N 1.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N 1. juventusweeklynews@alice.it http://juventusweeklynews.myblog.it/"

Transcript

1

2 N 1 Primi della classe

3 LA PARTITA 0-0 Juventus-Bate borisov 6^ Giornata girone H TORINO - Stadio Olimpico Mercoledì 10 Dicembre 2008

4 Metti un mercoledì sera di dicembre, con la neve a bordo campo e il Milan fra 4 giorni, con la consapevolezza che basta un pari e un avversario semisconosciuto, con l infermeria piena e pochi tifosi sugli spalti, una veloce mescolata e voilà, esce fuori uno scialbo Juventus- BATE Borisov 0-0: missione compiuta per i bianconeri che con il punticino guadagnato finiscono imbattuti e al primo posto nel girone H, senza reti subite e con nessun acciacco alla fine dei 90 minuti Certo che forse gli stoici supporters della Vecchia Signora presenti all Olimpico meritavano qualcosa in più: lo spettacolo non è stato di primissima qualità anche se gli spunti per poter raccontare questo match di certo non mancano. Per esempio l ottima partita del portiere bielorusso Veremko o la tenuta perfetta di Cristiano Zanetti, al rientro dopo mesi di stop e in campo per tutta la gara senza risparmiarsi (anzi, mostrando uno smalto già accettabile); o ancora si potrebbero fare i complimenti a Goncharenko e al suo non banale che ha imbrigliato egregiamente i padroni di casa o spendere due paroline sull inedito duo offensivo Giovinco-Del Piero nell ultima mezz ora.in soldoni, il primo tempo è stato di una noia pazzesca, con un paio di iniziative di Molinaro sulla sinistra e di Giovinco per vie centrali, tutte finalizzate a trovare Amauri sempre intercettato dalla retroguardia ospite. La ripresa è cominciata col botto: prima un palo di Marchionni su colpo di testa (cross di Amauri, molto bravo nei 57 minuti in campo), quindi il rigore sbagliato al 53 da Giovinco (alto il suo tiro) per fallo di mano netto di Sivakov. Per il resto una grande occasione a testa (tralasciando i tiri da fuori di Nedved e Zanetti che hanno mostrato l ottima presa di Veremko). Bliznyuk di punta mette di poco a lato dopo un ottima iniziativa nell area bianconera, un minuto dopo Del Piero chiama il portiere avversario a un intervento prodigioso su colpo di testa suggerito dal cross al bacio di Marchionni. Si finisce senza sussulti: c è il tempo per l esordio dei giovani Esposito e Castiglia, col brivido finale della punizione dal limite per il BATE calciata però alta. Finisce 0-0, il secondo consecutivo in Champions: di buono c è il primo posto e l imbattibilità di Manninger nella competizione che dura ormai da circa 300 minuti

5 Tabellino e pagelle JUVENTUS-BATE BORISOV 0-0 JUVENTUS: Manninger 6; Grygera 6, Mellberg 6.5, Legrottaglie 6, Molinaro 6.5; Marchionni 6.5, Zanetti 6, Nedved 6 (46 s.t. Castiglia sv), De Ceglie 5.5; Amauri 7 (12 s.t. Del Piero 6.5), Giovinco 5.5 (42 s.t. Esposito sv). (Chimenti, Chiellini, Marchisio, Ariaudo). All. Ranieri BATE BORISOV: Veremko; Khagush, Sosnovski, Kazantsev, Yurevich; Sivakov, Likhtarovich (12 s.t. Volodko); Kryvets (45 s.t. Ermakovich), Bliznyuk, Stasevich (16 s.t. Nekhaychik); Rodionov. (Gutor, Pecha, Viskushenko, Skavysh). All. Goncharenko ARBITRO: Kapitanis (Cipro). NOTE: spettatori circa. Ammoniti Sosnovski, Amauri, Veremko, Khagush, Ermakovich. Recupero 0 p.t. e 3 s.t. (CALCIOBLOG.IT) INTERVISTE POST-PARTITA LEGROTTAGLIE: «CI INTERESSAVA IL PUNTO, LO ABBIAMO PRESO» Con quattro giorni d anticipo, Nicola Legrottaglie ha dato a tutti i tifosi dell Olimpico l arrivederci al Squalificato e perciò assente con il Milan, il difensore ha chiuso con il Bate Borisov il suo cammino casalingo. Una buona prova, con pochi rischi per la difesa. La Juventus ha ottenuto quello che voleva e Legrottaglie lo conferma: «Vista la posta in palio, ci interessava il punto e lo abbiamo preso. Ma abbiamo anche provato a vincere, creando le nostre occasioni. In queste gare, bisogna stare attenti a livello psicologico, quindi per noi è una prova di maturità. Negli ottavi? Eviterei l Atletico Madrid».

6 Nedved: «La Juve mi piace perché ottiene quello che vuole» Per chi, come Pavel Nedved, la Champions League la insegue da tempo, vincere il girone eliminatorio è solo un primo passo. Il meglio arriverà da febbraio in avanti e il ceco, che contro il Bate se l è cavata egregiamente anche da centrale, lancia la sfida. Questo il suo commento a fine gara. «La Juve mi piace perché ottiene quello che vuole. Stasera volevamo questo punto e ce lo siamo preso. Non è stata una gara spettacolare e noi potevamo anche chiuderla prima, comunque non abbiamo mai rischiato. In mezzo al campo è andata bene, è facile giocare a fianco di Zanetti e lui ci darà una grande mano da qui in avanti. Il sorteggio? Non mi interessa, quello che conta è essere arrivati primi nel girone». Ranieri: «L importante era non prendere gol» Alla fine, Claudio Ranieri ha ottenuto quello che voleva. Intanto il punto necessario per chiudere in vetta il Girone H e coronare così al meglio la prima fase di Champions League. Ma anche evitare possibili brutte figure contro un Bate che arrivava all Olimpico senza nulla da chiedere. Ecco il commento di Ranieri: «In queste partite, con due risultati su tre a disposizione, sarebbe stato sciocco prendere gol in contropiede. E stasera è stato importante non averne presi, creando anche tante occasioni da rete. Sono contento della prova di Giovinco, al di là del rigore, e di Zanetti che era alla prima partita. Sono contento di aver potuto far fare la passerella ai due ragazzi della Primavera. I sorteggi? Non importa il nome, ma come arriveremo in quel periodo. L avversaria più forte è il Chelsea».

7 SFIDA CHELSEA 25 FEBBRAIO 2009 CHELSEA JUVENTUS, STAMFORD BRIDGE,LONDRA 10 MARZO 2009 JUVENTUS CHELSEA, STADIO OLIMPICO,TORINO Il Chelsea Football Club, meglio noto come Chelsea F.C. o semplicemente Chelsea, è una società calcistica inglese con sede a Londra. Fondata nel 1905, milita nella Premier League del campionato inglese, dove ha trascorso la maggior parte della propria storia, e disputa le partite casalinghe nello stadio Stamford Bridge del quartiere di Fulham ( posti). Ha conosciuto due epoche di successi, la prima dagli anni sessanta ai primi anni settanta e la seconda dalla fine degli anni novanta ai giorni nostri. Nel suo palmarès figurano tre titoli inglesi, quattro FA Cup, quattro Coppe di Lega inglesi, due Coppe delle Coppe e una Supercoppa europea, oltre a un secondo posto in Champions League. Il Chelsea disputa le partite casalinghe nello stadio Stamford Bridge ( posti) di Fulham, West London, dove gioca sin dalla fondazione. Nonostante il nome, non ha sede nell'omonimo quartiere di Londra, bensì nel vicino borough of Hammersmith and Fulham. I giocatori vengono soprannominati The Blues (I Blu) per via dei colori sociali, o, più anticamente, The Pensioners (I Pensionati), per via del vecchio stemma. Il completo tradizionale del club è una maglietta di colore blu reale con abbinati dei pantaloncini bianchi. Il simbolo tradizonale è stato quasi sempre, invece, un cerimonioso leone con un bastone, che nel 2005 ha subito un restyling. Il Chelsea è quinto nella classifica dell'affluenza media di tifosi negli stadi inglesi ]. I suoi sostenitori non vivono rivalità accesissime. La maggiore è quella con i vicini del Fulham, poi vengono quelle con gli altri concittadini dell'arsenal e del Tottenham Hotspur, e quelle con Manchester United e Leeds United. (WIKIPEDIA) IL MIGLIORE FRANKIE LAMPARD

8 IN CAMPO COSI ALL F.SCOLARI CECH BOSINGWA TERRY ALEX COLE DECO BALLACK LAMPARD OBI MIKEL ANELKA DROGBA

9 Ottavi di finale La prima squadra gioca l'andata in casa Chelsea FC (ENG) - Juventus (ITA) Villarreal CF (ESP) - Panathinaikos FC (GRE) Sporting Clube de Portugal (POR) - FC Bayern München (GER) Club Atlético de Madrid (ESP) - FC Porto (POR) Olympique Lyonnais (FRA) - FC Barcelona (ESP) Real Madrid CF (ESP) - Liverpool FC (ENG) Arsenal FC (ENG) - AS Roma (ITA) FC Internazionale Milano (ITA) - Manchester United FC (ENG) FORZA RAGAZZI!!

10

11 INTERVISTE MARCHISIO: SONO ANDATO A VEDERE I FILMATI TARDELLI Il giovane centrocampista torinese: «Il migliore nel mio ruolo resta Gerrard, sa difendere e attaccare» Claudio Marchisio, cosa lascia una seratona da fenomeno contro Pirlo? «Lascia la vittoria della Juve, fondamentale. Volevamo riprenderci dalla sconfitta con l Inter. Poi, ovvio, sono molto felice anche per me». S aspettava di marchiare partite così, quest estate? «Sicuramente i tanti infortuni che abbiamo avuto mi hanno agevolato, come il mio ha aiutato altri centrocampisti, ma l importante era farsi trovare pronti. E io penso di aver lavorato, ogni giorno, per arrivare fin qui». «Voglio guadagnarmi un posto», disse ad agosto. «Quando arrivai a Empoli non ero titolare, poi allenandomi e sfruttando le occasioni, lo sono diventato». Sogna un replay in bianconero? «Non vorrei essere di passaggio e, sì, mi piacerebbe guadagnarmi un posto da titolare: spero proprio di restare in questa squadra per tutta la mia carriera».

12 Alla Juve ne ha già consegnato il primo pezzo. «Dodici anni di giovanili, più uno di serie B: questo è il quattordicesimo campionato». Quanto è contato il trasloco dell anno scorso a Empoli? «Molto, mi ha fatto crescere, come giocatore e come persona. Era la prima volta lontano da Torino, dove sono nato, e un po ti viene la paura di sbagliare. Roberta, che a giugno è diventata mia moglie, mi ha aiutato molto». Alla fine è riuscito a tornare a casa. «Il campionato dell Empoli è finito male, ma io, tutto sommato, penso di aver fatto bene. Ovvio che sarei rimasto volentieri alla Juve, ma se sono di nuovo qui, e gioco, è anche per quello che ho fatto la scorsa stagione». Stesso itinerario di Giovinco, eppure si parla sempre di lui: invidioso? «Macché, giochiamo insieme da anni, e abbiamo un gran rapporto. E poi, giochiamo in ruoli diversi. Normale si parli di lui: diventerà il numero dieci del futuro, e alla gente piace sempre chi segna e fa divertire». Si sente sottovalutato? «No, e la società, riprendendomi, ha dimostrato di credere in me». Ha preso anche Poulsen, che fa il suo stesso mestiere. «Niente di strano: in squadre come la Juve, il Milan, o l Inter, lo sai prima che la concorrenza sarà durissima, e che i giocatori saranno sempre di alto livello». Ranieri ripete che non guarda età o stipendio per comporre la formazione. «Vero. Se è giusto che tu abbia l occasione, te la dà». Quandi sms ha ricevuto? «Davvero tanti». Il complimento più bello? «Quello da Trezeguet: perché è una persona squisita e perché non parla spesso: se mi ha detto che ho fatto una gran partita, vuol dire che lo pensa davvero. E poi quello di Stefano Borgonovo». Cioè? «Aveva scritto che somiglio a Tardelli. Così sono andato su internet per vedere qualche immagine di quando giocava: forse, nella corsa e in qualche movenza, un po gli somiglio».

13 Però preferisce Gerrard. «Sì, nel ruolo il più forte del mondo. Guardo a lui: uno che sa difendere e attaccare. Per questo dovrei fare qualche gol: in Primavera ci riuscivo». È il suo preferito anche alla playstation? (sorride) «No, scelgo sempre la Juve, e modifico subito la faccia che mi hanno fatto: non mi somiglia tanto». Si sente un tipo da Juve? «Sì. Sono giovane, ma penso di conoscere il peso di questa maglia, della tradizione e quanto bisogna dare per meritarla: l impegno e il sacrificio che chiedevo ai giocatori, quando da bambino tifavo in curva». (La Stampa)

14 DIRITTI TELEVISIVI PER LA UEFA CHAMPIONS LEAGUE Rai e Sky Italia si sono aggiudicate i diritti televisivi per la UEFA Champions League nel periodo Le emittenti hanno concluso i contratti dopo un processo di vendita che la UEFA ha definito "competitivo e minuzioso". La Rai si è aggiudicata un pacchetto di diritti che comprende la trasmissione in chiaro dell'incontro di prima scelta del mercoledì (compresa la finale e la Supercoppa UEFA). La Rai trasmetterà le partite su Rai Uno e Rai Due, con un programma di sintesi al martedì e al mercoledì sera. Sky Italia si è aggiudicata un pacchetto completo di diritti per la UEFA Champions League. L'emittente trasmetterà tutte le partite in diretta (compresa la finale), tutte le azioni di gioco sul popolare canale "Diretta Gol" e le sintesi in entrambe le serate. Ogni emittente sfrutterà i diritti su Internet sui siti e e su telefono cellulare. Di conseguenza, i tifosi di tutta Italia potranno approfittare di un'ampia copertura non solo televisiva ma anche su piattaforma mobile. "La UEFA è molto lieto di annunciare i contratti per i diritti televisivi con Rai e Sky Italia - ha comunicato il segretario generale UEFA, David Taylor -. La Rai è un partner stimato della UEFA dal Grazie all'offerta per il prossimo ciclo di diritti televisivi, la competizione avrà una grande esposizione in chiaro in Italia". "In virtù di un impegno verso gli standard di produzione più alti nel settore, di una promozione estensiva e di un ottimo palinsesto, Sky Italia si dimostra partner eccellente della UEFA Champions League da diversi anni - ha aggiunto -. Queste partnership dimostrano la grande attrattiva della UEFA Champions League e siamo lieti che entrambe le emittenti continueranno a lavorare con noi nel periodo ". Attualmente, i diritti pay TV per la UEFA Champions League in Italia sono condivisi da operatori DTH e DTT (Mediaset Premium). La UEFA sta valutando se vendere i diritti DTT ma, nonostante le discussioni in corso, non è ancora stato raggiunto un accordo. "La UEFA ha anche ricevuto diverse offerte per le edizioni della UEFA Europa League - ha comunicato l'organo di governo del calcio europeo -. La vendita è stata sospesa in attesa della conclusione dei contratti per la UEFA Champions League e presto verrà annunciato un altro ciclo di offerte." TEAM Marketing AG è l'agenzia di marketing esclusiva della UEFA per la UEFA Champions League, la Super Coppa UEFA e la UEFA Europa League. (JUVENEWS.COM)

15 CAMPIONATO

16 (Cacia 38 st) 1-2 (Giovinco 12 st) (Amauri 45 st) Lecce-Juventus 15ª giornata Lecce, stadio Via del Mare Domenica 7 dicembre 2008

17 Più difficile del previsto la visita della Juve al Lecce che in un Via del Mare gremito è riuscita a piegare la resistenza dei giallorossi solo al 90 grazie a un colpo di testa sottomisura di Amauri. Prima dell incornata finale dell ex palermitano, i protagonisti erano stati Sebastian Giovinco, autore del vantaggio bianconero e del suo primo gol con la maglia della Juve, e Daniele Cacia, subentrato nella ripresa a Munari e autore di uno splendido tiro al volo incrociato, per il momentaneo 1-1 a dieci minuti dal termine. Nel complesso una partita non bellissima, senza alcuni protagonisti che, non essendoci, hanno dimostrato quanto sono importanti per questa Juve. Nonostante le defezioni degli ormai lungodegenti, la Juve in Salento ha dovuto fare a meno anche di Del Piero e Camoranesi, a cui si è aggiunto il forfait di Iaquinta per un fastidioso torcicollo. Con Falqué, Rossi e Ekdal in panchina, per Ranieri poche scelte: difesa titolare, centrocampo affidabile con Marchisio e Sissoko al centro, attacco inedito formato dal gigante (Amauri) e la formica (atomica, Giovinco). Beretta si affida alle 2 punte inserendo Tiribocchi e Castillo, centrocampo affidato a Munari e a Giacomazzi, in difesa inedito quartetto capitanato dal rientrante Stendardo. Manninger e Benussi i due estremi difensori. Il primo tempo non è esaltante, un po rude per alcuni interventi non cattivi ma sicuramente pesanti da ambo le parti, condizionato da qualche lampo di Giovinco e da ottima organizzazione difensiva del Lecce. La Juve reclama un rigore per atterramento di Nedved da parte di Benussi, il Lecce contiene bene le rare folate bianconere; Amauri è abulico, Marchionni sempre in ritardo di un centesimo di secondo. Vere azioni da rete non se ne vedono, col finale che si tinge di giallo per una gomitata di Castillo a Grygera lontana dagli occhi dell arbitro.

18 La ripresa è più bella. Gli ospiti prendono in mano il match, sospinti soprattutto da un ispirato Giovinco che al 57 regala a se stesso e alla Juve un gol bello e importante, il suo primo con la maglia a strisce bianco e nere: punizione dai metri e traiettoria strepitosa a scavalcare la barriera, con l incolpevole Benussi che ci arriva ma non può evitare la marcatura. Vantaggio più o meno meritato, se non altro perché il Lecce non aveva fatto granché per segnare per primo; così la squadra di Beretta si sveglia e va per due volte vicina al pari con Tiribocchi e Castillo, ma i loro colpi di testa vanno fuori di poco (clamoroso l errore dell argentino). Entra Cacia per Munari e l ex piacentino infiamma il Via del Mare: è ormai l 80 quando Giacomazzi effettua un buon cross dalla destra, l attaccante del Lecce si coordina e di sinistro mette sul secondo palo con un tiro al volo di pregevole fattura. Lo stadio esplode, la Juve non pare possa reagire. Anche se di fatto lo fa, gettandosi avanti con poca convinzione ma tanta volontà: e proprio al 90 De Ceglie, entrato al posto di Marchionni, inventa il cross giusto, delizioso, per Amauri che tutto solo schiaccia la palla in rete, imparabile per Benussi. Delusione di Beretta, felicità Juve che rimane in scia dell Inter: ma col Milan non ci sarà Legrottaglie, diffidato e ammonito. Tabellino e pagelle LECCE-JUVENTUS 1-2 (0-0) MARCATORI: Giovinco (J) al 12, Cacia (L) al 38, Amauri (J) al 45 s.t. LECCE: Benussi 6; Schiavi 6 (25 s.t. Giuliatto 6), Stendardo 5, Fabiano 5.5, Esposito 5.5; Munari 5.5 (36 s.t. Cacia 7), Giacomazzi 6, Vives 6, Ariatti 5.5 (25 s.t. Caserta 5.5); Tiribocchi 6, Castillo 4.5. (Rosati, Polenghi, Diamoutene, Konan). All. Beretta JUVENTUS: Manninger 6.5; Grygera 5, Legrottaglie 5.5, Chiellini 6, Molinaro 6; Marchionni 6.5 (37 s.t. De Ceglie 6.5), Sissoko 6, Marchisio 6.5, Nedved 5.5; Giovinco 7.5, Amauri 7. (Chimenti, Mellberg, Zanetti, Ekdal, Rossi, Yago). All. Ranieri ARBITRO: Pierpaoli NOTE: pomeriggio di sole, terreno in buone condizioni. Spettatori paganti: Ammoniti: Schiavi, Chiellini, Ariatti, Legrottaglie, Cacia. Recuperi: 1 p.t. e 4 s.t. (CALCIOBLOG.IT)

19 4-2 ( Del Piero 16 pt) (Pato 31 pt) (Chiellini 34 pt) (Ambrosini 11 st) (Amauri 41 pt, 24 st) Juventus-Milan 16ª giornata Torino,Stadio Olimpico Domenica 13 dicembre 2008

20 Forse la più bella partita della Serie A fino a questo momento: sotto la pioggia battente di Torino Juve e Milan hanno offerto 90 minuti di spettacolo puro, un match giocato a ritmi altissimi e che lascia in eredità mille spunti di riflessione. Vince la Vecchia Signora rifilando ben 4 sberle ai rossoneri, capaci sì di battere due volte Manninger ma in generale troppo poco pungenti dalle parti dell austriaco. I padroni di casa promossi a pieni voti in blocco, ma una menzione d onore la merita Amauri che ha siglato una splendida doppietta; in gol anche Del Piero e Chiellini, per gli ospiti Pato per il momentaneo 1-1 e Ambrosini col Milan sotto di due gol. Espulso l ex fischiatissimo Zambrotta.La Juve rimane in scia dell Inter, scivola a -9 il Milan. La gara è subito intensa, gli ospiti partono forte ma la Juve controlla senza particolari affanni; al 15 è già in vantaggio: Molinaro per Del Piero che viene atterrato in area da Jankulovski, rigore che tira lo stesso capitano abile con la potenza e la precisione a battere Abbiati. Il Milan reagisce, sfiora il pari con Ambrosini di testa e Pirlo su punizione, ma nel primo caso è impreciso, nel secondo trova pronto Manninger; sono le prove generali per il pari che arriva grazie a Pato, pronto e lesto a spingere in rete un pallone passatogli superbamente da Ronaldinho. La squadra di Ranieri allora si riversa in avanti, aiutata dalla prestazione strabiliante di Marchisio e Sissoko. Esce Nedved, infortunato, entra De Ceglie; l equilibro della partita si rompe nuovamente in seguito a una palla inattiva: calcio d angolo dalla sinistra battuto da Del Piero e testata vincente di Chiellini. L Olimpico è una bolgia, De Ceglie sospinto dai tifosi inizia a macinare chilometri in maniera impressionante e proprio da un suo cross nasce il gol del 3-1, realizzato da Amauri con una incornata delle sue. Il Diavolo è frastornato, Emerson fa fatica al centro, Seedorf è abulico, in difesa Maldini e Kaladze traballano. Si va al riposo alla fine di 45 minuti di assoluto valore. Inizia il secondo tempo e la Juve continua ad attaccare a testa bassa.

21 Sfiora il gol Sissoko con un tiro da fuori, il Milan intanto aveva sostituito il Puma con Shevchenko; Ancelotti chiede ai suoi ragazzi di ragionare e proprio nella fase della partita in cui gli ospiti palleggiavano discretamente arriva il gol che accorcia le distanze: lo realizza Ambrosini con un tiro da fuori deviato da Chiellini, quel tanto che basta da metter fuori causa Manninger. La squadra di casa non si demoralizza, anzi si galvanizza quando vede Zambrotta venir espulso da Rizzoli: imprendibile De Ceglie costringe l ex bianconero a un fallo netto, da giallo, il secondo per lui. In superiorità la Juve gioca ancora meglio e sigla il poker dopo uno scambio tra Sissoko e Amauri, con quest ultimo abile a infilare Abbiati per la prima doppietta con la nuova maglia. Il Milan si disintegra, Molinaro fa splendida guardia su Pato e Shevchenko, entrano Antonini e Inzaghi, la Juve rischia la goleada: Del Piero si libera di Ambrosini e dal centro dell area colpisce clamorosamente il palo, Marchisio prova un paio di conclusioni dalla lunga distanza fuori di poco, Iaquinta (entrato per Amauri) a tu per tu col portiere ospite tira malamente fuori. Finisce 4-2 un match vibrantissimo, un ottimo spot per il calcio italiano in diretta mondiale: ne esce vittoriosa la Juve a causa soprattutto di una difesa incertissima del Milan; sono i bianconeri, ora, l anti-inter ufficiali.

22 Tabellino e pagelle JUVENTUS-MILAN 4-2 (3-1) RETI: 16 pt rig. Del Piero, 31 pt Pato, 34 pt Chiellini, 31 pt e 24 st Amauri, 11 st Ambrosini. JUVENTUS: Manninger 6.5; Grygera 6.5, Mellberg 6.5, Chiellini 7.5, Molinaro 7; Marchionni 7, Sissoko 7.5 (43 st Zanetti sv), Marchisio 7.5, Nedved 5.5 (30 pt De Ceglie 7); Amauri 8 (43 st Iaquinta sv), Del Piero 6.5. A disposizione: Chimenti, Ariaudo, Salihamidzic, Giovinco. All. Ranieri MILAN: Abbiati 5.5; Zambrotta 5, Maldini 5, Kaladze 5, Jankulovski 4.5; Emerson 5 (1 st Svevchenko 5), Pirlo 6, Ambrosini 5.5 (28 st Antonini 5.5); Seedorf 4.5, Ronaldinho 6; Pato 5.5 (31 st Inzaghi sv). A disposizione: Dida, Favalli, Senderos, Cardacio. All. Ancelotti ARBITRO: Rizzoli di Bologna. ESPULSI: 20 st Zambrotta. AMMONITI: Emerson, Zambrotta, Mellberg, Ambrosini, Sissoko. NOTE: spettatori per un incasso di ,00.

23 1-3 (Vieri 3 st) Atalanta - Juventus (Del Piero 31 pt) (Legrottaglie 38 pt) (Amauri 36 st) 17ª giornata Bergamo,Stadio Azzurri d Italia Domenica 21 dicembre 2008

24 Nona vittoria nelle ultime dieci partite in Serie A: con i tre punti sul difficile campo di Bergamo la Juventus rimane in scia dell Inter e chiude l anno proprio come s era augurato Chiellini, con 9 punti nelle ultime tre gare del Battere l Atalanta nel proprio stadio non era impresa facile per i bianconeri (6 vittorie su 8 partite all Azzurri d Italia per Doni e compagni fino a oggi), ma la Juve s è abnegata nel migliore dei modi per rispondere degnamente all Inter vittorioso ieri a Siena: gol di Del Piero su assist di Marchionni, raddoppio di Legrottaglie di testa, tris di Amauri ancora con la testa; tra il secondo e il terzo gol juventino Christian Vieri aveva accorciato le distanze, siglando il secondo gol stagionale. I padroni di casa sono carichi, ospiti più o meno al completo col rientrante Legrottaglie al centro della difesa con Chiellini; sono i nerazzurri a partire col piede a tavoletta sull acceleratore: Doni su calcio di punizione sfiora il palo a Manninger battuto, Floccari spara il destro ma trova il portiere austriaco pronto. La Juve cerca spesso la profondità, Farina chiama più di un fuorigioco talvolta sbagliando; e sbaglia anche nell occasione del vantaggio juventino: Sissoko pesca Marchionni sulla destra che si trova in posizione irregolare, l esterno mette dentro dove Del Piero beffa un più che incerto Coppola. L Atalanta prova la reazione ma prima del riposo è 0-2 grazie a Legrottaglie che trova la deviazione giusta di testa su corner battuto proprio da Del Piero.

25 Nella ripresa Del Neri ricarica le pile dei suoi, inserisce De Ascentis e Vieri e il match ricomincia subito a mille: Marchionni si rivela troppo altruista a tu per tu con Coppola passando (male) ad Amauri un pallone che poteva calciare a rete, Vieri invece gonfia subito la rete deviando di testa un pallone messo in mezza dalla bandierina. Gli orobici credono, sgomita Floccari che reclama pure un penalty per un contatto con Marchionni; la Juve tuttavia si difende bene, Mellberg è bravo sulla destra quando decide di spingere, Marchisio e Sissoko si fanno in quattro sulla mediana insieme a Del Piero, che spesso ripiega sacrificandosi. Sul finire di partita, poi, mette la sua firma anche Amauri, all 11 centro in campionato. Punizione dalla destra di Marchionni, oggi molto bravo, testa imperiosa di Amauri che beffa per la terza volta Coppola, incolpevole sugli ultimi due gol bianconeri. L Atalanta non ha più benzina, sull 1-3 Marchisio e Sissoko pensano bene di farsi ammonire, Farina dopo 3 minuti di recupero decreta concluse le ostilità: Ranieri può godersi il Natale, Del Neri applaude ai suoi ragazzi. Buono spettacolo a Bergamo, vince la classe dei fuoriclasse bianconeri che rimangono a -6 dall inarrestabile Inter. Tabellino e pagelle ATALANTA-JUVENTUS 1-3 (0-2) MARCATORI: Del Piero (J) al 31, Legrottaglie (J) al 38 p.t.; Vieri (A) al 3, Amauri al 36 s.t. ATALANTA: Coppola 5; Garics 5.5, Talamonti 5.5 (1 s.t. Vieri 6.5), Pellegrino 5.5, Manfredini 6; Ferreira Pinto 5.5 (35 s.t. Cerci sv), Guarente 6.5, Padoin 5, Valdes 5 (1 s.t. De Ascentis 6.5); Doni 5.5; Floccari 6. (Consigli, Capelli, Manzoni, Marconi). All. Del Neri JUVENTUS: Manninger 6.5; Mellberg 6.5, Legrottaglie 7, Chiellini 7, Molinaro 6.5; Marchionni 7, Sissoko 6, Marchisio 6 (39 s.t. Zanetti sv), De Ceglie 5.5 (29 s.t. Salihamidzic 6); Amauri 6.5, Del Piero 6.5. (Chimenti, Grygera, Ekdal, Giovinco, Immobile). All. Ranieri ARBITRO: Farina. NOTE: spettatori circa. Ammoniti Doni, De Ceglie, De Ascentis, Pellegrino, Manfredini, Marchisio, Sissoko. Recupero: 1 p.t., 3 s.t.

26 Pt PV PN PP 1 Inter JUVENTUS Milan Fiorentina Napoli Genoa Lazio Catania Atalanta Roma Palermo Udinese Cagliari Sampdoria Siena Bologna Torino Lecce Reggina Chievo Verona

27 COPPA ITALIA, NEGLI OTTAVI SARÀ JUVENTUS-CATANIA In attesa di scendere finalmente in campo, la Juventus ha conosciuto il nome dell avversaria da affrontare in Coppa Italia Tim Cup. Nella doppia sfida valida per gli ottavi di finale, i bianconeri se la vedranno con il Catania di Walter Zenga. I siciliani hanno avuto la meglio sul Padova nel match del quarto turno. Mercoledì sera, proprio mentre la squadra di Ranieri superava lo Zenit all Olimpico, gli etnei battevano nettamente la formazione veneta (unica superstite tra quelle di Prima Divisione) per 4-0 grazie alla doppietta del giapponese Morimoto e ai gol di Dica e Sabato. Si giocherà in un solo incontro a Torino. La Juventus, in quanto testa di serie, ha infatti diritto di ospitare l'incontro. Per quanto riguardata la data della gara si giocherà il 14 Gennaio 2009 chi vince affronterà il Napoli.(juventus.com) OTTAVI DI FINALE TIM CUP Inter Genoa 13/01/09 Roma Bologna 2-0 Sampdoria Empoli 2-1 Udinese Reggina 0-0 (8-7 dcr) Milan Lazio 1-2 (dts) Fiorentina Torino 0-1 Napoli Salernitana 3-1 Juventus Catania 14/01/09

28 CASA JUVE UN LUNEDÌ SERA PER ALE & RICKY A due settimane dal secondo anniversario della loro scomparsa, il ricordo di Alessio Ferramosca e Riccardo Neri è più che mai vivo. Le iniziative in favore dei due ragazzi continuano e ieri si sono arricchite di un nuovo e importante evento. A Monteriggioni (provincia di Siena), l Associazione Riccardo Neri e Alessio Ferramosca ha organizzato una grande cena che ha visto la partecipazione di oltre 300 persone e di importanti esponenti del calcio italiano. Nutrita la rappresentanza della Juventus, formata dal presidente Giovanni Cobolli Gigli, Gigi Buffon, Gianluca Pessotto e Michelangelo Rampulla. Presenti anche l allenatore della Roma Luciano Spalletti, l ex Primavera bianconero Christian Pasquato, il suo allenatore all Empoli Silvio Baldini, l arbitro Matteo Trefoloni e Giancarlo Antognoni. Una serata ben riuscita e che, grazie alla lotteria finale, ha permesso di raccogliere fondi a favore dell Associazione. Chiellini parla ai futuri allenatori del corso base di Juventus University Si è svolto nelle giornate del 5, 6 e 7 dicembre 2008, presso lo Juventus Center di Vinovo, il corso Base di Juventus University. Il corso, primo della stagione e tredicesimo (corso base) in assoluto, ha visto la partecipazione di oltre 80 allenatori e risultava già sold-out nel mese di novembre. Ospite d onore: Giorgio Chiellini. Il Base rappresenta il primo step di un percorso volto a formare a tutto tondo la figura dell allenatore. «L allenatore è indubbiamente la figura più importante per il giovane calciatore» ha detto Giorgio Chiellini, intervenendo sabato 6 dicembre alle lezioni e portando la propria personale esperienza all attenzione dei partecipanti. Soddisfatto per il grande interesse suscitato dal corso Marco Marchi, Juventus Soccer Schools Manager: «Il primo passo per alzare il livello delle scuole calcio ha detto- è quello di alzare il livello degli allenatori, i quali devono divenire, per i ragazzi, una vera e propria guida, un allenatore a 365 gradi». Il prossimo corso base si svolgerà nelle giornate del 16, 17 e 18 gennaio Per iscrizioni ed informazioni

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

R. Giocatore Squadra P propr mvoto mgoal m.a/e fmed Crv P RUBINHO Palermo Ambrosiana F. 4 P MIRANTE Parma Ambrosiana F. 1 P BRICHETTO Palermo

R. Giocatore Squadra P propr mvoto mgoal m.a/e fmed Crv P RUBINHO Palermo Ambrosiana F. 4 P MIRANTE Parma Ambrosiana F. 1 P BRICHETTO Palermo P RUBINHO Palermo Ambrosiana F. 4 P MIRANTE Parma Ambrosiana F. 1 P BRICHETTO Palermo Ambrosiana F. 0 D BOCCHETTI Genoa Ambrosiana F. 5 D CASSANI Palermo Ambrosiana F. 5 D SANTON Inter Ambrosiana F. 5

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912 SETTORE GIOVANILE ALLENAMENTO PORTIERI SCHEDA TIPO DELLA SETTIMANA ALLENATORE ANDREA CAROZZO GRUPPO PORTIERI STAGIONE 2009/2010 GIOVANISSIMI NAZIONALI 1995 ALLIEVI REGIONALI

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE La programmazione nel settore giovanile P R O G R E S S I O N I D I D A T T I C H E, S

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

UEFA EUROPA LEAGUE - STAGIONE 2014/15 CARTELLE STAMPA

UEFA EUROPA LEAGUE - STAGIONE 2014/15 CARTELLE STAMPA UEFA EUROPA LEAGUE - STAGIONE 2014/15 CARTELLE STAMPA Liverpool FC Anfield - Liverpool Giovedì, 19 febbraio 2015 21.05CET (20.05 ora locale) Sedicesimi di finale, Andata Beşiktaş JK Ultimo aggiornamento

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI appunti dalla lezione del 19 maggio 2002 al Clinic di Riccione relatore Maurizio Cremonini, Istruttore Federale Set. Scol. e Minibasket I BAMINI DEVONO SCOPRIRE CIO DI CUI

Dettagli

Uno contro uno in movimento attacco

Uno contro uno in movimento attacco Uno contro uno in movimento attacco Utilizzando gli stessi postulati di spazio/tempo, collaborazioni, equilibrio analizziamo l uno contro uno in movimento. Esso va visto sempre all interno del gioco cinque

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Obiettivo minimo GRANDI MANOVRE NON SOLO CALCIO. LA PARTITA SI GIOCA ANCHE AI VERTICI

Obiettivo minimo GRANDI MANOVRE NON SOLO CALCIO. LA PARTITA SI GIOCA ANCHE AI VERTICI GRANDI MANOVRE NON SOLO CALCIO. LA PARTITA SI GIOCA ANCHE AI VERTICI SOCIETÀ MILANO DOMENICA 19 APRILE 2015 WWW.METRONEWS.IT Inter-Milan oggi vale per restare in corsa Europa League. E Inzaghi è quello

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO Lanzada - Campo Moro, 09 maggio 2015 Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO I pedü sono costituiti da una spessa suola di stoffa sulla quale è cucita

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta:

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta: SOTTO LO STESSO TETTO: Gender MainstreaMinG e valorizzazione delle differenze a scuola La classe 4A presenta: Tutti diversi... ma uguali ;-) Nell'anno scolastico 2014/15 la classe 4A dell'i.c. Via d'avarna,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Le soluzioni dei quesiti sono in fondo alla prova

Le soluzioni dei quesiti sono in fondo alla prova SCUOLA MEDIA STATALE GIULIANO DA SANGALLO Via Giuliano da Sangallo,11-Corso Duca di Genova,135-00121 Roma Tel/fax 06/5691345-e.mail:scuola.sangallo@libero.it SELEZIONE INTERNA PER LA MARATONA DI MATEMATICA

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA divisione Quotidiani- con sede in via Rizzoli 8 20132 Milano (di seguito: Promotore )

SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA divisione Quotidiani- con sede in via Rizzoli 8 20132 Milano (di seguito: Promotore ) REGOLAMENTO ART.11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001,430 CONCORSO A PREMI DENOMINATO MAGIC+3 CAMPIONATO 2014-2015 PROMOSSO DALLA SOCIETA RCS MEDIAGROUP SPA MILANO CL 410/2014 SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA

Dettagli