ESAME ORALE: UN GIOCO DI RUOLO TRA STUDENTI E PROFESSORI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESAME ORALE: UN GIOCO DI RUOLO TRA STUDENTI E PROFESSORI"

Transcript

1 ESAME ORALE: UN GIOCO DI RUOLO TRA STUDENTI E PROFESSORI

2 "ESAME ORALE: UN GIOCO DI RUOLO TRA STUDENTI E PROFESSORI" Cristian Milone Proprietà letteraria riservata certificata copyright gennaio Questo ebook può essere liberamente diffuso a mezzo purchè non a scopo di lucro e fintanto che se ne lasci inalterata ed integra ogni sua parte, paternità, formato, impaginazione e link inclusi. Per la tua copia gratuita, promozioni ed aggiornamenti, clicca qui I edizione 2010 ISBN n.:

3 INTRODUZIONE Perché un ebook che parla di studenti e professori? La maggior parte degli studenti ha o ha avuto dei problemi nel passare velocemente, facilmente e con una votazione soddisfacente gli esami. Sarà capitato anche a te di parlare con ragazzi che hanno dovuto sostenere più di una volta lo stesso esame. Questo, talvolta, non dipende dal poco studio ma da un'incomprensione tra preparazione ed aspettative del professore. Forse sarà capitato anche a te di non passare l'esame perché non avevi capito le domande o più in generale come il prof voleva che studiassi. Quanto tempo, energie e sofferenze avresti risparmiato sapendo prima cosa si aspetta il prof da te? Quante cose avresti potuto fare in quel tempo guadagnato? Magari, sull'onda dell'entusiasmo, avresti preparato un altro esame, o invece ti saresti premiato con una minivacanza o magari entrambi! Io per primo ho passato un periodo in cui pur studiando non riuscivo a passare 1 esame. Avevo appena ripreso i contatti con l'università dopo anni di solo lavoro, e questo non risultato, oltre a rallentarmi, diminuiva l'autostima e la voglia di continuare. Quel periodo mi è servito per capire come rapportarmi meglio al "mondo università", come usare in modo più efficace energie e tempo.

4 Questo ebook ha proprio lo scopo di darti dei suggerimenti per capire se c'è qualcosa che puoi migliorare nell'approccio all'esame orale e come farlo. Prendilo come una "bussola" che ti indica il nord. Non troverai infatti strategie complesse e generiche che comunque dovrebbero essere adattate visto che ognuno di noi è diverso. Certamente fisserò dei punti, mi serve per dare un ordine, per seguire una struttura di ragionamento e di osservazione, schematizzare dei concetti e mettere dei paletti, ma sarà pur sempre, il mio "nord". Ma è proprio questa l'indicazione iniziale, visto che ci sono già passato. Ho già speso troppo tempo a capire come funzionavano alcune cose e voglio darti qualche consiglio su come evitare di fare i miei stessi errori; allo stesso tempo, una volta seguita la strada iniziale, fai le tue considerazioni, apporta le tue modifiche, sperimenta e valuta, se il tuo upgrade è su misura per te ti invito a seguirlo, altrimenti torna alla base e magari cerca un altro upgrade, oppure semplicemente adotta i miei suggerimenti. In altre parole sei liberissimo di andare a sud, ovest ed est ma per farlo è meglio sapere dove si trova il nord prima. E se ti perdi? Niente paura, estrai la bussola, torna indietro fin dove conosci, correggi la rotta e vai avanti. Ti autorizzo a leggere anche più di una volta questo ebook se ne senti la necessità :) Bene, potresti pensare: "mi hai spiegato perché hai scritto su questo tema, ma perché dovrei passare la prossima ora a leggere un ebook su questo argomento? Tra l'altro perché proprio questo?" Oggi il materiale che puoi trovare sulla formazione, tra libri, ebook, file

5 audio, è veramente enorme, in tutto questo mare di conoscenza ci si può perdere, soprattutto se non si ha ben chiaro cosa si vuole. Un ebook di questo tipo ha il vantaggio di essere molto specifico, rapido e concreto, infatti il titolo è esemplificativo del contenuto. Indicherò nel dettaglio quali sono le dinamiche che si instaurano tra studenti e professori quando giocano il loro ruolo. Inoltre la maggior parte del materiale di crescita personale dedicato al settore studio, si concentra principalmente su tutta la preparazione all'esame, ma se poi il giorno dell'esame mi faccio prendere da crampi allo stomaco e sto male per il colloquio? Tutti gli studenti sanno che 1, 5, 10, giorni di studio costante e diligente si giocano in 10/15 minuti di colloquio, quindi può valere la pena concentrarsi anche su come presentarsi davanti al professore oltre che sapersi preparare per quel momento. Come già detto, inoltre, non spenderò molte parole sulle leggi generali della motivazione, comunicazione piuttosto che strategie di approccio allo studio, anzi se vuoi approfondire questi temi, oltre a postare sul blog puoi cercare su internet materiale sullo sviluppo della memoria ed atteggiamento allo studio, ma piuttosto mi concentrerò sulla praticità, facendoti osservare ed immergere mentalmente in una giornata d'esame standard e facendoti divertire a cambiare prospettiva. Spesso basta poco per capire tanto! ;) Rispondendo alla domanda: perché proprio questo, ti dico che, ovviamente, non hai bisogno di me per laurearti, te la puoi cavare anche da solo. Io so di aver speso tempo, energie ed anni in università prima di trovare il mio metodo, non di studio, ma di relazione col mondo

6 universitario, e con questo intendo: relazionarmi con i compagni di corso, con i docenti, saper sfruttare le strutture, gli strumenti che ci danno ( dei prof, ricevimenti, aule...). Se tu hai già trovato la tua dimensione in tutto questo, stai andando avanti bene, con soddisfazione ed in tempi accettabili, potrai trovare ugualmente degli spunti interessanti che ti arricchiranno, del resto non si può sapere già tutto. Se invece navighi in acque minacciose questo ebook può darti delle grosse dritte, evitare alcuni errori tipici, ampliare la visuale. A chi si rivolge questo ebook? Se pensi che un tema del genere si rivolge solo agli studenti... in buona parte hai ragione, già dal titolo si capisce il taglio che ho voluto dare all'argomento, cioè relazioni tra due ruoli opposti nell'ambito universitario, ma si rivolge anche, perché no, a chi è curioso di sperimentare o già solo di calarsi in una visione diversa nel gioco dei ruoli tra esaminatore ed esaminato (del gioco dei ruoli ne parleremo a lungo nell'ebook) al di là dell'ambito accademico. Quindi se, come dice qualcuno, la vita è un esame continuo, i concetti in questo ebook ti serviranno per quei momenti particolari che possono fare la differenza nella tua vita, come: un nuovo colloquio di lavoro, esami di stato per l'accesso alla professione, master, ma anche relazionarti con gli altri a seconda del contesto ecc... Parlando invece di studenti universitari, questo ebook può interessare: chi ha difficoltà a passare gli esami, o non è contento del risultato, inteso sia

7 come punteggio che come rapporto tra i tempi di studio e voto sul libretto, chi ha difficoltà a gestire le emozioni nel giorno del colloquio, per esempio chi si fa prendere da ansia, paura, tristezza, stress, nervosismo, malumore, mal di pancia, morsa allo stomaco, ulcera, ecc..., ma anche chi è semplicemente interessato a migliorarsi. Chi sono io? Dopo tutto questo parlare di utilità e servizio, è rimasto da sapere chi sono io e che referenze ho per parlare non solo di esami ed università ma di rapporto studente professore. Quindi bando alle ciance mi presento. Mi chiamo Cristian Milone, ho 29 anni sempre che tu legga questo ebook entro febbraio 2011, e mi interesso da oltre 10 anni di crescita personale, intesa come sviluppo dei 3 piani dell'esistenza umana quali: fisico, mentale e spirituale. Le mie esperienze si sono sviluppate soprattutto sul piano mentale, nel campo dell'apprendimento, con: tecniche di memoria, motivazione, pianificazione del tempo e degli obiettivi, tecniche di rilassamento e comunicazione, anticipazioni, visualizzazioni, domande interne, credenze... Ho sfruttato gli insegnamenti derivanti da corsi di sfida personale, comunicazione, vendita, motivazione e da libri di autori molto conosciuti nel settore come: Roy Martina, Anthony Robbins, Roberto Re, Livio Sgarbi, Mario Furlan... La formazione è continua, ad oggi sto approfondendo degli studi sulla PNL (Programmazione Neuro Linguistica), alimentazione e nutrizione cellulare, sviluppo della mentalità finanziaria e tecniche di connessione con l'energia e sviluppo dell'abbondanza.

8 Ma tutto questo non basta secondo me. Puoi aver ascoltato centinaia di corsi, letto migliaia di libri, ma quello che conta è come ti sei mosso dopo. Le pagine che seguiranno infatti non sono un riassunto di quanto ho capito finora ma la fusione di quello che ho imparato concettualmente con esperienze di vita personali, anzi a dirla tutta quanto ho scritto non l'ho letto da nessuna parte, ma è come se lo avessi sempre saputo, almeno questa è l'impressione che ho oggi dopo anni di miglioramento, visto che quando ho iniziato a scrivere sembrava quasi che le dita si muovessero da sole. Infatti l'idea iniziale era quella di parlare di atteggiamento, di empatia, di creazione di una griglia mentale prima dell'esame ecc..., tutte cose che in parte ho trattato, ma il lavoro che è uscito ha preso una direzione più personale, più originale, anche più sperimentabile velocemente. Sono contento che sia stato naturalmente in grado di dare del mio fin da subito. Come usare questo ebook? Ora che ho fugato i dubbi principali su questo prodotto e su di me, possiamo procedere. Sappi intanto che questo ebook è pieno di domande. La maggior parte di esse le metto in punti cruciali del discorso o quando voglio farti arrivare alla soluzione prima di leggerla. Se arrivato a quel punto fermi la lettura e pensi alla risposta ne troverai giovamento sia che le parole che seguono siano una conferma sia che trovi un nuovo punto di vista. In entrambi i casi getti dei semi nella mente che se coltivati ti porteranno grandi frutti. Chiaramente più ti fermi a coltivare questi semi meglio cresceranno le

9 piante. Cioè se le risposte che ti dai non sono per te soddisfacenti, puoi scegliere di prenderti qualche minuto in più ed andare anche più in profondità. Per dare un'idea una domanda potrebbe essere: secondo te, quale o quali sono gli elementi essenziali affinché questo ebook funzioni? Se hai capito il meccanismo, prima di leggere queste parole, hai distolto lo sguardo, ti sei posto mentalmente la stessa domanda ed ottenuta una risposta soddisfacente sei andato avanti...ma non ti preoccupare, se non l'hai ancora fatto hai ancora questa possibilità!... (prenditi il tempo che ti serve) :)...Bene, se sei andato oltre lo stile giocoso ed hai preso sul serio questa prima domanda, sicuramente ti saranno venute alla mente risposte interessanti. Tutto quello che hai pensato ha un suo perché, e se fra tutto c'è anche la parola che sto per dirti hai già capito come sfruttare questo ebook. L'elemento più importante che farà la differenza tra l'ottenere ed il non ottenere risultati è: l'azione! Puoi stare mesi a rileggere questo ebook come decine di altri libri sull'argomento, ma se poi non metti in pratica rimane tutto in testa, solo teoria che si aggiunge ad altra teoria. Il rischio diventa quello di fare un minestrone di idee senza averne ancora assimilata una! Questo stato si chiama procrastinazione, un parolone per dire rimandare. Bene o male ne siamo un po' tutti affetti, dal dover andare dal dentista al voler fare quella telefonata, risentire quella persona, riallacciare un rapporto o leggere un libro. La frase tipica di questo stato è: poi lo farò!

10 che equivale a dire ora non ho voglia di muovermi. Tutto quello che deciderai di fare con questo ebook è una tua scelta, io mi propongo di dare degli strumenti, sta a te decidere se usarli, quando e quanto. Un ultima cosa prima di iniziare. Se il quando è importante, il quanto può esserlo ancora di più. Quindi se l'azione è fondamentale, sapere quanta azione fare deciderà le tempistiche di raggiungimento dei tuoi obiettivi. Possiamo dire, in altre parole, che l'azione (il quando) è il punto di partenza, mentre quanta azione fare ogni giorno (il quanto) allontana o avvicina il tuo arrivo! Un po' come giocare a monopoli, più 12 fai più in fretta passi dal via e più volte ritiri i 20 euro! ;) buccia o gemma? Un errore che voglio evitare tu commetta è di credere che questo ebook da solo possa darti tutte le risposte e tutte le soluzioni che stavi cercando circa il come fare a passare gli esami. L'unico segreto per passare gli esami è studiare! Non esiste libro, ebook, ebook, videocorso, training che possa sostituirsi al tuo impegno nello studio. Quindi se stavi cercando un modo per passare gli esami aggirando lo studio o mettendolo in secondo piano ti consiglio subito di fermare qui la lettura!! Bene, ora so che se stai continuando a leggere, fai parte di quel pubblico attento e consapevole del fatto che superare un esame vuol dire, innanzitutto, avere attitudine, concentrazione, dedizione, e continuità in tre parole: volontà di studiare.

11 Studiare, studiare, studiare è una regola d'oro e se fosse tutto qui non avrebbe senso perdere tempo a leggere ma prima ancora scrivere un ebook. Infatti non è tutto qui! Quante volte ti è capitato o hai sentito frasi come: sapevo tutto ma non mi ha fatto passare, non capivo cosa volesse il professore da me, avevo le risposte in testa ma mi sono bloccato ecc... Perché succede questo? Studiare è la parte succosa del discorso ma altrettanto interessante è la cornice, un po' come la buccia di un arancio, utile, indispensabile, integrata, quella parte che permette al frutto di non sporcarsi, spappolarsi o seccarsi, ma senza polpa è solo una buccia, forse con un profumo che può piacere, ma comunque sempre una buccia. Indovina ora cosa è la polpa? :) La polpa sei tu, anzi il tuo studio, e se vogliamo essere più precisi, il tuo atteggiamento verso lo studio e la capacità di saperlo condizionare. Se vuoi puoi anche pensare che questo ebook sia la tua buccia d'arancio ma solo se accetti il ruolo di polpa, anzi diciamo anche di "gemma". Questo vuol dire che sfruttare quanto troverai in queste pagine mettendo in secondo piano il succo ti farà avere un risultato da buccia invece che da arancio. Tu che ruolo vuoi avere verso i tuoi esami? Guardati negli occhi e datti la risposta.

12 GIORNO 1: COME CAPIRE IL GIOCO DEI RUOLI Bene il mio compito era quello di farti riflettere per un istante sul tuo ruolo verso lo studio. Questo, forse te ne sei già accorto, introduce subito un concetto molto importante che si può estendere ben oltre il campo universitario: "il gioco dei ruoli". Chi non ha giocato o sentito parlare di Dungeon and Dragon (D & D per gli amici)?! E' uno dei giochi di ruolo più famosi che esistano. Crei un personaggio in un mondo fantastico e combatti contro mostri e demoni, e più avventure vinci più esperienza acquisisci e diventando più forte affronti nemici più forti. Io ne ero completamente assorbito, passavo le ore a giocare con il mio gruppo e quando si iniziava arrivava velocemente sera senza che ce ne accorgessimo. La struttura scolastica, accademica, universitaria e tante altre, richiama molto D & D, non tanto perché ci siano mostri da sconfiggere, tranne quelli che ci creiamo noi, quanto perché "lo studente" in realtà non è una professione, una vocazione o un contratto, ma è un ruolo! Essere studente vuol dire essere nel ruolo di colui che studia, vuol dire arrivare davanti al professore quando è il momento ed personificare un ruolo, quello di colui che ha studiato. Questo non vuol dire che sia tutto una finzione, il fatto di avere un ruolo o essere in un ruolo non interrompe automaticamente uno stato di fatto, ma lo circoscrive, lo definisce, e lo delimita, insomma gli da una dimensione, come se fosse un cassetto. Questo inoltre non vuol neanche dire che essendo un ruolo tu lo possa trattare in modo superficiale, anzi quando sei nel ruolo ci stai fino in fondo, in quel momento tu sei ciò che definisci di essere.

13 L'importanza del ruolo invece ti fa capire come tu possa fare lo studente e poi fare il lavoratore e poi fare l'uomo o la donna...ma essere la somma di tutto questo e qualcosa in più! Da qui la grande differenza tra dire: "sono uno studente" oppure dire "sono nel ruolo di studente", che però suona male, meglio magari "faccio lo studente!" seppur meno usato fa più effetto, ci chiarisce meglio le idee. Un po' come dire che la cassettiera di casa tua ha tre cassetti, uno con dentro solo camice, l'altro con solo pantaloni e l'ultimo con calze, sciarpe e cappelli. Tu non sei un cassetto o un calzino, ma sei la cassettiera! Forse ti starai chiedendo come mai tutto questo bisogno di definire il concetto di ruolo, alla fine si tratta comunque di parole. E' proprio questo il punto, tutto si basa sulle parole e sul concetto che queste rievocano. Ogni rapporto umano che creiamo è basato su come sappiamo comunicare, ogni interazione con gli altri o meglio col mondo esterno è influenzata da parole ed azioni, ed ogni suono che emettiamo entra in risonanza con chi ci sta attorno e prima di tutto con noi stessi visto che è venuto dal nostro cervello. Ma definire il concetto di ruolo ha anche un'altra efficacia. Invece di spiegarla, però, questa volta te la faccio vivere e tra un attimo capirai cosa intendo. Le righe che seguono raccontano un momento che ti sarà già capitato di vivere, oppure ti capiterà, cioè il giorno dell'orale. L'ho diviso in quattro atti ognuno dei quali riprende la stessa situazione ma la guarda da prospettive diverse.

14 Questa fase iniziale dell'ebook è molto importante, qui si mettono le premesse per tutto quello che viene dopo, quindi lascia andare la fantasia seguendo le descrizioni. Più ti calerai nella parte meglio verrà l'esercizio. Arriva il giorno dell'orale e... 1 atto:...pur essendo presto la grande aula è già piena di gente. Appena entri vieni investito dalla tipica aria calda e pesante. Trovi i tuoi amici li raggiungi e ti siedi con loro. Subito ti accorgi che sono tutti indaffarati a ripassare, c'è chi gira nervosamente le pagine del libro di testo, appunti e bigini, chi borbotta a bassa voce ondulando con la schiena curva, chi ripete a raffica i concetti. Neanche stupefatto ti siedi e giochi il tuo ruolo tirando fuori il libro e ripassando come tutti e a tratti ponendo domande ed ascoltando quelle degli altri. 2 atto:...l'aula di medie dimensioni è ancora mezza vuota ma i prof sono già li. Percepisci bene una certa pesantezza nella stanza ma l'aria è ancora respirabile. Non conosci nessuno dei presenti quindi lasci lo zaino sulla sedia, porgi il libretto al prof ed esci dall'aula andando a prendere un caffè, ben sapendo che prima di due ore non toccherà a te. Ora riprendi in esame entrambe le scene partendo dalla prima, però con una differenza: cambia prospettiva! Esci cioè dalla soggettiva (vale a dire non guardare con i tuoi occhi) e fai invece una panoramica dall'alto sull'aula e se prima eri già in panoramica, sali ancora più in alto, come se ti dissociassi dalla scena. Infatti non sei più tu a dover dare l'esame ma diventi l'osservatore che guarda i comportamenti degli studenti in aula. 3 atto:...cosa noti come osservatore rivedendo la prima scena? Riesci a sentire l'aria pesante, vedi l'aula in penombra, percepisci tutta questa ansia che sale dagli studenti? Guarda meglio, c'è un gruppo di amici che

15 sta ripassando, uno dondola con la schiena ricurva come se stesse pregando, un altro fa domande a raffica ad un compagno come se fossero a lascia o raddoppia!! :D E cosa provi tu osservatore?... Riprendi ora la seconda scena, l'aula è più piccola ma illuminata dalla luce del giorno, le energie più distese, vedi gente entrare ed uscire dall'aula con bicchierini di caffè in mano. E' cambiato qualcosa da prima? (prendi il tempo che ti serve per rivedere e risentire il tutto prima di procedere) 4 atto:...stai aggiustando la lampadina con una scala sopra la testa di una persona che sta osservando qualcosa! ;) Sei il tecnico dell'università e ti stanno facendo lavorare proprio quel giorno. Guardando in basso ti accorgi sia dell'osservatore nel suo ruolo che degli studenti. Tu - tecnico che sei alle prese con la tua lampadina mentre butti un occhio al tizio sotto di te ed all'aula, come te la vivi? Cosa vedi da dietro l'osservatore? Ok, probabilmente avrai percepito 4 sensazioni diverse, ogni atto infatti ne aveva una propria. Cosa è successo? Come mai diverse percezioni pur essendo lo stesso giorno d'esame? Ti ho fatto vedere la stessa scena da due prospettive diverse, da una terza che comprende le prime due ed una quarta che racchiude tutto, e se vuoi divertirti puoi andare ancora avanti con un quinto, sesto, settimo atto...! Come hai notato da solo, situazioni diverse = ruoli diversi e ruoli diversi = atteggiamenti diversi Se ricordi ti ho fatto vivere tutto questo per spiegarti l'importanza di definire il ruolo. Il primo elemento abbiamo detto essere l'input interno ed esterno, il primo inteso come segnale che diamo alla nostra mente per aver scelto proprio quella parola, l'altro inteso come relazione sociale,

16 comunicazione verso gli altri. Il secondo elemento chiave che da utilità alla definizione di ruolo è proprio quello di viversi emozioni diverse date dalla consapevolezza di interpretare una parte in un contesto. In una frase: a ruoli diversi corrispondono emozioni diverse. Questo succede anche se non ne sei consapevole, ma in questo caso non puoi scegliere quali emozioni viverti nel ruolo! Spiegato questo, voglio farti tornare nuovamente all'esempio per dare una spiegazione a quella parte di noi più razionale che ha bisogno di analizzare. Vediamo quindi perché e cosa è cambiato già tra i primi due atti ed il terzo. Nel momento in cui sei in soggettiva o comunque hai una visuale vicina ai personaggi, sei la situazione! quando vai in panoramica, cioè ti estranei per avere una visuale più allargata ti rendi ben conto dei ruoli che ognuno interpreta a modo suo. C'era chi ripassava pregando, chi faceva quiz, e chi si prendeva un caffè. Se ti stai chiedendo quale di questi ruoli sia il migliore lascia che ti dica: nessuno...ma anche tutti! Voglio dire che non esiste il ruolo migliore, non è la notte degli oscar, è utile invece capire qual è il tuo ruolo migliore. Cioè, qual è quel personaggio che meglio ti identifica quando fai lo studente? Quali sono le sue caratteristiche? Questi elementi sono fissi o possono cambiare nel tempo o a seconda dell'esame? Soprattutto le caratteristiche del ruolo che interpreti ti stanno bene o vorresti cambiarne qualcuna? Se ti sei preso del tempo per scrivere le risposte a queste domande, hai

17 già fatto metà del lavoro, e se non lo hai ancora fatto questo è il momento. Ogni tanto riguarda quel foglio e quando ti verranno in mente modifiche segnale. Se invece le risposte non sono ancora arrivate o non sono soddisfacenti per te ora, datti tempo, la cosa importante è che il seme sia stato piantato, e che ogni tanto lo curi. :)

18 GIORNO 2: COME CAPIRE IL TIPI DI RUOLO Bene, se sei arrivato fin qui seguendo passo passo le mie indicazioni ti dò una buona notizia: il lavoro di creazione delle fondamenta è compiuto, la fase più delicata si è conclusa. Quello che segue ha un carattere più intuitivo se vogliamo ma ben preciso, infatti da qui in avanti ci occupiamo delle caratteristiche dei ruoli e verso la fine troverai anche uno strumento che penso ti piacerà per interagire con i professori. ;), non a caso il titolo di questo ebook è: esame orale: un gioco di ruolo tra studenti e professori". Se dico bene ti avevo lasciato nel capitolo precedente con una frase che ho promesso di riprendere e cioè: situazioni diverse = ruoli diversi e ruoli diversi = atteggiamenti diversi! Questa frase in parte l'ho già spiegata nelle righe precedenti, quando ti parlavo della consapevolezza del ruolo e forse già sai quali sono le caratteristiche che ti contraddistinguono. Continuiamo ora ad analizzare la frase facendo un passo in più. Quali altri ruoli usi durante il giorno? Già sai che quando studi, per esempio, il tuo ruolo è lo studente, ma magari proprio mentre sei concentrato, ricevi una telefonata da un amico, ed entri nel ruolo di amico, confidente, ascoltatore, oratore ecc... Hai conoscenze di lavoro, relazioni sentimentali, hobbies ecc..? ecco spuntare altri ruoli. Quanto ho detto può essere ovvio, almeno fintanto che si tratta di noi. Prova invece ad estendere questo concetto al di fuori di te.

19 Ti è capitato di pensare che come te anche gli altri interpretano dei ruoli? E tra tutti gli altri qual è la figura con cui interagiamo di più, parlando di esami? (dopo lo studente chi c'è?)...bravo, il professore!! Il concetto ovvio si può fare interessante a questo punto. Hai mai pensato, per esempio, a quanti e quali ruoli potrebbe avere un prof oltre a quello di insegnante? Sicuramente è collega, ma anche marito/moglie, datore di lavoro magari, figlio e nipote... Già il fatto di soffermarti a pensare questo, seppur non sia nulla di sconvolgente, ti da una dimensione più vera di chi è un professore, e nel prossimo capitolo approfondiremo il concetto. A cosa serve pensarci? Te lo spiego subito, e per farlo ti faccio tornare alla visualizzazione iniziale. Richiama alla mente il terzo atto, quello dell'osservatore che osserva. Torna alla panoramica dell'aula e sposta l'attenzione dagli studenti al professore. Anzi diventa lui, guarda con i suoi occhi! Che sensazioni ha? Che cosa sta facendo? Magari ha davanti uno studente, gli sta facendo delle domande? Guarda bene, non sei tu ma magari è qualcuno che conosci. Come lo vedi con gli occhi di quel professore? Ha spalle in avanti e schiena ricurva? Oppure espressione del volto seria e concentrata? O magari è sereno? Tu professore cosa pensi dello studente che hai davanti? Ma soprattutto lo stai ascoltando o stai pensando che per cena vuoi pasta al sugo? :)...L'interrogazione è finita come è andata? In che percentuale l'impressione su come lo studente si è presentato ha influenzato il voto finale? Ora alza lo sguardo e osserva l'aula. Che sensazioni provi?

20 Tenendo a mente queste sensazioni, procedi con le interrogazioni. Il prossimo a presentarsi è...(il tuo nome e cognome)..fai questo esercizio: tu sei il professore che ti sta interrogando. Ripercorri tutte le domande che ho fatto poco fa, (cosa stai facendo, cosa pensi, che domande fai allo studente davanti che in questo caso sei tu, che risposte ottieni, come valuti l'atteggiamento dello studente che hai di fronte, come ti sembra, che voto gli dai mixando risposte ad impressione). Osserva come ti comporti e cosa pensi tu-professore, rispetto alle reazioni, alla postura, al tono di voce al viso disteso o preoccupato che lo studente davanti a te ha. Quanto gli daresti come voto a pelle?

21 GIORNO 3: COME SFRUTTARE I PRIMI 3 SECONDI I miei complimenti! In pochi minuti ti sei vissuto un ruolo nel quale molti studenti non si concederanno mai di entrare, neanche mentalmente, anzi hai fatto di più, ti sei giudicato come se fossi tu il professore e questo lo fa un numero ancora più ristretto di studenti che rasenta lo 0 (io personalmente non ne conosco). Bello vero? Ma a che ti serve tutto questo? Ampliare la prospettiva e cambiare visuale, è un ottimo modo per considerare sempre più punti da cui misurare la realtà. Mi spiego, se hai l'idea di un progetto e la vuoi proporre al capo, oppure vuoi andare a ballare in un nuovo posto e ti occorre l'approvazione del tuo gruppo, mettendoti prima nei panni del superiore o degli amici, riesci ad avere una visione più completa di come la vedono gli altri e soprattutto riuscirai ad anticipare le eventuali domande principali, se conosci bene le persone in questione. Questo vuol dire giocare d'anticipo! Quindi tutto questo serve a rendere flessibile il proprio punto di vista accogliendo quello altrui. Pensa per esempio a come ti sentiresti a vivere normalmente il fatto di sapere già come gli altri ti risponderanno. Bellissimo, sembra quasi un trattato filosofico...ma a livello pratico come mi aiuterà tutto questo all'esame?...certo che sei, anzi scusa, fai il puntiglioso! :D Bene, andiamo sul pratico quindi.

22 Il presupposto è questo: se i prof avessero delle caratteristiche conosciute e riconoscibili, il principio di mettersi nei panni altrui ci darebbe un buon anticipo, non tanto nel capire che domande ci farà, ma sugli atteggiamenti che può avere nei nostri confronti. Detto in altre parole sapere in anticipo come un professore può reagire a delle sollecitazioni, degli input che tu, studente, gli puoi lanciare. Questo mi rendo conto, stravolge un po' la concezione di potere tra studenti e professori, che spesso si pensa sia totalmente a favore di questi ultimi. Ma procediamo per gradi. Intanto occorre capire se è vero che anche questa categoria ha delle caratteristiche che li accomuna visto che sembrano tutti così diversi, e se si quali sono. Beh se così non fosse l'ebook finirebbe qui...invece non siamo neanche a metà! ;) Come avrai intuito io procedo un passo alla volta, prima di arrivare alla conclusione guardiamo l'inizio, quindi prima di trovare le caratteristiche capiamo se ci sono, ma prima ancora vediamo chi è il professore. Nel capitolo precedente mi sono soffermato sul concetto di multiruolo del professore e poi ti ho fatto immaginare la scena dell'esame a ruoli invertiti. Può essere che l'idea che hai avuto di te nei panni di un docente sia diversa, magari più severa, rispetto alla realtà, visto che magari i prof che hanno anni di esperienza tra lezioni ed interrogazioni riesce ad essere più oggettivo e non mixare idea sulla persona con conoscenza della materia. E qui torna la domanda: chi è il professore? Forse ti sto per sconvolgere

23 con questa affermazione ma il professore prima di tutto è: un essere umano! :o Già proprio così, nulla di più vero, è come me e te una persona con 2 gambe e 2 braccia che cammina e respira, e se è li ad insegnare o interrogare è perché sta svolgendo un ruolo. Inoltre pensa questo, lui è lì per due motivi: primo è stato assunto da qualcuno, secondo tu lo hai accettato in quella veste e gli hai conferito la carica di professore anche nella tua mente. Non sottovalutare questo aspetto, tra poco lo approfondirò. Il fatto che si trovi dall'altra parte della cattedra è dato dal fatto che ha solo più esperienza di te! Tutto questo potresti pensare che gli conferisca un certo potere su di te. Pensa invece se lo avessi visto anche solo 1 volta, 3 anni prima, nel ruolo di addetto alle pulizie, quanta credibilità avrebbe ora ai tuoi occhi come professore? E se entrasse in aula il giorno dell'esame con una divisa da inserviente, tutta sporca, svuotasse il cestino, uscisse dalla porta per poi rientrare in giacca e cravatta ed interrogare, che immagine avresti di lui a quel punto? Cosa penseresti? Quale sarebbe il tuo stato d'animo? Ancora nervoso? O piuttosto ti faresti una risata per la confusione di ruoli? Ma torniamo al concetto di essere umano che può sembrare ovvia ma è una definizione che torna a nostro vantaggio. Infatti, come essere umano, è consapevolmente o inconsapevolmente soggetto a certe leggi, come per esempio alla forza di gravità! Ma c'è un'altra legge universale a cui volente o nolente sottostanno, per

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER LEADER: 1. Colui che conduce o guida. 2. Colui che ha la responsabilità o il comando di altri. 3. Colui che ha influenza o potere. ESSERE LEADER: Innanzitutto avere una

Dettagli

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007 Milano, giugno 2007 Tempi che corrono Ore 8.30 Maria si siede al tavolo con la sua colazione: cappuccio, brioche e una spremuta d'arancia. Comincia a sfogliare il giornale, ma è distratta... Non dalla

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

CURSOS AVE CON TUTOR

CURSOS AVE CON TUTOR CURSOS AVE CON TUTOR DOMANDE PIÙ FREQUENTI (FAQ) A che ora ed in quali giorni sono fissate le lezioni? Dal momento in cui riceverai le password di accesso al corso sei libero di entrare quando (24/24)

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Chimica Suggerimenti per lo studio

Chimica Suggerimenti per lo studio Chimica Suggerimenti per lo studio Dr. Rebecca R. Conry Traduzione dall inglese di Albert Ruggi Metodo di studio consigliato per la buona riuscita degli studi in Chimica 1 Una delle cose che rende duro

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

IMPARARE AD ESSER PIÙ MOTIVATO IN OGNI SITUAZIONE

IMPARARE AD ESSER PIÙ MOTIVATO IN OGNI SITUAZIONE IMPARARE AD ESSER PIÙ MOTIVATO IN OGNI SITUAZIONE di Claudio Belotti Self Help. Allenamenti mentali da leggere in 60 minuti Copyright 2012 Good Mood ISBN 978-88-6277-426-0 Introduzione... 4 COME ESSERE

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv

LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv di Blindsight Project (Onlus per Disabili Sensoriali www.blindsight.eu) INTRODUZIONE Le Linee Guida per l audiodescrizione filmica di Blindsight Project,

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Esempi di utilizzazione dell ADVP

Esempi di utilizzazione dell ADVP Esempi di utilizzazione dell ADVP G. Cappuccio Ipssar P. Borsellino ESERCIZIO DI REALIZZAZIONE IL VIAGGIO Guida per l insegnante Questo esercizio è un modo pratico per coinvolgere l alunno nel progetto

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione 1 PREMESSA...3 PRIMA PARTE...4 1. Il Curriculum Vitae...4 Modello...5 Fac simile 1...6 2. Il Curriculum Europass...7

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Come moltiplicare l intelligenza del tuo bimbo da 0 a 3 anni.

Come moltiplicare l intelligenza del tuo bimbo da 0 a 3 anni. Come moltiplicare l intelligenza del tuo bimbo da 0 a 3 anni. Ebook gratuito A cura della D.ssa Liliana Jaramillo, Psicologa ed esperta in stimolazione infantile http://www.bimbifelicionline.it Copyright

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

[moduli operativi di formazione] Ascolto attivo. Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri.

[moduli operativi di formazione] Ascolto attivo. Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri. [moduli operativi di formazione] Ascolto attivo Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri. ASCOLTO ATTIVO Ogni giorno, passiamo il 49% del nostro tempo ascoltando. Ascoltiamo

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Proteggi la tua faccia

Proteggi la tua faccia Proteggi la tua faccia Tutorial per i minori sull uso sicuro e consapevole di Facebook a cura di Clementina Crocco e Diana Caccavale È come se ogni giorno intingessimo una penna nell inchiostro indelebile

Dettagli

LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE

LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE E bene presentarla confrontando tra loro varie tecniche: addizione ripetuta; prodotto combinatorio (schieramenti). Rispetto a quest'ultima tecnica, grande utilità

Dettagli

COME AFFORONTARE LA DEPRESSIONE

COME AFFORONTARE LA DEPRESSIONE COME AFFORONTARE LA DEPRESSIONE Se sei una persona depressa le informazioni che verranno di seguito fornite ti aiuteranno a capire meglio la tua depressione e ad iniziare a fare qualcosa per affrontarla.

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

un gioco di acquisti e costruzioni

un gioco di acquisti e costruzioni un gioco di acquisti e costruzioni Creato da Ben Haskett Illustrazioni di Derek Bacon La storia........ 2 Obiettivo del gioco........ 3 Componenti... 3 Preparazione..... 4 Come giocare...... 6 Carte costruzione.........

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

su empatia, Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO-

su empatia, Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO- Attività e giochi su empatia, emozioni e conflitto Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO- Liliana Jaramillo Attività e giochi su empatia, emozioni e conflitto http://www.comunicazionepositiva.it

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università di Trieste

Dettagli