WHITE PAPER. E necessario seguire i trend emergenti. Il reparto del Cura Persona nel canale moderno.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "WHITE PAPER. E necessario seguire i trend emergenti. Il reparto del Cura Persona nel canale moderno."

Transcript

1 E necessario seguire i trend emergenti. Marzo 2015

2 Macroanalisi del comparto Il mercato italiano del cura persona risente di quei freni che già da tempo incidono sulla propensione al consumo di larghe fasce di consumatori. Secondo le previsioni del Centro Studi di Cosmetica Italia, associazione nazionale imprese cosmetiche, le indicazioni di chiusura del 2014 e i trend previsti per i primi mesi del 2015 offrono un quadro sostanzialmente neutro per il comparto cosmetico italiano. I dati macro-economici, nel confronto con lo scenario economico e industriale italiano, sono per il Centro Studi soddisfacenti e parzialmente anelastici rispetto alla crisi congiunturale, come confermano gli indicatori industriali elaborati da una indagine. Inevitabilmente la media del settore tiene conto di situazioni disomogenee, sia tra i vari canali che all interno degli stessi, con un impatto sul valore globale di mercato che, a fine 2014, tocca i milioni di euro, con una lieve contrazione generata dalla riduzione del valore medio: si acquistano più o meno le stesse quantità, ma a prezzi più bassi. Sul fronte della produzione, il valore del fatturato del settore (sell-in), pari a poco meno di milioni di euro, soffre per la staticità della domanda interna, in calo di 1,4 punti percentuali, mentre è ancora sostenuto dall export che, seppure rallentato, cresce del 5,5% alla fine del Fenomeni come la multicanalità, le nuove forme di distribuzione organizzata monomarca in primis la diradata frequentazione dei saloni professionali e il ricorso a nuove abitudini di acquisto come l ecommerce e le vendite dirette caratterizzano il mercato interno degli ultimi esercizi. Lo scostamento tra i vari canali di distribuzione vede la sofferenza dei saloni di acconciatura e di estetica. Per i primi, a fronte di un secondo semestre 2014 caratterizzato da una contrazione del 2,9%, non si attendono ulteriori flessioni per il primo semestre 2015 (-2,4%). Analogamente, i centri estetici registrano un valore di mercato vicino ai 240 milioni di euro con un ottimistica tendenza al rallentamento dei trend negativi per i primi mesi del 2015 (-3%). La profumeria è il canale che maggiormente risente della modificazione repentina di gusti e atteggiamenti dei consumatori: anche nel secondo semestre 2014 il consumo cala del 2,5% con una contrazione media annua del 2,7%. Attesa un ulteriore contrazione di tre punti percentuali per il primo semestre 2015, con un divario sempre più marcato tra staticità delle profumerie tradizionali e dinamiche di successo delle catene organizzate e delle piccole realtà distributive. Nell ambito del canale moderno monitorato da IRI, il 2014 si chiude con un trend negativo (- 1,9%) del fatturato Cura Persona. Si confermano gli andamenti diametralmente opposti dei canali della GDO (Iper+Super+LSP) che chiudono l anno a -4,0% e i drugstore che registrano ancora una volta una crescita in termini di giro d affari (+4,9%) anche se a tassi inferiori rispetto al passato. 1 2

3 Questi negozi, dal 2009, hanno aumentato il proprio peso ai danni della GDO di ben 8,4 punti percentuali, rappresentando oggi il 24% del fatturato del cura persona nel Retail. Sembrerebbe che il consumatore sia attratto dal format casa toilette, dove ha la percezione di un miglior assortimento, di maggiore convenienza, vivendolo come un canale da shopping experience gratificante. Negativo il trend dei canali più marginali: il Discount segna un -3.8% in valore. Come già accennato anche l on line sta diventando interessante. Secondo una recente indagine condotta da IRI lo shopping online risulta una tendenza emergente anche per i prodotti cosmetici rispetto all utilizzo di canali tradizionali ed è destinato a registrare un continuo incremento grazie a particolari valori riconosciuti come fondamentali dalle consumatrici. In Italia la propensione all acquisto di prodotti per il viso e per gli occhi superano l 80%. Le intervistate sono concordi nell evidenziare innanzi tutto un elemento fondamentale e significativamente distintivo, ovvero la qualità e la quantità illimitata di tempo che la donna può dedicare ai suoi acquisti grazie ad internet. L obiettivo del presente studio è quello di analizzare questo comparto in Italia durante il 2014 con un particolare focus sul suo andamento all interno della Grande Distribuzione Organizzata (Supermercati, Ipermercati e LSP) e nel canale degli Specializzati drugstore. Il Cura Persona nel canale moderno Il giro d affari del comparto cura persona, pari a circa 5.80 miliardi di Euro, rappresenta circa l 11% del totale fatturato del Largo Consumo Confezionato, all interno dei canali Iper, Super, Libero Servizio Piccolo e specialisti drugstore. A partire dal 2012 il comparto cura persona mostra una progressiva decrescita del fatturato. I volumi, in contrazione (-1.0%) nel 2012 e in leggera ripresa (+0,6%) nel 2013, subiscono una nuova inversione di tendenza (-0.7%) nel 2014, nonostante i vantaggi per i consumatori derivanti dalla deflazione/devalorizzazione dei mercati (trend del prezzo medio -1.3%). Tale fenomeno, che non si registra nel comparto Alimentare e Bevande e si protrae da qualche anno, è legato in parte al trading down della scelta del consumatore: la contrazione del reddito disponibile e la necessità di finanziare i consumi alimentari, rappresentano infatti i principali motivi di tale tendenza. Le previsioni di IRI, elaborate a Dicembre 2014, indicano per il 2015 un andamento dei volumi in leggerissima ripresa rispetto al 2014 (+0.1%) e un trend dei prezzi in deflazione, ma con livelli più contenuti rispetto all anno appena trascorso (-0.4%) e quindi un trend del fatturato di -0,3% (Elaborazione IRI su dati InfoScan Census Iper + Super + LSP + Drugstore + Discount) 1 L andamento del Cura Persona Trend a Valore Fonte: IRI InfoScan Census Totale Italia. Ipermercati, Supermercati, LSP, Drugstore 3

4 La performance nei canali Il trend positivo degli Specialisti drugstore è determinato sia dall ampliamento della rete che dall incremento delle vendite a parità, quest ultimo però in graduale riduzione rispetto al passato. Sul fronte della GDO, gli ipermercati continuano a registrare una contrazione del loro fatturato, con un trend di -6.3 %, pari a -78 milioni di euro. I supermercati con superficie inferiore ai 2500 mq registrano anch essi un calo delle vendite pari al -4.7% e corrispondenti a circa -94 mio euro, mentre i Superstore continuano a crescere (+3.1% pari a +23 mio euro). Negativi i trend a pari rete per tutti e tre gli store format. In entrambi i circuiti, le prime 10 categorie coprono il 53% del totale giro d affari del comparto Cura Persona. La composizione di questo 53% è tuttavia molto diversa nei due circuiti. Nei drugstore le prime due categorie per giro d affari sono make-up e profumeria, con prezzo medio unitario rispettivamente di 6.01 e 16.35, mentre nella GDO sono Carta Igienica e Pannolini. Il trend positivo degli Specialisti drugstore è determinato sia dall ampliamento della rete che dall incremento delle vendite a parità, quest ultimo però in graduale riduzione rispetto al passato. Oltre ad un diverso mix di categorie (che privilegia categorie ad alta battuta di cassa) gli elementi vincenti del canale specializzato sono assortimenti più profondi ed in crescita e sconti in linea generale più aggressivi. Il cura Persona: trend e peso dei canali nel 2014 Trend a valore Peso % a valore Fonte: IRI InfoScan Census Totale Italia. Ipermercati, Supermercati, LSP, Drugstore. 4

5 Le marche industriali, per il terzo anno di fila tendono a contrarsi (-2.1% in fatturato), lasciando spazio alle Marche dei Distributori (-0.5% in trend, +0,1 Pti di quota). Quest ultime, con 560 milioni di euro, rappresentano oggi il 9.7% del totale fatturato del comparto all interno della GDO e dei drugstore. Tale quota media però è decisamente più elevata all interno dei mercati della carta (carta igienica, Fazzoletti e Salviettine) dove le MDD controllano circa il 25.6% del fatturato e nei mercati Parafarmaceutico (13.7%) e Prima Infanzia (11.5%) e ancora molto contenuta, seppur in crescita, nei mercati più prettamente cosmetici e di cura della persona come ad esempio la cosmetica, le creme viso, l hair care e lo styling. Il protrarsi della stagnazione economica, infine, ha ancora penalizzato gli investimenti in sviluppo di nuovi prodotti. L innovazione, infatti, in molti mercati si è limitata al lancio di nuove varianti di referenze già esistenti, al restyling del packaging o al lancio di prodotti a basso prezzo. L andamento delle categorie Tra i macro comparti che compongono il cura persona, solo Profumeria e Igiene Orale hanno avuto trend positivi di fatturato (rispettivamente +6.1% e +0.3% contribuendo in positivo sull andamento del totale comparto di uno 0.1%). All interno del segmento dell Igiene Orale, performano bene i collutori, i dentifrici e gli accessori pulizia denti, mentre gli spazzolini hanno, nel loro complesso, trend negativi. All interno del comparto profumeria invece sia il segmento Uomo che il segmento Donna crescono in egual misura. L andamento delle categorie nel 2014 Trend a valore Contributo in valore Fonte: IRI InfoScan Census Totale Italia. Ipermercati, Supermercati, LSP, Drugstore. 5

6 L invecchiamento della popolazione italiana contribuisce invece alla crescita sia in unità sia in fatturato del mercato dei pannolini per adulti (+6Mio euro e +1.5 Mio pezzi). Altra categoria in forte crescita, e con contributo positivo per il comparto, è quella degli Accessori Manicure/Pedicure che ha beneficiato nel corso dell anno della performance, soprattutto in termini di valorizzazione, del nuovo prodotto Velvet Soft di Reckitt Benckiser. Prezzi e promozioni Nel Cura persona si sta attuando il processo di downtrading. Il trend a valore del -1.9% si confronta con il -0.7% delle unità, con un calo del prezzo del -1.3%. Le promozioni (taglio prezzo) sono in aumento (27.1% promo valore+1.7pts vs 2013) e tale aumento è declinato su tutti i canali ad eccezione del drugstore dove le promozioni di prezzo sono rimaste sostanzialmente stabili (-0.2pts). Gli Ipermercati sono il canale che aumenta maggiormente (34.5% promo valore+4.7pts). Oggi 1 prodotto su 3 viene acquistato in promozione. Fanno eccezione i comparti Parafarmaceutico e Cosmetica dove i livelli promozionali sono decisamente più bassi (9%) Se le aziende stanno investendo in termini di pressione promozionale, hanno però tirato il freno dalla parte della profondità di sconto concesso al consumatore, il quale risulta essere mediamente del -27.6, in calo rispetto al 2012 di 0.4pts. Il drugstore si conferma anche in questo scenario il canale con la maggiore convenienza applicando una profondità di taglio prezzo più aggressiva rispetto alla GDO (-31% rispetto al -27% della GDO) Peso a valore dei comparti nel 2014 Confezioni Regalo ; 0,8 Cosmetica; 4,1 Rasatura e Depilazione; 6,7 Viso; 5,5 Capelli; 13,6 Corpo-mani-piedi; 5,9 Profumeria; 2,2 Prima Infanzia; 8,1 Parafarmaceutico; 2,5 Igienico Sanitari; 23,6 Igiene Orale; 10,8 Igiene Personale; 16,1 Fonte: IRI InfoScan Census Totale Italia. Ipermercati, Supermercati, LSP, Drugstore. 6

7 Trend emergenti ed opportunità per le aziende Le prospettive di rilancio dell intero comparto vanno sicuramente ricercate tra i nuovi trend emergenti e tra le nuove esigenze che manifesta il consumatore di oggi. Sui mercati internazionali, molto più dinamici del nostro, infatti la competitività del Made in Italy si rafforza proprio grazie alla capacità di ascoltare i segnali di mercato e le richieste dello shopper. I grandi trend per i prodotti del cura persona, sono la ricerca di offerta il più possibile naturale, sia nel contenuto di ingredienti, sia nelle formulazioni: le principali aziende evidenziano sulle confezioni l'assenza di conservanti, di parabeni, di profumi. Altra tendenza emergente è la ricerca di prodotti polifunzionali, detti allin-one: creme anti-età che offrono anche protezione solare, oppure balsami per il corpo che si utilizzano sotto la doccia. La strada dell innovazione, che aveva sostenuto il trend di certi mercati negli anni passati, va nuovamente ripercorsa. Analisi sui vari settori, pre e post lancio, ricerche sul consumatore e sull efficacia delle campagne di comunicazione, sono strumenti fondamentali per guidare la crescita delle aziende operanti nel comparto del beauty, insieme a investimenti nello sviluppo di nuovi prodotti con caratteristiche differenzianti. L esperienza di questi ultimi anni dimostra che nei casi in cui è stata reale, tangibile e chiaramente percepita dai consumatori, l innovazione ha funzionato più delle tradizionali armi tattiche, che in molti casi hanno semplicemente devalorizzato i mercati, anche laddove si è trattato di prodotti con posizionamento di prezzo ben al di sopra della media del mercato Composizione ottimale dell assortimento in La sfida Una delle attività promozionali più importanti per un cliente operante nel mercato dello Shampoo era la Festa della Bellezza. Era necessario conoscere quale fosse la composizione assortimentale ottimale da proporre durante la Festa della Bellezza, per la massimizzazione della resa promozionale. La soluzione Per isolare l impatto delle promozioni, sono state utilizzate delle analisi IRI Store Group Profiler basate su dati audit a livello di negozio. Le analisi sono state condotte sui fattori di prezzo, advertising, promozioni, stagionalità, etc. I risultati Sulla base dei risultati ottenuti dal modello sono stati simulati diversi scenari di combinazione assortimentale durante la Festa della Bellezza, è stato identificato il mix che apportava il maggior beneficio in termini di trend al portfolio del cliente considerando due diverse ipotesi di posizionamento prezzo promozionale contemporaneo della concorrenza. Tale mix assortimentale verrà implementato nel corso del prossimo anno. 7

8 E Fonti necessario utilizzate seguire per lo studio i trend emergenti. Questo Studio contiene dati provenienti dal servizio IRI InfoScan Census sull andamento del reparto del Cura Persona in Italia. I canali considerati sono quello degli Ipermercati, Supermercati, Libero Servizio Piccolo e Drugstore nel Totale Italia. Per avere maggiori informazioni sull andamento dei mercati del Largo Consumo Confezionato contatta il tuo account IRI di riferimento o scrivi a: IRI. IRI è leader mondiale nella fornitura di informazioni sui mercati del Largo Consumo e sullo shopper, nelle analisi predittive e nella generazione di insight strumentali alla presa di decisioni. IRI è in grado di supportare la crescita dei suoi Clienti individuando l impatto che i diversi fattori competitivi e di mercato possono avere sulle performance di aziende di largo consumo e distribuzione. Contribuiamo al successo del vostro futuro : IRIworldwide.it Via dei Missaglia 97, Milano, T Piazza S. Anastasia, 7, Roma, T Copyright 2015 Information Resources, Inc. (IRI). All rights reserved. IRI, the IRI logo and the names of IRI products and services referenced herein are either trademarks or registered trademarks of IRI. All other trademarks are the property of their respective owners. 8

Gli specialisti continuano ad attrarre consumatori

Gli specialisti continuano ad attrarre consumatori Gli specialisti continuano ad attrarre consumatori Marzo 2014 Macro analisi del comparto Il mercato italiano del cura persona risente fortemente di quei freni che già da tempo incidono sulla propensione

Dettagli

L acqua trova nuovo slancio

L acqua trova nuovo slancio L acqua trova nuovo slancio Settembre Panoramica del mercato Il mercato dell Acqua Minerale Confezionata in GDO nei primi 8 mesi del registra una crescita rispetto al. Le performance sono migliori anche

Dettagli

WHITE PAPER. Fattori critici per un successo sostenibile. Il Largo Consumo nell attuale contesto economico

WHITE PAPER. Fattori critici per un successo sostenibile. Il Largo Consumo nell attuale contesto economico Fattori critici per un successo sostenibile Giugno 2014 Lo scenario macroeconomico Gli indicatori economici recenti segnalano che l economia italiana è ancora in difficoltà. Il trend tendenziale del PIL

Dettagli

WHITE PAPER. Le «Speciali» rappresentano un opportunità. Studio sul mercato della birra nel canale moderno

WHITE PAPER. Le «Speciali» rappresentano un opportunità. Studio sul mercato della birra nel canale moderno Le «Speciali» rappresentano un opportunità Gennaio 2015 Il contesto Nel 2014 gli indicatori macroeconomici hanno confermato la difficoltà di ripresa del nostro paese influenzando notevolmente l andamento

Dettagli

I negozi Specializzati attraggono più consumatori

I negozi Specializzati attraggono più consumatori Autori: Ambra Bellia e Marco Raimondi- SymphonyIRI 1 Introduzione e macro analisi del comparto Nonostante il contesto economico difficoltoso, secondo una indagine congiunturale proposta dal Centro Studi

Dettagli

WHITE PAPER. Un canale in evoluzione. Le nuove strategie del Discount

WHITE PAPER. Un canale in evoluzione. Le nuove strategie del Discount Un canale in evoluzione Luglio 2015 L ingresso in Italia e l evoluzione negli anni In Italia, i discount sono apparsi negli anni 80 ma il primo ingresso significativo nel paese fu quello di Lidl che il

Dettagli

WHITE PAPER. Yogurt di Soia e Yogurt Greco: i prodotti premium fanno ancora la differenza. Il mercato dello yogurt nel canale moderno

WHITE PAPER. Yogurt di Soia e Yogurt Greco: i prodotti premium fanno ancora la differenza. Il mercato dello yogurt nel canale moderno Yogurt di Soia e Yogurt Greco: i prodotti premium Ottobre 2015 Introduzione Le origini dello yogurt si perdono nella notte dei tempi: era già citato nella Bibbia, descritto da Aristotele, Senofonte, Erodoto

Dettagli

Lo scenario dei consumi e del retail in Italia. Roberto Galasso Retail Solutions Director

Lo scenario dei consumi e del retail in Italia. Roberto Galasso Retail Solutions Director Lo scenario dei consumi e del retail in Italia Roberto Galasso Retail Solutions Director Napoli, 9 luglio 2015 Segnali positivi nei primi 5 mesi del 2015 LCC - VARIAZIONI % VALORE / VOLUME 1 RETE CORRENTE

Dettagli

Crisi economica e prospettive dei consumi

Crisi economica e prospettive dei consumi Crisi economica e prospettive dei consumi Le difficoltà di una filiera estremamente importante Angelo Massaro Amministratore Delegato - Italia e Grecia 11 Dicembre, 2013 Il Largo Consumo Confezionato:

Dettagli

Andamento dei mercati di Largo Consumo alla luce deil attuale contesto economico

Andamento dei mercati di Largo Consumo alla luce deil attuale contesto economico 1 Largo Consumo: le aspettative e i risultati Il Largo Consumo subisce i contraccolpi di una situazione recessiva: le nostre previsioni sono orientate verso una negatività dei volumi acquistati, in media

Dettagli

Il servizio, grazie al dettaglio merceologico più raffinato degli indici di categoria, consente:

Il servizio, grazie al dettaglio merceologico più raffinato degli indici di categoria, consente: Top Trade di IRI Informazioni di mercato a supporto della crescita Introduzione In un contesto di mercato in trasformazione la capacità di leggere le potenzialità di ciascun punto di vendita all interno

Dettagli

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO 2 NOTA ECONOMICA Tenuta del consumo di prodotti per la cura del corpo e per il benessere personale. Anche nel periodo a cavallo tra il 2009 e i primi

Dettagli

SPECIAL REPORT. L export vola più dei consumi interni Uno studio IRI sul mercato della pasta nel canale moderno

SPECIAL REPORT. L export vola più dei consumi interni Uno studio IRI sul mercato della pasta nel canale moderno SPECIAL REPORT Uno studio IRI sul mercato della pasta nel canale moderno Settembre 2013 Uno sguardo all export Con la crisi economica, l aumento del 27% delle esportazioni di pasta nei primi mesi del 2013

Dettagli

Le nuove attitudini del consumatore tra infedeltà e ricerca d innovazione

Le nuove attitudini del consumatore tra infedeltà e ricerca d innovazione Le nuove attitudini del consumatore tra infedeltà e ricerca d innovazione Ricerca IRI Shopper&Consumer Insight Molvena (VI) 13 Settembre 2014 Ermanno Brivio Senior Consultant Analytics & Shopper Knowledge

Dettagli

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO 2 NOTA ECONOMICA Ripresa sostenuta dei consumi cosmetici nel 2010 nonostante le tensioni sulle propensioni d acquisto di larghe fasce di consumatori.

Dettagli

DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011

DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011 DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011 Osservatorio Commercio N IT 231513 I consumi alimentari e non alimentari In un contesto di perdurante perdita di potere d acquisto, si registra una contrazione

Dettagli

Gli scenari dell industria cosmetica

Gli scenari dell industria cosmetica L industria cosmetica chiude il 2010 con dinamiche sostenute grazie alla robusta ripresa delle esportazioni, ai trend dei consumi del canale farmacia e alla crescita superiore alla media del canale erboristeria.

Dettagli

Sta cambiando qualcosa?

Sta cambiando qualcosa? Andrea Corti, SymphonyIRI Group Fabrizio Pavone, Qberg 1 Lo scenario La Distribuzione Italiana continua ad investire molto nei volantini promozionali (in-store flyers) che vengono distribuiti nei punti

Dettagli

Luciedombreneltrend di crescitadellamarca commerciale Obiettivo 22% nel 2015. Gianmaria Marzoli Retail Solutions

Luciedombreneltrend di crescitadellamarca commerciale Obiettivo 22% nel 2015. Gianmaria Marzoli Retail Solutions Luciedombreneltrend di crescitadellamarca commerciale Obiettivo 22% nel 2015 Gianmaria Marzoli Retail Solutions 16 gennaio 2014 10 anni di MARCA Per VALORE DELLE VENDITE 3,6 miliardi di 9,7 miliardi di

Dettagli

Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico

Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico Milano, 8 luglio 2008 Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico relatore: Dr. Fabio Franchina Presidente Unipro Gli scenari dell indagine NEL MONDO Economia mondiale in ripresa in alcune

Dettagli

Retail & Consumer Summit 2011

Retail & Consumer Summit 2011 www.pwc.com/it Retail & Consumer Summit 2011 La gestione della discontinuità e del cambiamento: sfide e opportunità 11 ottobre 2011 1 1 Discontinuità nei consumi: come sta cambiando il comportamento d

Dettagli

Fabio Rossello Presidente

Fabio Rossello Presidente Industria e consumi cosmetici in Italia nel 2011 Con l Assemblea del 19 giugno, momento tradizionale di presentazione del Rapporto Annuale, completo il mio primo anno di Presidenza di Unipro. Il segno

Dettagli

INDUSTRIA COSMETICA: PRODUZIONE, MERCATO E COMMERCIO ESTERO. mercato cosmetico italiano produzione di cosmetici nel 2015 +2,2% 10.

INDUSTRIA COSMETICA: PRODUZIONE, MERCATO E COMMERCIO ESTERO. mercato cosmetico italiano produzione di cosmetici nel 2015 +2,2% 10. INDUSTRIA COSMETICA: PRODUZIONE, MERCATO E COMMERCIO ESTERO La pubblicazione dei Numeri della Cosmetica viene presentata, come tradizione, in occasione del Cosmoprof di Bologna, dal 18 al 21 marzo 2016,

Dettagli

La passione degli italiani per gli animali da compagnia

La passione degli italiani per gli animali da compagnia Paolo Garro Business Insights Director 1 Introduzione Nelle case degli italiani gli animali da compagnia non sono una presenza rara: in circa una su tre è presente almeno un cane o un gatto, senza contare

Dettagli

RAPPORTO ASSALCO ZOOMARK 2014. Parte 2 Mercati Esteri

RAPPORTO ASSALCO ZOOMARK 2014. Parte 2 Mercati Esteri an event by RAPPORTO ASSALCO ZOOMARK 2014 ALIMENTAZIONE E CURA DEGLI ANIMALI DA COMPAGNIA Parte 2 Mercati Esteri Con la collaborazione di IL CONTESTO INTERNAZIONALE Panoramica europea del petcare Pag.

Dettagli

I consumi di Formaggi nel mondo

I consumi di Formaggi nel mondo Francesco Biella I consumi di Formaggi nel mondo Global Cheese consumption Il Mercato dei Formaggi in Italia e nei paesi esteri. Le performance nella Distribuzione Moderna Francesco Biella Client Manager

Dettagli

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte EDIZIONE 16 prima parte SETTEMBRE La voce di Databank 2012 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata ABBIGLIAMENTO INFANTILE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE

Dettagli

RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 -

RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 - RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 - L analisi congiunturale di TRENDER: indicatori di domanda fatturato totale - totale settori fatturato interno - totale settori 115 105,00 113,74 102,97 115,55 108,51

Dettagli

Il vino nella distribuzione moderna italiana Prospettive di rilancio nel canale GDO in Italia. Virgilio Romano Client Growth Delivery Director

Il vino nella distribuzione moderna italiana Prospettive di rilancio nel canale GDO in Italia. Virgilio Romano Client Growth Delivery Director Il vino nella distribuzione moderna italiana Prospettive di rilancio nel canale GDO in Italia Virgilio Romano Client Growth Delivery Director 23 Marzo 2015 Un biennio con un lento ma progressivo recupero

Dettagli

ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO. GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma

ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO. GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma TEMI DELLA LEZIONE I. L EVOLUZIONE DELLA DISTRIBUZIONE A LIVELLO INTERNAZIONALE II.IL QUADRO

Dettagli

Le vendite della Grande Distribuzione Organizzata in Toscana

Le vendite della Grande Distribuzione Organizzata in Toscana Le vendite della Grande Distribuzione Organizzata in Toscana Consuntivo 1 semestre e luglio-agosto Ufficio Studi Novembre Indice 1. Considerazioni generali....3 2. Il fatturato di vendita della Grande

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

Il rilancio del discount

Il rilancio del discount Il rilancio del discount Cristina Farina Parma, 7 maggio 2012 cristina.farina@nielsen.com Agenda Fotografia del canale e contesto di riferimento Andamenti del Discount Il Discount e le famiglie italiane

Dettagli

Rimettere le scarpe ai sogni

Rimettere le scarpe ai sogni www.pwc.com Rimettere le scarpe ai sogni 25 ottobre 2013 Erika Andreetta Retail & Consumer Goods Consulting Leader PwC Agenda Il contesto economico Gli scenari evolutivi del mondo Consumer & Retail: Global

Dettagli

Analisi delle esperienze di pagamento del largo consumo

Analisi delle esperienze di pagamento del largo consumo Analisi delle esperienze di pagamento del largo consumo Analisi a cura di Francesca Negri, responsabile Ufficio Studi Lince La crisi economico finanziaria che si e abbattuta sul mondo intero a settembre

Dettagli

CONSUMI E DIMENSIONI DEL

CONSUMI E DIMENSIONI DEL CONSUMI E DIMENSIONI DEL BIOLOGICO IN ITALIA FABIO DEL BRAVO ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Il contesto Le dinamiche recenti Il valore del mercato bio Il ruolo della GDO

Dettagli

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL ARTIGIANATO E LA PICCOLA IMPRESA IN LIGURIA L Osservatorio Congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa in Liguria

Dettagli

rapporto Univideo 2015 sullo stato dell home entertainment in Italia

rapporto Univideo 2015 sullo stato dell home entertainment in Italia rapporto Univideo 2015 sullo stato dell home entertainment in Italia il presente lavoro è stato elaborato da GfK Italia con la collaborazione di Univideo utilizzando le informazioni disponibili al 25 maggio

Dettagli

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Maggio 2015 L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Presentazione Rapporto UNIDI definitivo sul mercato 2013 e stima 2014 Il progetto KEY-STONE Presentazione rapporto sul periodo

Dettagli

Mercato Lavatrice LAVATRICE LIQUIDI POLVERI LIQUIDI CONCENTRATI PROFUMATI COLORATI MARSIGLIA TRADIZIONALI PREDOSATI

Mercato Lavatrice LAVATRICE LIQUIDI POLVERI LIQUIDI CONCENTRATI PROFUMATI COLORATI MARSIGLIA TRADIZIONALI PREDOSATI 2 0 1 1 Mercato Lavatrice LAVATRICE LIQUIDI POLVERI CONCENTRATI TRADIZIONALI PROFUMATI COLORATI MARSIGLIA LIQUIDI PREDOSATI Mercato Lavatrice - Predosati 2 0 1 0 Nascono i detersivi lavatrice liquidi pre-dosati

Dettagli

Prodotti a marchio del distributore: sviluppo nel mercato e valore creato. Guido Cristini Convegno Marca 2013 Bolognafiere, 16 gennaio 2013

Prodotti a marchio del distributore: sviluppo nel mercato e valore creato. Guido Cristini Convegno Marca 2013 Bolognafiere, 16 gennaio 2013 Prodotti a marchio del distributore: sviluppo nel mercato e valore creato Guido Cristini Convegno Marca 2013 Bolognafiere, 16 gennaio 2013 Agenda 1 2 Il ruolo della marca commerciale nell economia italiana

Dettagli

Prodotti a marchio del distributore: sviluppo nel mercato e valore creato. Guido Cristini Convegno Marca 2013 Bolognafiere, 16 gennaio 2013

Prodotti a marchio del distributore: sviluppo nel mercato e valore creato. Guido Cristini Convegno Marca 2013 Bolognafiere, 16 gennaio 2013 Prodotti a marchio del distributore: sviluppo nel mercato e valore creato Guido Cristini Convegno Marca 2013 Bolognafiere, 16 gennaio 2013 Agenda 1 2 Il ruolo della marca commerciale nell economia italiana

Dettagli

INDUSTRIA COSMETICA: PRODUZIONE, MERCATO E COMMERCIO ESTERO. mercato cosmetico italiano produzione di cosmetici nel 2014 -1,4% 9.

INDUSTRIA COSMETICA: PRODUZIONE, MERCATO E COMMERCIO ESTERO. mercato cosmetico italiano produzione di cosmetici nel 2014 -1,4% 9. INDUSTRIA COSMETICA: PRODUZIONE, MERCATO E COMMERCIO ESTERO L a presente pubblicazione, come da tradizione, viene presentata in occasione del Cosmoprof di Bologna, a supporto delle attività che, dal 19

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

CONGIUNTURA, TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO -0,4% 9.370. esportazione di cosmetici andamento canali: preconsuntivi 2 sem.

CONGIUNTURA, TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO -0,4% 9.370. esportazione di cosmetici andamento canali: preconsuntivi 2 sem. CONGIUNTURA, TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO L e indicazioni di chiusura del 2014 e i trend previsti per i primi mesi del 2015 offrono un quadro sostanzialmente neutro per il comparto cosmetico

Dettagli

#volantino13 + 39 339 5288754

#volantino13 + 39 339 5288754 PROMOZIONI EFFICACI? LE NUOVE FRONTIERE DEL VOLANTINO #volantino13 + 39 339 5288754 PROMOZIONI OFFERTA DI CONVENIENZA E NUOVE TENDENZE DI CONSUMO Romolo de Camillis Promozioni Efficaci, Parma 19 Aprile

Dettagli

Discount e Volantini Quali evidenze?

Discount e Volantini Quali evidenze? a cura di Andrea Corti, IRI Fabrizio Pavone, Qberg Introduzione (1) Analisi dal punto di vista EDITORIALE (2) Analisi dal punto di vista GEOGRAFICO (3) Analisi dal punto di vista della COMUNICAZIONE (4)

Dettagli

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Bologna 19 Febbraio 2003 1 Il mercato Internet Il numero totale degli utenti varia a seconda delle fonti ma è stimabile intorno a 9/10 milioni di persone.

Dettagli

GLI ACQUISTI DI OROLOGI DA POLSO IN ITALIA NEL 2013

GLI ACQUISTI DI OROLOGI DA POLSO IN ITALIA NEL 2013 24 a cura del Gruppo GfK Italia GLI ACQUISTI DI OROLOGI DA POLSO IN ITALIA NEL 2013 La consueta indagine annuale sugli acquisti di orologi da polso in Italia, è stata realizzata da GfK Italia, su incarico

Dettagli

Il mercato della cosmesi

Il mercato della cosmesi Milano, 23 gennaio 2013 Gian Andrea Positano Responsabile Unipro Lo scenario macroeconomico Nuove opportunità nei paesi BRICS, Stati Uniti e paesi arabi; difficile ripresa in Europa La crisi economico-finanziaria

Dettagli

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA NICOLA LASORSA - ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it IL VALORE DEL MERCATO BIO AL CONSUMO IN ITALIA -2014 STIMA DEL MERCATO RETAIL

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero Corso di marketing Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero Corso di marketing Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

Milano, 11 luglio 2013. Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico

Milano, 11 luglio 2013. Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico Milano, 11 luglio nel settore cosmetico Lo scenario macroeconomico BRICS e NEXT 11 trainano l export internazionale; Eurozona in recessione per tutto il Deficit ancora in aumento nel biennio -2014; USA

Dettagli

Comunicato Stampa. Q1 2015: il fatturato cresce.

Comunicato Stampa. Q1 2015: il fatturato cresce. Comunicato Stampa Q1 2015: il fatturato cresce. Maggio 2015 Antonio Besana T +39 02 87055243 F +39 02 870506 antonio.besana@gfk.com Angelo Anello T +39 02 87055381 F +39 02 870506 angelo.anello@gfk.com

Dettagli

locali e nazionali della GDO per entrare in questo canale distributivo

locali e nazionali della GDO per entrare in questo canale distributivo Le principali strategie di approccio che le Pmi possono sviluppare nei confronti della GDO Uno dei principali problemi delle piccole e medie imprese (Pmi) produttrici di beni di largo consumo (vale a dire,

Dettagli

L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA

L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA E x e c u t i v e s u m m a r y L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA La fotografia La rilevanza del comparto. L industria dell olio di oliva in senso stretto contribuisce per il 3,5% al fatturato complessivo

Dettagli

Il gelato e le occasioni di consumo

Il gelato e le occasioni di consumo Francesca Fumagalli Ceri - Marketing Communication Senior Manager 1 Introduzione Molti affermano che il gelato è l alimento del buon umore. Da diverse indagini risulta che poche persone rinunciano a un

Dettagli

Comunicato Stampa. Q2 2014: un mercato ancora in flessione. Technical consumer goods: vendite a valore in Italia 4,37 4,20 4,12 4,05 Q2-12 Q3-11

Comunicato Stampa. Q2 2014: un mercato ancora in flessione. Technical consumer goods: vendite a valore in Italia 4,37 4,20 4,12 4,05 Q2-12 Q3-11 Comunicato Stampa Q2 : un mercato ancora in flessione 15 Agosto Antonio Besana T +39 02 85505-243 F +39 02 85505-299 antonio.besana@gfk.com Angelo Anello T +39 02 85505-381 F +39 02 85505-299 angelo.anello@gfk.com

Dettagli

MISSIONE CONFINDUSTRIA, ICE E ABI IN BRASILE E CILE, 9-13 NOVEMBRE 2009

MISSIONE CONFINDUSTRIA, ICE E ABI IN BRASILE E CILE, 9-13 NOVEMBRE 2009 SCHEDA INTERLOCUTORI INCONTRATI DATI IDENTIFICATIVI Dermacia Brasil TIPOLOGIA DELL INTERLOCUTORE istituzione operatore commerciale altro SE operatore commerciale, specificare settore importatore / distributore

Dettagli

Retailers, frontiere dell innovazione e vincoli normativi nazionali *

Retailers, frontiere dell innovazione e vincoli normativi nazionali * Retailers, frontiere dell innovazione e vincoli normativi nazionali * Vincenzo Tassinari ** Abstract Un retailer moderno ed evoluto deve saper innovare ed arricchire il valore dell offerta nella propria

Dettagli

Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010

Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010 Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010 Indice 2 Sintesi 3 Cos era avvenuto nel 2009 4 Cosa sta accadendo nel 2010 6 Estratto dall osservatorio Uncsaal sul primo quadrimestre 2010 Sintesi

Dettagli

ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014

ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014 ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014 Marco Pedroni Presidente Coop Italia Milano,5 Settembre 2013 I numeri di Coop 2012 Cooperative 109 Punti vendita 1.467 di cui Iper 103 MQ Area Vendita

Dettagli

ACQUISTO D'IMPULSO ACQUISTO SUGGERITO. Glossario essenziale della GDO

ACQUISTO D'IMPULSO ACQUISTO SUGGERITO. Glossario essenziale della GDO A ACQUISTO D'IMPULSO Acquisto da parte del consumatore non programmato; effettuato in seguito alla percezione di uno stimolo, senza che abbia tenuto conto di fattori di effettivo bisogno. ACQUISTO SUGGERITO

Dettagli

PwC MarketVision I Soft Drink in Italia

PwC MarketVision I Soft Drink in Italia www.pwc.com/it PwC MarketVision I Soft Drink in Italia Marzo 2011 AVVISO Importanti informazioni destinate a qualsivoglia soggetto che non sia stato autorizzato da PricewaterhouseCoopers Advisory SpA ad

Dettagli

[ ] L ALLINEAMENTO DI STRATEGIE DI PREZZO E BRAND BUILDING PER LA CRESCITA DELLE AZIENDE

[ ] L ALLINEAMENTO DI STRATEGIE DI PREZZO E BRAND BUILDING PER LA CRESCITA DELLE AZIENDE WHITE PAPER [ Con la moderata ripresa economica emergono nuove necessità di bilanciamento delle leve di marketing Pierluigi Carlini ASK Vice President IRI Con la moderata ripresa economica emergono nuove

Dettagli

passione make-up energia make beauty beauty Fabio Rossello energia ergia passione Presidente Cosmetica Italia passione beauty make energia well

passione make-up energia make beauty beauty Fabio Rossello energia ergia passione Presidente Cosmetica Italia passione beauty make energia well essere passione beauty s make-up energia passione ile Fabio Rossello make benessere beauty energia ergia Presidente Cosmetica Italia well beauty make passione energia well-being benessere Il quadro macroeconomico

Dettagli

Osservatorio Non Food VIII Ediz. Anno 2010 (dati anno solare 2009) Abstract A cura di Marco Cuppini, Direttore Studi e Ricerche Indicod-Ecr

Osservatorio Non Food VIII Ediz. Anno 2010 (dati anno solare 2009) Abstract A cura di Marco Cuppini, Direttore Studi e Ricerche Indicod-Ecr Osservatorio Non Food VIII Ediz. Anno 2010 (dati anno solare 2009) Abstract A cura di Marco Cuppini, Direttore Studi e Ricerche Indicod-Ecr In collaborazione con TRADELAB Prefazione Siamo all ottava edizione

Dettagli

/(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21(

/(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21( /(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21( Abbiamo visto, nel paragrafo precedente, quali sono le figure e le strutture che possono costituire i canali di vendita per l impresa produttrice di olio di oliva,

Dettagli

Acquisti Domestici: Oli e grassi (1)

Acquisti Domestici: Oli e grassi (1) Consumi Indagini speciali News Panel Consumi Acquisti Domestici: Oli e grassi (1) N. 3 2000-2004 La tendenza degli acquisti La tendenza degli acquisti in volume 2000-2004 Il volume degli acquisti domestici

Dettagli

rapporto Univideo 2014

rapporto Univideo 2014 rapporto Univideo 2014 sullo stato dell home entertainment in Italia il presente lavoro è stato elaborato da GfK Retail & Technology con la collaborazione di Univideo utilizzando le informazioni disponibili

Dettagli

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 2014 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2014 1. Genova Evoluzione delle compravendite

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 2014 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2014 1. Genova Evoluzione delle compravendite Numero di compravendite Numero di compravendite Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 1 G E N O V A NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 1 1.. Evoluzione delle compravendite Settore

Dettagli

Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015

Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015 Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015 Clima sempre cauto: SI al bonus lettura per rilanciare la cultura del Paese. NO all esplosione dei costi energetici. Il deprezzamento

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-1 NOVARA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 1 1 Tavola 1 Numero di compravendite di immobili residenziali e non residenziali nel periodo -11:

Dettagli

Il Settore della Cosmesi in Ucraina

Il Settore della Cosmesi in Ucraina 13 Dicembre 2007 Il Settore della Cosmesi in Ucraina A cura di: Centro Studi e Cultura d Impresa IL MERCATO DELLA COSMETICA IN UCRAINA Il mercato cosmetico in Ucraina, grazie alle sue quote di crescita,

Dettagli

UNA FARMACIA PER TUTTE LE ETÀ, UNA FARMACIA PER TUTTI IL MERCATO IN FARMACIA. a cura di IMS Consumer Health

UNA FARMACIA PER TUTTE LE ETÀ, UNA FARMACIA PER TUTTI IL MERCATO IN FARMACIA. a cura di IMS Consumer Health UNA FARMACIA PER TUTTE LE ETÀ, UNA FARMACIA PER TUTTI IL MERCATO IN FARMACIA a cura di IMS Consumer Health L evoluzione del mercato in farmacia dopo la forte contrazione del 2012 tende a stabilizzarsi

Dettagli

RAPPORTO ASSALCO ZOOMARK 2013 ALIMENTAZIONE E CURA DEGLI ANIMALI DA COMPAGNIA

RAPPORTO ASSALCO ZOOMARK 2013 ALIMENTAZIONE E CURA DEGLI ANIMALI DA COMPAGNIA RAPPORTO ASSALCO ZOOMARK 2013 ALIMENTAZIONE E CURA DEGLI ANIMALI DA COMPAGNIA INDICE Introduzione 5 Abstract 6 Metodologia - Fonti e raccolta dati 8 PARTE 1 - IL MERCATO 9 In crescita il mercato italiano

Dettagli

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%).

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI CREDITO DA PARTE DELLE FAMIGLIE Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). Le evidenze

Dettagli

La clientela dei canali

La clientela dei canali La clientela dei canali Il comportamento d acquisto dei prodotti Cosmetici GfK Eurisko Milano - Marzo 2014- Roberta Parmini Agenda Eventuale sottotitolo Metodologia La Clientela e il comportamento d acquisto

Dettagli

Fabio Rossello Presidente

Fabio Rossello Presidente Industria e consumi cosmetici in Italia nel 2012 Il progetto reputazione varato quattro anni fa vuole offrire il segnale di attenzione a sempre più nuovi stakeholder con l obiettivo di valorizzare il

Dettagli

Comunicato Stampa. Q3 2014: bilancio in rosso

Comunicato Stampa. Q3 2014: bilancio in rosso Comunicato Stampa Q3 : bilancio in rosso Novembre Antonio Besana T +39 02 85505-243 F +39 02 85505-299 antonio.besana@gfk.com Angelo Anello T +39 02 85505-381 F +39 02 85505-299 angelo.anello@gfk.com Risultati

Dettagli

Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita

Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita Laura Volponi International Shopper Insights Director IRI Indice Il contesto modifica le abitudini La parola

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza. con il coordinamento scientifico di:

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza. con il coordinamento scientifico di: Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza con il coordinamento scientifico di: La rilevazione 2 LA RILEVAZIONE DEI PREZZI Oggetto della rilevazione: Beni di largo consumo: prodotti alimentari

Dettagli

Analisi degli acquisti online di prodotti di Cosmetica

Analisi degli acquisti online di prodotti di Cosmetica HUMAN HIGHWAY Ricerca su un campione di popolazione acquirente di Prodotti di Cosmetica «any-channel» Analisi degli acquisti online di prodotti di Cosmetica Marzo 2016 1 Net Retail Q1 2014 Netcomm 1 LE

Dettagli

L efficacia delle promozioni di prezzo

L efficacia delle promozioni di prezzo L efficacia delle promozioni di prezzo Communication promotion o taglio prezzo? Lavorare sui volumi di vendita o sulla brand equity? Difficile dare una risposta netta. Nel Largo Consumo sembra che la soluzione

Dettagli

Comunicato Stampa. Q3 2015: il consolidamento della ripresa.

Comunicato Stampa. Q3 2015: il consolidamento della ripresa. Comunicato Stampa Q3 : il consolidamento della ripresa. Novembre Antonio Besana T +39 02 87055243 F +39 02 87051106 antonio.besana@gfk.com Angelo Anello T +39 02 87055381 F +39 02 87051106 angelo.anello@gfk.com

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SINTESI PER LA STAMPA EUROPEAN OUTLOOK 2014 Motori accesi, manca lo "start" SETTEMBRE 2013 Si tratta di un rapporto riservato. Nessuna parte

Dettagli

Le nuove tendenze del largo consumo. Volantino: istruzioni per l uso Università di Parma 24 Febbraio 2012

Le nuove tendenze del largo consumo. Volantino: istruzioni per l uso Università di Parma 24 Febbraio 2012 Le nuove tendenze del largo consumo Volantino: istruzioni per l uso Università di Parma 24 Febbraio 2012 La fiducia dei consumatori Più risparmio Italiani preoccupati 25% ha paura di perdere il lavoro

Dettagli

rapporto Univideo 2013 sullo stato dell home entertainment in Italia

rapporto Univideo 2013 sullo stato dell home entertainment in Italia rapporto Univideo 2013 sullo stato dell home entertainment in Italia il presente lavoro è stato elaborato da GfK Retail & Technology con la collaborazione di Univideo utilizzando le informazioni disponibili

Dettagli

Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO

Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO marketing highlights Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO A cura di: Marino Serafino Identificazione del settore Produzione e distribuzione di attrezzature, soluzioni e componenti di arredo

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Novara Indicatori socio-economici -0,77% -46,1%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Novara Indicatori socio-economici -0,77% -46,1% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 NOVARA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

Rapporto Assofranchising Italia 2013 Sintesi per la stampa

Rapporto Assofranchising Italia 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Assofranchising Italia 2013 Sintesi per la stampa In un mercato con i principali parametri della crescita bloccati, o addirittura con segno negativo, il franchising ha saputo sostanzialmente tenere

Dettagli

Il mercato della birra in Italia

Il mercato della birra in Italia Alessandro Poli Business Insights Director 1 Uno sguardo globale e qualche previsione Secondo l'ultimo rapporto Global Beer Trends della società di ricerca specializzata sulle bevande Canadean il consumo

Dettagli

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione ALIMENTARE Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione L industria alimentare è piuttosto importante per l economia italiana; il valore aggiunto prodotto da questo settore rappresenta

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

Comunicare Domani. Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2008. Milano, 26 giugno 2008

Comunicare Domani. Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2008. Milano, 26 giugno 2008 Comunicare Domani Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2008 Milano, 26 giugno 2008 Il mercato della comunicazione in Italia Le previsioni per il 2008 e la vision di AssoComunicazione

Dettagli

FORUM COLDIRETTI Cernobbio 20-21 ottobre 2006

FORUM COLDIRETTI Cernobbio 20-21 ottobre 2006 FORUM COLDIRETTI Cernobbio 20-21 ottobre 2006 Il PRODOTTO arriva al CONSUMATORE attraverso la DISTRIBUZIONE La DISTRIBUZIONE è il più potente selettore di offerte e il parametro di questa selezione è la

Dettagli