Comune di Vigasio. Vivi la Città

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Vigasio. Vivi la Città 2002-2003"

Transcript

1 Vivi la Città n Settembre Sped. in A.P. 45% - Art. 2 Comma 20/b - Legge 662/96 - Fil. RE - Aut. Trib. RE n. 788 del 20/02/91 - Prop. Gruppo Media srl Viale Isonzo, 72 Reggio E. - Dir. Resp. Tiziano Motti - Contiene I.P. - 0,13 - Copia omaggio - Stampa: EUROGRAF Correggio (RE) Comune di Vigasio Vivi la Città INIZIATIVE EDITORIALI E COMUNICAZIONE

2 Produzione e vendita di calzature lavorate a mano e su misura Bettanin G. & Venturi G. s.n.c Vigasio (Verona) - Via dell Industria, 5 Tel Fax

3 PRESENTAZIONE Questa guida del Comune di Vigasio, curata dalla editrice Gruppo Media, si propone non solo come utile strumento di informazione, ma anche un modo concreto per conoscere meglio il proprio territorio e come segnale di benvenuto per chi, per qualche ora o per un tempo più lungo, entra a far parte della nostra Comunità. Uno degli obbiettivi che ci siamo posti come Amministrazione è quello di accompagnare alla crescita economica del paese un miglioramento generale della qualità della vita soprattutto in ambito sociale e culturale. Sia benvenuta quindi ogni iniziativa che voglia fornire ai vigasiani notizie sul luogo dove vivono, sui servizi comunali ma anche sulle realtà sociali, culturali e sportive del luogo. Esprimo quindi il mio vivo ringraziamento al Gruppo Media che ha curato la realizzazione di questo prezioso strumento d informazione ed agli operatori economici che hanno sostenuto questa iniziativa. Il Sindaco Pietro Robbi 1

4 I NOSTRI SERVIZI: Vendita e assistenza Soccorso stradale Antifurti e telefonia satellitare Impianti gas - metano Elettrauto Revisioni periodiche Autofficina Modenini S.n.c. - Via dell Industria, Vigasio (VR) Tel Fax Produzione di imballi in cartone ondulato Stabilimento di Vigasio - VR Tel Fax Non solo fornitore ma partner dell utente per trovare le migliori soluzioni. Lo Stabilimento di Vigasio può fornire al Cliente una consulenza tecnica specializzata attraverso una serie di strumenti: CAD-CAM. Progettazione imballi e simulazione stampa con computer Design Tools. Strumenti in grado di determinare le soluzioni di imballaggio definitive partendo dal singolo prodotto B-Form. Studio virtuale della Giusta Qualità di cartone da impiegare perchè l imballo risulti idoneo al servizio che deve compiere

5 Sommario Vie di Accesso Pag. 4 Cenni Storici Pag. 5 Itinerario Storico Artistico Pag. 7 Gastronomia Fiere Pag. 8 Ambiente Pag. 12 Numeri Utili Pag. 14 Guida ai Servizi Pag. 21 Cartine Inserto Cartine/Stradario/Elenco Vie...Pag. 32 INIZIATIVE EDITORIALI E COMUNICAZIONE Vivi la Città - Gruppo Media srl Direzione, redazione e pubblicità: Viale Isonzo 72/1 (Business Center) Reggio Emilia Tel (6 linee r.a.) - Fax Sede legale: Viale Isonzo n. 72/ Reggio Emilia Internet: Le pubblicazioni informative della collana Vivi la Città sono pubblicate in Internet all indirizzo: Vivi la Città: Copyright 2002: Gruppo Media Srl Direttore Responsabile: Tiziano Motti Iscrizione al Registro Nazionale della Stampa in Roma n del 18/04/1997 Concessionaria per la Pubblicità: Lungarno B. Cellini, 11 - Firenze Servizio Clienti 800/ Questo Periodico è iscritto all Unione Stampa Periodica Italiana Autorizzazione del Tribunale di Reggio Emilia n. 788 del 20/02/1991 La riproduzione di testi, immagini, cartine, della guida ai servizi, dell impostazione editoriale e grafica, è vietata. Guida ai servizi depositata: SIAE n Opera depositata presso il Consiglio dei Ministri, Ufficio della Proprietà Letteraria. L Editore ringrazia l Amministrazione Comunale per la collaborazione e per l aggiornamento delle informazioni pubblicate. Servizi fotografici: Archivio Comunale - Vigasio.net Diffusione: Gratuita ai nuclei famigliari residenti nel Comune di Vigasio e alle attività economiche. Distribuzione: a cura dell Ente Poste Italiane Diffusione integrativa: a cura del Comune di Vigasio Stampa: Settembre 2002 Tiratura: 3100 copie Dichiarazione di tiratura resa al Garante per l Editoria, ai sensi del comma 28, art. 1, legge 23/12/96 N. 650 Ai sensi e per gli effetti della legge 675/96 l Editore dichiara che gli indirizzi utilizzati per l invio in abbonamento postale provengono da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili a chiunque e che il trattamento di tali dati non necessita del consenso dell interessato. Ciò nonostante, in base all art. 13 dell informativa, il titolare del trattamento ha diritto di opporsi all utilizzo dei dati facendone espresso divieto tramite comunicazione scritta da inviarsi alla sede di Gruppo Media srl. La collana editoriale Vivi la Città, comprensiva di questa edizione della guida di Vigasio, è pubblicata in Internet all indirizzo Il sito permette inoltre di consultare un database che ospita migliaia di operatori economici selezionati, tra i quali gli inserzionisti di questo libro. Visiti i siti web dei nostri clienti: In copertina: Ponte degli Alpini (Foto: Archivio Comunale - Vigasio.Net) 3

6 VIE D ACCESSO Vie di accesso al territorio Autostrada A4 Milano Venezia 10 km uscita Verona Sud. Autostrada A22 Modena Brennero 5 km uscita Nogarole Rocca. Aeroporto Villafranca 12 km. Stazione FS Verona 15 km. Stazione Villafranca 8 km. Comune di Vigasio Distanza da Verona: 16 km Distanza da Venezia: 120 km Superficie: Kmq. 30,81 Altitudine: max. 48 mt s.l.m. - min. 33 mt s.l.m. Prefisso telefonico: 045 C.A.P.: Popolazione: abitanti Provincia: Verona Confini: Nord: Castel d Azzano; Sud: Nogarole Rocca, Isola D. Scala, Trevenzuolo; Est: Buttapietra; Ovest: Povegliano HOW TO REACH VIGASIO To reach Vigasio, take the A4 toll road, which runs between Milan and Venice, and exit at South Verona, about six miles from Vigasio. When arriving from south of Vigasio, take the A22 toll road, which goes from Modena to Brennero, and exit at Nogarole Rocca, about 3 miles from Vigasio. The Villafranca Airport is about 7.5 miles from Vigasio, and the nearest railway stations are at Verona (9.3 miles away) and Villafranca (about 5 miles away). 4

7 Cenni storici Le vicissitudini del Comune Nella Guida storico - artistica della città e provincia di Verona, (ed. 1909), il dott. Luigi Simeoni, scrive testualmente: I due seguenti paesi di Vigasio e Trevenzuolo hanno soprattutto importanza nella storia Comunale rurale dipendendo essi da S. Zeno. Trevenzuolo si acquietò però abbastanza alla sua condizione accettando i Visconti mandati dagli Abati. ( ). Vigasio ripugnò fieramente l autorità signorile e le liti e condanne sulla fine del XII e nel principio del XIII secolo furono infinite. I ribelli invocavano la pace di Costanza, (che stabilì l indipendenza dei Comuni, n.d.r.), prova manifesta dell influenza che aveva esercitato anche negli animi dei rurali la lotta con l Impero e la propaganda fatta contro di esso. Ma i Consoli e Podestà Veronesi furono inflessibili e Vigasio dovette piegare il capo. Vittorio Fanelli, nella pubblicazione Intorno alle origini dei Comuni rurali Veronesi, (nuovo archivio Veneto - nuova serie - volume XXV pag. 49), menziona gli avvenimenti scrivendo: Fin dal secolo XIII la vicinia, (popolazione) di Vigasio fu presa dallo spirito d indipendenza; difatti volle procedere alla nomina del suo Gastaldo (Sindaco), senza consultare il Villico, (rappresentante dell Abate di S. Zeno), si venne così al disaccordo tra la Vicinia e l Abate Onesti, che, però, con l appoggio del Giudice di Verona, ebbe il sopravvento; infatti, in seguito, i bandi e le regole di Vigasio furono fatti in pubblica Vicinia, (assemblea), dal Vicario suo rappresentante. Fiume Tartaro (Foto: Archivio Comunale - Vigasio.Net) Viale Campagnamagra (Foto: Archivio Comunale - Vigasio.Net) Lo Statuto Comunale del 1226 Vigasio si costituì in Comune il giorno venerdì 16 gennaio Al suono della campana, si riunirono sotto il porticato della Pieve di S. Zenone: il Gastaldo, con i Fideiussori (depositari dei pegni di coloro che non avevano i denari per pagare le multe), 21 Consiglieri e 13 Convicini, per codificare quelle regole che gli abitanti dovevano osservare. Un articolo stabiliva che il padrino dei cresimandi doveva essere un forestiero, pena la multa di 20 denari, (una lira era uguale a 20 soldi. Un soldo era uguale a 12 denari). I Benedettini diedero grande impulso all edilizia con provvedimenti per incrementarla: una norma dello Statuto stabiliva che il costruttore poteva costringere il bracciante, sotto pena di 20 denari, a prestare gratuitamente 2 giornate di CENNI STORICI 5

8 CENNI STORICI lavoro e chi possedeva un carro era obbligato a portare un carro di materiale. La casa doveva però essere ultimata entro un anno, altrimenti diveniva proprietà del Comune. L agglomerato urbano andava raggruppandosi nella zona del Gambalon. Durante le guerre comunali, fu distrutto dai Mantovani nell incursione del Il nuovo paese si sviluppò a nord della Pieve, verso il fiume Taranto. In un documento del 1214, (Archivio di Stato di Verona - Archivio dell Ospitale Civile, rotolo n. 300), si legge che il 5 gennaio del 1214, sotto il portico della Pieve di S. Zenone di Vigasio si era riunita la pubblica Vicinanza (popolazione), di tutto il paese, per concordare coi rappresentanti dell Abate del Monastero di S. Zeno di Verona e degli altri Signori l elezione del Gastaldo. La Vicinanza nominò due suoi rappresentanti e, dopo aver raggiunto un accordo, fu proclamato eletto Gianni di Bruio. Si può dedurre che questo accordo sia avvenuto dopo la citata ribellione (n.d.r.). A quei tempi si coltivavano uva, foraggi, melica, rape e grano, inoltre patuco e dora che non siamo riusciti a sapere cosa fossero (n.d.r.). Lo Repubblica Veneta 1405/1797 Nell epoca Veneta Vigasio fu centro di importanti commerci, con un rinomato mercato settimanale al quale affluivano le genti dei sei paesi circostanti. Era sede di un vasto Vicariato comprendente anche la parrocchia di Isola della Scala. Il municipio era ubicato in piazza, dove c è ora l osteria al Leone. Sulla facciata del fabbricato, nel lato sinistro, esisteva un riquadro con un grande affresco raffigurante il Leone di S. Marco e, di fianco, un artistica lampada in ferro battuto piegabile, che veniva accesa nelle solennità civili, (la pregevole pittura fu eliminata dopo la prima guerra mondiale, quando il proprietario restaurò la costruzione). Nel cortiletto attiguo, al piano terra del fabbricato, c erano le scuole. Nei piani superiori si amministrava la giustizia: esiste, ancor oggi, la cella della prigione col soffitto a volta. La campana sovrastante il tetto era utilizzata per annunciare l inizio e la fine delle lezioni. Serviva inoltre per convocare la cittadinanza nelle mattinate domenicali fissate per l asta, sulla mostra comunale dei pubblici incanti (all angolo della piazza, c è tuttora), dei pegni non riscattati e degli oggetti e merci sequestrati ai debitori insolventi. Per i debitori nullatenenti c era la prigione. Prima di passare nella sede attuale, edificata dopo l Unità d Italia (1870), il municipio era stato trasferito, durante la dominazione austriaca, nel palazzo attiguo, a sinistra del cortile, costruito nel 1840 dal latifondista Antonio Belisai. HISTORY The earliest written records we have mentioning Vigasio date back to the Middle Ages. We know that Federico Barbarossa once stayed here for a brief period. The town was important during the city-state era, when along with Trevenzuolo it came under the jurisdiction of St. Zeno's Monastery of Verona. There are still several churches in the area that were built during the period in which Vigasio was governed by St. Zeno's Monastery. While Trevenzuolo accepted the feudal lords sent to rule them, Vigasio rebelled against them in innumerable uprisings during the late twelfth and early thirteenth centuries. On January 16, 1226 Vigasio was declared an independent municipality, and the town council met under the portico of St. Zeno's Church. From 1405 to 1797 Vigasio was part of the Venetian Republic. It became an important trade center, with a popular weekly market where people from six surrounding towns gathered. It was also the seat of a vast vicariate, which also included Isola della Scala. The town hall was located in the main square, where the "Leone" tavern now stands. The school was located on the ground floor of the adjacent building. A bell on top of the building rang at the beginning and the end of lessons. It was also used to call the citizens together on Sunday mornings for the auction of goods sequestered from citizens unable to pay their debts. The new town hall was built in 1870, after the unification of Italy. 6

9 Note di storia locale I primi documenti che fanno risaltare Vigasio nella storia risalgono al periodo medioevale. Siamo a conoscenza del fatto che Federico Barbarossa soggiornò nel nostro paese per un breve periodo nella corte di Vaccaldo. Sappiamo, poi, che Vigasio e molte delle sue zone e corti furono feudo del monastero di San Zeno di Verona. Di questo periodo ci rimangono alcune chiesette, per la maggior parte in rovina, ma una, la Chiesa di Campagnamagra, grazie agli interventi di restauro, è ancora possibile ammirarla nella sua particolare bellezza. Ricordiamo le altre, ormai in rovina: la chiesa di San Michele, di Vaccaldo dedicata a S. Eurosia, della Nadalina dedicata alla Madonna, di San Bernardino, delle Salette. Annotiamo, infine la bellissima chiesa, molto antica, della frazione di Isolalta, dedicata a San Pietro Apostolo. Itinerari turistici Percorso turistico degno di nota da un punto di vista ambientale può essere quello che partendo dal Santuario di Campagnamagra, passa dalla località detta Vaccaldo, l unica che conserva una zona, seppur modesta, cosiddetta umida, con tanto di canneti e abitata dalla fauna tipica di un ambiente lacustre. Questa particolarissima fetta di territorio è possibile attraversarla passando per una stretta stradina di campagna che arriva fino alla frazione di Forette. Da qui è possibile raggiungere la seconda frazione, Isolalta, dove si può visitare la Chiesa che conserva un dipinto datato 1490 di scuola veneta. Accanto alla Chiesa, si può ammirare una grotta artificiale, che riproduce fedelmente la grotta Chiesa di Campagnamagra (Foto: Archivio Comunale - Vigasio.Net) della Madonna di Lourdes. Passando quindi per un altra strada di campagna è possibile avvicinarsi ad un piccolo lago naturale, nato da una sorgiva. Continuando lungo la strada, che attraversa la tipica campagna veronese, coltivata principalmente a mais, orzo, frumento, si arriva alla località San Vigo di Vigasio, che conserva un viale alberato a tigli, piantumati nei primi decenni del secolo scorso. Proseguendo verso sinistra si ritorna alla località di partenza, Campagnamagra. Girando invece a destra si raggiunge in poco tempo il centro del paese, dove ci si può rinfrescare alla fontana pubblica, e si può accedere a trattorie locali che offrono tipici piatti veronesi. Il percorso è lungo circa Km. 10, ed il mezzo da utilizzare è esclusivamente la bicicletta. ITINERARI 7

10 L A B O L G I A BAR, BIRRERIA, PANINOTECA Via Roma, 38 - Vigasio - Tel

11 Gastronomia Sono presenti nel territorio delle trattorie che, grazie ormai all esperienza consolidata negli anni, offrono menù molto apprezzabili, annoverando nei primi il tipico risotto con il tastasal. Ricordiamo, quindi, che uno dei prodotti caratteristici di Vigasio è il riso, sia per la produzione agricola vera e propria, sia per la trasformazione del prodotto (pilatura). Facciamo rilevare che esiste a Vigasio una antica pila che conserva il metodo dei pestelli di pietra. Polenta e coniglio Ingredienti per 6 persone Polenta appena fatta 1800 gr. di coniglio tagliato a pezzi 5 o 6 patate tagliate a spicchiolini 2 spicchi d aglio tritati, salvia e rosmarino mezzo bicchiere d olio extravergine d oliva, 60 gr. di burro un bicchiere di Soave farina sale e pepe. Preparazione - Lavare il coniglio, passarlo alla farina - In un tegame largo fondere il burro, riscaldare l olio, rosolare i pezzi di coniglio, condire con sale, pepe e gli aromi, aggiungere le patate - Bagnare con il vino, infornare a forno caldo fino alla cottura - Controllare il sale - Consumare il coniglio arrosto con la polenta e un insalata di radicchio rosso di Verona. Polenta uova e formaggio Monte Veronese Ingredienti per 6 persone Polenta appena fatta 12 uova formaggio Monte Veronese grattugiato grosso 2 spicchi d aglio tritati 6 pomodori peretti pelati e tagliati a dadolini mezzo bicchiere d olio extravergine d oliva sale e pepe. Preparazione - In una terrina mettere le uova e sbatterle un pò con la frusta, condire con sale GASTRONOMIA MACELLERIA DA CLAUDIO C.so Garibaldi, Vigasio (VR) - Tel

12 GASTRONOMIA FIERE e pepe - In un tegame largo riscaldare l olio, soffriggerle l aglio, mettere il pomodoro, cuocere un pò, condire con sale - Versare nel soffritto le uova e raddensarle a fuoco vivo - Nei piatti caldi mettere al centro la polenta, disporre sopra le uova strapazzate, completare con formaggio Monte Veronese, decorare con foglie di radicchio rosso. Torta di polenta Ingredienti Una polenta di grana fine un pò morbida fatta con acqua e latte nocciole e mandorle tritate uvetta sultanina bagnata con un liquore di gradimento ricotta fresca un pò di burro zucchero vaniglia. Preparazione - Nelle proporzioni di pari peso: 400 gr. di polenta 400 gr. di ricotta - Mischiare assieme polenta e ricotta in modo da ottenere un impasto omogeneo incorporarvi: zucchero, nocciole, mandorle, sultanina, il sapore della vaniglia - Ungere una profila con il burro, versare il preparato, lisciarlo bene con la spatola umida, spolverizzare con zucchero, infornare a forno caldo per 15 minuti - Accompagnare con pesche sciroppate, quelle che a Valeggio fanno così bene. Via D. Alighieri, VIGASIO - Tel Fiere e Manifestazioni Da qualche anno si è riscoperta la tradizione del Falò della Befana (6 gennaio) e della sfilata di Carnevale delle maschere veronesi e dei carri allegorici (1ª domenica di Quaresima) complice la maschera del paese Duca del Parol, iscritta al più che famoso Bacanal di Verona. Si ricorda, inoltre, di una certa importanza la Sagra di Campagnamagra (8 settembre), dove ha sede il Santuario in onore alla Madonna, aperto perciò alla visita di tutti quanti desiderino ammirare i pregiati affreschi restaurati recentemente. La quarta domenica di settembre si svolge la tradizionale Sagra di San Michele Festa della Polenta, con degustazioni di piatti tipici tutti a base di polenta. GASTRONOMY "POLENTA AND RABBIT" Ingredients for six people: freshly cooked polenta, 1.8 kg. rabbit cut into pieces, 5 or 6 potatoes cut into strips, 2 cloves of garlic, sage, rosemary, 1/2 cup extra-virgin olive oil, 60 gr. butter, 1 cup Soave wine, flour, salt, pepper. Procedure: Wash the rabbit and roll it in flour. Melt the butter in a large pot and brown the rabbit. Season with salt, pepper, and herbs, and add the potatoes. Add the wine and place in the oven until done. Check the seasonings. Serve the roast rabbit with polenta and red radicchio from Verona. "POLENTA CAKE" Ingredients: 400 gr. polenta made with fine cornmeal and water and milk, chopped hazel nuts and almonds, raisins soaked in liquor, 400 gr. fresh ricotta cheese, a little butter, sugar, and vanilla. Procedure: Mix the polenta and ricotta cheese together to make a smooth batter. Add the sugar, hazel nuts, almonds, raisins, and vanilla. Grease a cake pan and pour the batter into it. Smooth the batter with a moist spatula. Sprinkle with sugar. Bake in hot oven for 15 minutes. Serve with canned peaches from Valeggio. 10

13

14 AMBIENTE La raccolta differenziata I RIFIUTI Qualsiasi tipo di attività umana implica la produzione di rifiuti: maggiore è il benessere maggiore è la produzione di rifiuti. Questa massima vale senza distinzione per le economie domestiche, per l artigianato, per l industria. In genere cosa si intende per rifiuto? Una definizione classica potrebbe essere qualsiasi sostanza od oggetto derivante da attività umana o da cicli naturali abbandonato o destinato all abbandono. A loro volta i rifiuti possono essere classificati in: urbani, speciali, tossici, nocivi. (per esempio le batterie di veicoli) in quantità e/o in concentrazione tali da presentare un pericolo per la salute e l ambiente. La raccolta differenziata La raccolta dei rifiuti si differenzia in: - Raccolta rifiuti solidi urbani - Raccolta differenziata di: A) Pile B) Farmaci scaduti C) Vetro, lattine e barattoli D) Carta E) Contenitori Fitofarmaci F) Ingombranti (mobili, elettrodomestici) G) Pneumatici H) Legnoso I) Oli esausti, ecc... L) Materiale ferroso ingombrante (isole ecologiche) per tale raccolta sono disponibili contenitori differenziati per forma e colore. Rifiuti urbani: A) quelli non ingombranti provenienti dai fabbricati o da altri insediamenti civili in genere. B) quelli ingombranti quali beni di consumo durevoli provenienti da fabbricati o da altri insediamenti civili in genere. C) quelli di qualunque natura o provenienza giacenti sulle strade ed aree pubbliche o private comunque soggette ad uso pubblico. Rifiuti speciali: A) I residui di lavorazioni industriali, da attività agricole, artigianali, commerciali e di servizi che per quantità e qualità non siano dichiarati assimilabili agli urbani. B) quelli provenienti da ospedali, case di cura ed affini non assimilabili a quelli urbani. C) i materiali provenienti da demolizioni, costruzioni e scavi, i macchinari e le apparecchiature deteriorate e obsolete. D) i veicoli a motore, rimorchi e simili fuori uso e loro parti. E) i residui delle attività di trattamento dei rifiuti e quelli derivanti dalla depurazione dei corsi d acqua. Rifiuti tossici e nocivi: tutti quelli che contengono o sono contaminati da sostanze particolarmente pericolose UMIDO/ORGANICO Viene raccolto col sistema porta a porta nel bidoncino verde, due volte la settimana, mentre da maggio a settembre 3 volte, nei giorni indicati sul calendario. MULTIMATERIALE Vetro, lattine e plastica vengono raccolte con il sistema porta a porta nei giorni stabiliti dal calendario, con l apposito contenitore arancione (raccolta quindicinale). Anche per le pile e per i farmaci vi sono contenitori particolari: per le pile sono di colore giallo; per i farmaci scaduti sono di colore bianco e sono siti nelle farmacie. È importante che questi rifiuti, in quanto potenzialmente dannosi per l ambiente, non finiscano mescolati con altri rifiuti. Vista l importanza del riciclaggio, chiediamo di gettare nei contenitori bottiglie di plastica, flaconi di shampoo, di detersivo, di creme, lattine in alluminio, vetro, ecc... Per essere sicuri che il vuoto sia della plastica giusta guardate i simboli (PET - PE - PVC). Non inserire pettini, piatti o forchette da pic-nic e le borsine della spesa (secco non riciclabile). Un consiglio molto importante è quello di schiacciare le bottiglie e poi riavvitare il 12

15 13 tappo in modo tale da occupare il minor spazio possibile. VERDE/RAMAGLIE Vengono raccolte con il sistema porta a porta, nei giorni previsti dal calendario. Si tratta di rimanenze civili di sfalcio d erba, siepi e ramaglie, le quali vanno legate in piccole fascine per facilitarne la raccolta. Raccolta quindicinale da ottobre ad aprile, settimanale da aprile a settembre. CARTA E CARTONE (RACCOLTA PORTA A PORTA) Elemento di primaria importanza nella raccolta differenziata è il recupero della carta. Il suo utilizzo permette, oltre al recupero di risorse, anche la salvaguardia dell ambiente. La fabbricazione della carta richiede infatti l abbattimento ogni anno di enormi quantità di alberi ed il consumo di grandi quantitativi di energia. Riciclare la carta significa quindi: minori costi per il suo smaltimento, minori costi per la sua produzione, difesa ecologica delle risorse boschive. Si ricorda che: la carta che viene raccolta deve essere pulita, asciutta e non mescolata ad altri prodotti, quali carta chimica, oleata, carbone e plastificata e tutta la carta che abbia subito particolari trattamenti chimici. Particolare attenzione chiediamo ai commercianti per quanto riguarda i cartoni e gli imballaggi in generale, che saranno raccolti nei giorni previsti dal calendario, separatamente. SECCO/NON RICICLABILE Viene raccolto settimanalmente, nel giorno indicato sul calendario, e comprende tutti quei rifiuti che non possono essere inseriti in nessuna delle tipologie fino ad ora citate (cellophane, polistirolo, tetrapack - contenitori latte e succhi- bicchieri di plastica, sacchetti di nylon), per i quali non è previsto il riciclo. CESTINI PER I PICCOLI RIFIUTI Sono collocati lungo le strade e nelle prossimità dei parchi. Lo scontrino del negozio, la carta del gelato, il mozzicone della sigaretta, spento appositamente, non vanno gettati per terra, ma depositati nei cestini. ISOLE ECOLOGICHE L isole ecologica è un tassello importantissimo per incrementare la raccolta differenziata. E un luogo custodito dove il cittadino può portare tutti quei rifiuti che o è possibile recuperare o costituiscono un pericolo per l ambiente. L invito è anche di usare l isola ecologica quando la loro raccolta non è prevista dal sistema porta a porta. Nell isola ecologica di Vigasio è possibile portare: - materiale legnoso, alluminio, pile, farmaci, rifiuti ingombranti di origine domestica (mobili, elettrodomestici, ecc.), pneumatici, imballaggi, legname, batterie d auto, olii per motori e per uso alimentare. Nel territorio del Comune di Vigasio è attiva l isola ecologica di Via Verona: - lunedì, mercoledì, venerdì, sabato dalle alle Per ulteriori informazioni Tel DECIDI OGGI DI ENTRARE NEL NOSTRO TEAM: PER LE SOCIETÀ DEL NOSTRO GRUPPO SELEZIONIAMO IN EMILIA ROMAGNA, VENETO E LOMBARDIA AGENTI VENDITORI INIZIATIVE EDITORIALI E COMUNICAZIONE TEL. 0522/ (6 linee r.a.) Viale Isonzo, 72/1 - (Business Center) Reggio Emilia Tel (6 linee r.a.) - Fax AMBIENTE

16 OFFICINA GELIO GIORGIO s.n.c. AUTORIZZATA RENAULT V.I VIGASIO (Verona) - Via dell Industria, 20 Tel Fax ELETTRAUTO CENTRO REVISIONI AUTORIZZATO PER VEICOLI INDUSTRIALI SUPERIORI AI 35 Q.LI Cell. 24 h Impianti Idro - Termo - Sanitari Assistenza caldaie Condizionamento Riparazioni in genere VIGASIO (VR) Via dell Industria, 1 Tel Fax Produzione e fornitura di fustelle per calzaturifici Via Villafranca, 26/E Isolalta - Vigasio (VR) Tel. e Fax

17 Numeri Utili NUMERI D EMERGENZA E PUBBLICA UTILITÀ Emergenza Sanitaria Tel. 118 Guardia Medica Ospedale di Isola della Scala....Tel Carabinieri - Pronto Intervento Tel. 112 Carabinieri Caserma Via Europa, 20/b Tel Soccorso Pubblico di Emergenza Tel. 113 Soccorso ACI Tel. 116 Vigili del Fuoco - Pronto Intervento....Tel. 115 MUNICIPIO Sede Municipale Via Italo Montemezzi, 17 Centralino Tel Fax CIRCOLI NUMERI UTILI Circolo A.N.S.P.I. Via Chiesa, Tel Circolo ricreativo culturale assistenziale pensionati Via Ugo Foscolo, Tel Monumento ai Caduti (Foto: Archivio Comunale - Vigasio.Net) Produzione e Fornitura di Maglieria Via Risorgimento, VIGASIO (VR) Tel Fax Via Alzeri, Vigasio - VERONA Tel Fax DYNAMIC EXPERIENCE Via Risorgimento, Vigasio Tel Fax

18 PARROCCHIE Parrocchia - Abitazione del Parroco Via Chiesa Tel Parrocchia Isolalta - Abitazione del Parroco Via Villafranca, 42 Frazione Isolalta Tel Parrocchia S. Martino - Abitazione del Parroco Frazione Forette Tel POSTE E TELECOMUNICAZIONI Ufficio Postale Via Dante Alighieri, 2..Tel / SCUOLE NUMERI UTILI Scuole Materne Frazione Isolalta Tel Viale Bassini Tel Frazione Forette Tel Don Gedeone Massaggia Via Asilo, Tel Scuola Media Statale Viale Bassini, Tel Direzione Didattica Viale Bassini Tel Sala della Comunità (Foto: Archivio Comunale - Vigasio.Net) EDICOLA TESA da Tre Generazioni di Munari Marco Profumeria, Intimo, Giocattoli Articoli da Regalo IMPIANTI ELETTRICI CIVILI E INDUSTRIALI AUTOMAZIONE CANCELLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Via I. Montemezzi, VIGASIO (VR) Tel Via Trevenzuolo, 9/C VIGASIO (VR) Tel Fax Cell

19 Centro Sportivo (Foto: Archivio Comunale - Vigasio.Net) A.N.S.P.I. (Foto: Archivio Comunale - Vigasio.Net) NUMERI UTILI Chiesa di Vigasio (Foto: Archivio Comunale - Vigasio.Net) Monumento ai Fanti (Foto: Archivio Comunale - Vigasio.Net) Via Cesare Sinibaldi FORETTE DI VIGASIO (VR) Tel Fax Cell Zanzariere classiche scorrevoli Porte ad anta novità a Plissè Tende da sole Gibus Porte a Soffietto 17

20 NUMERI UTILI Attività Economiche (inserzionisti) Tutti i dati relativi alle attività economiche presenti nelle pubblicazioni del network editoriale PaginePiù sono consultabili in Internet all indirizzo: ABBIGLIAMENTO/PRODUZIONE E FORNITURA CENTRAL PROJECT SRL SPORTIVO VIA RISORGIMENTO, 41...Tel. 045/ Fax 045/ ISOLA DELLA SCALA VR... CONFEZIONI CUCIFIL DI VANTINI ARNALDO VIA DELL'ARTIGIANATO...Tel. 045/ VIGASIO VR Note: LAVORAZIONE CONTO TERZI AUTORIPARAZIONI, AUTOFFICINE OFFICINA AUTORIZZATA PER VEICOLI INDUSTRIALI RENAULT DI GELIO GIORGIO VIA DELL' INDUSTRIA, 20...Tel. 045/ / Fax 045/ SEAT MODENINI SNC DI MODENINI FABIO & C. VIALE DELL' INDUSTRIA, 6...Tel Fax AUTOSCUOLE, SCUOLE GUIDA AUTOSCUOLA TOTI DI RENZO VIA ROMA, 12...Tel. 045/ AUTOTRASPORTI ZAMBONI TRANSERVICE SRL VIA CIRINGHELLI, 22...Tel. 045/ BAR, CAFFE', BIRRERIE, PANINOTECHE, PUBS LA BOLGIA BAR, BIRRERIA, PANINOTECA VIA ROMA, 38...Tel TABACCHERIA STAZIONE DI ADAMI NICOLA VIA D. ALIGHIERI, 58/A...Tel CALZATURE/VENDITA CALZATURE E PELLETTERIE MENEGUZZI MARIA MIRANDA VIA BASSINI, 3...Tel CALZOLAI BETTANIN G. & VENTURI G. SNC LABORATORIO DI SOLA PRODUZIONE A MANO VIA DELL'INDUSTRIA, 5...Tel. 045/ Fax 045/ http://www.bettaninandventuri.com... CARPENTERIE O.M.B. SNC DI BRAGGIO CLAUDIO E MARCO VIA DELL'INDUSTRIA, 24/B...Tel. 045/ EDILIZIA/COSTRUZIONI, RISTRUTTURAZIONI, MANUTENZIONI COSTRUZIONI LA PRIMAVERA SNC VIA MOLINO, 29...Tel Note: UFFICIO: VIA RISORGIMENTO 2/B IMPRESA EDILE BASALICO GIORGIO & C. SNC VIA KENNEDY, 14...Tel. 045/ Note: COSTRUZIONI CIVILI ED INDU- STRIALI ELETTRICISTI, IMPIANTI ELETTRICI CIVILI E INDUSTRIALI C.M. IMPIANTI ELETTRICI DI MUNARI MARCO VIA TREVENZUOLO, 9/C...Tel. 045/ Z.M. ZOCCATELLI IMPIANTI DI ZOCCATELLI MASSIMO IMPIANTI ELETTRICI CIVILI E INDUSTRIALI, ASSISTENZA VIA ALZERI, 14...Tel. 045/ FALEGNAMERIE FALEGNAMERIA BOAROTTI ROBERTO VIALE EUROPA, 1/A...Tel FALEGNAMERIA CARLI DINO VIA ROMA, 72...Tel Fax FALEGNAMERIA F.LLI GUERRESCHI SNC VIA SOLFERINO, 4...Tel. 045/ Fax 045/ TUBINI MAURIZIO ARREDAMENTI SU MISURA VIA DELL'INDUSTRIA, 4...Tel. 045/ Fax 045/ http://www.paginegialle.it/tubinigroup... FUSTELLE E FUSTELLATRICI/VENDITA COSTA SNC DI COSTA ENZO & C. VIA VILLAFRANCA, 26/F...Tel GELATERIE PASTICCERIA GIACON SAS DI GIACON C. & C. P.ZZA PAPA ALBINO LUCIANI, 3...Tel. 045/ GIORNALAI, RIVENDITE GIORNALI E RIVISTE EDICOLA TESA DA TRE GENERAZIONI "PROFUMERIA - INTIMO GIOCATTOLI - ARTICOLI DA REGALO " VIA I. MONTEMEZZI, 11...Tel IDRAULICI, IMPIANTI IDRAULICI, RISCALDAMENTO IMPIANTI TERMO IDROSANITARI VANZINI GIORGIO VIA DELL' INDUSTRIA, 1...Tel ITALIMPIANTI SNC DI NICOLINI F. E LUCCHINI F. VIA VERDI, 2...Tel. 045/ Fax 045/ Note: IMPIANTI IDRAULICI CIVILI, INDU- STRIALI, TECNOLOGICI MONTRESOR FRANCO IMPIANTI IDRAULICI VIA I. MONTEMEZZI, 14...Tel

CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI ANAGRAFE CENTRALE

CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI ANAGRAFE CENTRALE PAG. 1 DIVISIONE SERVIZI CIVICI CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI ANAGRAFE CENTRALE 2010 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO L Anagrafe raccoglie le informazioni riguardanti le caratteristiche della popolazione residente

Dettagli

Polizia Municipale. Pratiche artigianato

Polizia Municipale. Pratiche artigianato Polizia Municipale L unità operativa Polizia Municipale si occupa di tutte le varie problematiche, inerenti alla vigilanza in materia stradale, edilizia e rurale, circoscritte nell ambito del territorio

Dettagli

VADEMECUM SULL AUTOCERTIFICAZIONE

VADEMECUM SULL AUTOCERTIFICAZIONE VADEMECUM SULL AUTOCERTIFICAZIONE COSA SI INTENDE PER AUTOCERTIFICAZIONE Con questo termine si intende un insieme di istituti i quali consentono al cittadino di sostituire la certificazione della pubblica

Dettagli

Stefania Grenzi Assessore al Volontariato Comune di Nonantola

Stefania Grenzi Assessore al Volontariato Comune di Nonantola Comune di Nonantola Volontariato e Associazionismo possono essere considerati una delle grandi ricchezze di Nonantola. Partecipazione, solidarietà e forza di volontà sono solo alcuni dei principi che caratterizzano

Dettagli

La Raccolta Differenziata a casa tua. guida per le famiglie

La Raccolta Differenziata a casa tua. guida per le famiglie La Raccolta Differenziata a casa tua istruzioni per l uso guida per le famiglie Raccolta Differenziata Le novità Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE COMUNE DI SPELLO Provincia di Perugia REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE Approvato con deliberazione consiliare n. 9 del 14 marzo 2005 Modificato ed integrato con deliberazione consiliare

Dettagli

Carta dei servizi demografici

Carta dei servizi demografici Approvata con deliberazione Giunta Comunale n. 19 del 21/03/2013 Carta dei servizi demografici INDICE 1. Finalità della carta dei servizi 2. I servizi demografici (breve descrizione) 3. Accesso al servizio:

Dettagli

Trinitapoli Raccolta differenziata porta a porta

Trinitapoli Raccolta differenziata porta a porta 1 Porta a Porta: che cosa cambia? Scompaiono definitivamente i cassonetti stradali 1: Raccolta differenziata Porta a Porta Una grande idea per un mondo libero dai rifiuti il Comune di Trinitapoli attiva

Dettagli

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI COMUNE DI CESANO BOSCONE La raccolta differenziata a Cesano Boscone Raccogliere separatamente i rifiuti è un gesto di rispetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO RACCOLTA ED ELIMINAZIONE RIFIUTI DEL COMUNE DI GRANCIA ================================

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO RACCOLTA ED ELIMINAZIONE RIFIUTI DEL COMUNE DI GRANCIA ================================ REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO RACCOLTA ED ELIMINAZIONE RIFIUTI DEL COMUNE DI GRANCIA ================================ INDICE Cap. I Norme generali - Art. 1 concetto - Art. 2 obbligatorietà - Art. 3 rifiuti

Dettagli

Gli sportelli Stars offrono anche un servizio di promozione della pari opportunità di accesso ai servizi socio-sanitari.

Gli sportelli Stars offrono anche un servizio di promozione della pari opportunità di accesso ai servizi socio-sanitari. Per gli stranieri che necessitano di informazioni, consulenza e orientamento in merito a tutti gli aspetti legati all ingresso e al soggiorno sul territorio italiano, offertasociale mette a disposizione

Dettagli

Cambio di residenza. Presentarsi presso lo sportello, con la seguente documentazione: Variazioni Anagrafiche

Cambio di residenza. Presentarsi presso lo sportello, con la seguente documentazione: Variazioni Anagrafiche Cambio di residenza Il trasferimento a GRANZE, con provenienza da un altro Comune o dall estero, deve essere segnalato all ufficio a cura di un qualsiasi componente maggiorenne della famiglia. Presentarsi

Dettagli

VADEMECUM INVALIDITA CIVILE a cura dell ANMIC Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili Sede Provinciale di Grosseto Via Trento, 15/A Tel.

VADEMECUM INVALIDITA CIVILE a cura dell ANMIC Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili Sede Provinciale di Grosseto Via Trento, 15/A Tel. VADEMECUM INVALIDITA CIVILE a cura dell ANMIC Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili Sede Provinciale di Grosseto Via Trento, 15/A Tel. 0564/23505 Fax 0564/429222 1) PERCENTUALE DI INVALIDITA

Dettagli

CITTÀ di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) Cod. Fis. 00304530173 - Part. IVA 00553520982 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E AMMINISTRATIVI

CITTÀ di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) Cod. Fis. 00304530173 - Part. IVA 00553520982 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E AMMINISTRATIVI CITTÀ di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) Cod. Fis. 00304530173 - Part. IVA 00553520982 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E AMMINISTRATIVI Via Mazzini 2 25063 Gardone V.T. tel. 0308911583 int.119-129-144-145

Dettagli

TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA

TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA ARTICOLO DI RIFERIMENTO FATTISPECIE VIOLAZIONE SANZIONE MINIMO EDITTALE 1.1 Nelle

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI DEL COMUNE

GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI DEL COMUNE Comune di CORTEOLONA Provincia di PAVIA 27014 Corteolona (PV) Via Garibaldi, 8 www.comune.corteolona.pv.it Tel. 0382 70024 Fax. 0382 71519 E-mail demografici@comune.corteolona.pv.it GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI

Dettagli

Comune di Spilimbergo ANNO 2008

Comune di Spilimbergo ANNO 2008 Comune di Spilimbergo ANNO 2008 RICICLABILE 39,1% NON RICICLABILE 60,9% SITUAZIONE ATTUALE! "# INDUSTRIALI 13% CARTA 9% PLASTICA 6% VETRO 8% INGOMBRANTI 7% VERDE 11% UMIDO 9% INERTI 10% SECCO 26% OBIETTIVI

Dettagli

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA EDILIZIA E AGIBILITA

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA EDILIZIA E AGIBILITA Timbro protocollo Bollo Comune di Crespellano Provincia di Bologna Al Responsabile dello Sportello Unico per l Edilizia DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA EDILIZIA E AGIBILITA Ai sensi della

Dettagli

Settore Socio-Educativo. Assistenza domiciliare. Fattori della qualità. Competenza Professionalità degli operatori. Indicatori di qualità

Settore Socio-Educativo. Assistenza domiciliare. Fattori della qualità. Competenza Professionalità degli operatori. Indicatori di qualità Settore Socio-Educativo Fattori della qualità Indicatori di qualità Competenza Professionalità degli operatori Grado di soddisfazione degli utenti: 70% di soddisfazione del campione esaminato. Monitoraggio

Dettagli

Settore servizi demografici

Settore servizi demografici Settore servizi demografici Sede: Piazza del Municipio, 1 26832 Cervignano d Adda Responsabile del Settore: Raimondi Cominesi Renata Orario di apertura degli sportelli: dal lunedì al sabato dalle ore 8,30

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO FSA 2005 FONDO REGIONALE PER IL SOSTEGNO ALL'ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE (ART. 11 - LEGGE 9 DICEMBRE 1998 N.

DOMANDA DI CONTRIBUTO FSA 2005 FONDO REGIONALE PER IL SOSTEGNO ALL'ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE (ART. 11 - LEGGE 9 DICEMBRE 1998 N. SPETT. ISTITUZIONE COMUNALE PER LA GESTIONE DEI SERVIZI AL CITTADINO COMUNE DI SAN MARTINO BUON ALBERGO Via XX Settembre n.49 SAN MARTINO BUON ALBERGO (VR) DOMANDA DI CONTRIBUTO FSA 2005 FONDO REGIONALE

Dettagli

Carta Servizi Inprogram Web

Carta Servizi Inprogram Web Carta Servizi Inprogram Web Carta Servizi Inprogram SICUREZZA E TRANQUILLITA La Carta Servizi Inprogram permette di svolgere in modo automatico, semplificato ed estremamente economico, tutti gli adempimenti

Dettagli

POLIZIA LOCALE 295.217,00 265.048,00 SERVIZI DEMOGRAFICI 127.898,00 84.251,70 COSTO SOSTENUTO PER IL PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO NR.

POLIZIA LOCALE 295.217,00 265.048,00 SERVIZI DEMOGRAFICI 127.898,00 84.251,70 COSTO SOSTENUTO PER IL PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO NR. AGLI UTENTI ANNO 0 * POLIZIA LOCALE 9.,00.0,00 attivita' di informazione e rilascio documenti per autorizzazioni pubblicita' fonica giorni attivita' di rilascio atti conseguenti ad incidenti stradali 0

Dettagli

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE PROVINCIA DI VARESE POLIZIA LOCALE ORDINANZA N 103 Venegono Superiore, 20 novembre 2009 Oggetto: Disposizioni in materia di conferimento dei rifiuti. IL SINDACO Visto l art.

Dettagli

COMUNE DI PISTOIA TEMPI MEDI DI EROGAZIONE DEI PRINCIPALI SERVIZI

COMUNE DI PISTOIA TEMPI MEDI DI EROGAZIONE DEI PRINCIPALI SERVIZI Procedure Negoziali Servizio Finanziario Servizi Demografici Tempi medi elaborazione e pubblicazione bandi di gara (dal ricevimento dello schema di capitolato da parte dei servizi) da 15 gg. ad un mese

Dettagli

Articolazione degli uffici

Articolazione degli uffici Articolazione degli uffici Sezione relativa all'articolazione degli uffici, come indicato all'art. 13, c. 1, lett. b) e c) del d.lgs. 33/2013 Sede Comunale: Via G. Tasso, 37 - cap. 45025 Fratta Polesine

Dettagli

COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA IN LOC. FORNACETTA DI INVERIGO

COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA IN LOC. FORNACETTA DI INVERIGO COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA IN LOC. FORNACETTA DI INVERIGO Approvato con atto C.C. n. 28/2000 - Modificato con atto C.C. n. 23 del

Dettagli

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI Corso di formazione sulla raccolta differenziata I rifiuti: un problema? Sono tanti Ogni italiano (neonati compresi) produce in media 532 Kg di rifiuti all anno

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

COMUNE DI FAVARA (Provincia di Agrigento)

COMUNE DI FAVARA (Provincia di Agrigento) COMUNE DI FAVARA (Provincia di Agrigento) Ordinanza n. 235 del 21/11/2014 Prot. n. 50795 del 21/11/2014 OGGETTO: Servizio di raccolta dei Rifiuti solidi urbani domestici nel centro urbano modifica ed integrazione

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI

SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI GE.S.IDR.A. S.p.A. Gestione Servizi Idrici Ambientali Via Lazio sn 24055 Cologno al Serio (Bg) Tel. 035 4872331 - Fax 035 4819691 e-mail: protocollo@gesidra.it SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI

Dettagli

UTENZE NON DOMESTICHE

UTENZE NON DOMESTICHE Comune di San Cesareo UTENZE NON DOMESTICHE per informazioni numero verde 800.180.330 www.comune.sancesareo.rm.it www.aimeriambiente.it Massimilian Massimiliano Rosolino, testimonial per l Ambiente FRAZIONE

Dettagli

Loro sedi. Ritenendo di fare cosa gradita nell allegato prospetto si riepilogano i principali oneri detraibili e deducibili.

Loro sedi. Ritenendo di fare cosa gradita nell allegato prospetto si riepilogano i principali oneri detraibili e deducibili. Studio Associato di Consulenza Aziendale Dottori Commercialisti Dott. Gianpiero Perissinotto Dott.ssa Monica Lacedelli Via degli Agricoltori n. 11 32100 Belluno tel: 0437/932080 fax: 0437/932095 E-mail:

Dettagli

TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2015/2016. Nota sulle operazioni di rilascio

TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2015/2016. Nota sulle operazioni di rilascio TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2015/2016 Nota sulle operazioni di rilascio MATERIALE CONSEGNATO A PROVINCE E COMUNI Ad ogni Provincia vengono consegnati i tesserini non personalizzati

Dettagli

LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro.

LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro. LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro. Poste Italiane - tassa pagata - invii senza indirizzo auto./dc/er/bo/isi/3627/2003 del 20/06/2003. Alla

Dettagli

REGOLAMENTO OGGETTI SMARRITI

REGOLAMENTO OGGETTI SMARRITI COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE Provincia di Pistoia CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE NUCLEO POLIZIA AMMINISTRATIVA REGOLAMENTO OGGETTI SMARRITI 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1: Art. 2: Art. 3: Art.

Dettagli

L'ACQUISTO DELLE ''ARMI COMUNI DA SPARO''

L'ACQUISTO DELLE ''ARMI COMUNI DA SPARO'' PER IL CONTENUTO DI QUESTA SEZIONE SI RINGRAZIA LA RIVISTA ARMI MAGAZINE CHE HA MESSO A DISPOSIZIONE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELL'ARTICOLO ''COMPRARE UN'ARMA'' AGGIORNATO A OTTOBRE 2004 L'ACQUISTO DELLE

Dettagli

SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE

SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE Ordinanza n. 755 del 12 novembre 2013 Oggetto: DIVIETO DI ABBANDONO RIFIUTI E MATERIALI IL SINDACO VISTO D.Lgs 03/04/06 n. 152 e s.m.i. Norme in materia ambientale ed in particolare: - l articolo 178 ove

Dettagli

Accordo FMI-Community per il 2013

Accordo FMI-Community per il 2013 Accordo FMI-Community per il 2013 Principali vantaggi per Motoclub e soci Termini del nuovo accordo (affiliazione e tesseramento) Modalità di tesseramento per soci di Motoclub affiliati e non affiliati

Dettagli

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento di gestione della stazione ecologica

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento di gestione della stazione ecologica CITTÀ DI FOLIGNO Regolamento di gestione della stazione ecologica Approvato con D.C.C. n. 119 del 19/09/2003 Modificato con D.C.C. n. 97 del 28/11/2007 Art. 1 - Modalità di utilizzo Le modalità per la

Dettagli

COMUNE DI MURA PROVINCIA DI BRESCIA P.zza Paolo VI, 1 CAP 25070 tel. (0365) 899020 - fax (0365) 899090 E-mail: comune.mura@libero.

COMUNE DI MURA PROVINCIA DI BRESCIA P.zza Paolo VI, 1 CAP 25070 tel. (0365) 899020 - fax (0365) 899090 E-mail: comune.mura@libero. COMUNE DI MURA PROVINCIA DI BRESCIA P.zza Paolo VI, 1 CAP 25070 tel. (0365) 899020 - fax (0365) 899090 E-mail: comune.mura@libero.it TEMPI MEDI DI EROGAZIONE DEI SERVIZI NEL COMUNE DI MURA Artt. 32, comma

Dettagli

ANNO DI RIFERIMENTO: 2009. (ai sensi della Legge Regionale n. 6/2003 art. 6 - secondo periodo)

ANNO DI RIFERIMENTO: 2009. (ai sensi della Legge Regionale n. 6/2003 art. 6 - secondo periodo) BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DI SOGGETTI PUBBLICI O PRIVATI CHE METTONO A DISPOSIZIONE ALLOGGI A FAVORE DI LOCATARI MENO ABBIENTI ANNO DI RIFERIMENTO: 2009 (ai sensi della Legge

Dettagli

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2 Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 1 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE Stazione Ecologica Attrezzata. APPROVATO CON DELIBERA CONSILIARE N. 23 del 31.05.2007

REGOLAMENTO DI GESTIONE Stazione Ecologica Attrezzata. APPROVATO CON DELIBERA CONSILIARE N. 23 del 31.05.2007 REGOLAMENTO DI GESTIONE Stazione Ecologica Attrezzata APPROVATO CON DELIBERA CONSILIARE N. 23 del 31.05.2007 REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLA STAZIONE ECOLOGICA ATTREZZATA (SEA) ART. 1 - FUNZIONE E DESTINATARI

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA RACCOLTA DEI RIUFIUTI 2013-2016. Ufficio tecnico Comunale CH-6723 Prugiasco. Tel. 091 871 14 34 utc@acquarossa.ch www.acquarossa.

INFORMAZIONI SULLA RACCOLTA DEI RIUFIUTI 2013-2016. Ufficio tecnico Comunale CH-6723 Prugiasco. Tel. 091 871 14 34 utc@acquarossa.ch www.acquarossa. INFORMAZIONI SULLA RACCOLTA DEI RIUFIUTI 2013-2016 Ufficio tecnico Comunale CH-6723 Prugiasco Tel. 091 871 14 34 utc@acquarossa.ch www.acquarossa.ch 1 RIFIUTI SOLIDI E URBANI Rifiuti misti che non possono

Dettagli

COMUNE DI. Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO.

COMUNE DI. Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO. COMUNE DI Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO. RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI PER RENDERE EFFICIENTE UN SERVIZIO AL CITTADINO NEL RISPETTO DELLE REGOLE DETTATE DALLA COMUNITA

Dettagli

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale Domanda per il rilascio di licenza per l'autotrasporto di cose in conto proprio Alla PROVINCIA DI TRIESTE AREA AMBIENTE E MOBILITÀ U.O. Trasporti e Motorizzazione Via Giuseppe Mazzini, 14 34121 Trieste

Dettagli

COMUNE DI NOCI PROVINCIA DI BARI ******************** ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI

COMUNE DI NOCI PROVINCIA DI BARI ******************** ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI COMUNE DI NOCI PROVINCIA DI BARI ******************** ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Avviso pubblico per la presentazione di manifestazione di interesse da parte dei proprietari di immobili disponibili

Dettagli

C.C.N.L. LAVORO DOMESTICO

C.C.N.L. LAVORO DOMESTICO Finanze & Lavoro Gruppo Editoriale Esselibri-Simone Appendice di aggiornamento al volume FL 18 C.C.N.L. LAVORO DOMESTICO Edizione Aprile 2003 Questa appendice è scaricabile gratuitamente dal sito internet:

Dettagli

fare il numero, digitare rimasto, che possiamo ancora usare i diversi valori seguente, che viene dopo

fare il numero, digitare rimasto, che possiamo ancora usare i diversi valori seguente, che viene dopo Unità 14 Telefonare fuori casa In questa unità imparerai: che cosa sono e come funzionano le schede telefoniche prepagate le parole legate alla telefonia a conoscere i pronomi e gli avverbi interrogativi

Dettagli

TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2011/2012. Nota sulle operazioni di rilascio

TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2011/2012. Nota sulle operazioni di rilascio TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2011/2012 Nota sulle operazioni di rilascio MATERIALE CONSEGNATO A PROVINCE E COMUNI Ad ogni Provincia vengono consegnati i tesserini non personalizzati,

Dettagli

Richiesta risarcimento danni

Richiesta risarcimento danni Richiesta risarcimento danni Al Sindaco del Comune di Prato Il/la sottoscritto/a (nome e cognome) nato/a a il, residente a Provincia in via/piazza n. domiciliato/a in (prov. ) in via Telefono Cellulare

Dettagli

DOMANDA INTERVENTI PER LE FAMIGLIE VULNERABILI

DOMANDA INTERVENTI PER LE FAMIGLIE VULNERABILI Allegato 1a) ZONA SOCIALE DOMANDA INTERVENTI PER LE FAMIGLIE VULNERABILI Legge regionale 16 febbraio 2010, n. 13 e regolamento regionale del 20 maggio 2011, n. 5 AL SINDACO DEL COMUNE DI Oggetto: DOMANDA

Dettagli

La Raccolta Differenziata

La Raccolta Differenziata La Raccolta Differenziata Le norme principali Le istruzioni per l uso Le norme principali Il Regolamento comunale è un insieme di norme utili a salvaguardare il decoro di Roma e a garantire una corretta

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI DEL CENTRO STORICO

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI DEL CENTRO STORICO REGOLAMENTO PER L'ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI DEL CENTRO STORICO VERSIONE DEFINITIVA (APPROVATA DA CONSIGLIO COMUNALE) ARTICOLI 1 FINALITA'

Dettagli

Orari: Dal lunedì al venerdì 9.00-12.30 martedì pomeriggio 16.00-17.30 sabato 10.00-11.30

Orari: Dal lunedì al venerdì 9.00-12.30 martedì pomeriggio 16.00-17.30 sabato 10.00-11.30 -Area 6 Settore 1 Servizi Demografici Orari: Dal lunedì al venerdì 9.00-12.30 martedì pomeriggio 16.00-17.30 sabato 10.00-11.30 Email: anagrafe@comune.montagnana.pd.it pec : montagnana.pd@cert.ip-veneto.net

Dettagli

Procedure per la registrazione imprese alimentari LINEE GUIDA

Procedure per la registrazione imprese alimentari LINEE GUIDA Procedure per la registrazione imprese alimentari LINEE GUIDA NORMATIVA DI RIFERIMENTO Regolamento CE 852/2004 Regolamento CE 853/2004 Linee guida sancite dall accordo Stato-Regioni rep. n. 2470 e 2477

Dettagli

CITTA DI SANTENA TERMINE PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI SERVIZI AL CITTADINO E ALLE IMPRESE PROVINCIA DI TORINO ALLEGATO B SCHEDA RELATIVA AI DEI

CITTA DI SANTENA TERMINE PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI SERVIZI AL CITTADINO E ALLE IMPRESE PROVINCIA DI TORINO ALLEGATO B SCHEDA RELATIVA AI DEI ALLEGATO B SCHEDA RELATIVA AI PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI DEI SERVIZI AL CITTADINO E ALLE IMPRESE URP E TUTTE LE ALTRE UNITA ORGANIZZATIVE DEL COMUNE Visione atti e rilascio di copie atti e provvedimenti:

Dettagli

COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE

COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE . COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE Allegato Delibera di Giunta Comunale n. 54 del 15.02.2010-1 - INDICE Art. 1 Riferimenti Normativi Art. 2 Principi e finalità Art. 3 Campi

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO. l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n.

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO. l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n. Marca da da bollo bollo 14,62 DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n. CHIEDE l assegnazione di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica adeguato al proprio

Dettagli

ZONA SOCIALE N. 5. Il/La sottoscritto/a nome cognome

ZONA SOCIALE N. 5. Il/La sottoscritto/a nome cognome ZONA SOCIALE N. 5 Comuni di Castiglione del Lago- Città della Pieve- Magione- Paciano - Panicale - Passignano s.t. Piegaro Tuoro s.t. DOMANDA INTERVENTI PER LE FAMIGLIE VULNERABILI Legge regionale 16 febbraio

Dettagli

Non più rifiuti ma risorse.

Non più rifiuti ma risorse. Non più rifiuti ma risorse. La raccolta differenziata porta a porta nel Comune di Bibbiano. GUIDA PER LE ATTIVITÀ COMMERCIALI, PRODUTTIVE E PER GLI UFFICI. Comune di Bibbiano Opuscolo PAP UND Bibbiano.indd

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO DEL BANDO. Art. 2 DURATA. Art. 3 REQUISITI

Art. 1 - OGGETTO DEL BANDO. Art. 2 DURATA. Art. 3 REQUISITI BANDO PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER: LA TRASFORMAZIONE DELL'ALIMENTAZIONE DI AUTOVETTURE DA BENZINA A GPL O A METANO L ACQUISTO DI NUOVI CICLOMOTORI E MOTOCICLI FINO A 250 cc O ELETTRICI, PREVIA ROTTAMAZIONE

Dettagli

RACCOLTA DIFFERENZIATA a Porta ECOCALENDARIO2015/16

RACCOLTA DIFFERENZIATA a Porta ECOCALENDARIO2015/16 RACCOLTA DIFFERENZIATA a Porta ECOCALENDARIO2015/16 SACCHETTO AVORIO (biodegradabile e compostabile) NEL CONTENITORE MARRONE > ORGANICO COSA: briciole, bucce di frutta e verdura, lettiera per animali,

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per. ricongiungimento familiare ai sensi. dell art. 29 del D.LG.VO n.286/98

Richiesta nominativa di nulla osta per. ricongiungimento familiare ai sensi. dell art. 29 del D.LG.VO n.286/98 Richiesta nominativa di nulla osta per Allo Sportello Unico per ricongiungimento familiare ai sensi l Immigrazione dell art. 29 del D.LG.VO n.286/98 di come modificato dalla legge n.189/02 sigla provincia

Dettagli

CONVENZIONE PER L UTILIZZO DELLA FORESTERIA TRA. l UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA, di seguito denominata Università, con sede

CONVENZIONE PER L UTILIZZO DELLA FORESTERIA TRA. l UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA, di seguito denominata Università, con sede CONVENZIONE PER L UTILIZZO DELLA FORESTERIA TRA l UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA, di seguito denominata Università, con sede in via dell Artigliere n. 8 a Verona, Codice Fiscale 93009870234, nella persona

Dettagli

Informativa aggiornata al 7 Gennaio 2015 LA PRESENTE ANNULLA LE CONDIZIONI DI QUELLA PRECEDENTE

Informativa aggiornata al 7 Gennaio 2015 LA PRESENTE ANNULLA LE CONDIZIONI DI QUELLA PRECEDENTE Informativa aggiornata al 7 Gennaio 2015 LA PRESENTE ANNULLA LE CONDIZIONI DI QUELLA PRECEDENTE Gentile appassionato, In allegato troverai la modulistica da compilare per diventare socio della Federazione

Dettagli

Guida all uso dell autocertificazione COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI

Guida all uso dell autocertificazione COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI Guida all uso dell autocertificazione COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI 4 edizione febbraio 2005 La guida è stata elaborata sulla base dell opuscolo informativo predisposto dalla Presidenza del Consiglio

Dettagli

MANUALE RACCOLTA RIFIUTI

MANUALE RACCOLTA RIFIUTI COMUNE DI SAN GIORGIO CANAVESE Provincia di Torino Tel. 0124-32.121 Fax. 0124-32.51.06 e-mail: municipio@comunesangiorgio.it P.E.C.: sangiorgiocanavese@pcert.it P.IVA/Cod.Fisc.: 02143040018 MQ Ref.: E:\Documenti\Desktop\S.C.S.

Dettagli

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI Corso di formazione sulla raccolta differenziata I rifiuti: un problema? Sono tanti Ogni italiano (neonati compresi) produce in media 532 Kg di rifiuti all anno

Dettagli

Procedimenti amministrativi 1

Procedimenti amministrativi 1 Scheda di rilevazione dei procedimenti amministrativi (art. 35, comma 1, del D.Lgs. 33/2013) Soc.01 A1) Breve descrizione del procedimento ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI. su richiesta del cittadino, viene

Dettagli

IL BONUS SULLE BOLLETTE DEL GAS: DALL 11 GENNAIO 2010 SI PUÒ INOLTRARE LA DOMANDA AL COMUNE

IL BONUS SULLE BOLLETTE DEL GAS: DALL 11 GENNAIO 2010 SI PUÒ INOLTRARE LA DOMANDA AL COMUNE IL BONUS SULLE BOLLETTE DEL GAS: DALL 11 GENNAIO 2010 SI PUÒ INOLTRARE LA DOMANDA AL COMUNE Dopo il bonus elettrico arriva il bonus gas, un aiuto riservato alle famiglie in difficoltà economica o numerose,

Dettagli

(PROVINCIA DI ROMA) MANIFESTAZIONE OCCASIONALE DI PUBBLICO SPETTACOLO DOMANDA NUOVA AUTORIZZAZIONE

(PROVINCIA DI ROMA) MANIFESTAZIONE OCCASIONALE DI PUBBLICO SPETTACOLO DOMANDA NUOVA AUTORIZZAZIONE CITTÀ DI FIUMICINO (PROVINCIA DI ROMA) Marca Bollo 16,00 AL S.U.A.P. Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di Fiumicino MANIFESTAZIONE OCCASIONALE DI PUBBLICO SPETTACOLO DOMANDA NUOVA AUTORIZZAZIONE

Dettagli

TABELLA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI COMPETENZE DELL ENTE.

TABELLA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI COMPETENZE DELL ENTE. Comune di Sperone Provincia di Avellino TABELLA DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI COMPETENZE DELL ENTE. APPROVATA CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 70 DEL 26.9.2013. ******************************************

Dettagli

TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2009/2010. Nota sulle operazioni di rilascio

TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2009/2010. Nota sulle operazioni di rilascio TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2009/2010 Nota sulle operazioni di rilascio MATERIALE CONSEGNATO A PROVINCE E COMUNI Ad ogni Provincia vengono consegnati i tesserini non personalizzati,

Dettagli

Legale rappresentante della società sede legale in via n. CAP P.IVA n. iscrizione al Registro Imprese CCIAA di

Legale rappresentante della società sede legale in via n. CAP P.IVA n. iscrizione al Registro Imprese CCIAA di AUTNOL AL COMUNE DI TREZZO SULL ADDA Servizio Commercio e Attività produttive Via Roma 5 20056 TREZZO SULL ADDA AUTONOLEGGIO SENZA CONDUCENTE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÁ (ai sensi dell

Dettagli

RICHIESTA DI NULLA OSTA

RICHIESTA DI NULLA OSTA RICHIESTA DI NULLA OSTA Marca da bollo 14,62 Spazio riservato al Protocollo Al Comune di Gadesco Pieve Delmona Il/la sottoscritto/a - visto il D.P.R. 445/2000 C H I E D E il rilascio del nulla osta comunale

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEGLI OGGETTI RINVENUTI. (Norme di riferimento: artt. 927-928-929-930-931 c.c.) ART. 1 Oggetto del Regolamento

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEGLI OGGETTI RINVENUTI. (Norme di riferimento: artt. 927-928-929-930-931 c.c.) ART. 1 Oggetto del Regolamento DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEGLI OGGETTI RINVENUTI. (Norme di riferimento: artt. 927-928-929-930-931 c.c.) ART. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina le funzioni che il Codice

Dettagli

CARTA, CARTONCINO, CARTONE

CARTA, CARTONCINO, CARTONE CARTA, CARTONCINO, CARTONE QUALI SI: giornali e riviste, tabulati di fotocopie, carta da pacchi, imballaggi di carta e cartoncini in genere, sacchetti di carta, scatole e scatoloni anche ondulato, cartoni

Dettagli

settoreamministrativo@comune.triuggio.mi.it Posta Elettronica Certificata comune.triuggio@cert.comune.triuggio.mi.it

settoreamministrativo@comune.triuggio.mi.it Posta Elettronica Certificata comune.triuggio@cert.comune.triuggio.mi.it Numeri Utili Città Triuggio Provincia Milano Regione Lombardia Superficie 8.42 Kmq C.A.P 20050 Codice Catastale L434 Comune gemellato con Fismes - Francia www.fismes.fr MUNICIPIO: via V. Veneto, 15 Centralino

Dettagli

Procedimenti ad istanza di parte

Procedimenti ad istanza di parte richiesta cartella clinica dichiarazione di nascita certificazione di ricovero esenzione dal contributo di digitalizzazione Accesso civico Autocertificazione per la determinazione del ticket per prestazioni

Dettagli

Il/La sottoscritto/a. nato/a a il. e residente in (prov. ) via n. Codice Fiscale P. IVA DICHIARA (3)

Il/La sottoscritto/a. nato/a a il. e residente in (prov. ) via n. Codice Fiscale P. IVA DICHIARA (3) Città metropolitana di Venezia mod. TR040 ver. 02-09.15 TRASPORTI DOMANDA DI RILASCIO LICENZA AUTOTRASPORTO DI COSE IN CONTO PROPRIO PER VEICOLI CON PORTATA UTILE OLTRE 30 QUINTALI marca da bollo da 16,00

Dettagli

Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE

Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Dipartimento della Funzione Pubblica Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE Certificati addio: dal 7 marzo le amministrazioni

Dettagli

PERMESSO DI SOGGIORNO CE PER SOGGIORNANTI DI LUNGO PERIODO

PERMESSO DI SOGGIORNO CE PER SOGGIORNANTI DI LUNGO PERIODO PERMESSO DI SOGGIORNO CE PER SOGGIORNANTI DI LUNGO PERIODO Puoi richiedere il Permesso di Soggiorno per Soggiornanti di Lungo Periodo (S.L.P), già Carta di Soggiorno, per te e per i tuoi familiari, se:

Dettagli

ECO-INCENTIVI STATALI 2008 per la sostituzione o trasformazione di veicoli inquinanti e altri contributi a favore della mobilità sostenibile

ECO-INCENTIVI STATALI 2008 per la sostituzione o trasformazione di veicoli inquinanti e altri contributi a favore della mobilità sostenibile ECO-INCENTIVI STATALI 2008 per la sostituzione o trasformazione di veicoli inquinanti e altri contributi a favore della mobilità sostenibile Il decreto milleproroghe (D.L. 248/2007) varato dal Consiglio

Dettagli

DOMANDA DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI FORNITURA PASTI A DOMICILIO

DOMANDA DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI FORNITURA PASTI A DOMICILIO AL 6 SETTORE DEL COMUNE DI ALBIGNASEGO (PD) Via Milano, 7 35020 Albignasego (PD) DOMANDA DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI FORNITURA PASTI A DOMICILIO Il/La sottoscritto/a nato/a il / / a residente ad Albignasego

Dettagli

con la collaborazione di: Associazione Cittadini del Mondo Osservatorio Provinciale Rifiuti Centro Servizi per l Immigrazione

con la collaborazione di: Associazione Cittadini del Mondo Osservatorio Provinciale Rifiuti Centro Servizi per l Immigrazione 29 art direction Laura Magni impaginazione grafica Laura Bortoloni Coop G Brodolini via N Bonnet, 29 Porto Garibaldi (FE) Call center clienti 800 601789 Realizzato dallo Sportello Ecoidea della Provincia

Dettagli

Agenzia delle Entrate

Agenzia delle Entrate Agenzia delle Entrate Direzione Regionale della Lombardia COMITATO TRIBUTARIO REGIONALE NOTIZIE UTILI SU TRIBUTI E LAVORO (Norme in vigore al 30/4/2003) SEI IMMIGRATO E HAI DIFFICOLTA CON LA LINGUA ITALIANA?

Dettagli

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 14 Informativa OGGETTO: Attività Produttive. Commercio su area pubblica. Determinazione

Dettagli

A R E A P I A N I F I C A Z I O N E E G E S T I O N E D E L T E R R I T O R I O S E R V I Z I O A M B I E N T E E D E C O L O G I A

A R E A P I A N I F I C A Z I O N E E G E S T I O N E D E L T E R R I T O R I O S E R V I Z I O A M B I E N T E E D E C O L O G I A A R E A P I A N I F I C A Z I O N E E G E S T I O N E D E L T E R R I T O R I O S E R V I Z I O A M B I E N T E E D E C O L O G I A COMUNE DI OPERA SERVIZIO AMBIENTE ED ECOLOGIA Campagna informativa

Dettagli

COMUNE DI GRUMELLO DEL MONTE PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI GRUMELLO DEL MONTE PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI GRUMELLO DEL MONTE PROVINCIA DI BERGAMO MODULO UTENZA SPECIALE AUTOCERTIFICAZIONE AI FINE DELL APPLICAZIONE DELLA TASSA DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI IL SOTTOSCRITTO Cognome Nome Codice

Dettagli

fare il numero, digitare rimasto, che possiamo ancora usare i diversi valori seguente, che viene dopo

fare il numero, digitare rimasto, che possiamo ancora usare i diversi valori seguente, che viene dopo Unità 14 Telefonare fuori casa CHIAVI In questa unità imparerai: che cosa sono e come funzionano le schede telefoniche prepagate le parole legate alla telefonia a conoscere i pronomi e gli avverbi interrogativi

Dettagli

COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE DEFINIZIONE DEI CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DEI SOGGETTI CHE RICHIEDONO PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE 1 ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento,

Dettagli

COMUNE CAMPI BISENIO. Ordinanza per l istituzione e la disciplina della zona a traffico limitato e del centro storico di Capalle

COMUNE CAMPI BISENIO. Ordinanza per l istituzione e la disciplina della zona a traffico limitato e del centro storico di Capalle COMUNE CAMPI BISENIO Ordinanza per l istituzione e la disciplina della zona a traffico limitato e del centro storico di Capalle Ordinanza del Responsabile del Servizio Mobilità e Traffico n. 262/2005 IL

Dettagli

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO ASSEGNAZIONE ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA COMUNE DI SERIATE

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO ASSEGNAZIONE ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA COMUNE DI SERIATE REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO ASSEGNAZIONE ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (Regolamento Regionale n. 1/2004 e s.m.i.- LL.RR.27/2009) COMUNE DI SERIATE Dal 5 ottobre al 14 dicembre

Dettagli

ATM. Giovani. Studenti. per i. e per gli

ATM. Giovani. Studenti. per i. e per gli ATM per i Giovani e per gli Studenti Edizione gennaio 03 . ABBONARSI AI MEZZI ATM ATM, per rispondere alle diverse esigenze di mobilità, offre ai giovani e agli studenti una serie di agevolazioni sull

Dettagli

Chi può farlo: L'interessato, il delegato, il Tutore, il genitore o il Procuratore.

Chi può farlo: L'interessato, il delegato, il Tutore, il genitore o il Procuratore. Domanda contrassegno speciale di circolazione. Descrizione: Il contrassegno speciale consente il parcheggio gratuito nei posti riservati segnalati da apposito cartello e delimitati da strisce gialle, la

Dettagli

SEGNALA di dare inizio

SEGNALA di dare inizio Protocollo generale n. AL SIG. SINDACO del Comune di CARONNO PERTUSELLA P.zza A. Moro, 1 21042 CARONNO PERTUSELLA (VA) SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ ai sensi dell art. 19 legge n. 241/1990

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DEGLI OGGETTI RINVENUTI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DEGLI OGGETTI RINVENUTI COMUNE DI CODOGNE (Provincia di Treviso) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DEGLI OGGETTI RINVENUTI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 4 in ata 26 Aprile 2006. La deliberazione ed il regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE E L UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE E L UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE E L UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA Approvato con deliberazione C.C. n. 7 del 15.02.2007 Art. 1 (Oggetto del regolamento) 1. Il presente regolamento ha per oggetto

Dettagli