Classe II Costruzioni,ambiente e territorio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Classe II Costruzioni,ambiente e territorio"

Transcript

1 Anno scolastico 2011/2012 Classe II Costruzioni,ambiente e territorio Programma di Scienze integrate:biologia Le molecole della vita. Atomi,ioni e molecole. I legami chimici. L'acqua e le sue proprietà. Le biomolecole: carboidrati,lipidi,proteine Il mondo dei viventi Le varietà della vita Organismi unicellulari.funghi, piante,invertebrati e vertebrati.le teorie sull'evoluzione. Struttura e funzioni degli organismi All'interno delle cellule: dimensioni,forma,movimento- Le trasformazioni energetiche:la respirazione cellulare e la fotosintesi. Le cellule crescono e si riproducono. DNA e sua duplicazione. Sintesi delle proteine. La divisione cellulare. Il patrimonio genetico delle popolazioni. Le leggi di Mendel. Forma e funzioni degli organismi. I tessuti animali. L'alimentazione e la digestione. Scambi gassosi,trasporto e difese immunitarie. Il sostegno e il movimento.

2 ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE A. PACINOTTI A.S. 2011/2012 CLASSE II COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO STORIA - Tre religioni a confronto: Cristianesimo, Giudaismo, Islamismo - Le trasformazioni economico-sociali dell altro Impero e l emergere dei nuovi ceti di imprenditorie professionisti - I mutamenti economico-sociali dell alto Medioevo - Rotte commerciali, rete viaria, edilizia - I rapporti chiesa e potere politico - l apparato amministrativo dell Impero Bizantino - La cultura bizantina - Giustiniano e la riorganizzazione del diritto romano - il Sacro Romano Impero - Il Feudalesimo: aspetti economici, sociali e culturali - I castelli medievali - Scontro tra Papato e Impero - Le crociate come fenomeno di massa e strumento economico - Il Comune: società, religiosità, e cultura nell Età comunale - Il paesaggio urbano nell Età comunale - Nascita delle monarchie nazionali e crisi del Cultura e progressi tecnici sotto il regno svevo di Federico II - Arte e Architettura gotica in Europa - Dal comune alle signorie

3 PROGRAMMA Materia: Scienze e Tecnologie applicate Classe: II A Istituto Tecnico Settore Tecnologico Costruzioni, Ambiente e Territorio Anno Scolastico: 2011/2012 MODULO 1: INTRODUZIONE ALLA DISCIPLINA U.D. 1: Cenni introduttivi - L ambito di studio delle scienze e tecnologie applicate. - L oggetto della disciplina - La pianificazione del metodo di acquisizione dei contenuti: alternanza di teoria e sintesi grafica. - Esposizione dei contenuti. MODULO 2: I MATERIALI DA COSTRUZIONE U.D. 1: I materiali e le sue caratteristiche principali - Materiali da costruzione ed elementi edilizi. - Classificazione dei materiali da costruzione. - Proprietà dei materiali. U.D. 2: I materiali lapidei - Origine dei materiali lapidei. - Materiali lapidei frantumati. - Agglomerati lapidei U.D. 3: I prodotti ceramici - I prodotti ceramici a pasta porosa e a pasta compatta. - L argilla espansa. U.D. di approfondimento 3A: I laterizi - Laterizi per muratura: analisi e riproduzione grafica. - Tavelle, tavelline e tavelloni. - Blocchi forati per solai. - Laterizi per coperture. U.D. 4: I leganti - I leganti aerei e idraulici. - Il gesso. - La calce. - Il cemento. - Le malte. - L intonaco.

4 U.D. di approfondimento 4A: Il calcestruzzo - Il calcestruzzo e la sua composizione. - Il calcestruzzo armato. - L armatura metallica nel calcestruzzo. U.D. 5: Accenno a materiali vari - Materiali metallici: ferrosi, non ferrosi e in acciaio. - Il vetro. - Le materie plastiche - Il legno con particolare attenzione al legno lamellare. - Materiali isolanti, impermeabilizzanti e di tenuta. MODULO 3: L ORGANISMO EDILIZIO E I SUOI ELEMENTI U.D. 1: L organismo edilizio - Organismo edilizio ed elementi costruttivi. - Classificazione degli elementi edilizi secondo le fasi di costruzione dell edificio. U.D. 2: Le fondazioni - Fondazioni dirette e indirette. - Operazioni preliminari sul terreno. U.D. 3: Muratura portante - Generalità. - Murature portanti in laterizio. - Muri in calcestruzzo armato. U.D. 4: Strutture di sostegno verticali - I pilastri. - Pilastri in calcestruzzo armato. - Pilastri in mattoni. U.D. 5: Strutture di sostegno orizzontali - I solai. - Solai in calcestruzzo armato e accenno alle strutture di sostegno. U.D. 6: Elementi di chiusura interna ed esterna - Le pareti perimetrali: accenno alle più frequenti loro composizioni. - Le pareti interne. U.D. 7: Le scale - Generalità, funzione ed elementi costitutivi. - Rappresentazione grafica. U.D. 8: Le coperture - Classificazione. - Struttura e materiali utilizzati.

5 MODULO 4: LA RAPPRESENTAZIONE DEL PROGETTO U.D. 1: Rappresentazione grafica degli elementi edilizi - L unità didattica verrà elaborata parallelamente al MODULO 3 attraverso la rappresentazione dei più significativi elementi edilizi analizzati. U.D. 2: Direttive dimensionali - Le dimensioni umane e gli standard dimensionali. - Analisi dimensionali degli ambienti giorno. - Analisi dimensionali dei locali per i servizi igienici. - Analisi dimensionali delle camere da letto. MODULO 5: LA SICUREZZA IN EDILIZIA U.D. 1: Il quadro normativo - Le dichiarazioni e gli atti normativi a livello internazionale. - I capisaldi della legislazione italiana in materia di tutela della salute dei lavoratori. - Struttura e ruolo del Decreto Legislativo n.81 del U.D. 2: La gestione dei lavori in edilizia - Il cantiere edile. - Le figure professionali coinvolte nel cantiere. - Gli adempimenti per la sicurezza. - I documenti del cantiere. - Le macchine del cantiere. U.D. 3: I Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) - I dispositivi di protezione individuale. - Prescrizioni sull uso dei DPI. - La segnaletica di sicurezza. MODULO 6: IL CONCETTO DI MISURA IN EDILIZIA U.D. 1: Riferimenti di misura - I sistemi di misura. - La misura delle grandezze fisiche. - Le unità di misura del Sistema SI. - Gli strumenti di misura. - Gli strumenti del rilievo. U.D. 2: La misura delle superfici - Criteri di calcolo delle superfici. - Calcolo della superficie di figure elementari. - Calcolo della superficie di figure composte. - Accenno alle tipologie di superfici di un edificio.

6 PROGRAMMA Materia: Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica Classe: II A Istituto Tecnico Settore Tecnologico Costruzioni, Ambiente e Territorio Anno Scolastico: 2011/2012 MODULO 1: ELEMENTI DI RIPASSO U.D. 1: Rappresentazione grafica mediante proiezione ortogonale - Sintesi riassuntiva sul metodo di rappresentazione delle doppie proiezioni ortogonali. - Convenzioni sulla rappresentazione. - Proiezioni ortogonali di figure piane. - Proiezioni ortogonali di solidi e gruppi di solidi. U.D. 2: Rappresentazione grafica mediante proiezione assonometrica - Sintesi riassuntiva sul metodo di rappresentazione assonometrico. - Convenzioni sulla rappresentazione. - Le assonometrie oblique. - Assonometrie di solidi e gruppi di essi. MODULO 2: LA PROSPETTIVA U.D. 1: Teoria sulla rappresentazione prospettica - Elementi di base della prospettiva. - Tipi di rappresentazioni prospettiche. - Campo visivo e punto di vista. - Regole fondamentali della prospettiva. U.D. 2: La prospettiva centrale - Prospettiva centrale di figure piane. - Prospettiva centrale di figure solide. U.D. 3: La prospettiva d angolo o accidentale - Prospettiva accidentale di figure piane. - Prospettiva accidentale di figure solide. MODULO 3: COPIA E RESTITUZIONE GRAFICA DI UN PROGETTO ARCHITETTONICO U.D. 1: Le nozioni di base per la redazione di un progetto

7 - Impostazione della tavola da disegno. - Le scale di rappresentazione. - Convenzioni grafiche per la rappresentazione di oggetti architettonici. U.D. 2: Il progetto - Esercitazione riassuntiva di un progetto architettonico: copia e restituzione grafica di piante, prospetti e sezioni di un edificio assegnato, finalizzata a dimostrare di aver acquisito le cognizioni fondamentali relative alla corrispondenza verticale e orizzontale degli elementi edilizi oltre che la tecnica di rappresentazione. MODULO 4: IL DISEGNO AL COMPUTER U.D. 1: Il personal computer - Struttura del personal computer. - Presentazione del software. - I dispositivi di stampa. - Il disegno al computer. U.D. 2: Autocad - Il CAD. - Avvio del software - Disegno 2D e annotazione:schermata iniziale. - Personalizzazione dello schermo. - Immissione dei comandi. - Creazione, apertura e salvataggio dei file. - Sistemi di riferimento e coordinate. - Come impostare un nuovo disegno. - I layer. - Le proprietà degli oggetti. - I comandi di zoom e visualizzazione. - Strumenti di precisione. - Alcuni comandi del pannello disegna e annotazione. - La selezione degli oggetti. - Alcuni comandi di modifica. - La quotatura. - Cenni sul procedimento di stampa.

8 Istituto Paritario Costruzioni Ambiente e Territorio PACINOTTI FIRENZE Programma di MATEMATICA Classe II sez. A A.S. 2011/2012 Docente: Prof.ssa PAPI ALESSANDRA ALGEBRA. La nascita della geometria analitica: il piano cartesiano e la retta. I numeri reali e la radice quadrata (cenni). Risoluzione delle equazioni numeriche di 2 grado ad una incognita intere, fratte. Scomposizione del trinomio di secondo grado. Equazioni di grado superiore al secondo. Equazioni irrazionali. Sistemi di equazioni di grado superiore al primo. Disequazioni e sistemi di 2 grado ad una incognita intere, fratte. GEOMETRIA. Il piano euclideo ed i suoi elementi. Gli assiomi della geometria euclidea. Gli Elementi di Euclide. Angoli. Parallelismo e perpendicolarità. Triangoli. Quadrilateri e poligoni. I poligoni regolari. INTRODUZIONE ALLA STATISTICA Percentuali e rappresentazioni grafiche con ortogrammi, aerogrammi ed istogrammi. Introduzione alla statistica. Progetto DIDATTICA LABORATORIALE Lessico delle discipline scolastiche : il significato e l utilizzo corretto ed articolato del linguaggio matematico in ambito scientifico e generale.

9 ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE - A. PACINOTTI - A.S. 2011/2012 CLASSE II^ COSTRZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO ITALIANO TIPOLOGIE TESTUALI E COMUNICAZIONE -L articolo di giornale: linguaggio, strutture e regole - Il commento - L intervista - La relazione: caratteri generali e fasi operative - Curriculum vitae - La posta elettronica LA COMUNICAZIONE POETICA - Il linguaggio della poesia - Aspetto metrico-strutturale - L aspetto retorico-stilistico; conoscenza delle principali figure retoriche di suono, sintattiche e di significato - Funzione della disposizione grafica delle parole - Commento e analisi di un testo poetico Filippo Tommaso Maranetti Zang Tumb Tuum Aldo Palazzeschi Lasciatemi divertire Salvatore Quasimodo Ed è subito sera Orazio Carpe Diem I LINGUAGGI MULTIPLI: Teatro, Cinema, Fumetti, Televisione, Pubblicità -Teatro: La comunicazione teatrale L evoluzione dello spazio scenico La tecnologia del Teatro e la macchineria di Euripide Strutture economiche e drammaturgia Visione del film: Il mercante di Venezia Cinema: Tecnologia, Arte, Spettacolo Televisione: Comunicazione televisiva Target Impresa commerciale Fumetto: Il fumetto come racconto visivo Il linguaggio del fumetto l azione educativa del fumetto nel sud del mondo. alfabetizzazione e razzismo La pubblicità: Il linguaggio pubblicitario Pubblicità educativa e pubblicità consumistica Target pubblicitario IL ROMANZO REALISTICO E DI TESTIMONIANZA W. Scott Il torneo di Ashby A. Manzoni L assalto al forno delle grucce P. Levi Sul fondo MERCATO GLOBALE E GLOBALIZZAZIONE - Cos è la globalizzazione - Il ruolo delle multinazionali - Il G8 Sergio Romano Pro e contro la globalizzazione Mikhail Gorbaciov: Globalizzazione più umana M e K Feldstein: Le idee errate dei no-global AA.VV.: Opinioni a confronto Vandana Shiva: La globalizzazione non è inevitabile

10 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA All inizio dell anno scolastico ed ogni qualvolta lo si ritenga necessario verrà svolto un ciclo di lezioni sia di ripasso delle strutture di base della lingua inglese, sia di potenziamento e di consolidamento delle conoscenze linguistiche e strutturali acquisite in precedenza. Dal libro di testo Grammar Spectrum for Italian Students: III Edition, Oxford University Press, verranno svolte i seguenti Moduli ed Unità Didattiche: MODULE 1: Ripasso dei principali tempi verbali: 1. PRESENT SIMPLE e PRESENT CONTINUOUS; 2. IMPERATIVE; 3. PAST SIMPLE Verbi regolari ed irregolari e PAST CONTINUOUS; 4. THE MODALS: can; 5. PRESENT PREFERCT. MODULE 2: Ripasso delle principali particelle e locuzioni grammaticali: 1. SUBJECT AND PERSONAL PRONUONS; 2. POSSESSIVE ADJECTIVES AND PRONOUNS; 3. ADVERBS AND TIME PREPOSITIONS; 4. INTERROGATIVE PRONUONS; 5. COMPARATIVES AND SUPERLATIVES. MODULE 3: Approfondimenti e precisazioni grammaticali: 1. PRESENT PERFECT, PRESENT PERFECT CONTINUOUS and PAST PERFECT; 2. THE MODALS: must, have to, should, may, might; 3. THE FUTURE: will, to be going to, present continuous, present simple; 4. USED TO; 5. THE PASSIVE; 6. Spotlights on THE CONDITIONAL; 7. RELATIVE PRONOUNS; 8. ING/TO VERBS. MODULE 4: L2 Skills 1. Writing; 2. Speaking; 3. Reading; 4. Listening. 1

11 Corso: COSTRUZIONI AMBIENTE - TERRITORIO Materia: FISICA Classe: II^ A A.S PROGRAMMA ELETTROLOGIA Elementi fondamentali di elettrostatica. Elettrizzazione e polarizzazione. Legge di Coulomb. Unità di misura della carica elettrica. Campo elettrico. Energia potenziale e potenziale elettrico. Capacità elettrica e sua misura. Condensatori. Sistemi di collegamento di condensatori. La corrente elettrica: generalità e unità di misura. Generatori di elettricità. Circuiti elettrici in corrente continua. Resistenza elettrica e leggi di Ohm. Sistemi di collegamento di resistenze. Strumenti di misura delle caratteristiche elettriche. Semiconduttori e superconduttori. MAGNETISMO Interazioni magnetiche. Il campo magnetico. Campo magnetico generato da correnti e interazioni elettromagnetiche. Forza di Lorentz. Definizione dell Ampère. Induzione magnetica di circuiti percorsi da correnti. Legge di Biot-Savart. Campo magnetico nella materia. Induzione elettromagnetica. ELETTROMAGNETISMO Flusso del campo magnetico. Legge di Faraday-Neumann-Lenz. Applicazioni tecniche dell induzione elettromagnetica. Corrente alternata. Circuiti in corrente alternata. Alternatore mono e trifase. Trasformatore statico. Onde elettromagnetiche. Teoria ondulatoria della luce e fenomeni connessi. Ottica geometrica. Specchi e lenti.

12 PROGRAMMA DI DIRITTO ECONOMIA II CAT -CONCETTO DI STATO -COSTITUZIONE -ORGANI DELLO STATO: PARLAMENTO, PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, GOVERNO, MAGISTRATURA, CORTE COSTITUZIONALE. -SISTEMA ECONOMICO -MERCATO -INFLAZIONE -GRANDEZZE MACROECONOMICHE. OBIETTIVI Si dovrà essere in grado di saper evidenziare l evoluzione storica- giuridica dello stato italiano, conoscere e distinguere i diversi organi istituzionali. Per riguarda la parte dedicata all economia dovrà essere in grado di esporre i concetti base della disciplina e di analizzare il comportamento dello Stato come soggetto economico.

13 ISTITUTO TECNICO di COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO "A. Pacinotti" Materia: Chimica Classe: II A C.A.T. Anno Scolastico: 2011/2012 MODULO 1 - STRUTTURA E TRASFORMAZIONI DELLA MATERIA (circa 12 ore, metà settembre-metà ottobre) Unità La materia e le sue trasformazioni (fisiche e chimiche) - Una prima classificazione della materia: gli stati di aggregazione - Aspetti macroscopici e microscopici degli stati fisici della materia - Concetto di trasformazione fisica e passaggi di stato - Distinzione tra miscugli e sostanze - Miscugli eterogenei e omogenei - Le trasformazioni chimiche e il concetto di reazione - Sostanze come composti ed elementi Unità Gli elementi e la teoria atomica della materia - Gli elementi chimici come alfabeto della materia - Interpretazione particellare della distinzione tra composto ed elemento - Concetto di atomo e molecola - La legge di Proust delle proporzioni definite - La teoria atomica di Dalton - La legge delle proporzioni multiple MODULO 2 - IL LINGUAGGIO DELLA CHIMICA (circa 12 ore, metà ottobre-metà novembre) Unità Il linguaggio della chimica: nomi, simboli, formule,... - Simboli degli atomi e formule dei composti - Molecole, formule minime e formule molecolari - Massa atomica e massa molecolare - Il calcolo dei pesi molecolari Unità Reazioni chimiche - Reazioni chimiche ed equazioni chimiche - Simbologia nel rappresentare una reazione chimica - Significato dei coefficienti in una reazione chimica - Conservazione del numero di atomi e bilanciamento di una reazione chimica MODULO 3 - CONCETTO DI MOLE E SUE APPLICAZIONI (circa 12 ore, metà novembre - metà dicembre) Unità La mole - Concetto di mole e numero di Avogadro - Volume molare e massa molare Unità Calcoli stechiometrici - Come si usano le moli - Applicazione alle equazioni chimiche: semplici calcoli stechiometrici

14 MODULO 4 - STRUTTURA E CARATTERISTICHE DELL'ATOMO. LA TAVOLA PERIODICA (circa 12 ore, metà dicembre - fine gennaio) Unità Particelle subatomiche e modelli atomici - Le particelle fondamentali - Numero atomico, numero di massa e isotopi - Massa atomica come massa isotopica media - L'atomo di Bohr - Il modello atomico a strati - Il modello a orbitali - La configurazione elettronica degli elementi Unità Il sistema periodico e le famiglie di elementi - Costruzione della tavola periodica sulla base delle masse atomiche e di altre proprietà fisiche e chimiche degli elementi - Giustificazione della struttura della tavola periodica sulla base della struttura elettronica a gusci dell'atomo - Alcune proprietà periodiche degli elementi: energia di ionizzazione, energia di affinità elettronica, dimensioni - Elettronegatività Unità Famiglie di elementi - Metalli, non metalli, semimetalli MODULO 5 - I LEGAMI CHIMICI E LE CLASSI DI SOSTANZE (circa 18 ore, fine gennaio - metà marzo) Unità Il legame chimico tra gli atomi - Natura del legame chimico - I gas nobili e la regola dell'ottetto - Elettronegatività come strumento per capire il legame chimico. Tendenza a cedere acquisire, condividere elettroni da parte degli atomi - Legame ionico e proprietà dei composti ionici - Il legame covalente omopolare, eteropolare e dativo e le proprietà dei composti molecolari - Il legame metallico e le proprietà dei metalli Unità La forma delle molecole e le forze intermolecolari - La forma delle molecole - Molecole polari e molecole apolari - Le forze intermolecolari - Il legame a idrogeno Unità Classi di composti e regole di nomenclatura - La capacità di combinazione degli elementi: la valenza e gli elettroni di valenza - I composti binari: ossidi acidi, ossidi basici, sali - Nomenclatura IUPAC e tradizionale dei composti binari - I composti ternari: ossiacidi, idrossidi, sali - Nomenclatura dei composti ternari: ossiacidi, idrossidi, sali MODULO 6 - CLASSI DI REAZIONI CHIMICHE (circa 24 ore, metà aprile - metà giugno) Unità Reazioni acido-base - Acidi e basi secondo Lowry e Bronsted - La forza degli acidi e delle basi - Equilibrio di autoionizzazione dell'acqua: la scala dei ph

15 - Il ph di una soluzione: semplici calcoli stechiometrici Unità Reazioni red-ox - Dal concetto di valenza al concetto di numero di ossidazione - Elettroni che cambiano di posto - Tendenza degli elementi a ridursi ed ossidarsi - Come proteggere i metalli dalla corrosione - Bilanciamento di una reazione di ossido-riduzione Unità Cenni di elettrochimica - Chimica ed elettricità - Reazioni redox in due semicelle separate: le pile e la conversione di energia chimica in energia elettrica - La pila Daniell - Pile ed accumulatori di uso pratico MODULO 7 - Il modulo si inserisce nell'ambito nell'ambito del PERCORSO DI EDUCAZIONE CIVICA su Cittadinanza e Costituzione "La questione rifiuti. Rifiuti urbani e rifiuti pericolosi, contaminazione del suolo e dei sedimenti." Unità Aspetti di chimica ambientale - Rifiuti domestici e commerciali: smaltimento e minimizzazione - Riciclaggio dei rifiuti domestici - Suolo e sedimenti - Rifiuti pericolosi Unità Approfondimento di educazione civica : Rifiuti solidi e disposizioni legislative - Smaltimento dei rifiuti solidi - Normativa comunitaria e italiana

Classe II Amministrazione,finanza e marketing

Classe II Amministrazione,finanza e marketing Anno scolastico 2011/2012 Classe II Amministrazione,finanza e marketing Programma di Scienze integrate:biologia Le molecole della vita. Atomi,ioni e molecole. I legami chimici. L'acqua e le sue proprietà.

Dettagli

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE PER GRUPPI DIDATTICI

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE PER GRUPPI DIDATTICI TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE PER GRUPPI DIDATTICI MATERIA: CHIMICA CLASSI: PRIME I II QUADRIMESTRE Competenze Abilità/Capacità Conoscenze* Attività didattica Strumenti Tipologia verifiche Osservare, descrivere

Dettagli

ASSE SCIENTIFICO TECNOLOGICO COMPETENZE DI SCIENZE INTEGRATE (SCIENZE DELLA TERRA) 1 ANNO

ASSE SCIENTIFICO TECNOLOGICO COMPETENZE DI SCIENZE INTEGRATE (SCIENZE DELLA TERRA) 1 ANNO ASSE SCIENTIFICO TECNOLOGICO COMPETENZE DI SCIENZE INTEGRATE (SCIENZE DELLA TERRA) 1 ANNO Competenze in esito al quinquennio (dall Allegato C del Regolamento) Macro Competenza A: Utilizzare gli strumenti

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE. B.Pascal Roma

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE. B.Pascal Roma Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE B.Pascal Roma Anno Scolastico 2012-201 PIANO DI LAVORO DELLE CLASSI PRIME MATERIA: Scienze Integrate CHIMICA

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche. Anno scolastico 2014-2015. Programma svolto. Docente: Silvana Venditti

Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche. Anno scolastico 2014-2015. Programma svolto. Docente: Silvana Venditti Anno scolastico 2014-2015 Programma svolto Docente: Silvana Venditti Disciplina: Scienze Naturali Classe : IV sez. E - Indirizzo Linguistico ARTICOLAZIONE DEI CONTENUTI E DEGLI OBIETTIVI SECONDO UNITA

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE

PIANO DI LAVORO ANNUALE Docenti Materia Classi Alessandra Cattaneo Erminia Palma Scienze Integrate (Chimica) biennio PIANO DI LAVORO ANNUALE 1. Finalità Promuovere negli allievi lo sviluppo e il perfezionamento delle capacità

Dettagli

Istituto S. Giuliana Falconieri Classe IIIB Liceo Linguistico-Europeo Programmazione di Scienze A.S. 2013-2014

Istituto S. Giuliana Falconieri Classe IIIB Liceo Linguistico-Europeo Programmazione di Scienze A.S. 2013-2014 Istituto S. Giuliana Falconieri Classe IIIB Liceo Linguistico-Europeo Le trasformazioni fisiche della materia Gli stati fisici della materia I sistemi omogenei ed eterogenei Le sostanze pure ed i miscugli

Dettagli

Programma (piano di lavoro) preventivo

Programma (piano di lavoro) preventivo I S T I T U T O T E C N I C O I N D U S T R I A L E S T A T A L E G u g l i e l m o M a r c o n i V e r o n a Programma (piano di lavoro) preventivo Anno Scolastico 2014/2015 Materia SCIENZE INTEGRATE:

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE. Roberto Valturio RELAZIONE FINALE E PROGRAMMA SVOLTO. a.s.

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE. Roberto Valturio RELAZIONE FINALE E PROGRAMMA SVOLTO. a.s. ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE Roberto Valturio RELAZIONE FINALE E PROGRAMMA SVOLTO a.s. 2O13-2014 Materia : Chimica e Biologia Classe : II sez. B Rimini,05/06/2014

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2001/2002

ANNO ACCADEMICO 2001/2002 ANNO ACCADEMICO 2001/2002 A partire dall anno accademico 2001/2002 verrà attivata la laurea triennale in Scienze e Tecnologie Viticole ed Enologiche. Contemporaneamente verrà disattivato il DU in Viticoltura

Dettagli

TECNICO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING LIVELLI ESSEZIALI DI APPREDIMETO PRIMO BIEIO

TECNICO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING LIVELLI ESSEZIALI DI APPREDIMETO PRIMO BIEIO TECNICO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING LIVELLI ESSEZIALI DI APPREDIMETO PRIMO BIEIO Assi culturali ASSE DEI LINGUAGGI Discipline Lingua e letteratura italiana (L1) Lingua inglese (L2) ABILITA 1.

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO LEONARDO da VINCI REGGIO CALABRIA PROGRAMMA DI SCIENZE NATURALI CLASSE 2 a SEZ. Q A.S. 2012/2013

LICEO SCIENTIFICO LEONARDO da VINCI REGGIO CALABRIA PROGRAMMA DI SCIENZE NATURALI CLASSE 2 a SEZ. Q A.S. 2012/2013 LICEO SCIENTIFICO LEONARDO da VINCI REGGIO CALABRIA PROGRAMMA DI SCIENZE NATURALI CLASSE 2 a SEZ. Q A.S. 2012/2013 CHIMICA NUCLEO FONDANTE A : MISURE E GRANDEZZE TRASFORMAZIONI CHIMICO-FISICHE DELLA MATERIA

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI. Scuola secondaria di 2 grado A. MANZONI

FONDAZIONE MALAVASI. Scuola secondaria di 2 grado A. MANZONI FONDAZIONE MALAVASI Scuola secondaria di 2 grado A. MANZONI PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: Scienze Naturali DOCENTE: Lucia Roncaglia CLASSE I CLASSICO A.S.2015 /2016 1. OBIETTIVI

Dettagli

MACROARGOMENTI--MATEMATICA Relativi alle classi prime e seconde degli indirizzi di :ordinamento, bilinguismo, indirizzo biologico e PNI.

MACROARGOMENTI--MATEMATICA Relativi alle classi prime e seconde degli indirizzi di :ordinamento, bilinguismo, indirizzo biologico e PNI. MACROARGOMENTI--MATEMATICA Relativi alle classi prime e seconde degli indirizzi di :ordinamento, bilinguismo, indirizzo biologico e PNI. Classi prime Gli insiemi con relative operazioni Operazioni ed espressioni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Anno Scolastico: 2013 / 2014 Dipartimento (1) : Scienze - Chimica Coordinatore (1) : Classe: Prof. Giovanni MIRAGLIOTTA 2^B.G, Q Indirizzo: Economico aziendale; servizi

Dettagli

Istituto Comprensivo G. GALILEI Tradate Varese PROGRAMMAZIONE ANNUALE TECNOLOGIA

Istituto Comprensivo G. GALILEI Tradate Varese PROGRAMMAZIONE ANNUALE TECNOLOGIA Istituto Comprensivo G. GALILEI Tradate Varese PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI TECNOLOGIA a.s.2011/12 Classi I - II - III PREMESSA La tecnologia da un lato studia e progetta i dispositivi, le macchine e gli

Dettagli

Decreto Ministeriale 2015 per l ammissione a MEDICINA-ODONTOIATRIA VETERINARIA PROFESSIONI SANITARIE ARCHITETTURA

Decreto Ministeriale 2015 per l ammissione a MEDICINA-ODONTOIATRIA VETERINARIA PROFESSIONI SANITARIE ARCHITETTURA Decreto Ministeriale 2015 per l ammissione a MEDICINA-ODONTOIATRIA VETERINARIA PROFESSIONI SANITARIE ARCHITETTURA Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato A Programmi

Dettagli

Progettazione disciplinare:

Progettazione disciplinare: PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE Classe 1A A.S. 2015/2016 Disciplina: CHIMICA Docente: Rosselli Antonino Ore settimanali: 3 (1 di laboratorio) Libro

Dettagli

Obiettivi specifici di apprendimento Contenuti Obiettivi formativi: conoscenze Obiettivi formativi: abilità

Obiettivi specifici di apprendimento Contenuti Obiettivi formativi: conoscenze Obiettivi formativi: abilità Obiettivi specifici di apprendimento Contenuti Obiettivi formativi: conoscenze Obiettivi formativi: abilità Riflettere sui contesti e sui processi di produzione in cui trovano impiego utensili e macchine

Dettagli

INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA e MARKETING e INDIRIZZO TURISMO - BIENNIO CLASSE PRIMA SCIENZE INTEGRATE scienze della terra

INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA e MARKETING e INDIRIZZO TURISMO - BIENNIO CLASSE PRIMA SCIENZE INTEGRATE scienze della terra INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA e MARKETING e INDIRIZZO TURISMO - BIENNIO CLASSE PRIMA SCIENZE INTEGRATE scienze della terra COMPETENZE DI BASE area scientifico tecnologica (Allegato A2 del DPR 15.03.2010)

Dettagli

Prof.ssa Maria Angela Michelini ITP : Salvatore Giorgio

Prof.ssa Maria Angela Michelini ITP : Salvatore Giorgio PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016 Prof.ssa Maria Angela Michelini ITP : Salvatore Giorgio MATERIA Progettazione, Costruzioni e Impianti classe e indirizzo 3A CTT n. ore settimanali:

Dettagli

Dipartimento di Discipline geometriche, architettoniche, arredamento e scenotecnica

Dipartimento di Discipline geometriche, architettoniche, arredamento e scenotecnica DISCIPLINE PROGETTUALI ARCHITETTURA E AMBIENTE 3 anno (6 ore settimanali) La materia propone l ampliamento, la conoscenza e l uso dei metodi proiettivi orientandoli verso lo studio e la rappresentazione

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I.I.S. CATERINA CANIANA Via Polaresco 19 24129 Bergamo Tel:035 250547 035 253492 Fax:035 4328401 http://www.istitutocaniana.it email: canianaipssc@istitutocaniana.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DISEGNO E PROGETTAZIONE Corso Geometri P5

PROGRAMMAZIONE DI DISEGNO E PROGETTAZIONE Corso Geometri P5 Cl. 3 a PROGRAMMAZIONE DI DISEGNO E PROGETTAZIONE Corso Geometri P5 Livelli di partenza e prerequisiti Si procederà alla rilevazione del livello di preparazione iniziale con compiti ed esercizi di base,

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Operare in situazioni reali e/o disciplinari con tecniche e procedure di calcolo L alunno si muove con sicurezza nel calcolo anche con i numeri razionali, ne padroneggia le diverse e stima la grandezza

Dettagli

I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA NAPOLI ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE III SEZ. Ae INDIRIZZO LICEO ECONOMICO PROGRAMMA DI FISICA

I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA NAPOLI ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE III SEZ. Ae INDIRIZZO LICEO ECONOMICO PROGRAMMA DI FISICA I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA NAPOLI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE III SEZ. Ae INDIRIZZO LICEO ECONOMICO PROGRAMMA DI FISICA PROFESSORESSA: REGALBUTO PAOLA LE GRANDEZZE: LE GRANDEZZE FONDAMENTALI E DERIVATE,

Dettagli

LICEO ARTISTICO PRETI - FRANGIPANE Reggio Calabria

LICEO ARTISTICO PRETI - FRANGIPANE Reggio Calabria LICEO ARTISTICO PRETI - FRANGIPANE Reggio Calabria Denominazione del Progetto: corso di Formazione Integrativa Per le Eccellenze (F.I.P.E.) Scopo: La finalità di questo progetto è quella di costruire una

Dettagli

PROGRAMMA DI SCIENZE NATURALI CLASSE 1 a SEZ. A. Prof.ssa Maria Luisa Smorto

PROGRAMMA DI SCIENZE NATURALI CLASSE 1 a SEZ. A. Prof.ssa Maria Luisa Smorto PROGRAMMA DI SCIENZE NATURALI CLASSE 1 a SEZ. A A.S. 2014/2015 Prof.ssa Maria Luisa Smorto Conoscenze chimiche e fisiche di base per le Scienze della Terra - Le unità di misura nel Sistema Internazionale

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

I.S.S Via Silvestri Roma S. A. Liceo Scientifico L. Malpighi Classe III F A. S. 2014-2015 Prof. Silvia Nocera PROGRAMMA DI FISICA MECCANICA

I.S.S Via Silvestri Roma S. A. Liceo Scientifico L. Malpighi Classe III F A. S. 2014-2015 Prof. Silvia Nocera PROGRAMMA DI FISICA MECCANICA I.S.S Via Silvestri Roma S. A. Liceo Scientifico L. Malpighi Classe III F A. S. 2014-2015 Prof. Silvia Nocera MECCANICA PROGRAMMA DI FISICA L energia meccanica Il lavoro La potenza Energia cinetica Forze

Dettagli

Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali Turistici e Sociali

Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali Turistici e Sociali Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali Turistici e Sociali LUIGI EINAUDI Via Spezzaferri, 7 26900 LODI Tel. 0371/36488 - Fax 0371/430935 e-mail: virvital@tiscali.it - Sito internet:

Dettagli

ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI L A N U S E I PROGETTO SIRIO PROGRAMMI PER L IDONEITA ALLA CLASSE QUINTA SIRIO

ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI L A N U S E I PROGETTO SIRIO PROGRAMMI PER L IDONEITA ALLA CLASSE QUINTA SIRIO ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI L A N U S E I PROGETTO SIRIO PROGRAMMI PER L IDONEITA ALLA CLASSE QUINTA SIRIO APPROVATI DAL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO DEL PROGETTO SIRIO A.S. 2013/2014 I.T.G. LANUSEI

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO DISCIPLINA TECNOLOGIA NUMERO UNITÀ D APPRENDIMENTO 01 DATI IDENTIFICATIVI TITOLO I METALLI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 CLASSI SECONDE CLASSI / ALUNNI COINVOLTI DOCENTI COINVOLTI UNITÀ DI APPRENDIMENTO DOCENTI

Dettagli

Indice. 1 La materia e la sua struttura. 2 La radioattività ed i processi nucleari

Indice. 1 La materia e la sua struttura. 2 La radioattività ed i processi nucleari Indice PREFAZIONE ALLA SECONDA EDIZIONE XIII 1 La materia e la sua struttura 1.1. Le particelle fondamentali e la struttura dell atomo 2 1.2. Il numero atomico, il numero di massa, i nuclidi e gli isotopi

Dettagli

Indice. 1 La materia e la sua struttura. 2 La radioattività ed i processi nucleari

Indice. 1 La materia e la sua struttura. 2 La radioattività ed i processi nucleari Indice PREFAZIONE XIII 1 La materia e la sua struttura 1.1. Le particelle fondamentali e la struttura dell atomo 2 1.2. Il numero atomico, il numero di massa, i nuclidi e gli isotopi 5 1.3. L unità di

Dettagli

SERVIZI COMMERCIALI E TURISMO MATERIE E PROGRAMMI DI INDIRIZZO

SERVIZI COMMERCIALI E TURISMO MATERIE E PROGRAMMI DI INDIRIZZO SERVIZI COMMERCIALI E TURISMO MATERIE E PROGRAMMI DI INDIRIZZO Indirizzo Servizi commerciali L indirizzo Servizi Commerciali ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Pag 1 di 7 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Disciplina a.s.2015/2016 Classe: II Sez. R INDIRIZZO: Elettronica ed Elettrotecnica Docente : Prof. Roberto Manovella Pag 2 di 7 ANALISI DELLA SITUAZIONE

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. SABRINA MAZZITELLI MATERIA: TECNOLOGIA CLASSE II D DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013

ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. SABRINA MAZZITELLI MATERIA: TECNOLOGIA CLASSE II D DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. SABRINA MAZZITELLI MATERIA: TECNOLOGIA CLASSE II D DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA L'INSEGNAMENTO

Dettagli

CLASSE 3C ALGEBRA GONIOMETRIA GEOMETRIA GEOMETRIA NEL PIANO RECUPERO PROGRAMMA A.S. PRECEDENTE. CALORIMETRIA e TERMODINAMICA

CLASSE 3C ALGEBRA GONIOMETRIA GEOMETRIA GEOMETRIA NEL PIANO RECUPERO PROGRAMMA A.S. PRECEDENTE. CALORIMETRIA e TERMODINAMICA CLASSE 3C La programmazione didattica per le discipline Matematica e Fisica prevede i temi di seguito elencati. Sia le famiglie che gli alunni hanno quindi possono seguire l agenda dei lavori in classe

Dettagli

SCIENZE INTEGRATE FISICA

SCIENZE INTEGRATE FISICA CLASSE DISCIPLINA ORE SETTIMANALI TIPO DI PROVA PER GIUDIZIO SOSPESO MODULO 1: Il moto e l energia I concetti di sistema di riferimento e le grandezze cinematiche. I diversi tipi di rappresentazione del

Dettagli

Liceo Tecnologico. Indirizzo Costruzione, Ambiente e Territorio. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati

Liceo Tecnologico. Indirizzo Costruzione, Ambiente e Territorio. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Indirizzo Costruzione, Ambiente e Territorio Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Indirizzo: Costruzioni, ambiente e territorio Discipline con attività di laboratorio 3 4 5 Legislazione

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO LEONARDO da VINCI REGGIO CALABRIA PROGRAMMA DI SCIENZE NATURALI CLASSE 1 a SEZ. Q a. s. 2013/2014

LICEO SCIENTIFICO LEONARDO da VINCI REGGIO CALABRIA PROGRAMMA DI SCIENZE NATURALI CLASSE 1 a SEZ. Q a. s. 2013/2014 CHIMICA LICEO SCIENTIFICO LEONARDO da VINCI REGGIO CALABRIA PROGRAMMA DI SCIENZE NATURALI CLASSE 1 a SEZ. Q a. s. 2013/2014 NUCLEO FONDANTE A : MISURE E GRANDEZZE TRASFORMAZIONI CHIMICO-FISICHE DELLA MATERIA

Dettagli

Materia: Tecnologie e Tecniche di Rappresentazione Grafica Classi PRIME Insegnanti: G. Lombardi, L. Nieri

Materia: Tecnologie e Tecniche di Rappresentazione Grafica Classi PRIME Insegnanti: G. Lombardi, L. Nieri PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE A. S. 2014/2015 Materia: Tecnologie e Tecniche di Rappresentazione Grafica Classi PRIME Insegnanti: G. Lombardi, L. Nieri Nuclei fondamentali di LE BASI DELLA RAPPRESENTAZIONE

Dettagli

Prof.ssa: R. M. Dierna. Materia: Scienze naturali. Classe: IV Corso: Liceo Scientifico a.s.: 2015/2016

Prof.ssa: R. M. Dierna. Materia: Scienze naturali. Classe: IV Corso: Liceo Scientifico a.s.: 2015/2016 Prof.ssa: R. M. Dierna Materia: Scienze naturali Classe: IV Corso: Liceo Scientifico a.s.: 2015/2016 All inizio dell anno scolastico si è verificato lo stato delle conoscenze e l accertamento dei prerequisiti,

Dettagli

Programmazione annuale docente classi 2^A AM 2^B AM 2^C AM

Programmazione annuale docente classi 2^A AM 2^B AM 2^C AM Programmazione annuale docente classi 2^A AM 2^B AM 2^C AM Docente : Macaluso Maria Annunziata Classe : 2^ sez.a B - C Indirizzo AM Materia di insegnamento : Scienze Integrate (CHIMICA) Libro di testo

Dettagli

Strutture murarie. Lezione 2 L02

Strutture murarie. Lezione 2 L02 Strutture murarie Lezione 2 1 Cenni preliminari Nel passato veniva usata praticamente sempre la cosiddetta muratura continua. Dai tempi dei Romani, ad anche prima, si è sempre utilizzata, quindi è stata

Dettagli

I I.. I S.. S "R " O R N O C N A C L A L L I L " I - PO P G O G G I G B I O B N O S N I

I I.. I S.. S R  O R N O C N A C L A L L I L  I - PO P G O G G I G B I O B N O S N I I.I.S. "RONCALLI" - POGGIBONSI "TECNOLOGIE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA" "SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE" Progetto sulla Revisione dei programmi delle discipline del biennio dei nuovi Istituti

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO PREMESSA DISCIPLINARE

PROGRAMMA PREVENTIVO PREMESSA DISCIPLINARE COD. Progr.Prev. PAGINA: 1 PROGRAMMA PREVENTIVO A.S. 2014/15 SCUOLA LICEO LINGUISTICO A. MANZONI DOCENTE: CRISTINA FRESCURA MATERIA: FISICA Classe 5 Sezione B FINALITÀ DELLA DISCIPLINA PREMESSA DISCIPLINARE

Dettagli

SCIENZE DEI MATERIALI DENTALI CHIMICA. Programmazione dell'attività didattica

SCIENZE DEI MATERIALI DENTALI CHIMICA. Programmazione dell'attività didattica SCIENZE DEI MATERIALI DENTALI CHIMICA Programmazione dell'attività didattica SCIENZE DEI MATERIALI DENTALI CLASSE III Finalità dell insegnamento Nel 3 anno il corso si pone le seguenti finalità generali:

Dettagli

PROGRAMMA DI SCIENZE Cl. II sez. E A.S. 2014/2015. Testo: S. Passannanti C. Sbriziolo Noi e la chimica Dai fenomeni alle leggi Ed.

PROGRAMMA DI SCIENZE Cl. II sez. E A.S. 2014/2015. Testo: S. Passannanti C. Sbriziolo Noi e la chimica Dai fenomeni alle leggi Ed. PROGRAMMA DI SCIENZE Cl. II sez. E A.S. 2014/2015 CHIMICA Testo: S. Passannanti C. Sbriziolo Noi e la chimica Dai fenomeni alle leggi Ed. Tramontana S. Passannanti C. Sbriziolo Noi e la chimica agli atomi

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

Piano di Lavoro. di SCIENZE NATURALI. Primo Biennio

Piano di Lavoro. di SCIENZE NATURALI. Primo Biennio ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Liceo Scientifico Istituto Tecnico Industriale ALDO MORO Via Gallo Pecca n. 4/6 10086 RIVAROLO CANAVESE SEZIONE SCIENTIFICA A.S. 2014 2015 Piano di Lavoro di SCIENZE NATURALI

Dettagli

PROGRAMMA DI MATEMATICA. gli insiemi numerici N, Z e Q, operazioni, proprietà e calcolo con le potenze.

PROGRAMMA DI MATEMATICA. gli insiemi numerici N, Z e Q, operazioni, proprietà e calcolo con le potenze. PROGRAMMA DI MATEMATICA CLASSE 1^AE DOCENTE Algebra: gli insiemi numerici N, Z e Q, operazioni, proprietà e calcolo con le potenze. Calcolo letterale, i monomi (definizioni, proprietà e operazioni) I polinomi(

Dettagli

I.I.S. "MARGHERITA DI SAVOIA" a.s. 20014-2015 LICEO LINGUISTICO classe I BL Programma di MATEMATICA

I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA a.s. 20014-2015 LICEO LINGUISTICO classe I BL Programma di MATEMATICA classe I BL Numeri naturali L insieme dei numeri naturali e le quattro operazioni aritmetiche. Le potenze. Espressioni. Divisibilità, numeri primi. M.C.D. e m.c.m. Numeri interi relativi L insieme dei

Dettagli

IISS Don Tonino Bello -Tricase/Alessano

IISS Don Tonino Bello -Tricase/Alessano 1 ANNO DELL OBBLIGO SETTORE INDUSTRIA-ARTIGIANATO Meccanici/Termici A.S. 2011-2012 I Prova Parallela II Prova Parallela III Prova Parallela Il testo narrativo, descrittivo, espressivo, espositivo Lingua

Dettagli

VALLAURI L ASSE MATEMATICO

VALLAURI L ASSE MATEMATICO Istituto Professionale di Stato per l Industria e l Artigianato Giancarlo Vallauri Via B. Peruzzi, 13 41012 CARPI (MO) VALLAURI www.vallauricarpi.it Tel. 059 691573 Fax 059 642074 vallauri@vallauricarpi.it

Dettagli

DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo musicale

DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo musicale DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo musicale PRIMO BIENNIO 1. Profilo generale L insegnamento di matematica nel primo biennio ha come finalità l acquisizione dei concetti e dei metodi elementari della disciplina

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA A.A. 2015-2016

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA A.A. 2015-2016 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Ufficio Studenti Stranieri PROGRAMMI PER LA PROVA DI CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA DEI CITTADINI NON COMUNITARI RESIDENTI ALL ESTERO A.A. 2015-2016 DIPARTIMENTO DI

Dettagli

Modulo PROGETTAZIONE E PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE Scuola Secondaria di Primo Grado

Modulo PROGETTAZIONE E PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE Scuola Secondaria di Primo Grado 1 di 6 AREA Matematico scientifica MATERIE COINVOLTE Matematica - Scienze DOCENTI Patrizia Lualdi - Silvia Colombo RIFERIMENTO AI DOCUMENTI NAZIONALI E DI ISTITUTO P.E.C.U.P L allievo utilizza le conoscenze

Dettagli

Programma svolto a.s. 2013/14

Programma svolto a.s. 2013/14 I.I.S.S. ERASMO DA ROTTERDAM CLASSE 1 S (C.A.T.) Programma svolto a.s. 2013/14 TECNICA GRAFICA Materiali, strumenti e tecniche per il disegno; tracciamenti con riga, squadre e compasso; costruzioni geometriche:

Dettagli

Le reazioni di ossidoriduzione

Le reazioni di ossidoriduzione I.S. G. TASSINARI PROGRAMMAZIONE di CHIMICA ANALITICA E STUMENTALE Classe 4L - A.S. 2015-16 Docenti: prof.ssa Stefania Comes- prof.ssa Anna Alfano ANALISI INIZIALE DELLA CLASSE: La classe risulta composta

Dettagli

INDIRIZZO LICEI PRIMO BIENNIO SCIENZE NATURALI

INDIRIZZO LICEI PRIMO BIENNIO SCIENZE NATURALI INDIRIZZO LICEI PRIMO BIENNIO SCIENZE NATURALI COMPETENZE DI BASE area scientifico tecnologica (Allegato A2 del DPR 15.03.2010) Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SANT AGOSTINO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI SCIENZE MATEMATICHE, CHIMICHE, FISICHE E NATURALI

ISTITUTO COMPRENSIVO SANT AGOSTINO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI SCIENZE MATEMATICHE, CHIMICHE, FISICHE E NATURALI ISTITUTO COMPRENSIVO SANT AGOSTINO Scuola Secondaria di I grado UNGARETTI Anno scolastico 2014-2015 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI SCIENZE MATEMATICHE, CHIMICHE, FISICHE E NATURALI Insegnante: Prof. Lorella

Dettagli

CLASSI PRIME tecnico 4 ORE

CLASSI PRIME tecnico 4 ORE PIANO ANNUALE a.s. 2012/2013 CLASSI PRIME tecnico 4 ORE Settembre Ottobre Novembre dicembre dicembre gennaio- 15 aprile 15 aprile 15 maggio Somministrazione di test di ingresso. Insiemi numerici Operazioni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI MATEMATICA 2015/2016 Classi Prime

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI MATEMATICA 2015/2016 Classi Prime PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI MATEMATICA 2015/2016 Classi Prime Metodi e strumenti Nelle lezioni in aula si farà uso: [] della lezione dialogata (utilizzata di norma, e che prevede lo sviluppo anche

Dettagli

PRIMO PERIODO DIDATTICO

PRIMO PERIODO DIDATTICO 1 2 3 COMPETENZA DISCIPLINA conoscenze abilità ORE UDA Padroneggiare gli strumenti espressivi ed argomentativi indispensabili per gestire l interazione comunicativa verbale in vari contesti Leggere, comprendere

Dettagli

CURRICOLO DI TECNOLOGIA Scuola Primaria CLASSE 1^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ

CURRICOLO DI TECNOLOGIA Scuola Primaria CLASSE 1^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ CURRICOLO DI TECNOLOGIA Scuola Primaria CLASSE 1^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ RICONOSCERE E DESCRIVERE FENOMENI FONDAMENTALI DEL MONDO TECNOLOGICO - I bisogni primari dell uomo: gli oggetti,

Dettagli

TECNOLOGIA COMPETENZE

TECNOLOGIA COMPETENZE ISTITUTO COMPRENSIVO F. DE Sanctis CURRICOLO VERTICALE DI TECNOLOGIA A.S. 2013/2014 1 TECNOLOGIA La materia tecnologia comporta la formazione di competenze diversificate, che vanno dalla formazione di

Dettagli

LICEO ARTISTICO P. GOBETTI OMEGNA PIANO DI LAVORO ANNUALE. Anno scolastico 2012-2013. CLASSE II A Musicale SCIENZE BIOLOGIA.

LICEO ARTISTICO P. GOBETTI OMEGNA PIANO DI LAVORO ANNUALE. Anno scolastico 2012-2013. CLASSE II A Musicale SCIENZE BIOLOGIA. LICEO ARTISTICO P. GOBETTI OMEGNA PIANO DI LAVORO ANNUALE Anno scolastico 2012-2013 CLASSE II A Musicale SCIENZE BIOLOGIA 2 ore settimanali Docente: Prof.ssa Negri Maria Rosa Testo: Le basi della Biologia

Dettagli

TITOLO DEL CORSO DESTINATARI ASPETTI METODOLOGICI ED ORGANIZZATIVI CONTENUTI

TITOLO DEL CORSO DESTINATARI ASPETTI METODOLOGICI ED ORGANIZZATIVI CONTENUTI REVIT: PROGETTARE CON IL BIM. Il corso è stato pensato per tutti coloro che si avvicinano per la prima volta a questo software e che vogliono imparare ad utilizzarlo per produrre tavole tecniche complete

Dettagli

I. I. S. S. POLO PROFESSIONALE Don Tonino Bello Tricase /Alessano

I. I. S. S. POLO PROFESSIONALE Don Tonino Bello Tricase /Alessano I. I. S. S. POLO PROFESSIONALE Don Tonino Bello Tricase /Alessano SETTORE SERVIZI SOCIO/SANITARI - INDIRIZZO: 1 1 ANNO DELL OBBLIGO SETTORE - Indirizzo: Articolazione: Arti ausiliarie delle professioni

Dettagli

Criteri e modalità delle prove di ammissione ai corsi di laurea delle professioni sanitarie. D.M. Ministero Università e Ricerca 17 MAGGIO 2007

Criteri e modalità delle prove di ammissione ai corsi di laurea delle professioni sanitarie. D.M. Ministero Università e Ricerca 17 MAGGIO 2007 Criteri e modalità delle prove di ammissione ai corsi di laurea delle professioni sanitarie D.M. Ministero Università e Ricerca 17 MAGGIO 2007 Frequently Asked Questions Posso iscrivermi a più test in

Dettagli

Utilizzare e leggere il linguaggio specifico della geometria

Utilizzare e leggere il linguaggio specifico della geometria Da Competenze chiave per l apprendimento permanente Un quadro di riferimento europeo (2005) AREA MATEMATICA - 1 Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia: la competenza matematica

Dettagli

DIPARTIMENTO DI DESIGN INDUSTRIALE PROGRAMMAZIONE A.S. 2015-2016

DIPARTIMENTO DI DESIGN INDUSTRIALE PROGRAMMAZIONE A.S. 2015-2016 DIPARTIMENTO DI DESIGN INDUSTRIALE PROGRAMMAZIONE A.S. 2015-2016 DIPARTIMENTO: DISCIPLINA: CLASSI: DESIGN INDUSTRIALE PROGETTAZIONE e LABORATORIO TERZE QUARTE QUINTE FINALITÀ DA RAGGIUNGERE A FINE CURRICOLO

Dettagli

PROGRAMMA DI BIOLOGIA. CLASSE 2^ F a. s. 2014 2015. Prof.ssa RUBINO ALESSANDRA

PROGRAMMA DI BIOLOGIA. CLASSE 2^ F a. s. 2014 2015. Prof.ssa RUBINO ALESSANDRA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE DI STATO "ENRICO FERMI" Via Luosi n. 23-41124 Modena Tel. 059211092 059236398 - (Fax): 059226478 E-mail: info@fermi.mo.it Pagina web: www.fermi.mo.it PROGRAMMA DI BIOLOGIA

Dettagli

Indice generale. Prefazione

Indice generale. Prefazione 26-10-2009 10:41 Pagina VI Prefazione Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XIII XV XVII Capitolo 0 Lessico della chimica 1 0.1 La chimica 1 0.1.1 Classificazioni della materia 2 0.1.2 Proprietà

Dettagli

INDICE. Premessa, XII

INDICE. Premessa, XII INDICE Premessa, XII 1. Prestazioni dei materiali e progetto, 3 1.1 Comportamento meccanico, 6 1.2 Azione dell ambiente, 6 1.3 Vita di servizio e durabilità, 11 1.4 Prevenzione del degrado, 16 1.5 Restauro,

Dettagli

Contenuti Metodi GLI STRUMENTI DA DISEGNO COLORARE CON PRECISIONE IN UN CONTORNO DEFINITO IL DISEGNO CON RIGA SQUADRA E COMPASSO

Contenuti Metodi GLI STRUMENTI DA DISEGNO COLORARE CON PRECISIONE IN UN CONTORNO DEFINITO IL DISEGNO CON RIGA SQUADRA E COMPASSO TECNOLOGIA CLASSE PRIMA Competenze Conoscenze Abilità Contenuti Metodi Materiali UTILIZZARE IN MODO GUIDATO GLI TECNICO- GRAFICO- OPERATIVI COSTRUIRE FIGURE PIANE STUDIARE LE CARATTERISTICHE E LE STRUTTURE

Dettagli

Piano di lavoro annuale a.s. 2013/2014

Piano di lavoro annuale a.s. 2013/2014 Piano di lavoro annuale a.s. 2013/2014 Docente: Frank Ilde Materia: Matematica Classe: 1^ASA 1. Nel primo consiglio di classe sono stati definiti gli obiettivi educativo-cognitivi generali che sono stati

Dettagli

LICEO STATALE TERESA CICERI COMO 11 settembre 2012 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI FISICA A. S. 2012/2013

LICEO STATALE TERESA CICERI COMO 11 settembre 2012 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI FISICA A. S. 2012/2013 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI FISICA A. S. 2012/2013 TRIENNIO BROCCA LICEO SOCIO PSICO - PEDAGOGICO TRIENNIO BROCCA LICEO LINGUISTICO FINALITA GENERALI Il Progetto Brocca individua le seguenti finalità

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO: Tecnologie Elettrico-Elettroniche e Applicazioni. Modulo n 1: STRUTTURA DELLA MATERIA E FENOMENI ELETTRICI CONTENUTI OBIETTIVI

PROGRAMMA PREVENTIVO: Tecnologie Elettrico-Elettroniche e Applicazioni. Modulo n 1: STRUTTURA DELLA MATERIA E FENOMENI ELETTRICI CONTENUTI OBIETTIVI ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "G. VERONESE - G. MARCONI" SEZIONE ASSOCIATA G. MARCONI Via T. Serafin, 15-30014 CAVARZERE (VE) Tel. 0426/51151 - Fax 0426/310911 E-mail: ipsiamarconi@ipsiamarconi.it -

Dettagli

Obiettivi Specifici di apprendimento MATEMATICA. CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO (dalla Cl. I Sc.Primaria alla Cl. III Sc.Second. 1 gr.

Obiettivi Specifici di apprendimento MATEMATICA. CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO (dalla Cl. I Sc.Primaria alla Cl. III Sc.Second. 1 gr. Classe I Sc.Primaria Obiettivi Specifici di apprendimento MATEMATICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO (Cl. I Sc.Primaria Cl. III Sc.Second. 1 gr.) NUMERO - Confrontare e ordinare raggruppamenti di oggetti

Dettagli

Anno scolastico 2014/2015

Anno scolastico 2014/2015 I."MAJORANA-MARCONI" PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE PER LE SECONDE CLASSI AD INDIRIZZO PROFESSIONALE Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: SCIENZE INTEGRATE/CHIMICA E LABORATORIO DOCENTI: CASTAGNA ADRIANA,

Dettagli

PROGRAMMA DEFINITIVO di Tecnologie Elettrico-Elettroniche e Applicazioni. Docente: VARAGNOLO GIAMPAOLO. Insegnante Tecnico Pratico: ZANINELLO LORIS

PROGRAMMA DEFINITIVO di Tecnologie Elettrico-Elettroniche e Applicazioni. Docente: VARAGNOLO GIAMPAOLO. Insegnante Tecnico Pratico: ZANINELLO LORIS ISTITUTO VERONESE MARCONI Sede di Cavarzere (VE) PROGRAMMA DEFINITIVO di Tecnologie Elettrico-Elettroniche e Applicazioni Docente: VARAGNOLO GIAMPAOLO Insegnante Tecnico Pratico: ZANINELLO LORIS Classe

Dettagli

quale agisce una forza e viceversa. situazioni. applicate a due corpi che interagiscono. Determinare la forza centripeta di un

quale agisce una forza e viceversa. situazioni. applicate a due corpi che interagiscono. Determinare la forza centripeta di un CLASSE Seconda DISCIPLINA Fisica ORE SETTIMANALI 3 TIPO DI PROVA PER GIUDIZIO SOSPESO Test a risposta multipla MODULO U.D Conoscenze Abilità Competenze Enunciato del primo principio della Calcolare l accelerazione

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE R. CACCIOPPOLI ANNO SCOLASTICO 2012/13 CLASSE III G PROGRAMMA DI SCIENZE PROF.SSA ANGELOZZI ROBERTA CHIMICA

LICEO SCIENTIFICO STATALE R. CACCIOPPOLI ANNO SCOLASTICO 2012/13 CLASSE III G PROGRAMMA DI SCIENZE PROF.SSA ANGELOZZI ROBERTA CHIMICA LICEO SCIENTIFICO STATALE R. CACCIOPPOLI ANNO SCOLASTICO 2012/13 CLASSE III G PROGRAMMA DI SCIENZE PROF.SSA ANGELOZZI ROBERTA CHIMICA Misure e grandezze: Il Sistema Internazionale di unità di misura Grandezze

Dettagli

Liceo Scientifico CORTINA D'AMPEZZO POLO SCOLASTICO VAL BOITE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE

Liceo Scientifico CORTINA D'AMPEZZO POLO SCOLASTICO VAL BOITE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO: 2008/09 CLASSE: IV A MATERIA:Chimica Liceo Scientifico CORTINA D'AMPEZZO POLO SCOLASTICO VAL BOITE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DOCENTE: Benedet Giuseppe SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE NELLA

Dettagli

1 Istituto Superiore M. Bartolo

1 Istituto Superiore M. Bartolo 1 Istituto Superiore M. Bartolo viale A. Moro Tel. 091592725 - Fax 0918620 96018 PACHINO (SR) PROGRAMMAZIONE A.S. 2015/2016 Docenti: Avveduto Massimo CLASSE 2ª A Materia : Tecnologie e Tecniche di Rappresentazione

Dettagli

Programma Svolto. Tecnologie dell Informazione e Comunicazione. Classe IA

Programma Svolto. Tecnologie dell Informazione e Comunicazione. Classe IA ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALESSANDRO VOLTA Via Volta, 1 - Tel. : 0785/53024 fax: 0785/52654 - e-mail: isisghilarza@tiscalinet.it - C.M. ORIS00100L - C.F.90027890954 09074 GHILARZA (Oristano)

Dettagli

SCIENZE NATURALI. Linee generali e competenze. Pagina di 7 1

SCIENZE NATURALI. Linee generali e competenze. Pagina di 7 1 SCIENZE NATURALI Linee generali e competenze Le scienze naturali indagano la natura nei suoi molteplici aspetti: dallo studio della materia nelle sue svariate strutture e funzioni fino alla complessità

Dettagli

Disciplina Competenze da recuperare Contenuti di studio. Acquisire una buona conoscenza del sistema grafico in genere;

Disciplina Competenze da recuperare Contenuti di studio. Acquisire una buona conoscenza del sistema grafico in genere; CORSO CAT/Geometra Classe prima Disciplina Competenze da recuperare Contenuti di studio TECNOLOGIA E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA 1 FONDAMENTI DEL DISEGNO convenzioni ed elementi base del disegno

Dettagli

PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA Docente: MARIATERESA COSENTINO

PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA Docente: MARIATERESA COSENTINO CLASSE IC Classico ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA Docente: MARIATERESA COSENTINO Gli allievi, in generale, si dedicano allo studio della matematica e della fisica con diligenza

Dettagli

LICEO ARTISTICO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA

LICEO ARTISTICO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA Anno Scolastico 2014/15 LICEO ARTISTICO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA : MATEMATICA PRIMO BIENNIO L asse matematico ha l obiettivo di far acquisire allo studente saperi e competenze

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE DI TECNOLOGIA

CURRICOLO DISCIPLINARE DI TECNOLOGIA A.S. 2014/2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Palena-Torricella Peligna Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Palena (CH) SCUOLA SECONDARIA

Dettagli

Programmazione individuale per competenze CLASSE 3^B LSA. Materia: CHIMICA

Programmazione individuale per competenze CLASSE 3^B LSA. Materia: CHIMICA Programmazione individuale per competenze CLASSE 3^B LSA Materia: CHIMICA Situazione della classe Accordi con la classe Accordi con le altre discipline Correlazione con i progetti proposti alla classe

Dettagli

II ISTITUTO COMPRENSIVO ARDIGO PADOVA PLESSO MAMELI CLASSE 1^ C anno 2011-2012 PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA E SCIENZE prof.

II ISTITUTO COMPRENSIVO ARDIGO PADOVA PLESSO MAMELI CLASSE 1^ C anno 2011-2012 PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA E SCIENZE prof. II ISTITUTO COMPRENSIVO ARDIGO PADOVA PLESSO MAMELI CLASSE 1^ C anno 2011-2012 PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA E SCIENZE prof. Francesca Rosati MATEMATICA NUCLEI TEMATICI OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

Dettagli

Programmazione individuale di Laboratorio Materia : Chimica e Laboratorio. Docenti : Giancarlo Cardone Classe : 2 CAT a.s.

Programmazione individuale di Laboratorio Materia : Chimica e Laboratorio. Docenti : Giancarlo Cardone Classe : 2 CAT a.s. Programmazione individuale di Laboratorio Materia : Chimica e Laboratorio. Docenti : Giancarlo Cardone Classe : 2 CAT a.s. 2015-2016 Mondovi 05/11/2015 Prof. Giancarlo Cardone PROGRAMMAZIONE DELL ATTIVITA

Dettagli

Programma (piano di lavoro) preventivo

Programma (piano di lavoro) preventivo I S T I T U T O T E C N I C O I N D U S T R I A L E S T A T A L E G u g l i e l m o M a r c o n i V e r o n a Programma (piano di lavoro) preventivo Anno Scolastico 2015/16 Materia Tecnologie e Tecniche

Dettagli