Tutto quello che gli altri non vi dicono. interessante a questo. alle vicende di piazza Oberdan con i parcheggi previsti da un progetto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tutto quello che gli altri non vi dicono. interessante a questo. alle vicende di piazza Oberdan con i parcheggi previsti da un progetto"

Transcript

1 COPIE Febbraio 2008 distribuzione gratuita Via Lucca, 22 Tel Fax Tutto quello che gli altri non vi dicono Cos è IL NON LUOGO? E il posto dove non ci si trova a proprio agio, è la zona che attraversiamo senza fermarci, perché non offre conforto. Corso Buenos Aires e piazza Oberdan: importante realtà urbana da riqualificare Corso Buenos Aires subisce in negativo la logica dispersiva e degradante della realtà di piazzale Loreto, per cui, da luogo interessante della città diventa ogni giorno di più un non luogo. Uno spazio caratterizzato da una strategica posizione rispetto al cuore della città che sembra aver perduto la propria opportunità di essere valorizzato e qualificato nella naturale e potenziale vocazione spaziale. Dopo il necessario, ma ahimè modesto, ridisegno dello spazio di largo Argentina, è davvero credibile la sensazione che manchi una sufficiente visione urbana per ricrearne l aspettativa di luogo sociale. Non si tratta solo della mal distribuita schiera di paletti metallici che ne degradano la visibilità e inibiscono l uso, ma del modo con il quale sono state inserite panchine e fioriere, senza l attenzione di progettare lo spazio per le persone. Pare una semplice dotazione di oggetti di arredo distribuiti nei paraggi, di modesti gazebo metallici e tende il cui decoro è affidato ad uno spontaneismo arbitrario e imbarazzante. L immagine e la vivibilità di Milano costringono a considerazioni amare. La città del design e della moda non riesce a ritrovare il proprio stile, e dimostra una disaffezione verso il cittadino, che si sente privato dalla propria storica apprezzabile tradizione civica. Ponteggi su cui si alternano periodiche pubblicità vengono alzati su incroci viari interessanti, per mesi, per anni soprattutto per imporre ai cittadini immagini banali. Si domandano i cittadini: chissà quali importanti lavori si stanno svolgendo sulle facciate non visibili, accuratamente coperte da enormi pubblicità, i nostri amministratori sono davvero attenti? Su corso Buenos Aires, il più delle volte, non si riesce a camminare, si è costretti a fare ginkana tra i miseri stracci bianchi stesi a terra con i quali espongono la loro mercanzia i vu cumprà, o tra tavoli e ta- Obesità Sovrappeso Disturbi della nutrizione Sindromi metaboliche tel cell Dr. Vanni Bachini riceve su appuntamento mercoledì e venerdì dalle 15 alle 19 via Lazzaro Palazzi, 10-2 piano Solo i piccioni apprezzano questo squallido salottino volini di bar che occupano i marciapiedi. Nei giorni di sabato o domenica non si cammina, si rimbalza tra spinte e spintoni, in un disorientato confuso affollarsi di persone. Corso Buenos Aires è rimasto indietro; non sono state attuate iniziative che consentano il salto di qualità, che pure è nelle sue potenzialità, basterebbe una attenzione consapevole verso la città, averne cura. Corso Buenos Aires possiede una propria vocazione urbana tra residenza, servizi commerciali e sociali che tuttavia non viene monitorata, capita, né sviluppata con intelligenza, a favore di tutti. Si preferisce formulare programmi assurdi e campati in aria per poi arrivare a proporre progetti con scarso o negativo interesse pubblico. E interessante a questo proposito riferirsi alle vicende di piazza Oberdan con i parcheggi previsti da un progetto preoccupato solo di portare sotto terra un gran numero di auto, senza curarsi minimamente di valorizzare lo spazio pubblico di superficie. Ancora è utile citare i recenti progetti presentati e ritirati sul fantomatico recupero di quello spazio pubblico interessante, di fronte al palazzo della Provincia, sempre in piazza Oberdan, dove si proponeva di edificare dei volumi. E come se il senso della città appartenesse al passato, e il lavorare per il cittadino fosse solo una rogna... Non è più sufficiente! Il cittadino rimane la parte debole della città e troppo spesso non viene ascoltato. Quanti anni ci vogliono per riflettere sul Diurno di Piazza Oberdan e sui suoi spazi? Quali sono gli ostacoli che impediscono di compierne l attesa valorizzazione? Piazza Oberdan è la naturale organica conclusione di corso Buenos Aires e il suo potenziale valore spaziale ci informa del senso del luogo, ci introduce, come porta aperta storica e vitale, in quello che è ancora il centro della Arredo urbano da terzo mondo città. Recuperare la sua anima urbana servirebbe a restituire e valorizzare una importante zona, oltre che interessante qualità milanese della città. La Provincia di Milano che ha sede culturale in quello spazio ne avrebbe certamente goduto in duplice maniera se non fosse stato per l ingordigia di alcuni. Pare proprio che Milano faccia grande fatica ad avere una visione culturale sulla città: gli assessorati competenti forse mancano di un coordinamento che li porti a maturare una idea armonica tra residenzialità, servizi e spazio pubblico. Non si riesce a concepirla progettualmente. Ecco perché i luoghi nuovi spesso non hanno qualità e quelli storici sono destinati a degradarsi, se non cambierà la coscienza culturale di fondo, tra la materia della vivibilità del cittadino e il suo rapporto con la città. Corso Buenos Aires, ma non solo, prende, ogni giorno di più, connotati da casba di tipo euro - mediterraneo. Di fatto vengono appiattiti i suoi pregi di importante spazio urbano introduttivo al cuore della città. Per questo urge recuperare una visione il più possibile coordinata, ripensare i problemi che bloccano il civile e qualificato assetto organizzativo ed estetico - funzionale, che è in fondo anche la chiave di problemi relativi alla sicurezza in città. L affastellata anonima sequenza di vetrine e negozi senza alcuna organizzazione funzionale, estetico - logistica pone dei problemi tra spazi pubblici, privati e servizi, contribuendo a peggiorare e degradare l immagine complessiva del corso. Tutto viene fatto gravare sul ristretto spazio urbano dei marciapiedi esistenti, privi di aree di riferimento anche per la sosta razionale di auto. L invasione di ogni sorta di oggetti e tavolini, tende e ombrelloni, gazebo di varia natura declassa la qualità della funzione complessiva, e la città non pare in grado di curare la vivibilità. L integrazione tra attività di superficie, spazio pubblico e funzioni ubicate, dovrebbe avvenire secondo regole di indirizzo e controllo. L attuale consuetudine blanda, instaurata da chi ha la responsabilità del controllo, conduce a subire il degrado portandolo a consuetudine. Assai rilevante è inoltre la mancanza della convinzione che una adeguata lettura delle potenzialità urbanistiche di corso Buenos Aires e dei suoi spazi organici urbani porti ad individuare una specifica strategia di difesa nel decoro, che fa essere la città più sicura, ricettiva e più bella. Sul degrado di piazzale Loreto si è già scritto, e la risposta non può essere nell intervento superficiale di largo Argentina e le confuse affabulanti proposte su In attesa della neve per farci lo slalom? Farmacia Bacone via Carlo Matteucci, 4 sconti fino al 30% Farmaci a domicilio in tutta Milano tel piazzale Oberdan; occorre studiare soluzioni che assicurino la qualità delle aree pubbliche di protezione (non più solo dei marciapiedi) organicamente connesse al tessuto viario generale, per esempio reinventare gli accesi alla MM. Evolverli dal ruolo di rigide scure squallide gradinate, alla funzione di spazi di relazione gradevoli, artisticamente concepiti per gestire meglio quegli attuali strambi spazi esistenti. Studiare arredi integrati alle aree di destinazione oltre ad una adeguata pavimentazione dei marciapiedi. La riflessione funzionale sul recupero degli spazi urbani della città per essere capace di modellare la realtà alle esigenze attuali, deve poter essere svolta sui problemi reali e nei suoi punti strategici, con il coinvolgimento diretto dei cittadini verso una visione più aperta ed evoluta della città. Se i luoghi della città erano lo spazio della vita del cittadino o almeno lo spazio della cultura del cittadino, attraenti in un interscambio umano e sociale, arricchito di segni graditi e estetico-funzionali capaci di fungere da riferimento psicologico, ora scadono ai livelli di banalizzazione più incongrui. Non si rinnovano nella progressione storica; l interruzione è frutto nefasto dell egoismo che l uomo di oggi porta con sé e che si riflette nella nostra città... fatalmente! Per quale assurdo motivo si lascia squalificare lo spazio di corso Buenos Aires? Concentrandolo su brutti e ristretti passaggi pedonali, eccentuerà sempre di più lo stato di brutto e provinciale stradone di provincia. E così anche piazza Oberdan, attualmente svilita nelle sue proprietà e qualità pubbliche ed architettoniche rispetto al cuore del centro storico, rappresentativo della città. Spazio che se venisse semmai preso in considerazione sarebbe come sito probabile di qualche speculazione. Chissà per quale motivo quando l amministrazione decide di entrare in affari con l interesse del privato, abbandona il luogo... addio e per sempre! Ci saranno i rendering e gli spot a convincere il cittadino... Renzo Marrucci

2 cronaca a raffica pag. 2 febbraio 2008 cascina gobba Contrabbando romeno dalla Moldavia Sempre nelle cronache il posteggio di fronte alla stazione MM1, frequentatissimo dai lavoratori pendolari, dove avvengono illegalità al terminal dei pullman Romania-Italia. Su un pullman proveniente dalla Moldavia sono stati rinvenuti 25 kg. di sigarette di contrabbando, subito sequestrati. L operazione è avvenuta per opera degli abituali controlli per la sicurezza attuati da vigili e polizia. rubattino Sgomberati 45 rom Il patto di legalità con i rom si è rivelato un utopia fallimentare, perché i nomadi non vogliono integrarsi, preferendo la precarietà e la libertà di delinquere. Una beffa per i cittadini che lavorano, e pagano da decenni servizi e tasse. Polizia e vigili urbani hanno recentemente sgombrato un area di proprietà dell Enel in via Rubattino, di fronte al civico 81, occupata da tempo abusivamente con disturbo ai quartieri della zona. Nell intervento sono state abbattute 30 baracche ed è stata individuata un auto rubata. Dei 45 romeni occupanti lo stabile, 25 sono stati accompagnati in questura, tra essi 7 donne, per procedure di identificazione. pergolesi Fermto alla guida finisce in carcere L 8 febbraio, intorno alle 19.30, gli agenti del Servizio Annonaria e Commerciale hanno fermato un cittadino rumeno di 29 anni per violazione del Codice della Strada, scoprendo che i suoi documenti erano falsi e che era colpito da un mandato di cattura internazionale, lo hanno arrestato. IV novembre Controllati e arrestati Sempre l 8 febbraio, vicino al parcheggio dei taxi, intorno alle 23.30, la Polizia Municipale ha controllato 4 cittadini extracomunitari nordafricani, tutti clandestini e senza documenti. I quattro sono stati arrestati e accompagnati in Questura per il riconoscimento. Uno di questi, un marocchino con precedenti, è risultato ricercato dalla Questura di Brindisi. Via il chiosco arriva il blindato Il chiosco Atm in piazza IV novembre è stato rimosso; sarà sostituito con una nuova struttura blindata e dotata di vetri antiproiettile. February beer fest Agenti della Polizia Municipale hanno fermato una cinquantenne del Camerun mentre vendeva abusivamente lattine di birra a extracomunitari. La donna è stata denunciata in quanto priva del permesso di soggiorno, e la merce è stata sequestrata. Questo reato precisa il vice sindaco De Corato va perseguito in quanto comporta degrado, con merce abbandonata e assembramenti sulla piazza, ma soprattutto scatena risse tra gente ubriaca che provocano molestie anche ai passanti. Camping Nella stessa piazza i vigili hanno trovato e sequestrato a carico di ignoti diverse bottiglie di birra e superalcolici, oltre a vari generi alimentari e alcuni fornellini da campeggio parco lambro rottole lambrate Sempre più furti e vandalismi a orti e giardini Lo scorso ottobre, avevamo trattato degli orti degli anziani, curati nelle aree di periferia, nei pressi dei rilevati ferroviari e del Parco Lambro. Sono presidi insostituibili di territori a rischio di discariche illegali, che coltivatori amatoriali hanno ripulito da pattume e carcasse, caricandosi un costo e un impegno di manutenzione, che il Demanio intendeva tassare. Ora, giungono segnalazioni di continui furti e vandalismi negli orti e nei giardini di via Corelli, tra il cimitero di Lambrate, Cascina San Pietro e la tangenziale. Nel 2006, il comitato dei proprietari degli orti aveva già avanzato richieste al Comune. Le competenze risultano essere del Consiglio di Zona 3. Le recinzioni sono insufficientemente protettive, troppo basse, e i lucchetti vengono manomessi. L assessore alle politiche sociali ha evidenziato l importanza degli orti sul piano sociale, nel bilancio familiare e la salute. Ma i furti sono inevitabili. Troppi balordi, irregolari e nomadi si aggirano nelle ore notturne in quella zona, e anche quotidianamente sotto gli occhi dei frequentatori del cimitero. bistolfi ortica Nomadi ladri d auto ben... attrezzati Un equipaggio della volante ha sorpreso, in via Bistolfi, all Ortica, un ladro domiciliato nel campo nomadi di via Bonfadini e il socio egiziano 21 enne, mentre di notte caricavano una jeep cherokee nuovissima su un carro attrezzi rubato. Un terzo complice è fuggito sottraendosi alla cattura. buenos aires Condanna per le devastazioni Le parole scempio e preordinazione utilizzate dai giudici nel testo della sentenza di condanna, fanno giustizia di ciò che è veramente successo l undici marzo E inchiodano alle loro responsabilità gli autori di quelle violenze, i ragazzi dei centri sociali che quel giorno non erano in corso Buenos Aires a fare shopping! Dalla magistratura arriva dunque una piena conferma alle denunce avanzate da tempo dal Comune di Milano. Lo dichiara il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato in merito a quanto scritto dai giudici nella sentenza di condanna per i disordini di corso Buenos Aires. I giudici dicono, dunque, che ci fu anche premeditazione per quelli scontri. Questo smentisce i tentativi a lungo inscenati dai manifestanti coinvolti di negare le proprie responsabilità. Quel giorno, Milano fu un vero campo di battaglia, con devastazione di negozi e vetrine e principi di incendi che hanno coinvolto anche un centro elettorale di Alleanza Nazionale. Lo scorso novembre una sentenza della Corte d Appello ha reso finalmente giustizia a quanto accaduto quel giorno, condannando 15 imputati a 4 anni di reclusione. Una decisione storica, perché, per la prima volta dagli anni di piombo, ha messo fine alle impunità di frange della sinistra massimalista abituata per anni a fare il bello e cattivo tempo. La sentenza ha dato ragione anche alle richieste di risarcimento avanzate dal Comune di Milano, parte civile nel processo, per i danni provocati da quelle devastazioni. Espulso e clandestino Personale dell Annonaria ha arrestato un clandestino del Bangladesh, cui era già stato notificato un decreto di espulsione da parte del Questore. Vendeva abusivamente della merce tra corso Buenos Aires e piazza Oberdan. Rapinare taxisti non è reato Oltre il rilevato ferroviario di viale Palmanova, tra Rottole e Villa Turro, un taxista è stato derubato dell incasso con una pistola puntata alla tempia. Analogo furto era già avvenuto a dicembre, circa nello stesso luogo. Su segnalazione del taxista, il rapinatore è stato bloccato dalla polizia. Si tratta di un giovane brasiliano con pistola giocattolo, rimesso in libertà, perché reato coperto dall indulto per 3 anni di pena. Quindi libertà a delinquere e a ripetersi, oltre che richiamo da tutto il pianeta di altra delinquenza nel Paese del Bengodi. monza Impressionante spaccio di droga in viale Monza Arresto operato dagli agenti del commissariato Garibaldi-Venezia di un albanese sorpreso con 91 chili di eroina destinata al mercato milanese. L impennata di casi di violenza sessuale con protagonisti cittadini dell Est e l emergenza droga legata soprattutto a nordafricani richiedono la costituzione di un gruppo interforze tra Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Carabinieri che affronti l emergenza stranieri e la clandestinità, responsabili a Milano di gran parte dei reati. Lo dichiara il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato in seguito all operazione che ha portato a una trentina di arresti nel Milanese per spaccio di cocaina e a un nuovo caso di tentato stupro all interno della Stazione Centrale. Un altro clandestino egiziano, sorpreso a vendere merce abusiva nel mercato settimanale scoperto di viale Monza, è stato arrestato da agenti del servizio Annonaria della Polizia Municipale. A suo carico aveva un decreto di espulsione, disatteso, emesso più di un anno fa. rubattino Bonificata l area occupata abusivamente Recinto chiuso con un lucchetto Polizia di Stato, Polizia Urbana e Nuir (Nucleo intervento rapido del Comune) hanno sgomberato un area di proprietà dell Enel, in via Rubattino fronte 81, dove si trova anche un edificio dismesso, che era stato occupato abusivamente. Sono state abbattute una trentina di baracche ed è stata rinvenuta un auto rubata. Dei 45 rom romeni trovati a vivere sul posto, 25 (18 uomini e 7 donne) sono stati accompagnati in Questura per le procedure di identificazione in quanto privi di documenti. L area, che presentava una preoccupante situazione di degrado, è stata bonificata e messa in sicurezza anche con l apposizione di un lucchetto al cancello di ingresso. Sarà quindi controllata con frequenti sopralluoghi da parte di agenti della Polizia Locale e del commissariato Lambrate, in modo da prevenire tentativi di nuove intrusioni. Megalavori su svincoli e tangenziale fino al 2010 A Lambrate sull asse di via Rombon, sta per sorgere la mastodontica opera di un complesso svincolo della tangenziale est, che sostituirà quello esistente, ormai insufficiente a risolvere i problemi degli intasamenti di traffico veicolare. Il nuovo progetto prevede altre articolazioni viarie per l intenso traffico che interessa anche il territorio di Segrate. Percorsi in trincea per camion, eviteranno il disturbo alle aree residenziali da parte dei mezzi di trasporto. Il nuovo cantiere procurerà disagi prolungati su tutta via Rombon anche al vicino Istituto Sacro Cuore, per tutta la durata dei lavori previsti per almeno due anni. Il progetto prevede barriere acustiche, zone verdi e piste ciclabili. cascina gobba Catturato il maniaco Un maniaco egiziano, con precedenti di falsa identità e di scippo, in possesso di falso permesso di soggiorno, dopo un tentativo di baciare una donna in via Vallazze lo scorso 17 agosto, importunava assiduamente un infermiera del San Raffaele, allungando le mani. L egiziano, già colpito da ordine di espulsione nel 2003, ma ancora sul territorio, aveva palpeggiato il seno alla donna che era scesa dal metrò a Cascina Gobba. La vittima è riuscita a scappare e sporgere querela. A un secondo tentativo alle 6,30 di mattina il maniaco è stato fermato da genti in borghese appostati. anziani attenti a truffe e raggiri! Quotidianamente avvengono truffe e raggiri agli anziani che, nonostante gli innumerevoli avvisi diffusi dai media, non riescono a diffidare dei delinquenti. Notissimi ormai gli stratagemmi del pretesto di lettura del contatore gas e luce, la sottrazione di denaro a chi ritira la pensione agli uffici postali o in banca, il pretesto di verifica di presunte banconote false. Mai aprire l uscio di casa a estranei e non lasciarsi abbordare per strada! padova Un egiziano aggredito a sprangate. citta studi Studente siriano coltiva marijuana Uno studente universitario d origine siriana è stato fermato dagli agenti di Città Studi, che avevano scoperto nel suo appartamento un armadio-serra, riscaldato con lampade UV, contenente rigogliose piante di marijuana. stazione centrale Arrestati sì, ma impuniti anche Attualmente nell area si contano:10 agenti della Polizia di Stato o dei Carabinieri e 8 agenti della Polizia Locale a presidio delle piazze Duca D Aosta, Luigi di Savoia, IV Novembre e delle vie Sammartini e Ferrante Aporti. Un Security Point staziona fisso; esistono inoltre: 70 telecamere, 11 colonnine SOS, 8 telecamere urla e sparo, attive e monitorate 24 ore su 24. Un marocchino di 34 anni stava rubando il portafogli a un sudamericano strattonandolo e aggredendolo con calci. Alla vista dei due vigili di pattuglia, il marocchino è scappato, ma è stato fermato nei pressi di via Pirelli, arrestato per tentata rapina e resistenza a pubblico ufficiale è risultato privo di permesso di soggiorno. Un marocchino clandestino e un rumeno, sono stati arrestati dalla Polizia Municipale in piazza Duca D Aosta. Due operazioni in sole quattro ore da parte della Polizia Municipale hanno portato all arresto di cinque stranieri: un rumeno e quattro clandestini nordafricani. A seguito di episodi di violenza sessuale che si sono verificati sui vagoni in sosta nel comprensorio della Stazione Centrale a danno di cittadine straniere, dopo esplicita richiesta alla Polfer, il dirigente del compartimento ferroviario per la Lombardia ha garantito servizi di vigilanza e controllo nelle ore serali e notturne. Incrementeranno i controlli per la sicurezza nelle vie circostanti la Stazione: Sammatini, Tonale, Ferrante Aporti, Caiazzo e Andrea Doria. Rafforzati anche i controlli delle condizioni igienicosanitarie degli esercizi commerciali intorno a Ponte Seveso. Dopo i molti interventi già effettuati per l illuminazione saranno potenziati ulteriormente gli impianti, nella ferma convinzione che un area ben illuminata è anche meglio controllata e meno soggetta a episodi di illegalità e delinquenza. Identificata una trentina di persone di nazionalità straniera. Una nigeriana, senza permesso di soggiorno e con un provvedimento di rintraccio della Polfer di Novara, è stata invitata a presentarsi alla Questura di Torino. Nell operazione, la terza in dodici giorni, sono state nuovamente sequestrate, a carico di ignoti, numerose bottiglie di alcolici. Nell ultima riunione del Gruppo di lavoro per la Stazione Centrale è stata rilevata l urgenza di intervenire per la messa in sicurezza del sedime ferroviario e di un area che si trova retrostante la Stazione, da viale Monza verso via Breda e Sesto San Giovanni. I vagoni vengono spesso occupati da clandestini e non di rado diventano teatro di violenze. Dal momento che la competenza di quest area è della Polizia Ferroviaria, è stato posto con urgenza il problema di dare risposte rapide in tema di sorveglianza. piccola Pubblicità VENDO Fiat Croma, ex auto blù di politico, ottime condizioni, sempre in garage, motore ben funzionante, gomme nuove, air bag, alzacristalli elettrico, revisionata, impianto radio, interni in pelle nera. Euro 1. Solo euro. Tel VENDO Loft a Porta Venezia, uso ufficio o abitazione, tranquillo, in bella casa d epoca. Cell

3 febbraio 2008 pag. 3 emergenze violenza su donne e bambini e di nuovo emergenza milano da bere? No, da sniffare e da fumare Milano non è mai stata così Allarme: quattro stupri in una settimana a gennaio, e in tutto il mese 24 abusi. Donne aggredite, picchiate, sequestrate, violentate. Ogni giorno, quotidiani e TV informano di vicende di efferata violenza alle donne. Due badanti ucraine sono state stuprate su un vagone fermo in manutenzione alla Stazione Centrale. Analogo episodio in Centrale alcuni giorni dopo nei confronti di una polacca, che, avendo accettato al bar una bevanda offerta, è stata narcotizzata con l inganno e impossibilitata alla difesa per effetto del narcotico; sequestrata, ha subito violenza carnale in un prato alla periferia ed abbandonata ancora sotto gli effetti paralizzanti. Abusi che parlano chiaro, tanto che a dicembre è stato inaugurato il Centro SVS in soccorso alle donne e contro le aggressioni che sono in costante aumento anche in ambito domestico. L Assessore alle Politiche sociali, Mariolina Moioli, ha potenziato anche il servizio Telefono Donna aperto tutti i giorni. Sotto accusa, per ripetuti episodi di tagli finanziari, la soppressione in Centrale delle guardie giurate e la mancanza di regolamentazione dei flussi migratori clandestini. E.S. Violenze all interno dei clan e delle famiglie E in corso un inasprimento di violenze all interno delle comunità straniere. Un escalation che è una guerra tra poveri, ma di cui pagano le conseguenze soprattutto i più deboli, donne e bambini. Due per uno come al supermercato In generale, denuncia il vice sindaco De Corato, i cittadini stranieri continuano a essere i principali responsabili della maggior parte dei reati commessi a Milano. Sono 275 le denunce e 25 gli arresti operati nel mese di gennaio dalla Polizia Municipale tra extracomunitari e comunitari; 134, invece, gli italiani segnalati all autorità giudiziaria e 2 i fermati. I dati, spiega De Corato, dicono, dunque, che per ogni italiano denunciato ci sono due stranieri segnalati all autorità giudiziaria. Sono cifre considerevoli, se si pensa che la popolazione straniera regolarmente residente è circa il 13 % di quella totale. In merito ai reati contestati, la clandestinità continua a essere una delle violazioni principali. Ma anche la falsificazione dei documenti, la contraffazione delle merci, i furti, liti e aggressioni. Per quanto riguarda gli arrestati, il divario tra italiani e stranieri è ancora più ampio. Mentre tra le nazionalità dei fermati, il primo posto spetta agli egiziani, seguito da romeni e marocchini. Questi numeri rendono quanto mai urgente accelerare le espulsioni degli irregolari. Per quanto riguarda i comunitari si spera che il decreto approvato lo scorso 28 dicembre possa essere convertito in legge con le necessarie correzioni, in modo da comprendere anche chi non ha reddito dimostrabile. Siamo i più... Secondo stime elaborate su statistiche ufficiali, infatti, nel nostro Paese ci sarebbe un agente delle forze dell ordine ogni 69 abitanti. Basta rilevare che in Francia questo rapporto è di un agente ogni 405 abitanti, in Inghilterra ogni 426 e in Germania ogni 330. Violenza dal coinquilino La polizia è intervenuta in un appartamento di viale Monza, dove una 32enne boliviana, risultata irregolare, è stata violentata dal coinquilino, un 41enne equadoriano, con permesso di soggiorno, al quale pagava l affitto per un posto letto. Moglie oggetto Terribilmente inquietante l episodio del marocchino, con precedenti penali e ricercato dalla giustizia, sposato a un italiana che era tornata a vivere con i genitori, dopo ripetute violenze e pestaggi. Per ricordarle il dovere all obbedienza le ha gettato addosso, su viso e corpo, acido muriatico e ha tentato di travolgerla con l auto. Sfigurare con l acido è come distruggere una vita. Le diversità sociali e culturali tra occidente democratico e queste etnie sono incolmabili. Questi carnefici considerano la donna come oggetto di possesso, di totale sudditanza, impossibilitata ad essere rispettata nelle proprie opinioni. Baby boss con bimba prostituta Spiega De Corato abbiamo avuto arresti per reati gravissimi: un baby boss albanese che obbligava una giovane donna a prostituirsi, bimbi schiavizzati e costretti a rubare da genitori di origine maghrebina. Segnali che evidenziano un problema di tutela per le fasce più deboli, donne e bambini, nel variegato mondo delle comunità straniere. Gli incassi delle multe usati per aiutare le donne schiavizzate Nel 2007, la Polizia Municipale ha inflitto 2926 multe ai clienti sorpresi ad contrattare con prostitute per le strade di Milano. Un aumento del 45 per cento rispetto al 2006, quando furono In meno di dieci anni, fa notare De Corato, da quando entrò in vigore, l ordinanza antiprostituzione emessa dal sottoscritto come sindaco d agosto (e fondata sull inosservanza al codice della strada con manovre e soste occasionali che ostacolano la regolare circolazione) sono stati multati cittadini. Grazie agli introiti delle sanzioni, precisa De Corato, continuiamo a finanziare il progetto Accoglienza delle donne vittime della tratta, a tutela delle prostitute che denunciano gli sfruttatori. Nel 2007 ben 76 schiavizzate, di cui 16 cinesi, sono state sottratte dallo sfruttamento dei protettori e hanno beneficiato del programma di aiuto e di reinserimento. Anche a contrasto del degrado causato dalla prostituzione secondo gli impegni presi con i residenti, entro fine mese sarà ultimato il piano delle dieci telecamere previste nell area di viale Monza, dove sette sono già entrate in funzione. Il Patto per la Sicurezza, siglato lo scorso maggio, cui il Comune ha dato sostegno finanziario con due milioni di euro stanziati, prevede attività di contrasto coordinate con le forze dell ordine, e individua alcune zone prioritarie tra le quali viale Abruzzi. A dispetto di tutto questo impegno manca però uno strumento normativo che permetta una drastica riduzione del fenomeno. Ovvero una legge che vieti la prostituzione per le strade. Torna la schiavitù e la vendita dei minori Sentenza esemplare punisce dei veri delinquenti. Schiavizzare dei minori per lucrare con i guadagni della prostituzione o costringerli a rubare sono reati ignobili, che meritano la massima severità. Ora c è da augurarsi che i responsabili scontino effettivamente la pena in carcere. Otto imputati romeni sono stati accusati di riduzione in schiavitù di baby prostituti, costretti anche a rubare. I rom romeni usano bambini, venduti come schiavi, indifferentemente per furti o come baby prostituti, sapendo che, secondo il codice penale italiano, per chi ha meno di 14 anni non è imputabile. Un sistema ben conosciuto e ampiamente applicato. Esiste chi considera lo stupro come un normale dirittto Per quanto riguarda i romeni, i casi di tentato stupro non sono un eccezione. I dati sono impressionanti. Dei 126 comunitari denunciati o arrestati dalla Polizia Municipale negli ultimi quattro mesi, il 90 per cento appartiene a quella nazionalità. Dalla padella nella brace Una ragazzina dodicenne è stata vittima di abusi sessuali da un amico della cugina a cui era stata affidata per sottrarla ai pericoli diffusi in sudamerica. le cifre del degrado La clandestinità è fonte di irregolarità La clandestinità è oggi la principale fonte dei reati di maggiore allarme commessi a Milano. E queste operazioni vanno dunque viste sia in chiave di prevenzione sia nell ottica del rispetto della legalità. Bisogna però constatare come è stato evidenziato in occasione dell inaugurazione dell anno giudiziario, che a causa dell attuale regime normativo si fanno spesso processi fantasma contro clandestini che al solito si rendono irreperibili. Fatto che incide sulle spese della giustizia, visto che in assenza degli imputati, come ricorda la Cassazione, tocca allo Stato pagare il difensore d ufficio. E dopo il danno la beffa: perché puntualmente ritroviamo queste persone sul territorio nazionale, magari in un altra città, sorpresi a commettere nuovi illeciti. E quanto sostiene il vice sindaco De Corato. un rapporto del viminale Ha indicato Milano e Catania, come le città più colpite da rapine in abitazioni. Read the picture, see the words libri illustrati via maiocchi 11 tel Le telecamere della Stazione aiutano a fermare gli illeciti Fermati due magrebini sorpresi a fumare hashish in via Filzi e in possesso di una quantità di stupefacente per uso personale. I giovani, di 23 e 26 anni, sono stati denunciati per violazione della legge sull immigrazione. Un terzo, anch egli magrebino, di 28 anni e con precedenti penali, è stato arrestato in quanto non aveva ottemperato a due provvedimenti di espulsione emessi da diverse Questure. L operazione è stata resa possibile dalle telecamere installate alla Stazione Centrale, che vengono visionate anche di notte. Soprattutto cocaina ma torna l eroina Oltre alla cocaina, dobbiamo constatare che siamo anche in piena emergenza eroina. Del resto il rapporto sulla sicurezza del Viminale lo ha certificato. Già nel 2006, si tra i grandi Comuni, Milano è stata la prima città per sequestri di questa sostanza, con quantitativi doppi a quelli di Roma. E oggi possiamo dire che è diventata la prima piazza, non più di passaggio, per consumo di eroina. Qui la droga scorre a fiumi sammartini Sull ordinanza del Tar che ha sospeso il provvedimento comunale per la chiusura anticipata di due locali di via Sammartini, il Comune si appellerà al Consiglio di Stato. Il Comune ha agito per garantire quiete pubblica e vivibilità contro continui schiamazzi e problemi di ordine pubblico. Pertanto impugnerà l ordinanza del Tar per continuare a difendere la propria scelta e aiutare i residenti. L arresto di singoli corrieri che trasportano centinaia di chili di sostanze stupefacenti è la cartina di tornasole del fiume di droga che corre ormai per le vie di Milano. E rende quanto mai prioritaria una ferma politica di espulsione dei clandestini, 100 mila a Milano, molti dei quali reclutati come spacciatori. Lo dichiara il vice sindaco e assessore alla sicurezza Riccardo De Corato a seguito dell arresto operato dalla Squadra Mobile di un marocchino irregolare che trasportava 250 kg di hashish destinati al mercato milanese. Ci sono segnali ormai evidenti di uno smercio e consumo spropositati di sostanze stupefacenti. Solo qualche giorno fa agenti del commissariato Garibaldi-Venezia hanno arrestato un albanese con quasi cento chili di eroina. Numeri che parlano da soli. Con il Patto per Milano Sicura, afferma De Corato, abbiamo chiesto risposte a questa emergenza. Ovvero azioni di contrasto allo spaccio in zone precise, da corso Como a viale Monza, dai Navigli al quartiere Figino. E le forze dell ordine stanno dando attuazione agli impegni concordati, con numerosi sequestri di sostanze stupefacenti. Ma è evidente che occorre anche intervenire a monte del problema. Ovvero regolando meglio la politica dei flussi migratori e intervenendo con più efficacia nelle espulsioni di irregolari. Su Milano e hinterland si stanno riversando fiumi di droga. Solo alcuni giorni fa c è stato un maxi sequestro di 120 chili di hashish. Viale Monza è una delle zone critiche. A fine mese saranno installate 10 telecamere. Con 900 impianti di videosorveglianza attivi a Milano, aggiunge De Corato, il Comune è dunque, all avanguardia in Europa. Ma è evidente che questo mercato va frenato con attività di intelligence sempre più sofisticate. Per questo è necessario dar vita a una vera task force. Gli arresti in cifre Le forze dell ordine stanno facendo un grosso sforzo e stanno ottenendo risultati brillanti nel contrasto della criminalità e dello smercio di sostanze stupefacenti. Ma i numeri devono far riflettere. Nel 2007 solo da parte della Polizia Municipale ci sono state 2192 denunce di extracomunitari e 149 arresti, di cui 70 clandestini. Questo vuol dire che i cittadini stranieri costringono ogni giorno i vigili a sei segnalazioni all autorità giudiziaria e a un arresto ogni 48 ore. Il Comune si appella al Consiglio di Stato A Porta Venezia arrestato albanese con 100 chili Ma non è già emergenza? Romania e Marocco, dichiara il vice sindaco De Corato, sono le prime due nazionalità per numero di denunce e arresti, per furti in genere e furti di auto in particolare, oltre che per violenze sessuali, rapine in esercizi commerciali, estorsioni, truffe e frodi informatiche. Lo dicono i dati del Viminale e lo testimoniano anche le numerose operazioni a carico di soggetti di queste nazionalità da parte dei vigili. L impegno della Polizia Municipale nel contrasto dei reati si dimostra ancora una volta efficace. Ma il problema della criminalità straniera va affrontato coralmente da tutte le Forze dell Ordine per evitare che diventi emergenza.

4 cantieri pag. 4 febbraio 2008 tanti lavori : c e chi li presenta come migliorie e chi li vede come il fumo negli occhi I problemi causati dalla Quadrio Curzio Lettera aperta sui problemi creati dai cantieri della società Quadrio Curzio alla maggioranza dei cittadini di Zona 3 Gent.mi membri della Commissione Lavori Pubbliici del Comune di Milano, membri della Commissione Mobilità del Comune di Milano, Pietro Viola, Presidente del Consiglio di Zona 3, Leopoldo Sighel, Presidente della Commissione Lavori Pubblici del CDZ3, Consiglieri del Consiglio di Zona 3 In occasione della riunione congiunta, mercoledì 30 gennaio 2008, delle Commissioni Lavori Pubblici e Mobilità del Comune di Milano, presso il Consiglio di Zona 3, sui problemi creati dalla società Quadrio Curzio in Zona 3, poiché tale seduta si svolgerà a porte chiuse, con l ammissione dei soli rappresentanti di chi ha prenotato box dalla Quadrio Curzio, abbiamo deciso di scrivervi, per rappresentare gli interessi della maggioranza dei cittadini di Zona 3. È probabile che commissioni straordinarie di questo tipo si rendano necessarie anche nelle altre Zone della città: l argomento è dunque di interesse generale. In Zona 3 ci sono quattro cantieri della Quadrio Curzio, siti in via Andrea Costapiazza Loreto, in largo Murani, in via Leoncavallo, in piazza Novelli. Di questi solo il cantiere di via Costa ha terminato i lavori, anche se ha consegnato (in ritardo di 18 mesi, e con un aumento del 60%) box che non corrispondono a quanto pattuito; tutti gli altri cantieri sono in enorme ritardo, il cantiere di largo Murani più di ogni altro. I cantieri urbani provocano inevitabilmente disagi ai cittadini; quando sono legati a progetti di pubblica utilità dai tempi ragionevoli e certi, questi disagi possono essere sopportati con pazienza per senso civico; diverso è il caso di progetti che, per rendere possibile a pochi cittadini l acquisto di box a prezzo calmierato (in molti casi un investimento speculativo, visto quanti box appena consegnati vengono immediatamente rivenduti o affittati a prezzo di mercato), sequestrano per anni vie e piazze sottraendole all uso pubblico, e riducono drasticamente la qualità di vita dei cittadini. Con i ritardi tollerati dagli organi di vigilanza del Comune si sono prolungati per anni, indebitamente, l inquinamento e il traffico inevitabilmente associati ai cantieri, si sono ridotte per lunghi periodi le possibilità di movimento dei cittadini disabili, invalidi o anziani; si sono trasformati passaggi e marciapiedi in vicoletti bui nascosti dalle cesate, dove la sicurezza dei cittadini, soprattutto dei più indifesi, è quotidianamente a rischio. Non parliamo solo del vertiginoso aumento degli scippi in quelle aree, ma di episodi di vera e propria criminalità: nella sola piazza Novelli subito dopo l avvio del cantiere si è verificata, al riparo della cesata, una rapina a mano armata nella gelateria; il bar invece è stato scassinato dai ladri nottetempo, utilizzando strumenti ed energia elettrica presi a prestito nel cantiere incustodito della Quadrio Curzio. A parte il rischio per la sicurezza, i cantieri, e l indebito prolungamento dei lavori, producono danni economici anche molto gravi agli esercizi che hanno la sfortuna di trovarsi nell area dei lavori. In alcuni casi questi danni sono stati così ingenti da portare al fallimento dell esercizio. Altrove, come per esempio in via Leoncavallo, dopo l avvio del cantiere per lungo tempo l AMSA non è più riuscita a passare per ritirare l immondizia, mentre persino i cestini per i rifiuti venivano rimossi, e questo ha indubbiamente contribuito a trasformare lo spazio interno alle cesate in una nauseabonda discarica a cielo aperto. Il traffico che attraversa le aree interessate è deviato e imbottigliato, basti per tutti l esempio di piazza Novelli; nella nostra zona questi disagi riguardano, direttamente o indirettamente, tra code causate dai cantieri, deviazioni e ingorghi a catena, più di automobilisti. Ora la Quadrio Curzio S.p.A. ha modificato la propria ragione sociale in Quadratec S.p.A. ed ha scorporato il ramo parcheggi dalle proprie attività, cedendo le concessioni e i rispettivi obblighi contrattuali a società di sua scelta, come la Salini Locatelli s.r.l. Se per gli acquirenti le ragioni di preoccupazione sono evidenti, le ragioni della maggioranza dei cittadini, e la possibilità non remota di un conflitto di interessi con le associazioni degli acquirenti di box, sono ben esemplificate da un caso analogo verificatosi in Zona 3. La società assegnataria della concessione per la realizzazione dei box nelle vie Ampère - Compagni - d Ovidio si è trovata in gravi difficoltà dopo aver danneggiato le fondamenta delle case confinanti con il cantiere. In una girandola di varianti in corso d opera, approvate dal solo Consiglio di Zona, o addirittura ancora da presentare, è riuscita a ridurre, al solo scopo di rientrare nei costi, lo strato superficiale, dai tre metri di terra previsti, in una copertura (ancora da realizzare) di 70 centimetri scarsi; ha cercato di ampliare lo scavo coinvolgendo altre vie e prolungando all infinito i lavori; e si trova ora ad affrontare il fallimento della ditta costruttrice, sulla quale avrebbe dovuto rivalersi per risarcire i danni provocati dai lavori. Restano ai cittadini della zona, oltre ai danni alle case e al verde cancellato definitivamente, i disagi provocati da un parcheggio non terminato e ancora scoperto, dove i lavori sono ormai fermi. In questo caso la maggioranza del Consiglio di Zona ha tenuto conto esclusivamente degli interessi degli acquirenti dei box, della loro cooperativa e della società costruttrice, mentre sono stati ignorati quelli di tutti gli altri cittadini, compresi i proprietari delle case danneggiate, ed i ventimila studenti del Politecnico quotidianamente strizzati negli stretti passaggi nascosti dalle cesate, dove vengono regolarmente borseggiati. I danni provocati alle case sono fin qui stati considerati dal Consiglio di Zona e dagli uffici dell assessore Croci un semplice contrasto tra privati, di natura civilistica. Il Consiglio Comunale e le Commissioni Lavori Pubblici e Mobilità non hanno perciò mai ritenuto necessario occuparsi del problema. Eppure sono stati provocati danni per milioni di Euro dagli scavi di un cantiere dove progetti e qualità dei lavori erano controllati e certificati in ogni sede, anche nelle aule giudiziarie, da dirigenti comunali. Se comunque ora Comune e Consiglio di Zona hanno deciso di riconoscere la rilevanza politica dei problemi legati ai parcheggi, all assenza di controlli affidabili e alle cattive pratiche costruttive, ne siamo tutti lieti. Se invece dovessero essere di nuovo prese in considerazione solo le istanze degli acquirenti dei box, dovremmo dedurne che per alcune forze politiche solo gli investimenti hanno diritto di cittadinanza in questa città, non la maggioranza costituita da comuni cittadini. Alcune domande, per concludere: Il Comune non dovrebbe applicare le penali previste per i ritardi (in particolare per largo Murani) e usare questi soldi per risarcire i cittadini dei disagi patiti con interventi di pubblica utilità? Non è il caso che il Comune scelga autonomamente le società che subentrano alla Quadrio Curzio? La Quadrio Curzio non ha dovuto sottoscrivere una fideiussione pari al valore dei lavori proprio in previsione di un caso del genere? Potrebbe il Comune assegnare i lavori a società che garantiscano tempi brevi, costi stabili e qualità dei lavori, pagandole con una quota della fideiussione fornita dalla Quadrio Curzio? Ancora: là dove i tempi si sono già troppo prolungati e i cantieri sono ancora nella fase iniziale, è possibile valutare se i progetti non vadano rivisti (anche a costo di rinunciare a qualche box, e ovviamente rimborsando gli acquirenti) per rientrare nei tempi previsti, e ridurre i disagi della cittadinanza? Nel ridiscutere le assegnazioni, potrebbe essere inserita una clausola sulla sicurezza che garantisca illuminazione e servizi di sorveglianza nei passaggi nascosti dalle cesate? Per finire, va da sé, nessuna discussione di revisione dei progetti nel senso dell ampliamento dello scavo e del prolungamento del disagio può essere presa in considerazione. Possiamo chiedere garanzie in questo senso, così come un impegno a bocciare le solite varianti in corso d opera, per aumentare il numero dei box e ridurne il costo unitario? Gli abitanti di via Leoncavallo segnalano che sul cartello del cantiere la data di fine lavori (20 settembre 2007, ma a quell epoca era stato a malapena scavato un piano) è stata ora sostituita da una scritta enigmatica: revisione del progetto in corso. È serio tutto questo? Qui ci sono dei cantieri da chiudere presto e bene, riducendo il danno per tutti. Troverete in calce alcune firme di persone di diverso orientamento politico, conosciute ai cittadini e al Consiglio di Zona per il loro impegno in difesa degli interessi pubblici in Zona 3. Non abbiamo ritenuto di avviare una vera e propria raccolta di firme in appoggio a questa lettera aperta, che verrà diffusa anche fuori dell ambito specifico di Zona 3, visto che la questione riguarda praticamente tutta la città. Se dovessimo verificare che il Consiglio Comunale e quello di Zona 3 non intendono prendere in considerazione i temi sollevati non certo per la prima volta in questa lettera, siamo pronti ad avviare una raccolta di firme in tutta la città, e a sensibilizzare i nostri concittadini anche coinvolgendo i mezzi di comunicazione di massa. Grazie per la cortese attenzione, e buon lavoro. Giovanni Agnesi Marina Bozza Paola Bozzolo Luca Carra Marica Eoli Piero Gianni Carlo Ippolito Irvana Malabarba Ariberto Radicati di Primeglio Riqualificazione di un importante area urbana Oltre 600 mila metri quadrati di superficie interessati da 14 interventi, frutto della collaborazione tra amministrazione pubblica e soggetti privati. Dinanzi a una folta platea, giovedì 24 gennaio, il Sindaco Moratti, accompagnata da Riccardo DeCorato e dall Assessore allo Sviluppo del Territorio Carlo Masseroli, ha illustrato i progetti di riqualificazione architettonica ed urbanistica dell area urbana adiacente alla Stazione Centrale. L intento è quello di risanare una zona spesso individuata come luogo di disagio e di emarginazione e dalla quale transitano, ogni giorno, circa 320 mila persone, secondo le stime elaborate dalle Ferrovie dello Stato. Il Progetto sopracitato, promosso dal Comune, si concluderà nel 2010 con la realizzazione di 14 interventi, effettuati con la cooperazione di svariati enti privati, fra i quali meritano una menzione la società Grandi Stazioni e la Fondazione per il Memoriale della Shoah. Gli interventi prevedono: il restauro della prestigiosa Palazzina Reale della Stazione, in accordo con la Sovrintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici di Milano; il recupero sotterraneo in prossimità del Binario 21, dal quale partirono nel 1943/44 i convogli diretti ad Auschwitz. Qui sorgerà un Memoriale della Shoah, con annesso un centro educativo multimediale rivolto alle scuole. Vi sarà pratiche decentrate In caso di trasloco, i cittadini che si recano agli sportelli Milano Semplice e nelle sedi decentrate dell anagrafe potranno : - chiedere il cambio di residenza - presentare denuncia per la tassa rifiuti (Tarsu) - presentare la dichiarazione di inizio occupazione e/o cessazione alloggio - chiedere il pass provvisorio per la sosta (se andassero ad abitare in una zona a sosta regolamentata). Dopo il rilascio del pass provvisorio per la sosta, il Comune provvederà ad inviare a domicilio, prima della scadenza, quello definitivo valido 3 anni. Per usufruire del nuovo servizio è necessario essere in possesso dei dati catastali dell immobile, presenti sull atto di compravendita, sui contratti di locazione e di attivazione delle utenze e sulle visure catastali. Indirizzi degli Sportelli Milano Semplice e delle anagrafi di Zona 3 via Sansovino 9 - via Padova via Padova via Sansovino 3 Esprimo il mio pieno sostegno ai contenuti della lettera aperta sui danni dei cantieri della Quadrio Curzio. Ahimé, purtroppo ciò che molti cittadini temevano, ciò che i partiti de la sinistra l arcobaleno denunciavano da anni (r) accaduto!!! La realt ha confer - mato tutti i timori e i rischi che, vanamente, sono stati denunciati in Zona e in citt. Questa Amministrazione DEVE finalmente fare autocritica, rivedere i piani parcheggi dal 1984 ad oggi e porre rimedio ai tanti e diffusi danni che ha creato nella citt e nel suo tessuto sociale. Avendo peraltro cambiato approccio al traffico automobilistico, DEVE coerentemente rinunciare alla realizzazione dei parcheggi a rotazione nel centro citt, in quanto sono solo attrattori di traffico. Il Comune di Milano DEVE assumersi le sue responsabilit e smetterla di considerare come un mero problema privatistico la gestione e la risoluzione delle controversie e dei danni che molti cittadini frontisti hanno subito: se, infatti, queste opere andavano assolutamente realizzate in quanto erano di interesse pubblico, il pubblico, la pubblica amministrazione, non pu ora dire che le vicende tra i concessionari e i cittadini sono solo questioni private! Antonella Fachin Consigliere Zona 3 Lista Fo per La Sinistra l Arcobaleno inoltre la ristrutturazione di uno dei più celebri edifici degli anni Trenta, su progetto dell architetto Ulisse Stacchini, Palazzo Ferrante Aporti e l intervento di recupero integrale del prestigioso Hotel Gallia, aperto nel 1932, per ricondurlo agli antichi fasti dell art noveau. Saranno poi riqualificati anche: il palazzo di via G. B. Pirelli, ultimato nel 1953, quale sede della direzione generale della società Lanerossi; quello di via Fabio Filzi 25, sede storica della Galbani, risalente agli anni 60, oltre all attuale sede di Generali Assicurazioni, in via Vittor Pisani 31, costruito nel Non poteva mancare il palazzo di viale della Liberazione 16, del 1969, sede della Plasmon prima e poi di RCS-Pubblicità; per giungere a quello di piazza IV Novembre 5, costruito agli inizi degli anni 70, e all edificio di via Vespucci 2, ultimato nel 1971 e attuale sede di Ina Assitalia. Ulteriori opere interessate al Progetto di valorizzazione saranno il palazzo di via Lepetit, per un lungo periodo sede della società farmaceutica omonima e, dopo, del Ministero del Lavoro, costruito negli anni 60 dall architetto Renato Iscra e dell ingegner Francesco Cetti Serbelloni. La società inglese Cambridge Place Investment Management è responsabile della ristrutturazione dell immobile di sua proprietà, in piazza IV Novembre 3. Non si può omettere, per concludere, il più grande intervento di riqualificazione urbana nel cuore della città, quello dell area urbana di Porta Nuova. Un Progetto, secondo alcuni, decisamente ambizioso, ma di necessaria attuazione, a detta dell Amministrazione comunale, per rendere Milano sempre più bella, vivibile e sicura. Giuseppina Serafino E in pieno caos la situazione dei parcheggi residenziali comunali. La riunione convocata dal Sindaco con gli assessori alla Mobilità e ai Lavori Pubblici si è risolta con un nulla di fatto: E un problema complesso, dovremmo riunirci una volta alla settimana, si limita a dire la Moratti. E impossibile la soluzione complessiva della vicenda con un unica delibera definitiva, come vorrebbe il Sindaco, dal momento che i parcheggi per residenti sono stati progettati e deliberati sulla base di quattro bandi, a partire dalla metà degli anni 80. In Zona 3, gli assegnatari dei parcheggi chiedono da tempo alle imprese costruttrici di ottemperare alle convenzioni che hanno sottoscritto, ma il Comune non è in grado di garantire il rispetto della normativa. Alcuni progetti sono bloccati, e non c è ancora una decisione sui 7 parcheggi, tra cui piazzale Lavater, approvati dalla giunta Albertini, con i poteri speciali del Sindaco, e bocciati dalla giunta Moratti. Visto che i parcheggi sono realizzati su area comunale è in gioco chiaramente il prestigio e l autorevolezza dell amministrazione. Ma nel frattempo non si vedono vie d uscita. Per Zona 3 abbiamo chiesto con un urgenza la convocazione delle commissioni Mobilità e Lavori Pubblici, con i rispettivi assessori, soprattutto per verificare responsabilità e inadempienze denunciate sia dagli assegnatari dei parcheggi che dai residenti. Marilena Adamo, capogruppo PD Aldo Ugliano, consigliere PD

5 febbraio 2008 pag. 5 consiglio di zona finalmente! una risposta per piazzale dateo Lo stabile non sarà venduto, ma usato per una sperimentazione sociale il 1 di febbraio la Giunta comunale ha approvato la delibera che stabilisce i criteri per l assegnazione e la gestione degli alloggi di piazzale Dateo 5. A ottobre, ha detto l assessore alla Casa Gianni Verga, il Consiglio comunale ha revocato la vendita dello stabile e ne ha destinato l utilizzo alle finalità dell edilizia residenziale pubblica con modalità di attribuzione da definire nell ambito di uno specifico piano di assegnazioni. In piazzale Dateo, si sperimenterà un mix abitativo che terrà conto sia degli aspetti socio economici dei soggetti sia delle funzioni di alcuni spazi: non solo residenze quindi, ma anche servizi. La sperimentazione sarà anche di tipo gestionale e potrà aiutare l Amministrazione nelle scelte future sulla più diffusa gestione del patrimonio di proprietà di edilizia residenziale sociale. L obiettivo del mix abitativo è scongiurare la concentrazione di situazioni di fragilità sociale. Per favorire il mix sociale si opererà, da un lato, articolando i canoni di locazione tra sociale e moderato, in modo tale da permettere l accesso a nuclei con condizioni economiche e sociali diverse; dall altro, diversificando le famiglie assegnatarie in base ai risultati dell analisi condotta sulle domande di alloggi Edilizia Residenziale Pubblica e in relazione al contesto, ai servizi, alle opportunità che una zona centrale e particolarmente accessibile, come piazzale Dateo, può offrire. Nello stabile vivranno gli anziani e le giovani coppie, ha precisato l assessore alle Politiche sociali Mariolina Moioli, ma anche disabili e persone sole con minori che saranno seguiti dai nostri servizi attraverso progetti di accoglienza e sostegno, perché in piazzale Dateo si possa creare un modello positivo di integrazione e di housing sociale da esportare in altre realtà della nostra città. Autodifesa femminile La Commissione Polo Multifunzionale e la Commissione Sport ripropongono per l anno 2008 nel periodo marzo - giugno corsi di autodifesa femminile presso la tensostruttura di via Bassini. Il corso ha lo scopo di fornire alle iscritte le tecniche necessarie per far desistere e, se necessario, per difendersi dai malintenzionati. Matteo Certani, presidente della Commissione Polo Multifunzionale di zona, dichiara i violenti non devono avere il sopravvento su chi è più vulnerabile! e aggiunge i corsi di autodifesa non sono la soluzione al problema sicurezza, sono purtroppo la conseguenza. Scuola Borromeo Il 18 febbraio, alle ore 10, presso la scuola primaria Cardinale Federico Borromeo di via Felice Casati 6, l assessore alle Aree cittadine e Consigli di zona Ombretta Colli ha partecipato alla cerimonia di premiazione del concorso Wivo il mio quartiere iniziativa educativa promossa da Seat Pagine gialle e rivolta alle scuole milanesi per far riscoprire i quartieri cittadini attraverso esperienze ludiche e attività didattiche. Oltre 100 le scuole coinvolte per un totale di bambini. L articolazione dei canoni, così come la presenza al piano terra di spazi dove possono essere insediate funzioni commerciali e di servizio, sono due elementi di rilievo per favorire l integrazione con l ambito urbano circostante. Lo stabile di piazzale Dateo rappresenta un campo ideale per una sperimentazione di questo tipo: è un immobile storico di pregio in una zona centrale della città; fa parte del patrimonio di edilizia residenziale pubblica e presenta tutti gli elementi, di valore come di problematicità, legati in particolare agli aspetti gestionali; è nella gran parte vuoto e costituisce un occasione per la realizzazione di un progetto pilota, eventualmente trasferibile in altri contesti. Lo stato attuale dell immobile Ospita 157 alloggi (con relative cantine e posti auto),18 spazi per negozi, laboratori, servizi di quartiere al piano terra, 6 mini alloggi protetti per anziani, un asilo nido e un centro multiservizi per anziani. Trentacinque alloggi sono già stati assegnati alle famiglie di via Lomellina dopo il tragico scoppio avvenuto il 18 settembre Parte degli spazi disponibili al piano terra saranno utilizzati per ricollocare i commercianti a suo tempo trasferiti nei prefabbricati di corso Indipendenza ai quali è stata riconosciuta l opzione di rientrare nei locali ristrutturati dello stabile di piazzale Dateo. Per la destinazione dei rimanenti spazi l Amministrazione sta lavorando per individuare i criteri di assegnazione e le tipologie di funzione da insediare tra quelle ritenute utili alla sostenibilità e alla coesione sociale all interno dello stabile. Politici, vivete in modo che i vostri figli pensino a voi quando pensano alla giustizia. Consiglio di Zona 3 Sala Consiliare via Sansovino, 9 19 marzo, ore 21: mostra di TIZIANA GHIGLIONI Politecnico di Milano Aula S 01 piazza Leonardo da Vinci 15 aprile, ore 13: concerto organizzato dalla Commissione Culura del Comune. Tullio De Piscopo Per informazioni: 02/ / arte e storia Stampato e distribuito gratuitamente un libricino che parla di alcuni aspetti di Zona 3 Conoscere la città di oggi e di ieri, capirne la storia, coglierne i cambiamenti e ammirarne le bellezze nascoste. A questo mira il volume Arte e Storia in zona 3 a Milano presentato dall assessore alle Aree cittadine e Consigli di zona Ombretta Colli, dal Presidente di zona 3 Pietro Viola e dal Presidente della Commissione Cultura di zona Gianluca Boari. Le bellezze di Milano non si limitano al centro storico, ha spiegato l assessore Si è parlato di Expo L Assessore Colli, il segretario del Sindaco Paolo Glisenti ed l assistente dell Assessore al Territorio Matteo Gatto hanno presentato il dossier di candidatura all Expo al consiglio di Zona 3. Glisenti ha detto che verranno investiti a Milano 10 miliardi di euro in infrastrutture di trasporto e 3,2 miliardi in infrastrutture specifiche per l esposizione. I costi di funzionamento e marketing per 900 milioni di euro dovrebbero essere coperti dai biglietti, affitto dei padiglioni, vendita gadgets e sponsorizzazioni. Dal dossier di candidatura in inglese e francese scaricabile dal sito del Comune (www.milanoexpo-2015.com) risulta che i 10 miliardi di euro sono investimenti in metropolitane, raccordi stradali ed autostrade lombarde già previsti dalla pianificazione pubblica, mentre i 3,2 miliardi verranno finanziati per il 46% dallo Stato, per il 26% dal Comune, Provincia e Regione, per il 28% dal settore privato. Di questi ultimi milioni saranno destinati alla costruzione e preparazione del sito dell esposizione, milioni ai collegamenti con i sistemi di trasporto, 135 milioni a nuovi alberghi, 60 milioni a strutture tecnologiche. I privati finanzieranno la costruzione dei parcheggi, delle strutture tecnologiche, del villaggio Expo per posti letto che sorgerà su un area di Pirelli RE nel Comune di Pero, del grattacielo alto 200 metri sopra la fermata della Tav e del ponte che costeranno 284 milioni di euro. Queste strutture verranno poi affittate al comitato Expo durante l evento. Glisenti ha sostenuto che parte degli investimenti saranno effettuati in Zona 3, ma credo si sia confuso perché nel dossier di candidatura non è previsto. La via di terra e la via d acqua che collegheranno la Darsena con l Expo non passano per la nostra zona, essendo il sito a nord ovest di Milano. Nella presentazione si è parlato dei 29 milioni di visite previste tra il 1 maggio ed il 1 ottobre, corrispondenti a 21 milioni di visitatori, di cui il 34% proveniente da Lombardia e regioni confinanti, il 57% dal resto d Italia e la nazioni europee, il 9% dal resto del mondo. IL costo del biglietto sarà di 40 euro con riduzioni per abbonamenti e gruppi. Per sostenere la candidatura l Italia spenderà ben 7,5 milioni di euro, divisi tra Stato, Regione, Provincia e Comune. Il terreno è attualmente per metà della Fondazione Fiera, del 30% dei fratelli Cabassi ed il resto delle Poste Italiane ed altri proprietari. Esso verrà prestato al comitato Expo ma rimarrà degli attuali proprietari. Alla fine dell Expo le costruzioni principali verranno conservate mentre quelle minori verranno demolite ed i privati torneranno in possesso dell area che potranno trasformare in un quartiere residenziale e terziario. La parte a verde dell Expo, pari a un quarto dell area lungo il perimetro rappresentato da autostrade e linea ferroviaria ad alta capacità, dovrà essere Colli, molti sono gli angoli, le chiese e le strutture di grande valore artistico e culturale. Con questo libro si è voluto dare agli abitanti di Zona 3 un quadro generale di ciò che è presente sul territorio, fornendo curiosità e particolari, dando quindi voce a un passato troppo spesso dimenticato. Il testo nasce in seguito al successo ottenuto da una serie di incontri e visite guidate dedicate alla scoperta del territorio della zona, dei suoi luoghi più belli e significativi e all approfondimento della storia. Appuntamenti che hanno coinvolto un vasto numero di cittadini che, per la prima volta, si sono trovati a passeggiare per le strade del loro quartiere imparando a conoscerlo e amarlo. Il testo, distribuito gratuitamente presso la sede del Consiglio di zona 3 in via riunioni di consiglio portata al 50% per creare un nuovo parco urbano. Particolare attenzione verrà prestata ai criteri di sostenibilità delle costruzioni, visto che per il 2012 Milano dovrà ridurre del 12% il CO2 prodotto. I visitatori dovrebbe arrivare per il 29% in aereo, il 30% in treno, il 25% in autobus e solo per il 16% in auto. Parcheggi per posti auto saranno costruiti lungo la tangenziale ovest e le autostrade e strade limitrofe, da lì un servizio di navetta porterà i visitatori all esposizione posti auto saranno previsti sotto l Expo. Sono comunque previsti ampliamenti delle strade statali intorno all Expo e dei collegamenti (Rho-Monza, Varesina, S.S. 11). Le visite giornaliere saranno in media , con punte di per gli eventi speciali. Vi è grande preoccupazione da parte degli abitanti della zona per i giorni di sovrapposizione tra le manifestazioni che si terranno nei padiglioni della Fiera e l Expo in quanto la Fiera non chiuderà mai. Sono intervenuto chiedendo perché si spenderanno 250 milioni di euro per un grattacielo di più di 200 metri di nessun interesse per la città, perché non si è pensato di espropriare l area a valore agricolo per poi recuperare il valore delle infrastrutture pagate con fondi pubblici mentre così i proprietari approfitteranno dell aumento del valore del terreno, quanto è attendibile la bassa stima di arrivo in auto, dove saranno costruiti i parcheggi, qual è l utilità degli eventi di apertura e chiusura dell Expo che costeranno 20 miliardi di euro, qual è il dettaglio degli investimenti previsti, quali saranno i poteri speciali che il sindaco Moratti chiederà per preparare l Expo, perché nel dossier si parla di chiusura totale delle università e scuole nel periodo dell Expo e di crediti formativi per invogliare gli studenti a fare i volontari (stacco biglietti, controllo parcheggi, assistenza ai turisti). Ho anche fatto notare che si è dichiarata una temperatura massima a Milano in luglio e agosto di soli 28 gradi, mentre la media degli ultimi 5 anni è di 30 gradi. Le risposte sono state non soddisfacenti: sembra che nella via di terra sia previsto un percorso di visita dei quartieri liberty di Zona 3, mentre per quanto riguarda gli espropri è stato dichiarato che i privati avrebbero potuto bloccare tutto con i ricorsi. E stato anche detto che gli investimenti andranno a profitto di albergatori, ristoratori e commercianti di Milano e provincia creando un forte indotto e verranno lasciati in eredità alla città edifici di valore sociale. Il grattacielo servirà per ospitare servizi all Expo (500 posti letto, uffici vari, ristoranti, antenne radio e televisive) e questi spazi avrebbero dovuto essere previsti comunque. Per quanto riguarda gli studenti, Gisenti ha detto che le chiusure estive di scuole ed università saranno quelle normali. I consiglieri di zona hanno fatto numerose domande a cui Glisenti ha risposto brevemente dovendo lasciare la riunione alle Michele Sacerdoti Sansovino 9, ripercorre, nel primo capitolo, la storia di Milano dai Sestrieri alle zone. Il secondo capitolo elenca le testimonianze artistiche della Milano fuori dai bastioni prima del boom edilizio postunitario per poi arrivare, nel capitolo 3, ad approfondire lo stile Liberty in zona 3. Un attenzione particolare è dedicata, nel capitolo 4, ai luoghi di culto, mentre le ultime due sezioni approfondiscono i quartieri dell Ortica, Casoretto e il Piano Regolatore Beruto di fine 800. Arte e Storia in zona 3 è un testo dedicato interamente ai cittadini della zona, ha sottolineato l assessore Colli, un domani, però sarebbe bello potesse diventare uno strumento utile anche per i turisti, per chi si avvicina a Milano pensando che tutto sia limitato a piazza Duomo e al quadrilatero. Milano è molto di più. La maggioranza del Consiglio di Zona 3 non riesce ad approvare il bilancio preventivo 2008 e delle programmazioni annuali di tutte le Commissioni. La proposta ci è stata consegnata seduta stante: ripartizione di fondi senza alcun ragionamento progettuale generale e senza alcun bilancio consuntivo né ragionamenti analoghi. La proposta della maggioranza è molto criticabile, perché si limita a ripartire fondi secondo il peso numerico del Partito del presidente di ogni commissione e prescinde assolutamente dall utilità e dalla qualità dell attività svolta, così come dalle capacità dei presidenti di commissione. Noi abbiamo reagito, per la verità in modo un po confuso e improvvisato, presentando una serie di emendamenti di modifica scoordinati tra loro. Ma i consiglieri di maggioranza presenti erano solo 20, quando il numero legale è 21. Poiché il nostro ruolo non è quello di boicottare i lavori del Consiglio, ma quello di esercitare le funzioni di controllo che ci competono e le capacità propositive che ci contraddistinguono, abbiamo concordato una sospensione della seduta che (dopo che abbiamo ricevuto i dati necessari sul consuntivo 2007) è ripresa stasera con una nostra proposta concordata, articolata e motivata. Ma anche stasera i consiglieri di maggioranza presenti erano solo 20, non sufficienti per garantire il numero legale. Così abbiamo presentato il nostro emendamento, abbiamo ascoltato gli interventi dei consiglieri di maggioranza che cercavano di prendere tempo per aspettare il loro 21 consigliere, abbiamo votato il nostro emendamento che è stato respinto e, al momento del voto sul provvedimento, abbiamo abbandonato l aula. Erano ancora solo 20, non avevano il numero legale, quindi non c èstata alcuna delibera. Domanda conclusiva: la maggioranza del CdZ 3 è incapace e inaffidabile o è divisa al suo interno? O tutte e due le cose? Intanto, per vostra informazione, riporto qui sotto il testo della nostra proposta di emendamento. So che non è di facile lettura, ma sono sempre disponibile per eventuali chiarimenti. Sara Rossin capogruppo PD in CdZ 3 Dibattito sul ruolo dei Consigli di Zona Il 24 gennaio il Consiglio di Zona 3 ha deliberato all unanimità un documento che raccoglie osservazioni e modifiche alle politiche urbanistiche in fase di definizione da parte dell Assessorato sviluppo del territorio del Comune. La delibera sottolinea come questo sia il primo passo verso la formazione di un piano strategico urbano per la città di Milano. A questo proposito giocano un ruolo fondamentale i Consigli di Zona, quali migliori interlocutori con l Amministrazione Centrale circa le esigenze e volontà territoriali locali. Matteo Certani, presidente della Commissione concessioni edilizie di zona, auspica di salvaguardare l architettura storica zonale e di aumentare la partecipazione dei Consigli decentrati nelle scelte urbane locali, e aggiunge: E essenziale un dialogo diretto con le realtà territoriali locali per favorire uno sviluppo urbano condiviso. Manfredi Palmeri, durante il convegno Lambrate e la Zona 3, ha dichiarato che Milano deve creare le condizioni del proprio sviluppo futuro, salvaguardando l identità storica. Accanto alla necessaria riqualificazione di aree industriali dismesse, è importante preservare e valorizzare il patrimonio culturale, architettonico e ambientale delle Zone di Milano. Mostrare le immagini del passato non è un operazione nostalgica, ma un indirizzo civile: il nuovo deve crescere intorno all anima antica.

6 ai lettori ATM, ahi,ihai,ihai... Un giorno, in me ha vinto lo spirito ecologico, quindi ho pensato bene di attraversare Milano con i mezzi, per recarmi a un appuntamento di lavoro. Ho seguito il percorso consigliato dal sito ATM con il sistema Giro Milano. Ecco il resoconto: Il 1 mezzo, metro linea 1, ha funzionato bene; 2 mezzo, bus 44, è arrivto con 20 minuti di ritardo, e io ferma al freddo ad aspettarlo; 3 mezzo bus 53 è arrivato con mezz era di ritardo. Chiaramente erano saltati dei pulman, perché i cartelloni per strada dicevano un mezzo ogni 8 minuti circa. Nessun avviso! Ovviamente sono arrivata in ritardo dal cliente. Uscita poi dall appuntamento di lavoro, vedo la 53 ferma alla fermata. Ma era ferma proprio, inclinata tutta sul lato sinistro e quindi inamovibile. Per fortuna che un residente mi ha detto ma guardi che qui vicino passa la linea 2 del metrò... Il GiroMilano di ATM, consigliandomi di cambiare 3 mezzi, mi aveva quindi presa in giro! Lara Santerasmo Panem o... Caro direttore, vorrei rivolgere una domanda a tutti coloro che nel mondo hanno in mano il ancora nutrirci col pane e la pasta o dovremo bere etanolo? Con i più distinti saluti Gaetano Taraschi Quei... diavoli dei City Angels La presente per segnalare un brutto episodio di cui sono stato testimone, accaduto ai giardini pubblici di Porta Venezia, il 30 dicembre, alle ore 19,30. Un signore aveva lasciato da pochi minuti la bicicletta non protetta che è stata proditoriamente sottratta da un individuo non identificato che si è dato alla fuga. I City Angels in servizio (una donna e due uomini con il cane), pur essendosi accorti del reato in corso, erano in piacevole conversazione con un loro amico e, nonostante le grida al ladro pronunciate dal malcapitato, non sono intervenuti. Solamente dopo si sono avvicinati alla vittima e gli hanno chiesto se preferiva che chiamassero il 113 o il 112. Dopo il diniego del derubato e il suo congedo, i City Angels si sono avvicinati a me e senza profferire parola mi hanno piantonato sino a quando la donna ha avuto dal derubato la conferma che io non fossi implicato nel reato. Se ne sono andati senza nemmeno salutarmi e mi hanno seguito a distanza nel giardino. La domanda che mi sorge spontanea è la seguente: a cosa sevono queste persone che dovrebbero tutelare il cittadino, ma che di fatto come ho potuto constatare personalmente sono inutili e per di più costosi alla comunità? Attendo una risposta. Distinti saluti Mino Sanna CARROZZERIA MODERNA 2 di Saponaro & Iacovone Via Don Guanella, 29 (MMPrecotto) Tel Vernicatura a Forno - Banco Dima Preventivi Computerizzati ANIA potere finanziario e politico. L umanità ha più bisogno di cereali e quindi di pane o Sconto 25% Presentando il Coupon di metanolo (alcool etilico CH3CH2OH)? La speculazione sul pane lo ha fatto volare del 150%. Le scorte mondiali di cereali sono ai minimi storici a quota 420 La Voce dice milioni di tonnellate come nel Intanto Abbiamo ricevuto questo mese, per la la popolazione mondiale è aumen- prima volta dopo 14 anni di pubblica- tata. Le cause principali della impennata zione, una lettera anonima, indirizzata al dei prezzi sono le speculazioni finanziarie Consiglio di Zona 3, e inviata a noi per e la scelta di sottrarre alla produzio- conoscenza. Si tratta dello sfogo di un ne mondiale di cereali (se si considera cittadino che, in pratica, rivolge ai nostri frumento, mais, colza e semi oleosi) politici una serie di insulti che non è possibile addirittura del 25% oltre 100 milioni di pubblicare. tonnellate.destinate al biocarburante. Avremmo potuto cestinare il tutto, ma Percentualizzando le quantità di cereali alla luce di tanto scontento verso la pubblica per la produzione di etanolo (essenzialmente amministrazione, che è possibile mais) del 2003/2004 e quelle previste toccare con mano, e non solo in Zona 3 per il 2007/2008, con il totale di (anche da parte degli stessi politici zonali tutti i grani si può evidenziare che la sola che a loro volta lamentano disservizi da utilizzazione di cereali per l etanolo è parte del Comune), ma in tutta Italia, se passata dal 2% al 6% rispetto al totale non nel mondo intero, ci sembra doveroso di tutti i cereali, e dal 5% al 17% se ci si per lo meno citare il caso. raffronta con il solo grano. I dati forniscono Certamente sarebbe stato meglio se il sufficienti elementi per dedurre nostro lettore avesse fatto un profondo che lo sviluppo che ha avuto il mais per sospiro, per calmarsi prima di prendere l etanolo ha contribuito ad alterare il carta e penna, e si fosse sforzato di scrivere mercato del grano, ossia del cereale più un testo pubblicabile. In questo caratteristico per l alimentazione umanasere caso il suo dissenso avrebbe potuto es- condiviso con tutti i nostri lettori... Insomma, se dal panettiere sotto casa Che dire? E un momento cruciale, siamo la pagnotta costa sempe di più è anche tutti in tensione, tutti scontenti, tutti colpa nostra, oltre che dei nostri governi. preoccupati per qualcosa. Anche i ric- Colpa dei governi che hanno scelto chi piangono... come da premonitore la strada delle energie alternative biodeviate. serial televisivo. Tanto più che i margini per ge- In tanto marasma, dato che l anonimo stire politiche di diversificazione non ci lettore si è sfogato, proviamo a sfogarci sono più. Il frumento prodotto è meno anche noi. I politici di Roma parlano tanto di quello che si consuma. Se da un lato i di cambiare la legge elettorale perché prezzi delle farine sono cresciuti del 22% secondo loro così com è non funzionerebbe, rispetto al 2006, stando all indice FAO, ma non ricordano che sono stati quelli delgi olii hanno toccato il tetto del proprio loro poco tempo fa a caldeggiarla 70%, mentre il mais ha raggiuntoa come una panacea di tutti i mali politici. Chicago, lo scorso settembre, il record Perché allora non cambiano loro stessi? dei 9,6175 dollari lo staio. E se fossero i nostri eletti a non fun- Direttore, nel nostro avvenire potremo zionare? spazio aperto giornata del ricordo Dopo tante richieste, ecco cos hanno ottenuto gli esuli di Fiume! In occasione del Giorno del ricordo dedicato alla memoria delle vittime delle foibe e dell esodo giuliano - dalmata, il vice sindaco Riccardo De Corato, in rappresentanza dell Amministrazione comunale, ha intitolato alla città di Fiume il tratto dei Bastioni da piazza della Repubblica fino all ingresso dei giardini pubblici Indro Montanelli. La cerimonia e lo scoprimento della targa sono avvenuti in via Manin angolo Bastioni di Porta Venezia. Presente l assessore alla Cultura Vittorio Sgarbi, intervenuti il presidente degli esuli da Fiume, Guido Brazzoduro, e il presidente del comitato milanese dell Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Piero Tarticchio. Il Comune di Milanosi è così unito alle tante iniziative promosse in memoria delle vittime delle foibe, dell esodo giuliano - dalmata e delle vicende del confine orientale. Un atto doveroso per tenere viva la memoria di una tragedia che molti italiani, e i giovani in particolare, ancora non sentono e non ricordano. Contributi singoli fino a euro per riqualificare le caldaie di case e uffici. Dal 1 febbraio apre il bando del Comune di Milano per richiedere gli incentivi, per un totale di euro, messi a disposizione nell ambito del protocollo d intesa sottoscritto nel 2006 con Regione Lombardia con l obiettivo di promuovere la riduzione delle emissioni in atmosfera di gas climalteranti e inquinanti riqualificando gli impianti termici installati in città. Il contributo è previsto solo per quegli interventi in grado di migliorare l efficienza energetica dell impianto almeno del 15% sul consumo di combustibile rispetto al dato annuo precedente all intervento. Inoltre saranno ammissibili gli interventi finalizzati all installazione di sistemi di contabilizzazione unifamiliare. Per ottenere il finanziamento agevolato è possibile rivolgersi a uno degli istituti bancari che ha sottoscritto il protocollo d intesa con il Comune. Le domande dovranno essere consegnate in orario d ufficio (dal lunedì al venerdì: 9-12 e ), a mano, a partire dal 1 febbraio ed entro il 14 marzo, al seguente indirizzo: Comune di Milano - Direzione Centrale Mobilità Trasporti Ambiente - Ufficio Protocollo, Via Beccaria Milano. Tutte le informazioni in merito al bando sono disponibili sul sito sul motore di ricerca Bando per la sostituzione di generatori di calore. Oppure possono essere chieste al Settore Attuazione Politiche Ambientali - Servizio Energia inviando una mail a L anziano Lav Milan e la città risplende! Dal novembre scorso, è stato avviato il progetto, dal simpatico nome Lav Milan, che mira a sensibilizzare i cittadini al decoro di Milano, coinvolgendo i centri socio-ricreativi del Comune e principalmente agli anziani, che diventano così i principali protagonisti della lotta contro il degrado quotidiano. In tutta Milano, sono trenta i pensionati che sono stati arruolati nelle file di Amsa, per diventare delle vere e proprie sentinelle dell ambiente, con compiti specifici nella tutela del verde e nella lotta contro l incuria e la trascuratezza. Gli anziani che volontariamente hanno aderito al progetto, prima di essere incaricati dell intervento diretto sul territorio milanese, hanno seguito un corso di formazione tenuto da personale dell Amsa che ha dato loro le nozioni di base sui servizi effettuati dall azienda e sulle situazioni in cui è necessario intervenire. In particolare, le Sentinelle hanno il compito di segnalare degrado ambientale al Contact Center di Amsa compilando un apposito modulo, o chiamando direttamente il numero verde attivo tutti i giorni 24 ore su 24. Le squadre di Amsa intervengono immediatamente. Ad oggi, le segnalazioni sono state, in particolare, per cestini rubati, piccole discariche abusive, motorini e auto abbandonate e segnaletica stradale danneggiata. L assessore all Arredo, Decoro urbano e Verde Maurizio Cadeo, ha sottolineato come l attività delle sentinelle sia benefica per tutti i cittadini in quanto solo la stretta collaborazione tra Amministrazione comunale e milanesi può rendere sempre più pulita e decorosa Milano. Per gli anziani in difficoltà, buoni taxi da 5 euro Sono in distribuzione, presso i Centri Multiservizi Anziani del Comune, i buoni taxi per gli anziani della città messi a disposizione dall Assessorato alla Famiglia, Scuola e Politiche sociali. Si tratta di un iniziativa sperimentale e sono già molte le richieste di informazioni giunte al Comune. Grazie a una convenzione stipulata con le Associazioni dei tassisti e a un primo stanziamento di 79 mila euro, il Comune mette a disposizione degli anziani buoni viaggio del valore di 5 euro. Ogni utente potrà disporre di un massimo di 25 buoni all anno. Si tratta di un servizio innovativo per gli anziani non in grado di usare i mezzi pubblici, soli, parzialmente autosufficienti e con reddito basso. Esiste già un elenco di radiotaxi e colonnine che hanno aderito all iniziativa; in questo modo per gli anziani sarà più semplice recarsi dal medico, a sottoporsi a terapie, piuttosto che all ufficio postale utilizzando il taxi. Per informazioni contattare il numero verde , oppure rivolgersi al Centro Multiservizi Anziani della propria zona. Le visite degli ispettori per l expo sono servite almeno a qualcosa Con Amsa il Comune ha concordato un potenziamento dei servizi nell area della Centrale, per garantire tutto l anno lo stesso standard qualitativo raggiunto in occasione della visita degli ispettori Bie. Con un ulteriore investimento di1 milione di euro, avremo a disposizione 20 operatori in più e ore di lavoro aggiuntive per i mezzi impiegati nell arco di tutta la giornata. pag. 6 febbraio 2008 Come le donne, anche gli uomini sapranno difendersi A seguito della richiesta di maggiore protezione lanciata dai commercianti, a partire dalla prossima primavera verranno svolti corsi di autodifesa anche per edicolanti, tassisti, farmacisti e tutte le categorie a rischio, sul modello di quelli già organizzati per le donne. L allarme sicurezza lanciato dai commercianti rimanda al problema dei clandestini. Come dicono gli studi e la stessa composizione della popolazione carceraria, sette volte su dieci sono proprio gli irregolari i principali responsabili dei reati che destano l allarme continuo tra queste categorie. E Milano che ha integrato 170 mila stranieri, non può integrare anche 100 mila clandestini. Le lezioni saranno tenute da istruttori di un associazione sportiva riconosciuta dal Coni e legata alla Fijlkam (Federazione Italiana Judo, Lotta, Karate, Arti Marziali). Per venire incontro alle esigenze di questi lavoratori, i corsi si svolgeranno una volta la settimana, la domenica o il lunedì, per la durata di un paio di mesi e mezzo. Il modello di riferimento sono i corsi di Cintura Rosa del Comune, che hanno già visto la partecipazione di oltre 600 donne e altre 700 circa in lista d attesa per nuove edizioni. Con questa iniziativa si tenta di rispondere alle necessità di maggiore sicurezza di una categoria particolarmente esposta alla criminalità. Categoria che il Comune di Milano ha sostenuto finanziando l acquisto di impianti di videosorveglianza e antirapina. E dal 4 febbraio è aperto un nuovo bando di un milione di euro riservato ai tassisti, che ha già avuto le prime 35 domande di adesione. Ma si pensa di istituirne uno anche per gli edicolanti. Mensile indipendente Iscriz. Trib. Milano194 del anno 14 n 1 gennaio 2008 Editore: Art Idea srl via Lucca, Milano tel fax www;artidea.co.uk dir. resp. Henry Neuteboom stampato nel mese di gennaio2007 da Il Guado Ogni residente di Zona 3 può utilizzare queste pagine per far conoscere il proprio modo di pensare agli altri. La redazione ha il solo compito di organizzazione generale dei testi. A volte la redazione non pubblica il nome di chi ci ha scritto degli articoli a tutela dell anonimato, ma tutto ciò che viene pubblicato è giunto in redazione firmato.

7 febbraio 2008 pag. 7 spazio aperto conferenze al museo Museo Civico di Storia Naturale Corso Venezia, 55 Ingresso gratuito con consumazione Euro 6,00 ogni II e IV giovedi del mese 28 febbraio, ore Angelo Tantarbini Università degli studi di Parma: Origine ed evoluzione del linguaggio 13 marzo, ore Nicola Saino Università degli studi di Milano: Sesso? Si... Ma con chi? 27 marzo, ore Chiara Ceci Università degli studi di Milano: Sesso? No. La partenogenesi 10 aprile, ore Marco Caccianiga Università degli studi di Milano: Sesso? Forse. Come si riproducono le piante 24 aprile, ore Mauro Mandrioli Università degli studi di Modena: Oltre i geni. Quando il DNA non serve 8 maggio, ore Stefano Moriggi Università degli studi di Milano: Tecnica ed evoluzione. Una prospettiva pragmatista 22 maggio, ore Emanuele Serrelli Università degli studi di Milano Bicocca: Pesci, evoluzione e scienza: lo strano caso del lago Vittoria Prenotazione obbligatoria entro il giorno precedente. Per informazioni e prenotazioni: Ilaria Guaraldi Vinassa de Regny Relazioni esterne (lun - ven ore 9.30/ /16.30 e sab - dom 9.30/ /17.30) <http://t.contactlab.it/c/ /737/ /1187>www.comune.milano.it/ museostorianaturale Museo Civico di Storia Naturale Corso Venezia, febbraio: Gruppo Botanico Milanese. Enrico Banfi. Corso di botanica: 4^lezione - Rosaceae, la scuola dell inganno. concerto fuori zona Teatro Osoppo via Osoppo 2, venerdì 29 febbraio, ore 21: concerto di musica classica, pianista Marco Falossi. Musiche di Bach, Ciaikowsky, Korsakoff, Saint-Saens, Falossi, Blumenfeld, Lewis, Rossini. Ingresso 15 euro (fino a 12 anni entrata gratuita) Il ricavato della serata sarà interamente devoluto all associazione San Benedetto ONLUS per progetti rivolti a persone senza fissa dimora. Info: Istituto dei Ciechi Sala Barozzi Via Vivaio, Stagione concertistica Vivaio Musicale. Programma multidisciplinare di musica, canto, danza, parola. La narrazione è tratta dal libro Storie di Milano di Giovanna Ferrante (Ambrogino d oro 2007). La quinta edizione racconta le Zone 4, 5, 6. I concerti hanno cadenza mensile, la domenica pomeriggio alle ore 15, con ingresso libero. domenica 24 febbraio: Il monumento alle Cinque Giornate di Milano. Dopo il racconto di questa pagina del nostro Risorgimento il monumento viene rappresentato attraverso una Danza Allegorica proposta da 5 danzatrici, ognuna delle quali rappresenta una delle 5 figure femminili scolpite sul monumento. Si passerà poi a rappresentare l ambien- te musicale milanese di quegli anni, che vedeva Giuseppe Verdi figura dominante. Le esecuzioni musicali verdiane (e di altri autori coevi) sono affidate a canto, clarinetto, pianoforte. Conclude una coreografia per un gruppo di piccole allieve di danza classica (Scuola Mara Terzi) a ricordare la storica Scuola di Danza del Teatro alla Scala. teatro in zona Spazio Teatro No hma via Andrea Orcagna tel Inaugurazione ciclo dedicato a Milano e al Territorio. Nel disegno delle cittàmondo, la cultura sfida il conflitto tra natura e tecnica per delineare un futuro di bellezza e umanità - Antropologia, Zoologia, Entomologia - 21 febbraio 2008, ore 21 - Spettacolo e musiche dal vivo di Teresa Pomodoro 26 febbraio 2008, ore 21 - Incontro con relatori ed esperti. Conversazione con il pubblico prof. Roberto Malighetti, docente di antropologia all università Bicocca; Robert Della Seta, presidente di Legambiente; prof. Enrico Alleva, direttore del dipartimento di Biologia Cellulare e Neuroscienze dell Istituto Superiore di Sanità; prof. Luciano Suss, direttore dell Istituto di Entomologia Agraria dell università degli Studi di Milano conferenze in libreria Libri di vetta Via Stradella marzo, ore 21: Roberto Ferranti parlerà ed illustrerà la flora delle Alpi. 11 marzo, ore 21: presentazione e brani dello spettacolo partigiano Balzàr, proposto da Le Radeau de la Musique. happy hour evoluzionistici al museo Ogni 2 e 4 giovedi del mese ore Museo Civico di Storia Naturale Corso Venezia, 55 Ingresso gratuito con consumazione Euro 6,00 E interessante contemplare una plaga lussureggiante e pensare che tutte queste forme così elaboratamente costruite, così differenti l una dall altra in maniera cosi complessa, sono state prodotte da leggi che agiscono intorno a noi. Charles Darwin 28 febbraio: Angelo Tantarbini. Università degli studi di Parma. Origine ed evoluzione del linguaggio 13 marzo: Nicola Saino. Università degli studi di Milano. Sesso? Si... Ma con chi? tela o di amicizia. La proprietaria è Lane, una giovane donna depressa, innamorata di Peter, uno scrittore, che tenta invano di finire una biografia su Diane, exdiva madre di Lane, che si trova lì per un periodo con il secondo marito. ANTONIO PIETRANGELI Uno dei grandi autori del nostro cinema, prematuramente scomparso nel 1968, a soli 49 anni, capace di rappresentare il reale e la società con sguardo laico, pungente e disincantato. Attento osservatore delle dinamiche sociali e di coppia, Pietrangeli ha saputo attraverso i suoi film offrire ritratti femmicinema in zona Spazio Oberdan Viale Vittorio Veneto 2 Ingresso libero con cinetessera WOODY ALLEN Una rassegna orientata su contenuti drammatici. Sebbene la sua eccezionale intelligenza comica, Allen non ha mai nascosto una forte attrazione per modelli espressivi più impegnativi, dichiarando ammirazione non solo per il cinema dei fratelli Marx, ma anche per quello di Ingmar Bergman e Federico Fellini. In realtà, il più europeo dei registi americani, ha dimostrato di essere uno dei pochissimi registi in grado di passare da un tema all altro senza nulla perdere. sabato 23 febbraio, ore 17: UN ALTRA DONNA. R. e sc.: W. Allen. Int.: Gena Rowlands, Ian Holm, Gene Hackman, Mia Farrow. USA, 1988, col., 84'. Ascoltando involontariamente una seduta psicanalitica nell appartamento vicino, una donna entra in crisi di autocoscienza, scopre di essere diversa da come pensava e decide di ricominciare una nuova vita. domenica 24 febbraio, ore 15: HANNA E LE SUE SORELLE. R. e sc.: W. Allen. Fot.: Carlo di Palma. Mont.: Susan E. Morse. Int.: W. Allen, Mia Farrow, Michael Caine, Barbara Hershey, Maureen O Sullivan, Dianne West, Max von Sidow. USA, 1986, col., 106'. Tre sorelle a Manhattan: la prima, Hannah, ha dedicato la sua vita alla famiglia; la seconda, Holly, divorziata e inquieta, cerca di ridare un senso alla sua vita; la più giovane, Lee, vive con un maturo artista suo pigmalione. Gli uomini che girano intorno alle tre donne, fragili e confusi, creano loro soltanto problemi, ma alla fine ognuno sembra ritrovare la strada smarrita. sabato 1 marzo, ore 21.30: MATCH POINT. R. e sc.: W. Allen. Int.: Scarlett Johansson, Jonathan Rhis-Meyers, Brian Cox, Emily Mortimer. USA, 2005, col., 124'. Chris Wilton è un giovane ex tennista che fa il maestro di tennis a Londra in un club molto esclusivo. Qui conosce il ricco Tom Hewett e sua sorella Chloe, che si innamora subito di lui. I due si fidanzano, si sposano e il ricco padre della ragazza inserisce il genero nella sua attività finanziaria. Ma Chris ha iniziato nel frattempo una relazione con Nola, aspirante attrice americana, che quando rimane incinta pretende che lui lasci la moglie. domenica 2 marzo, ore 15 : SETTEM- BRE. R. e sc.: Woody Allen. Int.: Denholm Elliott, Mia Farrow, Dianne Wiest, Elaine Stritch, Sam Waterston. Usa, 1987, col., 87'. Un gruppo di persone trascorrono alcuni giorni di vacanza in una villa del Vermont. Sono legati da vincoli di paren- nili complessi, forti e fragili, ambivalenti, di donne combattute tra aspirazioni verso l emancipazione e sottomissione alle logiche retrive di un moralismo maschilista e clericale. Le donne ricoprono nuovi ruoli sociali e il cinema di Pietrangeli li rappresenta. venerdì 29 febbraio, ore 19: Fantasmi a Roma. R.:A. Pietrangeli Sc.:Sergio Amidei, Ennio Flaiano, Antonio Pietrangeli, Ettore Scola. Int.:Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman, Sandra Milo, Tino Buazzelli. Italia, 1961, col., 100'. Il principe di Roviano vive con quattro fantasmi in un antico palazzo. La singolare convivenza trascorre tranquilla, ma quando l anziano muore incombe una preoccupante minaccia: lo sfratto. Federico Roviano, il nipote, vuole sacrificare il palazzo alla speculazione edilizia per ottenere un lauto guadagno. I fantasmi si mobiliteranno per fare in modo che l edificio venga proclamato monumento nazionale e non venga così, abbattuto. giovedì 28 febbraio, ore 21.30: Io la conoscevo bene. R.: A. Pietrangeli. Sc.: A. Pietrangeli, E. Scola, R. Maccari. Int.: Ugo Tognazzi, Stefania Sandrelli, Nino Manfredi, Enrico Maria Salerno. Italia/Fr./ RFT, 1965, b/n, 109'. Adriana è una bella ragazza di provincia che arriva a Roma piena di speranze, entusiasmo e ingenuità. Ma la sua innocenza sarà presto sporcata dallo squallore morale che incontra e che la condurrà al suicidio. mercoledì 27 febbraio ore 19: sabato 1 marzo, ore 15: Il magnifico cornuto. R.: A. Pietrangeli. Sc.: Diego Fabbri, Ruggero Maccari, E. Scola, Stefano Strucchi. Int.:Ugo Tognazzi, Claudia Cardinale, Gian Maria Volonté, Lando Buzzanca, Salvo Randone. Italia/Fr., 1964, b/n, 124'. Andrea ha una moglie bellissima ed è ossessionato dall idea che lei lo tradisca. Esasperata, la donna arriva a inventarsi un amante. Ma scherzando... domenica 24 febbraio, ore 11: La parmigiana R.:A. Pietrangeli. Sc.:Ettore Scola, Ruggero Maccari, Bruna Piatti, A. Pietrangeli, Stefano Strucchi, dal romanzo omonimo di Bruna Piatti. Int.:Catherine Spaak, Nino Manfredi, Didi Perego, Nando Angelini, Mario Brega, Lando Buzzanca. Italia, 1963, b/n, 110', Beta. Dora abita in una canonica con lo zio prete. Seduce un seminarista in vacanza, e fugge con lui a Riccione. Abbandonata e senza denaro, per pagare il conto non rifiuta di soddisfare la lussuria dell albergatore. Vive poi con Nino, giovanotto che spera di procurarsi fama e ricchezza con la pubblicità; decide di seguirlo a Roma ma le disavventure saranno ancora molte. giovedì 21 febbraio, ore19: Souvenir d Italie sabato 23 febbraio, ore 15: Souvenir d Italie R.:A. Pietrangeli. Sc.:Armando Crispino, Dario Fo, Angelo Pietrangeli, Furio Scarpelli, Age. Int.:June Laverick, Isabelle Corey, Ingeborg Schöner, Vittorio De Sica, Massimo Girotti, Gabriele Ferzetti. Italia, 1956, col., 100'. Margaret, ricca ragazza inglese, sta percorrendo la riviera ligure in auto e fa salire a bordo Hilde e Josette, anche loro straniere, che viaggiano in autostop. Le tre ragazze continuano insieme il loro viaggio, finché, per errore, spingono l auto in mare. Il viaggio sarà ricco di avventure. domenica 2 marzo, ore 11: Il sole negli occhi. R.:A. Pietrangeli. Sc.:Lucio Manlio Battistrada, Suso Cecchi D Amico, Ugo Pirro, A. Pietrangeli. Int.:Irene Galter, Gabriele Ferzetti, Anna Maria Dossena, Aristide Baghetti, Paolo Stoppa. Italia, 1953, b/n, 98'. Celestina, rimasta orfana, si trasferisce a Roma per fare la domestica. Conosce Fernando, un operaio idraulico, e se ne innamora. Le disavventure da affrontare però, sono molte, compresa la scomparsa di Fernando proprio dopo aver scoperto di essere rimasta incinta. GUS VAN SANT Omaggio a un artista poliedrico, regista, pittore, scrittore, fotografo e musicista, che non ha mai tradito la sua vocazione di autore controcorrente, coraggioso nell affrontare temi scomodi. giovedì 28 febbraio, ore 19: COWGIRL- IL NUOVO SESSO. R. e sc.: G. Van Sant. Int.: Uma Thurman, Lorraine Bracco, Pat Morita, Angie Dickinson, Keanu Reeves. Usa, 1993, col., 93'. Sissy, donna anticonformista, ha due pollici enormi, con i quali fa l autostop, viaggiando così attraverso gli Stati Uniti senza troppe spese. Non ha comunque problemi economici: è la testimonial di una casa di cosmesi. I suoi più grandi desideri sono viaggiare ed essere libera. Un unico uomo potrebbe addomesticarla, Julian, un mezzo sangue indiano da cui è molto attratta. mercoledì 27 febbraio, ore 21.30: DA MORIRE. R.: G. Van Sant. Sc.: Buck Henry. Int.: Nicole Kidman, Matt Dillon, Joaquin Phoenix, Casey Affleck, Illeana Douglas. Usa, 1995, col., 102'. Suzanne Stone, donna vivace e senza scrupoli morali, ha deciso di uscire dal grigiore della provincia in cui vive entrando nel mondo della televisione, e nel suo potenziale potere. Il suo progetto più ambizioso è però realizzare un documentario sulla gioventù locale. venerdì 29 febbraio, ore 21.30: DRUGSTORE COWBOY. R.: G. Van Sant. Sc.: G. Van Sant, Daniel Yost. Int.: Matt Dillon, Kelly Lynch, James LeGros, Heather Graham, James Remar, Eric Hull. Usa, 1989, col., 99', Beta. Insieme alla moglie Dianne e ad un altra coppia, Rick e Nadine, il tossicodipendente Bob Hughes ha escogitato un sistema di furti nelle farmacie e negli ospedali operando con diversi stratagemmi. Gentry, un tenente della narcotici, tenta invano di incastrarlo. sabato 1 marzo, ore 17: ELEPHANT. R. e sc.: G. Van Sant. Fot.: David Harris. Int.: Alex Frost, Eric Deulen, John Robinson, Elias McConnel, Jordan Taylor, Carrie Finklea, Nicole George. USA, 2003, col., 81'. Nella calma apparente di una high-school di Portland, i ragazzi svolgono le consuete attività; ma prende forma un disegno spietato e crudele, portatore di morte e sgomento. sabato1 marzo, ore domenica 2 marzo, ore 17: PARANOID PARK. R.: G. Van Sant. Sc.: G.V. Sant dal romanzo omonimo di Blake Nelson. Int.: Gabe Nevins, Dan Liu, Jake Miller, Taylor Momsen, Lauren Mc Kinney. Francia/Usa, 2007, col., 85'. Un parco di Portland per appassionati di skateboard, in cui si ritrovano gli skater più folli, giovani senza tetto e senza futuro che bruciano le proprie vite sulle piste. Alex, 16 anni, attratto da tutto questo, decide di avventurarsi nel parco, dove una sera, accade l irreparabile. Ma Alex decide di non raccontare l accaduto. Premio della Giuria al 60 Festival di Cannes.

8 cultura pag. 8 febbraio 2008 di la cultura siamo noi cittadini attori scrittori pittori musicisti scuole e famiglie di TheaFillarini Kimsooja teatro san giuseppe Nella accogliente sala del teatro San Giuseppe di via Redi una serie di rappresentazioni teatrali riempie le serate di tanti residenti di zona e non... Infatti, poiché nelle sale della comunità della diocesi, le compagnie che aderiscono alla giornate di Teatroinsieme rappresentano il loro spettacolo nello stesso giorno, anche la compagnia Quelli delle 21 ha aderito all iniziativa e ha presentato al teatro San Giuseppe Silvia l attrice di Roberto Zago e Preparo per due di Alberto Balzani, due pièces ben riuscite che hanno visto protagonista con gli altri Michele Faracci, volto conosciutissimo in Zona 3 come regista e promotore di iniziative teatrali, qui in veste di attore. Il ricavato degli spettacoli è destinato al Progetto Liberazione dei Bambini Soldato della Fondazione Mago Sales Onlus. Mago Sales, don Silvio Mantelli, è vissuto nel nord dell Uganda, dove ancora oggi si consuma una delle tante, Galleria ZERO via Ventura 6 Personale di Gedi Sibony Scultore di New York, che produce opere con materiali di recupero. venerdì 14 marzo inaugurazione fino al 24 aprile mostre Galleria Cortese Via Stradella 7 T F Kimsooja: Video Album, lavori fotografici e video. giovedì 21 febbraio ore inaugurazione: alla presenza di Kimsooja, fino al 26 aprile orario: da martedì a venerdì ore 10-13; , sabato o su appuntamento Christopher House, ballerino e coreografo, è stato ripreso da solo all interno di una stanza. Non gli è stato chiesto di fare nulla se non di sedersi di fronte all obiettivo della telecamera per un certo lasso di tempo. La telecamera è una sorta di specchio che riflette la dimensione di un percorso psicologico che si può seguire dalle espressioni che corrono sul volto di Christopher. Altro filmato riprende un area lungo la costa di Havana, dove molti cubani sono soliti a sedersi, rilassarsi, sognare e passeggiare sul lungo mare dell Oceano. Altre immagini sono state realizzate sulle colline di Honolulu, Hawaii, aprendo la telecamera per un periodo di tempo prolungato, aumentando così l esposizione alla luce e permettendo al mondo esterno di immergersi in campo pittorico. Kimsooja ha voluto dedicare il suo lavoro al tempo spazio che intercorre tra le cime degli alberi e il cielo. Gedi Sibony troppe guerre dimenticate da giornali e politici, dove migliaia di bambini e bambine fuggono ogni giorno dai propri villaggi per scampare alle sempre più frequenti rappresaglie e alle bande criminali che massacrano adulti e rapiscono bambini costretti a patire fame e sete. La Fondazione Mago Sales è riuscita a salvare bambini fuggiti dall esercito di resistenza, provvedendo a pagare la retta per gli studi a cinque ragazzi, per dare loro la possibilità di ricominciare una nuova vita. Ma tanti altri bambini aspettano. E non solo, compagnie itineranti presentano al teatro San Giuseppe i lavori preparati da ragazzi brillanti che vengono da Piacenza, Lodi e Varese. Per la Favola dei saltimbanchi, leggera e divertente, ma anche profonda, la sala di via Redi aveva il tutto esaurito e gli applausi, calorosi, sono la giusta ricompensa al loro impegno. Luisa Lambri Lo Studio Guenzani via Eustachi 10 tel Orari: dal martedì al sabato, dalle 15 alle La mattina su appuntamento. Mostra personale di Luisa Lambri. Alcune recenti fotografie dedicate soprattutto agli architetti italiani Carlo Mollino e Carlo Scarpa. Un indagine sull architettura contemporanea. Luisa Lambri si distanzia dalla fotografia documentaria e dalla scuola tedesca contemporanea della nuova oggettività. Del Teatro Regio di Torino di Carlo Mollino, per esempio, l artista fotografa dei particolari del foyer mettendone in rilievo linee e ombre che sottintendono al lavoro di rivisitazione del formalismo modernista che attraversa parte del suo lavoro. Nel caso del Cimitero Monumentale Brion, l artista isola alcuni particolari architettonici trasformando l edificio in cemento di Carlo Scarpa in immagini costituite principalmente da luce diffusa. Nata nel 1969, Luisa Lambri ha studiato Lettere e Filosofia all università di Bologna e Milano. Vive a Milano. Durante gli ultimi anni il suo lavoro è stato incluso in importanti mostre tra cui la Biennale di Venezia nel 1999 e Tra le altre mostre recenti ricordiamo le personali al Baltimore Museum of Art, al Carnegie Museum of Arts, Pittsburgh, alla Menil Collection, Houston, e a Kettle s Yard, Cambridge. Una sua mostra al Museo d Arte Contemporanea di Los Angeles (r) in programma per il febbraio Il suo lavoro sar inoltre rappresentato nella mostra Italics a Palazzo Grassi, Venezia, e al Museum of Contemporary Art, Chicago, a cura di Francesco Bonami. La mostra prosegue fino al 2 aprile Intervista a Teresa Pomodoro, patron del teatro Quando entra in scena, il pubblico si alza in piedi per applaudirla. Teresa Pomodoro, prima donna. Passione e consapevolezza, ragione e sentimento: i pilastri portanti di questa gentile signora che, molto amata nella nostra zona, discretamente lancia semi per riflettere. E lo fa qui in via Orcagna, di fianco alla piscina Ponzio, dal palcoscenico dello Spazio Teatro No hma. Facciamo un passo indietro e pensiamo ad una di quelle palazzine costruite negli anni 40 del secolo scorso quando, corredate di argani e pompe, portavano l acqua potabile nelle nostre case. Il sistema poi venne centralizzato e la palazzina di via Orcagna, così come le altre, cadde praticamente nelle mani della sorte. La buona sorte, poiché Teresa Pomodoro, una dozzina di anni fa, volendo dar corpo alla sua idea di Teatro-Spazio, alla sua visita e, come si dice in gergo commerciale, vista e piaciuta, l ha trasformata in qualcosa di unico. La palazzina è di proprietà del Comune, ma è l immagine di Teresa. Come una casa porta i segni di chi la abita, così l edificio industriale ex acqua potabile è plasmato a somiglianza del carattere di Teresa Pomodoro. Argano, tubi, interruttori, galleria Spazio Frisi Una galleria per tutte le arti È interessante scoprire, ogni tanto, nel mare magnum di gallerie presenti a Milano, a volte troppo mummificate nelle loro proposte, uno spazio che si distingue come vettore di arte emergente, in comunicazione con le altre arti. Si tratta di uno spazio che, per fortuna, è riuscito a mantenersi tale anche dopo il cambio di gestione, avvenuto poco più di tre mesi fa. Parliamo di Spazio Frisi, in via Frisi 12, ex Artelier, dove le inaugurazioni, sia di collettive sia di personali, sono accompagnate solitamente da musiche dal vivo al piano, suonato dalla brasiliana Silvana Vendramel, ma anche da letture e da gustosi buffet. In fondo, una delle sfide che l arte e i suoi luoghi di culto devono affrontare oggi è l interdisciplinarietà di varie arti, per sollecitare le facoltà sensoriali di chi assiste a un evento. La galleria è spesso sede di conferenze e di corsi di formazione. Nella scelta degli artisti, la giovane direttrice Valeria Modica, di scuola siciliana, non fa distinzione di nazionalità o di età. Nelle ultime mostre abbiamo potuto apprezzare una collettiva di artisti finlandesi contemporanei provenienti da Helsinki; le giocose sospensioni di soggetti cartoonistici, tra il serio e il faceto, del pittore toscano Beppe Francescani; e una collettiva di artisti provenienti da tutta Italia. Valeria Modica assicura che la galleria, dopo avere puntato per anni su una clientela di affezionati, ora cerca di attirare persone nuove, anche giovani, grazie a una sala più luminosa e più spaziosa. Informazioni sulla galleria e sulle sue mostre sono reperibili sul sito spaziofrisi.it e sulla rivista Milano 4 Magazine, gestita dal gruppo Ammy Promotion, titolare dello spazio. Non si hanno novità invece circa la rivista Okarte, cui era legata in precedenza Artelier, strumento imprescindibile per decifrare la realtà artistica di Zona 3, che di recente ha sospeso le pubblicazioni per motivi poco chiari. Speriamo possa ritornare in vita. Uno spazio così vivace merita una rivista che gli stia al passo. Luca Salvi teatro No hma progetto comunita aperta Una Chiesa vicina alla gente. E l auspicio dell Arcivescovo Tettamanzi Già molto tempo in anticipo, rispetto alle ore 16, si notava un rilevante flusso di gente, che si dirigeva verso la via Palestrina, quasi fosse un tacito richiamo di storica memoria. La nuova di quest arrivo ne paesi d intorno aveva invogliati tutti d andare a veder quell uomo; e si scampanava più per allegria, che per avvertir la gente...cos ha quell uomo, per render tanta gente allegra? Qualche soldo che distribuirà così alla ventura...ma costoro non vanno tutti per l elemosina...! [il cardinal Borromeo da I Promessi Sposi di A. Manzoni]. Domenica, 20 gennaio 08, si è tenuta una concelebrazione eucaristica, presso il SS. Redentore, presieduta da Sua Eminenza il cardinale Dionigi Tettamanzi, per le quattro parrocchie del Decanato Venezia. Una visita accuratamente preparata, anche attraverso momenti di confronto e di riflessione spirituale. Erano presenti, le emittenti Circuito Marconi e TeleNova, tutti i sacerdoti, le corali e i membri dei Consigli vasche: tutto conservato, la palazzina ha tenuto e riattato ogni cosa. Su e attorno al vecchio è stato costruito il nuovo. Il passato alla base del presente, in lontananza il futuro. All interno ed all esterno piante, fiori, ulivo, limoni, rose. E la vita. Tutto questo è Teresa Pomodoro. Letture, studio, esperienze, viaggi, riflessioni. Mescola tutto ciò che è con tutto ciò che ha, per comporre ed offrire qualcosa di nuovo. Il mondo interiore di Teresa svolto tra le mura del No ha, semplicemente per riflettere. C è la politica alla spalle del No hma? No, siamo liberi, nessuna interferenza né pratica nè ideologica. I vostri spettacoli sono gratuiti. Il pubblico apprezza il vostro dono? Inizialmente gli spettatori erano spiazzati, pensavano chissà cosa c è sotto. Non c è niente sotto, non vendiamo pentole o abbonamenti. Offriamo il nostro sapere. Vede tutti questi libri, sono libri che ho letto..che amo...credo profondamente nella cultura. Siete un teatro o un circolo culturale? Siamo uno Spazio che offre delle riflessioni. La nostra programmazione non ha niente a che vedere con quella dei teatri tradizionali. Guardi, ad esempio, gli appuntamenti di febbraio e marzo: sono incontri che prevedono la combinazione-interazione fra Teatro, Musica, Scienze Tecniche ed Umane; ci saranno relatori importanti e la voce del pubblico. La sua è una formazione classica, cosa ne pensa di Federico Moccia? I suoi libri sono blasfemi, presentano un avvilente mondo adolescenziale. L adolescenza è uno stato delicatissimo. Moccia ne ha fatto un solido business, solo un affare. In che rapporti è con le scuole? Solo il liceo Berchet ha accettato i nostri inviti. Come vede i tempi che corrono? La volgarità e l ignoranza non possono essere a capo di niente. D accordo, i nostri governanti non possono essere a capo di niente. Stando così le cose cosa propone? Guardi io per anni ho prodotto teatro nel carcere di San Vittore e i detenuti li ho visti uscire e poi tornare. Ma quale uomo può desiderare di tornare a San Vittore? Solo la cultura ci salverà. Io punto sulla scuola...ci sono tanti bravi insegnanti...tanti giovani che vogliono apprendere. Dobbiamo imparare ad assumerci la responsabilità della nostra vita. Cosa vuol dire <<solo gli dei possono sapere chi per primo commise il male>>? Nell animo umano il bene coesiste col male. Dobbiamo tenerne presente. Non parlo di facile indulgenza ma di consapevolezza dei limiti dell uomo. Rosa Parisi pastorali di Zona 3 ma, soprattutto, tantissime persone comuni, desiderose di prendere parte a quello che si percepiva come un evento denso di significato emotivo e religioso. L arcivescovo, che tramite un suo discorso natalizio aveva invitato alla collaborazione e al senso della corresponsabilità, ha avuto parole di conforto, in particolare, per coloro che versano in condizioni di solitudine e di disperazione. Ha altresì fatto appello alla necessità di trasformare l amore in vita vissuta, secondo il messaggio evangelico. Al termine della solenne celebrazione, protrattasi fino a pomeriggio inoltrato, Tettamanzi si è intrattenuto personalmente con ognuno di coloro che desiderava avvicinarlo, elargendo cordiali strette di mano e sorrisi rassicuranti. Una fiumana di persone di ogni età che volevano suggellare con quell incontro la possibilità di avvertire il senso del divino nel proprio agire quotidiano. Decisamente compiaciuto è apparso il parroco del Redentore, Piero Denna, per quella attestazioni di stima che venivano tributate al suo superiore e per quel calore che si avvertiva palpabile in una zona a densa realtà abitativa, non sempre pronta a recepire, secondo alcuni, le esigenze di coloro che versano in situazioni di disagio, dovuto anche alla mancata integrazione del diverso. Giusy Serafino solidarieta tra di noi! Il risparmio come cultura L aumento dei prezzi, gli incassi in calo, gli stipendi a rischio... il nostro tenore di vita è in discesa. Che fare? Lamentarci non serve, risparmiare in modo intelligente, sì che serve! Se il risparmio può rappresentare un piccolo aumento di stipendio, da questo numero lanciamo un appello ai nostri lettori. Inviateci scritti su quello che sapete fare per: - buttare via meno - riciclare meglio - spendere oculatamente - comprare bene. Una piccola operazione di solidarietà tra di noi, un recupero di antiche tradizioni anti-consumiste. Ecco il primo testo arrivato in redazione, che ci ha dato lo spunto di avviare questa iniziativa. Lo sapete che l acqua con cui si è cucinata la pasta lava e sgrassa benissimo i piatti? Quando colate la pasta, per recuperare l acqua calda con l amido e il sale, mettete il colapasta sopra una bacinella o nell acquaio chiuso col tappo, e con quest acqua lavate piatti, bicchieri, posate e anche le pentole. Poi sciacquate come sempre. Il risultato vi sorprenderà, userete meno detersivi, per il benessere dell ambiente e del borsellino.

ATTIVITA DI CONTRASTO ALLA CRIMINALITA DELLA QUESTURA DI SALERNO E DEI COMMISSARIATI DI P.S.

ATTIVITA DI CONTRASTO ALLA CRIMINALITA DELLA QUESTURA DI SALERNO E DEI COMMISSARIATI DI P.S. ATTIVITA DI CONTRASTO ALLA CRIMINALITA DELLA QUESTURA DI SALERNO E DEI COMMISSARIATI DI P.S. Tipo di attività dal 01/05/2012 al 30/04/2013 Persone controllate 52.598 Persone sottoposte ad obblighi 19.349

Dettagli

Polizia di Stato Questura di Pordenone. 15 maggio 2014 - Pordenone www.poliziadistato.it

Polizia di Stato Questura di Pordenone. 15 maggio 2014 - Pordenone www.poliziadistato.it 15 maggio 2014 - Pordenone www.poliziadistato.it L ATTIVITA DELLA POLIZIA DI STATO NELLA PROVINCIA DI PORDENONE NELL ANNO 2013 LA POLIZIA DI STATO NEL 2013 Prevenzione e contrasto Chiamate al 113 : 7.248

Dettagli

LE AREE DI INTERVENTO

LE AREE DI INTERVENTO ATTIVITA ANNO 2013 LE AREE DI INTERVENTO SICUREZZA URBANA SICUREZZA STRADALE SICUREZZA DEL TERRITORIO SICUREZZA DEI CONSUMATORI e DEI LAVORATORI. IL CORPO della POLIZIA LOCALE 113 OPERATORI (-1 ) FRA CUI:

Dettagli

3.7 La Città per la sicurezza

3.7 La Città per la sicurezza 3.7 La Città per la sicurezza 3.7.1 Gli obiettivi di mandato «Vogliamo una città aperta perché libera e sicura, una città dove la sicurezza non sia rappresentata solo dal controllo del territorio esercitato

Dettagli

dâxáàâüt w céüwxçéçx Anniversario della Fondazione della Polizia ESSERCI SEMPRE 22 maggio 2015 - Pordenone www.poliziadistato.it Polizia di Stato

dâxáàâüt w céüwxçéçx Anniversario della Fondazione della Polizia ESSERCI SEMPRE 22 maggio 2015 - Pordenone www.poliziadistato.it Polizia di Stato dâxáàâüt w céüwxçéçx Anniversario della Fondazione della Polizia ESSERCI SEMPRE Polizia di Stato 22 maggio 2015 - Pordenone www.poliziadistato.it L ATTIVITA DELLA POLIZIA DI STATO NELLA PROVINCIA DI PORDENONE

Dettagli

Volontariato Brescia ONLUS I SERVIZI. partecipazione alle spese per i danni subiti

Volontariato Brescia ONLUS I SERVIZI. partecipazione alle spese per i danni subiti Associazione di volontariato ASSOARMA Croce Rossa Italiana Comitato locale di Brescia Volontariato Brescia ONLUS Associazione Nazionale Terza Età Attiva per la Solidarietà Comune di Brescia SETTORE SICUREZZA

Dettagli

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa 22 novembre 2010 Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009 Sintesi per la stampa La diffusione dei reati: al Sud più rapine, scippi, minacce, furti di veicoli, al Centro-Nord più furti

Dettagli

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno PATTO PER LA SICUREZZA TRA LA PREFETTURA - UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO DI ASCOLI PICENO E IL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO finalizzato alla realizzazione di iniziative per un governo complessivo

Dettagli

Città di Bra Corpo Polizia Municipale

Città di Bra Corpo Polizia Municipale San Sebastiano 2013 Conferenza Stampa Attività Operativa POLIZIA MUNICIPALE Anno 2012 Bra, 17 gennaio 2013 . Controllo del territorio 1.315 servizi di pattugliamento diurno per un totale di 8.056 ore;

Dettagli

POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE ATTIVITA ANNO 2010 1

POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE ATTIVITA ANNO 2010 1 POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE ATTIVITA ANNO 2010 1 ATTIVITA UNITA SEGRETERIA NOTIFICHE - CONTENZIOSO CODICE DELLA STRADA 2009 2010 VIOLAZIONI ACCERTATE 16.292 16.721 DIVIETI DI SOSTA 15.784 15.679 PARCHEGGI

Dettagli

COMMISSIONE AMBIENTE, PARCHI E GIARDINI, ARREDO URBANO, DEMANIO E PATRIMONIO. Oggetto: Proposta di riqualificazione su Piazza Leonardo da Vinci

COMMISSIONE AMBIENTE, PARCHI E GIARDINI, ARREDO URBANO, DEMANIO E PATRIMONIO. Oggetto: Proposta di riqualificazione su Piazza Leonardo da Vinci Al Sindaco Moratti Agli Assessori Cadeo, Croci, Simini e Terzi Al settore pianificazione mobilità e trasporti E p.c. ai Consiglieri comunali tutti COMMISSIONE AMBIENTE, PARCHI E GIARDINI, ARREDO URBANO,

Dettagli

MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015

MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015 MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015 MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015 15/10/2015 Arrotini minacciosi chiedono cifre esorbitanti 1 15/10/2015 Mille euro nel portafoglio Smarrito e riconsegnato

Dettagli

Sicurezza e cittadinanza

Sicurezza e cittadinanza Sicurezza e cittadinanza (pp. 621 681 del volume) La numerazione di tabelle, tavole e figure riproduce quella del testo integrale Aspettando il Piano carceri Ci sono voluti quattro anni dall ultimo provvedimento

Dettagli

TI GARANTIAMO UN ADEGUATA SICUREZZA AZIENDALE NEL PIENO RISPETTO DELLA NORMATIVA

TI GARANTIAMO UN ADEGUATA SICUREZZA AZIENDALE NEL PIENO RISPETTO DELLA NORMATIVA V I D E O S O R V E G L I A N Z A sicurezza aziendale TI GARANTIAMO UN ADEGUATA SICUREZZA AZIENDALE NEL PIENO RISPETTO DELLA NORMATIVA L acquisizione di un immagine di un soggetto che ad esempio entra

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE "Blaise Pascal"

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Blaise Pascal ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE "Blaise Pascal" P.le Macrelli, 100-47521 Cesena (FC) Tel. +39 054722792 Fax +39 054724141 Cod.fisc. 81008100406 - Cod.Mecc. FOTF010008 www.ittcesena.gov.it fotf010008@istruzione.it

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

Sistema Integrato di Sicurezza Urbana. Progetto integrato per la Sicurezza dei Beni, dei Cittadini e del Territorio Comunale

Sistema Integrato di Sicurezza Urbana. Progetto integrato per la Sicurezza dei Beni, dei Cittadini e del Territorio Comunale Sistema Integrato di Sicurezza Urbana Progetto integrato per la Sicurezza dei Beni, dei Cittadini e del Territorio Comunale L esigenza di Sicurezza nelle nostre Città Dare sicurezza al Cittadino è ormai

Dettagli

Relazione Osservatorio sulla prostituzione e sui fenomeni delittuosi ad essa connessi. Sintesi e Conclusioni

Relazione Osservatorio sulla prostituzione e sui fenomeni delittuosi ad essa connessi. Sintesi e Conclusioni Relazione Osservatorio sulla prostituzione e sui fenomeni delittuosi ad essa connessi Sintesi e Conclusioni Due le questioni emergenti su cui l Osservatorio si è soffermato: la condizione di sfruttamento

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

COMUNITA MONTANA ALTA VALMARECCHIA Novafeltria (RN) SERVIZIO ASSOCIATO DI POLIZIA MUNICIPALE

COMUNITA MONTANA ALTA VALMARECCHIA Novafeltria (RN) SERVIZIO ASSOCIATO DI POLIZIA MUNICIPALE COMUNITA MONTANA ALTA VALMARECCHIA Novafeltria (RN) SERVIZIO ASSOCIATO DI POLIZIA MUNICIPALE Comune di Novafeltria Comune di Talamello Comune di Maiolo QUESTIONARIO SULLA PERCEZIONE DI SICUREZZA a cura

Dettagli

Informazioni sulla legge di protezione contro la violenza (LPV)

Informazioni sulla legge di protezione contro la violenza (LPV) Informazioni sulla legge di protezione contro la violenza (LPV) Protezione 1. Chi protegge la legge dalla violenza domestica? La legge protegge la persona che subisce violenza o che è minacciata di violenza

Dettagli

Primo Incontro di ascolto in Zona 2

Primo Incontro di ascolto in Zona 2 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Primo Incontro di ascolto in Zona 2 Cascina Cattabrega,via Trasimeno 49 20 luglio 2015 All incontro hanno preso parte 36 persone. I partecipanti sono stati 25

Dettagli

Cose da sapere IL BOLLINO BLU

Cose da sapere IL BOLLINO BLU Cose da sapere IL BOLLINO BLU Il Bollino Blu è un certificato che dimostra l avvenuto controllo dei gas di scarico di un automobile, per i Comuni e le aree a traffico limitato delle città in cui questo

Dettagli

La paura della criminalità in Italia

La paura della criminalità in Italia La paura della criminalità in Italia Linda Laura Sabbadini DIRETTORE CENTRALE ISTAT Maria Giuseppina Muratore ISTAT Istituto Nazionale di Statistica 1. Paura personale, senso di insicurezza è la sensazione

Dettagli

Domande Domande 1. Sesso F M 2. Età < 10 10-15 15-17 > 17 3. Classe e scuola frequentata 4. In quale zona o frazione abiti? 5. Ti senti sicuro nella città in cui vivi?, sempre Abbastanza Poco

Dettagli

Luca Masera. Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio

Luca Masera. Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio Luca Masera Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio 1. Per comprendere davvero quello che è successo e sta succedendo a Lampedusa, credo sia utile cercare di inserire tale vicenda all interno del

Dettagli

PROGRAMMA N. 15: SICUREZZA

PROGRAMMA N. 15: SICUREZZA PROGRAMMA N. 15: SICUREZZA 195 196 15. SICUREZZA Progetto 15.1 Polizia Municipale Le attività della Polizia Municipale sono rivolte ad affermare e mantenere la legalità nella società civile, attraverso

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MONTAGNOLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MONTAGNOLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5668 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato MONTAGNOLI Modifiche agli articoli 624, 624-bis e 625 del codice penale, concernenti le pene

Dettagli

ARRESTIAMO... furti e rapine VIVI LA SICUREZZA

ARRESTIAMO... furti e rapine VIVI LA SICUREZZA ARRESTIAMO... furti e rapine VIVI LA SICUREZZA Il saluto del Questore Nella delicata attività di prevenzione e repressione dei reati, la Polizia di Stato profonde quotidianamente il suo impegno per garantire

Dettagli

PARCHEGGI PER BICICLETTE IN AREE RESIDENZIALI

PARCHEGGI PER BICICLETTE IN AREE RESIDENZIALI Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / PARCHEGGI PARCHEGGI PER BICICLETTE IN AREE RESIDENZIALI Visione d insieme Nelle zone residenziali tutti gli abitanti dovrebbero poter disporre di un

Dettagli

PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE. La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO

PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE. La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO Raccolta dei dati sulla mobilità scolastica Gli obiettivi della raccolta dei dati sulla mobilità

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 6. Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 6. Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Terzo incontro di ascolto in Zona 6 Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16 15 Settembre 2015 Il terzo incontro di ascolto con i cittadini della

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO PER I TURISTI ITALIANI A VARSAVIA

OPUSCOLO INFORMATIVO PER I TURISTI ITALIANI A VARSAVIA KOMENDA STOŁECZNA POLICJI Źródło: http://www.policja.waw.pl/pl/informator-dla-turystow/19542,opuscolo-informativo-per-i-turisti-italiani-a-varsavia.ht ml Wygenerowano: Środa, 22 czerwca 2016, 19:44 OPUSCOLO

Dettagli

EL NOST MILAN la nostra milano OUR MILAN

EL NOST MILAN la nostra milano OUR MILAN Progetto e realizzazione a cura di: Direzione Comunicazione - Comune di Milano Per maggiori informazioni www.comune.milano.it Infoline 02.02.02 Stampato su carta riciclata EL NOST MILAN la nostra milano

Dettagli

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA INCHIESTA CASE SVALIGIATE: NUMERI DA BRIVIDO E DIFENDERSI È QUASI IMPOSSIBILE SONO ORGANIZZATI COME MILITARI: NESSUN ANTIFURTO LI FERMA. CONTRO DI LORO LA POLIZIA HA MESSO IN CAMPO SUPER TECNOLOGIE, MA

Dettagli

Città di COLOGNO MONZESE. Area Torriani, l ipotesi di progetto per la riqualificazione dell area

Città di COLOGNO MONZESE. Area Torriani, l ipotesi di progetto per la riqualificazione dell area Area Torriani, l ipotesi di progetto per la riqualificazione dell area In questi mesi l Amministrazione ha presentato ai cittadini, nel corso di numerosi incontri pubblici, l ipotesi di riqualificazione

Dettagli

PRESENTAZIONE IL SINDACO MICHELE MARINI

PRESENTAZIONE IL SINDACO MICHELE MARINI PRESENTAZIONE E con grande piacere che saluto la nascita dello sportello Punto casa, un luogo in cui poter avere qualsiasi delucidazione riguardante la ricerca e l affitto di una casa. Il servizio si rivolge

Dettagli

www.difensorecivico.lombardia.it

www.difensorecivico.lombardia.it www.difensorecivico.lombardia.it Ascolto, supporto, efficienza e competenza Per favorire il dialogo tra cittadino e pubblica amministrazione. Il Difensore regionale della Lombardia è al tuo fianco anche

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici I Incontro di ascolto in Zona 3 presso Circolo ACLI Milan Noeuva, via Pascoli 4 22 luglio 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici I Incontro di ascolto in Zona 3 presso Circolo ACLI Milan Noeuva, via Pascoli 4 22 luglio 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici I Incontro di ascolto in Zona 3 presso Circolo ACLI Milan Noeuva, via Pascoli 4 22 luglio 2015 All incontro hanno partecipato 40 persone registrate (più alcuni

Dettagli

Il Difensore civico della Regione Emilia-Romagna. Istruzioni ad uso dei cittadini

Il Difensore civico della Regione Emilia-Romagna. Istruzioni ad uso dei cittadini Il Difensore civico della Regione Emilia-Romagna Istruzioni ad uso dei cittadini Il Difensore Civico tutela i tuoi diritti. Ha il compito di proteggere i tuoi diritti nei confronti di un Amministrazione

Dettagli

Newsletter Fondazione Vittime Reati n. 35 Giugno 2012

Newsletter Fondazione Vittime Reati n. 35 Giugno 2012 Newsletter Fondazione Vittime Reati n. 35 Giugno 2012 Fondazione in estate Prima della breve pausa estiva, la Fondazione si è riunita il 29 giungo per il Comitato dei Garanti concentrato sulla valutazione

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno Sintesi degli incontri di ascolto di Zona 4 Molise Calvairate, Ortomercato Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno spazio di aggregazione, di promozione culturale e di documentazione,

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

CITTÀ DI CHIARI PROVINCIA DI BRESCIA FONDAZIONE OPERA PIA BETTOLINI ONLUS REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI ALLOGGI NELL IMMOBILE DI PROPRIETA SITI

CITTÀ DI CHIARI PROVINCIA DI BRESCIA FONDAZIONE OPERA PIA BETTOLINI ONLUS REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI ALLOGGI NELL IMMOBILE DI PROPRIETA SITI CITTÀ DI CHIARI PROVINCIA DI BRESCIA FONDAZIONE OPERA PIA BETTOLINI ONLUS REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI ALLOGGI NELL IMMOBILE DI PROPRIETA SITI IN CHIARI, VIALE CADEO Articolo 1: Oggetto Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI PHONE CENTER

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI PHONE CENTER COMUNE DI CALCIO PROVINCIA DI BERGAMO via Papa Giovanni XXIII, N. 127 C.A.P. 24054 0363 906444 0363 906246 ASSESSORATO ALLA SICUREZZA E VIGILANZA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI PHONE CENTER

Dettagli

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà sui requisiti di onorabilità articolo 6 del regolamento (CE) 1071/2009, art. 6 co. 2 DD n. 291/11 Alla PROVINCIA DI TRIESTE AREA AMBIENTE

Dettagli

IMMIGRAZIONE ED INTEGRAZIONE INDICAZIONI CONCRETE PER UNA CONVIVENZA, A JESI, FORSE DIFFICILE MA CERTAMENTE POSSIBILE

IMMIGRAZIONE ED INTEGRAZIONE INDICAZIONI CONCRETE PER UNA CONVIVENZA, A JESI, FORSE DIFFICILE MA CERTAMENTE POSSIBILE All Ill.mo Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Jesi I sottoscritti Silvio Agnetti, Marco D Onofrio, Daniele Massaccesi, Gianni Montali, Maria Celeste Pennoni, Cesare Santinelli, Consiglieri Comunali

Dettagli

ATTIVITÁ e SERVIZI resi dalla Polizia Locale al territorio e ai Cittadini

ATTIVITÁ e SERVIZI resi dalla Polizia Locale al territorio e ai Cittadini NUOVO NUMERO VERDE : UN VALIDO E RAPIDO CANALE DI COMUNICAZIONE TRA CITTADINO E POLIZIA LOCALE Attraverso il nuovo numero verde ci si potrà rivolgere alla Polizia Locale per fornire o richiedere in tempo

Dettagli

REGOLAMENTO GIARDINI AREE VERDI ATTREZZATE E GIOCHI

REGOLAMENTO GIARDINI AREE VERDI ATTREZZATE E GIOCHI COMUNE DI TRASACCO Provincia dell Aquila Area di Vigilanza Attività Produttive Servizi Informatici REGOLAMENTO GIARDINI AREE VERDI ATTREZZATE E GIOCHI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 8

Dettagli

BREVE PRONTUARIO SUL MALTRATTAMENTO INTRAFAMILIARE PER I CENTRI DI ASCOLTO AREA MALTRATTAMENTO E GRAVE DISAGIO DELLA DONNA

BREVE PRONTUARIO SUL MALTRATTAMENTO INTRAFAMILIARE PER I CENTRI DI ASCOLTO AREA MALTRATTAMENTO E GRAVE DISAGIO DELLA DONNA BREVE PRONTUARIO SUL MALTRATTAMENTO INTRAFAMILIARE PER I CENTRI DI ASCOLTO AREA MALTRATTAMENTO E GRAVE DISAGIO DELLA DONNA Milano, ottobre 2012 INDICE Area Maltrattamento e grave disagio della donna pag.

Dettagli

Cagliari e la pedonalizzazione dei quartieri storici

Cagliari e la pedonalizzazione dei quartieri storici 1 Cagliari e la pedonalizzazione dei quartieri storici Le opinioni dei cagliaritani e gli effetti della pedonalizzazione di Marina e Villanova in una prospettiva multitarget Modulo popolazione Cagliari,

Dettagli

I Patti sulla sicurezza Scheda tecnica informativa a cura di Sergio Bontempelli (Dipartimento Nazionale Immigrazione PRC-SE)

I Patti sulla sicurezza Scheda tecnica informativa a cura di Sergio Bontempelli (Dipartimento Nazionale Immigrazione PRC-SE) 1 I Patti sulla sicurezza Scheda tecnica informativa a cura di Sergio Bontempelli (Dipartimento Nazionale Immigrazione PRC-SE) Come nascono i Patti per la sicurezza La legge finanziaria 2007 (Legge 296/2006,

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI GENOVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI GENOVA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI GENOVA DALLA PARTE DELLE DONNE: TUTELA ED ASSISTENZA NEI CASI DI VIOLENZA I L Q U A D R O N O R M AT I V O I R E AT I D E L C O D I C E P E N A L E : P E

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE PISAPIA AI MILANESI? TASSE

QUANTO PUÒ COSTARE PISAPIA AI MILANESI? TASSE QUANTO PUÒ COSTARE PISAPIA AI MILANESI? L'eventuale vittoria di Pisapia costerà ai milanesi un prezzo altissimo. Più tasse per tutti, più tasse per le imprese, stangata sugli immobili, immigrazione fuori

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015 Il quarto incontro di ascolto con i cittadini della zona

Dettagli

ANAGNINA-TOR VERGATA CORRIDOIO DEL TRASPORTO PUBBLICO. 17 settembre 2009. Inaugurazione

ANAGNINA-TOR VERGATA CORRIDOIO DEL TRASPORTO PUBBLICO. 17 settembre 2009. Inaugurazione ANAGNINA-TOR VERGATA CORRIDOIO DEL TRASPORTO PUBBLICO Inaugurazione 17 settembre 2009 Inizio lavori 28 gennaio 2008 Inaugurazione 17 settembre 2009 Importo contrattuale 10.800.000 Stazione appaltante:

Dettagli

COMUNE DI RAVENNA MEDAGLIA D ORO AL VALOR MILITARE SERVIZIO SUAP ED ATTIVITA ECONOMICHE

COMUNE DI RAVENNA MEDAGLIA D ORO AL VALOR MILITARE SERVIZIO SUAP ED ATTIVITA ECONOMICHE ID 991467913 COMUNE DI RAVENNA MEDAGLIA D ORO AL VALOR MILITARE SERVIZIO SUAP ED ATTIVITA ECONOMICHE P.G. n. 96052/2011 Ordinanza TL n. 1702/2011 MODIFICA DEGLI ORARI DI CHIUSURA E DIVIETO DI CONSUMO E

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCO Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n. 121 del 09.12.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCO Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n. 121 del 09.12. REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCO Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n. 121 del 09.12.2008 INDICE TITOLO I - PRINCIPI GENERALI pag. 1 Art. 1 DEFINIZIONI pag. 1

Dettagli

C:\temp\Regolamento.doc. Residenze Universitarie Alberti ANNO ACCADEMICO 2009/2010 REGOLAMENTO

C:\temp\Regolamento.doc. Residenze Universitarie Alberti ANNO ACCADEMICO 2009/2010 REGOLAMENTO Residenze Universitarie Alberti ANNO ACCADEMICO 2009/2010 REGOLAMENTO 1 Indice NORME GENERALI ASSEGNAZIONE E REVOCA DEL POSTO ALLOGGIO 3 Art. 1. Regole di comportamento in collettività 3 Art. 2. Presa

Dettagli

CORPO POLIZIA MUNICIPALE

CORPO POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI GENOVA CORPO POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE SULL ATTIVITÀ ISTITUZIONALE SVOLTA NEL 2013 RGANIZZAZIONE DEL CORPO La ricorrenza del nostro Santo Patrono, San Sebastiano, costituisce anche l'occasione

Dettagli

Il Commissario Delegato

Il Commissario Delegato REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI VILLAGGI ATTREZZATI PER LE COMUNITA NOMADI NELLA REGIONE LAZIO Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 21 maggio 2008, recante la dichiarazione

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI ELEZIONI AMMINISTRATIVE 26-27 MAGGIO 2013 COMUNE DI ORBASSANO PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI Il cittadino sarà al centro dell attività amministrativa dei Socialisti:

Dettagli

I CONSIGLI ANTITRUFFA

I CONSIGLI ANTITRUFFA Città di Polizia di Stato Cologno Monzese Questura di Milano I CONSIGLI ANTITRUFFA a tutela dei nostri ANZIANI Presentazione Cologno Monzese ha da sempre a cuore e ben presenti le esigenze della Terza

Dettagli

2. I decreti sicurezza e i nuovi poteri del sindaco

2. I decreti sicurezza e i nuovi poteri del sindaco 3. VIDEOSORVEGLIANZA E PUBBLICA SICUREZZA 85 2. I decreti sicurezza e i nuovi poteri del sindaco La rivoluzione relativa alla sicurezza pubblica ed ai nuovi poteri del sindaco (compresi quelli relativi

Dettagli

Autonoleggi Autorizzazioni di polizia Bandiere Beni culturali Caccia Carte di credito Circoli Collocamento pericoloso di cose. Commercio Competizioni

Autonoleggi Autorizzazioni di polizia Bandiere Beni culturali Caccia Carte di credito Circoli Collocamento pericoloso di cose. Commercio Competizioni Prontuario rapido dei controlli di Polizia Rassegna completa delle violazioni penali ed amministrative riscontrabili nell attività di tutte le forze di Polizia Di Ugo Terracciano PROCEDURE E CASI Identificazione

Dettagli

La procedura per il riconoscimento della protezione internazionale

La procedura per il riconoscimento della protezione internazionale TELEFONO MONDO 800513340 Un servizio di Progetto Integrazione Cooperativa sociale - ONLUS. Ricerche, formazione, mediazione interculturale,interventi sulle problematiche dell'immigrazione. www.telefonomondo.it

Dettagli

1 Alloggio 200. Sono ospitato da familiari/amici, ho degli obblighi? 201. L obbligo riguarda tutti i cittadini/enti?

1 Alloggio 200. Sono ospitato da familiari/amici, ho degli obblighi? 201. L obbligo riguarda tutti i cittadini/enti? 1 Alloggio Lo straniero per soggiornare in Italia necessita della garanzia di un alloggio. L alloggio può essere ottenuto grazie all ospitalità di qualcuno oppure affittando o acquistando una casa. In

Dettagli

Provincia di Milano, al via unità di crisi per casi di emergenza

Provincia di Milano, al via unità di crisi per casi di emergenza 27 novembre 2012, al via unità di crisi per casi di emergenza La ha approvato in giunta l istituzione dell Unità di crisi provinciale (Ucp), una sorta di coordinamento in grado di coordinare risorse umane

Dettagli

Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora

Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora 1. Il punto di partenza indiscutibile è quello, sottolineato più volte da tutti, che l iscrizione anagrafica

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI PROTETTI PER ANZIANI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI PROTETTI PER ANZIANI CITTÀ DI ALZANO LOMBARDO PROVINCIA DI BERGAMO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI PROTETTI PER ANZIANI Articolo 1: Oggetto Il presente regolamento disciplina

Dettagli

Servizio "112" numero unico Europeo di Emergenza. Numero di pronto intervento dei Carabinieri: 112

Servizio 112 numero unico Europeo di Emergenza. Numero di pronto intervento dei Carabinieri: 112 1) QUANDO SIETE IN CASA A ATTENTI ALLE TRUFFE Non fidatevi di coloro che, presentandosi come dipendenti di uffici vari (ENEL, POSTE, GAS, TELECOM, BANCA ) vi chiedono soldi in contanti e/o di verificare

Dettagli

Isola Pedonale Navigli

Isola Pedonale Navigli Isola Pedonale Navigli Come Lega Nord stiamo studiando una soluzione condivisa, che concili i desideri e le esigenze di residenti, gestori di locali serali e le varie attività diurne, affinché la realizzazione

Dettagli

redditizia della criminalità organizzata, il tentativo di stroncarla è ancora in fase di estenuante lavoro, aggravato anche dalle complicità e

redditizia della criminalità organizzata, il tentativo di stroncarla è ancora in fase di estenuante lavoro, aggravato anche dalle complicità e LA DROGA La diffusione del fenomeno droga ha assunto dimensioni allarmanti. Quali le cause di questo gravissimo male della società moderna? Quali possibili rimedi? Bisogna considerare il drogato un reo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO GRATUITO E LA GESTIONE DEGLI ORTI SOCIALI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO GRATUITO E LA GESTIONE DEGLI ORTI SOCIALI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO GRATUITO E LA GESTIONE DEGLI ORTI SOCIALI Indice Art. 1 Principi generali Art. 2 Finalità Art.3 Requisiti e criteri per la concessione 1 Art. 4 Modalità di concessione

Dettagli

Il Piano regolatore generale o di governo del territorio come atto centrale e strategico

Il Piano regolatore generale o di governo del territorio come atto centrale e strategico Venezia, 10-20 novembre 2004 Catalogo della Mostra Comune di Monza (MI) Il Piano regolatore generale o di governo del territorio come atto centrale e strategico Il Comune di Monza è dotato di Prg approvato

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività

Segnalazione Certificata di Inizio Attività Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Legge Regionale n. 5/2001 Disciplina dell attività Allo Sportello Unico per le attività produttive del Comune di Torre del

Dettagli

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA CITTADINANZA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE prende coscienza della propria persona ed impara ad averne cura prende coscienza degli altri bambini e impara a lavorare

Dettagli

PIANO DI EVACUAZIONE ED EMERGENZA

PIANO DI EVACUAZIONE ED EMERGENZA PIANO DI EVACUAZIONE ED EMERGENZA 1 ISTITUTO COMPRENSIVO GOZZI-OLIVETTI PIANO DI EVACUAZIONE ED EMERGENZA PIANO DI EVACUAZIONE ED EMERGENZA 2 Premessa Il presente Piano di Evacuazione ed Emergenza individua

Dettagli

"Immigrare e abitare nell'area vasta modenese. Fondazione MDM 16 gennaio 2012

Immigrare e abitare nell'area vasta modenese. Fondazione MDM 16 gennaio 2012 "Immigrare e abitare nell'area vasta modenese Fondazione MDM 16 gennaio 2012 1 Edilizia residenziale pubblica In Italia il patrimonio pubblico di case ècertamente ridotto percentualmente rispetto ad altri

Dettagli

COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN AFFITTO D AZIENDA DELLA GESTIONE DEL BAR DI PROPRIETA COMUNALE SITUATO PRESSO IL CENTRO CULTURALE ELISA

Dettagli

Legislazione minorile. Indice. 1 Le misure rieducative ------------------------------------------------------------------------------------ 3

Legislazione minorile. Indice. 1 Le misure rieducative ------------------------------------------------------------------------------------ 3 INSEGNAMENTO DI LEGISLAZIONE MINORILE LEZIONE V LA COMPETENZA AMMINISTRATIVA DEL TRIBUNALE PER I MINORENNI PROF. GIANLUCA GUIDA Indice 1 Le misure rieducative ------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

COSTITUZIONE DI UN LABORATORIO DI CRIMINOLOGICA per il sostegno alle vittime di reato a cura di Dea D Aprile

COSTITUZIONE DI UN LABORATORIO DI CRIMINOLOGICA per il sostegno alle vittime di reato a cura di Dea D Aprile COSTITUZIONE DI UN LABORATORIO DI CRIMINOLOGICA per il sostegno alle vittime di reato a cura di Dea D Aprile PROMOTORE, UNIVERSITA MEIER Medicina Integrata Europea e Ricerca E riconosciuta dal MIUR E iscritta

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA CONVENZIONATA ALL INTERNO DEL PIANO ATTUATIVO P.A.S. 6. (VIA FIGINI)

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA CONVENZIONATA ALL INTERNO DEL PIANO ATTUATIVO P.A.S. 6. (VIA FIGINI) BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA CONVENZIONATA ALL INTERNO DEL PIANO ATTUATIVO P.A.S. 6. (VIA FIGINI) 1. OGGETTO DEL BANDO. Il Comune di Cormano, nell ambito delle proprie politiche abitative

Dettagli

DECRETO LEGGE RECANTE MISURE URGENTI IN MATERIA DI SICUREZZA PUBBLICA

DECRETO LEGGE RECANTE MISURE URGENTI IN MATERIA DI SICUREZZA PUBBLICA UFFICIOSTAMPAECOMUNICAZIONE DECRETO LEGGE RECANTE MISURE URGENTI IN MATERIA DI SICUREZZA PUBBLICA Nuove norme per contrastare l immigrazione clandestina: espulsioni più facili e confisca degli appartamenti

Dettagli

La RIQUALIFICAZIONE URBANA

La RIQUALIFICAZIONE URBANA La RIQUALIFICAZIONE URBANA Due esperienze sul territorio torinese Alessia Gianoncelli Erica Melano Marco Rappazzo URBAN2 a Mirafiori Nord CONTRATTO di QUARTIERE in via Arquata Programmi di riqualificazione

Dettagli

C.R.A. V.le B. Maria 37, Milano / Tel. 76.04.51 - Fax 78.22.66

C.R.A. V.le B. Maria 37, Milano / Tel. 76.04.51 - Fax 78.22.66 C.R.A. V.le B. Maria 37, Milano / Tel. 76.04.51 - Fax 78.22.66 Job 5825 - SICUREZZA URBANA NELLA PROVINCIA DI RIMINI Il questionario Il campione per quote proporzionali si compone di 2000 interviste. Stratificato

Dettagli

Renato Frisanco. (Settore Studi e Ricerche della Fondazione Italiana per il Volontariato di Roma)

Renato Frisanco. (Settore Studi e Ricerche della Fondazione Italiana per il Volontariato di Roma) Renato Frisanco (Settore Studi e Ricerche della Fondazione Italiana per il Volontariato di Roma) Vorrei portare un contributo come ricercatore. Avendo coordinato alcune indagini sul volontariato di settore

Dettagli

CASA. C«Casa dolce casa», si dice da sempre, in ogni parte del mondo. Rendi sicura la tua

CASA. C«Casa dolce casa», si dice da sempre, in ogni parte del mondo. Rendi sicura la tua FAMIGLIA POLIZZE CASA Rendi sicura la tua CASA Dentro le mura domestiche ci sentiamo al sicuro, ma spesso non lo siamo. Tra incidenti occasionali, eventi naturali e visite non gradite di ladri e ladruncoli,

Dettagli

OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO CIRCA IL POTENZIAMENTO DELLA SICUREZZA SUL TERRITORIO.

OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO CIRCA IL POTENZIAMENTO DELLA SICUREZZA SUL TERRITORIO. N. 42 in data 19 novembre 2007 OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO CIRCA IL POTENZIAMENTO DELLA SICUREZZA SUL TERRITORIO. Introduce l argomento il Sindaco, ricordando che lunedì 26 novembre si svolgerà ad Oderzo

Dettagli

PARTE SPECIALE I DELITTI DI CRIMINALITA ORGANIZZATA

PARTE SPECIALE I DELITTI DI CRIMINALITA ORGANIZZATA PARTE SPECIALE I DELITTI DI CRIMINALITA ORGANIZZATA Energeko Gas Italia S.r.l. Versione 01 - Aggiornamento 01/2013 1 Sommario PARTE SPECIALE I DELITTI DI CRIMINALITA ORGANIZZATA... 1 1. I DELITTI DI CRIMINALITA

Dettagli

Ufficio Stampa e Comunicazione LE MISURE LEGISLATIVE PER LA SICUREZZA

Ufficio Stampa e Comunicazione LE MISURE LEGISLATIVE PER LA SICUREZZA Ufficio Stampa e Comunicazione LE MISURE LEGISLATIVE PER LA SICUREZZA Napoli 21 maggio 2008 LE MISURE LEGISLATIVE PER LA SICUREZZA 1 Decreto legge recante misure urgenti in materia di sicurezza pubblica

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA SELEZIONE DEI PROGRAMMI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA PER ALLOGGI A CANONE SOSTENIBILE

BANDO DI GARA PER LA SELEZIONE DEI PROGRAMMI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA PER ALLOGGI A CANONE SOSTENIBILE BANDO DI GARA PER LA SELEZIONE DEI PROGRAMMI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA PER ALLOGGI A CANONE SOSTENIBILE Art. 1 Finanziamento degli interventi di ERS nell ambito di programmi di riqualificazione urbana

Dettagli

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PER INSTALLAZIONE GIOCO LECITO IN LOCALE APERTO AL PUBBLICO

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PER INSTALLAZIONE GIOCO LECITO IN LOCALE APERTO AL PUBBLICO RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PER INSTALLAZIONE GIOCO LECITO IN LOCALE APERTO AL PUBBLICO Sportello Unico Attività Produttive del Comune di Genova Via di Francia 1 Genova IL MODELLO DEBITAMENTE COMPILATO E

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-12 BERGAMO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Tavola 1 Numero di compravendite di immobili residenziali e non residenziali nel periodo

Dettagli