RASSEGNA STAMPA del 17/03/2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RASSEGNA STAMPA del 17/03/2010"

Transcript

1 RASSEGNA STAMPA del 17/03/2010

2 Sommario Rassegna Stampa dal al Il Centro: cerimonia per ricordare il pilota-eroe bandini... 1 Il Centro: di florio srl sospeso solo lo stoccaggio... 2 Il Centro: anime sante, riapre la chiesa - michela corridore /... 3 Il Centro: ta alla riapertura di queste prime sei aree. parallelamente corrono i 5 interventi prioritari:... 4 Il Centro: in consiglio si parla di sequestri - danilo spezialetti /... 5 Il Centro: la fattoria - luigia stringini / l'aquila... 6 Corriere di Maremma: Sos spiaggia continuo di Gambetti per le Saline... 7 Corriere di Rieti: Poggio Catino - Indagine geologica sulla Finocchieto Corriere di Rieti: Quattro morti nel locale che va a fuoco Corriere di Rieti: Tutto pronto per la sagra del frittello La Gazzetta di Parma Online: Incendio a Castelguelfo: vigili del fuoco al lavoro nella notte La Gazzetta di Parma: I «quaderni per Haiti» all'ufficio postale Gazzetta di Reggio: Terremoto del 2008, soldi negati Il Messaggero (Abruzzo): Per la terza volta in poco tempo gli aquilani sono stati svegliati da una scossa di Il Messaggero (Abruzzo): Ricostruire i centri storici terremotati. "Italia Nostra" ne ha fatto il tema di u Il Messaggero (Civitavecchia): Per San Giuseppe, patrono di Fonte Nuova, il Comune ha organizzato un week-end. 16 Il Messaggero (Latina): Terremoto in giunta a Itri. Il sindaco Giovanni Agresti ha ritirato nel tardo pomeriggio di Il Messaggero (Pesaro): URBINO - Costi, tempi e responsabilità. Una matassa intricata da sbrogliare con uno sta Il Messaggero (Pesaro): FANOMareggiate del 9 e 10 marzo scorso: a piangere non sono soltanto i residenti di Il Messaggero (Pesaro): MERCATALEI vigili del fuoco di Urbino sono stati impegnati ieri pomeroggio a domare Il Messaggero (Rieti): Dopo l'emergenza, si comincia a ragionare sulle cifre e sui tempi degli interventi che Il Messaggero (Rieti): Un palazzo, l'ennesimo che il terremoto del 6 aprile ha fatto accartocciare su se stess Il Messaggero (Viterbo): Il Comune di Tarquinia prorogherà la riduzione Ici in agricoltura anche nel 2010 per La Nazione (Arezzo): UN'EDIZIONE SPECIALE per ricordare il terremoto dell'abruzzo l'arc La Nazione (Arezzo): «Gestioni associate? Ci costeranno 172mila euro in più» La Nazione (Firenze): Il volto rosa della Protezione Civile La Nazione (Firenze): di PINO DI BLASIO «LE DIMISSIONI sono state presentate con lettera inviat La Nazione (La Spezia): La visita del prefetto Forlani alla «città» della Val di Vara La Nazione (La Spezia): Sos dei cittadini sul rischio esondazioni dei canali Il Comune annuncia il ricorso alle La Nazione (Lucca): Saranno trasferite tutte le escavazioni di ghiaia e sassi dall'alveo del Serchio La Nazione (Lucca): La chiave? Una pista più lunga La Nazione (Pisa): Alluvione: 146,5 milioni di danni «Ma i soldi stanziati non bastano» La Nazione (Pisa): Tolti quintali di rifiuti dalla spiaggia La Nazione (Pistoia): Tutte le attività del corpo militare Croce Rossa La Nazione (Umbria): Senza titolo La Nuova Ferrara: COMACCHIO Il Resto del Carlino (Ancona): CORINALDO L'AQUILA, Haiti e il Cile insegnano. Purtroppo &# Il Resto del Carlino (Ascoli): Le aquile non saranno gelose Il Resto del Carlino (Ascoli): «Offendono la dignità delle lavoratrici» Il Resto del Carlino (Fermo): Se non rifanno il ponte, resteranno ancora isolate Il Resto del Carlino (Ferrara): E gli studenti aiutano i terremotati di Haiti Il Resto del Carlino (Imola): Il ritrovo dei volontari un anno dopo il sisma Il Resto del Carlino (Pesaro): Perso il figlio, papà muore di crepacuore Il Resto del Carlino (Pesaro): QUEST'ANNO per la gita scolastica i professori ci hanno portato a visitare P Il Resto del Carlino (Rimini): Torna l'incubo del piromane Il Resto del Carlino (Rovigo): «Po e Adige, serve una svolta»... 47

3 Il Tirreno: sì a una grande assemblea sul marmo - francesco bambini* Il Tirreno: bandini-rosseti Il Tirreno: alluvione batte governo 517 a 0 - ilaria bonuccelli / Il Tirreno: alluvione: i danni ci sono, i soldi no - ilaria bonuccelli / Il Tirreno: alle famiglie il 50 per cento Il Tirreno: è lucca la provincia più colpita dall'esondazione del serchio Il Tirreno: difficile riscuotere i rimborsi - ilaria bonuccelli / Il Tirreno: strade, bacini, frane: servono 327 milioni Il Tirreno: i danni ammontano a 146,5 milioni di euro Il Tirreno: cena per raccogliere fondi per haiti Il Tirreno: regione e province battono cassa Il Tirreno: lo scolmatore navigabile non può essere una priorità - stefano cateni Il Tirreno: ecco il capannone per la pubblica assistenza... 61

4 Il Centro cerimonia per ricordare il pilota-eroe bandini Teramo Nostra, raduno alla villa comunale a cinque anni dalla tragedia del teramano che precipitò con il Canadair TERAMO. Teramo Nostra ricorda con una commemorazione Stefano Bandini (nella foto), il pilota teramano che nel marzo del 2005 precipitò in Versilia a bordo del suo Canadair mentre stava spegnendo un incendio. E proprio a cinque anni da quel tragico 18 marzo l'associazione ha organizzato per domani alle 12, alla villa comunale, una cerimonia a cui parteciperanno i familiari e le autorità locali. La villa comunale non è stata scelta a caso, visto che porta proprio il nome del pilota scomparso. Bandini, 38 anni, era un operatore della Protezione Civile e morì insieme al collega Claudio Rosseti dopo che il Canadair su cui erano a bordo precipitò durante le operazioni di spegnimento di un incendio in Toscana, sui boschi di Ripa (Serravezza), nell'entroterra alle spalle di Forte dei Marmi. Dopo aver riscontrato un guasto tecnico sul velivolo, in seguito all'urto con dei fili dell'alta tensione, i due tentarono disperatamente di raggiungere il mare, di non cadere sul centro abitato ma si schiantarono a 200 metri dalla spiaggia, nel giardino di una villetta. Le città di Forte dei Marmi e Serravezza hanno dedicato un monumento alla memoria dei due piloti. Nel 2005 i due piloti sono stati premiati con la medaglia d'oro al valor civile consegnata dall'allora presidente Ciampi. CENTRO Pag. 1

5 Il Centro di florio srl sospeso solo lo stoccaggio CERRATINA LANCIANO. Riguarda solo l'attività di gestione dell'impianto di stoccaggio di Cerratina la sospensiva emessa dal Servizio gestione rifiuti della Direzione protezione civile-ambiente nei confronti della Di Florio Srl. L'azienda, con sede a Lanciano, è coinvolta nell'inchiesta Spiderman su un presunto traffico illecito di rifiuti in Abruzzo e Puglia che ha portato a 8 arresti (sei ai domiciliari) e 22 denunce. «Di Florio Srl. è titolare di due impianti per la gestione dei rifiuti, uno si trova a Lanciano in contrada Cerratina e l'altro nella zona industriale di Paglieta, nonché dell'autorizzazione al trasporto di rifiuti speciali», si legge in una nota dell'avvocato Silvio Rustignoli. «La Regione Abruzzo ha sospeso l'attività di gestione dell'impianto di stoccaggio a Cerratina. Non sono stati sospesi né l'attività di raccolta e trasporto, né le autorizzazioni per la gestione dei rifiuti recuperabili. Attività che continuano a svolgersi sia nell'impianto di contrada Cerratina, sia a Paglieta». Il provvedimento firmato dal dirigente Franco Gerardini, dunque, non riguarda l'intera attività della Di Florio Srl, ma solo una parte svolta nella discarica di Cerratina. La società continua ad operare negli altri settori in attesa della conclusione delle indagini e dell'eventuale processo. RIPRODUZIONE RISERVATA CENTRO Pag. 2

6 Estratto da pagina: Il Centro anime sante, riapre la chiesa - michela corridore / - Cronaca Anime sante, riapre la chiesa Bende di metallo e coperture in ferro per la sicurezza Da venerdì sarà possibile entrare solo nella navata mentre resta interdetto l'accesso all'abside a causa dei danni MICHELA CORRIDORE / L'AQUILA. Il «miracolo» Collemaggio si ripete. A quasi un anno dal terremoto, venerdì prossimo, anche la chiesa delle Anime Sante, a piazza Duomo, tornerà a essere fruibile. Stessa ricetta della nuova cattedrale: bende di metallo, coperture di ferro e zone interdette per motivi di sicurezza. È un altro pezzo di storia che torna a vivere. Gli interventi di messa in sicurezza della chiesa di Santa Maria del Suffragio sono terminati le scorse settimane. Mancano solo gli ultimi «ritocchi» e tra qualche giorno gli aquilani potranno rientrare nella chiesa-simbolo del terremoto. Come è stato a Natale per Collemaggio, quando la basilica cittadina è tornata ad essere per la prima volta fruibile. All'interno delle Anime Sante ci sono molti danni, solo in parte sanabili. Per questo motivo in un primo momento, la chiesa sarà utilizzabile solo nella parte della navata. L'abside, particolarmente danneggiata, invece, sarà separata con un muro eretto all'altezza del transetto sul quale farà da sfondo un dipinto di arte sacra napoletana del XVIII secolo. Il crollo della cupola e della lanterna che poggiava su di essa ha aperto, infatti, in corrispondenza dell'altare maggiore una voragine di circa un metro sotto il pavimento. Proprio questa parte sarà coperta. È stato possibile, tuttavia, allestire un altare provvisorio all'interno della chiesa per svolgere le funzioni. Sull'altare di Santa Barbara, il primo a destra, ritroveranno la loro collocazione l'antico Cristo Morto, emblema della devozione aquilana, e la statua della Madonna addolorata. Ai lati del presbiterio verrà riposizionato invece il coro ligneo. La liturgia per la riapertura della chiesa sarà celebrata dall'arcivescovo Giuseppe Molinari alle del 19 marzo, giorno del suo onomastico. Da sabato prossimo le messe saranno celebrate tutti i giorni con questi orari: feriale ore 11, prefestivo 17,30 e festivo 10, 11,30 e 17,30. I lavori all'interno della chiesa sono iniziati già da diversi mesi. L'intervento è stato predisposto in più fasi: la cerchiatura delle murature; l'irrigidimento e il consolidamento delle parti lesionate tramite l'inserimento di telai in acciaio in corrispondenza delle finestre e degli squarci seguiti ai crolli; la realizzazione di una struttura di appoggio (ombrello a tronco di piramide a base ottogonale) per il sistema di puntellamento interno delle murature e della volta e l'installazione della struttura di copertura, una sorta di cappello in materiale ultraleggero che ha preso il posto dell'intera cupola. Adesso, si attende la seconda fase d'intervento: il restauro. Per questo però i tempi sono ancora lunghi, come ha ribadito il vicecommissario della Protezione civile ai Beni culturali, Luciano Marchetti. Si stanno aspettando, infatti, i finanziamenti promessi dalla Francia, tre milioni di euro: la metà dell'importo necessario al restauro. L'altra metà dovrà essere finanziata dal Governo. Ancora non esiste, infatti, un progetto di restauro della chiesa e i lavori avranno una durata di tre anni. RIPRODUZIONE RISERVATA CENTRO Pag. 3

7 Estratto da pagina: Il Centro ta alla riapertura di queste prime sei aree. parallelamente corrono i 5 interventi prioritari:... - Altre ta alla riapertura di queste prime sei aree». Parallelamente corrono i 5 interventi prioritari:... Un'ex profumeria potrebbe ospitare il gruppo di lavoro Consegnato dal Comune il primo elenco di consorzi del centro ta alla riapertura di queste prime sei aree». Parallelamente corrono i 5 interventi prioritari: Ponte Belvedere; frana di Belvedere; mura antiche (zona stazione); Ponte Sant'Apollonia; centrale Telecom. Per questi lavori si va a caccia di fondi disponibili. Ricerca non facile. E Fontana preme l'acceleratore. «La parola d'ordine per tutti è: fare presto. Bisogna occuparsi della gente». COME RICOSTRUIRE. Se i Comuni decideranno di avvalersi della norma transitoria, che già individua la perimetrazione dei centri storici (per L'Aquila la parte dentro le mura; per gli altri centri le zone A degli strumenti urbanistici), si potrà passare, entro 30 giorni, a definire gli ambiti da assoggettare ai piani di ricostruzione. Gli ambiti urbanistici ed edilizi sono formati da uno o più aggregati da sottoporre a interventi integrati, che dovranno essere messi in relazione con le strade e gli altri spazi pubblici e che dovranno includere, oltre al patrimonio edilizio da recuperare, anche le opere di urbanizzazione primaria e secondaria. Per il centro dell'aquila, ogni ambito può (ma non è obbligatorio) includere uno o più edifici definiti «strategici o speciali» oppure vincolati. A breve verranno ulteriormente esplicitati tempi e modi della ricostruzione. Non ci saranno sorprese. Tutto è contenuto nelle ordinanze già pubblicate. Tuttavia, le regole di come rifare e dove rifare saranno precisate in una «super-ordinanza» che rimetterà ordine alle norme già note. Chiarimenti ulteriori riguarderanno le case A, B, C, E in zona rossa. Del resto, già le linee guida del 9 marzo indicano che «gli interventi sugli edifici singoli ricompresi nelle perimetrazioni e che non fanno parte funzionalmente, strutturalmente e tipologicamente di aggregati che nel loro complesso si presentino gravemente danneggiati possono essere attivati con le ordinanze 3778, 3779 e 3790». Chi ha una casa «isolata», insomma, può partire se non ci sono situazioni complicate, se la zona non è pericolosa ed è accessibile. Tutti gli altri edifici, invece, seguono le regole derivanti dai piani di ricostruzione che li ricomprendono, e che dovranno essere approvati. Verranno ulteriormente definite le zone ed esplicitate le norme che si applicano agli aggregati, sui quali l'architetto Fontana precisa: «La loro utilità è riconosciuta da tutti. Si tratta, ora, di conoscerli e di misurarli correttamente. Nel merito si entrerà più avanti. Tuttavia, sono indicazioni utili per lavorare. Un'utile conoscenza della situazione di attori importanti sulla scena. Sarà necessario valutare la compatibilità e la coerenza tra i singoli consorzi rispetto agli spazi pubblici e alle previsioni pubbliche». UFFICI E PROTESTE. Per la riorganizzazione in atto nell'ufficio Emergenza e ricostruzione del Comune, in via Rocco Carabba 6 (zona autoparco comunale) sono stati modificati gli orari di apertura del servizio. Oggi, informa il Comune, lo sportello resterà aperto dalle 16 alle 17,30 mentre domani dalle 11,30 alle 13,30. Il servizio riprenderà regolarmente le aperture al pubblico da venerdì 19 marzo, con orario A Ofena alcuni residenti protestano in quanto l'ufficio che si occupa delle problematiche di Protezione civile «è aperto solo due ore in una settimana», come afferma l'ex consigliere comunale Dino Rossi. RIPRODUZIONE RISERVATA CENTRO Pag. 4

8 Il Centro in consiglio si parla di sequestri - danilo spezialetti / Pineto. Domani la seduta straordinaria chiesta dall'opposizione In consiglio si parla di sequestri DANILO SPEZIALETTI / PINETO. E' stato fissato per domani sera alle 18, nell'atrio del polifunzionale, il consiglio comunale straordinario richiesto nei giorni scorsi dai consiglieri d'opposizione per chiedere spiegazioni in merito a quella che hanno definito «emergenza ambientale». Il tema dominante della serata sarà l'ondata di sequestri che, a seguito di un intervento congiunto da parte della locale polizia municipale e della Forestale di Atri, si è di recente abbattuta sul comune di Pineto. In un mese circa, infatti, vi sono stati ben cinque sequestri, quattro dei quali avvenuti solo a contrada Cannuccia, area sottoposta a vincolo paesaggistico. Particolare attenzione sarà riservata al recente sequestro dell'area di pertinenza del mattatoio comunale. Nel corso dell'appuntamento gli stessi consiglieri d'opposizione chiederanno anche dei chiarimenti sull'incendio che ha distrutto il lido Miramare. Ponendo soprattutto l'accento sul mancato funzionamento del sistema antincendio posto lungo tutta la pineta. L'ultimo argomento all'ordine del giorno è la richiesta da parte dei consiglieri d'opposizione dell'immediata revoca della delibera di variante al Prg avente ad oggetto la realizzazione a Scerne di un progetto considerato di notevole impatto ambientale, in ragione della pericolosità dell'area di insediamento classificata P3, ovvero ad elevato rischio idrogeologico. In via Torinese è stato infatti previsto un nuovo piano di lottizzazione, su uno già esistente, che prevede un aumento di cubatura da 5mila a 16mila metri cubi, il tutto in zona considerata franosa. RIPRODUZIONE RISERVATA CENTRO Pag. 5

9 Estratto da pagina: Il Centro la fattoria - luigia stringini / l'aquila - Pagina Aperta La Fattoria LUIGIA STRINGINI / L'AQUILA La Fattoria degli inciuci Caro direttore, resto sempre meravigliato dall'accostamento dei classici della letteratura con gli avvenimenti dei nostri giorni e mi riferisco ad un intervento di sabato 13 marzo con riferimento alla «Fattoria degli animali» di Orwell. Come solitamente accade, nei libri, nelle poesie e nelle frasi delle canzoni, ognuno vede ciò che più sente assonante e vicino e, in fondo, è bello e giusto che sia così. Quello che però mi ha dato da riflettere e che la lettura completa del testo di Orwell è molto più amara di quanto appaia ad una prima impressione, in quanto l'inizio della storia è ottimistico, con gli animali che si prendono la rivincita sugli uomini, liberandosi dai soprusi e dalle catene. Il resto sembra un po' meno «piacevole», perché il capo «suino» (Napoleon) inizia ad assaporare il gusto del potere, decide di dettare proprie regole e, alla fine, si allea con quegli uomini con i quali aveva combattuto per liberare gli animali dalla loro schiavitù. Non credo di avere le competenze analitiche per poter aggiungere altro, ma mi sento di suggerire a più di qualcuno e anche a me stesso un'attenta rilettura. Suggerirei anche il coro del III atto dell'adelchi, la tragedia scritta da Alessandro Manzoni, dove «il forte si mesce col vinto nemico» per spartirsi gli armenti e i campi «d'un volgo disperso che nome non ha»; per non dimenticare, infine, il VI libro della grande opera «La Repubblica» di Platone. Arturo Di Girolamo E.mail Sisma, lettera di una sopravvisuta Signor direttore, è la terribile indimenticabile lunghissima notte del giorno che ci ha fatto entrare nella storia. Alle 3,32 si scatena una furia tremenda, devastante. La terra è come impazzita, si ribella atrocemente, bombarda e distrugge ogni cosa. Tutto intorno è già un cumulo di macerie. Si odono gemiti flebili, lontani, di persone che cercano aiuto, le mamme gridano il nome dei propri figli che non trovano, i figli urlano invano il nome dei genitori. Si scava con le mani nude, con forza, con disperata speranza di riabbracciare quello che in un momento pensi di aver perduto. Quegli indimenticabili 30 secondi hanno distrutto ogni cosa e quanto di più bello potevi avere: gli affetti, i ricordi, le emozioni, la dignità. Ci è rimasta solo una grande ferita, uno squarcio nel cuore che difficilmente potrà essere rimarginato. La storia di ognuno si legge in quegli occhi impietriti, spettrali, increduli, spaventati, bisognosi di aiuto. Siamo rimasti soli nel nostro dolore. Si raffreddava il nostro cuore, morivano lentamente le nostre speranze, i nostri sogni infranti in un attimo. Sopravvivere ad un terremoto è un miracolo: per me, come per altri, è stato così, ma non per quelle famiglie decimate, spezzate e soprattutto per quei giovani che non diventeranno mai adulti e per quei poveri piccoli innocenti la cui tenera vita si è fermata in quel terribile momento. Non si può dimenticare quello che è accaduto. Il terremoto è rimasto impresso nella nostra pelle. Siamo diventati come un popolo errante in cerca della propria dignità perduta. Dobbiamo però ritrovare le nostre origini ed i nostri ricordi inghiottiti da quelle macerie beffarde. Lo Stato ha costruito una bella facciata, dietro la quale c'è la nefandezza e la tragedia in cui la gente muore lentamente, vedendo svanire le poche certezze rimaste. La nobile storia di una città viene così sepolta e dimenticata. La solidarietà di molti è sporcata e confusa dalla notoria avidità del denaro e dall'inesorabile, spregiudicato comportamento di alcune persone, che hanno il coraggio ed il crudele cinismo di ridere, speculando sul dolore degli altri. A queste persone meschine e senza scrupoli voglio dire: non vi auguro di subire mai una tragedia così immane e di non specchiarvi dentro la vostra anima per chiedere una verità, una trasparenza del vostro operato che sicuramente non troverete. A queste persone che beffandosi degli altri hanno pensato solo di fare i propri interessi, desidero dire che voglio ringraziare Dio perchè non ci sono soltanto persone avide e corrotte, ma tante altre che davanti al dolore di coloro che soffrono, donano amore. CENTRO Pag. 6

10 Corriere di Maremma Sos spiaggia continuo di Gambetti per le Saline. Lettera al direttore della ProCiv. TARQUINIA indietro Spiaggia delle Saline Il mare è giunto ormai a pochi passi dalla Riserva naturale (fe) Sos spiaggia continuo alle Saline di Tarquinia. Alessio Gambetti, l'ormai ben noto residente del borgo, scrive anche al direttore della Protezione civile regionale, Maurizio Pucci. "Il sindaco Mazzola - dice Gambetti - continua a fare orecchie da mercante con la sua stringata dichiarazione del 28 febbraio scorso in cui ha affermato che l'ardis Lazio ha dato mandato alla Protezione civile regionale sull'opera a difesa della spiaggia delle Saline. La forte preoccupazione per la grave situazione presso la suddetta spiaggia mi ha spinto a scrivere questa lettera. Gambetti descrive così la situazione: "Il mare è prossimo a entrare nell'area protetta. Ciò che doveva essere evitato con questa opera rischia di essere fatto fuori tempo massimo. Da tempo vado segnalando questa grave situazione con interrogativi posti alle autorità politiche come l'assessore regionale all'ambiente Zaratti e il sindaco Mazzola, senza ricevere mai alcuna risposta. Solo un sordo silenzio, che non fa altro che sollevare seri dubbi. Vengono poi posti alcuni interrogativi al direttore Maurizio Pucci. Nella lettera in questione - -conclude Gambetti - rivolgo a Pucci una domanda fondamentale perché possa chiarire e rassicurare tanti cittadini che hanno nel cuore questo meraviglioso luogo che sono le Saline di Tarquinia: a quando l'inizio dei lavori dell'opera a difesa della spiaggia?. Intanto nessun politico, nonostante la campagna elettorale, parla del drammatico problema. E questo non tranquillizza affatto i cittadini CENTRO Pag. 7

11 Corriere di Rieti Poggio Catino - Indagine geologica sulla Finocchieto. Il sindaco Sturba: Puntiamo a risolvere la situazione in tempi rapidi. Stamattina vertice Provincia-Protezione civile sullo stato del Reatino. POGGIO CATINO indietro Poggio Catino La frana della provinciale Finocchieto Si ferma il movimento franoso che mercoledì scorso ha letteralmente inghiottito la provinciale numero 48, facendo sprofondare il manto asfaltato - ridotto a un cumulo di detriti - di oltre un metro. Non si fermano invece le operazioni di messa in sicurezza dell'area: da mercoledì scorso tecnici di Comune e Provincia sono al fianco dei vigili del fuoco nelle operazioni straordinarie lungo il tratto franato. Siami riusciti a tamponare il movimento franoso grazie alla creazione di canali di scolo, per consentire all'acqua di defluire - spiega il sindaco di Poggio Catino Roberto Sturba - al momento la situazione è sotto controllo, anche se, per motivi precauzionali, non possiamo ancora far rientrare gli abitanti della casa situata in prossimità del tratto franato. Nel frattempo è partita l'indagine geologica dell'area, affidata al dottor Davide Simoncelli, di Poggio Mirteto. Solo al termine della quale potrà conoscersi con esattezza l'entità effettiva del fenomeno, con le opportune valutazioni dei rischi e la conseguente stima dei danni causati dallo smottamento di mercoledì. E' presto per esprimere un parere a riguardo - prosegue Sturba - ma stiamo facendo tutto il possibile per avere chiara la situazione quanto prima, in modo che si possa intervenire con celerità. Perché le immagini parlano più delle parole, e la frana della Finocchieto è di quelle la cui risoluzione costerà molto, sia in termini di tempo che, soprattutto di soldi. Per questo, nella mattinata odierna, il presidente della Provincia di Rieti Fabio Melilli incontrerà a Roma il direttore regionale della Protezione civile Maurizio Pucci, per parlare della situazione Rieti, passando dal rischio sismico a quello idrogeologico. E, forse, per stilare una prima valutazione dei danni causati dal maltempo degli ultimi giorni. Allarme rientrato anche a Forano, dove il movimento franoso di via Castellana, nei pressi della frazione di Gavignano, è stato tamponato dall'intervento dei tecnici del Comune. E' atteso per oggi l'arrivo del genio civile sul luogo della frana Paolo Giomi CENTRO Pag. 8

12 Corriere di Rieti Quattro morti nel locale che va a fuoco. Indagato per omicidio colposo il titolare: l'uscita di sicurezza era sbarrata. ROMA indietro È' indagato per omicidio colposo plurimo e per incendio colposo il macedone Bajram Mece titolare del seminterrato, adibito a circolo culturale di via Cappadocia a Roma, dove tra sabato e domenica, sono morti quattro giovani stranieri a causa di un incendio. L'iscrizione del macedone, di 50 anni, è stata disposta dal pm Maria Bice Barborini, al vaglio della quale è finita un'informativa dei carabinieri. Secondo i militari dell'arma se la porta antincendio del locale da ballo avesse funzionato è molto probabile che le quattro vittime si sarebbero salvate. Ieri, intanto, il magistrato ha disposto l'autopsia sui quattro cadaveri. Sarà compiuta oggi nell'istituto di medicina legale La Sapienza. Dal ballo alla trappola di fumo, dalla festa alla tragedia. Sono bastati alcuni interminabili minuti a trasformare un anonimo seminterrato a luogo di paura e morte per quattro giovani stranieri, un peruviano di 25 anni, un romeno di 24 e due ragazze di 25 e 21 anni una del San Salvador l'altra del Guatemala, che partecipavano ad una festa privata nel circolo culturale 'Sabor Latino' in via Cappadocia, a Roma. Un locale, si è poi capito in giornata dopo gli accertamenti dei carabinieri e dei vigili del fuoco, al quale mancavano alcune autorizzazioni proprio inerenti allo svolgimento di feste di questo tipo. Ma, soprattutto, un locale al quale mancava l'uscita secondaria antincendio. Anzi la porta c'era ma era difettosa e per questo il titolare del club, un cittadino macedone di 50 anni, è stato denunciato con l'accusa di omicidio colposo plurimo. I vigili del fuoco hanno ricevuto la chiamata alle e sono arrivati sul posto dopo 4 minuti. Poi il lungo lavoro per verificare le cause dell'incendio, fino alle 5.30 di ieri CENTRO Pag. 9

13 Corriere di Rieti Tutto pronto per la sagra del frittello. Fine settimana gastronomico accompagnato da gruppi folk. Cultura e spettacoli indietro MONTASOLA Geologia dei Monti Sabini Il prossimo sabato 20 marzo, a Montasola, si svolgerà un convegno sulla geologia dei Monti Sabini. Organizzato per le ore 16 dalla Città dei lauri, il convegno vedrà la partecipazione dei geologi Andrea Banchelli e Alberto Casazza. All'incontro si parlerà della dilatazione dei tempi in geologia (con riferimenti a Darwin e a Lyell). Altri interessanti temi saranno la morfologia degli Appennini italiani e dell'appennino centrale. Si discuterà, inoltre, dei terreni e dei materiali che costituiscono gli Appennini Centrali e i Monti Sabini. Temi importanti saranno anche il rischio sismico in generale e più nel dettaglio quello in Sabina. Si concluderà con il rischio idrogeologico CENTRO Pag. 10

14 La Gazzetta di Parma Online 17/03/ Provincia-Emilia Condividi! Stampa Invia ad un amico Incendio a Castelguelfo: vigili del fuoco al lavoro nella notte I vigili del fuoco di Parma sono intervenuti per spegnere un incendio che si è sviluppato in un silos di un'azienda della zona di Castelguelfo. Gli uomini del 115 hanno lavorato per molte ore per mettere in sicurezza l'area dell'incendio e sono rientrati in sede alle 6,30 di questa mattina. CENTRO Pag. 11

15 La Gazzetta di Parma I «quaderni per Haiti» all'ufficio postale PROVINCIA SOLIDARIETA' IN VENDITA IN VIA BRAIA COLLECCHIO Poste Italiane collabora con il Comitato Italiano per luniceff ad una nuova importante iniziativa a favore dei bambini di Haiti colpiti dal terribile terremoto avvenuto il 12 gennaio scorso. Anche a Collecchio sono in vendita, allufficio postale di via Braia, i «Quaderni per Haiti», una speciale edizione che l'organizzazione dell'unicef distribuisce ogni anno a oltre 30 milioni di bambini abitanti nei Paesi in via di sviluppo, per aiutarli ad andare a scuola e ad avere un futuro. All'ufficio postale gli speciali «quaderni per Haiti» possono essere acquistati al prezzo di 5 euro fino al 30 giugno 2010 oppure fino all'esaurimento delle scorte. Il ricavato di questa iniziativa sarà devoluto a favore di una raccolta di fondi straordinaria per i bambini di Haiti. Andrà a finanziare attività volte a favorire il ritorno alla normalità per i bambini vittime del terremoto, attraverso interventi mirati, tra laltro, a creare spazi protetti e a organizzare scuole demergenza nel paese centroamericano. CENTRO Pag. 12

16 Gazzetta di Reggio Terremoto del 2008, soldi negati PARLAMENTARI PD «Il Governo non ha mantenuto gli impegni presi e non arriveranno i 15 milioni stanziati per far fronte ai gravi danni provocati nelle province di Reggio, Parma e Modena dal sisma del 23 dicembre Una decisione inaccettabile». Questo il commento dei quattro parlamentari reggiani del Pd (Maino Marchi, Leana Pignedoli, Albertina Soliani e Pierluigi Castagnetti) a seguito della risposta ricevuta in commissione Ambiente sulla questione. «E' necessario che si proceda celermente a dare seguito agli annunci fatti in pompa magna a suo tempo - proseguono -. Ciò che è arrivato fino ad ora non è stato sufficiente per attuare tutti gli interventi necessari e i 15 milioni sono assolutamente indispensabili, tenuto conto che la stima dei danni ha superato i 50 milioni solo per la provincia di Reggio». CENTRO Pag. 13

17 Il Messaggero (Abruzzo) Per la terza volta in poco tempo gli aquilani sono stati svegliati da una scossa di terremoto. &# Mercoledì 17 Marzo 2010 Chiudi Per la terza volta in poco tempo gli aquilani sono stati svegliati da una scossa di terremoto. È accaduto ieri, alle 6.51 del mattino, quando la terra ha tremato tra Roio, Lucoli e Bagno. Magnitudo 2.7: quanto basta per rovinare gli ultimi minuti del sonno e l'avvio della nuova giornata. La scossa, ovviamente, ha avuto una discreta risonanza nelle aree vicine: Lucoli, Sassa, Roio, ma anche a Gignano e Civita di Bagno. Anche in città è stata avvertita distintamente, compresi alcuni quartieri del progetto Case. Tanto spavento, preoccupazione ormai arci conosciuta, solito sconforto nel rendersi conto che lo sciame tarda a voler terminare. Secondo gli esperti, comunque, si tratta di una normale attività di assestamento connessa all'evento del 6 aprile. Lo ha confermato il geologo Antonio Moretti ad Abruzzo24ore: «Niente di diverso da quella che è la normale evoluzione di un grosso terremoto: una serie di scosse che vanno via via a scemare come energia e come distanza le une dalle altre». Intanto, dopo lo studio dell'ingv che ha individuato correlazioni tra radon e terremoti, impazza in città il dibattito sulla possibilità di prevedere i terremoti. Secondo Moretti «l'aumento del radon non significa automaticamente un terremoto». S.Das. RIPRODUZIONE RISERVATA CENTRO Pag. 14

18 Il Messaggero (Abruzzo) Ricostruire i centri storici terremotati. "Italia Nostra" ne ha fatto il tema di u... Mercoledì 17 Marzo 2010 Chiudi di GIANCARLO DE RISIO Ricostruire i centri storici terremotati. Italia Nostra ne ha fatto il tema di un convegno che occuperà tutta la giornata di domani nel salone delle riunioni dell'archivio di Stato a Bazzano. Un'iniziativa che pone sul tappeto uno dei problemi più dibattuti e controversi del dopo terremoto e, guarda caso, al centro di polemiche vecchie e nuove. Il convegno non manca di argomenti. Alessandra Mottola Molfino, presidente nazionale di Italia Nostra, non ha mancato di rilevare che l'argomento sarà analizzato a tutto campo: dal ruolo delle istituzioni, alla dimensione territoriale della ricostruzione, ai problemi legati al restauro, al consolidamento, alla prevenzione. Ci saranno tra gli altri Gaetano Fontana, coordinatore della Struttura tecnica di missione, Anna Reggiani, direttore dei Beni Culturali dell'abruzzo insieme al soprintendente Luca Maggi. Si parlerà di ciò che è accaduto in Umbria, della ricostruzione nelle Marche, delle esperienze di docenti e tecnici provenienti da numerose università italiane ed europee. Non mancherà al dibattito la discussione e l'analisi sul ruolo che nella ricostruzione avranno i cittadini aquilani. Ma, come si diceva, non mancano le polemiche. «Questo convegno- ha detto Mario Centofanti, presidente del Corso di laurea in Ingegneria e Architettura all'università dell'aquila- affronta una tematica emergente per quanto riguarda la ricostruzione dei centri storici, ma rischia di diventare un'operazione di colonialismo culturale. Si avvale certo della collaborazione di personalità di prestigio, c'è il coordinatore della Struttura tecnica di Missione e l'intero staff dirigenziale del ministero del Beni Culturali». Tutto bene, dunque, o quasi. Perché Centofanti definisce «certamente positiva» la presenza di Italia Nostra, senza dubbio in grado di animare sia il dibattito, sia i temi al centro della manifestazione, ma al confronto sui problemi, oggi, del territorio colpito dal sisma «mancheranno- afferma- gli esponenti della cultura accademica, professionale, imprenditoriale e istituzionale della città, dei comuni e della provincia dell'aquila. Ecco perché sostengo che l'iniziativa rischia di apparire come un'operazione di colonialismo culturale, tesa ad espropriare totalmente le risorse della cultura della città e della provincia dal restauro dei centri storici colpiti dal terremoto». Insomma, dove sono gli aquilani che, secondo Centofanti, sono o almeno dovrebbero essere, i più accreditati a parlare di terremoto e di ricostruzione? «Va detto e riaffermato con forza- aggiunge- che la cultura dell'aquila e della sua provincia e, in particolare, la sua Università hanno fornito negli ultimi trent'anni un fondamentale contributo di studio e di conoscenza di questa città e di questo territorio». Insomma, le forze intellettuali, professionali, istituzionali di questa città, sostiene Centofanti, sono perfettamente in grado «di restaurare nei significanti di pietra la identità storica, architettonica e culturale di cui unica depositaria è la comunità aquilana insieme agli altri centri del territorio colpito dal sisma». Centofanti propone la costituzione di un forum aperto a cui partecipino l'università dell'aquila, le istituzioni rappresentative dei comuni e della provincia, le organizzazioni professionali, la comunità tutta per discutere sulle tematiche riguardanti i processi, i metodi e contenuti della ricostruzione. RIPRODUZIONE RISERVATA CENTRO Pag. 15

19 Il Messaggero (Civitavecchia) Per San Giuseppe, patrono di Fonte Nuova, il Comune ha organizzato un week-end di feste. Si partir&#... Mercoledì 17 Marzo 2010 Chiudi Per San Giuseppe, patrono di Fonte Nuova, il Comune ha organizzato un week-end di feste. Si partirà sabato a Tor Lupara, dove dalle 9.30 alle 13 in piazza Padre Pio la Protezione civile terrà una dimostrazione, che sarà ripetuta in piazza delle Rose, a S.Lucia, alle 15. Sempre a S. Lucia sia sabato che domenica l'associazione C'era una volta allestirà un mercatino dell'antiquariato. CENTRO Pag. 16

20 Il Messaggero (Latina) Terremoto in giunta a Itri. Il sindaco Giovanni Agresti ha ritirato nel tardo pomeriggio di ieri le... Mercoledì 17 Marzo 2010 Chiudi Terremoto in giunta a Itri. Il sindaco Giovanni Agresti ha ritirato nel tardo pomeriggio di ieri le deleghe agli assessori. Ed ha sospeso e rinviato una importante riunione di maggioranza con il professor Luigi Piemontesi, l'urbanista incaricato di redigere il nuovo piano regolatore generale. Le deleghe sono state tolte a Giuseppe De Santis ( vicesindaco e assessore al Bilancio), Franco Cannella (Agricoltura), Anna Maria Ialongo (Ambiente), Raffaele Mancini (Cultura), Mario Petrillo (Lavori Pubblici e Commercio) e Pietro Di Mascolo (Politiche sociali). La clamorosa decisione del sindaco Agresti sarebbe da collegare alla difficile situazione che si sta creando intorno alla redazione del Prg e prende spunto, inoltre, dalla richiesta, giudicata «immotivata», di una delega all'urbanistica, formulata recentemente in una lettera da quattro consiglieri dell'udc e preannunciata anche nell'ultimo Consiglio comunale. Il sindaco ha convocato per domani sera una riunione con i segretari dei partiti della coalizione di centrodestra per l'esame della situazione e per verificare se c'è o meno la possibilità e la volontà di continuare a governare la città con l'attuale maggioranza. Duro quanto laconico il commento del sindaco: «Da tempo, di fronte al mio proposito di far redigere un Prg di servizi, mi veniva chiesto di partorire un Prg di volumi». O si rimettono i cocci a posto e si pensa veramente allo sviluppo di Itri o si va tutti a casa. S.Gio. RIPRODUZIONE RISERVATA CENTRO Pag. 17

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Andare a scuola da soli

Andare a scuola da soli Bollettino a cura del Progetto di Ricerca "La città dei bambini", Reparto di Psicopedagogia, Istituto Psicologia del CNR di Roma via U. Aldrovandi, 18-00197 Roma, Tel. 06 3221198, Fax 06 3217090, cittbamb@kant.irmkant.rm.cnr.it

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI Comune di San Demetrio Ne Vestini Provincia dell Aquila RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI 1. INTRODUZIONE La sottoscritta arch. Tiziana Del Roio, iscritta all Ordine degli

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE ORDINE REGIONALE DEI GEOLOGI PUGLIA SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE Antonio Buonavoglia & Vincenzo Barbieri Planetek Italia s.r.l. n 2/2004 pagg. 32-36 PREMESSA Il progetto

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Ogni volta che un evento naturale come un terremoto, un eruzione

Ogni volta che un evento naturale come un terremoto, un eruzione Ci si può difendere dai terremoti? Sebbene si sappia da molto tempo che l Italia è un paese sismico la storia della classificazione sismica e quindi anche della normativa che avrebbe potuto ridurre i danni

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 74 del 30.11.2009 ESECUTIVO DAL 28.12.2009

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO ESTRATTO COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI COMUNICAZIONI INTERROGAZIONI INTERPELLANZE. L anno duemilaquattordici addì trenta del mese di settembre alle ore 21:00 nella Sala delle adunanze

Dettagli

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Progr.Num. 1388/2013 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno lunedì 30 del mese di settembre dell' anno 2013 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori:

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli