SOMMARIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "www.ilponte.eu SOMMARIO"

Transcript

1 numero 17, primavera 2007 E stato perduto in S.Bernardino è stato perduto un buttazzo di vino, I L P O N T E chi lo trova beva il vino, beva il vino, e renda il buttazzo.

2 In copertina Campetto di S. Bernardino, 30 dicembre Artisti sotto la tenda: perplessi (Foto di Luca Ricci) Da sinistra: Simone Monti, Adelmo Zanotti, Michele Billi, Luigi Mondini, Devis Ferrioli, Mirco Gagliani, Oscar Salucci, Erika Pagani, Stefano Bartolotti, Ibrahim Saadeh. «Il Ponte» Notiziario di illustrazione locale distribuito a cura del Consiglio circoscrizionale di San Bernardino Direttore responsabile: Lorenza Montanari Direttore redazionale: Sergio Chiodini Redazione: via Bastia Vecchia, S. Bernardino (RA) Tel.: Elaborazione al computer: AFLAY snc Stampa: Tipolitografia Cortesi di W. Berti via Fuschina 18, Lugo Aut. Trib. RA n 957 del 3/1/ 1991 Attività editoriale di natura non commerciale ai sensi dell art. 4 DPR 633/72 e successive modifiche. SOMMARIO 2 Appello di Sergio Chiodini 3 Lettere in redazione 5 Adesso sappiamo che (Piccola cronaca di casa nostra) 14 Speciale elezioni: Elsyd (Intervista a Claudio Tasselli) 18 Il trasloco di Giovanna Righini Ricci 20 Il viaggio dentro la testa di Franca Fabbri 22 Atti impuri di Leardo Mascanzoni 26 Passeggiata notturna di Franca Fabbri 27 Al mi bamböz di Antonietta Ricci 30 L angolo della poesia (XI edizione del Concorso «Valsanterno Giovanna Righini Ricci» 28 Benvenuto ai nuovi sambernardinesi 29 Alunni in prima classe 33 I nom d ignadè 34 L istantanea di Loris Rambelli 34 Una foto di Alvaro di Franca Fabbri 34 Radici native di Maria Gaetana Sirenio 36 Il tempo che fu c è stato per tutti di Adriano Guerrini 37 Campetto revival di Luca Ricci 40 Dall album dei ricordi 46 Donec veniat immutatio di Sergio Chiodini 48 Li ricordiamo così 49 Il testamento spirituale di don Mario 50 A ricordo 51 A proposito di vecchiaia di Franca Fabbri 52 Le zinnie di Marisa Benedetti 53 Foto-quiz 53 Il vecchio asilo parrocchiale di Anna Maria Belosi 54 Sommaladata 55 Hanno collaborato a questo numero

3 2 FACCIAMO IL PUNTO Appello Tra lo sfavillio dei variegati colori primaverili anche la Redazione del «Ponte» è, come sempre, pronta a mettere in orbita il frutto della sua annuale fatica, sperando di ritrovare e rinnovare quell ormai solido legame che si è venuto a creare con l universo dei lettori. Ogni anno cerchiamo, nei limiti delle nostre capacità e possibilità, di offrire un condensato di pagine che possa incontrare il gradimento di chi ci legge; a volte riusciamo nell intento; altre volte, invece, facciamo cilecca e riceviamo (come è d altra parte lecito aspettarsi in casi come questi) qualche indistinto borbottio o mugugno di critica. Pensiamo sia bene, allora, ricordare a tutti i nostri appassionati lettori che Il Ponte esce ogni anno con le notizie, le foto, gli articoli e gli argomenti che, via via, nel corso dei dodici mesi precedenti, sono stati portati a conoscenza della Redazione. In altri termini, vogliamo sottolineare che il giornale è disposto ad ospitare, all interno delle sue pagine, tutti i temi che le varie persone interessate ci vorranno presentare come materia da approfondire o da raccontare. Quindi chi ha delle idee, al proposito, non deve aver nessuno scrupolo o timore a parlarne. Così, di primo acchito, ma anche perché mi sono state accennate, mi vengono subito in mente alcune cose che sarebbe interessante poter mettere nero su bianco: la storia del movimento bracciantile agricolo (il collettivo ) e della Cooperativa Braccianti di San Bernardino; la vicenda della edificazione della locale Casa del Popolo ; oppure, nella galleria dei personaggi, la figura, con i contorni del mito, di Erna Fionda; o, per stare in temi di più stretta attualità, le impressioni di chi è venuto ad abitare da poco nel nostro paese; eccetera eccetera. Queste tracce necessitano, però, per essere adeguatamente sviluppate in articoli, della collaborazione di coloro, fra i nostri lettori, che sono depositari delle relative e più approfondite conoscenze o esperienze. La Redazione resta pertanto in fiduciosa attesa di un segnale da parte di chi vuol raccontare qualche fatto, di chi desidera mettere in risalto la tal notizia o il tal altro ricordo. E veniamo a parlare della foto che avete trovato in copertina. Abituati, come eravamo, ad immagini e scorci del nostro paese, ad inquadrature bucoliche o a foto di giovani scolaresche, i più devono aver storto il naso, come a dire: «Non avevate proprio niente di meglio da mettere in copertina?!...e poi quel titolo astruso e senza un apparente senso con la realtà di San Bernardino» Ora, già che ci siamo, e volendo raccogliere la meritata provocazione, partiamo subito dal titolo: Artisti sotto la tenda: perplessi. Forse il paragone sembrerà forzato e fuori luogo, ma il suddetto titolo richiama quello dell omonimo film (Leone d Oro alla Mostra cinematografica di Venezia del 1968), una pellicola ambientata in Germania alla fine degli anni 60, con protagonisti alcuni artisti circensi; un opera densamente ermetica ed allegorica che riflette le perplessità dei giovani tedeschi di fronte all evoluzione del pensiero politico in quei turbinosi frangenti pre-sessantotteschi: rivoluzione o riformismo? Nella nostra foto siamo semplicemente a S. Bernardino, ai bordi del mitico campetto di cui Luca Ricci traccia, a pagina 37, un simpaticissimo revival. Su questo fazzoletto verde, non esente da alcune toppe spelacchiate, per quasi venti anni, si sono consumate le più epiche sfide, si sono esibite le più improbabili perizie balisticocalcistiche, si sono contrapposti i più roventi e cavallereschi scontri alla rincorsa dell amata sfera di cuoio. A partire dal 1997 tutto il movimento pallonaro che ivi orbitava nei pomeriggi di qualunque sabato, da ottobre a maggio, si è però lentamente dissolto, complici incipienti ragioni anagrafiche, ma non dimenticando anche altre cause tuttora tutte da decifrare. Il 30 dicembre 1999, sullo scorcio del millennio, fu il buon Kitto (Cristian Salucci) ad organizzare il primo revival ; il 30 dicembre 2006 abbiamo avuto la riedizione dell evento commemorativo. Sulle facce e sui volti dei dieci infreddoliti spettatori, immortalati nella copertina del «Ponte», abbiamo voluto scorgere anche una punta di perplessità, più o meno riconducile ad un irriverente domanda: «Ma quelli dentro il campetto saranno schierati con il oppure con il più classico 4-3-3?». Al prossimo revival l ardua sentenza! Un cordiale saluto a tutti i lettori. Sergio Chiodini

4 3 LETTERE IN REDAZIONE Da Crevalcore ci scrive, con stima e riconoscenza, Anna Maria Belosi che invia anche una simpatica foto risalente agli anni in cui frequentava l Asilo Parrocchiale di S. Bernardino: la pubblichiamo a pag. 53 nella rubrica «Foto-quiz». Mi presento: sono Anna Maria Belosi, meglio conosciuta come la nipote del barbiere e calzolaio Vizinzì (Gaeta). Vorrei ringraziare tutti coloro che lavorano per realizzare Il Ponte che puntualmente arriva ogni anno ai Sambernardinesi vicini e, come me, lontani. L apprezzamento è tanto più dovuto in quanto aiuta a mantenere vivo il legame con la terra d origine. È con rinnovato piacere che ogni anno intratteniamo una numerosa e proficua corrispondenza epistolare con la Signora Franca Fabbri residente a Milano, ma di preclare origini sambernardinesi. L amore per il proprio paese di provenienza, che trova largo spazio nei suoi scritti, si associa ad una diuturna testimonianza di vita, sincera e convinta, fatta di volontariato attivo a favore dei sofferenti. E proprio da questo tessuto di amore per il prossimo è nata, in Franca, l idea di raccogliere in un libretto, edito a cura di Sottovoce, Associazione attiva presso l Istituto Europeo di Oncologia di Milano, la storia di Betta. Una storia che si enuclea sotto forma di diario ma che riesce a dare, con cruda immediatezza, l esatta misura dell impatto crudele che il cancro ha sull esistenza di una giovane donna. La storia di Betta ci fa notare Franca è simile a quella di tante altre donne che hanno voluto raccontare la stessa esperienza, ma il modo con cui lo hanno fatto è sempre diverso e ogni volta diverse sono le emozioni che si provano nel leggerle. Sono convinta che molti miei compaesani potrebbero fare altrettanto raccontando i loro ricordi e le loro esperienze come ha fatto Antonietta Ricci, negli ultimi numeri, dilettandoci con i suoi scritti. Da Ravenna riceviamo sempre interessanti spunti per le pagine del «Ponte». Ad inviarceli è, come sempre, l affezionata Diana Errani ved. Zaffagnini, che ringraziamo ancora per la solerte collaborazione. Quest anno Diana ha inviato un articolo sul fiore della zinnia, accompagnandolo con questi pensieri. La zinnia è un fiore molto antico che fiorisce tutto l anno. Ai suoi tempi la mamma di mia suocera (nonna Italia) li chiamava i cardinél, vale a dire i cardinali, forse per il loro colore rosso ciclamino come il berretto di un cardinale. Insieme con gli astraceli erano già coltivati, un secolo fa, nei giardini delle nostre famiglie dell epoca. Adriano Guerrini ci scrive da Lugo in relazione alla lettera di Gian Paolo Bacchini pubblicata sul n. 16 del «Ponte». Sono rimasto sorpreso, ed in un certo senso dispiaciuto, di aver provocato reazioni per un mio scritto apparso sul «Ponte» n. 15. Ti assicuro che non ne avevo assolutamente intenzione e, solo per la data in cui ricorreva l uscita del giornalino, ho azzardato riferirmi alle mie ben conosciute idee politiche. Se hai occasione di incontrare Gian Paolo Bacchini mi faresti un favore dicendogli che non nutro alcun astio, né verso di lui, né verso la sua famiglia, di cui ricordo con piacere, oltre al Dott. Bruno, Fernanda, Corrado e Lella, tutti amici miei. Ti invio per tempo il mio articolo di risposta per cercare di chiarire ulteriormente il mio pensiero nient affatto in contrasto con quanti sono ben lungi dalle mie idee politiche.

5 4 LETTERE IN REDAZIONE Riportiamo, qui di seguito, ampi stralci dell articolo di Adriano Guerrini, pervenuto in redazione il 15 giugno 2006, considerando al contempo chiusa ogni ulteriore polemica e/o discussione al riguardo. Egr. Sig. Bacchini, relativamente alla sua lettera pubblicata su il numero 16 del «Ponte», mentre la ringrazio per gli apprezzamenti positivi che ha rivolto alla mia modesta persona, non posso esimermi dal fare alcune precisazioni e contestarle affermazioni, in qualche caso anche gravi, sempre nel rispetto delle regole democratiche che ci consentono di contestarci vicendevolmente e che sono, quelle regole e sono sempre, e sottolineo sempre, la ragion d essere della mia vita e dei miei atti. A proposito del mio articolo dedicato alla donna della mia vita che con me ha sempre diviso idee, lotte, sacrifici (i più), speranze ed illusioni. Una donna che piangerò finché avrò un alito di vita. In quello scritto non paragonavo, come non paragono ora, nessuno al triste passato fascista e tanto meno, il Cavaliere ed il suo Governo, di identità con quel passato. Significavo invece le speranze di quel 25 aprile 1945, le illusioni di fronte ad una realtà che quelle speranze non traduce in concreto e minaccia persino di stravolgere la legge fondamentale di tutti, contenuta nella Costituzione della Repubblica. Erano sottolineate le delusioni e la inesauribile voglia di maggior libertà, uguaglianza, giustizia e democrazia. Lei può legittimamente obiettare a ciò che scrivo, ma a mio parere non può certo, senza contraddizione, definire soprattutto democratico a tutto campo il Cavalier Berlusconi. Ad esempio non è democratico osannare il Capo dello Stato e, otto giorni dopo, dileggiarlo e definire immorale il suo voto da uomo libero (Senatore di diritto), dimenticando che, proprio lui Berlusconi - deve al voto di tre senatori a vita (Leone, Gianni Agnelli e Cossiga) la sua fiducia nel Da che mondo è mondo nelle polemiche, anche al calor bianco, tra partiti e gruppi diversi non si è mai offeso, ma cercato di conquistare, con buone ragioni, l elettorato avversario. Dopo aver ripetuto a iosa che lui è il capo (?) di tutta la CdL, compresi i residui di quel passato che tutti condanniamo, dopo aver affermato e riaffermato che i parlamentari di Forza Italia li decide lui, ha considerato con disprezzo tutti gli oppositori. Il termine più usato è stato quello di attaccare loro lo stampo di comunisti inteso come propugnatori di terrore, miseria e morte. Io sono stato al PCI Partito Comunista Italiano, e sottolineo italiano, nato a Livorno nel 1921 da una scissione nel PSI. Aggiungo che del PCI ho seguito l evoluzione nel PDS ed oggi nei DS, senza mai entrare in urto o condannare quei miei compagni, alcuni veramente cari e che lei ben conosce, come Armando Cricca, la Lella, la figlia Mirca ed altri che hanno scelto un altra via, sempre nelle radici del comunismo. L obiettivo, sempre perseguito in unità con uomini e donne di altre origini: cattoliche, socialiste, repubblicane e financo liberali, era quello di abbattere il regime dittatoriale fascista. Questo era l obiettivo e si è lottato per costruire un regime democratico dove tutti potessimo dialogare e polemizzare senza pericoli. Vede, non nascondo che nell arco del suo essere il PCI abbia commesso errori; mi pare però che abbiamo avuto il coraggio di ammetterlo! Mi permetto solamente, per ricordarle il mio amore per la democrazia, che a me sembra ci unisca, che durante la mia attività politica non ho mai costruito gulag, ma semmai asili, scuole materne, campi sportivi e non ho mai cercato di abbattere i miei oppositori. Cordialmente, Adriano Guerrini

6 5 CRONACA Adesso sappiamo che Piccola cronaca di casa nostra Anno 2006 Gennaio Giovedì 12 - Riunione della Consulta di Decentramento di S. Bernardino con all ordine del giorno l illustrazione e la votazione della proposta di bilancio per il 2006 e del piano poliennale di investimenti predisposti dall Amministrazione comunale di Lugo. Ha presenziato l Assessore allo Sport Ermanno Tani. Marzo Domenica 12 Sacha Modolo, portacolori della «Zalf Desirèe Fior», vince in volata la 47ª edizione della Coppa S. Bernardino, valida per il 1 G. P. EDILPIU, corsa ciclistica per dilettanti Elite ed Under 23 disputata, con avverse condizioni meteorologiche, sul circuito locale di Via Sottofiume, Pollarola e Stradone. Martedì 21 Riunione della Consulta di Decentramento di S. Bernardino, alla presenza del Sindaco del Comune di Lugo, per discutere sulle problematiche relative allo sviluppo urbanistico della nostra frazione. Aprile Domenica 9 Elezioni politiche per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. Si vedano i risultati a pag. 14. Domenica 30 Boris Shpilevkiy dell ASC Gruppo Lupi vince la 18ª edizione del G.P. CAMON, corsa ciclistica in linea a carattere nazionale, riservata ai corridori delle categorie Elite ed Under 23. Maggio Mercoledì 17 Riunione della Consulta di Decentramento di S. Bernardino per esprimere parere su una variante al Piano Regolatore Generale. Ha presenziato la Sig.ra Nadia Bacchini, tecnico del Comune di Lugo. Sabato 20 - In occasione della Festa del Patrono del paese, cerimonia di intitolazione della Scuola dell Infanzia di San Bernardino a GIOVANNA RIGHINI RICCI, nativa di San Bernardino, scrittrice di libri per l infanzia. Alla manifestazione sono intervenuti il Sindaco di Lugo Raffaele Cortesi, il Vescovo di Imola Mons. Tommaso Ghirelli, il Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo Lugo 2 Prof. Gaetano Gattarello, l Assessore ai Servizi Educativi e Formativi del Comune di Lugo D.ssa Clara Caravita, lo studioso Prof. Fausto Renzi, il parroco di San Bernardino Don Maurizio Ardini ed il marito della scrittrice Ing. Ido Righini. Il buffet servito al termine della cerimonia è stato offerto da Lugo Catering, forno Il Chicco D oro, Conad Margherita, ferramenta Quadrifoglio di San Bernardino.

7 6 CRONACA Sabato 27 Festa di fine anno alla Scuola dell Infanzia (già Materna) Giovanna Righini Ricci di San Bernardino. Domenica 28 È stata riproposta, anche quest anno, dai Free Bikers la tradizionale pedalata di primavera. In questa occasione si è scelto l itinerario con meta i Tre Monti di Imola. Poco più di 20 i partecipanti, con larga rappresentanza femminile, nella quale ha spiccato, per l entusiasmo dimostrato, Anna Staffa in Lanconelli. La comitiva è partita alle 8,30 precise da San Bernardino e, dopo una sosta-ristoro a Bagnara di Romagna, si è diretta verso la linea del traguardo posta, non a caso, presso il ristorante Castello nel circuito dei Tre Monti. Per la cronaca prettamente sportiva il taccuino annota la performance di Stefano Dosi che ha preceduto sul traguardo Adelmo Zanotti Davanti all ingresso della Scuola dell Infanzia, il Sindaco di Lugo Raffaele Cortesi e l Ing. Ido Righini, alla presenza del Vescovo di Imola Mons. Tommaso Ghirelli [di spalle, a sinistra], hanno appena scoperto la targa per l intitolazione dell edificio scolastico alla memoria di Giovanna Righini Ricci. (Foto Pontepress) Un asilo intitolato a Giovanna Sabato 20 maggio 2006 ha avuto luogo a San Bernardino di Lugo l intitolazione della locale scuola dell infanzia al nome di Giovanna Righini Ricci, singolare figura di educatrice e scrittrice di libri per ragazzi. Presenti alla manifestazione autorità fra cui il sindaco di Lugo, Raffaele Cortesi, lo studioso Fausto Renzi (che ha ricordato gli aspetti più significativi della vita di Giovanna) e il parroco di San Bernardino Don Maurizio. Ha preso parte alla cerimonia anche il dottor Ido Righini l inseparabile compagno nel viaggio esistenziale percorso da Giovanna, viaggio volto a privilegiare i più alti e nobili valori dell umanità. Ed ha fatto bene il quotidiano «Il Resto del Carlino» a includere nella raccolta Donne di Romagna (pubblicata in 17 fascicoli nella scorsa primavera) anche la figura di Giovanna Righini Ricci, che della terra di Romagna è stata una rappresentante di singolare spessore intellettuale. Renzo Rossi («E Bafion», 2, 2006) Giugno Giovedì 1 Festa di fine anno scolastico alla Scuola Primaria (già Elementare) Guglielmo Marconi di San Bernardino. Dopo l esibizione, con canti e recite, degli alunni delle cinque classi, ha avuto luogo la consegna di quattro borse di studio a ex-allievi della scuola di San Bernardino che hanno conseguito, nell anno 2005/06, la laurea con votazioni eccellenti. Si tratta di Simona Ferri, Andrea Saadeh, Andrea Guidi e Luca Ricci. Da parte della Consulta di San Bernardino erano state predisposte, inoltre, due targhe che il Presidente Francesco Lanconelli ha provveduto a consegnare alla Prof.ssa Liliana Ricci e a Carmela D Avella quale riconoscimento per il decennale e prezioso impegno svolto da entrambe, con passione e dedizione, a favore della locale realtà scolastica.

8 7 CRONACA Sabato 10 La squadra di calcio della Pol. S. Bernardino, dopo aver concluso il proprio campionato di 3ª categoria FIGC con un brillante terzo posto (frutto di 49 punti), alle spalle dell A.C. EDAM Bagnacavallo e dell ASD Calcio Cotignola, è uscita con onore dal torneo post-campionato, perdendo di misura (0 a 1) la finalissima, sul campo di Brisighella, contro la Pol. Porto Fuori. Le due squadre giovanili della Pol. S. Bernardino hanno giocato con alterna fortuna nei rispettivi tornei (suddivisi in fase autunnale e fase primaverile) mettendo in luce, soprattutto con i Pulcini Misti a 7, scampoli di bel gioco e meritando un quarto ed un sesto posto nei tornei di loro competenza. Gli Esordienti Fair Play 93/94 invece, pur esprimendo tanto ardore agonistico, non sono, purtroppo, riusciti a cancellare lo zero dalla loro classifica, sia nella prima che nella seconda fase del loro campionato. Sabato 10 Nella decima edizione del quadrangolare di calcio Gemellaggio nel nome di S. Bernardino, svoltosi nella nostra frazione, esibizione in tono minore della nostra rappresentativa che, persa la semifinale contro il S. Bernardino di Novellara per 3 a 0, ha subito poi un vero e proprio tracollo nella finalina valida per il terzo posto, cedendo per 6 a 1 contro il S. Bernardino di Castelleone. Una magnifica serata nell Area Verde, con tavolate imbandite e tanta allegria, è servita in qualche modo a stemperare l amarezza per i risultati del campo, restituendo a tutti i componenti delle quattro compagini partecipanti il clima più consono a queste simpatiche disfide calcistiche. Campo sportivo di S. Bernardino, 10 giugno Formazione della locale Pol. S. Bernardino che ha partecipato, senza troppa fortuna, alla decima edizione del quadrangolare di calcio Gemellaggio nel nome di S. Bernardino. (Foto Pontepress) Mercoledì 28 - Riunione della Consulta di Decentramento di San Bernardino con all ordine del giorno la problematica relativa al funzionamento del locale Ufficio Postale e la redazione del questionario Relazione sullo stato della Circoscrizione indicazioni priorità per il 2007.

9 8 CRONACA Agosto Venerdì 4 Bellissima serata quella organizzata, nell ambito della Rassegna Musiche della nostra Terra, nel parco di Villa Tamba a Bellaria di San Bernardino. Un numeroso pubblico, superiore ad ogni più rosea aspettativa ed accorso anche da località vicine, ha tributato un calorosissimo applauso ai componenti dell Orchestra Città di Ravenna accomunando, nel proprio gradimento, il quartetto Klez e, soprattutto, la irresistibile performance del poeta Giuseppe Bellosi, che ha recitato versi di Raffaello Baldini. Da sottolineare il particolare e prezioso impegno delle persone di San Bernardino che hanno allestito, nell ambito della serata, un fornitissimo buffet con tanto di prelibati assaggi e degustazione di vini pregiati. A Villa Tamba serata di note romagnole Sarà la villa settecentesca di proprietà della signora Franca Tamba, a San Berrnardino di Lugo, trasformata, nel dopoguerra, nella sede di scuola, parrocchia e farmacia ed ora utilizzata per cerimonie e festeggiamenti, ad ospitare questa sera, alle 21, la nuova tappa della rassegna internazionale «Musiche della nostra terra». La villa, che conserva nella struttura la severità dello stile romagnolo interrotto dall elegante scalinata, rappresenta un palcoscenico privilegiato per dare vita alle musiche della tradizione del territorio affidate alle composizioni di Carlo Brighi, Secondo Casadei, Nino Rota ed eseguite dall Orchestra Città di Ravenna, insieme al Quartetto Klez. I pezzi si alternano ai passi più significativi della poesia dialettale scaturiti dalla penna di Olindo Guerrini, Raffaelllo Baldini, Walter Galli, Nino Pedretti, Tonino Guerra, Giovannino Guareschi ed interpretati da Giuseppe Bellosi, studioso dei dialetti e delle tradizioni popolari della Romagna. Al termine del concerto sarà offerto un assaggio gratuito di prodotti tipici. La prossima tappa della rassegna vedrà impegnata l Orchestra venerdì 11 luglio, nella piazza dei Salinari di Cervia. («Il Resto del Carlino», 4 agosto 2006 m. s. [Monia Savioli] Sabato 26 e Domenica 27 Per il secondo anno consecutivo e grazie ai tanti giovani del paese, coordinati da Andrea Saadeh, e grazie anche all insostituibile apporto dell inossidabile trio delle nostre azdóre (Lalla Pirazzini, Neva Lanconelli e Rosina De Laurentiis) è tornata, nell Area Verde della nostra frazione, la simpatica manifestazione Piazzetta in Festa. La giornata clou della festa è stata vissuta domenica 27 con un programma musical-culinario-sportivo davvero assortito e divertente. Si è iniziato, nella prima mattinata, con la decima edizione dell affollatissimo G.P. Lacoper per Giovanissimi, corsa ciclistica su circuito paesano riservata alle più giovani leve del pedale. E seguita, a mezzodì, l apertura degli stands gastronomici Pranzo alla festa, mentre nella serata, allietata dal contorno canoro del coinvolgente duo dei «Così & Cosà», ha avuto luogo la premiazione, all insegna di un genuino revival, dei calciatori che nel 1973/74 parteciparono al primo campionato di calcio organizzato nel paese di San Bernardino. Per la cronaca riportiamo i nomi dei componenti (atleti e dirigenti) di quella storica formazione: Aldo Billi, Domenico Ferri, Giorgio Pulzetti, Renzo Scarpa, Giuseppe Ioni, Giorgio Garelli, Leardo Mascanzoni, Ugo Brini, Raimondo Battaglia, Gian Paolo Bacchini, Francesco Leoni, Bruno Liverani, G. Franco Castelli, Romeo Baroncini, Antonio Damiano, Loris Guerrini, Demetrio Ferretti, Emilio Antonellini, Mauro Venieri, Vincenzo Tazzari, Eugenio Ravaglia, Guido Vecchi, Sergio Manzoni, Claudio Zaffagnini, Serafino Garelli, Aldino Lanconelli, Ercole Zambelli, Sergio Chiodini, Sergio Grillini, Giovanni Calonaci (def.), Anacleto Ricci (def.), Giancarlo Buzzi (def.) e Francesco Melandri (def.).

10 9 CRONACA Riportiamo, qui di seguito, i nomi delle ditte e delle persone che hanno contribuito come sponsor alla buona riuscita della seconda edizione di Piazzetta in festa : Assicurazioni Unipol, Banca di Romagna, Camon, Edilpiù, Azienda Baroncini Buon Latte, Massimo Monducci, Aldino Lanconelli, Daniela Lanconelli, Maurizio Lanconelli, Simone Monti, Raul Filippi, Salumificio del Nonno, Filippo Pelloni, Gualandi Carburanti, B.L.M. di Billi, Silverio Scardovi Trasporti, Laila Frutta e Verdura, Mauro Marocca, Ferramenta Quadrifoglio, Happy Idea, Parrucchiera Dina, Carmine Pignataro Termoidraulica, Chiara Ricci Zootecnica, Farmacia Sacro Cuore, Francesco Lanconelli, Lavanderia Giovanna, Mara parrucchiera, Estetista Claudia, Cactus Center di Lalla Pelliconi, Parrucchiera Anna, Blu Village, Bar Passaparola, Germano Mugellesi, Romano Guerrini, Gina Castelli, Claudio Sebastiani Impianti elettrici. Settembre Mercoledì 13 Riunione della Consulta di Decentramento di San Bernardino per esprimere un parere sull avvio di un attività commerciale nella frazione. Domenica 24 Il Comune di Lugo, nell ambito della Settimana Europea della Mobilità, ha organizzato una pedalata a favore dei bambini di São Bernardo in Brasile, promuovendo così un interessante connubio bici-solidarietà. La pedalata, aperta a tutti i residenti nel territorio comunale, si è svolta con il determinante contributo dei Centri sociali Cà Vecchia di Voltana ed Il Tondo di Lugo ed ha trovato, nell Area Verde di San Bernardino, un fornitissimo ed appetitoso punto di ristoro messo a disposizione dalla popolazione della nostra frazione. Area Verde di S. Bernardino Domenica 24 settembre 2006 Il Sindaco di Lugo, Raffaele Cortesi, si intrattiene con un gruppo di partecipanti alla pedalata a favore dei bambini di São Bernardo. (Foto di Domenico Bracci )

11 10 CRONACA Novembre Lunedì 6 - Riunione della Consulta di Decentramento di San Bernardino per discutere sulla situazione della scuola dell Infanzia e della scuola Primaria in San Bernardino. Mercoledì 15 Si trascrive il verbale completo della riunione della Consulta di Decentramento di San Bernardino che ha visto anche la partecipazione dell Assessore ai Servizi Educativi e Formativi del Comune di Lugo Sig.ra Clara Caravita, del Consigliere Comunale Sig.ra Alessandra Fiorini, del Presidente della Consulta di Decentramento di Fabriago Sig.ra Monica Pattuelli e del Vice Presidente della Consulta di Decentramento di Belricetto Sig. Atos Capra, nonché dei rappresentanti di classe della Scuola dell Infanzia e della Scuola Primaria Sig.ra Raffaella Castelli, Sig.ra Rita Nannini, Sig.ra Elena Ricci, Sig. Gioacchino Chiavetta, Sig. Stefano Mascanzoni, Sig. Tiziano Pantani. «L anno duemilasei, addì quindici del mese di novembre, alle ore 20,30 si è riunita, previa convocazione, presso la sede del Centro Civico, la Consulta di Decentramento di San Bernardino. Sono presenti: Lanconelli Francesco (Presidente), Monti Edmondo (Vicepresidente), Fiorini Alan, Garavini Ilenia, Baldi Anna Lisa, Chiodini Sergio e Ferri Domenico (consiglieri). Essendovi il numero legale per la validità dell adunanza ne assume la presidenza il Sig. Lanconelli Francesco che dichiara aperta la seduta. Funge da segretario la Sig.ra Ilenia Garavini. Apre la seduta il Presidente Francesco Lanconelli illustrando alla Consulta il primo punto all O.d.G. Il Presidente comunica che sull argomento scuole nella frazione si è tenuta, in data 6 novembre, una riunione della Consulta di Decentramento e, dopo quella data, è stato redatto un documento concordato da alcuni componenti la Consulta, documento che viene proposto all attenzione di tutti i presenti, Assessore compreso. Il Presidente passa poi la parola all Assessore Clara Caravita. Assessore Clara Caravita: l Amministrazione Comunale considera la scuola Primaria di San Bernardino una risorsa per la comunità e per questo l ha sostenuta e la sostiene tuttora garantendo i servizi necessari per l accesso (mensa e trasporti), investendo inoltre, nella manutenzione ordinaria e straordinaria dell edificio, ben Euro per infissi solo nell anno scolastico 2005/06. L Ente locale e la Scuola devono collaborare, ognuno nel rispetto delle reciproche competenze, per garantire a tutti i bambini lo stesso diritto all istruzione. Da parte nostra lavoreremo, assieme al Dirigente Scolastico, per garantire la permanenza delle due classi numericamente in sofferenza per ragioni di continuità. Se i bambini iscritti alla futura prima classe saranno in numero sufficiente, come sembra, la scuola non dovrà temere per il suo futuro. Accolgo in oltre la proposta di parlare con il Dirigente Scolastico per promuovere, insieme, un incontro con i genitori dei bambini in età di scuola Primaria per rassicurarli in proposito. Concluso l intervento l Assessore si congeda ed il Presidente invita la Consulta a discutere il documento. Dopo ampio dibattito il documento viene approvato all unanimità dei presenti e viene allegato al verbale della seduta. I rappresentanti delle Consulte di Fabriago, Belricetto e Giovecca approvano il documento presentato dal Presidente Lanconelli. Il Presidente della Consulta di Giovecca non è presente alla riunione per impegni precedentemente assunti; ha però già espresso il suo consenso per il mantenimento delle scuole nella frazione di San Bernardino. La seduta si conclude alle ore 23,00.»

12 11 CRONACA Allegato: CONSULTA DI DECENTRAMENTO DI S. BERNARDINO Oggetto: scuola primaria G. Marconi in S. Bernardino - area urbana del Santerno Il presente documento, che viene sottoposto all esame da parte dell Amministrazione Comunale di Lugo, è stato redatto dopo un ampio dibattito, svoltosi all interno della Consulta di S. Bernardino e con coinvolgimento delle Consulte di Belricetto, S. Maria in Fabriago e Giovecca, a seguito del ripetersi di comportamenti assunti dal Responsabile dell Istituto Scolastico Comprensivo Lugo 2, comportamenti ritenuti controproducenti per l immagine, lo sviluppo ed il buon funzionamento della Scuola Primaria (già elementare) G. Marconi in S. Bernardino - Area Urbana del Santerno. Riteniamo, d altra parte, che nel territorio di spettanza dell Istituto Scolastico Comprensivo Lugo 2 vi siano tre realtà geografiche (a livello di scuola primaria) con pari dignità e con pari esigenza di tutela da parte dell Autorità Scolastica ( Lugo Città - Garibaldi, Voltana e S. Bernardino - Area Urbana del Santerno ). Ora appare sempre più evidente come questa pari dignità e questa pari esigenza di tutela debba estrinsecarsi in fatti concreti che, tenendo debito conto delle diverse realtà locali e del diverso grado di coinvolgimento delle rispettive comunità interessate, possano permettere di affrontare, di comune accordo, e di risolvere positivamente tutte le varie difficoltà che possono manifestarsi, soprattutto in ordine alla formazione ed alla ripartizione delle classi ed all assegnazione degli insegnanti. Quanto sopra dovrebbe portare quindi i Responsabili dell Istituto Scolastico Comprensivo Lugo2 ad assumere un atteggiamento, in chiave di comunicazione, scevro da ogni allarmismo preordinato e foriero di soppressioni, di chiusure e/ o smantellamenti, atteggiamento, questo, che genera negli alunni, nei genitori e negli insegnanti soltanto un clima di insicurezza e di precarietà e che finisce per ripercuotersi sull immagine e sul futuro della realtà scolastica S. Bernardino - Area Urbana del Santerno. Auspichiamo pertanto che determinate comunicazioni, riconducibili al contenuto sopraccitato, siano d ora in poi portate, in via preliminare, all attenzione dell Amministrazione Comunale di Lugo, nella persona dell Assessore preposto, e che quindi, nelle forme e nei tempi, ritenuti più idonei, siano portate a conoscenza dei diretti interessati. Tutto ciò in ordine alla massima chiarezza e nel rispetto dei rispettivi ruoli tenendo infine conto, come fattore non ultimo di considerazione, che l Amministrazione Comunale di Lugo investe risorse umane e finanziarie anche nella scuola primaria (già elementare) di S. Bernardino - Area Urbana del Santerno e che, da dette risorse, riteniamo l Amministrazione stessa si aspetti la maggior valorizzazione possibile nell interesse di uno sviluppo armonico ed equilibrato del territorio e dei suoi residenti come, d altronde, già ribadito con comunicazione, in data Prot. n , a firma dell Assessore Dott.ssa Clara Caravita. (Documento letto ed approvato all unanimità, durante la riunione della Consulta di S. Bernardino di mercoledì 15 novembre 2006, riunione allargata alle Consulte di Belricetto, di S. Maria in Fabriago Viola - Bordocchio e di Giovecca - Frascata Passogatto).

13 12 CRONACA Mercoledì 22 - Voltana, Ca Vecchia. Presentazione del calendario 2007 realizzato dagli alunni dei diversi ordini di scuola di Voltana e con la partecipazione delle classi quarta e quinta elementare di San Bernardino (anno scolastico ). L iniziativa rientra nel progetto «Voltana, un paese per conoscersi», coordinato dagli insegnanti Alessandra Palini (scuola dell infanzia), Nara Staffa (scuola primaria) e Oliviero Casella (scuola secondaria di primo grado). Il calendario, la cui veste editoriale è dovuta allo Studio fotografico Clic di Mirco Villa (Voltana), riproduce disegni, versi, ricette di cucina casalinga romagnola, proverbi, modi di dire, leggende: materiale prodotto e raccolto dagli alunni durante un lavoro di ricerca sulla cultura popolare. Le classi quarta e quinta elementare di S.Bernardino, che, guidati dalle insegnanti Rosanna Faraone, Cristina Bini, Luisa Zappini e Maria Enrica Recchia, hanno collaborato alla realizzazione del Calendario 2007 di Voltana. In prima fila, da sinistra: Latif Boletini, Denis Ljukbunari, Fatima Chauki, Sofia Billi, Davide Mascanzoni, Michela Spalletta, Danilo Grasso, Alex Lama, Matteo Di Loreto, Christian Sabatino. In seconda fila, da sinistra: Gani Domi, Diego Baroncini, Jihad Boujmil, Ilaria Babini, Veronica Pegoraro, Nicole Grassi, Rachele Leone, Davide Proni, Gennaro Romaniello. (Assenti: Gabriel Del Toro, Sara El Ouazni, Tofik El Ouazni e Davide Piccini.) (Studio Foto Clic di Mirco Villa) Venerdì 24 Sulle pagine de Il Resto del Carlino dedicate all economia figura, nella rubrica L impresa: te la racconto io, un interessante profilo dell azienda EDILPIU, fondata nel 1981 per merito del nostro compaesano Gian Paolo Bacchini. EDILPIU, una scommessa vinta grazie al PVC: questo l accattivante titolo dell articolo che ripercorre 25 anni di un attività imprenditoriale nata da un idea, quasi una scommessa, che si è poi trasformata, oggi, in una solida realtà con sede principale a Lugo, in Via Piratello, ed altre due sedi a Ravenna ed Imola. L azienda Edilpiù è vicina anche al mondo sportivo di San Bernardino avendo sponsorizzato, nel 2004 e nel 2005, due corse ciclistiche per Juniores e, nel 2006 e nel 2007, due Gran Premi riservati ai ciclisti delle categorie dilettanti Elite ed Under 23

14 13 CRONACA Dicembre Domenica 10 Lavezzola, Sala New Petrol, Festa annuale dell A.S.D. Sodalizio Sambernardinese di cui le foto documentano alcuni momenti. Lauro Lanconelli, vicepresidente del Sodalizio Sambernardinese premia Gabriele Tassinari al termine della sua prima stagione fra i dilettanti Under 23 nei ranghi della prestigiosa «Zalf Desirèe Fior» di Castelfranco Veneto (TV). Vincenzo Lolli (a destra), socio fondatore del Sodalizio Ciclistico Sambernardinese, premia Giancarlo Ferretti con una targa a ricordo di cinquant anni di prestigiosa attività sportiva nel mondo delle corse ciclistiche. (Foto di Lauro Lanconelli) Massimo Bertagna, presidente del Velo Club Rodigo (MN) consegna a Gabriele Tassinari, in rappresentanza del G.S. «Zalf Desirèe Fior», la targa destinata alla società ciclistica vincitrice del DITTICO di S. BERNARDINO Edizione In primo piano, Clara Caravita, Assessore ai Servizi Educativi e Formativi del Comune di Lugo. Sullo sfondo si intravede Francesco Lanconelli, presidente dell A.S.D. Sodalizio Sambernardinese. (Foto di Lauro Lanconelli) Lunedì 11 Riunione della Consulta di Decentramento di San Bernardino, alla presenza del Sindaco di Lugo, Raffaele Cortesi, e del Dott. Paolo Laghi dell ARPA di Ravenna, per la presentazione delle valutazioni conclusive d impatto ambientale della centrale a biomasse progettata da Unigrà per la produzione di energia elettrica. Sabato 16 - I bambini della Scuola dell Infanzia Giovanna Righini Ricci di San Bernardino hanno animato la tradizionale Festa di Natale presso i locali del neonato Centro Civico di San Bernardino, allestito negli spazi ricavati dalla ristrutturazione di un ala del complesso edilizio della locale «Casa del Popolo». Giovedì 21 La Scuola primaria (elementare) dell Area Urbana del Santerno in San Bernardino ha festeggiato le imminenti ricorrenze natalizie con una simpatica trasferta presso il Teatro Parrocchiale di S. Maria in Fabriago. Canti, musiche, buffet ricchissimo e tavoli imbanditi con ogni ben di Dio, hanno decretato il successo di questa festa che, volendo simbolicamente rimarcare il legame con le varie realtà frazionali che costituiscono il bacino di riferimento della Scuola, è destinata in futuro ad affrontare altri itineranti prosceni.

15 14 DOCUMENTI Elezioni politiche 9 aprile 2006 Risultati della sezione 34 (frazione di S. Bernardino) CAMERA DEI DEPUTATI Votanti: 659 (89,05%) Schede bianche: 11 Schede nulle: 9 SENATO DELLA REPUBBLICA Votanti: 616 (89,02%) Schede bianche: 12 Schede nulle: 7 Partiti voti Partiti voti Comunisti Italiani 17 Pensionati 1 Italia dei Valori 5 Rifondazione Comunista 53 Udeur 1 Rosa nel pugno 9 Verdi 9 Ulivo 345 Lega Nord 11 UDC 39 AN 45 DC-PSI 5 Fiamma 5 Forza Italia 92 Alternativa sociale 2 No Euro 0 Fiamma 4 Lega Nord 10 Forza Italia 85 PRI 2 AN 42 DC-PSI 0 UDC 34 Alternativa Sociale 1 Unione 23 PSDI 1 Rifondazione Comunista 59 Italia Valori 7 MRE 3 DS 282 Margherita 36 Pensionati 2 Rosa nel pugno 6 Udeur 0 Elezioni 2006 Simboli della scheda per l elezione della Camera dei deputati

16 15 DOCUMENTI Politiche 2 giugno 1946: elezione dell Assemblea costituente Risultati della sezione n. 21 (frazione di S. Bernardino) Si votava nel nuovo fabbricato della Casa del Popolo (in via Stradone, all altezza dell attuale numero civico 64 ) ASSEMBLEA COSTITUENTE Elettori iscritti: 989 Maschi: 493 Femmine: 496 Votanti: 928 Maschi: 465 Femmine: 463 Voti validi: 909 Partito comunista 575 Partito repubblicano 50 Partito socialista 197 Democrazia cristiana 62 Partito d azione 6 Uomo qualunque 9 Unione democratica nazionale * 10 * Coalizione formata dal Partito liberale Italiano, dal Partito Democratico del lavoro e dall Unione Nazionale per la Ricostruzione. 2 giugno 1946: risultati del referendum sulla forma istituzionale Sezione n. 21 (frazione di S. Bernardino) Voti validi conferiti alla Repubblica: 830 Voti validi conferiti alla Monarchia: 57 I sette simboli della scheda per l elezione dell Assemblea costituente

17 16 L INTERVISTA Proseguendo il nostro giro d orizzonte sulle realtà produttive della frazione di San Bernardino, abbiamo intervistato Claudio Tasselli, titolare, insieme con il fratello Giacomo, dell azienda Elsyd, che opera nel campo dell elettronica. Logo dell azienda Elsyd In che momento e con quali obiettivi si diede vita a Elsyd e perché fu scelto questo nome? Elsyd è nata nel 1978 a Bologna con l intento di fornire un servizio di progettazione elettronica rivolta alla piccola e media industria. Il nome è l acronimo di ELectronic SYstem Developement (sviluppo di sistemi elettronici). Nel 1981, in conseguenza di una scelta di vita dei soci, io e mio fratello, si è trasferita a San Bernardino, nella zona di origine della nostra famiglia. Quanti sono attualmente gli addetti che Elsyd ha tra le sue fila? Attualmente Elsyd conta sei addetti. Su quali prodotti o attività si incentra principalmente l azienda? Oltre alla progettazione, che è rimasta l attività fondamentale della nostra azienda, ai clienti che ne fanno richiesta forniamo il prodotto finito, come si dice chiavi in mano ; in ogni caso la produzione concerne apparecchiature che abbiamo progettato al nostro interno. Per l assemblaggio delle schede e delle apparecchiature ci avvaliamo della collaborazione di aziende esterne in ambito regionale con qualche fornitore del centro Italia. In definitiva eseguiamo la progettazione e il collaudo finale del prodotto: attività che riteniamo indispensabili e strategiche per il conseguimento del livello qualitativo che garantiamo al cliente. La sede attuale, in via Stradone 50, si può ritenere soddisfacente per le esigenze produttive dell azienda o sarebbero necessari ammodernamenti o ampliamenti? La sede attuale è diventata insufficiente, stiamo valutando soluzioni per sistemare l azienda in una sede più adatta alle nostre esigenze. La clientela di Elsyd è a dimensione regionale, nazionale o europea? L attività di Elsyd comporta una notevole integrazione con l ufficio tecnico del cliente per svolgere le attività di progettazione che vengono spesso realizzate di conserva con lo sviluppo delle macchine e/o dei prodotti della clientela. Ne consegue che la vicinanza delle sedi gioca un ruolo fondamentale; per esprimere un valore numerico, direi che circa il 90% della clientela è in regione, il rimanente nel centro e nord Italia. Le vendite all estero sono un fatto sporadico e sempre una replica di qualcosa visto in Italia.

18 17 L INTERVISTA Il mercato su cui opera Elsyd soffre al momento di particolari sintomi di crisi o di concorrenza esasperata? Il mercato della produzione elettronica in Italia è per lo meno depresso e soffre pesantemente della concorrenza dei mercati emergenti, sia asiatici sia dell Europa orientale; una disamina di questa situazione, parlando di dumping (cioè di concorrenza sleale, per intenderci) e di decadimento economico, sociale e ambientale porterebbe via un numero intero del «Ponte». Tornando a noi, Elsyd, muovendosi sul mercato italiano, non può che risentire di questa situazione; ci conforta il fatto che, come abbiamo detto prima, lavorando in simbiosi con il cliente in condizioni in cui il fattore distanza incide notevolmente, risentiamo meno della concorrenza estera. Elsyd ha sempre svolto la sua attività su mercati diversi e di nicchia come Energie Alternative, Automobili a trazione elettrica, Sensoristica speciale, Strumentazione scientifica particolare, Elettromedicali sviluppati per la ricerca e cosi via: vale a dire su prodotti ad alto valore aggiunto e con bassi volumi di produzione. Per questo motivo e per questa diversificazione dell offerta forse riusciamo ad ammortizzare meglio l andamento altalenante della nostra economia pur risentendo, come tutti, di una situazione non certo favorevole. Per un giovane diplomato o laureato Elsyd può offrire sbocchi occupazionali e, se sì, quali qualifiche o titoli di studio sono ritenuti preferenziali? Elsyd può offrire occupazione a giovani diplomati o laureati necessariamente in discipline che riguardano l elettronica. Non ti nascondo che attualmente, vista la situazione del mercato, facciamo anche ricorso a collaborazioni con professionisti esterni. Di cosa si occupa il Digicons, il consorzio digitale di cui Elsyd è socio fondatore? Nel 2004 abbiamo partecipato, con altre sette aziende del settore informatico, alla creazione del Digicons, Consorzio Digitale Romagnolo, con lo scopo di creare una rete d imprese che possa essere in grado di affrontare commesse importanti e investimenti di una certa consistenza, impensabili per una singola piccola azienda, e possa perciò avere un più facile accesso ai contributi di finanziamento. Questo consorzio, trasformato all inizio del 2006 in Società per Azioni Consortile, conta attualmente 24 aziende associate, con una particolarità: che i soci non fanno tutti lo stesso mestiere, come nei consorzi classici, ma svolgono attività tra loro complementari, dallo sviluppo di tecnologie legate ad internet, alla consulenza d impresa su strumenti informatici, dal servizio di ricerca di finanziamento pubblico sui progetti che mettiamo in cantiere, alla progettazione di tecnologie di campo (e questo è il compito specifico svolto, nel consorzio, da Elsyd).

19 18 SCRITTURA E MEMORIA Il trasloco Il racconto seguente è tratto dal volume Nel cavo della mano pubblicato dall Editore Longo di Ravenna, giusto quattro anni fa, con elegante prefazione di Ennio Dirani. La vicenda qui narrata fa riferimento all abbandono, avvenuto il giorno dei Santi del 1939 per trasferimento in altro fondo agricolo, della casa dei nonni paterni dove Giovanna era nata il 7 settembre «La casa dalle pietre corrose dal tempo, il cortile ombreggiato dal pero gigantesco, la massa bionda dei pagliai» e sembra quasi riaffiorare all orizzonte dei ricordi l immagine dello scorcio di Via Lombardina evocata in linea d aria da Luigi Masironi, nel nitido pomeriggio di sabato 20 maggio 2006, durante la cerimonia di intitolazione della Scuola dell Infanzia di San Bernardino alla memoria di Giovanna Righini Ricci. Poi venne una sorellina, bianca bianca, così diversa da me che ero bruna e nodosa come un ramo di vite; e io, di nascosto, la confrontavo, stupita, con i ricordi delle due uniche bambole che avevo posseduto quando ero più piccola: due pupazzoni di legno, con la testa di stracci e gli occhi dipinti con il carbone, che una delle mie zie, la più giovane, mi aveva fatto, una sera d inverno, nella stalla, mentre le altre filavano e mia madre tesseva, a capo chino, facendo passare veloce la navetta lucida nel groviglio dei fili. Da tempo il gruppo di noi ragazzi si era assottigliato e qualcosa era cambiato: ora eravamo solo quattro monelli e neppure tanto affiatati. Tutti gli altri lavoravano con il nonno, erano degli uomini, ormai, e si studiavano il mento allo specchio, di nascosto, per scoprirvi una traccia di peluria incipiente. Ricordo che stavo poco con gli altri ragazzi e che andavo a spiare il sonno della mia diafana sorellina, nella culla nuova di vimini. Ricordo che andavo a scuola, zoccolando lungo i sentieri erbosi, con un pezzetto di pane che ballonzolava nella borsa di cartone, e che stavo sempre più sola. Qualche cosa cambiò nella mia famiglia. Un giorno Gusto partì con due carri di masserizie, seguito dai figli e dai nipoti. Il nonno si era fatto di giorno in giorno più intollerante.

20 Una sera sentii mia madre piangere. Poi cominciarono ad apparire per casa bauli e casse: grossi sacchi venivano riempiti in fretta, di sera, in silenzio. Il nonno, in quei giorni, stava chiuso nella stalla e non mangiava. Le zie più giovani piangevano, portando a braccia, su e giù per la scala, grossi involti. Si andava in un altra casa, più piccola, - mi dissero in un podere più piccolo, ora che eravamo rimasti in pochi. Ce ne andammo ai Santi, con una fila di carri pieni di masserizie. Davanti a tutti nonno Tranquillo, a testa bassa, tirava i buoi per la cavezza. Dietro venivano le zie e mia madre, con la mia sorellina in braccio. Per ultimo, veniva mio padre. Allora mi accorsi, per la prima volta, che eravamo rimasti davvero in pochi! Ognuno aveva cercato un altra strada e se n era andato, silenziosamente, per via del nonno. Nonno Tranquillo non si voltò a guardare la casa dalle pietre corrose dal tempo, il cortile ombreggiato dal pero gigantesco, la massa bionda dei pagliai; ma mi accorsi, con stupore, che era curvo; un vecchio! Nella nuova casa non si sentì più la sua voce imperiosa. Stava quasi tutto il giorno nella stalla e il suo sguardo era stranamente fisso. Solo quando venne il tempo della mietitura sembrò risvegliarsi dal suo torpore e per un giorno ridivenne il capo: diede ordini recisi, bevve vino schietto, incitò mio padre con aria di sfida, saltò, a gara, i covoni. Ma la sera era spossato e, vergognandosi di sentirsi male, se ne andò a letto silenzioso e non volle che nessuno gli si avvicinasse. Cominciò a declinare, piano piano. Ora mio padre era il capofamiglia e le zie se ne andavano a una a una, in una nuova casa, dopo che una sera era venuto un uomo, con il vestito scuro della festa, e si era seduto sulla scala della cascina, un filo d erba in bocca, a parlare sottovoce con nonno Tranquillo. La zia prescelta se ne stava, intanto, vibrante di ansia, nel pollaio, per sentire senza essere vista. In quel periodo mi diedi alle letture. Pancia a terra, sotto un melo, facevo la guardia perché nessuno venisse ad alleggerire i rami e mi immergevo nella lettura, circondata da un bel numero di mele, le più rosse che avevo trovato. Quando il libro era finito, il sole declinava già verso l orizzonte e i torsoli, disseminati per terra intorno a me, rivelavano quanto quella lettura fosse stata divorante! Nonno Tranquillo stava ora nella stalla, tra i pagliai o dietro la casa, a fabbricare cestini di vimini. Nonna Tugnina non c era più: era morta pochi mesi dopo che lo zio Angelo se n era andato, quando abitavamo ancora tutti nella vecchia casa del pero. 19 SCRITTURA E MEMORIA

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Rileggere oggi Lettera a una professoressa. Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale.

Rileggere oggi Lettera a una professoressa. Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale. Rileggere oggi Lettera a una professoressa Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale. 1. Lettera a una professoressa Lettera a una professoressa è un libro

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Edizione N 8 Mese GIUGNO/LUGLIO 2011. Giorni da ricordare nei mesi di APRILE e MAGGIO. 28/05/2011 Qui affianco la nostra Elide che compie 100 anni!!!

Edizione N 8 Mese GIUGNO/LUGLIO 2011. Giorni da ricordare nei mesi di APRILE e MAGGIO. 28/05/2011 Qui affianco la nostra Elide che compie 100 anni!!! 09/05/2011 e 16/05/2011 Fazzoletto Bandiera con i ragazzi del catechismo!! 12/05/2011 Uscita al mercato Paesano.. 18/04/2011 CINOTERAPIA!! 08/05/2011 FESTA DELLA MAMMA 03/04/2011 Canti e Balli con Rinaldo

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015 ORDINE DEI SANTI MAURIZIO E LAZZARO Delegazione Gran Magistrale della Sardegna SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 Poschiavo, 14 febbraio 2014 PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 L assemblea generale ordinaria del 2015 si è svolta presso il ristorante La Tana del Grillo a Pedemonte, in data 31 gennaio

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Senato della Repubblica. Costituzione

Senato della Repubblica. Costituzione Senato della Repubblica Incontro con la Costituzione giugno 2010 A cura dell'ufficio comunicazione istituzionale del Senato della Repubblica La presente pubblicazione è edita dal Senato della Repubblica.

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli