CORSO A CATALOGO Corso ID: Corso di specializzazione per Energy Manager Dati principali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO A CATALOGO - 2013 - Corso ID: 11603 - Corso di specializzazione per Energy Manager Dati principali"

Transcript

1 Stato corso: Pubblicato CORSO A CATALOGO Corso ID: Corso di specializzazione per Energy Manager Dati principali ID Odf: 5145 me organismo: Tipo organismo: ID Corso: Titolo corso: I.FO.L.D. Odf accreditato o Agenzie abilitate 1160 Corso di specializzazione per Energy Manager Tipologia corso: Link web dettaglio Master: Master di 1 livello o 2 livello: Indirizzo del Master: Area settoriale Area Tematica: Obiettivi formativi: Risultati attesi: Corsi di specializzazione ENERGIA Ambiente La figura formata sarà in grado di predisporre e sviluppare interventi per il miglioramento, la promozione e l uso efficiente dell energia tenendo conto del profilo energetico del contesto in cui opera e delle evoluzioni del mercato di riferimento. Il corso propone l implementazione delle competenze tecniche dei partecipanti con conoscenze tecnico-operative specialistiche necessarie per una corretta esecuzione degli interventi di audit e di diagnosi energetica, di conoscenza della normativa di riferimento, di monitoraggio e riduzione dei consumi aziendali, di impostazione dei piani di miglioramento dell efficienza energetica, di individuazione degli strumenti per scegliere il sistema di approvvigionamento più conveniente e per scegliere il giusto mix di fonti di approvvigionamento. In particolare il corso di specializzazione consentirà ai partecipanti di: - orientarsi tra le diverse tipologie di fonti energetiche; - scegliere le migliori offerte per ridurre i costi di acquisto energetico; - impostare piani energetici di risparmio ed efficienza; - analizzare costi e benefici derivanti dall autoproduzione di energia; - impostare un piano di comunicazione che valorizzi l impegno aziendale verso la sostenibilità. Il corso inoltre offre ai partecipanti la possibilità di consolidare e approfondire le conoscenze tecnico-amministrative e manageriali necessarie per potersi candidare a svolgere il ruolo di Energy manager sia in imprese private sia in aziende pubbliche. Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di: - proporsi sul mercato del lavoro con competenze orientate all'uso razionale dell energia, in grado di valutare la situazione energetica della struttura, eliminare gli sprechi e ottimizzare la gestione; -- effettuare l analisi energetica degli edifici civili, industriali e del terziario; - effettuare l analisi delle tipologie di impianti termici presenti negli edifici civili, industriali e del terziario; - effettuare l analisi delle tipologie di impianti elettrici presenti negli edifici civili, industriali e del terziario; - realizzare la progettazione e l esecuzione di studi di fattibilità corredati da una rigorosa analisi costi-benefici degli investimenti proposti; - proporre investimenti in tecnologie capaci di ridurre i consumi; - adottare piani di sensibilizzazione e promozione degli interventi di efficientamento energetico in considerazione delle strategie locali. Fabbisogni formativi: Dallo studio del contesto economico e produttivo sia locale che nazionale (vd. allegato -c), emerge come il mercato del lavoro richieda figure professionali che sappiano orientarsi nell'effettuare un'analisi del fabbisogno energetico, valutare i costi e i benefici delle fonti energetiche rinnovabili, dei sistemi innovativi, paragonandoli anche ai sistemi tradizionali. Inoltre dalle diverse interviste effettuate da Ifold a testimoni privilegiati emerge la necessità di una figura specializzata in questo ambito. La sostenibilità economica è oggi un aspetto chiave sia a livello di pubblica amministrazione che di aziende private. Da un lato infatti vi sono le norme introdotte dall UE che impongono obiettivi ambiziosi per mitigare i cambiamenti climatici riducendo Data ultima modifica 26/0/201 le 1:14:05 emissioni, dall altro ci sono le esigenze economiche di ridurre i consumi e le bollette Pagina ad essi 1 di 26 associate. Per le aziende inoltre dimostrare di intraprendere azioni sostenibili dal punto di vista energetico può portare un vantaggio competitivo quando valorizzato attraverso il green marketing.

2 Spendibilità in termini di occupabilità: Innovatività: Follow up: Innovatività metodologie formative: Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 introdotte dall UE che impongono obiettivi ambiziosi per mitigare i cambiamenti climatici riducendo le emissioni, dall altro ci sono le esigenze economiche di ridurre i consumi e le bollette ad essi associate. Per le aziende inoltre dimostrare di intraprendere azioni sostenibili dal punto di vista energetico può portare un vantaggio competitivo quando valorizzato attraverso il green marketing. I corsisti, a seguito del percorso formativo per Energy Manager, potranno lavorare come liberi professionisti in forma individuale o associata, oppure come dipendenti: - in tutte le aziende che fanno parte della filiera energetica: dall'approvvigionamento alla produzione, distribuzione e vendita di energia elettrica e di gas; - nelle imprese ed enti dedicati alla progettazione, pianificazione, esercizio e controllo di sistemi basati sull efficienza energetica; - nelle cooperative, consorzi e concessionari per la gestione dei sistemi energetici; - nelle agenzie regionali o territoriali che operano nel settore dell ambiente; - negli enti pubblici o società private in qualità di responsabile dei progetti per l'ottimizzazione dei consumi energetici; - negli studi tecnici o professionali che si occupano di tematiche energetico-ambientali. La potenzialità di placement è piuttosto alta se si considera che gli Energy Manager possono operare nelle aziende, sia industriali che del terziario, nei vari enti pubblici, sia centrali che locali (Regioni, Province, comuni), nelle aziende sanitarie e negli ospedali, nelle università e nei centri di ricerca, ovvero nelle aziende o per le aziende ovunque vi siano rilevanti consumi energetici ed inoltre, se si considera che in Sardegna questa figura professionale è ancora poco diffusa nelle aziende e molto richiesta. La figura dell Energy manager costituisce un profilo innovativo di alto livello, con competenze manageriali, tecniche, economico-finanziarie, legislative e di comunicazione, che supporta i decisori aziendali nelle politiche e nelle azioni collegate all energia. Peraltro l attuale grave crisi economica, la sempre più pressante urgenza di ridurre l impatto ambientale ed il depauperamento delle risorse naturali hanno portato in primo piano la crucialità della gestione energetica: le organizzazioni pubbliche e private hanno la necessità infatti di essere supportate al loro interno da una figura altamente professionale che sia in grado di indirizzare il management verso un utilizzo efficiente delle risorse energetiche, preservando così le risorse, ottimizzando i consumi e nel contempo riducendo i costi con risparmi economici evidenti. Innovativa, oltre alla figura proposta, sarà anche la metodologia didattica utilizzata, volta ad integrare l apprendimento di concetti e nozioni con le sperimentazioni pratiche che richiedono il coinvolgimento attivo dei corsisti al fine di promuovere processi di cambiamento/miglioramento di forte impatto sulle performance individuali. Ed infine la rete di partenariato, le aziende di stage, nonché il profilo professionale dei docenti individuati, provenienti da esperienze nazionali ed europee, ma anche fortemente ancorati nel territorio regionale, contribuiranno a favorire lo sviluppo di competenze innovative e di networking dell Energy manager. Sarà effettuato un monitoraggio ex-post, a tre mesi dal termine delle attività formative, mirato a valutare il livello di effettiva realizzazione del progetto personale di ciascun partecipante e a rilevare l efficacia del percorso di inserimento lavorativo elaborato dal corsista. Tale analisi sarà condotta attraverso: -somministrazione di un questionario strutturato; -interviste telefoniche; -incontri individuali di consulenza con orientatori e coach di Ifold riguardanti la ricerca di ditte (che viene indirizzata verso le imprese in fase di espansione) e il supporto alla realizzazione di colloqui tra gli allievi e i responsabili aziendali; la consulenza verso le forme di lavoro flessibile, compreso il lavoro indipendente, quali possibili forme alternative al lavoro salariato e gli incentivi regionali all'imprenditoria. L'attività di assistenza proseguirà per almeno sei mesi in modo continuativo e successivamente su richiesta degli allievi interessati. L'Ente è in grado, infatti, di attivare una rete di supporto comprendente organizzazioni di varia natura con le quali gli operatori si confrontano in base alle esigenze e sono in costante contatto (altri sportelli di orientamento, associazioni di categoria, aziende), per garantire un servizio che favorisca il processo di inserimento lavorativo anche con l'ausilio di una rete creata da altri progetti (attività di placement, stages, azioni di accompagnamento all'inserimento lavorativo e di Coaching). Le metodologie didattiche adottate saranno specificamente indirizzate a motivare e coinvolgere i partecipanti per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. I moduli didattici saranno condotti dai docenti secondo una didattica di tipo laboratoriale, mirata a favorire l imparare facendo, l attitudine alla cooperazione, al lavoro di gruppo e allo sviluppo di competenze comunicative e relazionali indispensabili per la costruzione del profilo professionale dell Energy manager. Nel percorso formativo sarà pertanto utilizzata la metodologia denominata learning in action. Seguendo tale metodologia, la motivazione degli allievi scaturirà dall impegno per interpretare situazioni/fenomeni complessi (contestualizzazione dell apprendimento), per risolvere problemi o per simulare una performance richiesta da un contesto lavorativo. Su tale processo si innesteranno successivamente le fasi di sistematizzazione dei contenuti e dei concetti proposti. Pagina 2 di 26 Tale metodologia supera l approccio tradizionale, focalizzato sul formatore che trasferisce conoscenze ad un soggetto-passivo ricevente ed avrà invece l obiettivo di facilitare l'apprendimento attraverso la sperimentazione attiva, con tecniche di gestione attiva dell'aula, sviluppando un forte coinvolgimento dei partecipanti attraverso discussioni, confronti in plenaria, esercitazioni pratiche,

3 Modalità di valutazione competenze in uscita: Settori: Coordinamento interno progetto: per simulare una performance richiesta da un contesto lavorativo. Su tale processo si innesteranno successivamente le fasi di sistematizzazione dei contenuti e dei concetti proposti. Tale metodologia supera l approccio tradizionale, focalizzato sul formatore che trasferisce conoscenze ad un soggetto-passivo ricevente ed avrà invece l obiettivo di facilitare l'apprendimento attraverso la sperimentazione attiva, con tecniche di gestione attiva dell'aula, sviluppando un forte coinvolgimento dei partecipanti attraverso discussioni, confronti in plenaria, esercitazioni pratiche, analisi di casi, role-playing, simulazioni, teamwork, business game, allo scopo di verificare l'uso delle tecniche e degli strumenti proposti. La valutazione delle competenze in uscita terrà conto degli obiettivi formativi raggiunti e prevederà tre fasi. Per la fase di formazione in aula (valutazione in itinere) saranno predisposte dai docenti delle prove specifiche che varieranno a seconda dei contenuti dei moduli (ad esempio questionari a risposta chiusa e/o aperta, prove pratiche e analisi critiche dei casi aziendali); le prove potranno essere svolte in aula anche attraverso l ausilio di personal computer. Durante il periodo di stage/project work (seconda fase) ogni partecipante elaborerà, in accordo con l azienda ospitante, un progetto per la realizzazione di soluzioni volte al risparmio energetico che il tutor aziendale valuterà al termine del percorso. Infine sarà effettuato un esame conclusivo, presieduto da una commissione esaminatrice composta da docenti del corso ed esperti del settore, che prevederà una prova pratica di simulazione circa la valutazione energetica di una struttura ed un colloquio interdisciplinare su tutti i contenuti formativi proposti nel corso Attività professionali, scientifiche e tecniche > Attività di direzione aziendale e di consulenza gestionale Attività professionali, scientifiche e tecniche > Attività degli studi di architettura e d'ingegneria; collaudi ed analisi tecniche Attività professionali, scientifiche e tecniche > Altre attività professionali, scientifiche e tecniche > Altre attività professionali, scientifiche e tecniche NCA me Cognome Ruolo Dettaglio attività Telefono Marta Cadinu Coordinatore Il coordinatore interno ha la responsabilità della pianificazione delle attività previste nel progetto e avrà il compito di integrarle fra loro supervisionando la realizzazione operativa delle stesse. Nello specifico tale figura si occuperà: - di supportare la rete di partenariato; - della pianificazione e della supervisione delle attività di erogazione durante la formazione in aula e durante lo stage/project work; - della predisposizione di piani di monitoraggio ex ante, in itinere ed ex post - della valutazione delle attività durante tutto il percorso formativo - dell attivazione, a seguito del monitoraggio e della valutazione, di azioni di miglioramento per il buon esito degli obiettivi del progetto Michela Bistrusso Tutor Il tutor agirà nel sistema di apprendimento come facilitatore delle dinamiche individuali e di gruppo e come guida nel processo. Sarà inoltre il punto di riferimento costante per tutti coloro che partecipano attivamente al percorso Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 formativo (corsisti, docenti, tutor aziendali etc). Il tutor avrà quindi il compito di predisporre un contesto di apprendimento atto a favorire la crescita professionale. Le funzioni e le ifold.it Pagina di 26

4 formativo (corsisti, docenti, tutor aziendali etc). Il tutor avrà quindi il compito di predisporre un contesto di apprendimento atto a favorire la crescita professionale. Le funzioni e le attività del tutor che opererà in raccordo costante con il coordinatore interno del progetto saranno: - accoglienza e assistenza didattica, organizzativa e logistica; - gestione degli aspetti organizzativi/didattici (ad esempio: controllo presenze/assenze allievi, predisposizione del calendario didattico, consegna materiale d aula e consegna materiali allievi etc); - supporto nella realizzazione del progetto di stage; - collaborazione alla predisposizione delle prove finali di valutazione Sabrina Arba Segreteria organizzativa Tale figura si occuperà della gestione amministrativa e contabile delle attività del percorso formativo, in particolare della predisposizione degli incarichi e della rendicontazione ifold.it lvia Demuro Segreteria organizzativa L operatrice della segreteria organizzativa si occuperà della gestione degli aspetti logistici e progettuali del percorso formativo. Nello specifico avrà il compito di: - predisporre le schede di iscrizione, i registri e gli attestati di frequenza; - predisporre i materiali d aula da fornire ai partecipanti; - supportare il tutor nell accoglienza e nell assistenza didattica, organizzativa e logistica; - gestire l inserimento dei dati sul portale dell Alta Formazione e trasmettere le eventuali comunicazioni agli addetti del servizio ifold.it Informazioni titolo di studio Titolo di studio minimo in : Gruppo corsi laurea: Diploma di maturità e scuola superiore Altri requisiti di accesso: Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 Il corso si rivolge a: - laureati, in possesso di laurea in discipline tecnico scientifiche o economiche, indipendentemente dalla condizione occupazionale; -diplomati, purchè occupati (anche CIG e mobilità) a cui è richiesta esperienza nel settore. Pagina 4 di 26

5 Tipologia destinatari: Costo di iscrizione per partecipante (euro): 4.000, Occupati diplomati Occupati laureati Disoccupati laureati Soggetti in CIG diplomati Soggetti in CIG laureati Soggetti in mobilità diplomati Soggetti in mobilità laureati Altre informazioni Durata in: Durata totale corso (in ore): Ore attività formazione in aula: Ore attività FAD: Ore attività Outdoor: Ore attività stage/project work: Ore attività visite guidate: Ore attività studio individuale: Contenuti FAD: Specifiche tecniche attività FAD: Presenza Tutor per l attività di FAD: te sulle attività previste: Ore totali docenze fascia A: Ore Lo stage, della durata di 100 ore, ha la finalità di completare la formazione dell allievo con un attività che permetta lo sviluppo di competenze operative favorendo in tal modo l incontro tra domanda e offerta di lavoro. Sarà svolto presso studi professionali e aziende in cui l'allievo affiancherà l area manageriale nello svolgimento delle attività di analisi e contenimento dei consumi energetici. 200 Attestazione al termine del corso: te attestazione: Verifica delle competenze in : Prove selettive ulteriori: Parte dell attività svolta all'estero o altra regione: Tipologia attività svolta all'estero o altra regione: Attestato di frequenza Attestato di frequenza del corso di specializzazione per "Energy Manager". L'attestazione verrà fornita solo se il partecipante avrà frequentato il 0% delle ore complessive del percorso ed acquisito le competenze previste dal progetto. Durata dell attività svolta all'estero o altra regione (in ore): Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 Pagina 5 di 26

6 Durata dell attività svolta all'estero o altra regione (in ore): Di cui ore di formazione in aula: Motivazione dell'attività svolta all'estero o altra regione: Sede/i dell'attività svolta all'estero o altra regione: Titolo modulo: Contenuto: Durata: Ore 28 Modalità formativa: Metodologie formative proposte: Docenti : Titolo modulo: Contenuto: Durata: Ore 8 Modalità formativa: Metodologie formative proposte: Docenti : Titolo modulo: Moduli didattici - Num. moduli: 11 Modulo 1 Lo scenario di riferimento dell Energy Manager Presentazione dei principali attori del mercato dell energia e delle misure incentivanti, necessari per l identificazione delle soluzioni migliori da adottare per facilitare misure di risparmio energetico. Nello specifico saranno trattati il ruolo dell Energy Manager (Legge n. 10 del 1991 e s.m.i.), gli enti preposti alla gestione dell'energia, la bolletta energetica, l analisi dei prezzi e delle tariffe, i contratti e le tariffe energetiche, gli incentivi ed i meccanismi di accesso al credito, i Certificati Bianchi, i Certificati Verdi ed il loro mercato, i titoli di efficienza energetica e mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE), le ESCO, la Strategia Energetica Nazionale, i principali strumenti di finanziamento per la ricerca e l'innovazione del settore. Saranno definiti i ruoli e i compiti principali dell energy manager per l attività di razionalizzazione dell uso di energia e di risparmio energetico sia nel settore pubblico sia nel settore privato. FORMAZIONE IN AULA Metodologia integrata: alternanza di metodologie didattiche di carattere cognitivo e attivo-emotivo. La prima (Content Learning) sarà centrata sul contenuto dell argomento oggetto di studio per trasferire concetti, metodologie, strumenti, facendo ricorso ad esempi e casi concreti. La seconda (Action Learning), avrà invece l obiettivo di facilitare l'apprendimento attraverso la sperimentazione attiva, con tecniche di gestione dell'aula che sviluppino un forte coinvolgimento dei partecipanti. - Marco Stevanin Fascia: A - Agostino Gambarotta Fascia: A Modulo 2 curezza e ambiente I partecipanti conosceranno la normativa sulla sicurezza, le principali misure e i dispositivi per fronteggiare situazioni di rischio, le figure coinvolte nella sicurezza, le relazioni tra ambiente di lavoro ed ambiente esterno, necessari per operare in modo sostenibile. Saranno affrontati il Decreto Legislativo 81/08 e s.m.i., le figure coinvolte nella sicurezza, il concetto di rischio, le misure di prevenzione e monitoraggio degli impatti ambientali. Saranno forniti concetti di base in merito all economia ambientale e esternalità ambientali, LCA e carbon footprint, contabilizzazione delle emissioni. FORMAZIONE IN AULA Metodologia integrata: alternanza di metodologie didattiche di carattere cognitivo e attivo-emotivo. La prima (Content Learning) sarà centrata sul contenuto dell argomento oggetto di studio per trasferire concetti, metodologie, strumenti, facendo ricorso ad esempi e casi concreti. La seconda (Action Learning), avrà invece l obiettivo di facilitare l'apprendimento attraverso la sperimentazione attiva, con tecniche di gestione dell'aula che sviluppino un forte coinvolgimento dei partecipanti. - Stefano Bontempi Fascia: A Modulo - L analisi energetica ed efficientamento energetico in ambito edilizio Contenuto: Saranno analizzate le variabili di contesto che determinano i consumi energetici in riferimento ai sistemi edificio-impianto attraverso l utilizzo di strumenti informatici, per comprendere la contabilità energetica non solo analizzando contratti e tariffe attive, ma anche per monitorare i consumi rispetto ai fabbisogni energetici, con particolare focus sull involucro. Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 Partendo dai fondamenti di energetica, saranno trattate le principali metodologie per Pagina la 6 di 26 determinazione del rendimento energetico e dell'uso efficiente dell'energia, la certificazione energetica (ACE) e la qualificazione energetica (AQE), l isolamento termico e acustico, i consumi termici, gli indicatori energetici. Saranno utilizzati software per l'elaborazione dei dati energetici finalizzati ad audit energetici, necessari per valutare soluzioni progettuali per l efficientamento degli

7 Durata: Ore 40 Modalità formativa: Metodologie formative proposte: Docenti : Titolo modulo: Contenuto: Durata: Ore 24 Modalità formativa: Metodologie formative proposte: Docenti : Titolo modulo: Contenuto: Durata: Ore 24 Modalità formativa: Metodologie formative proposte: Docenti : rispetto ai fabbisogni energetici, con particolare focus sull involucro. Partendo dai fondamenti di energetica, saranno trattate le principali metodologie per la determinazione del rendimento energetico e dell'uso efficiente dell'energia, la certificazione energetica (ACE) e la qualificazione energetica (AQE), l isolamento termico e acustico, i consumi termici, gli indicatori energetici. Saranno utilizzati software per l'elaborazione dei dati energetici finalizzati ad audit energetici, necessari per valutare soluzioni progettuali per l efficientamento degli edifici: l involucro edilizio, tecniche di bioarchitettura, le case passive, materiali e architettura biosostenibile. FORMAZIONE IN AULA Metodologia integrata: alternanza di metodologie didattiche di carattere cognitivo e attivo-emotivo. La prima (Content Learning) sarà centrata sul contenuto dell argomento oggetto di studio per trasferire concetti, metodologie, strumenti, facendo ricorso ad esempi e casi concreti. La seconda (Action Learning), avrà invece l obiettivo di facilitare l'apprendimento attraverso la sperimentazione attiva, con tecniche di gestione dell'aula che sviluppino un forte coinvolgimento dei partecipanti. - Jordi Cipriano Fascia: A - Agostino Gambarotta Fascia: A Modulo 4 Impianti per lo sfruttamento di fonti energetiche rinnovabili e tecnologie innovative Presentazione dei principali impianti per lo sfruttamento delle fonti energetiche rinnovabili: solare fotovoltaico, solare termico, solare termodinamico, impianti a biomassa, impianti idroelettrici, impianti eolici, impianti geotermici, pompe di calore, cogenerazione e trigenerazione, sistemi di climatizzazione invernale ed estiva con sistemi convenzionali e non convenzionali, schemi caratteristici ed integrazione di fonti rinnovabili con sistemi convenzionali, prestazione energetica degli impianti. FORMAZIONE IN AULA Metodologia integrata: alternanza di metodologie didattiche di carattere cognitivo e attivo-emotivo. La prima (Content Learning) sarà centrata sul contenuto dell argomento oggetto di studio per trasferire concetti, metodologie, strumenti, facendo ricorso ad esempi e casi concreti. La seconda (Action Learning), avrà invece l obiettivo di facilitare l'apprendimento attraverso la sperimentazione attiva, con tecniche di gestione dell'aula che sviluppino un forte coinvolgimento dei partecipanti. - Maurizio Borin Fascia: A - Daniele Sogni Fascia: A Modulo 5 - Fondamenti di organizzazione aziendale, controllo di gestione e contabilità analitica Saranno consolidate le conoscenze e le metodologie di base di progettazione dei modelli organizzativi, del sistema dei ruoli e dei meccanismi di funzionamento dell'organizzazione attraverso: la politica aziendale e la sua organizzazione, l azienda come sistema integrato, i processi di scambio tra azienda e ambiente, le funzioni aziendali in rapporto ai principi di produttività ed efficienza, i processi, i ruoli, le funzioni. Tali contenuti sono necessari per operare una definizione di politica energetica aziendale. Saranno inoltre fornite nozioni di base del controllo di gestione e della contabilità analitica, degli strumenti di controllo di gestione (la consuntivazione dei dati e gli scostamenti). FORMAZIONE IN AULA Metodologia integrata: alternanza di metodologie didattiche di carattere cognitivo e attivo-emotivo. La prima (Content Learning) sarà centrata sul contenuto dell argomento oggetto di studio per trasferire concetti, metodologie, strumenti, facendo ricorso ad esempi e casi concreti. La seconda (Action Learning), avrà invece l obiettivo di facilitare l'apprendimento attraverso la sperimentazione attiva, con tecniche di gestione dell'aula che sviluppino un forte coinvolgimento dei partecipanti. - Alberto Manzotti Fascia: A Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 Pagina di 26

8 Titolo modulo: Contenuto: Durata: Ore 2 Modalità formativa: Metodologie formative proposte: Docenti : Titolo modulo: Contenuto: Durata: Ore 16 Modalità formativa: Metodologie formative proposte: Docenti : Testimoni aziendali : Titolo modulo: Contenuto: Durata: Ore 16 Modalità formativa: Metodologie formative proposte: Docenti : Titolo modulo: Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 - Giovanni Pede Fascia: A Modulo 6 - Misure economiche e finanziarie per la valutazione degli interventi di efficientamento energetico Elaborazione di piani di attività e piani economici, organizzando risorse umane e finanziarie disponibili tramite l uso di strumenti che consentano il monitoraggio delle attività, al fine di sviluppare interventi di efficientamento energetico massimizzando i rendimenti e minimizzando i costi. L attività didattica verterà dai cenni di matematica finanziaria, alla valutazione dei progetti di investimento (definizione di TIR, VAN), per consentire al partecipante di redigere un analisi di bilancio e un business plan per un operazione di efficientamento energetico. FORMAZIONE IN AULA Metodologia integrata: alternanza di metodologie didattiche di carattere cognitivo e attivo-emotivo. La prima (Content Learning) sarà centrata sul contenuto dell argomento oggetto di studio per trasferire concetti, metodologie, strumenti, facendo ricorso ad esempi e casi concreti. La seconda (Action Learning), avrà invece l obiettivo di facilitare l'apprendimento attraverso la sperimentazione attiva, con tecniche di gestione dell'aula che sviluppino un forte coinvolgimento dei partecipanti. - Giovanni Pede Fascia: A - Alberto Manzotti Fascia: A Modulo - Comunicazione e promozione nel settore dell'energia I partecipanti saranno in grado di orientare gli interventi di efficientamento in considerazione delle strategie locali e saranno in grado di incentivare comportamenti virtuosi all interno della propria organizzazione adottando piani di promozione e sensibilizzazione. Saranno trattati contenuti in merito agli strumenti della comunicazione, alla comunicazione e la gestione delle relazioni; saranno definiti elementi di marketing dei servizi, il marketing nei servizi di energy management. Saranno riportati esempi in merito a best practises di politiche territoriali, piani di sensibilizzazione all'uso efficiente dell'energia, e promozione all'uso efficiente dell'energia. FORMAZIONE IN AULA Metodologia integrata: alternanza di metodologie didattiche di carattere cognitivo e attivo-emotivo. La prima (Content Learning) sarà centrata sul contenuto dell argomento oggetto di studio per trasferire concetti, metodologie, strumenti, facendo ricorso ad esempi e casi concreti. La seconda (Action Learning), avrà invece l obiettivo di facilitare l'apprendimento attraverso la sperimentazione attiva, con tecniche di gestione dell'aula che sviluppino un forte coinvolgimento dei partecipanti. - Andrea Mameli Fascia: A - Greca Meloni Fascia: A Modulo 8 English for Energy manager Saranno somministrati e discussi collettivamente articoli e/o filmati in lingua inglese inerenti il settore energetico. Saranno inoltre affrontate in lingua inglese le direttive comunitarie in materia energetica. FORMAZIONE IN AULA Metodologia integrata: alternanza di metodologie didattiche di carattere cognitivo e attivo-emotivo. La prima (Content Learning) sarà centrata sul contenuto dell argomento oggetto di studio per trasferire concetti, metodologie, strumenti, facendo ricorso ad esempi e casi concreti. La seconda (Action Learning), avrà invece l obiettivo di facilitare l'apprendimento attraverso la sperimentazione attiva, con tecniche di gestione dell'aula che sviluppino un forte coinvolgimento dei partecipanti. - Jordi Cipriano Fascia: A Modulo 9 Privacy, contrattualistica, responsabilità civile e ricerca attiva nel mondo del lavoro Pagina 8 di 26

9 Contenuto: Durata: Ore 8 Sarà trattata la normativa in merito alla tutela della privacy e alla responsabilità civile nell ambito lavorativo, sia per un lavoratore dipendente che per un lavoratore autonomo: i presupposti della responsabilità, il danno biologico, il danno patrimoniale, il danno non patrimoniale, le responsabilità civilistiche del lavoratore subordinato verso il datore di lavoro, lavoratore autonomo e assicurazioni (malattie, infortuni, responsabilità), la normativa in materia di protezione dei dati personali (il D. Lgs. 196/200 e s.m.i.). Saranno inoltre trattati le principali tipologie di contratti in relazione alle attività dell energy manager. Modalità formativa: Metodologie formative proposte: FORMAZIONE IN AULA Metodologia integrata: alternanza di metodologie didattiche di carattere cognitivo e attivo-emotivo. La prima (Content Learning) sarà centrata sul contenuto dell argomento oggetto di studio per trasferire concetti, metodologie, strumenti, facendo ricorso ad esempi e casi concreti. La seconda (Action Learning), avrà invece l obiettivo di facilitare l'apprendimento attraverso la sperimentazione attiva, con tecniche di gestione dell'aula che sviluppino un forte coinvolgimento dei partecipanti. Titolo modulo: Modulo 10- Stage/Project Work Contenuto: Durata: Ore 100 Lo stage è finalizzato alla sperimentazione delle capacità acquisite durante il percorso formativo e all arricchimento della preparazione professionale atrraverso l apprendimento in situazione di capacità di ruolo. Il partecipante effettuerà azioni di supporto alla realizzazione di piani energetici presso studi professionali e presso aziende pubbliche o private svolgendo l attività a supporto del management. Modalità formativa: Metodologie formative proposte: STAGE/PROJECT WORK Durante lo svolgimento dello stage il partecipante sarà supportato dal tutor aziendale che creerà le condizioni più favorevoli affinché egli possa lavorare in team con altri dipendenti e lo supporterà nelle fasi che egli svolge autonomamente. Per raggiungere tali obiettivi organizzerà momenti di spiegazione alternandoli ad affiancamento e a momenti di analisi e riflessione, mantenendo costanti rapporti con il tutor d'aula. Titolo modulo: Modulo 11 Valutazione finale dell apprendimento Contenuto: Durata: Ore 4 - Prova pratica: la prova simulerà la valutazione energetica di una struttura data e sarà tesa a verificare le conoscenze e competenze acquisite durante il percorso formativo. Verrà affidata agli allievi la scelta della tipologia di impianto/sistema energetico più efficace da utilizzare in relazione ad una struttura data. - Colloquio individuale in cui si analizza la prova pratica e l'attività svolta durante lo stage. Modalità formativa: Metodologie formative proposte: FORMAZIONE IN AULA Verifica ed osservazione dell'apprendimento: prova pretica e colloquio. Area tematica Aree di lavoro, gruppi di competenze e competenze Area di lavoro Gruppo di competenze Ambiente Formulazione strategica (ambiente) Opzioni strategiche generali Competenza Liv. comp. ingr. Modalità verifica Tipo Classificazione Val. somm. Conoscere i principi del change management e saper implementare modelli e tecniche per il cambiamento organizzativo e manageriale finalizzato alla salvaguardia ambientale Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 Pagina 9 di 26

10 Saper impostare un sistema di incentivazione idoneo e saper creare condizioni favorevoli alla salvaguardia ambientale in tutti i settori Saper operare nel contesto di un approccio olistico e interdisciplinare, che concili obiettivi economici, sociali ed ecologici Conoscere e saper applicare sistemi per l analisi dei rischi per valutare, interpretare e comprendere le necessità di cambiamento, individuando le misure operative necessarie Saper cogliere le opportunità offerte dalle tecnologie a basse emissioni Saper innovare identificando opportunità e individuando nuove strategie per la salvaguardia ambientale Ambiente Formulazione strategica (ambiente) Management ambientale Competenza Conoscere le conseguenze del mutamento climatico e implementare azioni di adattamento e di mitigazione come parte della gestione aziendale dei rischi Liv. comp. ingr. Modalità verifica Tipo Classificazione Val. somm. Saper pianificare risorse a basso contenuto di carbonio; integrarle nell ambito dei cicli di pianificazione del business Saper calcolare l uso di energia, acqua, la produzione di rifiuti e il contenuto di CO2; saper misurare le emissioni Ambiente Formulazione strategica (ambiente) Amministrazione e finanza Competenza Liv. comp. ingr. Modalità verifica Tipo Classificazione Val. somm. Saper gestire i rapporti con le compagnie assicurative nel contesto di rischi e opportunità di un economia a bassa emissione di carbonio Conoscere i modelli di valutazione di rischi e opportunità per l adattamento e la mitigazione Saper valutare opportunità e costi di attività a emissioni zero Saper valutare l impatto del cambiamento climatico sulle finanze aziendali, sulla disponibilità e i costi dei materiali Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 Pagina 10 di 26

11 Conoscere le procedure di carbon trading (EU emission trading scheme) Saper calcolare il recupero sugli investimenti per la sostenibilità ambientale Ambiente Formulazione strategica (ambiente) Comunicazione e Marketing Competenza Saper individuare e analizzare dati, statistiche e indicatori di sviluppo ambientale Liv. comp. ingr. Modalità verifica Tipo Classificazione Saper creare reti per operare nei mercati globali Saper implementare azioni di fundraising per lo sviluppo sostenibile Saper orientare i consumatori verso soluzioni verdi, diffondendo l uso delle tecnologie sostenibili Saper promuovere prodotti e servizi più ecologici Saper comunicare e negoziare nella discussione di interessi contrastanti in contesti complessi Saper comunicare utilizzando la lingua inglese (liv. A2 - Elementare) quesiti a scelta multipla n mappata Val. somm. 6 Ambiente Formulazione strategica (ambiente) Capacità trasversali Competenza Saper promuovere e favorire l apprendimento e l aggiornamento continuo delle conoscenze per se stessi, per il proprio gruppo di lavoro e per la propria impresa Liv. comp. ingr. Modalità verifica Tipo Classificazione Val. somm. Saper programmare le proprie attività e quelle altrui in modo finalizzato al rispetto delle priorità e delle scadenze Conoscere le tecniche di problem solving e le metodologie per la gestione dei processi decisionali Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 Pagina 11 di 26

12 Saper gestire un team di lavoro attraverso l esercizio di una leadership che promuova lo spirito di gruppo, l affidabilità, la responsabilità e la capacità di valutare i risultati in rapporto agli obiettivi Partenariato me azienda: Descrizione soggetto: Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Legale rappresentante: Società a responsabilità limitata Privata Codice fiscale: Partita IVA: Settore: Dimensione: Numero addetti: pendenti totali a tempo indeterminato: Codice fiscale legale rappresentante: NG Srl Concessionaria dei marchi BMW, MINI, MERCEDES, SMART, VOLVO, la Nuova Special Car ha saputo porsi nel corso degli anni ai massimi livelli di efficienza registrando uno dei più alti punteggi tra le concessionarie BMW d'italia. Risultato ottenuto grazie all innovativa gestione delle risorse e alla professionalità e affabilità del personale, che hanno fatto del "total customer satisfaction" la mission aziendale. Via Sernagiotto, 0900 Elmas ELMAS (CA) Commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli Media Impresa Da 50 a 249 addetti 50 GIAN MAURO VACCA VCCGMR4A12B54E to web: Riferimenti per contatto: MASSIMO ANGIONI Tel.: 00/ Ruolo del partner: - Progettazione: Dettaglio progettazione: rappresentativi: Numero previsto di ore docenza/testimoni anza: Specifiche sul ruolo e attività in azienda di ciascun testimone: - Stage: stage: 2 Dettaglio attività l attività di stage avrà lo scopo di completare il percorso di specializzazione per la formazione della figura dell Energy Manager. Attraverso l affiancamento del tutor aziendale gli stagisti acquisiranno, Data ultima modifica 26/0/201 nello 1:14:05 specifico, competenze di gestione e conduzione delle risorse energetiche relative Pagina alla12 di 26 carrozzeria.

13 Specifiche su sedi me: Cognome: figura dell Energy Manager. Attraverso l affiancamento del tutor aziendale gli stagisti acquisiranno, nello specifico, competenze di gestione e conduzione delle risorse energetiche relative alla carrozzeria. Via Sernagiotto, 0900 Elmas (CA) Massimo Angioni Telefono: 00/ me azienda: Descrizione soggetto: Azienda Sanitaria istituita nel 1994, che ha iniziato la sua attività nel 1996 nella Clinica medica M. Aresu e nel 1999 è stata trasferita nella sede di Monserrato, che rappresenta la struttura sanitaria più moderna della Sardegna. E un presidio multispecialistico ed è sede di strutture ad alta specializzazione. Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Legale rappresentante: Ente pubblico economico Pubblica Codice fiscale: Partita IVA: Settore: Dimensione: Numero addetti: pendenti totali a tempo indeterminato: Codice fiscale legale rappresentante: AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA DI CAGLIARI Via Ospedale, 54, CAGLIARI CAGLIARI (CA) SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE Grande Impresa Oltre i 500 addetti 10 Ennio Filigheddu FLGNNE5M0B54N to web: Riferimenti per contatto: Ennio Filigheddu Tel.: Ruolo del partner: - Progettazione: Dettaglio progettazione: rappresentativi: Numero previsto di ore docenza/testimoni anza: Specifiche sul ruolo e attività in azienda di ciascun testimone: - Stage: stage: Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 Pagina 1 di 26

14 stage: 4 Dettaglio attività Specifiche su sedi me: Cognome: l attività di stage avrà lo scopo di completare il percorso di specializzazione per la formazione della figura dell Energy Manager. Attraverso l affiancamento del tutor aziendale gli stagisti acquisiranno una serie di competenze tali da essere in grado di svolgere il ruolo di tecnico responsabile per la conservazione e l uso razionale dell energia, così come previsto dalla legge 10/91. In particolare si occuperanno delle seguenti attività: A) individuazione delle azioni di intervento delle procedure e di quanto altro necessario per promuovere l uso razionale dell energia; B) predisposizione dei bilanci energetici in funzione anche dei parametri economici e degli usi energetici finali; C) predisposizione dei dati energetici eventualmente richiesti dal Ministero ai soggetti beneficiari dei contributi previsti dalla legge. via Ospedale, Cagliari (CA) Ennio Filigheddu Telefono: me azienda: Descrizione soggetto: Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Legale rappresentante: Società per azioni Privata Codice fiscale: Partita IVA: Settore: Dimensione: Numero addetti: pendenti totali a tempo indeterminato: Codice fiscale legale rappresentante: Sotocarbo Società Tecnologie Avanzate Carbone S.p.a. La Sotacarbo, Società Tecnologie Avanzate Carbone S.p.A in attuazione dell art. 5 della legge 51/85 dal 198 sviluppa attraverso il suo centro di ricerche tecnologie innovative e avanzate nell utilizzo del carbone; progetta e realizza impianti dimostrativi sull innovazione tecnologica e gestione del carbone; realizza impianti industriali per l utilizzo del carbone in alternativa alla combustione. Località ex Miniera Serbariu, 0901 Località ex Miniera Serbariu CARBONIA (CI) Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata Media Impresa Da 16 a 49 addetti 19 Mario Porcu PRCMRA49C0B45D to web: Riferimenti per contatto: Alberto Pettinau Tel.: Ruolo del partner: - Progettazione: Dettaglio progettazione: rappresentativi: Numero previsto di ore docenza/testimoni anza: Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 Pagina 14 di 26

15 anza: Specifiche sul ruolo e attività in azienda di ciascun testimone: - Stage: stage: 2 Dettaglio attività Specifiche su sedi me: Cognome: lo stage consisterà nell affiancamento al personale Sotocarbo per test sperimentali di gassificazione e trattamento del gas di sintesi prodotto presso la piattaforma pilota Sotocarbo e per analisi di laboratorio su materiali di vario tipo (principalmente combustibili e solventi). Le attività consisteranno nell acquisire competenze ed esperienza sulla gestione di impianti sperimentali di produzione di energia da carbone e biomasse e sull impiego di apparecchiature di analisi da laboratorio. Località ex Miniera Serbariu Alberto Pettinau Telefono: me azienda: Descrizione soggetto: Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Legale rappresentante: Società a responsabilità limitata Privata Codice fiscale: Partita IVA: Settore: Dimensione: Numero addetti: pendenti totali a tempo indeterminato: Codice fiscale legale rappresentante: Elianto Srl Elianto è nata allo scopo di progettare, costruire e vendere "chiavi in mano" impianti Solari Termodinamici di piccola scala, nella taglia di potenza tra 1 e 10 MWe, per la produzione di energia elettrica e calore. Grazie alla tecnologia innovativa ed incentivata dal Conto Energia, la ricerca industriale e l'innovazione continua, Elianto persegue il giusto equilibrio tra affidabilità e prestazioni. Scientifico e Tecnologico della Sardegna, Località Piscina Manna - Edificio 1 Pula, Località Piscina Manna Pula PULA (CA) Attività professionali, scientifiche e tecniche Piccola Impresa Da 1 a 5 addetti Piero Pili PLIPRI6C1A40B to web: Riferimenti per contatto: Piero Pili Tel.: Ruolo del partner: - Progettazione: Dettaglio progettazione: Data ultima rappresentativi: modifica 26/0/201 1:14:05 Pagina 15 di 26

16 rappresentativi: Numero previsto di ore docenza/testimoni anza: Specifiche sul ruolo e attività in azienda di ciascun testimone: - Stage: stage: 1 Dettaglio attività Specifiche su sedi me: Cognome: Durante lo svolgimento dello stage il partecipante sarà supportato dal tutor aziendale che creerà le condizioni più favorevoli affinché egli possa lavorare in team con altri dipendenti e lo supporterà nelle fasi che egli svolge autonomamente. via Bernini, Ussana (CA) Piero Pili Telefono: me azienda: Descrizione soggetto: Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Legale rappresentante: Società a responsabilità limitata Privata Codice fiscale: Partita IVA: Settore: Dimensione: Numero addetti: pendenti totali a tempo indeterminato: Codice fiscale legale rappresentante: S.E.S.CO. S.r.l. Azienda specializzata nella formazione, consulenza, progettazione e installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, sviluppo azioni E.S.Co. Via Riva Villasanta n.241, 0914 Cagliari-PIrri CAGLIARI (CA) Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata Piccola Impresa Da 10 a 15 addetti 9 Antonio Cuomo CMUNTN0D08B54I to web: Riferimenti per contatto: Marcello Lai Tel.: Ruolo del partner: - Progettazione: Dettaglio progettazione: Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 rappresentativi: Pagina 16 di 26

17 rappresentativi: Numero previsto di ore docenza/testimoni anza: Specifiche sul ruolo e attività in azienda di ciascun testimone: - Stage: stage: 2 Dettaglio attività Specifiche su sedi me: Cognome: l attività di stage avrà lo scopo di completare il percorso di specializzazione per la formazione della figura dell Energy Manager. Attraverso l affiancamento del tutor aziendale gli stagisti acquisiranno una serie di competenze tali da essere in grado di svolgere il ruolo di tecnico responsabile per la conservazione e l uso razionale dell energia, così come previsto dalla legge 10/91. In particolare si occuperanno delle seguenti attività: A) individuazione delle azioni di intervento delle procedure e di quanto altro necessario per promuovere l uso razionale dell energia; B) predisposizione dei bilanci energetici in funzione anche dei parametri economici e degli usi energetici finali; C) predisposizione dei dati energetici eventualmente richiesti dal Ministero ai soggetti beneficiari dei contributi previsti dalla legge. Via Nazario Sauro Cagliari Marcello Lai Telefono: 00/ me azienda: Descrizione soggetto: Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Legale rappresentante: Società a responsabilità limitata Privata Codice fiscale: Partita IVA: Settore: Dimensione: Numero addetti: pendenti totali a tempo indeterminato: Codice fiscale legale rappresentante: BT BIOMEDICAL TISSUES La società svolge attività di ricerca, sperimentazione, ideazione, sintesi, produzione, realizzazione, trasformazione, impiego e commercializzazione, nel settore pubblico e privato, di colture cellulari di qualunque tipo e dimensione a carattere innovativo, e dei relativi bioreattori, per i settori dell'ingegneria dei tessuti, della medicina rigenerativa o per altri settori ad alta tecnologia. viale Monastir, km,00, Cagliari CAGLIARI (CA) Attività professionali, scientifiche e tecniche Piccola Impresa Da 1 a 5 addetti 0 Luisa Mancuso MNCLSU4R5B54M to web: Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 Pagina 1 di 26

18 to web: Riferimenti per contatto: Luisa Mancuso Tel.: Ruolo del partner: - Progettazione: Dettaglio progettazione: rappresentativi: Numero previsto di ore docenza/testimoni anza: Specifiche sul ruolo e attività in azienda di ciascun testimone: - Stage: stage: 1 Dettaglio attività Specifiche su sedi me: Cognome: l attività di formazione all interno dello stage si configura come un contributo allo sviluppo di una tecnologia in grado di ridurre i quantitativi di CO2, immessi in atmosfera e produrre biocarburanti rinnovabili. A tal proposito il percorso di formazione prevederà una serie di attività sperimentali, modellistico/matematiche e tecniche ingegneristiche che permetteranno al formando di poter assimilare l intero processo. Parco scientifico e tecnologico della Sardegna, Edificio Loc. Piscinamanna Pula (CA) Luisa Mancuso Telefono: 00/ me azienda: Descrizione soggetto: Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Società a responsabilità limitata Privata Codice fiscale: Partita IVA: Settore: Dimensione: Numero addetti: pendenti totali a tempo indeterminato: LEO VILLAGE S.r.l. Impresa di costruzione specializzata in bioedilizia che grazie all esperienza maturata nel campo della progettazione architettonica ed urbanistica, della progettazione strutturale, della direzione lavori, si adopera nello sviluppo di nuovi progetti che tengano conto delle migliori tecnologie per il comfort e il benessere dell'abitare, la sostenibilità ambientale, il risparmio energetico e l'utilizzazione razionale del territorio e delle sue risorse. VIA DON VICO, 10, 0024 LA MADDALENA SASSARI (SS) Costruzioni Piccola Impresa Da 1 a 5 addetti Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 1 Pagina 18 di 26

19 Legale rappresentante: Codice fiscale legale rappresentante: to web: Gianni Casali CSLGNN2P1E425U Riferimenti per contatto: Gianni Casali Tel.: Ruolo del partner: - Progettazione: Dettaglio progettazione: rappresentativi: Numero previsto di ore docenza/testimoni anza: Specifiche sul ruolo e attività in azienda di ciascun testimone: - Stage: stage: 1 Dettaglio attività Specifiche su sedi me: Cognome: lo stagista, supportato da un tutor aziendale, verrà introdotto ai concetti base della bioedilizia, dalla parte strutturale in legno al dimensionamento atto al risparmio energetico. VIA DON VICO, La Maddalena (SS) Gianni Casali Telefono: me azienda: Descrizione soggetto: Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Società cooperativa a mutualità prevalente Privata Codice fiscale: Partita IVA: Settore: Dimensione: Numero addetti: PRIMO PRINCIPIO Soc. Coop. A.R.L. Primo Principio nasce con l'obiettivo di sviluppare l'idea imprenditoriale "Virtual Zero : soluzione che realizza il Km-0 Virtuale e la filiera trasparente, accorciando le distanze tra produttori e consumatori nei settori agroalimentari. Le attività aziendali sono: reti di telecomunicazione, soluzioni wireless, radio-planning, digital-divide, misura dei campi elettromagnetici, software design. P.zza S. Croce, snc, Macomer MACOMER (NU) Servizi di informazione e comunicazione Piccola Impresa Da 1 a 5 addetti pendenti totali a Data tempo ultima indeterminato: modifica 26/0/201 1:14:05 Pagina 19 di 26

20 pendenti totali a tempo indeterminato: Legale rappresentante: Codice fiscale legale rappresentante: to web: 0 Paolo Pilia PLIPLA84D01I452F Riferimenti per contatto: Paolo Pilia Tel.: Ruolo del partner: - Progettazione: Dettaglio progettazione: rappresentativi: Numero previsto di ore docenza/testimoni anza: Specifiche sul ruolo e attività in azienda di ciascun testimone: - Stage: stage: 1 Dettaglio attività Specifiche su sedi me: Cognome: durante le attività di stage i candidati, affiancati da personale qualificato aziendale, dovranno effettuare uno studio tra le soluzioni presenti nel mercato per l alimentazione di una stazione wireless Stand-alone, attraverso il dimensionamento di pannelli fotovoltaici, inverter, batterien, considerando le variabili in termini di costi dimensioni e pesi delle soluzioni individuate. La soluzione individuata verrà implementata nella versione 2.0 delle stazioni wi/wine/ VirtualZero la sede di stage sarà al Parco scientifico e tecnologico della Sardegna S.P. 55 Porto Conte-Capo Caccia Km 8,400, 0041 Alghero (SS) dove Primo principio svolge le attività di Gestione, Amministrazione, R&D. Paolo Pilia Telefono: me azienda: Descrizione soggetto: Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Sardegna Ricerche Attivo dal 1989, Sardegna Ricerche è l Ente pubblico per la promozione della ricerca e dello sviluppo tecnologico. Al suo interno il Cluster tecnologico Energie rinnovabili nasce con l'obiettivo di aggregare le competenze presenti nella ricerca, nello sviluppo tecnologico e nella produzione di energia rinnovabile in un sistema integrato a supporto dell'innovazione e della competitività del territorio Ente pubblico economico Pubblica via Palabanda, 9, 0912 Cagliari CAGLIARI (CA) Data ultima modifica 26/0/201 1:14:05 Pagina 20 di 26

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Federesco Le Energy Service Company La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Seminario Strumenti, opportunità e potenzialità dell efficienza energetica a supporto del sistema locale

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Parc Hotel Villa Immacolata

Parc Hotel Villa Immacolata SEMINARIO di presentazione del corso: USO EFFICIENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE: L AZIENDA E L ENERGY MANAGEMENT Pescara, 13 Marzo 2009 Segreteria organizzativa Centro Congressi Strada Comunale San Silvestro,

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Verbale tavolo energia/pmi - 19 marzo 2007 Sala Consigliare A cura di: Andrea

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio.

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Un complesso avvio delle policy di sostegno alle rinnovabili La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Inefficace

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida LINEE GUIDA per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) ai sensi dell art. 4, comma 4 del Decreto Ministeriale

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO Questo documento descrive le principali fasi del progetto congiuntamente promosso dalla Provincia di Torino e da Forma.Temp nei termini

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

Cave 2020 Sustainable Energy Action Plan

Cave 2020 Sustainable Energy Action Plan Cave 2020 Sustainable Energy Action Plan Piano d azione per l energia sostenibile (immagine di copertina) Bozza in consultazione 1 Documento approvato con Delibera del Consiglio Comunale n del /12/2012.

Dettagli

L esperienza del Green Energy Audit

L esperienza del Green Energy Audit L esperienza del Green Energy Audit Arch. Ph.D. Annalisa Galante Adjunct Professor Research Associate - Dipartimento ABC - Politecnico di Milano Coordinamento corsi di formazione - Comunicazione e Marketing

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli