Invochiamo a gran voce l autorità centrale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Invochiamo a gran voce l autorità centrale"

Transcript

1 Aspettando la Puglia di Chiara Schiavano La proposta di abolire i consorzi non è certo una idea originale de Lo Scirocco, bensì una proposta del Ministro per la Semplificazione, Roberto Calderoli, il quale ha da poco annunciato (il 28 ottobre 2009) che a fine mese cadrà la ghigliottina su quegli enti inutili «che non si sono ristrutturati, non hanno chiuso, non hanno ridotto il personale e non hanno tagliato le spese». > 5 È il mare che ingoia la costa? di Simone Zecca Alla luce delle violente mareggiate che hanno interessato i litorali salentini nell inverno del 2008 è nuovamente tornato alla ribalta il problema dell erosione costiera. Numerose località salentine hanno subito consistenti arretramenti della fascia costiera. La forza delle onde ha eroso completamente metri di spiaggia emersa, mettendo seriamente a rischio abitazioni costruite a ridosso del mare, strutture portuali, cancellando rinomati litorali ad alta frequentazione turistica. > 22 Donne in prima linea Intervista a Marisa Stivala, dell associazione Spazio Donna, che ci racconta le attività, i progetti e le difficoltà di un associazione di Presicce impegnata a favore delle donne >14 REDAZIONE: via Piave, UGENTO (Le) cell tel/fax San Martino, evviva il vino! Si stappa il vino novello e si gustano le prime caldarroste: la festa del santo del mantello si festeggia tra culto e tradizioni. Un occasione per riscoprire il vino in cantina, a Leverano e al Museo del Vino Primitivo >16-17 Ambiente, croce e delizia Grandi investimenti in energie pulite e fonti rinnovabili, impianti di nuova generazione per smaltire i rifiuti eppure lungo le strade delle nostre campagne più belle straripano ancora discariche abusive >18 Ebrei nel Salento Il passaggio del popolo eletto venne registrato in varie epoche e in cittadine differenti: ad Alessano, lasciando in eredità il loro nome agli abitanti e a Nardò per rifugiarsi dalla guerra >8 Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia. Il resto è propaganda H. Verbitsky anno 2 numero 3 C O N T R O G L I E N T I I N U T I L I Invochiamo a gran voce l autorità centrale Intervista al Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo di Federica Ricchiuto Tempi duri per l Agroalimentare non solo in Italia, ma in tutta Europa: risale solo ad alcuni giorni fa la protesta dei produttori francesi del settore lattiero- caseario, con intere autobotti di latte riversato sul terreno. E qual è il futuro dell agricoltura in un Sud sempre più in difficoltà? Lo abbiamo chiesto a Paolo De Castro, Senatore della Repubblica per il Partito Democratico fino alle ultime elezioni europee, nelle quali è stato eletto nella circoscrizione Mezzogiorno per il parlamento di Strasburgo. > 20 di Serena Rollo Aboliamo le province! Aboliamo i consorzi! Aboliamo gli enti inutili! Demagogia. Ecco di cosa si tratta. Facciamo mostra di condividere i malumori e le rivendicazioni, anche irragionevoli, della maggioranza e di batterci per dare ad essi una risposta positiva. Cosa c è, infatti, di più irragionevole che pensare di poter modernizzare il nostro paese? Viviamo in uno Stato in cui è naturale aggiungere e sovrapporre. Semplificare è un vocabolo ancora ignoto. Eliminare le province? Ma sono nella Costituzione. Probabilmente i padri fondatori della nostra Repubblica andarono sul monte Sinai a ricevere questa Carta. Altrimenti come si spiega il carattere di sacralità con cui viene considerata? Guai a modificarla. Eliminare gli enti inutili? Ma dove andrebbero i loro presidenti, vicepresidenti, consiglieri e soprattutto cosa ne sarebbe degli equilibri di potere che si erano costituiti e che tornano così utili quando si tratta di andare alle urne? > 3

2

3 (continua dalla prima pagina) Il risultato è stato il rafforzamento di clientelismi, la moltiplicazione delle lotte per il potere e l accaparramento di poltrone. L etica della responsabilità individuale, quella che in politica si definisce moderazione e che Montesquieu indicava come il carattere specifico della classe dirigente, è stata totalmente dimenticata. Nessun freno per i propri privilegi ed interessi personali. Come negare, allora, che hanno ragione quanti sostengono che stanno venendo meno le condizioni minime della democrazia e che questo è particolarmente evidente a livello locale (comuni, province e regioni)? Come negare che questo fenomeno caratterizza soprattutto l Italia T E M I C A L D I 3 RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Su segnalazione di un nostro lettore, notiamo come su Pagine Gialle Casa compaia una Comunità Montana a Taviano, con rispettivi recapiti telefonici. Si tratta di un errore? O ci siamo persi qualcosa? NON SIATE ANONIMI Tutte le lettere e le segnalazioni che vorrete inviare alla redazione de Lo Scirocco devono necessariamente indicare il vostro nome, cognome, indirizzo e numero di telefono. Le lettere anonime, infatti, non saranno prese in considerazione. Tuttavia sarà rispettata la volontà di coloro che, in casi eccezionali, chiederanno la riservatezza pur indicando le loro generalità. C O N T R O G L I E N T I I N U T I L I Invochiamo a gran voce l autorità centrale Ovvero alimentiamo la speranza che semplificare si può è vero che il populismo è la degenerazione della democrazia, queste parole giungono come ulteriore conferma del fatto che la nostra è una democrazia degenerata. Quali le risposte? I ministri - da Brunetta a Maroni, a Calderoli - si affannano a dirci che abbiamo ragione a dire che gli enti inutili vanno eliminati, che l amministrazione pubblica deve essere riformata, addirittura rivoluzionata. E poi? E poi, se saremo fortunati, verranno tagliati i rami secchi, i vassallini di cui non si ha più bisogno. Come si spiegherebbe altrimenti che le prime ad essere candidate alla ghigliottina siano state proprio le comunità montane? Siamo onesti, chi volete se ne freghi a Roma di quei montanari? Serena Rollo meridionale dove, per tradizioni storiche, dobbiamo pure fare i conti con infiltrazioni criminali ad ogni livello della pubblica amministrazione? Invochiamo, allora, a gran voce l intervento dell autorità centrale, affinché semplifichi il farraginoso sistema dei livelli di governo, cambi gli assetti della Pubblica Amministrazione, allontani i corrotti, riduca i costi della politica. É il trionfo della demagogia. Ma se

4 Come un uomo che messo un piede in fallo si ritrova sospeso a un parapetto e sente le sue mani abbandonare lentamente la presa, così si trovano le sei proposte di legge presentate in Parlamento per l abolizione delle province. A penzoloni nel vuoto. Figurarsi se qualcuno dei deputati farà lo sforzo di correre in loro soccorso, il tipico immobilismo italiano li condanna alla stasi. I più accorti invece, non visti, cercheranno di buttarle giù. Poi verrà il solito dolersi, le solite parole. Non è possibile eliminare un ente riconosciuto dalla Costituzione. Non si può definire inutile l Istituzione Provincia in sé, bisogna distinguere le singole realtà. T E M I C A L D I 4 A B O L I A M O L E P R O V I N C E Tagli e soluzioni (provinciali) per risanare il debito Il buco nel bilancio della Provincia di Lecce è stato scoperto. Che fare? Non basta eliminare i consorzi, gli enti parco, le autorità d ambito territoriale ed altri enti che svolgono funzioni riconducibili alle province, per avere un immediata riduzione dei costi? Ma non erano forse le province a svolgere funzioni proprie di regioni e comuni? Intanto il peggio viene a galla. Il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, denuncia un buco nel bilancio provinciale di oltre 14 milioni di euro. Poi si corregge e il deficit aumenta sino a 17 milioni e mezzo. La cifra, ricavata dall assessore ai Servizi finanziari Macculi, mette insieme spese di funzionamento dell ente per euro, pretese creditorie per euro, debiti fuori bilancio riconosciuti dal precedente Consiglio per euro, debiti fuori bilancio riconosciuti dall attuale consiglio per euro, euro di minori entrate e da pagare alla BNL per uscire dagli Swap. Swap? Possibile? Sì, mentre il resto del mondo sprofondava nella crisi e scopriva a sue spese la pericolosità dei derivati, la Provincia di Lecce investiva in Borsa, perdeva, rinegoziava i titoli e continuava a perdere. Con buona pace di qualunque comportamento prudenziale o di quel minimo di buon senso che almeno chi gestisce la contabilità pubblica dovrebbe avere. E ora? Se al momento il ricorso alla dichiarazione di dissesto è stato rinviato al marzo 2010, quando dovrà essere approvato il nuovo bilancio, occorre almeno limitare i costi. Via allora matite, temperini e francobolli dagli uffici provinciali. Ma non sarà solo la cancelleria a risentire dei tagli alle spese voluttuarie. Le riduzioni riguarderanno anche telefonini, monitor, pubblicazioni editoriali, spese di rappresentanza, abbonamenti a quotidiani e periodici e ancora illuminazione, riscaldamento e impianti di condizionamento. Persino la carta per uso asciugamani e i prodotti per i servizi di pulizia non saranno esenti. Il rischio è però che i risparmi siano piuttosto limitati. Ecco allora due proposte che si presentano come decisive: la riduzione del 30% degli stipendi degli amministratori e la rimodulazione degli assetti che riguardano le società partecipate. Per le urgenze resta sempre la vendita dei beni. È il caso dell edificio che attualmente ospita il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e che sarà acquistato per euro dal Ministero dell Interno. Ma come dal Ministero? Non si tratta forse di un bene della Provincia e, dunque, già dello Stato italiano? E il denaro con cui avverrà questa transazione non proviene forse dal prelievo fiscale? Ci risiamo. I soliti provincialismi. Serena Rollo

5 Se il ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale non fosse più oneroso dello stesso contributo di bonifica, i consorziati non sarebbero così rassegnati all esborso. Costa meno pagare che non farlo. Eppure la legislazione stabilisce che i Consorzi - in quanto enti pubblici economici - non possono avvalersi della riscossione dei propri contributi mediante i ruoli di contribuenza. Come si spiega allora l invio di cartelle esattoriali che fruttano ai Consorzi oltre 150 milioni di euro ogni anno? La risposta è tragicamente semplice. Per lo Stato i Consorzi sono lo strumento attraverso cui scaricare sui privati proprietari il costo di opere pubbliche che dovrebbero essere finanziate dalla fiscalità generale. Questo nel migliore dei casi. Perché nella realtà dei fatti ci troviamo a pagare enti che non solo non forniscono alcun beneficio alle nostre proprietà, ma che anzi spesso si servono dei contributi riscossi per risanare i danni della loro cattiva gestione. Non ultimo il caso di un Consorzio a noi molto vicino che non contento di aver approvato un progetto del tutto sbagliato, si è persino opposto ai tentativi dell impresa appaltatrice per modificarlo. La questione è finita in sede giudiziaria e il consorzio è stato condannato a pagare. Ovviamente con i soldi dei molto beneficiati consorziati. Certo nei Consorzi non c è solo cattiva amministrazione e malgoverno. Ci sono anche validi piani volti a migliorare il sistema idrico. Ma ci chiediamo: perché non sono sufficienti, a questi scopi, gli interventi di comuni e regioni, o delle tanto deprecate province, che nello sviluppo del territorio dovrebbero avere la loro ragion d essere? Continuiamo a mantenere in vita un sistema fatto di enti locali e livelli intermedi di gestione che determina non solo una sovrapposizione di funzioni, ma - soprattutto - una moltiplicazione di costi. T E M I C A L D I 5 A B O L I A M O I C O N S O R Z I D I B O N I F I C A Rassegniamoci e paghiamo Enti e livelli intermedi che moltiplicano i costi Accettiamo che i consorzi impongano contributi su cui non viene effettuato alcun controllo da parte di alcuna autorità, in modo assolutamente autoreferenziale. R I F O R M A E R I O R D I N O Aspettando la Puglia Il Codice delle Autonomie è in esame dal Governo; la legge regionale pugliese attende l approvazione del consiglio ABOLIAMO I CONSORZI DI BONIFICA Se vuoi aderire anche tu alla nostra proposta di abolizione dei Consorzi di Bonifica, enti costosi, inutili e improduttivi, compila il seguente coupon con i tuoi dati e invialo alla redazione con un fax, una mail o per posta. Ci faremo portavoce dei risultati raggiunti. Nome... Cognome... Indirizzo... Città Firma... Redaz. Lo Scirocco - via Piave, Ugento (Le) Fax Non sorprendiamoci, allora, scoprendo che i consorzi di bonifica nel solo Meridione controllano oltre l 80% del territorio anche se le zone umide sull intera superficie nazionale rappresentano meno dello 0,2%. Serena Rollo (continua dalla prima pagina) Non è certo una questione personale se in Italia è diventata una necessità fare un scrematura dei circa 34mila enti e consorzi minori, ognuno con il rispettivo ordinamento, (che formalmente si suddividono le competenze ma che di fatto sono legittimati a restare inerti davanti a situazioni problematiche, perché è sempre possibile obiettare non è di mia competenza oppure i disagi non sono stati causati da questo ente ) collocati tra Comuni e Regioni che, come ha affermato lo stesso ministro, bruciano risorse solo per sopravvivere. Associati all Anbi - Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni - sono 119 Consorzi di Bonifica che, in tutta Italia, gestiscono km di canali, controllano 18milioni di ettari di territorio e hanno alle proprie dipendenze impiegati - di cui oltre quelli pugliesi - più 308 dirigenti, che saranno comunque reimpiegati in caso di approvazione del Codice delle Autonomie proposto da Calderoli. Tale bozza, nella sua proposta, prevedeva per le regioni un anno di tempo per avviare la procedura di semplificazione e riordino, tra gli altri, anche dei Consorzi di Bonifica. Questo termine è trascorso e, come da copione, si dovrebbe procedere con la soppressione da parte del Governo e il trasferimento delle relative competenze direttamente a Regioni o Province. Nel settembre 2008 venne raggiunto un accordo Stato-Regioni attraverso il quale molte regioni si sono attivate: il Veneto ha approvato, nell aprile scorso, la legge per ridurre a 10 i 20 consorzi sotto la sua competenza; la Puglia è in attesa della legge che attui il riordino e diminuisca a 4 gli attuali 6. Il disegno di legge n.32 del 18/07/2006 Nuove norme in materia di bonifica integrale e di riordino dei Consorzi di Bonifica è stato approvato lo scorso gennaio dalla IV Commissione - Attività Produttive del Consiglio Regionale pugliese. Ora attende di essere discusso e approvato in Consiglio. Ricordiamo che - nell attesa - nell ambito del disegno di legge Disposizione per la formazione del bilancio di previsione 2009 e bilancio pluriennale della Regione Puglia è stato approvato, il 28 aprile scorso, all unanimità dal Consiglio Regionale, l articolo che prevede lo stanziamento di 32 milioni di euro per assicurare il funzionamento dei Consorzi di Bonifica pugliesi. Attendiamo ancora? Chiara Schiavano

6 Se provassimo a chiedere a qualcuno, adulto o giovane, uomo o donna, se ci sia un italiano, nella storia o nella politica nazionale, al quale vorrebbe ispirarsi, le probabilità di non ricevere alcuna risposta sarebbero incredibilmente alte. Ciò non dipende tanto dall assenza di modelli che potrebbero essere di esempio per i cittadini, quanto piuttosto dalla scarsa importanza che soprattutto le istituzioni attribuiscono alla formazione di una coscienza civile ispirata alle gesta di uomini e donne che hanno dato lustro al Paese. Nemmeno l intento di evitare la diffusione di culti nazionalistici potrebbe giustificare una situazione del genere. Come potrebbe esserci, infatti, un nesso di causa-effetto tra l interesse per i cosiddetti eroi nazionali e il nazionalismo? Semmai, la conseguenza più immediata potrebbe essere quella dell affermazione di un nazionalismo positivo, del tutto diverso da quello espresso dal totalitarismo fascista o da quei gruppi politici che a quel periodo si rifanno. Un Paese, invece, in cui l educazione dei giovani si fonda sulla conoscenza delle imprese e delle azioni dei T E M I C A L D I 6 L Italia ha bisogno di eroi I modelli a cui la classe dirigente, presente e futura, dovrebbe ispirarsi suoi uomini e delle sue donne migliori, sono gli Stati Uniti. Certo, gli Usa non sono l unico Paese ad aver adottato un simile modello educativo: si tratta di un caso esemplare, che dimostra come lo sviluppo di una delle democrazie più avanzate sia stato favorito dall adozione di un sistema formativo ispirato alla vita di personalità illustri realmente esistite o esistenti. In ambito politico, personalità come John Fitzgerald Kennedy o I N C H I E S T E Il (Bel)paese dei facili ricorsi 3.5 milioni le istanze presentate nell ultimo anno, soprattutto per multe e pignoramenti Gli italiani, si sa, sono poeti, santi e navigatori. Ma sono soprattutto molto litigiosi, come emerge da una recente inchiesta del Sole 24Ore, che ha quantificato in 3.5 milioni il numero dei ricorsi presentato solo nell ultimo anno a tribunali, enti e authorities. A farne le spese è soprattutto la giustizia civile, schiacciata dal peso di quasi 3 milioni di procedimenti (per la maggior parte pignoramenti e contravvenzioni), ma cresce anche il numero degli italiani che ricorrono alle Autorità di vigilanza per contestare la fatturazione delle bollette energetiche o di quelli che sporgono reclamo nei confronti delle Ferrovie dello Stato e dell Enac (Ente Nazionale per l Aviazione Civile) per i disservizi nel trasporto ferroviario ed aereo. Ma la conseguenza di una tale mole di procedimenti aperti non può essere che un allungamento esponenziale dei tempi, che danneggia soprattutto chi si trova dalla parte della ragione. Ma perché tanti italiani, allora, continuano a ricorrere ai tribunali per dirimere i loro contenziosi? La risposta è semplice: è più conveniente, nel caso in cui si sia palesemente in torto, ricorrere in tribunale ed allungare i tempi del giudizio, magari confidando in un abbandono della controparte, piuttosto che affrontare una conciliazione senza arrivare al processo. Per questo l apparato burocratico sta reagendo, attivando una serie di misure di dissuasione che renderanno più difficile l accumulo, e talvolta persino l approdo, di ricorsi ingiustificati in tribunale. Significativo è l esempio della conciliazione: nel caso in cui se ne rifiuti il risultato, ma dal processo si ottenga un risarcimento uguale a quello rifiutato, si è tenuti a pagare le spese processuali, nonostante la vittoria della causa. Vengono inasprite, inoltre, le sanzioni nel caso in cui si ricusi un giudice con il solo scopo di allungare i tempi del processo, e viene costituito un ufficio ad hoc in Cassazione per filtrare le richieste prive dei requisiti minimi di ammissibilità. Nella speranza, quindi, che non si ripetano casi come quello dei ladri di tegole sorpresi a rubare sul tetto di una casa colonica in provincia di Perugia: si sono difesi fino in Cassazione, sostenendo che la casa stava cadendo a pezzi e quindi non potevano essere accusati di furto. Per la cronaca, la Corte li ha condannati. Pietro Fornaciari Martin Luther King, fermamente e appassionatamente impegnate nella conquista di un autentica uguaglianza di tutti i cittadini senza distinzione alcuna, hanno finito per influenzare intere generazioni. Alcuni giovani appartenenti a quelle generazioni hanno, in seguito, intrapreso la carriera politica, riuscendo addirittura ad essere eletti alla presidenza degli Stati Uniti d America. Tra quei giovani, Bill Clinton e Barack Obama. Il primo è stato profondamente segnato dall incontro, possibile grazie ad un iniziativa scolastica, con il presidente Kennedy. Nell intervista in cui ha rievocato questo episodio della sua adolescenza, Clinton ricorda l emozione provata nello stringere la mano dell uomo che stava contribuendo a rivoluzionare la società americana. Quell incontro ha probabilmente cambiato il destino di un uomo. Le idee e le iniziative politiche di Kennedy, insieme a quelle di molte altre menti progressiste e coraggiose (altrettanto meritevoli di essere conosciute), hanno permesso di cambiare il destino di un altro importante uomo e quello di milioni di cittadini americani. L uomo in questione è Barack Obama e potrebbe essere considerato l ultimo anello di una catena virtuosa, in cui ciascun anello simboleggia una sorta di eroe civile ispirato dai suoi predecessori e fonte, a propria volta, d ispirazione. Il premio Nobel conferito di recente ad Obama sembra così suggellare la condivisione, a livello internazionale, delle scelte politiche compiute dall attuale presidente. Un Paese che voglia esprimere una classe dirigente degna di questo nome dovrebbe, forse, cominciare ad intraprendere questo percorso. Mery Albertini

7 Ècertamente il virus più aggressivo degli ultimi anni, il più resistente, e sicuramente il più famoso. L H1N1, anche conosciuto come il virus dell influenza A, è più rinomato di una star di Hollywood, più carismatico del Dalai Lama: c è voluto il suo manifestarsi, e già tante vittime, per insegnare, anche se indirettamente, le norme igieniche per il vivere civile. E finalmente si vedono adulti, vecchi e bambini che si coprono la bocca per starnutire o tossire, si vedono imprenditori aziendali, enti pubblici e privati che attrezzano le loro strutture con diffusori di disinfettanti. L igiene del corpo ha ottenuto la dovuta considerazione e nelle farmacie vanno a ruba i flaconi di disinfettanti per mani; nelle scuole ogni bambino è fornito del proprio flacone di sapone liquido. Tutto corretto, tutto sicuramente necessario per prevenire il contagio, visto l incredibile virulenza dell H1N1. Quello che però non viene detto è che molte infezioni di origine batterica o virale, come le influenze stagionali, possono essere evitate o contenute utilizzando le stesse norme igieniche adottate per combattere l H1N1. In Italia, come anche negli altri Paesi industrializzati, sono stati adottati efficaci piani di emergenza per far fronte alla possibile pandemia. È già iniziata la distribuzione dei vaccini ed è nata T E M I C A L D I 7 S A L U T E Virus in cattedra H1N1 insegna le norme igieniche basilari per vivere in società una stretta collaborazione tra le regioni: quelle più ricche hanno dotato le proprie strutture di attrezzature mediche all avanguardia, le altre hanno comunque adottato misure correttive e migliorative, per dirottare eventuali casi gravi nei centri medici migliori o al limite, dirottandoli nei centri attrezzati di altre regioni. Anche noi ricordiamo, infine, i consigli per prevenire il contagio: è necessario lavare spesso le mani, coprire naso e bocca quando si starnutisce o tossisce, gettare i fazzoletti sporchi in appositi contenitori senza lasciarli in giro e, se dovessero comparire i sintomi influenzali quali febbre alta accompagnata da tosse, mal di gola, emicrania e malessere generale, non uscire di casa e contattare telefonicamente il proprio medico curante. E poi, lo dice anche Topo Gigio Ilaria Greco Antidoping per studenti Un professore dell ateneo di Sydney, in Australia, ha proposto di introdurre nelle scuole un test anti-doping prima degli esami: sembra che la tendenza ad assumere droghe o stimolanti per migliorare le proprie prestazioni accademiche sia piuttosto diffusa. Uno studente su quattro ammette di assumere sostanze stimolanti, quali il Ritalin, impiegato anche dagli studenti dei college statunitensi. La Redazione T A R A N T O Curare e prevenire presso il nuovo Istituto Clinico Anche in Puglia un ospedale di cura e ricerca: il San Raffaele del Mediterraneo Entro fine anno inizieranno i lavori di costruzione del nuovo Istituto Clinico San Raffaele del Mediterraneo nel quartiere Paolo VI di Taranto: una mega struttura ospedaliera in cui confluiranno servizi clinici, Università e Istituti di ricerca, sul modello dell Istituto Clinico Scientifico San Raffaele di Milano, progetto divenuto effettivo per volere della Giunta Regionale pugliese lo scorso agosto. La notizia di inizio attività è stata annunciata durante la recente visita dei rappresentanti della Regione Puglia e dell Amministrazione Comunale di Taranto presso la struttura milanese, dove sono stati ricevuti dal suo presidente e fondatore Don Luigi M. Verzé, parte attiva nell organizzazione del piano di lavoro, che è andato incontro alla richiesta dell Arcivescovo tarantino Monsignor Guglielmo Motolese di un ospedale efficiente e moderno nella sua città. Il San Raffaele di Milano è un presidio ospedaliero privato di rilevanza europea, che al momento conta 1397 posti letto, 12 dipartimenti clinici, 6 divisioni di ricerca organizzate in 12 dipartimenti e tre istituti. L impegno è quello di portare il suo omonimo del Mediterraneo sulla stessa linea di tendenza, in grado di combinare a un servizio sanitario più efficiente, un intensa attività di ricerca e specializzazioni universitarie all avanguardia. Il taglio del nastro è previsto entro qualche mese; la costruzione finale coprirà una superficie lorda di mq, sarà provvista di 570 letti, 510 di degenza ordinaria e 62 di day hospital e prevederà la realizzazione di alcuni dipartimenti, come quello medico, chirurgico, cardio-toraco-vascolare, distretto testacollo e neuroscienze, materno-infantile e post-acuzie. Il costo complessivo dell intera opera si aggira intorno ai 210 milioni di euro, di cui ottanta reperiti dal piano di bilancio regionale, ottanta promessi dal governo centrale e la restante parte ricavati attraverso l autofinanziamento. La figura sociale sarà, infatti, una fondazione ibrida pubblico-privata composta dalla Fondazione San Raffaele del Mediterraneo, Regione Puglia, Asl di Taranto e Fondazione San Raffaele del Monte Tabor, mentre al partner privato San Raffaele di Milano spetterà la nomina del direttore generale del Consiglio di Amministrazione. Valentina Marra

8 E B R E I N E L S A L E N T O 8 A L E S S A N O Sciudei : la storia in un soprannome L eredità lasciata dagli ebrei agli alessanesi Fin dai tempi remoti il popolo ebraico è stato vittima di pregiudizi a causa dei quali fu espulso dalla propria terra di origine, durante il regno di Babilonia e sotto l impero romano, e costretto ad errare in varie parti del mondo dando luogo alla cosiddetta diaspora (XIII-VI secolo). Gli ebrei giunsero così in Europa dove crearono importanti centri giudaici in Spagna, in Italia e anche nel Salento. Il progressivo insediamento delle comunità ebraiche nell Italia meridionale aveva dato luogo allo sviluppo di specifiche aree urbane: le giudecche. È un termine che etimologicamente deriva da iudaica, ed è usato per riferirsi ad un area abitativa di insediamento ebraico composta da un insieme di isolati posti lungo uno stesso asse viario. Il quartiere si trovava di solito nei pressi di aree commerciali, a ridosso delle cinte murarie, ed era piuttosto raccolto, ma mai completamente isolato dal resto della città. Gli ebrei che arrivarono in Italia furono dapprima accolti e lasciati inserire nelle comunità locali in nome delle radici religiose che accomunavano entrambe le culture; successivamente quando questi cominciarono ad occupare incarichi prestigiosi e la popolazione autoctona cominciò a temere che gli ospiti indebolissero o addirittura spodestassero la nobiltà locale, vennero allontanati. La stessa sorte toccò alla piccola comunità ebraica che si era insediata nell antico centro di Alessano, terra salentina da sempre crocevia di popoli, tradizioni ed etnie diverse. Nell epoca aragonese, tra il XV e il XVI secolo, il paese visse la sua stagione di massimo splendore, divenendo un importante centro commerciale e attirando alcune famiglie di ricchi commercianti veneziani ed una piccola comunità ebraica. Gli ebrei si integrarono molto presto nelle vie del borgo, grazie alle loro note capacità imprenditoriali e al terreno fertile che il paese offriva. Gli atteggiamenti da parte dei personaggi illustri che si succedettero nel tempo nei confronti degli ebrei furono molto differenti: alcuni come Carlo I e Carlo II D Angiò li protessero, altri come Carlo V nel 1539 li osteggiarono e altri ancora come Filippo II nel 1572 ne tollerarono la presenza purché in quartieri ben delimitati e separati dal resto della popolazione. Ecco come Alessano ebbe il proprio ghetto con una propria sinagoga situata in via della Giudecca, in quella che ancora oggi viene chiamata contrada li Sciudei. Il quartiere ebraico di Alessano, addossato alle mura, si affaccia su una delle piazze principali del paese con un arco di accesso ancora ben conservato. L articolazione dei vicoli, confluisce in una piccola corte interna, l attuale piazzetta Oronzo Costa. Purtroppo la sinagoga è stata interrata, le informazioni a riguardo sono confuse e le fonti incerte. Quello che rimane della presenza degli ebrei in Alessano è il termine Sciudei lasciato in eredità agli alessanesi dopo che il popolo ebraico fu scacciato definitivamente dal regno nel In seguito il paese perse gradualmente la posizione di preminenza che aveva raggiunto. Francesca Bello N A R D Ò Da Santa Maria al Bagno passò la via per Israele Qui, durante la II Guerra Mondiale, si rifugiarono migliaia di ebrei Nardò, Santa Maria al Bagno: un mare che t incanta e una luce che sembra cullarti, oggi come sessant anni fa quando qui giunsero tanti ebrei, prevalentemente polacchi, miracolosamente sopravvissuti alle torture dei campi di concentramento nazisti. Era la II Guerra Mondiale e, a dispetto della supremazia della razza ariana tanto invocata dalla Germania di Hitler, si sviluppò una sorta di solidarietà fraterna che non guardava alla razza o alla religione, perché tutti erano vittime di un assurda strategia politica. Migliaia di ebrei furono accolti nelle case tra Nardò e le marine; alcuni di essi, nelle loro testimonianze, hanno parlato di questa città come di un punto di svolta, che ha lenito le loro ferite e ha permesso loro di poter guardare al di là del mare, dov era la terra promessa, Israele. Durante la permanenza salentina, ai rifugiati venne data la possibilità di professare la propria religione nella Sinagoga fatta erigere a Santa Maria al Bagno, dove furono celebrati circa trecento matrimoni. Uno di questi porta con sé una storia particolare: Zivi Miller, ebreo della Romania, nel lager perse la moglie e la figlia; qui ritrovò l amore al fianco di una giovane donna del posto, Giulia My, con la quale trascorse il resto della sua vita. Per la particolare solidarietà profusa dalla comunità neretina nei confronti di queste vittime alla ricerca di una nuova storia da scrivere, il Comune di Nardò ha ricevuto nel 2005, in concomitanza con la Giornata della Memoria, la Medaglia d oro al Merito Civile, data dall allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. La cittadina è l unica ad avere un museo dedicato alla Memoria, inaugurato lo scorso gennaio dall attuale Amministrazione Comunale, con gli auguri del Presidente Napolitano. All interno del museo, dove si trovano una biblioteca ed un emeroteca, sono custoditi i tre murales realizzati da Zivi Miller, reperti di grande valore storico-artistico, oltre a documenti, fotografie, video: testimonianze inequivocabili del rapporto di fratellanza creatosi tra i neretini e i profughi. Di Santa Maria al Bagno, l Ambasciatore israeliano in Italia ha detto: fu un enclave di pace e di fratellanza tra popoli, in una mescolanza di lingue, tradizioni, dolori e gioie. L esperienza neretina fu un momento in cui tanti tra i profughi trovarono lo spazio per recuperare la serenità di spirito necessaria ad intraprendere la grandissima avventura che fu, nei due anni successivi, la fondazione dello Stato di Israele. Ilaria Pellegrino

9 HELLAS (Grecia). Continuano gli atti terroristici nelle principali città greche. Il 27 ottobre un commando di 5-6 individui ha attaccato un commissariato di polizia ferendo 6 agenti, di cui due in modo grave. Preoccupante la risposta del ministro dell'ordine pubblico Michalis Chrisochoidis che ha affermato: «Siamo in guerra, combatteremo». A Salonicco, attentati incendiari hanno interessato anche la sede della Camera di commercio italo-ellenica....dimorando sulle rive del Mediterraneo come formiche o rane intorno ad una palude... Platone, IV sec. a.c. 9 VERONA. Acquacoltura Med (22 e 23 ottobre), ha visto la Tunisia, con la sua fiorente attività in acquacultura, vera protagonista della fiera. Dal 2007 il Paese ha favorito gli investimenti nel settore fino a divenire il più grande esportatore di tonno rosso, la varietà tanto richiesta dai Giapponesi per preparare il sushi. In mare si trovano ancora sgombri o sardine, ma diventa sempre più difficile pescare pagelli, dentici, branzini, orate. Da qui la necessità dei mercati di ricorrere ai prodotti ittici da allevamento. In Tunisia si allevano anche il branzino e l orata per le quali sono in corso 4 progetti di allevamento in gabbia. Si contano inoltre 3 progetti di allevamento interno e altrettanti di allevamento in gabbie marine off-shore. La zona marina interessata è quella della costa Est. Nel Nord della Tunisia si allevano cozze (solo marginalmente ostriche), con una produzione di 300 tonnellate. In un impianto di allevamento a terra ci si avvale di tecnologia italiana per la produzione di branzino e orata. BOSNA I HERCEGO- VINA (Bosnia). La criminale di guerra Biljana Plavsic condannata a 11 anni per crimini contro l'umanità è stata rimessa in libertà dopo il settimo anno. Durante la guerra fu vice-presidente di Radovan Karadzic e fu un'accanita fautrice della pulizia etnica, che da biologa definiva «un fenomeno naturale». Ammise la sua responsabilità diretta per l epurazione etnica contro migliaia di innocenti musulmani e croati. Ha 79 anni. Rubrica a cura di Rolando Civilla SARDEGNA. Si è tenuto a Napoli il primo workshop internazionale sul corallo, organizzato dai ministeri degli Esteri e dell Ambiente e dal governo degli Stati Uniti. Tema centrale degli incontri è stato la richiesta da parte degli Stati Uniti di inserire anche il corallo rosso nell elenco Cites II, la convenzione di Washington per la difesa delle specie a rischio. Nel corso della manifestazione si sono evidenziati i meriti della regione Sardegna per la sua regolamentazione sul corallo che consente di conciliare le esigenze di salvaguardia della risorsa con quelle economiche dei corallari. La sua esperienza trentennale nella manipolazione e nella tutela del cosiddetto oro rosso è stata considerata un modello da seguire non solo per i Paesi rivieraschi al Mediterraneo. In una nota della Regione Sardegna si legge che i «dati scientifici hanno dimostrato che in Sardegna il corallo rosso gode di un buono stato ecologico, mantenuto nel tempo grazie a piani di gestione che vedono la costruttiva collaborazione di diversi soggetti». Il corallo è una importante risorsa economica per l isola. Quest anno sono stati già raccolti quasi chili di prodotto, contro i dell intero SHQIPËRIA (Albania). Si è conclusa il 17 ottobre la IX edizione di Eco Biz Expo -rassegna organizzata a Tirana dalla Fiera del Levante - dedicata, quest anno, alle energie rinnovabili, ambiente ed edilizia eco-compatibile. Anche in questa occasione le autorità politiche dei due Paesi hanno avuto modo di proseguire, con nuove iniziative, nel processo di avvicinamento delle due sponde. È stato inaugurato il Forum economico italo-albanese come struttura permanente a supporto della cooperazione economica. Durante la cerimonia il premier, Sali Berisha, ha presentato la moderna Albania come «la piccola Cina dell'europa, da consigliare a tutti i Paesi per i loro investimenti, congeniale per le piccole e medie imprese italiane». Dopo aver ricordato che la fiera «è un grande avvenimento di cooperazione soprattutto tra Albania e Puglia» ha voluto assicurare gli investitori italiani che «l Albania sta lavorando tutti i giorni per essere un Paese sempre più aperto e favorevole agli investimenti stranieri, specialmente quelli pugliesi». «Stiamo lavorando duramente contro ogni impedimento burocratico per risolvere le questioni della proprietà privata». «Siamo il Paese con la barra fiscale più bassa in Europa, il Paese con un unico sportello per le registrazioni delle imprese, un Paese dove le tasse si pagano on line e gli appalti si presentano solo per via telematica (...) abbiamo anche uno sportello unico per i permessi e le licenze e abbiamo adottato in ogni procedura la pratica del silenzio-assenso per frenare la burocrazia». «Grandi prospettive nel campo energetico hanno attirato le imprese italiane che stanno lavorando nel settore idrico, eolico e delle biomasse e noi siamo aperti a tutti gli altri tipi di prodotti energetici». Il 21 ottobre, il ministro degli Esteri Franco Frattini, a conclusione di un vertice con il suo collega albanese Ilir Meta, ha dichiarato di aver riscontrato un atteggiamento positivo dell'albania nella cooperazione con l'italia nel settore del nucleare civile. Frattini ha assicurato al governo albanese che «l'italia ha riaffermato il pieno impegno a sostenere le prospettive europee dell'albania» e si è impegnato a promuovere nuovamente «una rapida trasmissione della richiesta di adesione alla Commissione Europea per iniziare le procedure» di riconoscimento del Paese quale Candidato all ingresso nella UE. «So perfettamente - ha aggiunto - che vi è riluttanza da parte di un numero molto limitato di stati membri, ma spero fortemente che la mia opinione sia seguita dalla maggioranza degli stati membri dell'unione Europea». Intanto, dal 20 al 24 ottobre, nelle città di Valona, Fier, Berat e Argirocastro si è tenuta la IX Settimana della lingua italiana nel mondo. La manifestazione, ideata nel 2001 dall Accademia della Crusca e dal Ministero degli Esteri, ha lo scopo di promuovere la lingua e la cultura italiane in tutto il mondo, attraverso la rete italiana dei consolati. Gli eventi organizzati in collaborazione con la Provincia di Lecce, l'istituto di culture mediterranee di Lecce e i comuni e gli enti albanesi interessati hanno l obiettivo di mettere in luce i frutti della creatività italiana. ROMA. Nel 2009, Anno europeo della Creatività e Innovazione, MedFilm Festival festeggia il suo XV anniversario con una edizione speciale: esplorerà, dal 5 al 15 novembre, i nuovi territori dell'europa con 150 titoli per la maggior parte in anteprima. Ospiti d'onore: il Marocco e la Francia. Particolare attenzione è stata posta nella riproposta del Progetto Methexis, emanazione del Festival, che rende parte attiva della manifestazione gli studenti delle scuole nazionali di cinema dei Paesi aderenti al progetto, i futuri protagonisti del cinema europeo e mediterraneo. Tra gli eventi collegati di maggior rilievo, la II edizione delle Giornate Professionali del Cinema Mediterraneo, evento rivolto a produttori internazionali, a sales agent e distributori attivi in tutta Europa e nell'area del Mediterraneo, nella convinzione della necessità di agevolare il maggior numero di occasioni di incontro e scambio tra operatori.

10 È tornata nel capoluogo pugliese, in veste autunnale, Io sto con i Rom - la festa al campo rom di Bari-Japigia. Sabato 31 ottobre, circa 500 le persone hanno partecipato a quello che per Bari sta cominciando, pian piano, a diventare l evento italorom. Realizzata dalla cooperativa rom Artezian di Daniel Tomescu e l associazione barese Vox Popoli, con il patrocinio ed il contributo dell Assessorato alle Politiche Giovanili, Accoglienza e Pace del Comune di Bari, della cooperativa Occupazione e Solidarietà e il consorzio Meridia, il patrocinio di Unicef Bari e in media partnership con RadioL(u)ogoComune, la 2 edizione di Io sto con i Rom è stata un occasione di scambio per modellare un concreto progetto cittadino di apertura a ciò che ci sembra così diverso, che effettivamente lo è, ma solo perché si guarda al mondo da più prospettive. Questo non significa accettare la precarietà di un campo rom, piuttosto un modo per dire che, pur in un luogo così poco vivibile, si è potuta ricreare una situazione di convivialità ed incontro con musica dei Mufla e i Lautari de la Constanta, balli e gastronomia. È stata allestita anche una mostra della fotografa barese Loredana Moretti sui luoghi del campo, uno spazio di accessori rom dell associazione Ribelle, la nuova vita delle cose, un laboratorio per la lavorazione dell argilla a cura di Franco d Ambrosio dell associazione La luna storta e un angolo dibattiti con la presentazione del libro di Barbara Congi Anch io ho un anima. Una festa utile a far conoscere la realtà di un campo rom ai I N P R O V I N C I A 10 B A R I In 500 a Io sto con i Rom Dal capoluogo pugliese parte una nuova strada baresi, che se non vedono non credono, per superarla in nome della dignità umana. Una festa il cui fine è stato sostenere la cooperativa rom Artezian (che offre servizi di facchinaggio, trasloco, riuso e riciclo materiali di lavoro), promuovendone l affidabilità e abbattendo i pregiudizi e gli atteggiamenti xenofobi dei propri concittadini. Insomma, un iniziativa che, come ha affermato l assessore alle Politiche Giovanili, all Accoglienza e alla Pace del Comune di Bari, Fabio Losito, presente all evento, possa incentivare autonomia lavorativa e non assistenza, come il piano dei nuovi progetti che il suo Assessorato sta mettendo a punto con la Prefettura di Bari. In questo - aggiunge - il popolo rom può investire molto in virtù delle proprie caratteristiche culturali di spirito d adattamento. Un iniziativa interculturale, assolutamente unica nel suo genere in Italia e che, quest anno, è coincisa con la prima edizione della tre giorni di convegni Nevo Drom, La nuova strada - Rom e Sinti: attualità e prospettive, organizzata da Progetto Città in collaborazione con Artezian, Vox Popoli e la onlus Cedam presso il Fortino di Bari (29-31 ottobre) con un pubblico di oltre 300 persone, soprattutto giovani studenti. La tre giorni Nevo Drom ha coinvolto esperti di calibro internazionale come la scrittrice rom rumena Luminitia Cioba, presidentessa della Fondazione Culturale e Sociale per i Rom Ion Cioba di Sibiu (Romania) e il professore di lingua romanì, musicista, compositore rom italiano Santino Spinelli che, sempre in quei giorni, ha tenuto un concerto e una lezione al conservatorio di Bari sulla musica rom, una prima assoluta e un vanto dunque per il capoluogo pugliese. Per saperne di più Silvia Rizzello F O R M A Z I O N E L I N G U I S T I C A Ad Ugento, il tedesco premia! Elogiate le eccellenze della scuola I.Silone Inserire nel proprio Piano dell Offerta Formativa ed offrire ai propri alunni non solo lo studio del Tedesco come seconda lingua, ma anche la preparazione idonea per conseguire vari livelli della Certificazione Goethe, è una scelta vincente per la Scuola Secondaria Statale di I grado I.Silone di Ugento. Giovedì 22 ottobre presso l Auditorium Giovanni Paolo II del Seminario Arcivescovile di Castromediano si è tenuta, infatti, la Premiazione Eccellenze Certificazione di Lingua Tedesca promossa da Icit Lecce Istituto di Cultura Italo-Tedesca e dal Centro Studi Europei Christian Rogges, con il Patrocinio dell Ambasciata della Repubblica Federale di Germania - Roma e del Consolato Generale della Repubblica Federale di Germania - Napoli, del Goethe-Institut Italien, del Daad (Deutscher Akademischer Austausch Dienst) e del Lend (Lingua E Nuova Didattica). Alla presenza dei rappresentanti degli Enti patrocinanti, si è svolta la cerimonia di premiazione degli studenti esaminati di otto Scuole Secondarie Statali di II grado e di due Scuole Secondarie Statali di I grado delle Provincie di Lecce e Brindisi, ma un elogio particolare è andato ai ben sette alunni della Scuola Media di Ugento che, sotto la guida della professoressa Pisanelli, si sono distinti perché classificati nei primi tre posti dei tre livelli della Certificazione di Lingua Tedesca per le scuole medie e superiori! Sono stati premiati Licchello Alex e Schirinzi Antonio quali secondi classificati ex aequo per il livello A1; Conversa Davide, Mazzoccoli Angela e Daniele Brizio rispettivamente primo, seconda e terzo classificati per il livello A2; mentre Forte Mauro e Scorrano Mirko hanno ottenuto rispettivamente il primo e secondo posto per il prestigioso livello B1. Un riconoscimento di tale importanza per i nostri alunni e per l Istituzione Scolastica, sottolinea il Dirigente Scolastico, Maria Rosaria Conte, avvalora le scelte didattiche della scuola e si pone in un ottica di continuità con quanto ormai da anni svolge anche il Centro Territoriale Permanente, attento a predisporre e realizzare una formazione linguistica certificata e riconosciuta a livello nazionale ed europeo - come testimoniato tra l'altro anche dal conferimento del Premio Label , vicina ad un territorio che sempre più offre opportunità di lavoro in ambito turistico. Laura Zecca

11 L Inps semplifica le procedure sulla invalidità civile Dal 1 gennaio 2010, l Inps - Istituto Nazionale di Previdenza Sociale - cambierà la disciplina sull invalidità civile. Con il nuovo procedimento si otterrà una significativa riduzione dei tempi di erogazione delle prestazioni, che passeranno dai 345 giorni mediamente previsti a soli 120, garantendo un risparmio di oltre 100 milioni di euro. Le novità previste dal piano riguardano principalmente la presentazione delle domande, che saranno indirizzate direttamente all Inps che le trasmetterà in tempo reale, e per via telematica, alle Aziende Sanitarie Locali. La Redazione Per la tua pubblicità su Lo Scirocco, chiama al oppure scrivi a Nei primi mesi del 2008, la crisi economica partita dagli Stati Uniti ha raggiunto anche i mercati europei. Le conseguenze si sono manifestate in tutti gli stati membri, danneggiando in particolar modo l Est Europa, che sembrava invece aver trovato la strada per risollevare le sue sorti. Nonostante le perdite del nostro sistema finanziario siano state minori rispetto ad altri paesi, anche in Italia gli effetti della crisi economica sono stati evidenti: aumento dell inflazione, diminuzione degli investimenti da parte delle imprese, aumento del tasso di disoccupazione e delle ore di cassa integrazione; un susseguirsi di eventi a catena che ha portato molte aziende al collasso. Ma guardiamo più nello specifico in casa nostra: a quasi due anni di distanza, quali sono stati gli interventi attuati dalla Regione Puglia per fronteggiare la crisi? Nel novembre 2008, l Ente Regione ha emanato un complesso pacchetto di sostegno all economia rivolto alle piccole e medie imprese (PMI). Solidarietà. Una parola circospetta dai destini controversi, in un paese come il nostro, l Italietta, dove si ha sempre abbastanza cuore per tutto, pensieri lastricati di ottime intenzioni, slanci lacrimosi e lacrimevoli ma meno spesso corragionato passaggio all atto, messa in discussione di sé nei luoghi e nei modi dove la solidarietà lo richiederebbe. Si associa sempre, alla solidarietà, un atteggiamento di morbosa vicinanza dell animo proprio alle comuni sorti umane, spesso la si annacqua nel sentimentalismo odor di rosa e preghiere della compassione, quando non nella mielosa sabbia mobile della pietà. Qualche altra volta, per converso, la solidarietà suggerisce, ai più cinici ormai certi di aver capito come va il mondo, una necessaria distanza di sicurezza con la parola e con la rete di detti e fatti che la solidarietà si porta appresso, intravedendo sotto mentite spoglie l ennesimo tranello sociale, una ambigua macchina mangiasoldi dedita alla frode. Ne hanno viste fin troppe, i cinici, e ormai hanno schifo di tutto, e sognano un foglio di viaggio senza ritorno come regalo per il prossimo Natale. Sanciscono l inutilità dell atto, restituendo al mittente l impegno. Anche questi, come i primi, travisano a loro dis-uso e consumo la solidarietà, nell attesa di un sogno: un mondo più umano. Umano? L umano è il luogo dove forse possiamo ritrovare l autenticità più immediata della parola solidarietà. L umano non si alimenta di sovrastrutture, di complicazioni, di ascensioni o di paranoiche resistenze: vive della semplicità dell intuitu personae, della comprensione, per analogia, del sentire dell altro. Forse coincide con l empatia. Con la capacità di essere altri da noi. Dell immedesimarci nell altro non smarrendo noi stessi e non restando solo noi stessi. È saper sentire fino in fondo, dolorosamente, senza pietà. Ed ecco che per magia, pare sentir parlare i grandi saggi del teatro, ecco che ci sembra venire incontro (o in soccorso) la teoria dell attore. Fine dell argomentazione. L attore non è altro che l esposizione emblematica dell umano, la relazione osmotica tra noi e il resto del mondo, la facoltà di contenere tutto ciò che è fuori di noi, in noi. L attore vive della depersonalizzazione che opera dentro di sé, rendendola strumento della propria umanizzazione. Ha fede. Nell umano. Il mestiere più I N P R O V I N C I A 11 alienante e più solidale. Chi scrive lo fa a nome e per conto della Compagnia Il Teatro della Busacca e appartiene all omonima Associazione Culturale e di Volontariato. Un Teatro Umano e Solidale. Credo siano aggettivi che dipingono con una certa precisione lo sforzo non semplice di questa Compagnia di restare con la testa nel cielo ma con i piedi per terra, e qualche volta di lasciarli affondare nel fango della realtà, dura, della sofferenza, del dolore. È da qui che passa ogni arte, specie quella col sorriso sulle labbra. Il percorso della solidarietà da noi operato attraverso il Salento prosegue e si struttura giorno per giorno, con forza sempre maggiore; le collaborazioni con tante realtà solidali, gli organismi internazionali ed enti locali, istituzioni e associazioni sono divenute a tutti gli effetti parte integrante dell anima di questa Compagnia, inscindibili dal suo progetto artistico. Dopo le collaborazioni, a partire dagli anni 90 con le Associazioni salentine contro la Talassemia con Ant, Fao e nel 2008 con Unicef, il 2009 è T E A T R O D E L L A B U S A C C A Solidarietà dietro la maschera Il percorso umano e solidale portato avanti durante l anno. Anche questo è fare teatro P U G L I A Crisi e imprese, ecco quello che è stato fatto Incentivazioni per realtà piccole e medie La manovra include 2 regolamenti e 7 bandi. Il primo regolamento, De Minimis prevede l attivazione di un Fondo di Garanzia di 50 milioni di euro, finalizzato ad incentivare l impresa e in particolar modo l investimento. Il secondo, definito Start Up, è rivolto alle donne, ai giovani dai 18 ai 25 anni e ai precari fino all età di 35 anni. I 7 bandi sono stati pubblicati il 21 gennaio 2009 e sono tutt ora visionabili sul portale dell assessorato allo Sviluppo Economico - - dove è anche possibile consultare le relative graduatorie. In realtà già nel marzo 2008 qualcosa era stato fatto, attraverso la pubblicazione del Bando per la concessione di contributi, sempre in favore delle PMI nel Settore del Commercio, che ha permesso a circa 623 PMI pugliesi di ottenere un finanziamento. Circa 100 imprese fanno parte della provincia di Lecce, solo per fare alcuni esempi, 13 finanziamenti sono stati approvati nella città di Lecce, 5 a Gallipoli, 4 a Casarano, 1 a Matino e Tricase. Maria Antonietta Quintana stato l anno di una duplice collaborazione: prima l impegno per l Abruzzo - a partire dal giorno successivo alla tragedia del 6 aprile - e poi con la Fondazione Daniela e Paola di Casarano. Tramite gli oboli volontari del pubblico teatrale della Compagnia si sono raccolti, per l Abruzzo, euro 3.479,50 versati nel mese di giugno. A breve sarà versata, con la stessa causale, la seconda tranche relativa alla stagione estiva (circa seimila euro). La collaborazione con la Fondazione Daniela e Paola nasce, invece, dal desiderio di esplorare la realtà salentina, privilegiando una solidarietà più vicina a noi: la fondazione, sita in Casarano, nasce per iniziativa dei genitori di Daniela e Paola, le due ragazze morte nell attentato di Sharm El Sheik il 23 luglio 2005 ed ha, tra le finalità, quella di dare ospitalità e sostegno psicologico e affettivo a bambini che meritano attenzione, con un passato di dolore alle spalle. Tutto questo è stato ed è teatro; non ci fermeremo qui. Porteremo avanti il percorso della solidarietà finché sarà possibile. Il teatro sarà vivo finché sarà vivo il sogno, il sogno di un mondo umano. Pienamente, dolorosamente, gioiosamente umano. Marco Romano Nuove scoperte sull infarto Al San Raffaele di Milano, un gruppo di ricercatori apre nuove strade per la conoscenza e la prevenzione dell infarto. È stato osservato, infatti, che nelle placche coronariche dei soggetti colpiti da infarto è presente un elemento estraneo all organismo che attiva il sistema immunitario, la cui natura è ancora da chiarire, forse un virus o un batterio, di cui ora si ha solo un impronta, un immagine. La Redazione

12 I N P R O V I N C I A 12 A L E S S A N O / 1 Zona 167: sarà la svolta buona? Da oltre vent anni giacciono scheletri muti di case inabitate Estate Pochi mesi e la zona 167 di Alessano dagli scheletri delle case murate, simbolo dello spreco e del decadimento, sfoggerà un abi- Alloggi vintage, realizzati verso la fine del XX secolo, sebbene sembrino reduci di guerra, in cima a una ridente collinetta nel cuore dello spreco salentino. Senza porte, finestre, arredamenti, intonaco. Scheletri di case soffocati dal cemento e dal silenzio e dall ignavia di chi avrebbe dovuto e non ha fatto. Non siamo in una rappresentazione di Cent anni di solitudine, siamo ad Alessano, paese dall antico e imploso splendore, siamo nella sua zona 167. Un paesaggio surreale, fissando quel che rimane di alcuni alloggi popolari; è viva l impressione di trovarsi di fronte a Macondo, dopo il passaggio della compagnia bananiera. Il tema caldo è stato cavalcato, al secolo, dalle maggioranze e dalle opposizioni (rigorosamente in campagna elettorale) che si sono succedute negli ultimi vent anni, come l onda perfetta. Il progetto, la cui gestazione è datata 1988, ha visto la luce tra la fine degli anni 80 e i primi 90, e consiste in un complesso di case che degli originari tre lotti solo due sono regolarmente abitati. Intricate le vicende, dove le vere vittime siamo noi contribuenti che abbiamo assistito nel corso degli anni al decadere di promesse e progetti di progresso. Quelle case inabitate dagli umani, oggi sono murate. Mattoni sulle porte e sulle finestre, gli sciacalli e i vandali hanno portato via tutto e distrutto anche l esiguo, tanto che il Comune ha ben pensato di soffocare i segni di questa verità colandoci sopra dei muri più discreti. Ma quali sono le intenzioni del Comune di Alessano oggi? Cosa fare di quegli alloggi partoriti col denaro pubblico e che oggi più che mai pesano sulle tasche dei cittadini? Una risposta la dà Luigi Nicolardi, attuale primo cittadino, che dal 2001 rappresenta gli Alessanesi. C è un nuovo progetto in atto per riqualificare tutta la zona 167, questo sarà possibile grazie ai fondi regionali P.I.R.P (Programmi Integrati Riqualificazione Periferie) e in N E V I A N O Una strada per Gianni La morte di Gianni Musardo, il corriere di Neviano che in una brutta notte di settembre ha perso la vita in autostrada, ha fatto scendere un velo di smisurata tristezza in paese, fra le amicizie più care, sugli amori che più contano nella vita, la moglie e i figli. Gianni, per chi lo ha conosciuto, era una persona che non aveva mai chiesto sconti, affrontando le difficoltà con la schiettezza e l immediatezza tipiche del suo linguaggio parlato. Un eroe, lo aveva definito il viceparroco durante l omelia al suo funerale, una parola davvero significativa e carica di emozioni se si ripensa a quello che, spesso, pur di dare dignità alla propria famiglia si accetta di fare, pagando purtroppo con il prezzo alto della vita. Non è facile attraversare mezza Italia quasi ogni notte per raggiungere Roma e ritorno, carico di giornali che poi saranno, la mattina successiva, nelle edicole e nelle nostre case. Ora campeggiano nei bar centrali del paese le sue foto, testimonianza del legame forte che aveva con la piazza e con i piccoli e semplici mondi che girano intorno ad essa. Degli eroi spesso si parla sui libri di storia, gli si riserva la dedica di una piazza, di una strada, di una targa ricordo. Una strada per Gianni è un pensiero, un messaggio da lanciare a chi si può adoperare in tale senso, è un dare voce ad un grido di dolore che la sua morte ha fatto uscire fuori in tutta la sua ampiezza e rabbia. Abbiamo scoperto le tante trincee e le tante insidie che il mondo del lavoro nella periferia sud del Paese nasconde. Certo sarebbe bello e dolce ricordarlo in una maniera cosi alta e nobile, raccontare ad un bambino che quel nome in alto sull angolo della strada appartiene ad un uomo coraggioso ad un condottiero del lavoro. Tutto questo non potrà restituire Gianni al paese, alla famiglia, agli amici più cari, sembrerà quasi impossibile che non ci sia più, pare di vederlo ancora camminare fra la gente. Rocco Iasi parte dai fondi I.A.C.P. (Istituto Autonomo Case Popolari) della Provincia di Lecce; attualmente è in atto una gara d appalto per l assegnazione dei lavori che secondo previsione termineranno per l estate prossima. Il progetto provvederà a ristrutturare le abitazioni decadenti, ampliare le vie di comunicazione; verrà costruita una strada che collegherà la zona alla provinciale Alessano-Tiggiano-Corsano, e inoltre, un centro di accoglienza chiamato Arca della Pace Don Tonino Bello ; le nuove infrastrutture potranno essere predisposte anche come locali commerciali per rivitalizzare la zona 167. to nuovo, si ridesterà da un sonno pluriventennale. Parola di Sindaco. Sarà veramente così? O si cerca di rincorrere l ennesima onda da cementificare? Per l estate 2010 Lo Scirocco è pronto a tornare e si aspetterà di trovare alloggi ristrutturati e messi in regola, un centro di accoglienza (in una periferia?) intitolato Arca della Pace Don Tonino Bello, una nuova strada che colleghi la periferia isolata alla provinciale e qualche negozietto. Francesco Piscopello

13 G E N I O G A L A T E O Un premio ai neo laureati del Salento Archidea Onlus, con sede a Galatone, è un progetto che nasce con l obiettivo di promuovere e valorizzare la cultura, l arte e la tutela dei diritti civili in territorio italiano ed estero. Le attività istituzionali sono rivolte principalmente a soggetti svantaggiati dal punto di vista economico, sociale e familiare. Proprio per raggiungere tali obiettivi, è stato attivato il programma Genio Galateo, nato per premiare i giovani neo laureati degli anni 2008/2009 della provincia di Lecce. L edizione 2009 prevede l istituzione del Fondo Genio Galateo, nel quale confluiranno tutti i finanziamenti pervenuti ad Archidea Onlus per il sostegno del progetto. Dallo stesso fondo saranno attinte le risorse per le Borse di Studio in concorso, al quale si può partecipare inviando il curriculum e la propria tesi di laurea; le candidature potranno essere inoltrate entro le ore 24 del 15 dicembre 2009 compilando l apposito modulo disponibile sul sito internet dell Archidea Onlus all indirizzo La premiazione si terrà nel mese di dicembre a Galatone. Il progetto ha come scopo quello di rendere disponibili agli enti e alle aziende il lavoro svolto dagli studenti, diffondendo in tal modo la cultura e favorendo i giovani più meritevoli. Manuela Baglivo In occasione della presentazione del libro Critica della ragion fossile di Paride De Masi, coordinatore nazionale energie rinnovabili di Confindustria, domenica 18 ottobre, presso la sala conferenze di Palazzo Ramirez a Salve, si è tenuto il convegno intitolato Il futuro delle energie rinnovabili in Puglia. Sono intervenuti, oltre all autore del libro, Antonio Gabellone, Presidente della Provincia di Lecce, Raffaele Baldassarre, Parlamentare europeo, Mauro Giliberti, direttore di Telerama, Giuseppe Girgenti, docente di filosofia all Università San Raffaele di Milano, Vincenzo Passaseo, sindaco di Salve e Luca Carrozzo, assessore all ambiente di Salve, su un argomento tanto importante quanto spinoso. Paride De Masi ha iniziato ad occuparsi delle energie rinnovabili sin dal Critica della ragion fossile è un libro nel quale l autore ha raccolto delle differenti opinioni intorno al tema suddividendole in due schemi opposti: ottimisti e pessimisti, vale a dire chi crede che le energie rinnovabili siano in grado di rimpiazzare completamente quelle fossili in un futuro prossimo e chi pensa che sia difficile che ciò possa accadere. Il dibattito, sviluppatosi successivamente alla presentazione del libro, si è incentrato sull evidente necessità e sul dovere dello Stato italiano di adeguarsi al Protocollo di Kyoto, che ha stabilito un obiettivo che l Italia, come gli altri Paesi, deve rispettare, pena il pagamento di una sanzione. L obiettivo prevede, entro il 2020, il raggiungimento del 20% di produzione di energia tramite fonti rinnovabili e del 10% di consumo di biocarburanti, necessario a ridurre l emissione di gas serra. Gabellone ha ribadito il netto rifiuto da parte della Regione Puglia nei I N P R O V I N C I A 13 S A L V E Pro e contro le energie rinnovabili Un convegno per ribadire la necessità di fonti pulite e di risparmio energetico S U R A N O Sì ti sposo Partirà il 26 novembre il grande evento dedicato al giorno più bello Si terrà presso l area commerciale Gulliver Brigos, SS 275, a Surano, la fiera Sì ti sposo, organizzata dall agenzia publieventi. Un esposizione fieristica, per la prima volta nel Capo di Leuca, interamente dedicata al matrimonio. Su una superficie di metri quadrati, curata nei dettagli, molto raffinata e con rivestimenti all interno di ognuno degli stand, si potranno ammirare abiti da sposa, accessori, bomboniere, auto da sogno. Numerosi anche gli espositori dedicati al ricevimento, alla musica, alla confronti del nucleare, indirizzando la discussione a favore dell impiego del fotovoltaico in un area geografica in cui il sole può garantire un importante fonte di energia, maggiore rispetto a quella eolica che richiede dei presupposti che la Puglia non possiede ad eccezione di una piccola porzione di territorio. Per contro, Baldassarre ha esposto i propri dubbi sulla capacità delle sole energie rinnovabili di garantire un autonomia energetica allo Stato italiano, cosa che è in grado di fare il nucleare che ora è più pulito e sicuro. Più volte i relatori hanno sostenuto l importanza di un confronto politico pacifico sull argomento e di un informazione responsabile. Si è affrontata la questione della necessità di provvedere ad una riduzione della produzione di energia tramite fonti fossili, come nei casi di Cerano e dell Ilva, essenziale presupposto per incrementare una produzione energetica da fonti rinnovabili. Si è discusso sul problema della lentezza con cui si sta realizzando il cambiamento, lentezza generata dalla scarsa autonomia delle Province rispetto al centralismo delle Regioni. Un problema che si sta cercando di risolvere tramite la richiesta da parte della Provincia di Lecce di una delega. Si è premuto anche sull importanza di avere una filosofia di vita improntata al risparmio energetico. Fondamentale è il ruolo svolto dalle istituzioni scolastiche nell educare i bambini ad un futuro di energie rinnovabili. A concludere il convegno, il consiglio del sindaco Passaseo: iniziare a compiere piccoli ma grandi gesti, come quelli di spegnere gli elettrodomestici prima di uscire di casa e di realizzare la raccolta differenziata. Elisa Surano fotografia, alle acconciature e al make-up, alle liste nozze; non mancheranno le agenzie viaggi e immobiliari. La fiera durerà quattro giorni: da giovedì 26 novembre a domenica 29. L orario di apertura di giovedì e venerdì sarà dalle alle 22.00; mentre più lungo sarà quello di sabato: dalle alle e dalle alle Domenica orario continuato, dalla alle Un evento, dunque, che fungerà da contenitore di idee per chi ha già deciso o deciderà di fare questo importante passo. Valentina Rosafio

14 I N P R O V I N C I A 14 Marisa Stivala, 37 anni, è nata, vive e lavora a Presicce. L abbiamo conosciuta in occasione della rassegna letteraria Donne che dovresti conoscere a Palazzo Legari, ad Alessano e ci ha colpito profondamente il suo realismo nel descrivere la condizione femminile nel Sud del Salento. Abbiamo deciso di darci appuntamento per parlare dell associazione Spazio Donna (www.spaziodonna.org), da lei fondata a Presicce il 10 ottobre Da cos è nata la voglia di realizzare un progetto così impegnativo? Ho sempre coltivato il desiderio, condiviso con otto mie amiche, di occuparmi dei problemi al femminile. Così il 10 ottobre 2004, con una presentazione pubblica, abbiamo proposto un corso di senologia. L iniziativa ha avuto un successo immediato con la partecipazione di 96 donne. Da quel momento Spazio Donna è cresciuta grazie alla collaborazione di molte persone. È seguita l apertura di Sportello Donna con la programmazione di pap-test e mammografie, con l aiuto fondamentale dell unione dei Comuni di Presicce e Acquarica del Capo e grazie alla collaborazione di Maria Rosaria Ciullo, medico dell ASL. Come si sostiene economicamente l associazione? Con una quota associativa annuale. Abbiamo ricevuto, inoltre, una cospicua donazione di denaro da una famiglia di Presicce che per noi ha assunto un significato di riconoscimento, ci ha fatto acquisire autorevolezza. Le donne iscritte risiedono a Presicce ed Acquarica, sono 184 in una fascia d età compresa tra i 18 e gli 86 anni. Attualmente condividiamo la sede con la Pro Loco poiché siamo in attesa che l Amministrazione Comunale ci conceda uno spazio presso Palazzo Ducale, spazio di cui abbiamo goduto nel 2004 durante il governo della precedente giunta comunale. Per un gruppo di donne lavorare sul campo dev essere impegnativo ma gratificante. Qual è stato il momento in cui ha pensato di aver fatto la scelta giusta? L idea iniziale era improntata sul Formare ed Informare le donne. Poi, dopo circa tre mesi, una giovane donna mi ha cercato per raccontarmi la sua storia di maltrattamenti in famiglia; a questa ne sono seguite altre, tutte richieste di supporto medico e psicologico. Così ho cercato di costituire un gruppo di esperti che potessero aiutare me e queste donne. Parlo al singolare perché i rapporti e le relazioni le gestisco personalmente: è fondamentale tutelare la privacy di queste donne. Sento il dovere di ringraziare Monica Legittimo, Maria Rosaria Ciullo e in modo particolare Maria Teresa Negro, psicologa del consultorio familiare di Presicce, per la disponibilità e il loro contributo. Le donne che subiscono soprusi hanno bisogno di una struttura di accoglienza, ne esistono sul territorio? No, in questi giorni abbiamo avviato una collaborazione con la dottoressa Buffo del Commissariato di Polizia di Stato di Taurisano che, dopo la denuncia dei maltrattamenti, accompagna le donne a Lecce presso la struttura di accoglienza diurna. L unica disponibile per lunghi periodi è a Brindisi e questo rende tutto molto più difficile. Ma se nel Salento non esiste una struttura di questo tipo, l alternativa qual è? Non ve ne sono. Le donne maltrattate hanno bisogno di un luogo dove essere protette ed assistite. Personalmente ho sviluppato un sogno: esistono sul nostro territorio strutture abbandonate di grande valore storico-culturale. Una di queste è il Convento degli Angeli a Presicce, un luogo che soffre di un degrado preoccupante. Lancio un appello agli amministratori e politici locali: recuperiamo questo luogo bellissimo e destiniamone una parte ad una casa di accoglienza per donne maltrattate, basterebbero poche stanze ed uno spazio per un piccolo ambulatorio medico. La prossima iniziativa in programma? Voci di donne, un progetto concordato con l Assessore alla Cultura Anacleto Tamborrini che si terrà presso Palazzo Ducale a Presicce entro marzo 2010: saranno ospitate donne salentine e non, a cui daremo voce per raccontare il loro vissuto femminile attraverso quello che fanno. C è stato un momento in cui avrebbe voluto mollare tutto? P R E S I C C E Donne in prima linea Attività, progetti e difficoltà di un associazione a servizio delle donne Ho avuto un momento in cui avrei detto basta e non nego che ho ricevuto telefonate dal tono intimidatorio e lettere dal contenuto diffamatorio verso la mia persona. Sono cosciente del fatto che quando si entra nella vita delle donne che hanno subito violenze fisiche e psicologiche si accendono i riflettori su un problema che se si tiene nascosto è come se non esistesse. Poi però la forte richiesta di aiuto da parte di queste donne è stato un motivo più che sufficiente per andare avanti. Donatella Ferrise

15 Fra le iniziative di pubblico interesse si infittisce la rete delle costruzioni che, spesso non necessarie né finalizzate a creare produttività, richiedono ingente impegno economico. Emblematica potrebbe essere la realizzazione di piazza Cuti a Tiggiano. Perché chi governa sceglie di sostenere politiche pleonastiche ed economicamente dispendiose? Lo abbiamo chiesto a Franco Nuccio, Assessore alle Politiche Sociali della precedente giunta comunale di Tiggiano, che ha affermato: Con la realizzazione di piazza Cuti si pensava di dotare il paese di un open space (spazio aperto) sulla falsa riga dell agorà dell antica Grecia, o meglio un luogo d incontro per grandi e bambini, per i quali era stato previsto uno spazio dotato di attrezzature ludicosportive. N U T R I Z I O N E Frutta batte Merendina 1 a 0 I Volontari del Servizio Civile Nazionale al servizio dei bambini e della salute Nell era di merendine al gusto di mela, nell epoca in cui è prodotto lì, quindi è buono, negli anni in cui un frutto per merenda è considerato alternativo, c è ancora qualcuno che crede nella bontà delle cose semplici e genuine. Le cattive abitudini alimentari, la fretta o, semplicemente, la moda hanno portato ad un incremento dei casi di obesità tra i giovani ed i giovanissimi. Per far fronte al crescente problema, il Comune di Taviano, in collaborazione con i volontari del Servizio Civile Nazionale, ha promosso un progetto di educazione alimentare che, con originalità, mira a guidare i bambini, e di conseguenza i genitori, alla scelta di un alimentazione adeguata per vivere meglio. Merenda alternativa: nutrirsi bene per vivere meglio, questo il nome del progetto che vede i volontari impegnati per un mese nelle scuole elementari di Taviano, dove prepareranno e dispenseranno agli alunni merende alternative: frutti di stagione e degustazioni di prodotti tipici locali (ricordando, ovviamente, che il vino non è indicato per i bambini!). Gli alunni saranno educati non solo al mangiar sano, ma anche alla valorizzazione e promozione del territorio, saranno cioè guidati a sviluppare una coscienza critica del consumo alimentare che valorizzi le produzioni autoctone. I bambini dovranno poi divenire promoter del sapere acquisito: parteciperanno ad un concorso in cui, utilizzando conoscenza ed infinita fantasia, potranno realizzare uno spot per diffondere il viver sano tra i loro coetanei. Il primo passo verso la vittoria è stato compiuto, ora non resta che raccogliere i frutti! Ilaria Greco Ai Tiggianesi è stato chiesto, in qualche modo, il loro parere/assenso in merito alla sua realizzazione? In maniera diretta no, ma dagli umori della gente percepivamo il reale bisogno d intervenire su quell area con fattivi progetti di riqualificazione. Dalla planimetria urbanistica si evince che questo piccolo borgo salentino possiede quasi il doppio di area verde prevista dalla legge. Dunque, che urgenza c era di attrezzare quel grande spiazzo che era largo Cuti? L urgenza nasceva dal fatto che largo Cuti era ormai diventato una specie di discarica a cielo aperto, ed essendo nelle immediate vicinanze dell ingresso del paese non era certo un bel biglietto da visita. Quali conseguenze sono scaturite dalla costruzione di piazza Cuti? Non parlerei di conseguenze ma, I N P R O V I N C I A 15 T I G G I A N O Faccia a faccia con Piazza Cuti Le esigenze dei cittadini, lo sviluppo di un centro, le scelte politico-amministrative Molti si ricorderanno di una ragazza di nome Sonia Marra, abitante di Specchia, che era iscritta al corso triennale di Tecnico di Laboratorio della Facoltà di Medicina dell Università di Perugia e della quale, il 16 novembre 2006, dopo l ultima chiamata alla famiglia, si persero completamente le tracce. La ragazza aveva allora 25 anni. Il quotidiano in classe per 2 milioni di ragazzi L iniziativa che coinvolge il 70% degli studenti italiani di scuola superiore compie 9 anni, continua ad essere adottata e apprezzata da quasi 2 milioni di ragazzi. Il quotidiano in classe porta, una volta a settimana, più testate (circa 16 quelle aderenti) a confronto tra loro. L obiettivo è approfondire la conoscenza degli strumenti di informazione e stimolare una coscienza civica e un libero pensiero. La Redazione piuttosto, di effetti collaterali che la costruzione di qualsiasi opera comporta, nel caso di specie l accensione di un mutuo con la Cassa di Deposito Prestiti da ,00 euro. Il gioco valeva la candela? Certo, perché parte della rata per l ammortamento del mutuo si pensava di ricavarla dal canone di locazione dell area chiosco ubicata al centro della piazza. Non si potevano attrezzare le ville già esistenti? Assolutamente sì, infatti in qualche modo, erano già stati realizzati interventi di valorizzazione delle altre piazze centrali. Secondo lei, che tipo di interventi ha bisogno un paese per crescere? Tiggiano ha bisogno di un modello di sviluppo a 360, che abbia come fulcro la riscoperta e la valorizzazione di due settori cardine, quali la cultura e il turismo. Solo puntando su questo binomio si può veramente riuscire a superare la situazione di stallo in cui vive il Sud Salento. Dunque, come mai l amministrazione comunale precedente, della quale lei faceva parte, ha ritenuto indispensabile la costruzione di piazza Cuti, piuttosto che dedicarsi ad altre esigenze prioritarie? Per noi piazza Cuti era una priorità come lo erano gli altri problemi. Lo spreco di denaro pubblico è un morbo che attanaglia l intera Penisola, secondo lei da cosa è generato? Lo spreco di denaro pubblico è dovuto all irresponsabilità della classe politica dirigente che alimenta una spesa superflua. Ma quello spreco è reso possibile dallo scarso livello di diligenza e monitoraggio da parte della cittadinanza. Bisogna stimolare il senso civico attraverso la cultura del controllo che deve comprendere non solo la spesa pubblica, che è alimentata dalle nostre tasche, ma anche i nostri stessi stili di vita e le nostre cattive abitudini. Daniela Ricchiuto S P E C C H I A Un consiglio comunale per Sonia Marra Della studentessa di Perugia, scomparsa tre anni fa, non si hanno ancora notizie In Italia persone scomparse Dal 1 gennaio 1974 al 31 marzo 2009 si è accertato che le persone scomparse ancora da rintracciare in Italia sono in totale , di cui sono cittadini italiani e sono cittadini stranieri, quelli maggiorenni sono , di cui sono italiani e sono stranieri. I minorenni sono, invece, , di cui italiani e stranieri. La differenza, rispetto al dato rilevato al 31 dicembre 2008, è di 251 unità in più. Le regioni ove questo fenomeno è più ricorrente sono il Lazio, la Lombardia, la Campania, la Sicilia ed il Piemonte. ( ) Da III Relazione semestrale (maggio 2009) del Ministero dell Interno - Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse. Il Comune di Specchia - aderendo alla recente proposta di Massimo Monni, consigliere comunale di Perugia, il quale ha ottenuto una convocazione, nel capoluogo umbro, di un consiglio comunale monotematico sulla vicenda - ha anch esso attuato la medesima iniziativa promossa dall assessore ai servizi sociali, Sara Morciano, e fissato l evento per il 28 ottobre Il consiglio comunale specchiese non è stato però monotematico: in seguito alle improvvise quanto inattese dimissioni del suo presidente, è iniziato con l elezione del nuovo sostituto. È seguito, poi, l intervento del Sindaco che ha voluto ricordare la presenza di due delegati dell amministrazione specchiese il 20 agosto ad Ugento in occasione del triste anniversario della scomparsa di Roberta Martucci, sottolineando quanto la solidarietà, specie in questi casi, giochi un ruolo fondamentale; poi la parola è passata all assessore Morciano, la quale ha ricordato l importanza dell associazione Penelope Puglia, sodalizio nazionale delle famiglie e degli amici delle persone scomparse, e del ruolo svolto sia dai cittadini sia dagli organi inquirenti. I primi sono tenuti a fornire qualsiasi indicazione utile; i secondi non devono mai rallentare il loro lavoro per non farsi vincere dalla rassegnazione. Infine, lo stesso assessore - a noi de Lo Scirocco - ha affermato: Pur non entrando nel merito del suo operato, ritengo che la magistratura è da considerarsi una macchina lenta che delle volte ha bisogno di essere spinta dalla forza del potere pubblico, ma allo stesso tempo ha anche bisogno di leggi nuove per migliorare gli strumenti di risoluzione del problema delle persone scomparse. L ultimo pensiero, infine, è andato ai familiari di Sonia; l assessore, nel ricordare la scomparsa della sua amica coetanea, con un tono di voce strozzato dalla commozione, cita la storia di Penelope e Ulisse, poiché Penelope deve simboleggiare il sentimento della speranza, la speranza di un ritorno, augurandoci che Sonia, un giorno, possa ritornare alla sua Itaca. Marco Centanni

16 L U O G H I D E L L O S C I R O C C O - S A N M A R T I N O 16 S C O R R A N O Appuntamento in cantina La Duca Guarini in festa, il 15 novembre, per tutti gli amanti del vino Anovembre è di scena il buon vino, Primitivo, Negroamaro, Malvasia Nera e molti altri. Sono loro i protagonisti di un importante evento organizzato dall Azienda Agraria Duca Carlo Guarini di Scorrano, una tra le più note case vinicole del Salento, che da più di cento anni produce etichette prestigiose come Piutri, Campo Di Mare, Malia e Murà. Nella giornata di domenica 15 novembre, dalle alle 20.30, sarà possibile visitare le cantine dell azienda e degustare il vino nuovo e il primo olio della stagione. Un piacevole percorso per appassionati e curiosi, attraverso le varie fasi della produzione, per scoprire metodi e segreti che da anni uniscono innovazione e qualità. Non mancheranno, ovviamente, gli assaggi dei prodotti tipici, tarallini e friselline, le creme di carciofi, di olive, di peperoni rossi e gialli, di cipolle e mele selvatiche, le olive sott olio e altri gustosi prodotti della linea agroalimentare Le Masserie del Duca. Per la delizia non solo del palato ma anche delle orecchie, l evento sarà accompagnato dai canti antichi e pizziche salentine del gruppo musicale Agorà. E se è vero che - come diceva Baudelaire - Il vino rende le domeniche felici quale modo migliore per trascorrere una giornata all insegna della tradizione gastronomica, musicale e soprattutto della cultura vinicola? Maria Antonietta Quintana L iconografia di San Martino di Tours utilizzata, per oltre 14 secoli, da tanti artisti, ci ha costantemente restituito il popolare santo della Carità attenendosi quasi letteralmente alla leggenda che ha descritto la storia fondamentale della Sua vita: un soldato romano, un cavaliere in sella al suo cavallo che taglia in due con la spada il propio mantello e lo offre al bisognoso che sta ai suoi piedi. Sempre la stessa scena, dalla Spagna alla Russia, anche in opere realizzate da grandi artisti tra i quali El Greco, Pietro Bernini, Simone Martini (nella Chiesa Inferiore di San Francesco, - Cappella di San Martino - Assisi). Il dono della metà del mantello è, senza dubbio, l attributo iconografico più riconoscibile del santo di Tours. Nella rappresentazione che abbiamo scelto di riprodurre qui, a lato, ci sono tre importanti novità che, a nostro parere, apportano alla rappresentazione artistica della Carità un valore sino ad ora mai rivelato iconograficamente: - il Santo è sceso dal cavallo che rimane sul retro della scena, abbracciando l avvenimento con la coda e il muso e la compassione (ha una croce sul petto e potrebbe rappresentare la Umanità cristiana); - il Santo, inchinato dalla sua azione, riveste il bisognoso con il propio mantello e taglia per se non tanto la metà quanto quello che resta del mantello dopo aver soddisfatto interamente il bisogno del prossimo suo ; - il bisognoso, con aureola segnata da una croce, è il Cristo, la divinità che ha scelto di farsi Uomo, di stare con gli ultimi. Ama il prossimo tuo come te stesso è certamente l insegnamento più rivoluzionario di Gesù ed è il fondamento della virtù più grande per i cattolici: la Carità. L autore dell opera, tempera su carta applicata su legno (cm 27,5x36h), è Norman Mommens, belga, inglese e salentino. L opera non è firmata come nella tradizione degli iconografi oranti dell oriente cristiano. Rolando Civilla T R A D I Per la festa di San Martino Qual è il significato d Il Comune e la Proloco di Leverano nei giorni 6, 7 e 8 novembre hanno organizzato la manifestazione Novello in Festa con lo scopo di promuovere i vini rossi salentini. La location che farà da sfondo all evento è il centro storico della cittadina salentina. La manifestazione si svolgerà secondo il seguente programma: Venerdì 6 novembre, alle ore 17.00, nella Sala Federico II si terrà il convegno tecnico Ruolo del consorzio di tutela nell attuazione dei piani di controllo delle Doc. Alle ore avrà luogo la consegna dei Premi Novello e Premio Club Nitrophoska ; alle ore 19.30, infine, l apertura del 6 Salone dei Novelli e Rossi di Puglia: enogastronomia, musica e folklore e animazione a cura di vari gruppi. Sabato 7 novembre, alle ore ci sarà l incontro con il Presidente della Camera di Commercio Italo-Ellenica di Atene, I. Tsamichas, presso la sala consiliare in via Menotti, alla presenza del sindaco e del vicesindaco di Leverano. Ma per le vie del borgo / dal ribollir de tini / va l aspro odor de i vini / l anime a rallegrar mentre gira su ceppi accesi / lo spiedo scoppiettando: così descriveva la ricorrenza di San Martino, uno dei poeti del nostro Ottocento, Giosuè Carducci. Ma chi era il santo che tanto allegramente si festeggia? L E V E R A N O XII Rassegna dei Vini Rossi del Salento La manifestazione Novello in festa nel centro storico della cittadina Prenderanno parte, inoltre, il sindaco di Lezha (Albania) e il direttore dell ospedale oncologico della stessa cittadina, nell ambito del progetto La prevenzione è vita per la lotta contro i tumori al seno. Alle ore avrà luogo l apertura degli stand enogastronomici e degli spazi espositivi. Domenica 8 novembre, ultimo giorno della rassegna, alle ore si aprirà il Corteo Storico per le vie di Leverano ad opera della Proloco di Corciano (PG). Martino di Tours era un vescovo e confessore nato in Ungheria intorno al 300. La data dell 11 novembre non è in ricordo della sua morte, avvenuta l 8 novembre, ma quella della sua deposizione nella tomba, avvenimento importante nei primi secoli del Cristianesimo. Il padre era un alto ufficiale dell esercito romano, così Martino, giovanissimo, fu arruolato e, ancora adolescente, inviato in Gallia, dove si convertì al cristianesimo secondo quella che è nota a tutti come Alle ore si riapriranno gli stand enogastronomici, il salone dei vini e gli spazi espositivi con animazione a cura di gruppi vari. Infine, alle ore 22.30, in Piazza Roma, si svolgerà il Grande Concerto di Musica Popolare Russa, offerto dalla provincia di Lecce, nella sua unica tappa in Italia. Nelle tre serate, nell ambito del progetto Bollenti Spiriti, saranno allestite - presso Palazzo Gorgoni e la Torre Federiciana e nelle vie del centro storico - varie mostre di artigianato locale ed estero. Silvia De Nizza

17 L U O G H I D E L L O S C I R O C C O - S A N M A R T I N O 17 La civiltà contadina del Salento è raccontata in breve in un museo a Manduria, città preziosa da scoprire passo passo, dal notevole patrimonio storico e artistico, conosciuta e apprezzata soprattutto per il suo Primitivo di Manduria Doc, M A N D U R I A Il museo della Civiltà del Primitivo Le tradizioni, la storia, l economia raccontate attraverso un vino Z I O N I, ogni mosto diventa vino i questa ricorrenza? la leggenda del mantello. Martino era alle porte di Amiens, quando incontrò un mendicante seminudo e infreddolito per la strada; impietosito, prese il suo mantello, lo tagliò a metà con la sua spada e glielo donò. Improvvisamente nel cielo scomparvero le nuvole, la temperatura diventò mite e comparve il sole, per questo oggi si ricorda, nei primi giorni di novembre, la cosiddetta estate di San Martino. Quella stessa notte, Martino sognò Gesù che andava da lui e gli restituiva la metà del suo mantello. Al mattino, per miracolo, questo era tornato integro, fu allora che Martino si fece battezzare come cristiano, lasciò l esercito e, divenuto monaco, si dedicò alla conversione dei popoli pagani e in seguito fu nominato vescovo. L 11 novembre, in tutti i paesi di religione cattolica, si festeggia San Martino. In Germania, Scandinavia e Austria, i bambini sfilano in processione con delle lanterne di carta colorate, guidati da un uomo a cavallo che ricorda il santo; qui il piatto tradizionale è l oca, perché secondo un altra leggenda, Martino, uomo assai umile, non voleva diventare vescovo, così si nascose in una stalla piena di oche che, spaventate, fecero un rumore tale da farlo scoprire. Oggi, quasi per punirle, vengono cucinate per l occasione. In Italia, l 11 novembre è legato al profumo intenso delle caldarroste e della carne alla brace. Le famiglie ritrovano il piacere di radunarsi dinanzi ad un caminetto acceso a chiacchierare, aspettando di stappare una bottiglia di vino novello che il capofamiglia ha procurato per l occasione. Nel Salento, a Taviano, San Martino è il santo patrono, celebrato con una processione religiosa, un mercatino per le vie del paese e vari spettacoli per allietare la serata, nonché le immancabili castagne e il vino novello. Al di là dell allegria che questa ricorrenza porta con sé, non bisogna dimenticare il più importante dei valori che San Martino ci ha lasciato, la carità cristiana: se in quel giorno ci capitasse di incontrare qualcuno che necessiti del nostro aiuto, non esitiamo ad offrirglielo. Laura Marrocco vino rosso corposo e molto caratteristico. Nell ampia struttura della Cantina Produttori Vini Manduria, consorzio fondato nel 1932 e ancora oggi polo di eccellenza della produzione del prelibato vino con oltre 400 soci, il Museo della Civiltà del Vino Primitivo espone attraverso reperti e manufatti - databili tra la seconda metà dell 800 e i primi del l evoluzione culturale dei processi di produzione vitivinicola del territorio. Oltre a carri, torchi e aratri, in mostra anche strumenti e oggetti della vita quotidiana contadina, che narrano la storia e l economia agraria del tempo, solleticando i nostri ricordi, le immagini dimenticate, le memorie di storie e racconti. Una raccolta documentaria che vanta, inoltre, scritti e immagini originali e preziosi pezzi unici, tra cui un torchio su base di pietra del XVIII secolo. Presso la Cantina, per il turismo enogastronomico, gruppi o tour organizzati è possibile anche degustare vini e prodotti tradizionali tipici. Il museo si trova in via F. Massimo, 19 a Manduria ed è aperto tutti i giorni, esclusa la domenica pomeriggio. Per comitive o gruppi è preferibile prenotare (tel , Il Primitivo di Manduria è parte integrante dell identità di questo territorio che ha saputo nel tempo ben impiegare le sue ricchezze per uno sviluppo economico e imprenditoriale. Un sostegno ai settori dell agricoltura e del turismo rurale sostenibile è offerto oggi dal Gal Terre del Primitivo, Gruppo di Azione Locale che riunisce otto comuni (Manduria, Avetrana, Lizzano, Maruggio, Torricella, Erchie, Oria, Torre Santa Susanna) e undici soci privati (organizzazioni professionali e di categoria, associazioni e soggetti economici). Le attività svolte con i finanziamenti comunitari sono state mirate al miglioramento delle potenzialità turistico-ricettive della terra in cui nasce il Primitivo, attraverso la diversificazione e il miglioramento della qualità delle produzioni tipiche e dell artigianato locale, la creazione di servizi, la valorizzazione del patrimonio naturale e storico-artistico. Chiara Schiavano

18 Si parla di ambiente, cavallo di battaglia dell Amministrazione Comunale di Alessano, di recente elogiata, anche in ambito nazionale, per la sua scelta verde di adottare il fotovoltaico come sostentamento per gli edifici pubblici, un progetto di risparmio che usufruisce dei vantaggi del Conto Energia del Decreto Bersani del Appalto vinto dall unica partecipante Solar Utilità Spa, joint venture di Pirelli Ambiente. Alessano e l ambiente, connubio o ossimoro? La risposta è quanto mai complessa. Se qualcuno ha mai fatto una passeggiata per le campagne, o I N P R O V I N C I A 18 A L E S S A N O / 2 Ambiente, croce e delizia Da un lato abbraccia il fotovoltaico, dall altra è dilaniato da scarsa educazione ambientale Li conosco bene. È un problema, ma noi che ci possiamo fare? Mettiamo le telecamere in ogni posto dove potrebbero abbandonare rifiuti? Il tono sereno e rassicurante diventa amaro, e prosegue: Sono rifiuti straordinari, il cui smaltimento non è compreso tra i servizi di nettezza urbana di base, l Amministrazione non dispone di denaro per occuparsene, aspettiamo qualche finanziamento dagli enti territoriali. Sì, ma di chi sono le responsabilità di questo scempio? Del cittadino. Della noncuranza e della mancanza di senso civico del cittadino. Io ne sono responsabile penalmente come capo dell Amministrazione Comunale e in questi anni abbiamo provveduto con alcune azioni di bonifica, più di questo A fronte di questo problema, cosa ha intenzione di fare il Comune? Responsabilizzare. Continueremo a lanciare campagne di sensibilizzazione, affinché si possa imparare che è un rischio per l ambiente e per noi gettare nelle campagne rifiuti pericolosi. La responsabilità è di tutti. L onirica immagine del paese nel verde è squarciata dallo stato di abbandono dei rifiuti. Basterà lanciare campagne di sensibilizzazione? Questa è l altra faccia dell ambiente ad Alessano, più croce che delizia. Francesco Piscopello P I Z Z I C A I Suduru Anticu a Domenica 5 Il gruppo nella nota trasmissione in onda su Canale 5 Turismo: l Italia perde il primato Il peso economico dell industria alberghiera nel nostro paese non è più tanto determinante quanto lo era fino allo scorso anno: dalla prima posizione - nella graduatoria mondiale - l Italia è scesa alla settima posizione dietro Stati Uniti, Giappone, Cina, Francia, Germania e Spagna. Le carenze infrastrutturali, i prezzi troppo alti, la scarsa sicurezza sono alcune delle cause che hanno fatto calare le presenze, nel 2009, del 2,5%. La Redazione per i sedicenti percorsi cicloturistici, sa di cosa parliamo. Rifiuti pericolosi di ogni genere. Dai copertoni bruciati agli elettrodomestici. Singolare il caso di un sito dove in un angolo erano raccolti circa una decina di televisori vecchi (in qualche modo una raccolta differenziata!), scarti chimici, taniche di metallo contenenti vernici arse al fuoco, una bomba per l ambiente. E amianto tanto, troppo; insieme a scarti edili di ogni genere, dai calcinacci al cemento. In uno dei paesaggi più suggestivi della zona, la serra dei Cianci. Nella stanza dei bottoni ci accoglie il Sindaco Luigi Nicolardi, mentre fuori scalpita la furia del maltempo che ha provocato ingenti danni alle strade e alle abitazioni del centro urbano. Signor Sindaco, l esemplare iniziativa del fotovoltaico ha portato elogi e critiche, ad esempio sulla rispettabilità del bando; i detrattori accusano che non è stato reso possibile alle aziende locali di competere. Il bando è consultabile sul sito del Comune di Alessano, non ha danneggiato nessuno, ha vinto l appalto chi ha messo sul piatto l offerta più vantaggiosa. Il pannello dei lavori parla chiaro, doveva essere pronto tutto entro il 30 aprile 2009 e invece siamo in alto mare, come mai? Solite lungaggini? È vero, è stata concessa una proroga fino al 31 dicembre, ciò non cambia nulla per noi che avremo comunque la nostra quota di royalty, ricordo che l investimento è interamente privato e che il Comune non sborserà un solo euro. In vantaggio avrà un risparmio considerevole sull energia per i prossimi 30 anni, fino ad auto approvvigionarsi. 30 anni. Sul bando si parlava di 20, a cosa è dovuto questo cambiamento? A un semplice fatto di convenienza, dopo il ventesimo anno noi avremmo dovuto smantellare i pannelli, occuparci della manutenzione e pagare la sorveglianza, invece abbiamo proposto all azienda vincitrice di spalmare fino a 30 gli anni di concessione, con manutenzione, smantellamento e smaltimento a carico loro che pagheranno la royalty fino al ventesimo anno. Esiste, però, un altra faccia dell ambiente nel nostro paese. Come è possibile che Alessano promotore delle energie pulite abbia nel suo territorio innumerevoli siti dove si gettano rifiuti pericolosi? Una manciata di minuti, durante la nota trasmissione Domenica Cinque condotta da Barbara D Urso su Canale 5, ha regalato ai telespettatori un assaggio di pizzica salentina. Lo scorso 1 novembre il gruppo di musica popolare Suduru Anticu è stato invitato a partecipare al programma di intrattenimento, nella rubrica Corazzon alla ricerca del sole, che vede l arrivo del metereologo Paolo Corazzon in una località d Italia ogni volta differente. Approdato nella meravigliosa Santa Maria di Leuca, il metereologo ha poi presentato al pubblico di Canale 5 il gruppo Suduru Anticu che, intorno alle 17.20, si è esibito suonando e accennando alcuni passi di questo tipico ballo del Salento, coinvolgendo nella danza il divertito metereologo. Valentina Rosafio

19 Il Take Care tour, l ambulatorio mobile che sta girando l Italia per sensibilizzare l opinione pubblica sulla prevenzione e cura del diabete di tipo 2, ha fatto tappa anche in Puglia riscuotendo un enorme successo. Le città che hanno ospitato l iniziativa sono state Brindisi e Bari (rispettivamente il 24 e il 25 ottobre). La campagna Take Care, realizzata dalla casa farmaceutica Takeda, con il patrocinio della Fand (Associazione Italiana Diabetologi), Amd (Associazione Medici Diabetologi), Sid (Società Italiana di Diabetologia), Simg (Società Italiana di Medicina Generale), a Brindisi ha avuto il patrocinio della Asl, mentre a Bari della Asl e del Policlinico. A bordo dell unità mobile uno staff di medici e diabetologi ha effettuato visite per la prevenzione del diabete ed esami per la misurazione dell emoglobina glicosilata (ottimo indicatore clinico La Giornata Ecologica del 15 ottobre scorso, organizzata dall Amministrazione Comunale di Acquarica e in particolare dal consigliere responsabile per l ambiente, Luigi Ciullo, in collaborazione con l ATO LE/3 e la Gial Plast Srl, ha visto come protagonisti i bambini della scuola materna, della scuola primaria e della scuola secondaria di I grado e il loro rapporto con il territorio. Radunati in piazza dell Amicizia dalle ore 9.30 alle 12.00, gli alunni hanno dato il loro contributo alla raccolta differenziata quando in fila, uno ad uno, hanno consegnato la propria busta con rifiuti in plastica, carta, vetro, alluminio; con questa loro azione hanno potuto ritirare un biglietto per la partecipazione che riassume la qualità del controllo glicemico di un soggetto diabetico) per I N P R O V I N C I A 19 S A L U T E Prendersi cura del diabete Successo della tappa pugliese di Take Care, oltre 350 visite a Brindisi e Bari A C Q U A R I C A D E L C A P O Una giornata per la formazione ecologica La differenziata, a partire dai più piccoli all estrazione finale di una ricicletta, una bicicletta realizzata in alluminio. I rifiuti poi sono stati smaltiti all interno dei Cam (Centri ambientali mobili) messi a disposizione dall Ato/Le3. Tra gli interventi eseguiti in questo senso vi sono anche le isole ecologiche posizionate negli atri delle scuole. La finalità dell iniziativa è stata, così, quella di sensibilizzare tutti i cittadini alla raccolta differenziata, e, quale modo migliore se non cominciando a farlo attraverso le nuove generazioni? I bambini sono coinvolti in un progetto educativo che non si ferma a una giornata ecologica ma che continua attraverso la loro capacità naturale di insegnare ai grandi il rispetto per l ambiente. Valentina Rosafio i malati di diabete di tipo 2, comunicando in tempo reale il referto ai pazienti che si sono sottoposti al test. Risultato? Oltre 350 persone, con età media tra i 50 e i 60 anni, prevalentemente uomini, si sono sottoposti a esami di emoglobina glicosilata e visite di prevenzione. Si tratta di un dato importante considerando che, nella tappa di Brindisi, il mal tempo e la location non proprio centrale potevano demotivare l iniziativa, mentre a Bari, giornata delle primarie con il sindaco Michele Emiliano in prima linea, la notizia sarebbe potuta passare in secondo piano soprattutto a livello mediatico. Invece, niente di tutto ciò è accaduto. Carlo Carrozzo, responsabile regionale Puglia dei rapporti istituzionali di Takeda, afferma che l iniziativa è nata dall aver constatato che, in Italia, la consapevolezza dell importanza di adeguati controlli non è così diffusa. Nel nostro paese, i malati di diabete sono circa 2,5 milioni, il 55% non tiene sotto controllo la malattia, 3 milioni non sanno di avere il diabete di tipo 2 e 1 malato su 3 di diabete non conosce questo tipo di esame. Ad entrambe le tappe dell iniziativa ha partecipato l associazione Diabetici Jonici di Taranto, in Puglia unica realtà associativa consolidata della Fand (Associazione Italiana Diabetici) che, il prossimo 22 novembre alle ore 10, organizza un convegno dal titolo Il diabete e le sue complicanze, presso la sala convegni dell Istituto Maria Immacolata a Taranto (Via Mignona - per info ). Silvia Rizzello

20 (continua dalla prima pagina) Da sempre impegnato nella elaborazione delle politiche nazionali ed europee per il sistema agroalimentare e i territori rurali, è stato Ministro delle Politiche Agricole ed è attualmente Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo. On.le De Castro, negli ultimi mesi abbiamo assistito alla crisi del settore olivicolo, poi pataticolo, poi ancora cerealicolo, ora dell uva da tavola: tutti caratterizzati da alti costi di produzione e bassi prezzi di vendita. Per quanto potranno ancora resistere gli agricoltori? È un momento difficile che riguarda tutta l Europa. La crisi economica ha determinato un crollo dei consumi e delle esportazioni, da cui deriva l abbassamento dei prezzi di vendita. Oggi il mercato è caratterizzato da una instabilità strutturale dovuta agli effetti della globalizzazione: la crisi di un determinato settore agroalimentare in un dato Paese si riverbera in tutto il mondo, perché i destini economici degli Stati sono legati tra loro dal mercato globale. Per questo occorrono strumenti nuovi per fronteggiare la crisi. Quali sono le differenze sostanziali tra Nord e Sud d Italia, nel settore dell agricoltura? Sostanzialmente il nostro Sud è meno organizzato sul piano commerciale. È caratterizzato da un forte individualismo, che non lascia spazio a realtà aggregative come le cooperative e i consorzi - ampiamente diffusi a nord - organismi in grado di collocare il prodotto sul mercato con modalità e prezzi competitivi. Pensiamo, ad esempio, alla produzione di carciofi nel brindisino: vi è un altissima concentrazione della produzione, ma manca una struttura organizzata in grado di interfacciarsi con un mercato globale e fortemente competitivo. Lo stesso discorso vale per la produzione di vino o di olio in Puglia. Vi sono tante iniziative europee a sostegno della creazione di realtà aggregative in grado di conseguire una maggiore competitività: Fondi Strutturali e nuovi stanziamenti per 300 milioni di euro; si tratta solo di sfruttarli al meglio. Il mercato sarà sempre più caratterizzato da una forte competitività e sopravviverà solo chi saprà organizzarsi. Cosa pensa delle nuove tendenze di alcuni settori del consumo come i gruppi di acquisto solidale, i prodotti a km 0 e gli orti condivisi? Possono essere dei modelli per creare consumo consapevole oppure sono solo soluzioni troppo piccole per problemi troppo grandi? Certo, dal punto di vista del consumatore sono realtà assolutamente positive. Del resto io stesso ebbi modo di promuovere i Farmers Market, con un decreto del Dal punto di vista dei produttori il problema è ben più complesso: non si può pensare di risolvere i problemi connessi alla collocazione sul mercato di grandi quantità di prodotto con questa modalità. Cosa pensa dei cosiddetti Agroasili e delle Fattorie Didattiche? È possibile promuovere una sensibilità naturalistica nelle nuove generazioni, sempre più abituate ad una realtà virtuale e televisiva? È quanto emerge dalle prime indiscrezioni sulla comunicazione della Commissione europea che dovrebbe essere pubblicata a novembre. Che l agricoltura avesse un peso predominante sul bilancio comunitario lo si sapeva già da tempo, così come si sapeva che, nella revisione del bilancio comunitario, la spesa agricola sarebbe stata tra le prime voci di bilancio ad essere stata messa in discussione. Per finanziare le tre grandi priorità della Ue (crescita e occupazione, cambiamenti climatici e sicurezza energetica) l Esecutivo comunitario ha due strade da percorrere: o l aumento delle risorse complessive a disposizione dell Unione europea, oppure uno spostamento di risorse tra settori. E in questa ultima ipotesi l agricoltura ha ben poche speranze, inutile dirlo, di uscirne indenne. Premesso che l attuale Pac (Politica Agricola Comune) si regge oggi su due pilastri finanziari, il primo identificato con le politiche di mercato e con i pagamenti diretti, il secondo con gli interventi strutturali e a favore della aree rurali, forse l unica nota positiva per il futuro della politica agricola Ue sta nel riconoscimento del ruolo della politica di sviluppo rurale per affrontare le nuove sfide, con la previsione di un aumento del budget del secondo pilastro della Pac. A scapito, però, del primo (quello degli aiuti diretti). A G R I C U L T U R E 20 Possono senz altro aiutare a far maturare una nuova cultura naturalistica nei giovanissimi. Credo, però, soprattutto nel ruolo fondamentale delle scuole statali, dei maestri elementari. Quando ero ancora al Senato fornimmo a tutti i docenti un kit per l educazione agroalimentare, per garantire un intervento mirato a fornire informazioni fondamentali per maturare una nuova educazione alimentare, che spinga i bambini a preferire la frutta alle merendine. In che direzione le attività della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo, di cui lei è Presidente, si stanno muovendo? Proprio oggi (23 ottobre N.d.R.) a Strasburgo abbiamo emanato un nuovo Fondo di crisi per supportare settori come il lattiero-caseario e dell ortofrutta. Sono onorato di essere il primo italiano che presiede questa importante Commissione che, con il trattato di Lisbona, ha acquisito gli stessi poteri decisionali del Consiglio dei Ministri. Devo ringraziare i elettori che P A O L O D E C A S T R O Organizzarsi e cooperare per il rilancio agricolo del Sud Intervista al Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo B I L A N C I O U E Pac a rischio tagli Dal 2013 ridotta in maniera significativa la quota riservata alla Politica Agricola Comune mi hanno permesso di approdare al Parlamento Europeo: le elezioni europee sono le uniche in cui ancora si salvaguarda il rapporto tra elettore ed eletto, per questo spero di saper dare delle risposte valide soprattutto al Sud Italia, che è la circoscrizione in cui sono stato eletto. Quali saranno gli effetti concreti per le imprese del comparto Agroalimentare dell intesa tra il Ministero e le regioni per l applicazione dell articolo 68? L articolo 68 prevede la possibilità da parte dell Unione Europea di lasciare agli Stati membri libertà sulla destinazione di parte dei fondi destinati al settore agroalimentare. Un fatto senz altro positivo, come positivo è questo accordo raggiunto, che permetterà di destinare i fondi ad alcuni settori più in difficoltà. Io, probabilmente, avrei supportato maggiormente il settore del grano duro. Qual è il futuro dell agricoltura nel Sud Italia? Le nuove generazioni di agricoltori possono sperare di riuscire a mantenere vivo un settore così importante per il meridione? Voglio risponderle in maniera franca: il problema riguarda prevalentemente gli agricoltori. Il Sud ha bisogno di imprenditori che abbiano la voglia, le competenze e le capacità di credere veramente in un progetto imprenditoriale e di impegnarsi per la sua realizzazione. Non è più tempo di assistenzialismi, non si può affrontare il mercato con gli aiuti dello Stato. È necessario sapersi organizzare, come sono necessari nuovi strumenti di Politica Agricola Comune, quelli che già stiamo elaborando a livello europeo. Solo con un atteggiamento nuovo si può affrontare un mercato nuovo, globalizzato e fortemente competitivo. Federica Ricchiuto Il documento in via di pubblicazione propone anche l introduzione di un terzo pilastro legato ai cambiamenti climatici e rilancia il concetto del cofinanziamento nazionale degli aiuti diretti. La Pac del futuro dovrà rappresentare una rete di sicurezza con nuove misure di mercato in grado di sostituire i vecchi meccanismi di intervento. Gli aiuti dovrebbero essere finalizzati alla produzione di servizi ambientali non obbligatori, pratiche agricole sostenibili, promozione dei prodotti agricoli, ricerca e occupazione. Il documento non esclude poi un ulteriore aumento della modulazione obbligatoria, il travaso di risorse dal primo al secondo pilastro, aumentando le sinergie tra i diversi fondi strutturali. Il terzo pilastro mira invece a rafforzare il ruolo della Pac nelle sfide legate ai cambiamenti climatici. Bruxelles auspica infine una maggiore flessibilità per spostare fondi inutilizzati da una politica all altra, con la previsione di una riserva di bilancio per le misure di emergenza. Sulla durata delle nuove prospettive finanziarie, il testo si limita a citare l idea del Parlamento Europeo che suggerisce un periodo di 5 anni (che corrisponderebbe così alla durata del mandato di Commissione e Parlamento Ue), ma anche di estendere le attuali prospettive finanziarie di due anni, proprio per far coincidere le prossime con il mandato di Parlamento e Commissione. Gianvito Negro Valiani

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n.

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n. Volontariato Città di Treviglio Onlus Solidarietà e Sicurezza Tieni la borsetta verso il muro Per non essere soli chiama il n. 800.995988 con la collaborazione di: UNIONE BERGAMASCA CONSUMATORI Via T.

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

AUTOCERTIFICAZIONE. ATTIVITA' della COFILE ANTIUSURA BANCARIA FROSINONE. indirizzata. PREFETTURA di FROSINONE

AUTOCERTIFICAZIONE. ATTIVITA' della COFILE ANTIUSURA BANCARIA FROSINONE. indirizzata. PREFETTURA di FROSINONE AUTOCERTIFICAZIONE ATTIVITA' della COFILE ANTIUSURA BANCARIA FROSINONE indirizzata PREFETTURA di FROSINONE Settembre 2013 BREVE DESCRIZIONE DELL ATTIVITÀ SVOLTA dalla COFILE e AMBITO TERRITORIALE DI OPERATIVITÀ

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI

BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI Pochi giorni fa a un incontro organizzato dalla Provincia di Roma in occasione dei 60 anni dell Unesco, ho conosciuto un sacerdote,

Dettagli

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità La Biennale 2015 Cos è la Biennale della Prossimità La Biennale della Prossimità si svolgerà a Genova dal 5 al 7 giugno 2015. È un appuntamento nazionale dedicato interamente alle comunità locali, alle

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Carta dei. Valori PREMESSA. La Carta dei Valori rappresenta la sintesi dei principi e dei valori su cui si fonda l associazione

Carta dei. Valori PREMESSA. La Carta dei Valori rappresenta la sintesi dei principi e dei valori su cui si fonda l associazione PREMESSA La rappresenta la sintesi dei principi e dei valori su cui si fonda l associazione Bhalobasa. Nel perseguire questo nucleo di valori, la Carta individua le responsabilità e ispira i comportamenti

Dettagli

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato Cari amici, illustri ospiti, Voglio innanzitutto ringraziarvi tutti per

Dettagli

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi.

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi. 1.Introduzione Venezia nasce nel 452 e poco dopo la fondazione della città i commercianti veneziani cominciano a portare dall Oriente prodotti che gli Europei non conoscono: le spezie, il cotone, i profumi

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

LAVORO: UNA RIFORMA IRRAZIONALE L ennesimo arretramento delle tutele dei lavoratori

LAVORO: UNA RIFORMA IRRAZIONALE L ennesimo arretramento delle tutele dei lavoratori LAVORO: UNA RIFORMA IRRAZIONALE L ennesimo arretramento delle tutele dei lavoratori Alvise Moro, avvocato giuslavorista Il testo - approvato dal Senato in prima lettura il 31 maggio 2012 - è dal 7 giugno

Dettagli

L EMPATIA E LA RELAZIONE EMPATICA

L EMPATIA E LA RELAZIONE EMPATICA L EMPATIA E LA RELAZIONE EMPATICA (a cura di Sandra Camuffo) MODULO I: COACHING ESSENTIALS Roma, 7-8 Marzo, 5 Aprile 2014 DEFINIRE L EMPATIA Le definizioni dell empatia coniate dagli studiosi e dai ricercatori

Dettagli

CONCORSO : REGOLIAMOCI

CONCORSO : REGOLIAMOCI CONCORSO : REGOLIAMOCI Per studenti tra gli 8 e i 13 anni. Sceneggiatura film : IL SOLE I.C. Marino S. Rosa Napoli Classe II E IL SOLE Nella reception di una clinica molto famosa Christian che ha subito

Dettagli

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR.

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. (Confucio) Numero 3 SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Nell ultima seduta del Consiglio sono state graditissime ospiti

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Non sapevo veramente cosa aspettarmi Pensavo sarebbe stato qualcosa di simile a quello che avevo fatto a casa mia a Briarwood. Pensavo di trovare famiglie senza casa, gente povera, e senso di isolamento.

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

Davanti allo specchio di un anniversario

Davanti allo specchio di un anniversario Davanti allo specchio di un anniversario 1. La religiosità popolare è una porzione della cultura di un territorio e di una società, un elemento costitutivo della comune identità. Lo è perché riguarda tutti,

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI

EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI Intercultura è una ONLUS, associazione di volontariato ed ente morale riconosciuto con DPR n. 578/85. E presente in 147 città italiane ed in 65

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Giovedì 15 Marzo 2012

Giovedì 15 Marzo 2012 Giovedì 15 Marzo 2012 L ESPERIENZA DEL MORIRE COME AIUTARE I BAMBINI AD AFFRONTARE LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA SILVIA VARANI Psicoterapeuta Fondazione ANT Italia Onlus Fratelli, a un tempo stesso, Amore

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

PRIMAVERA ROMANÌ MANIFESTO POLITICO

PRIMAVERA ROMANÌ MANIFESTO POLITICO PRIMAVERA ROMANÌ MANIFESTO POLITICO Siamo giovani rom, sinti e non rom, italiani e stranieri. Molti di noi vengono da una storia di disagio, soprusi ed esclusione, ma non ci siamo fermati e non ci fermeremo.

Dettagli

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato Signor Presidente del Consiglio, Autorità civili, militari e

Dettagli

(Patrick Geddes, 1919)

(Patrick Geddes, 1919) "Ogni città è in fondo una città sacra: perché un nocciolo di sentimenti religiosi è sempre rintracciabile all'origine delle sue attività e dei suoi spazi collettivi, e quindi della sua stessa esistenza,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 998 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato ANGELA NAPOLI Disposizioni per la tutela dei risparmiatori e istituzione del Fondo di garanzia

Dettagli

In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte

In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte le donne e agli uomini che vivono in questa nostra

Dettagli

ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari.

ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari. LA CARTA DEI VALORI ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari. DIGNITÀ Ci impegniamo ogni giorno per

Dettagli

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Relazione dei Presidente CIDA, Silvestre Bertolini La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Prima di iniziare, vorrei ringraziare le autorità presenti in sala, che è sempre

Dettagli

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III ANNO SCOLASTICO II QUADRIMESTRE ALUNNO/A PROVE DI VERIFICA PERIODO: SECONDO

Dettagli

15 proposte concrete per migliorare la vita delle donne

15 proposte concrete per migliorare la vita delle donne 15 proposte concrete per migliorare la vita delle donne (e quella degli uomini) Per un maggior sostegno alla maternità e alla paternità 1 UNA TUTELA PER TUTTE LE MAMME L Italia ha uno dei tassi di natalità

Dettagli

Lo sapete che... Alcuni dati sul mio paese

Lo sapete che... Alcuni dati sul mio paese Brasile Lo sapete che... Povertà e disuguaglianza provocano fame e malnutrizione. Il cibo ed altri beni e servizi essenziali da cui dipendono la sicurezza alimentare, la salute e la nutrizione - acqua

Dettagli

I lavoratori maturi Over 40 sono dimenticati: sono zavorra?

I lavoratori maturi Over 40 sono dimenticati: sono zavorra? I lavoratori maturi Over 40 sono dimenticati: sono zavorra? Il problema Nel particolare momento di elezioni, tutti gli animi si scaldano: i politici promettono tutto a tutti pur di guadagnare qualche punto

Dettagli

I Cristiani e gli Ebrei

I Cristiani e gli Ebrei I Cristiani e gli Ebrei La casa del Papa: Basilica di San Pietro e Musei Vaticani Le catene di San Pietro e la neve estiva nella Basilica di San Pietro in vincoli e nella Basilica di Santa Maria Maggiore

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Ottavia Ferrannini Supervisione di Chiara

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

Newsletter Associazione Atdal Over 40 Centro Sud

Newsletter Associazione Atdal Over 40 Centro Sud Newsletter Associazione Atdal Over 40 Centro Sud Avvertenza generale per i lettori: usando i tasti CTRL + CLIC potranno far funzionare i collegamenti ipertestuali (che si riconoscono dal carattere sottolineato,

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

Lettera del Magnifico Rettore agli studenti

Lettera del Magnifico Rettore agli studenti Lettera del Magnifico Rettore agli studenti Cari Allieve e Allievi del Politecnico di Milano, In questi giorni ho ricevuto molti messaggi da parte Vostra. In essi vi sono domande volte a cercare di comprendere

Dettagli

MAGARI LE COSE CAMBIANO

MAGARI LE COSE CAMBIANO MAGARI LE COSE CAMBIANO di Andrea Segre Documentario, 62, Italia 2009 http://magarilecosecambiano.blogspot.com Sinossi Un film nel cuore delle nuove centralità romane: le moderne borgate di una società

Dettagli

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi A SCUOLA DI COSTITUZIONE COLORA IL TITOLO BIANCO, ROSSO E VERDE. PER VIVERE BENE IN CLASSE ABBIAMO BISOGNO DELLE DIRITTI REGOLE DOVE VI SONO DEI DIRITTI E DEI DOVERI SENZA LEGGI e REGOLE DA RISPETTARE

Dettagli

L Associazione Chiara Melle presenta il progetto educativo-formativo: terza edizione 2012

L Associazione Chiara Melle presenta il progetto educativo-formativo: terza edizione 2012 L Associazione Chiara Melle presenta il progetto educativo-formativo: terza edizione 2012 L Associazione Chiara Melle intende contribuire ad attivare nei genitori un processo di ricerca e di autoeducazione

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

A scagliarsi contro la mediazione civile obbligatoria sono stati soprattutto gli avvocati.

A scagliarsi contro la mediazione civile obbligatoria sono stati soprattutto gli avvocati. MEDIAZIONE decreto del fare di Claudia Di Pasquale DA CHE TEMPO CHE FA DEL 29/09/2013 ENRICO LETTA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Tra le cose che abbiamo fatto in questi cinque mesi c è stata una riforma della

Dettagli

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA DONATA BIANCHI, SILVIA MAMMINI, ROSA DI GIOIA ...FINALITÀ verificare

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014

PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014 PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014 Carissimi Educatori, come anticipato prima di Natale con alcune informazioni sulla Festa diocesana della Pace del 16 febbraio 2014, vi proponiamo

Dettagli

Newsletter gennaio 2015

Newsletter gennaio 2015 Newsletter gennaio 2015 Anche nel 2014, il nostro Villaggio si è confermato come una realtà in continuo movimento. In questo periodo ancora così difficile, i bisogni si evolvono e il Villaggio si evolve

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

9/5137/26. Chiaromonte, Grignaffini, Carli,

9/5137/26. Chiaromonte, Grignaffini, Carli, Atti Parlamentari 113 Camera dei Deputati condo i calcoli del MIUR, prevede un finanziamento pari a 47 euro a ragazzo all anno; la spesa per insegnanti, aule, banchi, riscaldamento, luce, trasporto, libri

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it Gusto

Dettagli

DAL NASO AL CUORE - ONLUS REGOLAMENTO INTERNO

DAL NASO AL CUORE - ONLUS REGOLAMENTO INTERNO DAL NASO AL CUORE - ONLUS Indice: Art. 1 - SOCI...3 Art. 2 - QUOTA SOCIALE...3 Art. 4 - VOLONTARI IN TIROCINIO...4 Art. 5 - ASSENZE AI SERVIZI E AGLI ALLENAMENTI FORMATIVI...5 Art. 6 - ASSENZE INGIUSTIFICATE...6

Dettagli

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la Il vero Amore L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la maggior parte delle nostre azioni, inoltre credo che esso sia la cosa più bella che Dio ci ha donato,

Dettagli

MANIFESTO PER PARMA UNITA

MANIFESTO PER PARMA UNITA MANIFESTO PER PARMA UNITA Parma è una città piena di risorse, ricca di intelligenze vivaci, di saperi e cultura, fatta da persone intraprendenti che non possono non avvertire la responsabilità di questo

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI

NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI Intorno al 1200 a.c. nuovi popoli arrivano in Grecia. Questi popoli partono dal Nord dell'asia e dal Nord dell'europa. Queste persone diventano i nuovi padroni del territorio.

Dettagli

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES Pier Francesco Asso ECONOMIA SICILIANA Si illustrano alcuni risultati del IV rapporto di ricerca della Fondazione RES dedicato

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

La Fondazione Universitaria Europea

La Fondazione Universitaria Europea La Fondazione Universitaria Europea La Fondazione Universitaria Europea è stata costituita il 12 Gennaio 2007 dalla Università Europea di Roma (UER) nell esclusivo interesse dei quali opera. Il 5 novembre

Dettagli

Intervento di Natascia Astolfi Responsabile Area Fund Raising MBS

Intervento di Natascia Astolfi Responsabile Area Fund Raising MBS Intervento di Natascia Astolfi Responsabile Area Fund Raising MBS Mi permetto di cominciare la mia relazione con una provocazione: una frase di Einstein Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettarsi

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

è il Simbolo della Pace Opera del Maestro Gennaro Angelo Sguro

è il Simbolo della Pace Opera del Maestro Gennaro Angelo Sguro L Associazione Internazionale di Apostolato Cattolico presenta la Xª Edizione del Premio Internazionale alla Pace Shahbaz Bhatti the tenth Edition International Peace Award "Shahbaz Bhatti" Voglio solo

Dettagli

GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1

GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1 I.T.I. OMAR GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1 Procedure igienico sanitarie OTTOBRE 2009 REVISIONE 01 SOMMARIO La sindrome influenzale da virus A/H1N1 3 Misure di prevenzione 3 Come lavare

Dettagli

CHI HA PAURA E CHI FA PAURA ALLA RETE? OPPORTUNITA E RISCHI DEL WEB PER I MINORI

CHI HA PAURA E CHI FA PAURA ALLA RETE? OPPORTUNITA E RISCHI DEL WEB PER I MINORI CHI HA PAURA E CHI FA PAURA ALLA RETE? OPPORTUNITA E RISCHI DEL WEB PER I MINORI Report a cura del Centro Studi Sommario Introduzione... 2 Le dimensioni del fenomeno: Bambini on line in Europa... 2 e in

Dettagli

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO S.M. Causa Pia d'adda di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Seguro di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Segrate (MI) S.M.

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Il mondo intorno a noi

Il mondo intorno a noi Il mondo intorno a noi SCUOLA INFANZIA CASOLA - BERZANTINA ANNO SCOLASTICO 2014/15 Le insegnanti, Germana Liani Giovanna d Isanti 1 Loredana Camiscia Angela Tomasi SCUOLA DELL INFANZIA DI CASOLABERZANTINA

Dettagli

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PARITARIA dell INFANZIA e PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Chi è chiamato ad educare e ad animare educazione, deve offrire nutrimento, nascondendo la mano che

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI PROVINCIA DI RAVENNA: I POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E PREMESSA Il tema dei costi della politica e della qualità della spesa pubblica assume una importanza strategica, in momento come quello attuale

Dettagli

Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli

Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli ACRI 91ª GIORNATA MONDIALE DEL RISPARMIO Risparmio e ripresa in una nuova Europa Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli Roma, Palazzo della Cancelleria 28 ottobre 2015. INTERVENTI ABI 2015

Dettagli

Il Quotidiano in Classe

Il Quotidiano in Classe Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati dagli studenti sul HYPERLINK "../Downloads/ ilquotidiano.it"ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Laura Torelli Supervisione

Dettagli

LaRepubblica.it 24/09/2010

LaRepubblica.it 24/09/2010 LaRepubblica.it 24/09/2010 La scuola che vorrei Vizi e virtù delle nostre classi L indagine di Milano- Bicocca con la fondazione Intercultura ha prodotto tre tabelle basate sui risultati della ricerca

Dettagli

Nuovi poteri e/o nuove responsabilità?

Nuovi poteri e/o nuove responsabilità? Nuovi poteri e/o nuove responsabilità? Antinomie degli effetti del movimentismo femminile sulla bioetica Liana M. Daher Dipartimento di Scienze della Formazione Università degli Studi di Catania daher@unict.it

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relazione Incontro del 15 ottobre 2015 ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relatore: Dott. Marco Chistolini Psicologo, psicoterapeuta e formatore Il tema centrale della ricerca è il rapporto con la storia

Dettagli

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Poi venne l aurora Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Ernesto Riggi Tutti i diritti riservati A tutti i giovani coraggiosi, capaci di lottare pur di realizzare

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli