L INFORMAZIONE. Le dà un passaggio poi la violenta. La decisione a tarda sera dopo una raffica di reazioni negative. di BOLOGNA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L INFORMAZIONE. Le dà un passaggio poi la violenta. La decisione a tarda sera dopo una raffica di reazioni negative. di BOLOGNA"

Transcript

1 y(7hc0d5*plskkn( +}!"!_!"!# L INFORMAZIONE ildoman di BOLOGNA Editoriale Bologna Srl: P.zza XX Settembre Bologna - Redazione: tel. 051/ Redazione Reggio Emilia: via Edison 14/A tel 0522/397042; Redazione Modena: V.le Virgilio 56/E Modena - tel. 059/ ; Spedizione in abbonamento postale L. 662/96 art. 2 comma 20/b DCO/DC - BO Abbinamento obbligatorio con LA STAMPA MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2009 ANNO X NUMERO 179 E 1,00 Una donna di 33 anni stuprata in zona Corticella. Aveva accettato l invito di un automobilista Le dà un passaggio poi la violenta Stava percorrendo a piedi via Aposazza diretta ad una fermata del bus. Ha accettato l offerta di un passaggio in auto da uno sconosciuto. Dopo, per una trentatreenne madre di tre bambini, è cominciato un incubo. L uomo ha fermato la macchina in un posto nascosto, l ha picchiata e stuprata. La donna è riuscita a dare l allarme solo quando è arrivata a casa della madre che abita a San Donato. Davanti agli inquirenti, che cercano testimoni, ha ricostruito la violenza e l incontro con l uomo: un cinquantenne brizzolato con accento napoletano alla guida di una Bmw cabrio. PICCA.A PAGINA 3. Saltata, almeno per il momento, l ufficializzazione del nuovo socio e l arrivo di Big Luciano al Bologna Il no a Moggi blocca la trattativa La decisione a tarda sera dopo una raffica di reazioni negative SASSO MARCONI Aperta la tangenziale Il coro di no all arrivo di Luciano Moggi nelle vesti di consulente del Bologna calcio ha bloccato la trattativa per l ingresso del nuovo socio che fino a tarda sembrava certo. Oggi era prevista l ufficializzazione del nuovo assetto societario ma le dure e prolungate reazioni, dei tifosi, della città e del mondo politico, hanno evidentemente costretto la famiglia Menarini ad uno stop imp rov v i s o. BARRECA E ROTONDI.ALLE PAGINE 4-5. Il programma del neo presidente: al fianco delle imprese L Unindustria di Marchesini La priorità è superare la crisi. Subito le grandi opere GIUNTA DELBONO Urbanistica a Degli Esposti Pizzica rischia, la Cgil insorge ZECCHI A PAGINA 9 La priorità è stare al fianco delle imprese per aiutarle a superare la crisi. Questo l obiettivo di Maurizio Marchesini, il nuovo presidente di Unindustria che ha presentato il suo programma. Ha teso la mano al sindacato, rivendicando però la mancata firma sul patto anticrisi della Regione, e chiesto di far partire subito i cantieri delle grandi opere. T E STA.A PAGINA 8..A PAGINA 14. IMOLA L omicida non ricorda nulla.a PAGINA 16. IMOLA Ripescata l Andrea Costa.A PAGINA 23.

2 2 MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2009 L INFORMAZIONE il Domani

3 L INFORMAZIONE il Domani PAGINA TRE MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2009 AGGRESSIONI E VIOLENZE Via Aposazza congiunge via Ferrarese con via del Tuscolano alla periferia nord-ovest della città n La donna ha descritto il suo aggressore come un uomo distinto e con i capelli brizzolati. Appena salita in auto è stata tramortita con uno schiaffo quindi costretta a un rapporto sessuale L episodio è accaduto in zona Corticella. L aggressore sarebbe un 50enne con accento napoletano Le offre passaggio poi la stupra Vittima una 33enne che ha accettato di salire sull auto di uno sconosciuto di Cesario Picca Quando ha accettato il passaggio in auto non immaginava che quell uomo distinto l avrebbe insultata, picchiata e violentata. Da Casalecchio a Castel Maggiore, di strada con i mezzi pubblici sotto un sole cocente ne aveva fatta parecchia Carla (il nome è di fantasia, ndr), bolognese di 33 anni, madre di tre bambini. Non avendo a disposizione la macchina si era servita degli autobus per andare a fare una visita a un a mi ca che abita in via Stendhal. E non avendola trovata aveva deciso di percorrere a piedi via Aposazza per giungere alla fermata di via del Gomito. Da lì avrebbe preso un autobus per raggiungere la madre che abita in zona fiera. Mentre percorreva a piedi la strada è stata avvicinata da un uomo sui 50 anni, ben vestito e dal modo di fare rassicurante, a bordo di una B- mw cabrio nuova fiammante e di colore nero. Lo sconosciuto le ha offerto un passaggio che lei in un primo momento ha rifiutato. Ma l uomo, capelli brizzolati, occhi chiari e accento napoletano, è riuscito a convincerla. Lei si è fidata di quell automobilista «ben vestito e distinto che non mi ha destato alcun sospetto» come ha spiegato poco dopo ai carabinieri e al pm Valter Giovannini che l hanno sentita. «Va bene - si è raccomandata lei - mi basta che lei mi accompagni alla fermata del bus di via del Gomito». In realtà l uomo ha fermato l auto in uno stradello privato che porta in un azienda a quell ora chiusa. E lì, dopo a- ver spezzato la sua resistenza con un violento schiaffo, l ha spogliata e violentata. Dopodiché l'ha accompagnata in via Michelino, nei pressi della fiera, e l'ha abbandonata. Lei aveva con sé il cellulare. Avrebbe potuto lanciare l allarme subito, ma la batteria era scarica. Almeno così ha raccontato agli inquirenti che per ore, fino a notte fonda, hanno cercato di capire se il racconto della donna era vero oppure no. Né tantomeno le è venuto in mente di prendere il numero di targa di quella Bmw, con gli interni in pelle di colore bordeaux, in cui era stata stuprata. Anche se ha detto di aver visto un numero 6. Rimasta sola si è recata a casa della madre che abita nelle vicinanze, si è lavata e verso le 20,30 ha chiamato il 112 denunciando l'accaduto. Accompagnata al Maggiore è stata sottoposta al protocollo previsto in questi casi. I sanitari hanno accertato che il rapporto sessuale c'è stato e le hanno riscontrato delle escoriazioni nella zona vaginale. In faccia aveva anche i segni delle percosse ricevute. Per gli inquirenti il racconto della donna è attendibile anche se si stanno cercando dei riscontri. sarebbe d aiuto chiunque l altra sera abbia visto qualcosa. Un elemento che possa rivelarsi utile alle indagini. Insieme alla madre, che le è stata sempre vicina, è stata poi accompagnata in caserma dove è stata sentita fino a notte fonda anche dal magistrato. I suoi abiti sono stati inviati a Ris per estrapolare qualche frammento di Dna utile all individuazione del presunto stupratore. Il Riesame lascia ai domiciliari l impiegato dell Isef arrestato all inizio di giugno Palpeggiò collega, niente libertà La difesa: «Discutibile il pericolo di reiterazione. Andremo in Cassazione» Sempre più donne vittime di violenza Dopo la violenza la donna è stata scaricata in zona fiera, vicino casa della madre. Da lì ha chiamato i carabinieri Arresti domiciliari confermati per Leonardo O., l impiegato dell Università di 48 anni arrestato a inizio giugno con l accusa di violenza sessuale e atti osceni in luogo aperto al pubblico. Lo ha deciso il Tribunale Riesame a cui si era rivolto il suo difensore, l avvocato Pierpaolo Groppoli. L uomo è accusato di aver palpeggiato una collega e un addetta alle pulizie approfittando del fatto che fossero sole negli uffici della facoltà di scienze motorie (l ex Isef) di via San Vitale. Nei suoi confronti i carabinieri della stazione Bologna hanno eseguito un'ordinanza chiesta dalla pm Alessandra Serra e concessa dal gip Valentina Tecilla. L episodio era avvenuto nel novembre del 2008, ma già in settembre, secondo l accusa, l'uomo aveva cercato di abbracciare e baciare senza successo la collega di 43 anni. La donna aveva segnalato l'accaduto al preside e questi al rettore che aveva inviato l'esposto in Procura facendo partire le indagini. «In attesa delle motivazioni non posso non rilevare che gli episodi contestati al mio assistito si riferiscono a 8/10 mesi fa - spiega il legale - Per cui non c è il pericolo concreto di reiterazione del reato come invece sostenuto dal pm. Lui ha continuato a lavorare e non è successo nulla. Che vi sia un concreto pericolo di reiterazione mi sembra quantomeno discutibile. Per questo faremo sicuramente ricorso per Cassazione». Si sono avvicinati in macchina a due transessuali che si prostituivano, fingendo di essere normali clienti, poi hanno abbassato i finestrini e hanno scaricato loro in faccia il getto di due estintori. Il raid è avvenuto verso le tre della scorsa notte in via Stalingrado e ha fatto finire all ospedale un trentaduenne di Ragusa e un trentottenne di Como. Il primo ne avrà per sette giorni e il secondo per cinque a causa delle lesioni agli occhi provocate dalle polveri. I due si sono presentati al Sant'Orsola accompagnati da un altro transessuale, un ragusano di 41 anni, che aveva assistito alla scena e li aveva soccorsi. L uomo era anche salito sulla propria auto mettendosi al l inseguimento dei teppisti, a bordo di due vetture, u- na grigia e una nera, senza riuscire a raggiungerli. Nella fuga, da una delle macchine gli era stato lanciato addosso un estintore, che la polizia APPENNINO Denuncia il compagno violento La cassintegrazione a cui era costretto da qualche mese lo ha reso irascibile e violento. E in qualche circostanza l ha anche spinto ad abusare dell alcol. E a farne le spese di questa situazione di difficoltà è stata la moglie. Negli ultimi mesi la donna ha vissuto un vero e proprio incubo: vessazioni, botte, insulti, minacce, abusi sessuali. Un incubo da cui si è voluta liberare. Armata di coraggio si è così presentata ai carabinieri di una stazione dell Appennino e ha denunciato il suo compagno. Era l inizio di giugno quando i militari della Compagnia di Vergato hanno cominciato a indagare sul conto di un operaio foggiano di 46 anni da alcuni anni residente nel Bolognese con la compagna trentacinquenne e il loro figlio di 10 anni. Più volte era stata costretta a ricorrere alle cure dei sanitari per le botte ricevute anche con oggetti contundenti. Ma non aveva mai avuto il coraggio di dire che era stato l uomo a picchiarla. E dopo averla percossa la costringeva pure a rapporti sessuali. Sulla base delle sue dichiarazioni e degli accertamenti dei militari, la pm Alessandra Serra ha chiesto un ordi - nanza di custodia cautelare che il gip Andrea Santucci ha concesso. L a l t ro giorno l uomo è stato arrestato. Deve rispondere di maltrattamenti in famiglia, ingiurie, lesioni personali aggravate, minacce e violenza sessuale. (cp) Finti clienti li hanno spruzzati con degli estintori Aggrediti due trans È avvenuto in via Stalingrado. Medicati in ospedale Un trans in attesa di clienti ha poi ritrovato in via del Lavoro. «Questa aggressione e- videnzia un forte stigma nei confronti delle persone transessuali: lo scopo di aggressioni come queste è annientare la dignità della persona». È il commento di Elisa Manici ed Emiliano Zaino, presidenti di ArciLesbica Bologna e ArciGay Il Cassero. «Chiediamo alle istituzioni di condannare un aggressione di natura transfobica e alle forze dell ordine di fare chiarezza sulla natura dell atto».

4 PRIMO PIANO 4 MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2009 MERCOLEDÌ 1 LUGLIO IL FUTURO ROSSOBLÙ Guazzaloca parla di segno di degrado, per Sd meglio la serie B e le deputate del Pd interrogano il Ministro Meloni Tutti contro Big Luciano: «Un umiliazione» Un no trasversale dalla politica che si schiera compatta contro l ipotesi di ingresso nel club Dopo le 23 la notizia della nuova svolta a È-Tv dopo una giornata in cui veniva dato per certo l arrivo di un socio della famiglia Menarini Stop in extremis alla trattativa con Moggi La decisione di bloccare gli accordi presa dopo una serie di dure reazioni. Per il club la situazione resta difficile di Vincenzo Barreca Verso mezzanotte il passaggio del Bologna salta. Almeno per ora, perché le pressioni, le reazioni della piazza, il no deciso della stragrande maggioranza della città pare che abbiano fatto cambiare idea alla famiglia Menarini. Niente socio in entrata, intoppi anche in questa direzione, niente Moggi consulente, solo una giornata di una tipica estate bolognese targata calcio. Oggi alle 11 toccherà a Menarini spiegare che cosa è successo in questi mesi, giorni, ore. Tutto fatto fino alle 23.30, poi la frenata che per il momento lascia lo status quo. Ieri sera si parlava di firme per formalizzare il passaggio di quote. L ex dirigente juventino in mattinata ha preso parte al processo di Napoli per calciopoli, ammettendo il suo rapporto col Bologna: «Bologna è una bella città: mi fa piacere che ci siano tante persone che hanno fiducia a parlare con me». Una collaborazione, o meglio «una consulenza una tantum, perché un consiglio - ha aggiunto - posso anche darlo e mi farebbe piacere». Poi, le dichiarazioni rilasciate all agenzia Italpress: «Mi sono semplicemente dato da fare, un paio di mesi fa - queste le parole di Moggi - per aiutare la presidenza Menarini a trovare nuovi soci per il Bologna. Per quello che mi riguarda non ho un interesse diretto all acquisto di azioni della società rossoblù, ma è e- vidente che, nel caso di ingresso dei nuovi soci da me segnalati, rivestirei opportunamente il ruolo di consulente». Non del Bologna, perché non potrebbe ricoprire un ruolo ufficiale in società a causa dell ini - bizione per cinque anni, ma probabilmente in veste di consigliere della famiglia. Oggi i Menarini dovranno dare parecchie spiegazioni: su trattative chiuse poi saltate, su strategie e programmi, su eventuali compratori di riserva. Da valutare le posizioni di Papadopulo e Salvatori. Manovre sotterranee, soprattutto una giornata di inseguimenti, voci, depistaggi e tanti dubbi. Il nome di Luciano Moggi non può che portarsi dietro una storia da g iallo. Si parte davanti a Cogei, dove Renzo Menarini, attorno alle 12 e mezza lascia la sua azienda senza andare oltre al «domani conferenza stampa alle 11». Poi gli spostamenti sono nevrotici, così come le piste da seguire. Si aspetta Moggi, impegnato nel processo di Napoli per calciopoli. Dove arriva? A che o- ra? Si scatenano le voci, mentre in Cogei (attorno alle due e mezza) arriva Francesca Menarini. Moggi arriva in aereo, col volo delle 18.15, la prima ipotesi. Sempre davanti a Cogei la presidente dribbla i cronisti e se ne va. La famiglia Menarini si ritrova a Casteldebole, mentre all Hotel Carlton si viene a sapere che ci sono una sala riunioni e alcune stanze prenotate per le ore A metà pomeriggio il bollettino dà Moggi sul Frecciarossa Napoli-Milano con arrivo sul binario 1 alle Tutto torna, guardando alla prenotazione dell albergo. A rafforzare la teoria-treno anche la partenza dei Menarini da Casteldebole alle Il treno arriva, un poliziotto riferisce che il capotreno ha detto che Moggi è sceso a Firenze. Tutti all Hotel Carlton per una lunga attesa, condivisa con una manciata di tifosi. Si torna al piano B, Moggi atterra al Marconi, ma le verifiche non convincono. Scatta l opzione volo privato, mentre i Menarini disdicono la prenotazione al Carlton. Alle è in auto con Menarini per raggiungere uno studio notarile dove vengono poste le firme per il passaggio di quote al nuovo socio del Bologna, ma anche questa versione non convince. Poi il tam tam della città, ora dopo ora cresce la rabbia per uno schiaffo al recente passato, tutti aspettano fino a mezzanotte davanti al Carlton poi la notizia che chiude la giornata: la trattativa salta. Per molti vale più della salvezza raggiunta un mese fa. Muro compatto contro Moggi. La politica si mobilita e chiude le porte a qualsiasi ipotesi d ingresso di big Luciano nella squadra della città. Un no trasversale che prescinde dalle casacche di partito. La strada l ha tracciata Giuseppe Gazzoni Frascara, prima vittima di quel sistema che vedeva nell ex dirigente della Juventus uno dei grandi manovratori: «È uno schiaffo alla cità - ha detto a E -tv - ricordiamoci che Moggi è rinviato a giudizio per associazione a delinquere e non può nè direttamente nè indirettamente intervenire nel calcio. Fossi stato in Menarini non avrei venduto a lui». Parla di ipotesi che «umilierebbe la nostra città», l ex sindaco Giorgio Guazzaloca che definisce l eventuali - tà di un ingresso di Moggi nel Bologna come «il segno di un degrado non solo materiale che ormai pervade la città». Guazzaloca in una nota ha auspicato «la massima trasparenza nelle vicende societarie affinchè si possa garantire una prospettiva vera di rilancio del glorioso Bologna nell anno del suo centenario». Altrettanto dura la presa di posizione di Gian Guido Naldi e Ugo Mazza di Sinistra Democratica che si dicono «esterrefatti» all i de a che «il grande tessitore di Calciopoli, inibito dalla Figc, sarebbe in trattativa per entrare nella dirigenza della società». «Stiamo parlando dello stesso Moggi le cui trame hanno contribuito a dirottare il Bologna in serie B?», si chiedono ancora. Sd «si augura per il bene del calcio che Moggi possa rimanere molto lontano da Bologna». Le parlamentari del Pd Donata Lenzi e Sandra Zampa hanno attivato il Ministro delle Politiche giovanili con delega allo Sport, Giorgia Meloni, affinché spieghi «se è possibile L onorevole Berselli e lo scrittore Morozzi rompono il tabù: «E tra una settimana saremo in tanti» «Meglio vendere l anima che soffrire ancora come cani» Non hanno problemi a vendere l ani - ma al d i avo l o, nemmeno se si chiama Luciano Moggi e un spintarella all infer - no (leggi serie B) ai rossoblù l ha pure dato. Non sono ancora un esercito ma quelli del chissenefrega dell etica nel calcio sono pronti a scommettere che presto saranno in buona compagnia. Per il resto nessun mal di pancia, piuttosto la ferma convinzione che «nel calcio vale tutto» e che per evitare le tremende sofferenze dello scorso anno si affiderebbero mani e piedi pure a Bin Laden. Tifosi, eccellenti, certo, ma sempre tifosi. Decisamente irrazionali quando c è di mezzo la maglia. Gianluca Morozzi, scrittore, e Filippo Berselli, parlamentare, la pensano allo stesso modo: meglio sposati con Moggi che costretti a campionati mogi. «Evviva sfuggire surrettiziamente alla sanzione dell inibizione per cinque anni comminata a Moggi». Anche qui la parola più gettonata, in caso di matrimonio, è umiliazione per tutta la città, mentre l auspicio è che «nell anno del centenario la società sappia garantire le condizioni necessarie per un rilancio vero e a lungo termine». Paolo Nanni, consigliere regionale dell Idv, non usa mezzi termini: «Meglio la B che Moggi». Dice che, come fa da ormai da trent anni, sottoscriverà l abbonamento ma «con un grande cruccio nel cuore ed una speranza che interpreta anche il sentimento della stragrande maggioranza dei tifosi felsinei: «meglio la B che Moggi». Poi l appello ai proprietari: «La famiglia Menarini, che tanti sacrifici ha fatto per far restare la squadra in A, ne faccia un altro: ricerchi soluzioni societarie che evitino di portare a Bologna uno dei maggiori responsabili delle u- miliazioni subite in questi anni». Alfredo Cazzola ha preferito non esprimersi ribadendo «grande fiducia in Menarini», mentre il sindaco attende l uf - ficialità, in un senso o in un altro. Maurizio Cevenini, rossoblù nel midollo, attende «con particolare apprensione gli sviluppi» e si riserva «un giudizio a fronte di notizie certe», ma trapela un opposizione di fo n d o. (g. r. ) Moggi», esordisce con voce squillante il tifosissimo Berselli: «La squadra si è salvata per il rotto della cuffia e senza un inversione di marcia siamo condannati al calvario. Con Lucianone invece si apre un nuovo capitolo». Il fatto che sia accusato di aver pilotato campionati e quindi di aver contribuito a spedire in B i rossoblù è un dettaglio: «Sono un tifoso, non un giudice. C è la presunzione d innocenza in questo Paese, o no? Non sono mai stato un moralista, figuriamoci nel calcio e le dico di più: tempo una settimana e saranno in tanti a pensarla come me. Moggi è un grande intenditore di calcio e farà felici i tifosi costruendo una squadra capace di stare subito dietro le grandi». Gianluca Morozzi, un altro di quelli che la maglia del Bologna sette giorni su sette, ammette che «dopo questa di Moggi mi aspetto anche Bin Laden alla Casa Bianca», ma lo stupore è solo iniziale. La scimmia del tifo cancella qualunque resistenza. L etica sacrificata sull a l t a re della salvezza, quella sportiva: «Nel calcio sono poco etico, se dobbiamo andare di nuovo in B o soffrire come cani allora mi affido a big Luciano». E però c è quello scenario tracciato da calciopoli che i tifosi ricordano ancora con rabbia: «Non dimentico che ha avuto un ruolo nella retrocessione e proprio per questo deve risarcirci. Un buon i- nizio sarebbe quello di fare uno squadrone da Uefa: allora si che gli venderei l anima». (g. r. ) Nei forum tutti contro l ex dirigente della Juve: stasera summit dei gruppi della curva: «Siamo su scherzi a parte» Esplode la rabbia dei tifosi: non lo vogliamo Gasperini del centro Bologna club: «Con tutte le battaglie che abbiamo fatto per un calcio diverso è una vera beffa» di Gianluca Rotondi Infuriati, schifati, ma anche spiazzati e indecisi su come fronteggiare il tifone Moggi. La rabbia dei tifosi rossoblù e- splode su internet dove tra forum («Odiamo i Menarini»; «Moggi magari muori oggi»; «Bologna, si prepara la rivoluzione»; «Anti-Moggi militante»: sono solo alcuni dei titoli) e gruppi spuntati come funghi su facebook sono ormai centinaia i commenti, spesso irripetibili, che invitano big Luciano a girare al largo dalle Due Torri. Rivolta virtuale ma anche rabbia vera, quella gridata ieri da una quindicina di tifosi assiepati sotto l hotel Carlton dove si sarebbe dovuto tenere il vertice decisivo tra Moggi e i Menarini. Un depistaggio, si scoprirà più tardi, con tanto di sala e stanze prenotate. Loro, i tifosi arrivati col tam tam delle radio e delle televisioni hanno protestato con forza: «Moggi non lo vogliamo vedere neppure in cartolina», la sintesi. Sentimenti simili quelli che attraversano le menti e i cuori del popolo rossoblù. Stasera i gruppi della curva e il centro Bologna clubs ne parleranno in una riunione convocata venti giorni fa quando lo spettro di big Luciano non aleggiava sulla città di «un altro calcio è possibile». Ma già ieri sera Beba e una delegazione di ragazzi della curva sono intervenuti allo speciale di E -tv per dire la loro: «Ma che siamo su scherzi a parte? Con tutte le battaglie che abbiamo fatto». Gli ultras hanno affidato il loro pensiero a uno striscione attaccato fuori la curva Bulgarelli: «Meglio in B con dignità che in A con Mogg i». Non c è ancora una posizione ufficiale ma Piero Gasperini, assessore allo sport di Casalecchio e presidente del coordinamento che associa 45 club e circa iscritti, ha le idee chiare: «Sono molto sorpreso proprio per il rapporto Una protesta dei tifosi rossoblù fiduciario che c è con l attuale proprietà: aprire il Bologna a una persona del genere, tuttora sotto processo e accusato di aver truccato campionati e danneggiato la nostra squadra, è una vera e propria beffa». Moggi è sgradito e per tre buoni motivi: «È discutibile che chi ha fatto tanti danni sia ancora in condizione di dettare legge - attacca Gasperini - Siamo i primi responsabili della nostra retrocessione, ma da quel che si è scoperto quel sistema ci ha dato una bella spallata. E poi, c è un motivo ideale ed etico: in questa società italiana ormai tutto è concesso. Non voglio dare giudizi trancianti ma Moggi dovrebbe essere il primo ad autosospendersi e invece si piazza qui. Una beffa, non c è che dire, visto tutto quel che abbiamo fatto per dire no a questo calcio. E ora entra nel nostro Bologna uno degli artefici del calcio che abbiamo sempre combattuto». Nessuna concessione, dunque, anche se il rischio è che i primi colpi di mercato facciano scivolare via la pregiudiziale moral e : «Il fatto etico, reputazionale, va rispolverato e non solo nel calcio - spiega Gasperini - Poi il rischio è che di fronte alla prospettiva di nuove sofferenze i tifosi siano portati a mettere da parte i principi.» In centinaia nei gruppi nati nel social network E su Facebook parte l ipotesi boicottaggio abbonamenti Quasi cinquecento i- scritti in poche ore. E altri gruppi che spuntano come funghi sul prato virtuale di Facebook, il social network dove tutti, ma proprio tutti possono fa re opinione. Il titolo del gruppo (Moggi vaffa...) dice già tutto. Ieri sera erano 463 gli iscritti, tutti uniti da un unico sentimento: Moggi mai. E di seguito la minaccia: Non faremo l a bbonamento. Accanto al gruppo più seguito ne sono nati tanti altri dopo il tam tam che ha attraversato la città e lo scenario tratteggiato dagli articoli dei giornali. A giudicare dal web non ci sarebbe nessuno spazio per Big Luciano sotto le Torri, ma nel calcio si sa le o- pinioni sono volatili e cambiano in un batter di ciglia.

5 6 MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2009 L INFORMAZIONE il Domani

6 IL INFORMAZIONE il DomaniI MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2009 CRONACA di BOLOGNA & TELEFONI UTILI EMERGENZE BOLOGNA SOCCORSO/AMBULANZE 118 CROCE ROSSA AMBULANZA CINQUE GUARDIA MEDICA GUARDIA MEDICA ODONTOIATRICA AMB. ODONTOIATRICO PRONTO INTERVENTO P.S. 113 CARABINIERI 112 VIGILI DEL FUOCO 115 CENTRO ANTIVELENI FARMACO PRONTO FARMACIE DI TURNO CON ORARIO 24 ORE SU 24: S. Paolo, via Collegio di Spagna 1/a S. Caterina, via di Corticella 180 Pontevecchio, via Emilia Levante 29 CON ORARIO: FERIALI ; FESTIVI 8-22: Farmacia della Stazione Centrale, viale Pietramellara 22 a/b. TUTTE LE ALTRE FARMACIE DEL COMUNE DI BOLOGNA ASSICURANO FINO A VENERDÌ IL NORMALE ORARIO DALLE E OSPEDALI BELLARIA BERETTA stomatologia MAGGIORE MALPIGHI RIZZOL I S. ORSOLA DONATORI SANGUE AVIS ADVS SERVIZI SOCIALI AIDS ALCOLISTI ANONIMI SOS DONNA TELEFONO AMICO TELEFONO AZZURRO SERVIZI PUBBLICI COMUNE VIGILI URBANI info PROVINCIA REGIONE ACI AUTOSTRADA POLIZIA STRADALE VIABILITÀ-CCISS da cell ATC GUIDE INTERPRETI GUIDE D ARTE PREFETTURA/QUESTURA OSTELLO GIOVENTÙ OGGETTI SMARRITI SEABO (ACQUA E GAS) ENEL TAXI COTABO CAT STAZ. FERROVIARIA STAZIONE FS TRENO+SCOOTER FS AEROPORTO INFORMAZIONI PISCINE CAVINA RECORD SILHOUETTE STERLINO STADIO VANDELLI SOS ANIMALI ENPA CLINICA (DOTT. SEMPRINI) CLINICA G. MARGHERITA Un gruppo di residenti esasperato da schiamazzi, spaccio e furti scrive all Acer: bisogna intervenire Cirenaica, assediati dal degrado Nei giorni scorsi un anziano è stato rapinato e sabato c è stata una rissa La corte di via Bentivogli di cui i residenti denunciano la situazione di degrado di Marco Merlini Da una parte, una corte vecchio stile con tanti palazzi affacciati sul piazzale. Un vero e proprio isolato in piena Cirenaica tra le vie Bentivogli, Vincenzi, Fabbri e Musolesi abitato da circa 150 famiglie. Dall altra, decine episodi che negli ultimi mesi hanno minato la tranquillità e la sicurezza di quella corte, rendendo la situazione sempre più insostenibile. Ora un gruppo di residenti ha deciso di organizzarsi, di raccogliere le firme e di scrivere ad Acer, gestore dei condomini. Il problema? Non ci sono cancelli per filtrare gli ingressi e quindi chiunque può accedere liberamente da via Bentivogli e da via Vincenzi. Poche difficoltà, vista la presenza di un muretto alto poco più di un metro, anche per chi volesse entrare da via Fabbri. «Non ce la facciamo più - racconta Moira Cannizzaro, una delle guide della protesta - qui entra chiunque, facendo qualunque cosa». I fatti degli ultimi giorni sono solo la punta dell i c e- berg. «Qualche sera fa - prosegue - un anziano è stato aggredito e derubato del portafogli all interno del cortile da sconosciuti: aveva il viso tumefatto e il labbro sanguinante». Sabato scorso, invece, alle 4,30 del mattino una discussione fra due persone nel cortile sarebbe degenerata e solo la minaccia da parte di un inquilino, di chiamare la polizia, avrebbe messo in fuga i protagonisti armati di coltelli. Nel corso dei mesi precedenti, poi, sono numerosi gli episodi spiacevoli che si sono ripetuti. E ad amplificare le difficoltà ci si mettono anche i dissidi tra vicini di casa. «Qui c è qualcuno che porta dentro gente - prosegue Cannizzaro - finisce che fanno schiamazzi e si u- briacano fino a notte, ben oltre l orario consentito. Io da poco vivo in un appartamento che affaccia sul cortile e All ingresso della corte un museo all aperto mostra copie di reperti rinvenuti all inizio del Novecento Quando prima delle case c erano i villanoviani Per i cittadini di via Bentivogli quelle vetrine non consentirebbero l installazione dei cancelli A mettere i bastoni tra le ruote alle richieste dei residenti ci sarebbe anche u- na installazione particolare. Al centro della corte, infatti, si trovano alcune vetrine che al loro interno accolgono decine di copie dei resti villanoviani rinvenuti nella zona della Cirenaica all inizio del Novecento. «Non vogliono mettere i cancelli - lamentano i cittadini della zona - perchè altrimenti i visitatori non potrebbero vedere quel piccolo museo». Era l 8 maggio del 1913, infatti, quando l Ente autonomo case popolari che Il policlinico premiato a Roma dall Osservatorio nazionale sulla salute della donna Sant Orsola ospedale in rosa A fare la differenza le 23 dirigenti, il numero di pubblicazioni e il portale Una nuova ala del policlinico Sant Or sola Spazzatura per terra nella corte di via Bentivogli Il Sant Orsola-Malpighi di Bologna è un ospedale «amico delle donne». Il policlinico è stato infatti premiato con tre bollini rosa, il massimo riconoscimento assegnato dall Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda) con la terza edizione della Guida Ospedale Donna. L osservatorio, infatti, o- gni anno assegna dei bollini ro s a alle strutture sanitarie amiche delle donne - si legge in un comunicato - che, per la presenza di reparti avanzati e per il complesso degli a- spetti curativi e relazionali, si sono distinte per l alto livello di attenzione verso il trattamento delle patologie femminili. Il Sant Orsola è stato premiato, tra l altro, perchè conta 23 donne in posizione dirigenziale apicale; inoltre al policlinico è presente materiale informativo multilingue, esiste un servizio di mediazione culturale, il portale web dell azienda è anche in lingua inglese e sono state svolte campagne di comunicazione a sostegno di importanti vaccinazioni per le donne. Un altro aspetto di particolare rilievo per l ass eg nazione dei tre bollini rosa al policlinico bolognese è stato quello legato alle 84 pubblicazioni scientifiche sui problemi e le patologie della donna e alla formazione interna ed esterna. spesso di notte non riesco a prendere sonno». Una sera due ragazzi sono stati visti mentre consumavano un rapporto su un tavolo del cortile. Ed in mezzo ad alcune siepi, giorni fa, sono anche state ritrovate due siringhe. «Qui giocano e girano sempre del bambini - incalza - non si può continuare così». A Valerio Meli, un inquilino Uno dei massimi studiosi delle modalità in cui le cellule tumorali si muovo no nel corpo umano portando alla formazione delle metastasi anche in sedi lontane da quella di o- rigine del tumore. Alex che vive al piano terra, qualche tempo fa hanno rubato sedie, scarpe e un ventilatore che teneva nel terrazzino di casa. Alle figlie di una residente, invece, hanno portato via le biciclette legate alla rastrelliera. «I furti continuano a ripetersi - dice Meli - ma non è facile mettere d accor - do tutti sul da farsi». C è poi chi, come Celeste Pennisi, rivolge un appello alle forze d el l ordine. «Noi i vigili li chiamiamo sempre quando vediamo che qualcosa non va, ma ormai non intervengono nemmeno più». La richiesta che il gruppo di residenti ormai esasperato rivolge ad Acer è quella di installare due cancelli per ostacolare l ingresso al cortile. «Ora basta - conclude - Cannizzaro - gireremo nei palazzi per raccogliere le firme e vedremo se qualcuno ci ascolterà». stava svolgendo scavi per realizzare nuovi caseggiati, si imbattè in alcune tombe di epoca villanoviana. I lavori si interruppero e intervenne il Museo archeologico che affidò a Gherardo Ghirardini il compito di organizzare la campagna di scavo. In poco meno di due anni furono portate alla luce 808 tombe risalenti al periodo più antico ( a.c.) che permisero di fare luce sulla storia e gli usi della civiltà villan ov i a n a. Per ricordare quella scoperta Acer ha poi deciso di creare un museo all aper to per mostrare, attraverso l esposizione di copie del tutto fedeli agli originali e alcuni pannelli esplicativi, la storia di quel ritrovamento e di quella popolazione. (m. m.) Lo studioso americano esperto di tumori Il professor Alex Toker ospite all Istituto Rizzoli Toker ieri all Istituto ortopedico Rizzoli ha tenuto una relazione sull a p p a ra - to di Golgi. Ad introdurre la giornata il direttore scientifico dell istituto Francesco Antonio Manzoli.

7 CRONACA DI BOLOGNA 8 MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2009 L INFORMAZIONE il Domani Il nuovo presidente degli industriali bolognesi: la crisi continuerà, subito le infrastrutture L autunno pesante di Marchesini Ai sindacati: siamo sulla stessa barca, il momento è duro anche per le lotte Oggi incontra le banche Unindustria accompagna le imprese allo sportello di Alessandra Testa La sua sarà una presidenza «concentrata sulle imprese» e impegnata nel difficile compito di traghettare «più aziende possibili» fuori dalla crisi. Dopo l investitura di lunedì sera all assemblea generale di Unindustria, Maurizio Marchesini ha presentato ieri le priorità del suo mandato. Tanti i temi sul piatto, ma la strategia sarà una sola: «Unindustria sarà, ancor più che in passato - annuncia il neo presidente - il partner che farà suoi i problemi delle imprese associate: l interlocutore per antonomasia a cui esse potranno rivolgersi con fiducia per trovare di volta in volta le soluzioni di cui hanno bisogno». U- nindustria, insomma, sarà una sora di «capannone di fianco». Certo, il momento non è dei migliori. Quello che ci aspetta, per dirla con Marchesini, sarà «un autunno problematico». «Vorremmo lavorare perché i problemi non diventino gravi sul piano sociale», assicura anche se purtroppo alcuni licenziamenti saranno inevitabili. Su questi temi però arrivano anche messaggi distensivi nei confronti dei sindacati: «Finora il numero dei licenziamenti è stato molto basso e cercheremo di fare il possibile affinché siano limitati. Accompagneremo le imprese - garantisce - nella ricerca di tutti gli ammortizzatori sociali u- tilizzabili». «Anche il sindacato - gli fa eco il direttore generale Il neo presidente di Unindustria, Maurizio Marchesini Cesare Bernini - riconosce che sono stati fatti molti sforzi per evitare situazioni problematiche. Del resto, dobbiamo essere pronti alla ripresa e la cosa peggiore per noi sarebbe avere aziende vuote». Tra i temi di cui ci si dovrà Le tensioni sulla Fiera «Così non va, non siamo soddisfatti, basta divisioni» occupare presto il rinnovo dei contratti, in particolare quello dei metalmeccanici che riguarda il 60% del personale delle aziende di Unindustria. «Il rinnovo dei contratti - prevede Marchesini - non sarà facile neanche dal punto di vista La Fiera? «Non siamo soddisfatti di come sta andando. Vorremmo obiettivi condivisi, come farla crescere, operazioni di marketing per la città». Maurizio Marchesini riconosce l importanza di un asset come la Fiera, ma nello stesso tempo l insoddisfazio - ne per la situazione in atto e per i rapporti fra azionisti, «come i polli di Renzo», tanto per richiamare il paragone u- sindacale: promuovere azioni di lotta in un momento di crisi sarà arduo». Ecco perchè «questo - insiste - è il momento ideale per trovare un punto di bilanciamento, ognuno nel proprio ruolo». Ai sindacati - tira corto - «stiamo cercando di spiegare che siamo tutti sulla stessa barca, che abbiamo interessi convergenti. Siamo però stanchi che se il contratto nazionale dice una cosa, a Bologna lo si faccia diversamente». Marchesini conferma poi che Unindustria non firmerà l accordo anticrisi siglato in Regione: «Conteneva richieste che non avremmo potuto accettare - sottolinea - Ma questo non vuol dire alzare steccati incolmabili con i sindacati». Con la Fiom, per e- sempio, con cui Marchesini dice non avere cattivi rapporti e con le altre istituzioni. Tra le altre priorità, il rapporto con il Comune e gli altri enti locali. «Molto dipenderà da come si muovono - analizza - ma i primi passi sembrano ottimi. Noi siamo disponibili a collaborare, ma in quanto pragmatici guardiamo ai fatti». Alcuni fatti che piacerebbe vedere agli industriali bolognesi sono quelli che la città attende da sempre. Le infrastrutture, prima di tutto, la città metropolitana poi. Infine, il credito. «Meglio un progetto non perfetto, ma che sia realizzato», dice chiaramente Marchesini riferendosi al Civis, ma anche alle altre infrastrutture mancanti, dal Passante Nord in poi. C è, infine, la questione del piano strategico: «Il sindaco Delbono sembra d accordo - chiude - Si tratta ora di decidere insieme che sviluppo avrà questa città e, una volta deciso, lavorare tutti per lo stesso obiettivo». Nel frattempo il suo appello alla coesione, ha già un primo aderente, il presidente di A- scom Enrico Postacchini che assicura: «Noi ci siamo». sato all assemblea generale dal suo predecessore Gaetano Maccaferri. «Noi siamo un azionista importante. Rispetto per il cda, ma speriamo in un cambio di orizzonti», aggiunge. Secondo Marchesini il problema centrale sono gli «obiettivi», non il modo di trovare le risorse. La Fiera «può far parte del progetto di rinnovamento su cui speriamo di attivare tutte le istituzioni». Quanto all ipotesi che possano cambiare i rapporti di forza in seno alla società dopo l aumento di capitale, a cui diversi soci, come Unindustria non aderiranno, Marchesini mostra scarsa preoccupazione. «Non ci preoccupa che un 2-3% possa andare da una parte o dall altra. Il problema è trovare la trasversalità tra soci pubblici e privati» o fra una parte di essi. Oltre 450 aziende (che si punta a far diventare almeno un migliaio) accompagnate «materialmente» in banca per aiutarle ad ottenere il credito di cui hanno bisogno per andare avanti. Unindustria Bologna, anche così, va in pressing sugli istituti locali perché non chiudano i rubinetti alle aziende nella fase più delicata della crisi economica. Oggi, infatti, il nuovo presidente dell associazione di via San Domenico, Maurizio Marchesini, chiama a raccolta una ventina di banche per fare il punto della situazione e mettere a punto nuove forme di collaborazione. «Sarà un colloquio franco, in cui non verranno esposti solo i mal di pancia, ma anche proposte forme di collaborazione», assicura Marchesini, che intende fare dell a t te n- zione al credito uno dei punti caratterizzanti dei suoi due anni di mandato. Operazione di spin off immobiliare da 19 milioni Fabbrica Ima a Consorte Prezzi scontati a partire da sabato. Nessun aumento sui prodotti scuola ed un concorso a premi Al via la stagione dei saldi anti-crisi Ascom spera di concludere il 2009 con cali delle vendite fra il 10 e il 15% Ima, azienda con sede a Ozzano, vende un suo stabilimento ad una società controllata da Intermedia Holding, la finanziaria creata da Giovanni Consorte, e contestualmente alla cessione lo prende in affitto per diciotto anni. È una classica attività di spin off immobiliare che fanno molte aziende per reperire risorse. L intenzione del presidente e amministratore delegato Alberto Vacchi, è continuare su questa strada: cessione di immobili in cambio di risorse fresche da investire in acquisizioni. Iruam Spa, il veicolo di Intermedia utilizzato per l ope - razione, ha sborsato 19 milioni di euro. Per Ima la plusvalenza (al netto di tutti gli oneri relativi alla vendita) è di 2,4 milioni di euro visto che i capannoni erano iscritti a bilancio a 16,3 milioni di euro. Dall operazione ci si attende un miglioramento del margine operativo lordo. Il complesso immobiliare industriale ceduto si trova in via I Maggio a Ozzano dell Emilia ed è la sede produttiva di due aree di business del gruppo.«con questa prima operazione - ha dichiarato Vacchi - il gruppo intende avviare un programma di spin-off immobiliare che si concluderà nei prossimi dodici mesi, per dotarsi, in tempo utile, delle risorse finanziarie necessarie a proseguire la propria politica di espansione per linee esterne». Via ai saldi in tutta la regione. Da sabato, e fino al 5 settembre, si potranno acquistare a prezzi vantaggiosi capi d abbigliamento, calzature e altri prodotti scontati. Così i commercianti, sperando di recuperare le performances negative registrate quest an no, potranno alleggerire le loro scorte di magazzino. I saldi, infatti, sono un occasione non solo per i consumatori, ma rappresentano un oppor tunità importante di affari anche per i commercianti: «Di fronte ad un clima finanziario nazionale ed internazionale tutt al - tro che tranquillizzante - sottolinea Roberto Manzoni, presidente di Confesercenti Emilia-Romagna e presidente nazionale di Fismo (Federazione del Settore Moda aderente a Confesercenti) - saranno dei saldi anti-cr isi e rappresenteranno per gli esercenti un tentativo per tentare di contenere le perdite e per i consumatori un occasione per acquistare a prezzi accessibili». In Emilia-Romagna sono gli esercizi commerciali del settore moda interessati dai saldi, con una diminuzione di 65 unità rispetto al Ma che 2009 si lasceranno alle spalle i commercianti bolognesi? «Speriamo di conclu- dere con cali contenuti tra il 10% e il 15%», auspica Enrico Postacchini, presidente di A- scom Bologna. La crisi inevitabilmente si riflette sui consumi ed «è adesso che l on da ta sta diventando più pesante per il commercio al dettaglio». Ma Postacchini ostenta fiducia: «Lo avevamo previsto, l importante è tenere». Le flessioni sul fatturato previste da Ascom per il 2009 sono «sopportabili», tenendo conto che «le aziende della distribuzione Cittadini a caccia di saldi sono soggette ad andamenti altalenanti». Questo però «presuppone una certa tensione e tenuta dell azienda», insomma che l imprenditore «sappia far fronte» alle fasi di difficoltà. Uno strumento è naturalmente quello delle promozioni. Un esempio? Millevetr ine, m i l l e p re m i, concorso rivolto ai clienti dei negozi Ascom di tutta la provincia, capoluogo compreso. Da oggi e fino al 15 novembre, infatti, chiunque spenderà almeno 10 euro in u- no dei punti vendita che aderiscono all iniziativa potrà partecipare all estrazione di oltre 400 premi, tra i quali un auto e uno scooter, per un valore complessivo di circa 50 mila euro. Hanno aderito circa punti vendita, spiega il direttore generale Giancarlo Tonelli, ma l obiettivo è di arrivare a quota esercizi coinvolti: «La più forte rete di commercianti mai creata nella provincia di Bologna», commenta Tonelli, per un iniziati - va che «in un momento di forte difficoltà favorisce l acces - so all acquisto da parte dei consumatori». Nel 2008 un iniziativa analoga, ma riservata ai Comuni della provincia, raccolse oltre 100 mila cartoline di partecipazione «corrispondenti ad un giro di affari minimo per i negozi aderenti pari ad un milione di euro». Questa e le altre iniziative dello stesso tipo saranno gestite da un consorzio da poco istituito all in - terno dell associazione di Strada Maggiore: Consorzio A- scom Promozione Imprese, in capo alla presidenza. Altre promozioni, anticipa Postacchini, riguarderanno i prodotti per la scuola. Con una buona notizia, intanto, per le famiglie bolognesi: i listini dei prezzi non subiranno aumenti rispetto allo scorso anno.

8 CRONACA DI BOLOGNA L INFORMAZIONE il Domani MERCOLEDÌ 1 LUGLIO Con l ingresso in giunta di Mauro Alboresi (quota Pdci), il segretario dello Spi rischia di restare fuori Pizzica a rischio, la Cgil insorge Il sindacato di via Marconi non ci sta: «Ora deve parlare il sindaco» Uomo di peso del Pd Urbanistica, la delega a Maurizio Degli Esposti di Cristiano Zecchi Come in un puzzle basta mettere un pezzo nella posizione sbagliata che l i m- magine finale appare sbagliata. E allo stesso modo Flavio Delbono si trova di fronte a un dubbio amletico: alle politiche sociali mettere Bruno Pizzica (segretario dello Spi-Cgil) o Mauro Alboresi (responsabile politiche sociali della Cgil, in quota Prc-Pdci)? Questo ha però aperto uno scontro di non poco conto tra la Cgil e Delbono, in via Marconi non c è nessuna voglia di fare il gioco della torre e nessuno vuole sacrificare Pizzica o Alboresi, in vista poi di un cambio della guardia alla Camera del Lavoro. Qual è il problema principale? Le esigenze di accontentare i piccoli partiti (in particolare la lista Prc-Pdci) mettono infatti Delbono in condizione di dover valutare la rinuncia a Bruno Pizzica, Bruno Pizzica, segretario dello Spi-Cgil dato assessore per certo da tempo, e la novità ha spiazzato i dirigenti della Cgil. Ne è seguito ieri un vertice a tre in via Marconi tra il segretario provinciale Cesare Melloni, quello regionale Danilo Barbi e lo stesso Pizzica. Incontro che si è concluso con un pollice verso in direzione di Palazzo D Accursio. Messo in difficoltà dall assessore da nominare in quota Pdci, Delbono ha pensato a Mauro Alboresi. Ma questo mette in discussione automaticamente il nome di Pizzica. Mauro Alboresi, responsabile politiche sociali Cgil «Io discuto dei fatti e nella scorsa settimana sono apparse notizie finora non smentite e io non ho ricevuto notizie diverse», si limita a commentare Melloni. Insomma per la Cgil fa testo la nomina di Pizzica, con delega alle politiche sociali. Quindi, prosegue il segretario, «sono in attesa di notizie ufficiali che provengano dalla fonte propria che è il sindaco. Non essendo state smentite da chi di dovere, fanno testo. Per il resto non mi inoltro su una voce che non ha riscontro», quella appunto su Alboresi. E pensare che Pizzica ha finora dato il sangue per Delbono, a partire dalle primarie quando schierò tutto lo Spi-Cgil in favore dell ex vicepresidente della Regione, operazione poi ripetuta per le elezioni. Una spinta, a quanto si apprende, dovuta più alle richieste del segretario del Pd Andrea De Maria che dallo stesso Delbono. E si potrebbe a- prire quindi un triplo fronte su Pizzica: Delbono, Cgil e Pd. Oggi è comunque previsto l incontro con la delegazione comunista per definire l assessore della lista Prc-Pdci. Maurizio Degli Esposti, segretario cittadino del Pd, verso un posto nella giunta Delbono. Il presidente del quartiere Borgo Panigale, ex Ds, si occuperebbe di Urbanistica nel nuovo esecutivo, 'sgravando' il collega di partito Claudio Merighi. A quest'ultimo rimarrebbero comunque le deleghe a Quartieri, Affari generali, Città metropolitana e Lavori pubblici. Con Degli Esposti arriva un altro uomo forte dei democratici nella squadra di Delbono. Presidente di quartiere confermato a Borgo, Degli Esposti è uno dei fedelissimi del segretario regionale Caronna. Maurizio Degli Esposti Pariani all istruzione al posto di Rebaudengo Provincia, Draghetti presenta la squadra Nell esecutivo Lazzaroni (volontariato) e Rossi (bilancio). Lenzi sarà vicesindaco Cevenini va alla resa dei conti Domani vedrà il primo cittadino: «Da lui mi aspetto parole chiare» Anna Pariani Oggi Beatrice Draghetti presenterà la giunta. Anna Pariani è data in prima fila per sostituire Paolo Rebaudengo all istruzione (e presumibilmente anche a formazione, lavoro, politiche per la sicurezza sul lavoro). Ma, rumors a parte, qualche ben informato riferisce che addirittura ci sarebbero assessori confermati dal precedente mandato che ancora non conoscono con esattezza quali deleghe verranno loro assegnate. Tra chi attende le comunicazioni ufficiali con interesse c è di sicuro Maria Grazia Baruffaldi, che potrebbe diventare assessore al bilancio, approdata in consiglio provinciale dopo aver guidato il Comune di Castenaso. (c.z.) Domani Maurizio Cevenini saprà quale sarà il suo futuro a Palazzo D Accursio. Mister (preferenze) è stato convocato dal sindaco, domattina alle 11 entrerà nello studio di Flavio Delbono per avere un colloquio franco. Ormai è certo che a lui saranno affidate le sorti del consiglio comunale, la presidenza dell Aula è cosa fatta. Cevenini avrebbe sperato in un qualcosa di più, se non la carica da vicesindaco, almeno quella da assessore (con delega allo sport). Di una cosa Cevenini è certo, non se la farà raccontare: «Da quel colloquio dovrò Il Pdl ha fatto i conti senza l oste. O, per meglio dire, senza Guazzaloca. L ipotesi circolata nei giorni scorsi che vede Paolo Foschini (Pdl-ex Fi) alla vicepresidenza del consiglio comunale, Galeazzo Bignami (Pdl-ex An) e Daniele Corticelli (ex Cazzola, farà un suo gruppo in Aula) alla presidenza della commissione affari generali e bilancio. Ma la lista di Giorgio Guazzaloca non ci sta e chiede ufficialmente di avere la presidenza della commissione bilancio da affidare a Felice Caracciolo (ex consigliere di An, passato con i civici durante le e- lezioni). Maria Cristina Marri parte dunque alla carica: «Ho già parlato con Daniele Corticelli, ho detto che non accetteremo passivamente il fatto di essere esclusi da Maurizio Cevenini Ferri corti con il Pdl. La segretaria Udc: «Caracciolo abbia una presidenza» Commissioni, la rivolta di Marri Ai guazzalochiani non va giù l esclusione dalle cariche istituzionali Felice Caracciolo, dietro Marri valutazione su come ripartire cariche per la minoranza. Noi abbiamo dignità e numeri, non accettiamo l ar roganza guidata da chi ci vuole escludere a priori». Quindi, che nome fate? «Ho il mandato per fare la trattativa - spiega Marri - in via prioritaria chiediamo la presidenza della seconda commissione per Caracciolo». E se non si raggiungerà l a c- cordo? «Speriamo di trovare un punto in comune, altrimenti andremo al voto con la nostra candidatura». Un voto che potrebbe trovare l appoggio di parte della maggioranza, a molti in casa centrosinistra non va giù che il Pdl cerchi di prendere a sè tutte le cariche istituzionali destinate all opposizione, lasciando i guazzalochiani senza una presidenza. Del resto è prassi che tutta l opposizione abbia il controllo degli organi di garanzia e la lista di Guazzaloca chiede a gran voce si cont a re. (c.z.) uscire convinto». Del resto dal dopo-primarie ad oggi il suo ruolo è sempre stato l om - bra di Delbono: «Si leggono tanti nomi, io sono stato quello più vicino» al sindaco in questi ultimi mesi, «mi sono tenuto fuori dalle trattative sulla giunta, vediamo cosa mi vuole proporre. Dal sindaco mi aspetto parole chiare». Abbandonata la corsa da vicesindaco Cevenini lascia il passo al braccio di ferro politico tra Claudio Merighi e Plinio Lenzi. L ex capogruppo del Pd in consiglio comunale, nonché coordinatore della campagna elettorale di Delbono, ha incontrato ieri mattina il sindaco. E pare che Merighi si accontenterà del ruolo politico di coordinatore nella giunta di Flavio Delbono. In pole dunque Plinio Lenzi, segretario dell Italia dei Valori. Pare comunque che Delbono non sia ancora del tutto convinto di questa soluzione, frutto de ll accordo pre-elettorale preso insieme al Pd provinciale coi dipietristi. Dunque, il nodo resta ancora da sciogliere, anche se la disponibilità di Merighi fa alzare di parecchio le quotazioni di Lenzi. Anche ieri mattina Delbono ha lavorato sugli ultimi tasselli per un esecutivo in avanzata fase di formazione. Nell uf ficio del sindaco è stata anche Luisa Lazzaroni (Pd), che entrerà a far parte della giunta con la delega del volontariato e d el l associazionismo. Per il resto, la scelta per il bilancio di William Rossi (ex agenzia delle Entrate) esaurisce il numero degli assessori di sesso maschile con la giunta a dieci. Il nome di Rossi si aggiunge infatti ai sicuri Merighi, Lenzi, Bruno Pizzica e Luciano Sita. Se Delbono non optasse per un allargamento dell esecuti - vo, cadrebbero le chance di Marco Strada, l ex assessore provinciale allo sport dei Socialisti scar tato da Beatrice Draghetti. Una circostanza che potrebbe rilanciare dunque Milena Naldi, che si aggiungerebbe alle due pedine femminili considerate stabili: Simonetta Saliera alla mobilità e Nicoletta Mantovani a promozione di eventi e turismo. Crollano le possibilità di Stefania Ghedini all istr uzione, delega sulla quale potrebbe tornare in ballo una donna Pd (forse Francesca Puglisi). (c.z.)

9 CRONACA DI BOLOGNA 10 MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2009 L INFORMAZIONE il Domani AT E N E O Dietrofront sull azzeramento dello sconto per chi non ottiene i crediti Tasse, sì alla riforma soft Previste agevolazioni per i redditi fino a 40 mila euro Sì alla riforma delle tasse, ma a passare è una versione soft. Ieri mattina, il cda dell Al ma Mater ha approvato la riforma che allarga le fasce per la contribuzione ridotta delle tasse universitarie e aumenta i coefficienti di sconto (con riduzioni del 50-40%, dove oggi ci si ferma al 20-10%), ma ha fatto marcia indietro sul punto della proposta più penalizzante per gli studenti: il passaggio alla contribuzione totale in caso di mancato ottenimento dei crediti necessari per ottenere lo sconto. La delibera è stata approvata con 24 voti a favore, rappresentanti degli studenti compresi, e due contrari, espressi dai rappresentanti del personale tecnico-amministrativo, durante una seduta «blindata» dallo spiegamento delle forze dell ordine in assetto antisommossa per presidiare le entrate rettorato, via Zamboni e via Belmeloro, dalle incursioni dei ragazzi dell Onda studentesca bolognese, intenzionati a bloccare il cda. «Abbiamo approvato un documento complesso che innova in profondità la contribuzione degli studenti, che non Tensione con le forze dell ordine a Palazzo Poggi e invasione in via Capo di Lucca L Onda assedia il cda, Bartleby i cantieri Una settantina di studenti de ll Onda ha tentato ieri di entrare in rettorato per bloccare la seduta del cda. I ragazzi sono venuti a contatto con il cordone di polizia e carabinieri che li attendeva, fin dalle 8, davanti all entrata di Palazzo Poggi. C è stato un muro contro muro con molta tensione di qualche minuto, poi le forze dell o rdi ne sono riuscite a respingere gli studenti fuori dal portico. Proprio mentre un secondo tentativo di sfondamento e- ra nell aria, è arrivata la notizia che il cda aveva respinto la proposta di far pagare la fascia massima di contribuzione anche agli studenti che, pur godendo di una riduzione, non raggiungono il numero minimo di crediti richiesto e il corteo si è sciolto. Ieri c è stata però anche u n altra azione dell On da. Gli studenti del collettivo Bartleby hanno bloccato per un ora il cantiere all inter no dello stabile di via Capo di Lucca che avevano occupato negli scorsi mesi. I lavori erano appena partiti: nell edificio avrà casa una delle centraline della rete regionale ad alta velocità Lepida. aumenta la tassazione se non per il recupero dell inf lazione programmata, 1,5%, che modifica la struttura delle fasce in modo da aumentare il numero di studenti che potranno godere dei benefici di esenzione o di riduzione», spiega il rettore Pier Ugo Calzolari. «Attualmente sono circa gli studenti in fasciazione, e gli studenti con esenzione totale, un numero molto elevato», aggiunge. La riforma prevede «il riassetto dell fasce in modo che possano ospitare un numero di studenti più e- levato», anche se ora è difficile fare una stima di quanti studenti potranno beneficiarne, causa «incidenza dei nuovi immatricolati, ma la stima globale è che ci sarà una riduzione di gettito, anche per effetto di una riduzione degli studenti, di oltre un milione di euro», spiega ancora Calzolari. Le domande per la contribuzione ridotta quest anno sono state il 18% degli immatricolati. La delibera modifica anche il numero di crediti minimo per godere delle riduzioni delle tasse, che passa da 19 a 25 per il primo anno, da 74 a 80 per il secondo, e da 129 a 135 per il terzo. Il Consiglio studentesco ha inoltre proposto, a modifica dell ini - ziale proposta del prorettore agli studenti Paola Monari, un bonus di tre crediti l anno non cumulabili agli studenti che fanno richiesta per la contribuzione ridotta a prescindere dagli esami effettuati, per aiutare chi per motivi vari non raggiunge per pochi punti il minimo richiesto, ed il cda ha accettato. Altro punto proposto dagli studenti e votato dal cda, «prevedere una riduzione del 10% delle tasse per gli studenti eccezionali - a prescindere dal reddito - che hanno fatto tutti gli esami previsti con un media non inferiore al 28. L Unione europea eroga 4 milioni di euro L Erasmus si allarga anche a Cina e India Quattro milioni di euro in borse di studio nei prossimi tre anni. Ne godranno gli studenti universitari che da Bologna vogliono trascorrere un periodo di formazione all estero o per studenti stranieri che desiderano studiare sotto le Due Torri. È il risultato ottenuto dall Alma Mater grazie ai finanziamenti dell Unio ne Europea, previsti nel programma di mobilità e cooperazione internazionale Erasmus mundus external cooperation window. Così le borse di studio Erasmus per Bologna saranno quasi raddoppiate. L At e- neo ha infatti c o n q ui s t a- to, partecipando ai bandi dell Ue, 17 stati extra-europei, in aggiunta agli attuali otto. Tra i nuovi, India e Cina, ma anche Brasile, Cuba, Argentina, Perù, Bolivia, Serbia e Montenegro. «In un momento in cui calano le risorse per l Università a livello nazionale - commenta il prorettore alle relazioni internazionali Roberto Grandi - i soldi che non arrivano da Roma vanno cercati a Bruxelles. Siamo l Ateneo italiano che si è aggiudicato più risorse. Questo perchè abbiamo dimostrato credibilità». Grandi si è detto poi molto soddisfatto dell i m- pegno profuso dai tecnici de ll Alma Mater, che ha vinto le borse su 10 progetti, uno dei quali in Argentina che sarà anche coordinato dall Alma Mater. L opportunità di studiare fuori dall Europa sarà offerta ad iscritti a tutti i livelli universitari e anche a post-doc e docenti. Le borse andranno dai mille euro mensili per gli studenti più giovani, per i dottorandi, per i docenti. Il programma copre anche le spese di viaggio, ma solo per un andata e ritorno. Sulla base della precedente ripartizione delle borse l Alma Mater stima che «potranno essere circa 300 quelle di competenza de ll università di Bologna«. Gli studenti in entrata saranno circa 180, gli italiani in uscita 120. È l ulter iore conferma - conclude Grandi - che puntare sull internazionalizzazione paga». Balboni, assegnata alla Direzione 13, verso il ricorso Longhena, via la preside Giuliana Balboni, preside in carica della scuola elementare Longhena non potrà più tornare a dirigere l istituto. Per il l amministrazione scolastica ha infatti messo la scuola di via Casaglia tra le sedi a disposizione per i trasferimenti dei dirigenti scolastici. Le Longhena dunque perderanno la reggenza di Ivana Summa, dirigente del liceo Minghetti prossima alla pensione, ma non riavranno nemmeno la preside titolare, nonostante Balboni abbia fatto formale richiesta di rientrare nel corso del prossimo anno scolastico, come la legge le consente. Balboni è stata trasferita d ufficio alla Direzione didattica 13 (scuole materne Marconi e Tambroni, e scuole elementari Marconi, Don Milani e Tambroni). La presidenza della Longhena rimane per ora libera, oggetto di possibili richieste di trasferimento da parte degli altri dirigenti scolastici. A Balboni, che già aveva escluso la possibilità di diventare dirigente di un altra scuola e aveva avvertito l a mm in i st raz i on e scolastica che avrebbe fatto ricorso contro un eventuale provvedimento di allontanamento dalla Longhena, ora non rimane che dare seguito alle proprie promesse. Intanto oggi si attende l insediamento del nuovo direttore generale d el l Ufficio scolastico regionale dell E mili a-ro magna, Marcello Limina. I lavori di ristrutturazione e restauro sono finiti. Ora tutti al lavoro per il trasloco degli uffici Il tribunale consegnato al Comune A Palazzo Legnani Pizzardi andranno anche gli uffici della Sorveglianza Il Comune ha preso in consegna ieri il complesso di Palazzo Legnani Pizzardi, in via D Azeglio, destinato ad ospitare gli uffici del Tribunale e del Tribunale di Sorveglianza. Il contratto di locazione fra il Comune e l ingegner Romano Volta, legale rappresentante della Palazzo Legnani Pizzardi Srl, è stato stipulato nel novembre 2006, prevedendo che gli importanti interventi di ristrutturazione e restauro fossero eseguiti a cura e spese del locatore nel rispetto delle specifiche soluzioni progettuali concordate con il Comune. «Il Comune di Bologna - spiega una nota dell ammini - strazione - ha assolto tale a- dempimento concordando le destinazioni d uso con gli uffici giudiziari. Questa operazione permette di concentrare tutti gli uffici giudiziari, distribuiti finora in più sedi (via Lame, piazza Trento-Trieste, vicolo Monticelli), ad eccezione di quelli del Giudice di pace, che rimarranno in via Barontini. Il canone di locazione di Palazzo Legnani Pizzardi, di circa euro annui, è analogo al costo delle sedi che saranno dismesse». Il trasferimento a Palazzo Pizzardi e la nuova organizzazione degli uffici giudiziari non ha incontrato molti favori tra i magistrati. Ancora di recente il presidente del Tribunale, Francesco Scutellari, ha sottolineato che la nuova sede di palazzo Pizzardi «non risolverà i problemi per la scarsità di spazi» e che sarebbe stata molto più utile «u n unica cittadella giudiziaria che raggruppasse tutti gli uffici». L intervento di restauro, a cura di Coop Costruzioni, rende poi nuovamente visibili i circa cinquanta soffitti affrescati dello storico edificio. L INFORMAZIONE il Domani Reg. Trib. Bo n del 10/07/2001 (già iscritta Trib. Cz. n. 91/2000) La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 DIRETTORE RESPONSABILE Giovanni Mazzoni DIRETTORE Lucio Marcatajo CAPOREDATTORE Silvestro Ramunno EDITORE EDITORIALE BOLOGNA SRL Piazza XX Settembre, Bologna REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE Piazza XX Settembre, Bologna Tel CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE Presidente Paolo Giovanardi Amministratore delegato Dino Tavazzi Consigliere d amministrazione Andrea Ferrari ABBONAMENTI Tel Fax CENTRO STAMPA Società Editrice Lombarda Srl PUBBLICITÀ PUBBLI 7- Via Stalingrado 97/ Bologna Tel Fax

10 CRONACA DI BOLOGNA L INFORMAZIONE il Domani MERCOLEDÌ 1 LUGLIO L aula di un asilo nido Classi per i bimbi di due anni Riparte il piano per la creazione delle sezioni primavera L'accordo sulle sezioni primavera, il servizio e- ducativo per bambini tra i due e i tre anni, in sperimentazione da un paio d'anni e del quale si erano perse le tracce, arriverà il 2 luglio al pre-esame della Conferenza delle Regioni per essere trattato pochi giorni dopo, il 6 luglio, dalla Conferenza unificata. Lo afferma il sito Tuttoscuola. Nel primo anno ( ) il finanziamento del nuovo servizio educativo era dipeso esclusivamente da interventi statali. Nel secondo anno ( ) anche le Regioni (non tutte) avevano aggiunto propri contribuiti finanziari, consentendo di superare complessivamente le sezioni funzionanti che hanno accolto 24 mila bambini. L'intervento regionale dell'anno scorso è legato anche al fatto che dopo l'accordo in sede nazionale, sono state definite apposite intese tra Uffici scolastici regionali e Regioni, esportando sul territorio la gestione del nuovo servizio e il controllo amministrativo e organizzativo. Non è ancora noto a quanto ammonterà complessivamente il contributo pubblico. Si sa per certo che il ministero dell'istruzione ha confermato il proprio contributo di 19 milioni di euro. Il Ministro pubblica oneri e compensi dei manager delle società legate al pubblico Le partecipate ai raggi x Operazione trasparenza di Brunetta sul sito del Ministero Una delle sedi di Hera Nuova operazione trasparenza targata Brunetta. Come promesso, il ministro della pubblica amministrazione ha pubblicato sul sito del proprio dicastero i dati dei compensi di tutti i rappresentanti che guidano i consorzi e le società partecipate dalla pubblica amministrazione, compreso un esercito di micro-società guidate da enti locali. E un mare mare magnum di dati, tabelle, numeri, di difficile lettura, dal quale svettano alcuni stipendi a sette cifre ma anche lunghi elenchi di nomi al fianco dei quali il compenso previsto è uguale a zero. La banca dati contiene le informazioni riguardanti la misura della partecipazione, la durata dell impegno, l onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l anno 2009 sul bilancio dell amministrazione, il numero dei rappresentanti negli organi di governo. Ma anche il trattamento economico riconosciuto a ciascuno dei manager. Non si tratta di un operazione originale o rivelatrice. I dati sono pubblici già da più di un anno, da quando cioè i Comuni sono stati obbligati alla trasparenza dalla Finanziaria varata nel 2007 dal Governo Prodi. Questi compensi sono, in molti casi, solo la parte fissa dello stipendio, che può crescere in base al raggiungimento di o- biettivi prefissati anche del 50%. Ma i nomi presenti nel lungo elenco sono tantissimi. Del resto l o p e ra z i o n e t ra s p a re n z a prevista dalla Finanziaria del 2007 comporta anche rischi per chi non comunica i dati, o lo fa in modo incompleto. In questo caso i compensi potrebbero non essere più e ro g a - ti e, inoltre, «una cifra pari alle spese da ciascuna amministrazione sostenuta ne ll anno» potrebbe essere detratta dai fondi che lo Stato in favore dell a m m i n i s t ra - zione poco-trasparente. Tra le partecipazioni più sostanziose spiccano quelle di Hera, della Fiera, del Cup e di Fer. Hera Spa Holding, partecipata dal Comune con il 14,76% per un onere complessivo di oltre 71 milioni di euro piazza in testa il suo presidente, Tommasi Di Vignano, con uno stipendio di euro l anno. BolognaFiere, partecipata al 12,84% dal Comune di Bologna schiera il presidente Fabio Roversi Monaco con un compenso di 81 mila euro. Cup2000, per il 10,71% partecipata dal Comune costa un onere complessivo di 450 mila euro e paga al suo presidente, Luciano Vandelli, uno stipendio di euro. Il presidente dell a e ro - porto Marconi, partecipato dal Comune con il 16,75% a fronte di un onere di 4 milioni e 200 mila euro, guadagna poco più di 100 mila euro. Il sindaco di Bologna scrive al collega: vi siamo vicini Viareggio, Delbono solidale Il sindaco di Bologna Flavio Delbono ha scritto al primo cittadino di Viareggio, Luca Lunardini, per esprimere la solidarietà e il cordoglio della comunità bolognese per la tragedia che ha provocato la morte e il ferimento di numerose persone. «In queste ore - scrive Delbono - siamo vicini a chi è rimasto ferito e ai familiari delle vittime». L esplosione ha provocato molte vittime e il traffico ferroviario ha subito fortissimi ra l l e n t a m e n t i. Anche i convogli in passaggio dalla stazione di Bologna ne hanno risentito. Il nodo cittadino sarà attraversato dai treni deviati da Viaregg io. È stato nominato presidente per la quinta volta Zanni confermato all Uppi La quindicesima assemblea provinciale annuale degli Associati all Uppi, Unione Piccoli Proprietari Immobiliari di Bologna, ha rinnovato le cariche che guideranno l'associazione bolognese per i prossimi cinque anni, riconfermando alla presidenza per la quinta volta Alberto Zanni (nella foto), che è anche vicepresidente nazionale. Con lui sono stati eletti Claudio Contini, vicepresidente, Andrea Casarini, segretario generale, Giovanna Borgia e Pietro Dimagli, consiglieri. Approvato anche il bilancio consuntivo 2008 che è stato approvato all unanimità. L'Uppi di Bologna conta oltre iscritti e ha 18 delegazioni operative nella provincia. Da Germanwings biglietti a prezzi scontati Nuove offerte di voli low cost Voli scontati da Bologna per l'aeroporto di Colonia/Bonn: è una promozione speciale offerta da Germanwings valida per viaggi dall'11 luglio al 30 settembre. La compagnia low cost offre in totale, a livello nazionale, biglietti a tariffe ulteriormente ribassate per volare da e per diverse destinazioni servite dalla compagnia in Europa. Le rotte interessate dalla promozione in Italia per Colonia/Bonn, oltre a Bologna, sono Milano e Verona. Per approfittare della promozione è necessario prenotare il proprio volo via internet (sul sito dalle di oggi 1 luglio fino alle di domenica 5 luglio. Astensione di tre ore proclamata da Rdb, Sdl e Cobas Comune, venerdì sciopero I sindacati Rdb, Cobas e Sdl hanno proclamato, per venerdì, lo sciopero per le ultime 3 ore di ciascun turno per tutto il personale del Comune di Bologna. L effettuazione dello sciopero comporta il rispetto degli accordi sulle norme di garanzia per il funzionamento dei servizi pubblici essenziali sottoscritti da Comune e organizzazioni sindacali, che prevedono, tra l altro, che il personale dei nidi comunali possano effettuare lo sciopero di durata inferiore ad una giornata solo nella prima o nell ultima ora di attività e- d u c a t i va. Ha perso il controllo del mezzo ed è finito nella scarpata dopo un volo di alcuni metri Motociclista morto in tangenziale Nessun altro veicolo coinvolto nell incidente in cui è deceduto il trentenne Stava percorrendo la tangenziale in direzione di San Lazzaro quando ha perso il controllo della sua moto. È morto così la scorsa notte il motociclista bolognese trentenne Christian Atti. L incidente, le cui cause sono al vaglio della polizia stradale, è avvenuto poco prima delle tre. Il giovane era in sella a una Honda di grossa cilindrata quando, nei pressi dell uscita Fiera, ha improvvisamente sbandato finendo contro il new jersey centrale. Il violento urto l ha disarcionato dalla moto facendolo finire nella scarpata adiacente alla tangenziale dopo un volo di diversi metri. Inutile l intervento dei medici del 118 arrivati poco dopo. I sanitari non hanno potuto fare altro che constatare la morte dell uomo. Per i rilievi è intervenuta la polizia s t ra d a l e. Il gesto di un imprenditore di 55 anni. Nell alloggio c erano anche i figli Si uccide lanciandosi dalla finestra di casa Un imprenditore di 55 anni si è tolto la vita, gettandosi dalla finestra mentre in casa c'erano i due figli. È ieri pomeriggio in zona Mascarella. L uomo, di origine calabrese ma da tempo residente in città con la famiglia, si era chiuso nel bagno dell appartamento, al terzo piano di un edificio, e dopo alcuni minuti si è buttato nel vuoto, finendo su un terrazzo sottostante. Per recuperare il corpo sono dovuti intervenire i vigili del fuoco, mentre i sanitari del 118 hanno soccorso uno dei figli dell i m p re n - ditore, un ragazzo sui 18 anni, colto da un lieve malore per lo choc. La polizia ha avviato accertamenti. IN BREVE Sequestrate cravatte false Più di ventimila cravatte di produzione cinese, fatte in poliestere, messe in commercio con il marchio made in Italy e la dicitura 100% seta. È quanto ha sequestrato la Guardia di Finanza in un azienda tessile di Bologna, il cui titolare è stato denunciato per frode in commercio, vendita di prodotti industriali con marchi contraffatti e violazione alla normativa sulla tutela del made in Italy. L imbroglio è stato scoperto dai militari del nucleo Polizia Tributaria di Bologna. Nel corso dell indagine sono stati sequestrati circa articoli: oltre alle cravatte, anche pochette e gemelli da polso. Nei bidoni dei rifiuti nei pressi dell azienda sono inoltre state recuperate circa etichette con la scritta made in Italy. Secondo i finanzieri, sarebbero servite a nazionalizzare i prodotti, sostituendo le etichette made in China.

11 12 MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2009 LA PAGINA DEL GOLF L INFORMAZIONE il Domani

12 L INFORMAZIONE il Domani MERCOLEDÌ 1 LUGLIO Appello ai cittadini affinché siano presenti in aula alle prossime riunioni Consiglio, Fusai presidente Il suo vice sarà Maurizzi del Pdl. Scelte condivise di Giancarlo Fabbri Nella prima seduta del consiglio comunale di San Lazzaro, per il mandato , dopo il giuramento del sindaco Marco Macciantelli è stato eletto alla presidenza Corrado Fusai (Pd) e, come vice, ancora una volta Omer Maurizzi (Pdl). Non appena insediato Fusai, segretario sanlazzarese del Pd, ha annunciato le sue immediate dimissioni dall in - carico politico «per rispetto all impegno istituzionale che ho assunto». Elezione della presidenza che ha visto solo il voto contrario del civico Massimo Bertuzzi di Noi cittadini. Cosa curiosa è che nelle prime battute la nuova assise municipale è stata presieduta, come decano, dal giovane Francesco Falciatore di 25 anni, laureando, in virtù del maggior numero di preferenze ottenute (292) nominato dal sindaco consigliere delegato alle politiche giovanili. Assumendo la carica Fusai ha espresso l auspicio «che i lavori del consiglio siano sempre seguiti per riavvicinare i cittadini alla politica e alla vita amministrativa del Comune di San Lazzaro». Dal canto suo il vice ha, invece, espresso il desiderio «che i regolamenti e lo statuto del Comune vengano applicati e non interpretati a seconda del caso». Macciantelli ha poi presentato la sua giunta composta da La giunta di San Lazzaro al completo nella Sala di Città tre conferme come Giorgio Archetti (Sd, vicesindaco), Maria Cristina Baldacci (tecnico) e Leonardo Schippa (Pd) e da tre novità come Roberta Ballotta (Pd), Raymon Dessi (Pd) e Giuseppe Merrone (IdV). Con il capogr uppo del Pdl, Viviana Raisi, che ha «apprezzato la correttezza istituzionale del sindaco che ha presentato i suoi assessori all as s i s e. Spero ha proseguito che altrettanto correttamente la giunta a- scolti i consiglieri, anche di minoranza, portavoce eletti dai cittadini per lavorare assieme per la nostra bella città con un nuovo percorso». Al desiderio si un mandato di collaborazione, e non di conflitto, si è unito il c on si gl ie re Michele Cavallaro (Pd) «per un confronto leale per affrontare i nuovi problemi della città come quelli del lavoro». Anche Organizzato dal gruppo studi storici «Savena, Setta, Sambro» per valorizzare cultura e tradizioni Un concorso per studiare l Appennino Coinvolti otto comuni, al vincitore andranno 750 euro. Per iscriversi c è tempo fino al 15 settembre Anche quest anno il gruppo di studi storici S ave n a Setta Sambro, che ha per scopo lo studio e la valorizzazione della cultura, della storia, delle tradizioni, dell ambiente dell Ap p e n n i - no bolognese, ha bandito un concorso nell intento di favorire la conoscenza dei territori dove opera. Territori pressoché coincidenti con quelli della comunità montana delle Cinque valli Bolog nesi : comuni di Castiglione dei Pepoli, Grizzana Morandi, Loiano, Monghidoro, Monzuno, Pianoro, San Benedetto Val di Sambro e Sasso Marconi. Il concorso riguarda l assegnazione di Un organo ottocentesco Il presidente Corrado Fusai Tito Saracino (Pd), ironizzando sul fatto «che tra voi ci sono molti ripetenti, mentre io sono una matricola», ha ritenuto doveroso «che con questa mano tesa si possa arrivare alla condivisione delle scelte». Il civico Bertuzzi (Nc), annunciando una proposta «per aumentare la partecipazione dei cittadini alle scelte» si è posto su una posizione più neutrale: «Ci confronteremo sulle proposte e voteremo pro, o contro, a seconda se le riterremo a favore o meno dei nostri cittadini. Troppe scelte infatti, come quella del Civis ha accusato, concludendo, vengono prese in altri luoghi oltreilsavenae nonquiasan L a z z a ro». La premiazione dell edizione 2008 Da sinistra, Fabrizio Monari presidente della giuria, la vincitrice Claudia Sangiorgi, la segnalata Lisa Borghi, il presidente del gruppo di studi Daniele Ravaglia e il sindaco di Loiano Giovanni Maestrami APPENNINO La rassegna dell Associazione Arsarmonica toccherà molte località Al via i concerti d organo nelle chiese Con tastiera, pedaliera, mantici, registri e tiranti l or - gano non è uno strumento facile da suonare. E nemmeno da spostare con gli organisti che devono conoscere di volta in volta lo strumento che faranno poi c a n t a re ; non ce n è uno eguale all altro anche se della stessa epoca oppure opera dello stesso costruttore. Ma probabilmente non c è un altro strumento più adatto dell organo per solennizzare al meglio, con le sue voci, le cerimonie e le funzioni liturgiche. Ma non soltanto. SAN LAZZARO un premio di studio a tesi di laurea con argomento lo studio delle realtà appenniniche interessate. Al vincitore saranno attribuiti 750 euro, e 100 agli altri partecipanti come rimborso spese. L iscrizione al concorso scade il 15 settembre 2009 e, per ogni informazione e il modulo di iscrizione, rivolgersi al gruppo di studi: red az i on ave n as e tt a sa m- bro.com; a m b ro. c o m. L Associazione Arsarmonica presieduta da Fabiana Ciampi, con sede a Gaggio Montano, ha organizzato la ventiquattresima edizione della rassegna Itinerari organistici nella provincia di Bologna che ha già ottenuto il plauso del cardinale arcivescovo di Bologna Carlo Caffarra. Rassegna che ha già preso il via con, anche, una tappa a Roma, nella basilica di San Giovanni in Laterano, con un corso di perfezionamento di Luigi Ferdinando Tagliavini sull organo secentesco di Luca Blasi. La rassegna toccherà, oltre a quelle di Bologna e Imola, chiese di varie località d e ll Appennino bolognese, con concerti alle 21 di esecutori italiani e stranieri. L i n i- ziativa è organizzata con le curie di Bologna e Imola, con i parroci, la Provincia e i comuni interessati, il gruppo di studi Savena Setta Sambro e l Emilbanca. Per informazioni sul programma: (Giancarlo Fabbri) CAS TENASO Prima riunione con i nuovi eletti Passaggio di consegne Baruffaldi-Sermenghi Tutti emozionati, nuovo sindaco Stefano Sermenghi compreso, lunedì sera alla prima seduta del consiglio di Castenaso e alla presentazione della giunta che governerà il Comune fino al Anche l ex sindaco Mariagrazia Baruffaldi, e- letta in consiglio provinciale, per il passaggio di consegne con fiori e stemma comunale. Lodi all ex anche da destra con il consigliere di U n i ti, Andrea Castelli, che ha detto «che la Baruffaldi è stata il sindaco di tutti ascoltando e cercando le soluzioni». La seduta è stata presieduta da Sermenghi che però ha annunciato «l elezione del presidente del consiglio nella prossima seduta». Carica alla quale il centrodestra ha candidato il proprio consigliere, Giovanni Marzaduri, veterano ex Ds. Col sindaco che ha auspicato che «anche nelle prossime sedute ci sia la sala gremita di tanti cittadini». Al primo punto dell odg lo spinoso scoglio delle compatibilità con due consiglieri del centrodestra in conflitto col Comune. Andrea Marchi (ex Fa ro ) su una causa civile per diffamazione (ha chiesto i danni e già dichiarato decaduto l anno scorso) e Mauro Mengoli (per questioni tecnico normative relative alla sua azienda). Sermenghi, avvocato nella vita, ha «ritenuto giusto che sia il consiglio a decidere dopo aver dato modo agli interessati, di poter esprimere le loro ragioni». Il sindaco ha quindi legittimato, «a titolo provvisorio» i due consiglieri alla carica dicendo «che sarà avviata la procedura di verifica da parte del consiglio che dovrà decidere in merito». Andrea Marchi, già candidato sindaco civico di Uniti per C a st e n as o prendendo atto «della correttezza del sindaco» ha poi annunciato «opposizione dura, ma costruttiva», e il voto contrario al programma del sindaco, che Sermenghi ha detto «aperto, e flessibile, incentrato su: lavoro, ambiente, manutenzioni, servizi sociali e per i giovani». Nunzio Diana, candidato sindaco civico dei gr illini, non ha nascosto l e m oz i on e e l inesperienza. «Ora ha detto Diana abbiamo più bisogno di ascoltare e capire più che di parlare cercando di dare voce ai nostri cittadini». Sul programma il gruppo di Diana, Castenaso Cinque Stelle si è astenuto. «Ci asteniamo ha riferito il capogruppo per prudenza e per capire gli o- biettivi della giunta. Sulla carta i programmi sono validi ma bisogna vedere se ci sarà la capacità e la volontà di realizzarli». Il capogruppo del centrosinistra, Ruben Viti (segretario del Pd), ha espresso voto favorevole con esito finale di 13 a favore, 5 contrari e 2 astenuti. (Giancarlo Fabbri ) La giunta di Castenaso. In alto, il giuramento del sindaco In basso, il passaggio di consegne tra Baruffaldi e Sermenghi Gli assessori sono quelli annunciati nei giorni scorsi Giunta senza sorprese Con la presentazione al consiglio comunale è stata confermata la giunta annunciata. Il sindaco Stefano Sermenghi (Pd) terrà per sé urbanistica, polizia municipale, protezione civile, rapporti con enti e cittadini, e affari generali. Andrea Biagi (Pd), vicesindaco riconfermato, sanità, servizi sociali, scuola e casa. Nuovi, e consiglieri eletti, Alber to Bian coli (Ps) ad attività produttive e viabilità, e Gabr iele Z er b in i (Pd) a lavori pubblici e sport. Assessori t ec ni ci, non e- letti e senza voto in consiglio: Concetta Giglio a bilancio e personale, Elena Turrini alle politiche giovanili e alle pari opportunità e Giorgio Tonelli (giornalista Rai) alla cultura e alla comunicazione. Le opposizioni civiche Uniti, di centrodestra, e Cinque Stelle, che si i- spira a B ep pe Grillo, pur a p p r e z- zando la nomina ad a s s e s s o re di Giorgio To n e l l i, hanno criticato la scelta di non eletti.

13 CASALECCHIO 14 MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2009 L INFORMAZIONE il Domani Inaugurato ieri il primo tratto della Nuova Porrettana. Alleggerirà il centro del paese La tangenziale di Sasso c è «Ma ora occorre pensare al nodo di Casalecchio» di Paolo Natalini «Finalmente si apre la nuova Porrettana dice Stefano Mazzetti, neo sindaco di Sasso Marconi, inaugurando ieri mattina i primi sette chilometri della struttura un percorso lunghissimo, siamo veramente contenti. Grazie allo sforzo di tutti chi c era prima ad amministrare, Anas e Autostrade che hanno tanto lavorato - riusciamo a dare ai cittadini quest importante infrastruttura, rimasta purtroppo ferma da diversi mesi per questioni burocratiche. Certo rimane il problema principale del nodo di Casalecchio: il più grosso nodo autostradale italiano di traffico non è infatti ancora definito. In prospettiva c è però un accordo per fare un casello autostradale a Borgonuovo, una soluzione forse parziale del traffico in entrata e in uscita rispetto al nodo di Casalecchio ma comunque importante». Una breve cronistoria. «La nuova Porrettana racconta Marilena Fabbri, ora politicamente Ieri il taglio del nastro del primo tratto della Nuova Porrettana impegnata in Provincia - fa parte delle richieste che il territorio (Comune, Provincia e Regione) fece contestualmente alla decisione di realizzare la Variante di Valico. Siamo così riusciti ad avere anche questa tangenziale al paese ch e aveva l obiettivo poi di collegarsi con Casalecchio e la tangenziale di Bologna. In sostanza di creare un alternativa alla statale Porrettana, un ar ter ia stradale per la quale già da molto tempo si poteva ipotizzare l entrata in crisi. Una lungimiranza politica decisa nel periodo che va dalla fine anni 80 all inizio anni 90: la nuova Porrettana è servita tra l a l t ro per deviare il traffico autostradale durante i lavori in terza corsia evitando così restringimenti sul territorio». «Un anno fa la strada era pronta - conclude la ex prima cittadina anche se in realtà alcune cose vanno ancora migliorate. L apertura di questo tratto darà veramente un grandissimo sollievo all attraver samento di Sasso Marconi». PORRETTA Il senatore Vitali critica Maroni «Il ministro consigliere è solo uno spot elettorale» «Ho molti dubbi sul fatto che il ministro dell Inter no Roberto Maroni possa assolvere con efficacia al suo mandato di consigliere comunale di Porretta Terme. Come potrà partecipare alle riunioni periodiche del Consiglio e delle commissioni consiliari? Come potrà mantenere un rapporto costante con i cittadini, come deve fare ogni buon consigliere comunale? C'è il forte dubbio che si tratti di uno spot propagandistico per la Lega Nord». Così il senatore del Pd Walter Vitali commenta il nuovo incarico di Maroni nella cittadina termale dell Appennino tosco-emiliano. «Il ministro - prosegue - avrebbe potuto rinunciare in favore del candidato che ha ottenuto più voti dopo di lui, e questo non gli avrebbe impedito di sostenere ugualmente le legittime istanze della città di Porretta Terme, visto che la conosce e la frequenta periodicamente. L onere della prova ora spetta al ministro. Dimostri non solo a me, ma ai cittadini di Porretta Terme, che ho torto e sarò ben lieto di prenderne atto. Ma se ho ragione, è bene che il ministro ammetta lealmente che non può assolvere al suo mandato di consigliere comunale e ne tragga le conseguenze dimettendosi». Il ministro Maroni a Porretta PORRETTA Eventi in favore dell Hospice Seragnoli Debutto benefico del Soul Dal 23 al 26 luglio ci sarà la 22 edizione del Porretta Soul Festival, rassegna musicale di musica soul tra le più importanti al mondo. Tra i grandi artisti è confermata la presenza di Salomon Burke. Il 23 luglio a partire dalle si svolgerà l'evento di inaugurazione all'hotel Helvetia, main sponsor della L Hotel Helvetia di Porretta Terme manifestazione: in partnership con Kondel verranno offerti assaggi di massaggi alle mani e al viso a tutti i presenti nella splendida location. «Abbiamo scelto di devolvere l'intero ricavato - ha detto Cristina Condello imprenditrice Kondel - alla fondazione Chiantore Seragnoli per la trasparenza, la professionalità e l'amore con cui si occupa non solo della malattia ma del malato preservandone la dignità fino all'ultimo giorno. Per questo chiediamo a tutti di intervenire per una bella serata all'insegna della solidarietà». Tutto l'incasso verrà devoluto alla Fondazione Hospice Seragnoli che si occupa di medicina palliativa per malati oncologici. Per acquistare i biglietti: tel IN BREVE Arresto per droga a Castel di Casio Un trentenne di Castel di Casio è stato arrestato dai carabinieri di Vergato, nell ambito di un indagine contro lo spaccio di stupefacenti. I militari hanno perquisito la sua abitazione, sequestrando circa 30 grammi di hascisc, alcune piantine di marijuana e tutto l occorrente per il taglio e il confezionamento delle dosi. Nessuna raccolta fondi per la Pubblica Assistenza Nessuna telefonata da parte della Pubblica Assistenza di Casalecchio per una raccolta fondi. Dopo diverse segnalazioni fatte dai cittadini, che raccontavano di aver ricevuto telefonate per una raccolta fondi a cura della Pubblica casalecchiese, è lo stesso presidente Claudio Bianchini a far sentire la sua voce per smentire qualsiasi iniziativa di questo tipo: «Informiamo i cittadini che non riceviamo fondi né attraverso persone che girano porta a porta, né tanto meno attraverso richieste telefoniche. È necessario quindi diffidare e non dare credito a chiunque si presenti chiedendo fondi per la Pubblica Assistenza». Concerto del coro Monte Toccacielo Un esibizione in casa del Coro Monte Toccacielo di Porretta diretto dal maestro Walter Chiappelli: si terrà questa sera alle ore 21 nella chiesa dei Frati cappuccini in collaborazione con l assessorato comunale alla Cultura. Si eseguiranno canti popolari della nostra montagna. Ingresso libero. ZOLA PREDOSA L azienda leader mondiale nel settore dei compressori vara un drastico piano di risanamento Fini concentra la produzione e taglia 116 posti «È l unica soluzione per il rilancio del gruppo». Già da alcuni mesi sono stati messi in cig 110 dipendenti La Fini Compresssori di Zola Predosa, leader mondiale nel suo settore, concentra la produzione nello stabilimento italiano dove ora operano 236 dipendenti (l'altro è in Cina dove lavorano 200 persone), ma ridurrà il personale che dovrà scendere a 120 unità. La società, nata nel 1952, che nel 2008 ha registrato un fatturato consolidato di 65 milioni di euro (export al 75%) ha deciso di varare un drastico piano di risanamento per una ulteriore riduzione dei volumi dopo l accordo che nei mesi scorsi aveva portato al l intesa con i sindacati per il ricorso alla cassa integrazione guadagni per 110 dipendenti per 12 mesi. Ma l aggravarsi della situazione e la forte concorrenza della Cina chiedono nuovi misure. Da qui il varo del piano che prevede il versamento di 1,5 milioni di euro da parte dell a z i e n- da, la stipula di un contratto di fornitura nella gamma CASALECCHIO Presenteranno i brani dell ultimo Cd Il latin jazz della Bidibop sul palco del centro Blogos La Bidibop Big Band Dopo la serata del 28 aprile con Andrea Mingardi, torna a esibirsi a Casalecchio la Bidibop Big Band. La formazione latin jazz di 18 elementi, diretta da Andrea Ferrario, sarà protagonista di un concerto gratuito questa sera alle 21 al Centro Giovanile Blogos (via dei Mille 25). Saranno presentati i brani dell ultimo Cd "Verso Sud", pubblicato a febbraio 2009, che ospita prestigiose collaborazioni come Andrea Mingardi e Teo Ciavarella. La Bidibop Big Band è nata nel 2005 dalla fusione tra il quintetto bolognese funky-pop "Jazmine café" e la sezione fiati della scuola di musica "Ceretolo" di Casalecchio di Reno. La Bidibop si è già esibita in numerosi teatri bolognesi, e nel 2008 si è classificata al secondo posto nella sezione jazz del Festival delle Arti di Bologna. In caso di pioggia, lo spettacolo si terrà all interno del Centro Giovanile Blogos. Per informazioni 051/ dei prodotti consumer con un costruttore mondiale del settore, la drastica riduzione delle scorte, la cessione dell immobile di proprietà e di altri asset non strategici con il mantenimento delle linee di credito in essere. La riorganizzazione, che punta al CASALECCHIO In scena la compagnia La Garisenda Quattordici burattinai con le loro teste di legno posizionamento del marchio principalmente nei settori professionale ed industriale, si basa su una previsione di fatturato intorno ai milioni per la capogruppo (52 nel 2008) con un ritorno ad un risultato positivo nel Ma per raggiungere questi obiettivi l a z ie nd a prevede il calo dell o c c u- pazione a 120 unità, quindi con un taglio di 116 posti. «L'immediata attuazione del piano - precisa una nota della società - rappresenta l unica soluzione percorribile per risolvere l attuale situazione dell azienda ed è condizione essenziale per il rilancio del gruppo Fini». Questa sera alle il Parco Archeologico a fianco del Centro La Villa di Meridiana (via Isonzo 53) ospita lo spettacolo "Quando bussano alla porta". Terzo appuntamento della rassegna "Burattini al centro del parco", la serata vedrà in azione la compagnia La Garisenda, nata a Bologna nel 1982 ed oggi formata da 14 burattinai e tecnici. La compagnia è particolarmente attiva nella scrittura di nuovi testi e canovacci a partire dalla tradizione burattinesca bolognese, con un repertorio di circa 80 titoli per bambini e a- dulti. La Garisenda cura inoltre laboratori creativi di costruzione burattini, maschere e altri oggetti per le rappresentazioni teatrali, e vanta una presenza costante al "Ferrara Buskers Festival". Tutti gli spettacoli hanno biglietto di ingresso di 5,00 euro. In occasione delle serate è attivo il servizio bar.

14 DALLA PROVINCIA L INFORMAZIONE il Domani MERCOLEDÌ 1 LUGLIO & TELEFONI UTILI OSPEDALI Bazzano Ospedale Civile viale Martiri, 10/3, Bazzano, tel. 051/ Porretta Terme Ospedale Civile via Roma, 16, Porretta Terme, tel. 0534/20711 Vergato Ospedale Civile via Nazionale, 27, Vergato, tel. 051/ Loiano Ospedale Civile Simiani via Roma, 8, Loiano, tel. 051/ Montecatone Rehabilitation Iinstitute S.p.a. via Montecatone, 37, Montecatone di Imola, tel. 0542/ Budrio Ospedale Civile via Benni, 44, Budrio, tel. 051/ Bentivoglio Ospedale Consorziale via G. Marconi, 35, Bentivoglio, tel. 051/ S. Giovanni in Persiceto Ospedale SS. Salvatore via Enzo Palma, 1, S. Giovanni in Persiceto, tel. 051/ FARMACIE AREA NORD Comunale, via Roma 74, tel. 051/ (Baricella) Dell Orologio, p.zz Dei Martiri 11, tel. 051/ (San Pietro in Casale) Marconi, via f.lli Bastia 2, tel. 051/ (Padulle di Sala Bolognese) Nuova Centrale, via Goldoni 22/a, tel. 051/ (Anzola Emilia) Madonna da Sera, via S. Martino 19, tel. 051/ (Crevalcore) Comunale, via Nasica 34, tel. 051/ (Castenaso) Montanari, via Riccardina 142, tel. 051/ (Mezzolara di Budrio) FARMACIE AREA SUD Legnani, via Risorgimento 232, tel. 051/ (Zola Predosa) Moretti, via Porrettana 78, tel. 051/ (Borgonuovo di Pontecchio Marconi - Sasso Marconi) Pellicciari, via Pietrafitta 51, tel. 0534/ (Grizzana Morandi) Gwiazda, via Roma 45, tel. 0534/37117 (Gaggio Montano) S. Michele, p.zza Sisto Predieri 16, tel. 0534/97916 (Baragazza di Castiglione dei Pepoli) Di Monghidoro, p.zza Ramazzotti 12-14, tel. 051/ (Monghidoro) Bertuzzi, p.zza Degli Etruschi 6, comm.le Meridiana, tel. 051/ (Casalecchio di Reno) Comunale Repubblica, via Repubblica 52, tel. 051/ (S. Lazzaro di Savena) Manifestazione dei lavoratori della Mercedes di Casalecchio Appello al Console «Faccia da tramite con l azienda tedesca» di Piero Pisano Sono scesi in piazza ieri mattina i lavoratori della Mercedes si Casalecchio per protestare contro la possibile chiusura della concessionaria. Da alcuni mesi, infatti, le vendite della concessionaria hanno registrato un forte calo a cui ha fatto seguito una crisi di liquidità che rende difficile l'approvvigionamento di pezzi di ricambio e riduce al minimo il lavoro nelle officine. «Ormai la concessionaria è una scatola vuota - conferma Fabio Fois della Cgil - e la nostra preoccupazione è che il 10 luglio arrivi il licenziamento. Per ora abbiamo inviato 2 lettere alla casa madre tedesca, ora porteremo una nuova lettera al Console perché ci faccia da tramite». La manifestazione infatti è partita alle 10 da piazza Trento Trieste per raggiungere il Consolato tedesco a Bologna, cercando così di amplificare la propria voce e difendere i diritti dei lavoratori. Una frase di sostegno è arrivata anche dal sindaco di Casalecchio Simone Gamberini, che durante la prima seduta del consiglio comunale ha dichiarato: «Permettetemi in queste questa sede di esprimere la mia solidarietà e il mio sostegno ai lavoratori del gruppo Meb e Car. La crisi finanziaria del gruppo rischia di mettere in discussione il futuro dell azienda e degli oltre 300 lavoratori. In questi mesi insieme alla Regione Emilia Romagna e alle organizzazioni sindacali abbiamo cercato di sostenere con forza la necessità di un segnale chiaro della Casa Madre Mercedes Benz per garantire una possibile via di uscita alla crisi della filiale casalecchiese. Al momento non abbiamo ricevuto segnali e penso sarà determinante l incontro già convocato per il 3 luglio al quale, oltre alle istituzioni, parteciperanno la proprietà e i lavoratori». PERSICETO La selezione per il concorso Miss Italia durante la festa patronale La più bella della scuola è di Minerbio Miss Cinema Persiceto e Miss Liceo Bologna La manifestazione di ieri mattina dei lavoratori della Mercedes di Casalecc hio CREVALCORE Tre consiglieri sono usciti dalla lista di Palli costituendo il gruppo Pdl Tra i civici si è già consumato un divorzio Il civico Enrico Maria Palli di Margherita Parmigiani È già divorzio tra i civici di Palli. Alle ultime elezioni comunali il candidato sindaco e il programma della lista civica Progresso per Crevalcore e- rano sostenuti da alcuni partiti, tra questi vi era anche il PdL, Popolo della Libertà di Crevalcore. A elezioni avvenute la consigliera comunale Anna Maria Salina ha deciso di costituire un gruppo consiliare a sé stante, denominandolo PdL - Popolo della Libertà, uscendo dalla lista civica. La situazione dopo il primo consiglio comunale è la seguente: i consiglieri Alberto Canè, Anna Maria Salina e Agnese Valente, tutti e- letti tra le file della lista civica, hanno costituito il gruppo consiliare PdL. «Siamo rimasti sbalorditi e sorpresi, disapprovo e deploro le motivazioni che hanno spinto i consiglieri Canè, Salina e Valente a staccarsi dalla lista civica - spiega il capogruppo di Progresso per Cre valcore Enrico Maria Palli - sono dettate solamente da smanie di protagonismo, da mero egoismo e dalla volontà di perseguire obiettivi che nulla hanno a che fare con il bene del nostro paese, il tutto è avvenuto senza nemmeno consultare i sostenitori del P- dl di Crevalcore, che invece hanno dimostrato grande solidarietà nei nostri confronti». Un matrimonio di breve durata, quindi. E gli elettori? «La cosa che mi dispiace maggiormente è propria questa, avere preso in giro gli elettori, noi ci abbiamo sempre messo la faccia, l entusiasmo e un lavoro serio - continua Palli - ricordo ai consiglieri Canè, Salina e Valente che sono stati eletti grazie alla fiducia che cittadini crevalcoresi hanno riposto nella Lista Civica, intesa nella sua globalità e totalità, questa loro scelta avrà ripercussioni negli anni». A San Giovanni in Parsiceto, in occasione della festività del Santo Patrono S. Giovanni Battista, e dell edizione 2009 de La Fira di ai (fiera degli agli), si è svolta una selezione provinciale del concorso Miss Italia. Prima classificata, con la fascia di Miss Cinema Persiceto 2009, è risultata Francesca Persico, 24 anni di Castelfranco Emilia. Al secondo posto si è piazzata la diciannovenne Giulia Cremonini nativa di Persiceto ma residente a Sala Bolognese (Miss Rocchetta Bellezza), seguita al terzo dalla bolognese Annalisa Spinelli, 20 anni, eletta Miss Cinema Gratificata con la fascia di bellezza un a l t ra bolognese Alice Monari premiata con in titolo di Miss Peugeot. Nel corso della serata è stata anche assegnata una ambita fascia, quella di Miss Liceo Bologna 2009 (la più bella della scuola), vinto dalla bionda 19enne Raissa Giovannini di Minerbio, studentessa al 5 anno dell istituto Rosa Luxemburg di Bologna. PERSICETO Segreteria dell istituto presa d a s s a l to Tra maturità e graduatorie tutti in fila all Archimede di Giacomo Govoni Avrebbe fatto comodo un vigile ieri mattina dentro il polo scolastico Archimede di Persiceto, che, dall aper - tura fino quasi alle due del pomeriggio, ha assistito ad un incessante andirivieni di ragazzi, docenti e aspiranti docenti, accorsi a vario titolo presso l istituto superiore di via Cento. Epicentro dell ingorgo è stata in particolare la segreteria della scuola, presa letteralmente d assalto dai frementi maturandi in primis, ma anche da chi a scuola vorrebbe tornare, per sal ire in cattedra. La giornata in cui molti degli studenti conoscevano gli e- siti delle tre prove scritte, concluse l altri ieri col fatidico qu iz zo ne mul ti d is ci pl i na re, coincideva infatti con l ultimo giorno utile per i docenti per consegnare la domanda d inser imento nelle graduatorie d istituto, che costituiranno il serbatoio dei supplenti di qui ai prossimi due anni. Ore calde, quindi, nei pressi dell uf - ficio di segreteria, dove, ruotando di pochi centimetri lo sguardo, si passava dalle sbuffate d impazienza degli aspiranti insegnanti con la domanda d iscrizione in mano, ai gridolini di giubilo dei maturandi che esultavano per aver superato meglio del previsto lo scoglio degli scritti, alle imprecazioni di chi invece sarà costretto a puntare tutto sull orale. «Io ho preso un misero 29 commenta Francesco per - ché a fregarmi è stata la prova di matematica dove mi hanno dato solo 8 punti. Ora si fa dura perché all orale dovrò recuperare tanto». Il miglior punteggio possibile negli scritti era infatti 45, con un massimo di 15 punti assegnabili ad ogni prova. C è chi gongola in silenzio ritirando il suo personale pa - ge l l i n o con su scritto un bel 41, chi fa la voce grossa allo sportello, dicendo «dai, che devo andare a casa a studiare». E chi, appreso del 36 racimolato con le tre prove, medita già di tirare i remi in barca. «All orale potrò anche fare scena muta scher - za Simone». Più spostato verso il centro dell atrio principale, un capannello di ragazzi si mangia le mani per aver sbagliato l esercizio di fisica. «Era la terza eq ua zio ne di Maxwell, q u e l l a su ll induzio - ne - bacchetta il professor Accorsi, passando di lì - Avete fatto molti paciughi, in quell esercizio, e dire che in classe l ave vamo fatto» ricorda ai suoi studenti tirandogli bonariamente le orecchie. E mentre la fila per le graduatorie procede a passo di lumaca, attorno a mezzogiorno una piccola truppa di maturandi di 5B, accordatisi per andare a vedere i risultati insieme, si beccano la loro piccola doccia fredda. «I voti delle prove della vostra classe non sono ancora usciti. Provate domani, in tarda mattinata», è l in - vito che una funzionaria di segreteria rivolge ai giovani, che dovranno prolungare di 24 ore l a gonia. Speranze e delusioni dei ragazzi in attesa dell esito delle prove scritte dell esame Tutti in fila all Archimede di San Giovanni in Persiceto CREVALCORE Era stata rubata all ufficio postale Recuperata una cassaforte Singolare ritrovamento ieri a San Possidonio, nel modenese. In un area nei pressi del fiume Secchia è stata, infatti, rinvenuta una cassaforte di parecchi quintali. Naturalmente all interno di essa erano presenti soltanto alcuni fogli e documenti in quanto i ladri avevano già provveduto ad aprirla sul retro e a rubare quanto di valore era contenuto al suo interno. La cassaforte apparteneva all ufficio postale di Crevalcore, da dove era stata trasportata. Il recupero è stato piuttosto problematico visto che la cassaforte era i n go m b ra n t e.

15 MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2009 IL INFORMAZIONE il DomaniI CRONACA di IMOLA & TELEFONI UTILI EMERGENZE AUSL CARABINIERI CUP VIGILI POLIZIA POLIZIA MUNICIPALE HERA PRONTO INTERVENTO-SERVIZIO CLIENTI GUARDIA MEDICA PEDIATRIA GINECOLOGIA E OSTETRICIA PEDIATRIA E NEONATOLOGIA CENTRO SALUTE MENTALE CASTEL S.PIETRO TERME OSPEDALI S. MARIA DELLA SCALETTA VIA MONTERICCO, MONTECATONE REHABILITATION INSTITUTE OSPEDALE CIVILE (CASTEL SAN PIETRO) VIA A. ORIANI, 1, FARMACIE Comunale Ospedale, via Matteotti 74, tel. 051/ (Castel San Pietro Terme) Pifferi, v.le Pambera 57/a, tel. 0542/41038 (Imola) VOLONTARIATO A.M.I.C.I. - ASSOCIAZIONE MUTILATI E INVALIDI CIVILI ANT ASS. ALZHEIMER AUSER AUSER TUTELA AVOD AVIS-AIDO FARMACOPRONTO GEV INSIEME PER IL DOLORE ISTITUTO RAMAZZINI IL PONTE AZZURRO TELEFONO AMICO TRIBUNALE DEL MALATO UNITALSI (TRASPORTO INVALIDI) BIBLIOTECHE PRESTITO INFORMAZIONI BIBLIOGRAFICHE SEZIONE RAG. CASA PIANI BIBLIOTECA PONTICELLI BIBLIOTECA SESTO IMOLESE MUSEI PINACOTECA COMUNALE S. DOMENICO PALAZZO TOZZONI ROCCA SFORZESCA Incontro in carcere tra il 19enne che ha ucciso il patrigno e i suoi legali. Autopsia sul corpo della vittima «Nicolas non ricorda nulla» Chiesta la convalida dell arresto con l accusa di omicidio volontario di Cesario Picca Forse ancora non ci crede neppure lui a quello che è accaduto. Quantomeno non è stato sufficientemente lucido per raccontarlo ai suoi difensori. Per ora il diciannovenne Nicolas Fini resta in carcere accusato dell omicidio del suo patrigno violento e manesco. Il pm Marco Mescolini ha chiesto al gip la convalida dell'arresto per omicidio volontario e ha affidato alla dottoressa Elena Invernizzi l'autopsia sul corpo di Emilian Keci, l albanese di 28 anni ucciso con tre colpi di machete. «Il ragazzo è in uno stato confusionale e non è stato in grado di spiegare cosa è successo in quei momenti. Attendiamo che abbia ricordi più lucidi - hanno spiegato i suoi difensori, gli avvocati Franco Oliva e Daniele Mascherini - Di sicuro aveva paura che il patrigno potesse uccidere lui e la madre. Valuteremo se chiedere eventualmente una perizia perché è chiaro che quanto accaduto non ha una logica. Non è razionale che prima abbia chiamato i carabinieri, che ci abbia parlato, che li abbia accompagnati in casa e poi abbia agito in quel modo». L istruttore della palestra lo descrive come un ragazzo tranquillo «ma rideva poco» «Perché non l hanno fermato?» La nonna del giovane non riesce a spiegarsi la dinamica del delitto di Massimo Mongardi «Conosco Nicolas Fini, veniva nella mia palestra circa tre volte alla settimana e devo dire che è sempre stato un ragazzo tranquillo. Certo, fa di mestiere il fabbro e quindi è molto muscoloso, ma non certamente un maniaco del body building». Così un istruttore di una palestra del centro storico, descrive il 19enne imolese accusato dell omicidio di Emilian Keci, l albanese che conviveva con la madre del ragazzo nella casa di via 1 Maggio 29 dove ora si trova solo il cane lupo Gimmi. «Da circa una settimana veniva con un amico, prima quasi sempre da solo anche se si fermava a parlare con gli altri ragazzi di pesi e di cosa mangiare per irrobustirsi conti - nua l istruttore -. A volte l ho sentito parlare con una discreta ammirazione del padre, mentre non l ho mai ascoltato L abitazione di via Primo Maggio 29 a Imola, dove si è consumato l omicidio Da ieri in rete è nato in gruppo in sua difesa E su Facebook i giovani si schierano col ragazzo L omicidio di via è finito sul social network più frequentato al mondo. Da ieri pomeriggio su Facebook un ragazzo imolese coetaneo di Nicolas Fini ha creato un gruppo dal titolo più che eloquente: «Aiutiamo Nicolas a uscire dal carcere». Facile che l invito a i- scriversi sia stato inoltrato a decine di contatti i quali a loro volta hanno girato la proposta ad altri «amici». E così, ieri sera erano già oltre cento i ragazzi iscritti al gruppo. Molti anche i commenti e tutti a favore d el l omicida. «Chi conosce Nicolas, sa che non è da lui fare atti del genere, e se l ha fatto sa benissimo perchè l ha fatto» ha scritto il fondatore del gruppo. «Non lo conosco - scrive un altro - ma so che ha fatto un gesto che avrebbero fatto in molti e posso dire che ha fatto solo che del bene!». nominare la madre. Aveva una strana nostalgia sul viso, non e- ra solito ridere e scherzare continuamente come i ragazzi della sua età. Solo quando ho letto sui giornali, ho capito cosa si portava dentro». Nicolas Fini è stato visto da diverse persone domenica pomeriggio al parco Tozzoni, luogo prediletto d i nc o n t ro dei giovani della sua età, e anche più vecchi fino ai 50enni un po freak, insieme a un gruppo di una quindicina di a- mici. La nonna di Nicolas e madre di Stefania B., la signora Lucia che ha una latteria in via Pisacane, ieri era al lavoro e non ha dubbi: «Nicolas è un bravo ragazzo, purtroppo ha avuto la sfortuna di trovarsi davanti un delinquente. Non riesco a capire come mai le forze dell or - dine fossero lì quando mio nipote stava usando il coltello e non siano riusciti a fermarlo in tempo». Di lato Nicolas Fini mentre lascia la Procura. Sopra la vittima Emilian Keci Gli stessi legali si «augurano che la convalida si faccia con calma anche per garantire i diritti della difesa che non ha ancora visto le carte. Non sarebbe opportuno fare un processo delicato come questo in tempi brevi». Ieri mattina davanti alla Procura c'era Melissa, la ex compagna di Keci. La donna ha detto che Keci «voleva andare via da quella casa e che domenica era andato lì per prendere la sua roba». L'omicidio è avvenuto verso le 3 dopo l'ennesimo litigio tra la vittima e la madre del giovane con la quale era sposato dal Il giovane ha chiamato i carabinieri e mentre i militari accompagnavano fuori dall'abitazione di via Primo Maggio l'albanese che era ubriaco e molto a- gitato, Nicolas ha preso un machete che aveva in camera e l'ha colpito tre volte alla testa. Si è fermato solo quando un militare ha esploso un colpo in aria. L'albanese è poi morto verso le 7 al Maggiore. Il centrodestra invita a riflettere sull i n te g r a z i o n e Problema immigrazione «E necessaria una riflessione e una valutazione attorno alle pratiche di matrimoni misti che in altre città sono maggiormente monitorati. Non riteniamo che a Imola si possa parlare di integrazione realizzata nonostante tante chiacchiere». Anche la politica, ieri, con il capogruppo d e l l Unione di centrodestra Riccardo Mondini è intervenuta sull om icid io dell albanese Emilian Keci da parte del 19enne imolese Nicolas Fini. Mondini non è nuovo a sparate contro gli immigrati tanto che è buon amico di Armando Manocchia, ancora oggi coordinatore circondariale della Lega nord che alle ultime elezioni ha raggiunto vette del 13% a Borgo Tossignano e ha raddoppiato i voti negli altri paesi dell Imolese. «Sempre più spesso assistiamo a risse per problemi di famiglia che sfociano Riccardo Mondini in violenza ha continuato ancora Mondini cavalcando l ondata di indignazione che si è alzata in città perché l albanese picchiava regolarmente la madre di Nicolas -. Nella apparente tranquillità di Imola, la brutalità sempre più cova sotto la cenere e a nulla vale parlare di criminalità e violenza percepita. Il problema è tangibile e reale». (M. Mon.) Cantieri per allargare la carreggiata fino al 31 luglio. I percorsi alternativi Chiude un tratto della Selice-Montanara Via ai lavori di allargamento della provinciale 610 Selice Mon tana ra, in zona Ponte Massa nel territorio del Comune di Imola. Per questo il settore Viabilità della Provincia dispone la sospensione temporanea della circolazione, ad esclusione dei residenti, dal km al km della medesima strada provinciale da oggi al 31 luglio. Il traffico sarà deviato come segue: tutti i veicoli transitanti sulla rotatoria posta in zona Ponte Massa all incrocio tra la SP 610 Se - l i c e - M o n t a n a ra e la SP 253 e diretti a Conselice-Ferrara dovranno inserirsi sulla Sp 253 S. Vi t a l e (direzione Massa Lombarda) fino a raggiungere S.Agata sul Santerno per poi immettersi sulla Sp 13 Ba s ti a e raggiungere la Sp 610 a Lavezzola. Tutti i veicoli provenienti dalla Ss 16 in percorrenza sulla Selice-Montanara e diretti a Imola-Bologna, in località Lavezzola dovranno inserirsi sulla Sp 13 Bastia fino a raggiungere la località Sant Agata per poi immettersi sulla San Vitale e da lì, in direzione Massa Lombarda, giungere alla rotatoria in zona Ponte Massa all in - crocio tra Sp 610 e Sp 253. Un tratto della Selice-Montanara

16 CRONACA DI IMOLA L INFORMAZIONE il Domani MERCOLEDÌ 1 LUGLIO Secondo i vertici delle associazioni il 2009 sarà peggio e la crisi durerà Cooperative, fatturato giù Nel 2008 il volume d affari si è ridotto di oltre il 5% di Massimo Mongardi Il 2008 è passato tutto sommato abbastanza bene per le 131 imprese coop affiliate a Legacoop e Confcooperative. A parte l ultimo trimestre dello scorso anno, e soprattutto novembre e dicembre, che hanno comportato una significativa diminuzione del fatturato export del 5,35% rispetto al 2007, degli investimenti che fanno registrare un meno 19,2% rispetto però a un 2007 da record e con l utile netto in calo del 13,3%, segnale chiaro che chi è riuscito a portare a casa ordini lo ha fatto al ribasso riducendo parecchio i margini di profitto se non andando in perdita pur di salvaguardare il fatturato (in totale euro) che mostra un piccolo segno più: lo 0,34%. Opportunamente, le coop hanno cercato di mantenere il più possibile i clienti pur dovendo rinunciare agli utili del passato ma mantenendo una struttura che dovrebbe La sede della cooperativa della ceramica a Imola essere in grado di permettere loro di riagganciare la ripresa quando partirà. «Non mi iscrivo né al partito degli ottimisti né a quello dei pessimisti ha spiegato il presidente di Legacoop Sergio Prati -. Mi limito a guardare con realismo dati che parlano di una caduta del fatturato fino al 50% in cooperative di logistica e autotrasporti e del 30% nel settore ceramico. Inoltre, le aziende faticano a incassare per produzioni già eseguite e hanno i magazzini pieni, Se poi osservo settori quale quello dell edilizia con tutto l indot - to, mi sento di affermare che il peggio lo abbiamo ancora davanti a noi quest anno e il prossimo come minimo». Le risposte alle domande di Legacoop e Confcooperative rispetto a quest anno sono inequivocabili: il 41% si a- spetta una decrescita del fatturato, il 36% una diminuzione del 36% delle esportazioni nell area euro e il 44% nella zona extraeuro. Il presidente di Confcooperative Giovanni Bettini «Stiamo facendo il possibile per salvare l occupazione» «Certamente se devo pensare alla situazione drammatica di Haworth e Cnh che non hanno radici sul territorio imolese sot - tolinea il presidente di Confcooperative Giovanni Bettini (al centro nella foto) vedo che le nostre cooperative stanno tentando di far fronte alla crisi mondiale non delocalizzando le produzioni, con incorporazioni e contratti di solidarietà per la Coop Ceramica, ma non solo pure nelle coop di movimentazione, pulizie e autotrasporti allo scopo di preservare i lavoratori con le loro conoscenze senza tralasciare la formazione». Ciò significa, secondo Bettini «che i valori fondanti della cooperazione nel circondario ( abitanti dei quali oltre 72mila soci di coop) sono ancora vivi e mostrano una differenza rispetto ad aziende governate da imprenditori, che siano la Fiat o locali come l I rc e». L uomo è stato denunciato e l auto sequestrata Guida senza patente 34enne fermato dalla polizia stradale a Rimini Una pattuglia della stradale durante un controllo Si era messo tranquillamente al volante noncurante del fatto di essere senza patente, perché gli e- ra stata ritirata dopo un i n- frazione al codice. Così un imolese di 34 anni è stato fermato della polizia stradale di Riccione a Rimini, mentre era alla guida di u- na Peugeot 206. L uomo non ha potuto evitare la denuncia e l auto che conduceva sottoposta al fermo amministrativo per tre mesi. IN BREVE Servizio civile: c è il bando E uscito in questi giorni il bando nazionale per il Servizio Civile Volontario e quindi i ragazzi e le ragazze tra i 18 e i 28 anni residenti nei Comuni dell Associazione Cinque Castelli - Castel San Pietro Terme, Castel Guelfo di Bologna, Dozza, Medicina e Mordano possono fare domanda entro il 27 luglio alle ore 14 per due progetti: Le Biblioteche al servizio dei piccoli cittadini e Megafono: vecchi e nuovi strumenti per comunicare alla città. Le domande dovranno essere presentate entro le ore 14 di lunedì 27 luglio I moduli si possono ritirare e riconsegnare compilati nelle biblioteche o agli sportelli informativi dei 5 comuni, oppure si possono scaricare dal sito dell associazione intercomunale o da Il progetto riguardante le biblioteche rientra nell iniziativa nazionale Nati per l e g ge re e ha come obiettivo la promozione della lettura in età prescolare, sensibilizzando i genitori e promuovendo lo scambio di idee fra i pediatri. Come è accaduto in anni precedenti, fra le diverse attività che coinvolgeranno i giovani volontari ci saranno le letture animate in biblioteca. Noi ai respingimenti, Amnesty va in piazza Amnesty International ha organizzato per sabato 4 luglio una manifestazione in Piazza Caduti per la libertà a Imola a partire dalle 10 per protestare contro i respingimenti dei clandestini in arrivo dalla Libia. Amnesty e i collettivi a essa legata invitano gli imolesi a manifestare il proprio dissenso contro i respingimenti in Libia considerati «uno scandalo che non lasceremo avvenire nel silenzio». L argomento non era iscritto nell ordine del giorno della seduta, ma l irruzione ha costretto a fare un eccezione Cnh i lavoratori protestano in Consiglio Una decina di dipendenti dell azienda del gruppo Fiat sono entrati nell aula e hanno esposto uno striscione I lavoratori della Cnh espongono uno striscione nell aula del consiglio Stasera terzo appuntamento con «Imola di mercoledì» Notte dei cinque sensi Spettacoli, shopping e degustazioni nelle vie del centro Il centro di Imola durante una delle serate organizzate da Ascom Stasera il centro storico di I- mola si animerà per la terza delle quattro serate di «Imola di Mercoledì», manifestazione organizzata da Ascom-Confcommercio con la collaborazione del Comune per la promozione del centro storico che, per l occasione, sarà tutto pedonalizzato, con eventi e intrattenimenti da porta Appia a porta Montanara, in tutta la via Emilia, nelle strade laterali e nelle piazze del centro storico. Appuntamenti e mercatini per tutti i gusti e per tutte le età, in questo che sarà il «Mercoledì dei cinque sensi», dedicato a «Imola, città multisensoriale». La visita guidata gratuita della serata sarà dedicata «Alla scoperta dei segreti di Caterina Sforza: ripercorrendo le sue orme». Con ritrovo alle ore presso l In - fo-point Ascom. Continuerà anche «Shopping by night» e le degustazioni in piazza Matteotti, piazza Gramsci e in via Ap p i a. Organizzato dall Ausl per chi si avvicina al parto Corso per gestanti Pediatri e psicologi forniranno preziosi consigli Non era iscritto all o rd i n e del giorno del Consiglio comunale di ieri l ar gomento scottante della Cnh. Tuttavia il vicepresidente Alessandro Mirri del Pdl, il quale presiedeva la seduta che in teoria doveva eleggere il nuovo presidente, è caduto in un errore. Quando ha visto entrare una decina di lavoratori che hanno alzato silenziosamente lo striscione Cnh gruppo Fiat Un altro record la prima a chiudere invece che dare solo la solidarietà ai 430 dipendenti che rischiano la chiusura dello stabilimento di via Selice, si è profuso in un breve inter vento. Ciò ha permesso al capogruppo di Per Imola Giuseppe Palazzolo «di intervenire sulla comunicazione del presidente, come prevede il re go l a m e n t o». Mirri, un po scosso e non abituato a ricoprire quel ruolo, non è riuscito a fermare la verve di Palazzolo che ha letto un breve ordine del giorno nel quale chiedeva «la convocazione, entro una settimana, di un consiglio comunale straordinario sulla Cnh nel quale far parlare i lavoratori e non tanto i sindacati che, fra l altro, non vanno troppo d accordo fra l o ro». Intanto, il capogruppo del Pd Davide Tronconi ha distribuito ai lavoratori un ordine del giorno che la maggioranza di centrosinistra vorrebbe fosse votato in un prossimo consiglio comunale da tutti i gruppi consiliari presenti a piazza Matteotti per premere maggiormente sul governo che può, forse, far cambiare idea alla Fiat. Terminato il siparietto, sul tema serio della possibile perdita di un sito produttivo per Imola se ne riparlerà domani nell apposita commissione. (Massimo Mongardi) N el l ambito del percorso nascita del Consultorio Familiare dell'ausl di Imola (Ospedale Vecchio) avrà inizio lunedì 6 luglio alle 15 e mercoledì 8 luglio alle 9 un nuovo corso rivolto alle gestanti del 7 e 8 mese. Il programma si articola in incontri teorici condotti da ginecologi, pediatri, psicologi e altri professionisti, e da una serie di incontri pratici gestiti dalle ostetriche che, con l uti - lizzo di tecniche respiratorie, muscolari e di rilassamento accompagnano la mamma e la coppia alla nascita del proprio bambino. Dalla 16ª settimana di gravidanza è possibile partecipare ad incontri di stretching al lunedì alle 17 e mercoledì alle 11. Per chi non è alla prima esperienza di maternità sono possibili incontri di gruppo sui temi legati al rapporto tra fratelli e sorelle. Per informazioni tel. 0542/

17 18 MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2009 EMILIA ROMAGNA L INFORMAZIONE il Domani Approvata la nuova legge urbanistica regionale. Garantito un 20% di abitazioni sociali La Regione semplifica l edilizia Costruire diventa più veloce, sicuro e meno costoso BOLOGNA. Meno burocrazia,più qualità energetica e antisismica degli edifici,maggiore spazio all edilizia sociale.sono questi in sintesi i tre obiettivi principali a cui punta la nuova legge urbanistica regionale approvata ieri dall Assemblea Legislativa dell Emilia-Romagna.La legge,che va a modificare le norme contenute in due precedenti leggi regionali, (19/98 e 20/2000),recepisce anche il cosiddetto Piano casa del Governo. Per quanto riguarda le novità specifiche introdotte dalla Regione,vengono semplificate e unificate le procedure decisionali per la costruzione di nuove opere pubbliche e per l ampliamento di attività produttive,fissando tempi certi e individuando come interlocutore pubblico di riferimento le Unioni di Comuni.Ci sono poi premi e riduzioni dell Ici per chi costruisce rispettando le normative antisismiche ed energetiche.infine si prevede che ogni nuovo intervento di riqualificazione urbana garantisca una L assessore regionale alla programmazione Gian Carlo Muzzarelli quota di edilizia residenziale sociale non inferiore al 20%,e allo stesso scopo vengono costituiti demani comunali di aree edificabili per edilizia sociale.restano infine le norme previste dal Piano Casa nazionale,cioè la possibilità per abitazioni non superiori a 350 metri quadrati di ampliamenti del 20% fino a un massimo di 70 mq (in Regione la percentuale sale al 35% e fino a 130 mq),e nei casi di demolizione e ricostruzione, è confermato il 35% di superficie in più se si rispettano i requisiti energetici e antisismici. «La nostra azione ha spiegato l assessore regionale alla programmazione e sviluppo territoriale Gian Carlo Muzzarelli - è orientata a trasformare la proposta del Governo da una norma derogatoria a una vera e propria azione strutturale all'interno della legge urbanistica e di riqualificazione solidale del territorio.abbiamo voluto evitare che si inserissero,in nome della crisi,deregolazione,devastante per il territorio.quindi abbiamo puntato su un'azione che consente di qualificare il patrimonio edilizio esistente in termini di efficienza energetica e sicurezza sismica con un sistema di premialità crescenti che tiene conto dei tre cardini fondamentali:regole,legalità, responsabilità». Appello al Sindaco di Bologna perchè intervenga Fiaip e Confedilizia contro la pessima gestione Acer Case popolari in ristrutturazione BOLOGNA. Le agenzie immobiliari della Fiaip e Confedilizia Emilia-Romagna puntano il dito contro la pessima gestione dell Acer,l ente casa della Regione,e chiedono al sindaco di Bologna,Flavio Delbono di attivarsi per l estinzione di quello che definiscono «un carrozzone che non ha prodotto risultati».il presidente regionale Fiaip, Luciano Passuti ed Elisabetta Brunelli Monzani di Confedilizia, lamentano che «oramai si è perso troppo tempo e sono andate sprecate troppe risorse pubbliche:entro il 2005 doveva entrare in vigore la riforma delle aziende casa e ovviamente non se ne vede traccia».«delle abitazioni in regione,oltre la metà non è utilizzata e illegale rispetto alle norme in vigore.inoltre gli affitti percepiti coprono solo un terzo del costo complessivo della gestione Acer,e non vengono eseguite le manutenzioni straordinarie.infine i costi per la gestione del contratto di locazione sono quattro volte superiori a quelli di una gestione privata. Insomma,un sistema che fa acqua da tutte le parti».le due associazioni propongono il bonus-casa come soluzione,e la cessione tramite asta di tutti gli immobili ad enti di beneficienza che distribuiscano assegni ai bisognosi. Errani ha incontrato il console generale degli Stati Uniti a Firenze Più collaborazione con gli Usa Subentrano a quelli eletti in seguito alle amminstrative Nominati cinque nuovi consiglieri Mary Ellen Countryman BOLOGNA Il presidente dell Emilia-Romagna Vasco Errani,ha ricevuto ieri mattina nella sede della Regione il console generale degli Stati Uniti d America a Firenze,Mary Ellen Countryman.Nel corso dell incontro,sono stati affrontati temi relativi alle misure indirizzate a contrastare la crisi economica e sviluppare la crescita.sia il presidente che il console hanno auspicato un rafforzamento della collaborazione tra la rete produttiva e i centri d innovazione statunitensi ed emilianoromagnoli.countryman ha assunto la guida del Consolato Generale di Firenze, competente per Toscana,Emilia-Romagna e San Marino,nel settembre BOLOGNA L'Assemblea legislativa regionale ha nominato i 5 nuovi consiglieri regionali che subentrano ai 4 consiglieri eletti alle amministrative.si tratta di Anna Majani (Pd) al posto di Flavio Delbono (neo sindaco di Bologna), Sergio Alberti (Ps) al posto di Tiziano Tagliani (sindaco di Ferrara),Stefano Casadei (Ps) succede a Massimo Pironi (sindaco di Riccione) e Giuliano Pedulli (Pd) al posto di Paolo Lucchi (neo sindaco di Cesena); Luigi Fogliazza (Lega nord) subentra a Maurizio Parma.Loreno Rossi (Ps) sostituirà Salvatore Caronna,dopo la proclamazione di quest ultimo al Parlamento europeo. La sede della Regione La proposta del Governo annunciata da Giovanardi Un vincolo alla spesa sanitaria per combattere le dipendenze Carlo Giovanardi ROMA. Il governo vuole introdurre una norma che vincoli l'1-1,5% della spesa sanitaria delle Regioni al rafforzamento dei Servizi pubblici per le tossicodipendenze (Sert).Lo ha reso noto il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Carlo Giovanardi,presentando ieri la Relazione annuale al Parlamento sullo stato delle tossicodipendenze in Italia nel 2008.«Il problema oggi è che ci sono 20 idee,una per ogni regione.e quindi ci sono regioni che spendono di più e regioni che spendono di meno per la cura delle dipendenze» ha detto Giovanardi.Serve quindi una norma che "costringa" le regioni a spendere in questo settore.«mi rendo conto che si tratta di una forzatura - ha aggiunto - ma mi sono impegnato per questo con gli operatori». EVENTI Per L assessore tutta l estate Rabboni: iniziative «in Regione gastronomiche il cibo è cultura, storia, nelle biodiversità località turistiche e salute» Le prelibatezze emiliane emiliane invadono la Riviera L assessore Per tutta l estate Rabboni: iniziative da noi enogastronomiche il cibo è cultura, storia, nelle biodiversità località turistiche e salute Il gruppo An-Pdl in Regione chiede un impegno della Giunta «Sostegno alle vittime della strada» I fondi ci sono e anche la legge, ma non viene applicata BOLOGNA. Oltre 40 eventi attendono la riviera emilianoromagnola per l edizione 2009 di Emilia Romagna Un Mare di Sapori.L iniziativa enogastronomica,voluta dall Assessorato regionale all Agricoltura,è uno dei più interessanti eventi per l estate di quest anno.da Cattolica a Lido degli Estensi,una bella iniziativa per far conoscere,nelle località turistiche,i prodotti tipici della nostra regione,dai vini pregiati al parmigiano,passando per la mortadella di Bologna, il prosciutto di Parma e le gustose pesche nettarine.evento di punta il Torneo Internazionale di Biglie con al posto dei campioni sportivi,le immagini degli stessi prodotti tipici della nostra regione.«per far conoscere i nostri prodotti spiega Tiberio Rabboni,assessore regionale all agricoltura non basta parlarne.e necessario coinvolgere l interlocutore,per fargli capire che in Emilia Romagna il cibo è cultura, storia,biodiversità e salute».partenza il 3 Luglio con un ricco cartellone di eventi basato sull animazione:teatro,comicità,giochi e alta cucina. (l.l.) Emilia 1 per morti in incidenti BOLOGNA. Secondo i dati Istat più recenti l'emilia-romagna è al primo posto in Italia per numero di morti in incidenti stradali rispetto alla popolazione.anche per questo motivo il gruppo An-Pdl in una risoluzione presentata in Assemblea regionale chiede un impegno della Giunta Regionale «a realizzare urgentemente,sul territorio,azioni coordinate per offrire sostegno e assistenza psicologica alle vittime di incidenti stradali e alle loro famiglie,come già previsto dalla legge regionale 2/2003».Secondo i consiglieri Enrico Aimi, Luca Bartolini,Gioenzo Renzi e Alberto Vecchi,la legge al momento non è adeguatamente applicata.«il dramma - afferma Aimi - inizia subito dopo l'incidente, quando le vittime o le loro famiglie affrontano un dolore devastante.offrire più aiuto psicologico è una questione di cuore e intelligenza».«la legge c'é già,ma non è attuata» aggiunge Luigi Ciannilli,presidente del Comitato per la sicurezza stradale 'F. Paglierini' -.Nel 2008 e nel 2009 la Regione ha incassato,come proventi dei bolli auto e dell'accisa sulle benzine,572 milioni e 500 mila euro all'anno,pari al 3,58% del bilancio. Ma solo euro,lo 0,18% del bilancio,viene reinvestito per sicurezza stradale e interventi strutturali».«in compenso - polemizza Bartolini - sono stati pagati euro a Oliviero Toscani per una campagna sulla sicurezza assai poco efficace». Una degustazione di vini al tramonto sulla spiaggia IN BREVE Silenzio in aula per le vittime di Viareggio BOLOGNA L'Assemblea legislativa dell'emilia-romagna ha aperto la seduta di ieri osservando un minuto di silenzio per ricordare le vittime causate dall'esplosione avvenuta l altra notte alla stazione di Viareggio (Lucca).La presidente Monica Donini ha espresso alle famiglie di morti e feriti "il cordoglio e la vicinanza" dell'intera Assemblea regionale. L Assemblea ricorda Giuseppe Corticelli BOLOGNA Durante la seduta di ieri dell'assemblea legislativa,è stata ricordata in aula la figura di Giuseppe Corticelli,morto recentemente. Insegnante di lettere in una scuola professionale di Ferrara,dov era stato consigliere comunale,è stato poi assessore regionale alla Cultura e Tempo libero per due legislature,dal e Dal 1990 al 1999 è stato presidente dell'amga, poi Agea.La presidente dell Assemblea,Monica Donini ha espresso alla famiglia il «cordoglio per la prematura scomparsa» a nome dell'intera Assemblea regionale.

18 IL INFORMAZIONE il DomaniI MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2009 ECONOMIA & FINANZA NUOVO MONOMARCA Piquadro sbarca anche a Modena I vertici Piquadro La Piquadro di Riola di vergato (quotata in Borsa) apre oggi a Modena il suo primo punto vendita ad insegna Piquadro.L'azienda bolognese, il cui fatturato ha registrato nell'esercizio un incremento del 12,4%,prosegue la sua espansione con l'apertura del 65/o monomarca. Il negozio,nel centro commerciale Grandemilia, è frutto della collaborazione con Quantum Retail,società specializzata in gestione dei negozi in franchising.con il punto vendita di Modena, Piquadro porta a 35 il numero delle boutique monomarca in franchising (22 in Italia e 13 all'estero).e proprio sul ruolo dei franchisee ha puntato l'attenzione Pierpaolo Palmieri,direttore commerciale Piquadro: "Siamo particolarmente orgogliosi che società importanti come Quantum Retail scelgano di diventare partner di Piquadro - ha detto - Il loro contributo da un lato attesta il gradimento nei confronti del nostro marchio e dall'altro lato è determinante per l'espansione della nostra azienda che continua a investire e crescere nonostante la difficile congiuntura economica". Il Bilancio consolidato,chiuso al 31 marzo 2009,ha registrato un fatturato consolidato pari a 51,7 milioni di euro,in crescita del 12,4% rispetto all'esercizio precedente (45,9 milioni di euro).i ricavi registrati nel canale DOS risultano aumentati rispetto all'esercizio chiuso il 31 marzo 2008 di oltre il 49%,mentre il canale wholesale è cresciuto di circa il 7,4%.I ricavi del gruppo per l'esercizio 2008/2009 evidenziano che il mercato Italia rappresenta circa il 78% dei ricavi totali pari a migliaia di euro in crescita rispetto all'esercizio Continua la realizzazione dei primi undici poli finalizzati allo sviluppo globale Monti Ascensori corre Nuove attività in Liguria e anche in Romagna M BOLOGNA. di Stefano Catellani onti Ascensori di Granarolo corre e dopo il passaggio nel Listino principale (il 22 giugno è uscita da Expandi per entrare nel (segmento Standard Classe 1) continua a creare nuovi patrimoni destinati,in Italia e all estero.dopo Francia e Tunisia il team di Patrizio Colombarini punta di nuovo sull Italia e il Consiglio di Gestione della Monti Ascensori ha deliberato la costituzione di tre nuovi patrimoni destinati finalizzati a sviluppare l attività di manutenzione di impianti elevatori nelle province di Massa Carrara - La Spezia e comuni limitrofi,genova Savona e co- MODA L azienda di Sala Baganza ha inserito per la prima volta alcuni accessori come i cappelli, i teli mare e i beauty termici Coccinelle ha organizzato a Forte dei Marmi una due giorni in onore della stilista Biba Barbara Hulanicki E il frutto di un nuovo accordo sottoscritto in Regione E/R Anche gli artigiani con la CIG In Borsa evidenzia una performance a un mese in aumento del 7,56 % e viaggia verso il valore di 1 euro per azione muni limitrofi più Ravenna e comuni limitrofi; I dati previsionali relativi al mercato delle manutenzioni di ascensori nelle zone in cui questi specifici affari potranno operare fanno prevedere per Monti Ascensori un incremento dei ricavi con marginalità superiori alle medie previste nel piano industriale. Dopo la realizzazione dei primi undici patrimoni destinati finalizzati allo sviluppo della attività di manutenzione di impianti elevatori nelle provincie di Ancona-Perugia,Caserta, Bari,Palermo Est,Palermo Ovest,Sicilia orientale,trapani, Padova,Brindisi,Ferrara e Coccinelle di Sala Baganza (Pr) ha organizzato a Forte dei Marmi una due-giorni di glamour e mondanità in onore della stilista Barbara Hulanicki per presentare un anticipazione della collezione di borse e accessori primavera-estate 2010,creata in collaborazione con la fondatrice di Biba. Pur rimanendo una serie limitata, la collezione Coccinelle/Barbara Hulanicki ha inserito per la prima volta alcuni accessori come i cappelli, i teli mare,i beauty termici e altri oggetti innovativi afferma Mireia Lopez Montoya,direttore generale dell azienda di pelletteria che fa capo ad Antichi Pellettieri,controllata di Mariella Burani Fashion Group,che lo scorso anno ha realizzato un giro d affari di circa 60 milioni di euro. Già alla fine del 2009 saranno 68 i negozi monobrand,dei quali 14 diretti. Duccio Campagnoli Ammortizzatori sociali in deroga anche per i lavoratori dell artigianato.e il frutto di un accordo sottoscritto in Regione ER tra l assessore alle Attività produttive Duccio Campagnoli,i rappresentanti delle associazioni dell artigianato e le Segreterie CGIL-CISL-UIL dell Emilia- Romagna. E molto importante questa ulteriore conferma dell impegno di responsabilità sociale e di concertazione commenta l assessore Campagnoli - ribadito da associazioni artigiane e sindacati,nonostante il perdurare della crisi.con gli interventi definiti oggi,nei prossimi giorni daremo risposta a difficoltà che dal 1 gennaio hanno già riguardato oltre 1500 imprese e più di 6000 lavoratori.con questi accordi diamo corso a soluzioni originali e innovative. Patrizio Colombarini Taranto,la costituzione di questi nuovi patrimoni destinati prosegue quelle azioni strategiche indirizzate alla crescita ed allo sviluppo per linee esterne che la società intende perseguire anche attraverso il ricorso a questo strumento, Barbara Hulanicki Il Conad nel 2008 ha realizzato vendite per 8,7 miliardi Un bilancio grandi numeri Aggredire la congiuntura economica facendo sviluppo.e questa la strategia che ha consentito a Conad,la più grande organizzazione cooperativa di imprenditori indipendenti in Italia,di chiudere il bilancio 2008 con buoni risultati,presentati ieri a Bologna nel corso dell assemblea annuale. Molto più dei dati del bilancio racconta,però,quell universo di 5 milioni 343 mila famiglie di consumatori non occasionali che frequentano ogni giorno i punti di vendita associati presenti in comuni di tutte le regioni italiani e che rende le insegne Conad quelle con la più cosi come annunciato sin dalla data della quotazione nel relativo Prospetto di quotazione. In Borsa Monti Ascensori evidenzia una performance a 1 Mese in aumento del 7,56 % e viaggia verso il valore di 1 euro per azione. alta frequenza d acquisto.merito anche dell impegno e della professionalità dei soci e degli oltre 35 mila collaboratori della rete di vendita,oltre che di scelte rivelatesi vincenti.il giro d affari a fine 2008 si è attestato a 8,757 miliardi di euro,in crescita del 6,74 per cento rispetto all anno precedente,e la quota di mercato al 9,4 per cento.valori che, sommati a quelli dell associata Rewe Italia e di Interdis,portano ad un giro d affari complessivo di 16,189 miliardi di euro e ad una quota di mercato del 17,3 per cento.il patrimonio netto aggregato ha superato il valore di un miliardo di euro. GDO Il bilancio 2008 della SIGMA Vendite a 2,85 miliardi che valgono un + 9,5% SIGMA,Società Italiana Gruppi Mercantili Associati (Confcooperative) ha chiuso il 2008 con un fatturato alle vendite di 2,85 miliardi (+9,5% sul 2007) sviluppato in oltre punti vendita in Italia.Un bilancio che garatisce un ristorno ai soci in aumento del 63% rispetto al Sigma ha accentuato gli investimenti a favore del rapporto qualità-convenienza,assicurando prezzi contenuti soprattutto con l offerta dei prodotti a marchio,che registrano un aumento delle vendite del 10% e che vengono acquistati da quasi il 90% dei clienti,grazie al risparmio medio del 30% che offrono rispetto ai prodotti di marca referenze arricchite nel 2008 dalla Linea Premium top di gamma Scelto,che propone esclusive specialità regionali,prodotti enogastronomici da tutto il mondo,prodotti biologici e solidali.ma anche in ambito di strategie,l insegna si muove bene rinnovando per il prossimo quinquennio la partnership avviata nel 2004 con Coop Italia nell ambito di Centrale Italiana,con lo scopo di ampliarne i contenuti e le aree di collaborazione.una grande vitalità,che si esprime anche attraverso l attività di sviluppo e allargamento della base sociale.dopo l ingresso di Prime SRL (FR) del 2008 è entrata Cedis Izzi SPA,che opera nel basso Lazio con oltre 20 punti vendita di proprietà,un cash & carry e circa 60 affiliati.a consolidare la crescita l apertura,nel primo semestre di 70 nuovi punti vendita di cui 43 con caratteristiche di supermercati e 27 superette,per un acquisizione di superficie pari a 40 mila metri quadrati.l obiettivo è l apertura di 100 nuovi punti vendita nel corso del 2009 con un aumento di superficie di 60 mila metri quadrati.positivi anche i risultati della nuova formula dei convenience store a insegna Superday. Sigma,gruppo nato nel 1962,conta 13 Centri Distributivi soci sul territorio nazionale.la sua rete di vendita negozi di vicinato,400 tra supermercati e convenience,500 superette,15 superstore,82 discount e 13 cash & carry realizza una quota di mercato nazionale superiore al 7% per i negozi tra i 400 e i 799 metri quadrati. La cooperativa bolognese Saca Oltre 10 milioni di Km. per muovere l Emilia Oltre 10 milioni di chilometri di servizi erogati per il Trasporto Pubblico Locale e un fatturato superiore ai 32 milioni, aumentato di circa il 10% rispetto all anno precedente. E' positivo il bilancio 2008 della cooperativa bolognese Saca (trasporto delle persone e delle merci). Fondata nel 1972 da nove soci e aderente a Confcooperative, l azienda bolognese, che opera anche nelle province di Modena, Reggio Emilia, Mantova, Genova e La Spezia, conta oggi 204 soci ed oltre 350 dipendenti come nel Acquisita la Sima Impianti di Treviso L Operosa punta al vero Global Service nazionale L Operosa di Bologna, cooperativa che conta oltre 2000 dipendenti, ha acquisito Sima Impianti di Preganziol (Treviso) creando un polo specializzato nel global service e facility management. L'operazione è stata realizzata con il supporto di Scouting Spa, società di consulenza finanziaria e di Emil Banca (BCC). Sima Impianti fattura 20 milioni con 170 dipendenti. E' nata nel 1985 dall esperienza di Silvano Martin nel settore dell impiantistica e del facility management. "L Operosa e Sima impianti - spiega Claudio Pozzi, presidente di L Operosa - intendono attivare importanti sinergie e operazioni di cross-selling, per incrementare l offerta ai loro clienti ed ampliare la loro offerta di servizi sui rispettivi clienti tra i quali troviamo il Ministero delle Infrastrutture e quello della Difesa, Poste Italiane,Telecom,Terna". Questa è la dimostrazione che la nostra banca è attrezzata per sostenere le piccole e medie imprese locali anche attraverso operazioni di finanza straordinaria commenta il direttore generale di Emil Banca, Daniele Ravaglia.

19 20 MERCOLEDÌ 1 LUGLIO 2009 L INFORMAZIONE il Domani

20 L INFORMAZIONE il Domani BORSA MERCOLEDÌ 1 LUGLIO MERCATI FINANZIARI AZIONI Titolo Prezzo di Variazione Variazione riferimento giornaliera 1 anno A ACEA 8,69 0,17-9,81 ACEGAS-APS 4, ,39 ACOTEL GROUP 61,45-0,41 55,14 ACQUE POTABILI 1,568 1,82 40,5 ACSM 1,185 7,73 28,8 ACTELIOS 3,75 0,13 22,95 AEDES 0,6405-0,47 47,92 AEFFE 0,563 0,54-15,47 AEGON 4,3375 1,05-0,23 AEROPORTO DI FIRENZE 14,94-0,4-13,89 AHOLD KON 8,1-1 AICON 0,3305-2,65-14,16 ALCATEL-LUCENT 1,775 0,17 16,93 ALERION 0,498-0,1 23,57 ALLEANZA 4,8875 0,05-15,51 ALLIANZ 66 0,9-11,29 AMPLIFON 2,48-2,55 199,52 ANSALDO STS 13,12 0,38 30,94 ANTICHI PELLETTIERI 0,95 2,7-66,19 APULIA PRONTOP 0,464-1,07 47,3 ARENA 0,0616-1,44 96,81 ARKIMEDICA 0,92-3,06-17,86 ASCOPIAVE 1,517-0,65 2,85 ASTALDI 4,9 0,26 24,05 ATLANTIA 14,4 2,06 9,92 AUTOGRILL 6,005 0,5 11,82 AUTOS MERIDIONALI 14-2,71 66,77 AUTOSTR TO-MI 7,19 3,01 31,68 AXA 13,57-2,58-10,49 AZIMUT 6,755-4,79 78 A2A 1,299-0,08 2,2 B B CARIGE 1,955-1,36 15 B CARIGE RSP 2,705-1,55 35,93 B DESIO BRIA RSP 4,39 3,54 3,84 B DESIO E BRIANZA 4,45 4,71-3,63 B IFIS 7,73 0,13 25,59 B INTERMOBILIARE 3,155-0,63 12,68 B ITALEASE 1,47 0,68-33,71 B M.PASCHI SIENA 1,151 4,54-24,57 B P DI SONDRIO 5,97-0,5-8,58 B P EMILIA ROMAGNA 9,42-1,88-3,88 B POP ETRURIA E LAZIO 4,835 1,84 20,88 B POP MILANO 4,245 2,97 1,49 B POP SPOLETO 4,95-0,7-1,36 B PROFILO 1,014-1,55 111,69 B SANTANDER 8,545-2,06 30,26 B SARDEGNA RSP 9,67-1,18 20,88 BANCA GENERALI 5,95 1,97 114,8 BANCO POPOLARE 5,32 5,66 7,47 BASF 28,41-2,34 1,46 BASICNET 1,54 2,67 36,77 BASTOGI 2,35 12,57 58,89 BAYER 38,15-1,17-6,68 BB BIOTECH 45,95 0,44 3,98 B&C SPEAKERS 2,24 0,67-13,43 BCA FINNAT 0,517-0,77 2,17 BEE TEAM 1,043 0,38 5,83 BEGHELLI 0,73-0,68 43,14 BENETTON 6,26-2,19 2,62 BENI STABILI 0,5585-2,1 12,83 BEST UNION COMPANY 1,675-0,89-7,97 BIALETTI INDUSTRIE 0,78-1,27 193,79 BIANCAMANO 1,205-1,47-33,06 BIESSE 4,805-1,94 24,56 BIOERA 2,09-1,42-42,9 BMW 27,05-20,87 BNP PARIBAS 46,5-2,06 56,2 BOERO ,01 BOLZONI 1,7-2,19-7,51 BON FERRARESI 40,05-0,62 38,39 BORGOSESIA 1,39-20,35 BORGOSESIA RSP 1,242 1,31-2,05 BOUTY HEALTHCARE 0,55 5,57-42,11 BREMBO 4,19-11,44 BRIOSCHI 0,1855 1,92-5,6 BULGARI 3,81-2,06-13,75 BUONGIORNO 0,7735-1,46 26,8 BUZZI UNICEM 10,07-0,79-13,04 BUZZI UNICEM RSP 5,71 1,87-13,09 C CAD IT 4,65-0,32 2,83 CAIRO COMMUNICATION 1,899-3,26 1,2 CALEFFI 1,1 1,57-7,17 CALTAGIRONE 2,47-1,59 1,02 CALTAGIRONE EDITORE 1,72-1,43-21,91 CAMFIN 0,285-1,38 4,2 CAPE LIVE 0,388-2,14-13,78 CARRARO 2,89 1,94 20,42 CARREFOUR 31,47-14,64 CATTOLICA ASSICURAZIONI 23,97-1,52-4,58 CDC 1,51 1,34 51 CELL THERAPEUTICS 1,2-2, ,64 CEMBRE 3,8775 1,57 17,41 CEMENTIR HOLDING 2,72 0,55 9,68 CENTRALE DEL LATTE TO 2,15 1,06 1,42 CHL 0,251-1,76 32,04 CIA 0,326-4,12 48,18 CICCOLELLA 1,12-0,53 53,01 CIR 1,167 3,55 60,08 CLASS EDITORI 0,67-0,07-2,55 COBRA 1,502-1,57-34,84 COFIDE 0, ,73 COGEME SET 0,9705-0,26-23,52 CONAFI PRESTITO 0,81 3,85 16,46 CR ARTIGIANO 1,885 3,91-4,94 CR BERGAMASCO 25,1 1,62 6,18 CR VALTELLINESE 6,45 0,78-7,92 CREDEM 3,42 1,63-7,75 CREDIT AGRICOLE 8,89-3,68 12,96 CRESPI 0,279 6,29-26,48 CSP INTERNATIONAL 0,7705 0,06-4,7 D DADA 6,39 1,43-5,61 DAIMLER 25,8-0,19-2,9 DAMIANI 1,16 0,87 39,84 D AMICO 1,306 1,24 1,4 DANIELI & C 12-59,26 DANIELI & C RSP 6,56-3,17 50,46 DANONE 35,15-2,12-14,09 DATALOGIC 3,91 0,64-18,16 DAVIDE CAMPARI 5,705-1,47 18,85 DEA CAPITAL 1,438-1,51 7,88 DE LONGHI 2,04 1,75 41,67 DEUTSCHE BANK 43,35-3,02 54,82 DEUTSCHE TELEKOM 8,4-0,36-26,96 DIASORIN 17,71-1,61 24,19 DIGITAL BROS 2,19-0,45-17,05 DMAIL GROUP 5,665 0,09 59,02 DMT 8,17 2,9-33,31 E EDISON 1,024 0,29 14,41 EDISON RSP 1,18-0,67 1,72 EEMS 1,33-4,32 17,18 EL EN 9, ,45 ELICA 1,26-0,79 51,81 EMAK 3, ,58 ENEL 3,47-1,35-12,96 ENERVIT 1, ,69 ENGINEERING 21,05 2,18 41,47 ENI 16,85 0,06 0,66 ENIA 5,065 3,31 40,03 E.ON 25, ,9 ERG 9,86 0,72 15,86 ERG RENEW 0,886-1,56 36,31 ERGYCAPITAL 0,616 2,67 62,11 ESPRESSO 1,013-3,43-12,52 ESPRINET 6,42-3,46 95,88 EUROFLY 0,18 0,56 49,13 EUROTECH 2,98-1,57 18,25 EUTELIA 0,6395-1,08 114,6 EVEREL GROUP 0, ,37 EXOR 10,26 1,08 50,44 EXOR PRV 6 0,84 23,97 EXOR RSP 7,78 0,84 24,97 EXPRIVIA 1,072 1,23 24,72 F FASTWEB 16,66 1,15-19,79 FIAT 7,16 0,14 55,99 FIAT P 4,3975 0,86 80,23 FIAT RSP 4,365 0,11 53,28 FIDIA 4,895 0,46 73,58 FIERA MILANO 4,9025-3,11 15,35 FILATURA DI POLLONE 0,389-2,75-15,43 FINARTE CASA D ASTE 0,182 1,62 2,19 FINMECCANICA 10,03-0,2-7,9 FMR ART E 4,84 7,56 21 FNM 0,579 1,58 18,16 FONDIARIA SAI 11,47 1,33-10,39 FONDIARIA SAI RSP 7,255 1,19-3,86 FORTIS 2,3925 0,42 159,63 FRANCE TELECOM SA 16,26-0,91-17,29 FULLSIX 1,43 0,7-24,86 G GABETTI 0,9-1,85-9,91 GAS PLUS 7,5 0,2-1,83 GDF SUEZ 26, ,75 GEFRAN 2,215 0,68-25,23 GEMINA 0,5245 0,87 42,92 GEMINA RSP 1,95-4,88 227,51 GENERALI 14,81-0,13-24,01 GEOX 5,085-0,1 16,49 GEWISS 2,89 0,61 11,15 GRANITIFIANDRE 2,565 0,39-22,27 GREENVISION 10,05-10,27-55,73 GRUPPO COIN 3,5-59,82 GRUPPO MINERALI MAFFEI 3,5 0,07-51,72 H Dati pervenuti alle ore: Titolo Prezzo di Variazione Variazione riferimento giornaliera 1 anno HERA 1,733 0,64 13,27 I I GRANDI VIAGGI 0,9725 1,3 31,6 IGD 1,243-2,28 18,95 IL SOLE 24 ORE 2,17-0,8-4,41 IMA 12,51-1,88-5,66 IMMSI 0,851-1,05 22,36 IMPREGILO 2,4775 0,1 23,26 IMPREGILO RSP 9,1-47,72 INDESIT 3,64 0,55-15,15 INDESIT RSP 6,19-40,05 ING GROEP 7,15-1,38 1,78 INTEK 0,285-0,35 8,86 INTEK R 0,72-2,7 14,34 INTERPUMP 3,45-1,71-20,69 INTESA SANPAOLO 2,295-0,86-9,56 INTESA SANPAOLO RSP 1,756 0,4-2,71 INVEST E SVILUPPO 0,0845-1,52 3,05 INVEST SVILUPPO MED 0,67 5,51-31,63 IPI 1, IRCE 1,6-3,96 9,59 IRIDE 1,23 1,57 40,94 ISAGRO 4,0225-2,37 57,13 IT HOLDING 0, ,53 IT WAY 3, ,92 ITALCEMENTI 8,135-1,33-9,46 ITALCEMENTI RSP 4,185 1,64-14,59 ITALMOBILIARE 23,98 2,43-15,83 ITALMOBILIARE RSP 15,36-2,1-20,66 IW BANK 1,808-1,53-18,65 J JUVENTUS FC 0,8135-1,39 6,76 K KERSELF 8,725-0,63-12,75 KINEXIA 1,987 2,69 0,4 KME GROUP 0,5055-3,53 13,85 KME GROUP RSP 0,7965-3,22 15,52 K.R.ENERGY 0, ,59 L LA DORIA 1,89 1,67 80,86 LANDI RENZO 3,195-2,14-2,29 LAZIO S.S. 0,349 2,65 8,05 L OREAL 53, ,62 LOTTOMATICA 13,73-0,51-21,99 LUXOTTICA GROUP 14,89-0,13 17,52 LVMH 55,59 0,8 20,77 M MAIRE TECNIMONT 2, ,02 MANAGEMENT E C 0,7 0,29 53,01 MARCOLIN 1,516-0,85 49,07 MARIELLA BURANI F.G. 2,9625-0,42-70,84 MARR 5,5-0,54 1,85 MEDIACONTECH 2,84 2,16 36,41 MEDIASET 3,9925-0,13 7,41 MEDIOBANCA 8,485 0,95 17,6 MEDIOLANUM 3,8 1 25,41 MEDITERRANEA ACQUE 1,98-0,5-8,33 MID INDUSTRY CAPITAL 15,7-4,67 MILANO ASS 2,365-0,11 14,86 MILANO ASS RSP 2,2525-2,07 7,99 MIRATO 4,31-1,65-5,79 MITTEL 2,71 0,37-7,51 MOLMED 1,346-0,3 26,15 MONDADORI 2,7525-1,61-20,96 MONDO HE 0,1999 2,51-42,47 MONDO TV 7,59 0,2 131,93 MONRIF 0,4205-1,87-5,51 MONTEFIBRE 0,1923-3,66-12,59 MONTEFIBRE RSP 0,2715-1,27 17,89 MONTI ASCENSORI 0,9365-2,75-10,38 MUNICH RE 97,15-0,66-9,21 MUTUIONLINE 4,27-1,39 55,27 N NICE 2,5-2,91 42,86 NOEMALIFE 5,25 2,94-11,02 NOKIA CORPORATION 10,61-1,49-2,48 NOVA RE 1, ,41 O OLIDATA 0,496-0,7 52,15 OMNIA NETWORK 0, ,61 P PANARIAGROUP 1,429 3,93-36,49 PARMALAT 1,719 0,12 47,55 PERMASTEELISA 12,13-0,25 24,41 PHILIPS ,07 PIAGGIO 1,43-2,72 13,49 PIERREL 5-1,06 PININFARINA 3, ,97 PIQUADRO 0,8995-0,06 21,55 PIRELLI E C. 0,2494-0,83-5,17 PIRELLI E C. RSP 0,2685 2,29-0,19 PIRELLI REAL ESTATE 0, ,11 28,62 POLIGRAFICA S.FAUSTINO 13,4-0,37 48,89 POLIGRAFICI 0,39-2,38 3,04 POLTRONA FRAU 0,812-2,99 6,84 PPR 62,22-37,53 PRAMAC 1,033-1,62-33,35 PREMAFIN 0,92 0,55-27,27 PREMUDA 0, ,39 PRIMA INDUSTRIE 8,88-1,88-5,28 PRYSMIAN 10,71 1,04-3,51 R RATTI 0,4085-3,31 46,42 RCF GROUP 0,885-2,75-11,14 RCS MEDIAGROUP 0,885-1,67-8,95 RCS MEDIAGROUP RSP 0,58-0,51-12,51 RDB 2,75 5,77 28,5 REALTY VAILOG 1,8 2,27 29,12 RECORDATI 4,405 2,98 13,97 RENAULT 26,4 1,62 50,94 RENO DE MEDICI 0,1954-1,26 30,27 REPLY 14,35-1,37-12,12 RETELIT 0,506-0,98 49,7 RGI 1,98-0,15 16,47 RICCHETTI 0,682-0,58-31,73 RICHARD GINORI ,1052-6,82-74,47 RISANAMENTO 0,36-1,23-15,89 ROMA A.S. 1,179 6,5 94,88 ROSSS 0,615 11,41 22,75 RWE 56,09-1,32-12,36 S SABAF 15,65 1,1 4,33 SADI SERVIZI INDUSTR 0,6865 1,63 18,36 SAES GETTERS 6,265-1,34 14,49 SAES GETTERS RSP 4,775-0,73 1,65 SAFILO GROUP 0,4425 1,96-26,56 SAIPEM 17,34-0,46 46,7 SAIPEM RCV 18-7,02 SANOFI-AVENTIS 41,63-0,12-7,57 SAP 28,56-16,57 SARAS 2,03-1,58-15,42 SAT 10,13 3,68 17,79 SAVE 4,33-4,15 SCREEN SERVICE 0,755-0,66 71,59 SEAT PAGINE GIALLE 0,1633-1,21-65,46 SEAT PAGINE GIALLE RSP 1, ,8 SERVIZI ITALIA 4,4 0,46 12,82 SIAS 4,94 2,92 11,26 SIEMENS 49,26-2,55-13,58 SIRT OPA SNAI 3,025 2,54 40,7 SNAM RETE GAS 3,1275 1,05-3,69 SNIA 0,204 7,99 41,96 SOCIETE GENERALE 39,39-14,01 SOCOTHERM 1,38 1,85 6,15 SOGEFI 1,03-1,44-16,94 SOL 3,75-1,57 36,12 SOPAF 0,1606 0,56-10,23 SORIN 0,8855-3,91 89,41 STEFANEL 0,4005 0,38 2,69 STEFANEL RSP 2, ,64 STMICROELECTRONICS 5,335-0,84 16,87 T TAMBURI 1,246 3,23-14,66 TAS 15,15-12,64 TELECOM ITALIA 0,985-0,81-14,35 TELECOM ITALIA RSP 0,6995 0,36-11,34 TELECOM ITALIA MEDIA 0,117-0,93 32,5 TELECOM ITALIA MEDIA RSP 0,12 8,11 36,36 TELEFONICA 16,41-2,03 13,17 TENARIS 9,685-1,68 33,31 TERNA 2,375 0,11 1,71 TERNIENERGIA 1,09 3,81-33,09 TISCALI 0,2915 0,17-58,3 TOD S 40,6 1,22 34,93 TOSCANA FINANZA 1,309 2,11 76,53 TOTAL 38,8-0,03-0,1 TREVI 8,285-0,12 12,49 TREVISAN COMETAL 0, ,37 TXT E-SOLUTIONS 6,99-0,29 20,52 U UBI BANCA 9,27-0,11-3,98 UNI LAND 1,032 0,29 61,25 UNICREDIT 1,795-0,66 21,63 UNICREDIT RSP 2,87 0,7 48,2 UNILEVER 17,34-1,37 0,23 UNIPOL 0,8345 2,39-23,09 UNIPOL P 0,554 1,19-27,91 V VALSOIA 3,15-2,17 35,78 VIAGGI DEL VENTAGLIO 0,126-4,26-42,73 VIANINI INDUSTRIA 1,498-0,13-2,09 VIANINI LAVORI 4,18-0,83 4,5 VITTORIA ASS 4,48 6,16 16,89 VIVENDI 17,17-1,15-25,09 Y YORKVILLE BHN 0, ,82 Z ZIGNAGO VETRO 3,39-0,29-0,29 ZUCCHI 0,43 1,42-32,81 ZUCCHI RSP 1, PARMA Titolo Prezzo Variazione giornaliera BUONGIORNO 0,7735-1,46 ENIA 5,065 3,31 GAS PLUS 7,5 0,2 PARMALAT 1,719 0,12 RAFFAELE CARUSO 15,7 - SERVIZI ITALIA 4,4 0,46 REGGIO Titolo Prezzo Variazione giornaliera ANTICHI PELLETTIERI 0,95 2,7 ARKIMEDICA 0,92-3,06 BIOERA 2,09-1,42 CENTRO SERV METALLI 3,72 - CREDEM 3,42 1,63 EMAK 3,42 - GRANITIFIANDRE 2,565 0,39 GREENVISION 10,05-10,27 INTERPUMP 3,45-1,71 KERSELF 8,725-0,63 LANDI RENZO 3,195-2,14 MARIELLA BURANI 2,9625-0,42 RCF GROUP 0,885-2,75 MODENA Titolo Prezzo Variazione giornaliera B P EMILIA ROMAGNA 9,42-1,88 RICCHETTI 0,682-0,58 MARR 5,5-0,54 PANARIAGROUP 1,429 3,93 CAMBI EUROSTOXX 50 BOLOGNA Titolo Prezzo Variazione giornaliera A piazza Affari il Ftse Mib e il Ftse Italia Mid Cap hanno chiuso in calo rispettivamente dello 0,173% a punti e dello 0,18 a punti. Male anche il Cac 40 (-1,67%), il Dax (- 1,56%) e il Ftse 100 (-1,04%). Tra i titoli bancari in evidenza B.Popolare (+5,66%), su cui Hsbc ha alzato il rating a neutral da underweight. Molto bene anche B.Mps (+4,54%), che ha beneficiato dell upgrade di Hsbc, e B.P.Milano (+2,97%). In rosso invece Unicredit (-0,664%), Ubi B. (-0,108%) e Intesa Sanpaolo (-0,864%). In ordine sparso i petroliferi. In calo Saipem (-0,459% a 17,34 euro), il cui prezzo, nel corso degli scambi, e giunto a ridosso della resistenza a 17,8 euro. Un trader interpellato da Mf-Dow Jones, ritiene che solo una chiusura sopra tale soglia avrebbe aperto il campo a RIBOR - EURIBOR 360/ /365 1 SETT M M M M M M M M M M M M VALORE 1 euro VALORE 1 euro DOLLARO USA 1,4134 STERLINA INGLESE 0,8521 FRANCO SVIZZERO 1,5265 YEN GIAPPONESE 135,51 CORONA DANESE 7,447 CORONA SVEDESE 10,8125 CORONA NORVEGESE 9,018 CORONA CECA 25,882 BEGHELLI 0,73-0,68 BEST UNION COMP. 1,675-0,89 DATALOGIC 3,91 0,64 FMR ARTE 4,84 7,56 HERA 1,733 0,64 IGD 1,243-2,28 IMA 12,51-1,88 MONTI ASCENSORI 0,9365-2,75 Chiusura in rosso a Piazza Affari FIORINO UNGHERESE 271,55 ZLOTY POLACCO 4,452 CORONA ESTONE 15,6466 DOLLARO CANADESI 1,6275 DOLLARO N ZELANDA 2,1656 DOLLARO AUSTRALIANO 1,7359 RAND SUDAFRICANO 10,8853 (IN EURO) PREZZO VAR. (IN EURO) PREZZO VAR. (IN EURO) PREZZO VAR. AEGON 4,383 0,3 ENI 16,85 0,06 RWE 56,09-1,48 AIR LIQUIDE 65,11-2,6 E.ON 25,22-2,44 SAINT-GOBAIN 23,825-2,34 ALLIANZ 65,63 0,46 FORTIS (NL) EO-24 1,493 - SANOFI-AVENTIS 41,87 1,01 ALSTOM 42,055-0,78 FRANCE TELECOM 16,16-1,82 ARCELORMITTAL 23,39-2,54 SAP AG ST O.N. 28,67-0,38 GDF SUEZ 26,54-1,41 AXA 13,39-3,81 SCHNEIDER ELECTRIC 54,3-1,58 GENERALI 14,81-0,13 BASF 28,33-2,71 GROUPE DANONE 35,18-1,9 SIEMENS 49,16-2,48 BAYER 38,22-0,8 IBERDROLA 5,78-0,52 SOCIETE GENERALE A 38,885-2,32 BBV ARGENTARIA 8,94-1 ING GROEP CERT. 7,172-1,16 TELECOM ITALIA 0,985-0,81 BNP PARIBAS 46,25-2,58 INTESA SANPAOLO 2,295-0,86 B.SANTA. CENTRAL HISP. 8,56-0,47 TELEFONICA, S.A. 16,12-0,8 CARREFOUR 30,42-3,04 KON PHILIPS ELECT 13,125-1,17 TOTAL 38,48-1,26 CREDIT AGRICOLE 8,876-3,94 LVMH MOET HENNESSY 54,4-2,16 UNICREDIT 1,795-0,66 DAIMLER AG 25,78-2,05 MUENCH.RUECKVERS 96,19-0,89 UNILEVER 17,165-2,42 DEUTSCHE BANK 43,195-2,87 NOKIA CORP 10,44-2,88 DEUTSCHE BOERSE NA 55,28-1,55 OREAL 53,275-1,52 VINCI 31,985-2,68 DT.TELEKOM 8,4-0,41 RENAULT 26,17 0,11 VIVENDI 17,035-2,1 ENEL 3,47-1,35 REPSOL 15,94-1,42 VOLKSWAGEN 241,14-4 Titolo Prezzo Variazione giornaliera MONRIF 0,4205-1,87 NOEMALIFE 5,25 2,94 PIQUADRO 0,8995-0,06 POLIGRA. EDITORIALE 0,39-2,38 UNI LAND 1,032 0,29 UNIPOL 0,8345 2,39 VALSOIA 3,15-2,17 un ulteriore apprezzamento con target i massimi annuali a 19,75 euro. in rosso anche Tenaris (-1,68%), mentre resistono in territorio positivo Eni (+0,0594%) ed Erg (+0,715%). Contrastato il comparto industriale. In rialzo Impregilo (+0,101%), che ha finalizzato oggi 3 contratti per la progettazione e realizzazione di lavori infrastrutturali e di opere di urbanizzazione nelle citta di Tripoli e Misurata dal valore complessivo di circa 360 mln. In nero anche Fiat (+0,14%) e Prysmian (+1,04%), che ha confermato di aver avviato le discussioni preliminari con l olandese Draka per valutare una fusione per incorporazione delle due societa. Male invece Pirelli & C. (-0,835%), Finmeccanica (-0,199%). Tra le altre in evidenza Rosss (+11,41%), spinto dalla decisione dell assemblea di autorizzare il Cda ad avviare un programma di acquisto di azioni proprie. Bene anche Tiscali (+0,172%), a cui la commissione europea ha dato il via libera alla cessione a Carphone Warehouse degli asset Uk dell isp sardo. Un analista ha definito la cessione fondamentale per la sopravvivenza del gruppo che altrimenti sarebbe fallito. Un euro vale 1,4134 h $ Un dollaro vale 0,7075 x INDICI ITALIANI G ,29 G ,54 G 9.916,08 G ,12 FTSE ITA ALL SHARE -0,18% FTSEITA MID CAP -0,21% FTSE ITALIA STAR -0,29% FTSE MIB -0,17% INDICI MONDIALI G G G G A G G DOW JONES -1,28% New York 8.420,1 NASDAQ -0,82% New York 1.471,67 FTSE -1,04% Londra 4.249,21 DAX -1,43% Francoforte 2.408,4 NIKKEI 1,79% Tokyo 9.958,44 CAC40-1,67% Parigi 3.140,44 EUROSTOXX -1,22% 2.098,28

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola MILENA GABANELLI IN STUDIO Buonasera, l inchiesta di oggi è dedicata al centro unico di spesa di tutti gli uffici pubblici: se invece di comprare una sedia ne compro mille

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

Sciopero a Oriocenter per apertura fino a mezzanotte

Sciopero a Oriocenter per apertura fino a mezzanotte Sciopero a Oriocenter per apertura fino a mezzanotte BERGAMO / L Oriocenter, centro commerciale a Bergamo, prolungherà grazie agli effetti della manovra Monti il suo orario di apertura fino a mezzanotte

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014 RASSEGNA STAMPA Sabato, Il Sole 24 Ore 1 Partecipate avanti, sanità alt La Repubblica 1 Fecondazione eterologa via libera in Liguria Cerchiamo donatori ticket in base al reddito Il Secolo XIX 1 Eterologa,

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società Modena Calcio - rappresentanze di tifosi UISP Modena Progetto Ultrà

Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società Modena Calcio - rappresentanze di tifosi UISP Modena Progetto Ultrà Progetto/azione Il tifoso protagonista della sicurezza Responsabilità Gabinetto del Sindaco Politiche per la Sicurezza Urbana Soggetti coinvolti Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA INTERVENTO DEL DR ANDREA MAZZEO PRESENTAZIONE Il mio compito è quello di parlarvi

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice.

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice. Primo maggio, festa dei lavoratori, il Carrefour di Lucca rimane aperto. Abbiamo colto l occasione per intervistare una lavoratrice del supermercato e approfondire altri argomenti, tra cui la recente decisione

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 01/10/2015 Gazzetta di Modena Pagina 15 Da oggi fermi anche gli Euro 3 E i vigili fanno i "dissuasori" 1 01/10/2015 Il Resto

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Unità 15. Muoversi nel territorio. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2. In questa unità imparerai:

Unità 15. Muoversi nel territorio. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2. In questa unità imparerai: Unità 15 Muoversi nel territorio In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sui servizi relativi al trasporto urbano parole relative all uso dei trasporti urbani ed agli strumenti

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa 22 novembre 2010 Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009 Sintesi per la stampa La diffusione dei reati: al Sud più rapine, scippi, minacce, furti di veicoli, al Centro-Nord più furti

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

IL MERCATO DELL AUTO OLTRE LA METÀ DEL GUADO

IL MERCATO DELL AUTO OLTRE LA METÀ DEL GUADO TAVOLA ROTONDA IL MERCATO DELL AUTO OLTRE LA METÀ DEL GUADO Palazzo Altieri - Sede di rappresentanza del Banco Popolare Traccia dell introduzione di Gian Primo Quagliano, Presidente Centro Studi Promotor

Dettagli

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI.

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI. CONAPO "nella nostra autonomia la Vostra sicurezza" Sezione Provinciale PAVIA email : conapo.pavia@conapo.it uuu SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione.

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione. Prologo Cardinale Lorenzo detto u tuzz cioè «la testata» era un rapinatore, specializzato in banche e uffici postali. Lui e i suoi complici avevano una tecnica semplice e molto efficace: rubavano un auto

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA 12 aprile 2013 Indice rassegna - Gazzetta di Modena pag. / - Il Resto del Carlino pag. 16 - Prima Pagina pag. 7 - Modena Qui pag. / Sezione: Pianura Data:

Dettagli

Racconti visioni e libri per rospi da baciare

Racconti visioni e libri per rospi da baciare febbraio 2008 Cari bambini e ragazzi che verrete al festival chiamato AIUTO, STO CAMBIANDO! Racconti visioni e libri per rospi da baciare a Cagliari dall 8 all 11 ottobre 2009 NOTA: questa la lettera originale,

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Comune di Priolo Gargallo Corpo di Polizia Municipale

Comune di Priolo Gargallo Corpo di Polizia Municipale Alcune regole per evitare incidenti con i cani Calendario Storico 2015 L a ricorrenza dell ormai tradizionale calendario storico della Polizia Municipale è occasione preziosa per riflessioni meditate ed

Dettagli

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015)

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) Da circa otto mesi sto svolgendo un percorso di letture ad alta

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Tommaso

Dettagli

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Le parlamentari di Fli e Pdl propongono di modificare le aggravanti dell'omicidio quando la violenza nasce da un atteggiamento discriminatorio".

Dettagli

COMUNICATO ASS. IL CERCAPADRONE ONLUS: SUL CASO DOGMAR, LA NOSTRA POSIZIONE ALDILA DELLE MENZOGNE E DEI SENTITO DIRE.

COMUNICATO ASS. IL CERCAPADRONE ONLUS: SUL CASO DOGMAR, LA NOSTRA POSIZIONE ALDILA DELLE MENZOGNE E DEI SENTITO DIRE. COMUNICATO ASS. IL CERCAPADRONE ONLUS: SUL CASO DOGMAR, LA NOSTRA POSIZIONE ALDILA DELLE MENZOGNE E DEI SENTITO DIRE. La scrivente associazione, tramite il lavoro dei propri volontari locali, si interessa

Dettagli

I.C LERCARA FRIDDI - CASTRONOVO

I.C LERCARA FRIDDI - CASTRONOVO I.C LERCARA FRIDDI - CASTRONOVO Elaborazione e presentazione dei risultati del QUESTIONARIO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA PER GLI STUDENTI DELLE CLASSI V PRIMARIA E II A-II B SECONDARIA I GRADO A.S. 2012/2013

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE FEBBRAIO 2014 ANNO III N. 7 SCUOLA PRIMARIA STATALE DI GRANTORTO AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE Questo numero parla di un argomento un po scottante : IL BULLISMO! I PROTAGONISTI LA VITTIMA Nel mese

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

Uscire dalla violenza si può. Centro Antiviolenza. Thamaia. Guida per le donne che subiscono violenza

Uscire dalla violenza si può. Centro Antiviolenza. Thamaia. Guida per le donne che subiscono violenza Uscire dalla violenza si può Centro Antiviolenza Thamaia Guida per le donne che subiscono violenza SUCCEDE ANCHE A TE? Ti dice continuamente che è tutto suo perchè è lui che guadagna i soldi? Devi giustificare

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 Politica locale 23/01/2015 La Repubblica (ed. Bologna) Pagina 7 SILVIA BIGNAMI Riforme, i renziani ai dissidenti Pd:

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 4 L' industria riparte ad ottobre 1 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 10 «Conad cresce,

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

Il caso Donna seguita dai servizi sociali trovata morta in via Santa Caterina

Il caso Donna seguita dai servizi sociali trovata morta in via Santa Caterina PAG. XI Il caso Donna seguita dai servizi sociali trovata morta in via Santa Caterina UNA donna di 56 anni è stata trovata morta ieri sera nella sua abitazione di via Santa Caterina 39. E.G. era afflitta

Dettagli

LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE Che cos è, quanto è diffusa, come si manifesta Che fare? Prevenzione e contrasto della violenza: le azioni realizzate e gli strumenti disponibili in Piemonte La violenza contro

Dettagli

Via Farini, 62-00185 Roma tel. 06 48903773/48903734 - fax +39 06 62276535 - coisp@coisp.it / www.coisp.it

Via Farini, 62-00185 Roma tel. 06 48903773/48903734 - fax +39 06 62276535 - coisp@coisp.it / www.coisp.it Via Farini, 62-00185 Roma tel. 06 48903773/48903734 - fax +39 06 62276535 - coisp@coisp.it / www.coisp.it COISP COORDINAMENTO PER L INDIPENDENZA SINDACALE DELLE FORZE DI POLIZIA @COISPpolizia Immigrazione,

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

LE PARI OPPORTUNITA. PARITÀ o MERITO? Convegno in Milano, 20 maggio 2011

LE PARI OPPORTUNITA. PARITÀ o MERITO? Convegno in Milano, 20 maggio 2011 La Rivista del Consiglio Le pari opportunità LE PARI OPPORTUNITA ` PARITÀ o MERITO? Convegno in Milano, 20 maggio 2011 Come ho già avuto occasione di segnalare con una mia breve riflessione pubblicata

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Relazione al bilancio 2012

Relazione al bilancio 2012 Relazione al bilancio 2012 L assemblea di oggi rappresenta una tappa importante sul cammino della nostra associazione in quanto segna un passaggio importante sulla sua esistenza e più ogni altro elemento

Dettagli

ALLA LIBERTA DI LICENZIAMENTO

ALLA LIBERTA DI LICENZIAMENTO Notiziario interno della Fisac/Cgil per gli esattoriali di Roma e del Lazio supplemento ad Informazioni-Fisac MAGGIO 2000 non sanno immaginare altro... il potere è questo... fare l unica cosa che si crede

Dettagli

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA INCHIESTA CASE SVALIGIATE: NUMERI DA BRIVIDO E DIFENDERSI È QUASI IMPOSSIBILE SONO ORGANIZZATI COME MILITARI: NESSUN ANTIFURTO LI FERMA. CONTRO DI LORO LA POLIZIA HA MESSO IN CAMPO SUPER TECNOLOGIE, MA

Dettagli

Cristina Volpi BANDITI IN AZIENDA. La nobile arte di sabotare gli altri rovinando se stessi

Cristina Volpi BANDITI IN AZIENDA. La nobile arte di sabotare gli altri rovinando se stessi Cristina Volpi BANDITI IN AZIENDA La nobile arte di sabotare gli altri rovinando se stessi INCENDI FRA CENTRO E PERIFERIA 6 «Visto i giornali di oggi?» esordì Marco Cantelli con i suoi due assistenti.

Dettagli

C È CHI DICE NO: RICARDO ANTONINI Di Giuliano Marrucci

C È CHI DICE NO: RICARDO ANTONINI Di Giuliano Marrucci C È CHI DICE NO: RICARDO ANTONINI Di Giuliano Marrucci Riccardo Antonini è un ferroviere e anche portavoce dell assemblea 29 giugno, nata dopo la strage di Viareggio, con lo scopo di contribuire alla ricerca

Dettagli

GIORGIO CIGNA - SEGRETARIO COMUNALE DI CAMUGNANO E CASTEL DI CASIO Sono Cigna Giorgio.

GIORGIO CIGNA - SEGRETARIO COMUNALE DI CAMUGNANO E CASTEL DI CASIO Sono Cigna Giorgio. CARI SEGRETARI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO Parliamo dei segretari comunali. tutti i comuni ne hanno uno. Ed è il dirigente più importante. Valuta la conformità dei provvedimenti amministrativi

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci

UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci MILENA IN STUDIO Per far ripartire la cantieristica da Agosto è stato tolta la tassa di possesso sulle barche fino a 14 metri e dimezzata quella fino a 20, proposta

Dettagli

1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE

1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE 1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE Si dicono un sacco di cose brutte sulle sigarette, ma la verità è che si fuma perché è piacevole. È piacevole aspirare il fumo con calma, è piacevole sentirlo impossessarsi dei

Dettagli

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese FORUM RIVISTA DELLA CNA DI EMILIA ROMAGNA MARCHE TOSCANA UMBRIA Le politiche femminili nelle regioni del centro nord Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese a cura di Paola Morini Responsabile

Dettagli

numero 43 dicembre 2014

numero 43 dicembre 2014 EDITORIALE Care Donatrici e cari Donatori, anche quest anno ci accingiamo a celebrare il Santo Natale e a chiudere un altro anno che abbiamo vissuto con qualche difficoltà ma anche mi auguro con tante

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 02/07/2015 Il Resto del Carlino Pagina 24 PEREGO ACHILLE Gli italiani tornano formichine Consumi, oggi parte il test dei saldi

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA 1/7 MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA La seduta inizia alle 15.50. Audizione della dottoressa Patrizia Rabatti, rappresentante della Camera di commercio di Firenze.

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale dalla PROVINCIA al nuovo ENTE di AREA VASTA Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale a cura della federazione del PD di Cremona La legge 56/2014: limiti, rischi

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli