Rassegna Stampa del 03/09/ :47

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna Stampa del 03/09/2007 09:47"

Transcript

1 SICT Rassegna Stampa del 03/09/ :47 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 01/09/2007 Corriere della Sera Crediti in ateneo, Mussi chiede indagini 02/09/2007 Il Sole 24 Ore Ferrara non è solo estense 03/09/2007 La Repubblica Una nuova arma per battere il diabete 02/09/2007 Il Messaggero Carbon, piano di riconversione bloccato I sindacati e Rossi strigliano Celani 02/09/2007 Il Messaggero CLAUDIA GUASCO dal nostro inviato 02/09/2007 Il Resto del Carlino Una carriera piena di 'primati' italiani 02/09/2007 Il Resto del Carlino «Il regista Antonio Sturla dimenticato dal Comune» 02/09/2007 Il Resto del Carlino PONTELAGOSCURO Alla festa dell'ulivo incontri sui diritti umani e le garanzie per il lavoro 01/09/2007 Il Resto del Carlino «FACCE, parole possibili e parole necessarie... 01/09/2007 Il Resto del Carlino L' università 'debutta' nell'arte con la mostra di Gianni Vallieri 01/09/2007 Il Resto del Carlino L'alta tecnologia in un corso di laurea 31/08/2007 Il Gazzettino Il fidanzato di Chiara accusato anche di crudeltà 31/08/2007 La Gazzetta Del Mezzogiorno Garlasco, omicidio con «crudeltà» 31/08/2007 Corriere Adriatico "Tra dieci giorni i primi risultati?

3 31/08/2007 Corriere Adriatico Stasi, contestata l'aggravante della crudeltà 03/09/2007 Gazzetta del Sud Diabete, un farmaco riduce del 14% il numero dei decessi 02/09/2007 Gazzetta di Reggio I mezzi della Protezione civile sul Po 31/08/2007 Il Denaro I rettori: Più fondi contro la fuga di cervelli 01/09/2007 L' Adige Da Pacher a Zubani: i cento 31/08/2007 L' Adige «Stasi commise l'omicidio per crudeltà» 03/09/2007 La Libertà Diabete, nuova arma per combatterlo 03/09/2007 La Libertà il futuro Il turismo sociale opportunità per Piacenza 03/09/2007 La Nuova Ferrara La diagnostica e le malattie della mammella 03/09/2007 La Nuova Ferrara «Dalle strade alle rotaie» 02/09/2007 La Nuova Ferrara Il Club vince, buona la prima 02/09/2007 La Nuova Ferrara La cultura ebraica 02/09/2007 La Nuova Ferrara Esperti, tecnici e ricercatori a Spalato per il meeting dedicato all'acquacoltura 02/09/2007 La Nuova Ferrara Analisi e cura sotto casa per gli anticoagulati 02/09/2007 La Nuova Ferrara Si trattava per il trasloco 02/09/2007 La Nuova Ferrara Il Pd e la sicurezza del lavoro

4 01/09/2007 La Nuova Ferrara Un festival di piazza che piace 01/09/2007 La Nuova Ferrara Tante idee per costruire il Pd 01/09/2007 La Nuova Ferrara Corteo o assemblea? Mussi bocciato 31/08/2007 La Prealpina Omicidio "aggravato dalla crudeltà" Pesante accusa al fidanzato di Chiara L'indagine sull'omicidio di Garlasco punta tutto sulle analisi dei Ris: i risultati non arriveranno prima di una decina di giorni Ma il difensore di Alberto Stasi si dice certo dell 02/09/2007 La Provincia Pavese Il caso all'esame di giuristi e criminologi 31/08/2007 La Sicilia Per Alberto l'aggravante della crudeltà 02/09/2007 Polis Parma l' Università più economica in regione 01/09/2007 Polis Ateneo : la gallina d'oro dei test di ingresso 03/09/2007 Donna Moderna Bio è chic 01/09/2007 Io Donna Invece del numero CHIUSO 31/08/2007 Giudizio Universale Docenti in mare 03/09/2007 La Provincia di Cremona Un farmaco salvavita contro il diabete acuto 02/09/2007 La Provincia di Cremona In hovercraft per 'salvare' il Po 02/09/2007 La Cronaca di Cremona Po e rischio idraulico, prove d'intervento 02/09/2007 L'informazione Studenti in bicicletta alla scoperta del Po: dal Monviso alla foce

5 AZIENDA OSPEDALIERA S.ANNA 01/09/2007 La Stampa Oggi pareri a confronto con l'assessore 03/09/2007 Giornale di Brescia Un farmaco per l'ipertensione è un salvavita per i diabetici 02/09/2007 La Nuova Ferrara «Vigiliamo sull' ospedale» 02/09/2007 La Nuova Ferrara Un gol per la solidarietà Il calcio diventa beneficenza 02/09/2007 La Nuova Ferrara Hospice, l'ado cerca infermieri 02/09/2007 La Nuova Ferrara Accoglienza, passi in avanti 02/09/2007 La Nuova Ferrara Un grazie di cuore all'infermiere Bruno 02/09/2007 Repubblica.it 15:35 Rivoluzione nella cura del diabete un farmaco riduce le morti del 14% AZIENDA USL DI FERRARA 03/09/2007 Il Resto del Carlino «Dovete vietare la 'pesca dell'oca'» 02/09/2007 Il Resto del Carlino CONSULTA per l'integrazione, così non va... 02/09/2007 Il Resto del Carlino E' USCITO il II bando nazionale... 03/09/2007 La Nuova Ferrara Animalisti: vietare il gioco con le oche 01/09/2007 La Nuova Ferrara «Mi diverto a fare le fiction» AZIENDA USL FERRARA LOCALI

6 01/09/2007 La Nuova Ferrara L'Acer non ha sfrattato Simone 78

7 SCENARIO SANITA E SALUTE 01/09/2007 Corriere della Sera Niente donazione perché gay Turco: «Scelta discriminante» 80 UNIVERSITA E RICERCA 02/09/2007 Corriere della Sera Troppo rumore ci fracassa il cuore 03/09/2007 Il Sole 24 Ore Stranieri, università per pochi 02/09/2007 La Repubblica Il grande business delle prove prepararsi può costare euro 01/09/2007 La Repubblica La fisica delle particelle svela i segreti di Leonardo

8 UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 45 articoli

9 01/09/2007 Corriere della Sera Pag. 4 ROMA Due università private nel mirino Crediti in ateneo, Mussi chiede indagini Crediti «facili» in un paio di università private romane. Giovani che si sarebbero laureati utilizzando una «scorciatoia». Sfruttando cioè il proprio lavoro, ma allo stesso tempo aggirando le rigide disposizioni di legge. È il sospetto che ieri ha spinto il ministro dell'università e della Ricerca, Fabio Mussi, ha inviare una lettera al procuratore Giovanni Ferrara chiedendo di accertare i fatti. L'iniziativa del ministro segue di poche ore la messa in onda sul Tg1 delle 20 di giovedì sera di un servizio dedicato al tema «Dottori a tempo di record». «In tale servizio - spiega il ministro - si pone in evidenza come, nonostante recenti disposizioni di legge che hanno limitato a 60 il numero dei crediti riconoscibili ai fini della laurea a fronte di esperienze professionali, alcuni atenei sembrano continuare a concedere un numero di crediti più alto». Mussi ha anche ribadito che «non può essere riconosciuto un numero di crediti superiore a 60 a singoli studenti che si iscrivono all'università senza alcun riferimento a convenzioni da queste stipulate. È del tutto evidente come la disposizione di legge miri a salvaguardare la serietà degli studi universitari e il valore della laurea, nonchè, non da ultimo, condizioni di eguaglianza con quegli studenti che, con sacrificio e applicazione, affrontano il cursus degli studi universitari fino al conseguimento del titolo finale. Di tali esigenze il ministro dell'università e della Ricerca deve farsi interprete e garante». «Proprio per questo, la prego, signor Procuratore - conclude il ministro Mussi nella sua lettera -, di voler verificare se nei fatti esposti nel servizio trasmesso dal Tg1 possano configurarsi ipotesi di reato». UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 9

10 02/09/2007 Il Sole 24 Ore Pag. 42 Il museo di Antonioni Ferrara non è solo estense di Ranieri Varese* L'intervento di Diego Marani sul Sole del 19 agosto invita a qualche riflessione, evito il tema della zucca. La situazione del «Museo Antonioni», voluto dal Comune poi chiuso, è il segno di un problema reale: quali modi ha una media città di provincia per fare politica culturale? I fatti, ai quali non è male richiamarsi, sono la dimostrazione delle scelte e delle caratteristiche del gruppo che ne realizza la gestione. Città che mantengono testimonianze di un passato plurisecolare, debbono scegliere se presentarlo unitariamente in un discorso di articolata ed equilibrata conoscenza oppure preferire la rottura ed enfatizzare un solo momento al quale collegare ogni strumento e iniziativa, anche finanziaria. Il rischio, reale, della seconda opzione è la costruzione, di una immagine unilaterale che viene schematizzata e privata della sua complessità. A Ferrara la scelta "estense" rischia di restringere la comprensione della sua storia a un unico, importante, momento; viene nascosto il tempo precedente, quello della fondazione della Cattedrale e delle prime istituzioni di governo cittadino; quello successivo della legazione pontificia, più di due secoli, e della partecipazione allo stato unitario. Amministrazione comunale e provinciale hanno, con autorità, compiuto tale scelta; il rapporto con musei statali, con la Università è quasi inesistente. Il dibattito e il confronto fra le istituzioni è assente, residuano gli atti di un convegno organizzato dall'istituto Gramsci nel Si comprende così perché è stato chiuso il «Museo Antonioni», restituita una donazione di materiali affini; chiuso il «Museo della Illustrazione», posto nei depositi il materiale dei servizi di documentazione storica. La Biblioteca dei musei è parzialmente inagibile, come la Fototeca; le collezioni di arte contemporanea, compresa quella Boldini, sono prive di catalogo: la rivista dei Civici musei è stata soppressa. Le esposizioni che regolarmente privilegiano, in una sede inadeguata, temi di "moda", non sono né pensate né organizzate a Ferrara, provengano da altri luoghi. Quelle dedicate agli Estensi, la prossima è "La pittura al tempo di Borso", sono acriticamente ripetitive della analisi condotta, nel lontano 1934, da Roberto Longhi. Il "colpaccio" di essere divenuti sede di «Ermitage Italia» è tutto da verificare. «Ferrara anche dal punto di vista culturale resta all'avanguardia in Italia» mi pare debba essere una domanda più che una affermazione. *Università di Ferrara UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 10

11 03/09/2007 La Repubblica Pag. 26 ED. NAZIONALE Vienna, i risultati presentati al Congresso Europeo di Cardiologia. Gli esperti: meno infarti, la salvezza per milioni di malati Una nuova arma per battere il diabete Lo studio: farmaco anti-ipertensivo, già in commercio, riduce la mortalità GIUSEPPE DEL BELLO DAL NOSTRO INVIATO VIENNA - Associazione di due molecole per rivoluzionare la terapia del diabete. Alla base della storica svolta due farmaci, già noti e ampiamente utilizzati anche in Italia nel trattamento dell ipertensione arteriosa: sono risultati efficaci a ridurre drasticamente le complicanze di una malattia che colpisce 246 milioni di individui in tutto il mondo e oltre tre milioni in Italia. A questa conclusione sono giunti gli autori di uno studio, il più ampio finora condotto al mondo su diabetici, presentato ieri nella sessione plenaria della prima giornata del Congresso Europeo di Cardiologia che si concluderà mercoledì a Vienna. I numeri che emergono dal lavoro che sarà pubblicato sulla prestigiosa rivista Lancet spiegano l ottimismo dei ricercatori: insieme, il Perindopril (appartenente alla classe degli Ace-inibitori) e l Indapamide (un diuretico), entrambi validi per abbassare la pressione arteriosa, sono riusciti a ridurre la mortalità globale e quella conseguente ad accidenti cardiovascolari, rispettivamente del 14 e del 18 per cento. «Dati straordinari», li definisce il professor Roberto Ferrari, presidente eletto della Società Europea di Cardiologia e ordinario all università di Ferrara, «perché questo significa la salvezza per milioni di malati, sia perché ci saranno meno vittime, sia per la diminuzione di infarti e ictus che si otterrà nei diabetici. La combinazione delle due molecole agisce indipendentemente dai valori pressori, funzionando negli ipertesi e in quelli con pressione normale». Ma l Advance, oltre ad offrire un nuovo approccio terapeutico, costringe ad una rivisitazione del diabete in termini scientifici. «Finora la ricerca si è concentrata sui problemi metabolici della malattia», continua il docente, «per esempio, tenendo sotto rigido controllo il livello glicemico, mentre da oggi, pur essendo quest ultimo un fattore da non trascurare, si dovrà attribuire maggiore importanza alll ace-inibitore per salvaguardare l endotelio vascolare. Insomma anche il diabete potrebbe essere classificata patologia dei vasi e non più metabolica. Anche perché le complicanze di tipo cardiovascolare rappresentano per il 60 per cento dei pazienti affetti da diabete di tipo 2 la più frequente causa di morte». Il sistema vascolare, se le pareti interne sono indenni da alterazioni di tipo aterosclerotico (placche), assicura un ossigenazione dei tessuti senza il rischio di eventi trombotici. Claudio Ceconi, anche lui cardiologo all università di Ferrara, paragona le lesioni della parete interna delle arterie (endotelio) ad un pavimento «quando le piastrelle si staccano si può andare incontro a meccanismi pericolosi, come le placche aterosclerotiche che ostacolano il normale flusso del sangue e possono addirittura occludere il lume del vaso». Ancora più ottimistiche le proiezioni che, secondo gli esperti, tra 5 anni grazie al nuovo protocollo (tra l altro privo di effetti collaterali), indicano in un milione e mezzo le vite salvate in tutto il mondo e 40 mila solo in Italia. «I risultati dello studio», ne è sicuro Stephen MacMahon del George Institute for International Healh di Sydney e coordinatore dell Avance, «avranno importanti ripercussioni sulle linee guida, sulla pratica clinica e sulle politiche sanitarie». Il farmaco, che riunisce in una sola pillola le due molecole e agisce contrastando l irrigidimento delle grandi arterie negli ipertesi e preservando l endotelio dalle alterazioni microvascolari, in Italia è prescrivibile dal medico di famiglia. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 11

12 02/09/2007 Il Messaggero Pag. 47 MARCHE Carbon, piano di riconversione bloccato I sindacati e Rossi strigliano Celani GAETANO AMICI La "politica degli annunci" del sindaco Piero Celani scatena la reazione delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil che sottolineano la completa assenza nelle dichiarazioni del primo cittadino del piano di riconversione della Sgl Carbon. E' finito nel dimenticatoio? A parte le attività di carotaggio, che proseguono puntualmente all'interno del sito chimico e entro fine anno si concluderanno con le analisi da parte dell'arpam, la sosta forzata nel percorso progettuale preoccupa anche il presidente della Provincia Massimo Rossi. «Dal 19 gennaio scorso nei cassetti delle istituzioni - dice il presidente Rossi - ci sono tre o quattro ipotesi di riconversione già formulate dal Consorzio Ferrara Ricerche, aspettano soltanto un indirizzo politico. Siamo invece fermi alla conferenza dei servizi - lamenta il presidente della Provincia - che ha approvato il piano di caratterizzazione-. Al sindaco Celani ho più volte chiesto di accelerare il percorso e passare alla seconda fase del cronoprogramma che lo stesso Comune di Ascoli ha accettato. Mi aspettavo un dibattito pubblico su queste ipotesi per poi incaricare il comitato scientifico che abbiamo nominato, ma non è stato mai convocato. Ora Celani dice che quelle ipotesi devono essere digerite in seno alla maggioranza comunale. Poteva dirlo prima. Rispetto, per carità - aggiunge Rossi - la logica politica del Comune che è alle prese con il Prg, ma Celani doveva comunicare subito, prima dell'approvazione del cronoprogramma, questa strategia che certo non fa bene alla riconversione». Le ipotesi del Consorzio Ferrara Ricerche vanno nel senso dell'integrazione tra un polo didattico, scientifico e museale, uno produttivo e di ricerca e la parte residenziale. La differenza tra i vari studi è nelle collocazioni, nell'impatto volumetrico delle varie tipologie strutturali. La parte urbanistica delle ipotesi di riconversione è stata in particolar modo curata dalla Facoltà di Architettura dell'università di Camerino. «Si tratta di uno studio urbanistico di carattere generale - dice il preside Umberto Cao - che si offre a successive riflessioni e modificazioni. L'indirizzo principale che si è dato è quello di privilegiare il verde e la parte pubblica. In sostanza si individuano nei 27 ettari dell'area Sgl Carbon quattro parti: la zona naturale a ridosso del fiume, un vero e proprio parco fluviale intangibile, la parte centrale occupata dai capannoni e dagli edifici della fabbrica nella quale si prevede un recupero di alcuni capannoni per un polo tecnologico, un parco con verde attrezzato e attrezzature pubbliche, la parte vicina a viale Costantino Rozzi e l'altra, quella ancora accanto al fiume Tronto, con una volumetria di residenziale sia di carattere privato che destinata a servizi e strutture di tipologia universitaria, quindi di studio e ricerca». UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 12

13 02/09/2007 Il Messaggero Pag. 11 CLAUDIA GUASCO dal nostro inviato LA VISITA Alberto Stasi con la mamma di Chiara ieri al cimitero di Pieve Albignola dove è sepolta la ragazza (Emmevi Photo) CLAUDIA GUASCO dal nostro inviato GARLASCO (Pavia) Le tracce lasciate dall'assassino sono tante. Impronte di sangue sul muro e sulle scale che portano nella tavernetta, dove Alberto Stasi ha detto di non essere sceso da tempo, impronte sul pigiama di Chiara Poggi, impronte su pavimento e stipiti delle porte. Sono tutte elencate nel rapporto dei carabinieri e rappresentano la firma di chi il 13 agosto ha massacrato la ragazza in preda a un raptus. «Il delitto è avvenuto in un momento di follia, perché la stessa efferatezza non sembra trovare riscontri in vendette, gelosie o motivi simili», è la convinzione del Procuratore della Repubblica di Vigevano Alfonso Lauro. «Un momento di follia - aggiunge - che può succedere a chiunque e per l'autore del fatto, in quel momento, è stato di una rilevanza estrema e ha determinato la perdita di ogni freno inibitore». La procura, ormai, ha le idee chiare sulla pista da seguire: «L'omicidio - afferma il pm - è avvenuto in una famiglia normalissima: poiché non vi sono anomalie di relazioni o di rapporti è ovvio che l'unico ambito in cui possiamo cercare è quello del contesto familiare o amicale e simili». Ris al lavoro. Domani il Reparto scientifico dei carabinieri comincerà gli esami sul materiale trovato nella villetta di via Pascoli 8 e a casa di Alberto: gli indumenti di Chiara, quattro paia di scarpe del ragazzo, il fazzoletto sporco di sangue (che Alberto avrebbe perso dal naso), i vestiti chiusi in un sacchetto buttato nella roggia. Sui questi ultimi reperti le analisi saranno sostanzialmente un pro forma, gli investigatori non attribuiscono infatti grande importanza al materiale che ritengono non sia riconducibile al delitto: troppi capi per una persona che si sarebbe cambiata dopo il delitto, visto che la scena del crimine non lascia pensare alla partecipazione di un complice. Particolare interesse ha invece la casacca del pigiama che indossava Chiara quando ha aperto al suo assassino, il quale - in base ai rilievi - l'ha afferrata per la spalla prima di finirla con un ultimo colpo sulla nuca. I Ris consegneranno nel giro di un paio di settimane le loro prime valutazioni, mentre martedì torneranno a casa Poggi per effettuare i sopralluoghi con i consulenti di parte: Marzio Capra, dell'istituto di medicina legale di Milano, per i Poggi mentre gli Stasi hanno nominato Francesco Avato e Matteo Fabri entrambi dell'università di Ferrara. I Poggi da Alberto. Erano le due del pomeriggio quando è squillato il telefono a casa Stasi: «Stiamo arrivando». Dopo pochi minuti compare la Renault Scenic dei Poggi, il papà Giuseppe parla con il padre di Alberto e poi l'auto si infila nel cancello. Quando esce, in un quarto d'ora circa, a bordo insieme alla mamma di Chiara e al fratello Marco c'è anche Alberto. Puntano dritto al cimitero di Pieve Albignola e si stringono davanti alla tomba della ragazza. E' qui che i genitori della vittima e l'unico indagato per l'omicidio si sono rivisti per la prima volta dopo il funerale e la situazione nel frattempo è cambiata. L'ostentata fiducia di Rita Preda, che teneva per mano Alberto quando è stata seppellita la figlia, si è trasformata in una controllata cortesia. «L'incontro nasce soprattutto per una richiesta fatta da Alberto, che voleva vedere i Poggi - spiega Gianluigi Tizzoni, il legale della famiglia della ragazza - ed è una richiesta rivolta in particolare alla mamma di Chiara». UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 13

14 02/09/2007 Il Resto del Carlino Pag. XV RAVENNA Una carriera piena di 'primati' italiani GIOVANNA RICCIPETITONI è nata a Bagnara di Romagna il 27 settembre Si è laureata in Medicina e Chirurgia a Ferrara, E' sppecialista in Chirurgia Generale ed in Chirurgia Pediatrica, idoneità a primario in Chirurgia pediatrica ed Urologia pediatrica. Ha tenacemente perseguito la vocazione chirurgica dal 3 anno di Medicina frequentando l'istituto di Patologia chirurgica dell' Università di Ferrara ricoprendo, poi, il ruolo di medico interno. Divenuta 'aiuto' e quindi responsabile di modulo alla Divisione di Chirurgia pediatrica di Ferrara, nel 1993 è stata nominata Primario di Chirurgia pediatrica dell'azienda Ospedaliera di Cosenza, Unità operativa che dirige tuttora. Dal 2004 è direttore del Dipartimento materno infantile dell'azienda Ospedaliera di Cosenza. Ha maturato la propria formazione in numerosi centri di Chirurgia pediatrica internazionali; la sua attività scientifica è supportata da circa 200 pubblicazioni e da circa 156 partecipazioni a Congressi nazionali ed internazionali in qualità di relatore (ha presentato oltre 200 relazioni); è docente in molti corsi di formazione in chirurgia e urologia pediatrica accreditati. Tra gli innumerevoli titoli, da segnalare che nel 2005 è divenuta direttore della neo istituita scuola speciale Acoi (Associazione chirurghi ospedalieri italiani) di Chirurgia pediatrica. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 14

15 02/09/2007 Il Resto del Carlino Pag. XXXV FERRARA «Il regista Antonio Sturla dimenticato dal Comune» Il figlio Paolo spiega i motivi della sua amarezza di ISABELLA CATTANIA LA POLEMICA sul museo Antonioni che ha acceso l'estate ferrarese è stata occasione di amarezza per Paolo Sturla Avogadri, figlio del cineasta ferrarese Antonio Sturla. E per più di un motivo. «Condivido l'idea del sindaco di rendere omaggio al cinema ferrarese e ai suoi registi - commenta - e non potrebbe essere diversamente visto che anch'io, quasi vent'anni fa, lanciai la proposta di un progetto simile intervenendo a un convegno sul cinema nel Delta padano che si tenne all'ariostea nella primavera del 1989». Peccato, rileva Sturla Avogadri, «che Sateriale, nell'elenco dei nomi della cinematografia da celebrare con un apposito museo, abbia fatto cenno, oltre ad Antonioni, a Visconti, Rossellini, De Sica e Vancini, Mario Soldati, Montaldo, Sani, Bertolucci, Soldini e altri, relegando all'indicazione 'altri' mio padre (che lo stesso Antonioni indicò invece come suo punto di riferimento in occasione della laurea honoris causa ricevuta dall'università di Ferrara) e anche Carlo Rambaldi che, ricordo, ha vinto tre Oscar». MA C'È DELL'ALTRO. «Il caso sul museo Antonioni - prosegue Paolo Sturla Avogadri - ha riportato all'onore delle cronache l'acquisto da parte del Comune, per un miliardo di lire all'inizio degli anni '90, del materiale di Antonioni. Bene, penso sia arrivato il momento di ricordare che la mia famiglia ha donato al Centro etnografico del Comune oltre cento fotografie di mio padre che sono servite, tra l'altro, alla realizzazione del libro uscito nel 1989 dal titolo 'Ferrara tra le due guerre mondiali'. In base agli accordi presi con l'allora direttore del Centro, Renato Sitti, il Comune avrebbe dovuto aprire un Fondo intestato ad Antonio Sturla, ma ciò non è mai avvenuto». SEMPRE SECONDO quanto lamenta Paolo Sturla Avogadri, il Comune sarebbe poi venuto meno ad altre promesse. «Tra queste - spiega - quella di citare la provenienza delle foto ogni volta che ne fosse stato fatto uso, l'invio di una lettera di ringraziamento alla famiglia e la riproduzione del materiale donato affinché la famiglia stessa ne potesse conservare una copia». UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 15

16 02/09/2007 Il Resto del Carlino Pag. VIII FERRARA PONTELAGOSCURO Alla festa dell'ulivo incontri sui diritti umani e le garanzie per il lavoro DOPPIO appuntamento allo spazio dibattiti, oggi, anche alla festa per il Partito Democratico in corso di svolgimento nell'area sportiva di via Venezia a Pontelagoscuro. La prima iniziativa, dalle 19.30, vedrà di scena i rappresentanti di Emergency e di Amnesty International. Si parlerà infatti di «Contrazione dei diritti umani nell'epoca del terrorismo internazionale». Il secondo confronto pubblico verterà invece, a partire dalle 21.15, sui temi delle «Garanzie per un nuovo mercato del lavoro»: questo appuntamento, al pari di quello di ieri sera, è curato dall'associazione 'Rivolti al Futuro' composta essenzialmente dai giovani di area Ds e Ulivo. Partecipano al dibattito Filomena Trizio, segretaria nazionale della Nidil-Cgil e Paolo Lanna, esponente del Forum sul Lavoro del Partito Democratico dell'emilia Romagna. Assieme a loro anche Paolo Panizza, capogruppo di Uniti nell'ulivo in Provincia. Domani prenderà il via la 'scuola di formazione politica del Pd' che prevede sei appuntamenti pomeridiani sino a lunedì 10 settembre, giorno di conclusione della festa. Prima lezione da parte del rettore Patrizio Bianchi, dalle alle UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 16

17 01/09/2007 Il Resto del Carlino Pag. IX FERRARA «FACCE, parole possibili e parole necessarie... «FACCE, parole possibili e parole necessarie per il Partito Democratico»: questo il titolo della pubblicazione (un centinaio di pagine circa) assemblata a cura delle associazioni promotrici del Pd. Dai giovani di Rivolti al Futuro all'associazione per il Partito Democratico, dai Circoli della Margherita ai Cittadini per l'ulivo sino a Libertà Eguale, ogni realtà si è suddivisa alcuni temi tra quelli ritenuti fondamentali per lo sviluppo dell'asse programmatico per il territorio provinciale. Questa sera, dalle 21, nello spazio dibattiti della Festa di Pontelagoscuro sarà presentato ufficialmente il dossier. Accanto ai dibattiti che la prossima settimana vedrà infittirsi la presenza di big della politica (tra le new entry quelle di Marco Follini e Sergio Cofferati, nessuna traccia invece di Rosy Bindi), da lunedì prenderà il via anche la 'scuola di formazione politica' del Partito Democratico. La prima lezione sarà tenuta dal rettore Patrizio Bianchi, dalle alle Seguiranno altri cinque appuntamenti sino alla giornata conclusiva della festa, prevista per lunedì 10. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 17

18 01/09/2007 Il Resto del Carlino Pag. VI FERRARA L' università 'debutta' nell'arte con la mostra di Gianni Vallieri CON LA MOSTRA 'SPAZIO DEL TEMPO' del pittore ferrarese Gianni Vallieri, che l'università inaugurerà martedì prossimo (salone dei passi perduti, via Savonarola 9, ore 12) l'ateneo estense inaugura una nuova attività per la città. Accanto a convegni, seminari, spettacoli e congresso l' università inizia infatti con questo evento un ciclo di appuntamenti dedicati allapittura e all'arte contemporanea. Gianni Vallieri si è diplomato al Dosso Dossi ed ha lavorato a Parigi dal 1951 al Sue opere sono esposte a New York e a Parigi. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 18

19 01/09/2007 Il Resto del Carlino Pag. 17 ED. NAZIONALE L'alta tecnologia in un corso di laurea FERRARA APERTE LE ISCRIZIONI FINO AL 4 settembre sono aperte le prescrizioni al 1 anno del corso di laurea in "Tecnologie Fisiche Innovative", un nuovo corso universitario, a numero chiuso, inaugurato nel 2006 presso l'università di Ferrara (Facoltà di Fisica) e si caratterizza per il suo rapporto rivoluzionario con l'industria. Il percorso, infatti, coniuga cultura universitaria e cultura tecnico-industriale consentendo già a partire dal 2 anno il conseguimento di crediti direttamente in azienda. Le imprese che hanno aderito a questo progetto, promosso da Programma Quadrifoglio, operano in settori di eccellenza e alta tecnologia quali automazione, motoristica, elettronica, packaging, meccanica e meccatronica. Informazioni e preiscrizione on line sul sito: UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 19

20 31/08/2007 Il Gazzettino Pag. 5 ED. NAZIONALE Il fidanzato di Chiara accusato anche di crudeltà Il pm sottolinea l'urgenza degli accertamenti: tra due settimane ci saranno le prime verità sul delitto di Garlasco. All'unico indagato per l'assassinio contestata anche un'aggravante Vigevano Quarantacinque giorni: è questo il tempo che si sono presi i Ris per consegnare gli esiti degli accertamenti tecnici non ripetibili sulle moltissime tracce e su quanto raccolto nel corso dell'indagine sull'omicidio di Chiara Poggi. Ma ben prima, una decina di giorni o giù di lì, dovrebbero essere in grado di fornire i primi risultati. Entro la prima quindicina di settembre, quindi, potrebbe aprirsi uno spiraglio e avere qualche elemento in più per capire chi possa aver massacrato la giovane. E magari si potrà arrivare a fare chiarezza sulla posizione del fidanzato della vittima, Alberto Stasi, unico indagato per il reato di omicidio volontario aggravato dalla crudeltà. Ieri in Procura a Vigevano, il pm Rosa Muscio ha conferito l'incarico a due capitani del Ris affinché procedano con i loro sofisticati accertamenti su tutte le tracce di sangue e biologiche rilevate dagli investigatori e dagli stessi uomini del reparto durante i sopralluoghi nella villetta di Garlasco dove Chiara è stata uccisa. La lente degli esperti, inoltre, si soffermerà anche su quelle tre paia di scarpe spontaneamente consegnate da Alberto e su quanto è stato sequestrato in casa sua. Tra gli accertamenti è prevista anche «l'estrazione del profilo del Dna di Chiara, di Stasi e delle altre persone dalle quali è stato spontaneamente prelevato», ha scritto il pm nell'avviso di accertamenti tecnici non ripetibili inviato alla difesa e al legale di parte offesa, anch'essi questa mattina presenti in Procura per nominare i loro consulenti.il pm poi ha sottolineato, sempre nell'avviso, l'urgenza degli accertamenti «tenuto conto che il decorso del tempo potrebbe determinare un'alterazione dei reperti e delle tracce». Ciò potrebbe arrecare «un irrimediabile pregiudizio» per l'indagine in corso e «per l'acquisizione di fonti di prova». Urgenza, inoltre, necessaria per consentire di avere «elementi tecnici indispensabili per la prosecuzione senza soluzione di continuità» dell'inchiesta poiché il reato commesso è «di rilevante gravità».questo invito all'urgenza pare essere stato raccolto perché, come ha spiegato l'avvocato Giovanni Lucido che insieme alla figlia Eleonora difende Alberto Stasi, i Ris hanno manifestato l'intenzione di iniziare lunedì prossimo e finire il grosso degli accertamenti entro giorni. E proprio tale assicurazione ha indotto la difesa di Alberto Stasi, che ha nominato come consulenti il professor Francesco Maria Avato e il dottor Matteo Fabbri, del dipartimento di medicina legale dell'università di Ferrara, a ritirare una richiesta di incidente probatorio presentata in mattinata, con il parere favorevole anche di Alberto.Il giovane ha preferito non essere presente in Procura per evitare l'assalto di telecamere e taccuini. «Alberto - ha precisato l'avvocato Lucido - non ha piacere di trovarsi in questa situazione di stallo, dalla quale può ricevere solo sofferenza. Già sta soffrendo per conto suo, sta attraversando un periodo che non auguro a nessuno». Il legale, che ha smentito che al suo assistito sia stata contestata l'aggravante dei motivi abbietti e futili, ha osservato che «rimandare ad altra data, perché si possa considerare appieno la posizione di Alberto, non giova a nessuno. Nemmeno agli inquirenti» che stanno cercando la verità, quella stessa che chiede il fidanzato di Chiara, come ha sottolineato l'avvocato Eleonora Lucido.E che si arrivi presto alla verità lo chiede anche la famiglia Poggi in un breve comunicato affidato al suo legale, l'avvocato Gianluigi Tizzoni: «Abbiamo deciso di seguire questa fase delle indagini - affermano i genitori e il fratello di Chiara -, che richiede particolari competenze tecnico e scientifiche e che pare fondamentale per il raggiungimento della verità, avvalendoci della consulenza del dottor Marzio Massimiliano Capra, biologo genetista forense dell'istituto di medicina legale di Milano». UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 20

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva RASSEGNA STAMPA UNISANNIO 02/07/2015 Indice Il Sannio Quotidiano 1 Unisannio Atenei campani, il rettore Filippo de Rossi al vertice Il Mattino 2 Unisannio Coordinamento atenei campani: de Rossi al vertice

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

PROFESSORI DELLO STAT

PROFESSORI DELLO STAT PROFESSORI STABILI ORDINARI > Giuliani p. Matteo, ofm Dottorato in Scienze dell Educazione con indirizzo catechetica Catechetica e Didattica della religione Responsabile del Servizio Formazione Permanente

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

Bollettino Ufficiale n. 4/I-II del 24/01/2012 / Amtsblatt Nr. 4/I-II vom 24/01/2012 267

Bollettino Ufficiale n. 4/I-II del 24/01/2012 / Amtsblatt Nr. 4/I-II vom 24/01/2012 267 Bollettino Ufficiale n. 4/I-II del 24/01/2012 / Amtsblatt Nr. 4/I-II vom 24/01/2012 267 Albo dei dirigenti delle istituzioni scolastiche e formative provinciali Sezione I dirigenti preposti ad una istituzione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43

CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43 CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43 1 Gruppo di Lavoro Ambiti 5 Iseo Sebino e 13 Vallecamonica Hanno prestato il proprio contributo per questa giornata: Bottichio Federica Calvetti Sara

Dettagli

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Area Affari Generali Servizio Società Partecipate INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Di seguito si riportano i dati relativi alle partecipazioni in società

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO Generalità (per informazioni specifiche sui singoli corsi (date, sedi,) consultare il sito del provider

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

1 di 2 04/10/2012 10:12

1 di 2 04/10/2012 10:12 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.vp.a.a.a.a 1 di 2 04/10/2012 10:12 Numero 4 - Novembre 2010 Il potere degli eletti : come lo interpretano alcuni e cosa ne penso io. Uno dei temi che sicuramente

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Bando Tipologia A (20 tirocini)

Bando Tipologia A (20 tirocini) Bando Tipologia A (20 tirocini) Destinazioni e periodo di realizzazione dei tirocini: Irlanda - 5 tirocini Regno Unito - 2 tirocini Spagna - 8 tirocini Germania - 3 tirocini Francia - 2 tirocini L'esperienza

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Venerdì 27 febbraio 2015 (0) Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Lunedì 2 marzo a partire dalle 15,30 il ciclista Ivan Basso, oggi corridore per il team Tinko!- Saxo,

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE COMUNICATO STAMPA 17.10.2007 Con cortese preghiera di diffusione Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE -Incontro pubblico

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Concorso La scuola più riciclona

Concorso La scuola più riciclona Il futuro è nella nostra natura Concorso La scuola più riciclona Nell'ambito del Piano dell'offerta Formativa Territoriale (POFT) 2014/2015, il Comune di Bitonto indice il concorso La scuola più riciclona

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6 Convegno AL TERMINE DI TELEMACO riflessioni a margine dell esperienza svolta www.telemaco.regione.lombardia.it Codice evento: SDSS 10092/AE VENERDI 12 NOVEMBRE 2010, ore 10.000 18.00 Politecnico di Milano

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO Lanzada - Campo Moro, 09 maggio 2015 Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO I pedü sono costituiti da una spessa suola di stoffa sulla quale è cucita

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli