La scommessa da vincere è trasformare la crisi in una opportunità di cambiamento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La scommessa da vincere è trasformare la crisi in una opportunità di cambiamento"

Transcript

1 1

2 Editoriale La scommessa da vincere è trasformare la crisi in una opportunità di cambiamento Per qualunque sindaco italiano non è facile, nel dicembre 2012, fare gli auguri di buon Natale ai propri concittadini. Il nostro Paese forse davvero scorge un po di luce in fondo al tunnel della crisi, ma la luce è ancora molto lontana e poco visibile dalle famiglie, dalle imprese, dai giovani, dai lavoratori, specie se precari, dai pensionati. Molto poco la vedono anche i Comuni, che nell ultimo anno sono stati letteralmente massacrati da misure severissime. I sindaci, che non a caso qualche settimana fa hanno addirittura minacciato di restituire deleghe e fasce tricolori e dimettersi in massa, sono stati costretti ad applicare una Imu che non volevano; hanno dovuto incidere su servizi spesso essenziali, sempre importanti; non sono stati messi in condizione, anche quelli dei Comuni virtuosi che avevano in cassa soldi da spendere, di investire in opere pubbliche a causa di un patto di stabilità che di fatto preclude ogni tentativo di crescita. Ma i Comuni, nonostante si sia scaricato su di loro gran parte del peso del risanamento dello Stato (cosa è stato fatto a livello centrale?) sono Istituzioni responsabili proprio perché sono le più vicine ai cittadini, ne raccolgono le esigenze, incidono in modo diretto sulla vita delle città e delle persone che le abitano. E per questo che i Comuni pur protestando, continuano a svolgere il loro ruolo di governo della comunità. Perugia lo fa senza arretramenti né timidezze. Abbiamo una idea forte di sviluppo che poggia sulla candidatura, con Assisi ed il resto dell Umbria, a Capitale Europea della Cultura. La Fondazione creata per gestire questo ambizioso progetto è operativa, e le figure di alto profilo nazionale che vi sono state coinvolte stanno lavorando con grande impegno. Siamo ottimisti sulle prospettive che si aprono e sappiamo che la nostra è una candidatura forte. Anche l inaugurazione dell aeroporto San Francesco disegnato da Gae Aulenti è un segnale positivo importante per tutta la Regione. Il resto tocca a tutti noi, non solo per quanto riguarda il successo della candidatura ma in generale per riuscire a vedere quella luce in fondo al tunnel. Registro un aria diversa in città. Si sente una condivisione dei problemi e la volontà di creare sinergie per affrontarli. Non esiste, del resto, una strada diversa. Le cose vanno meglio anche sul fronte della sicurezza (a breve l istituzione del Reparto prevenzione crimini) anche se molto resta ancora da fare. Voglio anche qui ringraziare il mondo dell associazionismo, i residenti, gli operatori del commercio che si impegnano, con il supporto attivo del Comune, per creare iniziative, rivitalizzare i quartieri e le singole vie del centro, e non solo. Anche questo significa sicurezza. Il programma delle manifestazioni natalizie, uno dei risultatati di questa collaborazione, tutto sembra meno che il programma di una fase di crisi. Il Comune comunque si sta adoperando per reperire risorse con le quali investire su opere importanti per la città e nello stesso tempo creare lavoro. Penso in particolare al bando per le Smart City ed al Piano delle città. Perugia dunque mantiene il passo e in alcuni settori è avanti, come nel caso della mobilità elettrica e delle energie rinnovabili, mentre procede a buon ritmo sulla strada della raccolta differenziata, riconfermandosi al quinto posto in Italia tra le città medie a più elevata qualità ambientale e sociale nell indagine di Legambiente realizzata con il Sole 24 Ore. Un buon risultato ma dobbiamo certo fare ancora meglio. La scommessa da vincere è trasformare la crisi in una opportunità di cambiamento. Un Natale quindi non facile quello che celebreremo fra poco ma che dobbiamo affrontare con spirito positivo e solidale, perché una comunità che non si prende cura dei più fragili non è soltanto ingiusta, ma crea al suo interno ostacoli allo sviluppo. Wladimiro Boccali, Sindaco di Perugia Redazione di Perugia Notizie Palazzo dei Priori, Corso Vannucci, PERUGIA Tel / Fax Perugia Notizie è anche su internet: Direttore editoriale: Luca Conti Direttore responsabile: Luciana Frau In redazione: Gaia Nicchi, Paolo Occhiuto, Barbara Papalini Grafica e impaginazione: Roberta Neri Foto: Giancarlo Belfi ore, Fausto Castraberte Si ringrazia per la collaborazione: Claudio Ferracci, Simona Rocchi, Bruna Manzoni, Rita Rossetti, Arianna Bellocchi, Alessandra Cianetti, Lorenza Cipriani, Francesca Silvestri, Simona Rocchi, Alessandra Cianetti, Rita Rossetti, Rita Paltracca Concessionario per la pubblicità: SIFA S.r.l. Via Pievaiola, Perugia - tel. e fax Stampa: Grafi che Benucci S.r.l. - Perugia Autorizzazione Tribunale di Perugia numero 9 del 05/03/1994 Dicembre 2012 Il giornale è stato chiuso in redazione il 26 novembre 2012 In copertina: il nuovo aeroporto Perugia San Francesco d Assisi 3

3 Fotonotizia di Giancarlo Belfi ore Dagli Usa con sapone Gli studenti americani di Umbra Institute armati di sapone e pennello hanno ripulito e ridipinto i numeri civici non più leggibili di Corso Cavour grazie a un accordo fi rmato dal Comune con Umbra Institute, Cesvol e Cooperativa sociale Borgorete. Questione di decoro. Urbano. SOMMARIO ATTUALITÀ 4/Il punto 5/Assestamento di bilancio 6/Urbanistica/Pila che verrà 8/Perugia mobilità progresso/perugia si elettrizza 9/Perugia mobilità progresso/ztl avanti tutta 11/In evidenza/costruisci con la testa 13/Cultura/Natale per te 21/Cultura/L archivio della memoria 27/In breve RUBRICHE 3/Editoriale del Sindaco 4/Fotonotizia/ Sommario 16/Giovani/ Notizie dal futuro 19/Giovani/ Interscuola/ La paura fa 90! 20/Pagine d argento/intervista a Susanna Siepi 23/Sport 25/Cultura/libri/Circolo dei lettori e Bibliobus 29/Il fumetto di Claudio Ferracci Il punto del direttore Perugia Notizie è in versione ridotta e ce ne scusiamo: 32 pagine invece che 48. Col nuovo anno usciremo però con più pagine, una carta più ecologica e una maggiore tiratura, visto che Perugia è cresciuta e si fatica a coprire tutto il territorio comunale. In questo numero versione slim abbiamo comunque mantenuto pressoché inalterato l impianto del giornale proposto nel precedente numero zero di settembre: notizie istituzionali, rubriche, informazioni utili Ringraziamo tutti i cittadini che ci hanno chiamato per esprimere il proprio gradimento e anche per darci utili suggerimenti: un giornale cresce se in tanti ci credono e si riconoscono. Perugia Notizie è anche on line sul sito (sezione pubblicazioni). Buona lettura e buone feste Luciana Frau

4 Bilancio Approvato l ultimo atto signifi cativo relativo al bilancio di previsione 2012 Manovra di assestamento di Bilancio E stato approvato l ultimo significativo atto relativo al bilancio di previsione 2012: la manovra di assestamento. Si tratta - spiega l assessore al Bilancio, Livia Mercati - di verificare la permanenza degli equilibri economici e finanziari e del pareggio complessivo relativi all esercizio in chiusura al Il dato significativo è che a fronte di un bilancio di 342 milioni di euro, la manovra di assestamento è di soli Dall entità della manovra, che è consistita sostanzialmente nella diversa allocazione di risorse e nell utilizzo di diverse fonti di finanziamento delle spese, in particolare per quelle destinate ad investimenti e quelle correnti a destinazione vincolata, appare evidente che la programmazione e la gestione del bilancio hanno corrisposto alle politiche adottate in materia economico-finanziaria dall Amministrazione. Anche a seguito delle variazioni di assestamento il Comune rispetta gli obiettivi programmatici del Patto di stabilità interno. L attuale situazione finanziaria del bilancio di previsione 2012 non fa presagire situazioni di squilibrio nella gestione di competenza. Si conferma una politica di bilancio improntata a rigore e prudenza, nonché attendibilità delle previsioni, contenimento del ricorso all indebitamento, recupero dell evasione e acquisizione di risorse finanziarie esterne (contributi statali e regionali). Questi risultati - sostiene l assessore -sono stati possibili perché si è operato in maniera equilibrata utilizzando razionalmente le risorse iscritte negli stanziamenti di bilancio e prestando molta attenzione sia alla realizzazione delle entrate sia al contenimento delle spese. Le richieste di nuove risorse da destinare alla spesa corrente sono dipese da situazioni di assoluta indispensabilità e fisiologicità di una gestione complessa come quella del bilancio del Comune di Perugia. Rispetto agli esercizi precedenti, il bilancio preventivo 2012 è stato costruito negli equilibri economico-finanziari di parte corrente facendo sempre meno ricorso ad entrate non ricorrenti secondo le indicazioni contenute nei principi contabili e nelle raccomandazioni della Corte dei Conti Sezione Controllo. All interno della manovra di assestamento generale è ricompresa l operazione di riduzione del debito residuo, per euro circa, corrispondenti al taglio operato dalla spending review. Per quanto riguarda il piano degli investimenti, costruito in gran parte con risorse derivanti da alienazioni di beni patrimoniali, è opportuno sottolineare che entro dicembre probabilmente si concretizza la riscossione di parte di tali risorse, e da questo dipenderà il finanziamento degli interventi inseriti nell elenco annuale delle opere pubbliche. Il dato tecnico significativo è che le previsioni risultano attendibili nonostante le criticità generate dalle diverse normative che si sono succedute in materia di finanza locale e di contabilità, che hanno introdotto elementi di incertezza circa le principali risorse del bilancio comunale (ad es. l IMU sperimentale e il Fondo di riequilibrio). Per quanto riguarda l IMU solo dopo la contabilizzazione degli incassi della 2ª rata di dicembre sarà possibile capire l esattezza delle stime effettuate dal MEF e dal Co- mune. IMU Entro il 17 dicembre 2012 tutti i contribuenti devono effettuare il versamento a conguaglio (terza rata per i contribuenti che hanno scelto di pagare l imposta sull abitazione principale in 3 rate, seconda rata per tutti gli altri). Per questo ultimo pagamento devono essere applicate le aliquote stabilite dal Comune e può essere usato, in aggiunta al Mod. F24, il bollettino di conto corrente postale. Numeri utili e contatti Sito internet istituzionale: Unità Operativa Gestione Entrate del Comune di Perugia - Sportello informativo tributi Via Oberdan, 56 (piano terra) - Perugia Tel ; 075/ ; 075/ Rispettati gli obiettivi programmatici del Patto di stabilità interno Entrate: il saldo ammonta a euro ,00 (di cui ,95 euro di maggiori entrate e ,95 euro di minori entrate) Spesa: il saldo ammonta a ,00 euro (di cui euro ,04 di maggiori spese e ,04 euro di minori spese) 5

5 Urbanistica La Pila del futuro Una forma di urbanistica partecipata fra cittadini e Amministrazione comunale defi nirà il futuro prossimo della frazione Rientra nella volontà di realizzare una città sempre più intelligente, il programma urbanistico che riguarda la frazione di Pila, una frazione che è molto cresciuta nel tempo ma a cui manca uno sviluppo armonico e un vero centro di riferimento che agevoli aggregazione e socialità. L assenza di un originario nucleo storico ben defi nito infatti ha fortemente caratterizzato l identità del paese, che non ha un suo fulcro ma una serie di luoghi che assolvono separatamente a specifi che funzioni pubbliche, per esempio il campanile che è lontano dalla chiesa, oppure la scuola elementare che si trova isolata dal resto degli edifi ci pubblici. Da qui l esigenza di migliorare aggregazione e socialità con uno spazio fi sico, funzione che generalmente viene assolta da piazze o aree pedonali. Predominano a Pila gli insediamenti residenziali, per lo più di recente costruzione, ma ci sono anche piccoli nuclei storici, il più rilevante dei quali è l area che comprende Villa Umbra ed il Parco dell Arringatore. Da qui la volontà dell Amministrazione di realizzare un piano che consenta di ricucire un territorio e le sue problematiche, faccia crescere la qualità architettonica complessiva e favorisca la riconversione dei siti produttivi. Si tratta quindi di sperimentare delle innovazioni nel governo del territorio e lo strumento con cui si intende realizzarle è il Programma urbanistico che viene usato a Perugia e in Umbria per la prima volta. Il Programma urbanistico, è uno strumento applicabile a parti di città e consiste in un insieme organico di interventi che possono riguardare opere di urbanizzazione, edilizia residenziale, servizi, attività economiche median- 6 te la concertazione pubblico-privato. E una forma di urbanistica partecipata con obiettivi di pubblica utilità, che se dovesse funzionare a Pila, potrebbe essere adottata anche per altre parti della città, una sorta di anticipazione del riordino del Prg, che, va ricordato, è stato adottato nel Abbiamo presentato un avviso pubblico specifi co - spiega l assessore all Urbanistica, Valeria Cardinali - fi nalizzato alla formazione del Programma urbanistico (Pu) di Pila. In coerenza con gli obiettivi indicati nel Pu - spiega - possono essere presentate al Comune, entro e il 31 gennaio prossimo, proposte d intervento da parte di privati, che a fronte della conseguente valorizzazione del proprio bene versano un contributo straordinario di concertazione. Ma spieghiamoci bene - precisa la Cardinali - interventi e valorizzazioni entro i precisi paletti previsti; per esempio, indici edifi catori più bassi di quelli ad oggi già in essere a Pila. Ossia: non edifi cazione a qualunque costo. I principali obiettivi individuati sono: favorire la riconversione dei siti produttivi; favorire operazioni di ricucitura del tessuto urbano; riconnettere parti separate della frazione; creare una centralità urbana di elevata qualità architettonica; acquisire aree private, destinate dal PRG ad uso pubblico, tramite l istituto della compensazione. In sostanza, si tratta di caratterizzare, potenziare e qualifi care l attuale area di circa mq situata nel cuore della frazione (all altezza dell incrocio tra la strada Settevalli e la strada Castel del Piano - Pila, lato nord-ovest) in cui già sono concentrate alcune importanti funzioni pubbliche e di proprietà della Parrocchia e del Comune.

6 Urbanistica Quattro possibili soluzioni per Pila futura L Unità Operativa Architettura e Progetti Urbani ha redatto un Master Plan con quattro proposte progettuali di valore crescente. Soluzione A: - realizzazione della nuova scuola elementare a valle del centro socio culturale; - mantenimento dell accesso carrabile lungo la strada Castel del Piano Pila; - realizzazione di un ulteriore accesso carrabile da via Settevalli; - nuova piazza prospiciente il centro socio culturale, la sala parrocchiale e la Chiesa. Costo totale euro Soluzione B: - demolizione della sala parrocchiale e dell annesso pertinente la Chiesa; - nuovo fabbricato destinato in parte a Sala parrocchiale e in parte a scuola elementare; - nuovo accesso carrabile lungo la strada Settevalli; - nuova piazza lungo la strada Castel del Piano - Pila, dalla Scuola Materna alla Chiesa. Costo totale euro. Soluzione C: - oltre alle opere previste con la soluzione B, realizzazione di un edificio parzialmente interrato, posto a valle della Chiesa e della nuova sala parrocchiale, da destinare a sala polivalente, con sistemazione della relativa area di pertinenza. Costo totale euro. Soluzione D (che coinvolge anche altre istituzioni, come la Provincia): - oltre alle opere previste con la soluzione C, realizzazione di una passerella pedonale che collega la nuova piazza di Pila con il Parco dell Arringatore. Costo totale euro. Per poter procedere alla definizione del Programma è necessario conseguire una quantità di risorse private che consentano la realizzazione di almeno il cinquanta per cento, in termini economici, della soluzione A. Qualora venissero reperite ulteriori risorse si potranno attivare le successive soluzioni. Scade il 31 gennaio 2013 l avviso pubblico per presentare progetti d intervento da parte di privati. Piano Delle Città Fontivegge e Monteluce nei cinque progetti di Perugia Il Comune di Perugia concorre ai fi nanziamenti del Piano nazionale delle città con cinque progetti che riguardano, le aree di Fontivegge (due), e Monteluce (tre), due ambiti urbani simbolo delle trasformazioni urbane della città contemporanea, poste nelle immediate vicinanze della città storica e idealmente collegate dalla linea del Minimetrò (attuale e futura). Sono due ambiti in cui hanno lavorato grandi fi gure dell architettura moderna e contemporanea come Aldo Rossi e Jean Nouvel (area Fontivegge) e Bolles+Wilson (Monteluce) e che stanno vivendo problemi di sicurezza e di impoverimento delle attività economiche. Il Piano per la città può trovare adeguate risposte. Fontivegge: 1) potenziamento della mobilità nell area della stazione del Minimetrò; 2) realizzazione dei nuovi uffi ci comunali in Piazza del Bacio, con procedura di project fi nancing. Monteluce: 1) ristrutturazione di parte dell edifi cio dell ex convento per adibirlo a uffi ci comunali; 2) una nuova sede scolastica; 3) realizzazione di alloggi per studenti. Con questi progetti il Comune opera un considerevole risparmio trasferendo nelle nuove sedi gli uffi ci attualmente siti in palazzi in affi tto che costano ogni anno di locazione 630 mila euro; si portano funzioni pubbliche in aree problematiche; si realizzano interventi pubblici su aree ed immobili di proprietà comunale nonché interventi fattibili di piccola-media dimensione, inseriti in un contesto urbano ad elevata densità che in ogni caso l Amministrazione comunale intende realizzare e per questo comincia a cercare risorse che ad oggi non ci sono. Nel complesso gli investimenti previsti ammontano a 22, 3 milioni circa. La richiesta di contributo al Ministero è pari a 16, 9 milioni. Il contributo dei privati è di 4, 5 milioni. A questi, si aggiungono 500 mila euro dalla Regione e 340 mila dal Ministero dell Ambiente. La strategia del Piano è volta alla valorizzazione di progetti di recupero ambientale ed energetico, che non consumano il territorio ma lo riqualifi cano. 7

7 Perugia si elettrizza Sulla mobilità alternativa si gioca il futuro della città, in modo particolare la qualità della vita, della salute e dell ambiente Smart city, città intelligenti, sono considerate le città che utilizzano tecnologie intelligenti per rendere i centri urbani sostenibili sia dal punto di vista energetico e ambientale che dal punto di vista sociale. Perugia è una di queste. Da quasi trent anni la città sperimenta innovazioni nella mobilità alternativa, dalle scale mobili al minimetrò, e ora ha colto l opportunità dell automobile a trazione elettrica, ovvero a zero emissioni, per una qualità urbana che non debba far pagare all ambiente costi ormai inaccettabili. Il piano per la mobilità elettrica in città è uno dei punti qualificanti della programmazione comunale nel campo dei trasporti e delle politiche energetiche, si pone infatti l obiettivo di incentivare l impiego di veicoli elettrici all interno del proprio territorio comunale, anche grazie all ammissione del progetto pilota al bando promosso dall Autorità per l Energia Elettrica ed il Gas presentato da Enel Distribuzione, Università degli Studi di Perugia e Sienergia, in accordo con il Comune. Perugia è quindi una delle prime città italiane ad essere dotata di una rete di 28 infrastrutture di ricarica pubblica per veicoli elettrici in 14 differenti aree della città entro la fine di dicembre 2012 e a costo zero per l amministrazione comunale. Tra poco, inoltre, sarà aperta una pista ciclabile per bici a pedalata assistita, anche questa con stazioni per ricaricare le batterie. Il Comune propone incentivi e agevolazioni economiche per chi aderisce al manifesto della mobilità elettrica compilando l apposito modulo on line sul sito web del Comune perugia.it. Area tematica ambiente/energia. Tra gli incentivi, l ingresso libero alla ZTL, gratuito per il primo anno, mentre successivamente sarà applicata una tariffa equiparata a quella dei residenti; tariffe agevolate per i parcheggi; agevolazioni per il pagamento dell imposta comunale sulla pubblicità relativa all inserimento di messaggi pubblicitari o eventuali loghi sul proprio veicolo elettrico; inserimento dei loghi dei soggetti che aderiscono al manifesto sulle mappe guida all ubicazione delle centraline di ricarica e anche agevolazione sulla sosta per attività di carico e scarico negli appositi spazi. Il Comune provvede a favorire, attraverso il coinvolgimento degli operatori del settore, la predisposizione di un sistema di soccorso stradale per la ricarica rapida di veicoli elettrici. Sulla mobilità alternativa - sostiene l assessore alle Politiche ambientali ed energetiche Lorena Pesaresi - si gioca il futuro della città, in modo particolare la qualità della vita, della salute e dell ambiente. Ma le città dalle quali l Italia e l Europa si attendono i risultati, non vanno lasciate sole, serve un progetto nazionale ecosostenibile per diventare Paese all avanguardia. Le smart city o città intelligenti, diventeranno tali quando riusciremo a far leva sul concetto di smart citizens, ovvero quando riusciremo a mettere il cittadino al centro dell innovazione, e dei cambiamenti dei nostri comportamenti e stili di vita. La tecnologia oggi ci consente di utilizzare energia pulita e rinnovabile e noi non dobbiamo perdere questa opportunità. 8 LO SAI CHE... Le auto comunali si elettrizzano! il Comune, per le sue attività di servizio, utilizza tre auto elettriche messe a disposizione, con comodati d uso gratuito, di diverse case automobilistiche. Pg: 69 vetture ogni cento abitanti A Perugia ci sono 69 vetture ogni cento abitanti: Una percentuale tra le più alte d Italia. Se però la mobilità è un diritto non inquinare è un dovere. E se l obiettivo resta sempre ridurre le automobili private in circolazione, bisogna fare in modo che quante più auto possibili viaggino a emissioni zero. Il futuro è delle vetture elettriche o ibride. Un premio per gli oli rigenerati Menzione Speciale di Legambiente e Viscolube a Perugia, per la Buona pratica sperimentale degli oli a base rigenerata su alcuni mezzi del cantiere comunale. Lo scopo è dimostrare che l`olio lubrificante rigenerato possieda caratteristiche equivalenti agli oli motore di prima raffinazione. Classifiche Perugia si riconferma al 5 posto in Italia tra le città medie a più elevata qualità ambientale e sociale (Il Sole 24 Ore - Lega Ambiente). Tra i parametri: 4 quarto posto per il PM10 più basso, 5 posto sia per i viaggi collettivi che per il numero delle certificazioni ambientali ISO 14000, 6 posto per kw installati di fotovoltaico su edifici comunali. 22 posto per incremento della raccolta differenziata. Pian di Massiano E uno dei polmoni verdi della città diffusa ad alta densità abitativa e se ne sta facendo il polo della mobilità pulita di Perugia e dell ecosostenibilità: terminal del minimetrò, centraline per le auto elettriche, punto di partenza-arrivo della pista ciclopedonale e presenza al PalaEvangelisti del più grande tetto fotovoltaico d Italia di un impianto sportivo. A breve il primo sistema integrato di bike sharing a Perugia Saranno 6 le stazioni di bici a pedalata assistita (Ingegneria, Minimetrò, Cortonese, Capitini, Borgo Novo, PalaEvangelisti), con pensilina fotovoltaica per la ricarica delle biciclette e percorso ciclopedonale che prevede la possibilità di interscambio con navette minimetrò e stazioni FS Perugia-Capitini e Perugia-Facoltá ingegneria.

8 9

9 In evidenza Costruisci con la testa La Regione dell Umbria - Assessorato alla sicurezza nei cantieri - con una sinergia di soggetti coinvolti, in primo luogo il Comune di Perugia, avvia la terza fase di una campagna finalizzata a sollecitare un maggiore senso di responsabilità e impegno nella prevenzione in tema di sicurezza nei luoghi di lavoro. La campagna di informazione è rivolta ai diversi soggetti coinvolti e in particolare ai committenti privati, in materia di sicurezza nei cantieri e Durc (Documento unico di regolarità contributiva). Un dato, quello degli infortuni sul lavoro, che in Umbria assume dimensioni preoccupanti, anche se è in atto un buon trend di decrescita (-21% dal 2006 al 2010) gli infortuni sul lavoro denunciati nel 2011 dall Inail; mentre i morti in seguito ad infortunio sul lavoro, dopo il numero particolarmente alto del 2006 (27), nel 2011 sono stati 18. I dati del triennio danno all Umbria il triste primato nazionale del più elevato indice di frequenza infortunistica: 35,42 infortuni indennizzati ogni mille addetti. L Umbria sempre prima per quanto riguarda l inabilità temporanea (32,35 per mille contro il 23,40 della media nazionale), per l inabilità permanente (2,97; 1,69 in Italia) e per gli infortuni mortali (0,10 contro 0,06). Complessivamente un indice superiore del 41%. L elemento confortante sta invece nel fatto che, seppur sempre al primo posto, l indice passa dal 40 per mille del triennio al 35,42. La campagna in atto pone particolarmente attenzione al tema delle cadute dall alto, con un COSTRUISCI CON LA TESTA opuscolo che propone un vademecum operativo per evitare situazioni di rischio. I committenti, oltre che i datori di lavoro e gli stessi lavoratori, hanno una grande responsabilità, poiché la sicurezza non ammette sviste, né strappi alla regola. Tutelare la vita e la salute delle persone che lavorano in un cantiere è prima di tutto un atto di civiltà. Fa parte della campagna Costruisci con la testa un vademecum di facile consultazione con un questionario staccabile da compilare e riconsegnare al Comune di appartenenza. DEVI REALIZZARE UN INTERVENTO EDILIZIO? RISPETTA LE NORME DI SICUREZZA. TUTELA CHI LAVORA PER TE, TUTELA TE STESSO. IN COLLABORAZIONE CON: DEL LAVORO DI PERUGIA 11

10 Cultura Natale a Perugia 104 eventi, con 19 mostre, 19 concerti, 28 spettacoli destinati ai bambini, 7 mercati, 5 spettacoli teatrali, 5 presepi, 7 visite guidate, 14 conferenze e presentazioni di libri. Il tutto, organizzato da 37 associazioni. Il programma è variegato e propone tutto quello che la città ha da offrire ai suoi abitanti e ai visitatori in un periodo in cui si fa più forte il senso della comunità. Iniziate il 23 novembre con la Mezzanotte Bianca di Corso Cavour e Borgo XX Giugno, che ha compreso anche la inaugurazione del percorso verde del Borgobello, le iniziative per le festività natalizie che terminano il 6 gennaio, festa dell Epifania, sono frutto di un grande sforzo corale che ha visto la partecipazione, per il Comune, del vice sindaco Nilo Arcudi, che ha la delega del coordinamento delle politiche per il centro storico, e degli assessori Andrea Cernicchi (Cultura) e Giuseppe Lomurno (Attività economiche), assieme a commercianti, operatori economici e culturali e associazioni attive nel territorio: tutti insieme per creare nella città un clima di festa, partecipazione e condivisione del Natale. Nel dettaglio, il cartellone è ricco di manifestazioni culturali, concerti (l 11 dicembre è la volta di Vinicio Capossela, il 22 dicembre i Solisti di Perugia alla Sala dei Notari); mostre, tra cui una personale di Franco Venanti; mercatini tra cui, fino al 23 dicembre, il Mercato delle strenne nella Rocca Paolina; passeggiate guidate alla riscoperta della città e del benessere; e ancora: conferenze, presentazione di libri, appuntamenti enogastronomici; il Mercante in fiera in dialetto perugino. Presepi, zampognari, canti di Natale. Molte iniziative sono rivolte ai bambini, con eventi a cura del Post per la promozione della cultura scientifica, spettacoli di burattini e marionette del Tieffeu, i Giovedì da favola alla biblioteca Augusta. Le iniziative si svolgono soprattutto in centro, ma anche a Santa Lucia, Residenza per anziani Fontenuovo, teatro di San Sisto, Monteluce, Villa Urbani, San Matteo degli Armeni. Sono ambientate in spazi chiusi o all aperto, incluse le visite guidate con biciclette elettriche. Hanno un carattere popolare, alla riscoperta delle tradizioni (la tombola) o colto (nella Galleria Nazionale si riparla del Signorelli e si eseguono Bach ed Haendel). C è anche la consegna del baiocco d oro al prof. Mario Torelli, etruscologo di fama mondiale. Non mancano le occasioni per la solidarietà. Nella giornata di chiusura, infine, il 6 gennaio, al teatro Morlacchi, alle ore 17, uno straordinario allestimento de Il lago dei cigni del Balletto di San Pietroburgo, ovvero quanto di più classico si possa immaginare nel mondo della danza. Il programma completo su Foto di repertorio 13

11 Giovani/2 Notizie dal futuro Perugia Notizie ospita in questa rubrica autogestita gli studenti/giornalisti delle scuole superiori della città. Questa volta è la redazione de La Siringa del Liceo Scientifico Alessi a cimentarsi. Porterò undicimila firme in Provincia Il Dirigente Scolastico del Liceo Alessi, Prof. Alberto Stella, ha promosso una raccolta di fi rme per chiedere all Amministrazione Provinciale una nuova sede per la nostra scuola Da molto tempo il Liceo Scientifi co Galeazzo Alessi ha bisogno di una sistemazione più adeguata di quella attuale: l elevato numero di studenti, la fatiscenza della sede di via Ruggero d Andreotto, la mancanza di strutture rispondenti alle esigenze del nuovo ordinamento scolastico, come laboratori e palestre, rende la vita di questa scuola sempre più diffi cile. Nel corso degli anni le richieste del Liceo hanno ottenuto scarsa attenzione e scarsi risultati. La scuola ha così promosso una raccolta di fi rme, che ha avuto un grande successo, allo scopo di sostenere la richiesta di una sede unica, adeguata e subito disponibile per il nostro Liceo. La Redazione de La Siringa ha intervistato il Dirigente Scolastico del Liceo, Alberto Stella, che nei prossimi giorni consegnerà le fi rme raccolte alla Provincia. - Da chi è partita l idea e a che punto siamo con la raccolta di firme? Questa proposta è nata dalla convergenza tra docenti, studenti e genitori. Lo scopo di quest iniziativa non è di pubblicizzare la scuola, ma di riuscire a fare capire il nostro effettivo bisogno. Abbiamo sensibilizzato la cittadinanza perché la Provincia non ha mantenuto né la promessa di costruire una nuova sede né quella di ampliare di 25 spazi quella attuale. Le fi rme attualmente raccolte sono Perché la raccolta di firme è stata prolungata fino all inizio di quest anno? Abbiamo dato la possibilità anche alle classi prime di esprimere la loro opinione e dare il loro contributo al miglioramento della qualità della vita di questa scuola. - In seguito alle nostre lamentele, la Provincia ha dotato la nostra scuola di alcune nuove finestre e di alcuni condizionatori. Può spiegare perché studenti e genitori non sono ancora soddisfatti? Gli interventi che sarebbero necessari nella Sede di Via Ruggero d Andreotto sono strutturali: abbiamo seri problemi di tenuta dell intero complesso, dai riscaldamenti alle tubature idrauliche, dal selciato al tetto. La sostituzione di alcune fi nestre o l installazione di condizionatori, capite, non è suffi ciente. Inoltre non possiamo continuare a lungo a fare scuola con due sedi: professori, dirigenza, tecnici e segreteria devono dividersi continuamente tra centrale e succursale e questo implica notevole perdita di tempo, disagio per i docenti e per gli studenti e numerose complica- zioni di gestione. Gli studenti di Elce non hanno laboratori e palestre e devono ogni settimana spostarsi per le lezioni che necessitano di queste strutture. Chiedere una sede unica ed adeguata per il Liceo Alessi è quasi un dovere, e direi che migliaia di cittadini del territorio di Perugia sono dello stesso avviso. - Abbiamo il sospetto che nessuno abbia seria intenzione di darci una nuova sede. Perché allora continuiamo questa battaglia? Ce la faremo? Esordisco con questa frase: ogni battaglia non è persa fi nché non è fi nita. Magari qualcuno di voi sarà all Università quando il Liceo Alessi avrà fi nalmente una sede degna di questo nome; ebbene, sono sicuro che sarete orgogliosi di aver dato un contributo a migliorare la vita e la qualità del vostro Liceo, anche se il benefi cio andrà ad altri studenti. La battaglia di oggi è un esperienza di impegno politico per il bene comune, in uno stile di dialogo civile e democratico. E una giusta causa ed è giusto battersi per ottenere una scuola migliore, anche in questi tempi così diffi cili e deprimenti. Andrò a chiedere di nuovo la sede per la nostra scuola, porterò con me le fi rme di quasi cittadini, e se non ci ascolteranno, andremo a fare lezione nei giardini sotto la Provincia. - Noi ci stiamo! Aggiungo che nel sito della scuola è disponibile una sezione, Dossier Edilizia, nella quale sono pubblicate tutte le informazioni inerenti a questa vicenda e la corrispondenza tra il Liceo Alessi e la Provincia. Tra pochi giorni il Preside andrà in Provincia a chiedere per l ennesima volta una soluzione defi nitiva al problema della collocazione della nostra Scuola. Questa volta non da solo, ma forte del sostegno espresso nelle quasi tredicimila fi rme raccolte. Ci auguriamo di essere presi in considerazione. Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito a questa iniziativa. In bocca al lupo, Alessi! Marco Angelici V L Claudia Gasperini IV F Sede unica: una speranza ancora viva Da 5 anni alimentiamo la convinzione che ogni promessa diventi realtà. Se a qualcuno cinque anni possono sembrare pochi, di certo non lo sono per noi,studenti del liceo più grande dell Umbria che, già da tempo, chiedono a gran voce una sede unica, appropriata, decorosa,nonché funzionale; infatti, già a partire dal 2007 alcune 16

12 Giovani/2 classi, che non trovavano posto in via Ruggero d Andreotto, erano ospitate in aule dell ex istituto Capitini, e 2 anni dopo venivano trasferite presso la sede succursale di Elce, tutt ora adibita a tale scopo. Problema risolto per la Provincia, ma non per noi, visto che gli studenti del biennio vivono in una condizione né funzionale, né tanto meno adeguata: mancano gli spazi per i laboratori di fi sica, scienze e informatica, assolutamente necessari per un liceo che deve rispondere alle nuove esigenze della riforma scolastica. Non solo, il disagio si estende anche al normale svolgimento delle lezioni di educazione fi sica: ogni volta i ragazzi sono costretti a spostarsi con mezzi pubblici per raggiungere la palestra. Anche gli insegnanti, la segreteria, i tecnici, lo staff di presidenza sono costretti a spostarsi durante le ore di lezione da una sede all altra e questo, oltre ad essere una perdita di tempo prezioso, è anche spreco di denaro. Perfi no il rapporto e confronto che si va a creare tra studenti del biennio e quelli del triennio così stimolante per i piccoli e responsabilizzante per i più grandi, è ostacolato dal distaccamento delle 2 sedi ed il senso di appartenenza e l identità della scuola ne risultano indeboliti. Nella nostra sede centrale abbiamo tetti non coibentati e mura che cadono a pezzi per l umidità, per non parlare delle palestre, che in inverno si allagano regolarmente e che per tutto l anno sono dei freezer, con temperature che oscillano tra i 12 e i 18 gradi. Tra poco sarà inverno: brrr che freddo! Al terzo piano i ragazzi sono costretti ad assistere alle lezioni bardati di piumuni e sciarpe; in compenso in primavera ed estate le aule diventano veri e propri forni crematori. Magari l estate prossima sarà più fresco: abbiamo trovato, quest anno, un soffi tto fatto di cartongesso e condizionatori, che per il momento però funzionano male e, alla fi ne di ottobre, non sappiamo come spegnere. Ci siamo rassegnati, abbiamo ritirato fuori le sciarpe e qualche ombrello, perché sui banchi dal condizionatore cola giù acqua per alcune ore della mattinata. Al primo piano invece, già scarsamente areato, sono state installate fi nestre che non si aprono, o, se si recupera l apposita chiave, si aprono in modo pericoloso, impedendo tra l altro l uso della lavagna. Questa è la vita quotidiana di una scuola che ospita quasi 1500 persone tra studenti, professori, tecnici e collaboratori ATA, una scuola alla quale i genitori affi dano l educazione dei propri fi gli e che da ben 7 anni si afferma tra i primi posti, sul piano nazionale e regionale, in abito scientifi co, sportivo e umanistico. Inoltre, a dispetto dalla fatiscenza della struttura scolastica, i ragazzi riescono ad impegnarsi ogni giorno in numerose attività pomeridiane, conseguendo, nel loro piccolo, ottimi risultati sotto gli occhi di tutti. La volontà non ci manca e l impegno non viene meno, ma la sede non ci dà la possibilità di esprimere le nostre potenzialità al meglio. Cosa ci possiamo aspettare? Come già detto e ripetuto questa estenuante e deleteria attesa non porta altro che disagi. Nel 2009 ci è stata assicurata, dalla Presidenza dell Amministrazione Provinciale,la costruzione di un nuovo complesso scolastico nel territorio di Pian di Massiano ; solo un anno dopo la provincia ha ristretto il suo piano progettuale facendo riferimento ad un ipotesi che prevede la realizzazione di un ampliamento della sede di Via Ruggero d Andreotto; tale soluzione, però, comporterebbe diversi svantaggi, non solo economici ma anche pratici, dal momento che i lavori intralcerebbero il regolare svolgimento dell attività didattica. Abbiamo diritto ad una sede unica, adatta alle nostre esigenze, e siamo stanchi di compromessi. Chiediamo una giusta ricollocazione delle scuole di Perugia in funzione di criteri più equi e razionali, per poter rispondere al meglio alle esigenze formative di tutti. Quella che per adesso è una speranza, speriamo diventi concretezza! Carmen Paciotti Liceo Scientifi co G. Alessi 4F Emanuele Polidori Liceo Scientifi co G. Alessi 5H Per correttezza di informazione, ospitiamo anche la risposta della Provincia di Perugia, chiamata in causa dagli articoli scritti dagli studenti. Risponde la Provincia La Provincia di Perugia e in particolare questa Amministrazione, non ritiene affatto risolta, con la collocazione in due sedi, la questione dell ubicazione del Liceo scientifi co G. Alessi e continua a lavorare al fi ne di poter assicurare una sede unica al liceo, ma soprattutto una sede che possegga una capienza più ampia e che possa così garantire una maggiore dotazione di laboratori e palestre. A tale proposito vorrei ricordare che la questione è stata già affrontata con due ipotesi progettuali: la prima prevede la realizzazione per intero di un nuovo edifi cio scolastico a Pian di Massiano, mentre la seconda prefi gura un progetto di ampliamento della attuale sede di Via Ruggero d Andreotto. Il primo progetto, da me tra l altro più che condiviso è stato di fatto vanifi cato non dalla cattiva volontà dell Ente, bensì dalla impossibilità di disporre delle risorse necessarie, considerata l insopportabile entità dei tagli ai fondi destinati alle Province (solo nel 2012 oltre 20 milioni). Il secondo rimasto in sospeso, in parte per la diffi coltà di reperire fi nanche le minime risorse necessarie, e in parte perché oggettivamente la concentrazione dell intervento nell attuale spazio, sia in termini urbanistici, sia in termini di vivibilità scolastica, desta più di una perplessità, così come peraltro sostenuto, sia dagli studenti, sia dai docenti, come pure dai genitori. La Provincia pertanto sta valutando ogni possibilità, compresa quella di rivedere l intero assetto di tutti gli istituti scolastici, anche alla luce del trend delle iscrizioni che stanno maturando nei vari istituti superiori, tutte ipotesi all ordine del giorno di questo Assessorato e dell intera Giunta provinciale, che saranno oggetto di discussione in un incontro già programmato con il dirigente scolastico Prof. Stella e con altri esponenti dell Istituto Alessi. Piero Mignini Assessore all Edilizia scolastica Provincia di Perugia Anno scolastico all estero: il sogno di ogni Teen-Ager A chi di voi, guardando un fi lm americano, non è mai venuto in mente di frequentare uno dei famigerati college? Chi non si è mai immaginato di preparare le valigie, pronto per partire verso una città dall altra parte del globo? Nonostante social network e live chat annullino le distanze, riducendole a un click, realizzare l esperienza di un anno all estero resta ancora un po complicato. Per vivere questa esperienza, infatti, si devono soddisfare requisiti specifi ci e superare test psico-attitudinali e linguistici per valutare se si è davvero in grado di sopravvivere, per l intera durata, a quest avventura. Ciò che può scoraggiare i tanti sognatori, oltre alle responsabilità cui si va incontro, vivendo in un paese dove nessuno parla la vostra lingua, sono senz altro i costi, alcune volte proibitivi. Questi variano in base alla meta: si passa dai 6000 per i paesi europei, ai per stati come l Australia; costi che si aggirano, sempre e comunque,attorno ai euro. Preparatevi dunque a rompere il vostro maialino di coccio. A escludervi dalla corsa della realizzazione del grande sogno potrebbe anche essere la media scolastica, che non deve essere inferiore agli 8/10;viene tagliato fuori anche chi è stato bocciato negli ultimi 3 anni. Nel fortunato caso in cui foste idonei sotto tutti questi aspetti, vi attendono ancora due scelte ardue: la durata dell esperienza, e, chiaramente, la meta. Si può scegliere un periodo di permanenza che va dai tre ai dodici mesi, ma come fare? Semplice! Basta pensare a quanto sapete stare lontani da casa, amici, e ovviamente, cibo della mamma Attenzione a non sopravvalutarvi, rischiereste di restare bloccati in un paese in cui non vi trovate per niente bene. Vietato anche scegliere permanenze troppo brevi: a cose fatte, poterebbe sembrarvi di non aver avuto abbastanza tempo. Passiamo alle mete. Le agenzie migliori offrono una vasta gamma di destinazioni: si parla di Europa, Oriente, Sud Africa, Australia, Nuova Zelanda e America, compreso il Canada. Purtroppo non si sa con certezza dove andrete a fi nire. Al momento dell iscrizione, infatti, si danno tre preferenze: è l agenzia che poi deciderà per voi. Certo, la gara è dura, e potrebbe sembrare un salto nel vuoto, ma ad aspettarvi in un Year Abroad ci sono mille esperienze, posti da vedere e persone da conoscere, che senz altro non vi verranno a trovare sul vostro comodo divano. Ora sapete tutto, o quasi! Io vado a fare le valigie. Voi? Raoul Cardellini Liceo Scientifi co G. Alessi 3C 17

13 Notizie dal Futuro/Interscolastica Scripta manent e la pagina interscolastica Se posso scegliere, preferisco che il mio pezzo sia pubblicato su Perugia Notizie cartaceo, piuttosto che sul sito online. Proprio così. Nell era di internet abbiamo scoperto che l appeal che esercita il giornale di carta è molto forte nei giovani. Prova ne è l alto numero di studenti delle scuole medie superiori entusiasti di far parte della rubrica autogestita Notizie dal futuro. Il nostro giornale, che si pensava gradito soprattutto dalla popolazione poco avvezza a internet, scopre dunque nuove frontiere, ribaltando la convinzione che per i giovani di oggi solo online sia in, e a fronte di ciò dedica una pagina all interscolastica, accogliendo studenti da tutte le scuole. Quanto costa studiare a Perugia? Il capoluogo umbro è stato storicamente famoso e lo è tuttora, come centro universitario: sono più di 700 anni ormai che la città si confronta con una grande realtà studentesca. Ma oggi, nel 2012, Perugia è ancora costruita su modello di universitario? Un tipico studente, appartenente alla III fascia di reddito ISEE, pagherà 900 euro di immatricolazione e altri 900 euro di tasse in ognuno degli anni successivi, oltre alle spese per il materiale didattico. Per quanto riguarda la sistemazione, Federconsumatori ci dice che trovare un alloggio è leggermente più costoso al Centro rispetto alla media nazionale: affi ttare una camera doppia in coabitazione, a Perugia, costa generalmente euro al mese, spese escluse. È possibile, però, trovare residenze più economiche grazie all ADiSU (Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario) che offre camere doppie al prezzo di 150 euro, spese incluse. Sempre grazie all ADiSU, gli studenti possono contare su servizi utili come lo Scambiolibri e il Cercalloggio. Sono previste inoltre agevolazioni per le mense universitarie e per l abbassamento del costo del vitto che si aggira ora, secondo le agenzie in difesa dei consumatori, attorno ai 220 euro mensili. I trasporti urbani invece sono abbastanza cari: un abbonamento universitario annuale costa 361euro. Se a queste spese aggiungiamo quelle annuali per la gestione della casa, circa 850 euro, e per il tempo libero e altre necessità, 1200 euro (dati Federconsumatori), scopriamo che uno studente fuori sede arriva a spendere la cifra astronomica di euro! Nonostante i costi elevati, Perugia rimane una delle città più ambite dagli studenti italiani: anzitutto per la qualità della didattica (nelle ultime classifi che Censis, l Ateneo perugino è tra i primi 6 in Italia ndr), inoltre la vita cittadina è relativamente tranquilla se paragonata alle grandi città e sono numerosi gli eventi culturali organizzati durante l anno. Perugia si conferma quindi come una scelta di qualità, ma la città può e deve migliorare e crescere. Martina Reali VF Liceo Scientifi co Galilei Martina Reali Università: Quanto mi costi?! Dopo anni di politiche inadeguate e di tagli indiscriminati contro l istruzione pubblica, con l avvento della crisi economica risparmiare, diminuire, cancellare sono diventate parole fi n troppo all ordine del giorno. Cosa succede però quando i tagli vanno a colpire settori già in diffi coltà? Ne sanno qualcosa gli universitari italiani, che pagano quelle che sono considerate tra le rette più care d Europa: studiare materie umanistiche costa annualmente circa 700 euro, mentre scegliendo una facoltà scientifi ca il costo sale fi no a 800 euro (fonte Adiconsum). Oltre queste spese, gli studenti dovranno tener conto dell esorbitante prezzo dei libri di testo: Federconsumatori ha recentemente calcolato che il costo dei testi e materiale per un anno si aggira attorno ai 750 euro, anche se è possibile ridurre notevolmente la spesa utilizzando biblioteche, fotocopie, o altri espedienti improvvisati dagli studenti stessi. Nonostante sia consentito fotocopiare legalmente solo il 15% di un libro, il giro d affari delle copisterie prospera di anno in anno, sfruttando proprio i costi elevatissimi dei testi universitari: basti pensare che fotocopiare un manuale tra i più costosi, come ad esempio quello di fi siopatologia dal valore di 340 euro, costa appena 35 euro! Il vero salasso però arriva se fate parte dei studenti fuorisede: è stato calcolato infatti che nella migliore delle ipotesi, ovvero se siete uno studente di materie umanistiche, con reddito medio-basso e alloggiato in una camera doppia, spenderete circa 8000 euro l anno. M.R. Oltre mille persone in tre giorni: Un esperienza sicuramente da ripetere, sostiene soddisfatta l assessore alle Politiche per l infanzia e l adolescenza Monia Ferranti. Si è conclusa quindi con un grande successo La paura fa 90!, l evento culturale sulla fiaba che ha visto per la Giornata dedicata ai diritti dell infanzia tre giorni di iniziative per bambini e il riconoscimento di Perugia, insieme ad altri 61 Comuni d Italia, della cittadinanza onoraria ai bambini stranieri residenti. Un segno importante di integrazione andata di pari passo all organizzazione di un evento su un tema un po scottante come la paura, chiave importante per la crescita e sulla quale invitare a una riflessione genitori ed educatori.. L iniziativa è stata organizzata dall Assessorato alle Politiche per l infanzia e l adolescenza e gestita dall associazione culturale Le Onde in collaborazione con Biancochiaro, Onnivora e Il Rinoceronte. 19

14 Pagine d argento/2 Centro socio/culturale di San Marco Continua il nostro viaggio nell associazionismo della terza età. In questo numero ospitiamo il Centro socio culturale di San Marco che conta 250 soci e ha sede a Villa Van Marle. 20 Manca il ricambio generazionale I 50/60enni sostengono che verranno al Centro quando saranno più anziani ma nel frattempo potrebbero non trovarlo più antitesi al fatto che i centri culturali sono frequenta- In ti perlopiù da uomini e che dei 24 Centri del territorio comunale solo due sono presieduti da signore, a San Marco, la situazione è rovesciata: l unico uomo Luca Bisdomini, gestisce il bar ma il comitato di gestione è tutto al femminile: Ornella Pula vicepresidente e responsabile della parte economica, Ausilia Belloni a capo della cucina e Susanna Siepi, presidente del centro. Sessant otto anni, ex dipendente regionale, una vita dedicata al volontariato quella della sig. ra Siepi, che ha saputo sapientemente coniugare la cura per gli affetti familiari, (sposata, due figli e cinque nipoti), con l impegno attivo per gli altri: prima 17 anni nella Croce Rossa, poi all Unicef, alla Protezione Civile e ora, da 7 anni, presidente di uno dei Centri socio culturali più attivi del territorio che il prossimo anno festeggia i 25 anni dalla sua costituzione. A dare vita all associazione fu allora un gruppetto di persone di mezza età capitanate da Clito Tarpani, alla guida del Centro fino a sette anni fa. Ma quanto costa a una donna, madre di famiglia, fare volontariato? Chi fa volontariato ha un Dna portato a fare un certo tipo di attività, sintetizza Susanna Siepi. Senza togliere nulla alla mia famiglia, a chi mi dice chi te l fa fa, ho sempre risposto che fare volontariato ti realizza e ti fa stare bene, è un antidepressivo per eccellenza. Rinuncio volentieri alla parrucchiera e alla palestra per fare questo. Ogni anno vorrei lasciare, ma ogni anno mi trovo a ripresentarmi per non lasciare Invecchiamento attivo Si vive più a lungo e in migliore salute. L aspettativa di vita dal 1960 è salita di otto anni ed è previsto un ulteriore aumento di cinque anni nel corso dei prossimi quarant anni. E così una legge regionale ha stanziato per il mila euro destinati a interventi negli ambiti della protezione e della promozione sociale, della formazione permanente, della cultura, del turismo, della prevenzione e del benessere degli anziani. Le persone in età avanzata, infatti, possono essere una risorsa per la collettività grazie a un maggiore impegno civile nella società: volontariato, servizi utili ai cittadini, cura dell ambiente, gestione dei terreni comunali, cura della salute con corretti stili di vita, attività ricreative e culturali, riduzione del divario digitale con le generazioni più giovani. Ai Comuni il compito di stabilire i criteri di affidamento di terreni pubblici, orti sociali, cura dell ambiente. La legge regionale sull invecchiamento attivo è in sintonia con quanto previsto dall Unione europea che ha promosso per il 2012 l Anno Europeo dell invecchiamento attivo e della solidarietà internazionale. a metà il lavoro. Già, il lavoro. Cominciamo da qui. Sig. ra Siepi quali sono le attività del centro? Beh, intanto c è il ballo! Ci sono oltre 20 ballerini non professionisti della terza età che fanno parte del corpo di ballo. L intento è quello di tramandare una cultura contadina che non vuole essere dimenticata, fatta di balli giocosi e affascinanti che accompagnati dal suono della fisarmonica riempivano le aie nei giorni di festa. Sia che si tratti del ballo La Vendemmia, una tarantella di gruppo classica nelle feste di raccolta dell uva, che del Ballo dello Schiaffo, del Trescone, o del Saltarello, tanto per citarne alcuni, sono tutti balli che risalgono al periodo che va dalla seconda metà dell 800 alla prima metà del 900. Un attenta ricerca dei costumi che ricalcano il taglio e i colori di quei tempi completano il laboratorio. Canto Corale San Marco Anche qui abbiamo un laboratorio composto da circa trenta cantori non professionisti impegnati a divulgare e non far perdere le straordinarie melodie dei canti popolari umbri ma anche quelli nazionali e internazionali.. Laboratorio Teatrale Gli Arcacci Prende il nome dall antica via dell acqua che dai Conservoni di Monte Pacciano portava l oro blu alla città di Perugia. Il laboratorio di teatro dialettale, che attualmente si è preso un anno sabbatico, è composto da un gruppo di attori non professionisti appartenenti alla terza età che in sinergia con i ragazzi della Mattarìa si spera riprendano presto a formare un cast allegro e impegnato allo stesso tempo, dedito a una ricerca di episodi di vita vissuta da cui ricavano opere inedite. Tubingen, Aix en Provence sono alcune delle gemelle di Perugia. Voi, come Centro, avete mai partecipato a scambi culturali con queste città? Sono bellissime occasioni di conoscere altre realtà e far conoscere la nostra terra. Ci siamo trovati a cantare e a ballare per loro e sono nate delle belle amicizie. Bellissima quella di una nostra socia che regolarmente si sente al telefono con una signora di Tübingen: lei non parla il tedesco e la signora te-

15 desca non parla italiano. Però si parlano. Lo scorso Natale le ha telefonato e sono rimaste buoni dieci minuti a chiacchierare. Ma che vi siete dette?, le ho chiesto. Mi ha risposto serafica: E che ne so!, Oh, cocca, lia parlava e io puro. J ho ditto come stéva e j ho augurato bon Natale...e anche lia m avrà ditto la stessa cosa!. A dimostrazione che per socializzare basta la voglia di comunicare! Cure termali, gite culturali, pizzata sotto le stelle a Ferragosto e il famoso pranzo dell oca, ma anche maglia e uncinetto, corsi di ginnastica dolce, yoga e completano il vostro pacchetto di attività. E addirittura la danza Hip pop! beh certo, perché è un occasione per avvicinare le generazioni, e cercare sinergie tra nonni e nipoti. E prevista qualche nuova attività? Certo, ogni tanto qualcosa di nuovo ci vuole, e a breve partirà anche un corso di burraco. Come vede il futuro del Centro? Questo è un tasto dolente, perché la generazione dei più giovani, anni per intenderci, partecipa poco. Manca il ricambio generazionale, sostengono che verranno quando saranno più anziani. Le persone che lo hanno costituito all epoca avevano proprio questa età, ma capisco anche che oggi, per fortuna, ci sente anziani sempre più tardi, solo che nel frattempo il Centro potrebbero non trovarlo più! Stop&Go per la terza età Si chiama Stop&go ed è un servizio completamente gratuito per tutta la cittadinanza, ma in particolare per chi è avanti negli anni, messo a disposizione grazie all impegno dei volontari e dei dipendenti della Fondazione Fontenuovo Onlus. Si tratta di un semplice gazebo da collocare all interno di eventi, fiere e manifestazioni dove trovare una comoda sedia su cui riposare, un piccolo punto ristoro, un angolo per leggere, un occasione di incontro e informazione su argomenti utili alla terza età. La struttura, grazie anche al patrocinio del Comune di Perugia è stata allestita per la prima volta durante la recente Fiera dei Morti, così, anche chi ha qualche anno in più, ha potuto comunque partecipare trovando sollievo dallo stare in piedi a lungo, camminare e muoversi tra la folla. L uomo senza memoria è un uomo mai nato La memoria nei cassetti arriva l Archivio della memoria condivisa di Perugia E attivo l Archivio della memoria condivisa di Perugia. Ogni cittadino, impresa, ente, attività commerciale o studente che abbia frequentato l università a Perugia, può contribuire gratuitamente con materiali fotografici e filmati (in digitale o in originale), documenti audio (in digitale), manifesti, memorie varie, materiali pubblicitari, oggetti di particolare rilevanza documentaria come giocattoli, utensili, prodotti artigianali Tutto ciò, insomma, che a discrezione del prestatore possa rappresentare una testimonianza significativa di un determinato periodo della storia cittadina. Il materiale consegnato in originale viene temporaneamente archiviato, digitalizzato e selezionato in base ai criteri corrispondenti alle finalità dell Archivio e restituito 60 giorni dopo la consegna. Per la raccolta di materiale sono stati predisposti il Museo civico di Palazzo della Penna e il circuito delle Biblioteche comunali, mentre Bibliobus consente di raggiungere i quartieri e le frazioni più distanti. Caratteristica principale del progetto, promosso dall Assessorato alla Cultura del Comune di Perugia, in collaborazione e sinergia con l Assessorato alla Cultura della Regione, è quella di contare sull apporto attivo e costante dei cittadini che possono conferire i propri materiali nei diversi centri di raccolta individuati autorizzandone l utilizzo per fini esclusivamente di divulgazione culturale. L Archivio garantisce la digitalizzazione e catalogazione del materiale; l accessibilità del patrimonio documentario tramite un sito web dedicato; la realizzazione di iniziative editoriali ed espositive, convegni e giornate di studio a fini divulgativi; la predisposizione di un servizio didattico. I cento anni di Mario Tiburtini: Ci vediamo domani Auguri a Mario Tiburtini, cento anni lo scorso mese di febbraio. Tutti i giorni si reca al Centro di San Marco accompagnato dalla fi glia, per giocare a carte o a dama, si trattiene qualche ora e poi, seguendo sempre il medesimo rituale, prende un caffè e saluta sempre con il consueto Ci vediamo domani. Auguriamo a Mario innumerevoli altri domani! Sono attivi due touch screen: Atrio di Palazzo dei Priori, Corso Vannucci e Centro Commerciale di Collestrada in collaborazione con la Regione Umbria e con il sostegno di Coop Centro Italia Per informazioni: Archivio della Memoria Condivisa di Perugia Palazzo della Penna, via Podiani Perugia (Lunedì e mercoledì: 9.00/13.30) (Lunedì e mercoledì: 15.00/18.00 Martedì, giovedì e venerdì: 9.00/13.30) 21

16 L altra faccia dello sport Pallavolo Perugia 2012 Pallavolo San Sisto, San Sisto Volley, Apd Monteluce, Sirio Volley in consorzio Si chiama Pallavolo Perugia 2012 il neo consorzio capitanato da Giorgio Mastroforti che ha unito le società Pallavolo San Sisto, San Sisto Volley, Apd Monteluce e Sirio Volley. Abbattimento dei costi, crescita della qualità sportiva, omogeneità di proposta pallavolista per tutti i giovani con un unica direzione tecnica. Queste le motivazioni della fusione delle quattro società di pallavolo, sia maschile che femminile, che contano complessivamente 300 giovani iscritti, a partire dai 12 anni ed hanno al loro attivo 21 campionati. Minivolley, campionati di serie e campionati di categoria nel programma di Pallavolo Perugia 2012 e, tra un anno, la valutazione dei risultati. Una logica di aggregazione, questa del consorzio, ben vista dall assessore allo Sport Ilio Liberati, perché comporta una economicità di gestione, un uso più razionale degli spazi, e la possibilità di valorizzare al meglio i settori giovanili, sui quali il Comune punta in maniera particolare. Perugia 1ª per attrattività sportiva Il 20 agosto scorso il Sole 24 Ore, in una indagine del gruppo Clas sull indice di attrattività sportiva nelle province del territorio, sul parametro sport e società ha classificato Perugia al primo posto. I parametri: numero delle associazioni sportive (220), gli impianti sportivi (115), gli investimenti per l adeguamento degli impianti (oltre 1 milione e 200mila euro all anno, i numerosi risultati sportivi ottenuti. Sport unity buona pratica E un progetto tutto perugino Sport unity, finalizzato al fundraising, la ricerca di risorse, e dedicato a società sportive piccole o poco strutturate. L ANCI nazionale (Associazione dei Comuni d Italia) segnala Sport Unity come buona pratica replicabile anche in altre città. Bridge sport della mente Torneo Nazionale di Bridge a Coppie Città di Perugia. Oltre quattrocento persone tra giocatori e accompagnatori provenienti da tutta Italia a ottobre sono arrivati a Perugia per disputare il torneo. Il bridge non è solo un solo gioco, viene quasi considerato uno sport della mente, per il quale sono periodicamente programmati campionati paralleli, paragonabili alle Olimpiadi, nelle quali l Italia abitualmente si classifica tra le prime tre nazioni al mondo. Viva le donne Le squadre di rugby femminile di Perugia e di Terni si sono unite in un unica squadra. Quello che non riesce a fare la politica lo fanno le donne! 23

17 Cultura/Libri/a cura del Circolo dei Lettori di Perugia Il Circolo compie un anno Il Circolo dei lettori di Perugia compie un anno. Fortemente voluto dall Amministrazione comunale, fin dalla sua fondazione, il Circolo ha cercato di rappresentare il collettore unico e autorevole delle più rilevanti presentazioni e promozioni editoriali della città, costituendo la cornice in cui realizzare gli eventi relativi al mondo del libro e dell editoria e aggiungendo un ulteriore tassello alla candidatura a Capitale europea della cultura di Perugia e Assisi. Dopo un anno di successi e di incontri con scrittori come Erri De Luca, Santiago Gamboa, Milo Manara, David Riondino, Marc Augè, Michele Mirabella, Francesco Guccini, Luca Beatrice, Dario Salvatori, Giancarlo De Cataldo, Simone Sarasso, Clara Sereni, Davide Orecchio, Carlo Pedini, Giovanni Dozzini, Antonio Senatore, Giovanni Ziccardi, Nava Semel, Paolo Fresu, Pablo d Ors. La stagione si è conclusa con un inedito Jeffery Deaver che, in anteprima nazionale, il 19 novembre scorso ha presentato il suo nuovo romanzo alla Sala dei Notari, intervistato da Andrea Carlo Cappi, scrittore e traduttore di alcuni libri di Deaver, uno dei maggiori scrittori di thriller al mondo e autore di decine di best seller. L ultimo appuntamento del 2012, è la consueta discus- Bibliobus, la biblioteca itinerante Bibliobus ha un patrimonio documentario di volumi (di cui 758 per ragazzi), 5 periodici, 222 Dvd Dal 1 marzo al 30 settembre 2012 Bibliobus ha avuto utenti, erogato prestiti. Dal 1 marzo al 31 maggio ha visitato 32 classi coinvolgendo studenti; ha partecipato a 19 eventi e visitato 19 frazioni. Nel mese di dicembre il servizio è sospeso per le feste dal giorno 22 fi no al 6 gennaio Gli appuntamenti di dicembre lunedì 10 ore Fratticiola Selvatica ore Castel del Piano (Cittadiningioco) martedì 11 ore Solfagnano - Resina mercoledì 12 ore San Marco giovedì 13 ore San Martino in Colle ore Ramazzano venerdì 14 ore Villa Pitignano ore Ponte Felcino venerdì 28 ore : a Colle Umberto lunedì 17 ore : a Fontignano ore : a Casa del Diavolo martedì 18 ore : a Bosco sione sul libro del mese (18 dicembre), fiore all occhiello del Circolo e appuntamento molto atteso dai soci che votando attraverso il sito it (appena rinnovato e reso ancora più interattivo), scelgono il libro e dialogano fra loro coordinati da illustri studiosi. Sarò la tua ombra (ed. Rizzoli) Più volte finalista all Edgar Award, vincitore di tre Ellery Queen Readers Award, Jeffery Deaver ha conosciuto il successo internazionale con Il collezionista di ossa, la prima indagine degli investigatori Lincoln Rhyme e Amelia Sachs, interpretati da Denzel Washington e Angelina Jolie nell omonimo film, diretto da Philip Noyce. Il nuovo thriller mozzafiato vede il ritorno della coppia investigativa formata da Kathryn Dance, esperta di cinesica (la scienza che studia il linguaggio del corpo), e da Lincoln Rhyme, detective costretto a letto da un incidente su una scena del crimine. Sto venendo da te è il messaggio che inaugura la serie di omicidi che ruotano intorno a Kayleigh Towne, stella nascente del country. Le indagini portano a Edwin Sharp, uno stalker che sta perseguitando la cantante, convinto che il suo singolo Your Shadow contenga una velata richiesta d aiuto rivolta soltanto a lui. Ma la passione divenuta ossessione non è sufficiente a spiegare i tanti misteri e le ombre di un caso che si fa d ora in ora più pericoloso e intricato. mercoledì 19 ore : a San Martino in Campo ore : a Ponte Pattoli giovedì 20 ore : a Ponte Valleceppi ore : a Colle Umberto venerdì 21 ore : a Pianello lunedì 24 ore : a Ponte Felcino ore : a Villa Pitignano mercoledì 26 ore : a Solfagnano-Resina ore : a San Martino in Colle giovedì 27 ore : a San Marco venerdì 28 ore : a Colle Umberto Maggiori info: U.O. Biblioteche. Servizi sociali culturali e sportivi alla persona - Tel /2944/

18 Brevi dalla città Il Cimitero monumentale di Perugia A Perugia, tra piccoli e grandi, ci sono ben 54 cimiteri, un patrimonio signifi cativo per numero e diffusione sul territorio. Non tutti sono conosciuti dalla maggioranza dei perugini, nemmeno il Cimitero Monumentale che invece, come sottolinea l assessore Monia Ferranti, con delega ai Cimiteri, merita un approfondimento per le sue testimonianze storiche e artistiche e anche sociali. Il Monumentale è un vero proprio museo all aperto di arte moderna e il periodo più rappresentativo va dagli ultimi decenni dell Ottocento ai primi del Novecento, allorché la nuova classe dirigente, commercianti, professionisti, imprenditori, personalità della politica e della cultura, volle celebrare la propria ascesa anche attraverso una fastosa rappresentazione della morte. Nascono così le eleganti cappelle e gli intensi monumenti realizzati dal fi or fi ore degli artisti perugini del periodo, che si ispiravano alle più vivaci correnti artistiche del loro tempo: dal verismo al liberty, dal decò all espressionismo. Fino alla fi ne dell Ottocento, domina l eclettismo, con forti riferimenti alla tradizione medievale e rinascimentale perugina. Per far conoscere ed apprezzare ai cittadini e anche al turista le innumerevole opere artistiche che vi sono contenute e che ne fanno un vero tesoro d arte, Renzo Zuccherini, con disegni di Marco Vergoni ha pubblicato la Guida illustrata Il Cimitero monumentale di Perugia edito dalla Ali&no di Perugia. Una borsa di studio in memoria di Meredith Kercher Lo scorso 1 novembre è stato il quinto anniversario dalla tragica scomparsa della studentessa inglese Meredith Kercher. Il Comune di Perugia, unitamente all Università per Stranieri e all Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell Umbria, ha istituito, a partire da questo anno accademico, una borsa di studio in sua memoria che avrà la durata di due anni. La città vuole onorare Meredith, la cui immagine è ormai indissolubilmente legata a Perugia e per questo è giusto abbia un posto nella memoria condivisa della città e vogliamo farlo attraverso un iniziativa rivolta al mondo studentesco di cui lei faceva parte, sostiene il sindaco, Wladimiro Boccali. La borsa di studio consentirà a una studentessa o ad uno studente di nazionalità britannica, selezionato dall Ambasciata italiana a Londra, di soggiornare a Perugia per frequentare un corso di Lingua e cultura italiana all Università per Stranieri. Teatro di Figura di Perugia, il primo in Italia E iniziata la stagione del nuovo Teatro di Figura, inaugurato durante il XX Giugno Il Teatro, che ha sede dietro il complesso di San Domenico, in Corso Cavour, è diretto da Mario Mirabassi. La nuova struttura comunale è un esperimento pilota a livello nazionale, anche perché al teatro si affi ancano il museo ed il laboratorio per la costruzione di burattini, marionette, materiali e scenografi e, costituendo così un polo interamente dedicato al teatro di fi gura. Il teatro, che è situato nell edifi cio delle vecchie stalle del Genio Militare e si trova nei pressi di via del Castellano, all interno di un suggestivo spazio compreso tra il Complesso monumentale di San Domenico e il Palazzetto dell Inquisizione, gode di tutti i comfort e di una piccola sala teatrale con un palcoscenico adatto alle rappresentazioni di burattini e marionette. Il costo complessivo dell intervento ammonta a poco più di 380 mila Euro, di cui 350 mila del fi nanziamento PUC 2 (contributo regionale) e 30 mila Euro di cofi naziamento privato dell associazione culturale TIEFFEU presieduta dallo stesso Mirabassi. TIEFFEU, il Teatro di Figura Umbro riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività culturali, è nato ventisei anni fa come centro professionale stabile di produzione, promozione e ricerca e organizza dal 1997 il Festival Internazionale delle Figure Animate, il più grande in Italia nel settore per numero di compagnie ospiti. Tra i prossimi appuntamenti della stagione ricordiamo gli spettacoli di fi gure e attori per bambini dai 3 ai 10 anni, sempre di domenica alle ore 17.30: Raperonzolo (16 dicembre), La Bella Addormentata ( 20 gennaio); lo spettacolo poetico e comico di attori, ombre e pupazzi in gommapiuma Hansel e Gretel (3 febbraio); lo spettacolo d attore e narrazione, con musica dal vivo (per 3-8 anni) I vecchi musicanti di Brema (24 febbraio). 27

19 29

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative Il Bilancio 2012 Le risorse e le principali iniziative Lelio De Santis Assessore al Bilancio Massimo Cialente Sindaco I perché di un bilancio quasi alla fine dell anno Il Bilancio di previsione per il

Dettagli

- Comune di Perugia - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. 210 del 19.06.2013 Pagina volume N. Ver. 9.4

- Comune di Perugia - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. 210 del 19.06.2013 Pagina volume N. Ver. 9.4 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. 210 del 19.06.2013 Pagina volume N. Ver. 9.4 COMUNE DI PERUGIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 210 DEL 19.06.2013 PROT. n. Codice Archiv.ne Documenti non allegati

Dettagli

Innanzitutto un grande saluto a tutti coloro che avranno la pazienza di leggere queste pagine a me dedicate.

Innanzitutto un grande saluto a tutti coloro che avranno la pazienza di leggere queste pagine a me dedicate. Architetto Patrizia Braghiroli Nata a Terni (TR) il 19 Aprile 1970 Domiciliata in Terni - Quartiere Campitello Contatto : patriziabraghirolim5stelle@gmail.com Innanzitutto un grande saluto a tutti coloro

Dettagli

Motilità Elettrica l energia che sposta le persone. Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini

Motilità Elettrica l energia che sposta le persone. Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini Motilità Elettrica l energia che sposta le persone Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini Motilità ecologica? L automazione elettrica delocalizza l inquinamento? polveri

Dettagli

Perugia, dalla città reale alla città immaginata. Presentazione di una ricerca condotta da Cittalia Anci Ricerche

Perugia, dalla città reale alla città immaginata. Presentazione di una ricerca condotta da Cittalia Anci Ricerche Perugia, dalla città reale alla città immaginata Presentazione di una ricerca condotta da Cittalia Anci Ricerche Contributo al posizionamento strategico di Perugia verso il 2019 Economia Il patto di stabilità

Dettagli

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it Il piano generale di sviluppo 2010-2014 1 Cos è il piano generale di sviluppo Uno degli strumenti di programmazione e di rendicontazione finanziaria di mandato Citato (solamente citato) in due norme sull

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015

VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015 VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015 Il giorno 26 maggio 2015 alle ore 18.30, presso la Sede del Comune di Cavriago, si riunisce il Forum scuola,con il seguente ordine del giorno 1) aggiornamento

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Si apre un nuovo ciclo nella vita politico-amministrativa di Torino. Alle nostre spalle sta un periodo di trasformazioni della città.

Si apre un nuovo ciclo nella vita politico-amministrativa di Torino. Alle nostre spalle sta un periodo di trasformazioni della città. Desidero innanzitutto ringraziare il Presidente del Tribunale, dottor Luciano Panzani, la dottoressa Giovanna Dominici, Presidente dell Ufficio Centrale Elettorale e tutti i loro collaboratori per lo scrupolo

Dettagli

PAES Piano d Azione per l Energia Sostenibile

PAES Piano d Azione per l Energia Sostenibile Comune di Nave San Rocco Provincia autonoma di Trento Via 4 vembre, 44 38010 NAVE SAN ROCCO 0461/870641 0461/870588 www.comune.navesanrocco.tn.it sindaco@comune.navesanrocco.tn.it F853-4139 - 24/08/2015-6.9

Dettagli

Incentivi e Modalità di adesione al Manifesto per la mobilità elettrica e sostenibile

Incentivi e Modalità di adesione al Manifesto per la mobilità elettrica e sostenibile Assemblea Pubblica Perugia, 6 Novembre 2012 Sala dei Notari Comune di Perugia Politiche energetiche e ambientali Mobilità Incentivi e Modalità di adesione al Manifesto per la mobilità elettrica e sostenibile

Dettagli

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Scheda tecnica MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Redazione a cura di Contesto Oramai in molte realtà urbane è diventato difficoltoso riuscire a percorrere il tragitto che separa la

Dettagli

3 Gli insediamenti. Piano di Governo del Territorio di Dalmine - Documento di Piano - Relazione con i criteri di intervento

3 Gli insediamenti. Piano di Governo del Territorio di Dalmine - Documento di Piano - Relazione con i criteri di intervento 3 Gli insediamenti Il Piano individua come territori che compongono gli insediamenti: 3a) i centri storici, gli insediamenti della fabbrica Dalmine 3b) il tessuto urbano 3c) gli insediamenti produttivi

Dettagli

Nel prossimo esercizio se non vi sarà l introduzione di nuovi tributi come tutti auspicano la previsione di incasso potrà essere ovviamente più

Nel prossimo esercizio se non vi sarà l introduzione di nuovi tributi come tutti auspicano la previsione di incasso potrà essere ovviamente più Interventi dei Sigg. consiglieri Bilancio 2014 Ricognizione dello stato di attuazione dei programmi e salvaguardia degli equilibri (art. 193 d.lgs n. 267/00 e degli art. 82 del regolamento di contabilità.

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA Signore Consigliere e Signori Consiglieri, Mai, dal dopoguerra ad oggi, ci siamo trovati ad affrontare una crisi economica e sociale delle dimensioni e della durata pari a quella che stiamo vivendo. Negli

Dettagli

Attività dell Urban Center

Attività dell Urban Center Attività dell Urban Center Report dell incontro con i rappresentanti delle associazioni di categoria e sindacali 22 giugno 2012 www.rosignanofacentro.it info@rosignanofacentro.it Percorso di partecipazione

Dettagli

La Scuola dell Infanzia

La Scuola dell Infanzia La Scuola dell Infanzia Un ambiente educativo accogliente e stimolante; nel quale sia naturale sviluppare, attraverso esperienze, attività e giochi, alcune competenze di base che strutturino la crescita

Dettagli

Centro Antiviolenza Catia Doriana Bellini nel comune di Perugia per donne sole o con eventuali figli minori, vittime di violenza o di stalking,

Centro Antiviolenza Catia Doriana Bellini nel comune di Perugia per donne sole o con eventuali figli minori, vittime di violenza o di stalking, Presentazione Apertura centro antiviolenza Catia Doriana Bellini di Perugia Perugia, Palazzo dei Priori - Sala dei Notari Giovedì 6 marzo 2014 ore 17.30 Intervento introduttivo Lorena Pesaresi Assessore

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

Sulle Ali di Hermes LA NUOVA REDAZIONE I MOTIVI DELLA NOSTRA SCELTA. MEGA INTERVISTA ALLA REDAZIONE continua... Siamo nuovamente qui!!!

Sulle Ali di Hermes LA NUOVA REDAZIONE I MOTIVI DELLA NOSTRA SCELTA. MEGA INTERVISTA ALLA REDAZIONE continua... Siamo nuovamente qui!!! Sulle Ali di Hermes Siamo nuovamente qui!!! Gennaio 2014 LA NUOVA REDAZIONE Anno n 5 Sommario: La nuova REDA- ZIONE Mega intervista alla REDAZIONE Intervista a Gelsomina Giornata dei Diritti nella scuola

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho trovato molto interessante) e per aver organizzato un confronto tra i Candidati Sindaci indispensabile

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese I giovani e Cavour Le Vostre idee per migliorare il nostro paese Questionario Ai giovani dai 21 ai 30 anni rivolto ai giovani dai 21 ai 30 anni Carissimo/a giovane, quante volte, passeggiando per Cavour

Dettagli

Questionario Elezioni comunali Torino 2016

Questionario Elezioni comunali Torino 2016 Questionario Elezioni comunali Torino 2016 1) MOBILITÀ (A livello accademico è opinione condivisa che sia un elemento imprescindibile limitare l accessibilità alle auto per poter fare una politica efficace

Dettagli

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti Questa che andrete a leggere è una simulazione di un bellissimo progetto realizzato a Canegrate, 12000 abitanti, nel milanese. Abbiamo sostituito date, nomi, cifre e progetti per renderlo aderente alla

Dettagli

Il ruolo degli Ordini professionali nella promozione e nella divulgazione dei temi tecnici

Il ruolo degli Ordini professionali nella promozione e nella divulgazione dei temi tecnici Il ruolo degli Ordini professionali nella promozione e nella divulgazione dei temi tecnici Cari colleghi, è con grande piacere che prendo la parola in una giornata di lavori che si sta proponendo come

Dettagli

EL NOST MILAN la nostra milano OUR MILAN

EL NOST MILAN la nostra milano OUR MILAN Progetto e realizzazione a cura di: Direzione Comunicazione - Comune di Milano Per maggiori informazioni www.comune.milano.it Infoline 02.02.02 Stampato su carta riciclata EL NOST MILAN la nostra milano

Dettagli

Comune di Vallarsa frazione Raossi, 13 38060 Vallarsa (TN) tel. 0464 860860 fax. 0464 869147 comune@comune.vallarsa.tn.it

Comune di Vallarsa frazione Raossi, 13 38060 Vallarsa (TN) tel. 0464 860860 fax. 0464 869147 comune@comune.vallarsa.tn.it Comune di Vallarsa frazione Raossi, 13 38060 Vallarsa (TN) tel. 0464 860860 fax. 0464 869147 comune@comune.vallarsa.tn.it Vallarsa, lì 10 dicembre 2013 Oggetto: questionario relativo ai consumi energetici

Dettagli

C O M U N E D I V E D U G G I O C O N C O L Z A N O Provincia di Monza e Brianza A S S E S S O R A T O A L L I S T R U Z I O N E

C O M U N E D I V E D U G G I O C O N C O L Z A N O Provincia di Monza e Brianza A S S E S S O R A T O A L L I S T R U Z I O N E C O M U N E D I V E D U G G I O C O N C O L Z A N O Provincia di Monza e Brianza A S S E S S O R A T O A L L I S T R U Z I O N E P I A N O D I R I T T O A L L O S T U D I O Anno scolastico 2014/2015 ASSESSORE:

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2

Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2 Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2 Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati pubblicata su B.U.R. MARCHE n. 23 del 12 marzo 1998 Capo I Principi generali Art. 1 (Finalità) 1. La Regione,

Dettagli

SINTESI DEI CONTENUTI EMERSI DALLA 2 GIORNI DEI COMITATI CITTADINI PER MILANO

SINTESI DEI CONTENUTI EMERSI DALLA 2 GIORNI DEI COMITATI CITTADINI PER MILANO SINTESI DEI CONTENUTI EMERSI DALLA 2 GIORNI DEI COMITATI CITTADINI PER MILANO Intervento iniziale di Pisapia Prima fase difficile per la mancanza di risorse, l impegno prioritario è quello di far fronte

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

Cavour e la terza età Questionario sui servizi e sulla qualità della vita degli Over 65 a Cavour

Cavour e la terza età Questionario sui servizi e sulla qualità della vita degli Over 65 a Cavour Cavour e la terza età Questionario sui servizi e sulla qualità della vita degli Over 65 a Cavour Gent.ma/o Cittadina/o, Un ringraziamento particolare va a tutti voi over 65 che, con il proprio parere,

Dettagli

Nella Mia Città si Respira!

Nella Mia Città si Respira! Nella Mia Città si Respira! Un Programma Scolastico per le Scuole Medie Superiori della Provincia di Torino Unità didattica 11 La Pianificazione della Mobilità in città: misure di sostegno alla mobilità

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Stai per cambiare l Auto? Allora devi tenere in Considerazione Il Sistema che reputo essere il Migliore in Assoluto

Stai per cambiare l Auto? Allora devi tenere in Considerazione Il Sistema che reputo essere il Migliore in Assoluto Stai per cambiare l Auto? Allora devi tenere in Considerazione Il Sistema che reputo essere il Migliore in Assoluto Valore Toyota Roberto Parolin Consulente alle Vendite - Concessionaria AUTO DUE S.r.l.

Dettagli

Politiche Abitative - Comune di Empoli -

Politiche Abitative - Comune di Empoli - Politiche Abitative - Comune di Empoli - Con il trasferimento della funzione all Unione, è stato costituito un unico ufficio casa per tutto l Empolese Valdelsa. Fino al 2013 sul territorio erano presenti

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Da vari anni nel territorio della città di Roma e provincia stiamo cercando di realizzare un progetto, cominciato quasi 10 anni fa da alcuni

Dettagli

Situazioni di svantaggio sociale dell ambiente nel quale le attività del progetto sono inserite:

Situazioni di svantaggio sociale dell ambiente nel quale le attività del progetto sono inserite: CONCORSO I FEEL CUD- 4 EDIZIONE- 2014 PROGETTO: IL CERCHIO DELLA VITA REALIZZATO DAL GRUPPO: LAB-ORATORIO DEL VANGELO PARROCCHIA: S. LUCA DI LATINA CARATTERISTICHE DEL PROGETTO Ambito territoriale di riferimento:

Dettagli

c. MIGLIORAMENTO ED ESPANSIONE DELLE INFRASTRUTTURE E CON- SEGUENTE VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO

c. MIGLIORAMENTO ED ESPANSIONE DELLE INFRASTRUTTURE E CON- SEGUENTE VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO INFRASTRUTTURE E TERRITORIO Pag. 51 c. MIGLIORAMENTO ED ESPANSIONE DELLE INFRASTRUTTURE E CON- SEGUENTE VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO Quadro di riferimento Le infrastrutture sono lo scheletro del territorio,

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

1 livello: alfabetizzazione di base per alunni neo immigrati 2 livello: rinforzo, consolidamento della lingua italiana

1 livello: alfabetizzazione di base per alunni neo immigrati 2 livello: rinforzo, consolidamento della lingua italiana dal POF 6.. Progettii comunii a tuttii ii pllessii Progetto di accoglienza per alunni di lingua non italiana Il Progetto di Accoglienza del nostro Istituto è articolato in diversi interventi educativo

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma. La nostra città mi piace molto, ma negli ultimi

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

Mobilità e Sistemi di Trasporto nel territorio. Esperienze e prospettive di Mobilità e Trasporto Elettrico nel Comune di Perugia

Mobilità e Sistemi di Trasporto nel territorio. Esperienze e prospettive di Mobilità e Trasporto Elettrico nel Comune di Perugia 104 Convegno Nazionale AEIT Mobilità e Trasporto Elettrico per l'italia di domani - Roma, 13-14 giugno 2012 Mobilità e Sistemi di Trasporto nel territorio Esperienze e prospettive di Mobilità e Trasporto

Dettagli

Un nuovo orizzonte per la tutela e la sicurezza del lavoro nei cantieri edili

Un nuovo orizzonte per la tutela e la sicurezza del lavoro nei cantieri edili Supplemento 1.2009 7 Un nuovo orizzonte per la tutela e la sicurezza del lavoro nei cantieri edili Gian Carlo Muzzarelli* Sommario 1. Tutela e sicurezza del lavoro nei cantieri edili. 2. I cardini della

Dettagli

Istituti Comprensivi di Vicenza e Comune di Vicenza P.O.F.T. a.s. 2010/2011. Piano dell Offerta Formativa Territoriale

Istituti Comprensivi di Vicenza e Comune di Vicenza P.O.F.T. a.s. 2010/2011. Piano dell Offerta Formativa Territoriale P.O.F.T. a.s. 2010/2011 Piano dell Offerta Formativa Territoriale Istituti Comprensivi di Vicenza e Comune di Vicenza Gli Istituti Comprensivi, il Comune di Vicenza e l ULSS n. 6 sono impegnati a promuovere

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

L intervento del sindaco sullo strumento di programmazione finanziaria. di Leopoldo Di Girolamo

L intervento del sindaco sullo strumento di programmazione finanziaria. di Leopoldo Di Girolamo Nelle difficoltà un bilancio di attenzione alla città L intervento del sindaco sullo strumento di programmazione finanziaria di Leopoldo Di Girolamo Approvato il bilancio preventivo 2010 dal Consiglio

Dettagli

ECCOCI. Sommario. Ottobre 2014 - n. 7. Alle famiglie 1. Pronti...partenza...via... 2. Tempo di nuove conoscenze. Una vacanza speciale 4

ECCOCI. Sommario. Ottobre 2014 - n. 7. Alle famiglie 1. Pronti...partenza...via... 2. Tempo di nuove conoscenze. Una vacanza speciale 4 ECCOCI Sommario Alle famiglie 1 Pronti...partenza...via... 2 Tempo di nuove conoscenze al CSE Una vacanza speciale 4 Sempre più creativi... insieme Tappi e non solo 6 Prossimi appuntamenti 7 Recapiti 8

Dettagli

Imparare a disimparare

Imparare a disimparare Imparare a disimparare Quello che abbiamo imparato finora non è più adatto a un contesto economico e un mercato profondamente cambiati. È ora di far emergere nuove modalità di pensiero, azione e condivisione

Dettagli

La Salute in tutte le Politiche Forum tematico

La Salute in tutte le Politiche Forum tematico La Salute in tutte le Politiche Forum tematico VOTA PER LA TUA CITTA Report dei risultati dell indagine svolta tra i cittadini Leccesi per l estensione della zona a traffico limitato Promossa da: Forum

Dettagli

Noi abbiamo voluto sostenere la prima fiera mediterranea a Venosa e promuovere il convegno al quale parteciperà non solo l assessore alle Attività

Noi abbiamo voluto sostenere la prima fiera mediterranea a Venosa e promuovere il convegno al quale parteciperà non solo l assessore alle Attività Piero LACORAZZA Noi abbiamo voluto sostenere la prima fiera mediterranea a Venosa e promuovere il convegno al quale parteciperà non solo l assessore alle Attività Produttive, ma anche il dirigente dell

Dettagli

[CONCORSO PER IL RECUPERO ATTRAVERSO IL COLORE DELL EX MERCATO COPERTO DI SANTA RITA A CARBONARA] Data scadenza bando: 6 Ottobre 2014, h13:00.

[CONCORSO PER IL RECUPERO ATTRAVERSO IL COLORE DELL EX MERCATO COPERTO DI SANTA RITA A CARBONARA] Data scadenza bando: 6 Ottobre 2014, h13:00. [CONCORSO PER IL RECUPERO ATTRAVERSO IL COLORE DELL EX MERCATO COPERTO DI SANTA RITA A CARBONARA] Data scadenza bando: 6 Ottobre 2014, h13:00. CALL FOR ARTIST PER IL RECUPERO DELL EX MERCATO COPERTO DI

Dettagli

I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE

I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE La politica di riduzione delle risorse per il welfare e per i servizi sociali locali si sta realizzando attraverso la combinazione

Dettagli

La Programmazione Sociale e Socio Sanitaria territoriale per il 2015

La Programmazione Sociale e Socio Sanitaria territoriale per il 2015 La Programmazione Sociale e Socio Sanitaria territoriale per il 2015 Incontro di avvio della programmazione 2015 Obiettivo dell'incontro Un incontro in plenaria per capire a che punto del percorso siamo,

Dettagli

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO 1 Argomento FASE STORICA 1 FASE : La prima colonia marina di Ostia nacque nel 1916, su progetto dell'architetto

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI PROVINCIA DI RAVENNA: I POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E PREMESSA Il tema dei costi della politica e della qualità della spesa pubblica assume una importanza strategica, in momento come quello attuale

Dettagli

Il giro del mondo in 40 giorni

Il giro del mondo in 40 giorni Centro Ricreativo Estivo Qiqajon 2015 Dall 8 giugno al 17 luglio Il giro del mondo in 40 giorni Introduzione Il Progetto Qiqajon è una realtà dinamica, in continua crescita, che si occupa nello specifico

Dettagli

MACCHINE MOVIMENTO TERRA, DA CANTIERE E PER L EDILIZIA

MACCHINE MOVIMENTO TERRA, DA CANTIERE E PER L EDILIZIA PUNTI DI FORZA Le Persone Filiera della distribuzione. Organizzazione della fi liera della distribuzione, assistenza tecnica, noleggio e servizi, fondata sulla formazione, qualifi cazione e certifi cazione

Dettagli

Programma Amministrativo Alla gente di Ranica chiederemo sempre di partecipare e di esprimere le opinioni e le proposte di ciascuno sui vari problemi: sarà per noi il punto di partenza per risolverli.

Dettagli

Progetto NuovisPazzi. Recupero Spazi ad uso Pubblico a Mombello. Ente Promotore: ASSOCIAZIONE BRUCALIFFO LIMBIATE

Progetto NuovisPazzi. Recupero Spazi ad uso Pubblico a Mombello. Ente Promotore: ASSOCIAZIONE BRUCALIFFO LIMBIATE Progetto NuovisPazzi Recupero Spazi ad uso Pubblico a Mombello Ente Promotore: ASSOCIAZIONE BRUCALIFFO LIMBIATE Luogo: Padiglione Lavanderia, Ex O.P. Antonini di Limbiate ( Loc. Mombello) Premessa: Non

Dettagli

Progettiamo insieme S. Eusebio, Mermi, Montesignano

Progettiamo insieme S. Eusebio, Mermi, Montesignano Progettiamo insieme S. Eusebio, Mermi, Montesignano Intreccio tra il Forum di Agenda 21 locale ed un esperienza sul territorio genovese Contesto geografico e socio-economico della IV Circoscrizione Valbisagno

Dettagli

METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE

METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE UN PROGETTO PARTECIPATO PER LA MOBILITA SOSTENIBILE Ecosistema bambino 2009 dati comunali anni 2006-2007 - 2008 2 parte METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE Il ogni anno propone il progetto agli Istituti

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

COMUNE DI CASALSERUGO

COMUNE DI CASALSERUGO Elaborato1.2 COMUNE DI CASALSERUGO Documento del sindaco Piano Regolatore Comunale LR 11/2004 Piano degli Interventi n. 02 PI 2013 Gruppo di lavoro PROGETTISTI Urbanista Raffaele Gerometta CONTRIBUTI SPECIALISTICI

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

FORUM MARCONI RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL FORUM MARCONI GIUGNO 2011 GIUGNO 2012

FORUM MARCONI RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL FORUM MARCONI GIUGNO 2011 GIUGNO 2012 Prot. / 2012 Rif.FORUM : R.A.2012/MMP RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL GIUGNO 2011 GIUGNO 2012 Questa relazione viene redatta, utilizzando alcune parti di quanto scritto nelle precedenti relazioni annuali

Dettagli

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile 7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile PRIMA PARTE: STRUTTURA DEL MODELLO DI AFFITTO CASA IN RENDITA 1. Devi sfruttare l evoluzione del mercato turistico, perché è più ricco e meno problematico

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI ROMA IL COMUNE DI CIVITAVECCHIA

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI ROMA IL COMUNE DI CIVITAVECCHIA Città di CIVITAVECCHIA PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI ROMA IL COMUNE DI CIVITAVECCHIA E L AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMPRENSORIO DI CIVITAVECCHIA (A.T.E.R.)

Dettagli

Collega Rivalta in 5 passi Cinque Azioni sinergiche per collegare Rivalta, le sue frazioni, i comuni limitrofi e Torino in modo sostenibile

Collega Rivalta in 5 passi Cinque Azioni sinergiche per collegare Rivalta, le sue frazioni, i comuni limitrofi e Torino in modo sostenibile Collega Rivalta in 5 passi Cinque Azioni sinergiche per collegare Rivalta, le sue frazioni, i comuni limitrofi e Torino in modo sostenibile L attuale Amministrazione attenta ai temi della sostenibilità

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2013-2014. Intervento della Dott.ssa Valeria Lallai Rappresentante degli Studenti

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2013-2014. Intervento della Dott.ssa Valeria Lallai Rappresentante degli Studenti INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2013-2014 Intervento della Dott.ssa Valeria Lallai Rappresentante degli Studenti Aula Magna del Rettorato di Cagliari Lunedì 13 Gennaio 2014 4 INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

Corso di laurea in Comunicazione Pubblica, Sociale e d Impresa (cl. 14)

Corso di laurea in Comunicazione Pubblica, Sociale e d Impresa (cl. 14) Corso di laurea in Comunicazione Pubblica, Sociale e d Impresa (cl. 14) RELAZIONE SULLA VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA DIDATTICHE DA PARTE DEGLI STUDENTI a.a. 2005/2006 1 1. MODALITA E TEMPI DI DISTRIBUZIONE

Dettagli

LA CASA CHE SOGNI A 2 PASSI DA TE

LA CASA CHE SOGNI A 2 PASSI DA TE SENIGALLIA LA CASA CHE SOGNI A 2 PASSI DA TE RINASCE UN AREA DI SENIGALLIA Si chiama RESIDENZE SAN SEBASTIANO. Un nome che già appartiene all identità cittadina: San Sebastiano è il nome dell antistante

Dettagli

Elezioni comunali 5 GIUGNO 2016. con MEROLA Sindaco. scrivi ZANETTI. Vinicio ZANETTI. in consiglio comunale. una storia di BOLOGNA

Elezioni comunali 5 GIUGNO 2016. con MEROLA Sindaco. scrivi ZANETTI. Vinicio ZANETTI. in consiglio comunale. una storia di BOLOGNA Elezioni comunali 5 GIUGNO 2016 con MEROLA Sindaco a scrivi ZANETTI Vinicio ZANETTI in consiglio comunale una storia di BOLOGNA www.viniciozanetti.it La mia storia Ho 31 anni e sono nato e cresciuto nel

Dettagli

Donna, una parola, mille ruoli Questionario

Donna, una parola, mille ruoli Questionario Donna, una parola, mille ruoli Questionario sul ruolo femminile a Cavour, nella società, nella famiglia, nel lavoro Gent.ma cittadina, Fino agli anni sessanta, la donna ha avuto un ruolo subalterno nella

Dettagli

PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione

PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione di questa attività deve essere considerata anche l

Dettagli

Protocollo Operativo per il funzionamento dell Agenzia Casa

Protocollo Operativo per il funzionamento dell Agenzia Casa Protocollo Operativo per il funzionamento dell Agenzia Casa 1. Finalità L'agenzia casa è un servizio pubblico del Comune di Modena volto istituzionalmente ad assicurare l'accesso alla casa ai cittadini

Dettagli

Prima di addentrarci nelle cifre, vogliamo, però, fare anche alcune considerazioni per comprendere meglio questa serie di numeri.

Prima di addentrarci nelle cifre, vogliamo, però, fare anche alcune considerazioni per comprendere meglio questa serie di numeri. Contemporaneamente con i lavori sono iniziati anche i pagamenti dei vari stralci di lavoro, che al 31 maggio ammontano a 396.860,36 Euro. Ci sostiene soprattutto in questo periodo la continua solidarietà

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

QUESTIONARIO SULLA RIQUALIFICAZIONE DELL AREA S.ANNA

QUESTIONARIO SULLA RIQUALIFICAZIONE DELL AREA S.ANNA QUESTIONARIO SULLA RIQUALIFICAZIONE DELL AREA S.ANNA LEGENDA: ogni risposta ha a fianco un numero tra parentesi quando ci sono più risposte accorpate e si vuole indicare quante preferenze ha avuto ciascuna

Dettagli

Caro amico Se stai leggendo forse è perché sei in cerca di una soluzione abitativa innovativa che si chiama co-housing.

Caro amico Se stai leggendo forse è perché sei in cerca di una soluzione abitativa innovativa che si chiama co-housing. Caro amico Se stai leggendo forse è perché sei in cerca di una soluzione abitativa innovativa che si chiama co-housing. Sono importanti le isole di cooperazione nell abitare, ma anche nel lavoro, che trovano

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Comunicato stampa COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Servono tra i 110 e i 120 milioni di euro per ridurre gli sprechi in campo energetico dei Comuni con meno

Dettagli

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI LETTERA AI CITTADINI Cari concittadini, il presente lavoro è redatto per approfondire la conoscenza degli interventi previsti

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Il bilancio della doppia sfi

Il bilancio della doppia sfi 8 8 Il bilancio della doppia sfi Per la Provincia quello del 2005 è il bilancio della doppia sfida. Per rispondere ai tagli indiscriminati imposti dalla Finanziaria e all esigenza di rilancio dell economia

Dettagli