Picaro Film. Consulenza Cinematografica -Audiovisiva. Produrre un audiovisivo o VIDEO WORK Realizzare un cortometraggio

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Picaro Film. Consulenza Cinematografica -Audiovisiva. Produrre un audiovisivo o VIDEO WORK Realizzare un cortometraggio"

Transcript

1 Picaro Film Consulenza Cinematografica -Audiovisiva Laboratori Audiovisivi Produrre un audiovisivo o VIDEO WORK Realizzare un cortometraggio o NEWS Il mondo dell informazione La comunicazione interpersonale o IO COMUNICO & TU? Comunicare col proprio corpo Il linguaggio mediatico o PUBBLICITA Il linguaggio pubblicitario o FILM: dalla A alla Z Scomponendo un Film A.S Picaro Film di Fino Francesco - V. Verga 20, Imola, B0 P.IVA Tel

2 Obiettivi Generali: Le attività EsperiMENTa comunicare creatività si articolano quest anno su tre categorie: Produrre un audiovisivo, La comunicazione interpersonale e Il linguaggio mediatico. Scopo concreto dell'attività nel primo caso sarà realizzare un audiovisivo, coinvolgendo gli studenti in ogni fase del lavoro: ideazione, scrittura, organizzazione, riprese, montaggio. Un aspetto molto importante nella produzione di un audiovisivo è rappresentato dal lavoro di gruppo. Impostare e realizzare la produzione di un cortometraggio comporta, per sua natura, la creazione di una troupe, all'interno della quale ogni partecipante assume un compito preciso affinché si senta direttamente coinvolto e responsabile del risultato ottenuto. Negli altri due casi gli studenti saranno chiamati ad osservare e sperimentare, con l aiuto degli strumenti audiovisivi, le dinamiche comunicative nella comunicazione interpersonale con i coetanei e nella comunicazione mediatica. Impostati come iniziative didattiche, tutti i laboratori dovranno essere svolti da un gruppo non superiore ai 30 alunni per volta, affinché risultino stimolanti e capaci di sviluppare nuovi interessi nei ragazzi e nelle ragazze che vi parteciperanno. Obiettivo fondamentale è quindi quello di affrontare e svolgere le attività, sviluppando e migliorando le capacità espressive e relazionali dei singoli partecipanti, oltre a incrementare il fattore coesione all'interno della classe. Inoltre verrà stimolata l'assunzione di responsabilità da parte dei singoli ragazzi. I laboratori si fondano sul principio dell'apprendere con la pratica del fare: si tratta di alfabetizzazione audiovisiva attraverso l'uso degli strumenti propri di tale linguaggio. Realizzare un video, comunicare con le azioni e analizzare i media condurrà gli studenti, attraverso la pratica, a possedere le conoscenze di base dei codici propri del linguaggio, permettendogli di decodificare in modo appropriato i messaggi audiovisivi quotidianamente percepiti, sviluppando una coscienza critica verso ciò che si vede. Le tematiche da sviluppare saranno identificate insieme agli insegnanti referenti del progetto. I contenuti potranno essere concordati direttamente con gli alunni; oppure si potrà lavorare su tematiche di interesse della scuola anche integrando percorsi didattici già avviati (ad es. realizzare un video in riferimento ad una materia di studio, ad un filone tematico che la scuola sviluppa nell'anno scolastico, a supporto di un progetto già esistente nella scuola ). Metodologie: L'attività verrà condotta in maniera dinamica e partecipativa attraverso l'utilizzo di strumenti audiovisivi. Verranno alternate parti teoriche ad esercitazioni pratiche. Agli studenti verrà chiesto di mettersi in gioco, tirando fuori le proprie idee, emozioni e sentimenti. Nella produzione audiovisiva si sfocerà poi nel project work della produzione vera e propria del video (riprese e montaggio) che verrà svolto prevalentemente tramite il lavoro di gruppo. Inoltre saranno i partecipanti a lavorare in prima linea per ottenere il prodotto finale: sarà quindi importante come si arriva ad ottenerlo, attraverso le fasi di progettazione e realizzazione. Per iscrizioni, chiarimenti ed informazioni dettagliate contattare: Fino Francesco di Picaro Film Tel Picaro Film avvierà un numero limitato di progetti. La selezione fra le varie domande d iscrizione è a suo giudizio. Per informazioni dettagliate sul progetto si rimanda alla scheda a seguito.

3 VIDEO WORK Realizzare un cortometraggio 1. RESPONSABILE della realizzazione del progetto: "Picaro Film" Studio di Fino Francesco 2. Referente: Francesco Fino 3. Titolo del progetto/laboratorio: VIDEO WORK Realizzare un cortometraggio 4. Area Tematica: La comunicazione ed i linguaggi. 5. Obiettivi Specifici del Progetto: I principali obiettivi sono: - Introduzione al media, con particolare attenzione all alfabetizzazione del linguaggio filmico attraverso analisi e visione di video, cortometraggi e sequenze tratte da film; - Sensibilizzazione e introduzione al cortometraggio e ai principali generi cinematografici (Fiction, Documentario, Animazione, Sperimentale ) - I mestieri del cinema : conoscere e capire ruoli e meccanismi della produzione cinematografica; - Realizzazione di un prodotto audiovisivo affrontando in prima persona le principali fasi di produzione attraverso il lavoro in gruppo; 6. Obiettivi socio-educativo - coinvolgere ragazzi e ragazze in un'esperienza interessante e stimolante, per avvicinarli ad un mondo solitamente "lontano" allo scopo di sviluppare, con la pratica, una propria coscienza critica verso ciò che si guarda; - Far sperimentare agli alunni, attraverso la pratica del fare, un esperienza operativa che si fonda sul lavoro di gruppo e la divisione dei compiti - Responsabilizzare gli studenti affinché tutti i partecipanti possano riconoscersi nel prodotto finale. Il corso è impostato come un esperienza pratica di progettazione. Durante il laboratorio, gli studenti sono chiamati ad esporre le proprie idee e a coinvolgersi. Dopo aver scelto il tema da trattare e messo a punto il soggetto collettivamente, si formeranno differenti gruppi di lavoro, al fine di dare a ognuno mansioni precise, tese a chiamare in causa personalmente gli alunni, facendoli sentire responsabili di un preciso ambito legato alla realizzazione del lavoro. L assegnazione del compito da svolgere avverrà in base agli interessi e alle affinità; ogni gruppo dovrà rapportarsi con gli altri e con coloro che seguiranno il laboratorio. 7. Destinatari: Scuole Secondarie di 1 Grado 8. Durata del Progetto: Annuale 9. Strumenti e condizioni organizzative L organizzazione del progetto è a cura di Picaro Film, e in fase di realizzazione si stabiliranno gli incontri e le modalità con gli insegnanti coinvolti. TEMPI DI REALIZZAZIONE: Totale ore proposte per il progetto: - 16 ore di attività di laboratorio con gli studenti Articolazione degli incontri: - 4 incontri da 2 ore ciascuno nella classe per la pre-produzione: ideazione, scrittura, organizzazione del lavoro; - 7 ore per le riprese (le riprese si effettueranno in una o due giornate in luogo da decidere in base al tipo di soggetto da realizzare); - 1 incontro di 1 ora per la verifica in classe del lavoro svolto (raggiungimento degli obiettivi, adeguatezza della metodologia adottata, benessere/malessere dei partecipanti) Si ipotizzano incontri a cadenza settimanale.

4 LUOGO DI REALIZZAZIONE 5 incontri nella classe, le riprese in luogo da decidere in base al soggetto del video. 10. Soggetti coinvolti nella realizzazione: o Docenti delle scuole interessate o Picaro Film"di Fino Francesco o Esperti: Regista coordinatore e Assistente tecnico di Picaro Film 11. Risorse Occorrenti Umane: Un esperto del settore lavorerà come responsabile e Figura Guida del progetto. Un operatore effettuerà le riprese. Un tecnico effettuerà il montaggio. Tali figure saranno fornite da Picaro Film. Il docente responsabile dovrà essere sempre presente in aula durante le attività. Economiche: Costo globale netto a pagare per progetto 560 IVA inclusa. (comprensivi di esperti, consulenze e materiali tecnici) Il pagamento avverrà con bonifico bancario dopo l emissione della fattura. Ausiliarie: La "Picaro Film" metterà a disposizione gratuitamente le attrezzature di ripresa e montaggio (fari, telecamera digitale, sistema di montaggio digitale), l'archivio di immagini in possesso, i materiali di ripresa (nastri, materiali di consumo, scenografie, dispense), nonché il personale di riferimento per il coordinamento organizzativo del progetto. Inoltre si preoccuperà di inviare il cortometraggio realizzato a festival nazionali per produzione scolastiche. Sarà a carico della scuola la predisposizione delle fotocopie del materiale didattico necessario per lo svolgimento dei percorsi. Viene richiesto di poter usufruire del servizio di trasporti comunale per lo spostamento degli studenti dalla scuola al luogo in cui dovranno essere effettuate le riprese, qualora vi sia la necessità. 13. Privacy: Il Picaro Film durante la fase di programmazione fornirà al Docente referente, su modello prestampato, la liberatoria per effettuare le riprese e l'utilizzo delle immagini video legate al progetto. Sarà cura della scuola fare pervenire la suddetta a Picaro Film firmato dai genitori degli alunni coinvolti, entro l'inizio delle riprese. 14. Modalità previste per la verifica finale: Incontro/discussione con gli studenti partecipanti al progetto sull esperienza fatta; Proiezione dei video realizzati all'interno di manifestazioni e festival specializzati.

5 NEWS Il mondo dell informazione 1. RESPONSABILE della realizzazione del progetto: "Picaro Film" studio di Fino Francesco 2. Referente: Francesco Fino 3. Titolo del progetto/laboratorio: NEWS Il mondo dell informazione 4. Area Tematica: La comunicazione ed i linguaggi. 5. Obiettivi Specifici del Progetto: Sono ormai parecchi anni che il quotidiano ha fatto il suo ingresso nelle scuole. Non sono pochi, infatti, i docenti che propongono attività didattiche in cui si analizza la forma dell articolo, si studia la tipologia dei pezzi e se ne evidenzia la disposizione in pagina e all interno del numero. Queste attività rispondono egregiamente non solo alle esigenze di mettere i ragazzi di fronte a testi di natura non letteraria, presi dalla vita quotidiana, ma anche a quelle di far compiere loro esperienze significative di formazione a una cittadinanza partecipata. È pur vero, tuttavia, che se, fino a qualche anno fa, il quotidiano era il mezzo privilegiato attraverso cui le persone (ragazzi compresi) si tenevano aggiornate su quanto accadeva nel mondo, oggi questo ruolo importante di diffusione delle informazioni viene ricoperto - se si guarda alle abitudini della maggior parte della popolazione - dal notiziario televisivo. Ecco perché potrebbe essere utile affiancare al lavoro sul giornale un lavoro sul notiziario televisivo, visto che spesso le capacità di comprensione del TG da parte degli adolescenti sono decisamente limitate. I principali obiettivi sono: - riconoscere il TG come prodotto appartenente a un particolare genere comunicativo, caratterizzato da specifici elementi distintivi (format); - conoscere alcuni termini tecnici di una redazione giornalistica televisiva (per esempio, lancio, servizio, comunicato d'agenzia, montaggio, inviato, corrispondente ecc.); - ricostruire le fasi di lavoro che portano al confezionamento del TG; - riconoscere nel TG un prodotto costruito secondo una certa intenzionalità, di modo che lo si possa considerare non una finestra sul mondo" bensì una rappresentazione della realtà; - sviluppare le capacità di analisi e di riflessione sul testo (nello specifico, un testo audiovisivo). 6. Obiettivi socio-educativo - coinvolgere ragazzi e ragazze in un'esperienza interessante e stimolante, per avvicinarli ad un mondo solitamente "lontano" allo scopo di sviluppare, con la pratica, una propria coscienza critica verso ciò che si guarda; - Far sperimentare agli alunni, attraverso la pratica del fare, un esperienza operativa che si fonda sul lavoro di gruppo e la divisione dei compiti - Responsabilizzare gli studenti affinché tutti i partecipanti possano riconoscersi nel prodotto finale. Il corso è impostato com esperienza pratica di progettazione. Dal punto di vista metodologico, gli incontri vedranno l alternarsi di lezioni frontali e visioni di filmati, dalla simulazione al lavoro di gruppo, dalla discussione alla produzione di un video, coinvolgendo in prima persona tutti gli studenti, dai più ai meno motivati, attraverso varie tecniche. Gli studenti sono chiamati ad esporre le proprie idee e a coinvolgersi. Ad ognuno verranno assegnate mansioni precise, facendoli sentire responsabili di un preciso ambito legato alla realizzazione del lavoro. 7. Destinatari: Scuole Secondarie di 1 Grado Classi 2^ e 3^ 8. Durata del Progetto: Annuale

6 9. Strumenti e condizioni organizzative L organizzazione del progetto è a cura di Picaro Film, e in fase di realizzazione si stabiliranno gli incontri e le modalità con gli insegnanti coinvolti. TEMPI DI REALIZZAZIONE: Totale ore proposte per il progetto: - 16 ore di attività di laboratorio con gli studenti Articolazione degli incontri: - 5 incontri da 2 ore ciascuno nella classe per la pre-produzione: ideazione, scrittura, organizzazione del lavoro; - 5 ore per le riprese (le riprese si effettueranno in una o due giornate in luogo da decidere in base al tipo di soggetto da realizzare); - 1 incontro di 1 ora per la verifica in classe del lavoro svolto (raggiungimento degli obiettivi, adeguatezza della metodologia adottata, benessere/malessere dei partecipanti) Si ipotizzano incontri a cadenza settimanale. 10. Soggetti coinvolti nella realizzazione: o Docenti delle scuole interessate o Picaro Film"di Fino Francesco 11. Risorse Occorrenti Umane: Un esperto del settore lavorerà come responsabile e Figura Guida del progetto. Un operatore effettuerà le riprese. Un tecnico effettuerà il montaggio. Tali figure saranno fornite da Picaro Film. Il docente responsabile dovrà essere sempre presente in aula durante le attività. Economiche: Costo globale netto a pagare per progetto 560 IVA inclusa. (comprensivi di esperti, consulenze e materiali tecnici) Il pagamento avverrà con bonifico dopo l emissione della fattura. Ausiliarie: La "Picaro Film" metterà a disposizione gratuitamente le attrezzature di ripresa e montaggio (fari, telecamera digitale, sistema di montaggio digitale), l'archivio di immagini in possesso, i materiali di ripresa (nastri, materiali di consumo, scenografie, dispense), nonché il personale di riferimento per il coordinamento organizzativo del progetto. Sarà a carico della scuola la predisposizione delle fotocopie del materiale didattico necessario per lo svolgimento dei percorsi. 13. Privacy: Il Picaro Film durante la fase di programmazione fornirà al Docente referente, su modello prestampato, la liberatoria per effettuare le riprese e l'utilizzo delle immagini video legate al progetto. Sarà cura della scuola fare pervenire la suddetta a Picaro Film firmato dai genitori degli alunni coinvolti, entro l'inizio delle riprese. 14. Modalità previste per la verifica finale: Incontro/discussione con gli studenti partecipanti al progetto sull esperienza fatta; I docenti potranno verificare le competenze cognitive apprese dagli studenti. Proiezione del video realizzato.

7 IO COMUNICO & TU? Comunicare col proprio corpo 1. RESPONSABILE della realizzazione del progetto: "Picaro Film" studio di Fino Francesco 2. Referente: Francesco Fino 3. Titolo del progetto/laboratorio: IO COMUNICO & TU? Comunicare col proprio corpo 4. Area Tematica: La comunicazione ed i linguaggi. 5. Obiettivi Specifici del Progetto: Alla base dei rapporti, a volte conflittuali, fra ragazzi e/o fra ragazzi e adulti, vi sono spesso processi comunicativi di cui mancano appiena coscienza o padronanza. Scopo del laboratorio è aiutare i ragazzi a sperimentare e a prendere piena coscienza, attraverso la pratica del fare, delle dinamiche comunicative che quotidianamente mettono in atto, responsabilizzandoli affinché pongano sempre più attenzione a ciò che vivono, comunicano ed ascoltano. Si aiuterà a riflettere sui gesti e sulle azioni come espressione di un pensiero, un sentimento, un emozione Durante il laboratorio si cercherà in particolare, di riscoprire, insieme ai ragazzi le loro emozioni, aiutandoli a distinguerle da quelle che sono le sensazioni, spesso per essi confuse. Ci si addentrerà poi nella comunicazione verbale e non verbale scoprendo che anche le mie azioni e il mio modo di stare insieme agli amici, compagni comunica ciò che sono e ciò che penso. Il percorso sarà svolto attraverso diverse modalità interattive; gli alunni saranno chiamati ad esporre le proprie idee e a coinvolgersi in prima persona sia nel lavoro in piccolo gruppo che nel grande gruppo. 6. Destinatari: Scuole Primarie e Secondarie di 1 grado 7. Strumenti e condizioni organizzative L organizzazione del progetto è a cura dello studio Picaro Film, e in fase di realizzazione si stabiliranno gli incontri e le modalità con gli insegnanti coinvolti. TEMPI DI REALIZZAZIONE: Totale ore proposte per il progetto: - 6 ore di attività di laboratorio con gli studenti articolate in 3 incontri. Si ipotizzano incontri a cadenza settimanale. 8. Soggetti coinvolti nella realizzazione: o Docenti delle scuole interessate o Studio Picaro Film" di Fino Francesco 9. Risorse Occorrenti Umane: Un esperto del settore lavorerà come responsabile e Figura Guida del progetto. Tali figure saranno fornite da Picaro Film. Il docente responsabile dovrà essere presente in aula durante le attività. Economiche: Costo globale netto a pagare per progetto 90 IVA inclusa. Il pagamento avverrà con bonifico bancario dopo l emissione della fattura. Ausiliarie: Sarà a carico della scuola la predisposizione delle fotocopie e del materiale didattico necessario per lo svolgimento dei percorsi. 10. Modalità previste per la verifica finale: Incontro/discussione con gli studenti partecipanti al progetto sull esperienza fatta; A seconda dei percorsi pensati con gli insegnanti, alcuni incontri si concluderanno con una riflessione sul lavoro fatto, realizzata tramite varie tecniche espressive (cartelloni, disegni, drammatizzazione, poesie). Relazione Consuntiva.

8 PUBBLICITA Il linguaggio pubblicitario 1. RESPONSABILE della realizzazione del progetto: "Picaro Film" studio di Fino Francesco 2. Referente: Francesco Fino 3. Titolo del progetto/laboratorio: PUBBLICITA Il linguaggio pubblicitario 4. Area Tematica: La comunicazione ed i linguaggi. 5. Obiettivi Specifici del Progetto: Un fenomeno come la pubblicità ha acquistato un notevole rilievo a diversi livelli nella società contemporanea ritagliandosi un suo spazio e una sua importanza in ambito economico, sociale e politico. Tutto ciò alimenta l'interesse educativo incrementando la ricerca in questo settore. Scopo del laboratorio è quello di fornire gli strumenti necessari per avvicinare i ragazzi ad un linguaggio che solitamente si subisce, affinché si sviluppi una coscienza critica verso ciò che guardano e ascoltano. Le attività proposte sono perciò rivolte ad analizzare la pubblicità prendendone in considerazione il forte potere comunicativo alla luce dell'impatto sul pubblico dei minori. Il laboratorio offrirà gli strumenti di analisi della comunicazione pubblicitaria, svelando i metodi con cui si imposta una campagna pubblicitaria: brain storming e processi creativi, definizione del target, ecc. Ciò permetterà di comprendere i meccanismi che si muovono alla base di queste produzioni. Dal punto di vista metodologico si lavorerà con i ragazzi in maniera creativa e interattiva, gli studenti sono chiamati ad esporre le proprie idee e a coinvolgersi attraverso prove pratiche e attività esperienziali. 6. Destinatari: Scuole Secondarie di 1 Grado, classi 2^ e 3^ 7. Strumenti e condizioni organizzative L organizzazione del progetto è a cura di Picaro Film, e in fase di realizzazione si stabiliranno gli incontri e le modalità con gli insegnanti coinvolti. TEMPI DI REALIZZAZIONE: Totale ore proposte per il progetto: - 6 ore di attività di laboratorio con gli studenti Articolazione degli incontri: - 3 incontri da 2 ore ciascuno nella classe Si ipotizzano incontri a cadenza settimanale. 8. Soggetti coinvolti nella realizzazione: o Docenti delle scuole interessate o Picaro Film"di Fino Francesco o Esperto in Marketing e Comunicazione, Regista di Picaro Film 9. Risorse Occorrenti Umane: Un esperto del settore lavorerà come responsabile e Figura Guida del progetto. Tali figure saranno fornite da Picaro Film. Il docente dovrà essere sempre presente in aula durante le attività. Economiche: Costo globale netto a pagare per progetto 120 IVA inclusa. Il pagamento avverrà con bonifico bancario dopo l emissione della fattura. Ausiliarie: La "Picaro Film" metterà a disposizione gratuitamente le attrezzature di ripresa, l'archivio di immagini in possesso, nonché il personale di riferimento per il coordinamento organizzativo del progetto. Sarà a carico della scuola la predisposizione delle fotocopie del materiale didattico necessario per lo svolgimento dei percorsi. 10. Modalità previste per la verifica finale: Incontro/discussione con gli studenti partecipanti al progetto sull esperienza fatta; Ogni incontro si concluderà con una riflessione sul lavoro fatto, realizzata tramite varie tecniche espressive (cartelloni, disegni, drammatizzazione, poesie). Relazione Consuntiva.

9 FILM: dalla A alla Z Scomponendo un film 1. RESPONSABILE della realizzazione del progetto: "Picaro Film" studio di Fino Francesco 2. Referente: Francesco Fino 3. Titolo del progetto/laboratorio: FILM: dalla Z alla A - Scomponendo un film 4. Area Tematica: La comunicazione ed i linguaggi. 5. Obiettivi Specifici del Progetto: Il cinema svolge varie funzioni nell' attuale panorama della nostra cultura: può essere definito come strumento di conoscenza, come mezzo di comunicazione della conoscenza e come mezzo di espressione artistica. La sua natura consiste nel linguaggio con cui raccoglie e struttura i dati dell' esperienza e della conoscenza, un linguaggio che per essere integralmente interpretato richiede sforzi non minori di quelli che richiede un testo letterario. Per questo motivo si insiste molto nell'ambito della didattica audiovisiva sulla differenza tra "guardare" il film e "leggere" il film e saperlo "comprendere" nei suoi più riposti significati per apprezzarne, infine, i valori estetici. Questa attività ha lo scopo di individuare le molteplici potenzialità di analisi e di lettura del testo audiovisivo, di valorizzarne le funzioni e di costruire connessioni significative tra il mondo del cinema e quello dei ragazzi. Il laboratorio si pone quindi un duplice obiettivo. Da un lato mira a introdurre gli studenti al linguaggio cinematografico attraverso l approfondimento della scomposizione e ricomposizione del linguaggio audiovisivo, analisi della struttura del film e descrizione delle sue componenti (sfera visiva, sonoro, ecc...); dall altro quello di utilizzare il racconto cinematografico per avvicinare i ragazzi a tematiche a loro vicine, approfondendole e confrontandosi, attraverso la visione e analisi di film a tema educativo prescelti con gli insegnanti. Il corso è impostato com esperienza pratica di progettazione: visione del film, analisi in gruppi, presentazione dei lavori di gruppo e discussione. Durante il laboratorio, gli studenti sono chiamati ad esporre le proprie idee e a coinvolgersi. 6. Destinatari: Scuole Secondarie di 1 Grado 7. Strumenti e condizioni organizzative L organizzazione del progetto è a cura di Picaro Film, e in fase di realizzazione si stabiliranno gli incontri e le modalità con gli insegnanti coinvolti. TEMPI DI REALIZZAZIONE: Totale ore proposte per il progetto: 6 ore di laboratorio con gli studenti articolati in 3 incontri in classe. Si ipotizzano incontri a cadenza settimanale. 8. Soggetti coinvolti nella realizzazione: o Docenti delle scuole interessate o Picaro Film"di Fino Francesco 9. Risorse Occorrenti Umane: Un esperto del settore lavorerà come responsabile e Figura Guida del progetto. Tali figure saranno fornite da Picaro Film. Il docente responsabile dovrà essere presente in aula durante le attività. Economiche: Costo globale netto a pagare per progetto 90 IVA inclusa. Il pagamento avverrà con bonifico bancario dopo l emissione della fattura. Ausiliarie: La "Picaro Film" metterà a disposizione gratuitamente l'archivio di immagini in possesso, nonché il personale di riferimento per il coordinamento organizzativo del progetto. Sarà a carico della scuola la predisposizione delle fotocopie del materiale didattico necessario per lo svolgimento dei percorsi. 10. Modalità previste per la verifica finale: Confronto con gli studenti. A seconda dei percorsi pensati con gli insegnanti, alcuni incontri si concluderanno con una riflessione sul lavoro fatto, realizzata tramite varie tecniche espressive (cartelloni, disegni, drammatizzazione, poesie). Relazione Consuntiva.

10 Picaro Film S t u d i o d i F i n o F r a n c e s c o p i c a r o f i l e m a i l. i t Francesco Fino Prossimo alla laurea presso la facoltà di "Scienze della Formazione" (Bologna). Dal 2005 ad oggi svolge laboratori creativi in Asili Nido, Scuole Materne, Elementari e Medie Inferiori e coordina centri estivi. Attraverso l'attività svolta come "Picaro Film"- Fino Francesco svolge consulenza cinematografica e audiovisiva, seguendo attività cinematografiche nelle scuole, curando sezioni di CortoImolaFestival (Festival Internazionale del Cortometraggio), in particolare la rassegna KINDER KINO Cinema per ragazzi, e seguendo alcune produzioni cinematografiche. Con i ragazzi propone l'utilizzo del mezzo video secondo diversi approcci dando loro la possibilità di sperimentare l'uso della videocamera in modo critico e creativo. Il metodo utilizzato tende a stimolare un approccio che privilegia non tanto l'acquisizione di grandi competenze tecniche specifiche, ma una diversa attenzione nei confronti dell'ambiente circostante: la videocamera diviene quindi uno strumento in mano ai ragazzi per leggere la realtà in cui vivono quotidianamente. ESPERIENZE IN AMBITO EDUCATIVO 2003 Diploma Tecnico dei Servizi sociali specializzato in tecniche di animazione e socializzazione presso I.P.S.S.C.T. Cassiano da Imola, con valutazione 100/ /2002 Stage scolastici in ambito educativo presso il Comune di Imola, per un totale di 800 ore 2000/2006 Ha svolto educative con ragazzi di età 11/14 anni, presso il gruppo scout AGESCI IMOLA 2, ricoprendo il ruolo di educatore, partecipando anche ai Campi di Formazione. 2002/2006 Coordinatore \ educatore presso Centri Estivi di Arciragazzi, Circolo Arca. 2006/2009 Ha lavorato come Educatore di Nido presso il Comune di Imola. ESPERIENZE NELL AMBITO CULTURALE CINEMATOGRAFICO TELEVISIVO Dal 1998 ad oggi realizza produzioni cinematografiche di vario genere prima con Drunk Moon Studio e poi con Picaro Film, ricoprendo il ruolo di Regista e di Direttore di Produzione. Ha seguito inoltre alcuni corsi sulle tecniche cinematografiche, ed ha sviluppato una buona esperienza sul campo, grazie alla collaborazione del Centro per la Comunicazione La Palazzina Ha partecipato ad uno scambio interculturale presso la cittadina Tedesca Weinheimen. Durante lo scambio, organizzato da La Palazzina, è stato progettato e realizzato un videoclip; 2002/2003 Ha progettato e realizzato, assieme al Drunk Moon Studio, un progetto finanziato dalla Comunità Europea nell ambito di Programma Gioventù, diretto ad una stimolazione artistica dell arte del cortometraggio, attraverso la realizzazione e distribuzione di un corto. 2002/2009 Lavora presso la segreteria organizzativa di CortoImolaFestival (Festival Internazionale del Cortometraggio) promosso da St/art; 2004 Ha lavorato nel reparto Produzione del film Provincia Meccanica di Stefano Mordini, con Valentina Cervi e Stefano Accorsi, prodotto da Medusa e SKY (produzione esecutiva Kamera Film Minnie Ferrara & Associati); Dal 2004 Conduce laboratori cinematografici\audiovisivi nelle scuole con Picaro Film (da ultimo I.C. Borgo Tossignano) Dal 2006 Ha curato la rassegna Kinder Kino, sezione di cinema per ragazzi all interno di CortoImolaFilmFestival (Festival Internazionale del Cortometraggio e Cinema Indipendente). Picaro Film di Fino Francesco - V. Verga 20, Imola, B0 P.IVA Tel

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

Macroarea: Denominazione: GIORNALE SCOLASTICO. Responsabile del Progetto: Prof.ssa IMMACOLATA ANZEVINO. Docente Collaboratore. Prof.

Macroarea: Denominazione: GIORNALE SCOLASTICO. Responsabile del Progetto: Prof.ssa IMMACOLATA ANZEVINO. Docente Collaboratore. Prof. Denominazione: GIORNALE SCOLASTICO Macroarea: A Responsabile del Progetto: Prof.ssa IMMACOLATA ANZEVINO Docente Collaboratore Prof.ssa SERENA PANTI 2. Finalità: Contribuire alla formazione di cittadini

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO CINEMA

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO CINEMA ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO CINEMA Il progetto si propone di avvicinare i ragazzi al mondo del cinema con un approccio ludico

Dettagli

LABORATORIO DI MANIPOLAZIONE

LABORATORIO DI MANIPOLAZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA, ELEMENTARE E MEDIA 93010 DELIA (CL) Via G. Dolce, 8 - Tel Presidenza 0922-826570 - Tel Segreteria e Fax 0922-820290 - Tel. Sc. Elementare 0922-820289-Tel. Sc Materna

Dettagli

PROGETTO MEDICINA PER STARE

PROGETTO MEDICINA PER STARE ASSOCIAZIONE GERMOGLIO PROGETTO MEDICINA PER STARE UNA MEDICINA MEGLIO INSIEME Le diversità di cultura, di abilità, di genere: limite o ricchezza? promosso dalle Associazioni PerLeDonne - Germoglio - La

Dettagli

EDUCAZIONE MUSICALE ANDIAMO IN SALA PROVE MUSICA RIVOLTO A alunni della scuola secondaria di 1 o grado e loro insegnanti. OBIETTIVI - promozione di un servizio del Comune che fornisce una sala prove attrezzata

Dettagli

Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media

Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media Interventi di prevenzione delle situazioni di disagio a scuola Percorsi educativi Classi Prime Educazione psico-affettiva L educazione psico-affettiva,

Dettagli

Giochiamo al Teatro PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE. Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016

Giochiamo al Teatro PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE. Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016 PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016 A cura di Associazione A.L.Y. e Associazione Teatro Riflesso Referenti Progetto : Ylenia Mazzoni

Dettagli

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI PROGETTO LETTURA UNA CASCATA DI LIBRI Il progetto si prefigge di stimolare negli alunni la motivazione alla lettura e all ascolto, guidandoli a saper cogliere, insieme

Dettagli

Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.9 ANNO SCOLASTICO 2015/2016

Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.9 ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.9 PROGETTO CONTINUITÀ INCONTRARSI A SCUOLA DOCENTI: scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado DESTINATARI: ALUNNI/E CLASSI 5^ SCUOLA PRIMARIA - 1^ - AMBIENTI, FATTI,

Dettagli

SCUOLA CINE VIDEO COMO

SCUOLA CINE VIDEO COMO SCUOLA CINE VIDEO COMO laboratorio DREAMERS è un laboratorio dove si impara facendo e si lavora studiando. DREAMERS è una bottega creativa, aperta alla visione, alla produzione, alla sperimentazione,

Dettagli

Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.11 ANNO SCOLASTICO 2014/2015

Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.11 ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.11 PROGETTO CONTINUITÀ EROI CHE PASSANO, EROI CHE RESTANO DOCENTI: scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado DESTINATARI: ALUNNI/E CLASSI 5^ SCUOLA PRIMARIA - 1^ 1.

Dettagli

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA Via Montesanto, 15/6 34170 Gorizia Centralino 0481-3861 E-mail ersa@ersa.fvg.it Codice fiscale e partita IVA 00485650311 Servizio divulgazione, assistenza Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE

Dettagli

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE L interesse verso la lettura ed il piacere ad esercitarla sono obiettivi che, ormai da anni, gli insegnanti della scuola primaria di Attimis si prefiggono

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO Il progetto teatro nasce dalla necessità di avvicinare gli alunni al mondo teatrale perché

Dettagli

CINEAMANDO LO SVILUPPO DELLA PERSONA ATTRAVERSO IL CINEMA

CINEAMANDO LO SVILUPPO DELLA PERSONA ATTRAVERSO IL CINEMA CINEAMANDO LO SVILUPPO DELLA PERSONA ATTRAVERSO IL CINEMA 1. PREMESSA Il nostro tempo è caratterizzato da continui e complessi cambiamenti culturali e dalla contemporanea disponibilità di numerose informazioni

Dettagli

PROGETTO AFFETTIVITÀ secondaria di primo grado

PROGETTO AFFETTIVITÀ secondaria di primo grado PROGETTO AFFETTIVITÀ secondaria di primo grado anno scolastico 2014-2015 EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITÀ E ALLA SESSUALITÀ Premessa La preadolescenza e l adolescenza sono un periodo della vita in cui vi sono

Dettagli

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ASSOCIAZIONE CULTURALE SCUOLA DI MUSICA I MINIPOLIFONICI TRENTO VILLAZZANO-POVO RAVINA-ROMAGNANO COGNOLA SOPRAMONTE BESENELLO SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN

Dettagli

Risparmio idrico e valorizzazione dell acqua del rubinetto nelle scuole elementari e medie

Risparmio idrico e valorizzazione dell acqua del rubinetto nelle scuole elementari e medie Acqua T.V.B. TI VOGLIO BERE JUNIOR Risparmio idrico e valorizzazione dell acqua del rubinetto nelle scuole elementari e medie PREMESSA L ipotesi di progetto è finalizzata ad educare ad un consumo responsabile

Dettagli

PROGETTO DI FORMAZIONE I BAMBINI E LA SICUREZZA SUGLI ATTRAVERSAMENTI PEDONALI E IN AUTOMOBILE A PASSO SICURO E TRASPORTACI SICURI

PROGETTO DI FORMAZIONE I BAMBINI E LA SICUREZZA SUGLI ATTRAVERSAMENTI PEDONALI E IN AUTOMOBILE A PASSO SICURO E TRASPORTACI SICURI PROGETTO DI FORMAZIONE I BAMBINI E LA SICUREZZA SUGLI ATTRAVERSAMENTI PEDONALI E IN AUTOMOBILE A PASSO SICURO E TRASPORTACI SICURI PROPOSTA FORMATIVA Il presente Progetto di formazione sul tema della sicurezza

Dettagli

PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016. SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine

PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016. SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine TAM TAM Cooperativa Sociale Via G. Marconi n.978/b 45021 Badia Polesine (RO) Tel.3332736263

Dettagli

CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI

CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI Progetto in rete I CARE CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI ISTITUTO COMPRENSIVO DI CURNO SCUOLA PRIMARIA DI CURNO GIOCHI LOGICI MATEMATICI REFERENTE: Ins. EPIFANI VINCENZA Tempi : II QUADRIMESTRE Classe

Dettagli

PICCOLI CREATIVI La Matita Magica

PICCOLI CREATIVI La Matita Magica PICCOLI CREATIVI La Matita Magica Centro Educativa Gianfranco Zavalloni Comune di Cesena Insegnanti di scuola dell infanzia e primaria Educatori Genitori e interessati. Conoscere il pensiero laterale per

Dettagli

KINO CLUB BERGAMO FILM MEETING PER LE SCUOLE

KINO CLUB BERGAMO FILM MEETING PER LE SCUOLE KINO CLUB BERGAMO FILM MEETING PER LE SCUOLE 5 13 Marzo 2016 La sezione di Bergamo Film Meeting dedicata agli studenti delle scuole primarie e secondarie di Bergamo e provincia Anche quest anno Bergamo

Dettagli

LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Azioni positive per lo sviluppo dei diritti di cittadinanza delle bambine e dei bambini e loro partecipazione attiva alla vita della comunità. OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria

Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria RESPONSABILI DEI PROGETTI E DEI CORSI DI FORMAZIONE: dott.ssa Mena Caso (Psicologa, Psicoterapeuta) cell. 32081422223

Dettagli

RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO

RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO C I R C O L O D I D A T T I C O D I S A N T A G A T A L I B A T T I A T I PROGETTO NO AL BULLISMO Percorso di prevenzione dei fenomeni di bullismo A.S. 2011-2012 RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO PREMESSA

Dettagli

Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA

Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA SCHEDA INFORMATIVA Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA Per l iniziativa ministeriale nazionale PON C3 LE(G)ALI AL SUD. UN PROGETTO PER LA LEGALITA IN OGNI SCUOLA moduli didattici: Ambientiamoci

Dettagli

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono:

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono: Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono: 1. CONSOLIDAMENTO DELL IDENTITA : Imparare a sentirsi bene e a sentirsi sicuri nell affrontare nuove esperienze in un ambiente

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA G.Rodari RAPAGNANO CLASSE QUARTA

SCUOLA PRIMARIA G.Rodari RAPAGNANO CLASSE QUARTA ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE URANO SCUOLA PRIMARIA G.Rodari RAPAGNANO CLASSE QUARTA Abstract TG Rodari.it la voce dei piccoli roditori è un progetto che nasce dall esigenza di realizzare un attività didattica

Dettagli

PICENTINI IN LUCE. Dall economia agricola all economia dell immaginario, dal Cinema Moderno a Giffoni Multimedia Valley

PICENTINI IN LUCE. Dall economia agricola all economia dell immaginario, dal Cinema Moderno a Giffoni Multimedia Valley PICENTINI IN LUCE Dall economia agricola all economia dell immaginario, dal Cinema Moderno a Giffoni Multimedia Valley Seminario di studio per insegnanti ed operatori culturali Laboratori didattici per

Dettagli

Insegnare con il blog. Materiale tratto da:

Insegnare con il blog. Materiale tratto da: Insegnare con il blog Materiale tratto da: Weblog La parola "blog" nasce dalla contrazione del termine anglosassone "weblog" che, letteralmente, significa "traccia nella rete". Il blog infatti rappresenta

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA DELL INFANZIA e PRIMO CICLO di ISTRUZIONE Percorso delle singole discipline sulla

Dettagli

Progetto LABORATORIO TEATRALE Scuola Primaria Rognoni Sozzago (a. s. 2015/2016)

Progetto LABORATORIO TEATRALE Scuola Primaria Rognoni Sozzago (a. s. 2015/2016) Progetto LABORATORIO TEATRALE Scuola Primaria Rognoni Sozzago (a. s. 2015/2016) Premessa La drammatizzazione è la forma più conosciuta e diffusa di animazione nella scuola. Nell'uso più comune con il termine

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 ARTE E IMMAGINE. Traguardi per lo sviluppo delle competenze OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 ARTE E IMMAGINE. Traguardi per lo sviluppo delle competenze OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 ARTE E IMMAGINE Arte e immagine ha la finalità di sviluppare nell alunno le capacità di osservare, esprimersi e comunicare, di leggere e comprendere

Dettagli

PROGETTO DI TIROCINIO PER GLI STUDENTI DEI TFA. Motivazioni e criteri di riferimento

PROGETTO DI TIROCINIO PER GLI STUDENTI DEI TFA. Motivazioni e criteri di riferimento 1 PROGETTO DI TIROCINIO PER GLI STUDENTI DEI TFA Motivazioni e criteri di riferimento La formazione completa degli insegnanti sul piano universitario rimanda alla necessità di tenere presente che nel definire

Dettagli

PROPOSTE EDUCATIVE PER LE SCUOLE. Primarie e Secondarie di 1. a.s.2015.2016

PROPOSTE EDUCATIVE PER LE SCUOLE. Primarie e Secondarie di 1. a.s.2015.2016 PROPOSTE EDUCATIVE PER LE SCUOLE Primarie e Secondarie di 1 a.s.2015.2016 La Casa delle Culture propone, attraverso la cooperativa, per l anno scolastico 2015/2016, un offerta di percorsi di animazione

Dettagli

PREMESSA Continuità curricolare Continuità metodologica

PREMESSA Continuità curricolare Continuità metodologica PREMESSA Il progetto continuità, nasce dall esigenza di garantire al bambinoalunno un percorso formativo organico e completo, che miri a promuovere uno sviluppo articolato e multidimensionale del soggetto,

Dettagli

Anno Scolastico 2007 2008. Progetto di Tirocinio Animazione Musicale

Anno Scolastico 2007 2008. Progetto di Tirocinio Animazione Musicale Istituto di Istruzione Superiore L.R. D.M. 14/06/1946 e Paritario provvedimento del 28/02/2001 "Gesù Eucaristico" Indirizzi: Socio-Psico-Pedagogico Linguistico via Monte, 52-75019 Tricarico MT tel. + fax

Dettagli

DALLA TESTA AI PIEDI

DALLA TESTA AI PIEDI PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA A. MAGNANI BALIGNANO DALLA TESTA AI PIEDI ALLA SCOPERTA DEL NOSTRO CORPO Anno scolastico 2013-14 MOTIVAZIONI Il corpo è il principale strumento

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE GUIDO CAVALCANTI SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI Via G. Guerrazzi 178, 50019 Sesto Fiorentino (FI) Tel 055/4210541/2 FAX 055/4200419 E-mail: fimm495000x@istruzione.it Sito Web: www.scuolacavalcanti.gov.it

Dettagli

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDICE Il Piano dell Offerta Formativa 1 Presentazione del Asilo Nido Navaroli 1-2 La nostra idea di bambino 3 Partecipazione

Dettagli

PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA

PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA Scuola primaria di Ponchiera Istituto Comprensivo Paesi Retici Sondrio PREMESSA : CORPO - CUORE contemporanea MENTE PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA Lo sviluppo delle

Dettagli

PERCORSO DI CONVIVENZA CIVILE

PERCORSO DI CONVIVENZA CIVILE PERCORSO DI CONVIVENZA CIVILE INSEGNANTI DI RIFERIMENTO: Sandra Serafini e Monia Cavallini PREMESSA Questo progetto coinvolge tutti i bambini della nostra scuola con una serie di proposte che promuovono

Dettagli

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare. Disciplina: Lingua italiana IL DIARIO

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare. Disciplina: Lingua italiana IL DIARIO Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare Disciplina: Lingua italiana IL DIARIO Livello: A2 Gruppo 12 Autori: Bombini Lucia, Dal Pos Claudia, Galet Daniela, Pradal Paola Anna, Simionato Francesca

Dettagli

EDUCAZIONE AMBIENTALE

EDUCAZIONE AMBIENTALE EDUCAZIONE AMBIENTALE DESTINATARI 1. tutte le classi della scuola dell infanzia 2. tutte le classi della scuola primaria 3. tutte le classi della scuola secondaria di primo grado 1. Scuola dell Infanzia

Dettagli

A SCUOLA DI MONDO. Percorsi di educazione interculturale e di educazione allo sviluppo per la scuola primaria ANNO SCOLASTICO 2013-14

A SCUOLA DI MONDO. Percorsi di educazione interculturale e di educazione allo sviluppo per la scuola primaria ANNO SCOLASTICO 2013-14 A SCUOLA DI MONDO Percorsi di educazione interculturale e di educazione allo sviluppo per la scuola primaria ANNO SCOLASTICO 2013-14 Il commercio non è né buono né cattivo [...] può sia contribuire al

Dettagli

Progetto Ambiente VIVERE LA NATURA

Progetto Ambiente VIVERE LA NATURA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERVARO SCUOLA DELL INFANZIA Plesso di COLLETORNESE Progetto Natale IL DONO Progetto Ambiente VIVERE LA NATURA 1 ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERVARO SCUOLA DELL INFANZIA Plesso di COLLETORNESE

Dettagli

Discipline di indirizzo: progettazione esecutiva e illustrazione

Discipline di indirizzo: progettazione esecutiva e illustrazione CORSO DI FOTOGRAFIA PROF.SSA DIRCE IERVOLINO Obbiettivi del corso Il corso ha l obiettivo di introdurre gli allievi ai principi, alle tecniche e alla produzione e post-produzione delle immagini fotografiche

Dettagli

Le fasi del lavoro. sede: via Luzzatti, 15 47813 Igea Marina Tel. 0541 341642 zaffiria@comune.bellaria-igea-marina.rn.it - www.zaffiria.

Le fasi del lavoro. sede: via Luzzatti, 15 47813 Igea Marina Tel. 0541 341642 zaffiria@comune.bellaria-igea-marina.rn.it - www.zaffiria. Scuola Secondaria Pazzini Villa Verucchio Per l anno scolastico 2011 la scuola secondaria Pazzini di Villa Verucchio ha scelto per la classe I F il laboratorio Adolescenza a fumetti, per le classi II H,

Dettagli

Nuovi strumenti e metodologie di intervento con minori e adolescenti: il coaching

Nuovi strumenti e metodologie di intervento con minori e adolescenti: il coaching Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: 39 Caratteristiche del percorso formativo Nuovi strumenti e metodologie di intervento

Dettagli

TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE

TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE Campo d Esperienza: IL SE E L ALTRO COMPETENZE SPECIFICHE ABILITA CONOSCENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Manifestare il senso dell

Dettagli

DESCRIZIONE ATTIVITA ANNO SCOLASTICO 2010-2011

DESCRIZIONE ATTIVITA ANNO SCOLASTICO 2010-2011 DESCRIZIONE ATTIVITA ANNO SCOLASTICO 2010-2011 1 INDICE 1. PREMESSA 2. OBIETTIVI 3. INCONTRO FORMATIVO PER GLI INSEGNANTI 4. ATTIVITA SUDDIVISE per CLASSI 5. EVENTI ORGANIZZATI: GIORNATE ECOLOGICHE 6.

Dettagli

Master in marketing e comunicazione

Master in marketing e comunicazione Master in marketing e comunicazione Il Master intende fornire i fondamenti metodologici per operare in un settore in continua evoluzione come quello del marketing. Oggi la saturazione dei mercati impone

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO DI CARDITO PROGETTO DI EDUCAZIONE MUSICALE PER GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI DIVERSAMENTE NOTE

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO DI CARDITO PROGETTO DI EDUCAZIONE MUSICALE PER GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI DIVERSAMENTE NOTE DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO DI CARDITO PROGETTO DI EDUCAZIONE MUSICALE PER GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI DIVERSAMENTE NOTE -Anno scolastico 2013/2014 Educare, insegnare o lasciarsi andare alle proprie

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

Dalla rete tante idee per costruire a Natale

Dalla rete tante idee per costruire a Natale Dalla rete tante idee per costruire a Natale Il Natale è un momento speciale per i bambini e per gli adulti, educare al senso di appartenenza alla propria comunità, con le proprie scelte di fede e di valori,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO

PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO anno scolastico 2012/2013 MOTIVAZIONE PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO Perché orientamento nella scuola secondaria di primo grado.

Dettagli

PROGETTI SCUOLA PRIMARIA SOLBIATE A.S. 2015-2016

PROGETTI SCUOLA PRIMARIA SOLBIATE A.S. 2015-2016 PROGETTI SCUOLA PRIMARIA SOLBIATE A.S. 2015-2016 PROGETTO SPORT Classi prima seconda terza quinta Il progetto di avvale della consulenza e collaborazione di esperti di Educazione motoria della Polisportiva

Dettagli

Le attività si svolgono solo su prenotazione dal 1 settembre 2014 al 10 giugno 2015.

Le attività si svolgono solo su prenotazione dal 1 settembre 2014 al 10 giugno 2015. Orto Botanico di Catania Dipartimento di Scienze biologiche, geologiche e ambientali Università degli Studi di Catania Via A. Longo, 19 95125 Catania tel. 095-430902; e-mail: orto.scuola@yahoo.it L ORTO

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

Liceo Artistico Statale Aldo Passoni

Liceo Artistico Statale Aldo Passoni Liceo Artistico Statale Liceo Artistico Statale Aldo Passoni Via della Rocca,7-10123 Torino - Tel.: 011.8177377 - Fax: 011.8127290 Mail: istpassoni@tin.it - sito web: http://www.lapassoni.it 1 2 Liceo

Dettagli

Sceneggiare un unità di lavoro LIM centrata sullo studente

Sceneggiare un unità di lavoro LIM centrata sullo studente Sceneggiare un unità di lavoro LIM centrata sullo studente Titolo UN VIAGGIO DI..ISTRUZIONE Argomento Attività didattica interdisciplinare preliminare al Viaggio d Istruzione a Roma: posizione geografica,

Dettagli

PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO

PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE PROVINCIA DI PISTOIA PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO Premessa La progettazione di un centro socio educativo sul territorio di Serravalle P.se nasce dall

Dettagli

WORKSHOP DI NARRATIVA A OPATIJA, HR. Gennaio 2010. Un progetto di collaborazione tra DND-Opatija (HR) e seed (CH)

WORKSHOP DI NARRATIVA A OPATIJA, HR. Gennaio 2010. Un progetto di collaborazione tra DND-Opatija (HR) e seed (CH) WORKSHOP DI NARRATIVA A OPATIJA, HR. Gennaio 2010. Scriviamo un racconto, insieme! Un progetto di collaborazione tra DND-Opatija (HR) e seed (CH) Resoconto Obiettivi Il workshop si è svolto dal 15 al 17

Dettagli

PROGRAMMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMMAZIONE DIDATTICA ISTITUTO COMPRENSIVO G. D ANNUNZIO SCUOLA DELL INFANZIA NAUSICAA A.S.2012-13 PROGRAMMMAZIONE DIDATTICA MOTIVAZIONE Il progetto alimentazione, filo conduttore di quest anno scolastico, nasce dal desiderio

Dettagli

Progetto. A.S. 2015/2016 Scuola secondaria di primo grado. Sedi di Simaxis, Solarussa, Ollastra, Villaurbana e Zerfaliu

Progetto. A.S. 2015/2016 Scuola secondaria di primo grado. Sedi di Simaxis, Solarussa, Ollastra, Villaurbana e Zerfaliu ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SIMAXIS -VILLAURBANA DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO VIA ROMA, 2-09088 SIMAXIS (OR) - Tel. 0783 405013/Fax 0783 406452 C.F. 80005050952 - E-Mail

Dettagli

PROGRAMMA PER LE SCUOLE: ANNO SCOLASTICO 2015/2016

PROGRAMMA PER LE SCUOLE: ANNO SCOLASTICO 2015/2016 STOP BULLYING! A HUMAN RIGHTS BASED APPROACH TO TACKLING DISCRIMINATION IN SCHOOLS JUST/2013/DAP/AG/5578 PROGRAMMA PER LE SCUOLE: ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Amnesty International attraverso progetti di

Dettagli

Il teatro è uno strumento educativo e formativo che i bambini praticano. da sempre nella forma spontanea e divertente del gioco.

Il teatro è uno strumento educativo e formativo che i bambini praticano. da sempre nella forma spontanea e divertente del gioco. Il teatro è uno strumento educativo e formativo che i bambini praticano da sempre nella forma spontanea e divertente del gioco. Il laboratorio teatrale è un occasione di scambio e confronto reciproco in

Dettagli

PERCORSO DI CONVIVENZA CIVILE

PERCORSO DI CONVIVENZA CIVILE PERCORSO DI CONVIVENZA CIVILE INSEGNANTI DI RIFERIMENTO: Alessandra Pallotti e Suor Laurentina Kadinde PREMESSA Questo progetto coinvolge tutti i bambini della nostra scuola con una serie di proposte che

Dettagli

SCHEDA PROGETTAZIONE UDA

SCHEDA PROGETTAZIONE UDA SCHEDA PROGETTAZIONE UDA UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione Descrizione sintetica del progetto Prodotti Competenze mirate Comuni/cittadinanza professionali BISOGNI, BENI, CONSUMI DEGLI ADOLESCENTI Il

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO. Anno Scolastico 2015 / 2016

ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO. Anno Scolastico 2015 / 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO SCHEDA PROGETTO POF ARTICOLAZIONE ANNUALE SCUOLA PRIMARIA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROGETTO DI ISTITUTO DELLA SEZ. /PLESSO DI DELLA/E CLASSE/I Anno Scolastico

Dettagli

La musica è primaria

La musica è primaria La musica è primaria Motivazioni Il bambino quotidianamente vive in un mondo caratterizzato dalla presenza simultanea di stimoli sonori diversi, il cui eccessivo e disorganico sovrapporsi può comportare

Dettagli

LABORATORI EXTRACURRICULARI

LABORATORI EXTRACURRICULARI Scuola dell Infanzia Paritaria Parrocchiale San Vincenzo de Paoli Allegato al POF LABORATORI EXTRACURRICULARI Anno Scolatico 2014-2015 I bambini che fanno il loro ingresso nella Scuola dell infanzia sono

Dettagli

Istituto San Tomaso d Aquino

Istituto San Tomaso d Aquino Istituto San Tomaso d Aquino alba pratalia aràba Linee di progetto per l utilizzo delle tecnologie nella didattica a.s. 2013 2014 a.s. 2014 2015 0 Linee di progetto per l utilizzo delle tecnologie nella

Dettagli

LABORATORIO Professione psicologo

LABORATORIO Professione psicologo Università degli Studi di Milano-Bicocca Facoltà di Psicologia Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche LABORATORIO Professione psicologo AA. 2010-2011 2011-1 - UNO SPUNTO PROVOCATORIO Siamo

Dettagli

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe:

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe: Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016 Consiglio della Classe Sez. Indirizzo Scenografia Coordinatore: Data di approvazione: Docenti: Disciplina:

Dettagli

SITUAZIONE DI PARTENZA

SITUAZIONE DI PARTENZA CLASSE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA POSEIDONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2013/14 CLASSE SEZ COORDINATORE Alunni Maschi Femmine Ripetenti Altre culture

Dettagli

YouLove Educazione sessuale 2.0

YouLove Educazione sessuale 2.0 YouLove Educazione sessuale 2.0 IL NOSTRO TEAM Siamo quattro ragazze giovani e motivate con diverse tipologie di specializzazione, due psicologhe, una dottoressa in Servizi Sociali e una dottoressa in

Dettagli

Modalità operativa un percorso didattico in 4 incontri con relativa scheda di rilevazione

Modalità operativa un percorso didattico in 4 incontri con relativa scheda di rilevazione Allegato 1: Modalità operativa un percorso didattico in 4 incontri con relativa scheda di rilevazione Premessa Il video didattico Noi due del sud offre una istantanea sul bullismo nella scuola media inferiore,

Dettagli

LABORATORI e progetti ANNO SCOLASTICO 2015 2016

LABORATORI e progetti ANNO SCOLASTICO 2015 2016 LABORATORI e progetti ANNO SCOLASTICO 2015 2016 L uso dei social network e della tecnologia propone nuove riflessioni e strategie educative. Dal cyberbullismo alle opportunità creative, il panorama dei

Dettagli

COMUNE di VILLA DEL CONTE. Assessorato alle Politiche Sociali Assessorato all Istruzione. in collaborazione con. Anno Scolastico 2015-2016

COMUNE di VILLA DEL CONTE. Assessorato alle Politiche Sociali Assessorato all Istruzione. in collaborazione con. Anno Scolastico 2015-2016 COMUNE di VILLA DEL CONTE Assessorato alle Politiche Sociali Assessorato all Istruzione in collaborazione con Invita tutti i bambini delle SCUOLE ELEMENTARI di Villa del Conte e di Abbazia Pisani ed i

Dettagli

OBBLIGO FORMATIVO. Corso operatore grafico

OBBLIGO FORMATIVO. Corso operatore grafico OBBLIGO FORMATIVO Corso operatore grafico Corso operatore grafico La figura professionale Descrizione sintetica della figura: L Operatore grafico, interviene, a livello esecutivo, nel processo di produzione

Dettagli

Piano di studio. Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Competenze gestionali e relazionali del docente di classe

Piano di studio. Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Competenze gestionali e relazionali del docente di classe Piano di studio Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Competenze gestionali e relazionali del docente di classe Stato del documento: Approvato dalla Direzione DFA il 15 giugno 2011 Introduzione Il

Dettagli

LA DIDATTICA PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE. Dino Cristanini

LA DIDATTICA PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE. Dino Cristanini LA DIDATTICA PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Dino Cristanini LE COMPONENTI DI UNA COMPETENZA CONOSCENZE ABILITÀ OPERAZIONI COGNITIVE DISPOSIZIONI COME PROMUOVERE LO SVILUPPO DI UNA COMPETENZA FAVORIRE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO U. FERRARI DI CASTELVERDE SCUOLA DELL INFANZIA STATALE IL GIRASOLE DI SAN MARTINO IN BELISETO. English is fun

ISTITUTO COMPRENSIVO U. FERRARI DI CASTELVERDE SCUOLA DELL INFANZIA STATALE IL GIRASOLE DI SAN MARTINO IN BELISETO. English is fun ISTITUTO COMPRENSIVO U. FERRARI DI CASTELVERDE SCUOLA DELL INFANZIA STATALE IL GIRASOLE DI SAN MARTINO IN BELISETO English is fun Anno scolastico 2011/2012 Istituto Comprensivo U. Ferrari di Castelverde

Dettagli

Sostegno a Distanza: una fiaba per Angela. Presentazione

Sostegno a Distanza: una fiaba per Angela. Presentazione Presentazione Nella classe 1^ secondaria di1 grado, durante il primo quadrimestre, si è lavorato sul tipo di testo fiaba ed i ragazzi venendo a conoscenza del progetto SAD portato avanti dagli allievi

Dettagli

P.T.O.F. 2 0 1 6 / 2 0 1 9 PROGETTI SCUOLA INFANZIA. plesso Polo

P.T.O.F. 2 0 1 6 / 2 0 1 9 PROGETTI SCUOLA INFANZIA. plesso Polo P.T.O.F. 2 0 1 6 / 2 0 1 9 PROGETTI SCUOLA INFANZIA plesso Polo 1 ACCOGLIENZA Docente referente: Colomba Maristella Docenti coinvolti: Le docenti di sezione della scuola dell'infanzia. Alunni coinvolti:

Dettagli

Progetto A Scuola di dislessia Strategie didattiche, metodologiche e valutative per gli studenti con DSA

Progetto A Scuola di dislessia Strategie didattiche, metodologiche e valutative per gli studenti con DSA ALLEGATO A Progetto A Scuola di dislessia Strategie didattiche, metodologiche e valutative per gli studenti con DSA 1. Titolo del progetto NON DIMENTICHIAMO! 2. Dati della scuola Denominazione: ISTITUTO

Dettagli

BOZZA DEL CURRICULO VERTICALE DI EDUCAZIONE DELLA LETTURA: BIENNIO SC. SEC. DI 2

BOZZA DEL CURRICULO VERTICALE DI EDUCAZIONE DELLA LETTURA: BIENNIO SC. SEC. DI 2 BOZZA DEL CURRICULO VERTICALE DI EDUCAZIONE DELLA LETTURA: BIENNIO SC. SEC. DI 2 Abilità alunni Attività insegnante Attività alunno A. LEGGERE AD ALTA VOCE 1. Riattivare le competenze acquisite di lettura

Dettagli

MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE. Giornalismo divulgazione green economy

MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE. Giornalismo divulgazione green economy MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE Giornalismo divulgazione green economy Il Master in Comunicazione ambientale è ideato dal Centro Studi CTS e da Green Factor, società di consulenza sulle tematiche ambientali,

Dettagli

SCUOLA DI ORGANIZZAZIONE Modello metodologico e metodologie per la formazione Approccio metodologico Il modello formativo messo a punto e utilizzato dalla Scuola di Studi Socio-economici e Organizzativi

Dettagli

Finalmente a ROMA un Corso di Regia del Documentario

Finalmente a ROMA un Corso di Regia del Documentario Finalmente a ROMA un Corso di Regia del Documentario Negli Ultimi anni si è registrato un grande interesse per il documentario cinematografico e televisivo. Il corso di regia del documentario della A.C.T.

Dettagli

Progetto di plesso Scuola primaria di Lama Anno scolastico 2014/2015

Progetto di plesso Scuola primaria di Lama Anno scolastico 2014/2015 Progetto di plesso Scuola primaria di Lama Anno scolastico 2014/2015 Segui sempre le 3 R : Rispetto per te stesso. Rispetto per gli altri. Responsabilità per le tue azioni. (Dalai Lama) Impara le regole,

Dettagli

Allegato 2 COMPETENZE DI CITTADINANZA PROGRESSIONE DELLE COMPETENZE

Allegato 2 COMPETENZE DI CITTADINANZA PROGRESSIONE DELLE COMPETENZE Allegato 2 COMPETENZE DI CITTADINANZA CONTINUITA PROGRESSIONE DELLE COMPETENZE IMPARARE AD IMPARARE Acquisire un proprio metodo di studio e di lavoro. Scoperta e riconoscimento di regole generali per:

Dettagli

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO Il corso di formazione, promosso dall Organizzazione Internazionale per

Dettagli

IN COLLABORAZIONE CON

IN COLLABORAZIONE CON COMUNE DI BORETTO Piazza Roma, 18 int. 3 42012 Campagnola Emilia (RE) Tel/fax 0522 653560 e-mail: a.prodigio@libero.it Sede legale: Via Gonzaga, 9 42017 Novellara (RE) www.associazioneprodigio.it IN COLLABORAZIONE

Dettagli

I CAMPI DI ESPERIENZA

I CAMPI DI ESPERIENZA I CAMPI DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO sviluppa il senso dell identità personale; riconosce ed esprime sentimenti e emozioni; conosce le tradizioni della famiglia, della comunità e della scuola, sviluppando

Dettagli

Lo sportello d ascolto.

Lo sportello d ascolto. Lo sportello d ascolto. La presenza di uno sportello di ascolto psicologico all interno della scuola è una grande occasione e opportunità per affrontare e risolvere problematiche inerenti la crescita,

Dettagli