STRUMENTI FINANZIARI, TITOLI DI DEBITO e PATRIMONI DESTINATI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STRUMENTI FINANZIARI, TITOLI DI DEBITO e PATRIMONI DESTINATI"

Transcript

1 1 REGISTRO DELLE IMPRESE STRUMENTI FINANZIARI, TITOLI DI DEBITO e PATRIMONI DESTINATI 1/2006 febbraio

2 2 INDICE PREMESSA SOCIETA PER AZIONI: STRUMENTI FINANZIARI PATRIMONI DESTINATI AD UNO SPECIFICO AFFARE...3 a) Patrimoni...3 Assemblea speciale...5 Nomina e modifica rappresentante comune della categoria degli strumenti finanziari...5 Rendiconto finale...7 b) Finanziamenti S.R.L. - EMISSIONE TITOLI DI DEBITO COOPERATIVE: STUMENTI FINANZIARI...9 2

3 3 PREMESSA Per diritti e bolli vedi la sezione DIRITTI BOLLI COSTI Per le modalità di predisposizione, firma, spedizione della pratica telematica e degli allegati vedi la sezione GUIDA E SOFTWARE DELLA PRATICA TELEMATICA 1. SOCIETA PER AZIONI: STRUMENTI FINANZIARI 1 Il legislatore della legge 366/2001 aveva dettato il principio di "prevedere, al fine di agevolare il ricorso al mercato dei capitali. la possibilità, i limiti e le condizioni di emissione di strumenti finanziari non partecipativi e partecipativi dotati di diversi diritti patrimoniali e amministrativi". (art.4, co.6, lett.c). Il legislatore delegato ha tradotto il principio nell'art ultimo comma, indicando anche che "..In tale caso lo statuto ne disciplina le modalità e condizioni di emissione, i diritti che conferiscono.." Questa informazione quindi verrà data al Registro delle imprese con lo statuto, in sede di costituzione o modifica statutaria, riportando il contenuto del relativo articolo nel riquadro primario 24 (scelta codici con F4), sia per il modello S1 che S2. L'art. 2376, 1 comma, dispone poi che in caso di emissione di strumenti finanziari che conferiscono diritti amministrativi, le deliberazioni dell'assemblea che pregiudicano i diritti della categoria, devono essere approvate anche dall'assemblea speciale degli appartenenti ad essa. Il 2 comma prevede che ad esse si applicano le disposizioni relative all'assemblea straordinaria. 1.1 PATRIMONI DESTINATI AD UNO SPECIFICO AFFARE La disciplina contenuta negli artt. dal 2447-bis al 2447-decies c.c. costituisce una novità con la quale si mira a favorire sia lo sviluppo sia la diversificazione dell'attività economica della società per azioni, senza creazione di nuovi soggetti giuridici (costituzioni, scissioni) bensì tramite ricorso a patrimoni o finanziamenti da destinare ad uno specifico affare. Le definizioni contenute nell'art bis comma 1 c.c. identificano infatti due possibili vie: nella ipotesi della lettera a) si individua una parte del patrimonio sociale 2 destinandolo in via esclusiva ad uno specifico affare al quale sono ricondotti i beni separati; nella ipotesi b) si individua un flusso di reddito, destinandolo ad uno specifico affare, al quale sono ricondotti non i beni ma i risultati derivanti (proventi). a) Patrimoni Il contenuto della deliberazione, adottata dall'organo amministrativo salvo diversa disposizione dello statuto, è elencato nell'art ter. Il successivo art quater dispone che la delibera sia depositata ed iscritta dal notaio entro 30 gg. a norma dell'art ; i creditori sociali anteriori all'iscrizione (quindi i creditori della società) possono fare opposizione entro 60 gg. dalla data dell'iscrizione stessa. Il Tribunale può comunque disporre che la deliberazione sia eseguita. 1 azioni ordinarie, altre categorie di azioni, obbligazioni convertibili e non, cambiali finanziarie 2 anche in questa ipotesi è possibile, ma non necessario, ricorrere ad un finanziamento (art ter comma 1 lettera e) che rimane sussidiario alla principale separazione patrimoniale 3 art.2436 c.c. "Il notaio che ha verbalizzato la deliberazione.entro trenta giorni ne richiede l'iscrizione nel Registro delle imprese " 3

4 4 Ci sono pertanto due adempimenti da eseguire: 1 ) TERMINE: 30 GIORNI dalla data dell atto. SOGGETTO OBBLIGATO: Notaio Modello S2 informatico riquadro A, B (codice atto A24) e 25, codice tipo relativo alla fattispecie (creazione, modifica o cessazione di un patrimonio) ed int. P nel caso di nomina di società di revisione Copia della delibera 4 dell organo amministrativo (salvo diversa previsione statutaria) redatta per atto pubblico 2 ) Trascorsi i 60 gg. dall iscrizione della delibera, se non ci sono state opposizioni o se il Tribunale ha comunque autorizzato l operazione, è necessario depositare la comunicazione di esecuzione della delibera stessa: SOGGETTO OBBLIGATO: Amministratori TERMINE: nessuno Modello S2 informatico, quadri A e B (A24) e riquadro 25 con la specifica "esecuzione della delibera del." recante come data effetto almeno 60 gg. successivi alla data di iscrizione della delibera nel Registro delle imprese, L'art septies dispone poi che per ogni patrimonio destinato deve essere redatto un rendiconto a parte da allegare al bilancio di esercizio. 4 Costitutiva, modificativa o estintiva del patrimonio 4

5 5 Se la deliberazione concernente il patrimonio destinato contempla l'emissione di strumenti finanziari 5 di partecipazione allo specifico affare, l'art octies prevede la costituzione di una assemblea speciale dei possessori di ogni categoria di strumenti finanziari stessi. Le delibere dell assemblea speciale sono disciplinate dalle norme sulle assemblee straordinarie, per esplicito richiamo, mentre per la nomina del rappresentante comune della categoria degli strumenti finanziari è richiamato l'art sul rappresentante comune degli obbligazionisti: entro 30 gg. dalla notizia della sua nomina ne deve richiedere l'iscrizione al Registro delle imprese. TERMINE: non previsto SOGGETTO OBBLIGATO: Notaio Assemblea speciale Modello S2 informatico, codice atto A99 Copia del verbale di assemblea dei possessori di strumenti finanziari, redatto per atto pubblico Nomina e modifica rappresentante comune della categoria degli strumenti finanziari TERMINE: - 30 gg. dalla notizia della nomina del rappresentante comune SOGGETTI OBBLIGATI: - Notaio per l iscrizione della delibera - rappresentante comune per l iscrizione della nomina Il notaio che ha redatto l atto può adempiere all obbligo pubblicitario. Non sono necessarie altre formalità se il soggetto nominato è presente in assemblea, altrimenti il rappresentante comune dovrà firmare digitalmente la distinta di presentazione della pratica. Se il rappresentante non ha la firma digitale, il notaio potrà comunque richiederne l iscrizione della nomina, allegando alla domanda copia tratta da scanner di un modello cartaceo di contenuto liberamente scelto dal notaio stesso, recante la dichiarazione di accettazione carica con la firma autografa del rappresentante nominato, autenticata dallo stesso notaio oppure accompagnata, in separato file, dalla copia del documento di identità. In entrambi i casi il file contenente la copia scannerizzata del documento cartaceo recante le firme autografe dei soggetti dovrà essere firmato digitalmente dal notaio che ne attesterà la conformità all'originale cartaceo ai sensi del DPR 445/2000. Modello S2 codice atto A99 Int. P copia del verbale di Assemblea speciale MODELLO S2 Il modello deve essere scelto come modello base per poter inserire gli estremi della domanda e dell atto; pertanto selezionare RIQUADRI PRIMARI lasciando le righe 1,2 già selezionate automaticamente 5 art ter lettera e) 5

6 6 Il codice atto da inserire è quello residuale A99, in quanto non ne esiste uno specifico nella lista proposta da FEDRA Al modello base va aggiunto il Mod. Int. P per i dati anagrafici del Rappresentante Comune dei possessori di strumenti finanziari. Il mod. Int. P deve essere aperto come NUOVA PERSONA pertanto selezionare la voce relativa E nella successiva finestra selezionare le righe 1,2 e 3 6

7 7 Infine inserire i dati anagrafici e la carica Qualora si stia comunicando la sostituzione del Rappresentante comune, gli Int. P da aggiungere al modello base S2 devono essere due: uno per la cessazione del vecchio Rappresentante uno per la nomina del nuovo Rendiconto finale L'art novies disciplina la cessazione dell'istituto, che può avvenire nei seguenti casi: quando si realizza, oppure quando è divenuto impossibile l'affare al quale era stato destinato il patrimonio; quando la deliberazione costitutiva ha previsto altre cause di cessazione; per fallimento della società. In ciascuna di queste ipotesi (escluso il fallimento) gli amministratori redigono un rendiconto finale che deve essere depositato presso il Registro delle imprese; dalla data del deposito decorrono i 90 gg. a disposizione dei creditori non soddisfatti dal patrimonio per richiedere la messa in liquidazione della società. TERMINE: - non previsto SOGGETTO OBBLIGATO: Amministratori Modello S2 informatico, codice atto A24, Allegati: rendiconto finale, relazione dell organo di controllo sulla gestione, relazione dell organo di controllo contabile 7

8 8 b) Finanziamenti Il contratto di finanziamento di uno specifico affare può prevedere che al suo rimborso, totale o parziale, siano destinati in via esclusiva tutti o parte dei proventi dell'affare stesso. (art decies comma 1 c.c.). A differenza del patrimonio destinato qui la garanzia non è costituita dalla effettiva separazione del patrimonio di una società, ma soltanto dai proventi di un affare. Essi costituiscono un patrimonio separato a due condizioni (art.2447-decies comma 3): che copia del contratto sia depositata per l'iscrizione presso il Registro delle imprese; che la società adotti sistemi di incasso e di contabilizzazione idonei ad individuare i proventi dell'affare e a tenerli separati dal restante patrimonio della società. TERMINE: - non previsto SOGGETTO OBBLIGATO: Amministratori Modello S2 informatico, codice atto A24, codice tipo a seconda che si tratti di creazione, modifica o cessazione di un finanziamento Allegato: copia del contratto 6 relativo al finanziamento 6 nulla la norma dice sulla forma del contratto il quale, per gli aspetti civilistici e negoziali potrebbe anche limitarsi alla forma scritta ma che, per le garanzie di sicurezza e paternità procedimentali, dovrebbe essere quella di atto pubblico 8

9 9 2. S.R.L. - EMISSIONE TITOLI DI DEBITO Il legislatore della legge 366/2001 aveva dettato il principio di " disciplinare condizioni e limiti per l'emissione e il collocamento di titoli di debito presso operatori qualificati..".(art. 3 co.2 lett. g) Il legislatore delegato ha tradotto il principio nell'art stabilendo, al comma 1, che la previsione deve essere contenuta nell'atto costitutivo, con l'attribuzione della competenza per l'emissione 7 o ai soci (stabilendo contestualmente anche le maggioranze dell'assemblea) oppure agli amministratori, indicandone poi limiti e modalità. Per le srl non si parla quindi di strumenti finanziari, ma di titoli di debito, che possono essere sottoscritti solo da investitori professionali. Si tratta di titoli emessi dalla società per acquisire finanziamenti; rappresentano debiti pecuniari che la società assume verso i terzi dai quali ha ricevuto un prestito (una categoria di titoli di debito sono ad esempio le obbligazioni). Non ci sono disposizioni in materia, ma si ritiene di poter applicare le disposizioni del prestito obbligazionario (artt e seguenti), comprese quelle relative all assemblea speciale e al rappresentante comune. Il comma 3 dell art dispone che l'emissione dei titoli deve prevedere sia le condizioni del prestito che le modalità di rimborso e deve essere iscritta dagli amministratori presso il Registro delle imprese; si ritiene che analoga iscrizione vada fatta in caso di modifica delle condizioni e delle modalità dell'emissione, seguendo le medesime istruzioni concernenti l emissione. TERMINE: non previsto SOGGETTO OBBLIGATO: Amministratori Modello S2 informatico, codice atto A99 Allegato: copia del verbale o del documento dell organo competente previsto nello statuto 3. COOPERATIVE: STUMENTI FINANZIARI L art c.c. stabilisce che l atto costitutivo può prevedere l emissione di strumenti finanziari, da attribuire ai soci finanziatori, secondo la disciplina della spa. L art c.c. dice invece che l assemblea speciale dei possessori di strumenti finanziari nomina il rappresentante comune. Non c è alcuna previsione circa la pubblicità di tale nomina. Poiché però c è generale rinvio alle norme della spa, si applica l artt ter e, per rinvio, l art c.c. Per le modalità di compilazione della pratica si faccia riferimento al paragrafo delle società per azioni. 7 si ricorda che titoli emessi possono essere sottoscritti soltanto da investitori professionali soggetti a vigilanza prudenziale a norma di leggi speciali (Banche, Sim); comma 2 9

IL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO

IL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO Anagrafe Economica registro.imprese@an.camcom.it IL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO Guida a cura del Registro delle Imprese di Ancona Per informazioni registro.imprese@an.camcom.it Versione 1 - ottobre 2010 RIFERIMENTI

Dettagli

LE OPERAZIONI SUL CAPITALE SOCIALE DELLE SOCIETA DI CAPITALE

LE OPERAZIONI SUL CAPITALE SOCIALE DELLE SOCIETA DI CAPITALE REGISTRO DELLE IMPRESE LE OPERAZIONI SUL CAPITALE SOCIALE DELLE SOCIETA DI CAPITALE 1/2006 marzo 2006 www.an.camcom.it INDICE PREMESSA...3 INTRODUZIONE...3 1. DELIBERA DI AUMENTO DEL CAPITALE SOCIALE...3

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

Titoli obbligazionari

Titoli obbligazionari 1 Titoli obbligazionari Emissione Se la legge o lo statuto non dispongono diversamente, l'emissione di obbligazioni è deliberata dagli amministratori. In ogni caso la deliberazione di emissione deve risultare

Dettagli

SOCIETA' DI CAPITALI SRL e Soc. Consortili a r.l.

SOCIETA' DI CAPITALI SRL e Soc. Consortili a r.l. SOCIETA' DI CAPITALI SRL e Soc. Consortili a r.l. Sommario: 1. Iscrizione dell atto costitutivo e statuto 2. Iscrizione degli atti modificativi dello statuto PARTE PRIMA 3. Nomina o riconferma delle cariche

Dettagli

PARTE TERZA 11. AUTORIZZAZIONE DI ACQUISTO DA PARTE DELLA SOCIETA DI BENI DI PROMOTORI, FONDATORI, SOCI E AMMINISTRATORI

PARTE TERZA 11. AUTORIZZAZIONE DI ACQUISTO DA PARTE DELLA SOCIETA DI BENI DI PROMOTORI, FONDATORI, SOCI E AMMINISTRATORI PARTE TERZA 10. DEPOSITO DELLO STATUTO AGGIORNATO Riferimenti legislativi: art. 2436 C.C.; Termini: nessuno; Obbligati: un componente dell organo amministrativo; S2 (quadri A, B e 20), per richiedere il

Dettagli

La deliberazione di fusione delle società DI CAPITALI deve essere depositata per l'iscrizione nel registro delle imprese, insieme con gli allegati

La deliberazione di fusione delle società DI CAPITALI deve essere depositata per l'iscrizione nel registro delle imprese, insieme con gli allegati Seconda Parte La deliberazione di fusione delle società DI CAPITALI deve essere depositata per l'iscrizione nel registro delle imprese, insieme con gli allegati indicati nell' articolo 2501-septies. Si

Dettagli

SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE

SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE LIBRO V DEL LAVORO TITOLO V DELLE SOCIETA' CAPO V SOCIETÀ PER AZIONI (modificato dall'art. 1, del D. Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6, recante

Dettagli

gli amministratori della società soggetta ad attività di direzione e coordinamento

gli amministratori della società soggetta ad attività di direzione e coordinamento Iscrizione in apposita sezione dei soggetti che esercitano attività di direzione e coordinamento e dei soggetti che vi sono sottoposti, e relativa cessazione (2497 bis c.c.) gli amministratori della società

Dettagli

Rilevanza legale dei documenti sul web, rivoluzione per fusioni e scissioni

Rilevanza legale dei documenti sul web, rivoluzione per fusioni e scissioni Rilevanza legale dei documenti sul web, rivoluzione per fusioni e scissioni OPERAZIONI STRAORDINARIE Oggetto : RILEVANZA LEGALE DEI DOCUMENTI SUL WEB Norme e prassi : D.LGS. 123/2012; ART. 2501-TER, 2501-QUATER,

Dettagli

REGISTRO IMPRESE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI. Unione Regionale delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura d Abruzzo

REGISTRO IMPRESE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI. Unione Regionale delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura d Abruzzo REGISTRO IMPRESE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI Unione Regionale delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura d Abruzzo REGISTRO IMPRESE Guida agli adempimenti Unione Regionale delle Camere di

Dettagli

INDICE DELLE OBBLIGAZIONI

INDICE DELLE OBBLIGAZIONI DELLE OBBLIGAZIONI Art. 2410 c.c. Emissione... 1 1. Premessa... 1 2. Competenza... 3 2.1. Competenza dell organo amministrativo... 3 2.2. Competenza di altri organi sociali... 4 2.3. I compiti del collegio

Dettagli

Corso ASFI Dicembre 2006

Corso ASFI Dicembre 2006 Corso ASFI Dicembre 2006 Approfondimento sulle modalità di sottoscrizione delle istanze per l iscrizione l delle cariche sociali e variazioni di attività con l utilizzo l di Fedra Plus. Società per azioni

Dettagli

LIQUIDAZIONE. Alcuni aspetti di rilievo. Dott. Raffaele MARCELLO. Liquidazione delle S.r.l.: inquadramento

LIQUIDAZIONE. Alcuni aspetti di rilievo. Dott. Raffaele MARCELLO. Liquidazione delle S.r.l.: inquadramento LIQUIDAZIONE Alcuni aspetti di rilievo Dott. Raffaele MARCELLO Agenda Liquidazione delle S.r.l.: inquadramento Nomina liquidatori S.r.l. Adempimenti (verbali) Caso: riduzione del capitale per perdite sotto

Dettagli

FRENDY ENERGY S.P.A.

FRENDY ENERGY S.P.A. FRENDY ENERGY S.P.A. Sede legale in Firenze, Via Fiume n. 11 Capitale sociale Euro 4.225.000,00 i.v. Codice fiscale ed iscrizione nel Registro delle Imprese di Firenze n. 05415440964 RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

MANUALE ADEMPIMENTI REGISTRO IMPRESE

MANUALE ADEMPIMENTI REGISTRO IMPRESE MANUALE ADEMPIMENTI REGISTRO IMPRESE Versione 2.00 del 15/05/2006 Redatto da: Verificato da: Approvato da: Paola Marzocchini e Vincenzo Passaro C.C.I.A.A. di Modena, Rita Lacchini e Marco Tassinari C.C.I.A.A.

Dettagli

Guida agli adempimenti del REGISTRO DELLE IMPRESE

Guida agli adempimenti del REGISTRO DELLE IMPRESE Guida agli adempimenti del REGISTRO DELLE IMPRESE (Modulistica Fedra e programmi compatibili) Versione 1.3 rilasciata in data 20.4.2009 Area Studi Giuridici Settore Anagrafico La redazione del documento

Dettagli

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Patrimoni destinati ad uno specifico affare A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Riferimenti normativi D.Lgs. Numero 6 del 17 gennaio 2003 Introduce con gli articoli 2447-bis e seguenti del

Dettagli

2 caso Presentazione da parte del legale rappresentante o da altri soggetti

2 caso Presentazione da parte del legale rappresentante o da altri soggetti PREDISPOSIZIONE BILANCI ED ELENCHI SOCI APRILE 2015 FORMATO PER LA REDAZIONE DEL BILANCIO Versione tassonomia XBRL Secondo quanto previsto dal DPCM 10.12.2008 art. 5, la tassonomia da utilizzare per la

Dettagli

Fusione transfrontaliera tra società di capitali (Decreto Legislativo 30 maggio 2008, n. 108)

Fusione transfrontaliera tra società di capitali (Decreto Legislativo 30 maggio 2008, n. 108) Fusione transfrontaliera tra società di capitali (Decreto Legislativo 30 maggio 2008, n. 108) Adempimenti presso il Registro delle imprese 1) Iscrizione progetto comune di fusione transfrontaliera (della

Dettagli

Prontuario per la presentazione degli atti societari con invio telematico

Prontuario per la presentazione degli atti societari con invio telematico CAMERE DI COMMERCIO DELLA LOMBARDIA MANTOVA Prontuario per la presentazione degli atti societari con invio telematico III^ edizione Dicembre 2004 Ultimo aggiornamento: dicembre 2004 LE CAMERE DI COMMERCIO

Dettagli

Guida alla presentazione degli atti societari con invio telematico. Ufficio Registro Imprese

Guida alla presentazione degli atti societari con invio telematico. Ufficio Registro Imprese Ufficio Registro Imprese Guida alla presentazione degli atti societari con invio telematico Unioncamere Toscana Via della Scala, 85-50123 Firenze Tel. 055 27721 - Fax 055 280876 unioncamere@tos.camcom.it/www.tos.camcom.it

Dettagli

Avv. Cristina BAUCO. Avvocato Ricercatore area giuridica IRDCEC

Avv. Cristina BAUCO. Avvocato Ricercatore area giuridica IRDCEC LA LIQUIDAZIONE DI SOCIETÀ DI CAPITALI: ASPETTI DI INTERESSE Avv. Cristina BAUCO Avvocato Ricercatore area giuridica IRDCEC Diretta 17 ottobre 2011 SCIOGLIMENTO E LIQUIDAZIONE DI SOCIETÀ DI CAPITALI Disciplina

Dettagli

UFFICIO REGISTRO IMPRESE

UFFICIO REGISTRO IMPRESE CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA TRENTO UFFICIO REGISTRO IMPRESE ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO AL REGISTRO DELLE IMPRESE DEI BILANCI FINALI DI LIQUIDAZIONE DELLE SOCIETA DI CAPITALE

Dettagli

CONVERSIONE IN EURO DEL

CONVERSIONE IN EURO DEL CAMERA DI COMMERCIO UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE DI RAVENNA CONVERSIONE IN EURO DEL CAPITALE SOCIALE Realizzazione a cura di: Dott.ssa Maria Cristina Venturelli Dott.ssa Cristina Franchini Dott.ssa Francesca

Dettagli

Società per Azioni VERBALE DI ASSEMBLEA STRAORDINARIA CHE AUTORIZZA PRESTITI E GARANZIE PER L ACQUISTO O LA SOTTOSCRIZIONE DI AZIONI PROPRIE

Società per Azioni VERBALE DI ASSEMBLEA STRAORDINARIA CHE AUTORIZZA PRESTITI E GARANZIE PER L ACQUISTO O LA SOTTOSCRIZIONE DI AZIONI PROPRIE Versione 1.2 Aggiornato al 9 Giugno 2009 www.to.camcom.it/guideregistroimprese Società per Azioni VERBALE DI ASSEMBLEA STRAORDINARIA CHE AUTORIZZA PRESTITI E GARANZIE PER L ACQUISTO O LA SOTTOSCRIZIONE

Dettagli

INDICE SOMMARIO INTRODUZIONE

INDICE SOMMARIO INTRODUZIONE INDICE SOMMARIO XIII PREMESSA INTRODUZIONE 1 1. Gli strumenti di finanziamento dell impresa: le ragioni della riforma CAPITOLO 1 QUESTIONI LEGATE ALLA IDENTIFICAZIONE DELLA FATTISPECIE OBBLIGAZIONARIA

Dettagli

S.p.a. unipersonale. Altrimenti, responsabilità illimitata per il periodo in cui c è l unico socio

S.p.a. unipersonale. Altrimenti, responsabilità illimitata per il periodo in cui c è l unico socio Nozione (2325 c.c.) Solo la società con il suo patrimonio risponde delle obbligazioni sociali Capitale sociale di almeno 120.000 euro Sola garanzia offerta ai creditori Creditori forti e deboli - gruppi

Dettagli

AVVERTENZE DEPOSITO BILANCI 2010

AVVERTENZE DEPOSITO BILANCI 2010 AVVERTENZE DEPOSITO BILANCI 2010 COMPILAZIONE E INVIO BILANCIO 1. il bilancio deve essere compilato senza decimali e deve essere comparato con quello dell anno precedente; 2. tutti gli allegati devono

Dettagli

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Registro Imprese La CANCELLAZIONE di: Imprese Individuali Società di Persone Società di Capitale dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Indice Introduzione pag. 3 Cancellazione

Dettagli

Camera di Commercio di Milano GUIDA ALL APPLICAZIONE DELLE SANZIONI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE E DEL REPERTORIO ECONOMICO AMMINISTRATIVO

Camera di Commercio di Milano GUIDA ALL APPLICAZIONE DELLE SANZIONI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE E DEL REPERTORIO ECONOMICO AMMINISTRATIVO Camera di Commercio di Milano GUIDA ALL APPLICAZIONE DELLE SANZIONI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE E DEL REPERTORIO ECONOMICO AMMINISTRATIVO Milano - Edizione maggio 2007 1 Indice 1. Premessa pag. 4 1.1. Disposizioni

Dettagli

DOCUMENTI ARISTEIA. documento n. 1 Semplificazione amministrativa e giudizio di omologazione

DOCUMENTI ARISTEIA. documento n. 1 Semplificazione amministrativa e giudizio di omologazione DOCUMENTI ARISTEIA documento n. 1 Semplificazione amministrativa e giudizio di omologazione marzo 2001 SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA E GIUDIZIO DI OMOLOGAZIONE DOCUMENTO ARISTEIA N. 1 SEMPLIFICAZIONE

Dettagli

OSSERVATORIO UNIONCAMERE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI. Deposito del bilancio d'esercizio nel registro delle imprese

OSSERVATORIO UNIONCAMERE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI. Deposito del bilancio d'esercizio nel registro delle imprese OSSERVATORIO UNIONCAMERE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI Deposito del bilancio d'esercizio nel registro delle imprese Anche quest'anno le società di capitali stanno per depositare i loro

Dettagli

SOCIETA' DI PERSONE (S.n.c. - S.a.s.)

SOCIETA' DI PERSONE (S.n.c. - S.a.s.) SOCIETA' DI PERSONE (S.n.c. - S.a.s.) Sommario: 1. Iscrizione dell'atto costitutivo di S.n.c. o di S.a.s 2. Iscrizione degli atti modificativi dei patti sociali (variazione della ragione sociale, modifica

Dettagli

VADEMECUM SULLA PROCEDURA DI ESDEBITAZIONE DELL IMPRENDITORE AGRICOLO

VADEMECUM SULLA PROCEDURA DI ESDEBITAZIONE DELL IMPRENDITORE AGRICOLO VADEMECUM SULLA PROCEDURA DI ESDEBITAZIONE DELL IMPRENDITORE AGRICOLO A) GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE EX ARTICOLO 182-BIS DEL REGIO DECRETO DEL 1942 N.267 Generalità Una delle novità di maggior rilievo

Dettagli

ADEMPIMENTI COMUNI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DI ATTI SOCIETARI AL REGISTRO DELLE IMPRESE S.p.A. e società consortili per azioni s.r.l.

ADEMPIMENTI COMUNI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DI ATTI SOCIETARI AL REGISTRO DELLE IMPRESE S.p.A. e società consortili per azioni s.r.l. VADEMECUM SOCIETARIO ADEMPIMENTI COMUNI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DI ATTI SOCIETARI AL REGISTRO DELLE IMPRESE S.p.A. e società consortili per azioni s.r.l. e consortili a responsabilità limitata società

Dettagli

Codice civile del 16 marzo 1942

Codice civile del 16 marzo 1942 Codice civile del 16 marzo 1942 Approvazione del testo del codice civile. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 79 del 4 aprile 1942 Articolo 2325 Responsabilita'. Articolo 2325 bis Societa' che fanno ricorso

Dettagli

MODULO B Deposito di bilanci di esercizio e situazioni patrimoniali. AVVERTENZE GENERALI

MODULO B Deposito di bilanci di esercizio e situazioni patrimoniali. AVVERTENZE GENERALI MODULO B Deposito di bilanci di esercizio e situazioni patrimoniali. AVVERTENZE GENERALI Soggetti utilizzatori del modulo Società per azioni Società a responsabilità limitata Società in accomandita per

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI TELEMATICI PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRESE

GLI ADEMPIMENTI TELEMATICI PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRESE GLI ADEMPIMENTI TELEMATICI PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRESE Sintesi delle formalità alla luce del nuovo diritto societario e degli interventi del Ministero delle attività produttive e di Unioncamere. A

Dettagli

OSSERVATORIO UNIONCAMERE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI. Deposito del bilancio d'esercizio nel registro delle imprese

OSSERVATORIO UNIONCAMERE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI. Deposito del bilancio d'esercizio nel registro delle imprese OSSERVATORIO UNIONCAMERE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI Deposito del bilancio d'esercizio nel registro delle imprese Anche quest'anno le società di capitali stanno per depositare i loro

Dettagli

SOCIETÀ DI CAPITALI Caratteristiche La fase costitutiva

SOCIETÀ DI CAPITALI Caratteristiche La fase costitutiva SOCIETÀ DI CAPITALI Società per azioni (S.p.A.) Società a responsabilità limitata (S.r.l.) Società a responsabilità limitata semplificata (S.r.l.s.) Società in accomandita per azioni (S.a.p.A.) Società

Dettagli

ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE ED IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE

ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE ED IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE ED IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE Ufficio del Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura di Napoli Aggiornamento

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso. Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Circolare n. 11 dell 11 settembre 2014 DL 24.6.2014 n. 91

Dettagli

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n. 3/2013 del 31 gennaio 2013 FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ In questa Circolare 1. Normativa Iva nazionale Novità

Dettagli

Revisione e Ragioneria Societaria

Revisione e Ragioneria Societaria Revisione e Ragioneria Societaria Ragioneria Societaria Lezioni 5 6 Prof.ssa Anna Paris Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici Università degli Studi di Siena anna.paris@unisi.it A.A. 2014-2015 La

Dettagli

Art. 7 Norme in tema di societa' costituite all'estero 1. Dopo il capo X del titolo V del libro V del codice civile e' aggiunto il seguente:

Art. 7 Norme in tema di societa' costituite all'estero 1. Dopo il capo X del titolo V del libro V del codice civile e' aggiunto il seguente: Decreto legislativo 17 gennaio 2003 n. 6 (Pubblicato sul supplemento ordinario n. 8/L alla "Gazzetta Ufficiale" del 22 gennaio 2003 n. 17) RIFORMA ORGANICA DELLA DISCIPLINA DELLE SOCIETA' DI CAPITALI E

Dettagli

Deposito dei BILANCI DI ESERCIZIO nel registro delle imprese anno 2015 Integrazione al Manuale Nazionale. Brescia, aprile 2015

Deposito dei BILANCI DI ESERCIZIO nel registro delle imprese anno 2015 Integrazione al Manuale Nazionale. Brescia, aprile 2015 Deposito dei BILANCI DI ESERCIZIO nel registro delle imprese anno 2015 Integrazione al Manuale Nazionale Brescia, aprile 2015 1 Riferimenti Sito della Camera di Commercio all'indirizzo www.bs.camcom.it/registro

Dettagli

La costituzione della società per azioni

La costituzione della società per azioni N. 251 del 14.09.2012 Le Daily News A cura di Fabio Graziani La costituzione della società per azioni Il procedimento costitutivo della s.p.a. configura una c.d. fattispecie complessa, ovvero gli effetti

Dettagli

Bilancio - Corso Avanzato

Bilancio - Corso Avanzato [1] Sui problemi contabili posti dalla disciplina per le definizione agevolata dei rapporti tributari di cui alla Legge 27 dicembre 2002, n. 289 e sue successive modificazioni, si rinvia al documento interpretativo

Dettagli

Società per Azioni DICHIARAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SUL VALORE DEI BENI E/O DEI CREDITI CONFERITI EX ART. 2343-quater c.c.

Società per Azioni DICHIARAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SUL VALORE DEI BENI E/O DEI CREDITI CONFERITI EX ART. 2343-quater c.c. Versione 1.1 Aggiornato al 05 Maggio 2009 www.to.camcom.it/guideregistroimprese Società per Azioni DICHIARAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SUL VALORE DEI BENI E/O DEI CREDITI CONFERITI EX ART. 2343-quater c.c.

Dettagli

IL FINANZIAMENTO ATTRAVERSO L EMISSIONE DI BOND

IL FINANZIAMENTO ATTRAVERSO L EMISSIONE DI BOND IL FINANZIAMENTO ATTRAVERSO L EMISSIONE DI BOND ORGANIGRAMMA DEL CICR L EMISSIONE DI BOND L'emissione di strumenti finanziari di raccolta è consentita per somma complessivamente non eccedente il doppio

Dettagli

FORMALITA PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRERE PREMESSA DI ORDINE GENERALE

FORMALITA PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRERE PREMESSA DI ORDINE GENERALE FORMALITA PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRERE PREMESSA DI ORDINE GENERALE Sommario: 1. La compilazione della modulistica. 2. I soggetti obbligati/legittimanti alla

Dettagli

Informativa per la clientela di studio

Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio N. 01 del 08.01.2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Le nuove regole IVA dal 2013 Gentile Cliente, la presente per comunicarle che la Legge di stabilità 2013

Dettagli

SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PER IL REGISTRO DELLE IMPRESE

SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PER IL REGISTRO DELLE IMPRESE SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PER IL REGISTRO DELLE IMPRESE versione aggiornata a ottobre 2013 Pag. 1 di 7 LE SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO L'art. 23 del Decreto Crescita 2.0 (D.L. n. 179

Dettagli

Indice NOZIONI E CARATTERI. -------------------------------------------------------------------------------------------------- 3

Indice NOZIONI E CARATTERI. -------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 INSEGNAMENTO DI DIRITTO COMMERCIALE I LEZIONE VII LE AZIONI PROF. RENATO SANTAGATA Indice 1 NOZIONI E CARATTERI. --------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Articolo 2401 - Sostituzione

Articolo 2401 - Sostituzione Articolo 2401 - Sostituzione LIBRO V Del lavoro - TITOLO V Delle società - CAPO V Società per azioni - SEZIONE VIbis Dell'amministrazione e del controllo - PARAGRAFO III Del collegio sindacale Sostituzione

Dettagli

REGISTRO delle IMPRESE di TORINO

REGISTRO delle IMPRESE di TORINO REGISTRO delle IMPRESE di TORINO GUIDA per la presentazione di Bilanci di Esercizio Bilanci Consolidati Situazioni Patrimoniali Elenchi Soci Versione 1.0 - Aggiornamento Aprile 2003 Indice Indice 2 1.

Dettagli

LA PUBBLICAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRESE

LA PUBBLICAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRESE CAMERA DI COMMERCIO DI LIVORNO UFFICIO REGISTRO IMPRESE LA PUBBLICAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRESE Aprile 2011 Conservatore R.I.: Dott. Pierluigi Giuntoli REV13 IST/BIL/1

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

provvedimento principio affermato dall'agenzia delle Entrate esemplificazioni

provvedimento principio affermato dall'agenzia delle Entrate esemplificazioni Elenco dei provvedimenti adottati dalle Agenzie delle Entrate. Imposta di bollo e, conseguentemente, diritti di segreteria, limitatamente agli atti notarili. Elenco non esaustivo. provvedimento principio

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE - MODULISTICA FEDRA E PROGRAMMI COMPATIBILI - MAGGIO 2014 INDICE E SOMMARIO P r e s e n t a z i o n e 9 N O T E G E N E R

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE

CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE www.pg.camcom.gov.it CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE MANUALE OPERATIVO PER GLI ADEMPIMENTI REGISTRO IMPRESE IN MATERIA DI FALLIMENTO,

Dettagli

Guida. Agli Adempimenti Operativi Trasferimenti di Quote di S.R.L. Inter Vivos e Mortis Causa. Aggiornamento Aprile 2013

Guida. Agli Adempimenti Operativi Trasferimenti di Quote di S.R.L. Inter Vivos e Mortis Causa. Aggiornamento Aprile 2013 Guida Agli Adempimenti Operativi Trasferimenti di Quote di S.R.L. Inter Vivos e Mortis Causa Aggiornamento Aprile 2013 Il Conservatore del R.I. di Cagliari Rossella Pinna 1 Sommario Trasferimento quote

Dettagli

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI 21.1 Generalità Il quadro RZ deve essere compilato dai soggetti che hanno corrisposto

Dettagli

Decreto anticrisi: ulteriore spinta alla dematerializzazione dei documenti

Decreto anticrisi: ulteriore spinta alla dematerializzazione dei documenti Focus di pratica professionale di Marco Thione Decreto anticrisi: ulteriore spinta alla dematerializzazione dei documenti Considerazioni introduttive: la dematerializzazione come opportunità La cosiddetta

Dettagli

4. La Società di Mutuo Soccorso 4.6 Il bilancio o rendiconto consuntivo

4. La Società di Mutuo Soccorso 4.6 Il bilancio o rendiconto consuntivo 83 4. La Società di Mutuo Soccorso 4.6 Il bilancio o rendiconto consuntivo Una delle problematiche che assume maggiore rilievo nelle Società di Mutuo Soccorso, riguarda l'individuazione della corretta

Dettagli

ISCRIZIONE AL REGISTRO IMPRESE DEGLI ATTI DI TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL A CURA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEI NOTAI

ISCRIZIONE AL REGISTRO IMPRESE DEGLI ATTI DI TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL A CURA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEI NOTAI ISCRIZIONE AL REGISTRO IMPRESE DEGLI ATTI DI TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL A CURA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEI NOTAI Ottobre 2008 1 Art. 36 comma 1-bis legge 133/2008 e suo coordinamento con le norme

Dettagli

FRENDY ENERGY S.P.A.

FRENDY ENERGY S.P.A. FRENDY ENERGY S.P.A. Sede legale in Firenze, Via Fiume n. 11 Capitale sociale Euro 4.225.000,00 i.v. Codice fiscale ed iscrizione nel Registro delle Imprese di Firenze n. 05415440964 RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

DIRITTO COMMERCIALE GLI STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI

DIRITTO COMMERCIALE GLI STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI DIRITTO COMMERCIALE GLI STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI La disciplina che riguarda le modalità e le condizioni di emissione e circolazione, i diritti che essi attribuiscono e le eventuali conseguenze

Dettagli

GAL OLTREPO' MANTOVANO SOC.CONS.ARL

GAL OLTREPO' MANTOVANO SOC.CONS.ARL GAL OLTREPO' MANTOVANO SOC.CONS.ARL Sede in PIAZZA PIO SEMEGHINI 1-46026 QUISTELLO (MN) Codice Fiscale 02277540205 - Numero Rea MN 000000239049 P.I.: 02277540205 Capitale Sociale Euro 27.200 i.v. Forma

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE DEI CONSORZI - ANNO 2015.

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE DEI CONSORZI - ANNO 2015. Il Responsabile del Registro delle Imprese ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE DEI CONSORZI - ANNO 2015. 1) SOGGETTI TENUTI E TERMINE DI PRESENTAZIONE Il termine di presentazione della

Dettagli

Fusione: scritture contabili e progetto di fusione (Prova assegnata all Università di Macerata - II Sessione 2014)

Fusione: scritture contabili e progetto di fusione (Prova assegnata all Università di Macerata - II Sessione 2014) Prova pratica n. 18 Fusione: scritture contabili e progetto di fusione (Prova assegnata all Università di Macerata - II Sessione 2014) La fuzione per incorporazione di società partecipata al 100%. Il candidato

Dettagli

I Prestiti Obbligazionari

I Prestiti Obbligazionari I Prestiti Obbligazionari I PRESTITI OBBLIGAZIONARI I prestiti obbligazionari sono debiti di finanziamento tipici della s.p.a. che, con essi, si procura mezzi finanziari per sviluppare la propria attività

Dettagli

società "Enervit S.p.A." con sede in Milano, in Viale Achille Papa n. 30, capitale sociale Euro 4.628.000,00 interamente versato, iscritta nel

società Enervit S.p.A. con sede in Milano, in Viale Achille Papa n. 30, capitale sociale Euro 4.628.000,00 interamente versato, iscritta nel 1 & A s s o c i a t i!" #$!"" N. 54699 di Repertorio N. 13737 di Raccolta VERBALE DI ASSEMBLEA REPUBBLICA ITALIANA 19 ottobre 2015 L'anno duemilaquindici, il giorno diciannove del mese di ottobre alle

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE Modello ANR/3 IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE DICHIARAZIONE PER L IDENTIFICAZIONE DIRETTA, DI VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE (ove non

Dettagli

SPECIALE RIFORMA DIRITTO SOCIETARIO SOCIETA COOPERATIVE

SPECIALE RIFORMA DIRITTO SOCIETARIO SOCIETA COOPERATIVE SPECIALE RIFORMA DIRITTO SOCIETARIO SOCIETA COOPERATIVE Approfondimenti connessi alla predisposizione delle modifiche statutarie necessarie in seguito alla riforma del Codice, introdotta dal D.Lgs. 17/1/2003

Dettagli

Capitolo 8 Z Fusioni, scissioni e trasformazioni bancarie

Capitolo 8 Z Fusioni, scissioni e trasformazioni bancarie Edizioni Simone - Vol. 35 Compendio di Diritto bancario Capitolo 8 Z Fusioni, scissioni e trasformazioni bancarie Sommario Z 1. Introduzione. - 2. La fusione delle imprese bancarie. - 3. La scissione delle

Dettagli

AL REGISTRO REGIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI SOLIDARIETÀ FAMILIARE

AL REGISTRO REGIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI SOLIDARIETÀ FAMILIARE DISCIPLINA RELATIVA All. D) DGR n..del.. AL REGISTRO REGIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI SOLIDARIETÀ FAMILIARE 1. PREMESSA In attuazione di quanto previsto dall art. 36 della l.r. 14 febbraio 2008, n. 1 che

Dettagli

TITOLO IX. Capitolo 2 RACCOLTA DEL RISPARMIO DEI SOGGETTI DIVERSI DALLE BANCHE DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE APRILE 2006

TITOLO IX. Capitolo 2 RACCOLTA DEL RISPARMIO DEI SOGGETTI DIVERSI DALLE BANCHE DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE APRILE 2006 DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE APRILE 2006 ISTRUZIONI DI VIGILANZA PER LE BANCHE TITOLO IX - Capitolo 2 TITOLO IX Capitolo 2 RACCOLTA DEL RISPARMIO DEI SOGGETTI DIVER DALLE BANCHE TITOLO IX - Capitolo

Dettagli

NOTE GENERALI SUL DEPOSITO BILANCIO AL 31.12.2014

NOTE GENERALI SUL DEPOSITO BILANCIO AL 31.12.2014 NOTE GENERALI SUL DEPOSITO BILANCIO AL 31.12.2014 Il bilancio d esercizio di srl, spa, sapa, società cooperative, ecc., dopo essere stato approvato, va depositato a cura degli amministratori presso il

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. La cancellazione della società senza apertura

Dettagli

Società di Capitali e Cooperative DEPOSITO DEL BILANCIO FINALE DI LIQUIDAZIONE

Società di Capitali e Cooperative DEPOSITO DEL BILANCIO FINALE DI LIQUIDAZIONE Versione 1.0 Aggiornato al 15 settembre 2009 www.to.camcom.it/guideregistroimprese Società di Capitali e Cooperative DEPOSITO DEL BILANCIO FINALE DI LIQUIDAZIONE ANAGRAFE ECONOMICA - REGISTRO IMPRESE Guida

Dettagli

AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano

AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21 Registro delle Imprese di Milano Codice fiscale e numero di iscrizione 12237260158 Numero di iscrizione all Albo

Dettagli

CIRCOLARE N. 61/E. Roma, 03 novembre 2008

CIRCOLARE N. 61/E. Roma, 03 novembre 2008 CIRCOLARE N. 61/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 03 novembre 2008 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dei fondi immobiliari. Articolo 82, commi da 17 a 22, del decreto-legge 25 giugno

Dettagli

Orientamenti della Commissione tecnico-giuridica Sommario

Orientamenti della Commissione tecnico-giuridica Sommario Orientamenti della Commissione tecnico-giuridica Sommario 1) Dichiarazioni di conformità degli atti. Formula e sottoscrizione... 2 2) Iscrizione di atti societari formati all estero. Competenze e limiti...

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL IMPOSTA DI BOLLO ASSOLTA IN MODO VIRTUALE

DICHIARAZIONE DELL IMPOSTA DI BOLLO ASSOLTA IN MODO VIRTUALE DICHIARAZIONE DELL IMPOSTA DI BOLLO ASSOLTA IN MODO VIRTUALE (Art.15 D.P.R. del 26 ottobre 1972 n. 642) I. INTRODUZIONE L imposta di bollo è dovuta fin dall origine per gli atti, documenti e registri indicati

Dettagli

Istruzioni di Vigilanza per le banche

Istruzioni di Vigilanza per le banche BANCA D ITALIA Istruzioni di Vigilanza per le banche Circolare n. 229 del 21 aprile 1999-12 Aggiornamento del 21 marzo 2007 Indice: pag. 28 ISTRUZIONI DI VIGILANZA PER LE BANCHE RIEPILOGO AGGIORNAMENTI

Dettagli

L EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI

L EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI L EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI di Emanuele Rossi e Andrea Sergiacomo 1. Premessa Sia le S.P.A. che le S.A.P.A. ed in particolari casi anche le cooperative 1, hanno la facoltà di emettere prestiti

Dettagli

ASTALDI Società per Azioni. Sede Sociale in Roma - Via Giulio Vincenzo Bona n. 65. Capitale Sociale Euro 196.849.800,00 - int. vers.

ASTALDI Società per Azioni. Sede Sociale in Roma - Via Giulio Vincenzo Bona n. 65. Capitale Sociale Euro 196.849.800,00 - int. vers. ASTALDI Società per Azioni Sede Sociale in Roma - Via Giulio Vincenzo Bona n. 65 Capitale Sociale Euro 196.849.800,00 - int. vers. Iscritta nel Registro delle Imprese di Roma al numero di Codice Fiscale

Dettagli

OIC 19: Debiti. Novara, 27 gennaio 2015. Lorenzo Gelmini

OIC 19: Debiti. Novara, 27 gennaio 2015. Lorenzo Gelmini OIC 19: Debiti Novara, 27 gennaio 2015 Lorenzo Gelmini Introduzione: gli obiettivi e l ambito del nuovo principio contabile o Riordino generale della tematica o Miglior coordinamento con gli altri principi

Dettagli

MiniBond: disciplina normativa ed emissioni Shari ah compliant

MiniBond: disciplina normativa ed emissioni Shari ah compliant MiniBond: disciplina normativa ed emissioni Shari ah compliant Giovanni Luppi Partner Mini Bond 1 1. Decreto Sviluppo 2012 - Principali novità Ambito civilistico Eliminazione dei limiti previsti dall articolo

Dettagli

OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi

OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi Format Si è modificata la struttura del principio utilizzando il format standard dei nuovi principi salvo apportare i necessari adeguamenti

Dettagli

ASSISTENZA N. VERDE TELECOM 800.010.750 QUESITI: PRENOTAZIONE 0376.775130 INVIO VIA FAX 0376.770151. Novità IVA contenute nel Decreto Legge

ASSISTENZA N. VERDE TELECOM 800.010.750 QUESITI: PRENOTAZIONE 0376.775130 INVIO VIA FAX 0376.770151. Novità IVA contenute nel Decreto Legge QUESITI: PRENOTAZIONE 0376.775130 INVIO VIA FAX 0376.770151 Argomenti di oggi Fare Unico, clic per rimborsi modificare IVA gli stili e attività del testo di dello schema controllo Secondo livello Novità

Dettagli

Circolare N.152 del 16 novembre 2011. La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori

Circolare N.152 del 16 novembre 2011. La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori Circolare N.152 del 16 novembre 2011 La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori Con la presente informativa, per tutti i clienti

Dettagli

COSTRUZIONI" o in forma abbreviata "AEDES S.p.A."

COSTRUZIONI o in forma abbreviata AEDES S.p.A. 1 & A s s o c i a t i!" #$!"" N. 53676 di Repertorio N. 13345 di Raccolta VERBALE DI RIUNIONE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA 28 maggio 2015 L'anno duemilaquindici, il giorno ventotto

Dettagli

OIC 14 Disponibilità liquide Sintesi dei principali interventi

OIC 14 Disponibilità liquide Sintesi dei principali interventi OIC 14 Disponibilità liquide Sintesi dei principali interventi Nel quadro di una revisione complessiva del corpus dei principi contabili nazionali si è ritenuto che il principio OIC 14 fosse la sede più

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN DIRITTO SOCIETARIO (30 LEZIONI) NOTAIO STEFANO SANTANGELO. Il bilancio delle società di capitali

PROGRAMMA DEL CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN DIRITTO SOCIETARIO (30 LEZIONI) NOTAIO STEFANO SANTANGELO. Il bilancio delle società di capitali PROGRAMMA DEL CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN DIRITTO SOCIETARIO (30 LEZIONI) NOTAIO STEFANO SANTANGELO Il bilancio delle società di capitali - Composizione del bilancio (stato patrimoniale, conto economico,

Dettagli

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Finalità del modulo Il modulo va utilizzato per l iscrizione nel Registro Imprese dei seguenti atti: scioglimento

Dettagli

REGOLAMENTO EMITTENTI

REGOLAMENTO EMITTENTI REGOLAMENTO EMITTENTI A CURA DELLA DIVISIONE RELAZIONI ESTERNE UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO GIUGNO 2008 [pagina bianca] Regolamento concernente gli emittenti pag. 1 Regolamento di attuazione del decreto

Dettagli