Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici"

Transcript

1 Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N Carta acquisti: le linee guida La carta acquisti, limitata per ora solo in alcuni Comuni, sarà estesa nel 2014 anche alle Regioni del Mezzogiorno Categoria: Previdenza e Lavoro Sottocategoria: Agevolazioni L INPS, con il messaggio n del 30 luglio 2013, ha fornito le modalità e i requisiti necessari per ottenere la Carta acquisti, disciplinata dal D.I. 10 gennaio 2013 (Lavoro-Economia), recante disposizioni in merito all attuazione della sperimentazione della nuova carta acquisti. Il nuovo beneficio, che verrà erogato per bimestri e ha una durata annuale, sarà notevolmente superiore rispetto alla social card ordinaria, in quanto sarà calcolato sulla base della numerosità del nucleo familiare. Infatti, il contributo può arrivare fino a un importo di circa 400 euro per le famiglie con 5 o più componenti. In pratica, esso è finalizzato ad aiutare le famiglie in condizioni economiche e lavorative di estremo disagio, in cui siano presenti dei minori. Al riguardo, è bene precisare che si tratta di una sperimentazione che coinvolge esclusivamente le 12 città più grandi del Paese (più di abitanti), ossia: Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia, Verona. Tuttavia, grazie al D.L. lavoro (D.L. n. 76/2013, convertito nella L. n. 99/2013) è stato previsto un allargamento della sperimentazione, per l anno 2014, anche ai territori delle regioni del Mezzogiorno. Tale sperimentazione costituisce l avvio del programma Promozione dell inclusione sociale. Premessa La Carta acquisti, prevista dall art. 60, c. 1-4 della L. n. 35/2012 e disciplinata dal D.I. (Lavoro-Economia) del 10 gennaio 2013, è finalizzata ad aiutare le famiglie in condizioni economiche e lavorative di estremo disagio, in cui siano presenti dei minori. Rispetto alla social card ordinaria, il nuovo beneficio che durerà un anno - sarà notevolmente superiore (massimo 404 euro), in quanto sarà calcolato sulla base della numerosità del nucleo familiare. 1

2 Il beneficio sarà gestito dall INPS che è il soggetto attuatore il quale disporrà l accredito delle somme spettanti, una volta acquisite le richieste ed accertato il diritto all ottenimento del beneficio. La consegna delle carte, nel caso in cui il nucleo familiare rientri in graduatoria utile, sarà invece effettuato da Poste Italiane. La nuova carta acquisti La nuova Carta acquisti affiancherà la vecchia carta acquisti del 2008 che, nel frattempo, continuerà a essere distribuita. Il nuovo beneficio è destinato a contrastare la povertà minorile a partire dalle famiglie più marginali rispetto al mercato del lavoro. Sarà uno strumento a disposizione dei Comuni che, inoltre, dovranno realizzare un progetto personalizzato di presa in carico per il nucleo familiare beneficiario. Il progetto avrà natura multidimensionale e sarà finalizzato al superamento della condizione di povertà ed esclusione sociale mediante azioni volte, tra l altro, a migliorare le possibilità di reimpiego per gli adulti, ma anche la performance scolastica dei bambini e dei ragazzi. Le risorse economiche Le risorse economiche disponibili, pari a 50 milioni di euro, saranno ripartite in maniera proporzionale alla popolazione in condizione di maggior bisogno residente nel medesimo Comune, stimata sulla base della popolazione residente e dell incidenza media nell'ultimo triennio della povertà assoluta nella ripartizione territoriale di appartenenza, secondo le statistiche ISTAT (come mostrato in tabella). RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DISPONIBILI PER LA SPERIMENTAZIONE Comune Popolazione residente al 1/1/11 Incidenza della povertà assoluta (media 2009/2011) Quota comunale Risorse da ripartire agli Enti operanti in ciascun Comune Roma ,80 23, Milano ,77 11, Napoli ,33 17, Torino ,77 7, Palermo ,33 12, Genova ,77 5, Bologna ,77 3, Firenze ,80 3, Bari , Catania ,33 5, Venezia ,77 2, Verona ,77 2, TOTALE ,

3 I beneficiari La richiesta del beneficio va presentata ai Comuni da un componente del nucleo familiare, mediante modello di dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà predisposto dal soggetto attuatore entro il 2 giugno I REQUISITI Innanzitutto il richiedente per godere dell incentivo deve risultare in possesso dei seguenti requisiti: a) essere cittadino italiano o comunitario ovvero familiare di cittadino italiano o comunitario non avente la cittadinanza di uno Stato membro che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; b) essere residente nel Comune in cui si presenta la domanda da almeno un anno dal momento di presentazione della domanda. Inoltre, i nuclei familiari al momento della presentazione della richiesta devono essere in possesso dei seguenti requisiti: Requisiti concernenti la condizione economica ISEE, in corso di validità, inferiore o uguale a euro 3.000; per i nuclei familiari residenti in abitazione di proprietà, valore ai fini ICI della abitazione di residenza inferiore a euro ; patrimonio mobiliare, come definito ai fini ISEE, inferiore a euro 8.000; valore dell'indicatore della situazione patrimoniale, come definito ai fini ISEE, inferiore a euro 8.000; nel caso di godimento da parte di componenti il nucleo familiare, al momento della presentazione della richiesta e per tutto il corso della sperimentazione, di altri trattamenti economici, anche fiscalmente esenti, di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale, a qualunque titolo concessi dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni a componenti il nucleo familiare, il valore complessivo per il nucleo familiare dei medesimi trattamenti deve essere inferiore a 600 euro mensili; nessun componente del nucleo familiare deve possedere autoveicoli immatricolati nei 12 mesi antecedenti la richiesta, ovvero in possesso di autoveicoli di cilindrata superiore a cc, nonché motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati nei tre anni antecedenti. 3

4 Requisiti concernenti le caratteristiche familiari Presenza nel nucleo di almeno un componente di età minore di anni 18; precedenza per l'accesso alla sperimentazione, a parità di altri condizioni, per i nuclei familiari in almeno una delle seguenti condizioni: 1. disagio abitativo, accertato dai competenti servizi del Comune; 2. nucleo familiare costituito esclusivamente da genitore solo e figli minorenni; 3. nucleo familiare con tre o più figli minorenni ovvero con due figli e in attesa del terzo figlio; 4. nucleo familiare con uno o più figli minorenni con disabilità; ulteriore criterio di precedenza per l'accesso alla sperimentazione, a parità di altre condizioni, sono i nuclei per i quali, nell'ordine, sia maggiore il numero dei figli ed inferiore l'età del figlio più piccolo. Requisiti concernenti la condizione lavorativa nessun componente il nucleo familiare deve prestare attività lavorativa al momento della richiesta del beneficio e almeno un componente del nucleo deve aver cessato sia un rapporto di lavoro dipendente sia un attività di lavoro autonomo, ovvero, nel caso di lavoratori precedentemente impiegati con tipologie contrattuali flessibili, possa essere dimostrata l occupazione nelle medesime forme per almeno 180 giorni; alternativamente, nessun componente il nucleo familiare deve prestare attività lavorativa al momento della richiesta del beneficio e almeno un componente del nucleo sia in condizione di lavoratore dipendente ovvero impiegato con tipologie contrattuali flessibili il cui valore complessivo per il nucleo familiare di tali redditi da lavoro, effettivamente percepiti nei sei mesi antecedenti la richiesta, non sia superiore a euro Accertamento del diritto alla prestazione La competenza della verifica dei requisiti è suddivisa tra Comuni e INPS. Il Comune di residenza accerterà: i requisiti personali; il possesso di autoveicoli; disagio abitativo. 4

5 L Istituto accerterà, compatibilmente con i dati presenti nei propri archivi: i requisiti relativi alla condizione economica del nucleo familiare, accertato dal Comune previdenziale, indennitaria e assistenziale, a qualunque titolo concessi dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni deve essere inferiore a 600 euro mensili; i requisiti relativi alla situazione lavorativa. Precedenza in graduatoria A parità di altre condizioni, avranno la precedenza in graduatoria per l accesso alla sperimentazione i nuclei familiari che si trovino in almeno una delle seguenti condizioni: disagio abitativo, accertato dai competenti servizi del Comune; nucleo familiare costituito esclusivamente da genitore solo e figli minorenni; nucleo familiare con tre o più figli minorenni ovvero con due figli e in attesa del terzo figlio; nucleo familiare con uno o più figli minorenni con disabilità. Nel caso in cui, dopo aver valutato i punti di cui sopra, risultassero ancora dei nuclei familiari aventi lo stesso posto in graduatoria, saranno favoriti i nuclei per i quali, nell ordine, sia maggiore il numero dei figli ed inferiore l età del figlio più piccolo. Pubblicazione graduatoria e istanze di riesame o ricorso L INPS, una volta terminate le verifiche di propria competenza, invia ai Comuni l elenco dei soggetti in ordine di graduatoria provvisoria. I Comuni pubblicano tale graduatoria al fine di permettere ai nuclei non rientranti in graduatoria utile di presentare istanza di riesame o ricorso amministrativo avverso l esclusione o la posizione assegnata in graduatoria. Eventuali istanze di riesame ed eventuali ricorsi amministrativi andranno presentati al Comune competente per residenza secondo i termini e le modalità di norma previsti in materia di erogazione di contributi e sovvenzioni. L importo Il beneficio, che ha una durata annuale, è concesso bimestralmente in ragione della numerosità del nucleo familiare, calcolata escludendo le persone a carico ai fini IRPEF diverse dal coniuge e dai figli, nel seguente modo: 5

6 Nucleo familiare Ammontare del beneficio mensile 2 membri 231 euro 3 membri 281 euro 4 membri 331 euro 5 o più membri 404 euro Nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti uno o più beneficiari della carta acquisti ordinaria, l'attribuzione dei benefici economici connessi alla sperimentazione potrà avvenire solo previa rinuncia del beneficiario/titolare, per il periodo della sperimentazione stessa, ai benefici connessi al programma carta acquisti ordinaria, da dichiarare espressamente nel modulo di richiesta della carta acquisti sperimentale. Accredito della provvista e successivi controlli Una volta che la graduatoria diventa definitiva, l Istituto invia a Poste Italiane l elenco dei soggetti destinatari del beneficio e le somme da erogare a ciascun nucleo familiare. L INPS, dopo aver effettuato le verifiche periodiche, invia bimestralmente a Poste Italiane il nulla osta all accredito delle somme dovute a ciascun nucleo familiare. I progetti personalizzati I Comuni hanno il compito di predisporre, per almeno metà e non oltre i due terzi dei nuclei familiari beneficiari, un progetto personalizzato di presa in carico, finalizzato al superamento della condizione di povertà, al reinserimento lavorativo e all'inclusione sociale. Tali progetti devono essere inviati entro 90gg dalla comunicazione dell'avvenuto accreditamento del 1 bimestre e riguardare: risorse umane e professionalità dedicate all attuazione del progetto personalizzato di presa in carico; valutazione dei bisogni; indicazione degli obiettivi e dei risultati che si intende raggiungere volti al superamento della condizione di povertà, al reinserimento lavorativo e all'inclusione sociale; modalità di attuazione della presa in carico indicando il tipo di servizi e interventi sociali offerti dalla rete comunale; integrazione con interventi e servizi forniti dalle amministrazioni competenti in materia di servizi per l'impiego, tutela della salute e istruzione; integrazione con interventi e servizi forniti da soggetti privati, con particolare riferimento agli enti non profit. 6

7 In riferimento all'attuazione del progetto, le informazioni devono essere inviate entro 60gg dalla comunicazione dell'avvenuto accreditamento del 4 bimestre e riguardare: il periodo cui si riferiscono le attività; eventuali modifiche introdotte nei progetti personalizzati; indicazione dei servizi e interventi erogati nel periodo di riferimento; indicazione delle integrazioni effettuate con interventi e servizi forniti dalle amministrazioni competenti in materia di servizi per l'impiego, tutela della salute e istruzione; indicazione delle eventuali integrazioni effettuate con interventi e servizi sociali forniti da altri soggetti privati, con particolare riferimento agli enti non profit; valutazione sintetica sull'andamento del programma. Il progetto di presa in carico è predisposto mediante la partecipazione dei componenti del nucleo familiare ed è dagli stessi sottoscritto per adesione. La mancata sottoscrizione del progetto è motivo di esclusione dal beneficio. - Riproduzione riservata - 7

Oggetto: aggiornamenti Carta Acquisti sperimentale LORO SEDI

Oggetto: aggiornamenti Carta Acquisti sperimentale LORO SEDI Roma, 9 settembre 2013 Circolare n 15 Oggetto: aggiornamenti Carta Acquisti sperimentale Alle Seg. Regionali e Territoriali SPI- FNP- UILP LORO SEDI In occasione dell ultima stesura del Vademecum Le Pensioni

Dettagli

la nuova Carta Acquisti Sperimentale caratteristiche gestionali Socio Fondatore Promotore

la nuova Carta Acquisti Sperimentale caratteristiche gestionali Socio Fondatore Promotore la nuova Carta Acquisti Sperimentale caratteristiche gestionali le caratteristiche REQUISITI PERSONALI cittadino italiano o comunitario familiare di un cittadino italiano o comunitario, anche senza la

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze DOMANDA DI CARTA ACQUISTI SPERIMENTALE Modello di dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà (artt. 46 e 47, D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445) QUADRO 1 RICHIEDENTE (titolare della carta) Il/La sottoscritto/a

Dettagli

Attuazione della sperimentazione della nuova carta acquisti

Attuazione della sperimentazione della nuova carta acquisti Attuazione della sperimentazione della nuova carta acquisti Il decreto legge del 25 giugno 2008 n. 122 all art. 81, convertito dalla Legge 6 agosto 2008 n.133, istituisce un Fondo speciale destinato al

Dettagli

Roma, 8 maggio Oggetto: NUOVA CARTA ACQUISTI.

Roma, 8 maggio Oggetto: NUOVA CARTA ACQUISTI. NR. Roma, 8 maggio 2013 Oggetto: NUOVA CARTA ACQUISTI. Sulla G.U. n.102 del 3 maggio 2012 è stato pubblicato il Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 10 gennaio 2013 Attuazione della

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze Comune difirenze

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze Comune difirenze Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze Comune difirenze DOMANDA DI CARTA ACQUISTI SPERIMENTALE Modello di dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà

Dettagli

Servizi Sociali e Integrazione Socio Sanitaria. Carta Acquisti Sperimentale 2013 VADEMECUM

Servizi Sociali e Integrazione Socio Sanitaria. Carta Acquisti Sperimentale 2013 VADEMECUM Servizi Sociali e Integrazione Socio Sanitaria Carta Acquisti Sperimentale 2013 VADEMECUM INDICE La sperimentazione nazionale La Carta acquisti sperimentale Requisiti per richiedere la concessione della

Dettagli

Articolo 60 della legge n. 35 del 4 aprile 2012. Sperimentazione finalizzata alla proroga del programma "carta acquisti.

Articolo 60 della legge n. 35 del 4 aprile 2012. Sperimentazione finalizzata alla proroga del programma carta acquisti. Direzione Generale Roma, 30-07-2013 Messaggio n. 12249 Allegati n.2 OGGETTO: Articolo 60 della legge n. 35 del 4 aprile 2012. Sperimentazione finalizzata alla proroga del programma "carta acquisti. 1.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. Partecipazione alla sperimentazione della nuova Carta Acquisti.

AVVISO PUBBLICO. Partecipazione alla sperimentazione della nuova Carta Acquisti. Direzione Politiche Sociali, Partecipative e dell Accoglienza Osservatorio Politiche di Welfare Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze AVVISO PUBBLICO Partecipazione

Dettagli

Avviso. SIA - Sostegno all Inclusione Attiva

Avviso. SIA - Sostegno all Inclusione Attiva Avviso SIA - Sostegno all Inclusione Attiva Sussidio in sostegno alle famiglie per superare la condizione di povertà (Legge n. 208/2015 Art. 1, comma 387) Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Per l accesso al Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) Art. 2- Modalità di accesso. Art. 3 Requisiti del richiedente

AVVISO PUBBLICO Per l accesso al Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) Art. 2- Modalità di accesso. Art. 3 Requisiti del richiedente P.O.N. Inclusione Sociale 2014-2020 COMUNE DI SANTA CATERINA VILLARMOSA PROVINCIA DI CALTANISSETTA AVVISO PUBBLICO Per l accesso al Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) Art. 1- Oggetto e scopo Lo scopo

Dettagli

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA)

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) Il Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni

Dettagli

Comune di Arcinazzo Romano Città Metropolitana di Roma Capitale

Comune di Arcinazzo Romano Città Metropolitana di Roma Capitale CHE COS È E COME FUNZIONA Il Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate.

Dettagli

DICHIARA QUANTO SEGUE. Codice Fiscale (*) (*) Le domande prive del codice fiscale corretto del richiedente non saranno esaminate

DICHIARA QUANTO SEGUE. Codice Fiscale (*) (*) Le domande prive del codice fiscale corretto del richiedente non saranno esaminate DOMANDA DI SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA Modello di dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà (artt. 46 e 47, D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445) Il richiedente, consapevole che: - i requisiti devono

Dettagli

Si trasmette in allegato la domanda di cui all oggetto, per i consequenziali adempimenti

Si trasmette in allegato la domanda di cui all oggetto, per i consequenziali adempimenti AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI SARNO (SA) Oggetto: Istanza SIA Si trasmette in allegato la domanda di cui all oggetto, per i consequenziali adempimenti Sarno Firma DOMANDA DI SOSTEGNO PER L INCLUSIONE

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 30 17.02.2015 Carta Acquisti: aggiornati i limiti di reddito Da quest anno, per ricevere la Carta Acquisti il richiedente dovrà

Dettagli

COMUNE DI CANICATTINI BAGNI AVVISO

COMUNE DI CANICATTINI BAGNI AVVISO COMUNE DI CANICATTINI BAGNI AVVISO SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) CHE COS È E COME FUNZIONA Il Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione

Dettagli

DICHIARA QUANTO SEGUE. Cognome (per le donne indicare il cognome da nubile)

DICHIARA QUANTO SEGUE. Cognome (per le donne indicare il cognome da nubile) Modello di Il richiedente, consapevole che: ena la cessazione dello stesso;; potrà essere sospesa in caso di mancata adesione al progetto e in caso di reiterati comportamenti inconciliabili con gli obiettivi

Dettagli

SOCIAL CARD (TERRITORIO COMUNE NAPOLI)

SOCIAL CARD (TERRITORIO COMUNE NAPOLI) SOCIAL CARD (TERRITORIO COMUNE NAPOLI) REQUISITI (verifiche a carico del Comune) 1. Il Richiedente deve essere: cittadino italiano o comunitario (ovvero familiare di cittadino italiano o comunitario non

Dettagli

Io richiedente, consapevole delle sanzioni previste dal DPR 445/2000 in caso di dichiarazioni mendaci, DICHIARO QUANTO SEGUE

Io richiedente, consapevole delle sanzioni previste dal DPR 445/2000 in caso di dichiarazioni mendaci, DICHIARO QUANTO SEGUE Al Settore Servizi alla Persona Comune di Pula DOMANDA DI SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA CARTA SIA E REIS Modello di dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà (artt. 46 e 47, D.P.R. 28 dicembre

Dettagli

COMUNE DI CANICATTINI BAGNI AVVISO

COMUNE DI CANICATTINI BAGNI AVVISO COMUNE DI CANICATTINI BAGNI AVVISO SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) CHE COS È E COME FUNZIONA Il Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione

Dettagli

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA CHE COS È E COME FUNZIONA Il Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie

Dettagli

Direzione Generale. Roma, 19/07/2016

Direzione Generale. Roma, 19/07/2016 Direzione Generale Roma, 19/07/2016 Circolare n. 133 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

di concerto con Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali il Ministro dell Economia e delle Finanze

di concerto con Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO l articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400; VISTO l articolo 81, comma 29

Dettagli

di cilindrata superiore a cc o un motoveicolo di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati negli ultimi 36 mesi.

di cilindrata superiore a cc o un motoveicolo di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati negli ultimi 36 mesi. ZIONA Il Sostegno per l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate, nelle quali siano presenti persone minorenni, figli disabili o una donna in stato di gravidanza

Dettagli

STUDIO PASSARELLI Rag. Adriano Commercialista - Revisore Contabile - Società

STUDIO PASSARELLI Rag. Adriano Commercialista - Revisore Contabile - Società Informativa per la clientela di studio Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sostegno per l'inclusione Attiva: modalità di richiesta del beneficio Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. Carta SIA (Sostegno all'inclusione Attiva)

AVVISO PUBBLICO. Carta SIA (Sostegno all'inclusione Attiva) Direzione Coesione Sociale, Servizi alla Persona e Benessere di Comunità Osservatorio Politiche di Welfare AVVISO PUBBLICO Carta SIA (Sostegno all'inclusione Attiva) Si informa che, con il Decreto Interministeriale

Dettagli

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA CHE COS È E COME FUNZIONA Il Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie

Dettagli

soggiorno di lungo periodo (indicare lo stato) ; Codice Fiscale:

soggiorno di lungo periodo (indicare lo stato) ; Codice Fiscale: Al Comune di Bisignano Ufficio Prestazioni Sociali P.zza Collina Castello 87043 BISIGNANO OGGETTO: RICHIESTA AVVIO DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA CARTA SIA. Il/la sottoscritto/a nato/a a/in, il,

Dettagli

Dal 2 settembre il sostegno per l inclusione sociale attiva (SIA), una misura di contrasto alla povertà.

Dal 2 settembre il sostegno per l inclusione sociale attiva (SIA), una misura di contrasto alla povertà. Dal 2 settembre il sostegno per l inclusione sociale attiva (SIA), una misura di contrasto alla povertà. Pubblicato il Decreto interministeriale 26 maggio 2016 in Gazzetta Ufficiale (Serie Generale n.166

Dettagli

Criteri e modalità attuative del Reddito di Inclusione Sociale (R.E.I.S.) COMUNU DE MÒGURU COMUNE DI MOGORO. (Provincia di Oristano)

Criteri e modalità attuative del Reddito di Inclusione Sociale (R.E.I.S.) COMUNU DE MÒGURU COMUNE DI MOGORO. (Provincia di Oristano) COMUNE DI MOGORO (Provincia di Oristano) COMUNU DE MÒGURU (Provincia de Aristanis) Servizio Sociale Criteri e modalità attuative del Reddito di Inclusione Sociale (R.E.I.S.) Approvato con Delibera di Giunta

Dettagli

DISTRETTO SOCIO- SANITARIO N. 50 COMUNE DI ERICE AVVISO PUBBLICO

DISTRETTO SOCIO- SANITARIO N. 50 COMUNE DI ERICE AVVISO PUBBLICO CITTA DI ERICE, 3,1 Jb T Città di Pace e per la Scienza \i y j* ^ Ì ~ É * 'P # I ~ DISTRETTO SOCIO- SANITARIO N. 50 COMUNE DI ERICE AVVISO PUBBLICO Sostegno per l inclusione attiva (SIA) per l erogazione

Dettagli

file://f:\fulvia\messaggio%20numero%2027260%20del%2004-12-2008.htm

file://f:\fulvia\messaggio%20numero%2027260%20del%2004-12-2008.htm Pagina 1 di 5 Ufficio di Segreteria del Direttore generale Roma, 04-12-2008 Messaggio n. 27260 Allegati 2 OGGETTO: Carta acquisti. Ulteriori chiarimenti. Ai Direttori regionali Ai Direttori provinciali

Dettagli

AVVISO ATTUAZIONE DEL SOSTEGNO PER L'INCLUSIONE ATTIVA (SIA)

AVVISO ATTUAZIONE DEL SOSTEGNO PER L'INCLUSIONE ATTIVA (SIA) Distretto di Casteltermini Comune Casteltermini Comune Cammarata Comune S. Giovanni Gemini DISTRETTO SOCIO-SANITARIO D4 CASTELTERMINI (AG) Ambito territoriale : Casteltermini - San Giovanni Gemini - Cammarata

Dettagli

COMUNE DI LUZZI AVVIO DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA CARTA SIA

COMUNE DI LUZZI AVVIO DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA CARTA SIA COMUNE DI LUZZI AVVIO DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA CARTA SIA VISTO IL DECRETO 26 MAGGIO 2016 DEL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO R.E.I.S.

AVVISO PUBBLICO R.E.I.S. Area Socio-Culturale Servizi Sociali AVVISO PUBBLICO per la presentazione delle domande di ammissione alla misura di contrasto all esclusione sociale e alla povertà denominata R.E.I.S. (Reddito di inclusione

Dettagli

L ASSEGNO DI MATERNITA (art. 66 Legge 448/98 e s.m.i. - art. 74 D. Lgs. 151/01)

L ASSEGNO DI MATERNITA (art. 66 Legge 448/98 e s.m.i. - art. 74 D. Lgs. 151/01) INFORMAZIONI PER RICHIEDERE L ASSEGNO DI MATERNITA (art. 66 Legge 448/98 e s.m.i. - art. 74 D. Lgs. 151/01) CHI PUO FARE LA RICHIESTA La madre naturale o affidataria preadottiva o adottante senza affidamento,

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze Comune di Catania DOMANDA DI CARTA ACQUISTI SPERIMENTALE Modello di dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà

Dettagli

Coordinamento Nazionale FLP Giustizia

Coordinamento Nazionale FLP Giustizia Coordinamento Nazionale FLP Giustizia Ministeri e Polizia Penitenziaria Reperibilità 3928836510-3206889937 Coordinamento Nazionale: c/o Ministero della Giustizia Via Arenula, 70 00186 ROMA tel. 06/64760274

Dettagli

Intervento Povertà. Sostegno Inclusione Attiva. Dal 2 Settembre si può far richiesta d intervento presso il proprio comune di residenza

Intervento Povertà. Sostegno Inclusione Attiva. Dal 2 Settembre si può far richiesta d intervento presso il proprio comune di residenza Intervento Povertà Sostegno Inclusione Attiva Dal 2 Settembre si può far richiesta d intervento presso il proprio comune di residenza Considerazioni Generali: Siamo in presenza, a livello nazionale, di

Dettagli

red.regione.puglia.it

red.regione.puglia.it red.regione.puglia.it Cosa fare per accedere al Reddito di Dignità (Re.D.) Avviso pubblico approvato con D.G.R. n. 1014 del 07/07/2016 Pubblicato sul B.U.R.P. n. 80 del 11/07/2016 A cosa si accede Con

Dettagli

Il Coordinatore dell Ambito Territoriale Sociale di Campobasso

Il Coordinatore dell Ambito Territoriale Sociale di Campobasso Il Coordinatore dell Ambito Territoriale Sociale di Campobasso Visto il Regolamento di attuazione dell art. 49 della Legge Regionale 26 gennaio 2012, n. 2, Legge finanziaria regionale 2012, approvato con

Dettagli

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA CHE COS È E COME FUNZIONA Il Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie

Dettagli

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA CHE COS È E COME FUNZIONA Il Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie

Dettagli

COMUNE DI ACQUEDOLCI Città Metropolitana di Messina

COMUNE DI ACQUEDOLCI Città Metropolitana di Messina COMUNE DI ACQUEDOLCI Città Metropolitana di Messina SOSTEGNO ALL INCLUSIONE ATTIVA (S.I.A.) 2017 IL SINDACO informa che Il Sostegno per l Inclusione attiva (SIA), avviato dal Ministero del Lavoro e delle

Dettagli

COMUNE DI RACCUJA (PROVINCIA DI MESSINA) IL SINDACO RENDE NOTO

COMUNE DI RACCUJA (PROVINCIA DI MESSINA) IL SINDACO RENDE NOTO COMUNE DI RACCUJA (PROVINCIA DI MESSINA) IL SINDACO RENDE NOTO Che, a partire dal 2 settembre 2016, i cittadini in possesso dei requisiti possono presentare la richiesta per il SIA. SOSTEGNO PER L'INCLUSIONE

Dettagli

Ambito Territoriale DISTRETTO 5 di Melzo

Ambito Territoriale DISTRETTO 5 di Melzo Ambito Territoriale DISTRETTO 5 di Melzo Comuni di Cassano d Adda, Inzago, Melzo, Liscate, Pozzuolo Martesana, Settala, Truccazzano, Vignate PROTOCOLLO ATTUATIVO per l erogazione di vouchers per l accesso

Dettagli

DOMANDA DI MISURA ATTIVA DI SOSTEGNO AL REDDITO ai sensi dell art. 5 della legge regionale 15/2015 e dell art. 5 del D.P.REG.

DOMANDA DI MISURA ATTIVA DI SOSTEGNO AL REDDITO ai sensi dell art. 5 della legge regionale 15/2015 e dell art. 5 del D.P.REG. ALLEGATO B (riferito all articolo 5) Il/La sottoscritto/a richiedente Data di nascita Codice Fiscale Sesso (M/F) / / Comune di nascita Prov. Stato di nascita Stato di cittadinanza Indirizzo di residenza

Dettagli

InPratica L adempimento che guida al rispetto delle principali scadenze

InPratica L adempimento che guida al rispetto delle principali scadenze InPratica L adempimento che guida al rispetto delle principali scadenze N. 1 05.09.2016 SIA: come richiedere il beneficio? Dal 2 settembre è possibile inoltrare la domanda Categoria: Previdenza e Lavoro

Dettagli

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA - Carta SIA REIS -

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA - Carta SIA REIS - IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA - Carta SIA REIS - CARTA SIA CHE COS È E COME FUNZIONA Il Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un

Dettagli

INTERVENTI DI INTEGRAZIONE LAVORATIVA E DI SOSTEGNO SOCIO-ECONOMICO - Anno 2015

INTERVENTI DI INTEGRAZIONE LAVORATIVA E DI SOSTEGNO SOCIO-ECONOMICO - Anno 2015 Consorzio Comuni Bim di Valle Camonica Comunità Montana di Valle Camonica INTERVENTI DI INTEGRAZIONE LAVORATIVA E DI SOSTEGNO SOCIO-ECONOMICO - Anno 2015 - LINEE GUIDA PER L ACCESSO AI FONDI E PER LA SELEZIONE

Dettagli

AVVISO PROGRAMMA MINISTERIALE SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (S.I.A.)

AVVISO PROGRAMMA MINISTERIALE SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (S.I.A.) UNIONE DI COMUNI MARGHINE Corso Umberto, n. 186, 08015 Macomer (NU) Tel 0785/222200 Fax 0785/222216 E-Mail info@unionemarghine.it C.F. 93033380911 PLUS MARGHINE plus@unionemarghine.it AVVISO PROGRAMMA

Dettagli

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA Carta SIA - REIS

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA Carta SIA - REIS P L S U Distretto di Oristano IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA Carta SIA - REIS Carta SIA CHE COS È E COME FUNZIONA Il Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che

Dettagli

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA)

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) Il Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni

Dettagli

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA)

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) Il Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni

Dettagli

Comune di Udine. Servizio Servizi Sociali DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA

Comune di Udine. Servizio Servizi Sociali DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA Comune di Udine Servizio Servizi Sociali DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA Oggetto: D.Lgs. 26.03.2001 n. 151, articolo 74 "Assegno di maternità di base". Ammissione al beneficio. Nascite 2016. N. det.

Dettagli

Il Coordinatore dell Ambito Territoriale Sociale di TERMOLI

Il Coordinatore dell Ambito Territoriale Sociale di TERMOLI Il Coordinatore dell Ambito Territoriale Sociale di TERMOLI Visto il Regolamento di attuazione dell art. 49 della Legge Regionale 26 gennaio 2012, n. 2, Legge finanziaria regionale 2012, approvato con

Dettagli

REIS REDDITO DI INCLUSIONE SOCIALE D.G.R N 22/27 DEL 03/05/2017

REIS REDDITO DI INCLUSIONE SOCIALE D.G.R N 22/27 DEL 03/05/2017 REIS REDDITO DI INCLUSIONE SOCIALE D.G.R N 22/27 DEL 03/05/2017 1) CHE COS'È IL REIS (REDDITO DI INCLUSIONE SOCIALE) Il Reddito di Inclusione Sociale (REIS) è una misura regionale che prevede un sostegno

Dettagli

Cod. Pratica (come generato da sistema)

Cod. Pratica (come generato da sistema) Cod. Pratica (come generato da sistema) Domanda di accesso al ReD Domanda di accesso al ReD ad integrazione del Sostegno per l Inclusione Attiva Modello di dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà

Dettagli

Comune di Udine. Servizio Servizi Sociali DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA

Comune di Udine. Servizio Servizi Sociali DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA Comune di Udine Servizio Servizi Sociali DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA Oggetto: D.Lgs. 26.03.2001 n. 151, articolo 74 "Assegno di maternità di base". Ammissione al beneficio. Nascite 2016. N. det.

Dettagli

Carta SIA, Sostegno all Inclusione Attiva e disabilità

Carta SIA, Sostegno all Inclusione Attiva e disabilità Carta SIA, Sostegno all Inclusione Attiva e disabilità Dal 2 settembre prossimo i nuclei familiari in condizioni di particolare povertà potranno presentare domanda di concessione della Carta di pagamento

Dettagli

GLI ASSEGNI DI MATERNITA E PER IL NUCLEO FAMILIARE CONCESSI DAL COMUNE

GLI ASSEGNI DI MATERNITA E PER IL NUCLEO FAMILIARE CONCESSI DAL COMUNE GLI ASSEGNI DI MATERNITA E PER IL NUCLEO FAMILIARE CONCESSI DAL COMUNE 1. L ASSEGNO DI MATERNITA 1.1 LE CARATTERISTICHE DELLA PRESTAZIONE L assegno di maternità concesso dal Comune è una prestazione monetaria

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER LA RETTA DI FREQUENZA DEGLI ASILI NIDO

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER LA RETTA DI FREQUENZA DEGLI ASILI NIDO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER LA RETTA DI FREQUENZA DEGLI ASILI NIDO Approvato delibera C.C. n. 14 del 2.03.2010 ART.1 - FINALITA' DEL SERVIZIO L Amministrazione Comunale Assessorato

Dettagli

MODELLO DI DOMANDA PER ISEE FINO A 3.000,00

MODELLO DI DOMANDA PER ISEE FINO A 3.000,00 REIS -REDDITO DI INCLUSIONE SOCIALE- L.R. 18/2016 - D.G.R N 22/27 DEL 03/05/2017 MODELLO DI DOMANDA PER ISEE FINO A 3.000,00 QUADRO A) - DATI ANAGRAFICI Il/La sottoscritto/a nato/a a il / / Codice Fiscale

Dettagli

Il Tavolo congiunto sociale-lavoro

Il Tavolo congiunto sociale-lavoro Il Tavolo congiunto sociale-lavoro Tavolo di confronto e concertazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, delle Regioni e Province Autonome e dell ANCI, per l attuazione delle politiche

Dettagli

A) BANDO DI CONCORSO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI

A) BANDO DI CONCORSO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A) BANDO DI CONCORSO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI O AGEVOLAZIONI A CITTADINI CHE HANNO CONTRATTO UN MUTUO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE DI RESIDENZA E, NON RIUSCENDO PIÙ A FAR FRONTE ALLA RATA SONO

Dettagli

AVVISO SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA)

AVVISO SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) AVVISO SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) Si informa che a partire dal 2 Settembre si avvieranno le procedure per inoltrare le richieste del SIA, il Sostegno per l Inclusione Attiva. L avvio, su tutto

Dettagli

La Carta per l inclusione sociale nel Mezzogiorno

La Carta per l inclusione sociale nel Mezzogiorno La Carta per l inclusione sociale nel Mezzogiorno di Silvia Spattini 1. Carta per l inclusione: estensione al Mezzogiorno della Carta acquisiti sperimentale Tra le misure riservate al Mezzogiorno, il Governo

Dettagli

Inviamo il testo del Decreto (in fase di registrazione presso la Corte dei Conti) sindacale.

Inviamo il testo del Decreto (in fase di registrazione presso la Corte dei Conti) sindacale. UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA Segreteria Confederale 00187 ROMA VIA LUCULLO, 6 R. DU GOUVERNEMENT PROVISOIRE, 34 TELEFONO 47531 1000 BRUXELLES TELEX 622425 TELEFONO 00322 / 2178838

Dettagli

ALLEGATO " A" DISTRETTO SOCIO SANITARIO N.41

ALLEGATO  A DISTRETTO SOCIO SANITARIO N.41 ALLEGATO " A" DISTRETTO SOCIO SANITARIO N.41 COMUNE Capofila PARTINICO Balestrate- Borgetto -Camporeale-Giardinello-SanGiuseppe Jato- SanCipirello- Trappeto- MOt17~UftU. S.I.A. (Sostegno per l'inclusione

Dettagli

PERIODICO INFORMATIVO N. 09/2010. Social Card 2010

PERIODICO INFORMATIVO N. 09/2010. Social Card 2010 PERIODICO INFORMATIVO N. 09/2010 Social Card 2010 La Carta Acquisti è una carta di debito, sulla quale vengono accreditati 40 euro mensili, con cui si possono effettuare acquisti di generi alimentari o

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 10 gennaio 2013 Attuazione della sperimentazione della nuova carta acquisti. IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI di concerto con IL MINISTRO

Dettagli

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA

IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA IL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA CHE COS È E COME FUNZIONA Il Sostegno per l Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie

Dettagli

L'assegno di maternità può essere richiesto dalle madri, residenti nel Comune di Crespina Lorenzana, che sono:

L'assegno di maternità può essere richiesto dalle madri, residenti nel Comune di Crespina Lorenzana, che sono: Assegno di maternità Che cos è l Assegno di maternità? L'assegno di maternità, concesso dal Comune ed erogato dall'inps, è un assegno che la madre lavoratrice o disoccupata può chiedere al Comune per la

Dettagli

COMUNE DI MARTIS Provincia di Sassari

COMUNE DI MARTIS Provincia di Sassari COMUNE DI MARTIS Provincia di Sassari Viale Trieste, - C.A.P. 07030 - Tel. 079.56629-566306 - Fax 079.56625 - C.F. 00274490903 www.comune.martis.ss.it E-mail servizisociali@comune.martis.ss.it Prot. n.

Dettagli

di cittadinanza: Italiana; Comunitaria, Extracomunitaria con soggiorno di lungo periodo (indicare lo stato) ; di essere residente in Italia dal ;

di cittadinanza: Italiana; Comunitaria, Extracomunitaria con soggiorno di lungo periodo (indicare lo stato) ; di essere residente in Italia dal ; Al Comune di Bisignano Ufficio Prestazioni Sociali P.zza Collina Castello 87043 BISIGNANO OGGETTO: RICHIESTA AVVIO DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA CARTA SIA. Il/la sottoscritto/a nato/a a/in, il,

Dettagli

CITT DI P EIA AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI PER IL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA 2015 (CANONI ANNO 2014)

CITT DI P EIA AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI PER IL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA 2015 (CANONI ANNO 2014) AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI PER IL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA 2015 (CANONI ANNO 2014) Vista la Legge Regionale del 30 dicembre 2014, n. 18 concernente

Dettagli

CRITERI DI RIFERIMENTO PER L ACCESSO AL BUONO SOCIALE 2016 PER PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE O NON AUTOSUFFICIENTI

CRITERI DI RIFERIMENTO PER L ACCESSO AL BUONO SOCIALE 2016 PER PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE O NON AUTOSUFFICIENTI CRITERI DI RIFERIMENTO PER L ACCESSO AL BUONO SOCIALE 2016 PER PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE O NON AUTOSUFFICIENTI 1. PRINCIPI GENERALI I seguenti criteri disciplinano, all interno di un sistema integrato

Dettagli

Cinque per mille 2016: aperte le domande di iscrizione

Cinque per mille 2016: aperte le domande di iscrizione Cinque per mille 2016: aperte le domande di iscrizione Anche quest anno i contribuenti potranno scegliere di destinare la quota del cinque per mille dell IRPEF che risulta dalla risultante dalla dichiarazione

Dettagli

Comune di Villa Guardia Provincia di Como

Comune di Villa Guardia Provincia di Como FONDO SOSTEGNO AFFITTO GRAVE DISAGIO ECONOMICO D.G.R. - Lombardia - n. X/3495 del 30/04/2015, - D.G.C. n. 55 del 13.05.2015. Il Fondo, costituito da risorse Regionali e risorse Comunali, sostiene coloro

Dettagli

Comune di Castiglione Cosentino PROVINCIA DI COSENZA

Comune di Castiglione Cosentino PROVINCIA DI COSENZA Comune di Castiglione Cosentino PROVINCIA DI COSENZA Prot. 8076/31-08-2016 Piazza Vittorio Veneto, 16 CAP 87040 - Tel 0984.442007/442775 Fax 0984.442185 www.comune.castiglionecosentino.cs.it - castiglionecosentino@postecert.it

Dettagli

Assegni familiari. R.S.U. Siae Microelettronica

Assegni familiari. R.S.U. Siae Microelettronica R.S.U. Siae Microelettronica Assegni familiari nuovi importi dal 1 luglio 2005 fino al 30 giugno 2006 Le normative che regolano la materia in questione, e che spieghiamo all interno di questo capitolo,

Dettagli

Il/La sottoscritto/a richiedente nato/a a prov. il residente nel Comune di ( ) in Via n. tel.

Il/La sottoscritto/a richiedente nato/a a prov. il residente nel Comune di ( ) in Via n. tel. Allegato A Al Comune di OGGETTO: DOMANDA DI ACCESSO AL REDDITO DI INCLUSIONE SOCIALE ATTIVA Il/La sottoscritto/a richiedente nato/a a prov. il residente nel Comune di ( ) in Via n. tel. CHIEDE di essere

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI REGIONALI FINALIZZATI ALL ABBATTIMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI REGIONALI FINALIZZATI ALL ABBATTIMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE C O M U N E di Z O P P O L A PROVINCIA di PORDENONE Via Romanò, n.14 - CAP. 33080 - tel. 0434/ 577503- fax 0434/ 574025 assistenza@com-zoppola.regione.fvg.it - Ufficio Assistenza REGOLAMENTO DA INSERIRE:

Dettagli

quali sono contenute le parole coniuge, coniugi e termini equivalenti, ovunque questi ricorrano. La stessa norma, inoltre, regolamenta

quali sono contenute le parole coniuge, coniugi e termini equivalenti, ovunque questi ricorrano. La stessa norma, inoltre, regolamenta www.inas.it Maggio 2017 Unioni civili e convivenze di fatto: come cambia la previdenza UNIONI CIVILI E CON COME CAMBIA L Il 5 giugno del 2016 è entrata in vigore la legge sulle unioni civili tra persone

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEL CANONE DI LOCAZIONE AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE 431/98 ANNO 2011 -------------

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEL CANONE DI LOCAZIONE AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE 431/98 ANNO 2011 ------------- CITTÀ DI CATANIA DIREZIONE PATRIMONIO PROVVEDITORATO ED ECONOMATO A.P. EDILIZIA ECONOMICA POPOLARE CONVENZIONATA PROGRAMMI COSTRUTTIVI UFFICIO CASA SOCIAL HOUSING BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI

Dettagli

Regolamento per l'erogazione di prestazioni sociali. Situazione Economica Equivalente (ISEE)

Regolamento per l'erogazione di prestazioni sociali. Situazione Economica Equivalente (ISEE) Approvato con deliberazione n.034/cc del 20.04.2009 - Regolamento per l'erogazione di prestazioni sociali agevolate mediante l'applicazione dell'indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE)

Dettagli

COMUNE DI ALSENO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ALSENO PROVINCIA DI PIACENZA FONDO CONTRIBUTO AFFITTI a favore delle famiglie in difficoltà economica Il Responsabile del Servizio Sociale ai sensi della deliberazione della Giunta Comunale n. 47 del 04/05/2015 e determinazione Responsabile

Dettagli

Provincia di Siracusa AVVISO. S.I.A. (Sostegno per l'inclusione Attiva )

Provincia di Siracusa AVVISO. S.I.A. (Sostegno per l'inclusione Attiva ) CO9k1VVE DI TERGA Provincia di Siracusa AVVISO S.I.A. (Sostegno per l'inclusione Attiva ) SI INFORMA che l'art. I comma 387 (legge di stabilità 2016) ha esteso a tutto il territorio nazionale una misura

Dettagli

Di Mattia Dante, Vice Presidente Nazionale e Presidente Provinciale di Ascoli Piceno

Di Mattia Dante, Vice Presidente Nazionale e Presidente Provinciale di Ascoli Piceno Buone ferie a tutti! Nella foto della pagina iniziale del sito potete riconoscere, da sinistra: Scipioni Sandra, sede di Fermo Vitelli Francesco, sede di Ascoli Piceno Flammini Gabriella, sede di Porto

Dettagli

Umbria: Contributi per giovani coppie per l'acquisto della prima casa

Umbria: Contributi per giovani coppie per l'acquisto della prima casa Umbria: Contributi per giovani coppie per l'acquisto della prima casa Descrizione In breve Bando finalizzato all'erogazione di contributi a favore di giovani coppie per l'acquisto della prima casa. Con

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE DI CALALZO ANNO 2014

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE DI CALALZO ANNO 2014 Prot. 000 Calalzo di Cadore, BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE DI CALALZO ANNO 2014 Vista la delibera della giunta comunale n. del, esecutiva Premesso che: Il Comune di Calalzo di Cadore,

Dettagli

COMUNE DI SENNARIOLO PROVINCIA DI ORISTANO

COMUNE DI SENNARIOLO PROVINCIA DI ORISTANO Allegato alla determinazione n 7 del 7.06.206 COMUNE DI SENNARIOLO PROVINCIA DI ORISTANO Ufficio Servizi Sociali AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA LINEA SOSTEGNO ECONOMICO E PROGETTI PERSONALIZZATI DI AIUTO.

Dettagli

DIREZIONE POLITICHE SOCIALI

DIREZIONE POLITICHE SOCIALI DIREZIONE POLITICHE SOCIALI AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI BENEFICIARI DELLA NUOVA CARTA ACQUISTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GENOVA IL DIRIGENTE In attuazione dell art. 60 del D.L.

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 343 24.11.2014 Il nuovo ISEE corrente Quando si presenta e composizione del modello Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Varie Con la pubblicazione

Dettagli

DOMANDA DI REDDITO DI INCLUSIONE SOCIALE R.E.I.S.

DOMANDA DI REDDITO DI INCLUSIONE SOCIALE R.E.I.S. Distretto di Nuoro LUS Comune di Nuoro Ente Gestore BITTI, DORGALI, FONNI, GAVOI, LODINE, LULA, MAMOIADA, NUORO, OLIENA, OLLOLAI, OLZAI, ONANI, ONIFERI, ORANI, ORGOSOLO, OROTELLI, ORUNE, OSIDDA, OTTANA,

Dettagli