La Svizzera ancora sotto tiro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Svizzera ancora sotto tiro"

Transcript

1 Anno 40 Mensile degli Svizzeri in Italia con comunicazioni ufficiali delle Autorità svizzere e informazioni del Segretariato degli Svizzeri all estero Internet: Dopo gli USA, l Europa e la Libia ora c è Tremonti La Svizzera ancora sotto tiro postatarget magazine DCOOS3273 L affare UBS negli Stati Uniti (conclusosi con un accordo extragiudiziale) continua a manifestare pesanti conseguenze per la Svizzera. Dopo gli attacchi provenienti da Germania e Francia, è ora la volta dell Italia, attraverso lo scudo fiscale Tremonti. Su tutto questo si è inserita anche la vicenda libica. Tempo fa il figlio del dittatore Gheddafi è stato arrestato a Ginevra, su denuncia di due domestici che sarebbero stati maltrattati. La Libia considera l arresto come un offesa personale al proprio leader e non ha trovato di meglio che sequestrare due cittadini svizzeri in Libia. Nemmeno il viaggio improvviso del presidente della Confederazione a Tripoli è riuscito a sbloccare la situazione, ma sembra anzi averla peggiorata. Gheddafi si è permesso di dire che la Svizzera non ha ragione di esistere e che dovrebbe essere spartita tra Germania, Francia e Italia. pagina 2 Lo «Scudo ter» pagina 5 Contributi AVS e prepensionamento pagina 6 «Chi sono cosa fanno» pagina 14 La votazione federale del 29 novembre Sulla stessa via si era mosso anche il ministro delle finanze tedesco (non rieletto). Ora anche l Italia si è messa a fare controlli ai valichi svizzeri, ispezioni nelle banche svizzere in Italia, senza rispettare le convenzioni in atto, non trattando un nuovo accordo sulla doppia imposizione come vuole l UE, e non rispettando le regole OCSE sulle informazioni fiscali. Al di là del fatto che si è adeguata alle direttive OCSE, che ha già firmato oltre una dozzina di accordi fiscali, che ha una delle migliori legislazioni al mondo nella lotta contro il riciclaggio di denaro sporco, che collabora con chi le chiede assistenza, la Svizzera resterà l ultimo paese al mondo che dà ancora un valore alla privacy del cittadino e lo considera onesto fino a quando la giustizia non ha provato il contrario? i.b. La Gazzetta dedica nuovi spazi ai suoi sostenitori Cari lettori, come avete constatato, la Gazzetta svizzera ha cambiato formato. Ora è più agile e maneggevole e meglio si adegua alle esigenze moderne del fare informazione. Avrete notato anche che dedichiamo la consueta cura e attenzione agli argomenti che vi stanno a cuore. Fino ad oggi molti ci hanno sostenuto finanziariamente, li ringraziamo di cuore e speriamo continuino a farlo. I costi attuali e il contributo della Confederazione diminiuto del 27% ci impongono di concedere degli spazi anche alle aziende che desiderano essere presenti e accordare così, tramite le inserzioni, il loro contributo alla vita di Gazzetta. A questo proposito desidero informarvi che la raccolta della pubblicità, finora curata dalla Camera di Commercio Svizzera in Italia, a partire dal numero di gennaio 2010, è affidata allo Studio professionelle condotto da Germana Carbognani Baschier, la quale ha una lunga esperienza multimediale come giornalista e pubblicitaria. Lo Studio professionelle si metterà direttamente in contatto con i nuovi inserzionisti. Ci auguriamo di percorrere ancora un lungo tratto di strada assieme a voi e di continuare con lo stesso entusiasmo di sempre ad esservi vicino ed a portarvi di prima mano le notizie dalla Svizzera. Un cordiale e caloroso saluto a tutti. Il Presidente dell Associazione Gazzetta Svizzera Robert Engeler Studio professionelle Germana Carbognani Baschier - giornalista, creative director Case del Gatto - CH-6935 Bosco Luganese pagina 15 Da Palazzo Federale pagina 16 Dall Oganizzazione degli Svizzeri all estero «In caso di mancato recapito inviare al CMP di Milano - Roserio per la restituzione al mittente previo pagamento resi» Su carta un solo esemplare per famiglia da febbraio 2010 Gazzetta Svizzera anche in forma elettronica In concomitanza con la possibilità di leggere Gazzetta Svizzera anche in forma elettronica (a partire da febbraio 2010) vi saranno alcune modifiche alla spedizione, decise dal Dipartimento degli Affari Esteri (DFAE). 1. Ogni famiglia riceverà un solo esemplare di Gazzetta Svizzera, indirizzato al coniuge più anziano (considerato capofamiglia). Non verranno più spediti esemplari a figli maggiorenni conviventi, a meno che ne facciano esplicita richiesta, annunciando il loro indirizzo al Consolato. In questo caso riceveranno un avviso per che li informa di poter leggere la Gazzetta su Internet. 2. Nel gennaio 2010 verranno pubblicate le modalità per rinunciare alla Gazzetta Svizzera su carta, a favore della versione elettronica. Chi opterà per la versione Internet riceverà, all inizio di ogni mese, un con il link per leggere la Gazzetta su Internet. 3. Le persone che hanno già comunicato di voler ricevere Gazzetta Svizzera su Internet, riceveranno il primo di avvertimento per il numero di febbraio Non dovranno più annunciarsi. Ovviamente Gazzetta Svizzera continuerà anche ad essere stampata su carta, come finora. Aspettate quindi il numero di gennaio con le istruzioni per effettuare i cambiamenti. La Redazione

2 2 Le modalità previste dalla Circolare Applicativa del Scudo ter: come rimpatriare attività possedute all estero Rubrica legale dell Avv. Ugo Guidi Caro Avvocato, ho letto con grande interesse l articolo da Lei pubblicato sulla Gazzetta Svizzera n.10 dell ottobre Dato che nel frattempo il provvedimento legislativo è stato, se non sbaglio, ampliato e modificato, mi permetto di chiederle di indicarmi di quali modifiche io debba tener conto per valutare correttamente la mia situazione prima del 15 dicembre, data che si avvicina pericolosamente. Colgo l occasione per ringraziarla per tutto ciò che Lei fa per noi svizzeri residenti in Italia. F.M. Risposta Caro Lettore, premetto anzitutto che lo scudo fiscale ter nasce in un clima politico-economico molto diverso da quello delle due precedenti versioni del 2001 e del Infatti, da un lato la recente crisi mondiale dei mercati immobiliari e poi finanziari, ha generato una grave crisi di liquidità che ha fortemente frenato (se non addirittura bloccato) la crescita economica di molti Paesi, dall altro si è compreso che l evasione fiscale e la fuga di ingenti capitali AVVISO IMPORTANTISSIMO Cari Lettori, ricordate che il termine ultimo per avvalervi dello Scudo Fiscale varato in Italia scade il 15 DICEMBRE 2009 Controllate, quindi, bene se, magari inconsapevolmente, vivete in peccato mortale (rispetto alla legislazione fiscale italiana, ovviamente) oppure no. Ricordatevi soprattutto che le sanzioni per i peccatori sono salatissime! Ugo Guidi verso i c.d. paradisi fiscali mette ormai a dura prova il sistema economico mondiale. Dunque, l adozione di strumenti di cooperazione internazionale nel settore della fiscalità finanziaria e la lotta ai paradisi fiscali sono oggi strumenti indispensabili per far fronte agli squilibri conseguenti alla crisi economica mondiale e per garantire una crescita più equa secondo i principi generali sottoscritti nei vertici del G8. Fatta questa doverosa premessa, ecco alcune delle novità più interessanti dello scudo fiscale ter redatte alla luce dei chiarimenti contenuti nell ormai... famosa Circolare Applicativa dell Agenzia delle Entrate: SCADENZA Le operazioni per regolarizzare la propria posizione fiscale avvalendosi della normativa volta a consentire l emersione delle attività finanziarie e patrimoniali detenute all estero da soggetti residenti in Italia (cosiddetto scudo fiscale ter) introdotta con l art. 13-bis del decreto legge n. 78 del 1 luglio 2009 e successive modifiche, potranno essere effettuate dal 15 settembre al 15 dicembre. Ma la scadenza del 15 dicembre riguarda inderogabilmente solo il versamento dell imposta (il 5% del valore dei beni scudati) perché per il completamento delle operazioni di emersione si potrà anche sforare o ritardare. La circolare applicativa chiarisce, infatti, che se gli adempimenti sono molto complessi, l operazione potrà essere perfezionata entro una data ragionevolmente ravvicinata al termine previsto. Ma attenzione: solo con il versamento di detta imposta si perfeziona lo scudo fiscale rendendo così operativi tutti i benefici di legge. OBBLIGO DI RIMPATRIO PER I BENI DETENUTI IN SVIZZERA Chi possiede beni in Svizzera, nel Liechtenstein, nella Repubblica di San Marino o nel Principato di Monaco non potrà regolarizzarli con lo scudo fiscale. Infatti, contrariamente a quanto previsto e concesso con i due precedenti scudi fiscali, oggi l emersione dei beni detenuti in questi paesi potrà solo avvenire secondo la modalità del rimpatrio fisico o del rimpatrio giuridico. La circolare è molto chiara a riguardo: potranno essere regolarizzati i beni detenuti in Stati con i quali vige un effettivo scambio di informazioni fiscali: non solo quindi i paesi UE ma anche quelli extra UE che rispettano gli standards fissati in merito dall Onu e dall Ocse (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico). La Svizzera, che ad oggi ha solo predisposto ma non ancora sottoscritto il trattato OCSE con l Italia, è purtroppo ancora annoverata nell elenco dei Paesi non collaborativi. Colgo l occasione per riferire ai miei Lettori Gli articoli con sottofondo rosa sono di fonte ufficiale svizzera Mensile degli svizzeri in Italia. Fondata nel Internet: Editore: Associazione Gazzetta Svizzera CH-6963 Cureggia Redazione: Dott. Ignazio Bonoli CP 146, CH-6932 Breganzona Tel , Fax Pubblicità: CCSI, Camera di Commercio Svizzera in Italia Via Palestro 2, It Milano Tel , Fax A partire dal numero di gennaio 2010, è affidata allo Studio professionelle condotto da Germana Carbognani Baschier, Case del Gatto, CH-6935 Bosco Luganese Testi e foto da inviare per a: Gazzetta svizzera viene pubblicata 11 volte all anno. Tiratura media mensile 28'900 copie. Gazzetta svizzera viene distribuita gratuitamente a tutti gli Svizzeri residenti in Italia a condizione che siano regolarmente immatricolati presso le rispettive rappresentanze consolari. Cambiamento di indirizzo: Per gli Svizzeri immatricolati in Italia comunica re il cambiamento dell indirizzo esclusivamente al Consolato. Introiti: Contributi volontari, la cui entità viene lasciata alla discrezione dei lettori. Dall ltalia: versamento sul conto corrente postale italiano no intestato a «As so cia zio ne Gazzetta Svizzera, CH-6963 Cureggia». Oppure con bonifico alla Banca Popolare di Milano, Agenzia 344, Milano, sul conto corrente intestato a «Collegamento Svizzero in Italia, Rubrica Gazzetta». IBAN IT78 N Dalla Svizzera: versamento sul conto corrente postale svizzero no , intestato a «Associazione Gazzetta Svizzera, 6963 Cureggia». Composizione e impaginazione: TBS, La Buona Stampa sa Via Fola 11 CH-6963 Pregassona (Lugano) I soci ordinari dell Associazione Gazzetta Svizzera sono tutte le istituzioni volontarie svizzere in Italia (circoli svizzeri, società di beneficenza, scuole ecc.). Soci simpatizzanti sono i lettori che versano un contributo all Associazione. L Associazione Gazzetta Svizzera fa parte del Collegamento Svizzero in Italia (www.collegamentosvizzero.it).

3 3 quali sono considerati, in ordine alfabetico, i Paesi collaborativi: Australia, Austria, Belgio, Bulgaria, Canada, Cipro, Corea del Sud, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Turchia e Ungheria. Dunque, alla luce di quanto sopra, l emersione degli immobili detenuti personalmente (e non tramite società di capitali) in Svizzera, sembrerebbe impossibile dato che gli immobili per loro stessa natura non sono certo rimpatriabili. In realtà non è così. L emersione degli immobili posseduti in Svizzera è ancora possibile, ma l operazione di emersione sarà molto più complicata e costosa. Il sistema più accreditato sembra essere il seguente: costituire una società (ad esempio una Società Anonima) in Svizzera, trasferire la proprietà dell immobile in capo alla società costituita, fare il c.d. rimpatrio giuridico (tramite una fiduciaria) delle quote della società. I problemi di questa soluzione sono certamente i tempi stretti e i molti costi (costi di costituzione della società, le imposte indirette, i costi di gestione della società). Sono attualmente allo studio altri sistemi per l emersione di questi beni. Ad esempio: 1. Vendita dell immobile e rimpatrio del prezzo incassato La Circolare 43/E del 2009 conferma infatti che la composizione qualitativa del patrimonio detenuto all estero alla data del rimpatrio può divergere da quella dello stesso patrimonio detenuto al Il problema di questa impostazione è che se l immobile era posseduto da meno di 5 anni (a meno che lo stesso non sia pervenuto per successione), la plusvalenza derivante dalla vendita deve essere tassata in Italia (in virtù dell art. 67 TUIR - Testo Unico delle Imposte sui Redditi). Infine bisogna verificare quale siano le imposte indirette all estero e la legislazione sulla restrizione del possesso di immobili da parte di non residenti, nel caso di vendita a persone non residenti in Svizzera. 2. Intestazione dell immobile ad una società fiduciaria italiana Il problema di questa impostazione è che di norma le fiduciarie italiane non vogliono intestarsi gli immobili. Inoltre sono dovute le imposte indirette in Svizzera e l imposta di donazione in Italia secondo le circolari 28/E e 3/E entrambi del Vi sono poi dei problemi nell individuazione del soggetto che d ora in avanti dovrà pagare in Italia le imposte sui redditi. Posto quanto sopra, è chiaro che l emersione degli immobili posseduti in Paesi non collaborativi (come la Svizzera) è oggi molto più complicata e molto più costosa che in passato. Inoltre, dato che, come ho scritto, oggi non esiste una soluzione che vada bene per tutti ma ogni caso è a sè e deve essere attentamente valutato, bisogna accelerare i tempi delle decisioni e rivolgersi al più presto non già a chi può avere un interesse nelle nostre decisioni, ma ad un ottimo professionista imparziale che sappia anche come muoversi nei Paesi non collaborativi fra i quali, come ho detto, vi è purtroppo la Svizzera. In altre occasioni ho citato il famoso umorista francese Siné il quale, a fronte di problemi così complessi, era solito dire... Complicato, ma non semplice! SCUDABILI ANCHE I BENI DETENUTI DAI TRUST L emersione dei patrimoni detenuti all estero è ammessa anche nel caso in cui le attività siano detenute all estero per il tramite di trust, vale a dire se sono intestate a fiduciarie o possedute per il tramite di interposta persona (come nel caso appunto dei trust). NIENTE INVERSIONE ONERE PROVA Il contribuente che aderisce allo scudo fiscale non deve dimostrare che gli investimenti e le attività finanziarie detenuti in paradisi fiscali si considerano costituiti mediante redditi sottratti a tassazione in Italia. REGOLARIZZAZIONE ANCHE PER YACHT E GIOIELLI Potranno essere regolarizzati con lo scudo fiscale anche gli investimenti di natura non finanziaria come, ad esempio, yacht, opere d arte, oggetti preziosi e immobili, purché detenuti da prima del 31 dicembre 2008 in un Paese che garantisca un effettivo scambio di informazioni fiscali. Le attività non finanziarie dovranno essere indicate nel modulo RW soltanto nel periodo d imposta in cui hanno prodotto redditi imponibili in Italia. DICHIARAZIONE RW ANCHE PER LA CASA DELLE VACANZE ALL ESTERO D ora in poi anche le abitazioni possedute all estero per uso proprio (utilizzate per trascorrere ad esempio le ferie) e dunque non affittate, andranno dichiarate, qualora il Paese dove si trovano le abitazioni le consideri ai fini dell imponibilità. SCUDO FISCALE AVVISO IMPORTANTE ANCHE GLI EREDI POSSONO DICHIARARE I beni detenuti all estero potranno essere scudati anche dagli eredi del de cuius. Gli eredi che presentano la dichiarazione riservata godranno della preclusione degli accertamenti tributari relativi ai redditi del defunto. Tuttavia, in caso di rimpatrio, le attività non godono della riservatezza in capo agli eredi. GLI INTERMEDIARI ABILITATI E... LO SCUDO FAI DA TE La circolare chiarisce ed elenca gli intermediari abilitati alle operazioni di emersione: Banche italiane; società di intermediazione mobiliare (SIM); società di gestione del risparmio (SGR); società fiduciarie; agenti di cambio iscritti nel ruolo unico; poste italiane; stabili organizzazioni in Italia di banche e di imprese di investimento non residenti. Ma sono sempre obbligatori questi intermediari? L interessato amante del... fai da te e cioè colui che vuole rimpatriare il denaro e le altre attività finanziarie senza l ausilio di un intermediario, ferma restando l assoluta necessità di avvalersi di un ottimo e disinteressato consulente, ha la possibilità di optare per la soluzione del trasporto al seguito delle attività attraverso la frontiera. Ma attenzione: questa soluzione, molto accattivante: potrebbe mettere a rischio l anonimato (la dichiarazione doganale potrebbe infatti attivare controlli che, di fatto, potrebbero far venir meno l anonimato). rende obbligatoria la sussistenza della prova che le attività da rimpatriare erano detenute all estero prima del Avvocato Ugo GUIDI Avvocato Guia FONTANA P.S. L Avvocato Guia Fontana collabora con me nel mio studio da oltre dieci anni ed ha sempre seguito insieme a me con estrema attenzione i problemi concernenti i vari scudi che si sono succeduti nel tempo. Cari Lettori, in considerazione dei problemi che lo scudo fiscale ter continua a creare in relazione all emersione degli immobili detenuti in Svizzera (o in altri paesi c.d. non collaborativi ) e dei quali non ho potuto parlare sulla Gazzetta Svizzera ho ritenuto necessario fissare un incontro speciale per il giorno GIOVEDÌ 19 NOVEMBRE DALLE ORE ALLE ORE nei locali della Società Svizzera di Milano, via Palestro 2, 3 piano. In tale occasione, insieme a validi professionisti esperti nella materia quali: il Dott.Giorgio Antonini, il Dott. Emilio Cocchi e la mia collaboratrice Avv. Guia Fontana, verranno fornite spiegazioni di massima attualità sulle ultime tematiche. Non sono in grado di prevedere di quale entità sarà l affluenza. Suggerisco in ogni caso di avvertire della presenza la Segreteria della Società Svizzera (Ing. Arnaldo Haechler e la Segretaria Sig.a Sara Fraticelli. Telefono ) AVVOCATO UGO GUIDI

4 4 Verranno versate due rendite separate, una svizzera e una italiana Vengono conteggiati dall INPS i miei contributi AVS non trasferiti? AVS/AI Assicurazioni sociali di Robert Engeler Egregio Signor Engeler. Mi permetto di scriverle perché vorrei esporle le mie ansie e incertezze riguardo la mia futura pensione. Sono doppio cittadino ho compiuto 50 anni a novembre del 2008 (sono nato il 4/11/1958) ho lavorato in svizzera per 21 anni e 8 mesi, ho iniziato a lavorare all età di 15 anni e mezzo e ho pagato i contributi di riscatto dal 20 maggio 1974 fino al 31 dicembre 1975 all Inps. Dal 1º gennaio 1976 fino ad agosto del 1997 all AVS (da settembre 1997 mi trovo e lavoro in Italia e calcoli alla mano a maggio 2014 dovrei aver raggiunto quota 40 anni, quelli italiani e quelli svizzeri (figurativi). La mia domanda è come verrà calcolata la mia pensione? Mi daranno la pensione solo per i contributi versati in Italia? E se si potrò io rimanere a lavorare fino a 65 anni visto che se mi daranno l assegno mensile solo per i contributi italiani non ce la farò a vivere e per forza di cose dovrò aspettare quella svizzera. Il conteggio mi verrà fatto retributivo o contributivo? Visto che alla data del 31/12/1995 avevo più di 18 anni di contributi, tra italiani e svizzeri. Spero di essermi espresso bene e che si possa capire. Con la speranza di una sua delucidazione su questi problemi, la ringrazio in anticipo e la saluto cordialmente. S. C. Risposta Egregio lettore, la ringrazio del Suo messaggio e delle informazioni complete. Mi permetto ricordarle che sono abbastanza pratico dei problemi AVS, mentre le mie conoscenze delle pensioni italiane si limitano agli aspetti in correlazione con l AVS. Le domande specifiche per la pensione INPS devono quindi essere rivolte alla sede INPS provinciale oppure ad un patronato. Lei avrà diritto, al momento di raggiungere l età pensionabile, a due pensioni distinte, una modesta da parte dell AVS a 65 anni per i Suoi 21 anni di contribuzione in Svizzera, l altra dall INPS calcolata sui Suoi periodi di contribuzione e l importo dei contributi versati in Italia. Mentre in Italia la pensione viene calcolata per settimane di contribuzione, in Svizzera il calcolo si fa su anni di contribuzione completi. Posso quindi solo darle la risposta negativa, cioè che l INPS non Le darà nulla per gli anni di contribuzione in Svizzera. Per la risposta positiva, se potrà continuare a lavorare e contribuire in Italia fino a 65 anni per migliorare la pensione italiana, dovrà rivolgersi agli enti italiani indicati sopra. La stessa cosa vale per conoscere il metodo di calcolo della Sua pensione. Mi farà piacere sapere quale risposte ha avuto; potranno essere utili ad altri lettori. Con i migliori auguri. Robert Engeler Come viene calcolata la rendita in caso di pensionamento anticipato Perché devo pagare i contributi AVS dopo aver ottenuto il prepensionamento? Gentile Signor Engeler, premetto che da anni sono un assidua lettrice della Sua rubrica sulla Gazzetta Svizzera. E adesso al nostro, anzi mio problema. Dopo approfondite riflessioni, nel mese di Dicembre 2007, ho fatto la domanda all AVS per la pensione anticipata di un anno (essendo del 1945) e percepisco regolarmente la rendita dall 01/02/2008. Tutto bene fino a 2 mesi fa quando mi arriva una disposizione di pagamento, con l importo fissato d ufficio, per contributi da corrispondere per l anno 2008 (quasi Fr ) e successivamente nel mese di agosto 2009 un altra disposizione per contributi riguardanti il mese di gennaio 2009 (Fr.300). Devo aggiungere che la mia pensione è piuttosto modesta. Chiedendo telefonicamente spiegazioni all AVS a Ginevra sono stata informata che i contributi volontari sono dovuti fino al raggiungimento dell età pensionistica. Dato che non avevo fatto la domanda sull apposito modulo ufficiale Dichiarazione di recessione il quale doveva essere inviato entro il 31/03/2008, sono obbligata di continuare a versare dei contributi fino alla scadenza citata (gennaio 2009). Mi è cascato il mondo addosso, anche perché di tale procedura nessuno mi aveva messo al corrente. A questo punto voglio chiarire bene se queste somme sono dovute davvero. Tra l altro gli importi che dovrei versare adesso non vengono considerati come integrazione nel calcolo della pensione e quindi sono a fondo perduto. Alquanto assurdo! Come vede dagli allegati ho fatto un ricorso avverso all AVS a Ginevra che è stato respinto con lettera datata 21/08/2009. Vorrei valutare se è opportuno fare un ulteriore ricorso al Tribunale Federale delle Assicurazioni e vorrei un consiglio da parte sua se ci può essere una ben minima speranza di ottenere un esito positivo. In tal caso sarei grata se mi potesse indicare un legale con esperienza in questa materia. Purtroppo i tempi sono ristretti (30 giorni) e la lettera dall AVS (con l opposizione respinta) mi è pervenuta il 2/09/2009. Ringrazio anticipatamente per il suo interessamento. Distinti saluti. B.B. Risposta Gentile lettrice, le rispondo rapidamente perché il Suo caso è molto chiaro. Quando si chiede il pensionamento anticipato, la rendita viene calcolata tenendo conto del periodo di contribuzione fino all età di pensione (64 anni per le donne) e dei contributi sul livello degli ultimi anni. Cioè Le viene erogata una pensione basata su contributi che Lei, per l ultimo periodo, non ha ancora versati. E chiaro quindi che La decisione di Ginevra è corretta e corrisponde alla legge. È inutile opporsi ulteriormente, conviene pagare. Lei avrebbe potuto fare una furbata che ho spiegato durante le conferenze tenute dai vari Circoli Svizzeri e alle persone che mi hanno chiesto consiglio personalmente; finora non l ho mai pubblicato sulla Gazzetta per paura

5 che qualcuno chiuda la lacuna della legge. Ora che la contribuzione volontaria sta per finire, la pubblico qui per la prima volta. Infatti, i residenti in Svizzera sono obbligati per i motivi spiegati sopra a contribuire fino all età della pensione, anche se chiedono la pensione anticipata. Al momento di introdurre la possibilità di anticipare la rendita, i legislatori si erano dimenticati di dichiarare lo stesso obbligo per gli svizzeri all estero aderenti all AVS facoltativa, per cui questi possono effettivamente chiedere la pensione anticipata, godersela vita natural durante, ricevuta la prima mensilità uscire dall AVS facoltativa e non pagare i contributi per il periodo restante. Peccato che non abbia seguito una mia conferenza nel Vostro circolo. Si consoli tuttavia: Lei non ha approfittato di una furbata, ma paga esattamente quanto Lei gode adesso e quanto in Svizzera tutti devono, e quanto tutti gli svizzeri all estero dovrebbero pagare. In più Lei gode di una pensione anticipata con una riduzione della pensione molto più bassa di quello che sarebbe necessario. Le donne nate dopo il 1947 non hanno più questo favore. Mi spiace non poter darle una risposta migliore. Con cordiali saluti. Robert Engeler 5 L interpellanza Lombardi non ha ancora avuto una risposta completa Frontalieri disoccupati: nulla è cambiato Egregio Signore, dopo avere parlato con la gentile Signora del consolato di Milano mi permetto di esporre le mie domande. Sono svizzera, lavorando in Svizzera ma ho la residenza e il domicilio in Italia in caso di disoccupazione come funziona? 1) ho diritto all indennità di disoccupazione 2) per quanto tempo? Per me è importante saperlo perche il mio lavoro è a rischio. Grazie per il vostro tempo. R. V., L. Risposta Gentile Signora, pubblico qui di fianco l articolo apparso nell agosto/settembre del 2006 sulla Gazzetta; da allora, malgrado gli sforzi della Organizzazione degli Svizzeri all Estero (OSE), non è cambiato nulla. Potrei limitarmi a quanto scrive l on. Lombardi, ma dato che vari lettori mi hanno scritto su questo tema negli ultimi mesi come sempre quando l economia peggiora aggiungo alcune precisazioni: Se viene licenziata, Lei che è residente in Italia, non ha diritto alla cassa disoccupati in Svizzera, ma a quella italiana Lei, cittadina svizzera (o doppio nazionale) frontaliera atipica non ha il permesso di frontaliero e quindi non può usufruire della speciale cassa di disoccupazione per i frontalieri residenti in Italia secondo la legge 147/97 (tra il 25 e 50% dello stipendio), meno interessante di quella svizzera ma molto più favorevole del sistema ordinario italiano In caso di licenziamento, Lei dovrà iscriversi immediatamente sulla lista dei disoccupati presso il Centro per l impiego (ex Ufficio Collocamento) in Italia e avrà diritto per 6 mesi alla disoccupazione ordinaria italiana, ca al mese. Per sfuggire a questo infausto futuro, Lei ha due possibilità: La meno difficile: trasferire la sua residenza in Svizzera. Ma attenzione: il trasferimento deve essere credibile, con una presenza effettiva in Svizzera ci sono dei controlli! Solo con fatica siamo riusciti in Tribunale, alcuni anni fa, a non far condannare qualcuno, che aveva trasferito la residenza forse pro forma in Ticino, al rimborso aumentato di spese e multe. L ufficio delle assicurazioni aveva compiuto grossolani errori nei controlli, che dopo quella esperienza non ripete più! La più lunga e costosa: Se Lei esercita una professione nella quale può trovare un nuovo lavoro molto più facilmente in Svizzera, ha quasi sempre lavorato in Svizzera, ha mantenuto relazioni professionali e personali forti in Svizzera, può cercare di provare di essere una falsa frontaliera e quindi godere di indennità in Svizzera. (Riferirsi alla causa Miethe della Corte di giustizia Interpellanza al Consiglio degli Stati Disoccupazione frontalieri svizzeri: Il Consigliere agli Stati ticinese Filippo Lombardi, membro del Consiglio degli Svizzeri all Estero su richiesta del Collegamento Svizzero in Italia ha presentato la seguente interpellanza: Da diversi anni, i cittadini svizzeri domiciliati in Italia, frontalieri ma disoccupati, sono vittime di una discriminazione che perdura nonostante l introduzione dell Accordo sulla libera circolazione delle persone, nel quale viene stabilito il principio della parità di trattamento. In effetti, i frontalieri svizzeri che risiedono in Italia versano i propri contributi all assicurazione contro la disoccupazione svizzera. Secondo gli Accordi bilaterali, lo Stato competente per il versamento delle indennità di disoccupazione ai frontalieri è lo Stato ove questi ultimi risiedono. Nella fattispecie si tratta dunque dell Italia, ove però i frontalieri disoccupati di nazionalità elvetica beneficiano di condizioni meno vantaggiose rispetto ai frontalieri italiani nella stessa situazione, il che equivale ad una disparità di trattamento, contraria all Accordo sulla libera circolazione delle persone. europea ed alla causa davanti al Tribunale Federale C 124/06).La strada è però lunga, difficile e costosa: Iscrizione con insistenza all ufficio regionale di collocamento in Ticino (che non La vuole iscrivere), opposizione contro la decisione di rifiuto, Tribunale delle assicurazioni cantonale, e finora sempre anche al Tribunale Federale delle Assicurazioni. Tutto ciò richiede l intervento di un avvocato specializzato. Se sarà così decisa, sono disposto a fornirle l indirizzo di un avvocato specializzato a Zurigo e consigli. Auguro a Lei ed ai lettori della Gazzetta di non averne bisogno! Robert Engeler Inoltre, in virtù della convenzione fra la Svizzera e l Italia sulla compensazione finanziaria in materia di assicurazione-di-soccupazione dei frontalieri, la Svizzera corrisponde all Italia, sotto forma di somma globale, l ammontare dei contributi percepiti dai soli frontalieri di nazionalità italiana. I frontalieri svizzeri si trovano quindi nella situazione paradossale di versare i propri contributi all assicurazione-disoccupazione svizzera senza poter beneficiare delle prestazioni svizzere e di essere discriminati nel Paese che dovrebbe fornire loro le prestazioni. Rivolgo dunque al Consiglio federale le seguenti domande: Il Consiglio federale conferma la situazione sopra descritta? In caso di risposta affermativa, quali provvedimenti ha adottato finora e con quali risultati? È pronto a discutere della questione in sede diplomatica con il Governo italiano? Sarebbe pronto, se del caso, a sollevare la questione presso gli organi competenti dell UE?

6 6 «Chi sono cosa fanno» A cura di Annamaria Lorefice Esce un DVD con i film degli anni 70 sulla storia degli stagionali costretti a vivere nelle baracche «Accolti a braccia chiuse». I film di Alvaro Bizzarri Lugano Il 10 dicembre 1948 l assemblea delle Nazioni Unite adottò la Dichiarazione universale dei diritti dell uomo: «Tutti gli esseri umani nascono liberi e uguali... e devono agire nello spirito della fraternità...». La Dichiarazione, dalla sua nascita ad oggi, è costantemente violata dai vari governi. Qualche decennio fa accadde anche in Svizzera, a causa di una parte di padronato senza buona coscienza, che approfittò delle leggi in vigore. Siamo negli anni 70, la ricca Bienne è descritta ai turisti come città gioviale. «Qui il nuovo venuto è il benvenuto e lo straniero in viaggio d affari, può portare la propria famiglia». Il rovescio della medaglia sono gli immigrati che lavorano per circa nove mesi all anno, obbligati a vivere in condizioni a dir poco difficili. Ai margini della città sono 1600 gli stagionali provenienti da varie regioni d Europa, la maggior parte italiani, con un permesso di soggiorno rilasciatogli dalla polizia degli stranieri. La popolazione di Bienne è completamente ignara del fatto che nelle baracche visibili a lato dei tanti cantieri non sono alloggiati i materiali edili, bensì centinaia di persone. Vivono fino a sei lavoratori in uno spazio di tre metri per quattro, assente ogni servizio igienico-sanitario, le mura di legno sottile, i letti arrugginiti. Pagano il posto letto sui 100 franchi al mese, detratti direttamente dalla busta paga dal padrone di lavoro, che è pure il padrone delle baracche. Lo stagionale è un escluso per definizione dalla società al cui benessere contribuisce in maniera determinante: non può essere raggiunto della Operaio e cineasta: Alvaro Bizzarri nel Proiettati all epoca nei circoli degli immigrati, in tanti festival internazionali e trasmessi alla televisione, i film di Bizzarri, emigrato a Bienne nel 1955, sono una toccante testimonianza storica, lodata da eminenti personalità della cultura. Ora è uscito un DVD che raccoglie i suoi 5 film, tra cui Lo stagionale, vincitore di numerosi premi, trasmesso da molte televisioni europee e distribuito in tutto il mondo da Pro Helvetia. Il DVD intitolato Accolti a braccia chiuse è pubblicato su iniziativa di Morena La Barba e Alex Mayenfisch in partnership con Climage, la Cinemateca Svizzera e la TSR. I film di Alvaro Bizzarri aiutano il dibattito, in Svizzera come in Italia, sull immigrazione di ogni luogo e tempo. Alvaro Bizzarri, nel Una Regione da scoprire e da gustare nei suoi ANGOLI NASCOSTI! propria famiglia. Di fatto non ha diritto ad alloggiare in modo minimamente confortevole. Il sindacato non riesce a tutelarlo. Ha solo braccia da offrire all economia, in compenso, se protesta, basta non rinnovargli il permesso di lavoro. Tutto questo è stato ricordato nell ultimo Festival di Locarno con una retrospettiva sui film di Alvaro Bizzarri, ora disponibili in DVD. Emigrato dalla Toscana in Svizzera Bizzarri, appassionato di cinema, cominciò da dilettante a riprendere scene di vita lavorativa, sociale e famigliare dei lavoratori stranieri. I film, dapprima mostrati nei circoli dei lavoratori, fecero il giro del mondo ottenendo numerosi premi. L autore ebbe il rammarico di realizzare film che pur parlando degli italiani, furono ignorati dall Italia, e non ritornò in patria «perché è in Svizzera che ho potuto continuare a fare dei film». Abbiamo rintracciato Alvaro Bizzarri, di passaggio a Losanna, per commentare con lui i suoi film e l immigrazione di oggi. Da quale realtà proveniva lei quando lascio la sua regione? «Avevo circa vent anni e nessuna nozione di

7 7 cosa significasse lavorare nelle fabbriche. Per seguire mio padre e aiutarlo a ristabilire le finanze del nostro negozio a Pistoia, andai a fare l operaio a Bienne. Questo doveva essere solo per alcuni mesi, che si sono poi tramutati in quarant anni». Perché è rimasto così a lungo? «Mi piaceva molto la Svizzera. A Bienne ho conosciuto la Colonia Libera Italiana con la quale si sono creati i primi cineclub dove vidi un film che m impressionò, Il cammino della speranza. Mi venne l idea che anche noi avremmo potuto raccontare la nostra storia di emigrati. Ma come fare? Il cinema era un mezzo molto lontano dalle mie possibilità economiche». Come c è riuscito? «Ogni sera uscendo dal lavoro passavo davanti a un negozio di apparecchi fotografici che esponeva cineprese amatoriali. Pensai che avrei potuto realizzare qualche filmato a buon mercato». Come sceglieva gli attori? «Ho coinvolto amici e persone della Colonia Libera Italiana, semplici operai come me». Che difficoltà ha incontrato? «Le difficoltà riguardavano i costi delle apparecchiature. Per poter girare il mio primo film mi sono licenziato dalla fabbrica». Perché? «Avendo nozioni commerciali per la precedente attività di famiglia a Pistoia, così mi sono impiegato proprio in quel negozio davanti al quale passavo tutte le sere. Il proprietario, mi prestava una cinepresa per impararne i meccanismi da spiegare poi ai clienti. Con questo stratagemma ho girato il mio primo film, Il treno del Sud». Dove si vedevano i suoi film? «Avevo creato un cineclub a Bienne con lo scopo d informare sulle condizioni dei lavoratori. Ne Lo Stagionale per esempio, girato nel 71, parlo dei bambini. Anche se neonati, VICTORIA :48 Pagina 4 erano espulsi dalla Svizzera in quanto figli di stagionali. Centinaia di bambini vivevano nascosti per anni, senza che potessero nemmeno affacciarsi alla finestra per paura di essere denunciati». Che riscontro ebbero questi film? «Dopo la proiezione, i lavoratori restarono abbastanza indifferenti, invece gli svizzeri reagirono nell apprendere questa realtà». Non conoscevano la situazione? «No. La scoprirono soprattutto vedendo film come questo e quello precedente di un altro regista Noi italiani. Mi resi conto che la popolazione svizzera fu molto sensibile verso la condizione di questi lavoratori. Ciò contribuì a presentare in quegli anni le iniziative contro la proposta di Schwarzenbach di espellere centinaia di migliaia di lavoratori dalla Svizzera». Avrebbe mai immaginato che l immigrazione degli anni 2000 sarebbe stata così come vediamo dai TG? «È questo che mi sconforta, non pensavo che la situazione peggiorasse. L immigrazione di oggi è diversa da quella vissuta da noi in Svizzera, dove nonostante tutto, avevamo un contratto di lavoro. Come è possibile che oggi si arrivi coi barconi sulle spiagge italiane, rischiando di affondare in mare aperto? È qualcosa di struggente. Il cineasta ha il compito di approfondire le immagini troppo veloci dei TG». Il Victoria Albergo Romano di primissima classe costruito nel 1899 Ristrutturato rispettando stile e opere d arte Situazione calma nel centro storico, di fronte al Parco di Villa Borghese a due passi dalle vie più famose per lo «shopping» Rinomato per il suo ristorante italiano classico, il BELISARIO Il VIC S-BAR come punto d incontro Roof-garden romantico per cocktails e cene estive Sale conferenze funzionali Garage 24 ore Servizio tempestivo, cortese e multilingue R.H. Wirth H. Hunold Amministratori Delegati Via Campania 41 oo187 Roma Tel. oo39 o o1 Fax oo39 o o Internet: Gli stagionali, nel 1974.

8 8 Un approfondimento culturale sull Islam Molto interesse per la visita della Grande Moschea di Roma Molto interesse ha suscitato tra i tanti partecipanti la vista alla Grande Moschea di Roma, la più grande d Europa. Nonostante il severo temporale scatenatosi la mattina, sfidando le intemperie, in molti hanno affrontato l incertezza metrologica e partecipato all annunciata vista. La guida Omar Camiletti, ha guidato il gruppo fino all interno della Moschea dove ha dato spazio ad un approfondimento culturale sull Islam. Una bella occasione per conoscere meglio l Islam è stato il primo commento di alcuni ospiti. Voluta e finanziata dal re Feysal dell Arabia Saudita, la Moschea di Roma fu progettata da Paolo Portoghesi e inaugurata il 21 giugno del Il Centro Islamico annovera una biblioteca, una scuola di lingua araba, un centro congressi e fa parte del Tavolo Interreligioso istituito dal Comune di Roma. Collabora attivamente con varie realtà accademiche e culturali, sia italiane che estere. La Biblioteca del Centro Islamico Culturale d Italia si rivolge prevalentemente ad un pubblico di studiosi e ricercatori, possiede una raccolta di volumi in lingua araba di circa esemplari, frutto di donazioni provenienti da vari paesi del mondo musulmano. La collezione si compone in maggior parte di fonti classiche e moderne relative alle scienze coraniche ed al diritto musulmano. Tra gli intervenuti presente anche il nuovo vice capo delegazione dell Ambasciata Svizzera in Italia, Ministro Mauro Romano Reina. Fabio Trebbi Le foto dell evento sono visibili su: h t t p : / / w w w. f a c e b o o k. c o m / g r o u p. php?gid= &ref=ts#/event. php?eid= &index=1 Nelle foto: alcuni momenti della visita e dell approfondimento. Prossimamente il Circolo Svizzero di Roma propone: mercoledì, 18 novembre 2009 alle ore ASSEMBLEA GENERALE del CIRCOLO appuntamento alla Casa Svizzera di Roma in via Marcello Malpighi, n. 14. al termine dei lavori, la serata si concluderà con la tradizionale cena offerta ai soci. Per facilitare l organizzazione, è gradita la prenotazione entro le ore di lunedì 16 novembre 2008 al telefono (Scuola Svizzera di Roma). ORDINE DEL GIORNO Nomina del Segretario verbalizzante Nomina di due Scrutatori Relazione del Presidente sulla Gestione 2008/2009 Presentazione del conto economico e del bilancio dell esercizio 2008/2009 Relazione dei Revisori dei Conti Elezioni del Presidente, del Comitato e dei Revisori dei Conti Presentazione del programma per l anno sociale 2009/2010 Varie ed eventuali mercoledì, 16 dicembre 2009 alle ore BUON NATALE appuntamento per una cena conviviale all Hotel Victoria, via Campania 41 Roma e per scambiarci gli auguri per un buon Natale e felice Anno nuovo. È gradita la prenotazione: Scuola Svizzera oppure Hotel Victoria venerdì 5 febbraio 2010 alle ore 19,30 RACLETTE, RACLETTE E ANCORA RACLET- TE? Am Freitagabend, alcuni nostri soci e amici prepareranno, sugli appositi fornelli, questa tradizionale specialità svizzera tipicamente invernale, a favore, principalmente, degli amanti del formaggio o della buona compagnia. Appuntamento alla Casa Svizzera di Roma in via Marcello Malpighi, n. 14. È gradita la prenotazione al numero di telefono ( Scuola Svizzera di Roma). Altre novità, iniziative e notizie sono visibili nello spazio Circolo Svizzero Roma su facebook: php?gid= &ref=ts#/group. php?gid=

9 Gita con il Circolo della Riviera di Ponente Alle isole Lérins davanti alla costa di Cannes e alla città del festival 9 Seguendo il desiderio di diversi soci, quest anno abbiamo scelto come meta le isole Lérins davanti alla costa di Cannes. Alle 7 di mattina con un bel pullman della RT siamo partiti da Arma. L autista gentile e disponibile abituato anche al ritmo della corriera ha fatto dieci fermate per raccogliere tutti partecipanti. Cosi a Ventimiglia, tutti a bordo, abbiamo imboccato l autostrada e dopo un viaggio tranquillo siamo arrivati all imbarcadero di Cannes. Strada faccenda la guida del giorno, la nostra socia Birgit, ha informato su luoghi e storia della Costa e dell isola. Il tempo di fare con calma il biglietto e salire sulla navetta che in venti minuti ci ha portati all isola di Saint Honorat. Tempo libero per visitare l isola, l Abbazia cistercense siamo arrivati giusto in tempo per partecipare alla messa celebrata dai monaci che vivono in questo posto ed ascoltare il loro canto famoso. Siamo saliti sulla torre a picco sul mare monastero fortificato, costruito nel 1073 dall abate Lérins come protezione contro le invasioni e attacchi dei saraceni - che vista splendida su Cannes e la Costa da un lato, ed il mare dall altro! La costruzione della splendida cattedrale e delle case e dei locali attinenti tutto fatto a mano dai monaci risale all 11esimo e 14esimo secolo. Oggi ospita anche un albergo ed un enoteca dove viene venduto buon vino di produzione propria di uva coltivata negli estesi vigneti dell isola. Abbiamo avuto modo di ammirare la fitta Due momenti della visita a Cannes del Circolo della Riviera d i Ponente. vegetazione mediterranea, alberi secolari, siamo passati davanti a diverse delle nove cappelle. Tutti puntuali all appuntamento per il ritorno a Cannes. L autista ci aspettava già sul quai per guidarci cinque minuti a piedi al Ristorante Au poisson grillé. Un piccolo locale arredato con gusto ci ha sorpresi con un menu da 4 stelle, piatti squisiti, presentati da mangiare dapprima con gli occhi e poi gustarli, serviti con eleganza e diligenza, un buon vino, acqua, caffè. E poi tutti in pista: alcuni hanno fatto un giro con il pulmino a tetto scoperto, altri sono saliti alla città vecchia o si sono buttati direttamente nello shopping o sulla famosa Croisette. Con puntualità svizzera il nostro pullman è partito senza fretta verso casa, senza fretta perchè l autista per chiudere in bellezza questa gita a Cannes ci ha fatto vedere il palazzo del cinema e ha seguito tutta la Croisette quasi, quasi si respirava un po aria di star e glamour in seguito tutta la costa passando Juan- les- Pins, Antibes con il suo parco acquatico e l opera architettonica gigantesca con 2000 appartamenti firmata scuola Le Corbusier fino Nizza, dove abbiamo imboccato l autostrada. Petrus, il 4 ottobre, ci ha regalato un giorno d estate. E tutti siamo tornati a casa con tanti buoni ricordi pieni di sole. Se l anno prossimo parteciperete al Congresso del Collegamento degli Svizzeri a SANREMO, Cannes e l isola di Saint Honorat valgono la pena di essere visitati. gf È iniziato l anno dei festeggiamenti dei 150 anni della fondazione Il Circolo Svizzero di Firenze ricomincia Successo di partecipanti per la cena del rientro, organizzata al Circolo Svizzero di Firenze sabato 10 ottobre; con questo evento è ufficialmente iniziata la stagione del sodalizio fiorentino, che, come i lettori della Gazzetta Svizzera già sanno, l anno prossimo festeggerà i 150 anni della fondazione. A questo proposito è già in fase di elaborazione un testo che ripercorrerà la storia di quella che nacque nel 1860 come Società Svizzera dell Amicizia, per poi assumere il nome oggi conosciuto di Circolo Svizzero. È senz altro una fortuna che l archivio relativo a un secolo e mezzo di storia si sia miracolosamente conservato, dopo due guerre e innumerevoli traslochi. In anni recenti tutti i documenti sono stati riordinati e restaurati dalla specialista Beatrice Cuniberti, e attualmente sono conservati nelle stanze di Via del Pallone (che ospitano il circolo dalla metà degli anni ottanta, dopo la chiusura della Scuola Svizzera), a disposizione degli storici e degli studiosi. Alla fine del restauro, i documenti più antichi sono stati rilegati in eleganti volumi, mentre quelli più recenti hanno trovato posto in speciali scatole concepite appositamente per ospitare documenti cartacei. Esiste poi tutta una serie di documenti rilegati già a suo tempo, anch essi preziosi per ricostruire le vicende del Circolo Svizzero, che si intrecciano spesso con quelle di altre associazioni elvetiche a Firenze. Nei prossimi numeri della Gazzetta Svizzera saranno fornite ulteriori notizie sullo stato dei lavori e sulla data della presentazione del testo. Altre attività Sabato 17 ottobre è stata organizzata nei locali sociali una serata di giochi; per novembre 2009 sono inoltre in programma una conferenza di Bettina Schindler (venerdì 6), che farà così un gradito ritorno, e il tradizionale mercatino annuale, fissato per domenica 22. David Tarallo

10 10 Circolo Svizzero di Palermo e Sicilia occidentale Viaggio nell arcipelago delle Eolie Il dieci ottobre 09 un gruppo del nostro Circolo ha raggiunto il porto di Milazzo per imbarcarsi sull aliscafo per l isola di Lipari. Qui siamo stati accolti da Clelia Hunziker e suo marito Lorenzo, che gestiscono ormai in terza generazione la Villa Diana. Questo albergo è stato fondato dal nonno Edwin Hunziker, pittore, che emigrò negli anni 20 dalla Svizzera a Lipari. La spaghettata e l ottimo pesce, offerta da Clelia sulla terrazza con splendida vista su Lipari-paese ed il mare, rimarranno indimenticabili. Nel pomeriggio abbiamo visitato la zona del Castello, che domina il paese. Nell interessante museo archeologico sono esposte testimonianze della vita sulle Eolie già a partire dal IV millennio a.c., rare maschere del teatro greco antico e splendidi vasi dipinti del VI e V secolo a.c. L indomani abbiamo esplorato con un pulmino l isola con le sue cave di pomice e le spiagge dove si possono trovare pezzi di ossidiana. Per rinvigorirci abbiamo fatto una pausa pranzo nell enoteca di Gilberto con assaggini eoliani come i capperi ed il vino di Salina. Nel pomeriggio una piccola motonave ci ha portati a Vulcano, ma nessuno ha voluto farsi il bagno nei fanghi neri! In effetti, l odore acre dello zolfo era forte. Lunedì mattina siamo salpati per l isola di Stromboli, ma il vulcano era coperto di nuvole e, visto il tempo molto variabile ed il mare un po in burrasca, la sosta a Stromboli è stata breve. La pausa invece sulla piccola Panarea ci ha riportati in estate con le bougainville e i gelsomini in fiore. La cena al ristorante An- Il nostro gruppo all enoteca di Gilberto. Isolotti nel mare visti da Panarea. fora a Lipari ha rappresentato sicuramente l apice delle nostre escursioni culinarie pasta gustosa, pesce freschissimo e dessert deliziosi. Purtroppo la nostra ultima giornata non è andata come prevista. Il mare troppo agitato e aliscafi in forse ci hanno costretti a rinunciare alla visita dell isola di Salina e ad acchiappare l unico aliscafo che ha osato attraccare nel porto poco protetto di Lipari. Giunti a Milazzo le onde del mare però erano presto dimenticate con un piccolo spuntino! Cosi siamo giunti, portati dal nostro solito autista Francesco, nel tardo pomeriggio a Palermo. Le isole Eolie ci hanno fatto vivere giorni pieni di splendidi paesaggi, isolette affioranti tra le onde marine, albe ammirate dal terrazzo di Villa Diana, piatti tipici eoliani coi capperi, vini freschi e dai profumi intensi.e soprattutto giornate e serate piene di allegria ed amicizia coi nostri soci ed amici del Circolo! I prossimi due appuntamenti sono per San Martino con il ritrovo in un frantoio per assaggiare le muffolette con l olio d oliva appena spremuto ed il pranzo di Natale preceduto da uno spettacolo di pupi siciliani il 10 dicembre prossimo. Per iscriversi rivolgersi a Geneviève Corselli ( ) o Ruth Von Gunten ( ). Rvgg Il 12 novembre al Centro Svizzero di Milano Il premio internazionale Myrta Gabardi è giunto alla decima edizione La decima edizione del Premio Internazionale Myrta Gabardi è alle porte: la celebrazione avverrà nell ormai istituzionale cornice della Sala Meili con lo stabile patrocinio del Consolato Svizzero. L evento ha amplificato i propri confini con il trascorrere degli anni: istituito come premio agli interpreti del Festival della Canzone nell originaria sede sanremese, ha in seguito recepito fra i destinatari del conferimento giornalisti del settore musicale e non, allargandosi a direttori delle maggiori testate, registi e conduttori di trasmissioni televisive, cantanti lirici, direttori d orchestra, etc. Una panoramica completa dei premiati può ritrarsi da consultazione del sito contenente anche ampie note biografiche della Scomparsa e le sue migliori composizioni poetiche. Anche un premio alle istituzioni Il prossimo 12 novembre sfileranno sul palco per l attribuzione del conferimento il Generale di Brigata Marco Scursatone in rappresentanza della Benemerita Arma dei Carabinieri (il Premio alle Istituzioni aggiunge un tassello alla gamma dei riconoscimenti). Seguiranno, come di consueto, i celebri cantanti Daniela Dessì e Fabio Armiliato, compagni nella vita e sulle scene, il regista della TSI Fabio Calvi con riconoscimento separato al programma Storie, il direttore de Il Giorno Giovanni Morandi, il giornalista televisivo Vittorio Testa quale ideatore del programma operistico Il Loggione, il medico romanziere Andrea Vitali e il complesso I Sulutumana. Sono stati diramati inviti ad autorità diplomatiche e comunali, nonché alla massima parte dei premiati delle precedenti edizioni. L.G.

11 Friuli-Venezia Giulia Festeggiati i 100 anni di Bruna Stoelker 11 Il Console di Svizzera nella Regione Friuli-Venezia Giulia avvocato Paola Vogrich, ha portato gli auguri del Console Generale David Vogelsanger alla signora Bruna Stoelker che il giorno 29 giugno 2009 ha compiuto cent anni. È stato un compleanno particolarmente sentito che ha visto la partecipazione di tutta la famiglia e che ha rappresentato un importante pezzo di vita vissuta in un città come Trieste, in cui la Colonia Svizzera ha sempre rappresentato molto, sia dal punto di vista storico, che culturale o economico. Tutti i Consolati Svizzeri che si sono succeduti nel tempo (dal 1902 al 1976 e dal 1989 al 2009) sono sempre stati molto vicini alla vita degli Svizzeri ed attenti alla Comunità. Merita quindi una particolare attenzione la vita della Signora Bruna Stölker che rappresenta, con la sua particolare storia, la possibilità di capire e comprendere l inserimento degli svizzeri in un tessuto locale così fervido ed internazionale oltre che mitteleuropeo, all epoca dell arrivo in città, nel secolo passato. Il Console di Svizzera nella Regione Friuli-Venezia Giulia avvocato Paola Vogrich (a destra), con la festeggiata, i figli e nipoti. (Foto, Francesco Bruni di Trieste). Bruna Stölker, cent anni di vita e di memorie Bruna Stölker vedova Galvani nasce a Trieste il 29 giugno 1909, da Attilio Stölker e da Olga de Filippi. La sua biografia si intreccia con la storia di famiglia e gli avvenimenti di un secolo difficile e tormentato. La famiglia Stölker, che proviene da Straubenzell, allora sobborgo, ma al giorno d oggi ormai inglobato nella cerchia urbana di San Gallo, fa parte di quella nutrita colonia di svizzeri che nella seconda metà dell 800 si trasferisce a Trieste, città emporiale in tumultuosa crescita e di grande importanza per l Impero Austro-Ungarico, del quale la città è il porto principale e centro nevralgico di commercio. L attiva e numerosa comunità svizzera contribuisce alla vigorosa espansione economica, demografica ed urbana della città e Giulio Stölker, nonno di Bruna, è appunto capomastro e impresario edile. A Trieste nascono Attilio, Emma ed Amalia. Giulio Stölker, imprenditore e professionista ambizioso e di successo, coglie anche l occasione di trasferirsi con la famiglia in Siam, l odierna Tailandia, allora paese favoloso e remoto, dove nasce il figlio Carlo. Il suo soggiorno in Siam dura parecchi anni. Giulio progetta e realizza la costruzione del moderno palazzo reale, di molti edifici e del primo tram di Bangkok e contribuisce al progetto delle prime linee ferroviarie del paese. Trasferitosi nuovamente con la famiglia a Trieste un divertente aneddoto famigliare racconta che i figli adolescenti parlavano fra loro in siamese per non farsi capire dai coetanei riprende la sua attività di costruttore realizzando svariati edifici di civile abitazione. Il figlio Attilio segue la professione del padre e studia al Politecnico di Zurigo, dove si laurea in ingegneria civile nei primi anni del 900. Rientrato a Trieste, continua l attività paterna, si sposa ed ha due figlie, Bruna e Fulvia. Bruna, la primogenita, ricorda ancora gli anni dell infanzia, l inno all imperatore cantato ogni mattino alle elementari, i tumulti allo scoppio della prima guerra mondiale in una città attraversata dalle polemiche e dai fremiti dell irredentismo, la fame degli ultimi anni del periodo bellico alleviata dai pacchi di sussistenza inviati dalla Svizzera ai suoi cittadini attraverso un servizio postale probabilmente più efficiente e corretto di quello odierno, nonostante la guerra. Così come ricorda anche i disordini del primo dopoguerra e poi il suo corso di studi di pianoforte e canto, una passione ereditata dalla madre, lei stessa maestra di pianoforte, cresciuta in una famiglia di musicisti. Studi che negli anni 30 l hanno portata a diplomarsi in pianoforte al Conservatorio di Trieste ed infine a diplomarsi in canto all Accademia di Santa Cecilia a Roma. Intrapresa la carriera artistica, esegue dei concerti a Trieste, in varie città d Italia ed a Vienna ma lo scoppio della II guerra mondiale ed il matrimonio pongono precocemente e forzatamente fine alla sua carriera. Sposa Bruno nel 1940 e dopo un soggiorno di alcuni anni a Bari, a seguito dell attività del marito colà temporaneamente trasferito, rientra a Trieste. Qui la guerra è il rivivere un esperienza in parte già vissuta ma in queste terre rinnovatasi in modo ancora più drammatico. Fortunatamente anche stavolta l appartenenza alla comunità svizzera protegge in qualche modo la famiglia durante i periodi di occupazione da parte delle opposte forze e le violenze conseguenti. Dopo la guerra nascono i due figli e si dedica alla famiglia. Coltiva sempre vivissimo l interesse per la musica sinfonica e lirica e continua a frequentare gli ambienti e gli spettacoli lirici e sinfonici fino a pochissimi anni or sono. Rimasta vedova nel 1990, mantiene invidiabile forma fisica, che le consente di vivere in modo completamente autonomo fino ad oltre 95 anni di età, e lucidità mentale, conservando la memoria degli eventi passati in modo a tutt oggi sorprendente per la chiarezza ed i dettagli. Tiene moltissimo alla sua origine ed alla cittadinanza svizzera trasmessa a figlio e nipoti, ricorda spesso le tradizioni di famiglia, i nonni, i genitori, i parenti e la vita di un tempo. Il 29 giugno 2009 ha festeggiato i 100 anni circondata dai figli Fulvio e Rossana, dalla nuora Agnese, dalle nipoti Ingrid, Giulia ed Elisa, dalla sorella Fulvia con i figli Franco, Giulio e Rosella e dalla cugina Fiorenza. L importante evento è stato risaltato dagli auguri del Consolato generale di Milano, e quindi di tutta la Confederazione, portati dalla Console Onorario di Svizzera, avvocato Paola Vogrich.

12 12 Votazioni ed elezioni cantonali A Ginevra vince il movimento contro i troppi frontalieri L estrema destra si è rafforzata in seno al Gran Consiglio ginevrino: il populista Mouvement citoyens genevois (MCG), una costola ancora più estrema staccatasi dall Unione democratica di centro alcuni anni fa, ha praticamente raddoppiato il numero dei suoi deputati, collocandosi fra i principali partiti politici del Cantone. La partecipazione è stata lievemente superiore al 40%. In base ai risultati il numero dei deputati del MCG salirà da 9 a 17. Allo stesso livello si sono issati i Verdi (17), che guadagnano un seggio. Tutti gli altri partiti hanno invece perso terreno, a cominciare da quello liberale (-4), la cui deputazione sarà composta da 19 rappresentanti. Rimane comunque la più numerosa. Segue nella classifica dei perdenti il partito socialista con 2 seggi in meno (17 finora). I partiti radicale e PPD hanno contenuto le perdite cedendo un seggio ciascuno: entrambi conteranno 11 rappresentanti. Un seggio in meno è pure stato registrato dall UDC, i cui deputati saranno 10. Come nel 2005 vittima delle proprie lotte intestine, malgrado in un primo tempo sembrasse essere riuscita ad entrare, l estrema sinistra rimarrà estromessa dal Parlamento cantonale: né la lista congiunta SolidaritéS e Partito del lavoro, né la lista dissidente guidata dall exconsigliere di Stato Christian Grobet hanno infatti raggiunto il quorum del 7% necessario per l ingresso in Gran Consiglio. Sommate le due liste totalizzano nondimeno il 12,2%. La forte pressione del partito populista, distintosi durante la campagna elettorale in particolare per i suoi slogan contro i frontalieri che gli sono valsi anche una denuncia penale dal sindaco della vicina cittadina francese Annemasse, ricorda quella registrata, in proporzioni praticamente identiche, dal movimento Vigilance nel Da ricordare anche tuttavia che quattro anni dopo venne estromesso dal legislativo. Il criticassimo presidente dell UDC Soli Pardo ha dal canto suo negato che la perdita di un seggio registrata dal partito sia dovuta alla controversa inserzione pubblicitaria contro la plebaglia frontaliera apparsa nei giorni scorsi, una scimmiottatura di quella del MCG. Siamo semplicemente meno rumorosi di altri, Il PPD ha conservato i suoi due seggi in governo, tanto nel cantone, quanto nella città. Guido Graf subentra in Consiglio di Stato a Markus Dürr. Stefan Roth ha inoltre conquistato l ultimo seggio vacante nel Municipio della città. Roth era sindaco di Littau, comune che si è aggregato a Lucerna. Il nuovo accordo intercantonale sull armonizzazione della scuola obbligatoria (Harmos) è stato bocciato dai cantoni di Zugo e di Uri, ma è stato approvato dal canton Berna. Il canton Turgovia ha respinto la proposta di introdurre una flat rate tax, l aliquota unica al posto di quella progressiva per le imposte cantonali. La riforma avrebbe provocato una diminuzione delle entrate di cantone e ha dichiarato riferendosi al movimento rivale. Magra consolazione per i responsabili dell Intesa borghese (liberali, PLR, PPD), la destra nel suo complesso si è leggermente rafforzata conta 68 seggi (+1) contro i 32 della sinistra: tuttavia non sarà facile trovare in accordo con l MCG. E senza i suoi 17 deputati la maggioranza assoluta (51) è al limite, tanto più che neppure i rapporti dell Intesa con l UDC sono particolarmente buoni. Governare per i prossimi anni a Ginevra si annuncia davvero difficile. Votazioni contrastate su scuola e sgravi fiscali Conferma del PPD a Lucerna comuni di 94,2 milioni. Lucerna ha invece approvato un pacchetto di sgravi fiscali per il ceto medio, le famiglie, gli alti stipendi e le imprese. Basilea-Campagna ha ridotto le imposte sulle successioni e donazioni. Anche Ginevra ha accettato un pacchetto di riduzioni fiscali per le coppie sposate con figli. Anche i contribuenti facoltosi beneficeranno di una riduzione del 40% del reddito tassabile. Approvata anche una diminuzione dell imposta sul capitale delle persone gi uridiche. Soletta ha respinto l introduzione di una imposta ecologica sui veicoli a motore. Sciaffusa ha respinto un iniziativa per l aumento della deduzione per figli a carico e l abolizione di quella per la cura dei figli da parte di terze persone. Avviso ai corrispondenti Per il numero di gennaio 2010 è necessario anticipare l invio di articoli, al più tardi al 10 dicembre 2009.

13 Alla Società Svizzera di Milano, nella sala Meili in via Palestro 2 Il Natale dei Bambini verrà festeggiato Sabato 12 dicembre 2009 alle ore Cari Amici della Comunità Svizzera, la ricorrenza che tutti i bambini attendono con più trepidazione si avvicina velocemente e anche quest anno Babbo Natale ci ha promesso che verrà a festeggiare con noi il NATALE DEI BAMBINI, sabato 12 dicembre 2009 alle ore 15.00, nella Sala Meili al terzo piano di Via Palestro 2 (Piazza Cavour), Milano. In attesa che arrivi Babbo Natale con il suo sacco colmo di doni, un gruppo di allievi della Scuola Svizzera di Milano ci allieterà con un programma natalizio. Con il contributo della Banca dello Stato del Cantone Ticino e con il sostegno della Camera di Commercio Svizzera in Italia, Vi invitiamo a partecipare a questa nostra tradizionale iniziativa che si estende a tutti i bambini figli o nipoti di nostri Soci ed ai bambini di nazionalità svizzera, anche figli di non Soci della nostra Società, nati dal 1997 al 2006 ovvero tra i 3 ed i 12 anni. Tutti i bambini, debitamente iscritti riceveranno un regalo. Per le iscrizioni Vi preghiamo di compilare la scheda che potete richiedere alla nostra segreteria, dal lunedì al sabato, dalle 14 alle 19 (tel ; fax ; e che dovrà esserci restituita entro venerdì 27 novembre Trascorsa tale data non sarà più possibile prendere in considerazione altre iscrizioni per ragioni organizzative. Per l acquisto dei doni contiamo molto sulla generosità dei nostri Soci e dei nostri Connazionali! Pur avendo o meno figli o nipoti iscritti alla festa, ci permetterete di renderla ancora più bella ed allegra con il Vostro contributo che potrete farci avere inviandoci un assegno (non trasferibile) intestato alla Società Svizzera o con un versamento sul nostro conto corrente postale n oppure a mezzo bonifico bancario sul nostro conto corrente n ,28 presso la Banca Monte dei Paschi di Siena, filiale di Milano ag. 62 di Piazza Cavour coordinate IBAN: IT 86 K BIC: PASCITM1645. Nell esprimervi la nostra viva gratitudine, Vi inviamo i nostri più cordiali saluti e i migliori auguri per le prossime festività. Il Presidente J. P. Hardegger Ora a Giacarta - In carica da dicembre Il luganese Regazzoni ambasciatore in Italia Bernardino Regazzoni (nella foto) è il nuovo ambasciatore straordinario e plenipotenziario in Italia. Lo ha nominato il Consiglio federale. Attualmente capomissione a Giacarta, entrerà in carica all inizio di dicembre. Regazzoni, che è sposato e padre di due figli, è nato a Lugano nel 1957 ed è originario di Balerna. Dottore in filosofia, è entrato al servizio del DFAE nel Dopo il suo stage all Ufficio dell integrazione e all Ambasciata svizzera ad Abidjan, nel 1990 viene trasferito a Kinshasa in qualità di primo collaboratore del capomissione. Nel 1993 rientra a Berna, e assume il ruolo di capo del servizio della Francofonia alla Divisione politica I. Nel 1996 è nominato capo aggiunto della Divisione politica I, incaricato delle relazioni politiche bilaterali con i Paesi dell Europa e dell America del Nord. Dal 1999 è consigliere del capo del DFAE per gli affari diplomatici; dal settembre 2002, ambasciatore nello Sri Lanka e nelle Maldive, con residenza a Colombo. Da luglio 2006 è ambasciatore in Indonesia, e Timor Est e dallo scorso settembre anche presso l Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN). Il Consiglio federale ha nominato altri due nuovi ambasciatori: Rodolphe IMhoof, attualmente capomissione a Bangkok, andrà presso l UNESCO a Parigi; e Hans- Ruedi Bortis, attualmente primo collaboratore del capomissione a Mosca, diventerà ambasciatore straordinario plenipotenziario nell Uruguay. Entreranno in carica a metà novembre. Il ticinese Bernardino Regazzoni succede al compianto Bruno Spinner, improvvisamente deceduto a Roma lo scorso luglio, all età di 61 anni. Società Svizzera di Milano Serata dei tiratori La SEZIONE TIRATORI in collaborazione con la SOCIETÀ SVIZZERA Vi invita per il giorno GIOVEDÌ 19 NOVEMBRE 2009, con inizio alle ore 20.00, presso la Sala Meili, al terzo piano di Via Palestro 2 (Piazza Cavour), Milano, per festeggiare insieme la fine della stagione agonistica. Nel corso dell aperitivo, nella nostra caratteristica STUBE, sarà possibile ammirare le coppe e le medaglie ed assistere alla premiazione degli Amici Tiratori che maggiormente si sono distinti durante l anno. Accompagnati dalle musiche del Complesso dei CORIANDOLI potremo poi gustare un ottima cena. Vogliate cortesemente prenotare la Vostra partecipazione entro lunedì 16 novembre 2009 presso la nostra segreteria dal lunedì al sabato, dalle alle (Tel ; fax ; Il prezzo, bevande incluse, per i Soci è di 35 Euro, per i Soci fino a 33 anni 25 Euro, per i giovani Soci fino a 25 anni 20 Euro, e per i non Soci 45 Euro. Vi ricordiamo che la serata è ovviamente aperta a TUTTI I SOCI ED AGLI AMICI (non soltanto ai Tiratori!) e pertanto ci auguriamo di incontrarvi numerosi. SEZIONE TIRATORI Il Presidente, A. Hachen SOCIETÀ SVIZZERA Il Presidente, J. P. Hardegger

14 14 La votazione popolare del prossimo 29 novembre Nella Costituzione il divieto di costruire minareti e di esportare armi? Due iniziative popolari intendono vietare la costruzione di minareti e l esportazione di materiale bellico. Su queste questioni gli Svizzeri decideranno il prossimo 29 novembre. Essi si pronunceranno anche per o contro la destinazione obbligatoria di una tassa sul carburante per il traffico aereo. L anno scorso l industria svizzera dell armamento ha esportato materiale bellico per un ammontare primato di quasi 720 milioni di franchi. Il maggior cliente, il Pakistan, ha acquistato armi per non meno di 110 milioni di franchi. Esportazioni che rallegrano i fabbricanti e i collaboratori, ma irritano qualcuno. Secondo il GSsE (Gruppo per una Svizzera senza Esercito), la Svizzera segue la tendenza globale verso il riarmo e si comporta in modo irresponsabile, in particolare nel caso del Pakistan. Un atteggiamento che conforta il GSsE nel suo intento di vietare le esportazioni di materiale di guerra: nel settembre 2007 il movimento ha inoltrato un iniziativa popolare in questo senso, che intende pure vietare l intermediazione e il commercio di armi. Inoltre, esso esige che la Confederazione incoraggi sforzi internazionali nel campo del disarmo e del controllo degli armamenti. Sostenuta dal Partito socialista e dai Verdi, l iniziativa è tuttavia respinta dal Consiglio federale e dai partiti borghesi, convinti che i controlli attuali delle esportazioni sono il frutto di un consenso fra interessi divergenti. Infatti le autorizzazioni d esportazione si orientano, da un lato, verso obiettivi della politica estera svizzera e, dall altro, verso gli interessi della sicurezza nazionale e dell economia. Secondo il Consiglio federale e la maggioranza parlamentare, un sì all iniziativa popolare minaccerebbe i fondamenti stessi dell industria svizzera dell armamento e rimetterebbe in forse la difesa nazionale. Il Consiglio nazionale ha respinto l iniziativa con 131 voti contro 63 e il Consiglio degli Stati con 35 voti contro 7. Minareti: espressione di libertà religiosa? L iniziativa contro l edificazione di minareti depositata nel luglio 2008, persegue l obiettivo di vietare in modo generale e senza eccezioni la costruzione di nuovi minareti in Svizzera. Secondo il comitato d iniziativa, il minareto in quanto costruzione non avrebbe nessun carattere religioso, ma sarebbe il simbolo di una rivendicazione di potere politico-religioso, che simbolizza una concezione contraria alla Costituzione e al regime legale svizzero. Secondo gli autori di questa iniziativa sostenuta in Parlamento dall Unione democratica di centro questo divieto dei minareti non sarebbe contrario alla libertà di religione. Gli altri grandi partiti e il Consiglio federale respingono l iniziativa. Essa sarebbe infatti in contraddizione con numerosi valori fondamentali svizzeri iscritti nella Costituzione federale, come l uguaglianza davanti alla legge, la libertà di credo e di coscienza, la garanzia della proprietà, la proporzionalità e il dovere di rispetto del diritto dei popoli. D altro canto, il divieto che l iniziativa sostiene si scontra, senza motivi ragionevoli, con le competenze cantonali. Le autorità locali sono meglio in grado di giudicare se un progetto di costruzione debba essere autorizzato o vietato, sulla base del diritto edilizio e della pianificazione del territorio. Il Consiglio nazionale ha respinto l iniziativa con 132 voti contro 51 e il Consiglio degli Stati con 39 voti contro 3. Tassare il cherosene per il traffico aereo? La Confederazione preleva un imposta sul cherosene per i voli nazionali privati. I voli commerciali da e verso l estero sfuggono a questa tassazione, a causa di accordi internazionali. Le entrate attualmente raggiungono i 50 milioni di franchi, la metà è destinata alle casse dello Stato e l altra metà al traffico stradale. Ma il Consiglio federale e il Parlamento hanno deciso di modificare la Costituzione affinché il 50% dell imposta sul cherosene venga attribuito al traffico aereo. Così facendo il governo vuole finanziare i contributi alle misure di protezione dell ambiente e di sicurezza. Il Consiglio nazionale ha approvato la proposta con 124 voti contro 63 e il Consiglio degli Stati con 33 voti contro 7. Soltanto il Partito socialista e i Verdi l hanno respinta. Dal momento che i tre oggetti sottoposti a votazione popolare concernono una modifica costituzionale, la loro adozione necessita della doppia approvazione del popolo e dei Cantoni. René Lenzin Avviso ai corrispondenti I minareti sono caratteristici dei paesi islamici. In Svizzera ne esistono già alcuni. Dà fastidio la loro simbologia anche politica. La problematica può però essere regolata attraverso i piani regolatori comunali, e non nella Costituzione. Per il numero di gennaio 2010 è necessario anticipare l invio di articoli, al più tardi al 10 dicembre 2009.

15 Da Palazzo Federale 15 È il vodese Jean-François Lichtenstern Nuovo capo alla testa del Servizio degli Svizzeri all estero del DFAE Jean-François Lichtenstern è stato nominato capo del Servizio degli Svizzeri all estero (SSE) della Divisione politica VI (Svizzeri all estero) del DFAE. Questa Divisione raggruppa il Servizio degli Svizzeri all estero, la Sezione protezione consolare e il Servizio di gestione delle crisi e consigli ai viaggiatori. Finora, il capo della Divisione, l ambasciatore Markus Börlin, dirigeva pure il Servizio degli Svizzeri all estero. Nato nel 1951, originario di Romainmôtier- Envy/VD, Jean-François Lichtenstern è entrato in servizio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) nel Dopo il suo stage a Berna e a Cologna/Bonn, ha iniziato la carriera in quanto segretario consolare a Toronto (1977), da dove è stato trasferito a Santiago del Cile nel Nel 1984 è stato destinato alla sezione commerciale del Consolato generale di Svizzera a New York nel 1987, poi alla rappresentanza di Lione, in quanto vice-console. In seguito ha assunto la direzione delle cancellerie delle nostre ambasciate a Brasilia (1990) e Atene (1993), come primo segretario, prima di tornare a Berna nel Qui ha assunto l incarico della promozione delle esportazioni presso il Servizio economico e finanziario della Divisione politica V, in quanto aggiunto diplomatico. Nel 2001 è stato trasferito a Hong Kong nella funzione di primo collaboratore del capo del servizio. Nominato console generale, egli ha diretto il Consolato generale di Svizzera a San Francisco dall ottobre 2005 al luglio Lichtenstern ha assunto le sue nuove funzioni a Berna all inizio del mese di agosto, con l intenzione di partecipare subito al Congresso degli Svizzeri all estero che si è tenuto a Lucerna dal 7 al 9 agosto In questa occasione l ambasciatore Markus Börlin ha presentato il suo nuovo collaboratore e capo del servizio ai suoi futuri interlocutori, nonché a varie personalità e istituzioni, come il Consiglio degli Svizzeri all estero. Nuove iniziative popolari e nuovi referendum Testi sottoposti a votazione il 29 novembre 2009 ABC del diritto internazionale umanitario Dopo l ultima edizione e fino alla chiusura della redazione, nessuna nuova iniziativa popolare è stata lanciata. Alla pagina www. bk.admin.ch/aktuell/abstimmung, troverete una presentazione degli oggetti sottoposti a referendum e delle iniziative popolari in sospeso, nonché, se disponibili, i formulari di raccolta delle firme corrispondenti. Le persone interessate li invieranno, debitamente compilati e firmati, direttamente al comitato d iniziativa competente. La firma di un iniziativa o di un referendum serve anche a rinnovare l iscrizione nel catalogo elettorale. Cambiamento di stato civile Il Consiglio federale ha deciso di sottoporre tre progetti alla votazione popolare del 29 novembre 2009: il decreto federale concernente la creazione di un sistema di finanziamento speciale per compiti connessi al traffico aereo iniziativa popolare per il divieto di esportare materiale bellico e iniziativa popolare contro l edificazione di minareti. A partire dal 20 settembre 2009 troverete le spiegazioni del Consiglio federale concernenti questi progetti all indirizzo seguente: www. bk.admin.ch Gli Svizzeri all estero devono preoccuparsi di consegnare nel registro delle famiglie del loro luogo di origine in Svizzera ogni cambiamento di stato civile. Attualizzato, il registro delle famiglie permette in particolare di emettere passaporti o regolare questioni di successione. Si noterà che ogni persona la cui nascita non è stata segnalata prima del compimento dei 22 anni perde la nazionalità svizzera. Vi preghiamo di voler annunciare immediatamente alla rappresentanza dove siete iscritti (ambasciata, consolato generale) ogni matrimonio previsto, divorzio, nascita di un figlio, o decesso di un membro della vostra famiglia. La rappresentanza vi informa sui documenti richiesti per le iscrizioni di fatti concernenti lo stato civile nel registro delle famiglie. Troverete gli indirizzi nonché altre informazioni utili sul sito delle rappresentanze (www.dfae.admin.ch Rappresentanze). Guerre civili, rifugiati, tortura, operazioni di pace, crimini di guerra, terrorismo: altrettante realtà di cui la stampa si fa eco ogni giorno. Il diritto internazionale umanitario regola la condotta delle ostilità e la protezione delle vittime dei conflitti armati. La pubblicazione ABC del diritto internazionale umanitario, pubblicata dal DFAE, spiega in modo chiaro i termini più correnti e il significato delle Convenzioni di Ginevra e dell Aja. Potete scaricare la pubblicazione ABC del diritto internazionale umanitario in tedesco, in francese o in italiano sul sito del DFAE (Documentazione Pubblicazioni) oppure ordinarla all indirizzo seguente: Informazione DFAE, Palazzo federale ovest, CH-3003 Berna. Responsabile delle pagine ufficiali del DFAE: Jean-François Lichtenstern, Servizio degli Svizzeri all estero/dfae Bundesgasse 32, CH-3003 Berna Tel Fax

16 16 Dall Organizzazione degli Svizzeri all estero (OSE) La procedura d iscrizione per i campi estivi comincia il 15 febbraio 2010 Campi di vacanza per ragazzi dagli otto ai quattordici anni Restano ancora alcuni posti liberi nei nostri due campi di sci di Capodanno a Wildhaus (SG) e Saas Grund (VS)! Sia che vogliano praticare lo sci o lo snowboard, che siano principianti o già preparati, nei nostri campi invernali i ragazzi svizzeri dell estero, in età fra gli 8 e i 14 anni, possono trascorrere ottime vacanze! Campo invernale a Wildhaus (SG) Campo invernale a Saas Grund (VS) Data: da sabato 26 dicembre 2009 a lunedì 4 gennaio 2010 Numero di partecipanti: 48 Prezzo: CHF (partecipazione al campo). Noleggio sci e snowboard: ca. CHF Iscrizione Troverete le indicazioni precise a proposito dei campi invernali, nonché il formulario d iscrizione sul sito (Rubrica Offerte / Offerte per ragazzi e giovani / Campi e offerte). Sono concesse riduzioni nei casi autorizzati. Il formulario corrispondente può essere ordinato sul formulario d iscrizione. Su domanda possiamo pure inviarvi la nostra pubblicazione di informazioni via posta. I due campi invernali a Wildhaus e Saas Grund sono le sole offerte della FSRE per la stagione invernale 2009/10. Campi estivi per ragazzi da 8 a 14 anni La procedura d iscrizione per i campi estivi comincia il 15 febbraio Troverete le indicazioni precise a proposito dei vari campi estivi dell anno 2010 (date, luoghi, classi d età, ecc.) nonché il formulario d iscrizione a partire dal 15 febbraio 2010 sul sito (Rubrica Offerte / Offerte per ragazzi e giovani / Campi e offerte). Coloro che desiderano ricevere una panoramica dell offerta su carta possono ordinare la pubblicazione da febbraio 2010 presso la Fondazione. Campi per giovani a partire dai 14 anni La prossima stagione, i giovani Svizzeri all estero si incontreranno in tre regioni sportive invernali. L OSE augura ai giovani il benvenuto nel paese di vacanza per eccellenza, che è la Svizzera, nel quale molte cose sono ancora molto più naturali che in qualsiasi altra parte del mondo. Che cosa hanno di particolare i campi dell OSE? Lasciamo la parola ai giovani. Campo di sci di Capodanno a Sedrun (GR) Dal al I can t call this camp a vacation; I calli t an adventure! It might sound childish but I felt like Harry Potter going to Hogwards. So many different people from so many placet an now they are friends. It is a very nice feeling, because I criticized whoever I saw and everybing turned surprisingly wrong in a good way. I liked a lot and gained a lot from it: Snowboarding adventures. New Year. Leaders. Appropriate moments of hilarious despair!. Feed-back di un partecipante al campo del Nuovo presidente dell AJAS L Associazione per l incoraggiamento dell istruzione delle giovani e dei giovani Svizzeri all estero (AJAS) ha un nuovo presidente dall inizio del mese di agosto Antonio Hodgers, consigliere nazionale dei Verdi, sostituisce l ex consigliere nazionale Remo Galli, che presiedeva l associazione dal novembre In quanto presidente e rappresentante dell AJAS, Antonio Hodgers è anche stato eletto nel Consiglio degli Svizzeri all estero in occasione della seduta che si è tenuta a Lucerna nell agosto di quest anno. Ringraziamo Antonio Hodgers per la disponibilità a intervenire a favore delle domande dei giovani Svizzeri all estero e manifestiamo la nostra più viva gratitudine a Remo Galli per il suo impegno durante gli anni passati. Per maggiori informazioni sulle possibilità di formazione in Svizzera, contattate l ufficio dell AJAS: Alpenstrasse 26, CH-3006 Berna, tel , fax Settimana di sport invernali a Grächen (VS) Dal al The camp is well organized and the atmosphere is very good. Each person is encouraged to have fun. I Il tell my friends that ASO offers this great opportunità and it is really worth to try it! Not all countries offer such a program for people living abroad. It is fantastic that Switzerland does! Lots of fun and good memories. Feed-back di un partecipante al campo per adulti del Campo di Pasqua a Fiesch (VS) Dal 3.4. all I Il tell my friends that first off I diadn t know what to expect and thought it would beo k, but not amazing but as soon as the camp began, it opened a door to a new world full of new people that are fun, and an amazing 8 days where I bad fun each moment! Thank you all so much for making this camp so amazing!. Feed-back di una partecipante al campo di Pasqua Offerte di formazione per i giovani a partire dai 14 anni I corsi di lingue dell OSE si rivolgono ai giovani che non hanno o hanno poche conoscenze della lingua studiata. Si tratta di corsi per principianti che sono fortemente basati sulla conversazione. L OSE vuole favorire la motivazione dei giovani affinché continuino in seguito a studiare questa lingua e approfondiscano le loro conoscenze. Il corso di lingue è organizzato in collaborazione con la Scuola Club Migros. Due pomeriggi per settimana l OSE propone attività di divertimento, escursioni o visite di città. Dal momento che i giovani sono alloggiati presso famiglie ospitanti svizzere, godono a poco a poco del quotidiano svizzero e hanno pure la possibilità di esercitarsi nel parlare la nuova lingua con i loro ospitanti. Corso di tedesco a Berna (dal 4 al 15 gennaio 2010). Corso di francese a Friborgo (dal 4 al 15 gennaio 2010).

17 Dall Organizzazione degli Svizzeri all estero (OSE) 17 Risoluzioni del Consiglio degli Svizzeri all estero Chiede una legge e una migliore informazione degli Svizzeri all estero Il Consiglio degli Svizzeri all estero (CSE) ha convocato i suoi organi per il periodo in occasione della seduta che si è tenuta nella sala del Gran Consiglio di Lucerna. La questione del riconoscimento politico delle Svizzere e degli Svizzeri all estero da parte delle autorità, della loro informazione sono state al centro dei dibattiti. Questi temi hanno offerto l occasione di adottare tre risoluzioni che concernevano Swissinfo, la Revue Suisse e la politica della Confederazione nei confronti degli Svizzeri all estero. Il Consiglio conta ormai 140 membri: 120 Svizzeri all estero e 20 Svizzeri dell interno (contro 40 fino ad oggi). Un peso più importante è stato così attribuito ai delegati delle associazioni svizzere all estero, allo scopo di rinforzare la rappresentanza degli Svizzeri all estero assunta dal Consiglio. Agendo in quanto supplente del Consiglio, il suo presidente Jacques-Simon Eggly ha confermato i risultati dell elezione dei delegati, alla quale avevano partecipato associazioni svizzere del mondo intero organizzazioni mantello delle associazioni e istituzioni svizzere riconosciute dall OSE. Fra i delegati del nuovo Consiglio, il 45% è stato eletto per la prima volta e la media d età degli eletti è di 56 anni, mentre il 30% dei delegati sono donne. Per continente si ottiene la seguente ripartizione: l Europa, con 60 delegati, è il continente più fortemente rappresentato, seguito dall America del Nord e del Sud (30 delegati), dall Asia (16 delegati), dall Africa (8 delegati) e dall Oceania (6 delegati). Ogni delegato rappresenta il voto di 1000 cittadini e cittadine svizzeri che vivono all estero. Tra gli altri sono stati eletti quali membri dell interno, che rappresentano presso le autorità svizzere le decisioni prese nella seduta plenaria: il consigliere agli Stati Filippo Lombardi (PPD/TI), le consigliere nazionali Corista Markwalder Bär (PLR, BE) e Thérèse Meyer-Kaelin (PPD/FR), nonché i consiglieri nazionali Carlo Sommaruga (PS/GE), Antonio Hodgers (Verdi/GE), Hans Kaufmann (UDC/GE) e André Reymond (UDC/GE). Il CSE si è mostrato preoccupato dall impegno variabile della Confederazione a favore della Quinta Svizzera. Ovunque nel mondo, dove si trovano associazioni svizzere, i consolati sono chiusi e l informazione degli Svizzeri all estero è stata ridotta in modo draconiano ( Revue Suisse ) oppure una volta di più rimessa fondamentalmente in questione (Swissinfo). Il CSE ha invitato la Confederazione ad elevare le esigenze degli Svizzeri all estero al rango di priorità e, a questo scopo, di promulgare la legge d esecuzione concernente l articolo 40 della Costituzione federale e di concentrare in un dipartimento tutte le questioni che vi sono collegate. Il CSE si oppone così a ogni progetto che preveda la riduzione delle informazioni degli Svizzeri all estero; effettivamente Swissinfo è minacciata da altre riduzioni di bilancio. Infine, il CSE ha chiesto che il preventivo della Revue Suisse per il 2010 sia aumentato di franchi, affinché la rivista possa di nuovo essere pubblicata sei volte all anno, invece di soltanto quattro. Oltre 400 svizzeri emigrati riuniti a Lucerna lo scorso agosto Congresso degli Svizzeri all estero sulla rete di contatti internazionali Durante tre giorni, gli Svizzeri all estero si sono dati appuntamento a Lucerna per il loro congresso annuale. Oltre 400 Svizzeri emigrati si sono ritrovati per questo congresso che ha vissuto la sua 87.ma edizione. Quest anno sono stati gli emigrati svizzeri stessi che si sono posti al centro dei dibattiti, poiché si trattava dell apporto e della ricchezza che rappresenta per la Svizzera il fatto di avere compatrioti che vivono fuori dai confini nazionali. Il fatto di avere una diaspora numerosa e ben organizzata costituisce un valore aggiunto per la Svizzera? Quale profitto il paese trae dalle reti di relazioni che i suoi compatrioti creano attraverso il mondo? Qual è il significato di un esperienza acquisita all estero e l importanza del trasferimento di conoscenze per la Svizzera e la sua economia? Queste e altre questioni sono state discusse in presenza di circa 400 Svizzeri all estero in occasione dell assemblea plenaria di sabato 8 agosto 2009 al Museo svizzero dei trasporti di Lucerna. Prestigiosi interventi hanno illustrato, in occasione di brevi esposizioni e di una tavola rotonda, la realtà e i miti che circondano l apporto degli Svizzeri all estero del nostro paese. Il nuovo presidente della Posta Svizzera, Claude Béglé, ha pronunciato un discorso di apertura pieno di humour, dal titolo Peregrinazioni di un Marco Polo svizzero, riferendosi al suo percorso di emigrato. Il nuovo patron della Posta Svizzera ha infatti realizzato la maggior parte della sua carriera nell internazionale, lavorando nei cinque Continenti. Realizzando una vera e propria prestazione scenica, il signor Béglé, personalità energetica e carismatica, ha saputo sedurre i congressisti ed è stato lungamente applaudito. La giornata di sabato è terminata con il discorso di Corina Casanova, cancelliera della Confederazione, che è venuta a parlare a nome del Consiglio federale. Gli Svizzeri all estero sono un po il biglietto da visita del nostro paese a livello internazionale, ha detto, ma purtroppo raramente hanno potuto esprimere le loro opinioni sulla scena politica nazionale. Per questo è fondamentale che i nostri compatrioti all estero possano accedere in modo facilitato al processo democratico, grazie all e-voting. La giornata di domenica prevedeva di scoprire Lucerna e la sua regione con un escursione al Rigi o una visita commentata della vecchia città di Lucerna. Il prossimo congresso degli Svizzeri all estero avrà luogo dal 20 al 22 agosto 2010 a San Gallo.

18 18 Breve ritratto del nuovo consigliere federale Chi è Didier Burkhalter? Con Didier Burkhalter le forze politiche non dovrebbero subire grossi spostamenti nell ambito del governo. L economista di 49 anni si è creata una reputazione di lavoratore, che ai colpi di testa preferisce la ricerca di soluzioni consensuali. Didier Burkhalter viene eletto a 28 anni nel Parlamento del comune neocastellano di Hauterive, due anni dopo nel Municipio di Neuchâtel, posto che occupa fino al Dal 1990 al 2001 rappresenta pure il suo partito nell ambito del parlamento cantonale. Nel 2003 i neocastellani lo eleggono in Consiglio nazionale e, quattro anni dopo, nel Consiglio degli Stati. Sposato e padre di tre figli, Didier Burkhalter, che non occupava nessun seggio in seno a consigli d amministrazione prima di entrare in governo, è piuttosto atipico per un radicale. In quanto parlamentare è stato soprattutto incaricato di temi che concernono le istituzioni, la politica in materia di sicurezza e l educazione. Succede ora a Pascal Couchepin alla testa del Dipartimento federale dell interno, dove dovrà portare in porto numerosi cantieri non meno complessi. Con l aumento costante dei premi dell assicurazione malattia, dovrà dapprima sforzarsi di rivedere la politica in materia di salute, attualmente a un punto morto. Dovrà d altro canto affrontare la delicata questione della riforma della previdenza vec- chiaia, presentando proposte che possano ottenere la maggioranza. Infine, un altro progetto importante lo attende, annunciato da tempo e che potrà restare lettera morta: la ristrutturazione del paesaggio svizzero delle università. Tre opere che potrebbero diventare titaniche! René Lenzin Formula magica per 44 anni La concordanza: nozione-chiave Nel sistema politico svizzero, la concordanza significa che i principali partiti sono integrati nel governo. Durante 44 anni, dal 1959 al 2003, questo principio si è tradotto nella formula magica seguente: i Radicali (PLR), i Democratici-Cristiani (PPD) e i Socialdemocratici (PS) avevano ognuno due seggi in seno al Consiglio federale e l Unione democratica di centro (UDC) uno solo. Ma l ascensione folgorante dell UDC a partire dalla metà degli anni novanta ha messo in causa questa formula. Nel 2003 l UDC sottrae al PPD il suo secondo seggio in governo. Da allora la nozione di concordanza è controversa. A una concezione puramente matematica determinanti sono i rapporti di forza dei partiti e/o il numero dei membri delle loro frazioni si oppone una concezione di fondo secondo la quale un consenso minimo deve esistere fra i partiti che siedono in Consiglio federale sui principali obiettivi politici. Serata alla Società Svizzera di Milano Il matrimonio nell ottica di infiniti problemi legali Lo scorso 14 ottobre, eccezionalmente di mercoledì (data eccezionale per evento d eccezione), la Società Svizzera di Milano ha ospitato una tavola rotonda di vivo interesse sulle problematiche che legge e giustizia ricollegano alle purtroppo ricorrenti crisi matrimoniali: emblematico lo stesso titolo Casi clinici (e non) di Diritto di Famiglia che al tema in discussione era stato conferito. Sul palco si sono alternati, con il meritorio apprezzamento degli intervenuti, due relatori di grande spessore, affermati professionalmente nel delicato e complesso settore del diritto di famiglia: gli Avvocati Cesare Rimini, noto anche per le divulgazioni giornalistiche in particolare sulle colonne del Corriere della Sera, e Alessandro Simeone. Regista e promotore dell iniziativa l Avv. Luigi Gabardi che, nel ruolo occasionale di moderatore, ha sinteticamente rappresentato agli astanti situazioni che risalgono al Medio Evo, ma alla legislazione italiana del 1942, allorché la moglie adultera (e lei sola, pur congiuntamente al coautore dell infedeltà) rischiava fino a un anno di reclusione, mentre il marito, salvo casi di particolare gravità, poteva concedersi il lusso di divagazioni extraconiugali senza che alla legittima consorte fosse consentita neppure l azione civile di separazione per colpa. I conferenzieri hanno poi riportato l argomento nell alveo dell attualità illustrando la completa riabilitazione (con gli interessi, se lecito) di figura e ruolo della donna nella società naturale, come disciplinata giuridicamente, nella famiglia e traendo anche spunti aneddotici dalle rispettive esperienze professionali: tipico quello di un marito commosso fino all estrema rinuncia dalla scoperta su you tube di un messaggio d amore particolarmente caloroso indirizzato alla moglie; ai confini dell umorismo una suddivisione di beni mobili concordata sotto ogni profilo con l unica e paradossale eccezione di una scelta controversa fra il quadro dell aragosta viva e quello dell aragosta morta Unico neo la ristrettezza del tempo che ha sottratto spazi a disquisizioni di tanto pregnante interesse. E se si concedesse un bis?

19 Vincitore due volte del premio Schiller Scomparso lo scrittore zurighese Hugo Loetscher 19 Libri Paesaggi con figure assenti Lo scrittore zurighese Hugo Loetscher è deceduto all età di 79 anni. Dopo la scomparsa di Dürrenmatt e di Frisch, questo eterno viaggiatore era l ultimo gigante della letteratura svizzera. Vincitore due volte del premio Schiller, è noto in particolare per il romanzo Abwässer e Der Immune. Il suo ultimo libro, pubblicato lo scorso agosto con il titolo War meine Zeit meine Zeit è quasi un testamento letterario. Nella collana I cristalli, l editore Armando Dadò, di Locarno, pubblica, a cura di Fabio Pusterla, l opera tradotta in italiano Paesaggi con figure assenti di Philippe Jacottet. Nato a Moudon (canton Vaud) nel 1925, trasferito a Grignan, nel Sud della Francia, Jacottet è tra le voci più alte della poesia europea contemporanea. La sua vasta opera si snoda lungo tre direttrici principali: la traduzione (dall italiano e dal tedesco, oltre che dalle lingue classiche), la saggistica e la poesia, comprese le prose liriche. In realtà si tratta della ripubblicazione di un opera apparsa nel 1996, con la correzione di una svista del traduttore e una postfazione di Piero Bigongiari che commenta: Questo è il paesaggio senza figure perché invaso da questa figurale produttività dell essere nelle proprie apparizioni come nelle proprie apparenze. L apparire del notevole, dell instabile, è pegno e sfida alla stessa in transitività dell essere se non nelle visionarie, ma tangibili incidenze. Fabio Pusterla lui stesso autore di poesie, è anche saggista e traduttore, soprattutto dell opera di Jacottet. Prossimamente pubblicherà con Einaudi l antologia Le terre emerse. Colonia Svizzera di Roma Le riunioni dell Ouvroir Le Signore dell OUVROIR si incontreranno nei locali della Scuola Svizzera di Roma, via Malpighi 14, dalle ore alle circa. Mercoledì 11 novembre 2009 INTERVALLO 3 SETTIMANE Mercoledì 2 dicembre 2009 Mercoledì 20 gennaio 2010 Mercoledì 17 febbraio 2010 Mercoledì 17 marzo 2010 Mercoledì 14 aprile 2010 Mercoledì 12 maggio 2010 INTERVALLO 2 SETTIMANE Mercoledì 26 maggio 2010 Un cordiale arrivederci! Diri Monney Eveline degli Abbati

20 20 Pro Patria è nata nel 1909 come «Dono Svizzero per la Festa Nazionale» Una fondazione ricca di tradizioni festeggia il proprio anniversario Chi non conosce il distintivo del 1. agosto che, da decenni, viene venduto con l avvicinarsi della festa nazionale svizzera? Ma quale visione originale nasconde? Un idea direttrice solidale e patriottica che ha condotto all impegno culturale e sociale in favore del popolo svizzero. All inizio del XX. Secolo il commerciante sangallese Albert Schuster, motivato dal patriottismo e dal desiderio di essere utile, posò la prima pietra della fondazione Pro Patria. La sua visione era quella di ancorare la festa nazionale svizzera allora poco apprezzata nel suo giusto valore nello spirito del popolo con un atto patriottico festivo e conferire al giorno della festa nazionale un significato solidale più profondo. La popolazione svizzera doveva serrare le fila attraverso una colletta comune nell ambito del giorno della festa nazionale e sostenere i più deboli. E così che Albert Schuster fondò nel 1909 l associazione Schweizerische Bundesfeierspende (Dono svizzero per la festa nazionale). All inizio l associazione vendeva soltanto cartoline postali preaffrancate, create apposta per questo scopo da artisti svizzeri popolari. Ricco di tradizioni, il distintivo del 1. agosto fu creato nel 1923 e viene proposto ogni anno da allora sotto nuova forma. I francobolli, emessi dal 1938 in collaborazione con la Posta Svizzera, hanno permesso a Pro Patria di ottenere un successo particolarmente importante alla fine degli anni settanta: in quell epoca le soprattasse permettevano di raccogliere ogni anno oltre 4 milioni di franchi. Nel 1991 l associazione Dono Svizzero per la Festa nazionale venne convertita in una fondazione politicamente indipendente e di confessione neutra Pro Patria. La fondazione non è sussidiata né dalla Confederazione né dai Cantoni. I costi fissi dell amministrazione sono mantenuti deliberatamente bassi. Si tratta nondimeno di oltre collaboratrici e collaboratori volontari che sostengono Pro Patria con dinamismo per la vendita dei vari prodotti, in modo diretto o nella strada. La fondazione deve i propri fondi esclusivamente alla solidarietà della popolazione svizzera nonché ai suoi simpatizzanti all estero. Negli anni del dopoguerra i fondi raccolti sono stati messi a disposizione in particolare della popolazione svizzera nel bisogno. A seguito dello sviluppo delle istituzioni sociali pubbliche e private, le collette caritative hanno perso d urgenza. Per questo esistono oggi soltanto progetti sociali Pro Patria mirati, come l aiuto urgente per le madri. Il provento delle collette è destinato oggi soprattutto alla salvaguardia, al mantenimento e alla cura del patrimonio culturale svizzero, come i monumenti e i paesaggi formati dall uomo. Ogni anno il consiglio della fondazione, composto dai rappresentanti di tutte le regioni del paese, stabilisce una colletta principale. Quest anno la colletta è dedicata al progetto Itinerari culturali in Svizzera. Le entrate devono permettere nei prossimi anni di ripristinare preziose porzioni di sentieri da un punto di vista storico. Tuttavia, come numerose altre organizza- zioni sul mercato dei doni, Pro Patria soffre anch essa di una diminuzione dei proventi. La caduta delle entrate non è dovuta essenzialmente alla diminuzione della propensione al dono o all indebolimento del patriottismo del popolo svizzero, ma soprattutto all era attuale delle telecomunicazioni che fa perdere importanza ai francobolli e diminuire le cifre di vendita. Come tutte le altre aziende, le fondazioni di utilità pubblica sono anch esse soggette al cambiamento della nostra epoca. Le idee e i concetti devono essere riorganizzati, ciò che Pro Patria sta facendo sotto l impulso dell anno del suo centesimo anniversario, in particolare attraverso spot pubblicitari divertenti. Durante i suoi 100 anni di esistenza, Pro Patria ha spesso raccolto fondi per gli Svizzeri all estero. La prima volta già nel 1924 con il secondo distintivo. Altre volte sono seguite nel 1930, 1938, 1946, 1953, 1965, 1972, 1978, 1984, 1990 e Viviane Aerni Obiettivo principale: le vie storiche della Svizzera. Questi francobolli Pro Patria rappresentano una serie di scalini sotto il Plan de Barasson al Gran San Bernardo e la via fluviale ViaRhenana a Basilea.

STUDIO MASIERO Dr. ADRIANO

STUDIO MASIERO Dr. ADRIANO Alla cortese attenzione dei Sigg. Clienti: CIRCOLARE 15 NOVEMBRE 2009 ULTIME NOVITÀ FISCALI Cessione abitazione principale 18.9.2009, n. 20094 Autorizzazione all accesso domiciliare 16.10.2009, n. 21974

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Voluntary disclosure Casi risolti circolari n. 27/E/2015, 30/E/2015, 31/E/2015

Voluntary disclosure Casi risolti circolari n. 27/E/2015, 30/E/2015, 31/E/2015 Voluntary disclosure Casi risolti circolari n. 27/E/2015, 30/E/2015, 31/E/2015 Saverio Cinieri Dottore Commercialista Revisore Contabile Giornalista pubblicista Agg. 11/09/2015 1 Circolare 16/07/2015,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME ERASMUS STUDENT PLACEMENT A.A. 2008/2009 Bando per l assegnazione di 32 mensilità

LIFELONG LEARNING PROGRAMME ERASMUS STUDENT PLACEMENT A.A. 2008/2009 Bando per l assegnazione di 32 mensilità LIFELONG LEARNING PROGRAMME ERASMUS STUDENT PLACEMENT A.A. 2008/2009 Bando per l assegnazione di 32 mensilità Si avvisano gli studenti iscritti per il corrente anno accademico all Ateneo di Modena e Reggio

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

EURES vi aiuta ad assumere in Europa

EURES vi aiuta ad assumere in Europa EURES vi aiuta ad assumere in Europa Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali Commissione europea 1 EURES vi aiuta ad assumere in Europa State cercando di formare una forza lavoro

Dettagli

Scudo fiscale-ter e controllate estere: aspetti critici della manovra e scenari ipotizzabili

Scudo fiscale-ter e controllate estere: aspetti critici della manovra e scenari ipotizzabili STUDIO LEGALE E TRIBUTARIO BISCOZZI NOBILI ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE Scudo fiscale-ter e controllate estere: aspetti critici della manovra e scenari ipotizzabili Dott. Francesco Nobili Milano, 16 ottobre

Dettagli

Trovare lavoro nell Europa allargata

Trovare lavoro nell Europa allargata Trovare lavoro nell Europa allargata Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali CMI/Digital Vision Commissione europea 1 Dove posso cercare lavoro? La libera circolazione delle persone

Dettagli

BONIFICO E RID LASCIANO IL POSTO AI NUOVI STRUMENTI DI PAGAMENTO SEPA. Sai cosa cambia? Informati, ti riguarda! Bancaria Editrice 2013 - Bozza.

BONIFICO E RID LASCIANO IL POSTO AI NUOVI STRUMENTI DI PAGAMENTO SEPA. Sai cosa cambia? Informati, ti riguarda! Bancaria Editrice 2013 - Bozza. BONIFICO E RID LASCIANO IL POSTO AI NUOVI STRUMENTI DI PAGAMENTO SEPA Sai cosa cambia? Informati, ti riguarda! logo 2 QUALI PAESI FANNO PARTE DELLA SEPA 3 La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi della UE che

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

ASPETTI TRIBUTARI INTERNAZIONALI E MONITORAGGIO

ASPETTI TRIBUTARI INTERNAZIONALI E MONITORAGGIO Convegno IMMOBILI IN ITALIA ED ALL ESTERO: ASPETTI TRIBUTARI INTERNAZIONALI E MONITORAGGIO Roberto TAMBURELLI 1 Introduzione all RW FONTE NORMATIVA Gli Art. 2 e 4 del D.L. 167/1990 obbligano alcuni soggetti

Dettagli

GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO

GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO IN QUESTA GUIDA TROVERAI INFORMAZIONI SUI DIVERSI TIPI DI PERMESSO DI SOGGIORNO, SU COME PRESENTARE DOMANDA E RINNOVARE, SUGLI ALTRI DOCUMENTI NECESSARI (RESIDENZA, CARTA

Dettagli

Luca Valdameri Pirola Pennuto Zei & Associati

Luca Valdameri Pirola Pennuto Zei & Associati 21éme Colloque Franco Italien ANDRH - AIDP Luca Valdameri Pirola Pennuto Zei & Associati 16 Ottobre 2010 Agenda La residenza fiscale italiana le differenze con la Francia e le problematiche relative Il

Dettagli

Dichiarazione redditi per i pensionati all estero

Dichiarazione redditi per i pensionati all estero Dichiarazione redditi per i pensionati all estero Questo modulo deve essere compilato in ogni sua parte per permettere all Inps di pagare regolarmente le prestazioni previdenziali e assistenziali che sono

Dettagli

DONNE STRANIERE IMMIGRATE

DONNE STRANIERE IMMIGRATE DONNE STRANIERE IMMIGRATE Informazioni di base sui diritti e le opportunità per la donna immigrata in Italia Indice Tutela della maternità Pag. 4 Famiglia Pag. 6 Minori Pag. 6 Assistenza sanitaria Pag.

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

Le istruzioni delle Entrate sul rimpatrio Dietro lo scudo denaro, yacht, immobili e gioielli

Le istruzioni delle Entrate sul rimpatrio Dietro lo scudo denaro, yacht, immobili e gioielli Le istruzioni delle Entrate sul rimpatrio Dietro lo scudo denaro, yacht, immobili e gioielli Nell illustrare le modalità operative per effettuare il rimpatrio o la regolarizzazione delle attività irregolarmente

Dettagli

L emigrazione italiana in Svizzera

L emigrazione italiana in Svizzera Stadthaus Zürich Ausstellung L emigrazione italiana in Svizzera 1850 Nella seconda metà del secolo XIX inizia la prima ondata migratoria degli italiani in Svizzera. Nel 1860 se ne contano 10.000, nel 1900

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE

guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 2 guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 3 INDICE 1 Cos è la SEPA?

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Ho chiesto asilo nell UE Quale paese gestirà. la mia domanda?

Ho chiesto asilo nell UE Quale paese gestirà. la mia domanda? IT Ho chiesto asilo nell UE Quale paese gestirà la mia domanda? A Informazioni sul regolamento Dublino per i richiedenti protezione internazionale, a norma dell articolo 4 del Regolamento (UE) n. 604/2013

Dettagli

119 Euro invece di 290 per un soggiorno di coppia di 2 notti con colazione, cena e accesso alla piscina. Salsomaggiore Terme da scoprire

119 Euro invece di 290 per un soggiorno di coppia di 2 notti con colazione, cena e accesso alla piscina. Salsomaggiore Terme da scoprire Page 1 of 5 Scegli la tua Città: Milano Registrati e Deal del giorno Deal recenti Come funziona MyGroupon Fai conoscere questa offerta: Facebook Twitter E-Mail 119 Euro invece di 290 per un soggiorno di

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO

GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO IN QUESTA GUIDA TROVERAI INFORMAZIONI SUI DIVERSI TIPI DI PERMESSO DI SOGGIORNO, SU COME PRESENTARE DOMANDA E RINNOVARE, SUGLI ALTRI DOCUMENTI NECESSARI (RESIDENZA, CARTA

Dettagli

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009 8. Turismo Nel 2009 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi a 4 stelle costituiscono il 40,0% degli esercizi con una dotazione di posti letto pari al 59,4% del totale. La permanenza media del

Dettagli

III LEZIONE - DISPOSIZIONI SULL INGRESSO/SOGGIORNO NEL TERRITORIO DELLO STATO.

III LEZIONE - DISPOSIZIONI SULL INGRESSO/SOGGIORNO NEL TERRITORIO DELLO STATO. 2 MODULO - TESTO UNICO SULL IMMIGRAZIONE III LEZIONE - DISPOSIZIONI SULL INGRESSO/SOGGIORNO NEL TERRITORIO DELLO STATO. VISTO DI INGRESSO à Per entrare nel territorio italiano si deve richiedere un visto

Dettagli

Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni

Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni Numero 29/2014 Pagina 1 di 8 Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni Numero : 29/2014 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : DICHIARAZIONI

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

COMUNE DI SAN DANIELE DEL FRIULI Carta dei Servizi demografici

COMUNE DI SAN DANIELE DEL FRIULI Carta dei Servizi demografici COMUNE DI SAN DANIELE DEL FRIULI Carta dei Servizi demografici Introduzione - La Carta dei Servizi è uno strumento di fondamentale importanza nella costruzione di un rapporto positivo e trasparente tra

Dettagli

VOLUNTARY DISCLOSURE

VOLUNTARY DISCLOSURE VOLUNTARY DISCLOSURE I CAMBIAMENTI, NEL CONTESTO MONDIALE, IN MATERIA DI SCAMBIO DI INFORMAZIONI HOTEL AC FIRENZE 11 FEBBRAIO 2014 AVV. SALVATORE PARATORE OBIETTIVO DELL INTERVENTO ILLUSTRARE IN VENTI

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA

SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA Sulle retribuzioni più basse meno tasse fino a 1.700 euro all anno ================================================= Il cuneo fiscale in Italia è in discesa.

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente L Europa in sintesi L Europa: il nostro continente L Europa è uno dei sette continenti del mondo. Essa si estende dall Oceano Artico a nord al Mare Mediterraneo a sud e dall Oceano Atlantico a ovest fino

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea?

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea? L Europa in sintesi Cos è l Unione europea? È europea È un unione = si trova in Europa. = unisce paesi e persone. Guardiamola più da vicino: cosa hanno in comune gli europei? Come si è sviluppata l Unione

Dettagli

3000 Bern 14. Geschäftsstelle. Sicherheitsfonds BVG. Postfach 1023

3000 Bern 14. Geschäftsstelle. Sicherheitsfonds BVG. Postfach 1023 Sicherheitsfonds BVG Geschäftsstelle Postfach 1023 3000 Bern 14 Tel. +41 31 380 79 71 Fax +41 31 380 79 76 Fonds de garantie LPP Organe de direction Case postale 1023 3000 Berne 14 Tél. +41 31 380 79 71

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

L OSSERVATORIO. 14 Aprile 2014 CATEGORIA: SOCIETA EFFICACIA DELLA LAUREA

L OSSERVATORIO. 14 Aprile 2014 CATEGORIA: SOCIETA EFFICACIA DELLA LAUREA L OSSERVATORIO 14 Aprile 2014 CATEGORIA: SOCIETA EFFICACIA DELLA LAUREA LAUREATI, DISOCCUPATI E SCORAGGIATI 14 Aprile 2014 Nella prima metà degli anni Cinquanta, per le strade circolavano poco più di 400mila

Dettagli

Stage in un azienda in Europa con il programma europeo Leonardo da Vinci

Stage in un azienda in Europa con il programma europeo Leonardo da Vinci Stage in un azienda in Europa con il programma europeo Leonardo da Vinci Dipartimento dell educazione del Canton Ticino Servizio Lingue e stage all estero (LSE) Casella postale 70 6952 Canobbio Tel: 091

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

Comprare casa in Svizzera: guida fiscale all acquisto (prima parte)

Comprare casa in Svizzera: guida fiscale all acquisto (prima parte) di: Roberto Lenzi Avvocato, Lenzi e Associati Comprare casa in Svizzera: guida fiscale all acquisto (prima parte) A quali forme di tassazione si va incontro comprando una casa in Svizzera? Ecco la prima

Dettagli

Lista degli atti linguistici più frequenti nel settore del turismo

Lista degli atti linguistici più frequenti nel settore del turismo SLEST (European Linguistic Standard for Professionals in Tourism) 2.0 1 : Project No: 2013-1-ES1-LEO05-66445 Lista degli atti linguistici più frequenti nel settore del turismo CONTENUTO 1.) all'albergo

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

IBAN E BONIFICI: GUIDA ALL UTILIZZO DEL CODICE UNICO BANCARIO

IBAN E BONIFICI: GUIDA ALL UTILIZZO DEL CODICE UNICO BANCARIO IBAN E BONIFICI: GUIDA ALL UTILIZZO DEL CODICE UNICO BANCARIO 2 CARO CLIENTE, nel mondo dei servizi bancari c è una novità. Nel giro di pochi anni infatti sarà portata a compimento l Area Unica dei Pagamenti

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2/3 UNIT (COMMON) LISTENING SKILLS TRANSCRIPT

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2/3 UNIT (COMMON) LISTENING SKILLS TRANSCRIPT N E W S O U T H W A L E S HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION 1998 ITALIAN 2/3 UNIT (COMMON) LISTENING SKILLS TRANSCRIPT 2 ITEM 1 MARTA MARIO Abbiamo un bel lago. Se sabato il tempo è buono ne dovremmo

Dettagli

03 Modulo 1/Fogli lavoro 24-01-2002 12:50 Pagina 95 M ODULO 1 CASA. Fogli di lavoro

03 Modulo 1/Fogli lavoro 24-01-2002 12:50 Pagina 95 M ODULO 1 CASA. Fogli di lavoro 03 Modulo 1/Fogli lavoro 24-01-2002 12:50 Pagina 95 M ODULO 1 CASA Fogli di lavoro 03 Modulo 1/Fogli lavoro 24-01-2002 12:50 Pagina 97 F OGLIO DI LAVORO 1 Soluzioni abitative che conosco Per favore riporti

Dettagli

Il mio Portfolio per. l apprendimento. dello spagnolo. Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier. 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori

Il mio Portfolio per. l apprendimento. dello spagnolo. Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier. 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori S C U O L A S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O Il mio Portfolio per l apprendimento dello spagnolo Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori Che

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ 2011-2012 Μάθημα: Iταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

L OSSERVATORIO. 30 Dicembre 2013 CATEGORIA: SOCIETA POPOLO DI NAVAGATORI MA NON SU INTERNET

L OSSERVATORIO. 30 Dicembre 2013 CATEGORIA: SOCIETA POPOLO DI NAVAGATORI MA NON SU INTERNET L OSSERVATORIO 30 Dicembre 2013 CATEGORIA: SOCIETA POPOLO DI NAVAGATORI MA NON SU INTERNET POPOLO DI NAVIGATORI MA NON SU INTERNET 30 Dicembre 2013 Nella fascia di popolazione tra i 54 e i 59 anni, la

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

I DIRITTI DI SICUREZZA SOCIALE DELLE PERSONE CHE ESERCITANO IL DIRITTO DI LIBERA CIRCOLAZIONE NEL TERRITORIO DELLA COMUNITÀ

I DIRITTI DI SICUREZZA SOCIALE DELLE PERSONE CHE ESERCITANO IL DIRITTO DI LIBERA CIRCOLAZIONE NEL TERRITORIO DELLA COMUNITÀ Rosa Maria Morrone Coordinatore regionale Convenzioni Internazionali Direzione regionale Piemonte rosamaria.morrone@inps.it I DIRITTI DI SICUREZZA SOCIALE DELLE PERSONE CHE ESERCITANO IL DIRITTO DI LIBERA

Dettagli

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile 7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile PRIMA PARTE: STRUTTURA DEL MODELLO DI AFFITTO CASA IN RENDITA 1. Devi sfruttare l evoluzione del mercato turistico, perché è più ricco e meno problematico

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Dipartimento della Prevenzione e della Comunicazione Direzione Generale Rapporti con l Unione Europea e per i Rapporti Internazionali - Ufficio II - Protocollo DG RUERI/ 3998 /I.3.b

Dettagli

La circolazione stradale dei cittadini stranieri. 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada

La circolazione stradale dei cittadini stranieri. 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada La circolazione stradale dei cittadini stranieri 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada Tutti i conducenti di veicoli devono rispettare il Codice della strada in quanto la

Dettagli

ERASMUS + BANDO DI CONCORSO A N. 5 BORSE DI STUDIO PER L UNIVERSITA ANGLIA RUSKIN di CAMBRIDGE (UK)

ERASMUS + BANDO DI CONCORSO A N. 5 BORSE DI STUDIO PER L UNIVERSITA ANGLIA RUSKIN di CAMBRIDGE (UK) ERASMUS + BANDO DI CONCORSO A N. 5 BORSE DI STUDIO PER L UNIVERSITA ANGLIA RUSKIN di CAMBRIDGE (UK) Tutto quanto previsto dal presente bando è subordinato all assegnazione di finanziamenti specifici da

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

VADEMECUM DELLO STUDENTE ERASMUS

VADEMECUM DELLO STUDENTE ERASMUS VADEMECUM DELLO STUDENTE ERASMUS CONTATTIERASMUS UFFICIO ERASMUS DI FACOLTÀ TEL: 06/72594471 E-MAIL: laura.calconi@uniroma2.it COORDINATORE ERASMUS DI FACOLTA Prof.ssa Carla Jodice TEL: 06/72594321 EMAIL:

Dettagli

Prestazioni in caso di ricerca di lavoro all estero

Prestazioni in caso di ricerca di lavoro all estero EDIZIONE 2012 Informazione complementare all Info-Service «Disoccupazione» Un opuscolo per i disoccupati Prestazioni in caso di ricerca di lavoro all estero (Stati membri dell UE o dell AELS) 2 OSSERVAZIONI

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali Le Convenzioni Internazionali Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali La normativa internazionale in materia di sicurezza sociale Regolamenti comunitari Accordi e Convenzioni Bilaterali

Dettagli

Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop

Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop Dexia Crediop ed il SOCIAL HOUSING Buongiorno a tutti, oggi abbiamo ascoltato molte cose interessanti; abbiamo

Dettagli

IL CONCETTO DI SCAMBIO INTERCULTURALE: UNA GRANDE RISORSA.

IL CONCETTO DI SCAMBIO INTERCULTURALE: UNA GRANDE RISORSA. IL CONCETTO DI SCAMBIO INTERCULTURALE: UNA GRANDE RISORSA. COME STUDIARE ALL ESTERO Per studiare all estero, le università italiane, in accordo con i progetti europei e con i trattati internazionali, rendono

Dettagli

Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)?

Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)? MEMO/11/406 Bruxelles, 16 giugno 2011 Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)? Non si sa mai. Pensate di recarvi in un paese dell'ue,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO PROCEDURA PER LA MOBILITÀ ERASMUS TRAINEESHIP A.A. 2014/2015 Versione 01 del 21/01/2015 Di seguito sono descritte la procedura e le indicazioni utili per espletare le pratiche didattiche e amministrative

Dettagli

Progetti ed eventi per promuovere la Cultura della Legalità realizzati nel nostro secondo anno di attività operativa

Progetti ed eventi per promuovere la Cultura della Legalità realizzati nel nostro secondo anno di attività operativa Associazione di Volontariato per la promozione e lo sviluppo della Cultura della Legalità CON L ADESIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Milano, 3 settembre 2014. Progetti ed eventi per promuovere la Cultura

Dettagli

Offerta formativa Seminari e corsi di diritto tributario

Offerta formativa Seminari e corsi di diritto tributario Offerta formativa Seminari e corsi di diritto tributario 23 La tassazione delle eredità nascoste. Quali conseguenze per gli eredi? Gli ordinamenti svizzero e italiano a confronto nelle procedure di recupero

Dettagli

Studio Carlin e Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI

Studio Carlin e Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI Studio Carlin e Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 olga.circolari@studiocla.it Circolare nr. 16 del 24 marzo 2012 I nuovi

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

6. STRUTTURA DELLA POPOLAZIONE E COMPOSIZIONE DELLE FAMIGLIE. Maria Letizia Pruna SPS/09 Sociologia dei processi economici e del lavoro

6. STRUTTURA DELLA POPOLAZIONE E COMPOSIZIONE DELLE FAMIGLIE. Maria Letizia Pruna SPS/09 Sociologia dei processi economici e del lavoro A.A. 2013-2014 Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell Amministrazione Sistemi di welfare 6. STRUTTURA DELLA POPOLAZIONE E COMPOSIZIONE DELLE FAMIGLIE Maria Letizia Pruna SPS/09 Sociologia dei processi

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

AUTORIZZA DATA DI EFFICACIA DEL TRASFERIMENTO. Il trasferimento ha effetto in data / / (di seguito: Data di efficacia)

AUTORIZZA DATA DI EFFICACIA DEL TRASFERIMENTO. Il trasferimento ha effetto in data / / (di seguito: Data di efficacia) TRASFERIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO ai sensi dell art. 2 del DL 24 gennaio 2015, n.3, convertito, con modificazioni, dalla Legge 24 marzo 2015, n. 33 Con la sottoscrizione del presente modulo, il Cliente

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

COS È SOLVIT? SOLVIT PUÒ AIUTARE A RISOLVERE PROBLEMI

COS È SOLVIT? SOLVIT PUÒ AIUTARE A RISOLVERE PROBLEMI COS È SOLVIT? Scegliere liberamente in quale paese europeo vivere, lavorare o studiare è un diritto fondamentale per i cittadini dell Unione europea. Anche le imprese hanno il diritto di stabilirsi, fornire

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

Via Coazze n.18 10138 Torino Tel. n. 011 4404311 Fax n. 4477070 Ufficio Diplomi ed Equipollenze

Via Coazze n.18 10138 Torino Tel. n. 011 4404311 Fax n. 4477070 Ufficio Diplomi ed Equipollenze Via Coazze n.18 10138 Torino Tel. n. 011 4404311 Fax n. 4477070 Ufficio Diplomi ed Equipollenze NOTIZIE UTILI PER IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO CONSEGUITI ALL ESTERO E RELATIVA EQUIPOLLENZA. I

Dettagli

142.203 Ordinanza. Sezione 1: Oggetto e campo d applicazione

142.203 Ordinanza. Sezione 1: Oggetto e campo d applicazione Ordinanza concernente l introduzione graduale della libera circolazione delle persone tra la Confederazione Svizzera e l Unione europea 1 e i suoi Stati membri nonché gli Stati membri dell Associazione

Dettagli

Speciale Think Future

Speciale Think Future Think Future Volunteer Together Racconti ed esperienze dei volontari ungheresi in Italia Le impressioni e le riflessioni delle volontarie ungheresi al termine delle due settimane passate in Italia con

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

VIVERE E LAVORARE IN SVIZZERA

VIVERE E LAVORARE IN SVIZZERA VIVERE E LAVORARE IN SVIZZERA + LA VITA QUOTIDIANA IN SVIZZERA + VIVERE IN SVIZZERA I quotidiani, la televisione, la radio nonché i numerosi siti Internet vi aiuteranno a familiarizzarvi con la vita in

Dettagli

Convenzione per la costituzione di «Eurofima», Società europea per il finanziamento di materiale ferroviario

Convenzione per la costituzione di «Eurofima», Società europea per il finanziamento di materiale ferroviario Testo originale Convenzione per la costituzione di «Eurofima», Società europea per il finanziamento di materiale ferroviario 0.742.105 Conchiusa a Berna il 20 ottobre 1955 Approvata dall Assemblea federale

Dettagli