La seconda possibilità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La seconda possibilità"

Transcript

1 GAETANO PIRULLI La seconda possibilità STORIE DI ABBANDONI E ADOZIONI

2 Grandezza e progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali. (Gandhi)

3 S EZIONE 1 Com è successo per giorno sta diventando un luogo di ritrovo per persone che amano gli animali e che hanno voglia di darsi da fare per salvare le loro vite. Solo nell anno 2011 abbiamo affidato 55 cuccioli di cane, 2 gatti, 2 papere e un porcellino d India. Ogni adozione è sempre certificata da un controllo pre e post adozione, con il quale ci assicuriamo che l animale affidato finisca in buone mani. Inoltre abbiamo sostenuto diverse iniziative con lo scopo di sensibilizzare la gente riguardo il maltrattamento degli animali nei circhi, l uccisione degli agnelli per il pranzo di pasqua e per invitare la gente a non indossare le pellicce. Un impegno che richiede tanta forza di volontà ma che, se fatto con il cuore, ti ripaga di ogni goccia di sudore di lacrime. Questo libro va a tutti i volontari e alle volontarie che mi hanno aiutato e che mi hanno sopportato. Senza di loro oggi farei tutt altro. Tutto è successo per caso. In pochi anni la mia vita è stata sconvolta da una serie di situazioni che hanno toccato ogni corda del mio animo. Gioia, sofferenza, tristezza, euforia, desolazione. A volte questi sentimenti si sono mescolati tra loro, creandone di nuovi. Ho cominciato a fare volontariato per accumulare i crediti formativi per l università, poi il destino ci ha messo le zampine (è il caso di dirlo) e da volontario sono finito per diventare responsabile di un canile sanitario municipale, il canile sanitario di Turi, in provincia di Bari. Il canile oggi si chiama La seconda possibilità e giorno E un ringraziamento speciale va agli adottanti che da ogni parte della nazione hanno scelto di salvare una creatura nata sfortunata e di salvarne la vita. Siete persone speciali, siatene orgogliosi. Gaetano Pirulli. 2

4 CAPITOLO 1 Il mio cucciolo: Macchia Il primo giorno che entrò dalla porta della sua nuova casa, Macchia, era molto spaventato. Questo perché quel giorno di fine dicembre eravamo in sei ad accoglierlo e lui non conosceva nessuno; per farci dare più fiducia la prima cosa che abbiamo fatto fu dargli da mangiare e ci siamo subito accorti di quanto fosse goloso! Dopo di che incominciò ad annusare dappertutto, senza fermarsi un secondo e correva per tutta casa.

5 Gli avevamo anche preparato una bella cuccia, ma la notte invece di stare al suo posto prese l'abitudine di dormire sul divano. Inizialmente faceva i suoi bisognini dappertutto: sul divano, sul mio letto, in balcone, in corridoio e una volta perfino in testa a mio fratello! Io, la mezzana, lo difendevo sempre perché era ancora piccolo e mi dispiaceva sgridarlo. Un giorno, quando aveva circa tre mesi abbiamo incontrato una cagnolina sotto casa nostra e si sono messi a giocare insieme; a un certo punto la cagnolina si è messa a correre in mezzo alla strada e Macchia l'ha seguita. La cagnolina non si fece niente ma Macchia fu investito: la macchina frenò di colpo e lui fece un volo che lo scaraventò sotto una macchina parcheggiata nelle vicinanze. Io e mia sorella ci siamo precipitate in mezzo alla strada per prenderlo ma sentivo il suo piantò così forte che anche io non sono riuscita a trattenermi. Ho chiamato mio padre disperata e lo abbiamo portato immediatamente dalla veterinaria. Macchia zoppicava, infatti teneva alzata la zampa anteriore destra e aveva del sangue sul musino. La prima cosa che fece la veterinaria furono una serie di lastre: grazie al cielo non aveva niente di rotto, però aveva i muscoli della zampina infiammati; inoltre la veterinaria ci consigliò di fargli una flebo. Così io e Ronny, il mio ragazzo, siamo rimasti seduti su una sedia dandoci ogni tanto il cambio per ben cinque ore. La veterinaria ci disse di non preoccuparci se in quello stesso giorno il cucciolo non avrebbe mangiato perché sarebbe stato normale dopo l'esperienza che aveva vissuto poco prima; invece macchia la prima cosa che fece tornando a casa fu appunto cercare del cibo e mangiò tantissimo! Infine riprese a camminare normalmente dopo due o tre settimane. Ora sono diventata molto protettiva nei suoi confronti e ho paura anche solo ad attraversare la strada insieme; però, ora non si allontana più, e quando sono a casa mi segue ovunque a meno che non ci sia del cibo all'orizzonte. Inoltre tutte le sere si mette nel mio letto, gli faccio un po di coccole, aspetta che mi addormento e quando è l'ora di 4

6 dormire anche per lui, va al suo posto,...il divano. Adesso sono passati cinque mesi e in così poco tempo mi ha fatto vivere un sacco di emozioni e non solo negative ma anche irrimediabilmente felici. Nessuno mai dirà che occuparsi di un animale è semplice e non è per niente faticoso però, magari, da una parte non riescono a capire la nostra stessa lingua ma dall'atra riescono a leggere ciò che si nasconde nel nostro animo, nel nostro cuore. Martina Ricco 5

7 CAPITOLO 2 La storia della mia principessa Dea Eccomi qua a raccontare la storia della mia piccola Dea. Dea l'ho conosciuta tramite Gaetano Pirulli e Vittoria Procopio che avevano messo su facebook la sua storia e quella della sua sorellina Speranza.

8 Avendo visto il video che aveva messo Gaetano, mi ero subito innamorata di quel musettino tenero di lei, che è di color beige, quegli occhietti mi avevano colpita subito, leggendo poi quello che le era successo avevo pensato: MA COME SI FA AD ESSERE COSI CATTIVI NEL GETTARE 5 ESSERI INDIFESI NELLA SPAZZATURA? Avevo pianto e avevo iniziato a pensare a lei... Intanto il tempo passava, i ragazzi mettevano sempre aggiornamenti su loro due, foto nuove, video nuovi... la piccola cresceva e io nel guardarla iniziavo a pensare che l'avrei salvata, sarei riuscita a convincere mio marito a fare il gesto più importante che potevamo fare, quello di portarla a casa nostra e di amarla e proteggerla perché era quello che si meritava. Un giorno poi parlando con mio marito gli avevo detto riguardando di nuovo il video e le foto: AMORE MIO GUARDA QUANTO è CARINA DEA... PERCHE' NON PROVIAMO AD ADOTTARLA? NON SARA' FACILE, MA AVRA' ANCHE LARSEN (il nostro gattone che adesso è volato sul ponte dell'arcobaleno il 18 gennaio 2012) E GIOCHERANNO INSIEME... Certo ovviamente avevamo un po' di timore perché Larsen era il preferito della casa, era cresciuto da solo e non potevamo sapere come avrebbe reagito con l'arrivo di un cucciolo di cane, ma a furia di insistere avevamo contattato Vittoria e Gaetano chiedendo informazioni sulla piccola. Parlando di Dea, Vittoria mi aveva detto che forse poteva avere dei problemi neurologici, perché avevano notato in lei che ogni tanto inclinava la testolina verso sinistra e che comunque non sarebbe stato facile se avesse avuto quel tipo di problema e parlando con mio marito di questa cosa avevamo deciso che sarebbe stato lo stesso, nel senso, che non sarebbe stato facile crescerla, ma pur di evitare di farle fare la fine di un canile, l'avremmo portata a casa. E così fu... l'8 novembre 2011, Gaetano da Turi è venuto fino a Melegnano (Mi) per poterci dare la piccola... L'emozione è stata grandissima, innanzitutto l'onore per noi di aver conosciuto Gaetano di persona anche se è stato davvero per poco, perché se non fosse per lui, per Vittoria e per tutti i volontari che ci sono giù a Turi, molti cani non verrebbero neanche adottati e noi DEA non l'avremmo mai conosciuta, ma poi quando mi ha dato la piccola... sono scoppiata a piangere dalla gioia di averla in braccio, di averle salvato la vita. Una volta portata a casa, la piccola si è ambientata subito in casa e con Larsen passava dei momenti a giocare, lei seguiva lui e lui (una volta conosciuta meglio anche perché aveva capito che era una cucciola) seguiva lei... ogni tanto si tiravano le zampate in faccia, perché lei lo tormentava sempre, ma erano riusciti a diventare davvero amici... e io molte volte scoppiavo a piangere nel vedere quanto amore può nascere tra cane e gatto. 7

9 Ad oggi la nostra piccola Dea deve compiere 8 mesi, sta crescendo è arrivata a pesare 12 kg, è scatenata, è piena di vita, di voglia di giocare ed è piena di tanto amore sopratutto con me... nel senso che con me sta sempre attaccata, non posso fare niente che lei viene lì, butta il suo musetto sulle braccia perché vuole giocare. Dea è la nostra cucciola, anche il fatto di aver perso Larsen, meno male che almeno abbiamo lei, perché io sto ancora molto male per il mio gatto, lei riempie il suo vuoto... Poi però il destino ha voluto portarmi via Larsen troppo presto (aveva solo 7 anni) e la piccola ne ha sofferto perché sopratutto i primi giorni, lo andava a cercare. Nel frattempo noi le abbiamo fatto fare una visita dalla neurologa e degli esami del sangue dove hanno confermato il suo problema neurologico dovuto ad una cosa ereditaria o dal fatto che quando è stata buttata nella spazzatura lei era quella sotto e può anche darsi che non abbia ricevuto abbastanza ossigeno al cervello e quindi non le si è sviluppato bene il cervelletto. Cure non ce ne sono, come ci ha detto la neurologa, l'unica cura può essere l'amore e farle fare una vita serena e tranquilla ed è quello che vogliamo farle fare. Non è facile perché alcune volte fa perdere la pazienza e alcune cose non le capisce subito, perché ci vuole molto più tempo, ma non ci importa, noi l'amiamo per quella che è, la nostra disperata, la tenerezza che dà, le feste che ci fa ogni volta che torniamo a casa dal lavoro non ha prezzo e molte volte mi ritrovo a commuovermi per la felicità che ci sta dando. Questa in modo riassuntivo è la storia di Dea e la nostra storia. Un ringraziamento fatto con il cuore a Vittoria Procopio e Gaetano Pirulli. Se non fosse stato per voi, Dea non sarebbe con noi. Raffaella Guiotto 8

10 CAPITOLO 3 La rinascita di Yuma Era la metà di Ottobre del 2011 e, come tutte le sere, girovagavo su internet cercando foto di cagnolini nella speranza di intenerire mio marito e di convincerlo a lasciarmi prendere un secondo pelosetto. Tra un batuffolo di pelo e l' altro mi colpisce subito la foto di uno scheletrino bianco, tutto infangato, disteso

11 immobile... Mi si blocca il respiro e cerco il coraggio di cliccare su quella maledetta foto per leggere cosa fosse accaduto a quella piccolina. Questo è quello che c'era scritto: "Avevi ancora la forza di piangere, piccola stella, buttata lì, in mezzo a quel campo. Ma cosa ti hanno fatto,e perché ti hanno spezzato le zampe? Cosa potevi fare di male tu che hai poco più di qualche mese di vita? Sotto la pioggia e senza pietà, così ti hanno trovata, che urlavi di dolore..." Yuma era magrissima, denutrita, aveva fratture scomposte alle zampe anteriori ed era terrorizzata. I veterinari dell'asl dopo averla visitata non le hanno dato speranza. Per lei non c'era altra soluzione che la soppressione. Ma nella sfortunata storia della sua piccola vita erano comparsi 3 angeli, angeli che non ci stavano ad arrendersi. E così hanno deciso di lottare con lei, per lei. Erano entrati in scena Gaetano, Vittoria e Flavia. Loro l'hanno salvata. Torniamo a noi, dopo un'ora ininterrotta di pianti ho deciso che la volevo prendere con me, e mi sono messa subito all'opera per convincere mio marito. Sapete quelle cose da donna, no?! Occhi dolci da gattino abbandonato seguiti da tantissimi "dai, dai, ti prego..." "se me la prendi rinuncio al regalo di Natale, dai, ti prego!" E ovviamente lui ha ceduto, anche perché non avrei smesso di torturarlo altrimenti ;) L'attesa però è stata lunga perché il mio piccolo angelo ha dovuto subire degli interventi chirurgici per rimettere a posto le bruttissime fratture alle zampine. La degenza è durata più di 2 mesi ma lei era forte, reagiva bene alle cure e si godeva le coccole dei suoi angeli e di chiunque entrasse in clinica per un qualunque motivo: i suoi occhi rapiscono il cuore. Le sue cure sono state molto dispendiose, è stata aperta per lei una raccolta fondi. In tanti hanno donato, e io li ringrazio tutti uno per uno! Poi finalmente, dopo controlli pre affido, documenti da compilare e tanta tanta voglia di abbracciarla il 10 dicembre abbiamo visto la nostra Yumina per la prima volta. Un'emozione che non possiamo descrivere! E' l'amore della nostra vita! L'inizio non è stato facile. Per giorni se n'è stata nascosta in un angolino, sotto l'albero di Natale. Non voleva mangiare, tremava se solo qualcuno la guardava, si faceva cacca e pipì addosso perché non voleva spostarsi dal suo angolino. E' stato straziante. Ci rendevamo conto di non poterla aiutare nell'immediato e soffrivamo per lei. Solo di notte, quando ci credeva addormentati, si alzava e girava per la casa attenta a non farsi sentire, con chissà quale paura nel cuore. Uscire in giardino poi la terrorizzava a morte. 10

12 La sera, quando fa buio inizia a mettere il nasino fuori e a farsi qualche corsetta nascosta dalla notte. Adora uscire in passeggiata anche se si nasconde ovunque può se passano persone o veicoli, ma sta migliorando piano piano! Con la sua sorellina è stato amore a prima vista! Giocano, fanno la lotta e si vogliono un bene sconfinato! Pensate che se per caso diamo il biscotto solo ad una delle due questa ne mangia solo metà e l'altro pezzo lo porta alla sorella! Nei tre mesi successivi qualcosa è cambiato anche se il suo cuore non è guarito. Ora Yumina è affezionatissima a noi, è una gran coccolona, starebbe tutto il giorno a farsi grattare il pancino! Ha bisogno di averci sempre vicini e se non ci vede per più di 5 minuti al ritorno ci fa delle gran feste, salta, corre e poi si siede e con la zampina chiede coccole! E' innamorata del suo papà e aspetta tutto il giorno che torni dal lavoro. Quando lo vede dalla finestra fa andare la coda così forte che a volte temo prenda il volo! Da un paio di settimane ha smesso di fare i bisognini in casa, anche se ogni 3 ore dobbiamo prenderla in braccio e portarla fuori in giardino, perché di giorno macchine e voci la terrorizzano e da sola non esce. Arwen poi (la mia pastorina) ha capito subito che doveva proteggerla e, nonostante sia solo di 2 mesi più grande, le fa da mamma: se capisce che un altro cane la sta infastidendo si mette in mezzo e mostra i denti facendolo allontanare; se durante le passeggiate al parco Yuma si allontana troppo la va a prendere, le gira intorno e la riporta da noi. Insomma la piccola Yumina è diventata la principessa di casa nonché la regina del divano ;) La amiamo alla follia e, nonostante ci faccia ancora male vederla così spaventata dal genere umano, speriamo che un giorno il suo piccolo cuoricino possa guarire e lei possa tornare a correre spensierata senza quella paura che la accompagna sempre. Gli altri cuccioli giocano, corrono, fanno disastri e non stanno fermi un attimo... lei tutto questo non l'ha avuto ma noi l'ameremo in eterno! Finché saremo con lei nessuno le farà più del male e questo sembra averlo capito! Yumina non da 11

13 mai bacini ma quei suoi occhietti dimostrano tutto l'amore del mondo e a volte, la mattina, quando salta sul letto e ci crede addormentati, ci da una leccatina sul viso e poi si nasconde. Lei è il senso della vita! Grazie ancora a tutti i suoi angeli per averci permesso di amarla! Elisa Scarani 12

14 CAPITOLO 4 My Baby dog Ciao a tutti io sono Baby! Mi sembra così lontano quel giorno di luglio quando dei volontari della Lega Nazionale per la difesa del cane han trovato me e la mia sorellina legate ad un distributore di benzina.

15 Gaetano Pirulli uno dei volontari ci ha chiamate Thelma e Luise, perchè la mia sorellina era una discola, scappava sempre ed io non da meno, la seguivo a ruota, voi dovete sapere che amo la libertà. Un giorno Luise ha fatto un buco e siamo scappate dal canile verso la libertà, è stato bello all'inizio,ma poi mi sono persa, avevo fame e non trovavo nulla e ho perso la mia sorellina, non l'ho più ritrovata, ero triste, piangevo, ero preoccupata per lei. Per fortuna i volontari mi hanno ritrovato, e mi hanno riportato in canile, Gaetano aveva già una richiesta di adozione per me, sarei partita per il nord,presso una famiglia che abitava a Gravellona, ma chissà dove sarà questo posto, mi chiedevo. Mi stavo adattando in canile ero in mezzo ai cuccioli come me, giocavo tutto il giorno era bellissimo, mi piaceva anche dominare tutti i cuccioli più piccoli di me, mi sentivo forte, rubavo a loro il cibo e non li facevo mangiare, però venivo rimproverata, ma non capivo perché, un bel giorno arriva un cane più grande di me e caspita ho capito perché mi sgridavano,questo cane faceva con me la stessa cosa che io facevo con i cuccioli e li ho capito che era sbagliato. Arrivava sera e tutti a nanna,osservavo gli altri cuccioli e mi chiedevo se anche a loro mancava la loro mamma, a me mancava la mia mamma e la mia sorellina, così mi accoccolavo vicino ad altri cuccioli e mi addormentavo. Arrivò il giorno della partenza ed ero un po' agitata, preoccupata, gli amici più esperti dicevano che sarebbe stato un viaggio molto lungo, ma non non avrei dovuto preoccuparmi, salutai tutti, i miei amici piansero ed anch'io ero triste, mi dispiaceva un po' lasciarli, avrei voluto portarli tutti con me nella mia nuova famiglia, anche i volontari si commossero alla mia partenza e di altri cuccioli, insomma gli addii sono sempre tristi. 1, 2, 3, si parte! Passano tante ore, fummo sistemati tutti nelle gabbiette, nel baule di un'auto, facemmo prima una sosta a Bologna e poi si ripartimmo per Milano. Tra me e me pensavo: "Non ce la faccio più, quest'auto mi ha messo la nausea, mi sa che il prossimo viaggio in auto cercherò di evitarlo." Era domenica pomeriggio e arrivammo all'aeroporto di Milano: "Caspiterina quanti aerei che volano in cielo". Qualcuno aprirono il bagagliaio dell'auto, finalmente un po' d'aria, gli altri cani abbaiarono, io ebbi una paura folle, d'un tratto di avvicinò una ragazza, non una delle solite volontarie, non la conoscevo proprio, però aveva la faccia simpatica, dietro di lei un bambino: " Siiiiiii un bambimo evviva a me piacciono un sacco i bambini, sono fantastici rompiscatole da mordicchiare". 14

16 Finalmente aprirono il trasportino e fui libera: "Sono libera, uhaooo in braccio, mi stanno prendendo in braccio, fantastico!!!" "Che buon odore questi umani, e mi stanno già simpatici". Tra loro parlavano, ma non capivo casa dicevano. "Ohhhhhhhhh noooooooo si riparte su un'altra auto, non ce la faccio più!". Però il mio nuovo amico umano mi tenne accanto a lui, per tutto il viaggio e non mi misero più nel trasportino. Analizzai la situazione: "Allora ci sono tre persone un bambino, una ragazza un uomo: questa dev'essere la mia nuova famiglia, finalmente ho anch'io una famiglia!". Arrivammo nella mia nuova casa dove trovai subito due nuovi cani, uno bianco e nero e l'altro tutto bianco, mi avvicinai per capire subito come fosse messa la gerarchia, ma come quei due stavano proprio sulla loro erano proprio aristocratici quei due, allora spiegai loro 2 cosette, raccontai loro la mia storia e così fui accettata nel branco. Ebbi subito il piacere di fare un incontro con la gatta di casa che mi ha diede subito il benvenuto graffiandomi il naso, e Alex, il volpino bianco, mi spiegò che non mi devo fidare dei gatti e che dovevo girarle alla larga. Ragazzi, fu una giornata molto piena, nello stesso giorno ho conosciuto altri 5 umani e tutti che mi pastrugnarono, abbiamo fatto un giro nelle campagne del mio paese e mi sono divertita un sacco con la mia nuova famiglia ed i pelosini, mi è toccato anche fare un bagno, perché la mia mamma diceva che puzzavo, arrivò l'ora della pappa e poi tutti a nanna, ero stanca e felice, ripensavo ad i miei amici che ho lasciato prima di partire ed alla mia sorellina, ogni tanto penso e spero che abbia trovato anche lei una famiglia bella come la mia. Adesso sono passati 8 mesi da quando sono arrivata nella mia nuova famiglia e da qualche settimana è arrivato un nuovo amico a 4 zampe si chiama Numa ed è sordo ma sordo sordo, non sente proprio niente neanche se ringhio, lui è ancora un cucciolo, finalmente qualcuno con il quale giocare e sottomettere, anche se è dura perché la mia mamma è subito pronta a sgridarmi, però gli voglio un sacco di bene, mi sembra di ritornare indietro nel tempo a quando giocavo con la mia sorellina. Sto facendo un po' di capricci, ogni tanto non mangio perché voglio che la mamma guardi solo me, allora faccio lo sciopero della fame, quando mi ricordo però, perché sono troppo felice della mia nuova famiglia, è una famiglia speciale ed un po' pazza, ogni tanto dormo dalla nonna ed ogni tanto dalla zia, ma la cosa che preferisco è dormire con la mia mamma Lisa, perché faccio arrabbiare mio fratello Alex. Ora è molto tardi e sono stanchissima, osservo la mia famiglia prima di addormentarmi: Alex e Numa dormono vicino ai piedi dalla mamma mentre scrive al pc, papà sta fumando, Bubu dorme tranquillo in corridoi lontano da noi piccoli che siamo delle pesti, il mio fratellino umano sta leggendo,a letto, 15

17 la gatta è nella sua camera personale. Ed io? Bhè io sono sul materassino ed aspetto la mia mamma che tra poco mi farà un sacco di coccole. Elisabetta Bevilacqua 16

18 CAPITOLO 5 Bello come... Elvis! Aprile 2011, h. 7 squilla il telefono, in un attimo mi si ferma il cuore, le lacrime cominciano a scendere ininterrottamente, la mia piccola meticcia Trudy non ha superato la notte. 14 anni di vita mi passano davanti in un istante, colei che ho amato e mi ha amato incondizionatamente è morta.

19 Un simile dolore ti spezza il cuore e ti fa pensare che nulla te lo farà guarire. Passa più di un anno e la casa senza lei non è più la stessa. Guardando su internet trovo annunci di piccoli cuccioli bisognosi di casa ma soprattutto d affetto. Mi innamoro subito di un piccolino tutto bianco, convinco così mia mamma ad adottarlo nonostante anche lei sia ancora scossa per la perdita di Trudy. Contatto direttamente il ragazzo che poteva farmi il pre-affido, lui e la sua ragazza si mostrano gentilissimi e di gran cuore e finalmente il 31/12/11 squilla il telefono, una notizia stupenda, il cucciolo sarebbe arrivato nei primi giorni di gennaio; e così dal canile di Turi, località situata in Puglia, il piccolino è arrivato fino a Milano. Elvis (nome suggerito da mia sorella visto la sua passione per la musica '50) è uno scricciolo tutto bianco con due grossi occhioni verdi. Finalmente tornata a casa da lavoro posso vederlo e lo trovo addormentato nella sua nuova cuccia. Questo è il regalo più bello che potessi ricevere. Ormai sono passati 3 mesi, Elvis è un terremoto, morde e mangia tutto quello che trova, dallo spazzolone alle tende e tappeti, dalle scarpe alle gambe di tavoli e sedie... e pensare che di mangiare gliene diamo e parecchio, corre come un forsennato e colleziona buche per non dire fosse (vista la dimensione) in giardino, quando non vuole rientrare in casa, basta fargli sentire il rumore dei suoi biscottini preferiti e come un razzo arriva. Beh che dire, in qualsiasi modo sia andata la giornata, quando entro in casa, lui è in grado di farmi tornare il sorriso. Sinceramente non sono sicura della sua razza, ma si pensa sia un incrocio tra un lupacchiotto ed un maremmano, quindi resta l'incognita su quanto crescerà, per adesso ha raggiunto i 17 kg. Potrei aggiungere aneddoti divertenti sul mio cagnolino e chissà quanti ancora ma posso dire che da quando c'è lui ho ritrovato il sorriso!!! Elena 18

20 C APITOLO 6 Nero nero, chiamatemi pure Carbone! Ciao a tutti i miei fans, sono carbone un cagnolino dal grande nome! Sono qui per narrarvi la mia storia fantastica...

21 Sono piovuto dal cielo dentro una scatola, a cavallo della befana, con altri amichetti di viaggio, e pensate voi, chi ci ha ritrovati, si chiama Ramona come la mia Mamma nuova. Siamo stati portati nella bellissima Villa Puppy... della Lega nazionale per la difesa del cane di Turi (Bari) direi grande bazza!!! dove udite udite, Gaetano, Vittoria e lo staff, ci hanno accolti. Preparate i fazzoletti ora! Dovevo andare in veneto, in adozione, così tutto gasato sono partito con Marco, per il lungo viaggio, da Turi, alla volta di Bologna, prima tappa, in stallo, da Ramona, che emozione, essere accolto tra animaletti simili a me ma con baffi e strani versi (dicono fusa, mah mi parevano procioni arrabbiati), però ho dormito in uno strano coso enorme pieno di gente e gatti! ma tanto comodo... bauuuuu che bellezza! Ma che bel cane che vedo, è grande, è uguale a me però in scala gigante, Oscar si chiama, la mia mamma fa anche la dog sitter! Ma che bocca grande, ma che amicone che sei diventato poi! Tanti amici, un cucciolo di uomo (un po peste ma va bene) Andrea, poi tanti ma tanti. Peccato poi lasciarli... Arriva il giorno della partenza per la mia nuova casetta! yuppyyyyyyy, sigh, peccato, qui mi sono divertito... Si parte Allora??? Muovitiiiiii, andiamoooooooo... Ehm no non si parte più, adozione saltata, mi toccherà una gabbia brutta brutta, le sbarre, brrrrr noooooo, aiuto! La Ramona telefona telefona, ma alle fine... MI ADOTTAAAAA, SONO STATO ADOTTATTOOOO, ma le pesti gattifere? Beh le terrò a bada io quelle befane.. Si parte per la mia nuova vita, allegriaaaa, qui sono tutti un po matti ma grandiosi. Ho tanti amici come me, Greta, Platone, OScar, Gigia, Martino, Schizzo, Toby, Tobia, Nerina, Pallina, Molly e Meggie, poi Lillo, Tell, Mathilda. Dimenticavo le tre mie gatte Ramy, Ariel e Buddhina e Polda la mia nuova nonnina adottata da noi, poi giochi palline, pappa! Beh dai, un abbraccio anche al mio Veterinario Gianni, 20

22 Dall'8 gennaio sono cresciuto, ho cambiato i dentini, abbaio come un matto, e sto imparando a fare i bisogni fuori, ehehehheh, sono bravissimo con gli altri cani e spero di essere di portare fortuna a tanti altri pelosi meno fortunati di me, ma se persone amorevoli e responsabili permettono di adottare pelosini meno fortunati saremo tutti più felici, il buon senso, l'amore rende migliori. W la Lega Nazionale per la Difesa del Cane! Con affetto, Carbone e Ramona Driol 21

23 CAPITOLO 7 Cau e la sua storia a lieto fine Ciao a tutti.. Siamo Valentina, Massimiliano, Holly & Max.. =) Vorremmo raccontarvi la nostra storia... e la storia di Cau... una pelosetta che prenderemo a settembre!

24 Prima vi presentiamo Holly & Max che saranno rispettivamente la sorellina e il fratellino di Cau... Holly ha 9 mesi, è una cucciola meticcia (30kg di dolcezza), incrocio maremmano/lupo cecoslovacco o pastore svizzero (non si sa... è stata abbandonata a 2 mesi in un cartone davanti ad una casa)... mentre Max (30kg anche lui), quasi 2 anni, è il suo compagno di giochi (simil maremmano anche lui)... Holly e Max sono due giocherelloni... vi farei vedere cosa fanno in giardino.. Io amo i cani, così come il mio ragazzo Massimiliano... li amo a tal punto che ne prenderei uno al giorno! Qualche tempo fa parlai con una ragazza che conobbi su facebook, Elisa (ora mia grande amica), che è in contatto con Vittoria e Gaetano, gli angeli che si stanno prendendo cura di Cau e mi fece vedere la foto di questa patatona! Io me ne innamorai al primo sguardo a tal punto che dissi: "Chiedo subito al mio ragazzo se la possiamo prendere"... glielo chiesi, ma il periodo non era dei miglior.i.. c'eravamo appena trasferiti e le spese e il caos che regnava in casa era disumano, tra il trasloco e scatoloni vari! Settembre è arrivato e noi non vediamo l'ora di avere Cau qui nella nostra casa! Cau ha un musino dolce dolce... insomma è un amore!! E' stata accalappiata e quindi ancora oggi ha il terrore del guinzaglio... ma per questo non c'è problema avendo portato Holly a far educare da un educatore eccezionale di cui mi fido ciecamente! A lui ho già parlato di Cau e ha detto che mi aiuterà a farle passare questa paura! La piccola Cau verrà a stare benissimo... la tratteremo da principessina, potrà correre nel giardino di casa e giocare insieme a Holly & Max e conoscere tanti amichetti... perché si sa, con un cane, le amicizie si ampliano... e al parco, dove portiamo Holly & Max, ormai, siamo una famiglia allargata!! CAU TI ASPETTIAMO A BRACCIA APERTE E CON TANTO AMORE DA DARTI!!! p.s. Io la amo già!!!! Un salutone a tutti e una carezza a tutti i pelosi da Vale, i due Max :-D, e Holly!!! Il mio ragazzo mi disse di lasciare un po calmare le acque e di aspettare settembre, in modo tale di stabilizzarci nella casa nuova! Io, dopo avere insistito per portare Cau a casa subito, cedetti e gli dissi che avrei aspettato settembre (credetemi, con le lacrime agli occhi, sapendo che Cau era già da un paio d'anni in canile)!! 23

25 CAPITOLO 8 Guarda che Luna Normalmente quando si decide di adottare un cane, si pensa immediatamente ad un cucciolo.

26 Si tende a credere che con un cane già adulto non si possa instaurare quel feeling, rapporto di fiducia e stima che un cane giovane invece concede quasi immediatamente. Con tutta sincerità, a quella categoria appartenevo anch'io, ma nel momento in cui decisi di adottare un cane ne avevo già uno adulto e pensai che fosse meglio per lui se il nuovo arrivato fosse circa della sua stessa età. Billo, il cane che già stava con me, era un meticciotto di mezza taglia color champagne che avevo raccolto sulla strada da cucciolo ed era con me da 12 anni. Nonostante la sua età era in forma e pieno di energia, e non andava molto d'accordo con gli altri maschietti, per cui la scelta doveva ricadere su di una femminuccia sua simile di circa 10/12 anni. Spargendo la voce sulle caratteristiche desiderate, un'amica di mia sorella mi segnalò un link su facebook in cui appariva la foto di una cagnolina spaurita di circa dieci anni di nome Luna. Dalla foto notai che era molto simile a Billo tranne che era nera e teneva le orecchiette dritte, ma sinceramente dell'aspetto non mi importava nulla. Ciò a cui tenevo era che andassero d'accordo lei e Billo. Vidi sull'annuncio che si trovava in un canile di un paese non molto distante ed andammo a conoscerla. Non fu molto facile vederla. Al canile tentarono in molte maniere a dissuadermi dall'adottarla dicendomi che aveva avuto un passato non molto bello e che era un animale problematico ma ormai eravamo lì e volevo conoscerla, così riuscii ad ottenere che fossero messi a contatto isolati in un recinto. Luna era talmente impaurita di tutto che camminava rasoterra con la codina tra le zampe e gli occhi a palla impazziti che controllavano continuamente a destra e a sinistra. Vidi che a Billo piaceva e in quel momento decisi che l'avrei adottata. Mi ci vollero tre visite al canile prima che decidessero di lasciarmela e quando finalmente lo fecero, si raccomandarono di stare molto attento perché Luna aveva l'indole di scappare. Billo ha aiutato moltissimo Luna a riacquistare fiducia e a tornare ad essere un cane normale. Luna é stata vicina a Billo nei suoi ultimi tre mesi di vita durante i quali un tumore 25

Adozione nel 25 dicembre 2010 (mia mail a tutti gli utenti) Cari Amici, questi auguri contengono una bella notizia:

Adozione nel 25 dicembre 2010 (mia mail a tutti gli utenti) Cari Amici, questi auguri contengono una bella notizia: Associazione Canili Milano Onlus www.canilimilano.it Tel 338/83.60.753 e-mail info@canilimilano.it C/C BANCARIO Canili Milano BANCA SELLA IBAN IT 39 L 03268 01604 052847586490 CODICE FISCALE 974 6561 0158

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

SOLEGGIATE ADOZIONI FORTUNATE!

SOLEGGIATE ADOZIONI FORTUNATE! Associazione Canili Milano Onlus www.canilimilano.it Tel 338/83.60.753 e-mail info@canilimilano.it C/C BANCARIO Canili Milano BANCA SELLA, Viale Monte Nero Filiale F5- Milano IBAN IT 39 L 03268 01604 052847586490

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi.

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi. http://web.tiscali.it La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. FIABE GIAPPONESI Le Creature delle fiabe giapponesi. LA PRINCIPESSA DEL BAMBÙ. C'erano una volta

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

biglietto e rimase senza parole: le era toccato l unico amico segreto che non avrebbe mai voluto: Gedeone

biglietto e rimase senza parole: le era toccato l unico amico segreto che non avrebbe mai voluto: Gedeone A Neretta piace molto andare a scuola. Anche i suoi amici della Compagnia del Cuore d Oro che frequentano la sua classe vanno volentieri. Ma le cose, all inizio di quest anno, non andavano troppo bene.

Dettagli

UN SORRISO PER GUARIRE

UN SORRISO PER GUARIRE UN SORRISO PER GUARIRE Mi chiamo Giulia, ho 24 anni e questa è la mia storia. Fino ai 14 anni la mia vita è stata serena, sono sempre stata una bambina vivace, piena di vita, tutti mi definivano un vulcano

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO La mia mamma La mia mamma con la giacca in mano, sempre pronta a portarmi ovunque sia, con gli occhioni color terra. Io la guardo e penso a tante

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015

DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015 Anno scolastico 2015/2016 anno II DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015 Siamo finalmente ritornati, non ci credevate più eh!!!, Invece ci siamo. Siamo pronti per ricominciare, per raccontarvi i primi giorni

Dettagli

e-mail : glimong2@tiscali.it

e-mail : <mailto:glimong2@tiscali.it> glimong2@tiscali.it RAY Era giugno dell'anno scorso, me l'hanno portato. Non soltanto aveva la tonsillite, un'infezione urinaria, diarrea cronica e parassiti, ma essendo stato privato sin da piccolo di ogni stimolo sensoriale

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Adottato settembre 2012

Adottato settembre 2012 Associazione Canili Milano Onlus www.canilimilano.it Tel 338/83.60.753 e-mail info@canilimilano.it C/C BANCARIO Canili Milano BANCA SELLA, Viale Monte Nero Filiale F5- Milano IBAN IT 39 L 03268 01604 052847586490

Dettagli

C eraunavoltaunpaiodicalzini

C eraunavoltaunpaiodicalzini C eraunavoltaunpaiodicalzini C era una volta un paio di calzini. Marta e Paolo erano i nomi di questi due calzini. Si erano conosciuti, innamorati e litigati per anni. Ora abitavano in via Cassetto n.

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente.

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Le piace molto stare in compagnia,le piace giocare con me con papà e con Alessandro anche

Dettagli

Adotto un animale CD1 2

Adotto un animale CD1 2 Adotto un anima CD 2 Ascolta e indica chi parla. Oggi vado al canile a lavare i miei cani.. Ma tu non hai cani. Lo so. Per questo vado a lavare quelli del canile. Perché non ne prendi uno? La mia mamma

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

LA CLASSE 2 G INCONTRA L'AUTRICE:

LA CLASSE 2 G INCONTRA L'AUTRICE: LA CLASSE 2 G INCONTRA L'AUTRICE: Cristina Carmagnini Questo incontro con la professoressa Carmagnini mi è piaciuto molto, è stato molto interessante. Io non ho ancora letto il libro, ma credo proprio

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

Racconto inviato da Monica Chiesura email di riferimento: mcshogun62@gmail.com QUANDO SI DICE IL DESTINO! La nostra storia inizia così:

Racconto inviato da Monica Chiesura email di riferimento: mcshogun62@gmail.com QUANDO SI DICE IL DESTINO! La nostra storia inizia così: Racconto inviato da Monica Chiesura email di riferimento: mcshogun62@gmail.com QUANDO SI DICE IL DESTINO! La nostra storia inizia così: in una bella giornata di ottobre, quando la mia migliore amica Sabrina

Dettagli

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE FEBBRAIO 2014 ANNO III N. 7 SCUOLA PRIMARIA STATALE DI GRANTORTO AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE Questo numero parla di un argomento un po scottante : IL BULLISMO! I PROTAGONISTI LA VITTIMA Nel mese

Dettagli

Neretta e Bertola suonarono

Neretta e Bertola suonarono Neretta e Bertola suonarono il campanello di via dei Mirtilli n 15, alle ore 17. Era il primo venerdì del mese e loro erano puntualissime, come sempre. Aprì loro una vecchina piccola, piccola che con un

Dettagli

Il Mito VIII e il Bestiario Laboratori di pomeriggio al mammut Osservazioni scientifiche attorno a tane

Il Mito VIII e il Bestiario Laboratori di pomeriggio al mammut Osservazioni scientifiche attorno a tane Il Mito VIII e il Bestiario Laboratori di pomeriggio al mammut Osservazioni scientifiche attorno a tane Laboratori attorno al mito delle dea Eoste, e le uova di lepre. Trasformazione animali festa di

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

La prossima sarà una femminuccia randagia che ha appena partorito... aspetteremo che finisca di allattare.

La prossima sarà una femminuccia randagia che ha appena partorito... aspetteremo che finisca di allattare. LILLY E' STATA STERILIZZATA GRAZIE ALLE PRIME DONAZIONI RICEVUTE!!! GRAZIE...Lilly si è rivelata una cagnolina dolcissima, molto giovane (poco più di un anno), di taglia medio piccola (sui 13 kg.) con

Dettagli

TESTI, PENSIERI, STORIE

TESTI, PENSIERI, STORIE TESTI, PENSIERI, STORIE PER FORTUNA C E LA SCUOLA Ciao, mi chiamo Alexia e vengo da Cittadella, in provincia di Padova. Sono ricoverata in ospedale dal 1 di aprile. Quando sono arrivata mi hanno dato la

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Storie di gatti Episodio 1 Sceneggiatura di Cristina Berta

Storie di gatti Episodio 1 Sceneggiatura di Cristina Berta Storie di gatti Episodio 1 Sceneggiatura di Cristina Berta Scena 1 Titolo del film. Animazione di Tino, il gatto protagonista. Scena 2 [Esterno giorno Gabbione] Primo Piano di un gatto che si riposa e

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE Ciao a tutti, io sono Andrea referente locale Ferrara-Bologna per Aismac. Sono affetto da una Siringomielia traumatica dorsale e da una amputazione

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi 6-8 anni Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi Diocesi di Ferrara-Comacchio Hanno collaborato: Debora Curulli, Manuela Pisa, Ottavia Persanti, Elena Sambo, don Enrico Garbuio Finito di stampare:

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

Ciao a tutti! Volevo come scritto sul gruppo con questo file spiegarvi cosa è successo perché se non ho scelto la cucciola senza pedigree e controlli (e come sto per spiegare non solo) è anche grazie ai

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

Narrativa Aracne 187

Narrativa Aracne 187 Narrativa Aracne 187 morte di una madre di Alessio Nunnari Copyright mmxi ArACne editrice S.r.l. www.aracne editrice.it info@aracne editrice.it via raffaele Garofalo, 133/A-B 00173 roma (06) 93781065

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

I RICORDI CHE MI PERMISERO DI FANTASTICARE

I RICORDI CHE MI PERMISERO DI FANTASTICARE 6 CAPITOLO I RICORDI CHE MI PERMISERO DI FANTASTICARE Quando sento narrare la mia infanzia mi sembra di ascoltare un racconto di fantasia con un personaggio, che poi sarei io, al centro di tante attenzioni

Dettagli

Aiutato da due suoi amici della stessa età, Junior e Christian, Benjamin si procurò degli occhiali a raggi x in grado di vedere dentro le case e

Aiutato da due suoi amici della stessa età, Junior e Christian, Benjamin si procurò degli occhiali a raggi x in grado di vedere dentro le case e Natale a Sonabilandia Era la mattina di Natale e a Sonabilandia, un paesino dove tutti sono sempre felici, non c'era buon umore e in giro non si vedeva neanche un sorriso; questo perché in tutte le case

Dettagli

Parco naturale La Mandria

Parco naturale La Mandria Parco naturale La Mandria La favola di Rosa Ciao bambini io sono Turcet, il topolino che vive qui al Castello! Quando ero piccolo mio Nonno Topone mi raccontò la storia del Re Vittorio Emanuele e della

Dettagli

Auguri mamma! Festa della mamma 2014

Auguri mamma! Festa della mamma 2014 Festa della mamma 2014 Quest anno dedichiamo alla mamma un intero libro. Si tratta de L abbraccio di David Grossman, splendido nell edizione Mondadori illustrata da Michal Rovner. Il nostro libro si presenterà

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

La commovente storia di Fabiola a C è Posta per te : rivediamola

La commovente storia di Fabiola a C è Posta per te : rivediamola La commovente storia di Fabiola a C è Posta per te : rivediamola La splendida storia d amore di Ferruccio e Fabiola, due coniugi brindisini, ha fatto commuovere tutta l Italia. Ieri sera, i due sono stati

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

UNA GRANDE EMOZIONE TANTE POESIE

UNA GRANDE EMOZIONE TANTE POESIE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A.COSTA Scuola dell infanzia G.B.Guarini Scuole primarie A.Costa G.B.Guarini A.Manzoni Scuola secondaria di 1 grado M.M.Boiardo Sezione Ospedaliera Sede: Via Previati, 31 44121

Dettagli

Il mio nuovo cucciolo: cosa fare ma soprattutto cosa non fare! COME COMUNICARE

Il mio nuovo cucciolo: cosa fare ma soprattutto cosa non fare! COME COMUNICARE Il mio nuovo cucciolo: cosa fare ma soprattutto cosa non fare! Dott. Simone Agostini, Medico Veterinario Ambulatorio Veterinario San Giorgio in Bosco tel. 0499450520-3478941059 Come sicuramente moltissimi

Dettagli

Sean e le na Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose

Sean e le na Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose Sean e le Una Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose da Drynites Sean e le Scarpe Luccicose Sean era così timido che quando arrivava il postino a consegnargli una lettera, era troppo timido per salutare.

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

RIFLESSIONI DEI RAGAZZI AL TERMINE DELLA VACANZA...

RIFLESSIONI DEI RAGAZZI AL TERMINE DELLA VACANZA... RIFLESSIONI DEI RAGAZZI AL TERMINE DELLA VACANZA... Sii lodato mio Signore per tutte le creature del mondo. Sii lodato mio Signore per le montagne, il mare e le cose naturali. Sii lodato mio Signore per

Dettagli

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata ISIS F.S. NITTI Palomba Chiara 2D Alice si è ora svegliata La mia storia ha inizio sei anni fa,quando ho conosciuto quello che pensavo fosse l amore della mia vita. All inizio era tutto perfetto: c era

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Chiara, Giada, Maria, Matteo, Matteo

Chiara, Giada, Maria, Matteo, Matteo Eccoci pronti a partire per Aprica, dove ci aspetta un tranquillo weekend in montagna. Ci andiamo spesso e conosciamo perfettamente tutto il tragitto. Appena ci spostiamo in direzione nord le case iniziano

Dettagli

UN VIAGGIO NEL PAESE DELLE EMOZIONI. adesso che abbiamo la strada ferrata in mezza giornata si viene e

UN VIAGGIO NEL PAESE DELLE EMOZIONI. adesso che abbiamo la strada ferrata in mezza giornata si viene e UN VIAGGIO NEL PAESE DELLE EMOZIONI adesso che abbiamo la strada ferrata in mezza giornata si viene e si va Il paese della RABBIA 1. Dove si sente la rabbia 2. Io mi arrabbio quando 3. Cosa mi aiuta 4.

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli