5.588,4 mq ,2 mq 5.588,4 mq mq mq mq Aree da monetizzare = mq mq mq = mq Monetizzazione aree non reperite = 195,16 16 /mq x mq = , Oneri di Urbanizzazione di cui opere: Viabilità bl Parcheggi Pubblici Verde Pubblico Piazza Verde ,72 Contributo sul Costo di Costruzione = ,00

35 Analisi superfici

36 Stima dei Ricavi di Vendita Osservatorio immobiliare di Milano: Forlanini (Anno semestre) LEGENDA: Lo STATO CONSERVATIVO indicato con lettere MAIUSCOLE si riferisce a quello più frequente di ZONA Il Valore di Mercato è espresso in Euro/mq riferito alla superficie Netta (N) ovvero Lorda (L) Il Valore di Locazione è espresso in Euro/mq per mese riferito alla superficie Netta (N) ovvero Lorda (L) La presenza del carattere asterisco (*) accanto alla tipologia segnala che i relativi Valori di Mercato o di Locazione sono stati oggetto di rettifica. Per le tipologie Box, Posti auto ed Autorimesse non risulta significativo il diverso apprezzamento del mercato secondo lo stato conservativo Per la tipologia Negozi il giudizio O/ N /S è da intendersi riferito alla posizione commerciale e non allo stato conservativo dell'unità immobiliare

37 Prospetto economico finanziario TOTALE RICAVI destinazione mq s.c. mq Totale Residenza libera industriale ,00 commerciale ,00 terziario direzionale ,86 numero cad. Uno Box totalet ,86 TOTALE COSTI DELL'INTERVENTO Costo delle demolizioni, delle opere di bonifica dell area e di cantierizzazione Costo dell area Oneri d urbanizzazione primaria e secondaria Opere di urbanizzazione aggiuntive Contributo commisurato al costo di costruzione Standard da monetizzare Costi stimati per la realizzazione dell intervento edilizio Spese tecniche e complementari Allacciamenti Costi di gestione delle opere a verde, dei parcheggi o d altre opere realizzate a scomputo oneri TOTALE CONTO ECONOMICO RAFRONTO E CONCLUSIONI A Totale costi dell'intervento B totale ricavi previsti Plusvalenza b a

38 Addendum d per il CdA

39 Analisi dei comparables La zona circostante non è caratterizzata da un contesto urbano che permetta un analisi dettagliata dei comparables. Si possono prendere in considerazione i 1. Centro direzionale Forlanini 23: uffici di nuova realizzazione. 150 al mq annui. Spese condominiali Business Park Maciacchini: uffici di nuova realizzazione. 320 al mq annui. Spese condominiali non esplicitate. Posti auto coperti: annui. Il commerciale non ha comparables significativi nella zona circostante; via Mecenate, v.le Corsica e Novegro sono caratterizzati ti da negozi di vicinato. i

40 ANALISI Economico - finanziaria - Ricavi Ricavi Prezzo unitario di mkt Prezzo di mkt Canone unitario di mkt Canone di mkt Rendimento Superficie Comm.le (mq) /mq /mq/anno /anno % Produttivo Terziario - direzionale Commerciale totale ,01% /cad /cad/anno /anno % N. posti auto privati ,0 500% 5,00% 670 % di adeguamento degli affitti 75,00% Time planning % mq. Costruzione Business Park 50% 50% 0% 0% 0% 0% Mq costruiti % Vendita 0% 0% 0% 0% 0% 100% tasso di occupazione uffici 0% 0% 50% 70% 85% 100% tasso di occupazione Commerciale 0% 0% 20% 60% 100% 100% tasso di occupazione Produzione 0% 0% 20% 40% 70% 100% Ricavi da locazione Ricavi da locazione uffici Ricavi i da locazione comerciale Ricavi da locazione produttivo Ricavi da locazione parcheggi Totale ricavi di locazione % ricavi annuali/ricavi totali 0% 0% 0% 15% 22% 29% 34%

41 ANALISI Economico - finanziaria - Costi COSTI DI COSTRUZIONE QX UNITA' hard Cost Costi diretti Terziario direzionale (classe A) /mq Commerciale /mq Produttivo /mq Parcheggi pertinenziali 400 /mq Costi delle demolizioni e smaltimento materiali Costi delle opere di bonifica dell'area Costi di cantierizzazione Costo realizzazione opere a scomputo Costo realizzazione piazza Soft cost Costi analisi idrogeologica Costo project management 6% dei costi di costruzione diretti Oneri di urbanizzazione e altri costi urbanistici QX UNITà Oneri Urbanizzazione primaria Oneri Urbanizzazione secondaria (incl smalt rif.) coefficiente riduzione oneri (costruz. in classe A) 30% Oneri Urbanizzazione primaria effettivi da pagare Oneri Urbanizzazione secondaria effettivi da pagare s% del contributo cc 10% Contributo costi di costruzione monetizzazione standard COSTI NON CAPITALIZZABILI QX UNITà costi promozionali sostenuti solo il primo anno costi di marketing 2% fatturato costi di agency 3% fatturato costi assicurativi 1% fatturato Costo mantenimento annuo piazza ICI 0,4% dei valori catastali valore catastale uffici /mq /mq valore catastale magazzini /mq 525 /mq valore catastale negozi /mq /mq valore catastale uffici valore catastale magazzini valore catastale negozi

42 ANALISI Economico - finanziaria Finanziamento (1/2) Finanziamento - Linea Principale Totale Finanziamento BOP Erogazione Arrangement fee Imposta sostitutiva Rimborso Finanziamento EOP Interessi Flusso Linea Principale ( ) ( ) ( ) ( )

43 ANALISI Economico - finanziaria Finanziamento (2/2) Finanziamento - Linea Principale - Bullet Totale Finanziamento BOP Erogazione Arrangement fee Imposta sostitutiva Rimborso Finanziamento EOP Interessi Flusso Linea Bullet ( ) ( ) ( ) ( ) ( ) ( ) ( ) Finanziamento - Linea Principale - French Totale Finanziamento BOP Erogazione Arrangement fee Imposta sostitutiva Rimborso , , , , , ,92 Finanziamento EOP Interessi Flusso Linea French ( ) ( ) ( ) ( ) ( ) ,42 Rata Quota capitale interessi debito esistente , , , , , Finanziamento - Linea Principale - French Totale Finanziamento BOP Erogazione Arrangement fee Imposta sostitutiva Rimborso , , , , ,92 Finanziamento EOP Interessi Flusso Linea French ( ) ( ) ( ) ( ) Rata Quota capitale interessi debito esistente , , , , Flusso Linea principale ( ) ( ) ( ) ( )

44 ANALISI Economico - finanziaria - indicatori FLUSSI Flusso Immobiliare ( ) ( ) ( ) Flusso Operativo con IVA ( ) ( ) ( ) Flusso Linea Costruzione ( ) ( ) ( ) ( ) Flusso Linea IVA ( ) ( ) ( ) ( ) Flusso levered (FCFE) ( ) ( ) ( ) 901) ( ) ( ) ( ) Flusso levered Attualizzato ( ) ( ) ( ) ( ) ( ) ( ) Operativo immobiliare Operativo con IVA Levered Ke levered 20% IRR 12,45% 11,45% 21,18% Kd 4,50% NPV Ke unlevered 13,46% debito 60% equity 40% wacc 9,85% Pay back period PBP S Pay back period (semplice) ( ) ( ) ( ) ( ) ( ) ( ) PBP A Pay back period (attualizzato) ( ) ( ) ( ) ( ) ( ) ( )

45 ANALISI Economico - finanziaria sensitivity analysis IRR al variare del LTC e tasso di interesse sul finanziamento 21,18% 1,50% 2% 2,50% 3% 3,50% 100% 22,82% 22,00% 21,18% 20,36% 19,54% 95% 21,52% 20,79% 20,06% 19,34% 18,62% 90% 20,38% 19,74% 19,09% 18,45% 17,81% 85% 19,39% 18,82% 18,25% 17,68% 17,11% 80% 18,51% 18,01% 17,50% 16,99% 16,48% 75% 17,74% 17,28% 16,83% 16,38% 15,93% 70% 17,04% 16,63% 16,23% 15,83% 15,43% 65% 16,41% 16,05% 15,69% 15,34% 14,98% 60% 15,84% 15,52% 15,20% 14,89% 14,57%

46 Thinking forward

47 Strategie in ottica post-approvazione pp PGT L area interna al parco è attualmente classificata nel PRG come verde intercomunale (VI) e presenta i seguenti svantaggi, correlati alla decisione di non prenderla in considerazione per l attuale sviluppo immobiliare analizzato nel presente studio: Impossibilità di realizzare nuove costruzioni aventi destinazione d uso commerciale/direzionale/residenziale Impossibilità di cedere e alla aapubblica Amministrazione l area aeacome standard d La futura approvazione del PGT, che dopo la recente adozione,prevediamo possa avvenire nell arco dei prossimi due anni, consente di trasferire gli indici di utilizzazione territoriale (seppure limitati essendo nell area del Parco agricolo Sud di Milano) all area oggetto dello sviluppo in analisi oppure di cederli a titolo oneroso a terzi (meccanismo perequativo)

48

PREZZO DI VENDITA 1.400.000,00 (eurounmilionequattrocentomila/00).

PREZZO DI VENDITA 1.400.000,00 (eurounmilionequattrocentomila/00). Complesso in vendita nel Comune di Assago MQ L area ricopre una superficie di Mq 4.125. L edificio esistente ricopre una superficie lorda complessiva (SLP) di Mq 802,00; di cui Mq 436,00 per il piano primo

Dettagli

ambito A Villa Don Bosco Mq. superficie volumetria Superficie territoriale e in cessione al Comune Mq. 69.760,00

ambito A Villa Don Bosco Mq. superficie volumetria Superficie territoriale e in cessione al Comune Mq. 69.760,00 RELAZIONE ECONOMICA 1) Ambito e contenuti dell intervento L intervento proposto riguarda un programma integrato di intervento che prevede la cessione al Comune di Triuggio della villa Don Bosco e del relativo

Dettagli

COMUNE DI MONZA PIANO ATTUATIVO. AREA SISTEMA RESIDENZIALE Via Mascagni

COMUNE DI MONZA PIANO ATTUATIVO. AREA SISTEMA RESIDENZIALE Via Mascagni COMUNE DI MONZA PIANO ATTUATIVO AREA SISTEMA RESIDENZIALE Via Mascagni Allegato F Relazione Tecnica aggiornamento Giugno 2015 Pietro Giulio Malvezzi Architetto Paola Cambiaghi Architetto 20900 Monza MB

Dettagli

Padova st innovazione. Riconversione e Riqualificazione sostenibile della ZIP nord di Padova PRESENTAZIONE

Padova st innovazione. Riconversione e Riqualificazione sostenibile della ZIP nord di Padova PRESENTAZIONE Padova st innovazione Riconversione e Riqualificazione sostenibile della ZIP nord di Padova PRESENTAZIONE La ZIP Nord 1.500.000 mq di superficie complessiva Oltre 150 lotti attrezzati Oltre 450 proprietari

Dettagli

Schede delle aree di trasformazione MODIFICATA A SEGUITO DELLE CONTRODEDUZIONI

Schede delle aree di trasformazione MODIFICATA A SEGUITO DELLE CONTRODEDUZIONI Schede delle aree di trasformazione MODIFICATA A SEGUITO DELLE CONTRODEDUZIONI Novembre 2012 INDICE Nuove aree di trasformazione... 3 Ambito A - Residenziale e Commerciale... 4 Ambito B - Residenziale

Dettagli

COMUNE DI MONTEGIORGIO

COMUNE DI MONTEGIORGIO COMUNE DI MONTEGIORGIO (Provincia di ASCOLI PICENO) STUDIO PRELIMINARE DI FATTIBILITA FINALIZZATO ALL AMPLIAMENTO DEL CENTRO COMMERCIALE ROSSETTI Località: Via Faleriense Est, 81 63025 Montegiorgio (AP)

Dettagli

Timbro protocollo generale Allo Sportello Unico Attività Produttive/ Edilizia

Timbro protocollo generale Allo Sportello Unico Attività Produttive/ Edilizia Timbro protocollo generale Allo Sportello Unico Attività Produttive/ Edilizia Area Tecnica del Comune di Anzola dell Emilia Via Grimandi, 1 40011 Anzola dell Emilia MODELLO PER IL CALCOLO E LA CORRESPONSIONE

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento

Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento Adottato con atto C.C. n. 3400/192 del 16.06.2000 Modificato con atto C.C. n. 2700/223

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA RELAZIONE SUL TRAFFICO PIANO ATTUATIVO PER INSEDIAMENTO DI ATTIVITÀ INDUSTRIALE IN ZONA PRODUTTIVA ESISTENTE

COMUNE DI BRESCIA RELAZIONE SUL TRAFFICO PIANO ATTUATIVO PER INSEDIAMENTO DI ATTIVITÀ INDUSTRIALE IN ZONA PRODUTTIVA ESISTENTE COMUNE DI BRESCIA PIANO ATTUATIVO PER INSEDIAMENTO DI ATTIVITÀ INDUSTRIALE IN ZONA PRODUTTIVA ESISTENTE RELAZIONE SUL TRAFFICO CONSULENZA SPECIALISTICA RELATIVA A: Studio mobilità e traffico BRESCIA MOBILITÀ

Dettagli

P.I.I. VIA FRIGIA, 19 E VIA RUCELLAI, 34

P.I.I. VIA FRIGIA, 19 E VIA RUCELLAI, 34 P.I.I. VIA FRIGIA, 19 E VIA RUCELLAI, 34 Ricostruzione dell'isolato di via Frigia - via Capelli attraverso la realizzazione di nuova residenza, attività commerciali e un parcheggio pubblico; creazione

Dettagli

RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE

RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE COMUNE DI PREGNANA MILANESE (Provincia di Milano) SETTORE ASSETTO ED USO DEL TERRITORIO UFFICIO URBANISTICA RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE INTRODUZIONE L art. 43 della legge Regionale

Dettagli

PROFILO ATTIVITA 1946 oggi PAMA Società per Azioni Genova

PROFILO ATTIVITA 1946 oggi PAMA Società per Azioni Genova PROFILO ATTIVITA 1946 oggi PAMA Società per Azioni Genova Palazzo di proprietà e sede sociale in Genova Via Assarotti 17A 1 Sede sociale in Genova via Assarotti 17/A Capitale sociale uro 5.460.000,00 La

Dettagli

GUIDA AL MERCATO DEGLI UFFICI DI MILANO E HINTERLAND 2013-2015

GUIDA AL MERCATO DEGLI UFFICI DI MILANO E HINTERLAND 2013-2015 ESTRATTO GUIDA AL MERCATO DEGLI UFFICI DI MILANO E HINTERLAND 2013-2015 Domanda, offerta e rating di zona per investire e vendere al meglio Il mercato degli uffici di Milano e hinterland è il più importante

Dettagli

Aree di delocalizzazione - Scheda d Ambito

Aree di delocalizzazione - Scheda d Ambito Ottobre 1 Aree di delocalizzazione - Scheda d Ambito 1. Descrizione dell Ambito L area individuata nella presente scheda d ambito e negli allegati grafici (vedi fig.1) è stata oggetto negli ultimi quindici

Dettagli

COMUNE DI CENTO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA DATI DI PROGETTO E CALCOLO CONTRIBUTO INTERVENTI SULL'ESISTENTE ED AMPLIAMENTI

COMUNE DI CENTO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA DATI DI PROGETTO E CALCOLO CONTRIBUTO INTERVENTI SULL'ESISTENTE ED AMPLIAMENTI COMUNE DI CENTO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA Pratica n. DATI DI PROGETTO E CALCOLO CONTRIBUTO INTERVENTI SULL'ESISTENTE ED AMPLIAMENTI DITTA OGGETTO: ZONA DEL PRG (sigla) INDICE EDILIZIO AMMISSIBILE

Dettagli

Comune di Fano DETERMINAZIONE DEL COSTO DI COSTRUZIONE RESIDENZIALE (rif. D.M. 10 maggio 1977)

Comune di Fano DETERMINAZIONE DEL COSTO DI COSTRUZIONE RESIDENZIALE (rif. D.M. 10 maggio 1977) DETERMINAZIONE DEL COSTO DI COSTRUZIONE RESIDENZIALE (rif. D.M. 10 maggio 1977) mod. CC01 Tabella 1 Incremento per superficie abitabile (art. 5) Classe di superficie Alloggi (n) abitabile Rapporto rispetto

Dettagli

Tecnopolo Tiburtino - Complesso Technology. OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Acquisto e locazione. Via A. Olivetti, 24-26 00131 Roma

Tecnopolo Tiburtino - Complesso Technology. OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Acquisto e locazione. Via A. Olivetti, 24-26 00131 Roma OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Acquisto e locazione Via A. Olivetti, 24-26 00131 Roma 1 INDICE Introduzione..4 Ubicazione e accessibilità.5 Caratteristiche principali...6 Opportunità di investimento.7 Servizi..8

Dettagli

CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO

CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO SETTORE GESTIONE E PIANIFICAZIONE URBANISTICA SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Piazza Giovanni XXIII, n. 6 DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PREMESSA Ai

Dettagli

FDA INTERNATIONAL Urbanistica, Architettura Marco Facchinetti, Marco Dellavalle. Via G. Ripamonti 44 20141 Milano 02 36520482 Luglio 2013

FDA INTERNATIONAL Urbanistica, Architettura Marco Facchinetti, Marco Dellavalle. Via G. Ripamonti 44 20141 Milano 02 36520482 Luglio 2013 FDA INTERNATIONAL Urbanistica, Architettura Marco Facchinetti, Marco Dellavalle Via G. Ripamonti 44 20141 Milano 02 36520482 Luglio 2013 Proponente: AREA MELZO SERVIZI IMMOBILIARI S.R.L. ALHAFIN SPA COGESER

Dettagli

Gli indicatori di redditività

Gli indicatori di redditività Gli indicatori di redditività Venezia, 24 aprile 2014 Prof. Antonella Faggiani Arch. Valeria Ruaro, collaboratrice alla didattica valutareilprogetto2@gmail.com Valutazione economico finanziaria del progetto

Dettagli

INDICATORI URBANISTICO EDILIZI

INDICATORI URBANISTICO EDILIZI INDICATORI URBANISTICO EDILIZI 1. Superficie territoriale (ST): Superficie totale di una porzione di territorio, la cui trasformazione è generalmente sottoposta a strumentazione urbanistica operativa e

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia)

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia) COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia) PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO RELATIVO ALL AREA RICOMPRESA TRA LE VIE GRAMSCI, MAZZINI, BANFI, ED IL CONFINE COL TERRITORIO COMUNALE DI CAVA MANARA

Dettagli

CONFERENZA STAMPA 12/02/2015

CONFERENZA STAMPA 12/02/2015 PROTOCOLLO DI INTESA TRA COMUNE DI BERGAMO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO CDP INVESTIMENTI SGR S.P.A. PER LA RIQUALIFICAZIONE E RICONVERSIONE FUNZIONALE DELLA SEDE STORICA DEGLI OSPEDALI RIUNITI DI

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Su proposta dell Assessore all Urbanistica, Edilizia Privata, Attività Produttive e Politiche Economiche, dott.

LA GIUNTA COMUNALE. Su proposta dell Assessore all Urbanistica, Edilizia Privata, Attività Produttive e Politiche Economiche, dott. Con delibera di Giunta Comunale N. 67 del 23/03/2007 avente in oggetto : Aggiornamento degli oneri di urbanizzazione primaria, secondaria e di smaltimento dei rifiuti ai sensi degli articoli 16 e 19 del

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE OPERATIVA: STRUMENTI E PROCEDURE PER IL PIANO DEGLI INTERVENTI

LA PIANIFICAZIONE OPERATIVA: STRUMENTI E PROCEDURE PER IL PIANO DEGLI INTERVENTI STRUMENTI E PROCEDURE PER IL PIANO DEGLI INTERVENTI Campagna Lupia, 23 maggio 2013 DAL PIANO STRATEGICO (PAT) AL PIANO OPERATIVO (PI) perequazione, compensazione, crediti edilizi OBIETTIVO: Costruire la

Dettagli

Programma Integrato di Intervento ai sensi della LR 12 aprile 1999 n. 9 Ambito di intervento 3 Isola del Bosco - delle Corti RELAZIONE ECONOMICA

Programma Integrato di Intervento ai sensi della LR 12 aprile 1999 n. 9 Ambito di intervento 3 Isola del Bosco - delle Corti RELAZIONE ECONOMICA Programma Integrato di Intervento ai sensi della LR 12 aprile 1999 n. 9 Ambito di intervento 3 Isola del Bosco - delle Corti RELAZIONE ECONOMICA Programma Integrato di Intervento ai sensi della LR 12 aprile

Dettagli

Comune di Venezia. Progetto AEV DESE

Comune di Venezia. Progetto AEV DESE Comune di Venezia Progetto AEV DESE Relazione descrittiva delle opportunita di sviluppo immobiliare di un area destinata ad attrezzature economiche varie, ad uso industriale logistico - commerciale direzionale

Dettagli

PROFILO ATTIVITA 1946 2006 PAMA Società per Azioni Genova

PROFILO ATTIVITA 1946 2006 PAMA Società per Azioni Genova PROFILO ATTIVITA 1946 2006 PAMA Società per Azioni Genova Palazzo di proprietà e sede sociale in Genova Via Assarotti 17A 1 Sede sociale in Genova via Assarotti 17/A Capitale sociale uro 4.500.000 La società

Dettagli

ALLEGATO A COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d Argento al Valor Civile SERVIZIO URBANISTICA AGGIORNAMENTO DEL COSTO DI COSTRUZIONE E DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE ADEGUAMENTO ISTAT GIUGNO 2006 DICEMBRE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE indice Art. 1 Premessa pag 5 Art. 2 Ambito di applicazione pag 5 Art. 3 Incidenza degli oneri di urbanizzazione: tabella parametrica

Dettagli

PIANO ATTUATIVO : intervento di edilizia residenziale da attuarsi in via Amilcare Ponchielli ALLEGATI 01: RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ECONOMICA

PIANO ATTUATIVO : intervento di edilizia residenziale da attuarsi in via Amilcare Ponchielli ALLEGATI 01: RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ECONOMICA PIANO ATTUATIVO : intervento di edilizia residenziale da attuarsi in via Amilcare Ponchielli Lottizzanti: Proprieta': Caprotti Emilia Procuratori Marina Strazzeri, Franco Flavio Strazzeri, ALLEGATI 01:

Dettagli

COMUNE DI LEGNANO (MI) PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO in attuazione al P.G.T. di Legnano Ambito di trasformazione n.

COMUNE DI LEGNANO (MI) PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO in attuazione al P.G.T. di Legnano Ambito di trasformazione n. COMUNE DI LEGNANO (MI) PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO in attuazione al P.G.T. di Legnano Ambito di trasformazione n. 3 "Ex Fonderie" EDIFICIO "EX FONDERIE" via Firenze, via Rossini via XX settembre

Dettagli

COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO

COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO PRATICA EDILIZIA N. AL RESPONSABILE DELL UFFICIO TECNICO DEL COMUNE DI CERRO AL LAMBRO Piazza Roma, 11 20070 Cerro al Lambro (MI) DENUNCIA

Dettagli

Cassa depositi e prestiti PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A.

Cassa depositi e prestiti PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A. PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A. Torino, Palazzo del Lavoro Veicolo societario 100% Pentagramma Piemonte S.p.A. (50% CDP Immobiliare S.r.l. - 50% G.E.F.I.M.) Localizzazione L edificio del Palazzo del Lavoro

Dettagli

DISCIPLINA URBANISTICA ED EDILIZIA INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI

DISCIPLINA URBANISTICA ED EDILIZIA INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI Comune di Cisano B.sco Piano dei Servizi Disciplina degli interventi COMUNE DI CISANO BERGAMASCO DISCIPLINA DEL PIANO DEI SERVIZI DISCIPLINA URBANISTICA ED EDILIZIA INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI

Dettagli

MOD. E085_D Atto unilaterale tipo per Zone Attività Economiche. Comune di Mantova

MOD. E085_D Atto unilaterale tipo per Zone Attività Economiche. Comune di Mantova ATTO UNILATERALE D OBBLIGO TIPO PER LE ZONE OMOGENEE D Relativo all intervento di ristrutturazione urbanistica / ristrutturazione edilizia / demolizione / ampliamento / nuova costruzione dell immobile

Dettagli

Cassa depositi e prestiti. Residenziale Immobiliare 2004 SpA

Cassa depositi e prestiti. Residenziale Immobiliare 2004 SpA Residenziale Immobiliare 2004 SpA Residenziale Immobiliare 2004 S.p.A. Ex Uffici delle Dogane Roma, Via dello Scalo di San Lorenzo, 10 Veicolo societario Residenziale Immobiliare 2004 SpA: (75% CDP Immobiliare

Dettagli

Il progetto come approvato prevede la realizzazione entro quattro anni delle opere di urbanizzazione. Queste consistono:

Il progetto come approvato prevede la realizzazione entro quattro anni delle opere di urbanizzazione. Queste consistono: allegato A Relazione tecnica SUAP1 In data 18/06/2011, prot 6146, è stata presentata da parte di Terruzzi Fercalx spa, istanza volta all ottenimento del permesso di costruire per la realizzazione di un

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MARENO DI PIAVE

PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MARENO DI PIAVE STIMA DEGLI EDIFICI E DELLE AREE PERTINENZIALI DELLA SCUOLA PRIMARIA DEL CAPOLUOGO Pagina 1 di 32 INDICE 1 - PREMESSA... 3 2 - DESCRIZIONE DEI BENI OGGETTO

Dettagli

COMUNE DI MONZA PIANO ATTUATIVO. AREA SISTEMA RESIDENZIALE Via della Birona_via Perosi

COMUNE DI MONZA PIANO ATTUATIVO. AREA SISTEMA RESIDENZIALE Via della Birona_via Perosi COMUNE DI MONZA PIANO ATTUATIVO AREA SISTEMA RESIDENZIALE Via della Birona_via Perosi Allegato F Relazione Tecnica Novembre 2014_Gennaio 2015_Luglio 2015 Pietro Giulio Malvezzi Architetto Paola Cambiaghi

Dettagli

Cap. 3 - Parametri urbanistici

Cap. 3 - Parametri urbanistici Prof. Paolo Fusero corso di Fondamenti di urbanistica Facoltà di Architettura Università degli Studi G. D Annunzio - Pescara Cap. 3 - Parametri urbanistici In questa lezione vengono descritti alcuni tra

Dettagli

Milano: Via Quintiliano

Milano: Via Quintiliano Milano: Via Quintiliano Memorandum Maggio 2011 IPM Srl Confidenziale 1 Indice Il contesto di riferimento L immobile IPM Srl Confidenziale 2 Il contesto di riferimento L immobile è situato nella zona sud

Dettagli

% di incremento per classi di superfici (1) (2) (3) (4) = (3):Su (5) (6) = (4)*(5)

% di incremento per classi di superfici (1) (2) (3) (4) = (3):Su (5) (6) = (4)*(5) TABELLA R1 TABELLA 1. INCREMENTO PER SUPERFICIE UTILE ABITABILE i1 Classi di superfici (m 2 ) Alloggi (n) Superficie utile abitabile Rapporto rispetto al Totale di Su % di incremento % di incremento per

Dettagli

Provincia di Venezia Comune di Chioggia 545_Parcheggio Marco Polo Viale Marco Polo DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA

Provincia di Venezia Comune di Chioggia 545_Parcheggio Marco Polo Viale Marco Polo DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA Provincia di Venezia Comune di Chioggia 545_Parcheggio Marco Polo Viale Marco Polo DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA Anagrafica COMPLESSO Codice bene Denominazione bene Comune Provincia Indirizzo Quartiere

Dettagli

Provincia di Reggio Emilia

Provincia di Reggio Emilia COMUNE di CASTELNOVO di SOTTO Provincia di Reggio Emilia VALOR I MED I DI MERCATO DELLE AREE FABBRICABIL I - INTRODUZIONE - QUADRO D UNIONE - DESCRIZIONE ZONE OMOGENEE - TABELLE VALORI DI MERCATO anno

Dettagli

Committente: - TALME s.n.c. - AMPLIAMENTO CAPANNONE ARTIGIANALE

Committente: - TALME s.n.c. - AMPLIAMENTO CAPANNONE ARTIGIANALE Committente: - TALME s.n.c. - AMPLIAMENTO CAPANNONE ARTIGIANALE Relazione illustrativa Verifica indici e parametri urbanistici Determinazione contributo di costruzione Estratto NTA PGT vigente Estratto

Dettagli

Aggiornamento ONERI DI URBANIZZAZIONE

Aggiornamento ONERI DI URBANIZZAZIONE Allegato A alla Delibera Consiglio Comunale n.27 del 07/09/2015 Aggiornamento ONERI DI URBANIZZAZIONE TABELLA A - EDIFICI RESIDENZIALI Zone ZTS (ex P.R.G. Zone omogenee A) (U1) Euro 7,38/Mc Euro 2,95/Mc.

Dettagli

L INTERPORTO DI BERGAMO MONTELLO

L INTERPORTO DI BERGAMO MONTELLO LOMBARDIA Situato a est di Bergamo, l'interporto di Montello si pone come il punto di riferimento per potenzialità, posizione e rete infrastrutturale del bacino produttivo a nord est di Milano e della

Dettagli

Figura 1 - Inquadramento lotto d'intervento

Figura 1 - Inquadramento lotto d'intervento Indice 1. Inquadramento...2 2. Consistenza degli edifici esistenti...4 3. Regole urbanistiche e ambientali...4 4. Assetto planivolumetrico...6 5. Ubicazione e descrizione dell'area...6 6. Opere di urbanizzazione

Dettagli

ART. 1 - FINALITÀ. 2 ART. 2 - DEFINIZIONI. 2 ART. 3 - PARAMETRI URBANISTICI PER LA VALUTAZIONE DELL'AREA. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 4 ART. 4 ART. 5 ART.

ART. 1 - FINALITÀ. 2 ART. 2 - DEFINIZIONI. 2 ART. 3 - PARAMETRI URBANISTICI PER LA VALUTAZIONE DELL'AREA. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 4 ART. 4 ART. 5 ART. REGOLAMENTO IN MATERIA DI VALORE DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI DELL ACCERTAMENTO DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI E DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA - Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

Empoli. Centrale. inquadramento ciclostazioni

Empoli. Centrale. inquadramento ciclostazioni Empoli Centrale numero di treni e passeggeri giornalieri feriali sabato domenica 198 189 124 6.961 4.580 3.315 Localizzazione La stazione di Empoli ha una posizione molto centrale, a poca distanza dal

Dettagli

Una guida all analisi di mercato Le fonti per la stima dei valori

Una guida all analisi di mercato Le fonti per la stima dei valori Una guida all analisi di mercato Le fonti per la stima dei valori Lo scopo delle slide Lo scopo della slide che seguono è quello presentare in modo critico alcune delle fonti attualmente disponibili per:

Dettagli

VALORE UNITARO PROPOSTO PER LA MONETIZZAZIONE DEL PARCHEGGIO PUBBLICO E STIMA DEL VALORE DEL VERDE PUBBLICO

VALORE UNITARO PROPOSTO PER LA MONETIZZAZIONE DEL PARCHEGGIO PUBBLICO E STIMA DEL VALORE DEL VERDE PUBBLICO VALORE UNITARO PROPOSTO PER LA MONETIZZAZIONE DEL PARCHEGGIO PUBBLICO E STIMA DEL VALORE DEL VERDE PUBBLICO IL sottoscritto Architetto Fabio Alderotti, nato ad EMPOLI, il 26/03/1060 con studio ad EMPOLI

Dettagli

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Quarta Variante Parziale al Piano degli Interventi (PRG) modifica dell articolo 34 Parcheggi e servizi pubblici delle N.T.A.. Ai sensi dell'art. 18 della L.R.V. 11/2004 e s.m.i..

Dettagli

Le fonti per la stima dei valori

Le fonti per la stima dei valori Una guida all analisi di mercato Le fonti per la stima dei valori Comunicazione curata da arch. Barbara Bolognesi Lo scopo della comunicazione Lo scopo della comunicazione è quello presentare in modo critico

Dettagli

2 EDIFICIO in VALPERGA

2 EDIFICIO in VALPERGA 2 EDIFICIO in VALPERGA Per ulteriori approfondimenti e programmazione sopralluoghi (Tel. 011.861.2447-2494-2402-2620) UBICAZIONE Il complesso immobiliare dista 50 km da Torino ed è ubicato nel comparto

Dettagli

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE VENALE DELLE AREE EDIFICABILI

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE VENALE DELLE AREE EDIFICABILI ALLEGATO- A" CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE VENALE DELLE AREE EDIFICABILI Art. 1 Finalità 1. Il regolamento determina le modalità di applicazione dell'imposta Comunale sugli Immobili alle aree

Dettagli

Milano Via Besozzi Via Caianello

Milano Via Besozzi Via Caianello Milano Via Besozzi Via Caianello Marzo 2012 i n f o @ d d - i m m o b i l i. c o m w w w. d d - i m m o b i l i. c o m 01 Milano, Via Besozzi Via Caianello Caratteristiche principali Proprietà: Terreno

Dettagli

SCHEDE DESCRITTIVE AREE DEGRADATE

SCHEDE DESCRITTIVE AREE DEGRADATE SCHEDE DESCRITTIVE AREE DEGRADATE In adeguamento al Regolamento n.1 di attuazione della legge regionale n. 50/2012, articolo 2 - comma 6, nel Comune di Tezze sul Brenta è stata individuata un area degradata

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna 1 COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna Area Programmazione e Gestione del Territorio ALLEGATO 1 DETERMINAZIONE VALORI DI RIFERIMENTO DELLE AREE INSERITE NEL P.R.G., NEL P.S.C. E NEL R.U.E.

Dettagli

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO. ai sensi della LR 12/05 e s.m. e i.

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO. ai sensi della LR 12/05 e s.m. e i. COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO ai sensi della LR 12/05 e s.m. e i. VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA Allegato 1 Stima degli effetti ambientali attesi

Dettagli

TABELLE PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

TABELLE PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE File:tabellaONERI_ufficio COMUNE DI BORGOSATOLLO Provincia di Brescia AREA TECNICA URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA TABELLE PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE DATI GENERALI PERMESSO DI COSTRUIRE

Dettagli

COMUNE DI CASTELLALTO

COMUNE DI CASTELLALTO COMUNE DI CASTELLALTO ACCORDI DI URBANISTICA NEGOZIATA PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI TRASFORMAZIONE URBANISTICA - ALLEGATO A (BOZZA DEL 18.04.2013) Ufficio Urbanistica via Madonna degli Angeli,

Dettagli

Le fonti per la stima dei valori

Le fonti per la stima dei valori Una guida all analisi di mercato Le fonti per la stima dei valori Materiali a cura di Barbara Bolognesi Architetto, dottoranda di ricerca in Estimo ed Economia territoriale presso l Università di Padova

Dettagli

Torino Nuova Economia S.p.A. Corso G. Marconi, 10 10125 Torino

Torino Nuova Economia S.p.A. Corso G. Marconi, 10 10125 Torino 13/286 Torino Nuova Economia S.p.A. Corso G. Marconi, 10 10125 Torino ASSUNZIONE DI UN FINANZIAMENTO FINALIZZATO ALLA RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO RESIDUO CORRELATO ALLA REALIZZAZIONE DEL CENTRO DEL DESIGN

Dettagli

AREA VERDE TRA VIA BARGAGNA E VIA CISANELLO VARIANTE ALLA SCHEDA 7.5 DEL REGOLAMENTO URBANISTICO

AREA VERDE TRA VIA BARGAGNA E VIA CISANELLO VARIANTE ALLA SCHEDA 7.5 DEL REGOLAMENTO URBANISTICO AREA VERDE TRA VIA BARGAGNA E VIA CISANELLO VARIANTE ALLA SCHEDA 7.5 DEL REGOLAMENTO URBANISTICO Adottata dal Consiglio Comunale il 8 Novembre 2012 COMUNE DI PISA DIREZIONE URBANISTICA REGOLAMENTO URBANISTICO

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA ***

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA *** AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA *** ATTO DI MODIFICA DELL ACCORDO DI PROGRAMMA 6.10.2005 Il giorno del mese di dell anno 2014 nel Comune

Dettagli

PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE A1

PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE A1 COMUNE DI VEDANO OLONA PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE A1 RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA INQUADRAMENTO URBANISTICO GENERALE Il PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE

Dettagli

ALLEGATI AL DOCUMENTO DI PRESENTAZIONE: Layout interno pag. 9 Urbanistica della zona pagg. 10-17

ALLEGATI AL DOCUMENTO DI PRESENTAZIONE: Layout interno pag. 9 Urbanistica della zona pagg. 10-17 IMMOBILE DI BOLOGNA INDICE: 1. DESCRIZIONE DELL IMMOBILE: 1.1 Ubicazione pag. 3 1.2 Caratteristiche urbanistiche ed insediative della zona pag. 3 1.3 Consistenze planimetriche pag. 3 2. INFORMAZIONI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CESSIONE DI AREE PER STANDARD URBANISTICI

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CESSIONE DI AREE PER STANDARD URBANISTICI COMUNE DI BARDONECCHIA Provincia di Torino CAP. 10052 UFFICIO TECNICO EDIIZIA PRIVATA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CESSIONE DI AREE PER STANDARD URBANISTICI Maggio 2010 Approvato con deliberazione

Dettagli

CREARE, INVESTIRE E MANTENERE valore immobiliare sostenibile nel tempo. Monza Via XX Settembre. UFFICIO 145 mq

CREARE, INVESTIRE E MANTENERE valore immobiliare sostenibile nel tempo. Monza Via XX Settembre. UFFICIO 145 mq CREARE, INVESTIRE E MANTENERE valore immobiliare sostenibile nel tempo Monza Via XX Settembre UFFICIO 145 mq Il Territorio La città di Monza sorge nell alta pianura lombarda al margine meridionale della

Dettagli

Aggiornamento degli Oneri di Urbanizzazione Primaria e Secondaria COMUNE DI VIMERCATE SPORTELLO UNICO TECNICO SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ALLEGATO B

Aggiornamento degli Oneri di Urbanizzazione Primaria e Secondaria COMUNE DI VIMERCATE SPORTELLO UNICO TECNICO SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ALLEGATO B COMUNE DI VIMERCATE SPORTELLO UNICO TECNICO SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA Determinazione degli oneri di urbanizzazione ai sensi del D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 e della L.R. 11 marzo 2005 n. 12 ALLEGATO B Aggiornamento

Dettagli

Comune di Basiglio. 04.07.12 Piano di Governo del Territorio Presentazione per l adozione

Comune di Basiglio. 04.07.12 Piano di Governo del Territorio Presentazione per l adozione 04.07.12 Presentazione per l adozione Gruppo di lavoro International Arch. Marco Facchinetti Arch. Marco Dellavalle FDA international partner Arch. Roberto Pozzoli STID Dott. Geol. Efrem Ghezzi Dott. Geol.

Dettagli

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA NTA di SUA di iniziativa privata SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA.. INDICE ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... pag. 2 ART. 2 ELABORATI DEL PIANO...» 2 ART. 3 DATI COMPLESSIVI DEL PIANO...» 2 ART.

Dettagli

SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA

SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA COMUNE DI CASTELNUOVO BERARDENGA (Provincia di Siena) Pianificazione Urbanistica ed Edilizia Privata Via Garibaldi, 4 Tel. 0577 351308/14/22 - Fax 0577/351328 e-mail: urbanistica.edilizia@comune.castelnuovo-berardenga.si.it

Dettagli

CHIEDE. il rilascio della concessione edilizia per eseguire nell immobile suddetto i lavori di ristrutturazione che sinteticamente si descrivono:

CHIEDE. il rilascio della concessione edilizia per eseguire nell immobile suddetto i lavori di ristrutturazione che sinteticamente si descrivono: (C.E. per ristrutturazione) Istanza in bollo Al Responsabile di P.O. N. 4 Settore Urbanistica Del Comune di Casteltermini Oggetto: Richiesta di Concessione Edilizia per ristrutturazione. Il sottoscritto..,

Dettagli

RELAZIONE DI STIMA PER IMMOBILI GIÀ EDIFICATI

RELAZIONE DI STIMA PER IMMOBILI GIÀ EDIFICATI Città di Cologno Monzese ALLEGATO C AREA PROGRAMMAZIONE TERRITORIO Servizio Demanio Patrimonio ed Espropri RELAZIONE DI STIMA PER IMMOBILI GIÀ EDIFICATI ESTRATTO CATASTALE FOGLIO 1 -MAPPALE 401 2 ESTRATTO

Dettagli

UBICAZIONE Il Comune di Legnano

UBICAZIONE Il Comune di Legnano Ex Fonderia LEGNANO UBICAZIONE Il Comune di Legnano Il Comune di Legnano ha 60.000 abitanti ed è situato a circa 20 km a nord ovest di Milano. L area della Ex Fonderia, inserita in un contesto prettamente

Dettagli

A REGISTRO DELLE OSSERVAZIONI

A REGISTRO DELLE OSSERVAZIONI VARIANTE PARZIALE AL REGOLAMENTO URBANISTICO PER MODIFICA SCHEDA NORMA 2-T2 NELLA FRAZIONE DI VADA E VARIANTE CARTOGRAFICA PER PRESA D ATTO DEL NUOVO TRACCIATO AUTOSTRADALE E DELLA VIABILITÀ SECONDARIA.

Dettagli

Adeguamento del contributo di costruzione

Adeguamento del contributo di costruzione Adeguamento del contributo di costruzione previsto dall art.43 della LR 12/05 e s.m.i. 8 Gennaio 2016 PRINCIPI DELLA VARIANTE AL PGT riduzione del consumo di suolo e delle potenzialità edificatorie creazione

Dettagli

PERIZIA TECNICA DI STIMA

PERIZIA TECNICA DI STIMA Provincia di Alessandria DIPARTIMENTO AMBIENTE TERRITORIO E INFRASTRUTTURE DIREZIONE EDILIZIA - TRASPORTI UFFICIO TECNICO EDILIZIA PERIZIA TECNICA DI STIMA Ex Casa Cantoniera Lungo la ex S.S. n 35 dei

Dettagli

SCHEDA TECNICA DI CONSISTENZA

SCHEDA TECNICA DI CONSISTENZA SCHEDA TECNICA DI CONSISTENZA CONSISTENZA IMMOBILE DI VIA G. BANDI N 15 ATTUALE SEDE DELLE ATTIVITA DIREZIONALI DELL AZIENDA AMBIENTALE DI PUBBLICO SERVIZIO OHSAS 18001 Livorno, li 19 ottobre 2009 UFFICIO

Dettagli

COMUNE DI AZZATE. Provincia di Varese. Via C. B. Castellani, 1 21022 AZZATE ************ AREA RISORSE ECONOMICHE E FINANZIARIE

COMUNE DI AZZATE. Provincia di Varese. Via C. B. Castellani, 1 21022 AZZATE ************ AREA RISORSE ECONOMICHE E FINANZIARIE COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese Via C. B. Castellani, 1 21022 AZZATE ************ AREA RISORSE ECONOMICHE E FINANZIARIE Aggiornato al 02.11.2015 INFORMATIVA IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) ANNO 2015

Dettagli

La perequazione territoriale. in Val Gandino. Vittorio Ferri. Università di Milano Bicocca. v.ferri@economia.unife.it

La perequazione territoriale. in Val Gandino. Vittorio Ferri. Università di Milano Bicocca. v.ferri@economia.unife.it La perequazione territoriale in Val Gandino Vittorio Ferri Università di Milano Bicocca v.ferri@economia.unife.it 1. Introduzione Perequazione: annullare o ridurre le differenze di un certo parametro,

Dettagli

CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE L'AQUILA

CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE L'AQUILA CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE L'AQUILA Regolamento per l assegnazione e per la gestione delle aree ubicate nel Piano Regolatore Territoriale del Consorzio. SOMMARIO ART. 1 Assegnazione Aree Regime

Dettagli

PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO DI MONZA

PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO DI MONZA Territorio Monza è il capoluogo della neo provincia di Monza e Brianza ed ha una popolazione residente al 2004 di 122.263 abitanti (120.104 ab. al censimento 2001). Il territorio comunale è di Kmq 32,9

Dettagli

SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. DI VIA MILANO n.227 (comparto ARE 6) che sottoscrivono la proposta di convenzione:

SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. DI VIA MILANO n.227 (comparto ARE 6) che sottoscrivono la proposta di convenzione: INDICE SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. PAG. 1 INTERVENTI PREVISTI PAG. 1 PROIEZIONE COSTI COMPLESSIVI AI FINI DELL ATTUAZIONE DEL P.I.I. A CURA DEL SOGGETTO ATTUATORE PAG. 2 QUANTIFICAZIONE DELLE CONVENIENZE

Dettagli

SCHEDA IMMOBILE ALIENAZIONE ZONA CENTRO STORICO Via Defendente Sacchi,31 FOGLIO 3 MAPPALE 913 CATEGORIA B/1-A/2-A/3-A/4-C/6 PIANO S1-T-1-2-ST

SCHEDA IMMOBILE ALIENAZIONE ZONA CENTRO STORICO Via Defendente Sacchi,31 FOGLIO 3 MAPPALE 913 CATEGORIA B/1-A/2-A/3-A/4-C/6 PIANO S1-T-1-2-ST SCHEDA IMMOBILE ALIENAZIONE ZONA CENTRO STORICO Via Defendente Sacchi,31 FOGLIO 3 MAPPALE 913 CATEGORIA B/1-A/2-A/3-A/4-C/6 PIANO S1-T-1-2-ST CONSISTENZA (mq) 5.000 circa CONSISTENZA RAGGUAGLIATA 3.805

Dettagli

PARTI COMUNI INTERNO UNITA IMMOBILIARE

PARTI COMUNI INTERNO UNITA IMMOBILIARE PARTI COMUNI INGRESSO VIA DONATELLO CORTE INTERNA INGRESSO /SCALA CONDOMINIALE SCALA CONDOMINIALE INTERNO UNITA IMMOBILIARE FOTO 1 -CORRIDOIO-INGRESSO FOTO 2 CUCINA FOTO 3 -BAGNO 1 FOTO 4 CAMERA 1 FOTO

Dettagli

Le potenzialità localizzative

Le potenzialità localizzative Le potenzialità localizzative La ricognizione delle potenzialità localizzative nell'area livornese ha un duplice obiettivo: individuare le aree già pronte che si prestano ad essere promosse nel breve termine

Dettagli

PIANO CASA FRIULI VENEZIA GIULIA SCHEDA SINTETICA

PIANO CASA FRIULI VENEZIA GIULIA SCHEDA SINTETICA PIANO CASA FRIULI VENEZIA GIULIA SCHEDA SINTETICA (si veda anche la parte normativa, più sotto) Norme L. 11/11/2009 n. 19; L. 21/10/2010 n. 17 Aumenti massimi (salvo casi particolari) + 35% volume con

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO Provincia di Lodi RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO Provincia di Lodi RELAZIONE TECNICA COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO Provincia di Lodi RELAZIONE TECNICA D AGGIORNAMENTO DEGLI ONERI D URBANIZZAZIONE, VALORI MINIMI E CRITERI PER LA MONETIZZAZIONE DEGLI STANDARD IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Allegato B COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa SETTORE 2 GESTIONE DEL TERRITORIO E DEL PATRIMONIO U.O. URBANISTICA EDILIZIA Modifica all Appendice 2 Schede norma dei comparti di trasformazione

Dettagli

LE AREE OGGETTO DI STUDIO

LE AREE OGGETTO DI STUDIO Comune di SARMATO Provincia di PIACENZA PROGETTO DI RECUPERO E VALORIZZAZIONE AREE EX ZUCCHERIFICIO ERIDANIA REALIZZAZIONE DI UN PARCO FOTOVOLTAICO ALL INTERNO DEL COMPARTO APEA LE AREE OGGETTO DI STUDIO

Dettagli

Provincia di Venezia Comune di Chioggia 552_Edificio ex corderie Via Granatieri di Sardegna DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA

Provincia di Venezia Comune di Chioggia 552_Edificio ex corderie Via Granatieri di Sardegna DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA Provincia di Venezia Comune di Chioggia 552_Edificio ex corderie Via Granatieri di Sardegna DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA Anagrafica COMPLESSO Codice bene Denominazione bene Comune Provincia Indirizzo

Dettagli

Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati

Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati Stato degli atti dopo il Febbraio 2010: Sono state presentate 90 proposte. L estensione complessiva delle

Dettagli

Documento redatto a cura di:

Documento redatto a cura di: Documento redatto a cura di: Ing. Massimo Cavrini STF- Società Tecniche finanziarie S.p.A Via Marco Emilio Lepido 182/2 40132 Bologna Tel. +39-051-31-61-711 Fax. +39-051-31-61-712 SESTO IMMOBILIARE S.p.A.

Dettagli

AUTODETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE art. 41 della L.R. Lombardia 11.03.2005, n. 12

AUTODETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE art. 41 della L.R. Lombardia 11.03.2005, n. 12 PROTOCOLLO GENERALE AL COMUNE DI BARANZATE Da presentarsi unitamente alla p.e. o, in caso di integrazione, con lettera accompagnatoria. AUTODETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE art. 41 della L.R.

Dettagli