Aloe vera RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE. Star bene. 8. Aloe vera - RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Aloe vera RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE. Star bene. 8. Aloe vera - RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE"

Transcript

1 RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE 8. - RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE 2009 ARTBOOKS packagers via Tolemaide 9, Genova Ideazione grafica: Donatella Bergamino Impaginazione: Francesca Massa Testi (a cura di): Irene Wyle Redazione: Laura Aceti, Silvia Canevaro, Tania Mazzarello TUTTI I DIRITTI RISERVATI Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta in copia o trasmessa in alcuna forma e con alcun mezzo elettronico, fotocopia, disco o altro modo, senza autorizzazione scritta dell editore.

2 Sommario Sommario 4 Premessa 7 1. L : caratteristiche e varietà La pianta... 8 Le specie medicamentose più conosciute Fioritura e coltivazione Le parti della pianta I derivati dall aloe L aloe: testimonianze nella storia L aloe nella medicina tradizionale La chimica e l Aloe I polisaccaridi Gli antrachinoni Le vitamine presenti nell aloe I sali minerali Gli aminoacidi Gli enzimi Aloe: uso pratico, patologie trattabili Acidità di stomaco Acne Alitosi Alopecia Anemia Appetito Aritmia cardiaca Artrite gottosa Artrite reumatoide Artrosi Ascesso Asma Bocca e gengive infiammate Bronchite Candida vaginale Carenza di acidi gastrici Catarro Cicatrizzazione di ferite Cistite Colesterolo Colite Congiuntivite Cura dei capelli Cura della pelle Denti Dermatomicosi Diarrea Disturbi mestruali Eczema (o dermatite) Eczema seborroico (o dermatite seborroica) Edema Ematoma Emicrania Emorragie Emorroidi Eritema nodoso Esaurimento nervoso Esofagite Ferite Foruncolo Gastrite Gelone Gengive Herpes Herpes Zoster (o fuoco di sant Antonio) Insonnia Ischialgia (o colpo della strega) Laringite Mastite Menopausa Meteorismo Orticaria Orzaiolo Patereccio (o giradito) Piaghe da decubito Psoriasi Punture d insetto (ape, zanzara, vespa e altri insetti) Ragadi Rinite (o raffreddore) Rughe Salmonellosi Scottatura solare Seborrea Smagliature Stipsi (o stitichezza) Tonsillite Ustioni Varicella Vene varicose Vescicole LE CONTROINDICAZIONI Glossario Bibliografia 64 Sommario 5

3 Premessa L ALOE VERA POSSIEDE NUMEROSE INDICAZIONI TERAPEUTICHE, sperimentate da migliaia di anni e oggi, almeno in parte, documentate dalla moderna ricerca scientifica. Ai giorni nostri, infatti, nonostante la diffusione e l efficacia dei farmaci chimici che però a lungo andare hanno effetti collaterali deleteri si assiste al ritorno alle più tradizionali terapie naturali che per molto tempo erano state relegate nel dimenticatoio. È così che l Aloe vera ha finito per calamitare l interesse della comunità scientifica, delle case farmaceutiche e delle aziende leader nel settore cosmetologico, grazie ai continui riscontri sui benefici effetti riguardo al benessere e alla salute in genere. Gli studi riportano, infatti, che il succo di ha notevoli effetti di depurazione e disintossicazione dell organismo e che esercita anche un azione tonificante sul sistema digestivo. L aloe è apprezzata soprattutto in cosmesi come elemento rigenerativo della cute e come bevanda-toccasana. È formidabile la sua azione lenitiva dopo sole. Ottima la sua funzione detergente per il make-up. A scopi terapeutici viene utilizzata soltanto la parte gelatinosa, sotto forma di succhi, estratti secchi e preparati dermatologici. Le principali proprietà del gel di sono antinfiammatorie, antivirali, immunostimolanti, antibatteriche e antifungiche. Favorisce inoltre la cicatrizzazione e svolge un azione calmante e lenitiva sui tessuti infiammati, riducendo dolore e gonfiori. I suoi portentosi estratti sono molto indicati per chi mangia cibi contenenti molti conservanti, per chi soffre di allergie, per chi vive in ambienti fortemente inquinati, per chi ha problemi gastrointestinali e per chi soffre di stanchezza cronica. Per via interna si può utilizzare il succo della pianta, assicurandosi sempre che provenga da coltivazioni biologiche, certificate e che sia puro, per favorire la guarigione da can didosi, affezioni gen givali, disturbi di gestivi, ulcere dello stomaco, stati di debolezza o di anemia dovuti al mal assorbimento. Irene Wyle

4 RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE L ALOE VERA: CARATTERISTICHE E VARIETÀ L : caratteristiche e varietà aloe è di difficile classificazione botanica per la facilità L con cui si ibrida. Amante dei climi caldi e secchi, appartiene alla grande famiglia delle Liliacee. Ne sono state classificate circa 250 varietà, tuttavia solo l è la pianta mag - giormente utile all uomo grazie alla sua particolare composizione biochimica. Il ceppo originario dell aloe è nell Africa del Sud, da dove poi si è diffusa nel Mediterraneo e nel continente americano. La pianta L è una delle piante officinali più utilizzate in fitoterapia per la sua efficacia: si tratta di una pianta perenne che può essere erbacea (cioè priva di tronco), arbustiva (cioè con piccolo tronco) o arborescente (con fusto legnoso alto fino a 5-9 m). Essa cresce prevalentemente in zone secche e rocciose tra i 700 e i 1800 m s.l.m.; presenta foglie lunghe, spesse e carnose, talvolta dentellate o spinose, disposte a rosetta o a cespuglio con tendenza a gonfiarsi e sgonfiarsi per fronteggiare lunghi periodi di siccità. Le foglie possono variare molto in grandezza (dai 20 ai 60 cm) in base al tipo di terreno e all esposizione alla luce. L Aloe somaliensis ha foglie affusolate lunghe 20 cm, lucide di colore verde-bruno con numerose chiazze chiare su entrambe le pagine foliari. La superficie inferiore della foglia è convessa, mentre quella superiore è piana o concava a seconda del grado di turgidità della foglia stessa. L aloe può sopportare lunghi periodi di siccità (è dunque una pianta xerofita), grazie a particolari adattamenti fisiologici: le foglie riescono infatti ad arginare le perdite d acqua grazie a una speciale sostanza autosigillante. Per questo il suo habitat è tipico delle zone aride e desertiche. Sotto la membrana più superficiale delle foglie si trova un primo strato che secerne un amaro succo giallognolo che si indurisce al contatto dell aria: esso ha proprietà lassative ed è utilizzato per curare scottature, tagli e piccole ustioni. Inoltre c è il parenchima, un tessuto spugnoso capace d immagazzinare l acqua filtrata dalle radici e dalle foglie trasformandola in un gel trasparente e amaro, ricercato per le proprietà curative. I principali prodotti ricavati dall aloe sono dunque due: dalle incisioni superficiali della foglia si ricava il succo dotato di proprietà lassative, mentre dalle incisioni fogliari più profonde si ricava il gel utilizzato in dermatologia cosmetica. La terminologia Il termine aloé è di origine araba e significa amaro e brillante, trasparente perché, quando la buccia della foglia viene asportata, il gel che fuoriesce assomiglia a un pezzo di ghiaccio lavato e, quindi, semisciolto. I benefici di questa pianta erano noti fino dagli albori della civiltà e attraverso varie culture sono giunti a noi. L aloe è tornata al centro dell attenzione dopo essere stata messa in secondo piano dai farmaci di sintesi. Oggi, infatti, nonostante le medicine chimiche siano efficaci, il loro uso prolungato comporta interazioni con altre sostanze tali da causare pesanti effetti collaterali sul paziente. Molti consumatori stanno tornando a considerare le proprietà terapeutiche delle piante. 9

5 RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE L ALOE VERA: CARATTERISTICHE E VARIETÀ 1 si dipartono numerosi cespugli le cui foglie (più sottili e meno carnose di quelle dell ) di colore grigio-verde o verde chiaro possono arrivare fino a una lunghezza di cm. I lembi delle foglie sono caratterizzati dalla presenza di spine triangolari. La sua zona di origine è l Africa centro-meridionale. Cresce spontaneamente nella provincia del Capo, in Mozabico, Zimbawe e Malawi. Oggi diffusissima in varie parti del globo (Russia e Giappone compresi), questa specie fiorisce da maggio a luglio e i suoi fiori possono essere gialli, rosa o arancio. Poiché contengono poca acqua, le foglie presentano un elevatissima quantità di principi attivi. Tuttavia ha un impiego ridotto in farmacologia e costi molto elevati per le difficoltà connesse alla sua lavorazione industriale. Le proprietà 10 Tra giugno e settembre, la fioritura dell Aloe squarrosa mostra pannocchie di fiori rossi lunghe cm, simili a quelli dell. Negli USA, il successo dell Aloe vera è successivo alla Seconda guerra mondiale, quando alcuni scienziati americani constatarono che i sopravvissuti all attacco di Hiroshima e Nagasaki avevano curato la loro pelle con il gel dell aloe oppure bevendone il succo. Gli americani osservarono pure che l incidenza di casi di cancro alla pelle in Giappone era stato inferiore a quello previsto dopo un tale attacco nucleare. Le specie medicamentose più conosciute Sono tre le tre specie medicinali più conosciute: l Aloe barbadensis Miller (detta anche ), l Aloe arborescens Miller e l Aloe ferox. L Aloe barbadensis Miller deve il suo nome alle Isole Barbados dove è molto diffusa; è presente nel resto delle Antille, nei Caraibi e sulle coste dell Africa da cui forse si diffuse originariamente: può arrivare a un altezza massima di cm e raggiunge la maturità produttiva verso i cinque anni d età. È priva di tronco e ha l aspetto di cespuglio con foglie disposte in modo circolare. La fioritura avviene in estate con formazioni a grappolo di colore giallo. Le sue foglie, carnose e munite di spine, possono raggiungere una lunghezza di cm, con una larghezza alla base che varia dai 6 ai 10 cm. Queste, maculate in fase di crescita, assumono un colore verde uniforme allo stato adulto e sono rivestite da una pellicola protettrice che permette alla pianta di filtrare l aria e l acqua. L Aloe arborescens Miller (detta aloe a candelabro) ha tronco legnoso, può superare i 2 m di altezza e da esso L aloe è diffusa nei climi temperati. In Italia vive all esterno nelle zone meridionali, mentre al Nord deve essere coltivata in appartamento o in serra. Lo studio dell aloe si divide in due grandi indirizzi: quelli che esaminano i componenti del succo essiccato e quelli che esaminano i composti del succo fresco o gel di aloe. Fino a oggi si è parlato di aloe intendendo con questo nome il succo, essiccato e ridotto in polvere, proveniente da varie specie di aloe e usato per le sue proprietà lassative, amaro-toniche e purganti. Oggi si sta studiando anche la composizione e l azione del gel, in particolare quello ottenuto da e Aloe arborescens. Questo è un liquido gelatinoso opalescente, prodotto dallo strato più profondo e centrale della foglia (il parenchima). Diffidate delle aziende che ricorrono agli enzimi o all esposizione a elevate temperature (pastorizzazione) per diluire la polpa della pianta: questi procedimenti compromettono gravemente la qualità del prodotto finale. 11

6 RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE L ALOE VERA: CARATTERISTICHE E VARIETÀ 1 12 La stabilizzazione Se tagliamo una mela a fette e la lasciamo esposta all aria, noteremo che il frutto cambia rapidamente colore. Anche per l aloe si verifica qualcosa di analogo: se il succo, protetto dalla buccia esterna, viene a contatto con l aria, inizia un processo di ossidazione che priva il gel delle proprietà benefiche originarie. La stabilizzazione è il metodo di conservazione del gel che lo mantiene in uno stato il più vicino possibile alla sua composizione originale, senza perdere l efficacia racchiusa nella foglia appena raccolta. Senza la stabilizzazione, si avrebbe il deterioramento delle caratteristiche specifiche della pianta. Il primo a realizzare un tale processo di conservazione fu, negli anni Cinquanta, il farmacista texano Bill Coats. L Aloe ferox (aggettivo che in latino significa selvatico ), infine, è molto robusta e la sua altezza varia dai 2 ai 5 m negli esemplari più vecchi. Il tronco legnoso raggiunge notevoli dimensioni e si diparte in complesse ramificazioni. Le sue foglie, molto carnose, possono raggiungere il metro di lunghezza e hanno una sfumatura di colore che va dal verde al grigio-verde. Presenta spine di un rosso scuro sia sui lembi sia sulla pagina inferiore della foglia. Il gel dell Aloe ferox è ricchissimo di sali minerali e particolarmente di ferro dimostrando dunque una forte valenza positiva Esistono tre categorie di aloe: acauleas, prive di tronco; subcauleas, con il tronco ridotto, e cauleas, con il tronco esteso. nella cura delle anemie e dei disturbi connessi al ciclo mestruale. Essendo però povera di altri principi attivi, se ne consiglia l assunzione associata ad altre varietà di aloe. Fioritura e coltivazione L infiorescenza dell aloe è costituita da una pannocchia composta di vari racemi. Questi sono in genere molto lunghi (fino a 1 m), ricoperti da tanti piccoli fiori dai colori vivaci, gialli, arancioni, rossi, bianchi o screziati, riuniti in fitti grappoli. I fiori delle Aloacee vanno dal bianco-verdastro dell Aloe integra dello Swaziland che fiorisce da ottobre a dicembre al rosa-aranciato dell Aloe zebrina (diffusa in Botswana, Namibia, Angola e Zimbawe), con fioritura da gennaio a marzo e da novembre a dicembre. Le piante si moltiplicano per lo più con talee estive dei germogli del fusto. Si possono anche riprodurre per seme, ma questa è una soluzione che richiede tempi molto lunghi. In Italia l e la sua varietà arbustiva in particolare, diffusa come pianta ornamentale nei giardini rivieraschi, si posso- no trovare coltivate e inselvatichite in Sicilia, Sardegna, Calabria, Ischia e Isola d Elba. Le piante di aloe tollerano il freddo ma non l umidità e alcune specie crescono anche ad alta quota, dove per qualche ora la temperatura può scendere sotto i 0 C. Il terreno deve essere ben drenato, sabbioso ma ricco e, durante l inverno, non richiede annaffiatura. Le foglie, se bagnate, devono asciugare in fretta ed è bene non bagnare il cuore della rosetta, perché tende a marcire. La moltiplicazione per talea, preferibile come si è visto a quella per seme, è più efficace nel periodo estivo e necessita di questo procedimento: si recidono i germogli e si lasciano asciugare per alcuni giorni in base alla temperatura e al tasso d umidità. Si invasano in contenitori con un substrato di terriccio leggero che dovrà essere mantenuto umido. I vasi dovranno essere posizionati in una zona luminosa. Attenzione ai parassiti, soprattutto alla cocciniglia. Le parti della pianta La foglia dell aloe contiene sostanze medicamentose assai utili alla salute dell uomo. Il gel dell è usato per uso esterno soprattutto per il trattamento di psoriasi, eczemi, bruciature, piaghe e ferite, mentre quello ottenuto dall Aloe arbo- I sali all disciolti nell acqua calda curano la pelle e rendono il bagno rilassante. Il Consiglio Internazionale Scien - tifico dell (CISAV) è stato creato proprio per il monitoraggio della qualità e della quantità di contenuta in ogni prodotto commercializzato. Si tratta di un ente autonomo e indipendente rispetto alle aziende produttrici e autorizzato a emettere un certificato di garanzia qualora il prodotto sia conforme agli standard di qualità prestabiliti. Solo quando il marchio del CISAV è ben visibile sulla confezione, si può essere sicuri che il prodotto a base di è stato testato con cura. 13

7 RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE L ALOE VERA: CARATTERISTICHE E VARIETÀ 1 14 Oltre a essere sfruttata come pianta medicinale l aloe è considerata di buon auspicio: gli allevatori del Sud America, quando migrano, portano con sé le piante di aloe e spesso le donano in segno di buon augurio alle coppie appena sposate. In Africa è usata come amuleto a protezione dagli spiriti dei defunti e dagli incidenti. Gli Egiziani, come i loro antenati, continuano a considerare l aloe una pianta portafortuna e la utilizzano per ornare l ingresso delle loro abitazioni, negozi e uffici. Anche in Messico l aloe è associata alla buona sorte e la gente confeziona con la pianta delle ghirlande da appendere. rescens, si usa prevalentemente per uso interno, per ulcere, coliti, infiammazioni, artriti, come disintosiccante e per le sue proprietà stimolanti. Nel caso dell il succo risulta sgradevole e amaro: i produttori di succo d cercano di rendere più gradevole il sapore del succo anche per calibrare il potere lassativo della bevanda così ricavata. I moderni metodi di coltivazione, raccolta e lavorazione consentono comunque di ricavare un succo le cui proprietà sono pressoché identiche a quelle della foglia fresca. Le foglie, dopo essere state lavate, vengono triturate fino a ottenere una polpa densa. Nel caso dell, se non è stata eliminata manualmente la cuticola, si procede a un filtraggio per migliorare il gusto del preparato. La polpa così ottenuta viene resa poi più fluida tramite un processo di sbattimento meccanico che lascia inalterate le proprietà terapeutiche del prodotto. I derivati dall aloe Il materiale ricavato dalla frantumazione del gel e, in alcuni casi, della buccia dell aloe è utilizzato per confezionare prodotti alimentari e farmaceutici. Tra i prodotti più diffusi ricordiamo il gel puro per uso esterno (effetto antiinvecchiamento, filtro solare) o terapeutico (malattie della pelle, ferite, bruciature, u - stioni e cicatrici ecc.). Esistono innumerevoli prodotti a base di succo d aloe: creme, lozioni, trattamenti viso-corpo, shampoo e bagnoschiuma. Un mercato molto florido è quello degli integratori alimentari costituiti dall estratto secco della pianta, a cui ricorrono soprattutto atleti e sportivi; il gel dell è inol- Creme, trattamenti, balsami e lozioni: sono moltissimi i prodotti a base di aloe. I trattamenti del viso a base di aloe sono in grado di favorire l assorbimento del sebo in eccesso e di rimuovere le impurità della pelle, rendendola liscia e fresca e donando una piacevole sensazione di lifting cosmetico. 15

8 RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE L ALOE VERA: CARATTERISTICHE E VARIETÀ 1 16 La coltivazione Coltivare l aloe in casa è semplice: è una piante che richiede scarse annaffiature, poche attenzioni e cure particolari. Predilige i luoghi soleggiati, ma tollera anche l ombra e si accontenta di terreni poveri e aridi. Le uniche condizioni necessarie sono un buon drenaggio e una temperatura non inferiore ai 4 C. Quando nella stagione invernale la temperatura scende, si consiglia di mettere le piante d aloe al riparo dal freddo. L aloe periodicamente produce germogli che possono essere trapiantati per dare vita a nuovi esemplari. tre usato nelle bevande analcoliche che sono comunemente note come succo di : si produce normalmente a partire dal gel della pianta, mediante diluizione con acqua, mischiando con acido citrico e conservanti. L aloe: testimonianze nella storia I benefici dell erano già noti agli albori della civiltà: le sue proprietà salutari sopravvivono da oltre 5000 anni, tramandate da una lunghissima tradizione in Maya un meraviglioso rimedio per il mal di L Hunpeckin-ci (Aloe) era considerato dai Occidente (Egiziani, testa. Il succo si preparava per infusione. Ro mani, Greci), in Oriente (Assiro-Babilonesi, Sumeri, Arabi, Cinesi, Indiani) e nel Nuovo Mondo (Maya, Aztechi e Indiani d America). Il più antico documento scritto riguardante l uso dell è costituito da alcune tavolette d argilla incise a caratteri cuneiformi intorno al 2000 a.c.; un papiro egizio, databile attorno al XV secolo a.c., descriveva accuratamente la pianta dell aloe e conteneva addirittura prescrizioni per l utilizzo terapeutico della pianta e per il confezionamento di unguenti medicamentosi. Le regine Nefertiti (XIV secolo a.c.) e Cleopatra (I a.c.) ricorrevano all aloe per scopi estetici, per levigare la pelle e mantere un aspetto giovanile. Il succo d aloe serviva anche per scopi religiosi e simbolici: posta all ingresso delle piramidi, la pianta dell aloe indicava al defunto la strada da seguire per raggiungere il mondo dei morti, mentre il gel delle foglie era uno degli estratti naturali usati per il processo di mummificazione dei cadaveri. Anche i Greci riconobbero le proprietà dell aloe e le tramandarono ai Romani. Riferimenti all aloe si ritrovano anche nel Nuovo Testamento e specialmente nel Vangelo di Giovanni, secondo cui il corpo di Cristo sarebbe stato cosparso con una mistura di oli e sostanze aromatiche: recenti analisi effettuate sulla Sindone hanno effettivamente riscontrato tracce di aloe, mirra e pollini di piante presenti in Palestina ai tempi di Cristo, confermando così la veridicità del racconto evangelico. Anche le antiche culture orientali, cinese e indiana soprattutto, conoscevano l : Marco Polo ( ), durante i viaggi in Cina, notò che l aloe era utilizzata per la cura del mal di stomaco e per il trattamento di vari disturbi dermatologici. L aloe era intensamente sfruttata anche da Maya e Aztechi per ricavare una bevanda utilizzata per i riti collettivi, in grado di favorire l ebbrezza estatica e la chiaroveggenza. Il Medioevo, specie nel periodo delle Repubbliche marinare, vide fiorire il mercato delle spezie e delle droghe: Venezia era il punto di smistamento per tutto il mondo occidentale delle piante officinali. La botanica come vera e propria scienza iniziò tra la fine del XV e l inizio del XVI secolo, grazie alle scoperte geografiche e all invenzione della stampa. Il Nuovo Mondo fece conoscere nuove varietà di piante medicinali e commestibili, imponendo una revisione di tutte le conoscenze acquisite fino a quel momento. Il rapido progredire della documentazione della scienza medica nel mondo occidentale e lo spostamento della civiltà verso zone più temperate o fredde (Europa continentale) portaro- Padre Zago Padre Romano Zago, un frate cattolico attivo in una comunità di Rio Grande in Brasile, fu testimone di alcune guarigioni da gravi malattie (cancro) in seguito alla somministrazione di una mistura composta di Aloe arborescens miller, miele e alcol. La ricetta, di origine popolare brasiliana, sarebbe efficace grazie all azione vasodilatatrice dell alcol che rende i principi attivi dell aloe disponibili all organismo umano. Le potenzialità terapeutiche sono ancora oggetto di studio da parte della scienza ed è necessario ricordare che non devono alimentare false speranze in chi è affetto da gravi malattie: è perciò sempre necessario consultare il proprio medico prima di assumere questo rimedio. L aloe per la realizzazione della ricetta deve essere un Aloe arborescens di almeno 5 anni di vita, provenire da una coltivazione biologica e non deve aver subito concimazione chimica. Le foglie devono essere raccolte di notte e pulite accuratamente senza uso d acqua; le spine e le eventuali macchie devono essere asportate con un coltello. ITemplari usavano l con vino di palma e canapa, per mantenersi giovani e in buona salute, chiamavano tale bevanda elisir di Gerusalemme. Nel Medioevo i poteri curativi dell erano noti in tutto il mondo, ma la presenza di una sostanza altamente purgante, irritativa del colon e abortiva in gravidanza, l aloina, contenuta nella linfa della scorza, causò una certa riluttanza all utilizzo dell per diverso tempo. La scoperta e l isolamento di tale sostanza ha reso oggi la massima fruibilità benefica del prodotto: grazie a un particolare processo estrattivo, infatti, si può isolare l aloina dal succo di aloe e recuperare, in maniera integrale, tutte le sue qualità terapeutiche. 17

9 RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE L ALOE VERA: CARATTERISTICHE E VARIETÀ 1 18 Le piante di aloe si riproducono mediante impollinazione effettuata da uccelli e insetti che volano di pianta in pianta fecondandole. L aloe è di facile conservazione sul balcone di casa, ma andrà riparata dal gelo dei mesi più freddi. Non richiede molte irrigazioni e non soffre di parassitosi gravi, solo rari attacchi di cocciniglia. Le foglie di maggior valore sono quelle più vecchie e basali, con almeno 4 anni di età. Evitate i ristagni d acqua ed eliminate le foglie rovinate e il fiore appassito. no in ribasso la popolarità dell che così cadde gradualmente in disuso: nel corso degli anni ci si convinse che le doti dell aloe erano radicate nel mito e nel folclore piuttosto che nella realtà. Così, nonostante nelle zone tropicali, dove la pianta cresce spontaneamente, l aloe continuasse a essere utilizzata per la cura delle ferite e per altri disturbi, nel Nord Europa e nel Nord America, fu accantonata in favore dei ritrovati della medicina moderna. Fatta eccezione per il succo d aloe essiccato usato come lassativo, tutti i prodotti dell aloe sono scomparsi dalla tradizione medicinale alla fine del Medioevo per riapparire poi nel xx secolo. Verso la metà del XX secolo, tuttavia, la scienza si è resa conto dell effetto negativo dell ossidazione sulla qualità e la conseguente efficacia del gel estratto dalla foglia e soltanto negli anni 70 del XX secolo gli scienziati hanno scoperto il procedimento giusto per stabilizzare e conservare il gel estratto dall aloe in maniera che restasse essenzialmente identico al gel fresco e fosse possibile commercializzarlo. L aloe nella medicina tradizionale L uso dell si ritrova nelle medicine tradizionali di molti Paesi: in India è usata come emmenagogo (in grado cioè di provocare la comparsa delle mestruazioni), stomachico (capace di riequilibrare la secrezione gastrica) e antielmintico (cioè vermifugo). In Cina le foglie e il gel fresco sono usati come rimedio di pronto soccorso; in Messico le foglie sono utilizzate per curare ferite, bruciature e irritazioni cutanee. Il gel fresco è usato negli Stati Uniti in molte patologie dermatologiche come la psoriasi, per ridurre il prurito e la desquamazione, per le ustioni come lenitivo del dolore e riparatore cutaneo, acne, dermatiti, pruriti, artriti e reumatismi. L Aloe arborescens è usata allo stesso modo dell in Cina e nei paesi dell ex Unione Sovietica per il trattamento delle ustioni. Nelle Filippine le foglie sono utilizzate per alleviare le sofferenze dei malati di beri-beri e per contrastare la caduta dei capelli. I cacciatori del Congo si strofinano il corpo con foglie di aloe per ridurre la traspirazione ed eliminare così l odore personale che potrebbe allontanare le eventuali prede. I malesi e i giamaicani curano il mal di testa appoggiando una foglia di aloe sulla fronte. A Cuba il rimedio più comune contro il raffreddore consiste in una bevanda a base di aloe, zucchero e rum. In Colombia i genitori spalmano braccia e gambe dei bambini con il gel estratto dalla pianta per proteggerli dalle punture di insetti. Anche le tribù degli indiani d America si frizionavano con il succo d aloe diluito per evitare le punture delle zanzare. Gli indiani, inoltre, ricorrevano al succo d aloe negli interventi chirurgici per agevolare la cicatrizzazione delle ferite. Le donne maya strofinavano una poltiglia di aloe sul seno per favorire lo svezzamento dei loro bambini. Analogamente strofinavano l aloe sul pollice dei figli per inibire il vizio di succhiare il dito. Le proprietà Le principali proprietà dell aloe sono antinfiammatorie, antivirali, immunostimolanti, antibatteriche e antifungine. Favorisce inoltre la cicatrizzazione e svolge un a - zione calmante e lenitiva sui tessuti infiammati, riducendone dolore e gonfiori. Si usa anche per curare punture di insetti, allergie da contatto, dermatiti, eczemi, eritemi, pruriti del cuoio capelluto, micosi e afte delle bocca. Una pianta di Aloe ferox, riconoscibile per il colore rosso scuro delle spine. Ha un alto contenuto di calcio e aminoacidi. 19

10 RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE LA CHIMICA E L ALOE La chimica e l aloe L intensa azione purgante dell aloe è strettamente collegata alla struttura chimica della sua molecola. Stili di vita La ricetta, precedentemente descritta, di Padre Romano Zago necessita di essere integrata in uno stile di vita e in un regime dietetico sani, che possono essere considerati come consigli utili sia per il benessere sia per la salute. È bene, quindi, mangiare molta frutta lontano dai pasti (è una consuetudine sbagliata mangiare la frutta alla fine del pasto perché può provocare fermentazioni gastriche e intestinali); molta verdura prima dei pasti (iniziare il pasto con la verdura cruda ha un effetto aperitivo, digestivo e depurativo); evitare il più possibile i fritti, carni di ogni tipo compresi i salumi, uova, formaggi (cioè le proteine animali). Inoltre la ricetta di Padre Zago consiglia di evitare lo zucchero bianco (da sostituire con quello di canna), compresi i dolci industriali di ogni tipo e di bere molta acqua. Si consiglia di fare movimento all aria aperta: camminate, gite in bicicletta ecc., attività che oltre a tonificare i muscoli, aiutano l organismo a liberarsi dalle tossine e favoriscono il rilassamento del sistema nervoso. L aloe è composta da tre gruppi di sostanze: i polisaccaridi, cioè gli zuccheri racchiusi nel gel interno della foglia; gli antrachinoni, una sorta di analgesici naturali, racchiusi nella buccia e sostanze nutritive di vario tipo, quali vitamine, sali minerali, aminoacidi, acidi organici, fosfolipidi ed enzimi. I polisaccaridi I polisaccaridi sono i responsabili della maggior parte degli effetti terapeutici dell aloe: rivestono e proteggono le pareti dello stomaco e dell intestino, svolgendo un effetto gastroprotettore. Essi, inoltre, influenzano il sistema immunitario aumentando le difese contro i germi portatori di malattie. Favoriscono anche l idratazione dei tessuti: quando si spalma il gel d aloe sulla cute i polisaccaridi creano una leggera pellicola semipermeabile capace di rendere la pelle fresca, morbida e vellutata. Gli antrachinoni Gli antrachinoni sono analgesici naturali con proprietà antibatteriche e antivirali: sono i composti organici di colore giallo che conferiscono al succo d aloe un sapore amaro e sgradevole e che sono in grado di regolare l attività dell intestino, favorendo così l azione lassativa. Gli antrachinoni sono localizzati in maniera massiccia nel tronco della pianta, mentre nella foglia si concentrano nello strato più esterno. Tra gli antrachinoni, il più importante è l aloina favorisce la secrezione degli elettroliti e dell acqua dall intestino mediante aumento della pressione interna, che stimola la peristalsi. Gli antrachinoni sono un vasto gruppo di sostanze assai diffuse nel regno vegetale. Il sapore tipicamente amaro dell aloe deriva proprio da questi composti. I l glucomannano e l ace ma n - nano sono i principali polisaccaridi del succo di aloe e sono idrosolubili. L elevato contenuto di questi polisaccaridi rende possibile l azione filmogena conseguente all assunzione di aloe e il suo effetto di potente gastroprotettore. Una caratteristica, sviluppata dalla pianta proprio per proteggersi dagli agenti esterni, della quale può beneficiare anche l or ga ni smo umano. Ingerendo il succo di aloe, i mucopolisaccaridi si dispongono lungo il tratto digestivo, impedendo che eventuali variazioni di ph possano danneggiarlo. Gli zuccheri complessi possiedono anche la capacità di stimolare il sistema immunitario e, quindi, di generare positive reazioni dell organismo colpito da diverse patologie. I polisaccaridi si dispongono lungo il tratto digestivo superiore (esofago) e sulle pareti dello stomaco creando, grazie alle loro proprietà filmogene, un rivestimento capace di contenere o lenire eventuali gastriti o piccole ulcere. 21

11 RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE LA CHIMICA E L ALOE 2 L attività antidolorifica è dovuta all estere dell acido cinnamico, isobarbaloina, acido salicilico un anestetico naturale, simile all acido acetilsalicilico estratto dal salice e componente base dell Aspirina e bradichinasi che stimola il sistema immunitario. Più dell, è l Aloe arborescens ad essere particolarmente ricca di acido salicilico, sostanza che oltre alla ben nota azione antinfiammatoria svolge un azione protettiva sul cuore e su tutto il sistema vascolare. I prodotti contenenti succo d lasciano la pelle morbida, luminosa e ben idratata. Le vitamine presenti nell aloe Le vitamine sono composti organici necessari a tutti gli esseri viventi per lo svolgimento delle normali attività metaboliche. Gli uomini devono procurarsele indirettamente, tramite una dieta adeguata che preveda l assimilazione di cibi contenenti appunto le vitamine necessarie. Tra le vitamine presenti nell aloe si distinguono quelle del gruppo B e la vitamina C (idrosolubili), la vitamine la A, D e la E (liposolubili). La vitamina A è un ottimo rigenerante cellulare, efficace nella terapia di acne e psoriasi, utilizzata dall industria cosmetica nei prodotti per la prevenzione dell invecchiamento cutaneo. Favorisce la nutrizione di tutti i tessuti organici, in particolare di quelli epiteliali, mucose e occhi. La vitamina B1 facilita la digestione, in particolare il metabolismo dei carboidrati. Protegge il sistema nervoso e rafforza l apparato cardiaco. Poiché è una vitamina idrosolubile, i cibi ne perdono molta quando vengono bolliti; sopporta invece un leggero riscaldamento senza acqua come anche il congelamento. Favorisce la trasformazione del cibo in energia e aiuta l organismo a sfruttarla. 22 La vitamina B2 facilita la trasformazione delle proteine, dei carboidrati e del ferro in energia; è un elemento indispensabile per assicurare all organismo l apporto giusto di elementi nutritivi forniti dagli alimenti. Contrasta l anemia favorendo l as - sorbimento del ferro. La vitamina B5 si trova quasi in tutti gli alimenti e ha tre effetti principali: idratante, stimolante della rigenerazione delle cellule cutanee e antinfiammatorio. La vitamina B6, una delle più importanti di tutto il gruppo B, è un protettore del sistema immunitario. La vitamina B9 ha proprietà antianemiche e un ruolo importante nella prevenzione delle forme tumorali. Aiuta nella prevenzione di alcune malformazioni fetali, come la spina bifida, l anencefalia (assenza o riduzione del volume del cervello) e altri deficit neurali: molti medici raccomandano alle donne incinte supplementi di acido folico nelle prime sei settimane di gravidanza. L contiene magnesio e manganese che apportano energia al sistema nervoso e muscolare. La vitamina B6 La piridossina interviene in tutti i processi di sintesi degli aminoacidi, favorisce la produzione degli anticorpi, protegge dalle malattie e dalla degenerazione cellulare precoce, contribuisce all equilibrio ormonale ed è un importantissimo antidepressivo poiché attiva le riserve di energia in caso di stress psicofisico. 23

12 RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE LA CHIMICA E L ALOE 2 Non esagerare! 24 L aloe, abbinata a un regime alimentare sano ed equilibrato, è un ottimo coadiuvante nelle diete dimagranti perché agisce sul metabolismo dei grassi. La vitamina B12 favorisce la concentrazione e rafforza le capacità mnemoniche; ha proprietà antianemiche. La vitamina C è un antiossidante, favorisce l assorbimento del ferro e stimola la formazione del collagene. La vitamina D regola il metabolismo del calcio e del fosforo per il processo di ossificazione, favorendo l assunzione di minerali. La vitamina E è un antiossidante e rigeneratore cellulare; aiuta a prevenire i disturbi dell apparato cardiocircolatorio innalzando il livello di colesterolo buono (HDL) nel sangue. Non bisogna mai esagerare nell assunzione di vitamine. Il sodio regola l equilibrio dei liquidi nell organismo e la conduzione degli impulsi nervosi che rendono possibili le contrazioni muscolari. La nostra dieta, generalmente, ne è talmente ricca che il problema non è tanto la carenza quanto l eccesso di questo minerale! Non esistono alimenti privi di sale ma è importante conoscere quelli che ne contengono meno. Il livello di rischio maggiore è legato all aumento della pressione arteriosa. Un eccesso di calcio, invece, può causare la formazione di calcoli e insufficienza renale, nausea, vomito e perdita di appetito; a livello nervoso stanchezza, debolezza muscolare, sonnolenza; a livello cardiaco, tachicardia. Il sovradosaggio di potassio può causare aritmie e calo della pressione arteriosa. 25 Sodio, potassio e clorina, dei quali l è ricca, sono sali fondamentali nell'organismo e agiscono in stretta connessione tra loro. I sali di potassio in particolare permettono l estensione e la contrazione dei muscoli. I sali minerali L aloe è ricchissima di sali minerali quali ferro, calcio, fosforo, magnesio, potassio, rame, sodio e zinco. Il ferro è una componente essenziale dell emoglobina del sangue e la sua carenza causa l anemia: si trova in carne, legumi, cereali, uova, vegetali a foglie di colore verde. Il calcio rafforza il sistema osteoarticolare e la sua carenza nell organismo può provocare osteoporosi, artrite e disturbi reumatici; interviene nella coagulazione del sangue, nel ritmo cardiaco, rafforzando la contrazione del miocardio, e nella trasmissione degli impulsi nervosi.

13 RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE LA CHIMICA E L ALOE 2 26 L aloe è ricca anche di lignina, saponine e steroli. Analizziamo queste preziose sostanze una per volta. La lignina è una sostanza legnosa che conferisce al gel dell la sua eccezionale proprietà di penetrare negli strati più profondi della pelle. Le saponine sono sostanze altamente detergenti dotate di potere antisettico, antimicrobico e antibatterico. Si rivelano assai efficaci per contrastare le infezioni causate da batteri, microbi, virus, funghi e lieviti, compresa la Candida albicans. Gli steroli, infine, sono potenti antinfiammatori naturali. Nel gel di se ne rinvengono quattro tipi, tra cui il lupeolo che possiede proprietà antisettiche e purificanti. Nel complesso si può evincere che l aloe è un autentica miniera di componenti nutrizionali eppure le sue potenzialità non sono state ancora completamente esplorate. Il suo impiego terapeutico deve essere sempre prescritto e monitorato da un medico, specialmente nei casi di assunzione del succo per via interna. Si trova in acqua, latte e latticini, vegetali a foglie di colore verde, legumi secchi. Il fosforo, in associazione con il calcio, favorisce il processo di mineralizzazione delle ossa e accelera l attività dei muscoli dando energia e vigore. Il magnesio e il manganese migliorano la funzionalità della muscolatura e regolarizzano il battito cardiaco, svolgono azione tranquillante e antidepressiva, rivelandosi utili nel trattamento della sindrome premestruale. Il magnesio favorisce la fissazione del calcio e del fosforo alle ossa, è un attivatore del metabolismo e aiuta la sintesi delle proteine. Si trova nel cacao, nei cereali, nei legumi, nella frutta secca (noci). Il potassio elimina le scorie dall organismo, combatte l ipertensione e migliora le prestazioni sportive degli atleti. Lo si trova in verdura e frutta, lievito, legumi secchi, frutta secca, cioccolato, carne e latte. Il rame ha funzione antiossidante: si rivela utile nella cura dell artrite e di numerosi disturbi articolari. Lo zinco, infine, è in grado di stimolare il sistema immunitario, di rigenerare le cellule, di svolgere una notevole azione antinfiammatoria e di stimolare il desiderio sessuale maschile. Gli aminoacidi Gli aminoacidi sono definiti i mattoni delle proteine e permettono il corretto funzionamento del corpo umano: essi si suddividono in essenziali, non-essenziali e semiessenziali. L aloe ne fornisce addirittura 20, 8 dei quali sono aminoacidi essenziali che l organismo non è in grado di sintetizzare da sé. L aloe contiene molti tra gli aminoacidi non-essenziali (quelli che l organismo è in grado di fabbricare autonomamente nella quantità necessaria) e alcuni tra gli aminoacidi semi-essenziali. Gli enzimi Gli enzimi sono sostanze proteiche, che rendono possibile lo svolgimento di importanti reazioni biochimiche nell organismo. Gli enzimi che favoriscono la digestione dei grassi e delle proteine sono presenti nell aloe che contiene, tra l altro, anche l enzima in grado di agire sull infiammazione dei tessuti, favorendo il processo di cicatrizzazione delle ferite e svolgendo un azione analgesica. L assunzione di aloe per via interna è controindicata nelle donne in stato di gravidanza, per i rischi d aborto ad essa connessi, e durante l allattamento. 27

14 RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE 3. Aloe: uso pratico, patologie trattabili ALOE: USO PRATICO, PATOLOGIE TRATTABILI 3 Dato che il gel contenuto nelle lunghe foglie carnose dell aloe si ossida rapidamente a contatto con l aria i suoi principi attivi possono deteriorarsi in fretta. Avvertenze 28 Per estrarre la gelatina dalla vostra aloe tagliate una foglia e usate un cucchiaio per raccoglierla e usarla fresca su ferite e bruciature. L è utile, essenzialmente: come coadiuvante nel trattamento di ustioni e colpi di sole; per favorire la guarigione di piaghe e ferite formatesi in seguito a operazioni chirurgiche; come coadiuvante nella cura di alcune forme allergiche e in caso di eczemi e psoriasi; per il trattamento di dolori articolari, reumatismi e alcune forme d artrite; per l igiene e la disinfezione delle mucose orali infiammate; per contrastare l invecchiamento cellulare e la produzione di radicali liberi; per idratare l epidermide; per aumentare le difese immunitarie non specifiche e per diminuire la sensibilità alle infezioni. Bisogna ricordare che il medico deve sempre essere consultato prima di assumere l aloe per via orale anche e soprattutto in presenza di mestruazioni, colite e altre malattie del tratto gastrointestinale, appendicite o infiammazioni dell intestino, durante l allattamento, in età pediatrica (bambini al di sotto dei 12 anni) e in caso di assunzione di altri farmaci. Risulta comunque necessario sottoporsi ad accurati controlli medici per stabilire la terapia più indicata per ogni singola situazione, soprattutto in caso di malattie gravi. Di seguito una panoramica delle patologie, che possono essere curate efficacemente con l aloe. Acidità di stomaco: il bruciore di stomaco è dovuto alla irritazione della mucosa gastrica o all infezione del tubo digerente. L aloe vera attenua la sensazione di bruciore e normalizza il ph, favorendo l equilibrio della flora batterica e migliorando l assorbimento delle sostanze nutritive. Due cucchiai di succo puro d aloe assunto prima dei pasti possono dare sollievo. A I principi attivi presenti nell Aloe vera presentano una maggiore o minore efficacia a seconda del caso. Ovviamente la persona affetta da gravi patologie non può pensare di affidarsi in esclusiva a terapie basate su preparati botanici: il medico dovrà consigliare la giusta sinergia tra farmaci tradizionali e rimedi naturali. Le donne incinte devono preferibilmente evitare l uso interno di prodotti a base di succo d aloe: la forte concentrazione di aloina, infatti, stimola l attività dell intestino che potrebbe indurre contrazioni uterine, causando addirittura l aborto spontaneo del feto. Questa avvertenza non riguarda invece le applicazioni esterne di prodotti dealoinizzati che possono essere utilizzati senza timore. Infine, si consiglia ai pazienti diabetici di assumere aloe solo sotto stretto controllo medico: essa, infatti, stimolando la produzione di insulina da parte del pancreas, provoca nei pazienti diabetici uno stato ipoglicemico che ha come conseguennze tipiche cali di pressione, ipotonia muscolare, calo della vista ecc. 29

15 RIMEDIO NATURALE PER LA SALUTE ALOE: USO PRATICO, PATOLOGIE TRATTABILI 3 30 L è molto utile nel trattamento dell acne giovanile. L uso locale è indicato nell igiene quotidiana, con l applicazione di gel e varie lozioni detergenti. Alle radici dell alitosi Pur lavandosi regolarmente i denti, non fumando ed evitando cibi dai sapori forti, può capitare di avere l alito cattivo. Perché? Non sempre la causa dell alitosi risiede nel cavo orale, ma può derivare da cattive abitudini alimentari, difficoltà digestive o irregolarità intestinale. L è un ottimo rimedio specie se associata in tisane con genziana, cardo mariano, tarassaco, carciofo e tè verde. Acne: affezione della pelle causata dall infiammazione dei follicoli piliferi ostruiti dal sebo. L acne ha come manifestazioni principali: la comparsa sulla pelle di comedoni (comunemente detti punti neri), pustole e cisti su viso, collo e spalle. Si consiglia l utilizzo di un sapone a base di aloe per la pulizia quotidiana del viso e un applicazione locale di gel due o tre volte al giorno. Lavaggi troppo frequenti sono controproducenti perché seccano e irritano ulteriormente la pelle. Si consiglia inoltre l assunzione per via orale di 2 cucchiai di succo puro d aloe mattina e sera nei casi più difficili. Alitosi: questo disturbo può essere dovuto alla presenza di denti cariati, piorrea, cattive abitudini alimentari o gastrite. Se si tratta di disturbi del cavo orale, si possono fare sciacqui giornalieri con una soluzione composta di 4 cucchiai di succo puro d aloe in 1/4 di litro d acqua o applicazioni di succo puro su denti e gengive due volte al giorno. Alopecia: perdita o mancanza totale di capelli e peli. Può essere utile il massaggio della cute con il succo puro d aloe (da effettuarsi mattino e sera) per contrastare la caduta dei capelli. L aloe è, inoltre, in grado di ridurre leggermente il contenuto di grasso del cuoio capelluto e di penetrare quindi in modo ottimale attraverso i pori. Anemia: bassa concentrazione di emoglobina nel sangue. La forma più diffusa è quella causata da carenza di ferro. I sintomi più comuni sono pallore, debolezza, tachicardia e vertigini. Si consiglia, oltre a un alimentazione ricca di frutta e verdura (specialmente spinaci), l assunzione ai pasti di 2 cucchiai di succo puro d aloe. Resta indispensabile il controllo medico e quello dei valori attraverso le analisi del sangue. Allergie Le reazioni allergiche segnalano che l organismo non è in grado di distinguere gli agenti dannosi da quelli innocui. Le cause dell insorgere di un allergia possono essere varie: inquinamento, alimentazione inadeguata al reale fabbisogno dell organismo, uso poco accorto di farmaci e stress. La sintomatologia comprende difficoltà respiratorie, forte lacrimazione, prurito e rinite. L aloe eviterebbe le reazioni brusche dell organismo e aumenterebbe la tolleranza verso gli allergeni. Si consigliano 2 cucchiai di succo puro d aloe prima dei pasti per circa un mese, nel periodo del cambio di stagione. Un discorso a parte è necessario per quanto riguarda l allergia alle fragole. Questo eritema interessa viso e collo e l aloe può contribuire all inibizione della reazione allergica: si consiglia di frizionare la pelle con succo puro d aloe diluito in acqua tiepida o con una pomata. Ovviamente si può essere allergici anche all aloe: si consiglia perciò di testarla sempre, spalmandone poca sul polso o nell incavo del gomito per vedere la reazione della cute. L oltre a nutrire il cuoio capelluto, prevenendo così l alopecia, è indicata per la normale pulizia e la cura del cuoio capelluto arrossato o tendente alla formazione di forfora. 31

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

MOMENT 200 mg compresse rivestite Ibuprofene

MOMENT 200 mg compresse rivestite Ibuprofene PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO Questo è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che può essere usato per curare disturbi lievi e transitori facilmente

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum);

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum); Farro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il farro, nome comune usato per tre differenti specie del genere Triticum, rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzata dall'uomo come nutrimento

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI REGIONE VENETO REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art. 42) 24 NOTE GENERALI Il registro completo dei trattamenti, è composto da: - scheda A - Dati anagrafici azienda/ente

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

RIGENERANTI. AGLI ENZIMI Trattamento efficace di rinnovamento cellulare, stimola il ricambio epidermico e rende la pelle luminosa ed elastica.

RIGENERANTI. AGLI ENZIMI Trattamento efficace di rinnovamento cellulare, stimola il ricambio epidermico e rende la pelle luminosa ed elastica. TRATTAMENTI VISO RIGENERANTI ESFOLIANTE attamento indicato per ottenere una pelle liscia, luminosa e elastica, previene o attenua gli inestetismi più comuni e diffusi. Rimuove le cellule morte, leviga

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

- Riproduzione riservata - 1

- Riproduzione riservata - 1 Principali malattie parassitarie del cane; Le malattie parassitarie che maggiormente interessano e colpiscono il cane sono molte ed alcune di queste possono colpire e provocare conseguenze anche per l

Dettagli

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING)

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) Cosa bisogna sapere prima di decidere di fare lo sbiancamento dei denti? In inglese viene definito:dental bleaching 1. L'igiene orale correttamente eseguita

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura. melo, pero, kiwi. schede colturali - volume 4

Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura. melo, pero, kiwi. schede colturali - volume 4 Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura melo, pero, kiwi schede colturali - volume 4 I prodotti che AGM fabbrica con destinazione speciale per frutteti, sono stati testati

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo Le forze inorganiche creano sempre solo l inorganico. Mediante una forza superiore che agisce nel corpo vivente, al cui servizio sono le forze

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3 Compito Categoria Numero di partenza Posizione Tempo: 10 minuti Leggere attentamente il questionario allegato. Rispondere alle domande sul tema. Nel contempo si tratta di risolvere un caso pratico. Per

Dettagli

-uno o più IONI INORGANICI

-uno o più IONI INORGANICI Coenzimi e vitamine Alcuni enzimi, per svolgere la loro funzione, hanno bisogno di componenti chimici addizionali, i COFATTORI APOENZIMA + COFATTORE = OLOENZIMA = enzima cataliticamente attivo Il cofattore

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa?

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa? 1. Quando si devono potare le rose? a) I Rosai rampicanti e arbustivi: non si potano in quanto fioriscono sui rami (sarmenti) dell anno precedente; se potiamo, la produzione di fiori viene ridotta a circa

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

PROTOCOLLO DI BIOSICUREZZA. Sperma Scarti Morti Disinfezioni Personale Aghi e strumentario Derattizzazione

PROTOCOLLO DI BIOSICUREZZA. Sperma Scarti Morti Disinfezioni Personale Aghi e strumentario Derattizzazione PROTOCOLLO DI BIOSICUREZZA Sperma Scarti Morti Disinfezioni Personale Aghi e strumentario Derattizzazione Disinfezione Il ricorso a disinfettanti e disinfestanti, se unito ad altre misure tese a minimizzare

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

-Composti organici essenziali per la vita

-Composti organici essenziali per la vita -Composti organici essenziali per la vita -La maggior parte dei vertebrati (tra cui l uomo) non sono in grado di sintetizzarle (come gli amminoacidi essenziali) -Sono assunte con la dieta -Alcune malattie

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. DIBASE 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 50.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 100.000 U.I./ml soluzione iniettabile DIBASE

Dettagli

REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) SOC

REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) SOC SOC REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) TOTALE PERC Esami diagnostici Pressione arteriosa ridotta 1 0.2% Patologie cardiache Cianosi 2 0.4% Bradicardia 1 0.2% Tachicardia 9 1.9% Extrasistoli

Dettagli