Eutanasia per i l porto di Gioia Tauro?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Eutanasia per i l porto di Gioia Tauro?"

Transcript

1 Voci dal Sud 1 Anno VII nr. 7 Luglio 2011 Anno VII - n. 7 Luglio 2011 OMAGGIO Euro 1,55 Eutanasia per i l porto di Gioia Tauro? A Roma nella riunione fra i Ministeri competenti, i politici calabresi ed i sindacati si è deciso per la cassa integrazione guadagni per un anno ai 470 lavoratori che erano in via di licenziamento Il Ministro si dichiara ottimista, ma il timore è che si siano voluti evitare altri problemi sociali e si è preso tempo con una boccata di ossigeno La decisione sa tanto di in attesa di decesso... vedi articolo pag 5 di Piero Sansonetti

2 Voci dal Sud 2 AnnoVII nr. 7 Luglio 2011 Voci dal Sud... ai quattro venti Periodico indipendente di Attualità, Storia e Cultura Rassegna stampa dai mass media Reg. Tribunale di Palmi nr. 01/05 (fasc. 183/05) del 28/4/2005-2/05/2005 Fromo Editore - Rosarno (RC) casella postale 77 c.da Sella Badia ROSARNO tel fax Indirizzo Internet Direttore responsabile ed editoriale Franz Rodi-Morabito Segretaria redazione, Patrizia Rodi-Morabito Comitato redazione Mariasole Dalmonte e Michele Guardo Impaginazione telematica Mariasole Dalmonte ABBONAMENTI (momentaneamente Omaggio) ordinario euro sostenitore euro enti/associazioni euro Amici Voci dal Sud euro Versamento tramite: Conto Bancoposta n ABI CAB intestato a: Fracesco Rodi-Morabito (RC) PUBBLICITA - Tariffe modulo cmq 36 b/neuro 13* modulo cmq 64 b/neuro 26* modulo cmq 128 b/n euro 39* 1/2 pagina interna b/n euro 52* Pagina intera interna euro 100* * A colori + 20% (I prezzi si intendono per ciascuna uscita) Altri moduli o posizioni di rigore (1.a ed ultima pagina, ecc.): da convenire. Le inserzioni appaiono su Internet e su eventuale edizione cartacea Tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito a meno di diverso accordo. Testi, foto ed altro, anche se non pubblicati, non vengono restituiti e divengo proprietà dell editore che potrà utilizzarli anche su altre testate senza ulteriore consenso. I pezzi firmati sono riconducibili per la responsabilità sia civile che penale al firmatario dell articolo ed alla testata da cui sono stati rilevati L Editore ed il Direttore vengono così liberati da qualsiasi coinvolgimento e responsabilità. Foro competente: Palmi

3 Voci dal Sud 3 Anno VII nr. 7 Luglio 2011 pag 5 -Editoriale: Se il porto di Gioia Tauro muore, quale futuro per la Calabria? di Franz Rodi Morabito Pag 6 - Rosarno: Finalmente l Ufficio postale aperto anche al pomeriggio! Pag 7 - Rosarno: Uomini e Caporali un libro presentato dall autore, il giornalista Leogrande Pag 8 - Rosarno: La Città per il servizio rifiuti subirà un vero salasso Pag 9 - Agricoltura: Un batterio killer minaccia di distruggere il Kiwi italiano Pag 10 - Rizziconi e Drosi: Lo straniero è un ospite da onorare ed aiutare Pag 10 - Rizziconi: L istituto Casella conferma la qualità del suo vivaio di talenti Pag 11 - Gioia Tauro: I Veterinari dell Asl andranno tutti in autobus! Pag 12 - Gioia Tauro: Vibrate proteste contro Scopelliti che non si impegna per evitare la chiusura delle ferrovie Taurensi Pag 13 - Gioia Tauro: Piana Ambiente chiede l intervento del prefetto Pag 14 - Salute pubblica: Calabria, tensione per il vaccino contro la brucellosi Pag 15 - Gioia Tauro e Rosarno: Un aiuto le per donne in difficoltà Pag 16 - Galatro: «La diga rappresenta una grossa minaccia» Pag 17 - Laureana di Borrello: Nuovi diplomati nel carcere modello Daga Pag 18 - Polistena: Presso l ospedale, a breve verrà attivato il Centro trasfusionale Pag 19 - Palmi: Nuovo ospedale della Piana a Palmi - Entro luglio i lavori saranno aggiudicati Pag 19 - Sprechi nella sanità della Piana: Si costruisce ex novo ma si ignorano strutture finite e mai utilizzate come l Ospedale di Rosarno Pag 20 - Malasanità: Lasciate ogni speranza voi che entrate... al pronto soccorso degli ospedali riuniti di Reggio Calabria Pag 21 - Incredibile: Sfrattato l Istituto Zooprofilattico non trova casa a Reggio Calabria ed andrà a Gioia Tauro Pag 22 - Miss Italia nel Mondo eletta nello splendido scenario del lungomare di Reggio Calabria Pag 24 - Economia: Registrato il Boom delle imprenditrici straniere Pag 24 - Economia: Il Comune di Milano elimina le Auto blu! Pag 25 - Fisco: Ridotti drasticamente i tempi di riscossione Pag 26 - Follie leghiste: A Pontida Bossi infiamma i verdi padani e chiede quattro Ministeri trasferiti al Nord! Pag 27 - Follie leghiste: La Lega Nord butta la maschera e presenta il conto! Pag 27 - A Milano aria nuova nei CDS del movimento Due Sicilie Pag 28 - Follie leghiste:oggi Bossi insiste e ribadisce: Tre Ministeri trasferiti nella Villa Reale di Monza Pag 29 - Il mondo della TV: Il Governo i referendum non li amava assolutamente e Porta a Porta li ignora! Pag 30 - Il mondo della TV: L ineffabile Marina Ripa di Meana versa addosso a Vittorio Sgarbi una bottiglietta con etichetta Piscio di artista Pag 30 - Il mondo della TV: La Rai opera indisturbata a suo piacere, ma queste... non sono... continua a pagina successiva

4 Voci dal Sud 4 AnnoVII nr. 7 Luglio 2011 truffe? Pag 31 - Medicina: Perchè avviene il déja vu? Pag 32 - Medicina: Ora la scienza medica è in grado di garantire il successo del trapianto di polmone tra vivi Pag 33 - Animalisti in rivolta: Banchetto con carne d orso - Parecchi Ministri Pdl attaccano la Lega Pag 33 - Animalisti in rivolta: Muore un cavallo: bufera sul Palio di Siena Pag 34 - Matrimonio al Principato di Monaco: Dopo il Si civile del giorno precedente si celebrano le nozze religiose fra Alberto II, Principe Regnante, e Charlene Wittstock Pag 34 - Matrimonio al Principato di Monaco: tra teste coronate, sportivi e modaioli Pag mila leghe sotto... : Alla scoperta del centro della terra con il super-sottomarino Pag 37 - I misteri del Mondo: Sul nostro Pianeta Terra punti misteriosi dove avvengono inispiegabili sparizioni di navi e aerei Pag 38 - Pianeta Giustizia: Omicidio Sarah Scazzi: chiuse le indagini - Fu strangolata dalla zia e dalla cugina Pag 39 - Pianeta Giustizia: Ergastolo in Inghilterra per Danilo Restivo accusato di avere ucciso una sarta sua dirmpettaia. Pag 39 - Pianeta Giustizia: Il 1 luglio a Potenza si sono finalmente svolti i funerali di Elisa Claps il cui corpo ha atteso ben 18 anni per trovare pace nella sepoltura Pag 40 - Pianeta Giustizia: Tolto l ergastolo a Fusaro omicida di Iole Tassitani Pag 40 - Pianeta Giustizia: Il Giudice Clementina Forleo può tornare al Tribunale di Milano Pag 41 - Pianeta Giustizia: Lo stupro non è solo violenza fisica ma pure un trauma per lo spirito Pag 41 - Pianeta Giustizia: Arrestato Lele Mora per bancarotta fraudolenta Pag 42 - Pianeta Giustizia: La pillola indicata dalla suora al processo per stupro contro (l ex) padre Fedele esiste veramente! Pag 43 - Pianeta Giustizia: Al processo per la chiusura del Papa Giovanni, i testi disertano l Aula Pag 44 - Il mondo delle automobili: GPL o benzina, quale conviene? Pag 45 - In breve e/o curiose: Fabrizio Corona si rifiuta pagare il conto al Twiga! Pag 45 - In breve e/o curiose: Pensionato scomparso ritrova la memoria e telefona alla moglie Pag 46 - In breve e/o curiose: Il lato B di Pippa spodestato dalla presentatrice 50enne! Pag 47 - In breve e/o curiose: In una pasticceria del canavese usavano prodotti scaduti da 10 anni! Pag 47 - In breve e/o curiose: Trasmissione Paperissima - Riproposte le papere e gli incidenti in cui incorrono i bambini regolarmente e con tranquillità filmati per la in Tv, ma i genitori dove sono?... arrivedreci al prossimo mese

5 Voci dal Sud 5 Anno VII nr. 7 Luglio 2011 Editoriale La crisi drammaticissima del porto di Gioia Tauro pone due problemi. Il primo è un problema specifico che riguarda il porto, il suo modo di funzionare, le infrastrutture che mancano, le inefficienze, le interferenze mafiose. Il secondo è un problema generale che riguarda tutta la Calabria: il suo futuro, il suo ruolo in Italia. A noi interessa soprattutto, oggi, segnalare il secondo problema. Se il porto di Gioia Tauro muore, se sparisce, per la Calabria è un colpo mortale, dal punto di vista economico, politico e della sua immagine. Rinunciare al porto vuol dire due cose. Prima di tutto vuol dire rinunciare a una delle fortune di questa regione fortuna geografica: la collocazione di Gioia Tauro, le caratteristiche del suo mare, la posizione strategica nel Mediterraneo e cancellare alcuni decenni di politica industriale. In secondo luogo vuol dire dichiarare formalmente che la Calabria annulla ogni propria vocazione produttiva e di sviluppo. E si accomoda in una posizione morta rispetto al suo ruolo in Italia e rispetto alle prospettive di crescita e di modernizzazione. Non è possibile discutere del futuro del porto se non si tiene conto delle conseguenze che una sua chiusura potrebbe avere sul piano nazionale. Gioia Tauro è sempre stato uno dei porti più importanti d Italia, per certe sue caratteristiche è unico, è il porto numero uno, e se scomparisse darebbe contemporaneamente un colpo alla potenza portuale del nostro paese che già si è molto indebolita in questi anni e ridurrebbe a macerie tute le aspirazioni a una modernizzazione calabrese. La posta, semplicemente, è questa: enorme. di Franz Rodi-Morabito In questo numero cediamo lo spazio al collega Piero Sansonetti, Direttore di Calabria Ora, che tratta un argomento di vitale importanza per la nostra Calabria che si avvia a lenta morte voluta dai vertici nazionali e dalla lunga indifferente incuria dei politici calabresi. QUALE FUTURO? SE IL PORTO MUORE RISCHIA DI MORIRE ANCHE LA CALABRIA di Piero Sansonetti I problemi che Sansonetti ha posto ci sono? Ebbene preposto a risolverli deve essere lo Stato e nessun altro ha il diritto a sostituirsi a lui altrimenti si crerebbero poteri alternativi che invece che combattere alcuni fenomeni negativi li incentiverebbero. Non ha senso che lo Stato, in luogo di affrontare i problemi e risolverli, fugga e si rintani in antri sicuri ove non giungono i clamori di alcune zone che pur sono parte della Nazione che loro sono stati chiamati a governare. Se, come noi crediamo, non ci sono altre ragioni recondite ed inconfessabili dietro le quinte rinunciare da Parte dello Stato significa il suo totale fallimento! Se quello che ho scritto, più o meno, è vero, è chiaro che non possiamo pensare di affrontare i problemi del porto (quelli che dicevo all inizio: strutturali e di funzionalità) in modo burocratico. Occorre un impegno politico nazionale che si ponga come imperativo categorico ( categorico! ) la salvezza del porto. Purtroppo sembra che le forze politiche di destra e di sinistra e lo stesso governo non abbiano la minima idea della grandezza del problema. E di conseguenza siano pochissimo interessate ad affrontarlo. Muovono varie obiezioni. Le tre principali sono queste: C è la mafia che condiziona il porto, meglio stare alla larga ; Ci sono i lavoratori che sono assenteisti, meglio stare alla larga ; Mancano strade e ferrovie che colleghino Gioia all Italia e all Europa, meglio stare alla larga. Il problema non è né negare né accogliere queste obiezioni. È chiaro che il problema della mafia c è, e c è il problema delle infrastrutture che mancano. Può anche darsi che vada esaminata la questione dell assenteismo. Il punto è questo: affrontare questi problemi è necessario, considerarli motivi per la resa è pura follia. Non c è più molto tempo da perdere. Nelle prossime settimane si decide se Gioia vivrà o morrà. Il governo, la Regione, i partiti i sindacati stanno per assumersi una responsabilità gigantesca, che peserà per decine di anni.

6 Voci dal Sud 6 AnnoVII nr. 7 Luglio 2011 Finalmente l Ufficio postale aperto anche al pomeriggio! Da parecchi anni era stata soppressa, momentaneamente (!), l apertura pomeridiana arrecando notevolissimi disagi alla popolazione stanziale ed ai turisti - Il Sindaco della Città, avv.ssa Elisabetta Tripodi, ha convinto la dott.ssa Picciocchi, responsabile dell Uffico provinciale, che ne ha disposto la riapertura L ufficio postale centrale di Rosarno (piazza Valarioti) ha inaugurato l orario pomeridiano! Un annoso problema che maggiormente si configurava come un grave disservizio, è stato temporaneamente superato, visto che da ieri la poste lavoreranno anche di pomeriggio, stemperando un clima fatto di nervosismo e stanchezza che ogni mattina accompagnava gli utenti dell ufficio di piazza Valarioti. L apertura è il coronamento di un interlocuzione molto stretta tra il sindaco di Rosarno, Elisabetta Tripodi, l assessore comunale Michele Brilli, e la direttrice provinciale delle poste Carolina Picciocchi. Si tratta di una soluzione attesa da moltissimi mesi, un risultato che neppure durante la gestione commissariale era stato registrato, sebbene anche allora il dramma dell attesa davanti all ufficio fosse una tragica realtà quotidiana. La stessa Picciocchi, tuttavia, sarà a Rosarno tra qualche giorno per spiegare come il servizio potrà essere mantenuto, in maniera strutturale, anche nei prossimi mesi. Il vero nodo, infatti, è capire che margini esistono per far sì che ad agosto mese di ferie anche per i lavoratori postali il servizio pomeridiano rimanga attivo, fermo restando che da settembre l apertura pomeridiana sarà probabilmente cosa acquisita. Domenico Mammola - Calabria Ora Ci siamo rallegrati troppo presto! L ufficio postale di Piazza Valarioti, SOLO dopo pochi giorni di riapertura pomeridiana, dal 1 luglio torna ad essere chiuso al pomeriggio e proprio nel periodo dell afflusso di turisti e di rosarnesi emigrati nel mondo che tornano a rivedere i propri cari! Una vera presa per i fondelli operata ai danni sia della popolazione, ma sopratutto delle Autorità. Infatti l intervento ufficiale del Sindaco, Elisabetta Tripodi, aveva determinato la riapertura pomeridiana. Una vera mancanza di rispetto per la massima autorità comunale! Oltre alla soddisfazione del sindaco, c è da registrare un sospiro di sollievo da parte della cittadinanza che, per mesi, è stata costretta a subire un disservizio pesante, specie i più anziani in fila sotto il sole per ritirare la pensione anche in condizioni meteorologiche difficili, andando incontro spesso a nervosismo e malori. Sul blog del Pd cittadino, partito centrale della maggioranza di governo, si registra un commento ottimista, «ancora una volta il nostro sindaco è riuscita a spuntarla, dando la possibilità a migliaia di rosarnesi di potersi recare alle poste anche il pomeriggio. Non è cosa di poco se si pensa che le poste erano chiuse da diversi anni e che centinaia di persone, sopratutto pensionati, dovevano attendere per ore prima di poter usufruire di questo servizio essenziale».

7 Voci dal Sud 7 Anno VII nr. 7 Luglio 2011 Uomini e Caporali un libro presentato dall autore, il giornalista Leogrande La Calabria come la Puglia, regioni segnate dalla presenza di migliaia di disperati provenienti dalle regioni dell Africa dilaniate dalla povertà, dalle malattie, dalla guerra, ma anche dai paesi postcomunisti dell Est. A disegnare il quadro di quanto avviene nei campi del Tavoliere è il giornalista Alessandro Leogrande, autore dell inchiesta Uomini e caporali. Ad ascoltare con interesse il suo racconto, ospite del convegno sul tema Dall assistenzialismo al caporalato: Il sistema agricolo nella Piana tra legalità e illegalità, erano i giovani del Liceo Piria, cui non sfugge il parallelismo con la realtà della Piana di Rosarno, dove il fenomeno del caporalato è servito ad arricchire padroni senza scrupoli. L inchiesta di Leogrande prende spunto da un episodio di cronaca. Tre giovani polacchi, nel 2005, decidono di liberarsi dagli aguzzini che li tengono schiavi in un casolare della campagna pugliese e di denunciarli al Consolato di Bari. Da qui scatta un blitz della Dda barese, che porta all arresto di decine di caporali. Giuseppe Lacquaniti - Gazzetta del Sud La differenza fra la Puglia e la Calabria (Piana di Rosarno/Gioia Tauro) sta nel fatto che i caporali qui non sono indigeni, bensì stranieri stessi che sfruttano i propri connazionali L autore interroga le vittime, incontra magistrati, sindacalisti, medici, avvocati. Il quadro a tinte fosche che emerge è quello di «un Sud in bilico tra arretratezza e modernità, all avanguardia nella gestione del nuovo mercato delle braccia. Un Sud dinamico e al contempo immutabile, in cui la terra si lavora come cento anni fa quando a essere sterminati nelle campagne erano i braccianti pugliesi». Dopo i saluti della preside Mariarosaria Russo, che ha sottolineato i fenomeni positivi registrati a Rosarno nel rapporto con gli emigrati, e l introduzione di Mimma Sprizzi, presidente Auser di Gioia Tauro, a mettere a fuoco il problema del moderno caporalato sono stati Antonino Calogero, segretario generale Cgil, Ercole Giap Parini, sociologo e docente dell Unical; Jean Renè Bilongo, responsabile immigrazione Flai-Cgil nazionale. È emerso lo spaccato di un sistema tanto disumanizzato da richiedere con urgenza soluzioni efficaci, in grado di eliminare un fenomeno vergognoso che soffoca la nostra economia e umilia la nostra terra.

8 Voci dal Sud 8 AnnoVII nr. 7 Luglio 2011 La Città per il servizio rifiuti subirà un vero salasso Nel 2011 il Comune sborserà quasi 1 milione e 700mila euro La prova plastica di quanto le spese per lo smaltimento dei rifiuti siano un autentico salasso per le casse comunali, è fornita dalla delibera di giunta del comune di Rosarno che approva lo schema economico delle spese per il servizio. Il comune di Rosarno, infatti, pagherà per il 2011 la bellezza di 1 milione e ,58 euro. Chiaramente l esempio di Rosarno vale in generale per tutti i comuni a seconda del numero di abitanti che ogni anno vanno incontro alla tagliola del servizio del ciclo dei rifiuti. Oneri altissimi, servizi spesso minimi, e quando l inceneritore s inceppa, o le discariche si saturano, il sistema fa crac e l immondizia invade le strade. Nella delibera si legge, che «occorre determinare le tariffe, i costi ed i proventi relativi al servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani per l anno 2011, al fine di conseguire la copertura dei costi nei limiti minimi previsti. Questo comune non si trova in atto in condizioni strutturalmente deficitarie, per cui non ha l obbligo di copertura dei costi di esercizio del servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni nella misura del 70% prevista in questi casi, e poi la giunta ha approvato lo schema di spesa. Il riassunto del dettaglio prevede euro di spese per appalto del servizio; euro spese per appalto del servizio (differenziata); euro incremento Istat; euro quota (50%) di personale dell Ufficio Tributi addetto al servizio; euro quota (50%) oneri previdenziali personale dell Ufficio Tributi addetto al servizio; euro quota (50%) imposta Irap personale Ufficio Tributi; DOMENICO MAMMOLA - Calabria Ora euro costo per il conferimento in discarica (inclusa tassa regionale); euro costo per il conferimento in impianto frazione umida; euro ritiro carcasse veicoli e materiali ingombranti; trasferimento tributo Tarsu alla provincia. L esecutivo guidato da Elisabetta Tripodi, quindi, ha spiegato su input degli uffici competenti - che per l esercizio 2011 si presume di accertare entrate dalla tassa di smaltimento rifiuti solidi urbani interni ed assimilabili per complessivi euro ,00, raggiungendo così un coefficiente di copertura dei costi par al 81,53%. Si tratta, pertanto, di una spesa alta che fa effetto valutando l esiguità dei bilanci comunali e, in alcuni comuni, anche l alto tasso di evasione della relativa tassa. Per quel che attiene a Rosarno, infine, le tariffe per l anno in corso sono uguali a quelle dell anno precedente. Il nodo rifiuti rimane sempre il primo vero problema, non solo da un punto di vista di salubrità dell aria, di tutela dell ambiente e di consumo di risorse, ma anche dal punto di vista economico. L ideale sarebbe avviarsi verso la raccolta differenziata spinta, progetto ambizioso e costoso che oltre ad essere di complessa attuazione si scontra con i pochi soldi da investire e alcune malsane abitudini delle popolazioni che rendono il ciclo ancora più complesso.

9 Voci dal Sud 9 Anno VII nr. 7 Luglio 2011 A g r i c o l t u r a. Un batterio killer minaccia di distruggere il Kiwi italiano Il Sindaco di Rosarno, Elisabetta Tripodi, scrive alle Autorità competenti perchè vengano adottati provvedimenti - Laconica e deludente la risposta dell Assessore Agricoltura Calabria! fromor Ormai è ritenuta una calamità nazionale la Batteriosi del Kiwi (PSA), il nuovo morbo batteriologico che attacca e distrugge gli impianti arborei dell Actinidia. La situazione è tanto grave da indurre il Ministero dell Agricoltura e Foreste ad emettere un decreto in data 7 febbraio 2011 con il quale si fa obbligo agli agricoltori di denunciare i casi sospetti di attacco batteriologico sui propri impianti (art. 4 ). L articolo 3 del detto Drecreto Ministeriale investe i servizi sanitari dell incarico di effettuare i sondaggi direttamente o tramite tecnici sotto il loro diretto controllo ad effetuare monitoraggi sistematici da effettuare con visite negli impianti di Actinidia per rilevare eventuali sintomi di attacco presente o sospettato. Questo a salvaguardia di un prezioso patrimonio di cui l Italia è leader nel mondo dopo la Neozelanda con cui si divide i mercati mondiali. Con grande solerzia ed attenzione il Sindaco di Rosarno, dottoressa Elisabetta Tripodi ed i suoi organi assessoriali comunali, hanno prontamente inviata richiesta e sollecitazione al Presidente della Regione Calabria, al Presidente del Consiglio Regionale, All assessore all Agricoltura Regionale e per conoscenza allo stesso Ministero Agricoltura affinchè, attuando quanto prescritto dal DM suddetto, provvedano a monitorare la zona della Piana che vanta oltre 2000 ettari coltivati a Kiwi con una produzione lorda venbile che superano i 30 milioni di Euro (n.d.r.: vedi lettera a fianco risportata). La sconcertante risposta dell Assessorato Agricoltura è stata che... dagli acccertamenti effettuati dal Servizio Sanitario locale risulta la presenza di un solo caso... ed aggiunge che... preoccupa il possibile danno di immagine che il diffondersi della notizia potrebbe portare ai produttori di Kiwi della zona per la preoccupazione che potrebbe ingenerarsi di trasmissione del batterio all uomo. Non aggiungiamo commenti che sarebbero senz altro inutili e, forse, dettati dall ira, poco consoni al bon ton di un dialogo civile.

10 Voci dal Sud 10 AnnoVII nr. 7 Luglio 2011 L istituto Casella conferma la qualità del suo vivaio di talenti Caterina Inzitari - Gazzetta del Sud Si è svolto, come di consueto, con un incredibile exploit di pubblico, il saggio di chiusura delle attività musicali per l anno scolastico 2010/2011 della scuola superiore di primo grado G. Casella dell Istituto comprensivo di via Meridiana, diretto dal dirigente scolastico Maria Mercuri. La scuola superiore di primo grado che da anni, ormai, sforna piccoli musicisti in erba, anche quest anno ha fatto sfoggio dei suoi gioielli, mostrando a tutti i rizziconesi, i risultati di un anno di duro proficuo lavoro. Il merito per gli obiettivi raggiunti è da attribuire senza ombra di dubbio ai docenti del corso ad indirizzo musicale: Teresa Maria Pirrotta (pianoforte), Adalgisa Serrecchia (violino ), Rosa Camera (flauto), Ruben Pennestrì (chitarra) e Antonino Militano (supporto audio). Nell auditorium Diocesano Famiglia di Nazareth di contrada Badìa, dunque, i musicisti in erba rizziconesi si sono esibiti, riuscendo a coinvolgere l intero pubblico presente. I ragazzi nell esecuzione dei pezzi musicali che tra l altro comprendevano brani di Vinciguerra, Schubert, Mozart, Ciakovskij, Beethoven, Bach, Piazzola e Vivaldi, hanno dimostrato di essere padroni dell arte della musica. La manifestazione ha avuto il suo seguito con gli alunni della classe di pianoforte che hanno presentato Musica E Immagine (musica e cartoni), per poi continuare con Ciak Si Suona, in omaggio ai grandi compositori del cinema internazionale Ennio Morricone, Nino Rota, Nicola Piovani, Vangelis e Willians. La manifestazione ha avuto il suo epilogo con l esibizione dei ragazzi in un programma di Musica d Insieme che comprendeva il Valzer Brillante di Verdi diretto dalla docente Adalgisa Serrecchia, l Inno alla Gioia di Bethoven diretto dalla professoressa Teresa Maria Pirrotta, Va Pensiero del Nabucco di Verdi diretto dal professore Ruben Pennestrì e per concludere Fratelli d Italia diretto dalla docente Adalgisa Serrecchia. Il dirigente scolastico Maria Mercuri può essere orgogliosa. Lo spettacolo di fine anno, che ancora una volta ha riscosso unanimi consensi di critica e di pubblico, rappresenta l ennesimo successo di un istituto che può essere considerato all avanguardia nella provincia reggina. Ai docenti Teresa Maria Pirrotta, Adalgisa Serrecchia, Rosa Camera, Ruben Pennestrì e Antonino Militano va il pieno merito di avere saputo inculcare nei loro allievi la passione per la musica, e l esibizione degli alunni hanno dimostrato innanzitutto l amore che questi ragazzi nutrono verso questa meravigliosa arte. Rizziconi e Drosi, lo straniero è un ospite da onorare ed aiutare Il nome di Rizziconi è apparso troppe volte sui media per notizie tristi, spesso tragiche. E allora fa piacere, ogni tanto, presentare l altra faccia della medaglia, quella di una cittadina buona, positiva, aperta agli altri. Qui gli immigrati umiliati, attaccati e minacciati durante la rivolta di Rosarno dello scorso anno, hanno trovato da anni una dimensione umana. E, nonostante la loro integrazione nel tessuto della nostra società sia un problema complesso, nel comune pianigiano la comunità di extracomunitari è molto numerosa, e fa di Rizziconi uno dei centri più islamizzati della zona. Ciò anche grazie alla moschea El-Hoda, la terza in Italia, dove ogni anno convergono, durante il Ramadan, migliaia di musulmani residenti nell intera regione: e la popolazione locale convive con essa serenamente. Lavorano guadandosi da vivere onestamente nei campi, nelle aziende della zona e comunque nei settori produttivi dell economia locale: dall olivicoltura, all artigianato, al commercio ambulante, all assistenza agli anziani, dimostrando così le capacità e la voglia di sbarcare il lunario in modo onesto. La solidarietà che i rizziconesi esternano verso gli immigrati, é la dimostrazione della consapevolezza che lasciare la propria terra per cercare fortuna in nazioni completamente diverse da quella d appartenenza, non é certamen- Francesco Inzitari - Gazzetta del Sud te agevole. Rizziconi, insomma, rappresenta l eccezione alla regola Nulla di meno può dirsi della popolosa frazione Drosi, Siamo anche noi felici che nelle vicine Rizziconi e Drosi gli stranieri abbiano trovato accoglienza e riavuta la propria dignità, ma gradiremmo segnalare al collega Inzitari che non deve citare Rosarno come modello di razzismo dal momento che, a parte i noti moti pilotati, e qualche sparuta deplorevole occasione, anche a Rosarno gli stramieri trovano solidarietà da parte della popolazione. Forse siamo meno organizzati nell accoglienza, ma non nella mano tesa e nella solidarietà. La Redazione dove gli extracomunitari hanno trovato finalmente una dimensione umana. Una casa, un piatto caldo, attenzioni da parte dei cittadini italiani. Di ciò il merito va alla Caritas guidata dal solerte Francesco Galluccio e dal parroco di San Martino, don Nino La Rocca che hanno creato una vera e propria rete sociale di aiuto ai lavoratori extracomunitari che vivono nella frazione. E non sono pochi, se si pensa che settimanalmente, ogni martedì sera, a 80 persone, viene offerto gratuitamente un pasto caldo. Africani, europei dell est, mediorientali: tutti hanno una casa dignitosa, per usufruire della quale pagano una cifra simbolica. E i cittadini di Drosi li aiutano, li sostengono, fanno in modo che tutto vada per il verso giusto. Vogliono semplicemente ridare dignità a chi non c è l aveva più, la aveva messa in gioco per cercare fortuna, o almeno per sfuggire dalla sfortuna. Viva il modello Rizziconi e Drosi, dunque, o come lo si voglia chiamare. Perché dimostra, finalmente, che anche in Calabria si può pensare all altro. C è una Calabria migliore, e a Rizziconi e Drosi è finalmente venuta fuori.

11 Voci dal Sud 11 Anno VII nr. 7 Luglio 2011 I Veterinari dell Asl andranno tutti in autobus! La Cgil annuncia lo stop all utilizzo dell auto privata per il 13 giugno R.P. - Calabria Ora I veterinari aderenti alla Cgil fermeranno le macchine, non utilizzeranno il mezzo personale ed inizieranno le procedure legali per il recupero di quanto accreditato, se la direzione sanitaria non darà ampia assicurazione che le spettanze saranno retribuita nella prossima busta paga. Lo si apprende da una nota che la Funzione pubblica Cgil medici, firmata dal segretario Francesco Loschiavo, ha spedito al commissario straordinario dell Asp 5 di Reggio Calabria Rosanna Squillacioti, al prefetto di Reggio Calabria Luigi Varratta, al procuratore della repubblica di Palmi Giuseppe Creazzo, a quello di Reggio Giuseppe Pignatone, a quello di Un servizio tanto Locri Giuseppe Carbone, all assessorato alla importante per la Salute pubblica della Regione Calabria ed ai sindaci dell area 5 salvaguardia della dell asp. La querelle tra veteri- salute pubblica, viene nari e Asp 5 riguarda l uso delle macchine pri- vate per espletare i servizi professionali. così pesantemente Specificando che la Fp penalizzato! CGIL Medici aveva richiesto al commissario dell Asp 5 un incontro per sanare la situazione del pagamento dell indennità chilometri dei veterinari, indicando nel 13 giugno il giorno in cui gli stessi non avrebbero utilizzato più il proprio mezzo per i compiti d istituto, il sindacato scrive che «il personale veterinario utilizza giornalmente il proprio mezzo per espletare i compiti d istituto e che, agli stessi, all atto dell assunzione come titolo d idoneità non è richiesta la patente di guida né, tanto meno, la proprietà di un autoveicolo; che la maggior parte dell indennità chilometri continua la lettera - viene richiesta ai contribuenti all atto delle prestazioni rese a terzi dai veterinari e quindi si tratta per lo più di partite di giro; che i dirigenti veterinari operanti sul territorio dell ex Asl di Locri percepiscono un acconto mensile, ma accreditano il conguaglio relativo all anno 2010 e ad oggi ancora non è stata posta in essere né delibera di liquidazione dell indennità 2011 né determina di liquidazione 2010». La nota spiega che tutto il personale veterinario si presenterà regolarmente in ufficio nelle sedi dei servizi, e da li si muoverà per espletare il servizio d istituto utilizzando i mezzi pubblici, compatibilmente con gli orari degli stessi e le destinazioni se servite, con eventuali macchine con autista messe a disposizione dall Ente o con i mezzi dell utenza pubblica che richiede la prestazione. «Non verrà presa in considerazione l utilizzazione di macchine di privati cittadini» è specificato». «I dirigenti veterinari scrive la Cgil non si sentiranno responsabili dei disagi creati all utenza pubblica».

12 Voci dal Sud 12 AnnoVII nr. 7 Luglio 2011 Vibrate proteste contro scopelliti che non si impegna per evitare la chiusura delle ferrovie Taurensi Pasquale Patamia - Laprimapagina Dal confronto presso la sala del Consiglio Comunale di Gioia Tauro Tra il Presidente della Regione Calabria, il Consigliere delegato ai trasporti, le organizzazione sindacali e di sindaci del territorio non è emersa la volontà della Regione di far revocare la sospensione del servizio delle ferrovie Taurensi e quindi non si è nei fatti scongiurato il pericolo di chiusura. L incertezza sul futuro delle linee Taurensi che aveva già, nei giorni scorsi, determinato forti tensioni e preoccupazioni tra i lavoratori, sfociate anche in manifestazioni estreme, non solo non è scomparsa nel corso delle riunione, ma addirittura è cresciuta durante la discussione. I lavoratori nell ascoltare le parole poco rassicuranti sul mantenimento del servizio ferroviario da parte del Consigliere delegato prima e del Presidente poi, hanno spontaneamente manifestato la loro ferma disapprovazione e preoccupazione per il futuro lavorativo. La discussione è stata accompagnata da vibranti contestazioni che hanno messo in evidenza la grave e pesante esasperazione che stanno vivendo i dipendenti delle Taurensi e le loro famiglie. Questa è un ulteriore prova della grave e più generale condizione di disagio crescente che vive un territorio che ha troppe vertenze aperte di straordinaria importanza (Fdc Porto Lsu Lpu Pianambiente, Sa Rc Cassintegrati e Mobilità ecc) ed un elevata disoccupazione giovanile, che purtroppo incontra, fino ad ora, una pesante incapacità da parte della Regione e del Governo di voler trovare soluzioni risolutive. Purtroppo dobbiamo constatare che quello che oggi Il Presidente Scopelliti ha espresso nella riunione non sono frasi di aiuto a questo territorio. Il presidente ci è sembrato che non abbia voluto abbandonare i toni da campagna elettorale. Non abbiamo apprezzato il fatto che il Presidente abbia sottovalutato il disaccordo espresso dai lavoratori, tentando di etichettare la loro provenienza I mezzi su gomma sostituiscono quelli su ferro, ma con orari cervellotici ed ignorando importanti realtà come ad esempio Rizziconi! sindacale, quale un alibi precostituito e pregiudizievole, e ha solo cercato di far passare la disperazione per strumentalizzazione. Alla fine, purtroppo, queste provocazioni sono solo servite a non entrare nel merito della discussione, sfuggendo da impegni concreti e certi, unica vera richiesta avanzata da questa organizzazione sindacale a chi è pro tempore chiamato ad amministrare questa regione. Ribadiamo la nostra disponibilità a proseguire il confronto di merito che in ogni caso, per noi, deve partire dall immediato inizio dei lavori di messa in sicurezza delle linee ferrate e da una data certa del ripristino del transito delle littorine. Pensiamo infatti che la Regione ha la possibilità, senza gravare sui fondi ordinari, utilizzando i fondi europei che sono già disponibili e spendibili, di programmare un rilancio strutturale di tutto il servizio ferroviario nell interesse dei cittadini, dei lavoratori e del territorio. Lo scrivono in una nota congiunta Antonino Calogero, segretario generale comprensoriale della Piana di Gioia Tauro; Domenico Laganà, segretario generale Filt Cgil.

13 Voci dal Sud 13 Anno VII nr. 7 Luglio 2011 Piana Ambiente chiede l intervento del prefetto Ammonterebbe a oltre il debito del Comune con la società incaricata dei ritiri degli RFU Alfonso Naso - Gazzetta del Sud Gioia Tauro - Dall ultimo consiglio comunale è emerso chiaramente che la maggioranza di Palazzo Sant Ippolito guidata dal primo cittadino Renato Bellofiore è ridotta all osso. Solo con il suo voto si è raggiunta l approvazione del bilancio (11 favorevoli contro 10 contrari). Molti salti di banco, mal di pancia per mancate nomine in giunta, voglia di avere posti di riguardo da parte di alcuni consiglieri hanno indotto il sindaco ad affermare «che l Amministrazione non è in vendita». Fatto sta che comunque la maggioranza è costretta a effettuare una prima verifica sulla tenuta a poco più di un anno dall insediamento, perdendo anche la sua totale e ormai in parte abbandonata verve civica. Dopo l attribuzione di una delega poco prima dell assise al consigliere Antonio Iannì, adesso toccherà procedere a qualche aggiustamento, anche perché in caso di qualche altro mugugno l assise si troverebbe di fatto paralizzata. Intanto, però, arrivano provvedimenti importanti dal punto di vista gestionale e amministrativo. Il Comune del Porto, se riuscirà a rientrare nella graduatoria dei finanziamenti, potrebbe vedere nascere nel suo territorio un centro di ascolto per le donne vittime di violenza. La giunta ha aderito al bando regionale pubblicato nel maggio scorso e si è impegnata a portare avanti il progetto con un assistente sociale interno, mettendo a disposizione anche locali propri. Per fare tutto ciò si è proceduto a sottoscrivere precedentemente un protocollo d intesa con il Comune di Rosarno e con il centro antiviolenza di Polistena, senza nessun aggravio finanziario per le casse comunali già prosciugate. E a proposito di casse comunali dissanguate, il Comune ha nominato il legale interno Domenica Musitano quale responsabile del procedimento per il recupero delle somme sborsate in maniera illegittima dall Ente per un incarico esterno di consulenza. Il giudizio è stato definito dalla Corte dei Conti che aveva condannato l ex giunta a risarcire al Comune circa 90 mila euro per danno erariale. Un provvedimento dovuto su impulso della stessa magistratura contabile che ha disposto la nomina del responsabile entro 60 giorni dalla sentenza (ancora soggetta ad appello). E sempre a proposito di numeri, prosegue la querelle con Piana Ambiente che ha replicato duramente a quanto sostenuto da Bellofiore qualche giorno addietro. «I mandati numero 143 e 148 di 180 mila euro non sono imputabili all amministrazione ma alla gestione prefettizia si legge in una nota della società. La somma versata dall amministrazione Bellofiore non è di 914 mila euro ma di 734 mila. Non sono quindi dovuti dal Comune solo 36 mila euro, ma oltre 500 mila. Alla luce di calcoli della mista che cura il servizio di smaltimento dei rifiuti il groppone di debiti del Comune ammonta a 1 milione e 100 mila euro. Poiché le posizioni delle parti continuano a rimanere distanti, Piana Ambiente non ci sta a proseguire nel dibattito e chiede un intervento al prefetto vista la gravità delle affermazioni dell Amministrazione, annunciando anche azioni legali a tutela dell immagine. Detto questo sui conti gli ulteriori provvedimenti. È stato costituito il nuovo comitato di garanzia esterna che adesso dovrà essere materialmente messo in funzione con la nomina dei rappresentanti tra le organizzazioni sindacali e i membri dell amministrazione. La Giunta ha anche approvato il piano di razionalizzazione delle dotazioni informatiche dell ente e il piano annuale delle attività culturali.

14 Voci dal Sud 14 AnnoVII nr. 7 Luglio 2011 Regione Calabria - Veterinari CALABRIA, TENSIONE PER VACCINO Oggi Il coordinamento degli allevatori si dichiara pronto ad immobilizzare ad oltranza la città di Catanzaro perché da più di sei anni chiede senza successo di poter adottare, anche in Calabria e finanche a proprie spese, il metodo della vaccinazione bovina contro la brucellosi; una malattia che potrebbe colpire le mandrie podoliche regionali, ma che intanto è diventata la scusa, ai danni degli allevatori, per sperperare enormi risorse economiche della Comunità europea, bloccando e paralizzando le aziende zootecniche. Michela Mazza e Matteo Talarico hanno scritto una lettera aperta al Governatore Giuseppe Scopelliti sostenendo che l adozione della vaccinazione sarebbe osteggiata dai burocrati regionali preposti, con l avallo della politica. Il vaccino richiesto è infatti di ultima generazione, costa solo 2,50 euro a capo, ed è utilizzato in tutti i Paesi del mondo occidentale, Italia inclusa, in quanto già adottato in Sicilia ed in Campania. La replica della Regione è arrivata in questi giorni, con una nota del Dipartimento Tutela della salute e Politiche Sanitarie della Regione Calabria nella quale si ricordano le occasioni promosse affinchè gli allevatori stessi potessero confrontarsi con la neo costituita task force veterinaria regionale composta da un veterinario del Ministero della Salute e quattro veterinari delle Aziende Sanitarie Provinciali. Ma anche in quella sede la task force ha manifestato forti perplessità sulla proposta di deroga per la vaccinazione ribadendo, tra l al- tro, che la regione Campania ebbe a suo tempo la deroga alla vaccinazione per i bufali. Ciò comportò l abbattimento di numerosissimi capi. La replica aggiunge che in quella sede i Dirigenti del Dipartimento regionale Tutela della Salute chiesero alla task force veterinaria di poter avviare un istruttoria approfondita, coinvolgendo un veterinario di fiducia degli allevatori, affinche la Regione si facesse interprete presso il Ministero, al fine di poter fare valutare la richiesta di deroga nazionale, per superare il fermo diniego degli organi tecnici dello stesso Ministero. Il Dipartimento e la task force veterinaria sono interessati a proseguire gli incontri tecnici con i rappresentanti degli allevatori e del Dipartimento regionale Agricoltura, per definire una comune strategia tale da portare la Calabria fuori dall emergenza brucellosi.

15 Voci dal Sud 15 Anno VII nr. 7 Luglio 2011 Un aiuto le per donne in difficoltà A Rosarno e Gioia Tauro al via lo sportello di ascolto per le vittime di violenza Presentato alla Regione Calabria il progetto Centro di ascolto donne vittime di violenza. A renderlo noto l assessore alla cultura del comune di Gioia Tauro Monica Della Vedova, che ha spiegato le caratteristiche del bando che potrebbe portare un importante strumento di sussidio per le donne del territorio. Realizzato attraverso un partenariato tra l associazione Mediterranea di Cinquefrondi ed i comuni di Gioia Tauro e Rosarno, per il quale il sindaco Elisabetta Tripodi ha già firmato il protocollo, la struttura prevede uno sportello attivo cinque giorni a settimana nei comuni aderenti, all interno delle sedi municipali. Emanato dall assessorato Lavoro e professione e gestito dal dipartimento delle politiche della famiglia tramite il dirigente Nardi, il bando dispone di cinquecento mila euro, da destinare appunto alla creazione di istituti di prima accoglienza. «Sono troppe le donne che ancora oggi subiscono violenza, e non solo fisica, ma anche psicologica ed economica, la realizzazione del centro rappresenterebbe un passo decisivo per la lotta a tali abusi, che sembrano purtroppo essere in aumento in maniera maggiore nel nostro contesto di riferimento», ha sottolineato l assessore Della Vedova. Nello specifico, sono circa novantamila euro i fondi richiesti per la messa in atto del centro. Beneficiarie primarie del progetto sono le donne, non solo quelle italiane ma anche le straniere e, a differenza di misure previdenziali emanate negli scorsi anni, quella attuale comprende l aiuto anche verso le donne con figli a carico. «Il centro di ascolto sarebbe solo il primo step del percorso verso il quale le vittime verrebbero indirizzate, seguite da figure professionali essenziali nel post-denuncia dell abuso, godendo si servizi gratuiti troppo spesso inaccessibili per chi vivi situazioni di disagio, come quello legale, psicologico, sociale» ha precisato l assessore. Ma non basta. La struttura, attraverso la sede dell associazione coinvolta, dovrebbe venire fornita di appositi spazi destinati al ricovero di prima emergenza delle donne, al fine di assicurare loro la possibilità di decidere di denunciare in maniera libera da condizionamenti anche logistici. Sempre a tal fine è stato realizzato un protocollo di intesa con le forze dell ordine, in attesa di essere certificato, per garantire la massima sicurezza nell iter processuale. Lo stanziamento dei fondi, partito dall Unione Europea e diramato agli stati membri, nasce a seguito del censimento sull argomento del 2009, che secondo i dati dell Istat porterebbe la denuncia di una crescita esponenziale del fenomeno della violenza sulle donne, a prescindere da età, stato sociale e religione. ISABELLA GALIMI - Calabria Ora

16 Voci dal Sud 16 AnnoVII nr. 7 Luglio 2011 «La diga rappresenta una grossa minaccia» Inquietante avviso del sindaco di Galatro che mette in guardia verso possibili cedimenti dovuti ad incuria e mancanza di manutenzioni Una serie di inquietanti interrogativi sul futuro e sulla sicurezza della diga sul Metramo. Li ha posti il sindaco Panetta al Consorzio di Bonifica della Piana di Rosarno, che a suo tempo progettò l opera ma anche alle autorità di bacino e ai massimi responsabili delle istituzioni politiche regionali e provinciali. Sugli inquietanti interrogativi che mettono in dubbio la tenuta dell invaso se prima non saranno effettuati tutti i dovuti controlli tecnici, il sindaco chiede che gli vengano fornite «doverose e tempestive risposte». Non fosse altro che per dare tranquillità a tutti i cittadini della valle del Metramo. Panetta, ricorda che dopo quindici anni di lavori la diga è stata da tempo ultimata ma che la stessa, «potrebbe diventare un altra delle tante e fatidiche cattedrali nel deserto». Pur evidenziando di non voler fare catastrofismo, il sindaco non può fare a meno di paventare possibili disgrazie, conseguenti allo stato di totale abbandono e di scarsa manutenzione dell invaso. «La diga ad oggi rappresenta esclusivamente una minaccia permanente, silenziosa e subdola che grava su tutte le popolazioni presenti lungo l asta del Fiume Metramo. Se è vero, com è vero, che ad oggi la diga è stata completamente abbandonata e lasciata al suo destino continua il sindaco non si capisce come sia possibile prendere l irresponsabile decisione di completare il riempimento dell invaso senza prima ottemperare a quelle che sarebbero Umberto di Stilo - Gazzetta del Sud L invaso naturale che si è venuto a creare con la costruzione della Diga sul Metramo realizzata in terra battuta e che è costata ben 819 miliardi di vecchie lire! La mancata manutenzione potrebbe essere la casusa di un cedimento e l acqua che ne fuoriuscirebbe provoverebbe un secon Vajont e cancellerebbe quattro importanti città della Valle (Galatro, Feroleto della Chiesa, Rosarno e San Ferdinando) che attualmente contano circa 60 mile anime dovute essere le minime condizioni per assicurare e garantire la tutela dell incolumità pubblica in particolare delle popolazioni e dei territori a valle dell opera stessa». Le aree interessate da un possibile evento di inondazione calamitosa, secondo la stima della Regione Calabria, riguarderebbero i comuni di Galatro, Feroleto della Chiesa, Rosarno e San Ferdinando. Ma la diga, fortunatamente, non costituisce solo pericolo. E il primo cittadino galatrese lo sa bene che essa, in futuro «con un adeguato piano di rilancio e sfruttamento» può garantire «un opportunità di sviluppo e progresso per l intero territorio della Piana di Gioia Tauro».

17 Voci dal Sud 17 Anno VII nr. 7 Luglio 2011 Nuovi diplomati nel carcere modello Daga Continua nella sua opera di recupero in modo differenziato la casa di reclusione Daga, seguendo quella filosofia di carcere intuita magistralmente dal compianto provveditore Quattrone, improntata sull idea di comunità che desse al detenuto la possibilità di utilizzare il proprio tempo svolgendo attività artigianali e didattiche che, oltre ad attenuarne la pena, potesse dare la possibilità d inserimento nel mondo del lavoro una volta fuori, abbattendo, conseguentemente, la recidività. Dopo i vari percorsi florovivaistici, artigianali e didattici che proprio in questi giorni ha portato al diploma triennale di operatore Agro- Ambientale, un altro importante corso, questa volta professionalizzante, in refrigerazione e condizionamento, è stato portato a compimento da un gruppo di 25 detenuti, tutti giovani, con assoluto impegno oltre ad un interessante coinvolgimento. Un progetto attuato dalla direzione carceraria per 120 ore di formazione didattica oltre che pratica in tecniche frigorifere, accolto con interesse dall intero panorama carcerario, affidato nelle lezioni tecniche e pratiche a Franco Speranza, massimo esperto del settore, coordinatore e docente del centro studi Galileo di Casale Monferrato, oltre ad un esperienza trentennale nella formazione di tecnici per la refrigerazione. La parte più interessante, sicuramente causa del successo tra gli allievi detenuti, è stata la possibilità di operare su esempi di progettazione all installazione di impianti Split e pompe di calore oltre alla simulazione per la ricerca e la valutazione dei guasti più comuni per detti tipi di impianti, continuando nella gestione elettrica dei frigoriferi con vuoto e carica refrigerante. Un percorso formativo professionalizzante di tutto ri- Laureana di Borrello Un corso di 120 ore per i 25 detenuti diplomatesi quali esperti in refrigerazione SALVATORE LAROCCA - Calabria Ora spetto che, nella penìa di operatori specializzati acquisisce un valore aggiunto quando bisognerà ripresentarsi alla società civile. Questo, senza dubbio, è l aspetto interessante di quanto succede nella casa di reclusione Daga con i risaputi problemi legati alla crisi economica che in questi anni ha investito la pubblica amministrazione, che purtroppo nei suoi tagli investe tutti a prescindere dalle priorità. Pregevole, in quest ottica, la perseveranza della direzione carceraria che, avvalendosi di validi operatori, come Speranza, riesce a tenere alto il monte ore in cui si impegnano i detenuti, cercando di non venir meno a quel contratto che si firma tra le parti che fa di questa struttura un carcere speciale. La conclusione del corso garantisce, come assicura Speranza, la segnalazione dei partecipanti alle ditte operanti nel settore per un loro futuro inserimento nel mondo del lavoro.

18 Voci dal Sud 18 AnnoVII nr. 7 Luglio 2011 Polistena Presso l ospedale, a breve verrà attivato il Centro trasfusionale Attilio Sergio - Gazzetta del Sud È durato oltre due ore, ieri (n.d.r.:15 giugno) presso la direzione sanitaria, l incontro del commissario straordinario dell Asp 5 Rosanna Squillacioti con primari e medici di tutte e 13 le divisioni dell ospedale Santa Maria degli Ungheresi, che nel piano di rientro è stato riconosciuto centro Spoc. Il commissario dell Asp era accompagnato dal suo staff: i dottori Franco Sarica, Teresa Leone e Vincenzo Putortì. All incontro ha anche preso parte la direttrice sanitaria dell ospedale di Polistena dott.ssa Loredana Carrera e l arch. Pasquale Ferraro (responsabile dell ufficio tecnico, ambito di Palmi, dell Asp). Al termine dell incontro la dott.ssa Squillacioti ha risposto con piacere ad alcune nostre domande, giudicando «proficuo, all insegna della collaborazione e della professionalità degli operatori sanitari» l incontro avuto con i primari e i medici dei vari reparti. «Spesso, ben volentieri ha affermato mi reco nei presidi dell intero territorio dell Azienda, nell impegno di risolvere i problemi quotidiani». Nel ricordare il ruolo Spoc del presidio di Polistena e nel sottolineare l impegno per la ri- soluzione dei problemi e la dedizione del direttore sanitario Carrera, alla quale ha espresso tutta la sua stima, la dott.ssa Squillacioti ha annunciato che il reparto di medicina avrà 30 posti letto mentre a breve, secondo i tempi tecnici necessari, al piano terra verrà trasferito, da Palmi, il Centro trasfusionale. Un altra buona notizia data dal commissario dell Asp è lo stanziamento di 150 mila euro per gli indispensabili nuovi ascensori. Nel riconoscere l importanza di un ospedale riconosciuto Spoc, la dott.ssa Rosanna Squillacioti ha voluto sottolineare l impegno della direzione aziendale su tutto il territorio. Dall arch. Ferraro abbiamo appreso cosa c è d importante in itinere, nei tempi tecnici previsti, per l ospedale di Polistena: sta per essere bandita la gara d appalto per i nuovi sistemi di elevazione (ascensori); la dotazione al Pronto soccorso delle macchine per il trattamento dell area climatizzata; una nuova centrale dei gas medicinali; il nuovo Centro trasfusionale nei locali al piano terra (ex pronto soccorso).

19 Voci dal Sud 19 Anno VII nr. 7 Luglio 2011 Nuovo ospedale della Piana a Palmi - Entro luglio i lavori saranno aggiudicati Giuseppe Mazzù - Gazzetta del Sud È ormai in dirittura d arrivo la pubblicazione del bando di gara per la costruzione del nuovo ospedale della Piana il cui sito, localizzato nel territorio compreso tra la statale 18 da una parte e lo svincolo autostradale di Palmi, nei mesi scorsi è stato sottoposto a tutta una serie di rilevamenti tecnici. Ne ha dato comunicazione il sindaco Ennio Gaudio che ha espresso grande soddisfazione. «Stamane ha esordito il primo cittadino ho avuto notizia che presso il Dipartimento Lavori pubblici della Regione si è svolta una riunione tecnica alla quale hanno partecipato il Rup del procedimento per la costruzione del nuovo ospedale della Piana ing. Francesco Costantino, il responsabile dell Ufficio tecnico dell Asp 5, progettisti e tecnici della società Infratrutture Lombarde, incaricata dell eleborazione delle procedure per la realizzazione dell importante opera pubblica e funzionari dello stesso Dipartimento LL.PP. La riunione si è tenuta per verificare tutti gli aspetti della fase propedeutica alla pubblicazione del bando di gara per l affidamento della concessione per la realizzazione del nuovo ospedale della Piana, ubicato a Palmi nei pressi dello svincolo autostradale. Nel corso dell incontro continua Gaudio i tecnici hanno verificato la rispondenza delle procedure predisposte alle norme e, a conclusione, hanno deciso di dare seguito a quanto era stato annunciato dal pre bando già pubblicato a livello europeo nei mesi scorsi. Il prossimo passo, la pubblicazione del bando che avrà anch esso valenza europea, avverrà al massimo nei primi giorni della prossima settimana». Il primo cittadino ha proseguito fornendo alcuni dati riguardanti i tempi che si prospettano per l iter di costruzione: «I tempi entro cui far pervenire le offerte saranno di 45 giorni, seguiranno le procedure per l aggiudicazione e la firma del contratto con l impegno di realizzare il progetto in tre anni, chiavi in mano. Aggiudicazione che potrebbe avvenire entro fine luglio. La posa della prima pietra, invece, si prevede entro settembre». Si costruisce ex novo ma si ignorano strutture finite e mai utilizzate come l Ospedale di Rosarno Incomprensibile la politica di rigore finanziario! Mariasole Dalmonte Abbiamo il cervello che ci scoppia per il tormentone dobbiamo risparmiare... dobbiamo spendere poco... dovete stringere la cinghia. Ma... a noi sembra che si predichi bene e si razzoli male! Ben venga una moderna struttura ospedaliera che sani... la sanità della Piana che vanta un bacino di circa anime, ma perchè si opera ancora secondo logiche di campanile e di parrocchia? Quanto costerà alla comunità il costruendo ospedale di Palmi? Ci sono strutture nella zona assolutamente inutilizzate come ad esempio la costruzione che nacque circa 40 anni addietro a Rosarno proprio per essere un ospedale (il terreno è stato dato in omaggio dalla famiglia del defunto Peppino Martelli).. Fu terminato molte volte ivi compresi infissi, mobili ed attrezzature, ma per un arcano sconosciuto non è mai entrato in funzione. Intanto più volte è stato cannibalizzato sia negli arredi che negli infissi e, pare anche nei servizi igienici e finanche pavimentazioni. Fu restaurato parecchie volte, ma il benedetto Ospedale di Rosarno è sempre lì, imponente ma morto inesorabilmente! Oggi è invaso da sterpi e rovi ed è adibito a stalla per le mandrie di pecore. Nasce quindi per divenire un ospedale, si spendono ingenti somme per attrezzarlo secondo la sua destinazione di ospedale, ma... finisce per essere una stalla per il rifugio delle pecore! Ci chiediamo perchè tutto questo? non sono stati spesi soldi dei cittadini? chi ha la responsabilità di questa mancata entrata in esercizio? Possibile che il pubblico amministratore non abbia mai responsabilità dirette? che paghi anche lui per gli errori o inadempienze commessi e, soprattutto facciamo che l imponente struttura venga finalmente utilizzata ottenendo un risparmio notevole di tempo, un risparmio notevolissimo di denaro pubblico, un alleviare il dolore cocente da parte dei cittadini che lo vedono languire ed avviato a sicura fine.

20 Voci dal Sud 20 AnnoVII nr. 7 Luglio 2011 Vivere un esperienza come quella che ci e successa domenica 12 giugno e di per se traumatico e devastante ed ancora ora non riusciamo a capire come e stato possibile che succedesse... Mio figlio di 5 anni ha infilato il dito nella gabbia di un coniglio e questo mordendoglielo gli ha staccato di netto la prima falange dell indice destro. La corsa al pronto soccorso con la lucidita che non c era e il panico che andava a mille non vedendo l ora che i km passassero veloci e poi quando arrivi li e pensi finalmente adesso qualcuno fara qualcosa, ci dira qualcosa... qualsiasi cosa pur di aiutare mio figlio mentre continui a ripeterti: non ci credo, mio Dio aiutaci... tu hai avuto la cattiva idea di farti capitare tutto questo proprio nel momento del cambio turno al pronto soccorso! Entri in una stanza e vedi un dottore che frettolosamente dice : si va bhe faccia una radiografia e poi vada dall ortopedico mentre una infermiera continua a chiedermi i dati di mio figlio se no non possono aprire la pratica di pronto soccorso... ed il dottore tuo figlio manco lo guarda! Quando tu solleciti a non perder tempo il dottore si incazza! Si proprio cosi, lui si incazza e dice di star calmi ma si tanto era una cosa da niente... Vai a fare la radiografia ok ma il foglio del pronto soccorso dov e? Il tecnico radiografo non ti da il referto senza quel foglio... allora gli amici corrono al pronto soccorso per farselo dare ma li non c e nessuno... manca il dottore che si e andato a cambiare... mancano le infermire e ti dicono che nel pc non c e la password per stampare il foglio con la richiesta... intanto il tempo passa e tu sai che per questi casi il tempo e essenziale. Quando finalmente il foglio arriva di corsa dall ortopedico che guarda la radiografia e dice che non c e niente da fare, il dito del bambino manco lo guarda, solo la radiografia... meglio sbrigarsi a chiudergli il dito. Intanto stai li con la borsa frigo col dito di tuo figlio dentro in mano e pensi oh Dio non c e niente da fare... ti viene da piangere mentre gli fanno iprelievi e lui urla sei talmente nel panico che non senti il dottore che dice a tuo marito : noi qui non siamo attrezzati, io non l ho mai fatto un intervento simile Non senti neanche tua zia che in quell ospedale ci lavora da 38 anni dire al medico ma se era tuo figlio? un tentativo non l avresti fatto? Non senti rispondere si! E allora peche mio figlio no? Perche in cinque minuti hanno deciso che sarebbe dovuto rimanere senza un dito? Qualcuno mi dice muoviti andiamo a Catania, li c e la Malasanità al limite dell incredibile Lasciate ogni speranza voi che entrate... al pronto soccorso degli ospedali riuniti di Reggio Calabria Stante il grado di incredibilità dei fatti riportati non faremo nessun commento, ma ci limitiamo a riportare il post su Facebook della mamma, Maianna Polimeni, del bimbo - Il post è stato pubblicato il 15 giugno 2011 alle ore 15,26 microchirurgia. In elicottero... non l elisoccorso che e gia impegnato, con l ambulanza no prima che si mettono d accordo perdiamo l intera giornata e qui tempo non ce n e, in macchina... la nostra e cosi corri al traghetto ti fanno passare avanti e sei il primo a scendere e Pensiamo sia proprio proprio il caso che la quegli ottanta km da Messina a Catania non finisco- Magistratura preenda l iniziativa di verificare quanto asserito e, se tutto vero (ma che interesse no mai mentre tieni tuo figlio fra le braccia tu piangi avrebbe avuto la mamma a mentire?), prendere e lui ti da coraggio. provvedimenti severi per omissione di soccorso Quando finalmente arrivi a Catania, all accettazione del pronto soccorso prendono i nostri dati e dopo pochi minuti sei dentro, manco ti guardano per non perdere tempo fanno il foglio di ricovero e ti mandano su al reparto di chirurgia plastica, cinque minuti e gia stanno visitando il bambino, fanno i prelievi e ti mandano in camera a sistemare il bambino ma intanto per non perdere tempo telefonano a Reggio per farsi mandare via fax gli altri prelievi fatti al pronto soccorso... risposta da Reggio : NON ABBIAMO IL FAX. Ci mandano in sala operatoria non perdono tempo e tu ti domandi ma siamo su un altro pianeta? L intervento tecnicamente e andato bene, non c e certezza pero della riuscita c erano troppi danni, sicuramente non avra funzionalita, forse qualcosa potrebbe recuperare forse andra male ma se non altro al dottor Ranno ho sentito dire e un bambino di soli cinque anni e ci dobbiamo provare ed e questo che tutti i medici dovrebbero dire o fare. Adesso non ci resta che aspettare e pregare ma intanto a mente un pochino piu lucida penso e penso che al pronto soccorso tutte quelle persone in cui ci siamo imbattuti dovrebbero vergognarsi e se fosse possibile essere sbattuti in mezzo ad una strada perche li tu non e che fai un lavoro qualsiasi tu sei li per aiutare e curare la gente che sta male non per fargli un favore o passare il tempo in attesa della fine del turno. Che amarezza Mi sento invece di dover dire un grazie dal cuore a tutti i papa dei compagni d asilo di mio figlio che sono stati eccezionali Un grazie speciale al dottore Ranno dell ospedale Cannizzaro di Catania, un infermire di cui non so il nome ma dall aspetto molto burbero ma di una gentilezza infinita! A chi si prendera la briga di leggere questa nota chiedo due cose,se possibile di condividerla e di dire una preghiera per la mia piccola roccia Manuel che e il mio eroe che in tutto questo non ha mai pianto, non si e mai lamentato e che ci dava forza e coraggio. Grazie

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

I CAMPI DELLA LEGALITA'

I CAMPI DELLA LEGALITA' COMPRENSORIO PIANA DI GIOIA TAURO 89013 Gioia Tauro (RC) Via Bellini n 48 tel.0966-52396 spi@cgilgioiatauro.it I CAMPI DELLA LEGALITA' Diario Polistena, 1-31 luglio 2013 COMPRENSORIO PIANA DI GIOIA TAURO

Dettagli

QUANTO COSTA LA MEDIAZIONE CIVILE PRESSO RES AEQUAE ADR SRL/IO CONCILIO.COM?

QUANTO COSTA LA MEDIAZIONE CIVILE PRESSO RES AEQUAE ADR SRL/IO CONCILIO.COM? QUANTO COSTA LA MEDIAZIONE CIVILE PRESSO RES AEQUAE ADR SRL/IO CONCILIO.COM? LA MEDIAZIONE CIVILE COSTA DI PIU O DI MENO DI UNA CAUSA NORMALE? Costa molto di meno. Per una mediazione relativa ad una lite

Dettagli

Questa lettera aperta vuole informare sulla grave situazione economica dei Comuni e che potrà riversarsi direttamente sui cittadini e le imprese.

Questa lettera aperta vuole informare sulla grave situazione economica dei Comuni e che potrà riversarsi direttamente sui cittadini e le imprese. I COMUNI RISPARMIANO, MA LE AMMINISTRAZIONI CENTRALI SPENDONO. TAGLIARE ANCORA VUOL DIRE TOGLIERE 6 MILIARDI DI EURO ALLE IMPRESE E MOLTI SERVIZI AI CITTADINI. I Comuni sono oggetto di una ingiusta campagna

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013 Pagina 1 di 6 rassegna stampa Data 08 ottobre 2013 IL CITTADINO Lodi SANITÀ AVEVA UNA LACERAZIONE DELL AORTA, LA FAMIGLIA HA PRESENTATO UNA DENUNCIA -In ospedale con il mal di pancia, dopo l attesa muore

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

FUSIONE TRA CVS E POLESINE ACQUE: UN PROGETTO PER GARANTIRE CHE L ACQUA RESTI BENE COMUNE

FUSIONE TRA CVS E POLESINE ACQUE: UN PROGETTO PER GARANTIRE CHE L ACQUA RESTI BENE COMUNE PROGETTO DI FUSIONE CVS POLESINE ACQUE 26/08/2015 FUSIONE TRA CVS E POLESINE ACQUE: UN PROGETTO PER GARANTIRE CHE L ACQUA RESTI BENE COMUNE Avviata la gara per la due diligence, fotografia dello stato

Dettagli

ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DEL MIRANESE

ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DEL MIRANESE ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DEL MIRANESE PER IL COORDINAMENTO DELLE POLITICHE GIOVANILI CONVENZIONE 2015 2017 Testo approvato con deliberazioni consiliari di Martellago del, n., Mirano del, n., Noale del,

Dettagli

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 Nel bilancio di previsione 2013, il precedente direttivo aveva previsto un

Dettagli

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI Domenica 29 marzo 2009 Sala delle Conferenze Internazionali Ministero degli Affari Esteri Intervento del Vice Presidente

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 19/20/21 Settembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 19/20/21 Settembre 2015 Pagina 1 di 7 rassegna stampa 19/20/21 Settembre 2015 IL CITTADINO Lodi La lotta contro il tumore al seno, un esame che può salvare la vita (19/09/2015) Alao in piazza per ricordare Elisa Votta (19/09/2015)

Dettagli

I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita.

I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita. I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita. Nascono per mezzo di voi, ma non da voi. Stanno con voi ma non vi

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

MODULO II CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO II CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO II I destinatari del diritto Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2911 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BONO, MURA, CIRINO POMICINO, MAZZOCCHI, FORLANI, CO- LUCCI, ZACCHERA, RAISI, BRUSCO, NESPOLI,

Dettagli

Deliberazione originale del Consiglio Comunale

Deliberazione originale del Consiglio Comunale Deliberazione originale del Consiglio Comunale N. 40 del Reg. Data 27 novembre 2014 OGGETTO: Approvazione ordine del giorno ad oggetto Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. L'anno duemilaquattordici,

Dettagli

22 settembre 2015 Imola

22 settembre 2015 Imola 22 settembre 2015 Imola ASSOLUTAMENTE POVERI Dati riferiti al Nord Italia RELATIVAMENTE POVERI Dati riferiti al Nord Italia LINEA STANDARD DI POVERTA Valore di spesa per consumi al di sotto della quale

Dettagli

Documento scaricato da www.gestione-rifiuti.it

Documento scaricato da www.gestione-rifiuti.it Regione Sicilia Legge Regionale n. 40 del 21 aprile 1995 Provvedimenti per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e dei rifiuti speciali inerti. Disposizioni varie in materia urbanistica. L'Assemblea

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE INDICE Titolo I. - Adozione...2 Art. 1 Finalità...2 Art. 2 Requisiti per l affidamento dell animale...2 Art. 3 Modalità

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

BANDO SPECIALE n. 2 BORSE LAVORO 2014

BANDO SPECIALE n. 2 BORSE LAVORO 2014 BANDO SPECIALE n. 2 BORSE LAVORO 2014 Premessa La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni,

Dettagli

Comune di POGGIO RENATICO

Comune di POGGIO RENATICO Comune di OGGIO RENATICO DELIBERAZIONE N. 86 rovincia di Ferrara VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Straordinaria - Adunanza in rima convocazione - Seduta ubblica OGGETTO: GIORNATA

Dettagli

La sanità nella manovra Finanziaria 2008 Il Patto per la salute si consolida

La sanità nella manovra Finanziaria 2008 Il Patto per la salute si consolida La sanità nella manovra Finanziaria 2008 La sanità nella manovra Finanziaria 2008/1 Più risorse per i livelli essenziali di assistenza e cresce il Fondo per i non autosufficienti Potenziato il piano pluriennale

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Q. Sella

Istituto Istruzione Superiore Q. Sella VERBALE DEL COLLEGIO DEI DOCENTI DEL GIORNO 12 Giugno 2014 Oggi, 12 giugno 2014 alle ore 10,00, presso l aula magna si è riunito il Collegio Docenti dell Istituto d Istruzione Superiore Q. Sella di Biella

Dettagli

Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un

Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un Buongiorno a tutti. Vi porto l esperienza di un genitore che, insieme a sua moglie, ha deciso di iscrivere i propri figli presso una scuola con un alta frequentazione di bambini con entrambi i genitori

Dettagli

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ DI BENEVENTO REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO Titolo I Principi generali Art. 1 Il Forum della Gioventù della Provincia di Benevento è un organismo di partecipazione, rappresentanza

Dettagli

COMUNICATO AL PERSONALE CNR

COMUNICATO AL PERSONALE CNR - TRATTENUTE PER ASSENZE PER MALATTIA - RICORSO PER BUONI POSTALI FRUTTIFERI - CONGUAGLIO ARRETRATI CCNL - POLIZZA SANITARIA - BORSE DI STUDIO PER I FIGLI DEI DIPENDENTI COMUNICATO AL PERSONALE CNR TRATTENUTA

Dettagli

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Via Arenula 69/70-00186 ROMA - tel. 06 68852036 - fax 06 6869555 www.uidag.it - giustizia@uilpa.it AUDIZIONE PARLAMENTARE DISEGNO DI LEGGE C. 1248 Innanzitutto

Dettagli

Liceo Scientifico Statale Filippo Lussana - Bergamo

Liceo Scientifico Statale Filippo Lussana - Bergamo Liceo Scientifico Statale Filippo Lussana - Bergamo REGOLAMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI VISITE, VIAGGI DI ISTRUZIONE E SOGGIORNI SPORTIVO-AMBIENTALI ART. 1 (Definizione) Le visite e

Dettagli

La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*)

La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*) La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*) Claudio SCAJOLA È la prima volta che ho l occasione di incontrare tutti i Prefetti della Repubblica e ritengo

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

Le risorse vere del Comune,tra racconto e realtà

Le risorse vere del Comune,tra racconto e realtà Le risorse vere del Comune,tra racconto e realtà Conoscere in maniera attendibile il debito del Comune e quindi le risorse disponibili è la base per qualsiasi ripartenza. Sinora però tutti coloro che avevano

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

REGOLAMENTO TRASPORTO SCOLASTICO SCUOLE DELL OBBLIGO E MATERNA

REGOLAMENTO TRASPORTO SCOLASTICO SCUOLE DELL OBBLIGO E MATERNA COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese REGOLAMENTO TRASPORTO SCOLASTICO SCUOLE DELL OBBLIGO E MATERNA Approvato con delibera del C.C. n 39 nella seduta del 22.09.2005 Ripubblicato all albo pretorio dal 11.11.05

Dettagli

La gestione degli obblighi della sicurezza tra responsabilità e opportunità

La gestione degli obblighi della sicurezza tra responsabilità e opportunità ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONSULENTI DEL LAVORO UNIONE PROVINCIALE LECCE Francesca Maggiulli Cdl e Formatore sicurezza sul lavoro La gestione degli obblighi della sicurezza tra responsabilità e opportunità

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

CONSIGLIO PROVINCIALE DEL 15 SETTEMBRE 2008

CONSIGLIO PROVINCIALE DEL 15 SETTEMBRE 2008 CONSIGLIO PROVINCIALE DEL 15 SETTEMBRE 2008 DOMANDE DI ATTUALITA' DIVIETO DI CACCIA SINGOLA. Domanda d'attualità di Comucci e Lensi (FI) I sottoscritti Consiglieri In riferimento all articolo pubblicato

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese FORUM RIVISTA DELLA CNA DI EMILIA ROMAGNA MARCHE TOSCANA UMBRIA Le politiche femminili nelle regioni del centro nord Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese a cura di Paola Morini Responsabile

Dettagli

STIMA PIU CHE PUOI Un gioco per diventare abili stimatori

STIMA PIU CHE PUOI Un gioco per diventare abili stimatori ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTALE ISTITUTO COMPRENSIVO B. da Montemagno DI QUARRATA a.s. 2012-2013 GRUPPO DI RICERCA-AZIONE DI MATEMATICA STIMA PIU CHE PUOI Un gioco per diventare abili stimatori Classi

Dettagli

ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO

ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO 31 agosto 2010 Investire sui servizi all infanzia non è questione che riguarda le politiche familiari, e neppure èsolo questione

Dettagli

Premessa. Descrizione del Bilancio

Premessa. Descrizione del Bilancio Premessa Il Bilancio Preventivo 2011 è stato elaborato prendendo come riferimento i dati dell esercizio appena concluso e assumendo come obbiettivo la volontà di garantire la stessa impegnativa e intensa

Dettagli

Caritas Italiana Settembre 2013 VISITA CONGIUNTA CARITAS INTERNATIONALIS PROGETTO D EMERGENZA INSICUREZZA ALIMENTARE OCADES/CARITAS BURKINA

Caritas Italiana Settembre 2013 VISITA CONGIUNTA CARITAS INTERNATIONALIS PROGETTO D EMERGENZA INSICUREZZA ALIMENTARE OCADES/CARITAS BURKINA VISITA CONGIUNTA CARITAS INTERNATIONALIS PROGETTO D EMERGENZA INSICUREZZA ALIMENTARE OCADES/CARITAS BURKINA APPELLO D EMERGENZA 08/2012 Progetto di aiuto alimentare e nutrizionale alle popolazioni vittime

Dettagli

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE 22.10.08- Incontro con la Stampa QUESTIONE CAMPO NOMADI E POSIZIONE UFFICIALE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PORTOGRUARO IN MERITO Nonostante le ripetute dichiarazioni,

Dettagli

LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità

LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità È con vivo piacere che ho accettato l invito dell Associazione Calabro-Lombarda a trattare questo spinoso argomento. Sarebbe molto bello sentir parlare

Dettagli

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di ECONOMIA Disoccupazione mai così alta nella storia d Italia La serie storica dell Istat si ferma al 1977, ma guardando i dati del collocamento e i vecchi censimenti si scopre che nella crisi del 1929 e

Dettagli

1. Linee di intervento e procedure relative alla completa applicazione della legge 285/97

1. Linee di intervento e procedure relative alla completa applicazione della legge 285/97 1. Linee di intervento e procedure relative alla completa applicazione della legge 285/97 1.1 Atti adottati Atti Generali Delibera della Giunta Municipale n. 620/499 del 26/6/01 con la quale sono stati

Dettagli

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI PONTOGLIO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Indice Art. 1 Servizio di Economato Art. 2 Economo Comunale Art. 3 Funzioni del Servizio di Economato Art. 4 Indennità

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA

REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA Entrata 8.10 8.15 Chiusura cancelli: 8.20 Ingresso Gli alunni non possono accedere nei locali scolastici se non 5 minuti prima dell inizio delle lezioni. L ingresso

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE LE GRANDI RIFORME Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE Il sistema giudiziario inefficiente penalizza fortemente cittadini e imprese I PUNTI PRINCIPALI DELLA RIFORMA Semplificazione

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa Convegno Nazionale La Mediazione familiare, una risorsa per genitori e bambini nella separazione Bologna, 1 e 2 dicembre 2006 LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini

Dettagli

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Congresso Commissioni giuridiche ACI- Napoli - Riflessioni su : Patente di guida

Dettagli

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI Alessandro PROFUMO: Sarebbe stato un grande piacere essere qui con voi questa mattina, ma il Comitato esecutivo dell ABI mi ha impegnato

Dettagli

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DELLE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DELLE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DELLE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI Integrazione malattia Durante l assenza del lavoratore l impresa, entro i limiti della conservazione del posto di cui all art. 27 del C.C.N.L in

Dettagli

I neodiplomati 2015 si presentano nella banca dati AlmaDiploma

I neodiplomati 2015 si presentano nella banca dati AlmaDiploma I neodiplomati 2015 si presentano nella banca dati AlmaDiploma Appena concluso l Esame di Stato 2015, i loro curricula sono già nella banca dati AlmaDiploma, lo strumento on line di valorizzazione dei

Dettagli

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO TRASPORTI SCOLASTICI

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO TRASPORTI SCOLASTICI COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO TRASPORTI SCOLASTICI Approvato con deliberazione consiliare n. 87 del 30.09.2010 * * * * * ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM!

PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM! PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM! OBIETTIVI GENERALI Provaci ancora Sam! è un Progetto integrato e interistituzionale volto a contrastare la dispersione scolastica che si connota come fenomeno complesso investendo

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle PRESIDENTE. Signor sindaco, la ringraziamo per la presenza. Stiamo completando l inchiesta sulla Calabria.

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI

LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI Convegno LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI Esperienze a confronto e prospettive per i servizi idrici 14 dicembre 2011 Intervento di Luciano Baggiani, Presidente dell ANEA

Dettagli

Quattro anni di attività in Consiglio Regionale della Campania. Un anno di attività come Assessore alle Politiche Sociali

Quattro anni di attività in Consiglio Regionale della Campania. Un anno di attività come Assessore alle Politiche Sociali Quattro anni di attività in Consiglio Regionale della Campania Un anno di attività come Assessore alle Politiche Sociali Incarichi assunti in seno alla Giunta Regionale della Campania: Assessore regionale

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA Al SINDACO del Comune di SOLOPACA Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA OGGETTO: INTERROGAZIONE" Ai sensi degli artt. 43 del D.Lgs. 267/2000 e 40

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità Convegno rivolto a dirigenti e personale docente della scuola Fondazione CUOA Altavilla Vicentina, 21 maggio 2008 15.00 18.00 1 Il 21 maggio scorso, la Fondazione

Dettagli

PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA

PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA PREMESSO che il Servizio Associato Pari Opportunità dell Unione dei Comuni Valdichiana Senese

Dettagli

UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI

UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI Milano, 3 Novembre 2014 UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI Uno dei più grandi punti di forza del Liceo Musicale

Dettagli

IV Commissione consiliare (Trasporti)

IV Commissione consiliare (Trasporti) IV Commissione consiliare (Trasporti) Lavori settima dal 7 all 11 gennaio 2008 In commissione Trasporti l audizione dei rappresentanti dell autotrasporto. I problemi dell autotrasporto sardo sono stati

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

L Euro e i consumatori

L Euro e i consumatori XII Edizione del Forum della Pubblica Amministrazione EURO, CITTADINI, PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Roma, 9 maggio 2001 L Euro e i consumatori Intervento di Giustino Trincia (procuratore nazionale dei cittadini

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/5 MISSIONE IN CALABRIA 10 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 19.45. PRESIDENTE. Buonasera. Noi abbiamo già assunto una serie di notizie che riguardano la presenza

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA Provincia di Lucca Prefettura di Lucca Procura della

Dettagli

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 1024 www.freefoundation.com www.freenewsonline.it i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 17 maggio 2015 a cura di Renato

Dettagli

Sportelli al Comune: "non mi avete invitato alla conferenza stampa". Ma Agromed cosa ha fatto in tutti questi anni?

Sportelli al Comune: non mi avete invitato alla conferenza stampa. Ma Agromed cosa ha fatto in tutti questi anni? Sportelli al Comune: "non mi avete invitato alla conferenza stampa". Ma Agromed cosa ha fatto in tutti questi anni? Il presidente della Camera di Commercio di Taranto, rag. Luigi Sportelli ha inviato ai

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

LA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA REGIONALE E IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLA CAMPANIA: UN QUADRO DI INSIEME

LA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA REGIONALE E IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLA CAMPANIA: UN QUADRO DI INSIEME LA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA REGIONALE E IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLA CAMPANIA: UN QUADRO DI INSIEME Con la firma del CIR 2012/2013, avvenuta il giorno 15 maggio

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

Progetto. Donna in libertà

Progetto. Donna in libertà Progetto Donna in libertà finanziato dal Ministero nell ambito di interventi finalizzati a Rafforzare le azioni di prevenzione e contrasto al fenomeno della violenza I numeri che parlano della violenza

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 06 marzo 2014 Giovedì, 06 marzo 2014 06/03/2014 Pagina 14 Salute, sport e divertimento in pillole per passare dal divano allo stile... 1 06/03/2014 Pagina 18

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015

ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015 ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015 RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE INTEGRAZIONE ED INCLUSIONE SCOLASTICA Prof.ssa Mariagrazia Mastrangelo Durante

Dettagli

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE (L.R. 14/4/2003, N. 7 D.P.G.R. 18/10/2004, nn. 7R e 8R) ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina, nel rispetto dei principi fondamentali

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 10/11/12 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Indagini sul concorsone, i carabinieri anche al Ced (10/10/2015) Ospedali, Rossi venga in audizione in consiglio (10/10/2015) Lettere

Dettagli

REGIONE PUGLIA Servizio Formazione professionale Via Corigliano 1 - Zona Industriale - BARI

REGIONE PUGLIA Servizio Formazione professionale Via Corigliano 1 - Zona Industriale - BARI Allegato 2 REGIONE PUGLIA Servizio Formazione professionale Via Corigliano 1 - Zona Industriale - BARI FORMULARIO Avviso n. 7/2012 DIRITTI A SCUOLA Denominazione progetto DIRITTI A SCUOLA TIPO B finalizzato

Dettagli

Prefazione. Saluto del Commissario Straordinario C.R.I. Saluto del Commissario Regionale C.R.I. Abruzzo

Prefazione. Saluto del Commissario Straordinario C.R.I. Saluto del Commissario Regionale C.R.I. Abruzzo Prefazione Il calendario 2011 della Croce Rossa Italiana della Provincia di Teramo è dedicato agli oltre mille tra Volontarie e Volontari che, dopo aver svolto la loro attività lavorativa, impegnano parte

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014 Pagina 1 di 5 rassegna stampa Data 12 Novembre 2014 IL CITTADINO Lodi Codogno Dopo il rifiuto di Rossi, non si placa la polemica Casale Sant Angelo Lodigiano L Asl dice addio a Villa Cortese: gli uffici

Dettagli

I CONTI DELLA NOSTRA SCUOLA: UN BILANCIO SOCIALE

I CONTI DELLA NOSTRA SCUOLA: UN BILANCIO SOCIALE I CONTI DELLA NOSTRA SCUOLA: UN BILANCIO SOCIALE Vorremmo provare a spiegare come funziona il bilancio della nostra scuola, quali servizi vengono offerti e come sono finanziati. Per chiarezza e trasparenza.

Dettagli