TRAPPOLE METAFORICHE GIORGIO POCHETTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRAPPOLE METAFORICHE GIORGIO POCHETTI"

Transcript

1 TRAPPOLE METAFORICHE Prima che arrivasse in casa piazzai delle piccole trappole. Sapevo che era una donna sensibile, molto pignola e grande osservatrice. Ero certo che imprimendo qua e là dei piccoli tocchi di personalità e di amore lei li avrebbe notati. Avrei fatto leva sui particolari per suscitare il suo interesse e cominciare a conquistarla. Cosí composi con cura un vaso con dei fiori secchi preoccupandomi di creare un impercettibile asimmetria, un piccolo fiorellino giallo si allontanava dagli altri e pendeva da una parte arcuandosi con noncuranza verso il telefono. Feci in modo che il bagno fosse ben pulito e in ordine, ma lasciai aperta sulla mensola una bottiglietta di eau de toilette, Action, con il tappo appoggiato poco più in là. Piccole dimenticanze per solleticare l immaginazione. Avrebbe pensato: Vive solo ma è un uomo curato, non trascura la pulizia della casa e, nonostante la fretta, si è dimenticato di chiudere la boccetta ha trovato il tempo per badare all igiene personale. Questo denota amor proprio, grande personalità e interesse per il prossimo. In cucina misi in vista con discrezione spezie orientali e un libro di ricette indiane, ciò avrebbe messo in risalto un certo gusto esotico e una forte propensione all avventura. Avrebbe potuto commentare: È un uomo che sa far tutto in casa; potrebbe sembrare metodico e un po pedante e invece è sempre pronto a trasgredire. Certamente è un tipo imprevedibile. Misi in evidenza sul tavolo un dizionario italianotedesco con un quaderno di appunti vicino. Doveva 7

2 TRAPPOLE METAFORICHE sembrare ci avessi lavorato su fino a qualche istante prima. Sapevo del suo interesse per la letteratura tedesca e quel libro di poesie di Heine che aggiunsi all ultimo momento l avrebbe sicuramente sorpresa: Come, anche tu ti occupi di letteratura tedesca? Mah, faccio delle traduzioni ogni tanto. Ultimamente mi sono occupato della Fine del Titanic di Enzensberger, lo hai letto? Pochi particolari insomma, ma ben orchestrati. Un eccesso sarebbe stato pericoloso perché Wandy era una donna furba e intelligente e avrebbe subito subodorato qualcosa. Io la conoscevo da poco, eppure sapevo tutte queste cose di lei! Non certo perché qualcuno me ne avesse parlato, ma per un piccolo particolare che non molti conoscono di me: sono docente di fisiognomica e scienze comportamentali dei popoli di cultura occidentale. Difficilmente mi sfugge qualcosa di una persona; dal suo aspetto esteriore, dalla sua gestualità, dal modo di camminare e da poche parole (le parole in verità sono le meno importanti), riesco a definirne i complessi, le aspirazioni e l estrazione sociale. A volte mi basta guardare un naso per capire molte cose di una persona, il naso di mio nonno per esempio, bastava guardarlo un momento e seguirne la pendenza che superava i 60 gradi per capire che doveva essere senza dubbio un uomo volitivo e sfuggente o volenteroso e strafottente, a seconda dei casi. So di possedere un arma molto potente per ottenere il controllo sulle persone e per questo sto attento a non approfittarne troppo, ma con Wandy la lotta era alla pari e troppo forte la tentazione di sedurla. Arrivarono le nove, l ora dell appuntamento. Di lí a poco suonò il campanello. Era lei. Provocante, classica ed elegante nel suo tailleur beige, truccata in modo contenuto, tutto di lei tendeva a sottolineare sono una donna semplice ma raffinata, ho un lavoro saltuario ma altamente professionale, questa sera sono qui volentieri, ma non è mio costume accettare inviti del genere... Eppure si era presentata a cena con una giacca a due bottoni, senza camicetta sotto. Si vedeva la carnagione rosata, le sue clavicole e un accenno di seno, ma senza riuscire a immaginare se indossasse il reggiseno oppure no. Non dovevo farmi intrappolare da questa ossessione e soprattutto non dovevo lasciarmi sorprendere a sbirciare, anche distrattamente, attraverso le pieghe della sua giacca. So bene quanto possa essere magnetico il dondolio di un seno e come nel bel mezzo di un discorso di un certo livello possa far perdere il filo di botto e far dire frasi sconnesse compromettendo irrimediabilmente una serata. Perciò ripetei fra me e me: Capire se porta il reggiseno non è cosa che mi deve interessare questa sera. Lo scoprirò stanotte se la mia strategia avrà avuto successo. Wandy entrò e diede una rapida occhiata, in apparenza distratta, a tutta la casa, poi disse: È molto carina! sottolineando molto la elle. Lo disse con un tono significativo, guardandomi bene negli occhi e utilizzando le pause con consumato mestiere. Il metalinguaggio del suo discorso, che non poteva certo sfuggire a un esperto come me, era questo: La prima impressione è ottima. Sei un uomo che potrebbe interessarmi molto; mi metto in uno stato d animo ricettivo e sono pronta a cogliere il prossimo segnale positivo per considerare senz altro la possibilità di un esperimento sentimentale. Le risposi con un sorriso di soddisfazione che voleva dire aspetta e vedrai. Guarda che so fare molto di più! Fu allora che cominciò a osservare la casa con più attenzione, come se volesse sottopormi a un esame più severo. 8 9

3 TRAPPOLE METAFORICHE Quando i suoi occhi si posarono sul vaso di fiori che avevo acconciato in modo volutamente asimmetrico ebbe un fremito, seppure impercettibile, e io per un momento ebbi il timore di essere stato scoperto. Poi vidi i suoi occhi velarsi leggermente. Conosco bene questi sintomi, sono i primi accenni di desiderio; li ho visti in molte donne, dapprima gli occhi cominciano a velarsi fino a diventare quasi opachi, poi diventano brillanti e liquidi e le labbra assumono una colorazione violacea e si fanno dure e tumide. È quello che gli esperti chiamano in termini tecnici coito simulato : un anticipazione riflessa e involontaria dell atto sessuale, un espressione del desiderio ancora a uno stadio subliminale. Chiaramente solo poche persone sono in grado di notare tutto questo, ma io lo notai subito. La osservai reprimere a fatica questo suo momento di debolezza e riprendere fiato con un piccolo gesto di disinvoltura (o di sfida?)... aveva spezzato tra le dita il rametto di fiori secchi che sporgeva sulla sinistra. Le rimase però il segno del colpo appena accusato: sul suo indice destro, appena sopra l attaccatura dell unghia, la pelle era imperlata da minutissime gocce di sudore, certo una piccola traccia, ma significativa per una donna con il suo self control. L asimmetria esercita un fascino irresistibile, questo è risaputo. Nessun uomo può resistere a un seno nettamente sbilanciato da una parte o a un viso di donna perfetto ma con un orecchio più grande dell altro o con due occhi di differente colore. Ricordo che mio nonno si innamorò perdutamente di una bigliettaia d autobus che aveva l ombelico spostato di qualche centimetro sulla destra; a lui bastò solo questo per innamorarsene, ma lei non lo credette mai e finirono per bisticciare. Poi lei lo lasciò per correre dietro a un autista col naso storto. Ma tornando a Wandy, la prima trappola aveva funzionato. Quando tornò dal bagno aveva ormai ripreso il completo dominio della situazione e anzi se ne uscí con una frase dai contorni provocatori e insinuanti che mi turbò un poco: Sai, usiamo lo stesso profumo! Aveva scoperto il mio gioco o voleva che la nostra conversazione si addentrasse oltre i confini dell intimo e del personale? La gente comune usa lo strumento banale dei segni zodiacali, comincia con un innocuo di che segno sei? per poi finire immancabilmente nell ardore sessuale dei Capricorni con ascendente Leone o nella perfetta affinità tra la Vergine e l Acquario. Ma Wandy era una donna raffinata, quel semplice usiamo lo stesso profumo evocava l intimità della toletta personale e la fragranza della sua pelle profumata, accendeva il desiderio di annusarle il collo per scoprire come uno stesso profumo possa raggiungere gradazioni tanto differenti quando si mischia a un diverso sudore; equivaleva insomma a un Sai, voglio mescolare il profumo della mia pelle con quello della tua e vedere cosa ne vien fuori... Questo pensai nell arco di un secondo, peraltro erano cose che conoscevo bene e che avevo sviluppato a fondo nel sesto capitolo del mio libro Sedizione o seduzione?, ma lo stesso rimasi senza respiro per un attimo, poi ripresi il controllo. La cena fu il mio piccolo capolavoro. Iniziai con un piatto tipico tailandese, ananas ripieno della sua polpa e di pezzetti di pollo in salsa medio-piccante. Cambiai via via longitudine con una meticolosità degna di un disegnatore di mappe geografiche. Di quaranta gradi in quaranta gradi toccai l India, con un piatto di riso alla menta e coriandolo; la Turchia, con un superbo Imam baytldi ( L Imam svenne ), un delizioso manicaretto a base di melanzane ripiene; l Andalusia, con una paella fatta al modo gitano; attraversai l oceano per arrivare a Bahia, con una moqueca di gamberi cotta nel latte di cocco; toccai il Messico, con un tacchino in salsa di mole poblano con 10 11

4 TRAPPOLE METAFORICHE mandorle e sesamo, e terminai in Polinesia, con una macedonia afrodisiaca che avevo imparato a preparare nelle Samoa Occidentali. Alla fine della cena lei mi sorprese con questa frase che denotava tutto il suo spirito di osservazione e le sue profonde conoscenze geografiche: Non avresti mica un bicchierino di sakè? Mancava solo il Giappone infatti per concludere il mio piccolo giro del mondo culinario, 40 gradi a ovest della Polinesia, e lei se ne era accorta. Mi aveva chiaramente dimostrato che tra noi si era venuta a creare un intesa perfetta, non le sfuggiva niente, la nostra conversazione poteva contare su un numero limitato di parole altamente simboliche. Potevamo comunicare quasi solo per gesti. Per un professore di fisiognomica e scienze comportamentali questo è il massimo che si possa desiderare, avevo trovato la donna ideale e in quel momento avrei voluto buttare all aria ogni convenzione sociale e ogni simbolo per passare a quello che è il momento comunicativo più diretto, più essenziale e sintetico tra un uomo e una donna. Sarei voluto passare dal metalinguaggio al linguaggio primordiale... Invece non feci niente di tutto questo, mi imposi di resistere ancora un po e andai in cucina a preparare il caffè. Al mio ritorno la trovai sofferente, quasi senza forze, che si dibatteva tra le lame della mia trappola metaforica, la Fine del Titanic di Enzensberger! Si rivolse a me con queste parole: Ach so... ich wusste nicht, dass du Deutsch sprichst. 1 Oh, ich liebe die deutsche Sprache...es ist die Sprache meiner tiefsten und innigsten Gefühle Ah, non sapevo che tu parlassi tedesco 2 Oh, io adoro il tedesco... è la lingua delle mie emozioni più intime e profonde... Mit gelben Birnen hänget und voll mit wilden Rosen das Land in den See, ihr holden Schwäne, und trunken von Küssen tunkt ihr das Haupt ins heilignüchterne Wasser... 3 Hölderlin! Sí. Sai, mia madre era tedesca, quando ero bambina si rivolgeva a me sempre in questa lingua. Cedetti irrimediabilmente alla potenza evocativa dei simboli, caduto anch io nella mia stessa trappola. Il linguaggio, la poesia, gli affetti, l infanzia, l istinto materno, tutto condensato in quelle sue poche parole... non seppi resistere, le slacciai i due bottoni della giacca (ah, dunque non portava il reggiseno!) e misi senza più esitazioni la mano destra sul suo seno sinistro. Da quel giorno non parlammo quasi più, ci bastava comunicare per gesti e più erano complicate le associazioni simboliche più sottile era il piacere che ne ricavavamo. Litigammo solo una volta perché Wandy aveva mal interpretato un mio inarcamento di sopracciglia, credo che gli avesse attribuito dei significati di rimprovero per come stava gestendo i rapporti con mia madre, per il resto la nostra fu un unione perfetta. 3 Con gialle pere si curva / e folto di rose selvagge / il paese nel lago, / voi nobili cigni, / ed ebbri di baci /immergete voi il capo / nell acqua limpida e sacra... (versi tratti da una poesia di Hölderlin) 12 13

5 GLI UMORI DEL SIGNOR BINDI Quando si svegliò era un po euforico. Poi uscí sotto un cielo di stagnola, in preda a sentimenti leggeri come vol-au-vent. Saltò sulla sua Cinquecento che quel giorno pareva fatta di cartoncino Bristol e si diresse al lavoro. Ma prima di andare in ufficio si fermò davanti al mare che sbuffava e schiumeggiava come spumante. Il suo umore ondeggiò al vento per qualche istante; esitò ancora per un altro attimo, sospeso in aria, poi finalmente si condensò sul parabrezza. In ufficio il signor Bindi non ebbe voglia di lavorare, ma in compenso elargí sorrisi sottili come foglietti, che scivolarono sotto gli usci fin nelle stanze dei colleghi più burberi e volarono via come aeroplanini. Poi telefonò alla donna più bella che conoscesse perché desiderava il profumo della sua pelle. La confuse con discorsi aerodinamici, la disorientò con pensieri aerostatici, poi la spogliò. Le tolse la camicia che profumava di Omino Bianco. Fu felice perché era il detersivo della sua infanzia e gli ricordava la collezione di figurine. Pregustò un amore timido e infantile. Poi le tolse le mutandine che sapevano di appretto. Diventò allegro perché appretto è una parola buffa; pensò a cose buffe e ne uscí un amore divertente. Sentí il profumo del suo sesso e fu sopraffatto dal piacere, perché sapeva di coriandoli freschi, appena stampati. Ne uscí un amore scherzoso e un po malizioso. Quando finirono di fare l amore lui le parlò e le parole salivano in alto e si raccoglievano in grumi, sul soffitto. 15

6 Lei disse: Bindi sei proprio un mattacchione. Non avrei mai creduto... Quando uscí stava cadendo dal cielo una pioggerella lattiginosa, tiepida, che addolcí la mente del signor Bindi e la rese molle come Das. Poi un granello di sabbia proveniente dalla Mauritania volteggiò nell aria davanti a lui, percorse una spirale, fece una doppia piroetta, roteò come una trottola impazzita e precipitò nel suo occhio con fragore proporzionato alle sue dimensioni. Il signor Bindi perse delle lacrime che rigarono il suo completo a quadri, poi scoppiò in singhiozzi perché la vita è cosí dolce e cosí fragile e basta un niente perché si inceppi. Anche un granello di sabbia. Quella sera rimase triste e triste si addormentò. Questo poté succedere al signor Bindi, ché era uomo di umori mutevoli. ODORI Fu scelto per caso o, per meglio dire, attraverso un grande concorso nazionale indetto dalla Nebulon con criteri di valutazione esclusivamente statistici. La Nebulon era una fabbrica di cosmetici di risonanza internazionale famosa nel mondo per il lancio, a ogni inizio di stagione, del profumo dell anno, il profumo che sapeva racchiudere meglio di qualsiasi altro le qualità, il fascino, ma soprattutto l evoluzione e i mutamenti della donna moderna. La Nebulon aveva bisogno di un nuovo annusatore ufficiale il cui naso fosse assolutamente imparziale e rispondesse con buona fedeltà al gusto medio del naso femminile; ma, più di ogni altra cosa, doveva sapersi orientare attraverso i meandri profumati della scala olfattiva. Essa si basava sulle cinque caratteristiche fondamentali di tutti gli odori: la nota floreale, che era da desiderare più di ogni altra; la nota muschiata, che aggiungeva al classico floreale una piccola gradazione aspra e selvatica, leggermente maschile e che ben si addiceva a una donna moderna ed emancipata; vi era poi la nota fruttata, essenzialmente giovanile; la nota aldeidica, dal vago aroma di mandorle amare; e infine la nota chetonica, indesiderabile e assolutamente da evitare per la riuscita di un buon profumo. La perfetta mescolanza delle prime quattro note, con l aggiunta, a volte, di un pizzico della quinta, poteva determinare il successo di un profumo e farlo divenire il profumo dell anno. Le ricerche di mercato suggerivano il mutare degli orientamenti nella popolazione femminile e l annusatore ufficiale se ne serviva per dosare la miscela ideale delle cinque note olfattive

7 ODORI Fu scelto il suo naso, tra migliaia di altri nasi. Il suo fu quello che superò in modo prodigioso i due test che erano stati predisposti per il concorso. Nella prima selezione vennero fatti annusare quattro profumi standard che, miscelati insieme in proporzioni incognite, avevano dato origine a un quinto profumo. Chi fosse riuscito ad avvicinarsi entro un certo limite alla proporzione esatta della miscela sarebbe passato alla seconda prova. Il naso di Ottavio Senzaltro si classificò primo, avendo valutato con un 5:1:2:0.7 il rapporto tra i quattro profumi che in realtà erano stati dosati in proporzione 5:1:2:0.6. Fu un risultato sbalorditivo che non combaciò perfettamente con la composizione reale solo a causa di un leggero raffreddore che quel giorno alterava le capacità olfattive di Ottavio. Con lui si qualificarono altri centosette nasi. La seconda prova della Nebulon fu un capolavoro di imparzialità e di rigore scientifico. Venne fatto sentire ai concorrenti l aroma di un altro profumo campione del quale si sarebbe dovuto valutare la proporzione nelle cinque note della scala olfattiva, ma siccome si sarebbe potuto obiettare che la scala olfattiva standard era stata definita attraverso test che erano pur sempre soggettivi, in quanto ogni naso fa storia a sé, si decise che il vincitore sarebbe stato quel naso che più si fosse avvicinato al valore medio del giudizio dato dai centosette candidati. Ebbene, quello di Ottavio si rivelò il naso medio per eccellenza con una deviazione standard di appena 0.01 sigma. Fu assunto con grande soddisfazione dei dirigenti della Nebulon che pensarono di aver trovato un vero talento naturale, ma la soddisfazione fu soprattutto sua. Ottavio infatti era disoccupato da due anni ed era sull orlo della disperazione. In quei due anni aveva provato di tutto, dall ingrassaggio delle saracinesche dei negozi alla vendita di puntine da disegno, dall intarsio di stuzzicadenti all affitto di telefonini portatili durante gli ingorghi d auto; si era anche conquistato una certa popolarità a Napoli come l uomo che riusciva a scrivere con una stilografica fino a venti parole su un granello di riso, ma nessuna di queste attività gli aveva veramente permesso di fare il salto di qualità sempre sognato: un lavoro fisso con la tredicesima, le ferie e la pensione assicurata. In verità nessuno sapeva che Ottavio non molto tempo prima aveva svolto un importante attività per conto della Cacao International Trading Corporation in qualità di assaggiatore ufficiale di cacao e cioccolato. Racconta di lui un impiegato della Cacao International: Di tutti i professionisti del mondo era l unico in grado di dare il 100% di risposte giuste ai test ciechi sul cacao; gli altri non superavano il 50% dopo il secondo assaggio. Il signor Senzaltro ne identificava varietà e provenienza con tale sicurezza che gli scienziati dell Institut National du Goût avrebbero voluto prelevargli un po di papille fungiformi, calciformi e filiformi per carpirne il segreto. Era un talento naturale! Fu lui ad affermare per primo che il cioccolato deve essere né troppo acre né troppo astringente, bensí armonico. Fu lui a inventare i cioccolatini allo zenzero, alla menta e alla cannella o al seme di finocchio. Fu lui ad affermare che, pur tollerando la presenza di alcool nell impasto, solo rari porto e sauternes sono abbastanza morbidi da non disturbare il sapore dei cioccolatini che vanno mangiati molto piano, uno alla volta, fra le dieci e le undici del mattino o le cinque e le sei di sera, a palato riposato. Era un genio... poi gli successe quel deprecabile incidente

8 ODORI Nessuno alla Cacao International aveva voluto mai raccontare cosa fosse veramente accaduto, ma è cosa certa che Ottavio Senzaltro cadde improvvisamente in disgrazia, uscí dalla scena internazionale del cacao e non sfruttò più quel suo talento naturale. Ora Ottavio aveva l occasione di ricostruire la sua fortuna usando l olfatto e tutto per una piccola inserzione della Nebulon su un giornale della sera. Annusa la fortuna! Il tuo naso può renderti felice! La prima cosa che Ottavio fece nell intraprendere il suo nuovo lavoro fu quella di svelare tutti i segreti della concorrenza, in particolare la composizione del famoso profumo Diabolik Pink, che era al primo posto nelle vendite dell anno. Ebbene Ottavio scoprí che oltre ad avere un alta percentuale aldeidica che gli conferiva quel tipico odore di coccoina che faceva impazzire le ragazzine di dodici/quindici anni, avevano aggiunto al profumo un lievissimo aroma che Ottavio non esitò a definire come una nuova nota nella scala olfattiva. La chiamò nota caseinica per il tipico, seppur mascherato, odore di caciotta affumicata. Via via Ottavio inserí ulteriori note e nuove sfumature che lui amava definire i diesis e i bemolle della scala olfattiva. La nota canforata e quella resinata, dalla tipica fragranza di patchouli, sono solo alcune tra quelle che risultarono più preziose per i profumi della Nebulon. Tutto filò a gonfie vele per i primi tempi e Ottavio ebbe modo di essere invidiato e corteggiato persino dai dirigenti della Chanel. Ma un giorno il presidente della Nebulon lo mandò a chiamare: Caro signor Senzaltro, disse in tono piuttosto grave, capisco bene come il suo naso negli ultimi tempi sia stato sottoposto a prove molto dure e stressanti, perciò voglio essere comprensivo con lei e chiudere un occhio sul suo ultimo rapporto. Non capisco, disse Ottavio. Senta un po cosa ha scritto nella relazione che ha preparato lunedí: è un profumo dal delicato aroma fruttato, con sfumature di floreale, florealemuschiato e con un retrogusto timido, via via sempre più imperioso, che non esiterei a definire simile a quello della biancheria intima di Carlotta. È questo che dà corpo al profumo e lo rende desiderabile oltre ogni misura. Se ci fosse spazio per il dolce aroma delle ascelle di Maddalena, trovo che questo profumo potrebbe diventare senz altro il miglior candidato al profumo dell anno... Spero bene che lei non voglia distillare le essenze più intime delle sue fidanzate, pertanto la invito a essere più rigoroso in futuro e a fidarsi più del suo naso che delle sue fantasie erotiche. Senz altro! disse Ottavio e uscí dallo studio del direttore addolorato e confuso. Il rapporto era stato scritto da lui, senza ombra di dubbio. Si era lasciato prendere la mano senza neanche rendersene conto. Era stanco e sotto stress, doveva prendersi un po di riposo. Quella sera cercò sollievo e consolazione tra le braccia di Carlotta, la donna dolce come un cioccolatino al Grand Marnier e profumata come una goccia di Anaïs Anaïs. Com era bella Carlotta con quei suoi seni pieni e le natiche mature e dorate come i frutti del cacao! Si tolse davanti a lui la sottoveste e il profumo del suo corpo si sparse subito per la stanza da letto. Ottavio annusò l aria con fare professionale e attento:...floreale 5, fruttato 3, muschiato 2.5, aldeidico che donna eccezionale... Poi d un tratto Ottavio storse il naso e si lasciò sfuggire un gemito di disapprovazione di nota chetonica! Indesiderabile, sgradevole, assolutamente intollerabile! Questa donna è andata a male... sa d aceto! 20 21

9 ODORI Ottavio si alzò dal letto seminudo e si accomiatò in tutta fretta con una scusa qualsiasi. Tornò a casa a piedi passando per Spaccanapoli. L aria era calda e stagnante. I vicoli erano pieni di odori, tutti perfettamente distinguibili: la pastiera napoletana con il profumo d acqua d arancio, lo zibibbo, i peperoni ripieni, le melanzane fritte, la passata di pomodoro, il soffritto di cipolla, la cannella, l incenso, il puzzo di pipí, il fetore dell immondizia, lo sformato di maccheroni e l inconfondibile odore di caffè. Poi all improvviso gli odori cominciarono a ballare tutti insieme e a mischiarsi tra loro dentro il suo naso, fino a fargli provare nausea e un acuto dolore. Quella sera si addormentò stordito e abbattuto, senza più un briciolo di forza in corpo. Due giorni dopo il capo lo fece chiamare di nuovo e questa volta lo apostrofò severamente: Signor Senzaltro, non sono solito ripetermi, perciò consideri quel che le dico come il mio ultimo avvertimento. Noi non siamo assolutamente interessati alle sfumature olfattive che incontra nei corpi delle sue amanti, siano essi l aroma alla nocciolina della colonna vertebrale di Clarissa o il gusto vanigliato alla banana dei bicipiti di Maddalena dopo che ha fatto jogging o tanto meno il profumo elettrico, di aria ionizzata, della peluria di Rosalia quando sta provando piacere, è chiaro? Ci dia un taglio, signor Senzaltro, questa è l ultima occasione che le do! Ottavio rimase sconvolto, aveva appena perso la sua concentrazione olfattiva e lo spettro della disoccupazione lo rendeva ancora più nervoso e disorientato. Di notte fece l amore con Dorotea e la trovò eccessiva in tutto, troppo floreale, troppo muschiata, troppo fruttata; sembrava una macedonia di frutti tropicali. Si consolò con Assunta, la siciliana, ma rimase nauseato dal profumo penetrante di fico d india e agave marcito al sole che emanava dalla sua pelle, troppo forte, anche per un ex-disoccupato napoletano. Trovò Duilia monotona, era un nella scala olfattiva, equilibrata fino alla paranoia. Per Erminia dovette coniare nuove note, tutte al di sopra delle righe. Il 15 agosto del 1999 Ottavio Senzaltro fu trovato a casa sua in preda alle convulsioni, in piena crisi di allucinazione olfattiva. Fu ricoverato d urgenza in una clinica otorino-laringoiatrica dove subí ripetuti interventi al naso e al palato. Fu prontamente licenziato dalla Nebulon dopo il referto medico del dottor Dreier, incaricato dalla ditta stessa, la cui diagnosi fu pressoché identica a quella che qualche anno prima aveva rilasciato il medico del lavoro della Cacao International: L impiegato Ottavio Senzaltro è affetto dalla sindrome di Coconut: in essa a una prima fase acuta di eccezionale aumento delle percezioni olfattive e gustative segue presto una seconda fase cronica di instabilità e confusione sensoriale, con oscillazioni della sensibilità che possono toccare punte quasi insopportabili e deviazioni della percezione che investono talvolta la sfera psico-emotiva del malato, portando a mania di persecuzione e a stati di schizofrenia. Note aggiuntive: la sindrome di Coconut è assolutamente incurabile. Sei mesi dopo Ottavio fu dimesso dalla clinica e giudicato fuori pericolo. Il suo naso, dopo gli interventi subiti, non era più in grado di percepire alcun odore, né il suo palato poteva più apprezzare alcun sapore. Da allora ha perso completamente ogni appetito sessuale. L ultimo orgasmo della sua vita Ottavio lo aveva avuto sei mesi prima, attraverso il suo naso, di fronte a una bancarella di ciambelle fritte; mai più ne avrebbe avuti altri in seguito. Mai più avrebbe provato piacere per il corpo di una donna

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Gioco sensoriale stagionale

Gioco sensoriale stagionale Obiettivi Conoscere la frutta e la verdura di stagione grazie all aiuto dei cinque sensi. Allenare l utilizzo isolato dei sensi Età Da 7 anni Luogo In classe Timo Ullmann/WWF Svizzera Il gioco sensoriale

Dettagli

La donna che si baciava con i lupi

La donna che si baciava con i lupi guido catalano La donna che si baciava con i lupi 2010 LeBolleBlu Edizioni 2014 Miraggi Edizioni www.miraggiedizioni.it Progetto grafico Miraggi Il disegno sulla copertina è di Gipi Finito di stampare

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

PINOT GRIGIO FRIULI COLLI ORIENTALI D.O.C. : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% FORMA DI ALLEVAMENTO : cordone speronato basso

PINOT GRIGIO FRIULI COLLI ORIENTALI D.O.C. : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% FORMA DI ALLEVAMENTO : cordone speronato basso PINOT GRIGIO : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% : in bianco, solo acciaio NOTE GUSTATIVE : colore giallo paglierino con riflessi dorati. Profumo elegante di frutta matura, fiori di campo e fieno

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac 2 Titolo: Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Autrice: Marie Sexton, www.mariesexton.net Traduzione: Amneris

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Un amore che desidera. (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma)

Un amore che desidera. (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma) Un amore che desidera (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma) Lei: A che cosa stai pensando? Io: Lei: Oh, dico a te Io: Eh? Lei: A che cosa stai pensando? Io: Mmmh a niente Lei: Ah a niente Io: Sì, a niente

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Vini SPUMANTI. Franciacorta Cuve Imperiale Brut. Valdobbiadene Prosecco. Superiore Brut. Prosecco Treviso Extra Dry. Valdobbiadene Prosecco

Vini SPUMANTI. Franciacorta Cuve Imperiale Brut. Valdobbiadene Prosecco. Superiore Brut. Prosecco Treviso Extra Dry. Valdobbiadene Prosecco Carta dei Vini 2015 Vini SPUMANTI Franciacorta Cuve Imperiale Brut Superiore Brut Berlucchi Regione LOMBARDIA Uve Chardonnay e Pinot Nero Vino Bouquet ricco e persistente,con note fruttate e floreali.

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

MA LE STELLE QUANTE SONO

MA LE STELLE QUANTE SONO LIBRO IN ASSAGGIO MA LE STELLE QUANTE SONO DI GIULIA CARCASI Alice Una vecchia canzone diceva: Tu sai tutto sulla realtà del mercato e qui io ammetto di essere negato. Ma a inventare quel che non c è io

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007 Milano, giugno 2007 Tempi che corrono Ore 8.30 Maria si siede al tavolo con la sua colazione: cappuccio, brioche e una spremuta d'arancia. Comincia a sfogliare il giornale, ma è distratta... Non dalla

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini P O R T O L I O UN TEMPO GHIACCIATO Tra le nevi perenni della Groenlandia per ritrovare se stessi. Il racconto di una fuga verso il Nord, in un luogo pieno di luce e di spazio, dove svegliarsi ogni giorno

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO

ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO Iniziamo il percorso ricordando agli alunni le motivazioni che hanno spinto gli uomini a creare sistemi di misurazione del tempo, come fatto già per l orologio. Facciamo

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

BIANCOENERO EDIZIONI

BIANCOENERO EDIZIONI RACCONTAMI BIANCOENERO EDIZIONI Titolo originale: The Strange Case of Dr. Jekyll and Mr. Hyde, 1886 Ringraziamo Giulio Scarpati che ha prestato la sua voce per questo progetto. Consulenza scientifica al

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

1) Il bambino in Ospedale

1) Il bambino in Ospedale Dal giorno in cui qualcuno ha avuto il coraggio di entrare in un reparto di terapia terminale con un naso rosso e uno stetoscopio trasformato in telefono, il mondo è diventato un posto migliore. Jacopo

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita.

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita. Perché non ballate? In cucina si riversò da bere e guardò la camera da letto sistemata sul prato davanti a casa. Il materasso era scoperto e le lenzuola a righe bicolore erano piegate sul comò, accanto

Dettagli

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola CATALOGO DEI PRODOTTI Dall orto alla tavola Tutti i prodotti della nostra gamma sono senza coloranti nè conservanti, per preservare la vera natura delle pregiate materie prime utilizzate nella lavorazione

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli