Sulla strada Rassegna stampa 30 novembre - 1 dicembre 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sulla strada Rassegna stampa 30 novembre - 1 dicembre 2013"

Transcript

1 Sulla strada Rassegna stampa 30 novembre - 1 dicembre 2013 PRIMO PIANO Incidente stradale mortale nell Ennese Tre ragazze perdono la vita, sei i feriti Tre ragazze sono morte in un grave incidente stradale che si è verificato nel pomeriggio sulla statale 117, in località Grottacalda, nei pressi di Piazza Armerina, in provincia di Enna. Sette i feriti, di cui più di uno in gravi condizioni. Si indaga sulla dinamica dell incidente che ha coinvolto cinque automobili, ma la causa più probabile sembra l asfalto bagnato che avrebbe fatto perdere il controllo dei mezzi ai guidatori. Sulla zona, come nel resto della Sicilia, ha piovuto per tutto il giorno. Due vittime sono già state identificate: la prima è Maria Carmela Iucuano Mamao, 21 anni, deceduta all ospedale di Enna; la seconda è Jenisha Soorkea, 24 anni, studentessa di Scienze politiche all Università di Catania, deceduta all ospedale di Piazza Armerina. Della terza ragazza, morta sul colpo, non sono ancora state rese note le generalità. Le tre ragazze, probabilmente, erano residenti a Motta Santa Anastasia, nel Catanese. Il ferito più grave è stato trasportato all ospedale di Catania. Sul posto è intervenuto personale dell Anas, della Polizia stradale, dei carabinieri e dei vigili del fuoco. Il traffico è stato deviato al momento sulla viabilità locale, ma si sta lavorando per ristabilire al più presto le normali condizioni di viabilità. Fonte della notizia: si24.it Gazzada, grave incidente: due morti sul colpo In un tremendo incidente hanno perso la vita due persone, un uomo e una donna di 88 anni scaraventata fuori dall'auto su cui viaggiava e investita da un'altra in transito.due i feriti. La strada provinciale 57 è stata momentaneamente chiusa GAZZADA SCHIANNO, 30 novembre Pomeriggio di sangue sulle strade del varesotto. Alle è arrivata una chiamata d'emergenza al 118 per un grave incidente sulla strada provinciale 57. Lo schianto ha causato la morte di due persone, ma i coinvolti sarebbero in tutto quattro, tre uomini e una donna. Quest'ultima, 88 anni, è stata anche investita ed è uno dei due deceduti. Lo schianto ha coinvolto tre automobili all'altezza del distributore di benzina in cima alla salita della strada che dal ponte di Vedano porta a Lozza, in direzione Varese, a poche centinaia di metri dai cantieri della Pedemontana. A seguito del violento impatto l'anziana di 88 anni sarebbe stata scaraventata fuori dall'abitacolo per essere poi travolta da un'auto in transito. La strada e' stata chiusa dalla Polizia stradale per agevolare le operazioni di soccorso. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, polizia provinciale, due ambulanze, un'automedica e un elisoccorso. Le altre due persone coinvolte hanno riportato ferite che non li mettono in pericolo di vita. Fonte della notizia: ilgiorno.it NOTIZIE DALLA STRADA Mix di alcol e droga in discoteca, 21enne grave all'ospedale Dopo aver bevuto molto, un ragazzo di Ancona ha ingerito una dose di Mdma e si è sentito male al Cocoricò di Riccione RIMINI, 1 dicembre I Carabinieri della Compagnia di Riccione hanno avviato immediate indagini sull episodio che ha riguardato un giovane di 21 anni della provincia di Ancona che ha accusato un grave malore dopo aver ingerito un mix di alcool e droga. I fatti si sono verificati sabato sera quando il ragazzo, con alcuni amici, è andato alla discoteca Cocoricò. Secondo una prima ricostruzione, sembra che il giovane, dopo aver bevuto diverse bevande alcoliche avrebbe assunto una piccola dosa di Mdma sciogliendola in un bicchiere di acqua. Le sue condizioni di salute si sono subito dimostrate gravi tanto che personale della sicurezza del locale lo ha condotto all esterno dove un autoambulanza lo ha trasportato d urgenza presso l ospedale. Il ragazzo si è ripreso dopo i trattamenti dei sanitari ed è stato fortunatamente dimesso nella mattinata successiva. Le indagini, avviate dai Carabinieri, sono finalizzate anche a risalire allo spacciatore.

2 Fonte della notizia: ilrestodelcarlino.it Ladro fa causa all'assicurazione: vuole 700 mila euro per l'incidente È rimasto in sedia a rotelle dopo essere uscito di strada durante la fuga dopo un furto: «Non ero io alla guida» di Roberto Ortolan TREVIGNANO In sedia a rotelle per le ferite riportate, finendo in un fosso, scappando dopo un furto: Moreno Major, 50 anni, di Signoressa, attualmente in carcere a Pisa dove sta scontando 5 anni e 6 mesi per rapina, fa causa a Zuritel assicurazioni. Una causa da svariate centinaia di migliaia di euro (si parla di 700mila euro) per la quale il giudice civile ha disposto una perizia. Aveva presentato il conto a Zurich assicurazioni per ottenere il risarcimento del danno subito nell incidente mentre scappava dopo un furto, in zona industriale a Villorba. Zurich ha però ritenuto inaccoglibile tale richiesta perché Major rimase ferito in seguito a una condotta fuorilegge. Il suo avvocato sostiene che era un terzo trasportato, perché durante la fuga l'auto era guidata dall'amico Renato Dell Innocenti e Major non aveva alcun controllo sul mezzo. Fonte della notizia: ilgazzettino.it Salerno: niente fondi per la sicurezza, arrivano i primi tagli e l'esercito si ritira di Petronilla Carillo Niente fondi per la sicurezza e i primi tagli arrivano per Salerno. I militari del 3 Reggimento artiglieria da montagna di Tolmezzo in provincia di Udine lasciano il capoluogo, dopo la proroga speciale ottenuta a luglio, e il progetto «Strade Sicure» chiude i battenti. Il governo punta su Napoli e Caserta per inviare i propri soldati a coadiuvare le forze di polizia nella vigilanza del territorio e ironia della sorte, invia nelle due città proprio i militari salernitani, quelli di istanza presso il 19 Reggimento Guide. Niente più pattuglie miste con polizia, carabinieri e vigili urbani in giro per il centro storico e la periferia, niente posti di blocco con le jeep militari lungo le strade di accesso al capoluogo, in Litoranea piuttosto che alle uscite dell autostrada e della tangenziale. Fonte della notizia: ilmattino.it Alcoltest positivo ma la multa viene cancellata: «Era colpa degli acidi» Il giudice assolve il titolare di una grossa lavanderia fermato dalla polstrada: aveva un livello di 1.56 di Ferdinando Garavello ESTE Fermato da una pattuglia, viene trovato positivo all'alcoltest e gli appioppano una denuncia per guida in stato di ebbrezza. Ma la colpa è delle sostanze chimiche che l'imprenditore respira quotidianamente sul lavoro in lavanderia: una storica sentenza di assoluzione piena è stata emessa qualche giorno fa dal tribunale di Padova nei confronti di un uomo di Este, il quale era finito nei guai perché trovato alla guida del suo furgone con un tasso alcolemico di 1.56 nel sangue. La "colpa" sarebbe stata dunque degli acidi che vengono utilizzati per smacchiare i vestiti e pulire i macchinari delle lavanderie, e che vengono metabolizzati in modo tale che il soffio del respiro manda in tilt l'etilometro. Fonte della notizia: ilgazzettino.it FERMATO DA UNA PATTUGLIA DI CARABINIERI Ubriaco alla guida, patente ritirata per Alex Schwazer Guidava con valori molto elevati, circa il doppio del consentito Alex Schwazer, campione olimpico della 50 chilometri di marcia alle Olimpiadi di Pechino e trovato positivo all Epo il 30 luglio 2012 in occasione di un esame antidoping, è

3 risultato in stato d ebbrezza mentre era alla guida della sua auto. L ex atleta originario di Calice di Racines guidava con valori molto elevati, circa il doppio del consentito. A fermare l auto su cui viaggiava Schwazer è stata una pattuglia dei carabinieri che aveva notato un andamento decisamente sospetto. Alex ha dovuto consegnare ai militari dell Arma la patente (ancora non si conosce per quanto sarà sospesa) mentre l auto non è stata sottoposta a sequestro. In arrivo anche una pesante sanzione. IL DOPING - Nel corso del mese di dicembre, come ha affermato recentemente la Procura della Repubblica di Bolzano, la lunga e complessa indagine sul caso di doping di Alex Schwazer, che ha coinvolto anche l atletica leggera italiana, dovrebbe riservare sorprese. L ex marciatore è stato squalificato nell aprile scorso per tre anni e mezzo. Nel corso dell estate a palazzo di giustizia del capoluogo altoatesino erano stati ascoltati personaggi di spicco dell atletica azzurra, dal presidente federale Alfio Giomi ad Andrew Howe. (fonte: Agi) Fonte della notizia: corriere.it Irregolarità su scuolabus carico minori Mezzo sottoposto a fermo amministrativo di tre mesi a Faenza RAVENNA, 30 NOV - Uno scuolabus carico di studenti minorenni con targhe non originali, registro del cronotachigrafo illeggibile e conducente assunto giusto il giorno prima ma senza esibire alcun documento. E' quanto ha scoperto la Polstrada di Faenza, nel ravennate, al termine di un controllo realizzato nella prima mattinata di ieri. A causa di tutte le violazioni contestate, lo scuolabus è stato sottoposto a fermo amministrativo di tre mesi. Fonte della notizia: ansa.it Paga 9mila euro ma l'auto non c'è Aspetta da tre anni di Mariapaola Vergallito SENISE Questa è la storia di un accusa di truffa. E di una denuncia. Ma è soprattutto la storia di un attesa. L attesa di vedersi rimborsati i soldi spesi per un auto acquistata ma, nei fatti, mai consegnata. La spesa ammonta ad un totale di 9mila euro che l acquirente ha pagato mediante assegno bancario, regolarmente incassato dalla concessionaria. Ma l auto, a distanza di ben tre anni, non è mai arrivata. E successo ad un cittadino di Senise e alla sua compagna e questa non è l unica storia. Ma lui è l unico ad insistere affinchè questa storia venga raccontata anche a mezzo stampa, soprattutto per evitare che accada anche ad altri ancora. Andrea Guaragnone, con la sua compagna Teresa Lista, tre anni fa decide di acquistare un auto presso una concessionaria con sede legale in Campania ma con una filiale anche a Senise (che adesso non c è più). Il costo dell auto ammonta a 9mila euro, cifra pagata per intero, tramite assegno. «Abbiamo pagato in anticipo - spiega Guaragnone - perché ci siamo fidati anche per la presenza di una filiale a Senise, con un tramite di nostra conoscenza». Ma, per fortuna, la cautela ha voluto, perlomeno, che l assegno venisse intestato direttamente alla sede centrale. Passa il primo mese, ma l auto non si vede. Dopo due mesi, nonostante le sollecitazioni, dell auto non c è ancora traccia. «Alle mie richieste di chiarimenti - spiega Guaragnone - le risposte sono state uno scarica barile tra la filiale e la sede centrale; da quest ultima, addirittura, mi si diceva che non c era traccia dell assegno. Un assegno, però, regolarmente incassato». Non passa altro tempo e i due interessati si rivolgono alla Procura di Lagonegro, dapprima per una denuncia penale, poi civile, per ottenere un risarcimento. Da quel momento sono trascorsi tre anni. Nella causa civile il Giudice non ha ravvisato i termini per un procedimento veloce e quindi si tratta di una causa ordinaria. Intanto l 11 luglio scorso (dopo quasi tre anni dalla denuncia) era stata emessa un ordinanza provvisoriamente esecutiva, in attesa della conclusione del processo e, quindi, della sentenza, che intimava la concessionaria al pagamento non solo dei 9mila euro, ma anche delle spese accessorie (delle quali fanno parte gli interessi maturati e le spese legali), per un ammontare complessivo di poco più di 14mila euro.

4 Ad ordinanza inadempiuta, lo scorso 21 ottobre, con il rinnovo dell atto di precetto, veniva intimato alla ditta di pagare entro il termine di 10 giorni. Ma anche quelli sono trascorsi. Ad oggi ancora la parte offesa non ha ricevuto nulla. Al danno, la beffa. «Per pagare l auto - spiega Guaragnone - abbiamo acceso un mutuo che continuamo a pagare. Noi non possiamo prendere tempo con le rate da pagare ogni mese e, quando e se lo facciamo, dobbiamo pagare la rata con i dovuti interessi. In questi anni le difficoltà sono state talmente tante da farci chiudere un attività e, mese dopo mese, abbiamo gravi problemi relativamente al pagamento di fornitori, bollette e quant altro. Abbiamo due figli piccoli e non è facile per noi aspettare che ci vengano risarciti, doverosamente, quei soldi». Fonte della notizia: lagazzettadelmezzogiorno.it Ndrangheta: auto confiscata assegnata a Polizia Locale Palmi Un'automobile confiscata alla criminalità organizzata è stata assegnata dall'agenzia nazionale per i beni sequestrati e confiscati alla Polizia municipale di Palmi, nel Reggino. Si tratta di una "Bmw X5" che è giunta al Corpo a costo zero e adesso avrà un impiego di polizia per il controllo del territorio a tutela della sicurezza urbana e della legalità. "Con questo veicolo - si legge in un comunicato della Polizia Municipale di Palmi - che va ad incrementare il parco auto della polizia locale salgono a 3 i veicoli già appartenenti ad organizzazioni mafiose ed oggi in uso allo stesso organo di polizia ed al Comune di Palmi, che ha voluto anche lanciare un concreto messaggio di contrasto alle logiche mafiose. Grazie anche al recupero di questi beni mobili confiscati che si è riusciti ad ottenere, il Comune di Palmi - si legge ancora - ha annullato tutti i noleggi di autovetture per usi d'istituto, ottenendo un risparmio di circa 80mila euro che avrebbero gravato sul bilancio pluriennale". (AGI) Fonte della notizia: cn24tv.it Trentasei incidenti gravi al giorno E allarme sulle strade siciliane Dodici vittime della strada solo a Palermo e solo nel mese di novembre. Un allarme reale quello degli incidenti mortali o invalidanti che va affrontato. Nel 2011 gli incidenti stradali con lesioni a persone rilevati in Sicilia sono stati , in media circa 36 al giorno, e hanno causato il decesso di 271 persone e il ferimento di altre Gli incidenti avvenuti nel territorio regionale nell anno considerato rappresentano il 6,5% del totale nazionale, i morti il 7% e i feriti il 6,9%. Ma quello dei gravi incidente stradali è un problema di natura mondiale che oltre alle evidenti gravi implicazioni di natura personale, comporta anche grandissimi costi sociali. Gli incidenti stradali in Europa, infatti, sono responsabili di una perdita di circa il 2% del Pil e hanno un costo sociale che nel 2002 è stato quantificato in più di 34 miliardi di euro. Nel 2002 l OMS ha presentato una strategia quinquennale per la prevenzione della morte e invalidità da incidenti stradali con l obiettivo di raggiungere entro il 2020 una riduzione di almeno il 20% della mortalità e della disabilità sulla stessa linea la Commissione Europea ha promosso un programma europeo per la sicurezza stradale che prevede una riduzione delle vittime da incidenti del 50% entro il Nel 2011 la diminuzione del numero dei morti rispetto al 2001 risulta pari al 45,6% rispetto all obiettivo fissato dall Unione Europea nel libro bianco del 2001 che prevedeva la riduzione della mortalità del 50% entro il 2010, l Italia non ha ancora raggiunto tale traguardo. Essere civili in un Paese civile passa anche attraverso il rispetto di se e degli altri sulla strada dice il vice questore della polizia Stradale Maria Grazia Milli -. Questo rispetto delle persone e delle norme può salvare la vita. La scelta di un attimo può cambiare il corso dell esistenza propria e delle persone che si trovavano in quel posto in quel dato momento. Non un semplice invito alla prudenza, dunque, ma proprio il cambiamento radicale dell approccio al mezzo ed alla strada. E per operare questo cambiamento la Polizia Stradale da 13 anni porta avanti il progetto Icaro che la dottoressa Milli presenterà al meeting di domani. Il progetto ha avuto molte evoluzioni ed è stato premiato come miglior progetto di sicurezza a livello europeo. Nella sua ultima formulazione Icaro è un film recitato da attori professionisti che narra le storie di 5 ragazzi di 5 diversi Paesi europei con vite problematiche ma diverse fra loro accomunati in un attimo da un unico evento: l incidente. Quella che occorre è una educazione a 360 gradi dice Nicoletta Salviato

5 dell unità Operativa Prevenzione e Salute dell ospedale Civico di Palermo e bisogna iniziare questo percorso dai giovani in tenera età. Serve una generale presa di coscienza che non riguarda soltanto alcol e droga ma anche attenzione alla guida, conoscenza dei propri limiti, malattie che possono influire sulla conduzione dei mezzi e tanto altro. Bisogna partire anche dalle cose che possono sembrare banali perché spesso è una banalità la causa di tutto. A fronte di tutto ciò anche la Regione siciliana mette in campo i suoi piani di prevenzione e dissuasione che saranno presentati a Palermo dal dirigente del servizio Prevenzione del Dipartimento regionale attività sanitarie e Osservatori Epidemiologico Salvatore Requirez. All incontro è previsto l intervento del Presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta e degli assessori regionali per la Salute Lucia Borsellino e delle Infrastrutture e Trasporti Antonino Bartolotta, del Questore di Palermo Nicola Zito, della Comandante della Polizia Municipale Vincenzo Messina, del Comandante della Polizia stradale di Palermo Sergio Iannello e del direttore dell Aci Ciro Menna. Un importante contributo verrà dalla relazione di Franca Beccaria, Docente di sociologia della salute della facoltà di Medicina dell università di Torino. Proprio il Piemonte, infatti, mostra significativi risultati nella prevenzione degli incidenti stradali che in quelle regione mostrano un incidenza perfino superiore a quella siciliana, e che sono significativamente diminuiti grazie all esperienza messa in campo e che la dottoressa Beccaria porterà in Sicilia con la sua lezione magistrale. Fonte della notizia: palermo.blogsicilia.it Pedoni e cani: la strage stradale fuori dalle strisce Ottomila umani investiti nel 2011: Aidaa traccia il bilancio Gli incidenti causati da distrazioni. 411 i quattrozampe finiti sotto le ruote ROMA, 29 novembre pedoni finiscono investiti ogni anno in Italia e poco meno di centinaio perdono la vita a causa di questi investimenti stradali, stando ai dati relativi ai rimborsi assicurativi ed ai verbali della polizia locale di diverse città italiane e della polizia stradale. A fare il punto della situazione "pedoni" e dei loro accompagnatori a 4 zampe, è Aidaa, associazione italiana difesa animali e ambiente. Tra i motivi che causano maggiormente gli investimenti pedonali (oltre della metà dei quali fuori dalle strisce pedonali) è da ricercare nell'attraversamento dei pedoni mentre stanno telefonando oppure appunto fuori dalle strisce pedonali in strade altamente trafficate. Dati purtroppo in costante aumento anche in Italia, dove gli investimenti pedonali sono aumentati dai circa 7300 del 2010 agli appunto oltre ottomila del 2011 (ultimo dato analizzato disponibile incrociando delle denunce assicurative e quelle dei referti ospedalieri e delle polizie locali e stradale). Un fattore all'interno di questo dato di cui pochi parlano riguarda i pedoni accompagnati dal proprio cane che vengono investiti. Secondo i dati citati, nel corso del 2011 sono stati ben 411 i cani investiti dalle automobili o da altri mezzi di trasporto su strade cittadine e statali mentre al guinzaglio attraversavano con il loro padrone Di questi 206 sono quelli investiti per attraversamento fuori dalle strisce pedonali. I cani che in seguito a questi investimenti hanno perso la vita sono stati 11, quelli feriti in maniera seria che hanno dovuto essere ricoverati per oltre cinque giorni in strutture veterinarie 32, quelli feriti in maniera leggera 124 mentre per fortuna gli altri 244 sono rimasti illesi o solamente contusi. Le città maggiormente interessate da questi incidenti sono state Roma, Grosseto, Frosinone, Milano, Bari e Firenze. Fonte della notizia: quotidiano.net SCRIVONO DI NOI PER UNA VITA NELLA POLIZIA LOCALE DI BRESCIA Addio a Ragnoli, il vigile gentiluomo È morto a 69anni Araldo Ragnoli, vigile urbano gentiluomo per anni figura di riferimento nella polizia municipale di Brescia, nella quale hanno trovato lavoro anche i suoi due figli. Si è spento alla Domus Salutis dopo una lunga malattia. Aveva guidato la sezione motociclisti e d il nucleo di Protezione civile fino all anno della pensione, nel 2009.

6 Fonte della notizia: brescia.corriere.it Il Premio Caponnetto ai poliziotti della Mobile di Casal di Principe I poliziotti della sezione distaccata della Squadra Mobile con sede a Casal di Principe il prossimo 6 dicembre, a Pistoia, riceveranno il Premio Nazionale Antonino Caponnetto per la Cultura della Legalità. Iniziativa in ricordo e in onore del padre del pool antimafia di Palermo che quest'anno è giunta alla terza edizione. L' iniziativa, promossa da: Fondazione Un Raggio di Luce Onlus di Pistoia, Fondazione Antonino Caponnetto di Firenze e Centro di Documentazione e di Progetto Don Lorenzo Milani di Pistoia in collaborazione con Libera e con il patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Pistoia e Comune di Pistoia. La cerimonia di premiazione si terrà nella Sala Maggiore del Palazzo Comunale di Pistoia. Fonte della notizia: corrierediaversaegiugliano.it Controlli nel weekend: ritirate n.5 patenti di guida Nell ambito delle attività programmate dal Compartimento della Polizia Stradale per la Campania ed il Molise, tendenti a monitorare qualsivoglia forma d illegalità, anche per questo weekend la Polizia Stradale di Benevento, diretta dal dott. Renato Alfano, ha intensificato i servizi specifici di contrasto ai comportamenti di guida pericolosi, quali la guida sotto influenza dell alcol, i sorpassi azzardati e l eccesso di velocità. Nel corso della notte odierna il personale della Polizia Stradale ha sottoposto ad accertamenti del tasso alcolemico n. 23 conducenti, due dei quali sono risultati avere un tasso superiore al limite. I due giovani conducenti, uno dei quali neopatentato, sono stati sanzionati per Guida sotto l'influenza dell'alcool, con il contestuale ritiro immediato della patente di guida. Complessivamente nel weekend sono stati controllati n. 94 veicoli e contestate n. 56 violazioni al C.d.S., con il ritiro di un altra patente di guida per velocità notevolmente oltre i limiti rilevata tramite apparecchiatura TELELASER ; altre due patenti di guida sono state immediatamente ritirate a due conducenti sorpresi ad eseguire sorpassi estremamente pericolosi per la sicurezza stradale in prossimità di dossi e curve. Nel corso della settimana sono stati eseguiti anche servizi mirati al controllo del traffico commerciale (trasporto di persone e di merce) nel corso dei quali sono stati individuati 18 mezzi pesanti irregolari. In ottemperanza alle disposizioni impartite dal Questore di Benevento dott. Salvatore La Porta proseguono quotidianamente i posti di controllo in punti strategici delle maggiori arterie stradali della provincia finalizzati a contrastare la recrudescenza di fenomenologie criminali quali i furti in abitazione e le rapine. Fonte della notizia: tvsette.net Camionista straniero sanzionato per 5mila euro Non era autorizzato a viaggiare sul territorio nazionale. La Polizia Stradale di Ravenna ha intensificato i controlli RAVENNA, 30 novembre Cinquemila euro di sanzione ad un autotrasportatore straniero illegalmente sul territorio ravennate. La Polizia Stradale di Ravenna, in prossimità delle feste natalizie, periodo dell'anno in cui si intensificano i trasporti su gomma, ha incentivato l attività di vigilanza stradale con controlli mirati all autotrasporto con particolare riferimento alle revisioni ed efficienza dei mezzi per garantire una sempre maggiore sicurezza. La decisione di intensificare i controlli è stata voluta dal dirigente della Sezione della Polstrada di Ravenna, Caterina Luperto. L ultimo intervento è stato effettuato pattuglia è il controllo nel ravennate di un conducente straniero su autocarro estero, senza la documentazione che dia l'autorizzazione sul territorio nazionale. Gli agenti hanno accertato che il mezzo aveva effettuato viaggi sul territorio superiori al consentito, cosa che sottrae irregolarmente lavoro agli autotrasportatori italiani. Al conducente e all'azienda di trasporto, per le violazioni comunitarie contestate, sono state contestate sanzioni pari a 5mila euro, già pagate, e il fermo amministrativo del mezzo per tre mesi. Dall inizio dell anno sono già 59 le violazioni contestate per il mancato rispetto al

7 cabotaggio, il trasporto sul territorio nazionale effettuato da un soggetto residente all estero, per sanzioni pari a quasi 300mila euro. Fonte della notizia: ilrestodelcarlino.it Inseguimento lungo l autostrada del Sole, la polizia stradale di Battifolle riesce a bloccare due malviventi Rocambolesco inseguimento stamani lungo l autostrada del Sole, da Prato al Senese. La polizia stradale di Battifolle (Arezzo) ha seguito una vettura in fuga, per circa trenta chilometri, dal casello Valdichiana a Chiusi Chianciano (Siena). Dentro all auto una banda di malviventi che, poco prima, aveva rubato la vettura, una Lancia Musa, oltre a settecento euro e due orologi in un abitazione di Prato. I due, con la polizia alle costole, hanno frenato bruscamente in mezzo alla strada, per tentare di tamponare l auto degli agenti e metterla fuori uso. Ma i poliziotti sono riusciti a speronare la macchina dei malviventi. Uno è rimasto all interno ed è stato subito fermato, un altro è scappato a piedi, ma è stato bloccato da un altra auto della polizia stradale, mentre due sono riusciti a scappare per i campi lungo l autostrada. I due arrestati, entrambi albanesi, sono stati portati al distaccamento della polizia stradale di Arezzo a Battifolle. Erano in possesso anche di una pistola con 9 colpi nel serbatoio. Al momento sono in corso le ricerche degli altri componenti della banda. I proprietari della vettura e dei beni rubati hanno già raggiunto Arezzo per riprenderne possesso. Fonte della notizia: gonews.it 60 kg di hashish sequestrati a Livorno Due arresti, i panetti del doppiofondo della loro auto LIVORNO, 30 NOV - Sorpresi nell'auto con 60 kg di hashish, un livornese di 68 anni e un 38enne di origine dominicanana sono stati arrestati in flagranza stamattina dalla squadra mobile di Livorno per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. La polizia ha scoperto infatti che i due avevano nascosto 60 panetti da un kg ciascuno della sostanza stupefacente in un doppiofondo realizzato nel bagagliaio della loro auto. Fonte della notizia: ansa.it Controlli della Polizia: via 6 patenti e 60 punti sulle auto GARDA Nel corso dello scorso weekend, la Polizia stradale è stata impegnata nei controlli di routine nelle vicinanze di discoteche e ritrovi notturni. Novantadue veicoli sono stati controllati, novantanove persone sono state identificate. Sei automobilisti sono andati incontro al ritiro della patente per guida in stato d ebbrezza e uno di loro, avendo il tasso alcolemico superiore ad 1.5 grammi per litro di sangue, rischia la sospensione della patente di guida per due anni. Ammonta a 60 il totale dei punti decurtati. Fonte della notizia: ecodellevalli.tv Sgominata la "banda dei bancomat" Ventidue arresti e 50 furti accertati La Polizia postale ha smantellato una organizzazione criminale transnazionale, di matrice rumena, dedita al furto di dati e alla falsificazione delle carte di credito e degli sportelli di prelievo automatico Il Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Perugia, coordinato dal Servizio Polizia Postale di Roma, sta eseguendo una vasta operazione per l'esecuzione di 22 ordinanze di custodia cautelare in carcere per associazione a delinquere finalizzata al cosiddetto "skimmer", il furto di codici di carte Bancomat e carte di credito effettuato mediante l'installazione di apparecchiature all'interno degli stessi Bancomat. Le indagini degli uomini del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Perugia hanno permesso di individuare

8 un'articolata organizzazione criminale transnazionale, di matrice rumena, dedita all'installazione delle apparecchiature finalizzata al furto di dati e alla falsificazione delle carte. Accertati almeno 50 "attacchi" nell'ultimo anno in quasi tutto il territorio nazionale, e in particolare Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Umbria, Marche, Lazio, Puglia e Calabria. Gli arresti sono stati eseguiti nel Lazio, in Lombardia, in Piemonte, in Emilia Romagna e nelle Marche in collaborazione con i Compartimenti della Polizia Postale territorialmente competenti. Alcuni indagati sono stati individuati e arrestati in Romania e Danimarca. L'OPERAZIONE - Tutte le 22 ordinanze di custodia cautelare, ha spiegato Annalisa Lillini, dirigente della polizia postale, riguardano persone di nazionalità romena (cinque delle quali erano già in carcere), irregolari sul territorio italiano e divise i quattro gruppi principali, con base a Milano, Torino, Ravenna e Roma, collegati tra loro. Fondamentali le riprese delle telecamere piazzate vicino ai bancomat presi di mira e le intercettazioni delle conversazioni telefoniche tra gli indagati e dei messaggi mail Fonte della notizia: unionesarda.it Immigrazione, 11 arresti nella Marsica Da indagati promesse fasulle di lavoro per ingressi in Italia L'AQUILA, 29 NOV - Dalle prime ore dell'alba oltre 50 agenti della Polizia di Stato stanno eseguendo undici arresti e perquisizioni nella provincia aquilana. L'operazione è stata denominata 'Fake Job'. Gli indagati promettevano un lavoro agli stranieri, attraverso l'ottenimento di un regolare visto di ingresso, ma una volta giunti in Italia gli extracomunitari non venivano assunti. Fonte della notizia: ansa.it Banda del rame, Polfer arresta 5 persone Furti creano problemi alla circolazione dei treni GENOVA, 29 NOV - Quattro romeni e un marocchino sono stati arrestati dalla Polfer perché sospettati di far parte della banda specializzata nel depredare i listelli di rame sistemati dalle Fs contro il maltempo. Due degli arrestati sarebbero gli autori del maxifurto sulla linea ferroviaria a Zoagli che aveva rischiato di mettere in ginocchio la circolazione dei treni del Tigullio. Nel corso dell'operazione è stata sequestrata una tonnellata di "metallo rosso" e un furgone. Indagate anche altre 6 persone. Fonte della notizia: ansa.it Trovato su A12 fucile a canne mozze Con l'arma c'erano centinaia di munizioni e polvere da sparo GENOVA, 29 NOV - La polizia ha trovato e sequestrato un fucile a canne mozze, un gran numero di munizioni e polvere da sparo fasciati in un giornale e 'nascosti' vicino all'uscita di emergenza dell'autostrada A12 Genova-Livorno tra Lavagna e Sestri Levante in direzione Livorno. L'arma è stata segnalata da un automobilista che si era fermato per un guasto sulla corsia d'emergenza. La Polizia Scientifica sta svolgendo accertamenti tecnici per trovare impronte digitali sull'arma considerata molto pericolosa. La procura ha aperto una inchiesta. Fonte della notizia: ansa.it In auto fucili col colpo in canna: "Sono di mio marito" 47enne alla guida senza documenti e con due armi RAVENNA Da un semplice controllo di polizia stradale, effettuato giovedì pomeriggio sulla Standiana, è emerso non solo che il veicolo era sprovvisto dell assicurazione obbligatoria, scaduta da tre mesi, ma anche che i due occupanti stavano trasportando armi (un

9 fucile ad aria compressa e uno da caccia, con un colpo in canna), senza essere in grado di esibire alcuna autorizzazione. Intorno alle una pattuglia della Polizia Municipale Ufficio Emergenza e Sicurezza Stradale fermava, per controlli, un Opel Corsa, condotta da una donna italiana di 47 anni; viaggiava in compagnia di un 45enne, cittadino moldavo, titolare di regolare permesso di soggiorno. Alla richiesta dei documenti la conducente non era in grado di esibire né patente di guida né carta di circolazione, dicendo di averli lasciati a casa, a poche centinaia di metri, in quanto impegnata in un trasloco. E a questo punto che gli operatori hanno notato all interno del veicolo, più precisamente tra il sedile anteriore e il cambio, i due fucili. Interpellata al riguardo, la signora ha spiegato che li stava trasportando dalla vecchia casa alla nuova, e non era in possesso di alcun documento autorizzativo in quanto appartenevano al marito. Sul posto veniva richiesto l intervento di un carro attrezzi per la rimozione dell autovettura mentre gli interessati, compreso il coniuge della conducente nel frattempo sopraggiunto, sono stati accompagnati presso il comando di Piazza Mameli, per gli ulteriori accertamenti del caso. Al termine delle operazioni di identificazione si è proceduto alla contestazione di tutte le violazioni accertate, sia amministrative che penali, con contestuale sequestro delle armi rinvenute. Conducente e passeggero, entrambi con precedenti penali per reati contro il patrimonio, sono stati denunciati per porto abusivo di armi. Fonte della notizia: ravenna24ore.it Ottobre sulle strade, ventidue patenti ritirate per guida in stato di ebrezza LA SPEZIA Un mese sulle strade spezzine per le forze dell'ordine. Ad ottobre sono state 2678 le violazioni elevate, con 67 patenti ritirate e 54 veicoli sequestrati. In totale 766 le persone fermate e controllate ai fini dell accertamento del reato di guida in stato di ebbrezza; di queste hanno perso la patente in 22, 17 uomini e 5 donne. Ventuno le persone fermate e controllate ai fini dell accertamento del reato di guida sotto l effetto di sostanze stupefacenti. Positivi due uomini e una donna. Durante il mese di ottobre sono stati rilevati dai principali organi di Polizia Stradale 122 incidenti, di cui 71 con soli danni a cose e 51 con feriti. Fonte della notizia: cittadellaspezia.com SALVATAGGI Abbandonati tra rifiuti,salvi 2 cuccioli Chiusi in busta plastica. Agenti allertati con una telefonata REGGIO CALABRIA, 30 NOV - Due cagnolini chiusi in un sacchetto di plastica e abbandonati in un cassonetto di rifiuti organici sono stati salvati dagli agenti di una volante della polizia di Stato a Reggio Calabria. Gli agenti, allertati con una telefonata, sono giunti nel luogo indicato ed hanno recuperato i due cuccioli che sono stati portati in Questura, dove sono stati rifocillati per essere poi affidati ai volontari di un'associazione animalista. Scattata una denuncia a carico di ignoti. Fonte della notizia: ansa.it Casa in fiamme,salvata coppia di anziani Tragedia sfiorata a Pozzomaggiore, aveva lasciato stufa accesa SASSARI, 29 NOV - Una coppia di anziani di Pozzomaggiore è stata salvata dall'intervento dei carabinieri mentre rischiava di morire soffocata nella casa avvolta dalle fiamme e dal fumo. Il freddo pungente di questi giorni aveva convinto la coppia a lasciare accesa la stufa a legna per cercare di riscaldare un po' casa mentre andavano a fare la spesa. Al loro rientro si sono trovati davanti ad un incendio che minacciava di arrivare alla cucina con il rischio di surriscaldare la bombola che la alimentava. Fonte della notizia: ansa.it

10 Sordomuto cade nel pozzo, salvato Intervenuti Cc, vigili del fuoco e 118, nessuna ferita BOLOGNA, 29 NOV - Un sordomuto di 76 anni è caduto in mattinata in un pozzo profondo cinque metri nel cortile della Fondazione Pio Istituto Sordomute Povere, in via Orfeo a Bologna, mentre raccoglieva le olive nell'orto. L'uomo è stato salvato grazie all'intervento dei carabinieri, vigili del fuoco e 118, chiamati da una donna che ha sentito i suoi tentativi di chiedere aiuto. Il 76enne non ha riportato ferite, ma è stato portato all'ospedale Maggiore per accertamenti. Fonte della notizia: ansa.it NO COMMENT Bari: concorso per entrare nella Finanza Tangente per superare quiz, 7 indagati Tremila euro: è la somma che sarebbe servita per superare i quiz e cioè il primo step del concorso per entrare nella Guardia di finanza E' questa l'ipotesi sulla quale sta lavorando la procura di Bari che ha aperto una indagine. Il fascicolo per il momento conta sette indagati, tra loro anche un ufficiale delle Fiamme Gialle in servizio a Roma, ex militari e cittadini e cittadini che avrebbero pagato sperando di poter superare il concorso per diventare maresciallo della Guardia di finanza. La notizia è pubblicata sulla edizione di Bari de "La Repubblica". Secondo l'accusa, l'ufficiale della Guardia di finanza e gli ex militari indagati avrebbero chiesto una somma di denaro, garantendo - è detto dell'articolo del giornale - il superamento del primo step della selezione, e cioè i test a risposta multipla (prove che per il concorso per 297 posti di allievi marescialli si sono svolte a Bari tra aprile e maggio 2013, nella caserma della Guardia di Finanza, a Palese). La procura ipotizza la presenza di un vero e proprio 'tariffario'. Per il superamento del quiz e quindi l'ammissione alla prova scritta la somma pattuita era di euro. Le indagini sono condotte dalla stessa Guardia di finanza che a Roma, dove è in servizio uno degli indagati, nelle scorse settimane, ha eseguito alcune perquisizioni. Fonte della notizia: unionesarda.it Da anni si batte contro lo spaccio: scoperto a comprare cocaina Nei guai il presidente del comitato Stanga, Paolo Manfrin Segnalato in Prefettura: era il "castigatore" dei pusher PADOVA Il presidente del comitato Stanga, Paolo Manfrin, questa notte è stato pizzicato dalla polizia mentre acquistava una dose di cocaina da uno spacciatore nigeriano. Pusher che poi è stato arrestato. Manfrin è stato segnalato in Prefettura come assuntore. Molto conosciuto in città, da anni combatte contro il degrado e lo spaccio soprattutto alla Stanga. Sempre in prima fila, ha lottato per la chiusura delle sei palazzine di via Anelli. Nel quartiere e in parrocchia è molto apprezzato per il suo impegno quotidiano nell'aiutare i più deboli. È anche attivo in politico e inserito in una lista civica che parteciperà alle elezioni di maggio per il prossimo sindaco di Padova. Fonte della notizia: ilgazzettino.it Mafia: l eredità di Paolo Borsellino rifiutata dalla Polizia di Stato? di Federica Fabbretti 29 novembre Due giorni fa è accaduto un fatto che è passato quasi completamente sotto silenzio. Un fatto, per quanto mi riguarda, di una gravità inaudita. Nell udienza del processo cosiddetto Borsellino Quater, quello agli esecutori materiali della strage di Via D Amelio, sono stati chiamati a testimoniare tre dirigenti della Polizia di Stato, che formavano, insieme al loro capo Arnaldo La Barbera, deceduto più di dieci anni fa, la squadra investigativa Falcone-Borsellino, nata proprio per indagare sulla strage del luglio 1992: Vincenzo Ricciardi, già questore di Bergamo e attualmente in pensione, Mario Bo, dirigente della Divisione

11 Anticrimine della questura di Gorizia, e Salvatore La Barbera, dirigente della Criminalpol di Roma. L ultimo non si è presentato, i primi due si sono vergognosamente avvalsi della facoltà di non rispondere. Hanno scelto il silenzio. Ora mi chiedo, come può uno Stato pretendere che i suoi cittadini denuncino la criminalità organizzata, che si facciano avanti come testimoni oculari e che collaborino con le forze dell ordine e con la magistratura, se sono proprio i suoi stessi rappresentanti, i suoi pubblici ufficiali (peggio ancora se funzionari con incarichi di comando) che si tirano indietro e si rifiutano di collaborare per arrivare alla verità e, quindi, alla giustizia? In televisione passano giornalmente spot che invitano a lottare contro l usura, a superare la paura delle possibili conseguenze e due dirigenti della Polizia di Stato possono permettersi di dare il cattivo esempio? Che spiegazione possiamo darci, noi cittadini, di questo imbarazzante silenzio? Hanno avuto forse timore che potesse uscire fuori qualche segreto inconfessabile? Qualche elemento che potesse metterli in difficoltà rispetto il reato per il quale sono attualmente indagati dalla stessa Procura di Caltanissetta, ovvero il reato di calunnia? Come è possibile che due dirigenti della Polizia di Stato non vogliano aiutare i giudici a capire cosa successe veramente nel periodo in cui avvenne il depistaggio Scarantino? Questo non è un processo come gli altri. Questo processo è la possibilità che ha lo Stato di dare giustizia non solo a Paolo Borsellino ma anche a cinque agenti della Polizia di Stato. Cinque loro colleghi. E questo il modo in cui Mario Bo e Vincenzo Ricciardi onorano i colleghi che hanno dato la vita per lo Stato? Paolo Borsellino, pochi giorni prima di morire, disse questa frase, in un convegno pubblico: Sono morti per noi. E abbiamo un debito verso di loro e questo debito dobbiamo pagarlo, gioiosamente, facendo il nostro dovere, rispettando le leggi, anche quelle che ci impongono sacrifici collaborando con la giustizia, testimoniando i valori in cui crediamo, anche nelle aule di giustizia, accettando in pieno la loro eredità. E non è accettabile che due uomini di Stato, soprattutto se con una carriera come la loro, con gli incarichi che hanno ricoperto e che ricoprono, possano essere i primi a rifiutare e a tradire l eredità di Paolo Borsellino. da: ilfattoquotidiano.it Fonte della notizia: networkedblogs.com Usura e corruzione, cinque arresti a Vibo Valentia Coinvolto anche agente di polizia della Questura Cinque persone sono state arrestate, di cui uno ai domiciliari, con l'accusa a vario titolo di usura, corruzione, intestazione fittizia di beni il tutto aggravato dalla metologia mafiosa. Tra le persone arreste c'è anche un agente della Questura di Vibo Valentia VIBO VALENTIA Operazione della Squadra mobile di Catanzaro che ha eseguito provvedimenti restrittivi emessi, dal giudice per le indagini preliminari di Catanzaro nei confronti di cinque persone ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di usura, corruzione in concorso, intestazione fraudolenta di beni e violenza privata aggravata dalla metodologia mafiosa. I provvedimenti riguardano Paolo Potenzoni, Michele Purita, Carmelo Barba e Domenico Lo Bianco. Agli arresti domiciliari è andato Stefano Mercadante appartenente alla Polizia di Stato in servizio presso la Questura di Vibo Valentia, ritenuto responsabile di concussione e corruzione in concorso con Michele Purita. Nel dettaglio, l attività investigativa della Squadra Mobile di Catanzaro è stata sviluppata,grazie ad intercettazioni e alle dichiarazioni rese da un testimone di giustizia, l'imprenditore Pietro Di Costa di Tropea, che ha denunciato attività usurarie subite ad opera di Potenzoni, personaggio considerato contiguo alla criminalità organizzata del vibonese. Responsabilità sarebbero emerse a carico di Lo Bianco, elemento di spicco dell omonima famiglia mafiosa, referente della famiglia Mancuso di Limbadi per la città di Vibo Valentia), per l intestazione fittizia di beni finalizzata all elusione dei divieti previsti dall applicazione nei suoi confronti della Misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale. All uomo è contestata la violenza privata nei confronti del testimone di giustizia, finalizzata alla stesura di un atto di compravendita di un bene immobile. L'AGENTE DI POLIZIA ACCUSATO DI CONCUSSIONE E CORRUZIONE. Le contestazioni mosse nei confronti del sovrintendente Mercadante riguardano il suo ruolo di appartenente alla

12 Squadra Amministrativa della Divisione Polizia Amministrativa della Questura di Vibo Valentia. Nel provvedimento cautelare gli contestati al predetto i reati di concussione e corruzione. Riguardo all ipotesi di concussione, nel 2008 Mercadante avrebbe costretto il titolare di un Istituto di Vigilanza, oggi testimone di giustizia, alla remissione di querela nei confronti del responsabile di un altro Istituto di Vigilanza. Per quanto concerne il reato di corruzione il Sovrintendente della Polizia avrebbe nel 2011 percepito da Purita, legale rappresentante di un Istituto di Vigilanza, somme di denaro al fine di evitargli controlli sull'attività svolta e l esito favorevole degli accertamenti demandati alla Squadra Amministrativa a cui era addetto. Di quest ultimo reato Mercadante risponde in concorso con il Purita. Dopo le formalità di rito gli indagati sono stati accompagnati nei loro domicili. E l imprenditore Pietro Di Costa, di Tropea, nel Vibonese, il testimone di giustizia le cui dichiarazioni sono alla base dell operazione della Squadra Mobile di Catanzaro scattata stamane a Vibo Valentia. Il testimone di giustizia, dal 2001 al 2011 sarebbe stato sottoposto a usura da Paolo Potenzoni, 33 anni, di Tropea, finito agli arresti domiciliari, mentre Domenico Lo Bianco, 51 anni, di Vibo Valentia, figlio del boss 80enne Carmelo Lo Bianco, alias "Piccinni", avrebbe usato violenza nei confronti del testimone al fine della stesura di un atto di compravendita di un immobile. Nei confronti di Domenico Lo Bianco, fratello anche del boss Paolo Lo Bianco, è stato disposto l obbligo di dimora. Il sovraintendente della polizia Stefano Mercadante, 49 anni, finito agli arresti domiciliari, all epoca dei fatti nella Divisione amministrativa della Questura di Vibo, è invece accusato di concussione e corruzione. La concussione è riferita al 2008 quando il poliziotto avrebbe costretto Pietro Di Costa, titolare di un istituto di vigilanza, a ritirare una querela nei confronti del responsabile di altro istituto di vigilanza. Per quanto attiene al reato di corruzione, il poliziotto avrebbe nel 2011 percepito da Michele Purita, 46 anni, di Cessaniti, finito ai domiciliari, somme di denaro al fine di garantirgli l assenza di controlli nel suo istituto di vigilanza di Vibo denominato "Sud Security". LE ACCUSE DEL TESTIMONE DI GIUSTIZIA. Il testimone di giustizia, dal 2001 al 2011 sarebbe stato sottoposto a usura da Paolo Potenzoni, 33 anni, di Tropea, finito agli arresti domiciliari, mentre Domenico Lo Bianco, 51 anni, di Vibo Valentia, figlio del boss 80enne Carmelo Lo Bianco, alias "Piccinni", avrebbe usato violenza nei confronti del testimone al fine della stesura di un atto di compravendita di un immobile. Nei confronti di Domenico Lo Bianco, fratello anche del boss Paolo Lo Bianco, è stato disposto l obbligo di dimora. Il sovraintendente della polizia Stefano Mercadante, 49 anni, finito agli arresti domiciliari, all epoca dei fatti nella Divisione amministrativa della Questura di Vibo, è invece accusato di concussione e corruzione. La concussione è riferita al 2008 quando il poliziotto avrebbe costretto Pietro Di Costa, titolare di un istituto di vigilanza, a ritirare una querela nei confronti del responsabile di altro istituto di vigilanza. Per quanto attiene al reato di corruzione, il poliziotto avrebbe nel 2011 percepito da Michele Purita, 46 anni, di Cessaniti, finito ai domiciliari, somme di denaro al fine di garantirgli l assenza di controlli nel suo istituto di vigilanza di Vibo denominato "Sud Security". Fonte della notizia: ilquotidianoweb.it PIRATERIA STRADALE Salerno; auto pirata investe due giovani in pieno centro, 20enne in gravissime condizioni Drammatico incidente stradale questa notte in pieno centro a Salerno. Il conducente di un'auto ha travolto due giovani che stavano attraversando la strada all'altezza delle Poste Centrali. L'auto è piombata a folle velocità travolgendo i due giovani che non hanno avuto alcuna possibilità di scansare la macchina. L'auto pirata è scappata via senza prestare soccorso ai due malcapitati. E' accaduto intorno alle 3,30 della notte scorsa sul lungomare Trieste nei pressi della sede centrale delle Poste Italiane. I due giovani, 20 e 21 anni, stavano attraversando quando sono stati travolti da una utilitaria di colore scuro che si è precipitosamente allontanata. Le condizioni del 20enne, P.M., sono apparse subito gravi. Soccorso e trasferito in ospedale, i medici gli hanno riscontrato un forte trauma cranico, e si sono riservati la prognosi. Il 21enne, P.L., è stato giudicato guaribile in otto giorni. Sono in corso indagini da parte dei Carabinieri per risalire all'indentità del pirata della strada. Anche in questo caso potrebbero risultare decisive le immagini delle telecamere poste in zona. A darne notizia il Maggiore Borrelli nel corso di Buongiorno LIRA su LIRATV.

13 Fonte della notizia: salernonotizie.it Investe un uomo sulle strisce e scappa via, denunciata 52enne L'incidente venerdì sera a Cavarzere. La donna prima si sarebbe fermata, poi avrebbe tirato dritto. Sotto gli occhi di un testimone Investe un pedone sulle strisce pedonali e poi scappa via, non prima di essersi fermata un istante dopo l'urto. Una donna di 52 anni di Cavarzere è stata denunciata dai carabinieri per omissione di soccorso dopo che venerdì sera, verso le 20.30, ha colpito un cittadino egiziano di 45 anni che stava attraversando all'altezza del municipio del paese, in via Umberto I. L'uomo stava camminando portando una bici a mano quando, a un certo punto, la Lancia Ypsilon condotta dalla donna è piombata su di lui, colpendolo di striscio. E' stato solo grazie alla testimonianza di un passante che ha assistito all'incidente che la pirata ha avuto subito un volto. Grazie al suo racconto, infatti, i militari della stazione locale sono riusciti a risalire prima all'auto protagonista dello schianto, poi alla persona che si trovava al volante. L'investito è stato dimesso dal pronto soccorso con una prognosi di due settimane. Per la 52enne è quindi scattata la denuncia per omissione di soccorso, oltre che il ritiro immediato della patente. Fonte della notizia: veneziatoday.it Fa ribaltare un'auto e fugge, è caccia al pirata della strada Restano ancora da ricostruire le cause dello spettacolare incidente avvenuto intorno alle 12,00 di oggi, sabato 30 novembre, in Viale Vittorio Veneto nei pressi dell'ospedale Santa Croce. Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che un'auto non si sia fermata allo stop travolgendo la Yaris che sopraggiungeva dal mare. Dopo un testacoda la macchina urtata si è capovolta: ferito il conducente, un marocchino di 30 anni, mentre l'uomo alla guida dell'auto che ha provocato l'incidente ha intrapreso la fuga senza prestare soccorso e senza accorgersi di aver lasciato a terra la targa. Dalle prime indagini sembra che i proprietari dell'auto, dai pezzi rimasti in strada presumibilmente una Renault, siano una coppia di fanesi. Resta ancora da chiarire chi fosse alla guida. Grossi i disagi per il traffico cittadino: dopo l'incidente la strada è stata chiusa in entrabi i lati per permettere ai Vigili del Fuoco di intervenire ed estrarre il 30enne dalla macchina. Fonte della notizia: viverefano.com Guida ubriaco, fa incidente e fugge Ha urtato auto di una ragazza rimasta lievemente ferita PISA, 29 NOV - Un operaio triestino di 34 anni è stato arrestato ieri sera dai carabinieri di Pomarance (Pisa) per omissione di soccorso dopo avere determinato un incidente stradale nel quale è rimasta lievemente ferita una studentessa di 24 anni. L'uomo dopo l'urto tra la sua Ford Focus e la Fiat 500 della ragazza è fuggito a piedi ed è stato rintracciato solo successivamente presso la sua abitazione. L'operaio era alla guida in stato di ebbrezza quando ha invaso l'opposta corsia di marcia. Fonte della notizia: ansa.it Incidente: soccorre ferito e va via. Un ragazzo l'accusa: "E' stata lei a tamponarlo" Omissione di soccorso... con soccorso? Una vicenda grottesca che arriva da viale Giovanni Paolo II. La polizia locale sta cercando una donna sui 50 anni con una Fiesta. Avrebbe provocato un incidente, ferendo un marocchino, per poi andare via nel caos del momento LECCE Se non si fosse trasformato in un vero e proprio giallo, dal sapore quasi farsesco, il caso sarebbe stato archiviato come un comune incidente stradale. E forse non

14 avrebbe neanche mai raggiunto le cronache. Ore 12,30, viale Giovanni Paolo II, poco prima del Centrum: scooter Peugeot Tweet condotto da un marocchino 57enne viene tamponato da un auto. Rumore di lamiere, qualche negoziante che si affaccia alla porta, automobilisti che si fermano, il ferito per terra che perde molto sangue. Una scena come tante di una movimentata grossa arteria cittadina, soggetta ad incidenti più o meno gravi. Ma la vicenda assumerà ben presto una piega grottesca. Tant'è. All arrivo dell ambulanza del 118, l uomo viene trasportato al Vito Fazzi. I sanitari, fortunatamente, escludono particolari complicazioni e la prognosi è di quindici giorni. Problema: chi ha tamponato lo scooter? La polizia locale, nel momento di ricostruire l episodio, s è trovata davanti a una sorta di ingarbugliato enigma. L ennesimo pirata della strada che stende qualcuno e fugge senza prestare soccorso? Forse sì, forse no. Gli agenti della sezione infortunistica stradale, al loro arrivo per avviare i rilievi, hanno interpellato l unica persona ancora presente sul posto, un commerciante uscito per soccorrere l uomo. Questi non avrebbe visto le fasi dell incidente, ma si sarebbe avvicinato al punto dell'impatto dopo aver udito il forte rumore. Ed ha spiegato che, oltre a lui, in quel momento, erano presenti anche una donna, proprietaria di una Ford Fiesta scura ferma lì vicino, proprio in mezzo alla via, e un ragazzo. La donna avrebbe spiegato al commerciante di essere scesa dall auto per soccorrere il malcapitato, dopo averlo visto per terra. E si sarebbe oltretutto presentata come infermiera. Il "giallo" è nato dopo che la persona qualificatasi come infermiera è andata via. Alla polizia locale, infatti, il commerciante ha riferito che il ragazzo, ma solo a quel punto, gli avrebbe confidato che a tamponare lo scooter sarebbe stata proprio la donna. Che la signora abbia approfittato della situazione caotica e del fatto che nessuno la stesse apertamente incolpando per sgattaiolare lontano dal viale e dalle sue responsabilità? Problema doppio: il ferito non ricorda niente e non saprebbe indicare chi sia stato a fargli perdere l equilibrio. Problema triplo: il ragazzo è al momento irreperibile, nessuno ha appuntato la targa e ora si sta cercando la (molto presunta) responsabile dell incidente. Un altro dettaglio: il commerciante, solo dopo le parole del ragazzo, ha fatto mente locale e ricordato come la Ford Fiesta scura presentasse sulla parte anteriore una botta piuttosto vistosa. Ora la polizia locale è alla ricerca della misteriosa donna, descritta come bassa, sulla cinquantina d anni, con capelli castani. Saranno visionati eventuali telecamere presenti in zona, ma intanto gli agenti chiedono aiuto ai cittadini: se qualcuno ha visto qualcosa, è tenuto a contattare subito il comando di viale Rossini. E magari sarebbe soprattutto il caso che si facesse avanti proprio quel ragazzo al momento irreperibile. Ma quale iter assume una vicenda dai contorni così singolari? Si potrebbe indagare per il reato di fuga, qualora i fatti fossero accertati per come narrati. Ma nel frattempo, almeno per ora, non si può fare altro che procedere per omissione di soccorso contro ignoti. Anche se, ed è qui il paradosso, il soccorso non può forse dirsi del tutto omesso... Fonte della notizia: lecceprima.it Lupo investito e ucciso in strada a Gioia dei Marsi Un esemplare di maschio adulto travolto sulla Sr83 Marsicana da un pirata della strada che poi si è dileguato Continua la mattanza di lupi investiti e uccisi in abruzzo. Un esemplare di lupo maschio adulto è stato travolto e ucciso lungo la Strada Regionale 83 Marsicana da un pirata della strada che non ha prestato soccorso all'animale e si è dileguato. Si tratta dell'ennesimo incidente mortale che ha colpito le specie protette del Parco Nazionale, recentemente balzato alla cronaca proprio per espisodi analoghi. L'associazione Salviamo l'orso ha lancianto recentemente un progetto si sensibilizzazione del problema della sicurezza nelle aree stradali interessate ai lupi ed agli orsi, la cui popolazione è quasi vicina all'estinzione. Servono misure urgenti, come riduzioni dei limiti di velocità, oltre a barriere nei corridori ecologici, per fermare quella che ormai si può definire la mattanza nella "Regione più verde d'europa". Fonte della notizia: abruzzoindependent.it VIOLENZA STRADALE

15 Cerignola, si sentiva perseguitato dall'anziano vicino poi lo investe con l'auto: arrestato L'uomo, un 57enne cerignolano, dovrà rispondere di stalking. Dalle indagini della polizia è emerso che oggetto delle sue condotte persecutorie era tutta la famiglia dell'anziano CERIGNOLA Si sentiva perseguitato dai vicini di casa e, per questo, li perseguitava a sua volta. La vicenda portata alla luce dagli agenti del commissariato di Cerignola si basa tutta su un perverso circuito vizioso tra vittime presunte e vittime reali nato in un contesto di rapporti di cattivo vicinato e di ossessioni che la dirigente del Commissariato ofantino, Loreta Colasuonno, non ha esitato a definire paranoiche. Era da tre anni circa che i membri di una intera famiglia venivano vessati e perseguitati dal loro vicino di casa, un 57enne del posto che, in esecuzione del provvedimento emesso dalla Procura di Foggia, ora dovrà rispondere del reato di stalking. Tutti sia la coppia di anziani genitori, che i due figli adulti, ancora in casa subivano: pedinamenti, insulti e ingiurie continue in strada, dispetti contro auto e abitazione. Tutti subivano in silenzio, senza confrontarsi con gli altri membri della famiglia per paura di maggiori ritorsioni. E senza denunciare quanto subito. Questo fino allo scorso 22 settembre. Era una domenica quando, nelle prime ore del pomeriggio, il 57enne ha investito con la propria auto il suo vicino (il capofamiglia, il principale oggetto di attenzioni ed atti persecutori) per poi colpirlo con calcio in viso prima di fuggire. Furono alcuni passanti a chiedere l intervento della polizia in via di Rienzo, dando avvio alle indagini di un caso ben più ampio ed articolato. Giunti sul posto, gli agenti trovarono un anziano la vittima ha 75 anni - a terra dolorante. Era stato soccorso da alcuni passanti che, nel contempo, avevano allertato il 118. Prima di essere trasportato al pronto soccorso cittadino - dove i medici lo hanno giudicato guaribile con una prognosi di 35 giorni - la vittima ha indicato agli agenti il nome del suo investitore, insieme a targa e modello dell autovettura, precisando che l investimento non era casuale, ma voluto. Gli agenti si sono posti subito alla ricerca dell uomo che, irreperibile per alcune ore, si è poi presentato spontaneamente in commissariato giustificando il suo comportamento: era lui il perseguitato e non sopportava la presenza della vittima - suo vicino di casa - in quanto lo vedeva ovunque lui andasse, spiega ancora la dirigente. Cosa avvenuta nel giorno dell investimento, quando la vittima gli era passata accanto guardandolo minacciosamente, in strada, mentre era lui intento ad ascoltare la radiocronaca delle partite di calcio in automobile. Preso da un raptus d ira, lo ha inseguito con l auto fino a quando non lo ha ritrovato in via di Rienzo dove lo avrebbe investito perché riferiva agli agenti non sarebbe riuscito a fermare in tempo la corsa del mezzo. A quel punto, sceso dal mezzo e constatati i danni dell auto (aveva rotto lo specchietto e danneggiato la parte sinistra dell auto), per la rabbia colpiva l uomo, ormai a terra, con un calcio in viso. Ma a chiarire il quadro della situazione è stata la vittima che appena ripreso dai traumi dell investimento ha trovato il coraggio di raccontare quanto lui e la sua famiglia subita da circa tre anni, soccombendo alle angherie del suo vicino, il quale non sopportava la sua presenza ovunque lo vedesse, minacciandolo ed anche percuotendolo fisicamente. Essendo i protagonisti vicini di casa, le occasioni di incontro erano molteplici e la vita della vittima era diventata impossibile. In più di una occasione, infatti, l uomo avrebbe lanciato piccoli sassi contro i suoi vicini (non tollerava che passassero dinanzi la sua abitazione) oppure dal terrazzo scagliava biglie di vetro contro le finestre della vittima. Sulla vicenda, sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati all'individuazione di una eventuale matrice patologica negli atteggiamenti dell'uomo. Fonte della notizia: foggiatoday.it CONTROMANO Mamma e bimbi contromano Scontro sullo svincolo CERMENATE Forse stato l istinto del karateka, sempre all erta dentro e fuori dal tatami, a permettere a Davide Colombo, 23 anni, di Cermenate, maestro di arti marziali, a scongiurare quella che poteva essere una tragedia. Colombo, l altra sera, è stato suo malgrado protagonista e testimone di un brutto incidente stradale nel quale è rimasto coinvolto un

16 medico 49enne residente a Giussano. Il giovane, infatti, oltre ad avere evitato di un soffio il medico scaraventato a terra dal suo scooter e dopo avergli prestato i primi soccorsi, si è anche improvvisato baby sitter. Ma andiamo con ordine. Davide, mercoledì sera poco prima delle 20, ha imboccato la Milano Meda per recarsi a Seregno dove era atteso per un allenamento. All altezza di Lentate sul Seveso ha poi preso, con la sua Citroen C3, l uscita 12 finendo sullo svincolo di Meda. Davanti a lui, a pochi metri, viaggiava sul proprio scooter Emanuele Longoni, urologo residente a Giussano e impiegato all ospedale Civile di Legnano. All improvviso proprio all uscita della superstrada il medico viene sbalzato di sella da una Yaris condotta da una donna sudamericana che viaggiava in contromano: «L ho visto volare in aria e atterrare sul cofano della macchina e poi finire sull asfalto. Io arrivavo subito dietro e non so neppure come sia riuscito a evitarlo ha raccontato Davide sono sceso e sono corso dal dottore, era cosciente, anche se scosso. L ho fatto stendere e gli ho fatto muovere le gambe per accertarmi che non avesse subito danni alla colonna vertebrale». Sul posto si sono fermati anche altri automobilisti, tra cui Rina Del Pero, 62 anni residente a Meda, che si è prodigata insieme al giovane karateca per aiutare gli incidentati. Lo svincolo di Meda è particolarmente trafficato, privo di illuminazione. Una situazione non facile da gestire. Una volta coperto il medico in attesa dei soccorsi, il giovane e la pensionata hanno anche dovuto prendersi cura della donna, 35 anni, che aveva causato l incidente e che viaggiava con a bordo i suoi due bambini di circa sei e tre anni. «La donna era fuori di sé. Continuava a dire che non era colpa sua. Sembrava non riuscisse neppure a capire cosa fosse accaduto Racconta ancora Davide Insieme all altra signora abbiamo quindi dovuto prenderci cura anche dei due bambini che erano spaventati. Non credo di avere fatto niente di eccezionale».in soccorso del medico è giunto un mezzo della Croce Bianca di Mariano Comense che ha trasportato il ferito a Desio dove è rimasto ricoverato per tutta la notte con il braccio in trazione. Il medico, molto conosciuto a Giussano, già nella mattinata di ieri si trovava a casa. La dinamica dell incidente è ora al vaglio della Polizia stradale di Milano che è intervenuta sul luogo del sinistro. Se Davide fosse stato più distratto, probabilmente le conseguenze dell incidente sarebbero state molto più drammatiche. Fonte della notizia: laprovinciadicomo.it INCIDENTI STRADALI Muore a quarant'anni nell'auto finita fuori strada alla Foce. L'allarme da un automobilista. Aveva una bambina di 4 anni La vittima si chiamava Alessandro Casucci e lavorava saltuariamente al ristorante La Foce. Da qualche anno viveva al Bagnoro. Sul posto la stradale di San Giovanni, i vigili del fuoco e il 118 AREZZO, 1 dicembre Ancora una sciagura della strada. Un uomo di 41 anni, Alessandro Casucci, è morto questa notte in un incidente stradale avvenuto sulla strada provinciale tra palazzo del Pero e La Foce. Casucci è uscito di strada ma nessuno ha assistito all'incidente, di cui si è accorto un automobilista di passaggio che ha subito chiamato il 118. Sul posto anche la stradale di San Giovanni Valdarno e i vigili del fuoco Quando l'ambulanza è arrivata sul posto, per Casucci non c'era più niente da fare, troppo gravi le ferite riportate. Ma rispetto alle prime informazioni l'allarme sarebbe invece partito non più di mezz'ora dopo l'incidente, anche se è ancora difficile ricostruire esattamente la dinamica dei fatti. L'uomo era a bordo di una Renault Twingo. Si ipotizza che l'incidente sia stato intorno all'una. Poco prima era ripartito dal ristorante La Foce, dove lavorava saltuariamente e dove si era fermato anche ieri sera. Aveva una bambina di quattro anni. L'incidente è avvenuto due curve dopo il ristorante, le prime della discesa che dal valico conduce verso Palazzo del Pero. Forse un attimo di distrazione, forse un colpo di sonno vista l'ora: o anche lo stato della strada, che nelle notti d'inverno è spesso viscida e ghiacciata. L'auto è andata a sbattere contro il guard rail. Fonte della notizia:.lanazione.it Roma, albero cade e uccide motociclista La tragedia nella strada che porta a Ostia Un pino ad alto fusto è caduto su un motociclista, morto sul colpo.

17 L'incidente è avvenuto al chilometro 17,800 della via Cristoforo Colombo, che collega Roma al suo litorale, in prossimità di Malafede. I vigili del fuoco sono intervenuti per rimuovere l'albero che schiacciava il centauro, ma per lui ormai non c'era più niente da fare. La vittima aveva circa 40 anni. L'albero, caduto verso le 13 nei pressi dell'incrocio con via di Malafede, ha praticamente occupato tutte e due le corsie della carreggiata in direzione di Ostia. Sono intervenuti vigili del fuoco, polizia, carabinieri, vigili urbani ed il 118. Sulla Colombo il traffico verso Ostia è bloccato e si sono create lunghe code. Fonte della notizia: unionesarda.it Grave incidente stradale sulla Ss18 Cilentana, tre giovani feriti di Marianna Vallone Spaventoso incidente stradale nella notte tra sabato e domenica, intorno alle 3:00, sulla Ss18 Cilentana. Due auto che procedevano nel senso opposto di marcia, per cause ancora da stabilire, si sono scontrate all'altezza di località Cafasso nel comune di Capaccio. Sul posto, allertati i soccorsi dalla centrale di Vallo della Lucania, è giunta un'ambulanza rianimativa 118 Humanitas di Santa Venere che giunta immediatamente sul posto ha chiesto i rinforzi allertando i colleghi di Agropoli e i vigili del fuoco di Eboli. Nell'impatto sono rimasti feriti tutti e quattro i ragazzi: un trentenne di Agropoli e una 26enne di Albanella che viaggiavano in un Alfa Romeo e un 23enne di Albanella e una 23enne indiana su un'audi. Il conducente dell'alfa Romeo è stato sottoposto a un delicato intervento per fratture alle gambe e alla spalla. Mentre la ragazza di origine indiana, rimasta incastrata e tirata fuori dall'auto dai volontari dell'equipe di Santa Venere, è stata trasportata all'ospedale di Battipaglia. Gli altri, invece, nei nosocomi di Eboli e Vallo della Lucania, tra i quali anche la 26enne che viaggiava sull'alfa che ha riportato ferite alla testa e al viso. Sul posto, oltre ai soccorsi, anche i carabinieri di Capaccio. Fonte della notizia: giornaledelcilento.it Incidente stradale a Trezzo d'adda: due giovani feriti Lo scontro alle tre meno venti di notte, coinvolte in tutto sei persone TREZZO D'ADDA Sei persone in tutto sono rimaste coinvolte in un incidente stradale che, comunque, non ha avuto gravi conseguenze. Lo scontro è avvenuto tra due automobili alle tre meno venti della notte tra sabato e domenica a Trezzo d'adda, in via Mazzini. Tutti giovani gli occupanti delle vetture, tre ragazze e tre ragazzi dai 19 ai 33 anni. Per due di loro è stato disposto il ricovero in codice verde a Vimercate e a Melzo. Sul posto due ambulanze del 118 e i carabinieri di Monza per i rilievi del caso. Fonte della notizia: milanotoday.it Sassari, 18enne investita da un'auto E' in gravissime condizioni all'ospedale Una 18enne è stata investita mentre attraversava la strada a Sassari: le sue condizioni sono gravi Una studentessa sassarese di 18 anni è ricoverata in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione dell'ospedale di Sassari Santissima Annunziata dopo esser stata investita mentre, in compagnia con un paio di amiche, attraversava la strada in via Milano, una via urbana a quattro corsie che collega la parte bassa a quella alta della città. L'investitore, un giovane di Osilo, era alla guida di una Ford Fiesta, diretto verso l'uscita della città. L'impatto è stato violentissimo e le condizioni della giovane sono apparse subito molto gravi. E' stata trasportata nel pronto soccorso con una ambulanza del 118. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia municipale che hanno eseguito i rilievi. La studentessa è il terzo pedone investito a Sassari in soli cinque giorni. Lunedì sera davanti alla caserma dei carabinieri, a qualche centinaia di metri da via Milano, era stato travolto un maresciallo dell'arma che attraversava sulle strisce, ieri mattina una pensionata di 70 anni è stata investita in via Luna e Sole davanti a un ufficio postale.

18 Fonte della notizia: unionesarda.it Serata di incidenti a Faenza: auto contro albero, grave centauro In via Tolosano un suv con due coniugi a bordo ha finito la sua corsa addosso ad un pino. Frontale tra una moto e una monovolume in via Risorgimento FAENZA (RAVENNA), 1 dicembre Due incidenti quasi in contemporanea nella serata di sabato sulle strade di Faenza. Un primo sinistro è accaduto in viale Tolosano, sui viali alberati della città attorno alle 20. Qui, due coniugi di circa 50 anni si trovavano a bordo del loro Suv, un grosso Range Rover, che, per cause in corso di accertamento da parte degli agenti della polizia municipale di Faenza intervenuti sul posto per i rilievi, nei pressi dell intersezione con via Farini, hanno imboccato la pista ciclabile andando a schiantarsi contro il tronco di un alto pino. Sul posto sono intervenute le ambulanze del 118 e, l auto con il medico a bordo oltre ad una squadra dei vigili del fuoco. Lievi ferite per la coppia. Molto più grave l incidente avvenuto quasi alla stessa ora nel sottopasso di via Risorgimento. Qui un 40enne faentino, M.C (queste le sue iniziali), si trovava in sella alla sua potente motocicletta, una enduro stradale Bmw Rs1200 con direzione di marcia dalla città verso nord. Forse una manovra azzardata per sorpassare un auto che lo precedeva ha tradito il conducente della motocicletta che si è scontrato frontalmente con una monovolume Ford C-Max, appena ritirato dal concessionario, condotto da un 40enne faentino che procedeva in direzione contraria rispetto alla moto. Deprecabile il comportamento dell automobilista che era stato appena sorpassato dalla moto; secondo alcuni testimoni, mentre il motociclista era per terra, il conducente dell auto sorpassata ha aggirato il corpo dell uomo sul selciato e si è allontanato. Sul posto è invece rimasta l auto con il quale il motociclista si è scontrato frontalmente, che ha chiamato i soccorsi al 118. La moto nell impatto si è letteralmente spezzata in due: forcelle e ruota anteriore sono rimaste ad una trentina di metri di distanza dal corpo del motociclista e della restante parte della moto. Gravi le condizioni del ferito che ha riportato una brutta frattura alla spalla e un trauma cranico. L uomo però non sarebbe in pericolo di vita. Per la dinamica dell incidente e per scongiurare altre lesioni interne il motociclista è stato trasportato all ospedale Bufalini di Cesena. Fonte della notizia: ilrestodelcarlino.it Centauro cade con la moto sul Monte Faudo: verrà trasportato all'ospedale in elicottero Fortunatamente non si tratta di nulla di gravissimo, visto che è stato lo stesso centauro a chiedere soccorso al 118 di Imperia di Carlo Alessi Mobilitazione di soccorsi in questo momento sul Monte Faudo per un motociclista che è caduto, durante un'escursione. Fortunatamente non si tratta di nulla di gravissimo, visto che è stato lo stesso centauro a chiedere soccorso al 118 di Imperia. Dalla centrale operativa, vista la zona particolarmente impervia, è stato chiesto l'intervento dell'elicottero dei Vigili del Fuoco da Genova, che preleverà il ferito per portarlo all'ospedale di Imperia. Fonte della notizia: sanremonews.it Piacenza, si schianta e muore 37enne Estratto dall'auto dai Vigili del fuoco, è deceduto in ospedale PIACENZA, 30 NOV - Un piacentino di 37 anni, Daniele Moletti, è morto sbandando con l'auto alle porte di Roveleto di Cadeo. Poco prima di mezzanotte, alla guida di un'audi A3 in strada Zappellazzo, all'uscita di una curva, per cause che stanno accertando i carabinieri di Fiorenzuola, ha sbandato a destra e si è ribaltato nel fossato. Gravemente ferito, è stato estratto dall'auto dai vigili del fuoco. Trasportato dall'ambulanza del 118 in ospedale a Fiorenzuola, è morto poco dopo l'arrivo al pronto soccorso.

19 Fonte della notizia: ansa.it Schianto contro un tir sulla Triestina: morto 48enne di San Donà L'auto della vittima è finita contro un mezzo della Cattel alle Ferito anche il 40enne camionista di Jesolo VENEZIA Terribile frontale questa mattina sulla "Triestina" in località Portegrandi sulla Statale 14. Nel violento impatto tra un camion della Cattel e un'auto è deceduto un uomo di 48 anni, Adriano Bergamasco, di San Donà che era a bordo della vettura - un'alfa diretta verso Jesolo. Ferito il camionista, un 40enne di Jesolo. I vigili del fuoco di Mestre hanno estratto il corpo della vittima, rimasto intrappolato fra le lamiere, poco prima delle 9. Il traffico ha subito forti disagi rimanendo a lungo completamente bloccato. La causa potrebbe essere un colpo di sonno o un malore del conducente dell'auto. La dinamica è al vaglio della Polstrada di Portogruaro. Fonte della notizia: ilgazzettino.it Incidente ad Arenzano, perde la vita un uomo. La moglie è grave GENOVA Incidente mortale ad Arenzano nel tardo pomeriggio, la vittima è un uomo che si trovava a bordo di un auto insieme alla moglie. La vettura è andata a sbattere forse per colpa di un malore avuto dall'uomo. La donna è stata portata all'ospedale in codice rosso Fonte della notizia: primocanale.it Incidente stradale, grave una ragazza Morto il pedone investito 20 giorni fa Questa notte a Palermo in viale Margherita di Savoia due ragazze viaggiavano su una mercedes che è finita contro un albero. Adesso sono ricoverate a Villa Sofia. La più grave A.A., 24 anni, è in prognosi riservata. PALERMO E' stato investito lo scorso 11 novembre mentre stava attraversando la via Galileo Galilei, a Palermo. Oggi a Villa Sofia Alfonso Alfano, 91 anni, dopo 20 giorni di agonia è morto. A travolgerlo era stata una Volkswagen Passat. Un altro incidente si è verificato questa notte a Palermo in viale Margherita di Savoia: due ragazze sono ricoverate a Villa Sofia. La più grave A.A., 24 anni, è in prognosi riservata. Le due viaggiavano a bordo di una Mercedes che è finita contro un albero. Fonte della notizia: livesicilia.it Travolta da un'auto: Lucia, ridotta in fin di vita il giorno della laurea L'incidente giovedì sulla regionale tra Palmanova e Sevegliano La 22enne di Castions delle Mura è in terapia intensiva UDINE Il giorno più bello si è trasformato in tragedia, è bastato un attimo. Lucia Ferigutti aveva festeggiato la sua laurea triennale in Lettere, stava scendendo dall'auto per gustare il meritato riposo quando un'auto l'ha investita. Un impatto tremendo che l'ha ridotta in fin di vita. Lucia ha solo 22 anni. Tutto è accaduto giovedì scorso, 28 novembre, sulla strada regionale tra Palmanova e Sevegliano. La ragazza, originaria di Castions delle Mura, era stata accompagnata nella sua casa di studentessa a Udine dal fratello Carlo, erano circa le La portiera che si apre, un saluto, il tempo di voltarsi e poi il violento impatto con una Mercedes guidata da un 53enne. L'auto si è fermata, il conducente era sconvolto: non si era accorto di quella ragazza sulla strada, proprio non l'aveva vista. Saranno ora gli uomini della polizia stradale a chiarire le dinamiche dell'incidente. Le condizioni di Lucia sono subito apparse gravissime. La ragazza è stata portata d'urgenza in ospedale a Udine, ora si trova nel reparto di terapia intensiva. La sua vita è appesa a un filo, ma Lucia non è sola: la sua famiglia, gli

20 amici, i compagni di Università e quelli della Corale del paese dove lei e i genitori cantano sono con il fiato sospeso, uniti nella speranza che la loro ragazza ce la faccia. Fonte della notizia: ilgazzettino.it Auto contro moto, grave ragazza 17enne Ha riportato trauma cranico-facciale e frattura della gamba MONTESILVANO (PESCARA), 30 NOV - Una ragazza di 17 anni, P.V., di Silvi (Teramo), è rimasta ferita in modo grave in un incidente stradale avvenuto questa mattina sulla via Vestina a Montesilvano. La giovane era in sella ad una moto insieme con un ragazzo, quando, per cause in corso di accertamento, il mezzo si è scontrato con un'autovettura che procedeva nell'altro senso di marcia. La ragazza ha riportato un trauma cranico, un trauma facciale e la frattura della gamba. Sulla dinamica indagano i carabinieri. Fonte della notizia: ansa.it In moto contro l autobus: gravissimo al San Martino di Alessandro Ponte GENOVA Ha superato alcune auto, poi, forse a causa del sale sparso sulla carreggiata per combattere il freddo notturno, ha perso il controllo della sua moto e si è schiantato contro un autobus. È questa la dinamica del terribile incidente accaduto ieri nel tardo pomeriggio, in via statale Monleone a Cicagna e del quale è rimasto vittima Aissa Choukrallah, 20 anni di origini marocchine nato e cresciuto a San Colombano. Il giovane è adesso ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell ospedale San Martino di Genova. Nell urto ha riportato un trauma facciale e toracico. Lo schianto è avvenuto poco dopo le 19 di ieri sera. Il giovane, in sella alla sua moto (come riferito da alcuni testimoni) ha superato una colonna d auto poi, improvvisamente, ha perso il controllo del mezzo, forse a causa del sale sparso sulle carreggiate, e ha terminato la sua corsa contro la parte laterale di un autobus. L allarme è stato lanciato da alcuni automobilisti che hanno assistito alla scena. Sul posto sono intervenuti i volontari della Croce Rossa di Cicagna e il personale medico del 118. Sulle prime, le condizioni del ragazzo, sono apparse subito gravissime. Il personale medico del 118, insieme ai volontari della Rossa, ha operato per oltre mezzora sull asfalto di via statale Monleone per riuscire a stabilizzare le condizioni del ragazzo. Il giovane, poi, è stato accompagnato in codice rosso (il più grave) all ospedale San Martino di Genova dov è tutt ora ricoverato. Fonte della notizia: ilsecoloxix.it Maxi incidente a Livorno, ferito grave un motociclista LIVORNO Una moto e 5 auto coinvolte in un incidente in via Pirandello in zona Fabbricotti a Livorno. Risulta ferito grave il centauro 55enne. Una Multipla guidata da una donna usciva da un parcheggio quando è arrivata la moto. La Bmw ha urtato violentemente la vettura per poi finire contro uno furgoncino bianco. Il motociclista è finito a terra, mentre la Multipla è andata addosso a un auto parcheggiata, che a sua volta ha sbattuto contro altre due vetture in sosta davanti. Il motociclista ha riportato una ferita a una gamba e altri gravi traumi. Sul posto sono arrivati i vigili per gestire la difficile situazione: il traffico è rimasto bloccato per oltre un ora. Fonte della notizia: firenzepost.it Travolte da un'auto, anziane gravissime

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all Indagine Fort Knox Roma, 08 aprile 2014 Indagine Fort Knox Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada

Tabella dei punti decurtati dalla patente a punti secondo il nuovo codice della strada Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada Descrizione Punti Articolo sottratti Art. 141 Comma 9, 2 periodo Gare di velocità con veicoli a motore decise di

Dettagli

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali Convegno PREVENZIONE E SALUTE UN BINOMIO INSCINDIBILE SANIT Roma, 25 giugno 2009 Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali I Ciaramella SISP - ASL RM B In collaborazione con D D

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Proprietario Sì! ma solo sulla carta! Divieto di intestazione fittizia dei veicoli, art. 94-bis C.d.S.

Proprietario Sì! ma solo sulla carta! Divieto di intestazione fittizia dei veicoli, art. 94-bis C.d.S. codice della strada di Raffaele Chianca* e Gianluca Fazzolari** Proprietario Sì! ma solo sulla carta! Divieto di intestazione fittizia dei veicoli, art. 94bis C.d.S. Nel non troppo lontano 2009 il nostro

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Roma, aprile 2015 c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso capitali della bici, almeno un quarto degli abitanti in bici tutti

Dettagli

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose;

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose; articolo 7: Regolamentazione della circolazione nei centri abitati 1. Nei centri abitati i comuni possono, con ordinanza del sindaco: a) adottare i provvedimenti indicati nell'art. 6, commi 1, 2 e 4; b)

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

Sommario. Introduzione. Pagina. Regole fondamentali 3. Prudenza con i pedoni 5. I mezzi di trasporto pubblici 7. La precedenza da destra 9

Sommario. Introduzione. Pagina. Regole fondamentali 3. Prudenza con i pedoni 5. I mezzi di trasporto pubblici 7. La precedenza da destra 9 La precedenza ed io Sommario Pagina Regole fondamentali 3 Prudenza con i pedoni 5 I mezzi di trasporto pubblici 7 La precedenza da destra 9 Segnali stradali 10 Segnali luminosi 12 Il traffico in senso

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Dipartimento di Sanità Pubblica SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche Giorgio Ghedini Medico

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

Consigli per una guida in sicurezza

Consigli per una guida in sicurezza Consigli per una guida in sicurezza cosa fare prima di mettersi in viaggio cosa fare durante il viaggio Stagione invernale 2014-2015 In caso di neve INDICE Prima di mettersi in viaggio 1 2 3 4 5 PAG 4-

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3 Indice Premessa... 2 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3 1.1. L esperienza vissuta... 3 1.2. Opinioni e percezioni dei guidatori italiani... 4 2. La guida

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA 163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA Sig. Prefetto, Sig. Sindaco, Sig. Presidente della Provincia, Eccellenza Reverendissima,

Dettagli

Guida per genitori, bambini e giovani

Guida per genitori, bambini e giovani Guida per genitori, bambini e giovani Conseils régionaux de préven on et de sécurité (CRPS) Italiano - luglio 2012 Département de la sécurité et de l environnement (DSE) Département de la forma on, de

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81)

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Mod. 4 bis - Prest. DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53 d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18 comma 1 lettera r d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Alla Sede INAIL INAIL TIMBRO DI ARRIVO Data di spedizione

Dettagli

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande ELEMENTARE è elementare, mi creda... senz'altro elementare, mio caro. L'importante è non dare per scontate quelle cose che sono solo evidenti. L'evidenza, di per sé, non è sinonimo di verità. La verità

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime.

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime. 1 2 3 Preso atto, inoltre, che la I Commissione consiliare permanente - Affari Generali e Istituzionali con verbale del 29 settembre 2011, qui allegato, ha espresso parere favorevole, sulla proposta in

Dettagli

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00 GENNAIO 7 Alla guida del veicolo non rispettava le prescrizioni imposte dalla segnaletica verticale indicante il senso rotatorio. Verbali 2 82,00 7 In c.a. lasciava in sosta il veicolo nonostante il divieto

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.2008) TITOLO

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Art. 3. Codice disciplinare

Art. 3. Codice disciplinare Art. 3 Codice disciplinare 1. Nel rispetto del principio di gradualità e proporzionalità delle sanzioni in relazione alla gravità della mancanza, e in conformità a quanto previsto dall art. 55 del D.Lgs.n.165

Dettagli

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO M Innovazione Conoscenza RETE REPOR RT ATTIVITA PATENT LIBRARY ITALIA 213 DIREZIONE GENERALE LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E I Sommario Introduzione... 3 I servizi erogati dalla Rete...

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 ANALISI COMPARATIVA DATI 2011-2012-2013 ANALISI DATI AGGREGATI 2011-2012- 2013 ANDAMENTO INFORTUNI NEL QUADRIENNIO

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014)

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014) GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014 (Ottobre 2014) I dati presenti in questa pubblicazione fanno riferimento agli studenti con cittadinanza non italiana dell anno scolastico

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Allo scopo di garantire al Tiro sportivo con armi da fuoco un crescente sviluppo anche all interno del Nostro poligono e che i sacrifici di chi si è prodigato perché

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Legge 7.3.1986, n. 65 Legge quadro sull ordinamento della Polizia Municipale. Art. 1 Servizio di Polizia Municipale

Legge 7.3.1986, n. 65 Legge quadro sull ordinamento della Polizia Municipale. Art. 1 Servizio di Polizia Municipale Legge 7.3.1986, n. 65 Legge quadro sull ordinamento della Polizia Municipale Art. 1 Servizio di Polizia Municipale 1. I comuni svolgono le funzioni di polizia locale. A tal fine, può essere appositamente

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Regioni, province e grandi comuni

Regioni, province e grandi comuni SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA 2 0 0 4 Settore Popolazione Tavole di mortalità della popolazione italiana Regioni, province e grandi comuni Anno 2000 Informazioni n. 28-2004

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE N. 01133/2010 01471/2009 REG.DEC. REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A ha pronunciato la presente IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04.

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04. P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro 2013 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Direzione V, Ufficio VI (UCAMP) Ufficio Centrale

Dettagli

Leonardo Orlando Barcellona La famiglia mafiosa dei Barcellonesi, fin dai primi anni

Leonardo Orlando Barcellona La famiglia mafiosa dei Barcellonesi, fin dai primi anni Domenica 4 Gennaio 2015 BARCELLONA, IERI DEPOSITATI I VERBALI CON LE CLAMOROSE DICHIARAZIONI DEL PENTITO CARMELO D AMICO: C ERA UN PATTO TRA MAFIA E MASSONERIA. GLI INTRECCI E I NOMI SVELATI DAL COLLABORATORE

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

La sicurezza durante la raccolta e il trasporto di rifiuti. 10 domande per gli operatori a terra OSDE

La sicurezza durante la raccolta e il trasporto di rifiuti. 10 domande per gli operatori a terra OSDE La sicurezza durante la raccolta e il trasporto di rifiuti 10 domande per gli operatori a terra OSDE 1. Sono sempre visibile agli altri? Indosso sempre un indumento ad alta visibilità, anche quando fa

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO

USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO LA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI La Polizia Postale e delle Comunicazioni si occupa della prevenzione e repressione di tutti i reati commessi per il

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

RESPONSABILITA PENALI E SICUREZZA SUL LAVORO

RESPONSABILITA PENALI E SICUREZZA SUL LAVORO Appunti relativi a corso tenuto dall avvocato Fabio Petracci per la polizia locale relativi al tema degli infortuni sul lavoro legge 626/94 e responsabilità penale. RESPONSABILITA PENALI E SICUREZZA SUL

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli