STRUMENTI FINANZIARI PER LA VALUTAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STRUMENTI FINANZIARI PER LA VALUTAZIONE"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTÀ DI INGEGNERIA Dipartimento di Ingegneria Elettrica TESI DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE STRUMENTI FINANZIARI PER LA VALUTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI NEL SETTORE DELLE RES Relatore Ch.mo Prof. Ing. De Martinis Umberto Candidato Oricchio Francesco Matr. 349/838 Correlatore Ing. Lucia Felice Anno Accademico

2 Gloria Fluxa Est

3 RINGRAZIAMENTI RINGRAZIAMENTI Il conseguimento di un obiettivo, per quanto personale possa essere, è caratterizzato dal coinvolgimento di più persone, e i ringraziamenti in questi casi sono doverosi. Desidero, innanzitutto, ringraziare il Prof. De Martinis per l opportunità concessami di lavorare a un argomento di grande attualità e prospettiva, e l intero staff della GEA Energy: l Ing. Lucia, punto di riferimento e modello da emulare, l Ing. Sarnicola, il Geom. Sciacca e la Dott.ssa Oricchio, per la possibilità offertami di collaborare con un azienda competente e affidabile. Ringrazio la mia famiglia, mio padre, mia madre e mio fratello per il sostentamento economico e morale, possa essere io motivo di vanto ed orgoglio per voi. Ringrazio i miei nonni per l affetto che in questi anni non mi hanno fatto mai mancare, i statt accort ogni volta che partivo sono numerosi quanto i sassi nel mare. Ringrazio Raffaele, fratello più che amico, una persona speciale che ha rivoluzionato più di tutti il modo d essere. Ringrazio Ida, amica straordinaria che col sostegno reciproco e con la fiducia sempre mostratami ha contribuito in maniera significativa alla mia laurea.

4 RINGRAZIAMENTI Ringrazio Francesca, per avermi supportato e sopportato in questi ultimi due anni, probabilmente i più duri. Ringrazio Antonello, compagno fedele di folli avventure e spero eterno amico. Ringrazio Alessandro, gobbo, ma persona splendida con la quale passare serate piene d ansia e stress. Ringrazio Maria Carmela e Stefania, sorelle acquisite, da sempre personali confidenti. Ringrazio Stefano, fratello maggiore, persona cui ispirarsi per valori e intraprendenza. Ringrazio Giovanni e Antonio, coinquilini grazie ai quali, condividendo piccoli momenti di vita quotidiana, sono maturato e cresciuto. Ringrazio Ilario e Felice, compagni di gruppo di studio brillanti e capaci. Ringrazio Pellegrino e Vittorio, ragazzi meravigliosi, compagni ideali ma pessimi giocatori di calcio. Ringrazio Peppe, compagno di corsi e la persona più simpatica che io abbia mai conosciuto. Ringrazio Diego, compagno di studio dei primi anni, che è riuscito a trasmettermi, almeno in parte, l importanza della dedizione e dell impegno. Ringrazio Tommasino, amico di sempre, e Luigi, con i quali ho iniziato questo mio percorso. Ringrazio, infine, gli amici di S.Barbara: Matilde, Pierpaolo, Simona Giuseppe, Lucio, Daniele, Emiliano, Anselmo, Tommaso, Aniello, Lillo, Valerio, Massimo grazie a voi, ogni qualvolta tornavo a casa, riuscivo a lasciare i miei problemi a Napoli.

5 INDICE INDICE INTRODUZIONE Capitolo LE ENERGIE RINNOVABILI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INTRODUZIONE DEFINIZIONE, CARATTERISTICHE GENERALI E CLASSIFICAZIONEDELLE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE TIPOLOGIE DI IMPIANTI FER Energia Geotermica Principali Impieghi Produzione di Energia Elettrica da fonte Geotermica Energia Idroelettrica Caratteristiche Impiantistiche Energia Marina Energia delle correnti marine Energia a gradiente salino Energia mareomotrice Energia del moto ondoso Energia talassotermica Energia Solare Impianti Fotovoltaici Impianto Solare Termodinamico Energia Eolica Impianto Eolico Energia da Biomasse Impianti a Biomassa Bio-Digestione Anerobica... 33

6 INDICE 1.4 MERCATO DELL ENERGIE RINNOVABILI Quadro Nazionale Scenari Futuri Capitolo NORMATIVA ITALIANA PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTICA DA FER QUADRO GENERALE ITER AUTORIZZATIVI La Comunicazione al Comune La Procedura Abilitativa Semplificata (P.A.S.) L Autorizzazione Unica CONNESSIONE ALLA RETE TICA Il corrispettivo per la richiesta di connessione Il preventivo per la connessione Il corrispettivo per la connessione Tempi di realizzazione della connessione Informazione completamento dei lavori MISURA DELL ELETTRICITA Trattamento delle misure dell energia elettrica immessa Misura dell energia elettrica prodotta TRASMISSIONE E DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA Contratto per il servizio di trasmissione e di distribuzione dell energia elettrica Corrispettivi per il servizio di trasmissione e di distribuzione dell energia elettrica DISPACCIAMENTO DELL ENERGIA ELETTRICA MODALITA DI CESSIONE DELL ENERGIA ELETTRICA Ritiro Dedicato Regolazione Economica Scambio sul Posto Quantificazione del contributo di scambio sul posto Capitolo REDDITIVITÀ DEGLI INVESTIMENTI NELLE FONTI RINNOVABILI PROFITTI DERIVANTI DA UN IMPIANTO FER... 70

7 INDICE 3.2 COSTO DELL ENERGIA ELETTRICA Composizione del prezzo finale dell energia elettrica Costi di Approvvigionamento Costi di Rete e di Misura Oneri di Sistema Imposte Costi finali dell energia elettrica per utenze domestiche Costi finali dell energia elettrica per utenze non domestiche VENDITA DELL ENERGIA ELETTRICA Ritiro dedicato Cessione al Libero Mercato Contratti Bilaterali Borsa Elettrica INCENTIVI ALLE FONTI RINNOVABILI Certificati Verdi Taglia Modalità Di Calcolo Periodo di riconoscimento e periodo di validità Prezzo Tariffa Omnicomprensiva Conto Energia Quarto Conto Energia Impianti fotovoltaici convenzionali Premi agli impianti convenzionali Impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative COSTI DI GENERAZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA DA IAFR Capitolo ASPETTI FINANZIARI DEGLI INVESTIMENTI NELLE FONTI RINNOVABILI INTRODUZIONE STRUMENTI DI FINANZIAMENTO INVESTIMENTI NEGLI IAFR Prestiti Bancari dedicati alle Fonti Rinnovabili Decreto Rinnovabili Leasing

8 INDICE Project Financing Il Project Financing nell energie rinnovabili Private Equity e Venture Capital Private Equity e Venture Capital nel settore delle rinnovabili STRUMENTI PER L ANALISI ECONOMICA DEGLI INVESTIMENTI Analisi delcash-flow Metodo Diretto Metodo Indiretto I principali indici per la valutazione economica degli investimenti Valore Attuale Netto Tasso Interno di Rendimento (TIR) Pay Back Period Cover Ratios Debt Service Cover Ratio (DSCR) Loan Life Cover Ratio (LLCR) Capitolo LA DUE DILIGENCE E LA GESTIONE DEL RISCHIO NELLE FONTI RINNOVABILI DEFINIZIONE LA DUE DILIGENCE NEGLI INVESTIMENTI RINNOVABILI La Due Diligence Tecnica Analisi della tecnologia proposta Analisi del processo di produzione dell energia Analisi dei materiali Analisi dei fornitori Analisi della gestione dell impianto Verifica degli aspetti economici La Due Diligence Legale La Due DiligenceAssicurativa LA GESTIONE DEL RISCHIO Tipologie di rischio negli investimenti rinnovabili I rischi della fase di progettazione e costruzione Rischio di pianificazione delle attività

9 INDICE Rischio tecnologico Rischio di costruzione o di completamento I rischi industriali della fase operativa Rischio di domanda (o rischio di mercato) Rischio di approvvigionamento Rischio operativo (o di performance) Rischio di mancata erogazione degli incentivi I rischi comuni alla fase di costruzione e alla fase operativa Rischio ambientale Rischio di inflazione Rischio amministrativo Rischio politico Rischio paese Rischio legale Rischio di credito Rischio di tasso di interesse Rischio di cambio Risk Analysis nelle fonti rinnovabili SWOT Analysis Analisi di sensitività basata sul metodo Montecarlo Risk Management: coperture e garanzie I contratti negli investimenti rinnovabili Coperture e garanzie La Matrice dei Rischi Capitolo CASE STUDY: VALUTAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 1 MW SU TETTO L APPROCCIO L IMPIANTO Disponibilità Solare Dimensionamento dell impianto Schema Elettrico e Protezioni Moduli e Inverter Struttura di Supporto Cabina di Generazione, Trasformazione, Misura e Consegna Caratteristiche dei locali

10 INDICE Fornitori e installatori Assicurazioni Assicurazione per rischi in fase realizzativa Assicurazione per rischi durante l esercizio dell impianto Pianificazione delle attività Costi d investimento Conto economico LA VALUTAZIONE DELL INVESTIMENTO La Due Diligence dell investimento Due Diligence Tecnico-Economica Due Diligence Legale Due Diligence Assicurativa L Analisi del Rischio Identificazione dei Rischi Analisi di Sensitività Mitigazione e Matrice dei Rischi CONCLUSIONI Appendice CONTO ECONOMICO DELL IMPIANTO DEL CASE STUDY BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA

11 INTRODUZIONE INTRODUZIONE Il seguente elaborato è frutto del lavoro svolto durante un periodo di tirocinio di tre mesi presso la Gea Energy s.r.l di Vallo Della Lucania (SA), una società d ingegneria operante nel settore delle energie rinnovabili. Durante la permanenza in azienda lavorando alla redazione di studi di fattibilità economica di alcuni impianti fotovoltaici destinati a vari istituti bancari allo scopo di ottenere dei finanziamenti per la loro realizzazione, ci si è accorti della criticità di prevedere quali siano, per i soggetti finanziatori, gli aspetti cruciali per una buona riuscita di un progetto e il conseguente rilascio del credito per la messa in opera. Quello che quindi si è cercato di eseguire è uno studio integrato della valutazione degli investimenti in impianti rinnovabili per la produzione di energia elettrica, un studio che rispondesse alle esigenze di chi promuove i progetti ma che allo stesso tempo fornisse un analisi chiara di un iter valutativo nell ambito delle rinnovabili. Negli ultimi anni, vista anche la crisi economica e il rischio di credit crunch, il settore delle rinnovabili è stato uno dei pochi a fornire segnali anticiclici, confermando, attraverso dati reali, quelli che negli anni addietro erano solo delle buone aspettative di crescita. Naturalmente, crescendo gli investimenti, e di conseguenza i finanziamenti alle energie pulite, cresce anche la possibilità di incorrere in progetti non redditizi, e quindi la necessità di elaborare meccanismi di valutazione che non tralascino alcun particolare. Da un altro lato è chiara l esigenza da parte di chi intende realizzare l investimento di minimizzare i tempi di realizzazione dell impianto, giungendo al conseguimento del prestito in 11

12 INTRODUZIONE maniera quanto più efficiente ed efficace possibile, e prevedendo, quindi, quelli che sono gli inconvenienti che possono manifestarsi e le richieste che i finanziatori possono avanzare. Al fine di giungere ad un indagine esaustiva di un meccanismo di valutazione economico-finanziaria, che in gergo tecnico è nota come Due Diligence, sono stati esaminati tutti gli aspetti che concorrono alla buona riuscita di un investimento nel settore delle rinnovabili. L elaborato parte da una descrizione delle fonti che, a norma di legge, sono definite rinnovabili, fornendo dei cenni sulle tecnologie alla base dei vari meccanismi di conversione dell energia ed elencando la componentistica costituente i vari impianti FER. È altresì riportato un breve studio del mercato, fotografando quello che è lo stato del mercato delle rinnovabili e tentando di effettuare delle previsioni sugli scenari futuri. Si passa poi all analisi dell ambiente in cui ci si muove, in particolare riferendosi a quello normativo. Aspetto fondamentale per la realizzazione di un progetto, soprattutto nel settore delle rinnovabili per la produzione di energia elettrica, in cui i vari legislatori dei vari Paesi hanno proliferato regolamenti e norme, ma anche incentivi e agevolazione da sfruttare in maniera opportuna. Vengono così descritti: gli iter autorizzativi necessari alla costruzione agli impianti e alla connessione alla rete elettrica, la gestione dell energia elettrica (in termini di misura, trasmissione, distribuzione e dispacciamento), e le agevolazioni previste per il prelievo dell energia prodotta. Il passo successivo è relativo alla redditività di un progetto in energie rinnovabili, esaminando, quindi, le motivazioni che spingono gli investitori a credere nell idea progettuale. L analisi è incentrata sulle voci di ricavo che un impianto per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili è in grado di generare, ossia: 12

13 INTRODUZIONE - Risparmio di energia elettrica, eseguendo una ricerca di mercato sul prezzo dell elettricità, sia per utenze domestiche che per quelle non domestiche; - Vendita dell energia prodotta, riportando le tipologie di cessione dell energia e le rispettive possibilità di guadagno, approfondendo anche struttura e andamento della borsa elettrica; - Incentivi statali, descrivendo anche in questo caso i meccanismi previsti dalla normativa italiana (Certificati Verdi, Tariffa Omnicomprensiva e Conto Energia) e i rispettivi margini di guadagno; Il quarto capitolo si occupa delle tipologie di finanziamento comuni alle fonti rinnovabili e degli strumenti alla valutazione degli investimenti. Per le prime vengono descritte: la modalità di scelta del meccanismo di finanziamento più idoneo, la loro struttura e i relativi vantaggi e svantaggi. Per i secondi, invece, sono elencati e delineati i vari indici, sia economici sia finanziari, che consentono di verificare in maniera sintetica la solidità e la sostenibilità dell investimento. Il capitolo cinque è il cuore dell elaborato, e rappresenta l oggetto principale dello studio svolto. In esso sono contenuti la definizione di Due Diligence, le motivazioni che spingono il finanziatore a svolgere un operazione del genere e la descrizione delle fasi che la compongono. È, inoltre, evidenziata le necessità di completare un valutazione di un investimento, affiancando alla Due Diligence delle fasi per la gestione del rischio, in termini di identificazione, analisi e allocazione. Infine, lo studio è completato con un applicazione reale delle fasi di valutazione relative ad impianto fotovoltaico, approfondendo, oltre all operazioni di Due Diligence e di gestione del rischio, quelle preliminari di progettazione e pianificazione svolte dal promotore, che saranno poi la base per quelle svolte dal finanziatore. 13

14 Capitolo 1 - LE ENERGIE RINNOVABILI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA Capitolo 1 LE ENERGIE RINNOVABILI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA 1.1 INTRODUZIONE È ormai consolidata l idea che, in un futuro non molto lontano, visti i problemi legati alla disponibilità delle fonti tradizionali e al loro impatto ambientale, le fonti rinnovabili avranno un ruolo primario nel soddisfacimento del fabbisogno energetico mondiale. Il presente già mostra un affermarsi, almeno dal punto di vista integrativo, degli impianti FER, sebbene, sia dal punto di vista tecnologico sia da quello economico, non risultino ancora competitivi con quelli alimentati da combustibili fossili. Com è noto, a spingere il trend positivo dell apporto delle rinnovabili alla produzione di energia, soprattutto elettrica, sono state le manovre adottate dai diversi Stati, prevedendo differenti tipologie d incentivazioni per le varie fonti non fossili. Basti pensare al successo avuto dai meccanismi Feed-in Tariff, che in Italia ha trovato applicazione per il fotovoltaico nel Conto Energia. Altro fattore rilevante per il successo delle rinnovabili è stato il repentino aumento della bolletta energetica, che solo negli ultimi 12 mesi (novembre 2010 novembre 2011) in Italia ha visto un incremento del 26,5% (fonte Confartigianato), dovuto principalmente al rialzo del barile di petrolio, stabilmente al disopra dei 100 $US/barile nel La combinazione di questi due fattori, unita alla sempre più crescente sensibilità riguardo al problema energetico, ha portato sia grandi investitori 14

15 Capitolo 1 - LE ENERGIE RINNOVABILI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA sia semplici famiglie a credere nelle fonti rinnovabili, sviluppando un mercato che potenzialmente potrebbe diventare un motore per l economia di molti Paesi. 1.2 DEFINIZIONE, CARATTERISTICHE GENERALI E CLASSIFICAZIONEDELLE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala dei tempi "umani" e il cui utilizzo non pregiudica le risorse naturali per le generazioni future. Sono considerate dunque, secondo la normativa italiana di riferimento, Fonti di Energia Rinnovabile (FER): «... il sole, il vento, le risorse idriche, le risorse geotermiche, le maree, il moto ondoso e la trasformazione in energia elettrica dei prodotti vegetali o dei rifiuti organici e inorganici.»; mentre quelle "non rinnovabili", sia per avere lunghi periodi di formazione di molto superiori a quelli di consumo attuale (in particolare fonti fossili quali petrolio, carbone, gas naturale),sia per essere presenti in riserve non inesauribili sulla scala dei tempi umana (in particolare l'isotopo 235 dell'uranio, l'elemento attualmente più utilizzato per produrre energia nucleare), sono da ritenersi limitate nel futuro. Il flusso delle energie rinnovabili è dovuto alla radiazione solare che raggiunge la superficie terrestre, la cui entità in un anno pari a TW è fino a volte superiore all attuale consumo energetico mondiale. Se si guarda al ciclo annuale, quasi la metà di tale energia è trasformata in calore sulla superficie terrestre e negli oceani e viene riemessa come radiazione infrarossa. Gran parte del restante flusso alimenta il complesso ciclo idrologico ( TW); i gradienti termici dell atmosfera producono poi i venti (circa il 3% dell energia solare, 370 TW) e che dissipano 15

16 Capitolo 1 - LE ENERGIE RINNOVABILI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA un energia pari a 40 volte il consumo energetico mondiale. Infine una percentuale ancora più piccola è assorbita dai processi di fotosintesi ed è pari a 80 TW, 9 volte il consumo energetico mondiale. L energia solare è quindi la sorgente da cui hanno origine quasi tutte le fonti energetiche, sia convenzionali che rinnovabili. Solo la geotermica, la gravitazionale e la nucleare sono da questa indipendenti. Se la definizione in senso stretto di "energia rinnovabile" è quella sopra enunciata, spesso vengono usate come sinonimi anche le locuzioni "energia sostenibile" e "fonti alternative di energia". Esistono tuttavia delle sottili differenze: Energia sostenibile è una modalità di produzione ed uso dell'energia che permette uno sviluppo sostenibile: ricomprende dunque anche l'aspetto dell'efficienza degli usi energetici. Fonti alternative di energia sono invece tutte quelle diverse dagli idrocarburi cioè non fossili. Alla luce di ciò, è chiaro che non esiste una definizione univoca dell'insieme delle fonti rinnovabili, esistendo in diversi ambiti diverse opinioni sull'inclusione o meno di una o più fonti nel gruppo delle "rinnovabili". Attenendosi alla definizione della normativa italiana, per la produzione di energia elettrica, rientrerebbero in questo campo: Energia geotermica Energia idroelettrica Energia marina - Energia delle correnti marine - Energia a gradiente salino(osmotica) - Energia mareomotrice (o delle maree) - Energia del moto ondoso - Energia talassotermica (OTEC) 16

17 Capitolo 1 - LE ENERGIE RINNOVABILI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA Energia solare - Solare fotovoltaico - Solare termodinamico Energia eolica Energia da biomasse (o Agroenergie) - Centrali Termoelettriche alimentate da Biomasse - Bio-Digestione Anaerobica Una distinzione che spesso viene fatta in tale ambito è quella tra fonti rinnovabili "classiche" (essenzialmente idroelettrico e geotermia) e fonti rinnovabili "nuove" (anche dette "NFER"), tra cui vengono generalmente incluse l'energia solare, eolica e da biomassa. Nell'ambito della produzione di energia elettrica, le fonti rinnovabili vengono inoltre classificate in "fonti programmabili" e "fonti non programmabili', a seconda che possano essere programmate in base alla richiesta di energia oppure no. Secondo la definizione del Gestore Servizi Elettrici (GSE), nel primo gruppo rientrano "impianti idroelettrici a serbatoio e bacino, rifiuti solidi urbani, biomasse, impianti assimilati che utilizzano combustibili fossili, combustibili di processo o residui", mentre nel secondo gruppo (non programmabili) si trovano "impianti di produzione idroelettrici fluenti, eolici, geotermici, fotovoltaici, biogas". Talvolta, in alcuni ambiti, anche risparmio energetico ed efficienza energetica sono considerate -per estensione - "fonti rinnovabili", sebbene a rigore tali tematiche facciano parte dell'utilizzo razionale dell'energia, e non della loro produzione. Taluni, ancora, considerano questi due aspetti, legati all'uso piuttosto che alla produzione, all'interno della categoria dell'energia sostenibile. La tematica si intreccia anche con il problema del riscaldamento globale e delle emissioni di CO 2 : una definizione parallela di energie rinnovabili riguarda quindi anche il fatto che esse non contribuiscano all'aumento dell'effetto serra (pur fra difficoltà di effettiva verifica delle emissioni 17

18 Capitolo 1 - LE ENERGIE RINNOVABILI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA effettive e reali di tutta la filiera energetica/produttiva), sebbene anche in questo caso sia più rigoroso parlare di energia sostenibile, essendo l'accento posto sugli effetti ambientali della produzione di energia, piuttosto che sulle fonti da cui viene ottenuta. 1.3 TIPOLOGIE DI IMPIANTI FER In seguito vengono descritti i vari impianti per la produzione di energia elettrica che si riferiscono alle fonti di energia rinnovabile riportate nel paragrafo 1.2. Per ciascuno sono riportati il principio fisico alla base della tecnologia e una descrizione tecnico-impiantistica generale Energia Geotermica Per energia geotermica si intende generalmente la parte di calore terrestre potenzialmente estraibile dal sottosuolo e quindi sfruttabile per le attività umane. L'origine di questo calore è in relazione alla natura interna del nostro pianeta e ai processi fisici che in esso hanno luogo. Tale calore è presente in quantità enorme e praticamente inesauribile, infatti la sua produzione all'interno della Terra è assicurata dal decadimento di isotopi radioattivi presenti soprattutto nel mantello(quelli più importanti sono il torio 232, l'uranio 238, e 235 e il potassio 40; un grammo di uranio 235 produce 4,34 calorie all'anno). Un sistema geotermico può essere definito schematicamente come "un sistema acqueo convettivo, che, in uno spazio confinato della parte superiore della crosta terrestre, trasporta il calore da una sorgente termica al luogo, generalmente la superficie, dove il calore stesso è assorbito (disperso o utilizzato)". Un sistema geotermico è formato da tre elementi: 18

19 Capitolo 1 - LE ENERGIE RINNOVABILI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA 1. la sorgente di calore; 2. il serbatoio; 3. il fluido (mezzo che trasporta il calore); La sorgente di calore può essere un intrusione magmatica a temperatura molto alta ( 600 C), che si è posizionata a profondità relativamente piccola (5-10 km), oppure, come in certi sistemi a bassa temperatura, il normale calore della Terra. Il serbatoio è un complesso di rocce calde permeabili, nel quale i fluidi possono circolare assorbendo il calore. Il fluido geotermico, per la maggior parte, è acqua meteorica in fase liquida o vapore, in dipendenza dalla sua temperatura e pressione. Principali Impieghi Attualmente le risorse geotermiche sono estesamente sfruttate per produrre elettricità e per usi diretti del calore (applicazioni non-elettriche). Diversamente da altre forme di energia rinnovabile, come solare ed eolica, sono indipendenti dalle stagioni e dalle condizioni climatiche, e metereologiche e costituiscono una sorgente energetica continua. La produzione di elettricità è la forma di utilizzazione principale e più importante delle risorse geotermiche ad alta temperatura (>150 C). Le risorse a temperatura medio-bassa (<150 C) sono adatte, oltre che alla generazione di elettricità con impianti a ciclo binario, ad una molteplicità di usi diretti del calore, che vanno dal riscaldamento di ambienti, alla refrigerazione, agli usi agricoli, all'acquacoltura, all'impiego nei processi industriali a caldo. Produzione di Energia Elettrica da fonte Geotermica L'energia elettrica è prodotta in impianti convenzionali o a ciclo binario, secondo le caratteristiche delle risorse geotermiche disponibili. Gli impianti convenzionali richiedono fluidi geotermici con una temperatura di almeno150 C e sono disponibili nel tipo a contropressione 19

20 Capitolo 1 - LE ENERGIE RINNOVABILI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA (con scarico diretto nell'atmosfera) e a condensazione. Gli impianti a contropressione sono i più semplici e meno costosi. Il vapore, proveniente direttamente dai pozzi (o da un separatore, se i pozzi producono una miscela di acqua e vapore) passa attraverso la turbina, espandendosi, ed è poi scaricato nell'atmosfera (Fig.1.1). Con questo tipo d impianto il consumo di vapore è kg per kwh prodotto. Gli impianti a contropressione sono generalmente di piccole dimensioni (2,5-5 MWe). Figura 1.1 Impianto Geotermico a Contropressione per la produzione di Energia Elettrica Le unità a condensazione (Fig.1.2) sono più complesse di quelle a contropressione e richiedono più impiantistica ausiliaria (condensatori, torri di raffreddamento). Il consumo specifico delle unità a condensazione è, tuttavia, circa la metà di quelle a contropressione (6-10 kilogrammi di vapore per kilowattora prodotto). Attualmente sono molto diffusi impianti a condensazione della potenza di MWe, ma recentemente sono state costruite ed installate anche unità da 110 MWe. Figura 1.2 Impianto Geotermico a Condensazione per la produzione di Energia Elettrica 20

21 Capitolo 1 - LE ENERGIE RINNOVABILI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA La tecnologia dei cicli binari ha reso possibile produrre elettricità sfruttando fluidi geotermici a temperatura medio-bassa ed acque calde di scarico emesse dai separatori nei campi geotermici ad acqua dominante. Gli impianti binari utilizzano un fluido secondario di lavoro, di solito un fluido organico, come n-pentano, che ha un basso punto di ebollizione ed un'elevata pressione di vapore a bassa temperatura rispetto al vapore acqueo. Il fluido secondario lavora in un ciclo Rankine convenzionale (Fig.1.3). Gli impianti binari sono di solito costruiti in unità modulari di potenza compresa tra poche centinaia di kilowatt e alcuni megawatt. Queste unità possono essere collegate l'una con l'altra in modo da formare impianti della potenza di qualche diecina di megawatt. Figura 1.3Impianto Geotermico a Ciclo Binario per la produzione di Energia Elettrica Energia Idroelettrica Per energia idroelettrica si intende l energia potenziale e cinetica posseduta dall acqua, che è possibile convertire in energia elettrica tramite apposite turbine. L'energia idroelettrica è stata la prima fonte rinnovabile ad essere utilizzata su larga scala, ed attualmente il suo contributo alla produzione mondiale di energia elettrica è circa del 18%. 21

22 Capitolo 1 - LE ENERGIE RINNOVABILI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA L'energia del sole fa evaporare l'acqua dagli oceani ed il vapore, sotto forma di pioggia o neve, cade sulla terraferma acquistando energia potenziale. Durante il percorso dalla fonte (montagna) alla foce (dei fiumi) l acqua converte parte della sua energia potenziale in energia cinetica. Sfruttando i dislivelli (artificiali e/o naturali) e la velocità delle masse d acqua è possibile ottenere energia elettrica. Caratteristiche Impiantistiche Un impianto idroelettrico è costituito da opere civili ed idrauliche (diga o traversa di sbarramento, sistema di presa, vasca di carico, opere di convogliamento e di restituzione, condotte forzate, edificio della centrale) e da macchinari elettromeccanici (turbine idrauliche, generatori, quadri elettrici, sistemi di comando). Lo schema impiantistico generale di un impianto idroelettrico (Fig.1.4) comprende: un opera di sbarramento dell alveo del corso d acqua a monte dell impianto, costituita da una traversa o una diga, che può determinare un volume d invaso in alveo tale da consentire o meno l accumulo delle portate naturali; solitamente l opera di presa è dotata di una o più paratoie di scarico per la pulizia del bacino contro il suo interrimento; una o più paratoie di presa, che posso essere seguite da una vasca di calma per la sedimentazione della sabbia trasportata dalla corrente; un canale di derivazione, che può essere in tutto o in parte in galleria; una vasca di carico, solitamente dotata di organi di scarico; una o più condotte forzate che convogliano l acqua alle turbine idrauliche; un impianto di produzione dell energia elettrica, in cui sono installate uno o più gruppi turbina-generatore; 22

Impianti idroelettrici

Impianti idroelettrici Impianti idroelettrici Un impianto idroelettrico è costituito da opere civili ed idrauliche (diga o traversa di sbarramento, sistema di presa, vasca di carico, opere di convogliamento e di restituzione,

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

I nostri impegni per l ambiente

I nostri impegni per l ambiente I nostri impegni per l ambiente Il Sole e la Luna ha scelto di impegnarsi quotidianamente per l ambiente, puntando sull eccellenza ambientale del marchio Ecolabel europeo per ridurre gli impatti generati

Dettagli

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili Tesina di tecnica L Energie Rinnovabili L Energia: parte della nostra vita quotidiana Nella vita di tutti i giorni, forse senza saperlo, consumiamo energia, anche senza saperlo. Infatti un corpo che è

Dettagli

ANNO SCOLASTICO ANNO SCOLASTICO 2012 2013. LEZIONE n. 3 ENERGIE RINNOVABILI 1

ANNO SCOLASTICO ANNO SCOLASTICO 2012 2013. LEZIONE n. 3 ENERGIE RINNOVABILI 1 ANNO ANNO SCOLASTICO SCOLASTICO 2012 2013 2012 2013 1 INDICE DEGLI ARGOMENTI 1. Energie rinnovabili caratteristiche energia eolica energia idrica energia elettrica energia geotermica biomassa energia solare

Dettagli

LE CENTRALI ELETTRICHE

LE CENTRALI ELETTRICHE Le centrali elettriche sono impianti industriali utilizzati per la produzione di corrente elettrica L 8 marzo 1833 è una data storica per la produzione di corrente elettrica in Italia, perché a Milano

Dettagli

La rete elettrica nazionale: generalità e gestione. Roma, 24 marzo 2010

La rete elettrica nazionale: generalità e gestione. Roma, 24 marzo 2010 La rete elettrica nazionale: generalità e gestione Roma, 24 marzo 2010 Indice sistema elettrico nazionale mercato elettrico fonti rinnovabili nel sistema elettrico 2 Sistema Elettrico Nazionale 3 Sistema

Dettagli

LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS # $ % & ' ( )* # +,

LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS # $ % & ' ( )* # +, LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS!" # $ % & ' ( )* # +, Apparecchiature Per quanto riguarda le apparecchiature, le indicazioni principali per i golf club e porticcioli riguardano: la sostituzione di lampadine

Dettagli

UNO SGUARDO SULL ENERGIA

UNO SGUARDO SULL ENERGIA UNO SGUARDO SULL ENERGIA Staff Scienza Attiva Centro Interuniversitario Agorà Scienza Facciamounpo d ordine Checos èl energia? Comesimanifestaconcretamente? Qualiformepuòassumere? E possibilepassaredaunaformadienergiaall

Dettagli

PERCORSO COMPOSITIVO 1. La Energy revolution di Barack

PERCORSO COMPOSITIVO 1. La Energy revolution di Barack 4. LE ENERGIE PULITE La ricerca di alternative possibili al petrolio e al nucleare è la sfida che i paesi industrializzati si devono imporre per il prossimo futuro. PERCORSO COMPOSITIVO 1. La Energy revolution

Dettagli

ALLEGATO B PAES Isola d Elba

ALLEGATO B PAES Isola d Elba 1. GLOSSARIO ALLEGATO B PAES Isola d Elba Attività libera:attività di installazione di impianti a fonti rinnovabili o di cogenerazione di piccole dimensioni che viene considerata libera ai sensi della

Dettagli

CENTRALE IDROELETTRICA (lettera A) ITALIA E EGITTO DOMANDE SULL ENERGIA

CENTRALE IDROELETTRICA (lettera A) ITALIA E EGITTO DOMANDE SULL ENERGIA CENTRALE IDROELETTRICA (lettera A) ITALIA E EGITTO 1. Posso utilizzare l energia delle onde? In linea di principio è possibile convertire almeno cinque tipi di energia presenti nel mare: quella delle correnti,

Dettagli

LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO

LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO Prof. Ing. Ciro Aprea Dipartimento di Ingegneria Industriale Università degli Studi di Salerno DEFINIZIONE SI POSSONO DEFINIRE

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di laurea specialistica in Ingegneria Meccanica

Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di laurea specialistica in Ingegneria Meccanica Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di laurea specialistica in Ingegneria Meccanica Corso di Impatto ambientale Modulo Pianificazione Energetica a.a. 2012/13 Prof. Ing. Francesco

Dettagli

Hera ti insegna un mestiere a scuola Gruppo Hera e Istituto Tecnico Industriale Statale G. Marconi di Forlì. Il pacchetto clima energia 20-20-20

Hera ti insegna un mestiere a scuola Gruppo Hera e Istituto Tecnico Industriale Statale G. Marconi di Forlì. Il pacchetto clima energia 20-20-20 Hera ti insegna un mestiere a scuola Gruppo Hera e Istituto Tecnico Industriale Statale G. Marconi di Forlì Il pacchetto clima energia 20-20-20 Sessione 1 La strategia 20-20-20: cos è e a quali problemi

Dettagli

CENTRALI TERMOELETTRICHE

CENTRALI TERMOELETTRICHE CENTRALI TERMOELETTRICHE Introduzione I procedimenti tradizionali di conversione dell energia, messi a punto dall uomo per rendere disponibili, a partire da fonti di energia naturali, energia in forma

Dettagli

soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia

soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia Progettazione Installazione e Vendita Impianti Fotovoltaici chiavi in mano Solare Termico Mini Eolico soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia NELLE ABITAZIONI E NEGLI AMBIENTI DI LAVORO HORUS ENERGY,

Dettagli

Università degli Studi di Perugia. Ing. Andrea Nicolini La situazione energetica italiana

Università degli Studi di Perugia. Ing. Andrea Nicolini La situazione energetica italiana Università degli Studi di Perugia Ing. Andrea Nicolini La situazione energetica italiana 2 La situazione energetica italiana Domanda e offerta di energia Consumi di energia Fonti Energetiche Rinnovabili

Dettagli

Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico

Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico Indice Introduzione... 2 Definizioni... 3 Evoluzione della produzione e della potenza per fonte nell UE 27... 5 Produzione e Potenza nel 2010 nell UE27... 6

Dettagli

Incentivazione delle fonti rinnovabili: Certificati Verdi e Tariffe Onnicomprensive. Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2010

Incentivazione delle fonti rinnovabili: Certificati Verdi e Tariffe Onnicomprensive. Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2010 Incentivazione delle fonti rinnovabili: Certificati Verdi e Tariffe Onnicomprensive. Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2010 Aprile 2011 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 1. LA QUALIFICAZIONE DEGLI IMIANTI...

Dettagli

Corso per Tecnici e manutentori dell industria elettrica, elettronica e meccanica. Prof.Ing.Giovanni Musio. sede I.P.I.A. A.

Corso per Tecnici e manutentori dell industria elettrica, elettronica e meccanica. Prof.Ing.Giovanni Musio. sede I.P.I.A. A. Corso per Tecnici e manutentori dell industria elettrica, elettronica e meccanica Prof.Ing.Giovanni Musio I.P.I.A. A.Volta Guspini Dirigente scolastico Prof.Giancarlo Vinci sede I.P.I.A. A.Volta Guspini

Dettagli

nuove tecnologie per lo sviluppo sostenibile

nuove tecnologie per lo sviluppo sostenibile Fonti rinnovabili e nucleare: nuove tecnologie per lo sviluppo sostenibile del sistema elettrico italiano Ing. Paolo Ricci Consigliere Delegato di TerniEnergia Milano 9 ottobre 2009 - Palazzo Mezzanotte

Dettagli

Le Energie Rinnovabili

Le Energie Rinnovabili Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il progetto è uno studio personale svolto durante il corso di apprendistato, pertanto il format scelto è stato

Dettagli

CAPITOLO 2 CENTRALI DI PRODUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA

CAPITOLO 2 CENTRALI DI PRODUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA CAPITOLO 2 CENTRALI DI PRODUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria

Dettagli

Tali fluidi, utilizzati in prossimità del punto di produzione, o trasportati a distanza, possono essere utilizzati per diversi impieghi:

Tali fluidi, utilizzati in prossimità del punto di produzione, o trasportati a distanza, possono essere utilizzati per diversi impieghi: LA COGENERAZIONE TERMICA ED ELETTRICA 1. Introduzione 2. Turbine a Gas 3. Turbine a vapore a ciclo combinato 4. Motori alternativi 5. Confronto tra le diverse soluzioni 6. Benefici ambientali 7. Vantaggi

Dettagli

G.B. ZORZOLI INTRODUZIONE ALLE FONTI RINNOVABILI

G.B. ZORZOLI INTRODUZIONE ALLE FONTI RINNOVABILI G.B. ZORZOLI INTRODUZIONE ALLE FONTI RINNOVABILI Pisa, 03.02.09 ENERGIA SOLARE COME FONTE DELLE ENERGIE RINNOVABILI RADIAZIONE SOLARE VERSO TERRA: 173.000 TW RIFLESSIONE VERSO LO SPAZIO (SOPRATTUTTO NUBI):

Dettagli

Le fonti rinnovabili nel panorama energetico italiano

Le fonti rinnovabili nel panorama energetico italiano Sansepolcro,, 24 Ottobre 2009 Le fonti rinnovabili nel panorama energetico italiano Iacopo Magrini Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni iacopo.magrini@unifi.it

Dettagli

PROGETTO ENERGIE RINNOVABILI FOTOVOLTAICO MINIEOLICO BIOMASSE

PROGETTO ENERGIE RINNOVABILI FOTOVOLTAICO MINIEOLICO BIOMASSE PROGETTO ENERGIE RINNOVABILI FOTOVOLTAICO MINIEOLICO BIOMASSE 1 In ingegneria energetica con il termine energie rinnovabili si intendono quelle forme di energia generate da fonti di energia che per loro

Dettagli

TECNOLOGIE DELLE ENERGIE RINNOVABILI. Introduzione

TECNOLOGIE DELLE ENERGIE RINNOVABILI. Introduzione TECNOLOGIE DELLE ENERGIE RINNOVABILI Introduzione Giuseppe Franchini Dipartimento di Ingegneria e Scienze Applicate Università degli Studi di Bergamo 1 Principi di conversione dell energia Energia PRIMARIA

Dettagli

LA STRUTTURA DEL BUSINESS PLAN IMPIANTO BIOMASSA

LA STRUTTURA DEL BUSINESS PLAN IMPIANTO BIOMASSA IMPIANTO BIOMASSA Decreto Legislativo 28/2011 ed in particolare l art. 2 definisce in dettaglio la biomassa come: "la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui di origine biologica provenienti

Dettagli

STRATEGIE E MERCATI CNREUROPE

STRATEGIE E MERCATI CNREUROPE CHI SIAMO CNREUROPE, società del gruppo internazionale One-Eko, nasce dall esperienza pluriennale internazionale dei suoi soci nel settore dell Energia Rinnovabile, dell Ingegneria e del Settore Finanziario.

Dettagli

tecnologia che migliora il mondo

tecnologia che migliora il mondo tecnologia che migliora il mondo Company profile AURORA energy solution è l unione di due società la AURORA INVEST Srl e ICMEA Srl società di ingegneria dedicata alla progettazione e realizzazione di

Dettagli

CASA, AZIENDA, AUTO E SCOOTER: IL NUOVO MONDO DELLA GREEN ECONOMY

CASA, AZIENDA, AUTO E SCOOTER: IL NUOVO MONDO DELLA GREEN ECONOMY Giovedi 7 Giugno 2012 h 9-12 Riccione - Liceo Scietifico A.Volta CASA, AZIENDA, AUTO E SCOOTER: IL NUOVO MONDO DELLA GREEN ECONOMY Ing. Michetti Laura De Lucia Emanuele Indice Energie Rinnovabili ü Energia

Dettagli

Petrolio, gas e lo sviluppo delle energie alternative

Petrolio, gas e lo sviluppo delle energie alternative Lodi, 19.12.2008 Renzo Capra Petrolio, gas e lo sviluppo delle energie alternative I prezzi delle materie prime energetiche Il prezzo del petrolio rimane il prezzo direttore dell energia (anche se circa

Dettagli

fotovoltaico ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

fotovoltaico ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI il ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI COS È L ENERGIA fotovoltaica La tecnologia fotovoltaica è un sistema che sfrutta l energia solare e la trasforma, direttamente e istantaneamente,

Dettagli

Fotovoltaica. Intervento Pronto. Riscaldamento e condizionamento Fotovoltaico e fonti rinnovabili Assistenza ed emergenze

Fotovoltaica. Intervento Pronto. Riscaldamento e condizionamento Fotovoltaico e fonti rinnovabili Assistenza ed emergenze Fotovoltaica. Intervento Pronto Riscaldamento e condizionamento Fotovoltaico e fonti rinnovabili Assistenza ed emergenze 1 riflessa assorbita diretta diffusa rifratta Energia dal sole ed irraggiamento

Dettagli

Il Solare Termodinamico per la Produzione di Energia Elettrica e Calore a Media Temperatura

Il Solare Termodinamico per la Produzione di Energia Elettrica e Calore a Media Temperatura Efficienza Energetica, il forziere nascosto dell industria sarda Il Solare Termodinamico per la Produzione di Energia Elettrica e Calore a Media Temperatura Prof. Daniele Cocco Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

Energia. RSA Provincia di Milano. Energia

Energia. RSA Provincia di Milano. Energia RSA Provincia di Milano Energia Fig. 1: consumi elettrici per ciascun settore La produzione e il consumo di energia hanno impatto dal punto di vista ambientale, soprattutto per ciò che riguarda il consumo

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

SPECIALISTI NELLA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI AD ENERGIA RINNOVABILE

SPECIALISTI NELLA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI AD ENERGIA RINNOVABILE SPECIALISTI NELLA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI AD ENERGIA RINNOVABILE s i n c e 2 0 0 7 PROFESSIONISTI NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI Solar Geo Tech è nata dall incontro di tecnici e operatori commerciali

Dettagli

Le centrali elettriche

Le centrali elettriche Le centrali elettriche Prof. Giuseppe Capuano Presentazione realizzata nell a.s. 2000/2001 dagli alunni della S.M. di Navacchio e aggiornata negli anni seguenti Vantaggi uso energia elettrica 1. L energia

Dettagli

Progetto grafico e ricerche di: Carmine Filippelli IV A/Geometri Supervisione del Prof./Ing. : Francesco Bernardini 1 L energia: L'energia è la capacità di un corpo di compiere un lavoro. L unità di misura

Dettagli

Energie Rinnovabili. Ing. Paolo Tassetti Technical Lines. ACE European Group Ltd

Energie Rinnovabili. Ing. Paolo Tassetti Technical Lines. ACE European Group Ltd Energie Rinnovabili Ing. Paolo Tassetti Technical Lines Sommario Scenario Perché investire nelle energie rinnovabili? Obiettivi dell Unione Europea Obiettivi del Governo Italiano Principali fonti di energia

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

1.1.1 Crescita della domanda di elettricità

1.1.1 Crescita della domanda di elettricità 1.1 CARATTERISTICHE DEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE 1.1.1 Crescita della domanda di elettricità In Italia, come in tutti i paesi industrializzati, la domanda di energia elettrica continua ad aumentare

Dettagli

Il Sole, energia pulita per la Calabria

Il Sole, energia pulita per la Calabria DIPARTIMENTO 5 - ATTIVITA PRODUTTIVE - SETTORE POLITICHE ENERGETICHE Servizio n. 5 Programmi nazionali e comunitari POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II ENERGIA Linea d intervento 2.1.1.1 Avviso pubblico

Dettagli

FILONE TECNICO SCIENTIFICO SCHEDA DOCUMENTAZIONE Pagina 1

FILONE TECNICO SCIENTIFICO SCHEDA DOCUMENTAZIONE Pagina 1 SCHEDA DOCUMENTAZIONE Pagina 1 CONTENUTO: ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI www.isesitalia.it Fonti: INBAR, www.edilportale.com, KlimaHaus SOLARE TERMICO Il sistema termico a pannelli solari cattura la luce

Dettagli

COMBI CYCLE 300 PLUS CHP

COMBI CYCLE 300 PLUS CHP Gruppo Progeco PROGECO e la sua consociata INGECO sono a Silea (Treviso) con stabilimento di produzione di 2.200 mq PROGECO e per l Italia di GENERAL ELECTRIC - Heat Recovery Solutions PROGECO Progetta

Dettagli

Fotovoltaico o solare a concentrazione?

Fotovoltaico o solare a concentrazione? Fotovoltaico o solare a concentrazione? Confronto tecnico-economico-finanziario tra due tecnologie solari per la produzione di energia elettrica Silvano Vergura, Dipartimento di Elettrotecnica ed Elettronica,

Dettagli

Provincia di Olbia Tempio Attività di formazione inerenti le energie rinnovabili e l efficienza energetica. Mariagrazia Mazza mazza@ecuba.

Provincia di Olbia Tempio Attività di formazione inerenti le energie rinnovabili e l efficienza energetica. Mariagrazia Mazza mazza@ecuba. Provincia di Olbia Tempio Attività di formazione inerenti le energie rinnovabili e l efficienza energetica Mariagrazia Mazza mazza@ecuba.it www.ecuba.it GSE - Gestore dei Servizi Energetici s.p.a. È una

Dettagli

Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2014.

Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2014. Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2014. PREMESSA Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

Come funziona una centrale a ciclo combinato? Aggiungere l immagine sotto e fare un mix dei due testi di spiegazione del funzionamento

Come funziona una centrale a ciclo combinato? Aggiungere l immagine sotto e fare un mix dei due testi di spiegazione del funzionamento LA TECNOLOGIA DEL CICLO COMBINATO A GAS NATURALE La maggiore quantità di energia elettrica generata da Edison è prodotta da 28 centrali termoelettriche. Edison sviluppa, progetta e costruisce interamente,

Dettagli

DIFFUSIONE DEL SOLARE FOTOVOLTAICO CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA REGIONE EMILIA ROMAGNA E AL SETTORE RURALE

DIFFUSIONE DEL SOLARE FOTOVOLTAICO CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA REGIONE EMILIA ROMAGNA E AL SETTORE RURALE DIFFUSIONE DEL SOLARE FOTOVOLTAICO CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA REGIONE EMILIA ROMAGNA E AL SETTORE RURALE 1 Premesse: il contesto generale L energia solare è oggi utilizzabile con sistemi commercialmente

Dettagli

Energia termica per l industria con gli specchi Fresnel SOLAR SYSTEMS AND SOLUTIONS

Energia termica per l industria con gli specchi Fresnel SOLAR SYSTEMS AND SOLUTIONS Energia termica per l industria con gli specchi Fresnel SOLAR SYSTEMS AND SOLUTIONS CSP-F è un fornitore di tecnologia innovativa per sistemi solari a concentrazione basati su moduli standard che utilizzano

Dettagli

9. CONSUMI ENERGETICI

9. CONSUMI ENERGETICI 271 9. CONSUMI ENERGETICI E ormai più che consolidata la consapevolezza che i consumi energetici costituiscono il fattore determinante al quale sono riconducibili sia i cambiamenti climatici, che molte

Dettagli

COGENERAZIONE e BIOGAS

COGENERAZIONE e BIOGAS COGENERAZIONE e BIOGAS TIECO srl L ENERGIA CHE NON PENSAVI DI AVERE TIECO SRL PROFESSIONALITA AL TUO SERVIZIO. Fondata nel 2000, TIECO SRL rappresenta una realtà consolidata nella progettazione e realizzazione

Dettagli

TECNOLOGIA DEI MATERIALI PER LA PRODUZIONE INNOVATIVA DI ENERGIA

TECNOLOGIA DEI MATERIALI PER LA PRODUZIONE INNOVATIVA DI ENERGIA TECNOLOGIA DEI MATERIALI PER LA PRODUZIONE INNOVATIVA DI ENERGIA A.A. 2007/2008 Dott. Ing. Vincenzo Esposito Dipartimento Scienze e tecnologie Chimiche Università di Roma Tor Vergata La grande crescita

Dettagli

Gruppo. Distributor GE Energy. Combi Cycle Systems. Sistemi di generazione a Ciclo Combinato Vapore + ORC di piccola taglia ad alta efficienza

Gruppo. Distributor GE Energy. Combi Cycle Systems. Sistemi di generazione a Ciclo Combinato Vapore + ORC di piccola taglia ad alta efficienza Gruppo Distributor Combi Cycle Systems Sistemi di generazione a Ciclo Combinato Vapore + ORC di piccola taglia ad alta efficienza Distributor Gruppo Progeco PROGECO e la sua consociata INGECO sono a Silea

Dettagli

Seminario tecnico GESTIONE DELL ENERGIA: SOLUZIONI AZIENDALI E TECNOLOGICHE

Seminario tecnico GESTIONE DELL ENERGIA: SOLUZIONI AZIENDALI E TECNOLOGICHE Ottimizzare la gestione dell energia: soluzioni tecnologiche per le aziende Ivano Olivetti - Ricercatore ENEA Seminario tecnico GESTIONE DELL ENERGIA: SOLUZIONI AZIENDALI E TECNOLOGICHE Vicenza 01 febbraio

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia

Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia Energia deriva dalla parola greca energheia che significa attività. Nei tempi antichi il termine energia venne usato per indicare forza, vigore, potenza

Dettagli

Le energie rinnovabili

Le energie rinnovabili COGENERAZIONE Le energie rinnovabili Il D.Lgs.387 del 29/12/2003 in attuazione della Direttiva Europea 2001/77/CE abrogata con la 2003/30/CE dalla 2009/28/CE del 05/06/2009 che deve essere recepita entro

Dettagli

Ing. Claudia Maggi. Dott. Antonio Parretta antonio.parretta@bologna.enea.it. ENEA Laboratorio Energia ERG Bologna, 17 Marzo 2006

Ing. Claudia Maggi. Dott. Antonio Parretta antonio.parretta@bologna.enea.it. ENEA Laboratorio Energia ERG Bologna, 17 Marzo 2006 Seminario ENERGIA TRA ATTUALITA E FUTURO Show Room c/o Istituti Aldini Valeriani Sirani Bologna, 17 Marzo 2006 SISTEMI SOLARI Ing. Claudia Maggi claudia.maggi@bologna.enea.it Dott. Antonio Parretta antonio.parretta@bologna.enea.it

Dettagli

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Come arriva l'energia a casa Siamo talmente abituati ad avere tutta l energia che vogliamo, che è ormai inconcepibile anche solo pensare di farne

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

Guida agli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili

Guida agli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Guida agli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Guida agli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Maggio 2010 INDICE INDICE INTRODUZIONE...

Dettagli

LE ENERGIE RINNOVABILI

LE ENERGIE RINNOVABILI LE ENERGIE RINNOVABILI ENERGIA Capacita' di un corpo di compiere lavoro Energia nucleare Forme di Energia chimica energia Energia elettrica Energia termica Energia luminosa Energia meccanica ENERGIA ENERGIA

Dettagli

La sostenibilità economica e tecnologica dei sistemi per la conversione dell energia. Introduzione ai sistemi idrotermali.

La sostenibilità economica e tecnologica dei sistemi per la conversione dell energia. Introduzione ai sistemi idrotermali. Introduzione alla conversione dell energia energia (concetti di base quali energia, potenza, rendimento). La sostenibilità ambientale e sociale dei sistemi per la conversione dell energia. La sostenibilità

Dettagli

Il solare fotovoltaico in Italia. Confronto con i dati della Provincia di Brescia

Il solare fotovoltaico in Italia. Confronto con i dati della Provincia di Brescia Il solare fotovoltaico in Italia Confronto con i dati della Provincia di Brescia Perché il solare fotovoltaico? Protocollo di Kyoto: riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra (CO 2 ) dell 8% entro

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici Impianti fotovoltaici Prof. Arch. Gianfranco Cellai Gli obblighi di legge A decorrere dal 1 gennaio 2009, nel regolamento edilizio, ai fini del rilascio del permesso di costruire, deve essere prevista,

Dettagli

Piano di azione nazionale per le fonti rinnovabili

Piano di azione nazionale per le fonti rinnovabili Approfondimento Piano di azione nazionale per le fonti rinnovabili Il piano di azione nazionale per le energie rinnovabili L Unione europea ha stabilito un quadro di azione, comune a tutti gli stati membri,

Dettagli

INFORMAZIONE GENERALE SULLE FONTI RINNOVABILI

INFORMAZIONE GENERALE SULLE FONTI RINNOVABILI INFORMAZIONE GENERALE SULLE FONTI RINNOVABILI Questo scritto riguarda le fonti di energia rinnovabili dirette e indirette: sono fonti dirette quelle che forniscono energia con l aiuto di una tecnologia

Dettagli

Impianto di cogenerazione a biomassa legnosa

Impianto di cogenerazione a biomassa legnosa Impianto di cogenerazione a biomassa legnosa Integrazione fra la produzione della biomassa ed il suo riutilizzo a fini energetici Massarosa, 8 novembre 2013 Ing. Simone Bonari P&I srl 09/11/2013 Comune

Dettagli

ENERGIE RINNOVABILI MICRO HYDRO. CasaSoleil 2006-2010 - Appunti sulle fonti rinnovabili -

ENERGIE RINNOVABILI MICRO HYDRO. CasaSoleil 2006-2010 - Appunti sulle fonti rinnovabili - ENERGIE RINNOVABILI MICRO HYDRO CasaSoleil 2006-2010 - Appunti sulle fonti rinnovabili - Che cos'è E' in piccolo, quello che si fa con un impianto idroelettrico ma senza costruire una diga: l'acqua che

Dettagli

Allegato B. Specifiche e requisiti tecnici minimi degli interventi

Allegato B. Specifiche e requisiti tecnici minimi degli interventi AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESONE DI FINANZIAMENTI DI INTERVENTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI ALTERNATIVE DESTINATA ALL AUTOCONSUMO A SERVIZIO DEL SETTORE COMMERCIALE - ARTIGIANALE - INDUSTRIALE -

Dettagli

matrice EQF del Energia eolica, da biomasse e geotermica

matrice EQF del Energia eolica, da biomasse e geotermica Percorso didattico del Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici secondo l European Qualification Framework - EQF matrice EQF del Percorso in Energia eolica, da biomasse e

Dettagli

Fino a qualche MW elettrico. Grande terziario e industriale piccolo-medio. 30% - 40% energia elettrica 40% - 50% calore recuperato 10% - 30% perdite

Fino a qualche MW elettrico. Grande terziario e industriale piccolo-medio. 30% - 40% energia elettrica 40% - 50% calore recuperato 10% - 30% perdite ,PSLDQWLGLPLFURFRJHQHUD]LRQH 'HVFUL]LRQHGHOODWHFQRORJLD Si tratta di impianti che utilizzano un combustibile per la produzione combinata di elettricità e calore (detta cogenerazione), di piccola taglia

Dettagli

Ver. 1.00 giugno 2007

Ver. 1.00 giugno 2007 Ver. 1.00 giugno 2007 1 INDICE 3. Le fonti rinnovabili 4. Energia Elettrica o Acqua Calda 5. Come Funziona? 6. Conto Energia 7. Beneficiari 8. Potenza dell impianto 9. Tipi di impianto 10. Non integrato

Dettagli

RISERVE FOSSILI LIMITATE E CRISI ENERGETICA

RISERVE FOSSILI LIMITATE E CRISI ENERGETICA RISERVE FOSSILI LIMITATE E CRISI ENERGETICA Circa l'80% dell'energia primaria utilizzata nel mondo proviene dai combustibili fossili 35% dal petrolio 21,2% dal gas 23,3% dal carbone Negli ultimi 150 anni

Dettagli

Federambiente - Roma, 08 aprile 2009

Federambiente - Roma, 08 aprile 2009 Gruppo di Lavoro Finanza Le opportunità finanziarie per l implementazione delle energie rinnovabili, in particolare per la realizzazione di impianti fotovoltaici e per rendere la filiera del riciclo ulteriormente

Dettagli

Percorso di educazione allo sviluppo sostenibile. Liceo scientifico statale B. Croce Azione F 2 FSE 2009 290 Obiettivo F2

Percorso di educazione allo sviluppo sostenibile. Liceo scientifico statale B. Croce Azione F 2 FSE 2009 290 Obiettivo F2 Educazione ambientale Percorso di educazione allo sviluppo sostenibile Liceo scientifico statale B. Croce Azione F 2 FSE 2009 290 Obiettivo F2 http://educazioneambientale.ning.com è lo spazio web dove

Dettagli

DELLA SITUAZIONE NEL 2003

DELLA SITUAZIONE NEL 2003 IL MIX ENERGETICO ITALIANO: ANALISI DELLA SITUAZIONE NEL 2003 Enea Bari 1 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. ENERGIA ELETTRICA...4 3. ENERGIA TERMICA...11 4. CONCLUSIONI...13 Enea Bari 2 1. Introduzione Ogni

Dettagli

Il soddisfacimento dei fabbisogni energetici con la cogenerazione

Il soddisfacimento dei fabbisogni energetici con la cogenerazione COGENERAZIONE & TRIGENERAZIONE RISPARMIO ENERGETICO = RISPARMIO ECONOMICO Il soddisfacimento dei fabbisogni energetici con la cogenerazione Domenico Laforgia Magnifico Rettore Professore ordinario di Sistemi

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

CAPITOLO 9 COGENERAZIONE

CAPITOLO 9 COGENERAZIONE CAITOLO 9 COGENERAZIONE 9.1. Introduzione er cogenerazione si intende la produzione combinata di elettricità e di calore, entrambi intesi come effetti utili. Essa trova ampio spazio sia in ambito civile

Dettagli

Audizione sui Prezzi dell Energia Elettrica e del Gas 10 a Commissione Permanente del Senato

Audizione sui Prezzi dell Energia Elettrica e del Gas 10 a Commissione Permanente del Senato Audizione sui Prezzi dell Elettrica e del Gas 1 a Commissione Permanente del Senato Dott. Nando Pasquali Presidente e Amministratore Delegato GSE Roma, 18 giugno 213-1 - Il Gruppo GSE Autorità per l Elettrica

Dettagli

Inghilterra, Cina, USA, India, Sud Africa, Australia, Russia, Polonia, Colombia e Ucraina sono i maggiori produttori.

Inghilterra, Cina, USA, India, Sud Africa, Australia, Russia, Polonia, Colombia e Ucraina sono i maggiori produttori. Mondo - Scheda informativa 1 Carbone Come si è formato? I giacimenti di carbone si sono formati più di 300 milioni di anni fa durante il periodo Carbonifero. Allora la terra era ricoperta da foresta tropicale.

Dettagli

Quali sono i problemi delle energie rinnovabili?

Quali sono i problemi delle energie rinnovabili? Quali sono i problemi delle energie rinnovabili? 1. Continuità della produzione (sole e vento non ci sono sempre), superabile in varie maniere: Accumulo (termico, chimico, gravitazionale) Rete elettrica

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI

ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI I rifiuti sono materiali di scarto o avanzo di svariate attività umane IL RIFIUTO I rifiuti

Dettagli

Come nasce MaranoSolar

Come nasce MaranoSolar APPROCCIO ECOSISTEMICO L approccio di MaranoSolar alle tecnologie per le fonti rinnovabili intende offrire ai nostri partner il miglior punto di equilibrio tra salvaguardia dell ambiente e sviluppo economico

Dettagli

Energia dalle Biomasse - Parte C

Energia dalle Biomasse - Parte C Tecnologie delle Energie Rinnovabili Energia dalle Biomasse - Parte C Daniele Cocco Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali Università degli Studi di Cagliari daniele.cocco@unica.it

Dettagli

Soluzioni green oggi per vivere meglio domani.

Soluzioni green oggi per vivere meglio domani. Soluzioni green oggi per vivere meglio domani. Enel è la più grande azienda di energia elettrica d Italia e la seconda utility quotata d Europa per capacità installata. È un operatore integrato, attivo

Dettagli

v. il dimensionamento d impianto vi. l integrazione con la realtà produttiva 3. Le opportunità ambientale ed economica

v. il dimensionamento d impianto vi. l integrazione con la realtà produttiva 3. Le opportunità ambientale ed economica Workshop Rafforzare la competitività delle PMI: opportunità in Europa Investire nello sviluppo sostenibile: la cogenerazione ing. Giuseppe Starace Università del Salento LECCE (I) Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

SETTORE PROGETTAZIONE E MANUTENZIONE OPERE PUBBLICHE SERVIZIO MANUTENZIONE PATRIMONIO, VIABILITA', IMMOBILI STUDIO DI FATTIBILITA'

SETTORE PROGETTAZIONE E MANUTENZIONE OPERE PUBBLICHE SERVIZIO MANUTENZIONE PATRIMONIO, VIABILITA', IMMOBILI STUDIO DI FATTIBILITA' SETTORE PROGETTAZIONE E MANUTENZIONE OPERE PUBBLICHE SERVIZIO MANUTENZIONE PATRIMONIO, VIABILITA', IMMOBILI STUDIO DI FATTIBILITA' PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE FOTOVOLTAICA COMUNALE RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

La Generazione Distribuita: Un Nuovo Modello di Sviluppo Sostenibile

La Generazione Distribuita: Un Nuovo Modello di Sviluppo Sostenibile La Generazione Distribuita: Un Nuovo Modello di Sviluppo Sostenibile Sonia Sandei Responsabile Impianti Generazione Distribuita Enel Energia Soluzioni Grandi Clienti Italian DHI Conference Torino, 15 Ottobre

Dettagli

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica P.8. Biomassa scarti organici P.8

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica P.8. Biomassa scarti organici P.8 Biomassa scarti organici 97 Situazione attuale Con il termine «scarti organici» ci si riferisce a sostanze di origine organica, animale o vegetale. È possibile classificare tali sostanze in funzione delle

Dettagli

Modulo 10 Impianti per la cogenerazione di energia

Modulo 10 Impianti per la cogenerazione di energia Corso di Impianti Meccanici Laurea Triennale Modulo 10 Impianti per la cogenerazione di energia Prof. Ing. Cesare Saccani Prof. Ing. Augusto Bianchini Dott. Ing. Marco Pellegrini Dott. Ing. Michele Gambuti

Dettagli