Teoria e analisi critica dei linguaggi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Teoria e analisi critica dei linguaggi"

Transcript

1 Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Teoria e analisi critica dei linguaggi LEZIONE 7: Algirdas Julien Greimas - quarta parte / 1 semestre / 3 ECTS

2 MODI DI ESISTENZA SEMIOTICA Tre modi di esistenza semiotica: virtuale, attuale, realizzato. Virtuale: Si ha un PN virtualizzato quando il Soggetto aderisce ai valori proposti dal Destinante. Attuale: si ha un PN attualizzato, quando il Soggetto si dota, per compiere il suo PN, del saper fare e del poter fare. Realizzato: il PN sarà realizzato solo a trasformazione effettivamente avvenuta.

3 MODI DI ESISTENZA SEMIOTICA Dal punto di vista dei modi di esistenza semiotica, le quattro modalità si dividono in virtualizzanti e attualizzanti. Greimas ritiene che il Soggetto è competente quando dispone di tutte le modalizzazioni per portare a termine il PN. Competenza Modalità virtualizzanti Dover fare Voler fare Modalità attualizzanti Poter fare Saper fare Performanza Modalità realizzanti Far essere

4 ATTO PRAGMATICO Performanza cognitiva del Soggetto S2 Destinante (Manipolazione) Competenza cognitiva del Soggetto S2 Destinante (Sanzione) Competenza del Soggetto S1 Performanza del Soggetto S1 ATTO PRAGMATICO

5 SCHEMA NARRATIVO CANONICO E COMPONENTI MODALI Manipolazione Competenza Performanza Sanzione Far fare Far dovere Far volere Essere del fare Dover fare Voler fare Poter fare Saper fare Fare essere Essere dell essere Sapere Dominante persuasiva Dominante interpretativa

6 IL FAR FARE Il far fare è la modalità fattiva. Greimas ha previsto quattro figure della manipolazione (del far fare): a) la promessa; b) la minaccia; c) la seduzione; d) la provocazione.

7 QUADRATO SEMIOTICO ESSERE DELL ESSERE ESSERE SEMBRARE Verità Segreto Menzogna Falsità NON SEMBRARE NON ESSERE

8 QUADRATO SEMIOTICO DOVER FARE Prescrizione DOVER FARE Interdizione DOVER NON FARE NON DOVER NON FARE Permissività NON DOVER FARE Facoltatività

9 QUADRATO SEMIOTICO POTER FARE Libertà POTER FARE Indipendenza POTER NON FARE Sovranità Fierezza Umiltà Sottomissione NON POTER NON FARE Obbedienza NON POTER FARE Impotenza

10 QUADRATO SEMIOTICO FAR FARE Intervento FAR FARE Impedimento FAR NON FARE NON FAR NON FARE Lasciar fare NON FAR FARE Non intervento

11 RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI PRINCIPALI M. P. Pozzato, Semiotica del testo, Carocci, Roma 2001, pp U. Volli, Manuale di semiotica, Roma-Bari, Laterza APPROFONDIMENTI A. J. Greimas, Semantica strutturale, Meltemi, Roma A. J. Greimas, Del Senso, Bompiani, Milano P. Magli, Semiotica, Marsilio, Venezia D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Approccio: R. Eugeni, Semiotica e scienze dei linguaggi, pp

12 Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Teoria e analisi critica dei linguaggi LEZIONE 8: Sociosemiotica del testo audiovisivo - prima parte / 1 semestre / 3 ECTS

13 SOCIOSEMIOTICA DEL TESTO AUDIOVISIVO Un testo è un oggetto, un fenomeno che produce un significato. Testo cinematografico non si costituisce mai come semplice mezzo attraverso cui qualcuno (un soggetto destinatore) si incarica di comunicare qualcosa a qualcun altro (un soggetto destinatario) (D. E. Viganò, G. Scarafile, L adesso del domani, Effatà, Cantalupa 2007). Un film può non soltanto veicolare dati e informazioni, ma può fare convergere su dati e informazioni le più variegate architetture di senso, orientando i propri assunti discorsivi in direzione connotativa.

14 IL TESTO AUDIOVISIVO Un testo filmico è un dispositivo che funziona in maniera complessa. un sistema che è capace di correlare tra loro aree espressive diverse, segni diversi ed infine codici diversi e che, lungi dal coincidere con i messaggi che veicola, si configura come un discorso, particolarmente articolato, capace di sviluppare le più diverse modalità di significazione (D. E. Viganò, G. Scarafile, L adesso del domani, Effatà, Cantalupa 2007).

15 PERCORSO ESEMPLIFICATIVO UNA NAVE Un segno filmico può sviluppare la sua funzione comunicativa su due livelli: denotativo e connotativo. Livello denotativo: funzione semplice, puramente informativa; la designazione, il riconoscimento immediato delle cose. Livello connotativo: al di sopra del livello denotativo, il cinema può sviluppare un secondo piano di significazione. Un piano che oltrepassa la semplice designazione del dato mostrato, che trascende la letteralità dell enunciato di base.

16 SCENEGGIATURA CARATTERISTICHE Sceneggiatura cinema classico: chiusa, di ferro ; attenzione al découpage tecnico; vincoli per il regista, chiamato ad eseguire le indicazioni Sceneggiatura cinema moderno: aperta e modificabile lungo la lavorazione del film; spazio di improvvisazione per il regista e gli attori.

17 IL RACCONTO Il termine racconto dispone di due significati: storia e discorso. La storia è il che cosa viene narrato. Il discorso è il come viene narrato. Elementi del racconto: Causalità Tempo Spazio

18 LA DIEGESI Diegesi: termine che indica tutti gli elementi che fanno parte della storia. a) Diegetico (o intradiegetico) b) Extradiegetico L istanza narrante è generalmente un entità astratta, al di fuori del mondo diegetico. A volte l istanza narrante agisce direttamente nel mondo diegetico: Narratore extradiegetico Narratore intradiegetico

19 SPAZIO DEL RACCONTO Spazio della storia: spazio diegetico di un film, con i suoi luoghi ed ambienti (case, strade, paesaggi ecc.). Spazio del racconto: spazio che viene a formarsi sullo schermo attraverso il modo in cui il discorso articola lo spazio della storia (G. Rondolino, D. Tomasi).

20 TEMPO DEL RACCONTO In un racconto, abbiamo due tempi: Tempo della storia, tempo diegetico. Tempo del discorso, che genera il tempo del racconto, il tempo filmico. G. Genette indica 3 livelli di rapporto tra tempo della storia e del racconto nella narratologia letteraria: Ordine Frequenza Durata

21 VEDERE-SAPERE: FOCALIZZAZIONE L istanza narrante di un testo determina strategie narrative. Fra queste strategie, si distingue la focalizzazione (G. Genette). Focalizzazione, modalità attraverso la quale vengono regolati, all interno di un racconto, i rapporti di sapere fra: Istanza narrante Personaggio Spettatore

22 RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI PRINCIPALI G. Rondolino, D. Tomasi, Manuale del film, UTET, Torino APPROFONDIMENTI C. Bianchi, Spot. Analisi semiotica dell'audiovisivo pubblicitario, Carocci, Roma E. De Blasio, P. Peverini (a cura di), Open cinema, Edizioni Fondazione Ente dello Spettacolo, Roma R. Eugeni, Semiotica dei media, Carocci, Roma D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Ambito: P. Peverini, Semiotica dei media audiovisivi, pp Focus: M. Resmini, Semiotica del cinema, pp C. Penati, Semiotica e fiction televisiva, pp S. Sampietro, Semiotica della pubblicità, pp

23 Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Teoria e analisi critica dei linguaggi LEZIONE 9: Sociosemiotica del testo audiovisivo - seconda parte / 1 semestre / 3 ECTS

24 INQUADRATURA L inquadratura è l unità base del discorso filmico. Distinzione tra inquadratura e piano. L inquadratura è il risultato di scelte su due livelli: Profilmico Filmico

25 INQUADRATURA Profilmico: Ambiente e figura Luce e colore Filmico: Scala dei piani Angolazioni e campi

26 GLI SGUARDI Quattro tipologie di sguardo : oggettiva; oggettiva irreale; Interpellazione; soggettiva.

27 MOVIMENTI DI MACCHINA A determinare la dinamicità del filmico sono anzitutto i movimenti macchina. Panoramica: mdp ruota sul suo asse in senso orizzontale o verticale. Carrellata: Camera car; Carrellata aerea; Carrellata laterale; Carrello a precedere/a seguire.

28 RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI PRINCIPALI G. Rondolino, D. Tomasi, Manuale del film, UTET, Torino APPROFONDIMENTI C. Bianchi, Spot. Analisi semiotica dell'audiovisivo pubblicitario, Carocci, Roma E. De Blasio, P. Peverini (a cura di), Open cinema, Edizioni Fondazione Ente dello Spettacolo, Roma R. Eugeni, Semiotica dei media, Carocci, Roma D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Ambito: G. Curtis, Linguaggio cinematografico, pp P. Peverini, Semiotica dei media audiovisivi, pp Focus: C. Punzi, L inquadratura, pp C. Punzi, Il montaggio pp M. Resmini, Semiotica del cinema, pp

29 Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Teoria e analisi critica dei linguaggi LEZIONE 10: Sociosemiotica del testo audiovisivo - terza parte / 1 semestre / 3 ECTS

30 MONTAGGIO Montaggio: operazione di unione tra la fine di un inquadratura e inizio inquadratura successiva. Lo stacco: passaggio d inquadratura, in maniera diretta e immediata. La dissolvenza, tre tipologie: dissolvenza d apertura; dissolvenza in chiusura; dissolvenza incrociata.

31 MONTAGGIO SPAZIO E TEMPO Spazio: Istanza narrante decide di rappresentare un ambiente (spazio diegetico), attraverso una successione di inquadrature (spazio filmico). Tempo: Il montaggio determina la durata di ogni piano, nel dare inizio/fine all inquadratura. Il tempo concesso allo spettatore per la comprensione dell inquadratura. Rapporto tempo-montaggio, secondo della tripartizione: ordine; frequenza; durata.

32 MONTAGGIO ELLITTICO Costruzione episodio narrativo: montaggio può rispettare durata reale, la coincidenza tempo storia e tempo discorso (scena). il montaggio può non rispettare la temporalità (sequenza). Se tempo discorso è inferiore al tempo della storia: la sequenza presenta delle ellissi, dei salti temporali. Montaggio ellittico: montaggio di contrazione temporale, che non solo omette il superfluo ma anche ciò che, pur importante, il film non vuole mostrare allo spettatore (G. Rondolino, D. Tomasi).

33 MONTAGGIO ELLITTICO MONTAGGIO ALTERNATO Tre modi per indicare l ellisse: a) Dissolvenze. b) Campo vuoto. c) Inserto (cut-away). Montaggio alternato: si alternano due o più eventi, che hanno luogo in posti diversi, simultaneamente, che sono destinati a convergere in uno stesso spazio. Narratore onnisciente, sapere spettatore maggiore di quello dei personaggi.

34 DÉCOUPAGE CLASSICO Altra caratteristica del découpage è la continuità. Un flusso scorrevole di immagini, inquadratura dopo inquadratura, per favorire l illusione dello spettatore. Raccordo. Quattro tipologie: a) raccordo di sguardo; b) raccordo sul movimento; c) raccordo sull asse; d) raccordo sonoro. Découpage classico: sistema dello spazio a 180.

35 TIPOLOGIE DI MONTAGGIO Oltre montaggio del cinema classico, esistono altri modelli: montaggio connotativo: costruzione del significato; montaggio formale: si caratterizza per la natura grafica/ritmica; montaggio discontinuo: nega il modello della continuità. Ruolo fondamentale della Scuola Sovietica, dei formalisti russi, in particolare di Ejzenstejn (montaggio delle attrazioni).

36 RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI PRINCIPALI G. Rondolino, D. Tomasi, Manuale del film, UTET, Torino APPROFONDIMENTI C. Bianchi, Spot. Analisi semiotica dell'audiovisivo pubblicitario, Carocci, Roma E. De Blasio, P. Peverini (a cura di), Open cinema, Edizioni Fondazione Ente dello Spettacolo, Roma R. Eugeni, Semiotica dei media, Carocci, Roma D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Ambito: G. Curtis, Linguaggio cinematografico, pp P. Peverini, Semiotica dei media audiovisivi, pp Focus: C. Punzi, L inquadratura, pp C. Punzi, Il montaggio pp M. Resmini, Semiotica del cinema, pp

37 Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Teoria e analisi critica dei linguaggi LEZIONE 11: Analisi sociosemiotica dei testi brevi - prima parte / 1 semestre / 3 ECTS

38 CAMPAGNA 8X1000 PROBLEMI DA AFFRONTARE Prodotto complesso offerte deducibili destinazione dell 8X1000 del Irpef Problema comunicativo (quale strategia?) milioni di persone da informare Imbarazzo pubblicitario i valori del Vangelo e il modello della pubblicità commerciale Chance della valorizzazione vicaria mancanza dell Opponente Difficoltà: il Destinante è anche il primo ricevente dell 8x1000 problemi di credibilità (disforia e sineddoche?)

39 SPOT TV 8X1000 LA STRADA FATTA SINO A OGGI Senza il tuo aiuto non possiamo fare miracoli FASE INFORMATIVA EDUCATIVA/RELIGIOSA A te non costa nulla, ma la Chiesa cattolica italiana potrà fare tanto Non ti costa nulla in più, ma possiamo fare tanto Una firma a te non costa nulla, per qualcuno vuol dire molto Firma anche quest anno per diffondere i valori dell uomo. La nostra universale missione di speranza continua

40 SPOT TV 8X1000 LA STRADA FATTA SINO A OGGI Il tuo aiuto alla tua Chiesa FASE REALISTICA (INIZIALE) 1999 PASSAGGIO È il tuo aiuto alla tua Chiesa È il tuo aiuto alla tua Chiesa Il tuo aiuto arriverà dove c è bisogno di aiuto Firma Il tuo aiuto arriverà dove c è bisogno di aiuto Rendicontazione (Opere) Valori cristiani 2000-Oggi Persone vs personaggi FASE STORIE DI VITA Linguaggio pubblicitario

41 PRIMO SGUARDO SINTETICO Difficoltà iniziale (fisiologica). Due prodotti differenti con strategie comunicative differenti. Informazione + persuasione. Cambio di registro nei processi di identificazione. Il 1999 è l anno della svolta decisiva. Non si assegna un opponente (vedremo nell analisi successiva). Un deciso processo di consapevolezza.

42 ANALISI DELLA NARRAZIONE Nelle strutture narrative la semiotica distingue i seguenti attanti: Destinante; Soggetto (o Eroe); Antisoggetto ; Aiutante (del Soggetto); Opponente (chi aiuta l Antisoggetto); Oggetto di Valore.

43 WELL COMM Vetrata - 30 Ogni anno con la dichiarazione dei redditi più di ventisette milioni di italiani possono decidere a chi far destinare l 8X1000 del gettito IRPEF. La Chiesa Cattolica ha impiegato i fondi ricevuti per aiutare ad annunciare il Vangelo, recuperare i giovani dalla droga, contribuire alla pace nel mondo. Ma finora solo poco più della metà dei contribuenti ha espresso la propria volontà. Quest anno non sprecare l opportunità di aiutare chi ha bisogno. Una firma che a te non costa nulla per qualcuno vuol dire molto

44 Spot GLI ANZIANI Pensavo di costruire per la mia nipotina una di quelle casette per le bambole. Io invece pensavo di costruire per i bambini del terzo mondo asili, mense, ospedali. E magari vuoi fare tutto da solo? No! Con te e con tutti quelli che firmeranno per destinare l 8x1000 alla Chiesa cattolica. Allora ci sto. Se vuoi aiutare il terzo mondo firma per destinare l 8x1000 alla Chiesa cattolica. Il tuo aiuto arriverà dove c è bisogno di aiuto

45 Spot FIRMA A La tua firma per destinare l 8x1000 alla Chiesa cattolica è diventata pane, libri, medicine, accoglienza, sorrisi, conforto, futuro ed ha significato aiuto e sostegno alla missione evangelizzatrice dei sacerdoti. Seimila interventi in Italia e nel mondo che portano anche il tuo nome.

46 VALUTAZIONI consapevolezza vs non ti costa nulla offerte deducibili e 8x1000 Criticità identificazione target vs identificazione sguardo sanzione negative impianto didascalico tone of voice (rallenty, dissolvenze ) mancanza dell opponente PUNTI DI FORZA storie vere temi forti legati alla missione della Chiesa nell agenda dei media elementi di forte riconoscibilità

47 RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI PRINCIPALI P. Peverini, M. Spalletta, Unconventional. Valori, testi, pratiche della pubblicità sociale, Meltemi, Roma D. E. Viganò, Chiesa e pubblicità, Rubbettino, Soveria Mannelli APPROFONDIMENTI C. Bianchi, Spot. Analisi semiotica dell'audiovisivo pubblicitario, Carocci, Roma R. Eugeni, Semiotica dei media, Carocci, Roma D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Focus: S. Sampietro, Semiotica della pubblicità, pp P. Mascarino, La comunicazione dell 8 per mille, pp

48 Pontificia Università Lateranense Istituto pastorale Redemptor Hominis Teoria e analisi critica dei linguaggi LEZIONE 12: Analisi sociosemiotica dei testi brevi - seconda parte / 1 semestre / 3 ECTS

49 SOCIAL ADVERTISING Contesto in cui social advertising prende forma e si sviluppa. Utilità della prospettiva sociosemiotica. Le trasformazioni del social advertising. Ripensamento complessivo degli stereotipi e dei tabù che per molto tempo hanno segnato i linguaggi del social advertising. Ripensamento del contatto con il pubblico: specificità del social advertising; capacità di trasformare alcune criticità in elementi di forza.

50 CRITICITÀ IN PUNTI DI FORZA Capacità di trasformare alcune criticità in elementi di forza: Budget limitato. Competitor. Prolungata visibilità. Riflessione attenta sulle logiche mediali del discorso sociale che consente di trasformare poche risorse e piccoli spazi in provocazioni inaspettate che generano rumore, disturbo, attenzione.

51 ANALOGIE E DIFFERENZE CON LA PUBBLICITÀ COMMERCIALE Social adversiting e pubblicità commerciale. Analogie e differenze: Formati a disposizione per la costruzione del testo sono gli stessi, così come le figure retoriche impiegate. Una differenza significativa emerge sul piano delle strutture narrative.

52 UNCONVENTIONAL Oltre i modelli dell eufemismo e del terrorismo per sperimentare soluzioni espressive alternative, non convenzionali. La non convenzionalità non è più circoscritta al funzionamento interno di uno spot o di un affissione stradale, ma si estende all intera campagna in un ottica crossmediale. P. Peverini: La pubblicità sociale si svincola qui dalla retorica dell accusa e del pietismo, la forza della campagna pubblicitaria si gioca su un livello più articolato, scavalca la superficie delle immagini, dei caratteri grafici, dei colori e degli sguardi, attira il lettore nel gioco dialettico dell interpretazione, riconosce e valorizza la sua intelligenza narrativa (Peverini 2009, pp ).

53 VERSO LA CROSSMEDIALITÀ La pubblicità sociale ricerca in maniera esplicita la collaborazione del destinatario nella costruzione della sua efficacia virale. Due le categorie che entrano in gioco in questo livello: Ambient. Viral.

54 RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI PRINCIPALI P. Peverini, M. Spalletta, Unconventional. Valori, testi, pratiche della pubblicità sociale, Meltemi, Roma D. E. Viganò, Chiesa e pubblicità, Rubbettino, Soveria Mannelli APPROFONDIMENTI C. Bianchi, Spot. Analisi semiotica dell'audiovisivo pubblicitario, Carocci, Roma R. Eugeni, Semiotica dei media, Carocci, Roma D. E. Viganò (a cura di), Dizionario della comunicazione, Carocci, Roma Focus: S. Sampietro, Semiotica della pubblicità, pp P. Mascarino, La comunicazione dell 8 per mille, pp

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

LA SEMIOTICA. Indice:

LA SEMIOTICA. Indice: LA SEMIOTICA Indice: Introduzione Piano della dispensa Capire un testo narrativo o La semiotica generativa di Algirdas Greimas I contributi di Vladimir Propp e di Claude Lévi-Strauss alla grammatica narrativa

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv

LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv di Blindsight Project (Onlus per Disabili Sensoriali www.blindsight.eu) INTRODUZIONE Le Linee Guida per l audiodescrizione filmica di Blindsight Project,

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

El lugar de las fresas

El lugar de las fresas El lugar de las fresas Il luogo delle fragole Un anziana contadina italiana dedita al lavoro, un immigrato marrocchino appena arrivato in Italia, una giovane cineasta spagnola; Da un incontro casuale al

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo La Regione autonoma Valle d Aosta promuove e sostiene nel rispetto della normativa europea il settore cinematografico, audiovisivo e multimediale,

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

ILTESTO NARRATIVO LIVELLO DELLA STORIA

ILTESTO NARRATIVO LIVELLO DELLA STORIA ILTESTO NARRATIVO Testi narrativi sono definiti tutti quelli che hanno per oggetto la narrazione di una storia: racconti, romanzi, fiabe ecc. Gli elementi fondamentali del testo narrativo sono: storia,

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

Metodologie di comunicazione con persone disabili

Metodologie di comunicazione con persone disabili Metodologie di comunicazione con persone disabili Eleonora Castagna Terapista della Neuropsicomotricità dell Età Evolutiva Antonia Castelnuovo Psicomotricista Villa Santa Maria, Tavernerio Polo Territoriale

Dettagli

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione La natura del linguaggio e il processo di acquisizione Il bambino nasce con un patrimonio genetico e con una predisposizione innata per il linguaggio. Affinché ciò avvenga normalmente è necessario che

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

Il cinema ovvero provare a esser dio

Il cinema ovvero provare a esser dio Il cinema ovvero provare a esser dio Gualtiero Rosella La realtà è ciò che esiste anche quando smettiamo di crederci. (Philip K. Dick) Forse non siamo ancora in grado di affrontare il dibattito su cinema

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Le forme del trailer come manipolazione intrasemiotica Nicola Dusi

Le forme del trailer come manipolazione intrasemiotica Nicola Dusi Le forme del trailer come manipolazione intrasemiotica Nicola Dusi Il riassunto deve essere costituito da enunciazioni, pensieri e possibilmente parole contenute nell opera da riassumere, cioè deve tendere

Dettagli

Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT

Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT A cura di Linda Rossi Holden Council of Europe 2001 1 IL PLURILINGUISMO Il plurilinguismo non va confuso

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive.

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. Un testo della redazione di Electro Online, il tuo esperto online. Data: 19/03/2013 Nuove regole per i condizionatori

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione

Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione Abbiamo creato questo questionario per aiutarti a prepararti per il workshop e per farti pensare ai diversi aspetti delle collezioni digitali

Dettagli

L'OPERA D'ARTE NELL'EPOCA DELLA SUA RIPRODUCIBILITA' TECNICA

L'OPERA D'ARTE NELL'EPOCA DELLA SUA RIPRODUCIBILITA' TECNICA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRENTO Facoltà di Lettere Corso di Storia e Critica del Cinema Modulo di Teoria e Critica della Comunicazione Cinematogafica Professor Renato Troncon A.A. 1998/'99 PICCART ANDREA

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione

Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione Università degli Studi di Udine Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione Dott. Davide Zoletto Facoltà di Scienze della Formazione Il gioco del far finta Rappresentazione della realtà:

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

10 errori e-mail da evitare!

10 errori e-mail da evitare! 10 errori e-mail da evitare! Dal sito PILLOLE DI MARKETING WEB Le e-mail sono parte integrante dell attività di business come mezzo di contatto e di relazione e come tali diffondono l immagine di aziende

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Liceo Mazzini - La Spezia a. s. 2010/11. classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione

Liceo Mazzini - La Spezia a. s. 2010/11. classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione Liceo Mazzini - La Spezia a. s. /11 classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione Nell ambito della programmazione di Laboratorio della Comunicazione, la nostra classe ha svolto

Dettagli

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione 1 PREMESSA...3 PRIMA PARTE...4 1. Il Curriculum Vitae...4 Modello...5 Fac simile 1...6 2. Il Curriculum Europass...7

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Radar Web PA. Valutazione della qualità dei siti web. Valutazione della qualità dei siti web della Pubblica Amministrazione

Radar Web PA. Valutazione della qualità dei siti web. Valutazione della qualità dei siti web della Pubblica Amministrazione Radar Web PA Valutazione della qualità dei siti web Livello d interazione Sezione di trasparenza Open data Open Content Valutazione Partecipazione Presenza 2.0 Contenuti minimi Dominio.gov Dichiarazioni

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

OGGETTO Proposta Spettacoli

OGGETTO Proposta Spettacoli O n a r t s d i Soc.Coop.Artemente Via Ronchi 12, Ca tania Fax 095.2935784 Mobile 320 0752460 www.onarts.net - info@onarts.net OGGETTO Proposta Spettacoli Con la presente siamo lieti di presentarvi le

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale

Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Enunciati atomici e congiunzione In questa lezione e nelle successive, vedremo come fare

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

L'UOMO NEL DILUVIO uno spettacolo di Simone Amendola e Valerio Malorni

L'UOMO NEL DILUVIO uno spettacolo di Simone Amendola e Valerio Malorni Presenta L'UOMO NEL DILUVIO uno spettacolo di Simone Amendola e Valerio Malorni Premio IN-BOX 2014 LA CRITICA Uno spettacolo intenso... L'eco del diluvio è dilagata in noi con il suo fragore incontenibile

Dettagli

NORME GENERALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA

NORME GENERALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA NORME GENERALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA La Tesi va suddivisa in capitoli numerati e titolati, i capitoli possono (ma non necessariamente) prevedere al loro interno paragrafi numerati e titolati

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO III

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO III DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO III BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI E PREMI PER LA DIVULGAZIONE DEL LIBRO ITALIANO E PER LA TRADUZIONE DI OPERE LETTERARIE E SCIENTIFICHE,

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE RIEPILOGO CORSI Tecniche di negoziazione e di redazione dei contratti di vendita e di distribuzione commerciale Talenti & Vendite: la gestione della relazione commerciale Capire per vendere Tecniche di

Dettagli

Estratto distribuito da Biblet

Estratto distribuito da Biblet Comunic Saggio 2 re A A Prima edizione: gennaio 1997 Prima ristampa: ottobre 1999 1997 by Mario Barbi, Giuseppe Mariani, Manfredi Vinassa de Regny Guaraldi/Gu.Fo edizioni srl Via Covignano 302, 47900 Rimini

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Igor Pelgreffi (a cura di), Il pensiero e il suo schermo. Morfologie filosofiche fra cinema e nuovi media

Igor Pelgreffi (a cura di), Il pensiero e il suo schermo. Morfologie filosofiche fra cinema e nuovi media Recensione a Lo Sguardo - rivista di filosofia - ISSN: 2036-6558 Igor Pelgreffi (a cura di), Il pensiero e il suo schermo. Morfologie filosofiche fra cinema e nuovi media Kainòs Edizioni 2013 di Matteo

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

Il giardino nella macchina

Il giardino nella macchina Idee per una rilettura Il giardino nella macchina La nuova scienza della vita artificiale Claus Emmeche Bollati Boringhieri, 1996 È possibile la vita artificiale? In che modo gli strumenti offerti dalla

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 1.1 Che cos è un algoritmo CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 Gli algoritmi sono metodi per la soluzione di problemi. Possiamo caratterizzare un problema mediante i dati di cui si dispone all inizio

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

Nuovo sillabo della Certificazione PLIDA

Nuovo sillabo della Certificazione PLIDA Nuovo sillabo della Certificazione PLIDA Livelli A1-C2 Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Nota Il Nuovo sillabo della Certificazione PLIDA descrive i contenuti delle prove PLIDA per ognuno dei sei

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli