INDICE PREFAZIONE 5 IL DIPARTIMENTO IN BREVE 6 LE SEDI DEL DIPARTIMENTO: VERONA E VICENZA 7 GLI ORGANI E LE PERSONE 10 AREA AMMINISTRATIVA 12

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE PREFAZIONE 5 IL DIPARTIMENTO IN BREVE 6 LE SEDI DEL DIPARTIMENTO: VERONA E VICENZA 7 GLI ORGANI E LE PERSONE 10 AREA AMMINISTRATIVA 12"

Transcript

1

2

3 INDICE PREFAZIONE 5 IL DIPARTIMENTO IN BREVE 6 LE SEDI DEL DIPARTIMENTO: VERONA E VICENZA 7 GLI ORGANI E LE PERSONE 10 AREA AMMINISTRATIVA 12 I SERVIZI 14 I LABORATORI 15 LE BIBLIOTECHE 16 I CENTRI STUDI 17 IL DIPARTIMENTO PER GLI STUDENTI 22 L OFFERTA DIDATTICA AVANZATA 23 LE INIZIATIVE 26 GLI EVENTI E I CONVEGNI INTERNAZIONALI 29 L ATTIVITÀ DI RICERCA E SEMINARIALE 30 LA PRODUTTIVITA' 35 I DOCENTI 36 I PARTNERS 50 3

4 4

5 PREFAZIONE La Relazione Annuale del Dipartimento di Scienze Economiche () è espressione dell esigenza di rendere conto delle attività di ricerca e didattica svolte nell anno. In questo modo, il si assume con trasparenza la responsabilità sociale delle proprie attività e si propone per essere valutato in modo reciproco anche da altre Istituzioni pubbliche e private. La relazione, redatta grazie all impegno dello staff amministrativo del Dipartimento di Scienze Economiche, costituisce il giornale di bordo delle attività e dei servizi offerti. Le informazioni raccolte durante l anno sono state organizzate seguendo il disegno della pagina web dipartimentale dove sono disponibili ulteriori informazioni. Il Dipartimento di Scienze Economiche promuove e qualifica l attività di ricerca e di didattica in ambiti quali l economia, la finanza e la statistica. L attività didattica è distribuita sui corsi di Laurea triennale e di Laurea Specialistica e su corsi di formazione post lauream, quali il Dottorato Internazionale di Ricerca in Economia e Finanza ed il Dottorato di Storia Economica che da quest anno sono parte rispettivamente della Scuola Superiore di Economia e Management e della Scuola Superiore di Studi Storici, Geografici ed Antropologici, le cui attività sono coordinate con le sedi di Padova e Venezia. Nel corso dell anno accademico 2009/2010 è stato attivato il Corso di Laurea Magistrale in Economics, che è il primo corso dell Ateneo di Verona tenuto interamente in lingua inglese e che persegue l obiettivo di formare figure professionali di elevato profilo destinate ad inserirsi in diversi contesti anche internazionali. E stato un anno caratterizzato da forte mobilità del personale docente. L uscita fuori ruolo di otto colleghi è stata in parte coperta dall entrata di sei nuovi colleghi, di cui quattro sono giovani ricercatori di livello scientifico internazionale. Il processo di aggregazione dei Dipartimenti all interno dell Ateneo è stato portato a termine. Con l attuazione delle nuove riforme del sistema universitario che prevede la riduzione del ruolo della Facoltà, il Dipartimento diventerà il riferimento diretto per soddisfare sia la domanda di ricerca sia di didattica che proviene dal territorio. Per migliorare la qualità della ricerca e dell offerta formativa avanzata il Dipartimento ha istituzionalizzato una rete di relazioni internazionali con altre Università ed ha creato una rete di contatti ai fini di favorire lo scambio di docenti e studenti a livello internazionale e la diffusione dei risultati della ricerca. Ciò consente di allargare l insieme di conoscenze scientifiche ed umane a disposizione degli studenti e della comunità economica e sociale servita dal. Il Direttore Prof. Federico Perali Verona, 21 dicembre 5

6 IL DIPARTIMENTO IN BREVE Il Dipartimento di Scienze Economiche è nato come centro di ricerca e formazione specialistica in Economia e Finanza. Lo spettro delle discipline afferenti riflette un offerta didattica che, in diversa misura, interseca tutti i corsi di laurea della Facoltà. Particolarmente articolata è l area delle discipline economiche e statistiche che spazia su diversi orizzonti scientifici, alcuni dei quali sono: la macroeconomia e la microeconomia, la statistica, l econometria, l economia applicata all ambiente, ai trasporti e allo sviluppo locale, l economia sanitaria, l economia politica, la politica economica per lo sviluppo, l economia della famiglia, dell istruzione e del settore non profit, l economia industriale, l economia dell innovazione, l economia del benessere e delle scelte sociali, la storia economica e del pensiero economico, la geografia economica, l economia monetaria, le politiche rurali ed ambientali, economia sperimentale. A questa si aggiunge l area delle discipline matematico finanziarie, che include insegnamenti quali: matematica finanziaria, matematica delle assicurazioni, modelli per la gestione di portafoglio, modelli quantitativi per il risk management, econometria dei mercati finanziari e la teoria delle opzioni reali. Obiettivo di questo spettro di competenze è quello di superare la tradizionale impostazione disciplinare che caratterizza l ordinamento universitario e incentivare una preparazione multi disciplinare ed al contempo altamente specialistica, in grado di fornire le conoscenze più richieste dal mondo del lavoro. Per raggiungere questo obiettivo, in conformità con la tendenza affermatasi a livello universitario negli ultimi anni, il Dipartimento intrattiene rapporti di collaborazione e scambio di docenti e studenti con altre Università sia nazionali che internazionali. La rete di scambio attivata inizialmente dal Dottorato Internazionale è ora estesa alle iniziative didattiche e di ricerca di seguito illustrate e permette di ospitare illustri docenti internazionali in qualità di visiting professors. Al Dipartimento fanno capo diverse iniziative, collegate sia all attività di ricerca sia a quella didattica. Dottorato di ricerca, corsi di specializzazione, master, laboratori sono alcune di queste iniziative che si completano nell insieme di seminari e convegni che abitualmente vengono organizzati e che assicurano la partecipazione di ricercatori e studiosi di fama internazionale. L attività del Dipartimento è avvalorata dall intensa attività di ricerca derivante dalla partecipazione a progetti nazionali ed internazionali relativi a problemi economicofinanziari di maggiore interesse collettivo. In alcuni casi, per gli stessi docenti, questa attività ha favorito incarichi prestigiosi presso istituzioni nazionali ed internazionali. 6

7 SEDE DI VERONA SEDI DEL DIPARTIMENTO: Dal maggio, in seguito alla chiusura del comprensorio Passalacqua, il Dipartimento è ora ubicato in quattro sedi: - V.lo Campofiore, n. 2, - Via dell Artigliere, n. 19, Palazzo Economia - Chiostro S. Maria d/vittorie; - Via del Fante, n. 1 VERONA E VICENZA NUOVA SEDE DI VICENZA Indirizzo: Viale Margherita, 87 Il 1 ottobre 2009 è stata inaugurata la nuova sede del Polo didattico e scientifico Studi sull impresa di Vicenza. Nel il Polo è stato operativo a pieno regime ed ha erogato fondi per la ricerca mirata allo sviluppo locale ed internazionale del tessuto economico e sociale del territorio vicentino. Le fotografie dell Arena e del Teatro Olimpico simboleggiano la collaborazione delle province di Verona e Vicenza nell investimento a favore dello sviluppo scientifico-culturale dei loro territori. Le ricerche finanziate sono descritte a pag. 35. All interno delle attività del Polo, il Dipartimento Scienze Economiche contribuisce al perseguimento dei seguenti obiettivi strategici: 1) Insediamento a Vicenza di un gruppo di ricerca di eccellenza nei campi dell economia internazionale e dello sviluppo; e sviluppo del Centro di Studi di Economia Internazionale, istituito nel corso del ; 2) Coinvolgimento della sede di Vicenza nelle attività del Dottorato in Economia e Finanza, con l avvio di una area di specializzazione in International Economics; 3) Estensione dell uso della lingua inglese nei corsi delle Lauree Magistrali di Vicenza. 7

8 Il disegno nella figura 1 descrive l architettura istituzionale con cui si articola il per produrre il servizio di didattica e ricerca richiesti da studenti, famiglie, imprese e territorio. Figura 1 - Disegno Istituzionale DISEGNO ISTITUZIONALE DIDATTICA AVANZATA DOTTORATO INTERNAZIONALE in ECONOMIA e FINANZA DOTTORATO in STORIA ECONOMICA RICERCA PER LE POLITICHE SOCIALI PER L IMPRESA PER LO SVILUPPO TERRITORIALE CHILD RODELLA CSI SPERA TRANS.MIT Centre for Household, Income, Labour and Demographic Economics Center for Labour and Health Economics rodella Centro Studi Internazionali csi Centre for Local Sustainable Development unipm.it Centre for Mobility, Infrastructures, Transports and Tourism ansmit DATA 4 YOU VELE LAB SIMLAB Verona Experimental Lab in Economics Simulazione di bilanci Aziendali e familiari CIDE CIdE Centro Interdipartimentale di Documentazione Economica Centro Inteuniversitario di Econometria STUDENTI CEA Club di Economia Applicata JEAESI Junior Enterprise of Applied Economics, Statistics and Informatics 8

9 L offerta di base è rappresentata dalla Didattica Avanzata, ossia il Dottorato Internazionale di Economia e Finanza, che ha attivato il suo XXV ciclo e il Dottorato in Storia Economica, che ha attivato il suo XXV ciclo. Il settore Ricerca e quello dei Progetti costituiscono l area operativa di eccellenza del Dipartimento. I centri studi fungono da supporto indispensabile all attività del Dipartimento, e sono: - il Centro CHILD Center for Household, Income, Labor and Demographic Economics, che intende rispondere alla domanda di ricerca che proviene dalle famiglie e dal mondo del lavoro; - il Centro di Sviluppo Economico Locale e Regionale SPERA, che si occupa di problemi di sviluppo economico locale ed internazionale con particolare riguardo alle problematiche della gestione del territorio e della sostenibilità ambientale; - il Centro Inter-dipartimentale di Servizi per la Documentazione Economica CIDE, come mostrato dalle frecce nel grafico, ha il mandato di soddisfare la domanda di informazione, sia statistica che economica, proveniente sia dal Dipartimento e dai suoi Centri sia dalle Istituzioni ed imprese locali. - il Centro TRANS.MIT è un centro di eccellenza per la ricerca applicata nel settore dei trasporti, delle infrastrutture, della mobilità, della logistica integrata, del turismo, dell energia, delle telecomunicazioni. - il Centro di Economia del Lavoro e dei Comportamenti (Aleardo RODELLA) si occupa delle problematiche relative all Economia del lavoro, alla Psicologia del disagio lavorativo, alla Sociologia del lavoro, all Organizzazione del lavoro, al Welfare, con particolare interesse verso le ricadute che le disfunzioni interne ai sottosistemi apportano al complesso sociale. - il Centro Studi Internazionali risulta dall'aggregazione di due centri del Dipartimento di Scienze Economiche (), Euromed e CEWSEI, la cui ricerca verteva rispettivamente sull Economia del Mediterraneo e sull Europa dell'est durante il processo di integrazione europea. La necessità di rinnovare la sfera di attività alla luce di nuovi percorsi e opportunità di sviluppo nell ambito dell economia mondiale e di processi di globalizzazione e di impiegare al meglio le risorse disponibili per la ricerca, rispondendo al bisogno di tematiche e moduli flessibili - il CIdE Centro Interuniversitario di Econometria, che intende promuovere, sostenere e coordinare l insegnamento e la ricerca dell Econometria. Non meno importanti sono le associazioni degli studenti, sia graduate che under-graduate, che trovano ospitalità nel. Agli studenti viene offerta una casa istituzionale dove poter iniziare a mettere in atto le conoscenze acquisite e partecipare in modo attivo alle iniziative dipartimentali ed ai processi decisionali. In particolare si distinguono le seguenti Istituzioni: - Il Club di Economia Applicata (CEA), che è aperto a tutti i Dottorandi e agli studenti di Master di I e II livello. - la Junior Enterprise of Applied Economics, Statistics and Informatics (JEAESI) è di pertinenza degli studenti non ancora laureati che possono eseguire progetti e consulenze per Aziende ed istituzioni. L attività svolta dagli studenti può essere considerata al pari di quella di una micro-impresa, con la differenza di poter usufruire dei collegamenti internazionali messi in atto attraverso la rete globale delle Junior Enterprises. 9

10 GLI ORGANI E LE PERSONE In base a quanto prevede lo Statuto ed il Regolamento, il Dipartimento è retto dal Direttore, coadiuvato nell esercizio delle sue funzioni dal Consiglio e dalla Giunta. Gli organi direttivi rimangono in carica tre anni. Completano il Dipartimento i docenti, quali professori ordinari, associati e ricercatori, i visiting professors, i titolari di assegni di ricerca, i Dottorandi ed il personale amministrativo e tecnico. Nella tavole 1 sono indicate le persone afferenti al Dipartimento; la figura 2 descrive la composizione degli organi dipartimentali. Tavola 1 - Le persone del Dipartimento ECONOMIA POLITICA POLITICA ECONOMICA Giam Pietro Cipriani ordinario Vittorio Pederzoli ordinario Francesco De Sinopoli associato Eugenio Peluso ricercatore Paola Dongili associato Federico Perali ordinario Riccardo Fiorentini associato Roberto Ricciuti associato Tamara Fioroni ricercatore Giovanni Tondini ordinario Emanuele Giovannetti associato Marcella Veronesi ricercatore Maria Vittoria Levati associato Luca Zarri ricercatore Giampaolo Mariutti ricercatore ECONOMETRIA E STATISTICA Martina Menon ricercatore Franco Bressan ordinario Andrea Roventini ricercatore Alessandro Bucciol ricercatore Cristina Spiller associato Veronica Cicogna ricercatore Andrea Vaona ricercatore Luigi Grossi associato Angelo Zago ricercatore Annamaria Guolo ricercatore ECONOMIA APPLICATA Diego Lubian ordinario Elisa Montresor associato Laura Magazzini ricercatore Francesco Pecci ricercatore Marco Minozzo associato Paola Savi associato Darionino Olivieri ordinario MATEMATICA APPLICATA ALL'ECONOMIA E FINANZA STORIA ECONOMICA Andrea Berardi ordinario Edoardo Demo ricercatore Silvia Centanni ricercatore Maria Luisa Ferrari ricercatore Bruno Giacomello associato Sergio Noto ricercatore Francesca Mariani Letizia Pellegrini Alberto Peretti Francesco Rossi Alberto Roveda Giacomo Scandolo ricercatore ordinario associato ordinario ricercatore ricercatore 10

11 SCIENZA DELLE FINANZE VISITING PROFESSOR Paolo Pertile ricercatore Martin Forster Veronica Polin ricercatore Michael Waterson Nicola Sartor Ordinario Louis Eeckhoudt Alessandro Sommacal ricercatore Udo Ebert Claudio Zoli associato Leo Ferraris ASSEGNISTI DI RICERCA Andrea Bonfatti Laura Cavalli Elena Dalla Chiara Elisa Dalla Rosa Clarissa Ferrari DOTTORI DI RICERCA Angelica Gianfreda Daniela Grieco Elisa Pagani Laura Pizzo DOTTORANDI NR. 31di cui il 32% Internazionale Economics Francesco Andreoli Silvia Domeneghetti Gabriela Thais Nodari Federica Barzi Irina Andrievskaya Emmanuel Senyo Fianu Shanty Noviantie Marco Lorusso Alexandre Aronne Daniele Fioravanzo Giulio Ongaro Greti Lucaroni Doriano Benedetti Livia Fraccalvieri Maria Paola Pasini Ting Ting Peng Leopoldo Biasi Luca Gentili Dan Pavelesku Storia Economica Felice Binetti Dario Girardi Sergio Perini Gianraimondo Farina Andrea Bonfatti Mayank Raj Gupta Richard George Petautchere Vinicio Filippi Carlo Bottoni Zazy Khan Mauro Pitteri Luca Papavero Elisa Cavatorta Irakli Kipiani Nicola Pontarollo Elisabetta Traniello Cella Riccardo Mimi Kodheli Salvatore Romeo Fabrizio Costantini Claudia Marun Mascarenhas Martins Luca Salmasi PERSONALE AMMINISTRATIVO Marisa Businaro Alessandra De Amicis Antonella Occhionero Umberto Romani Benedetta Maria Crivelli Nicoleta Anca Matei Alexandrina Scorbureanu Matteo Dal Santo Alessandro Mignone Michela Spinelli Giulia De Lazzari Stefania Montemezzo Angela Vasilovici Georg Dettmann Chiara Nardi Michela Zuccollo 11

12 L AREA AMMINISTRATIVA Nel corso dell anno le attività e funzioni del Personale Tecnico e Amministrativo del Dipartimento hanno avuto la configurazione e distribuzione riportata nella Figura 2: Figura 2 Organico amministrativo ORGANICO AMMINISTRATIVO del Dipartimento di Scienze Economiche SEGRETARIO AMMINISTRATIVO Umberto Romani LABORATORIO INFORMATICO e LABORATORIO DI ECONOMETRIA PERSONALE INTERNO ASSISTENZA AMMINISTRATIVA Marisa Businaro Alessandra De Amicis Antonella Occhionero BIBLIOTECA MANAGER della DIDATTICA Incarico vacante MANAGER della RICERCA Incarico vacante PERSONALE A CONTRATTO 12

13 Per dare una rappresentazione dell efficienza amministrativa del Dipartimento, nella Tavola 2 vengono elencate le informazioni relative al numero ed importo dei documenti amministrativi emessi negli anni 2009 e 2010,. Il volume delle attività amministrative è rimasto all incirca invariato negli ultimi due anni. Lo staff amministrativo esegue in media 70 mandati e 9 missioni al mese. Il numero dei mandati è aumentato a fronte del reperimento di notevoli risorse esterne che hanno creato nuove disponibilità finanziarie. La discrepanza tra le reversali e gli accertamenti tra l esercizio finanziario del 2009 e del 2010 è da attribuire all influenza della gestione in c/residui del 2009 sulle operazioni del medesimo esercizio, a causa del cospicuo ammontare dei residui attivi imputabili agli esercizi precedenti. Nella tavola 3 infine vengono descritte sinteticamente l attività amministrativa gestionale in conto competenza per l esercizio finanziario 2009, 2010 e. Tavola 2 - Tipologie amministrative Fattispecie Numero Importo (Euro) ** ** * Mandati Impegni Reversali Accertamenti Missioni Pagamento verso l estero Registrazioni inventariali n.d n.d. Variazioni di bilancio * dato stimato fino al momento della chiusura a Consuntivo, aggiornato al ** il dato 2010 è da ascriversi esclusivamente al secondo semestre 2010 e relativo al nuovo Dipartimento di Scienze Economiche *** a causa del trasloco della struttura, non sono disponibili i dati dell inventario, in fase di revisione. Tavola 3 - Attività amministrativa gestionale * Riscossioni Da Riscuotere Totale Entrate Pagamenti Da Pagare Totale Uscite Nota: * tra le entrate da riscuotere figurano anche gli importi dei progetti di cui si conosce l ammontare, ma che devono ancora essere accreditati in conto (quindi non inquadrabili tra i residui attivi). Non sono comprese le operazioni in c/residui e le uscite attese. 13

14 I SERVIZI Oltre al servizio bibliotecario e ai quattro laboratori presenti ( INFO LAB; ECON LAB; DATA4YOU, VELE) è stato attivato il Laboratorio di Microsimulazione (SIMUL-LAB) ed è in fase di sviluppo il Laboratorio VELE (Laboratorio Verona Experimental Lab in Economics). I laboratori, per quanto riguarda le attrezzature informatiche, nel loro complesso utilizzano al momento: - tre server Linux cui fa capo la gestione dei dati degli utenti, delle mailing list, delle pagine web dinamiche relative al Dipartimento, al personale, ai progetti; -un server Linux per la gestione del Laboratorio SIMUL-LAB; - un server Windows 2003 cui fa capo la gestione: dei backup dei dati, delle banche dati collegate al programma Pc-axis per la loro consultazione e rappresentazione grafica on line; - un server Windows 2008 che gestisce l accesso remoto ai programmi di calcolo scientifico; - un aula informatica (con 9 postazioni Mac/Windows) - un aula informatica in fase di realizzazione (con 16 postazioni più una macchina che gestisce il programma per il Laboratorio di Economia Sperimentale). INFO LAB (responsabile del laboratorio dott. A. Roveda; responsabile informatico Ing. Michael Reiter) Il laboratorio si occupa dello sviluppo web dipartimentale. I progetti attivati hanno reso disponibili per il Dipartimento siti web dedicati alle diverse aree operative quali il dottorato, i centri di ricerca, la pubblicazione dei working papers e l'attività del Segretario Amministrativo. Inoltre è stato dato supporto per la Laurea in Economics (accesso facilitato alla pagina, indicazioni per candidati stranieri, correzione dell Inglese) e la Scuola di Dottorato in Economia (visibilità attività didattiche). Supporto Eventi: Nell ambito del convegno EWEPA è stata integrata parecchia funzionalità: - per selezionare i paper, definire il programma e creare il book of abstracts è stato utilizzato lo strumento MyReview - definizione di parametri addizionali per la registrazione: opzioni che si escludono, che si scelgono assieme con un opzione di base, di cui si deve scegliere almeno una; waiver che azzerano solo qualche opzione - durante la registrazione è possibile lasciare una nota e specificare i dati per la ricevuta - è stata creata una funzionalità che genera statistiche (numero di partecipanti ed assenti, provenienza, importi pagati, ) Sono stati organizzati i seguenti eventi: la Scuola Invernale, il workshop Prin2008 e il Convegno Ewepa, inoltre è stato dato supporto per i workshop Benlav e Occuparsi. Server E stata messa in piedi l interfaccia per i database (Phpmyadmin) e il trasferimento file (FTP). E stato migrato qualche sito per verificare il funzionamento e i problemi riscontrati. Progetti organizzati e sviluppati nel Sito dipartimentale: Per descrivere meglio gli ambiti di ricerca è stata aggiunta la classificazione MSC e sono state ristrutturate le aree di ricerca collegate. E stata creata una barra unica su sito per accedere a tutte le aree riservate. Sono state fatte delle migliorie per i seminari e convegni (quali vedere in pagina principale, ordinamento, ora d inizio) e per i centri (ubicazione sulla mappa). 14

15 I LABORATORI ECON LAB (Laboratorio di Econometria e Statistica - responsabile del laboratorio prof. F. Perali; responsabile tecnico Dott. Luciano Vallone) Il laboratorio si occupa della gestione dei database, delle ricerche del Dipartimento, dell esecuzione statistica ed econometrica delle ricerche in atto, della gestione dell accesso remoto ai programmi di calcolo scientifico offerto agli studenti dei Corsi di Laurea, di dottorato e dei master affinché acquisiscano le basi di programmazione matematica e statistica attraverso un processo di learning by doing. L attività di ricerca riguarda l area di Economia Politica, Politica Economica, Econometria, Scienza delle Finanze, Finanza, Matematica ed Economia Applicata. I servizi del Laboratorio di Econometria e Statistica sono disponibili anche all esterno a favore d Istituzioni e aziende private. Attività svolte Il laboratorio è stato utilizzato dagli studenti del corso di Economia Politica e Matematica applicata, dai Docenti, dai Dottorandi e Laureandi che afferiscono al Dipartimento. DATA4YOU (Laboratorio per la distribuzione dei dati - - responsabile del laboratorio prof. F. Perali; responsabile tecnico Dott. Luciano Vallone) Il laboratorio si occupa dell elaborazione di dati statistici, della loro rappresentazione cartografica on-line con il programma Pc-Axis Web (software realizzato dalle Agenzie di Statistica svedese e norvegese). Attività svolte Attività di mantenimento e aggiornamento delle pagine web che gestiscono la pubblicazione e la distribuzione dei dati sui redditi e i bilanci delle famiglie, ottenuti dalle ricerche fatte in collaborazione con il CIDE (Centro Interdipartimentale di Documentazione Economica) e il CISF (Centro Internazionale Studi Famiglia) e di quelli riguardanti le scelte post diploma e le aspettative future di lavoro per gli studenti. E in fase di test l installazione e il trasferimento del programma Pc-axis Web sul server Windows VELE Laboratorio Verona Experimental Lab in Economics - responsabile del laboratorio prof. F. Perali, responsabile tecnico Dott. Luciano Vallone) Nel 2012 verrà inoltre attivato, presso la sede di via del Fante, un nuovo laboratorio di economia sperimentale, grazie al quale i docenti del dipartimento interessati potranno effettuare esperimenti economici e, in particolare, esperimenti di carattere interattivo con finalità di ricerca che coinvolgeranno studenti della nostra Facoltà. Inizialmente tale laboratorio sarà dotato di 16 computer portatili collegati tra loro in rete ma fisicamente separati grazie ad apposite strutture atte ad impedire il contatto visivo tra i partecipanti. L'intera struttura verrà poi trasferita presso la nuova sede del, una volta ultimati i lavori di ristrutturazione in corso presso l'area Santa Marta. SIMUL-LAB (Laboratorio Simulazione - responsabile del progetto prof. F. Perali, responsabile informatico Dott. Nicola Tommasi del CIDE) Questo laboratorio consente ad utenti esterni di poter fare delle simulazioni sui bilanci di imprese e famiglie italiane e di valutarne la posizione fiscale. 15

16 LE BIBLIOTECHE Il patrimonio librario del è distribuito su quattro aree consultazione: - Biblioteca Economia, v.lo Campofiore, nr. 2; - Biblioteca Storia Economica, Lungadige Porta Vittoria, nr. 41; - Biblioteca Statistica, Via dell Artigliere, nr. 19; - Biblioteca Vanzetti (non consultabile al momento) La Biblioteca di economia A causa del trasferimento della nuova sede, quasi tutto il patrimonio bibliografico del dipartimento è stato collocato in locali non accessibili agli studenti. Solo una piccola parte dei volumi è stata ubicata presso la nuova sede di Vicolo Campofiore, n. 2. La biblioteca del è abbonata a 20 riviste italiane e straniere e durante il sono stati acquistati circa 80 libri mediante l impiego dei fondi di ricerca. La sala lettura ha capienza di circa 8 posti ed è aperta dal Lunedì al Venerdì dalle 10 alle 13 ed il Lunedì ed il Giovedì dalle 15 alle 18. Ogni anno vengono assegnate agli studenti mediante un concorso borse di collaborazione di circa euro per lo svolgimento di 150 ore di lavoro. La Biblioteca di statistica Nella Biblioteca di statistica, situata al terzo piano del Palazzo di Economia, si trovano circa 5000 monografie e una quindicina di testate di periodici. Questa biblioteca non dispone di sala di lettura e il servizio prestiti/consultazioni è gestito dal personale della Biblioteca di storia economica e sociale. La Biblioteca Carlo Vanzetti di economia agraria Con l avvio dei lavori di ristrutturazione di Palazzo Giuliari nel marzo 2010, Questa biblioteca è stata chiusa e il relativo materiale bibliografico (5000 monografie, molte testate di periodici e un numero consistente di carte geografiche) è tuttora immagazzinato, in attesa che venga messo a disposizione uno spazio per renderlo ancora fruibile. La Biblioteca di storia economica e sociale Situata nel Chiostro di S. Maria della Vittoria in Lungadige Porta Vittoria 41, la Biblioteca di storia economica e sociale raccoglie un patrimonio di circa monografie e 80 testate di periodici italiani e stranieri di cui 8 ancora con abbonamento in corso. Durante il è iniziato ed è ancora in corso il lavoro di acquisizione e catalogazione di un fondo di circa 4000 volumi donati dal prof. Giovanni Zalin. La sala di consultazione dispone di 8 posti ed è aperta dal lunedì al venerdì con orari differenziati (dalle 9 alle il lunedì e il mercoledì e dalle 9 alle il martedì, il giovedì e il venerdì). 16

17 I CENTRI STUDI Il Dipartimento, durante l'anno 2010, ha dato vita a nuove strutture, quali descritto in seguito. I centri vengono presentati in gruppi a seconda del target istituzionale che intendono servire. POLITICHE SOCIALI CHILD CENTER FOR HOUSEHOLD INCOME, LABOUR AND DEMOGRAPHIC ECONOMICS Centro studi interuniversitario Sito web: Il centro studi CHILD è stato creato per raggiungere i seguenti obiettivi: - promuovere la collaborazione fra ricercatori nel campo dell'economia della popolazione e delle famiglie, con particolare interesse verso le relazione tra e nelle famiglie e fra queste e lo stato; - coordinare la raccolta di risorse bibliografiche riguardanti l'economia demografica e le famiglie; - collezionare informazioni a livello microeconomico e macroeconomico su vari aspetti della famiglia a livello europeo ed internazionale; - organizzare, anche con la collaborazione di altre istituzioni pubbliche e private, workshop e corsi di specializzazione al fine di promuovere ricerche ed analisi di politiche pubbliche; - costruire una rete di relazioni tra CHILD e altri centri di studio interessati alle stesse tematiche presenti in altri paesi e nazioni, come l'iser (Institute for Social Economic Research) dell'università di Essex, l'iza (Institute for the Study of Labour) a Bonn, lo C.V. Starr Center for Applied Economics ed il CES (Center for European Studies) presso la New York University; - coordinare e gestire progetti di ricerca a livello europeo ed internazionale; - cooperare con altre università italiane e straniere associate per l organizzazione di programmi di scambio per studenti e ricercatori; - pubblicare serie di working papers sul tema dell'economia delle famiglie a livello empirico e teorico. RODELLA CENTRO DI STUDI E RICERCHE DEL LAVORO E SOCIOSANITARIE ALEARDO RODELLA Centro studi interuniversitario Sito web: Il Centro di Studi e Ricerche del Lavoro e Sociosanitarie è stato intitolato al Mons. Aleardo Rodella in memoria di uno dei fondatori dell Università degli Studi di Verona, psicologo e pedagogista di chiara fama che si distinse per un intensa attività di promozione sociale ispirata al principio del Nos non nobis (non lo facciamo per noi). Il centro di ricerche è frutto di un accordo fra il Dipartimento di Scienze Economiche, il Servizio di Psicologia del Territorio della USSL 20 Verona della Regione del Veneto e la CISL-UST di Verona ed ha lo scopo di sviluppare ricerche e proporre soluzioni socialmente desiderabili nelle seguenti aree: - economia del lavoro e della ricerca legata ai comportamenti; - psicologia del lavoro; - sociologia e organizzazione del lavoro; - economia socio-sanitaria; - welfare, cura e prevenzione del disagio giovanile, familiare e senile; - ricerche legate alle organizzazioni complesse. Dal 2008 vige un accordo di partenariato con il Centro Don Calabria di Verona per la 17

18 realizzazione congiunta di programmi di sviluppo formativo in ambito F.S.E. a voucher individuale ed aziendale.e stato inoltre stipulato un accordo con Federmanager Italia di Verona per la realizzazione di progetti di assistenza nell ambito della gestione delle emergenze lavorative. PER L IMPRESA CSI CENTRO STUDI INTERNAZIONALI Il CSI risulta dall'aggregazione di due centri del Dipartimento di Scienze Economiche (), Euromed e CEWSEI, la cui ricerca verteva rispettivamente sull Economia del Mediterraneo e sull Europa dell'est durante il processo di integrazione europea. La necessità di rinnovare la sfera di attività alla luce di nuovi percorsi e opportunità di sviluppo nell ambito dell economia mondiale e di processi di globalizzazione e di impiegare al meglio le risorse disponibili per la ricerca, rispondendo al bisogno di tematiche e moduli flessibili, ha portato alla creazione del CSI, il cui statuto è stato approvato dal nel. Il Consiglio direttivo, nominato dal, include docenti e ricercatori interni ed esterni al Dipartimento ed elegge il Direttore. Il CSI attualmente conduce ricerche con particolare riferimento all'economia Mediterranea, all Europa Medio-Orientale e all Eurasia con specifico riferimento alla Russia. Considerati i progressi in atto in altre aree dell economia mondiale, il CSI si propone di indirizzare gradualmente la ricerca verso l Asia Orientale ( in particolare la Cina) e l America del Sud (in particolare il Brasile). La ricerca include l analisi ragionata degli sviluppi economici attraverso l utilizzazione di dati macro e microeconomici e una disamina attenta delle istituzioni rilevanti per la crescita economica e lo sviluppo nonché del loro funzionamento utilizzando sia noti indicatori internazionali sia indicatori specifici elaborati nel corso di progetti specifici. in corso e sta avviando iniziative dirette ad ampliare i contatti già esistenti con il Brasile e con la Cina, grazie ad attività scientifiche già in corso da parte di singoli ricercatori e docenti. Il CSI partecipa a ricerche finanziate da altri istituti qualora ne siano richieste le competenze. Il 16 Dicembre il CSI ha contribuito alla realizzazione del seminario Italia e Economie del Mediterraneo: il Marocco. Opportunità e prospettive in cooperazione con il Polo Scientifico di Vicenza, ente finanziatore. Nella fase di transizione dai centri precedenti alla creazione del CSI sono state svolte ricerche e studi che si ascrivono alla sua missione. S. Malle ha presentato due relazioni in riunioni scientifiche aperte al pubblico e ai mass media : la prima sul tema " The Present Challenges to Russia: Modernisation and Diversification" a Seoul (Corea del Sud, Settembre ) e la seconda sulle "Condizioni economiche e scenari di sviluppo dell economia russa" (Treviso, Ottobre ). M.Sironi ha curato il progetto EuromidBridge Corridoio logistico tra l Europa e i Paesi Medio-Orientali e ha gestito ha ricerca A feasibility analysis of the Jenin Sustainable Industrial and Logistic District, finanziata dal Ministero Italiano degli Affari Esteri in collaborazione con il governo Palestinese. R. Fiorentini ha scritto una monografia sul tema della riforma del sistema monetario internazionale la cui pubblicazione è in corso presso la casa editrice inglese Edward Elgar; ha inoltre presentato una relazione sui rapporti tra sistema scolastico e sviluppo economico ad un convegno internazionale tenutosi a Belo Horizonte, Brasile (Agosto, ). Il CSI si avvale di una capillare rete di contatti scientifici e istituzionali nelle aree di ricerca già 18

19 PER LO SVILUPPO TERRITORIALE SPERA CENTRO STUDI SULLE POLITICHE ECONOMICHE, RURALI ED AMBIENTALI Centro studi interuniversitario Sito web: La mission del centro SPERA è quella di favorire una visione aperta ed innovativa delle problematiche rurali ed ambientali al fine di sviluppare il potenziale economico e l eredità socio-culturale delle aree locali. SPERA è stato creato per realizzare le seguenti finalità: - promuovere, supportare e coordinare studi e ricerche teoriche, applicate e multidisciplinari finalizzate alla valutazione dell'impatto economico, rurale ed ambientale di politiche pubbliche. Grande attenzione viene data a problematiche quali: salute pubblica e alimentare, con particolare riguardo al ruolo giocato dalle istituzioni pubbliche e private, a livello locale, regionale, nazionale ed internazionale; - simulare, stimare, analizzare l'impatto di politiche agricole, rurali, ambientali ed economiche a livello micro e macroeconomico, prendendo in considerazione gli aspetti economici, sociali ed ambientali connessi. Tali obiettivi riguardano sia le economie in via di sviluppo sia le economie evolute; - aiutare la raccolta di documentazione nelle tematiche menzionate, anche tramite l'integrazione con documentazione disponibile nelle biblioteche e la condivisione di database; - diffondere i risultati dell'attività di ricerca. Al Centro SPERA afferiscono l Università Politecnica delle Marche, di Chieti-Macerata, di Campobasso, della Calabria, di Parma e di Piacenza. La struttura collabora alla pubblicazione della Rivista on line AGriRegioni Europa con l'associazione "Alessandro Bartola" di Ancona (http://agriregionieuropa.univpm.it). TRANS.MIT CENTER FOR MOBILITY, INFRASTRUCTURES, TRANSPORT AND TOURISM Centro studi interuniversitario Sito web Il 25 giugno 2007 presso l Università degli Studi di Verona, attraverso i dipartimenti di Scienze Economiche e di Studi Giuridici, è stato ufficialmente istituito il Centro Interdipartimentale di Studi dei Trasporti, della Mobilità, della Logistica, delle Infrastrutture e del Turismo, in breve denominato TRANSMIT. Transmit nasce con il preciso obiettivo di offrire a imprese, istituzioni ed organizzazioni una ricerca applicata altamente professionale nei settori in cui compete. Per raggiungere questo traguardo le attività del centro vengono sviluppate secondo criteri di interdisciplinarità, avvalendosi della collaborazione di docenti provenienti da diversi dipartimenti (anche di altre Università) nonché esperti di elevata qualificazione professionale e scientifica non appartenenti al mondo accademico. Transmit è in grado di offrire risposte adeguate in materia di Logistica, Infrastrutture, Mobilità, Energia e Trasporti, Telecomunicazioni e Turismo (LIMET), migliorando e diffondendo la conoscenza di questi temi con ogni strumento disponibile. Il centro studi è alla continua ricerca di soggetti come Università, centri ed enti di ricerca, realtà produttive italiane ed internazionali interessati allo scambio di informazioni ed esperienze per lo sviluppo di specifici progetti, che siano disponibili per delle collaborazioni al fine di incentivare lo sviluppo di ricerche finalizzate ad individuare tecnologie appropriate e protocolli informativi, gestionali e organizzativi. Transmit rappresenta l integrazione tra ricerca e sviluppo, con particolare attenzione ai problemi di sostenibilità aziendale e a esso le imprese si possono rivolgere per l affidamento di incarichi come: valutazioni di fattibilità e pre fattibilità economiche e finanziarie; analisi tecniche ed economiche; analisi tecnico-scientifiche; 19

20 consulenza scientifica e tecnica; protocolli organizzativi, gestionali e informativi; ottimizzazione di impianti e certificazione; analisi, progettazione e valutazione dei processi logistici; formazione avanzata e continua aggiornamento professionale anche in partenariato con le aziende interessate a perseguire la valorizzazione del proprio personale; analisi tecnica su tariffazione integrata; analisi sugli assetti societari; pianificazione e marketing avanzato per le aziende di trasporto; management per il turismo; analisi statistiche ed econometriche dei trasporti; - progettazione di un network evergreen transmitfriends card che conferisce agli abbonati la possibilità di usufruire di svariati sconti su attività - attività di consulenza in relazione al progetto Ferrovia dell Avisio - attività di consulenza in relazione al progetto Ferrovia della Memoria - attività di consulenza in relazione al progetto BrennerBasel Tunnel. Inoltre, la presenza di un centro di documentazione dotato di biblioteca, fototeca, videoteca, una rete d informazione telematica e un sito web rendono Transmit un centro di ricerca completo a cui le aziende, i partner nazionali ed internazionali, gli enti pubblici, le Università e gli studenti possono affidarsi per tutte le attività precedentemente elencate. Infine il centro sostiene anche gli scambi culturali di studenti e personale docente mediante stage formativi presso istituti universitari e realtà locali e s impegna alla diffusione delle conoscenze acquisite attraverso l organizzazione di seminari specifici nell ambito dei corsi di laurea e dei programmi didattici d istituti scolastici superiori. Le ultime attività intraprese dal dal centro sono: - la pubblicazione di una rivista scientifica online sui trasporti e logistica - la realizzazione di una video-letter interna - la costituzione di una piattaforma e-learning per la formazione a distanza sui trasporti e la logistica di studenti ed utenti esterni - la produzione di un manuale sui trasporti per studenti ed operatori del settore 20

21 A SUPPORTO DELLA RICERCA C.I.D.E. CENTRO INTERDIPARTI- MENTALE DI DOCUMENTAZIONE ECONOMICA Centro di Ateneo Sito web: Il Centro Interdipartimentale di Documentazione Economica (CIDE) di Ateneo ha come scopo principale l'organizzazione di una banca dati relativa ai principali fenomeni economici, demografici e sociali, locali, nazionali, ed internazionali, disponibile alla comunità scientifica appartenente all'università di Verona sul web, con accesso tramite la rete telematica. I servizi fruibili da cittadini ed istituzioni sono: - la gestione di banche dati; - l analisi econometrica e statistica; - la creazione e gestione di web survey; - la consulenza alla ricerca ed alla didattica. A tal fine, vengono raccolte e organizzate in modo ragionato e facilmente consultabile, anche da soggetti non esperti, le principali banche dati attualmente messe a disposizione da varie istituzioni, quali Istat, Banca d'italia, Commissione delle Comunità europee, OCSE. Va sottolineato come la disponibilità di tali statistiche, oggigiorno indispensabile e tale da rendere inadeguata ai propri compiti un istituzione preposta all'analisi e alla ricerca economica e sociale che ne sia sprovvista, rende più agevole non solo la ricerca, ma anche la didattica, alla luce della necessità di sviluppare le conoscenze professionalizzanti. I Dipartimenti afferenti sono: il Dipartimento di Diritto dell'economia, il Dipartimento di Economie, Società e Istituzioni, il Dipartimento di Scienze Economiche, il Dipartimento di Economia Aziendale ed il Dipartimento di Studi sull Impresa, mentre gli enti afferenti sono: l Associazione degli Industriali della Provincia di Verona, la Banca Popolare di Verona ed il Comune di Verona. Il CIdE Centro Interuniversitario di Econometria Sito web: Il CIdE Centro Interuniversitario di Econometria è nato nel 1987 con l obiettivo di promuovere, sostenere e coordinare l insegnamento e la ricerca dell Econometria, attraverso diverse attività, quali conferenze, seminari, una scuola estiva, corsi per i dottorandi e altre ancora. Il Centro raggruppa alcune Università (Bocconi, Bologna, Milano Cattolica, Firenze, Modena, Padova, Pavia, Roma La Sapienza, Roma Tor Vergata, Torino, Trieste, Venezia, Università dell Insubria) e istituti di ricerca pubblici (Banca d Italia e ISTAT). Il CIdE organizza, sin dal 1987, la Scuola Estiva di Econometria, che nei vari anni ha ospitato i più prestigiosi econometrici a livello mondiale. Tra questi, i vincitori del Premio Nobel per l Economia del 2003, Robert Engle e Clive Granger. Il CIdE organizza inoltre i Corsi di Econometria per gli studenti del Dottorato di Ricerca, aperti anche a uditori di provenienza non universitaria. Questi rappresentano un occasione, per i giovani ricercatori italiani, di impadronirsi delle più avanzate tecniche econometriche. 21

22 IL DIPARTIMENTO PER GLI STUDENTI Il Dipartimento ospita due associazioni studentesche: JEAESI JUNIOR ENTERPRISE IN APPLIED ECONOMICS, STATISTICS AND INFORMATICS Sito web: JEAESI è nata come associazione no profit nel 1996 presso la Facoltà di Economia dell'università degli Studi di Verona. Tale ambizioso progetto ha preso vita grazie all'interesse di docenti e all'impegno di alcuni studenti che sentivano il bisogno di colmare il divario tra la formazione universitaria e le realtà operative di un'azienda. Operativa dal 2002, JEAESI offre servizi di consulenza alle aziende in ambito economico, statistico ed informatico. Essendo inserita in un network internazionale, usufruisce del marchio "Junior Enterprise", garanzia di elevati standard qualitativi. JEAESI trova il suo punto di forza nella capacità di offrire ai propri clienti servizi di qualità ad un prezzo competitivo. I tratti distintivi della strategia di JEAESI si ritrovano nella condivisione di percorsi comuni con i clienti e nell'attenta valorizzazione delle reciproche competenze. CEA CLUB DI ECONOMIA APPLICATA Sito web: Il Club di Economia Applicata è impegnato nello sviluppo intellettuale di studenti attivamente interessati nei campi dell'economia applicata. L'associazione è composta da studenti ed ex studenti del Dottorato e dei Master di I e II livello. La mission dell associazione è quella di stimolare l'interesse e l'entusiasmo per l'apprendimento dell economia applicata oltre l'aula universitaria, attraverso l'organizzazione di workshop, corsi di economia computazionale e progetti di ricerca, che permettono di assistere i membri del club e di migliorarne le competenze professionali. Il Club gioca il ruolo di Graduate Students' Society, promuove l'hosting e la consulenza realizzata da ex studenti ed incoraggia attivamente l'interazione con la Facoltà. 22

23 L OFFERTA DIDATTICA AVANZATA L offerta didattica agli studenti dell anno, è costituita dal Dottorato Internazionale in Economia e Finanza e dal Dottorato in Storia Economica. Nel è stata istituita la Scuola Superiore di Economia e Management (d ora in poi Scuola) promossa dall Università Ca Foscari Venezia (Dipartimento di Economia e Dipartimento Management), dall Università di Padova (Dipartimento di Scienze Economiche Marco Fanno ), dall Università di Verona (Dipartimento di Economia Aziendale e Dipartimento di Scienze Economiche), che mettono a disposizione strutture, servizi e finanziamenti nei limiti complessivi definiti dai Consigli di Amministrazione di ciascun Ateneo adeguati alle attività della Scuola. La Scuola si volge a valorizzare e a coordinare le competenze, gli ambiti di ricerca e le diverse specializzazioni tematiche sviluppate nelle tre università venete di Padova, Venezia, Verona, ampliandone la portata territoriale e incrementando le occasioni di dialogo e dibattito scientifico tra docenti e dottorandi. Questa unione scaturisce infatti dai profondi legami scientifici che già uniscono le tre sedi a livello individuale e dalle numerose attività congiunte (di seminari, di ricerche, di tutoraggio) che già nel passato sono state realizzate prevalentemente fra le sedi di Venezia e di Padova, ma anche fra Padova e Verona. La Scuola si propone di costituirsi come punto di riferimento in ambito internazionale per la formazione di ricercatori delle discipline oggetto di studio, che svolgano la propria attività in ambito accademico, in azienda o presso istituzioni internazionali. Pertanto la lingua ufficiale della Scuola è l inglese: tutte le attività didattiche si svolgono in inglese, e le tesi sono redatte esclusivamente in lingua inglese. Il nome inglese della scuola è Graduate School in Economics and Management DOTTORATO INTERNAZIONALE IN ECONOMIA E FINANZA XXVII CICLO A.A. /2012 Sito web: Il Dottorato in Economia e Finanza intende dare continuità ai corsi di Dottorato attivati negli anni precedenti; in particolare, amplia l'offerta formativa introducendo corsi rivolti a formare economisti in grado di utilizzare le diverse metodologie quantitative, con specializzazioni nelle aree dell'economia applicata al sociale, allo sviluppo economico locale ed alla finanza. Il Dottorato intrattiene rapporti con altre Università e permette agli studenti di frequentare corsi presso le sedi straniere che fanno parte della rete internazionale del dottorato. Le sedi che aderiscono alla rete sono: - University of Campinas (Brasile); - University of Cergy Pontoise (Francia); - University of Cyprus (Cipro); - University of Essex (Inghilterra); - University of Oviedo (Spagna); - University of York (Inghilterra); - University of Wisconsin (USA); - Universidad de Bogotà (Colombia); - Univesity of Al Quds (Palestina) - University of Haifa (Israel); - Arab American University-Jenin (Palestina). Il Dottorato beneficia dell'istituto della co-tutela internazionale, rivolto a favorire la mobilità di docenti e studenti tra le sedi, e funzionale all organizzazione di corsi di elevato livello scientifico. Il corso dispone di un sito web avanzato per la gestione delle informazioni, per la certificazione del lavoro svolto, per la valorizzazione della propria attività di ricerca e per agevolare la comunicazione all'interno della stessa rete anche attraverso il servizio di videoconferenza. Durante il 2010 hanno conseguito il titolo di Dottori di Ricerca: - Federica Barzi 23

24 - Marco Lorusso - Greti Lucaroni - Ting Ting Peng DOTTORATO IN STORIA ECONOMICA XXVII CICLO A.A. /2012 Sito web: Il Dottorato di Ricerca in Storia Economica è nato nel 1994 con l'autorizzazione del CUN e secondo i requisiti previsti. La sede è Verona, Sezione di Storia Economica del Dipartimento di Economie, Società e Istituzioni. Sedi consorziate sono le Università: Cattolica di Milano, Siena, Udine. Iniziato con il X ciclo, il Dottorato di ricerca in Storia economica è giunto al XXIII ciclo. Sono diventati dottori di ricerca in Storia Economica, sino all' aprile 2008, 29 dottorandi. Gran parte di loro ha trovato sbocco negli uffici-studi, negli Archivi, nella carriera accademica, riuscendo a vincere concorsi anche in sedi universitarie prestigiose. Durante il 2010 hanno conseguito il titolo di Dottori di Ricerca: - Gianraimondo Farina - Vinicio Filippi - Luca Papavero - Elisabetta Trainello 24

25 LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMICS - MAGEC Sito web: Il Corso di Laurea Magistrale in Economics, interamente sviluppato in lingua inglese, intende fornire un adeguata preparazione nell ambito delle scienze economiche volta a formare figure professionali in grado di operare nel settore privato e pubblico e con specifiche competenze nell organizzazione di istituzioni operanti in diversi contesti internazionali. Grazie alla lingua veicolo e alla qualità della preparazione che si prefigge di soddisfare gli standards internazionali, il laureato magistrale in Economics sarà in grado di competere per posizioni lavorative di responsabilità anche in ambito europeo. Il corso si contraddistingue per un impostazione generalista, per l attenzione agli aspetti metodologici e applicativi nell ambito delle scienze economiche. Pertanto, il laureato acquisirà elevata padronanza degli strumenti di teoria applicata. Gli strumenti di analisi aziendale e la conoscenza dei principi e istituti del diritto internazionale costituiscono basi complementari. Il laureato sarà in possesso degli strumenti matematici ed analitici necessari per l uso e l interpretazione dei dati e avrà conoscenze economiche, teoriche ed applicate, volte alla soluzione dei problemi del territorio e dei mercati e le conoscenze amministrative e aziendali per individuare e comprendere i problemi di gestione del rischio e i temi della governance societaria. Il percorso formativo spazia dalle discipline micro e macro-economiche, all economia pubblica, al business e management internazionale, alla matematica economicoaziendale, alla valutazione e gestione degli investimenti e del rischio, senza tralasciare gli aspetti giuridici legati alla legislazione economica internazionale. Il secondo anno propone un insegnamento di carattere storico accanto allo studio dell econometria, e infine approfondisce ulteriormente alcuni aspetti cruciali di politica economica legati ai legami tra innovazione, sviluppo industriale e crescita economica, all analisi economica dei problemi delle imprese e al finanziamento di progetti internazionali. Caratteristiche principali del corso: - durata del corso: due anni - tutti gli insegnamenti svolti in lingua inglese con tutoraggio e materiale didattico on line - disponibilità di sostegni finanziari - seminari settimanali di ricerca - possibilità di ammissione al Dottorato in Economia e Finanza - alloggio riservato - partecipazione ad associazione studentesca - accesso al laboratorio di Econometria - possibilità di fruire di un titolo congiunto e di accordi sulla mobilità esistenti nelle Università europee. LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA DELLE IMPRESE E DEI MERCATI INTERNAZIONALI Sede: Vicenza Il CdLM in Economia delle Imprese e dei Mercati Internazionali si pone l obiettivo di formare laureati che possano inserirsi soprattutto in imprese in cui sia indispensabile una forte caratterizzazione economica e aziendalegiuridica, tesa alla gestione di fattori della produzione e prodotti provenienti da e destinati ad altri Paesi, laddove quindi sia importante la conoscenza delle peculiarità dei diversi mercati nazionali e la capacità di gestire le business combination. Rivolta ad un territorio con fortissima vocazione all export e alla internazionalizzazione delle sue imprese, tale Laurea Magistrale dà agli studenti strumenti e competenze che gli permetteranno di valutare la realtà economica internazionale in cui l impresa deve competere, proseguendo, a livello avanzato, la propria formazione. 25

26 LE INIZIATIVE EVENTI E CONVEGNI INTERNAZIONALI Il ha organizzato durante il eventi e convegni quali: Summer School, Winter School, seminari ed ha promosso il progetto Euromidbridge, da cui è nato l EuroMedCenter. Winter School Inequality and the family: Inequality within households and across generations January 10-13, Alba di Canazei (Dolomites) Sito web: Sponsors - Dipartimento di Scienze Economiche - Dottorato in Economia e Finanza Università di Verona - Scuola di Dottorato di Economia Università di Verona - the CEPS-INSTEAD Research Center; - The Society for the Study of Economic Inequality (ECINEQ); - Thema (Universitè de Cergy Pontoise; ANR TRANSINEQ Project) - Statistics Norway - Provincia Autonoma di Trento Erwin Ooghe (UCL, Leuven) Andreas Peichl (IZA, Bonn) Eugenio Peluso (Un. Verona) Federico Perali (Un. Verona) Ray Rees (CES, Un. Munich) Amedeo Spadaro (UIB and PSE) Frederic Vermeulen (Tilburg University) Claudio Zoli (Un. Verona) Comitato Organizzatore: Eugenio Peluso, Federico Perali e Claudio Zoli. Statistical Workshops maggio APPROXIMATE LIKELIHOOD METHODS FOR HIGH-DIMENSIONAL DEPENDENCIES Referente Prof. Marco Minozzo NEW ROBUST METHODS FOR THE ANALYSIS OF COMPLEX DATA Referente Prof. Luigi Grossi La Winter School, organizzata presso la sede di Alba di Canazei, ha coinvolto docenti di fama internazionale come: Rolf Aaberge (Statistics Norway) Frank Cowell (LSE-Sticerd, London) Hélène Couprie (THEMA_Un.Cergy- Pontoise) Udo Ebert (Un.Oldenburg) Paul Gregg (Un. Bristol) Christos Koulovationos (Un. Nottingham, and CFS Frankfurt) Peter Lambert (Un. Oregon) Arnaud Lefranc (THEMA, Cergy-Pontoise) 26

27 EWEPA XII European Workshop on Efficiency and Productivity Analysis Verona - Italy Nel mese di giugno il ha ospitato grazie all organizzazione dei Proff.rri Angelo Zago e Paola Dongili, la XII edizione della Conferenza EWEPA (European Workshop on Efficiency and Productivity Analysis), alla quale hanno partecipato circa 340 studiosi provenienti da 38 Paesi. Sono state presentate oltre 250 relazioni scientifiche sui temi della misurazione dell efficienza e della produttività, con lavori sia metodologici che applicazioni ai diversi settori manifatturieri, al mondo della finanza e al settore pubblico. Il primo giorno di presentazione, la Pre- Conference del il 21 giugno, è stato dedicato agli studenti di PhD che hanno presentato i loro lavori sotto la guida di un collega senior. La Conferenza vera e propria invece si è svolta dal 22 al 24 giugno. Durante la prima giornata, la relazione della sessione plenaria è stata presentata da Rolf Färe (Oregon State University - USA), con la discussione di Bert Balk (Erasmus University Rotterdam - Netherlands) e Finn Forsund (University of Oslo - Norway), moderato da Robert G. Chambers (University of Maryland - USA). Si sono tenute anche due sessioni speciali su Science and Technology Research in a Knowledge-based Economy, moderate da Jacques Mairesse e Michele Cincera, rispettivamente. Durante la seconda giornata, nella sessione plenaria ha presentato un lavoro sulla stima dei dati panel con effetti fissi nei modelli di frontiera stocastica Peter Schmidt (Michigan State Univ.- USA), a cui ha fatto seguito la discussione di Abdelaati Daouia (Univ. Toulouse 1 - France) e Mike Tsionas (Athens University - Greece), moderati da Leopold Simar (Université Catholique de Louvain - Belgium). Tra le altre sessioni, si ricordano quelle speciali su Good Modelling of Bad Outputs, moderata da Robert G. Chambers; quella su Regulation of Local Monopolies in Electricity Distribution, moderata da Timo Kuosmanen; e quella dedicata a Sydney Afriat, presente tra i relatori, coordinata da Knox Lovell (University of Georgia - USA) e Finn Forsund. La terza giornata è stata dedicata all efficienza degli intermediari finanziari. Durante la sessione plenaria ha parlato sulla crisi finanziaria e le ripercussioni sul sistema finanziario Robert DeYoung (Univ. of Kansas- USA), moderato da Paul Wilson (Clemson Univ. - USA). Tra le altre sessioni, sono state organizzate due tavole rotonde. Alla prima, su Performance Measurement in the Banking Industry, moderata da Joe Paradi (University of Toronto - Canada), hanno partecipato Antonio Alvarez (Universidad de Oviedo - Spain), Antonino Del Gatto (Unicredit) e Gary Ferrier (University of Arkansas - USA). Alla seconda, su Efficiency Studies and the Financial Sector: Directions for Future Research, coordinata da Paul Wilson, hanno partecipato Jaap Bos (Maastricht Univ. Netherlands), Robert DeYoung (Univ. of Kansas- USA) e Giorgio Gobbi (Banca d Italia). Il Comitato Scientifico di EWEPA è composto da Antonio Alvarez Pinilla (Universidad de Oviedo Spain), Kristiaan Kerstens (CNRS, IESEG, University of Lille France), Meryem Duygun Fethi (University of Leicester UK), Tsu-Tan Fu (National Taiwan University, Tapei Taiwan), C. A. Knox Lovell (University of Georgia - USA e University of Queensland, Australia), Robin Sickles (Rice Univ., TX USA), Robert Chambers (Univ. of Maryland USA), Timo Kuosmanen (Aalto Univ. School of Economics, Helsinki Finland), Victor Podinovski (University of Warwick UK), Maria Conceição A. Silva Portela (Univ. Católica Portuguesa, Porto Portugal) e Léopold Simar (Catholic Univ. of Louvain-la- Neuve Belgium). 27

28 EUROMIDBRIDGE Il ponte verso il Medio Oriente Sito web: EUROMIDBRIDGE è un progetto ospitato dal Dipartimento e realizzato con una collaborazione fra diversi partners italiani quali: CEPIM Interporto PARMA, Consorzio MIDEURO, Consorzio ZAI, FICEI, ISFORT, Porto di Goia Tauro, Porto di La Spezia, Quadrante Servizi, SIMEST, T.O. DELTA S.p.A., UNIONTRASPORTI ed internazionali quali: Governatorato di Jenin (Palestina), Hallabat Industrial Park (Gior-dania), Jenin Industrial Estate (Palestina), PIEDCO (Palestina), Porto di Haifa (Israele), Porto di Norimberga (Germania), Porto di Rostock (Germania), Porto di Zebrugge (Belgio). Lo scopo del progetto è quello di creare un collegamento diretto tra il Nord ed il Sud dell Europa, da un lato, e l area mediterranea e mediorientale dall altra, promuovendo sia maggiori volumi di scambi che investimenti diretti. EUROMIDBRIDGE è un corridoio logistico di collegamento diretto nell area medio-rientale che utilizza le infrastrutture esistenti, basato sull interporto di Verona e connesso con i sistemi portuali e logistici del Nord Europa, che utilizza i porti italiani ed entra nella regione attraverso il porto di Haifa. Da questo nodo promuove l area industriale di Jenin in Palestina a sostegno dell economia e dell export, attraversa quindi il confine giordano a nord e penetra il più vasto mercato regionale offrendo una alternativa efficiente e rapida al movimento merci e di persone. Il fine del progetto è quello di costruire un corridoio per la pace in Palestina riaprendo l antica Via della Seta (figura 1). La partnership fra porti, centri intermodali, aree industriali, società di promozione dello sviluppo ed università gode di ampio supporto politico nell area mediorientale e si propone come un progetto di quick impact su cui fondare il processo di pace. Con EUROMIDBRIDGE rinasce quindi l antico percorso di Marco Polo come mezzo di promozione della ricchezza, del commercio e della risoluzione dei conflitti. Il Ministero degli Affari Esteri ha deliberato il finanziamento dello studio di fattibilità relativamente alla realizzazione di un Distretto integrato nell area di Jenin. Lo studio A feasibility analysis of the Jenin Industrial and Logistic District ha verificato la possibilità di realizzare un sistema integrato di sviluppo, di promozione dell economia locale e di attrazione degli investimenti al fine di operare scelte di filiere produttive coerenti con le vocazioni del territorio e massimizzare le ricadute ed i benefici in termini sociali sia sul piano dell occupazione che realizzando un clima di stabilità nell area. Figura 1 Il corridoio per la pace 28

29 EVENTI E CONVEGNI INTERNAZIONALI Il ha organizzato tra il 2008 e il i seguenti eventi e convegni quali: Summer School, Winter School Eventi internazionali Dipartimento di Scienze Economiche TITOLO LUOGO 8-11/01/ /06-04/07/ /01/ /06/ /01/2010 Third Winter School on Inequality and Collective Welfare Theory (IT3) Identity and Social Cohesion Third Edition of the Summer School on Development Economics Frontiers of Economic Inequality Second Dolomites Summer School on Antitrust for networks: Focus on vertical restraints Inequality In a Dynamic Perspective Alba di Canazei, Dolomites Alba di Canazei, Dolomites Alba di Canazei, Dolomites Alba di Canazei, Dolomites Alba di Canazei, Dolomites 28-29/06/2010 SAFE 2010 Conference "Studies in Actuarial and Financial Economics" Verona 30/07 03/08/2010 Summer Workshop in Development Alba di Canazei, Dolomites 13-14/09/2010 Quantitative Analysis of Energy Markets QAoEM 2010 Verona 10-13/01/ Inequality and the family: inequality within households and cross generations Alba di Canazei, Dolomites 23-25/05/ Statistical Workshop Verona 21-24/06/ Ewepa XXII European Workshop on Efficiency and Productivity Analysis Verona 29

30 L ATTIVITÀ DI RICERCA E SEMINARIALE Nel 2006 sono stati resi noti i risultati della valutazione della ricerca scientifica per il triennio da parte del Comitato Nazionale CIVR. Il Dipartimento ha contribuito al paniere (di Ateneo) di prodotti sottoposti alla valutazione da parte del panel CIVR di area 13 con sei prodotti. I giudizi ricevuti sui lavori sottoposti hanno generato uno score complessivo pari a 0.73, ponendo il Dipartimento sopra la media nazionale del gruppo di atenei di riferimento, pari a Nella logica di valutazione della ricerca del CIVR, la produzione scientifica dei membri del Dipartimento nel triennio appare positiva evidenziando le potenzialità del Dipartimento, grazie alla continua produzione scientifica del personale in ruolo e ad una buona politica di reclutamento. In particolare, un elenco delle pubblicazioni di docenti e assegnisti del Dipartimento nel triennio è il seguente: Journal of the American Statistical Association, American Journal of Agricultural Economics, Annals of the Institute of Mathematical Statistics, Computational Statistics and Data Analysis, European Economic Review, European Journal of Political Economy, Journal of Economic Psychology, Social Choice and Welfare, Journal of Economics Behavoir and Organisation, Environmental and Resource Economics, Quantitative Financial, Oxford Economic Papers, Econometrics Journal, Emerging Markets Review, Journal of Development Economics, Journal of Economic Dynamics and Control (3 articoli), Journal of Economic Theory, Journal of Financial and Quantitative Analysis, Journal of Income Inequality, Journal of Money Credit and Banking, Journal of Time Series Analysis, Studies in Nonlinear Dynamics and Econometrics, Empirical Economics, Economics Letters, Eurasian Geography and Economics, Post- Communist Economies. dell Istruzione, Università e Ricerca (MIUR), dalla Comunità Europea, dalla Banca Europea per gli Investimenti, dalla Fondazione Cariverona e da istituti ed enti pubblici a livello nazionale, come l Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo ed Alimentare (ISMEA) e locale, come la Provincia di Verona, l Associazione degli Industriali di Verona ed il Centro Polifunzionale Don Calabria, nonché da soggetti privati legati al territorio, quali il Consorzio per gli Studi Universitari in Verona, il Banco Popolare di Verona, BNL, Unicredit ed il Rotary Club. Nel corso del, i colleghi Angelo Zago ed Eugenio Peluso hanno organizzato la Serie di Seminari del Dipartimento di Scienze Economiche presentati nella tabella a seguire. Gli incontri del lunedì hanno avuto cadenza quasi settimanale. Dei trentatre seminari organizzati, circa il 50% è stato tenuto da docenti di Università straniere. L attività di ricerca del Dipartimento si realizza in numerosi progetti sia nazionali che internazionali finanziati dall Ateneo, dal Ministero 30

31 Progetti di ricerca Progetti Prin: nr. 13 L efficacia formativa dei corsi di laurea in scienze del servizio sociale: modalità valutative l accreditamento e il miglioramento dei corsi. I nodi storici del anni '20 '30 negli Archivi vaticani: ordine internazionale, democrazia e totalitarismi nella Chiesa di Pio XI. Verosimiglianze simulate per modelli multidimensionali con componenti latenti o affette da errore. Nuove metodologie robuste per l'analisi di dati complessi - Metodi robusti per l'analisi dei mercati dell'energia elettrica. I differenziali territoriali in Italia: demografia, inflazione e politiche di sviluppo. Modelli per il rischio sistemico e per la valutazione e la copertura del rischio di credito. Federalismo fiscale: aspetti macroeconomici. Nuovi approcci alla political economics: teorie ed esperimenti. Internazionalizzazione della Cina: nuove monete di riserva e politiche degli investimenti diretti. Empirismo e alta teoria: moneta, tecnologia e domanda come fattori determinanti della crisi nel periodo tra le due guerre. Accumulazione di Capitale Umano. Rischio sistemico e cambiamento tecnico nei mercati finanziari e nella dinamica reale. L efficienza della spesa pubblica locale. Responsabile Bressan Franco Maurizio Pegrari Marco Minozzo Luigi Grossi Giampietro Cipriani Andrea Berardi Giampietro Cipriani Francesco De Sinopoli Silvana Malle Sergio Noto Federico Perali Andrea Roventini Nicola Sartor Progetti Firb n. 1 Formazione delle famiglie, percorsi di vita, e politiche pubbliche: nuovi schemi di analisi degli effetti redistributivi e di protezione contro i rischi Responsabile Dott. Sommacal Ente Finanziatore Miur Firb giovani ricercatori Progetti di ricerca di rilevanza internazionale nr. 4 Ente Finanziatore Studio di fattibilità per la realizzazione del distretto integrato di Jenin-West Bank Resp. Prof. Perali Equity and Access to Higher Education: Demand for Student Loans in Italy. Resp. Prof. Perali ALERT Advanced Loss estimation and Earthquake management in Real Time Resp. Prof. Minozzo Ministero Affari Esteri Banca Europea degli Investimenti EC FP7 - Cooperation 31

32 ECONEINS Towards an Economically Efficient Interconnection of Networks: From Technology to Sustainable Internet Architectures and Business Models Resp. Prof. Giovannetti EC FP7 - Cooperation Progetti di ricerca di rilevanza nazionale nr. 4 Progetto JUVCRIME - Analisi di causalità del reato minorile sia a livello macro che micro economico e valutazione dell'impatto sul benessere individuale e sociale delle misure di intervento. Resp. Prof. Perali. Progetto MOSAICO - Analisi Costi e Benefici del Modello Riabilitativo per pazienti che hanno subito Traumi Cranici. Resp. Prof. Perali. New ISEE for access to social and public aid services. Resp.Prof. Perali Punishment and Decision-Making: Neuroeconomic Foundations, Behavioural Experiments and Implications for Law and Economics Resp. prof. Zarri Soggetti partner Joint Research Project Istituto Don Calabria Fondazione Cariverona Joint Research Project e 5 Comuni Provincia Vr Joint Research Project Max Planck Institute (Jena) Progetti di ricerca presentati e finanziati dal Polo Scientifico Didattico Responsabile Studi sull Impresa di Vicenza nr. 4 Apertura economica con l estero e allargamento degli sbocchi di mercato in relazione all economia vicentina e alle prospettive di sviluppo delle Silvana Malle economie emergenti nell area dell Europa Orientale e del Medio Oriente. Comprendere le decisioni familiari sul curriculum della scuola superiore dei ragazzi. Preferenze, aspettative ed interazioni dentro e fuori il nucleo Giovanni Tondini familiare. Analisi e modellizzazione di fenomeni spaziali di particolare interesse per il Marco Minozzo territorio vicentino. Simulatore dinamico dell economia vicentina. Michela Sironi Portafoglio dei progetti finanziati nel con assegni di ricerca n. 10 Titolare Immigrazione e coesione sociale: implicazioni economiche e politiche. Family formation, life-course patterns and public policies: a new scheme for the analysis of interpersonal and intrapersonal redistribution New ISEE for access to social and public aid services La siderurgia italiana e il piano Marshall: decisioni politiche, aspetti economici, posizioni organizzative. Classificazione e riduzione della dimensionalità nel caso di grandi basi di dati con struttura di dipendenza spaziale e spazio-temporale. Analisi della dinamica industriale mediante modelli per dati longitudinali. Behavioural Economics and Social Preferences: Experimental Evidence. Dualità Lagrangiana in Ottimizzazione Vettoriale. Applicazioni economiche. Le politiche agricole e rurali dopo il Analisi Costi Benefici del Modello Riabilitativo per Pazienti che hanno subito Traumi Cranici Andrea Bonfatti Laura Cavalli Elena Dalla Chiara Elisa Dalla Rosa Clarissa Ferrari Angelica Gianfreda Daniela Grieco Elisa Pagani Nicola Pontarollo Lara Pizzo 32

33 Serie di seminari del Dipartimento di Scienze Economiche Data Titolo Relatore 17/01/11 Strategic sophistication of individuals and teams in experimental normal-form games 18/01/11 Communication Vertical Hierarchies: The Case of Adverse Selection 24/01/11 Leading by words: a voluntary contribution experiment with one-way communication 31/01/11 Scaling and Multiscaling in Financial Indexes: a Simple Model with some Applications 07/02/11 Labor market integration policies and the convergence of regions: the role of skills and technology divffusion Francesco Feri Univ. Trieste Salvatore Piccolo Univ. Salerno Maria Vittoria Levati - Max Planck Inst. Econ. Alessandro Andreoli Univ. Padova Herbert Dawid Univ. Bielefeld 08/02/11 Bayesian and Consistent Assessments Carlos Gonzalez Pimienta Univ. Carlos III Madrid 14/02/11 Incomplete information and filtering in credit risk models Claudio Fontana Univ. Padova 21/02/11 World Trade and World Money a Neoricardian Outlook on global Economy Guido Montani Univ. Pavia 28/02/ Studi di settore: results and directions for future research Alessandro Santoro Univ. Milano-Bicocca 07/03/ Stylized facts on R&D alliances Julia Taddei Techn. Compiegne, Fr 21/03/ Swings and roundabouts: Life expectancy and early life exposure to recession 25/03/ Gli Studi di Settore: un processo graduale di emersione in un contesto di compliance Edmund Cannon Univ.of Bristol, UK Danilo Ballanti SOSE 28/03/ Quanto è path-dependent la genesi dei distretti industriali Marco Belfanti Univ.di Brescia 04/04/ The uncertain Italian trajectory from state-capitalism to a liberal-market economy 05/04/ Estimation of search frictions in the British electricity market 11/04/ An Experimental Investigation of Intrinsic Motivations for Giving Stefano Solari Univ. di Padova Michael Waterson Univ.of Warwick Mirco Tonin Univ.of Southampton, UK 18/04/ (Un)expected retirement and the consumption puzzle Flavia Coda Moscarola Univ. di Torino & CeRP 19/04/ Evaluating Multidimensional Value at Risk Evarist Stoja Univ. Bristol, UK 02/05/ Anticipated Capital Market Integration May Lead to a "Race to the Top" Miltiadis Makris Univ. Southampton, UK 05/05/ Introduction to Bayesian inference Prof. Alessandra Guglielmi Politecnico di Milano 33

34 Serie di seminari del Dipartimento di Scienze Economiche Data Titolo Relatore 06/05/ Introduction to Markov chain Monte Carlo Alessandra Guglielmi Politecnico di Milano 16/05/ Spazio e povertà: un'analisi sulle relazioni tra contesto e individuo Enrica Chiappero Univ.di Pavia 19/05/ Likelihood inference in hidden Markov models (Part I) Eric Mouline Télécom ParisTech (ENST) 23/05/ Experience, innovation and productivity. Empirical evidence from Italy's slowdown Maria Laura Parisi Univ. di Brescia 25/05/ Likelihood inference in hidden Markov models (Part II) Eric Mouline Télécom ParisTech (ENST) 06/06/ Germs, Social Networks and Growth Alessandra Fogli Univ. of Minnesota, USA 13/06/ Voting under the Threat of Secession: Accommodation vs. Repression Philippe de Donder IDEI Toulouse, Fr 20/06/ Good modeling of bad output Finn Forsund Univ.Oslo 12/09/ Pollution control: when, and how, to be precautious Stergios Athanassoglou - Fondazione Enrico Mattei 26/09/ Are Consumers Concerned about Palm Oil? Evidence from a Lab Experiment 03/10/ Investment Decisions under Uncertainty, Real Options and Quantitative Finance 24/10/ Should I remember more than you? On the best response to factor-based strategies 28/11/ On the (in)efficiency of production taxes and firms organizational choice Stephan Marette INRA Paris, Fr Jorge Passamani Zubelli IMPA Rio Janeiro Brasil René Levínský Max Planck Inst.Econ. Jena Simone Moriconi Univ. Cattolica di Milano 34

35 PRODUTTIVITA Il Dipartimento di Scienze Economiche produce pubblicazioni scientifiche, organizza attività formative e divulgative utilizzando capitale umano e risorse finanziarie. L efficacia nell utilizzo di questi fattori può essere valutata costruendo degli indicatori calcolati dalle informazioni sul processo produttivo. Le risorse finanziarie disponibili per l attività scientifica, formativa e organizzativa di ciascun docente corrispondono a circa Euro nell anno, dividendo il Fondo di Funzionamento Ordinario per il numero di docenti pari a 49. Le risorse sono diminuite nell ammontare di circa il 10% rispetto al L indice di produttività nelle pubblicazioni è di circa 2 pubblicazioni per docente all anno. L intensa attività di organizzazione di convegni, seminari e scuole di formazione avanzata invernali ed estive di eccellenza internazionale completa la qualità del prodotto culturale. Produttività INPUT CAPITALE UMANO Amministrativi in ruolo Professori Ordinari Professori Associati Ricercatori Assegnisti di Ricerca RISORSE FINANZIARIE Fondo di Funzionamento Ordinario FINANZIAMENTI PER LA RICERCA Altri trasferimenti dell'ateneo (Cooperint, OFLS, FUR, JRP e finanziamenti eventi) Trasferimenti MIUR (PRIN, FIRB) Altre fonti di finanziamento (Cofinanz. Progetti) OUTPUT CONFERENZE E SEMINARI Seminari Conferenze Winter School Banche Dati 2 2 Summer School PUBBLICAZIONI Working Papers Libri e articoli con referaggio su riviste scientifiche DOTTORANDI DOTTORATO IN ECONOMIA E FINANZA DOTTORATO IN STORIA ECONOMICA

36 I DOCENTI Sono di seguito presentati i docenti del Dipartimento con le aree d interesse ed una breve presentazione dei docenti stranieri ospiti del nel. ANDREA BERARDI Professore ordinario di metodi matematici dell economia e finanza Struttura a termine dei tassi di interesse Strumenti derivati Risk management Berardi A. Term structure, inflation and real activity, Journal of Financial and Quantitative Analysis, Berardi A., Brown R., Schaefer S. Interest rate volatility and the term structure, in New Directions in Term Structure Modelling, Berardi A.,Torous W. Term structure forecasts of long-term consumption growth, Journal of Financial and Quantitative Analysis, FRANCO BRESSAN Professore ordinario di statistica sociale Demografia Statistica sociale Statistica sanitaria Bressan F.., Comparini M., Rocco S. Le tavole di mortalità di Verona in Commento all annuario statistico del Comune di Verona, Comune di Verona, Bressan F., Salzani P. CLUSTER ANALYSIS: formazione di gruppi di reperti. In (a cura di Aspes A.) I BRONZI DEL GARDA: valorizzazione delle collezioni di bronzi preistorici di uno dei più importanti centri metallurgici dell'europa del II millennio a.c., Ed. MUSEO CIVICO DI STORIA NATURALE DI VERONA,. Bressan F., Approfondimenti su alcune domande a risposta multipla a cura di Bressan, Pedrazza, Neva Il percorso formativo dell assistente sociale. Autovalutazione e benessere professionale Franco Angeli, Milano,. ALESSANDRO BUCCIOL Ricercatore di Econometria Aree di interesse Scelte di portafoglio e misurazione del rischio Economia comportamentale Micro-simulazione di modelli intertemporali Bucciol, A., Measuring Self-Control Problems: a Structural Estimation, Journal of the European Economic Association,. Bucciol, A., Miniaci, R., Household Portfolios and Implicit Risk Preference, The Review of Economics and Statistics,. Bucciol, A., Houser, D., Piovesan, M., Temptation and Productivity: A Field Experiment with Children, Journal of Economic Behavior and Organization,. SILVIA CENTANNI Ricercatrice di metodi matematici dell economia e finanza Modelli per dati ad alta frequenza Valutazione di titoli derivati e fattore di sconto stocastico Metodi Monte Carlo per la stima ed il filtraggio. 36

37 S. Centanni, M. Minozzo, Monte Carlo derivative pricing with partial information in a class of doubly stochastic Poisson processes with marks, International Journal of Theoretical and Applied Finance,. S. Centanni, Ongaro A., Computing option values by pricing kernel with a stochatic volatility model, Dipartimento Scienze Economiche, Centanni S., Minozzo M. A Monte Carlo approach to filtering for a class of marked doubly stochastic Poisson processes, Journal of the American Statistical Association, Macroeconomia Teoria della crescita endogena Economia della popolazione Cipriani G.P., Zago A., Productivity or Discrimination? Beauty and the Exams, Oxford Bulletin of Economics and Statistics,. Cipriani, G.P., Makris M., PAYG Pensions and Human Capital Accumulation: Some Unpleasant Arithmetic, Manchester School,. Cipriani G.P., Lubian D., Zago A. Natural Born Economists?, Journal of Economic Psychology, CICOGNA VERONICA Ricercatore di Statistica Metodologica Analisi dei dati Temi demografici Analisi quantitativa dei mercati elettrici V. Cicogna, G. Dall Oglio, Analisi demografica del Comune di Verona: caratteristiche e dinamica di una minoranza in crescita P. De Agostini, V. Cicogna, F. Perali, The supply of functions by homogeneous area using cluster analysis, in Integrated Assessment and Management of Public Resources, Edited by J.C. Cooper, F. Perali, M. Veronesi, New horizons in environmental economics, Ed. Edward Elgar, UK-MA USA, V. Cicogna, L evoluzione demografica nel Comune di Verona nell ultimo triennio (anni ), in Commento all Annuario Statistico 2003 del Comune di Verona, Ufficio di Statistica del Comune di Verona, Sistan, FRANCESCO DE SINOPOLI Professore ordinario di economia politica Aree di interesse Teoria dei Giochi Politica Economica Microeconomia De Sinopoli F., L. Ferraris, and G. Iannantuoni The effect of ideology on policy outcomes in proportional representation systems Mathematical Social Science,. De Sinopoli, F., Pimienta, C. Costly network formation and regular equilibria, Games and Economic Behavior, De Sinopoli F., Pimenta C. Undominated (and) perfect equilibria in Poisson games, Games and Economic Behavior, EDOARDO DEMO Ricercatore confermato di Storia Economica : Storia economica e sociale in età preindustriale Storia del commercio Storia dell impresa GIAM PIETRO CIPRIANI Professore ordinario di economia politica Les notaires-marchands des villes de la Terre Ferme venitienne au début de l époque moderne, atti del convegno 37

38 internazionale Le notaire, entre métier et espace public en Europe. Moyen Age- Temps modernes (Aix-en-Provence/ Marseille settembre 2006), a cura di L. Faggion, A. Mailloux e L. Verdon, Aix-en-Provence Dalla Terraferma al Mediterraneo. Traffici, vie d acqua e porti dell Italia centro-meridionale nelle strategie dei mercanti delle città del dominio veneziano (secc. XV-XVII), in Acque, terre e spazi dei mercanti. Istituzioni, gerarchie, conflitti e pratiche dello scambio nel Mediterraneo dall età antica alla modernità, a cura di D. Andreozzi, L. Panariti e C. Zaccaria, Trieste L Arca del Santo nei suoi aspetti economici e contabili. L inedito libro de la intrada e spesa de la fabrica de messer Santo Antonio per l anno , in Il Santo. Rivista Francescana di Storia, Dottrina, Arte, PAOLA DONGILI Professoressa associata di economia politica Economia monetaria Economia finanziaria Economia internazionale monetaria P. Dongili, A. Zago Credit quality and technical efficiency in Banking, Empirical economics,. MARIA LUISA FERRARI Ricercatrice di Storia economica Lo studio dei ceti dirigenti, con particolare riguardo alla nobiltà, nella loro dimensione sociale ed economica, dall antico regime fino all età contemporanea. L economia e la società della Terraferma veneta. La storia del commercio e dei trasporti Ferrari M.L, La ferrovia come infrastruttura, in Strade ferrate Le campagne fotografiche dello studio Lotze, a cura di A. PRANDI, Venezia, Marsilio Ferrari M.L., L imprenditorialità veronese e le esposizioni: fra tradizione e innovazione, in Imprenditorialità e sviluppo economico. Il caso italiano (secc. XII_XX). Società Italiana degli Storici Economici, Università Bocconi, novembre 2008, a cura di F. AMATORI e A. COLLI, Milano, EGEA, Ferrari M.L., Vivenza G., Tutelare la famiglia: conservazione o incremento del patrimonio. Percorsi sei-settecenteschi italiani e inglesi, in Il ruolo economico della famiglia secc. XIII-XVIII, Istituto Internazionale di Storia economica F. Datini XL, P. Dongili, S.P. Rossi, A. Zago TAMARA FIORONI Efficienza e competitività delle banche Ricercatore di economia politica. italiane: un confronto con alcuni sistemi bancari europe. Competitività ed efficienza dell'economia italiana: fattori sistemici e valutazioni quantitative. Il Mulino, Bologna, Economia sanitaria Accumulazione di capitale umano e dinamiche demografiche P. Dongili P. Giustinelli Educazione e scelta scolastica in Formazione e insegnamento Distribuzione del reddito e lavoro minorile. Pubblicazioni Optimal savings and health spending over the life cycle", European Journal of Health Economics, Springer, Child Mortality and Fertility: public versus private education", Journal of Population Economics, Springer, Child Mortality Decline, Inequality and Economic Growth", in Long-Run 38

39 Growth, Social Institutions and Living Standards, curatori N. Salvadori e A. Opocher, Edward Elgar, BRUNO GIACOMELLO Professore associato di Metodi Quantitativi per l Economia, la Finanza e le Scienze Attuariali EMANUELE GIOVANNETTI Professore associato di economia politica Economia industriale, dei networks e delle telecomunicazioni Antitrust Tecnologia dell'informazione Giovannetti E., Stallibrass D. Three cases in search of a theory: Resale Price Maintenance in the UK, European Competition Journal, D Ignazio A., Giovannetti E. Asymmetry and Discrimination in Internet Peering. Evidence from the LINX, International Journal of Industrial Organization, Giovannetti E. Peering and Roaming on the Internet, Telecommunications Policy, LUIGI GROSSI Professore associato di Statistica Economica Analisi quantitativa dei mercati energetici Analisi delle serie storiche finanziarie Stimatori statistici robusti Aree di interesse Corporate Finance e Valutazione di operazioni finanziarie Grossi L. and Laurini F., Robust Operazioni Finanziarie sui mercati estimation of efficient mean-variance internazionali frontiers, Advances in Data Analysis and Risk management e Metodi Quantitativi Classification,. per la Direzione Aziendale Giulietti M., Grossi L. and Waterson M. (2010), Price transmission in the UK electricity market: was NETA Gentili L., Giacomello B., Girardi D., beneficial?, Energy Economics, Budgeting models and system simulation, EBES Conference, Athens Grossi L. and Laurini F., A robust forward weighted Lagrange multiplier Bertolazzi C., Giacomello B., Grasselli test for conditional heteroscedasticity, M., Lanzavecchia A., Stock option plans Computational Statistics and Data with incentives, working paper, Analysis, Gentili L., Giacomello B., Girardi D., Budgeting models and system simulation: ANNAMARIA GUOLO a dynamic approach, Working Paper,. Ricercatrice di statistica Modelli per errori di misura Metodi asintotici per l'inferenza di verosimiglianza Meta-analisi Pubblicazioni Guolo, A. Higher-order likelihood inference in meta-analysis and metaregression. Statistics in Medicine,. Guolo, A. Pseudo-likelihood inference for regression models with misclassified and mismeasured variables. Statistica Sinica,. Guolo, A. Measurement error correction in exploiting gene-environment independence in family-based case-control studies, Scandinavian Journal of Statistics. MARIA VITTORIA LEVATI Professore associato di Economia Politica 39

40 Teoria dei giochi Economia sperimentale Teorie di razionalità limitata Güth W., Levati M.V., Sutter M.,. van der Heijden E. Leading by example with and without exclusion power in voluntary contribution experiments, Journal of Public Economics, Brennan G., Gonzalez L., Güth W., Levati M.V Attitudes toward private and collective risks in individual and strategic choice situations, Journal of Economic Behavior & Organization, Levati M.V., Miettinen T., Rai B. Context and interpretation in laboratory experiments: the case of reciprocity, Journal of Economic Psychology,. DIEGO LUBIAN Professore ordinario di econometria Teoria econometrica Analisi delle serie temporali Econometria dei mercati finanziari Lubian Diego; Zarri Luca, Happiness and Tax Morale: an Empirical Analysis, Journal of Economic Behavior & Organization,. Cappuccio Nunzio, Lubian Diego, The Fragility of the KPSS Stationarity Test, SMA. Statistical Methods and Its Application, Cipriani G.P., Lubian D., Zago A. Natural Born Economists?, Journal of Economic Psychology, Pammolli F, Magazzini L, Riccaboni M.: The Sustainability of European Health Care Systems: Beyond Income and Ageing, The European Journal of Health Economics,. Calzolari G, Magazzini L.: Autocorrelation and Masked Heterogeneity in Panel Data Models Estimated by Maximum Likelihood, Empirical Economics,. Pammolli F, Magazzini L, Riccaboni M: The Productivity Crisis in Pharmaceutical R&D, Nature Reviews. Drug Discovery,. FRANCESCA MARIANI Ricercatrice di Metodi Matematici dell Economia e delle Scienze Attuariali e finanziarie. Modelli matematici per la finanza Metodi numerici per la finanza Ingegneria delle reti A. Farina, A. Graziano, F. Mariani, F. Zirilli, A Cooperative Sensor Network: Optimal Deployment and Functioning, Revue d'automatique, d'informatique et de Recherche Opèrationnelle L. Fatone, F. Mariani, M.C. Recchioni, F. Zirilli, The analysis of real data using a multiscale stochastic volatility model, in stampa su European Financial Management Journal, L.Fatone, F.Mariani, M.C.Recchioni, F.Zirilli, An explicitly solvable multiscale stochastic volatility model: option pricing and calibration problems, Journal of Futures Markets, LAURA MAGAZZINI Ricercatrice di econometria Competizione e innovazione nel mercato farmaceutico Dati panel e dati categorici Metodi di stima basati sulle simulazioni GIANPAOLO MARIUTTI Ricercatore di economia politica Teoria macroeconomica keynesiana. Teoria dello sviluppo e della crescita in particolare della dinamica strutturale e industriale. 40

41 Teoria della conoscenza e dell'istruzione come fonte dello sviluppo economico. Pasinetti L., Mariutti G. Hicks's conversion - From J.R. to John in Markets, Money and Capital: Hicksian Economics for the 21st Century, R. Scazzieri, A. Sen, S. Zamagni, Cambridge, Cambridge University Press, Marangoni G., Mariutti G., Analisi Input-Output, in Marangoni G. Economia delle Decisioni, Lugano, Università della Svizzera Italiana Press, Mariutti G., Analisi e stime dell'economia e dei settori produttivi, Dipartimento per la Provincia di Verona - PTCP Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, MARTINA MENON Ricercatrice di economia politica Economia della famiglia Economia del lavoro Econometria applicata Menon, M. and Perali F. Econometric Identification of the Cost of Maintaining a Child, Research on Economic Inequality, Menon, M. and Perali F. Eliciting Risk and Time Preferences in Field Experiments: Are They Related to Cognitive and Non-Cognitive Outcomes? Are Circumstances Important? Rivista Internazionale di Scienze Sociali, Menon, M. and F. Perali Il Costo di Accrescimento dei Figli, in Il costo dei Figli. Quale Welfare per le Famiglie?, ed. P. Donati, Milano, FrancoAngeli, MARCO MINOZZO Professore associato di statistica Metodi di stima computazionalmente intensivi Modelli spaziali multivariati per l analisi di dati economici, ambientali ed epidemiologici Modelli temporali per l analisi di serie storiche economiche e finanziarie S. Centanni, M. Minozzo Monte Carlo derivative pricing with partial information in a class of doubly stochastic Poisson processes with marks, International Journal of Theoretical and Applied Finance, C. Ferrari, M. Minozzo Analisi dell autoefficacia professionale con un modello fattoriale per dati binomiali, in Il Percorso Formativo dell Assistente Sociale: Autovalutazione e Benessere Professionale (eds. F. Bressan, M. Pedrazza, E. Neve), Collana Politiche e Servizi Sociali, Franco Angeli,. M. Minozzo, C. Ferrari A Hierarchical geostatistical factor model for multivariate Poisson count data, manoscritto sottomesso a Annals of Applied Statistics,. ELISA MONTRESOR Professoressa associata di economia ed estimo rurale Economia agroalimentare Articolazione territoriale dello sviluppo agricolo e rurale Economia e politica montana Montresor E., Pecci F. "Governance territoriale e sviluppo rurale: il caso della Regione Veneto", in Boccaletti S. (ed), Cambiamenti nel sistema alimentare. Nuovi problemi, strategie, politiche, Franco Angeli, Milano, Montresor E., Pecci F., Pontarollo N., The Evaluation of European Structural Funds on Economic Convergence with the Application of Spatial Filtering Technique, Proceedings 16 Congresso da APDR, Madeira,

42 SERGIO NOTO Montresor E., "Il ruolo delle donne nello sviluppo agricolo e rurale, Rete Nazionale LEADER, Donne e sviluppo rurale, Roma, Ricercatore di Storia Economica Storia del Pensiero Economico Storia delle Imprese e dell imprenditoria Storia dello sviluppo economico Introduzione a Angelo Messedaglia e il suo tempo. Atti del convegno per il Centenario della morte di Angelo Messedaglia, Macerata, EUM, pp. 9-33, Introduzione ad Alan Ebenstein, Friedrich von Hayek. Una biografia, Introduzione e traduzione italiana di Sergio Noto, Soveria Mannelli, Rubbettino, pp. 5-32, S. Lovo, F. Perali, Un analisi dello sviluppo della Valle d Aosta in prospettiva storica con l ausilio delle matrici di contabilità sociale Rivista di Politica Economica, pp , DARIO OLIVIERI Professore ordinario di Statistica. Le fonti energetiche La misura della qualità della vita I piani di campionamento Pubblicazioni D.Olivieri, P. Menegolli, Un aspetto peculiare dell'immigrazione: l'imprenditorialità in Studi Economici e Sociali, Anno XLV, gennaiogiugno, D.Olivieri, Lo spettatore del Festival Lirico Veronese: profilo e opinioni. Indagine statistica Stagione 2008, Fondazione Arena di Verona-Dipartimento di Economie Società e Istituzioni, Università di Verona, 2009 D.Olivieri, La qualità della vita nelle province italiane: un approccio di sintesi in Studi Economici e Sociali, Anno XLIV, ottobredicembre, FRANCESCO PECCI Ricercatore di Economia ed Estimo rurale Aree di interesse Economia e politica agroalimentare Sviluppo territoriale Analisi spaziale Montresor E., Pecci F., Pontarollo N., The convergence process of the European regions: the role of Regional Policy and the Common Agricultural Policy, Studies in Agricultural Economics,. Montresor E., Pecci F., Pontarollo N. Quality Agro-Food Districts, typical Products, local Governance, Sviluppo locale,. Pecci F., Pontarollo N., Il processo di convergenza delle regioni europee tra il 1995 e il 2007 (The Convergence Process f the European Regions between 1995 and 2007), Rivista di Scienze regionali (Italian Journal of Regional Science),. VITTORIO PEDERZOLI Professore ordinario di Politica Economica Aree interesse Politica economica Politica sanitaria Economia Internazionale Pederzoli V., Gandini P. Analisi comparata dei costi dei laboratori analisi di alcune strutture sanitarie: un'indagine per la determinazione dei costi delle prestazioni erogate, Banco Popolare, Verona, Banco Popolare, Pederzoli V., M.C. Baruffi, Le relazioni economiche tra Europa e Medio Oriente: una difficile convivenza, Padova. Cedam, Pederzoli V, Appunti di Economia, Padova, CEDAM,

43 LETIZIA PELLEGRINI Professoressa ordinaria di metodi matematici dell economia e finanza Teoria dell ottimizzazione Ricerca operativa Matematica per le applicazioni economiche L. Pellegrini, On Generalized Constrained Optimization and Separation Theorems, Taiwanese Journal of Mathematics,. G. Mastroeni, L. Pellegrini, Conic Separation for Vector Optimization Problems, Optimization,. F. Giannessi, A. Moldovan and L. Pellegrini, Metric Regular Maps and Regularity for Constrained Extremum Problems, in Nonlinear Analysis and Optimization. Conference in Celebration of Alex Ioffe s 70 th and Simeon Reich s 60 th Birthdays, A. Leizarowitz, B.S. Mordukhovich, I. Shafrir, A.J. Zaslavski Eds.; June 18-24, 2008 Haifa, Israel; Contemporary Mathematics, Amer. Math. Soc., Providence, RI, EUGENIO PELUSO Professore Associato di politica economica Teoria delle Scelte sociali Misura della disuguaglianza Preserving Dominance Relations through Disaggregation: the Evil and the Saint (with A. Trannoy), Social Choice and Welfare, A stochastic dominance approach to the measurement of discrimination (with M. Le Breton and A. Michelangeli), Journal of Economic Theory,. Detecting a change in wealth concentration without the knowledge of the wealth distribution (with A. Michelangeli and A. Trannoy). Journal of Economic Inequality, FEDERICO PERALI Professore ordinario di politica economica Economia del consumatore e del benessere Equilibrio economico generale Economia dello sviluppo Aristei D., Perali F., Pieroni L. Cohort Analysis of Alcohol Consumption: a Double Hurdle Approach, Empirical Economics, Perali F. The second Engel law: It is a paradox? European Economic Review, Perali F. Can Piglog Preferences Identify Equivalence Scales? International Review of Economics, ALBERTO PERETTI Professore associato di metodi matematici dell economia e finanza Aree di interesse: Teoria dell ottimizzazione Metodi numerici per l ottimizzazione Matematica per le applicazioni economiche Peretti A. On a particular mapping in R, Working paper no. 68, Dipartimento di Scienze economiche, Colicino E., Peretti A. Copula functions: general features and an application to risk management, Quaderno del Dipartimento di Statistica, Università Milano Bicocca, Peretti A. A gradient-like method for quasidifferentiable optimization, Journal of Information & Optimization Sciences, PAOLO PERTILE Ricercatore di Scienza delle Finanze Aree di interesse: Economia della sanità 43

44 Analisi costi-benefici Investimenti in condizioni di incertezza Levaggi R., Moretto M., Pertile P. Static and Dynamic Efficiency of Irreversible Health Care investments under Alternative Payment Rules, Journal of Health Economics,. Pertile P. An extension of the real option approach to the evaluation of health care technologies: the case of positron emission tomography, International Journal of Health Care Finance and Economics, Pertile P. Investment in health technologies in a competitive model with real options, Journal of Public Economic Theory, VERONICA POLIN Ricercatore di Scienza delle Finanze Aree di interesse: Redistribuzione fiscale Povertà e disuguaglianza Evasione fiscale Pertile P., Polin V., Rizza P. e M. Romanelli L equità intergenerazionale delle politiche di bilancio, in A. Schizzerotto, N. Sartor e U. Trivellato (a cura di) Le disuguaglianze tra le generazioni nell Italia di oggi, Il Mulino, Polin V. e N. Sartor Family Intertemporal Fiscal Incidence: A New Methodology for Assessing Public Policies MPRA Paper 25570, University Library of Munich, Germany Polin V. I mercati del microcredito:tendenze internazionali e caso italiano. Una rassegna, Rivista Internazionale di Scienze Sociali, ROBERTO RICCIUTI Professore associato di Politica economica Aree di interesse: Political economy Cliometria Economia sperimentale Pubblicazioni C. Dalle Nogare, Ricciuti R., Do Term Limits Affect Fiscal Policy Choices? European Journal of Political Economy,. Padovano F., Ricciuti R., Political Competition and Economic Performance: Evidence from the Italian Regions Public Choice, M. Caminati, A. Innocenti, R. Ricciuti, Drift Effect under Timing without Observability: Experimental Evidence Journal of Economic Behavior and Organization, FRANCESCO ROSSI Professore ordinario di Metodi Matematici dell Economia e delle Scienze Attuariali e finanziarie. Analisi degli investimenti e gestione del rischio Modelli per i mercati finanziari Selezione del portafoglio Rossi F., Mantovani F., Teoria di portafoglio: diversificazione degli investimenti e controllo del profilo rendimento-rischio, Monduzzi Ed., Bologna, Rossi F.A. Exploring efficient sets and equilibria on risky assets with ABAPO DSS prototype version 2.1 Modelling for Financial Decisions, a cura di I. Spronk - B. Matarazzo, Berlin, Springer-Verlag,

45 Gamba A., Rossi F.A. Mean-Variance- Skewness Analysis in Portfolio Choice and Capital Markets, Baranzini M., Filippi E., Savi P. e Tondini G. (eds) Analisi economica e società civile (scritti in onore di Giuseppe Gaburro), CEDAM, ALBERTO ROVEDA Ricercatore di metodi matematici dell economia e finanza Matematica applicata Analisi applicata ai micro-dati Demografia e sistemi pensionistici Polin V., Rocchi E., Roveda A. L'uscita dei figli dalla famiglia di origine: rilevanza degli aspetti economici? in Atti dei Convegni Linceii 224, Roma, Bardi Editore, Atti di "Famiglie, nascite e politiche sociali", Roma, Accademia Nazionale dei Linceii, Berardi A., Malachini L., Roveda A. Cyclical consumption growth and the term spread, Atti di "XXVII Convegno annuale A.M.A.S.E.S.", Cagliari, Sartor N., Azzarri C., Cozzolino M., Declich C., Polin V., Roveda A. Intragenerational distribution across families: what do generational accounts tell us?, ENEPRI Occasional Paper N. 2, ANDREA ROVENTINI Ricercatore di economia politica Keynes: A Policy-Friendly Model of Endogenous Growth and Business Cycles, Journal of Economic Dynamics and Control, Fagiolo G., M. Napoletano, and A. Roventini Are Output Growth-Rate Distributions Fat-Tailed? Some Evidence from OECD Countries, Journal of Applied Econometrics, NICOLA SARTOR Professore ordinario di Scienza delle Finanze Aree di interesse debito pubblico: sostenibilità finanziaria ed equità intergenerazionale sistemi pensionistici economia, demografia e immigrazione Sartor, N., A. Schizzerotto, U. Trivellato (a cura di), Generazioni disuguali. Le condizioni di vita dei giovani di oggi e di Macroeconomia Politica economica Analisi delle reti urbane Modelli ad agenti eterogenei Distretti industriali e ambiente Distretti culturali, ecomusei Fagiolo G., and A. Roventini, On the Scientific Status of Economic Policy: A Tale of Alternative Paradigms, Knowledge Engineering, Dosi G., G. Fagiolo, and A. Roventini. Schumpeter Meeting ieri: un confronto, Bologna, Il Mulino,. Sartor N. Invecchiamento, Immigrazione, Economia, Bologna; Il Mulino, Sartor N., Franco D. Notional Defined Contribution in Italy Unsatisfactory Present, Uncertain Future, in R. Holzmann e E. Palmer (eds) Non-financial Defined Contribution (NDC) Pension Schemse: Concept, Issues, Implemetation, Prospects, Washington, World Bank, PAOLA SAVI Professoressa associata di geografia economicopolitica Savi P., Sistemi produttivi locali e ambiente. Dalla dimensione teorica a quella operativa, Economia e Ambiente,. 45

46 Savi P., La cultura quale driver di competitività territoriale: possibili sinergie tra fondazioni bancarie e distretti culturali, Leardini C., Rossi G. (a cura di), Fondazioni bancarie, arte e cultura. Ruolo, risultati e prospettive alla luce di un analisi territoriale, Angeli, Milano, Savi P. The City and the Urban Networks: The Contribution of Italian Urban Geography, Galindo M-A., Nardi Spiller C (Eds.), Issues in Economic Thought, Nova Science Publishers, New York, GIACOMO SCANDOLO Ricercatore Metodi Matematici dell'economia e delle Scienze Attuariali e Finanziarie Aree di interesse Teoria del rischio finanziario Finanza computazionale Teoria delle decisioni Pubblicazioni Cont R. Deguest R., Scandolo G., "Robustness and sensitivity analysis of risk measurement procedures", Quantitative Finance, Acerbi C., Scandolo G., "Liquidity risk and coherent risk measures", Quantitative Finance, Barrieu P., Scandolo G., "General Pareto optimal allocations and applications to multi-period risks", ASTIN Bulletin, ALESSANDRO SOMMACAL Ricercatore di Scienza delle Finanze Aree di interesse: Economia pubblica Teoria della crescita Pensieroso L., Sommacal A. Economic development and the family structure: from the Pater Familias to the nuclear family", Econpubblica working paper 159, De la Croix D., Sommacal A. A theory of medical effectiveness, differential mortality, income inequality and growth for pre-industrial England, Mathematical Population Studies, Sommacal A. Pension systems and intragenerational redistribution when labor supply is endogenous, Oxford Economic Papers, CRISTINA SPILLER Professoressa associata di economia politica Pensiero economico degli autori italiani Dinamica dei prezzi e problemi inflazionistici Economia e mercato dell arte M.A. Galindo e C. Nardi Spiller, Business Cycles in Italian Tradition, in Issues in Economic Thought, New York, Nova Science Publishers, M.A. Galindo e C. Nardi Spiller, Issues in Economic Thought, New York, Nova Publishers, D. Fiorentino e C. Nardi Spiller, Art advisory vs gallerista, Il Pensiero Economico Moderno,. GIOVANNI TONDINI Professore ordinario di Politica Economica Aree di interesse: Etica ed economia Economia comportamentale Applicazioni all economia dei sistemi dinamici complessi Tondini G., Fini R. Razionalità ed irrazionalità nei mercati finanziari in Crisi finanziarie: quali difese?, N. Rezzara ed., Vicenza, Tondini G., Fini R. Innovazione e sviluppo economico: un rapporto difficile ma necessario, in Commercio internazionale: rischi ed opportunità, N. Rezzara ed., Vicenza,

47 Tondini G., Zarri L. Oswiecony egoizm a zachowania prospoleczne, in Problemy Zarzadzania, Ecosistemi di Proprietà Privata, Economia delle Fonti di Energia e dell'ambiente, ANDREA VAONA Ricercatore di economia politica Macroeconomia Economia regionale Econometria applicata ANGELO ZAGO Professore associato di economia politica Economia industriale Economia dell informazione Economia della produzione Vaona A. Inflation and growth in the long run: a new keynesian theory and further semiparametric evidence, Macroeconomic Dynamics,. Vaona A., Ascari G. Regional inflation persistence: evidence from Italy, Regional Studies,. Vaona A. Profit rate dynamics, income distribution, structural and technical change in Denmark, Finland and Italy, Structural Change and Economic Dynamics,. MARCELLA VERONESI Ricercatore di politica economica LUCA ZARRI Aiello F., Mastromarco C. & Zago A., Be Productive or Face Decline. On the Sources and Determinants of Output Growth in Italian Manufacturing Firms, Empirical Economics,. Zago A. & Dongili P., Credit quality and technical efficiency in banking, Empirical Economics,. Cipriani G.P. & Zago A., Productivity or Discrimination? Beauty and the Exams, Oxford Bulletin of Economics & Statistics, Ricercatore di politica economica Economia dell ambiente Economia della salute Economia dello sviluppo Economia comportamentale Economia sperimentale Fornitura privata di beni pubblici Di Falco, S., M. Veronesi, and M. Yesuf: Does Adaptation to Climate Change Provide Food Security? A Microperspective from Ethiopia, American Journal of Agricultural Economics,. Veronesi, M., A. Alberini, and J. Cooper:. Implications of Bid Design and Willingness-To-Pay Distribution for Starting Point Bias in Double-Bounded Contingent Valuation Surveys, Cheltenham,. Environmental and Resource Economics,. Cooper J., F. Perali and M. Veronesi (2008): Incentivi Economici per la Protezione della Biodiversità e degli Lubian D., Zarri L. Happiness and Tax Morale: An Empirical Analysis, Journal of Economic Behavior and Organization, Zarri L. Altruism, in Handbook on the Economics of Philanthropy, Reciprocity and Social Enterprise, Edward Elgar, Zarri L. On Social Utility Payoffs in Games: A Methodological Comparison between Behavioural and Rational Game Theory, Theory and Decision,

48 CLAUDIO ZOLI Professore associato di scienza delle finanze Economia pubblica Scelte Sociali Misurazione della Disuguaglianza e del Rischio Chakravarty, S; Zoli C. Stochastic dominance relations for integer variables Journal of Economic Theory,. Zoli, C, Peter J. Lambert: Sequential procedures for poverty gap dominance. Forthcoming in Social Choice and Welfare,. Gajdos T., Weymark J.A., Zoli C. Shared destinies and the measurement of social risk equity, Annals of Operations Research,

49 DOCENTI IN VISITA Dal 16/01 al 13/04 è stato ospite del Dipartimento, il prof. Martin Forster dell Università of York. Il professore ha svolto attività di ricerca riguardante Optimal Sequential Sampling Rules for the Economic Evaluation of Health Technologies. Nel periodo di visiting del prof. Waterson presso il Dipartimento (27 marzo 24 aprile ) è stato portato a termine un lavoro dal titolo A Rough Examination of the value of gas storage (autori: M. Giulietti, L. Grossi, M. Waterson). Tale lavoro è stato sottomesso alla rivista Energy Journal e si trova attualmente nella fase revise and resubmit. Inoltre è stato iniziato un lavoro dal titolo Market fallout from the Japanese Earthquake al quale collaborano i seguenti autori: A. Gianfreda, L. Grossi, M. Waterson. Su tale lavoro continuano le attività di collaborazione e di scambio con il Prof. Waterson (visiting del prof. Grossi presso il Department of Economics della Univeristy of Warwick dal 5 al 12 giugno e dal 4 al 11 dicembre ). Nel periodo dal 15/05 al 15/06 è stato ospite presso il Dipartimento il prof. Leo Ferraris del Department of Economics dell Universidad de Madrid. Il professore ha completato una ricerca dal titolo Moderating Government. Ha tenuto un corso di dodici ore agli studenti del dottorato in Economia e Finanza. Dal 28/09 al 08/10 è stato ospite del Dipartimento, il prof. Louis Eeckhoudt, dell Università di Lille CORE (Belgio). Ha tenuto lezioni avanzate presso il corso di dottorato di Economia e Finanza e ha svolto attività di ricerca riguardante l analisi del rischio. Per tutto il mese di ottobre il Dipartimento ha ospitato il prof. Udo Ebert dell Università di Holdenburg, Germania, che ha tenuto lezioni avanzate presso il corso di dottorato Economia e Finanza e ha sviluppato i temi di ricerca riguardante analisi e misura del benessere collettivo 49

50 I PARTNERS Con il sostegno di: ISTITUTO DON CALABRIA Centro Polifunzionale per la Riabilitazione Integrata Rotary Club Verona Est 50

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015)

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) Si ricorda che le attività di orientamento predisposte per l'anno scolastico 2014/2015 sono state

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università COS'È TORNO SUBITO Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università finanziata con fondi POR FSE Lazio 2007-2013 Asse II Occupabilità; Asse V Transnazionalità

Dettagli

ESPERTI IN IMPORT EXPORT ITALIA USA

ESPERTI IN IMPORT EXPORT ITALIA USA ESPERTI IN IMPORT EXPORT ITALIA USA dal 14 ottobre 1999 al 10 luglio 2001 ITALIA Sassari Via P.ssa Iolanda n. 2 Tel. 079/292509 - Fax 079/295920 USA Stamford Sacred Heart University 12 Omega Drive USA

Dettagli

FAQ Bando Professori visitatori didattica

FAQ Bando Professori visitatori didattica FAQ Bando Professori visitatori didattica Sommario 1. Qual è l obiettivo principale del bando Professori visitatori didattica? 2. Entro quando è possibile presentare proposta? 3. Chi può presentare domanda?

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Michele Pellizzari, Gaetano Basso, Andrea Catania, Giovanna Labartino, Davide Malacrino e Paola Monti 1 Premessa Questo rapporto analizza il settore

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Breve Introduzione Questo è un documento di lavoro per la composizione delle schede SUA-RD 2011, 2012 e 2013. In questa prima sezione vengono rapidamente ricapitolate

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli