Il giardino della scuola: il giardino che vorrei

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il giardino della scuola: il giardino che vorrei"

Transcript

1 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO a.s. 2006/2007 Il giardino della scuola: il giardino che vorrei 0

2 L alfabeto del giardino della scuola: il giardino che vorrei A come acero saccarino B come biancospino C come crocus, ciliegio giapponese e corniolo sanguinello D come dente di leone E come edera F come frassino e forsizia G come ginko biloba e giacinto I come iris L come lauroceraso, lavanda, lantana e liquidambar M come menta N come narciso O come olivella spinosa P come pratolina e pallon di maggio Q come quadrifoglio R come robinia e rosmarino S come sambuco e salvia T come tulipano, trifoglio, tarassaco e thuia U come usignoli V come viola, verbena e vite americana Z come zolla e zucca. Letizia Caglioti e Silvia Bellumore 1^H Il giardino che vorrei Il giardino che vorrei dev essere fatto di colore, vivacità e un po d amore, pieno d emozione e d ispirazione. Luca Migliaccio e Alvaro Mena Ci piacerebbe creare un giardino Ci piacerebbe creare un giardino fatato, quasi incantato, ricco di sogni e colori, vivido di tanti odori, ricordi di amori, intrisi di sapori e di fiori. Trifogli e margherite simboli di tante primavere. I ragazzi del Laboratorio di Poesia 1

3 INDICE PRESENTAZIONE pag. 4 GLI ALBERI pag. 5 ACERO SACCARINO Scheda botanica pag. 6 CILIEGIO GIAPPONESE Scheda botanica pag. 7 Poesie, acrostici e mesostici pag. 8 FRASSINO Scheda botanica pag. 13 GINKO BILOBA Scheda botanica pag. 14 LIQUIDAMBAR Scheda botanica pag. 15 Acrostici e mesostici pag. 16 ROBINIA Scheda botanica pag. 17 THUIA Scheda botanica pag. 18 I FIORI Poesia pag. 19 Poesie pag. 20 Il ciclo delle bulbose pag. 21 CROCUS Scheda botanica pag. 22 Poesie, acrostici e mesostici pag. 23 GIACINTO Scheda botanica pag. 26 Poesie, acrostici e mesostici pag. 27 NARCISO Scheda botanica pag. 28 Poesie, acrostici e mesostici pag. 29 Calligramma pag. 33 PRATOLINA Scheda botanica pag. 34 Poesie pag. 35 TARASSACO Scheda botanica pag. 36 TULIPANO Scheda botanica pag. 37 Poesie, acrostici e mesostici pag. 38 Il tulipano da oriente e occidente pag. 41 VIOLA Scheda botanica pag. 43 Poesie, acrostici e metagramma pag. 44 GLI ARBUSTI E LE ERBE pag. 46 EDERA Scheda botanica pag. 47 Poesie, acrostici e mesostici pag. 48 2

4 FORSIZIA Scheda botanica pag. 50 Poesie, acrostici e mesostici pag. 50 LAUROCERASO Scheda botanica pag. 52 LAVANDA Scheda botanica pag. 53 Rap, acrostico e parole incatenate pag. 54 MENTA Scheda botanica pag. 55 Poesie, acrostici e mesostici pag. 56 ROSMARINO Scheda botanica Pag. 58 SALVIA Scheda botanica Pag. 60 SAMBUCO Scheda botanica pag. 62 TRIFOGLIO Scheda botanica pag. 63 Rap, poesie e acrostici pag. 64 VERBENA Scheda botanica pag. 65 VITE AMERICANA Scheda botanica pag. 66 CORNIOLO SANGUINELLO Scheda botanica pag. 67 PALLON DI MAGGIO Scheda botanica pag. 67 LANTANA Scheda botanica pag. 68 OLIVELLA SPINOSA Scheda botanica pag. 68 BIANCOSPINO Scheda botanica pag. 68 CONCLUSIONE pag. 69 3

5 PRESENTAZIONE Aiutare i ragazzi a guardare la realtà che li circonda meno distrattamente. Aumentare in loro una sensibilità al miglioramento dell ambiente in cui vivono. Affidare loro un compito e guidarli alla realizzazione dello stesso stimolandoli a dare sempre il meglio di se. Per conseguire tali finalità abbiamo realizzato il libro IL GIARDINO DELLA SCUOLA: IL GIARDINO CHE VORREI. che è una raccolta di notizie botaniche, curiosità, miti e leggende sui fiori e alberi del giardino della scuola. I ragazzi dopo aver imparato a riconoscere e descrivere le varietà delle specie presenti, affascinati dalla storia di ogni albero e fiore, si sono cimentati in varie produzioni di scrittura creativa. Quella che presentano è solo una parte delle loro libere interpretazioni. Tutte le immagini e le illustrazioni sono prodotte dai ragazzi. L analisi delle diverse specie di alberi, arbusti, fiori ed erbe presenti nel giardino della scuola è stata suddivisa tra le tre classi prime: 1^G ACERO SACCARINO, FRASSINO, GIAGINTO, LAVANDA, ROBINIA, SAMBUCO, TRIFOGLIO, VIOLA MAMMOLA, VITE AMERICANA 1^H CILIEGIO GIAPPONESE, CROCUS, EDERA, LAUROCERASO, LIQUIDAMBAR, MENTA, NARCISO, SALVIA, TULIPANO 1^I FORSIZIA, GINKOBILOBA, PRATOLINA, ROSMARINO, TARASSACO, TUIA, VERBENA 4

6 Alessandra Francavilla e Martina Elemi 1^H 5

7 Letizia Caglioti 1^H Gli alberi Gli alberi in autunno cambiano colore, ma durante la primavera ritornano in loro e mettono allegria in ogni cuore. In inverno ancor di più, tutti innevati fanno venir voglia di salire fin lassù e toglier la neve da ogni foglia. Poi ritorna l autunno, con tutti gli alberi colorati, rossi,gialli e sfumati, insieme a loro ritorna l allegria. Letizia Caglioti e Martina Elemi 1^H 6

8 ACERO SACCARINO Numero esemplari presenti nel giardino: 7 Nome Acer Saccharinum, Acero saccarino o d argento Deriva da acer che significa appuntito e saccharinum cioè zucchero. Famiglia Aceraceae Distribuzione Specie originaria dell America Settentrionale e Canada; introdotta in Europa, oggi è diffusa in tutto l emisfero settentrionale. Ambiente In America settentrionale e Canada cresce in foreste miste di latifoglie, preferisce climi freddi, adatto a vari terreni. Descrizione Albero che raggiunge i 40 m d altezza, con chioma ampia e slanciata verso l alto, verde scura. Foglie: opposte, decidue, palmate con 5 lobi (meno comunemente 3); il margine di ogni lobo possiede 2-3 grossi denti, intercalati da numerosi piccoli denti acuti. La pagina inferiore è argentea. Corteccia: grigiastra o grigio-brunastra, rugosa e regolarmente fessurata in verticale. Fioritura: produce sia fiori unisessuali sia bisessuali, con tendenza a ripartirsi su individui distinti. Sono provvisti di un lungo peduncolo e disposti in corimbi eretti. Possiedono un calice giallino a 5 lobi, mentre manca la corolla; sbocciano in Marzo, prima delle foglie. Il frutto è una samara, spesso irregolare, con piccoli semi ed ali piegate a U. Usi e curiosità La foglia di questo albero è molto conosciuta per essere stata utilizzata come simbolo della bandiera canadese. Nell antichità il suo legno era usato per fabbricare le lance, che dovevano essere robuste, penetranti e appuntite. Proprio appuntito è in latino il significato di Acero. Le tribù indiane distillavano zucchero da questa pianta e la loro è ancora in uso in tutto l America settentrionale. Si praticano due incisioni nel tronco e si lascia colare la linfa, che è raccolta in un recipiente posto ai piedi dell albero. La linfa si concentra mediante bollitura e diventa uno sciroppo da cui si può ottenere uno zucchero dal sapore particolare, dovuto dalle sostanze aromatiche contenute. Un acero produce fino a 10 litri di linfa al giorno, per un mese ogni anno, e per trent anni. Dalla lavorazione della linfa si ottiene lo zucchero grezzo. In Italia, l acero saccarino rende ben poco zucchero, quindi lo si apprezza soltanto come pianta ornamentale, per i colori autunnali. In autunno, infatti, le foglie diventano rosso sangue dopo essere virate dal giallo all arancio. Tale colorazione fece attribuire a questi alberi un carattere funesto, sicché furono dedicati a Fobos, il dio della Paura figlio di Ares. Per questo motivo i Greci, come anche i Romani preferivano come pianta ornamentale il platano le cui foglie non assumevano quel colore infausto. Il legno grazie alla compattezza e alla bella colorazione delle venature, è usato nei lavori di ebanisteria e di intarsio, oltre che nell arredamento moderno come rivestimento a impiallacciatura. 7

9 CILIEGIO GIAPPONESE Numero esemplari presenti nel giardino: 1 Nome Prunus serrulata o prunus ojochin Famiglia Rosacee Distribuzione Specie alloctona. Deriva dalla Cina centrale e dal Giappone. Comprende un misto di specie selvatiche e di antichi ibridi, spesso di origine incerta. Descrizione E un piccolo albero con rami distesi, alto 10 m. La chioma è generalmente arrotondata, ma presenta molta variabilità. Ha grandi foglie ovate con molti denti acuti, base arrotondata e un aspetto liscio e lucido. In autunno le foglie diventano rosa dorate e in alcune specie volgono al rosso. La corteccia è bruna e circondata da anelli. I fiori bianchi o sfumati di rosa, in racemi lassi e un po penduli, si aprono in Aprile o in Maggio, insieme alle nuove foglie. Il frutto è ovoide, nero lucido. Usi e curiosità I fiori rosa e bianchi che ricoprono i rami nel Ciliegio giapponese ravvivano in primavera molte vie residenziali. Ne esistono molte specie ornamentali con un ampia varietà di fiori, di profumi e di colori autunnali e primaverili delle foglie. Si pensa che l albero sia originario della Cina e che sia stato importato e coltivato in innumerevoli forme in Giappone. I primi esemplari, in Europa, arrivarono dalla Cina nel Quasi sempre non si riproducono bene per seme, ma occorre ricorrere all innesto a gemma o a marza, di solito, su una pianta da seme di ciliegio dolce. Il Ciliegio giapponese fu il primo ciliegio da fiore, proveniente dall oriente, a essere piantato nei giardini europei. Uno dei ciliegi giapponesi più belli è il Tai Haku, albero robusto che produce fiori di un candore smagliante. Per decenni quest albero andò perduto nella sua terra d origine, ed era noto ai Giapponesi soltanto grazie ai dipinti. Venne scoperto dal capitano Collingwood Ingram, un esperto di ciliegi, il quale nel 1923 ne notò un esemplare in un giardino del Sussex. Ingram capì che si trattava di un albero raro e, in una visita al Giappone lo identificò come Tai Haku, considerato una specie da tempo perduta. Poi reintrodusse quest albero nel suo Paese d origine. Il fiore di ciliegio è il fiore del Giappone: è il fiore per antonomasia! Tali fiori, sono simbolo di buon augurio e suggeriscono un futuro luminoso. Gli studenti, che in aprile iniziano un nuovo anno scolastico, e i neo diplomati o laureati che cominciano, sempre nello stesso mese, la loro vita lavorativa vedono nei fiori di ciliegio il futuro radioso che si apre loro davanti. 8

10 POESIE, ACROSTICI E MESOSTICI Il ciliegio giapponese Il ciliegio giapponese con i suoi fiori bianchi e rosa, bellissimi come una giovane sposa. Il ciliegio giapponese, robusto ed imponente, viene ammirato da moltissima gente. Il ciliegio giapponese, simbolo di rinascita, vita e morte a riflessioni profonde apre le porte. La sua effimera bellezza suscita, anche sentimenti di tristezza. Il ciliegio giapponese, anticamente considerato un albero capace di guarire, veniva impiegato per evitare di soffrire. Per Germania e Danimarca, invece il ciliegio giapponese, dei demoni è il nascondiglio e crea grande scompiglio. In Italia le ciliegie sono simbolo di cortesia e buona creanza. San Gerardo, patrono di Monza, e le ciliegie offerte in inverno, verranno ricordate in eterno. In Giappone il fiore è simbolo di modestia ed integrità, i valori più importanti della società. In Cina, invece il fiore è simbolo di bellezza, che nei poeti ispirò tanta tenerezza. Il ciliegio giapponese venne scelto dall imperatore, perché i suoi fiori rappresentano l onore di molti guerrieri samurai che, quando stanno per essere sconfitti in battaglia, si suicidano sotto la loro boscaglia. Il ciliegio rappresenta la vita con la sua bellezza e la morte con la sua delicatezza. I giapponesi festeggiano la fioritura dell albero in primavera, dalla mattina alla sera, mangiano, giocano e ballano, ridono, scherzano e cantano. Il ciliegio giapponese fa parte della cultura tradizionale, tanto da diventare l albero nazionale. I fiori del ciliegio in origine erano bianchi, ma da quando i samurai vennero seppelliti sotto i loro manti, i fiori incominciarono ad assorbire il loro sangue, diventando di un colore rosa langue. Il ciliegio per i giapponesi è quindi importante, perché è una popolazione sognante. Martina Elemi 1^H Come il tramonto è il tuo colore, intenso il tuo profumo, elegante il tuo fiore, lucida la tua foglia. O ciliegio, per me sei il più bello. Silvia Bellumore 1^H Alessandro Salvati 1^H 9

11 Il ciliegio giapponese è una pianta dalle mille sorprese. Fa sbocciare un fiore che dona a tutti amore, color rosa questo fiore, mette allegria in ogni cuore. Fa ballare, fa amare, fa venir voglia di sognare. Dei guerrieri morti in guerra e sepolti sotto terra, il sangue rosso la pianta prese e il suo fiore rosa rese. Questa è la storia un po dolorosa della pianta dai fiori rosa. Il ciliegio giapponese ha una leggenda senza chiese. Il fiore di ciliegio in origine era biancastro, ma ad un tratto divenne rossastro. Il ciliegio giapponese è nato con migliaia di pretese. Il ciliegio giapponese è un albero molto cortese. Alessandra Francavilla 1^H Letizia Caglioti 1^H Oh ciliegio giapponese, non ti ho mai visto, ma non ho pretese. Di te non ho mai sentito parlare, cosi ti posso soltanto immaginare. Ti immagino come una creatura imponente, come un albero splendente, un qualcosa di importante. Chissà che forse, un giorno potrò vederti, e, in tutta la tua bellezza, ammirati. Martina Crespi 1^H Il ciliegio giapponese così bello dalle braccia nello spazio protese, è per il popolo giapponese l inizio della primavera che regala sorprese, i colori luminosi e splendenti sembran nel ciel tante stelle cadenti. Davide Frisardi 1^H Con il tuo fiore Immensa serenità Lasci sognare, Illumini con il tuo candido colore, Estrema grazia, Gioviale eleganza Infondi nel cuore Ora e per quasi tutta l estate ci fai sognare, anche quando la tua fioritura sarà stesa sui prati e i Petali rosa saranno spinti dal vento, noi potremmo non solo ammirarti, ma anche gustarti, grazie al tuo frutto di intenso sapore e dolce profumo. Silvia Bellumore 1^H 10

12 Ci Innamoriamo Lealmente Improvvisamente E Guerrieri Innocenti Obliamo Giù In Abissi Persi Per Onorare Nuove Emozioni e Sensazioni Esistenti EcCezionale fioritura gli studiosi aspettano sognando risultati positivi agli esercizi intrapresi appositamente per superare prove ed entrare nel successivo impegno Letizia Caglioti 1^H RaCcolgo felice molti fiori d Estate, regalo fiorito odoroso; ogni animo ravvivono appassionati, sempre profumati tanti pensieri estivi spensierati Martina Crespi 1^ H Letizia Caglioti 1^H Coincidendo con l equinozio di primavera, il ciliegio rappresenta una rinascita vera; un simbolo di vita ovunque, ma al suo massimo splendore, si stacca e muore, viene portato via dal vento e con esso si disperde nel tempo. Andrea Pagani 1^H 11

13 Caro è Il ciliegio, gli uomini festeggiano l Entrata della primavera, Giocando e Intonando Odi, Girando Intorno Ad esso, Pranzando e Parlando con conoscenti E divertendosi insieme. Giada Gresia 1^H Per i samurai è simbolo di morte, lì si seppelliscono per sfuggire alla sorte; il fiore in origine bianco diventa color sangue e amaranto. Il ciliegio giapponese, simbolo di vita e di morte, a pensieri apre le vie delle porte. La sua bellezza apre le tristezze, è capace di guarire, si usa per evitare di soffrire. Francesco Tuccillo 1^H In Italia le ciliegie sono simboli di buona creanza. Patrono di Monza, San Gerardo, offrì le ciliegie in inverno, saranno ricordate in eterno. In Giappone il fiore è simbolo di cortesia. In Cina il fiore è simbolo di bellezza. Myftari Inanisa 1^H 12

14 FRASSINO Numero esemplari presenti nel giardino: 2 Nome Frassino excelsior Famiglia Oleaceae Distribuzione L albero e originario dell Europa e dell Asia Ambiente Vive bene nei boschi umidi di latifoglie della pianura fino a 1500m di altitudine. Il frassino è presente in tutta Italia, soprattutto all centro e nel settentrione. Descrizione Albero alto da 15 ai 40 metri con chioma allungata, globosa, a forma di cupola. La fitta chioma ha dato il nome al frassino, dal greco frasso : chiuso, assiepo. Il tronco è dritto e slanciato spesso fino alla cima. La corteccia e grigio verdastra, liscia con qualche solco sottile nelle piante giovani diventa sempre più rugosa e fessurata con l età. I rami sono rivolti alcuni verso l alto, altri ricadenti. Essi sono piuttosto radi e conferiscono alla chioma una forma arrotondata. Usi e curiosità Il frassino è sfruttato per il legno molto pregiato e ricercato, di colore bianco giallastro, con riflessi lucidi, di facile lavorazione poiché si può curvare a vapore. Il legno si utilizza in falegnameria per fabbricare mobili, attrezzi sportivi (sci, racchette da tennis, remi, slitte), per utensili da cucina e manici di attrezzi. Nell antichità i romani e i greci utilizzavano legni di frassino per costruire lance da guerra. Il legno del frassino e uno dei materiali più preziosi e ricercati da falegnami ed ebanisti. Tradizionalmente era impiegato per costruire carri, carri agricoli, raggi di ruote e aratri. Proprietà medicinali Dalla corteccia si otteneva un decotto per curare le affezioni epatiche e dalla cenere un estratto contro la scabbia. Le foglie venivano utilizzate per l alimentazione del bestiame. Le foglie sono regolatrici dell intestino; e accertata l utilità come coadiuvante nella cura dei reumatismo, dell artrite e dei calcoli renali. L azione lassativa è leggera ma sicura. Gli estratti si ricavano dalle foglie (per uso esterno) dalla corteccia e dai frutti (per uso interno). 13

15 GINKO BILOBA Numero esemplari presenti nel giardino: 1 Nome Ginkgo biloba, albero-capelvenere. Il nome della specie bioloba deriva dal latino bis e lobus. Famiglia Ginkgoaceae Distribuzione Originario della Cina, oggi è coltivato industrialmente in Europa, Giappone, Corea e negli Stati Uniti, per le sue doti medicinali. Ambiente Si adatta bene a differenti terreni e climi, sopporta l inquinamento atmosferico; è molto comune nei giardini e nei parchi cittadini. Descrizione E una pianta arborea che raggiunge un altezza di 30, non è né una conifera né una latifoglia. Il naturalista C. Darwin lo ha definito un fossile vivente ed è l ultimo discendente di un gruppo di piante, oggi estinto, vissute ai tempi dei dinosauri. Ha una chioma molto grande a forma piramidale. La corteccia è di colore grigio e con profonde scanalature negli individui più vecchi. I rami possono essere di due tipi: quelli più corti portano sia frutti sia foglie; quelli lunghi solo foglie. Le foglie, dall originale forma a ventaglio, hanno una consistenza cuoiosa, di colore verde chiaro in primavera e verde più scuro d estate. All arrivo dell autunno si colorano di un bel colore giallo-oro. I frutti verdi e globosi, portati dalle piante femminili, quando giungono a maturazione assumono un colore giallo e rilasciano un cattivo odore. Usi e curiosità E molto utilizzata come pianta ornamentale per parchi e giardini e per creare cortine frangivento. Ha legno pregiato in falegnameria. In Cina si usano i semi arrostiti come alimento. Proprietà medicinali Le foglie del ginkgo contengono alcuni principi attivi (polifenoli, flavonoidi) che lo rendono efficace per alleviare i problemi circolatori. L azione dilatatrice delle arterie, delle vene e dei capillari, previene la formazione di coaguli e aumenta la fluidità dal sangue. Si ritiene che abbia anche effetti positivi sulla memoria e sulle facoltà di apprendimento. E quindi particolarmente raccomandato per curare i disturbi della memoria e le alterazioni delle funzioni cognitive legate all invecchiamento. In cosmetica è utilizzato per ravvivare le pelli secche e screpolate. 14

16 LIQUIDAMBAR Numero esemplari presenti nel giardino: 5 Nome Liquidambar styraciflua, liquidambar, storace. Il nome del genere deriva dal latino "liquidus = liquido e dall'arabo ambar" = ambra per la secrezione fluida e aromatica. Nome di un genere di piante arboree appartenenti alla famiglia delle amamelidacee, che crescono spontanee in regioni a clima. Famiglia Hamamelidaceae Distribuzione Il liquidambar è originario del settore atlantico del Nord America, da dove è stato importato in Europa verso il Ambiente Si adatta a qualsiasi terreno, pur preferendo terreni freschi e umidi, ricchi, sciolti e ben drenati, molto profondi; in genere gradisce terreni con ph leggermente acido, ma si adattano anche in terreni alcalini. E presente in boschi misti, è una specie pioniera. E una pianta longeva e molto rustica, resistente alle basse temperature sino a -15/-20 C In vicinanza dei corsi d acqua, assume una colorazione molto brillante. Descrizione Ha fusto eretto, densamente ramificato, con chioma piramidale, che diventa arrotondata con il passare degli anni. La corteccia è grigio-marrone, profondamente fessurata e screpolata anche nei rami giovani. Le foglie sono grandi, alterne, spicciolate e palmate con 5 o 7 lobi appuntiti; sono lisce e lucide sulla pagina superiore; hanno colore verde scuro e in autunno divengono color porpora o arancione, prima di cadere. In primavera produce fiori femminili, riuniti in racemi penduli, e fiori maschili in racemi eretti, di colore bianco-verdastro, poco appariscenti; in estate inoltrata i fiori lasciano il posto ai frutti, capsule semilegnose tonde, molto spinose, di diametro intorno ai 3-4 cm; rimangono sulla pianta per molte settimane e contengono piccoli semi. Il legno è di buona qualità, simile al mogano: pesante omogeneo, facile da lavorare. Usi e curiosità Il liquidambar ha colori autunnali molto vivi, che vanno dallo scarlatto al rosso scuro, al limone e al violetto, per questo è molto ricercato come ornamentale. Negli stati meridionali e orientali dell America settentrionale viene coltivata per la resina (ottenuta con la bollitura e conseguente spremitura della corteccia), che viene impiegata per produrre adesivi, unguenti, fissatore per profumi e incenso. Il legname di queste piante è utilizzato dai cinesi per costruire le cassette destinate a conservare il the. Proprietà medicinali La resina del liquidambar viene impiegato anche in medicina, come ingrediente di un balsamo usato per le infiammazioni delle vie respiratorie e come unguento per la pelle. 15

17 ACROSTICI E MESOSTICI Il Liquidambar Il Liquidambar si coltiva da più di duecentocinquanta anni, è un cespuglio o un piccolo albero, che può vivere sulle sponde delle paludi, produce anche una resina Aromatica Molto usata per la Produzione di Balsami, raccolta nel periodo autunnale Martina Elemi 1^ H La resina del liquidambar è Impiegata per la sua Qualità in Utili medicine o come fissatrice di profumi In Cina Diminuiscono sempre più, poiche vengono Abbattuti per costruire Minicontenitori di the. Il Balsamo di Ambra è quello prodotto dalle sue foglie Rossastre. Martina Elemi 1^ H 16

18 ROBINIA Numero esemplari presenti nel giardino: 7 Nome Robinia pseudoacacia L. Robinia sta a ricordare Jean Robin, giardiniere del Re di Francia Enrico IV, che nel 1601 la introdusse in Europa; pseudoacacia significa falsa acacia, poiché non è un acacia. Famiglia Leguminose Distribuzione Originaria dell America settentrionale orientale introdotta nel 600 in Europa si trova nella regione sub-mediterranea, in Italia è presente nella Pianura Padana e nelle vallate Alpine e Appenniniche. Ambiente Scarpate, luoghi incolti, siepi, margini dei boschi fino a 1000 metri, introdotta come pianta ornamentale è adesso spontanea e infestante in tutto il territorio. Descrizione E una specie rustica, in grado di adattarsi a svariati tipi di terreno, esige molta luce e caldo nel periodo estivo. Forma boschi puri o misti con castagni e querce. Ha portamento espanso o slanciato, rami contorti, i più giovani con spine; corteccia rugosa e di colore grigiobruno, invecchiando diviene spessa e fessurata e forma una rete a maglie allungate; le radici sono superficiali; le foglie caduche, imparipennate, ossia composte da 4-10 paia di foglioline ovali e da una fogliolina apicale, di colore verde chiaro e più pallide sulla pagina inferiore; i fiori profumati hanno corone bianche, raccolti in grappoli penduli che compaiono tra maggio e giugno; frutti: legumi appiattiti e coriacei di colore rosso-bruno, che persistono sull albero sino ad inverno inoltrato e contengono semi duri, nerastri. Usi e curiosità Alcuni ritengono che la robinia sia stata importata in Italia per rinsaldare le massicciate della linea ferroviaria del Sempione, da lì poi si sarebbe diffusa su tutto il territorio alpino. L uso più frequente prevedeva il taglio periodico per ottenere ottima legna da ardere. Le ramaglie, raccolte in fascine, erano un apprezzato combustibile, ricercato dai forni dei panifici. Chi non aveva legno di castagno ricorreva alla robinia per produrre paleria da utilizzare nei vigneti, negli orti e per realizzare staccionate. Il legno duro e resistente si prestava per fabbricare manici di scuri, picconi e martelli, denti di rastrelli e di ingranaggi dei mulini, diversi elementi di barche e carri agricoli, sedie, mangiatoie. Per il suo apparato radicale ampio la robinia e utilizzata nelle opere di consolidamento delle pendici franose e instabili. I fiori bianchi in grappoli profumati sono appetiti dalle api che ne producono un miele monofloro, chiaro e fluido molto apprezzato. La robinia oggi è tra i più importanti alberi per la produzione del miele. Nelle campagne si usano i fiori anche in cucina: quando non sono ancora completamente sbocciati vengono preparati in frittata e in frittelle. Proprietà medicinali I fiori hanno un azione calmante. 17

19 THUIA Numero esemplari presenti nel giardino: 2 Nome Thuja occidentalis Famiglia Cupressaceae Distribuzione L occidentalis abita in sud-est del canada e il nord-est degli stati uniti, dalla nuova scozia fino al nord della carolina. L orientalis è originaria della mancuiria e della Corea. Ambiente Porre a dimora in luogo soleggiato; questi alberi possono sopportare senza problemi anche l'ombra anche se si sviluppano meglio se possono godere di almeno 3-4 ore di sole diretto al giorno. Le tuie non sono molto adatte nelle città vicine al mare, poichè non sopportano l'aria salmastra. Non temono il freddo. Preferiscono un terreno ricco, soffice, profondo e molto ben drenato; queste piante temono i ristagni idrici, è quindi bene mescolare della sabbia o della pomice al terreno prima di porla a dimora. In autunno e in primavera interrare ai piedi della pianta del concime organico maturo, o del concime granulare a lenta cessione. Possono svilupparsi bene anche nei terreni argillosi e dimostrano di non avere problemi anche in terreni non molto ricchi. Descrizione Genere costituito da una decina di conifere sempreverdi, originarie dell'asia, dell'europa e dell'america settentrionale. E' un albero a crescita abbastanza rapida e può raggiungere i metri di altezza; il fusto eretto porta una chioma piramidale o allungata, a forma di fiamma; la corteccia è color bruno-arancio, negli esemplari di alcuni anni tende a rompersi in scaglie che lasciano profonde rugosità sulla superficie. Le foglie sono piccole, molto fitte, a forma di scaglie, molto simili a quelle del cipresso; sono di colore verde scuro intenso, in alcune specie divengono giallastre in inverno. La pianta produce piccole pigne tondeggianti, divise in settori piatti, al centro di ognuno dei quali è presente una protuberanza appuntita; sono di colore nero-blu, o verde chiaro, leggermente pruinose, prima di rompersi per liberare i piccoli semi divengono marroni. Queste conifere vengono molto utilizzate nei giardini, sia come esemplari singoli, sia per formare siepi impenetrabili. Esistono numerose cultivar, anche a sviluppo nano. Usi e curiosità Il legno, tenero e leggero, è adoperato per costruzioni e per estrazioni dell olio di cedro, per scopo medicinali. 18

20 I nostri amici fiori sono di molti colori. Le belle margherite sono colorate e profumate. Le spine fanno male e fanno ammalare, ma chi fa attenzione non si deve preoccupare. C è un giardino fiorito, ma è molto scolorito. Prima era con molto colore, ma adesso non c è più amore. Alessandra Francavilla 1^ H 19

21 I nostri amici fiori I fiori sono come dei bambini: bisogna curarli, nutrirli e annaffiarli. Possono donare armonia o farti compagnia, sono come degli amici che si possono tenere in casa come i mici. I fiori sono delicati, belli e profumati, ma se non gli presti attenzione puoi correre il rischio di una grande delusione. Di fiori ce n e un infinita varietà e ognuno ha la sua personalità. Alcuni fiori si usano per i funerali, altri, invece per le cerimonie nuziali, c è un fiore che gira insieme al sole, un altro, invece che muore di passione. Ogni fiore ha una leggenda o un mito e dentro di loro c è un segreto assopito. A regalo A te tre rose rosse regalo regalo rosse rose per te e regolo e Alessandro Hu e Luca Migliaccio 1^H Martina Elemi 1^H I fiori I fiori sono belli, sono stati dipinti da Botticelli. I fiori sono colorati, della loro bellezza siamo estasiati. I fiori sono profumati, per questo vengono amati. Raccolgo un fiore Lunedì raccolgo un fiore Martedì un girasole Mercoledì una bella viola Giovedì una rosa sola Venerdì un ciclamino Sabato un mazzolino e Domenica di nuovo in giardino Elena Citterio 1^I I fiori sono un incanto, ispiratori di un angelico canto. Davide Frisardi e Andrea Nacamulli 1^H 20

22 IL CICLO DELLE BULBOSE 15 febbraio I crocus iniziano a germogliare 1 marzo I crocus gialli e bianchi iniziano a fiorire 8 marzo E fiorito il primo narciso 22 marzo I tulipani, i narcisi, i giacinti e i crocus sono fioriti 12 aprile Tutti i colori della primavera! Illustrazioni di Angela D Amico 1^ H 21

23 CROCUS Nome Croco, Crocus Sativus, Crocus napolitanus Mordant & Loisel, Crocus Vernus. Il nome generico crocus è la trascrizione del greco kròkos che significa filamento con riferimento ai suoi lunghi stami, il nome specifico indicherebbe la provenienza. Famiglia Iridaceae Distribuzione Si coltiva in Asia minore, in Persia e in tutti i paesi del bacino del mediterraneo. In Italia le culture più estese si trovano in Abruzzo e in Sardegna, altre zone di coltivazione degne di nota si trovano in Umbria ed in Toscana. Ambiente Il terreno ideale per il croco è un terreno umido e molto ricco di humus. La pianta si adatta molto bene ai climi caratterizzati da piovosità media non molto alta. E importante evitare i ristagni d acqua, molto dannosi per lo sviluppo della pianta: per questo motivo una coltivazione su un terreno leggermente scosceso è preferibile ad una su terreno pianeggiante. Sopporta rigide temperature invernali, anche inferiori allo 0 termico, i bulbi cominciano a soffrire solo quando il termometro scende sotto i meno 12 centigradi. Il crocus stativus tollera la neve e anche brevi periodi di gelo. Nel periodo estivo, quando la pianta si trova in fase di quiescenza, le alte temperature non creano alcun tipo di problemi al bulbo. Descrizione Pianta erbacea, perenne, con un piccolo bulbo sferico, alta cm, con 2-3 foglie inferiori biancastre che avvolgono la base tubolare come una guaina, mentre le altre che compaiono poco dopo o durante la fioritura sono lineari, larghe 0,5 cm e lunghe quanto i fiori, con una caratteristica, una nervatura centrale bianca. Il fiore quasi sempre solitario è inodore, a una spata allargata di 5-6 mm. La corolla alla base a forma tubolare, la fauce è ciliata e verso l alto si divide in 6 petali(lacinie), subspatolati, in genere di colore violetto, spesso più scuri all apice, ma a volte anche bianchi che misurano 8-15-x30-40mm. Le antere sono gialle e lunghe 15 mm. Il pistillo che sovrasta le antere ha 3 stimmi disposti a ventaglio di colore rosso-arancio. Ovaio infero sotterraneo. Il frutto è un capsula ovoide che racchiude molti semi. I fiori sbocciano direttamente dal terreno contemporaneamente o prima delle foglie. Esistono oltre 70 specie di crocus. Sono piantine molto decorative e facili da coltivare. La specie più conosciuta tra i Crocus a fioritura invernale-primaverile è il Crocus Vernus da cui sono state ottenute molte varietà. Altre specie presentano invece una fioritura estiva. La gamma di colori è molto vasta e l'effetto decorativo in primavera è notevole. 22

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

IL MONDO DELLE PIANTE

IL MONDO DELLE PIANTE PROVINCIA DI BERGAMO Settore Politiche Sociali e Salute IL MONDO DELLE PIANTE 2010 Realizzato dall Istruttore Educativo: Colella Anna 1 INDICE Classificazione delle piante pag. 3 Le parti della pianta

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Struttura della foglia

Struttura della foglia Struttura della foglia La struttura delle foglie varia per grandezza e forma apice nervatura lamina fogliare base stipole picciolo Forma della lamina fogliare a squama ad ago lineare ellittica ovale lanceolata

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

A COSA SERVONO LE FOGLIE?

A COSA SERVONO LE FOGLIE? A COSA SERVONO LE FOGLIE? Le foglie fabbricano il cibo della pianta, trasformando aria e acqua in glucosio (zucchero). Una foglia è formata da: Di solito la foglia è formata LAMINA da una parte appiattita

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO

ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO Iniziamo il percorso ricordando agli alunni le motivazioni che hanno spinto gli uomini a creare sistemi di misurazione del tempo, come fatto già per l orologio. Facciamo

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Innesti e Tecniche di Riproduzione

Innesti e Tecniche di Riproduzione Data inizio: 7-11-2011 Alberi da frutto Innesti e Tecniche di Riproduzione Sommario Perché innestiamo? 1 Innesto a Spacco 2 Innesto a Corona 3 Innesto a Triangolo 4 Innesti a Occhio 5 Innesto a Spacco

Dettagli

Nel ventre pigro della notte audio-ebook

Nel ventre pigro della notte audio-ebook Silvano Agosti Nel ventre pigro della notte audio-ebook Dedicato a quel po di amore che c è nel mondo Silvano Agosti Canti Nel ventre pigro della notte Edizioni l Immagine Nel ventre pigro della notte

Dettagli

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa CARATTRISTICH- CARATTRISTIC H-ALIMNTARI DV pomodoro ovale di daniele semina: febbraio trapianto: aprile-maggio raccolta: luglio-novembre buccia chiara, arancione se maturo, polpa compatta, pochi semi,

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

Miscele da Sovescio Agri.Bio

Miscele da Sovescio Agri.Bio Miscele da Sovescio Agri.Bio Il sovescio è una pratica agronomica consistente nell'interramento di apposite colture allo scopo di mantenere o aumentare la fertilità del terreno. I risultati che si possono

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

ANCHE QUEST ANNO È GIÀ NATALE

ANCHE QUEST ANNO È GIÀ NATALE ANCHE QUEST ANNO È GIÀ NATALE Il percorso didattico dedicato al Natale ha la finalità di far vivere con maggiore consapevolezza le tradizioni natalizie, dando un significato appropriato ai simboli del

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

Vini SPUMANTI. Franciacorta Cuve Imperiale Brut. Valdobbiadene Prosecco. Superiore Brut. Prosecco Treviso Extra Dry. Valdobbiadene Prosecco

Vini SPUMANTI. Franciacorta Cuve Imperiale Brut. Valdobbiadene Prosecco. Superiore Brut. Prosecco Treviso Extra Dry. Valdobbiadene Prosecco Carta dei Vini 2015 Vini SPUMANTI Franciacorta Cuve Imperiale Brut Superiore Brut Berlucchi Regione LOMBARDIA Uve Chardonnay e Pinot Nero Vino Bouquet ricco e persistente,con note fruttate e floreali.

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

L ALFABETO DELLA LEGALITA

L ALFABETO DELLA LEGALITA L alfabeto, che sta alla base dell acquisizione di ogni lingua, diventa, in questo nostro giornalino, il punto di partenza per la conoscenza di quei valori fondamentali che è indispensabile interiorizzare

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Sezione Mista Scuola dell infanzia Cassiani. Progetto. Degli esseri viventi: fattori legati al percorso alimentare

Sezione Mista Scuola dell infanzia Cassiani. Progetto. Degli esseri viventi: fattori legati al percorso alimentare Sezione Mista Scuola dell infanzia Cassiani Progetto Degli esseri viventi: fattori legati al percorso alimentare Come presa in carico di responsabilità, di tutoraggio Percorso1 dalla spiga al pane Percorso

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME

IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME - CEREA, VERONA IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME DALL AGNELLO F.LLI & C. s.n.c. di Dall Agnello Luigi Via Muselle, 377-37050 ISOLA RIZZA (VR) Tel. +39 045 6970644 - +39 045 7135697 - Fax +39 045

Dettagli

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini P O R T O L I O UN TEMPO GHIACCIATO Tra le nevi perenni della Groenlandia per ritrovare se stessi. Il racconto di una fuga verso il Nord, in un luogo pieno di luce e di spazio, dove svegliarsi ogni giorno

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli La realtà non è come ci appare carlo rovelli 450 a.e.v. Anassimandro cielo terra Anassimandro ridisegna la struttura del mondo Modifica il quadro concettuale in termine del quali comprendiamo i fenomeni

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa?

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa? 1. Quando si devono potare le rose? a) I Rosai rampicanti e arbustivi: non si potano in quanto fioriscono sui rami (sarmenti) dell anno precedente; se potiamo, la produzione di fiori viene ridotta a circa

Dettagli