CODICE DI RETE TIPO PER LA DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CODICE DI RETE TIPO PER LA DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA"

Transcript

1 CODICE DI RETE TIPO PER LA DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA DIREZIONE MERCATI AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO Milano, 12 settembre 2014

2 Premessa Il contenuto della Scheda Tecnica, inviata in data 8 agosto c.a., tiene conto delle osservazioni pervenute in esito alla pubblicazione del Documento per la Consultazione 263/2014/R/eel ed è inerente agli aspetti che si ritiene debbano essere trattati con maggiore urgenza (fatturazione e garanzie). I temi di seguito illustrati in merito alla fatturazione e alle garanzie per il servizio di trasporto costituiscono quindi gli orientamenti dell Autorità sui quali verterà il provvedimento che verrà successivamente approvato. Nell ambito del presente incontro si intende richiamare quanto indicato nella citata Scheda Tecnica e raccogliere le principali indicazioni in merito agli elementi quantitativi richiesti. Nel presente incontro non si intendono trattare gli argomenti inerenti agli standard di comunicazione (canali di trasmissione, contenuto standard dei documenti). Tali aspetti verranno trattati nell ambito di successivi incontri dedicati. QUESTO DOCUMENTO NON COSTITUISCE UN DOCUMENTO UFFICIALE DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO. 2

3 Tipologie di fattura Si intende prevedere che ciascun documento di fatturazione faccia riferimento ad un unico documento contabile onnicomprensivo di tutte le voci relative a una precisa prestazione o servizio. Coerentemente con le proposte del DCO si intendono prevedere le seguenti tipologie di fatture: di ciclo: relative alla fatturazione delle partite economiche attinenti il servizio di trasporto; di rettifica: relative ad importi precedentemente fatturati attinenti il servizio di trasporto; da valutare se considerarle nella fatturazione di ciclo in relazione al motivo della rettifica di prestazioni e corrispettivi diversi: per indicare la fatturazione di corrispettivi, indennizzi o prestazioni diversi da quelli fatturati nell ambito della fatturazione di ciclo. A differenza di quanto proposto nel DCO, il bonus elettrico e gli interessi moratori dovuti a precedenti inadempimenti verrebbero fatturati separatamente. Gli interessi moratori verrebbero definiti pari al tasso di riferimento della BCE maggiorato: a) per ritardi fino a 45 giorni, di tre punti e mezzo percentuali; b) per ritardi superiori a 45 giorni, di otto punti percentuali, nel limite del tasso massimo di soglia previsto dalla legge 108/

4 Emissione delle fatture L emissione delle fatture deve essere successiva alla messa a disposizione dei dati di misura validati. Si intende differenziare le tempistiche di fatturazione tra punti di prelievo trattati orari e non. A tal fine si intende modificare l obbligo di messa a disposizione dei dati di misura prevedendo per i punti di prelievo trattati orari che tutti i dati siano messi a disposizione validati entro il 5 g.lav. del mese successivo a quello a cui si riferiscono i prelievi. Le fatture devono essere trasmesse entro tre giorni lavorativi dal termine ultimo previsto dalla regolazione per la messa a disposizione dei dati di misura. TRASMISSIONE FATTURA TRASMISSIONE FATTURA NON MESE OGGETTO DI FATTURAZIONE 5 lav. 20 3gg lav. 3gg lav. MESSA A DISPOSIZIONE DATI DI MISURA VALIDATI MESSA A DISPOSIZIONE DATI DI MISURA VALIDATI NON TRATTATI M M+1 ORARI M+2 M+3 4

5 Aspetti inerenti i termini di pagamento Con riferimento alle fatture di ciclo, previsione di un termine di pagamento differenziato in relazione alla natura del dato di misura, pari a: 30 gg dal termine ultimo previsto per la trasmissione della fattura, con riferimento alle fatture emesse sulla base di dati effettivi validati; 40 gg dal termine ultimo previsto per la trasmissione della fattura, con riferimento a fatture emesse sulla base di dati stimati validati. Con riferimento alle altre fatture: previsione di un termine di pagamento pari a 30 gg dalla data di trasmissione della fattura. TRASMISSIONE FATTURA TRASMISSIONE FATTURA NON 40 gg 30 gg 40 gg 30 gg MESE OGGETTO DI FATTURAZIONE M 5 lav. 20 3gg lav. TERMINE TERMINE 3gg lav. PAGAMENTO PAGAMENTO MESSA A DISPOSIZIONE DATI DI MISURA VALIDATI MESSA A DISPOSIZIONE DATI DI MISURA VALIDATI NON TRATTATI TRATTATI ORARI EFFETTIVI TRATTATI ORARI STIMATI TERMINE PAGAMENTO NON EFFETTIVI TERMINE PAGAMENTO NON STIMATI M+1 ORARI M+2 M+3 5

6 Gestione degli oneri di sistema e delle ulteriori componenti In relazione ai versamenti a CCSE e al GSE si intende prevedere quanto segue: conferma della responsabilità dei versamenti in capo all impresa distributrice; individuazione di una tempistica unica per tutti i versamenti, che avranno luogo mensilmente entro il 15 M+3; rimozione dell aggio attualmente trattenuto dall impresa distributrice. TRASMISSIONE FATTURA TRASMISSIONE FATTURA NON 40 gg 30 gg VERSAMENTO ONERI E ULTERIORI COMPONENTI A CCSE E A GSE 40 gg 30 gg MESE OGGETTO DI FATTURAZIONE 5 lav. 20 MESSA A DISPOSIZIONE DATI DI MISURA VALIDATI MESSA A DISPOSIZIONE DATI DI MISURA VALIDATI NON TRATTATI ORARI TERMINE PAGAMENTO TRATTATI ORARI EFFETTIVI TERMINE PAGAMENTO TRATTATI ORARI STIMATI TERMINE PAGAMENTO NON EFFETTIVI TERMINE PAGAMENTO NON STIMATI M M+1 M+2 M

7 Garanzie ammesse Si intende confermare: la possibilità di scelta da parte dell utente tra fideiussione a prima richiesta (bancaria o assicurativa), deposito cauzionale, rating e parent company guarantee; la possibilità di ricorso ai fini del rating e della parent company guarantee alle agenzie ESMA, previa individuazione di un livello minimo di rating ammesso; che l accesso al rating e alla parent company guarantee possa avvenire solo in ipotesi di regolarità dei pagamenti per un periodo di sei mesi; l estinzione della garanzia a valle della risoluzione del contratto tra utente e impresa distributrice per tutti i POD oggetto del medesimo secondo tempistiche coerenti con l estinzione delle obbligazioni dell utente. Inoltre, rispetto a quanto posto in consultazione, si intende prevedere che: in caso di garanzie con durata limitata nel tempo, vi sia un obbligo di rinnovo da parte dell utente entro la fine del terzo mese antecedente il mese della scadenza; il livello di rating (dell utente o della controllante) debba essere stato emesso/aggiornato nei sei mesi precedenti la data di presentazione del medesimo all impresa distributrice (fermo restando quanto previsto in consultazione nel caso in cui venga meno il livello minimo di rating ammesso). 7

8 Conto per la copertura dei rischi e fee Si conferma l istituzione di un Conto presso CSSE a copertura dei rischi connessi agli inadempimenti degli utenti, finanziato mediante una fee applicata agli utenti che ricorrono a rating e parent company guarantee. I criteri per la determinazione della fee saranno tali da: non disincentivare il ricorso al rating e alla parent company guarantee rispetto alle altre forme di garanzia possibili; valutare l eventuale differenziazione dell importo della fee in funzione del ricorso al rating o alla parent company guarantee. 8

9 Quantificazione e gestione delle garanzie In relazione alla quantificazione delle garanzie: si conferma l inclusione nel calcolo di tutte le voci di costo; viene previsto un dimensionamento rispetto a 3 mesi di servizio erogato, in ragione tra l altro dell allungamento dei tempi di pagamento delle fatture. In merito alla gestione delle garanzie: si conferma l adeguamento periodico dell importo garantito sulla base del portafoglio clienti e del corrispettivo medio del servizio di trasporto; si conferma l implementazione di meccanismi di adeguamento che tengano conto della puntualità dei pagamenti da parte dell utente; si prevede l esclusione dai meccanismi di cui sopra di alcuni casi di inadempimento (ad es. mancati pagamenti non imputabili all utente, ritardi di pagamento contenuti, ritardi legati a fatture delle quali l utente ne abbia contestato la correttezza e l impresa distributrice non abbia dato risposta motivata); si intendono valutare modalità di quantificazione dell adeguamento richiesto coerenti con l entità del ritardo; posto che per gli utenti che ricorrono al rating o alla parent company gaurantee, un ritardo di pagamento comporta l obbligo di costituire una fideiussione o un deposito cauzionale, si intende comunque escludere alcuni casi di inadempimento analogamente a quanto sopra indicato. 9

10 Risoluzione contrattuale In relazione alla disciplina dei casi di risoluzione contrattuale a seguito di mancato pagamento delle fatture: si prevede che la risoluzione abbia luogo nei casi in cui l esposizione cumulata dell utente verso l impresa distributrice superi una soglia predeterminata; si prevede che ai fini della determinazione dell esposizione cumulata non siano considerati alcuni casi di inadempimento predefiniti (ad es. mancati pagamenti non imputabili all utente, ritardi legati a fatture delle quali l utente ne abbia contestato la correttezza e l impresa distributrice non abbia dato una risposta motivata). Sono in generale previste tempistiche di gestione delle procedure (sollecito e diffida da parte dell impresa distributrice e versamento o integrazione delle garanzie da parte dell utente) più ampie di quelle poste in consultazione, pur nel rispetto del principio di minimizzazione del rischio per il sistema. 10

11 Invio delle osservazioni Le osservazioni attinenti agli argomenti trattati nell ambito del presente incontro, corredate di eventuali elementi quantitativi, devono pervenire alla Direzione Mercati entro il 23 settembre

12 GRAZIE DELL ATTENZIONE 12

SCHEDA TECNICA. il glossario dei termini utilizzati all interno del codice di rete tipo (Allegato A);

SCHEDA TECNICA. il glossario dei termini utilizzati all interno del codice di rete tipo (Allegato A); SCHEDA TECNICA CODICE DI RETE TIPO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO DELL ENERGIA ELETTRICA: DISPOSIZIONI IN MERITO ALLE GARANZIE CONTRATTUALI ED ALLA FATTURAZIONE DEL SERVIZIO 268/2015/R/EEL (*) Nell ambito

Dettagli

CODICE DI RETE TIPO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO

CODICE DI RETE TIPO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 618/2014/R/EEL CODICE DI RETE TIPO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO DELL ENERGIA ELETTRICA FATTURAZIONE DEL SERVIZIO E GARANZIE CONTRATTUALI ORIENTAMENTI FINALI Documento per

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 4 AGOSTO 2016 460/2016/R/EEL MODIFICHE E INTEGRAZIONI DELLA DISCIPLINA DEL CODICE DI RETE TIPO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO DELL ENERGIA ELETTRICA, IN MATERIA DI FATTURAZIONE DEL SERVIZIO

Dettagli

DETERMINAZIONE 15 GIUGNO 2015 IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE MERCATI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

DETERMINAZIONE 15 GIUGNO 2015 IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE MERCATI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DMEG/PFI/11/2015 DETERMINAZIONE 15 GIUGNO 2015 STANDARDIZZAZIONE DEI FLUSSI INFORMATIVI RELATIVI ALLA MESSA A DISPOSIZIONE DEI DATI DI MISURA IN OCCASIONE DI UNA VOLTURA NEL SETTORE ELETTRICO PREVISTI

Dettagli

DETERMINAZIONE 5 AGOSTO 2016 IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE MERCATI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

DETERMINAZIONE 5 AGOSTO 2016 IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE MERCATI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DMEG/PFI/13/2016 DETERMINAZIONE 5 AGOSTO 2016 STANDARDIZZAZIONE DEI CONTENUTI E DELLE REGOLE DI COMPILAZIONE DEI DOCUMENTI DI FATTURAZIONE TRA DISTRIBUTORI E UTENTI DEL TRASPORTO DI ENERGIA ELETTRICA DI

Dettagli

SCHEDA TECNICA FATTURAZIONE DI PERIODO NEL MERCATO RETAIL, NEL QUADRO DI EVOLUZIONE E SUPERAMENTO DEI REGIMI DI TUTELA DI PREZZO 216/2016/R/COM (*)

SCHEDA TECNICA FATTURAZIONE DI PERIODO NEL MERCATO RETAIL, NEL QUADRO DI EVOLUZIONE E SUPERAMENTO DEI REGIMI DI TUTELA DI PREZZO 216/2016/R/COM (*) SCHEDA TECNICA FATTURAZIONE DI PERIODO NEL MERCATO RETAIL, NEL QUADRO DI EVOLUZIONE E SUPERAMENTO DEI REGIMI DI TUTELA DI PREZZO 216/2016/R/COM (*) Con il documento per la consultazione 216/2016/R/COM

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 4 GIUGNO 2015 268/2015/R/EEL CODICE DI RETE TIPO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO DELL ENERGIA ELETTRICA: DISPOSIZIONI IN MERITO ALLE GARANZIE CONTRATTUALI ED ALLA FATTURAZIONE DEL SERVIZIO L

Dettagli

Codice di rete tipo per il servizio di trasporto dell energia elettrica

Codice di rete tipo per il servizio di trasporto dell energia elettrica Codice di rete tipo per il servizio di trasporto dell energia elettrica Versione valida dall 1 gennaio 2017 Versione di cui alle deliberazione 609/2015/R/EEL, 458/2016/R/EEL e 460/2016/R/EEL Allegato A

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 3 APRILE 2014 161/2014/R/EEL INTERVENTI URGENTI IN MERITO ALLA LIQUIDAZIONE DELLE PARTITE ECONOMICHE INSORGENTI DA RETTIFICHE TARDIVE AFFERENTI LA SOCIETÀ HERA COMM S.R.L. L AUTORITÀ PER

Dettagli

SISTEMA INDENNITARIO PER L ESERCENTE LA VENDITA USCENTE A CARICO DEL CLIENTE FINALE MOROSO. Articolo 1

SISTEMA INDENNITARIO PER L ESERCENTE LA VENDITA USCENTE A CARICO DEL CLIENTE FINALE MOROSO. Articolo 1 SISTEMA INDENNITARIO PER L ESERCENTE LA VENDITA USCENTE A CARICO DEL CLIENTE FINALE MOROSO Articolo 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente Allegato B, si applicano le definizioni riportate all articolo

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 29 dicembre 2011 - ARG/elt 196/11 Revisione, in vigore dall 1 gennaio 2012, dei fattori percentuali convenzionali delle perdite di energia elettrica sulle reti con obbligo di connessione

Dettagli

SCHEDA TECNICA. A. Testo Integrato in tema di fatturazione (TIF)

SCHEDA TECNICA. A. Testo Integrato in tema di fatturazione (TIF) SCHEDA TECNICA Disposizioni relative alla fatturazione di periodo, indennizzi a carico dei venditori e delle imprese di distribuzione e ulteriori obblighi in capo alle suddette imprese in tema di misura

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 14 GENNAIO 2016 13/2016/R/EEL PRIME DISPOSIZIONI PER L ADEGUAMENTO DELLA STRUTTURA DELLE COMPONENTI TARIFFARIE A COPERTURA DEGLI ONERI GENERALI PER I CLIENTI CONNESSI IN ALTA E ALTISSIMA

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 28 aprile 2011 - ARG/gas 50/11 Disposizioni alla società Gestore dei servizi energetici S.p.A. relative alle misure di cui agli articoli 9 e 10 del decreto legislativo 13 agosto 2010, n.

Dettagli

DCO 01/11. Osservazioni e proposte ANIGAS. Milano, 15 febbraio Pagina 1 di 5

DCO 01/11. Osservazioni e proposte ANIGAS. Milano, 15 febbraio Pagina 1 di 5 DCO 01/11 Indennizzi automatici per mancato rispetto della periodicita di emissione delle fatture di energia elettrica e di gas naturale da parte del venditore per causa imputabile al distributore Osservazioni

Dettagli

TITOLO I... 3 DEFINIZIONI E AMBITO DI APPLICAZIONE Articolo 1 Definizioni... 3 Articolo 2 Ambito di applicazione... 4 TITOLO II...

TITOLO I... 3 DEFINIZIONI E AMBITO DI APPLICAZIONE Articolo 1 Definizioni... 3 Articolo 2 Ambito di applicazione... 4 TITOLO II... TITOLO I... 3 DEFINIZIONI E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 Articolo 1 Definizioni... 3 Articolo 2 Ambito di applicazione... 4 TITOLO II... 5 DISPOSIZIONI GENERALI... 5 Articolo 3 Modalità di acquisizione

Dettagli

Benvenuti nel corso dedicato a Bolletta due punto zero, relativo al rilascio SLIM erre due duemilaquindici.

Benvenuti nel corso dedicato a Bolletta due punto zero, relativo al rilascio SLIM erre due duemilaquindici. Benvenuti nel corso dedicato a Bolletta due punto zero, relativo al rilascio SLIM erre due duemilaquindici. Nel corso scopriremo le novità previste in materia dall Autorità e come Enel ha adeguato le proprio

Dettagli

TITOLO I. Disposizioni generali. Articolo 1 Definizioni

TITOLO I. Disposizioni generali. Articolo 1 Definizioni Disciplina semplificata per il funzionamento del Sistema Indennitario per l esercente la vendita uscente a carico del cliente finale moroso, ai sensi della Deliberazione dell Autorità per l energia elettrica

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Visti i seguenti provvedimenti e le successive modifiche e integrazioni:

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Visti i seguenti provvedimenti e le successive modifiche e integrazioni: Deliberazione 4 agosto 2010- ARG/elt 127/10 Modifiche e integrazioni alle deliberazioni dell Autorità per l energia elettrica e il gas 6 novembre 2007, n. 280/07, 3 giugno 2008, ARG/elt 74/08 e 8 gennaio

Dettagli

Novità regolatorie in materia di connessione degli impianti di produzione alle reti elettriche

Novità regolatorie in materia di connessione degli impianti di produzione alle reti elettriche Novità regolatorie in materia di connessione degli impianti di produzione alle reti elettriche Gruppo di lavoro Clienti & Consumatori Roma, 4 ottobre 2010 Ing. Andrea Galliani Direzione Mercati Unità fonti

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 28 GIUGNO 2017 493/2017/R/EEL AGGIORNAMENTO, PER IL TRIMESTRE 1 LUGLIO 30 SETTEMBRE 2017, DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE DEL SERVIZIO DI VENDITA DELL ENERGIA ELETTRICA IN MAGGIOR TUTELA L AUTORITÀ

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICAIL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICAIL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 9 APRILE 2015 161/2015/R/EEL MODIFICA DELLE DISPOSIZIONI DI CUI ALLA DELIBERAZIONE DELL AUTORITÀ 398/2014/R/EEL, IN TEMA DI RILEVAZIONE DEI DATI DI MISURA IN OCCASIONE DI VOLTURA, NEL SETTORE

Dettagli

FATTURAZIONE E PAGAMENTO

FATTURAZIONE E PAGAMENTO FATTURAZIONE E PAGAMENTO 1) LE FATTURE RELATIVE AL SERVIZIO DI TRASPORTO 68 1.1) INTRODUZIONE 68 1.2) TIPOLOGIE DI FATTURA 68 1.3) IL CONTENUTO DEI DOCUMENTI DI FATTURAZIONE 69 1.3.1) LE FATTURE RELATIVE

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 28 DICEMBRE 2015 668/2015/R/EEL PROROGA DEI TERMINI RELATIVI ALLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE A FORTE CONSUMO DI ENERGIA ELETTRICA PER IL PRIMO PERIODO DI APPLICAZIONE

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 17 MARZO 2016 118/2016/R/EFR MODIFICHE ALLA DELIBERAZIONE DELL AUTORITÀ ARG/ELT 104/11, IN MATERIA DI TRASPARENZA DEI CONTRATTI DI VENDITA AI CLIENTI FINALI DI ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 29 DICEMBRE 2014 676/2014/R/GAS DISPOSIZIONI URGENTI IN TEMA DI SERVIZIO DI DEFAULT EROGATO ALLA SOCIETÀ ILVA S.P.A. L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO Nella riunione

Dettagli

Allegato C RILEVAZIONE E MESSA A DISPOSIZIONE DEI DATI DI MISURA E DEI DATI FUNZIONALI ALL EROGAZIONE DELLA FORNITURA IN CASO DI SWITCHING

Allegato C RILEVAZIONE E MESSA A DISPOSIZIONE DEI DATI DI MISURA E DEI DATI FUNZIONALI ALL EROGAZIONE DELLA FORNITURA IN CASO DI SWITCHING RILEVAZIONE E MESSA A DISPOSIZIONE DEI DATI DI MISURA E DEI DATI FUNZIONALI ALL EROGAZIONE DELLA FORNITURA IN CASO DI SWITCHING 1 TITOLO I... 3 DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Articolo 1 Definizioni... 3 Articolo

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 29 dicembre 2009. ModiÞ cazioni per l anno 2010 delle disposizioni di cui all allegato A alla deliberazione dell Autorità per l energia elettrica e il gas 9 giugno 2006, n. 111/2006 e dell

Dettagli

Determinazione 19 maggio 2016 n. 11/2016

Determinazione 19 maggio 2016 n. 11/2016 Determinazione 19 maggio 2016 n. 11/2016 Modalità e tempistiche per la trasmissione delle informazioni per l aggiornamento annuale delle tariffe per il servizio di trasmissione per il periodo di regolazione

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 11 dicembre 2008 - ARG/elt 179/08 Modifiche e integrazioni alle deliberazioni dell Autorità per l energia elettrica e il gas ARG/elt 99/08 e n. 281/05 in materia di condizioni tecniche ed

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 27 FEBBRAIO 2014 82/2014/R/EEL DISPOSIZIONI IN MERITO ALL ATTIVITÀ DI VERIFICA NELL AMBITO DEL SISTEMA INFORMATIVO INTEGRATO (SII) DELL ABBINAMENTO TRA IL POD ASSOCIATO AD UN PUNTO DI PRELIEVO

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER FORNITURA DI GAS NATURALE 7 CHIARIMENTI

PROCEDURA APERTA PER FORNITURA DI GAS NATURALE 7 CHIARIMENTI PROCEDURA APERTA PER FORNITURA DI GAS NATURALE 7 CHIARIMENTI (Aggiornato al 10 luglio 2014) DOMANDA 1 Si chiede conferma che il termine ultimo per l invio di eventuali chiarimenti è il 10.07.2014 ore 12,00

Dettagli

MODIFICA ALLA DISCIPLINA DEL DISPACCIAMENTO

MODIFICA ALLA DISCIPLINA DEL DISPACCIAMENTO DCO 27/09 MODIFICA ALLA DISCIPLINA DEL DISPACCIAMENTO DELL ENERGIA ELETTRICA: NUOVE MODALITÁ DI GESTIONE DELLE UNITÁ DI CONSUMO E DETERMINAZIONE DEGLI SBILANCIAMENTI EFFETTIVI Documento per la consultazione

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 21 MAGGIO 2015 242/2015/R/EEL REGOLE DEFINITIVE PER LA QUALIFICA DI SISTEMA EFFICIENTE DI UTENZA (SEU) O SISTEMA ESISTENTE EQUIVALENTE AI SISTEMI EFFICIENTI DI UTENZA (SEESEU): APPROVAZIONE,

Dettagli

DCO 409/2015/R/GAS. Osservazioni e proposte ANIGAS

DCO 409/2015/R/GAS. Osservazioni e proposte ANIGAS DCO 409/2015/R/GAS Riforma della regolazione in materia di conferimento della capacità presso i punti di riconsegna della rete di trasporto gas che alimentano impianti di generazione di energia elettrica

Dettagli

Unità Amministrazione, Finanza e Controllo Milano, 18 giugno 2013

Unità Amministrazione, Finanza e Controllo Milano, 18 giugno 2013 M-GAS: tempistiche e modalità di fatturazione e pagamenti Unità Amministrazione, Finanza e Controllo Milano, 18 giugno 2013 2 Sintesi dei contenuti 1. Corrispettivi e contributo 2. Fatturazione: partite

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DELLO SCAMBIO SUL POSTO

LA NUOVA DISCIPLINA DELLO SCAMBIO SUL POSTO REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA ASSESSORATO AGRICOLTURA E RISORSE NATURALI DIREZIONE POLITICHE COMUNITARIE E MIGLIORAMENTI FONDIARI LA NUOVA DISCIPLINA DELLO SCAMBIO SUL POSTO delibera arg/elt 74/08 Con

Dettagli

Nella riunione del 29 dicembre Visti:

Nella riunione del 29 dicembre Visti: DELIBERAZIONE 29 dicembre 2009. Aggiornamento per il trimestre gennaio-marzo 2010 delle condizioni economiche del servizio di vendita di maggior tutela e modiþ che al TIV. (Deliberazione n. ARG/elt 205/09).

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 23 APRILE 2013 168/2013/R/EEL AVVIO DI PROCEDIMENTO PER LA RIDETERMINAZIONE DEI CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI ONERI GENERALI DI SISTEMA ELETTRICO A CARICO DEI CLIENTI FINALI L AUTORITÀ PER

Dettagli

Allegato A Punto 4: Organizzazione delle procedure concorsuali

Allegato A Punto 4: Organizzazione delle procedure concorsuali Definizione di procedure concorsuali per l aggiudicazione del servizio di salvaguardia per aree territoriali ai sensi dell articolo 1, comma 4, del decreto legge 18 giugno 2007, n. 73/07. Punto 1: Oggetto

Dettagli

Separazione funzionale attività di distribuzione del Gas naturale e dell Energia Elettrica

Separazione funzionale attività di distribuzione del Gas naturale e dell Energia Elettrica Separazione funzionale attività di distribuzione del Gas naturale e dell Energia Elettrica «ELENCO DELLE INFORMAZIONI COMMERCIALMENTE SENSIBILI» Rev. 0 Ai sensi dell art. 18, comma 2, del Testo Integrato

Dettagli

Deliberazione 11 febbraio 2009 EEN 1/09

Deliberazione 11 febbraio 2009 EEN 1/09 Deliberazione 11 febbraio 2009 EEN 1/09 Adeguamento delle deliberazioni dell Autorità per l'energia elettrica e il gas 18 settembre 2003 n. 103/03, 16 dicembre 2004 n. 219/04 e 23 maggio 2006 n. 98/06,

Dettagli

PRESTITO PERSONALE Il presente documento non è personalizzato ed ha la funzione di render note le condizioni dell offerta alla potenziale Clientela

PRESTITO PERSONALE Il presente documento non è personalizzato ed ha la funzione di render note le condizioni dell offerta alla potenziale Clientela PRESTITO PERSONALE Il presente documento non è personalizzato ed ha la funzione di render note le condizioni dell offerta alla potenziale Clientela 1. IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE/INTERMEDIARIO

Dettagli

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 13 dicembre 2004 Disposizioni in materia di perequazione dei ricavi derivanti dall'applicazione di opzioni tariffarie ulteriori domestiche biorarie. Avvio di procedimento per la formazione

Dettagli

DETERMINAZIONE 4 MAGGIO 2016

DETERMINAZIONE 4 MAGGIO 2016 DMEG/MRT/8/2016 DETERMINAZIONE 4 MAGGIO 2016 MECCANISMO TRANSITORIO DI ADEGUAMENTO DEI COSTI OPERATIVI: MODALITÀ DI CALCOLO DEI COSTI OPERATIVI RILEVANTI DI CUI AL COMMA 34.2 DEL TIV IL DIRETTORE DELLA

Dettagli

FATTURAZIONE E PAGAMENTO

FATTURAZIONE E PAGAMENTO FATTURAZIONE E PAGAMENTO 17.1. LE FATTURE RELATIVE AL SERVIZIO DI TRASPORTO... 222 17.1.1 Introduzione... 222 17.1.2 Tipologie di fattura... 222 17.2. IL CONTENUTO DEI DOCUMENTI DI FATTURAZIONE... 223

Dettagli

Servizio di Maggior tutela e Tutela SIMILE: principali novità dall 1 gennaio 2017

Servizio di Maggior tutela e Tutela SIMILE: principali novità dall 1 gennaio 2017 Servizio di Maggior tutela e Tutela SIMILE: principali novità dall 1 gennaio 2017 IL POPOLO DELLE BOLLETTE e la scomparsa del mercato di maggior tutela Roma, 6 dicembre 2016 Dr.ssa Marta Chicca Vice direttore

Dettagli

MATERIA DI MESSA A DISPOSIZIONE DEI DATI DI MISURA DEL GAS NATURALE L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

MATERIA DI MESSA A DISPOSIZIONE DEI DATI DI MISURA DEL GAS NATURALE L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 28 MARZO 2013 134/2013/S/GAS IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA PER VIOLAZIONE IN MATERIA DI MESSA A DISPOSIZIONE DEI DATI DI MISURA DEL GAS NATURALE L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 8 MAGGIO 2014 208/2014/R/GAS PROCEDURA D ASTA COMPETITIVA PER L ASSEGNAZIONE DELLA CAPACITÀ DI STOCCAGGIO RISERVATA AI SOGGETTI TERMOELETTRICI E DETERMINAZIONE DEL PREZZO DI RISERVA L AUTORITÀ

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 28 MARZO 2013 126/2013/R/EEL AGGIORNAMENTO, PER IL TRIMESTRE 1 APRILE 30 GIUGNO 2013, DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE DEL SERVIZIO DI VENDITA DELL ENERGIA ELETTRICA DI MAGGIOR TUTELA L AUTORITÀ

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 16 MAGGIO 2013 207/2013/R/EFR APPROVAZIONE DEL CONTRATTO-TIPO PREDISPOSTO DAL GSE AI FINI DELL EROGAZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI PER GLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI DIVERSE

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 28 SETTEMBRE 2015 451/2015/R/COM AGGIORNAMENTO, DAL 1 OTTOBRE 2015, DELLE COMPONENTI TARIFFARIE DESTINATE ALLA COPERTURA DEGLI ONERI GENERALI E DI ULTERIORI COMPONENTI DEL SETTORE ELETTRICO

Dettagli

DISPOSIZIONI FUNZIONALI ALLO SWITCHING

DISPOSIZIONI FUNZIONALI ALLO SWITCHING DISPOSIZIONI FUNZIONALI ALLO SWITCHING CONSEGUENTE ALL ATTIVAZIONE DI UN PUNTO DI PRELIEVO NUOVO O PRECEDENTEMENTE DISATTIVATO E ALLA DISATTIVAZIONE DI UN PUNTO DI PRELIEVO 1 TITOLO I... 3 DISPOSIZIONI

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 25 LUGLIO 2013 338/2013/R/EFR DEFINIZIONE DEL CONTRATTO-TIPO AI FINI DELL EROGAZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DAL DECRETO INTERMINISTERIALE 28 DICEMBRE 2012, RELATIVI A INTERVENTI DI PICCOLE

Dettagli

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PRESTITI CONTRATTI DAI PENSIONATI ESTINGUIBILI CON CESSIONE FINO AD UN QUINTO DELLE PENSIONI

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PRESTITI CONTRATTI DAI PENSIONATI ESTINGUIBILI CON CESSIONE FINO AD UN QUINTO DELLE PENSIONI DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PRESTITI CONTRATTI DAI PENSIONATI ESTINGUIBILI CON CESSIONE FINO AD UN QUINTO DELLE PENSIONI ART.1 AMBITO DI APPLICAZIONE Con la presente procedura si definiscono le modalità

Dettagli

L.R. 0119/04 14/12 REGOLAMENTO PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA SOVVENZIONATA

L.R. 0119/04 14/12 REGOLAMENTO PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA SOVVENZIONATA D.P.Reg. 0119/04 e L.R. 14/12 REGOLAMENTO PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA SOVVENZIONATA (Approvato con Delibera dell Amministratore Unico n. 17 dd. 27.08.2014)

Dettagli

Determinazione 28 dicembre 2016 DIUC n. 22/2016

Determinazione 28 dicembre 2016 DIUC n. 22/2016 Determinazione 28 dicembre 2016 DIUC n. 22/2016 Contributo una tantum per le sperimentazioni di telegestione multiservizio approvate con le deliberazioni 334/2014/R/gas e 559/2014/R/gas. IL DIRETTORE DELLA

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 25 gennaio 2010 - ARG/elt 4/10 Procedura per il miglioramento della prevedibilità delle immissioni dell energia elettrica prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili non programmabili

Dettagli

DCO 14/11 Estensione del TrovaOfferte ai clienti finali non domestici di minori dimensioni. Osservazioni e proposte ANIGAS

DCO 14/11 Estensione del TrovaOfferte ai clienti finali non domestici di minori dimensioni. Osservazioni e proposte ANIGAS DCO 14/11 Estensione del TrovaOfferte ai clienti finali non domestici di minori dimensioni Osservazioni e proposte ANIGAS Milano, 31 maggio 2011 1 PREMESSA Anigas presenta le proprie osservazioni al DCO

Dettagli

BOLLETTA 2.0 ML. Elementi di dettaglio

BOLLETTA 2.0 ML. Elementi di dettaglio BOLLETTA 2.0 ML Elementi di dettaglio INDICE GAS POWER Intestazione Periodi antecedenti 2011 Spesa per l energia / Spesa per la materia gas naturale Spesa per i servizi di rete ante 01/01/2016 Spesa per

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE ART. 1: OGGETTO Con il presente regolamento vengono stabiliti i criteri e le modalità per il reclutamento del personale della Società nel rispetto dei principi

Dettagli

AFFIDAMENTO IN CONTO CORRENTE GARANTITO DA IPOTECA

AFFIDAMENTO IN CONTO CORRENTE GARANTITO DA IPOTECA Il presente documento non è personalizzato ed ha la funzione di rendere note le condizioni dell offerta alla potenziale Clientela 1. Identità e contatti del finanziatore Finanziatore Banca del Sud Indirizzo

Dettagli

CAMPAGNA COMMERCIALE SIS

CAMPAGNA COMMERCIALE SIS (1 MARZO - 30 GIUGNO 2011) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE Mercato Privati PREMESSA 2 PRODOTTO: OFFERTA CANALE POSTESHOP PERIODO: 1 MARZO 30 GIUGNO 2011 UP COINVOLTI: SIS ATTIVI FIGURE COINVOLTE LIVELLO

Dettagli

Comunicazione del 12 dicembre Decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201: garanzia di Stato sulle passività delle banche italiane

Comunicazione del 12 dicembre Decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201: garanzia di Stato sulle passività delle banche italiane Comunicazione del 12 dicembre 2011. Decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201: garanzia di Stato sulle passività delle banche italiane 1. L art. 8 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 ( 1 ) prevede che

Dettagli

ALLEGATO A 6 CONTABILIZZAZIONE LAVORI E PENALITA

ALLEGATO A 6 CONTABILIZZAZIONE LAVORI E PENALITA ALLEGATO A 6 CONTABILIZZAZIONE LAVORI E PENALITA 1) PROCEDURA DI ATTIVAZIONE CONTABILIZZAZIONE LAVORI E fatto obbligo alla ditta subappaltatrice di compilare i rimessi, forniti in triplice copia da EXE.GESI

Dettagli

IL TESTO INTEGRATO SETTLEMENT (TIS)

IL TESTO INTEGRATO SETTLEMENT (TIS) IL TESTO INTEGRATO SETTLEMENT (TIS) Testo integrato delle disposizioni dell Autorità per l energia elettrica e il gas in ordine alla regolazione delle partite fisiche ed economiche del servizio di dispacciamento

Dettagli

Relazione tecnica. (deliberazione ARG/com 44/10)

Relazione tecnica. (deliberazione ARG/com 44/10) Relazione tecnica Aggiornamento per il trimestre aprile giugno 2010 delle componenti tariffarie destinate alla copertura degli oneri generali e di ulteriori componenti del settore elettrico e del settore

Dettagli

AGGIORNAMENTO DEL CODICE DI RETE

AGGIORNAMENTO DEL CODICE DI RETE AGGIORNAMENTO DEL CODICE DI RETE 22.1 INTRODUZIONE... 222 22.2 COMITATO DI CONSULTAZIONE... 222 22.3 SOGGETTI TITOLATI ABILITATI A PRESENTARE RICHIESTE DI MODIFICA... 223 22.4 REQUISITI DI RICEVIBILITA

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 14 OTTOBRE 2016 566/2016/S/RHT IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA PER VIOLAZIONE DEGLI OBBLIGHI INFORMATIVI IN MATERIA DI VIGILANZA SUL DIVIETO DI TRASLAZIONE DELLA MAGGIORAZIONE

Dettagli

Termini e modalità per la fatturazione e la regolazione dei pagamenti

Termini e modalità per la fatturazione e la regolazione dei pagamenti Pagina 1 di 7 Disposizione tecnica di funzionamento n. 6 (ai sensi dell articolo 4 del Regolamento della piattaforma dei conti energia a termine) Titolo Termini e modalità per la fatturazione e la regolazione

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE Protocollo n. 154587/2009 Modello per l istanza di rimborso ai sensi dell articolo 6 del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2. Modifiche

Dettagli

Settlement Proposte AEEG per aggiornamento Codice di Rete Snam Rete Gas ai fini del recepimento della disciplina del settlement gas (TISG)

Settlement Proposte AEEG per aggiornamento Codice di Rete Snam Rete Gas ai fini del recepimento della disciplina del settlement gas (TISG) Settlement Proposte AEEG per aggiornamento Codice di Rete Snam Rete Gas ai fini del recepimento della disciplina del settlement gas (TISG) Osservazioni e proposte ANIGAS Milano, 17 giugno 2013 1 PREMESSA

Dettagli

644,91 21/03/2016. Periodo di fatturazione Dicembre Gennaio 2016 Importo da pagare (salvo conguaglio, errori e omissioni) Scadenza

644,91 21/03/2016. Periodo di fatturazione Dicembre Gennaio 2016 Importo da pagare (salvo conguaglio, errori e omissioni) Scadenza in caso di mancato recapito Koinè srl c/o Firenze CMP Accettazione G.C.50019 Sesto F.no Fattura nr. 3/D2 del 01/03/2016 relativa a fornitura di Gas Naturale Periodo di fatturazione Dicembre 2015 - Gennaio

Dettagli

Disposizioni in materia di trattamento delle immissioni di energia elettrica ai fini del dispacciamento dell energia elettrica

Disposizioni in materia di trattamento delle immissioni di energia elettrica ai fini del dispacciamento dell energia elettrica Disposizioni in materia di trattamento delle immissioni di energia elettrica ai fini del dispacciamento dell energia elettrica Articolo 1 Definizioni e disposizioni generali 1.1 Ai soli fini dell interpretazione

Dettagli

TITOLO I. Disposizioni generali. Articolo 1 Definizioni

TITOLO I. Disposizioni generali. Articolo 1 Definizioni Regolamento disciplinante il Sistema Indennitario per l esercente la vendita uscente a carico del cliente finale moroso, ai sensi della Deliberazione dell Autorità per l energia elettrica e il gas ARG/elt

Dettagli

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 40/2016/R/COM

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 40/2016/R/COM DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 40/2016/R/COM REVISIONE DELLE MODALITÀ E TEMPISTICHE RELATIVE ALLA DISCIPLINA DEL RECESSO DAI CONTRATTI DI FORNITURA PER I CLIENTI FINALI DI PICCOLE DIMENSIONI Documento

Dettagli

Disposizione tecnica di funzionamento n. 6 PCE. Termini e modalità per la fatturazione e la regolazione dei pagamenti

Disposizione tecnica di funzionamento n. 6 PCE. Termini e modalità per la fatturazione e la regolazione dei pagamenti Disposizione tecnica di funzionamento n. 6 Pagina 1 di 7 Disposizione tecnica di funzionamento n. 6 PCE (ai sensi dell articolo 4 del Regolamento della piattaforma dei conti energia a termine) Titolo Termini

Dettagli

La proposta. di contratto-tipo. tipo di conferimento della FORSU agli impianti di trattamento della provincia di Torino. Torino, 27 aprile 2010

La proposta. di contratto-tipo. tipo di conferimento della FORSU agli impianti di trattamento della provincia di Torino. Torino, 27 aprile 2010 La proposta di contratto-tipo tipo di conferimento della FORSU agli impianti di trattamento della provincia di Torino Torino, 27 aprile 2010 Dott.ssa Federica Canuto - ATO-R STRUMENTI E PERCORSI Art. 1

Dettagli

PRESTITO PERSONALE Il presente documento non è personalizzato ed ha la funzione di render note le condizioni dell offerta alla potenziale Clientela

PRESTITO PERSONALE Il presente documento non è personalizzato ed ha la funzione di render note le condizioni dell offerta alla potenziale Clientela PRESTITO PERSONALE Il presente documento non è personalizzato ed ha la funzione di render note le condizioni dell offerta alla potenziale Clientela 1. IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE/INTERMEDIARIO

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 24 MAGGIO 2016 256/2016/R/EEL ADEMPIMENTI CORRELATI ALL EMANAZIONE DEL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE, DEL 13 MAGGIO

Dettagli

CAPITOLO 6 SERVIZIO DI AGGREGAZIONE DELLE MISURE INDICE

CAPITOLO 6 SERVIZIO DI AGGREGAZIONE DELLE MISURE INDICE CAPITOLO 6 SERVIZIO DI AGGREGAZIONE DELLE MISURE INDICE SERVIZIO DI AGGREGAZIONE DELLE MISURE... 2 6.1. OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 2 6.2. DEFINIZIONE DEL SERVIZIO... 2 6.3. SOGGETTI RESPONSABILI...

Dettagli

LEGENDA. Ubicazione e caratteristiche della fornitura. Indirizzo di recapito

LEGENDA. Ubicazione e caratteristiche della fornitura. Indirizzo di recapito Ubicazione e caratteristiche della fornitura Indirizzo di recapito Qui sono indicati i dati fiscali della Società che ha il contratto con il cliente e che emette la relativa bolletta. Qui sono indicati

Dettagli

TITOLO I... 3 DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni... 3 Articolo 2 Oggetto... 4

TITOLO I... 3 DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni... 3 Articolo 2 Oggetto... 4 DISPOSIZIONI FUNZIONALI ALL ESECUZIONE DI UN CONTRATTO DI FORNITURA CONCLUSO CON UNA NUOVA CONTROPARTE COMMERCIALE DA PARTE DI UN CLIENTE FINALE TITOLARE DI UN PUNTO DI PRELIEVO ATTIVO 1 TITOLO I... 3

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA Provvedimento 105181/2016 Comunicazione all Agenzia delle entrate, da parte delle imprese elettriche, dei dati di dettaglio relativi al canone addebitato, accreditato, riscosso e riversato nel mese precedente,

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 20 NOVEMBRE 2015 549/2015/R/EEL DISCIPLINA DEGLI SBILANCIAMENTI EFFETTIVI APPLICABILE ALL INTERCONNESSIONE ITALIA MALTA L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO Nella

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 58 15.07.2014 Adeguamento agli studi di settore in Unico Categoria: Studi di settore Sottocategoria: Varie Al fine di evitare il rischio di

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL Servizio Tecnico Lavori Pubblici

IL RESPONSABILE DEL Servizio Tecnico Lavori Pubblici Originale / Copia C O M U N E D I T R O F A R E L L O P R O V I N C I A DI T O R I N O -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-354 DEL 10/04/2012. Comune di Parma

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-354 DEL 10/04/2012. Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-354 DEL 10/04/2012 Comune di Parma Centro di Responsabilità: 11500 - SERVIZIO ARCHIVI Centro di Costo: A1070 - Archivi Determinazione n. proposta PD\2012-684 2012.I/6/0.7/0

Dettagli

DCO 112/2017/R/TLR Disposizioni in materia di contributi di allacciamento e modalità per l esercizio da

DCO 112/2017/R/TLR Disposizioni in materia di contributi di allacciamento e modalità per l esercizio da DCO 112/2017/R/TLR Disposizioni in materia di contributi di allacciamento e modalità per l esercizio da parte dell utenza del diritto di disattivazione e di scollegamento nel servizio di telecalore (teleriscaldamento

Dettagli

Determinazione dei valori del costo di riferimento e del PUN di cui l articolo 4, comma 1, lettera b), del decreto 5 aprile 2013 per l anno 2013

Determinazione dei valori del costo di riferimento e del PUN di cui l articolo 4, comma 1, lettera b), del decreto 5 aprile 2013 per l anno 2013 Determinazione 31 luglio 2014 n. 14/2014 Determinazione dei valori del costo di riferimento e del PUN di cui l articolo 4, comma 1, lettera b), del decreto 5 aprile 2013 per l anno 2013 IL DIRETTORE DELLA

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 19 maggio 2011 - ARG/elt 60/11 Aggiornamento per l anno 2009 del valore del fattore di correzione specifico aziendale dei ricavi ammessi a copertura dei costi di distribuzione ai sensi dell

Dettagli

BOLLETTA 2.0 GUIDA ALLA LETTURA

BOLLETTA 2.0 GUIDA ALLA LETTURA BOLLETTA 2.0 GUIDA ALLA LETTURA Origine normativa ed entrata in vigore L Autorità per l energia elettrica e il gas, con la Delibera n. 501/2014 definisce la struttura ed i contenuti della futura Bolletta

Dettagli

CAMPAGNA COMMERCIALE PRODOTTI POSTA PREVIDENZA VALORE POLIZZE DANNI CPI MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE

CAMPAGNA COMMERCIALE PRODOTTI POSTA PREVIDENZA VALORE POLIZZE DANNI CPI MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE CAMPAGNA COMMERCIALE PRODOTTI POSTA PREVIDENZA VALORE POLIZZE DANNI CPI (1 MARZO 30 APRILE) MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE Mercato Privati PREMESSA 2 SINGOLA CAMPAGNA COMMERCIALE PER: POSTA PREVIDENZA

Dettagli

CITTÀ DI IMOLA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DELLE BACHECHE COMUNALI. Approvato con delibera C.C. n. 242 del

CITTÀ DI IMOLA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DELLE BACHECHE COMUNALI. Approvato con delibera C.C. n. 242 del CITTÀ DI IMOLA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DELLE BACHECHE COMUNALI Approvato con delibera C.C. n. 242 del 13.12.2007, esecutiva 1 INDICE Art. n. 1 pag. n. 3 Art. n. 2 pag. n. 3 Art. n. 3 pag.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A MEZZO SCONTO DI PAGHERÒ DIRETTI

FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A MEZZO SCONTO DI PAGHERÒ DIRETTI FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A MEZZO SCONTO DI PAGHERÒ DIRETTI 01/07/2016 Pag. 1 INDICE 1. Informazioni sulla Società di factoring 2. Identificazione del soggetto 3. Che cos è

Dettagli

Versione integrata e modificata dalla deliberazione 25 settembre 2008, ARG/elt 135/08. Articolo 1 Definizioni

Versione integrata e modificata dalla deliberazione 25 settembre 2008, ARG/elt 135/08. Articolo 1 Definizioni Versione integrata e modificata dalla deliberazione 25 settembre 2008, ARG/elt 135/08 Articolo 1 Definizioni 1.1 Ai fini dell interpretazione e dell applicazione delle disposizioni contenute nel presente

Dettagli

FATTURAZIONE NEL MERCATO RETAIL

FATTURAZIONE NEL MERCATO RETAIL DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 405/2015/R/COM FATTURAZIONE NEL MERCATO RETAIL MODALITÀ DI FATTURAZIONE PER LE FATTURE DI PERIODO E PER LE FATTURE DI CHIUSURA Documento per la consultazione Mercato di incidenza:

Dettagli

Delibera n. 50/04 L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Nella riunione del 30 marzo Visti:

Delibera n. 50/04 L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Nella riunione del 30 marzo Visti: Delibera n. 50/04 DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI CESSIONE DELL ENERGIA ELETTRICA ALLE IMPRESE DISTRIBUTRICI PER LA VENDITA AI CLIENTI DEL MERCATO VINCOLATO E DI PEREQUAZIONE DEI COSTI DI APPROVVIGIONAMENTO

Dettagli

Associazione Naz.le Artigiani Piccole e Medie Imprese del Trasporto. A cura Ufficio Studi Trasporti CNA VR

Associazione Naz.le Artigiani Piccole e Medie Imprese del Trasporto. A cura Ufficio Studi Trasporti CNA VR Associazione Naz.le Artigiani Piccole e Medie Imprese del Trasporto A cura Ufficio Studi Trasporti CNA VR CONTRATTO FATTURAZIONE DOCUMENTI DI TRASPORTO LE NOVITA INTRODOTTE DA: ARTICOLO 83-BIS DEL D.L.

Dettagli

Nella riunione del 28 settembre Visti:

Nella riunione del 28 settembre Visti: DELIBERAZIONE 28 settembre 2009. Aggiornamento per il trimestre ottobre-dicembre 2009 delle condizioni economiche del servizio di vendita di maggior tutela, disposizioni relativa ai meccanismi di perequazione

Dettagli