I prodotti alimentari: guida agli acquisti sicuri e consapevoli

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I prodotti alimentari: guida agli acquisti sicuri e consapevoli"

Transcript

1 I prodotti alimentari: guida agli acquisti sicuri e consapevoli Incontri divulgativi Treviso, 11 maggio 2009 Conegliano, 15 maggio Montebelluna, 18 maggio Oderzo, 22 maggio Castelfranco, 25 maggio Vittorio Veneto, 29 maggio Asolo, 3 giugno

2 Presentazione Molte istituzioni locali, ispirandosi alla centralità del consumatore e dei suoi bisogni, hanno individuato progetti volti a tutelare questa figura e a sostenerla nell'attuale momento di crisi congiunturale. nchè la Provincia e il Comune di Treviso, hanno avviato recentemente iniziative volte a ricercare strumenti a sostegno del consumatore, auspicando l'intervento camerale nell'ambito delle proprie competenze. Come è noto infatti l'ente camerale annovera tra le attività istituzionali quella finalizzata alla regolamentazione del mercato e alla tutela del consumatore e sovente realizza iniziative su temi di interesse sia per le aziende che per i consumatori. Ciò premesso, dato che la sicurezza alimentare ha assunto nel corso degli ultimi anni una forte valenza, e dato che il settore alimentare è il settore nel quale si avverte maggiormente l'esigenza di proteggere le famiglie che dedicano alla "spesa" circa il 50% del proprio bilancio, è emersa la necessità di individuare momenti divulgativi in cui fornire al consumatore informazioni e consigli per seguire un'alimentazione equilibrata mettendo in atto scelte consapevoli e sostenibili. In questa ottica è stato studiato un incontro itinerante, e pertanto nuovo nel genere, che si svolgerà in diverse località della provincia di Treviso, al fine di raggiungere il maggior numero di destinatari. L'incontro si rivolge ai consumatori responsabili della spesa alimentare, per informarli sulla salubrità e qualità dei prodotti agroalimentari, sulle loro caratteristiche nutrizionali, sulle misure adottate dalle imprese per sostenere ed incentivare i consumi, nonché sugli accorgimenti da adottare per effettuare acquisti oculati. L'obiettivo è quello di rendere il consumatore parte attiva e consapevole di un disegno, condiviso da diversi soggetti, che mira a garantire un elevato livello di tutela della salute e degli interessi del consumatore stesso.

3 Con il patrocinio di Città di Treviso Città di Asolo Città di Castelfranco Veneto Città di Montebelluna Città di Oderzo Città di Vittorio Veneto In collaborazione con Città di Conegliano FEDERCONSUMATORI

4 Gli appuntamenti DATE SEDI ORARIO Sala Conferenze Camera di Commercio Piazza Borsa, 3/B Treviso Sala Riunioni P.le F.lli Zoppas, 70/A Conegliano Montebelluna Sala Consigliare c/o Municipio Corso Mazzini, 118 Montebelluna Sala Concerti di Palazzo Moro Via Garibaldi, Oderzo Auditorium Scuola Media "Giorgione" Via A. Volta, 3 Castelfranco Veneto Biblioteca Civica Piazza Giovanni Paolo I, Vittorio Veneto Sala Riunioni de "La Fornace di Asolo" Via Strada Muson, 2 Asolo

5 Programma 8.45 Registrazione dei partecipanti 9.00 Presentazione a cura di Federico Tessari - Presidente della Camera di Commercio di Treviso 9.15 Guida all'alimentazione delle famiglie Prof.ssa Daniela Sorrento - docente della materia "Scienza dell'alimentazione" presso l'istituto Prof.le di Stato per i Servizi alberghieri e della ristorazione M. Alberini di Treviso 9.45 Il linguaggio delle etichette Geom. Silvana Russo - Responsabile Area per la Regolazione del Mercato della Camera di Commercio di Treviso La sicurezza degli alimenti e la prevenzione delle frodi Dr. Mario Silipo - Vicedirettore ICQ di Conegliano - Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Enol. Mario Lemmi - Funzionario ICQ (Ispettorato Centrale per il controllo della qualità dei prodotti agroalimentari) di Conegliano Capitano Rino Benini - Comandante Nucleo Antisofisticazioni Carabinieri di Treviso Coffee break Le misure adottate dalle imprese a tutela della salute e degli interessi dei consumatori Interventi a cura degli esperti delle Associazioni di categoria imprenditoriali aderenti - Unindustria Treviso, Confartigianato Marca Trevigiana, C.N.A., C.A.S.A. Artigiani, Unascom, Coldiretti, Confagricoltura I consigli per acquisti consapevoli Interventi a cura degli esperti delle Associazioni dei consumatori aderenti - Federconsumatori - Adiconsum - Adoc - Lega consumatori Quesiti operativi e dibattito Chiusura dei lavori

6 Progetto grafico: URP, STAMPA e COMUNICAZIONE Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Ufficio Tutela del Consumatore Piazza Borsa 3/b Treviso tel fax

(*) Per fissare un appuntamento si prega di telefonare ai seguenti numeri dell'ufficio Provinciale di Censimento: 0422/595371-372-373

(*) Per fissare un appuntamento si prega di telefonare ai seguenti numeri dell'ufficio Provinciale di Censimento: 0422/595371-372-373 Asolo CNA sede mand. di Asolo Viale E.Fermi 37 - Asolo Asolo Confartigianato sede mand. di Asolo Via Strada Muson, 2/b Per fissare un appuntamento si prega di telefonare ai seguenti numeri dell'ufficio

Dettagli

Imprenditori si Diventa

Imprenditori si Diventa Imprenditori si Diventa Sportello INTRAPRENDO, Imprenditoria giovanile e femminile, Contributi e Agevolazioni, Crea la tua impresa, Comitato per l imprenditoria femminile, Incubatore d impresa La Fornace

Dettagli

cüxyxààâüx wxäät exz ÉÇx ixçxàé Provincia di Vicenza Comune di Rovigo

cüxyxààâüx wxäät exz ÉÇx ixçxàé Provincia di Vicenza Comune di Rovigo PROTOCOLLO D INTESA PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE E ALLA PERICOLOSITÀ DEI PRODOTTI A TUTELA DELLA CONCORRENZA LEALE E DELLA SICUREZZA E SALUTE DEI CONSUMATORI TRA GLI ENTI cüxyxààâüx wxäät exz ÉÇx ixçxàé

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA tra la Rete di scuole per la sicurezza della provincia di Treviso e gli altri soggetti del territorio

PROTOCOLLO D INTESA tra la Rete di scuole per la sicurezza della provincia di Treviso e gli altri soggetti del territorio PROTOCOLLO D INTESA tra la Rete di scuole per la sicurezza della provincia di Treviso e gli altri soggetti del territorio VISTO l accordo regionale (delibera della Giunta Regionale n. 1789/2006) stipulato

Dettagli

T.E.R.R.A. TRADIZIONI ECCELLENZE RACCHIUSE E RADICATE NELL ALIMENTAZIONE

T.E.R.R.A. TRADIZIONI ECCELLENZE RACCHIUSE E RADICATE NELL ALIMENTAZIONE COMUNE DI BRUINO Provincia di Torino CAP 10090 Piazza Municipio, n. 3 - Tel. 011 9094411 - Fax 011 9084541 www.comune.bruino.to.it - e-mail ambiente.ecologia@comune.bruino.to.it Settore Urbanistica, Lavori

Dettagli

PROFESSIONE: AGENTE VIGILATORE Corso di formazione per l attivitl

PROFESSIONE: AGENTE VIGILATORE Corso di formazione per l attivitl PROFESSIONE: AGENTE VIGILATORE Corso di formazione per l attivitl attività di vigilanza nel comparto dei formaggi D.O.P. 18-19 GIUGNO 2012 NAPOLI Tra gli scopi fondamentali che la legge attribuisce ai

Dettagli

Dalle zone industriali alle piattaforme produttive sovracomunali. Sergio Maset

Dalle zone industriali alle piattaforme produttive sovracomunali. Sergio Maset Dalle zone industriali alle piattaforme produttive sovracomunali Sergio Maset Treviso, 20 marzo 2015 Sviluppo economico, crescita demografica e territorio Metà anni Novanta: i riflettori mediatici si accendono

Dettagli

Casier. Castelfranco V.to. Castello di Godego Cavaso del Tomba - Possagno Chiarano - Cessalto Cimadolmo-S.Polo-Ormelle Codognè Colle Umberto

Casier. Castelfranco V.to. Castello di Godego Cavaso del Tomba - Possagno Chiarano - Cessalto Cimadolmo-S.Polo-Ormelle Codognè Colle Umberto PRIMARIE DOMENICA 30 NOVEMBRE COMUNE Arcade Asolo-Monfumo-Castelcucco-Possagno-Crespano Breda di Piave Caerano S. Marco Cappella Maggiore Carbonera Casale sul Sile Casier Castelfranco V.to Castello di

Dettagli

COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:

COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione N. 86 Progetto Taxi Bianco. Autorizzazione. OGGETTO: L anno duemilaundici, il mese di MARZO, il giorno TRENTA, alle ore 9,30,

Dettagli

INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012

INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012 INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012 Area Commercio e Promozione Estero Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Treviso www.tv.camcom.it promozione@tv.camcom.it

Dettagli

CONSORZIO REGIONALE DI GARANZIA

CONSORZIO REGIONALE DI GARANZIA CONSORZIO REGIONALE DI GARANZIA Il Consorzio Regionale nasce nel dicembre del 1993 come organismo di secondo grado che riuniva tutti i consorzi fidi provinciali di emanazione delle associazioni Confartigianato,

Dettagli

ACCORDO PER LA FORMAZIONE DI PREZZI TRASPARENTI NEI MERCATI RISERVATI AI PRODUTTORI AGRICOLI PER LA VENDITA DIRETTA CAMPAGNA AMICA TRA

ACCORDO PER LA FORMAZIONE DI PREZZI TRASPARENTI NEI MERCATI RISERVATI AI PRODUTTORI AGRICOLI PER LA VENDITA DIRETTA CAMPAGNA AMICA TRA ACCORDO PER LA FORMAZIONE DI PREZZI TRASPARENTI NEI MERCATI RISERVATI AI PRODUTTORI AGRICOLI PER LA VENDITA DIRETTA CAMPAGNA AMICA TRA E ACU-ADICONSUM-ADOC-ADUSBEF-CODACONS- FEDERCONSUMATORI-MOVIMENTO

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2514 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2514 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2514 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

Sanit 2014. Rassegna stampa. 14-17 Dicembre Palazzo dei Congressi Roma

Sanit 2014. Rassegna stampa. 14-17 Dicembre Palazzo dei Congressi Roma Sanit 2014 Rassegna stampa 14-17 Dicembre Palazzo dei Congressi Roma 26 Novembre 2014 Dal 14 al 17 dicembre a Roma SANIT Alimentare la Salute Quattro giorni all insegna della promozione della salute con

Dettagli

Fondo Europeo per l'integrazione di Cittadini di Paesi Terzi 2007-2013

Fondo Europeo per l'integrazione di Cittadini di Paesi Terzi 2007-2013 Fondo Europeo per l'integrazione di Cittadini di Paesi Terzi 2007-2013 SCHEDA DI MONITORAGGIO Beneficiario Titolo del Progetto COMUNE DI PERUGIA FOR PA UMBRIA- Formazione nella Pubblica Amministrazione

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GALLINELLA, ZACCAGNINI, BENEDETTI, MASSIMILIANO BERNINI, GAGNARLI, L ABBATE, LUPO, PARENTELA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GALLINELLA, ZACCAGNINI, BENEDETTI, MASSIMILIANO BERNINI, GAGNARLI, L ABBATE, LUPO, PARENTELA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1223 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GALLINELLA, ZACCAGNINI, BENEDETTI, MASSIMILIANO BERNINI, GAGNARLI, L ABBATE, LUPO, PARENTELA

Dettagli

Prot. 3117 Torrazza Coste, 06 agosto 2011. - PROVINCIA di PAVIA Settore Trasporti e Territorio Fax. 0382 597586

Prot. 3117 Torrazza Coste, 06 agosto 2011. - PROVINCIA di PAVIA Settore Trasporti e Territorio Fax. 0382 597586 COMUNE DI TORRAZZA COSTE Provincia di Pavia Piazza Vittorio Emanuele II, 11 C.A.P. 27050 COD. FISC. E P. IVA - 00485150189 UFFICIO TECNICO Tel. 0383 77001 Fax 0383 77585 e-mail municipio.tecnico@libero.it

Dettagli

PROGRAMMA INTEGRATO DI SVILUPPO DEL MONTEPIANO REATINO INTESA di PROGRAMMA

PROGRAMMA INTEGRATO DI SVILUPPO DEL MONTEPIANO REATINO INTESA di PROGRAMMA PROGRAMMA INTEGRATO DI SVILUPPO DEL MONTEPIANO REATINO INTESA di PROGRAMMA Oggi 16 luglio 2007, presso l ex convento San Francesco di Labro si sono riuniti tutti i Soggetti partecipanti al Programma Integrato

Dettagli

COMUNE DI MENCONICO PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI MENCONICO PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI MENCONICO PROVINCIA DI PAVIA Via Capoluogo, 21-27050 Menconico (PV) Tel. 0383574001 - Fax 0383574156 P. IVA/C.F. 01240140184 Prot. n. 797 Menconico, 15 luglio 2010 Spett.le - COMUNE DI VARZI

Dettagli

CITTÀ DI CAMPOSAMPIERO Provincia di Padova REGOLAMENTO DEL MERCATO PER LA VENDITA DIRETTA DI PRODOTTI RISERVATA AGLI IMPRENDITORI AGRICOLI

CITTÀ DI CAMPOSAMPIERO Provincia di Padova REGOLAMENTO DEL MERCATO PER LA VENDITA DIRETTA DI PRODOTTI RISERVATA AGLI IMPRENDITORI AGRICOLI CITTÀ DI CAMPOSAMPIERO Provincia di Padova REGOLAMENTO DEL MERCATO PER LA VENDITA DIRETTA DI PRODOTTI RISERVATA AGLI IMPRENDITORI AGRICOLI Approvato con Deliberazione di C.C. n. 25 del 27/04/2016 REGOLAMENTO

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Paniere lucchese. Rete del gusto

PROTOCOLLO D INTESA. Paniere lucchese. Rete del gusto PROTOCOLLO D INTESA per la valorizzazione e promozione del Paniere lucchese dei prodotti agroalimentari tipici tradizionali e locali attraverso la creazione della Rete del gusto Lucca 11 Maggio 2006 Palazzo

Dettagli

VALDOBBIADENE TVTF00401Q A020 1 VALDOBBIADENE TVTF00401Q A020 1 VALDOBBIADENE TVTF00401Q C320 1 VALDOBBIADENE TVTF00401Q C320 1

VALDOBBIADENE TVTF00401Q A020 1 VALDOBBIADENE TVTF00401Q A020 1 VALDOBBIADENE TVTF00401Q C320 1 VALDOBBIADENE TVTF00401Q C320 1 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto UFFICIO VI - AMBITO TERRITORIALE DI TREVISO Via Cal di Breda 116 edificio 4-31100 Treviso FASE B DISPONIBILITA'

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE DI SVILUPPO ECONOMICO E RURALE DIREZIONE GENERALE PER LO SVILUPPO AGROALIMENTARE, QUALITÀ E TUTELA DEL CONSUMATORE

Dettagli

ACCORDO di RETE ISTITUTI SUPERIORI per lo sviluppo dell offerta formativa Educazione degli Adulti

ACCORDO di RETE ISTITUTI SUPERIORI per lo sviluppo dell offerta formativa Educazione degli Adulti ACCORDO di RETE ISTITUTI SUPERIORI per lo sviluppo dell offerta formativa Educazione degli Adulti VISTO La legge 59/97 articolo 21, recante norme sull autonomia delle istituzioni scolastiche L O.M. 455/97

Dettagli

Agli Associati 23 dicembre 2013 Loro sedi Prot. URC/ULG/002980

Agli Associati 23 dicembre 2013 Loro sedi Prot. URC/ULG/002980 Roma Agli Associati 23 dicembre 2013 Loro sedi Prot. URC/ULG/002980 Protocollo d intesa tra ABI e le Associazioni dei consumatori sulle Linee Guida per favorire la fruizione da parte della clientela delle

Dettagli

Incontri regionali Focus group Veneto

Incontri regionali Focus group Veneto Progetto S.F.I.D.E. Strategie Formative per l Implementazione e la Disseminazione di ET2020 521370-LLP-1-2011-1-IT-KA1-KA1ECETA1 2011-4133/016-001 Prodotto 9 Incontri regionali Focus group Veneto Il progetto

Dettagli

DICHIARAZIONI IN ETICHETTA E SCHEDE TECNICHE RELATIVE AI SUPPORTI / SOLVENTI E COADIUVANTI TECNOLOGICI IN SEMILAVORATI ALIMENTARI.

DICHIARAZIONI IN ETICHETTA E SCHEDE TECNICHE RELATIVE AI SUPPORTI / SOLVENTI E COADIUVANTI TECNOLOGICI IN SEMILAVORATI ALIMENTARI. Via per Parma, 32-43029 TRAVERSETOLO (PR) http://www.tecalsrl.com - E.mail- info@tecalsrl.com Tel. 0521 342104 - Fax 0521 342103-341647 R.E.A. 184523 - Reg. Imp. PR 01872080344 Cod. Fisc. e P.IVA 01872080344

Dettagli

COMUNE DI MIRANO. Regolamento per l istituzione e la disciplina del mercato dei prodotti agricoli di Piazza Paolo e Nella Errera APPROVATO

COMUNE DI MIRANO. Regolamento per l istituzione e la disciplina del mercato dei prodotti agricoli di Piazza Paolo e Nella Errera APPROVATO COMUNE DI MIRANO Regolamento per l istituzione e la disciplina del mercato dei prodotti agricoli di Piazza Paolo e Nella Errera APPROVATO Con delibera del C.S. n. 9 del 19.4.2012 - esecutiva - 1 Art. 1

Dettagli

ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO

ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO VISTO l art. 15 della Legge 7 agosto 1990, n. 241 che prevede per le Amministrazioni Pubbliche la possibilità di concludere tra loro accordi

Dettagli

Forum Regionale Giovani 2008

Forum Regionale Giovani 2008 Prot. 1014 Data, 7 ottobre 2008 Oggetto: Forum Regionale Giovani. Ai Presidenti delle Avis Provinciali e Comunali Al Presidente ABVS Ai Componenti l Area Giovani Regionale Al Responsabile Aree Regionale

Dettagli

BUDGET 2015 TREVISO GLOCAL SCARL COSTI IMPORTO RICAVI IMPORTO

BUDGET 2015 TREVISO GLOCAL SCARL COSTI IMPORTO RICAVI IMPORTO BUDGET 2015 TREVISO GLOCAL SCARL COSTI IMPORTO RICAVI IMPORTO TOTALE TOTALE COSTI DI GESTIONE 45.090,00 ALTRI RICAVI E PROVENTI 400,00 ACQUISTO CANCELLERIA E STAMPATI 2.500,00 FISCALIZZAZIONE ONERI SOCIALI

Dettagli

I Piazza Delle Istituzioni, 34/A CAP: 131100

I Piazza Delle Istituzioni, 34/A CAP: 131100 31. Mag. 201317:14 N r. 15 O O P. 2 Allegato l al Regolamento tecnico per la concessione di contributi e finanziamenti a sostegno dell'economia locale, ai sensi dell'art. 12 della M.ggt n. 241/90 e successive

Dettagli

Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva

Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva Menù partecipato Il progetto il menù l ho fatto io Un modello

Dettagli

Indagini investigazioni Veneto Indagini investigazioni Lombardia Indagini investigazioni Treviso Indagini investigazioni Oderzo Indagini investigazioni Castelfranco Indagini investigazioni Montebelluna

Dettagli

alla luce del principio di sussidiarietà, avvalendosi dello strumento della concertazione PROMUOVONO

alla luce del principio di sussidiarietà, avvalendosi dello strumento della concertazione PROMUOVONO TAVOLO UNICO REGIONALE DI COORDINAMENTO SULL IMMIGRAZIONE PROTOCOLLO D INTESA REGIONE DEL VENETO - Assessorato alle Politiche della Sicurezza e dei Flussi Migratori - Assessorato alle Politiche dell Occupazione,

Dettagli

Made in Italy agroalimentare, etichette dei prodotti lattiero caseari e materie prime italiane

Made in Italy agroalimentare, etichette dei prodotti lattiero caseari e materie prime italiane Comunicato stampa Expo 2015 INDAGINE CONOSCITIVA SUI BISOGNI INFORMATIVI DEI CONSUMATORI ITALIANI Osservatorio permanente sulla Filiera italiana del Latte «Mangiar Sano, Filiera Italiana» Made in Italy

Dettagli

SCUOLE APERTE 2015 2016

SCUOLE APERTE 2015 2016 CASTELFRANCO E ASOLO ITIS BARSANTI IPSIA GALILEI LICEO GIORGIONE IPSSAR MAFFIOLI ITCG MARTINI e in aggiunta: CFP OPERA M. GRAPPA CFP SEGRA ISISS SARTOR ISTITUTI FILIPPIN ISISS NIGHTINGALE ISISS ROSSELLI

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail GIOVANNETTI RICCARDO rgiovannetti@liuc.it Nazionalità Data e luogo di nascita

Dettagli

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY COMPARTO AGROALIMENTARE E VITIVINICOLO Istituto di riferimento ISISS G.B.Cerletti Conegliano Damiana Tervilli Percorsi Post-diploma Biennali

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 1 DEL 2 GENNAIO 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 1 DEL 2 GENNAIO 2006 AVVISI DI DEPOSITO DI P.R.G. E/O ATTI URBANISTICI CITTÀ DI CASTELLAMMARE DI STABIA - (Provincia di Napoli) - Settore V - Urbanistica e gestione del territorio-catasto comunale - 2 Servizio: Piani e Programmi

Dettagli

ENTE ATTIVITA ATTIVAZIONE (modalità ) (tempi)

ENTE ATTIVITA ATTIVAZIONE (modalità ) (tempi) ENTE ATTIVITA ATTIVAZIONE (modalità ) (tempi) Servizi Veterinari ( coord. ) Cattura cane vagante custodito Cattura cane vagante libero Chiamata diretta con validazione del comune. Chiamata diretta su segnalazione

Dettagli

INCONTRO DI ORIENTAMENTO

INCONTRO DI ORIENTAMENTO Centro Territoriale per l Integrazione Treviso Centro Scuola capofila I.P.S.S.C.T. F. BESTA TREVISO INCONTRO DI ORIENTAMENTO Treviso, 28 novembre 2007 ORDINAMENTO SCOLASTICO Legge 17 maggio 1999, n. 144

Dettagli

I controlli alimentari in Italia tra competenze istituzionali ed incompetenze professionali. Agostino Macrì Unione Nazionale Consumatori.

I controlli alimentari in Italia tra competenze istituzionali ed incompetenze professionali. Agostino Macrì Unione Nazionale Consumatori. I controlli alimentari in Italia tra competenze istituzionali ed incompetenze professionali. Agostino Macrì Unione Nazionale Consumatori. Introduzione I vari alimenti che vengono prodotti in Italia sono

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI - VENETO

CAMERA DEI DEPUTATI - VENETO CAMERA DEI DEPUTATI - VENETO VERONA VERONA/OVEST - FRATTA PASINI PIERALFONSO Commissione Lavoro pubblico e privato Commissione Politiche dell Unione europea FI Agente assicurativo (Diploma di scuola media

Dettagli

Conferenza Nazionale per le Scuole. Salerno, Salone dei Marmi di Palazzo di Città. (11-12 ottobre 2012) Buono da mangiare'

Conferenza Nazionale per le Scuole. Salerno, Salone dei Marmi di Palazzo di Città. (11-12 ottobre 2012) Buono da mangiare' Conferenza Nazionale per le Scuole Salerno, Salone dei Marmi di Palazzo di Città (11-12 ottobre 2012) Buono da mangiare' Bioetica, alimentazione e sicurezza alimentare Non esiste forse comportamento più

Dettagli

TRA. E le Associazioni dei Consumatori ADICONSUM, FEDERCONSUMATORI e ADOC nelle persone dei propri legali rappresentanti: sig. Alessandro Pavanello

TRA. E le Associazioni dei Consumatori ADICONSUM, FEDERCONSUMATORI e ADOC nelle persone dei propri legali rappresentanti: sig. Alessandro Pavanello CONVENZIONE TRA COMUNE DI ROVIGO, ASSOCIAZIONI ARTIGIANE ED ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI PER L ATTUAZIONE DI CAMPAGNE DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI DI POTENZA NOMINALE INFERIORE A 35 kw SUL TERRITORIO

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA. tra PROVINCIA DI TREVISO ISTITUTI DI CREDITO ADERENTI ALL INIZIATIVA MUTUI PRIMA CASA. per

PROTOCOLLO D'INTESA. tra PROVINCIA DI TREVISO ISTITUTI DI CREDITO ADERENTI ALL INIZIATIVA MUTUI PRIMA CASA. per P I A N O S T R AT E G I C O D E L L A P R O V I N C I A D I T R E V I S O PROTOCOLLO D'INTESA tra PROVINCIA DI TREVISO e ISTITUTI DI CREDITO ADERENTI ALL INIZIATIVA MUTUI PRIMA CASA per SOSTENERE NELL

Dettagli

Le competenze del Mipaaf

Le competenze del Mipaaf SANIT 25 GIUGNO 2008 IL PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE E IL CCM PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE CRONICHE Gli accordi interistituzionali: obiettivi e sviluppo Le competenze del Mipaaf Il Mipaaf ha tra le

Dettagli

C.P.A.H. A.N.G.L.A.T. Associazione Nazionale Guida Legislazione Andicappati Trasporti Sezione Provinciale di Treviso. Programma per CORSO BASE di

C.P.A.H. A.N.G.L.A.T. Associazione Nazionale Guida Legislazione Andicappati Trasporti Sezione Provinciale di Treviso. Programma per CORSO BASE di Programma per CORSO BASE di PROGETTAZIONE PER L ACCESSIBILITÀ AD UNA UTENZA GLOBALE CON L ORGANIZZAZIONE Associazione di Promozione Sociale e la COLLABORAZIONE A.N.G.L.A.T. Associazione Nazionale Guida

Dettagli

PATTI TERRITORIALI: INCONTRI CON I SINDACI DEI COMUNI CAPOFILA DEI PIANI DI ZONA. a cura di Donata Orlati

PATTI TERRITORIALI: INCONTRI CON I SINDACI DEI COMUNI CAPOFILA DEI PIANI DI ZONA. a cura di Donata Orlati PATTI TERRITORIALI: INCONTRI CON I SINDACI DEI COMUNI CAPOFILA DEI PIANI DI ZONA a cura di Donata Orlati Sono stati avviati i primi incontri con i Sindaci dei Comuni capofila dei Piani di Zona, anche laddove,

Dettagli

NOTA PER LA STAMPA. Banche: ABI, a Udine nuova tappa degli Incontri sul territorio

NOTA PER LA STAMPA. Banche: ABI, a Udine nuova tappa degli Incontri sul territorio NOTA PER LA STAMPA Banche: ABI, a Udine nuova tappa degli Incontri sul territorio Dal 21 al 24 gennaio la città friulana sarà teatro di numerosi eventi: occasione di incontro e racconto del quotidiano

Dettagli

1. La ratio della legge

1. La ratio della legge Aprile 2010 Consiglio Regionale della Toscana Note informative sull attuazione delle politiche regionali n. 15 a cura del Settore Analisi della normazione Biblioteca del Consiglio regionale Le politiche

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA. CONFSERVIZI (Confederazione Nazionale dei servizi pubblici locali Asstra, Federambiente, Federutility)

PROTOCOLLO D INTESA TRA. CONFSERVIZI (Confederazione Nazionale dei servizi pubblici locali Asstra, Federambiente, Federutility) PROTOCOLLO D INTESA TRA CONFSERVIZI (Confederazione Nazionale dei servizi pubblici locali Asstra, Federambiente, Federutility) E LE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI (Acu Adiconsum Altroconsumo Assoutenti Adoc

Dettagli

Il programma guadagnare salute

Il programma guadagnare salute Ministero della Salute Il programma guadagnare salute Donato Greco Roma 6 12 2007 STRATEGIE INTERNAZIONALI Convenzione Quadro OMS per il controllo del tabacco 2003 Strategia Globale dell OMS su Dieta,

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 278 DEL 15/05/2015 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Ufficio Politiche Sociali OGGETTO: Convenzione con i CAAF: delega per la gestione delle pratiche

Dettagli

Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso

Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso Art. 1 Finalità e risorse La Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA PER LA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NEI CANTIERI EDILI

PROTOCOLLO D'INTESA PER LA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NEI CANTIERI EDILI PROTOCOLLO D'INTESA PER LA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NEI CANTIERI EDILI cüxyxààâüt w ixçxé t hyy v É gxüü àéü täx wxä ZÉäxÜÇÉ PREMESSO che ai sensi dell art. 27 del Decreto Legislativo 626/94

Dettagli

Distretti agricoli in Regione Lombardia

Distretti agricoli in Regione Lombardia Distretti agricoli in Regione Lombardia Attività dei distretti (finalità, ruolo, opportunità), meccanismo di accreditamento in Regione Lombardia Roberto Daffonchio Distretti agricoli Distretti rurali >

Dettagli

Forum Economico Italo-Romeno

Forum Economico Italo-Romeno ICEPS Istituto per la Cooperazione Economica Internazionale e i Problemi dello Sviluppo Con il patrocinio (in richiesta) del Ministero dello Sviluppo Economico Italiano e del Ministero delle Politiche

Dettagli

Crisi e cambiamento nella realtà artigiana

Crisi e cambiamento nella realtà artigiana Confartigianato Asolo e Montebelluna Progetto di ricerca Crisi e cambiamento nella realtà artigiana Treviso, Settembre 2011 Indice 1. Premessa 2 2. (D2) Nel mondo si parla di crisi e di cambiamento, che

Dettagli

Costruisci il tuo futuro!

Costruisci il tuo futuro! Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Costruisci il tuo futuro! Scienze e Culture Enogastronomiche 28 maggio 2015 Agenda Sostenibilità ed eccellenza nell Istruzione Professionale Prof.ssa

Dettagli

IL GREEN LAND SOCIAL HOUSING : per L IDENTITA TERRITORIALE e SOCIOECONOMICA

IL GREEN LAND SOCIAL HOUSING : per L IDENTITA TERRITORIALE e SOCIOECONOMICA IL GREEN LAND SOCIAL HOUSING : il SISTEMA AGROALIMENTARE come RISORSA per L IDENTITA TERRITORIALE e SOCIOECONOMICA VERSO Gennaio 2014 A cura di: Fondazione Cogeme Onlus Federazione Provinciale Coldiretti

Dettagli

Il ruolo di Ascotlc tra digital divide e distribuzione della larga banda agli Enti Locali ed alle imprese

Il ruolo di Ascotlc tra digital divide e distribuzione della larga banda agli Enti Locali ed alle imprese Il ruolo di Ascotlc tra digital divide e distribuzione della larga banda agli Enti Locali ed alle imprese Pres. Egidio Cadamuro Pag. 1 La mancata disponibilità di servizi di comunicazione in banda larga

Dettagli

CURRICULUM VITAE NICOLUCCI ROBERTO. Luogo e data di nascita: Roma - 20 aprile 1966. Residenza: Via Giovanni Alfredo Cesareo n.

CURRICULUM VITAE NICOLUCCI ROBERTO. Luogo e data di nascita: Roma - 20 aprile 1966. Residenza: Via Giovanni Alfredo Cesareo n. CURRICULUM VITAE NICOLUCCI ROBERTO Luogo e data di nascita: Roma - 20 aprile 1966 Residenza: Via Giovanni Alfredo Cesareo n. 43 00137 Roma Codice fiscale: NCL RRT 66D20 H501R Telefono ufficio: 06/46.65.67.18

Dettagli

Nuove disposizioni in materia di formazione per gli utilizzatori professionali (DGR n. 2136 18/11/2014)

Nuove disposizioni in materia di formazione per gli utilizzatori professionali (DGR n. 2136 18/11/2014) Nuove disposizioni in materia di formazione per gli utilizzatori professionali (DGR n. 2136 18/11/2014) Riccardo De Gobbi Sezione Agroambiente Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per

Dettagli

DATA TITOLO CENTRO N.PR. Strategie di ingresso nei nuovi mercati internaziolai 16. Formazione in azienda: Cominfer Bologna Ecipar Bologna.

DATA TITOLO CENTRO N.PR. Strategie di ingresso nei nuovi mercati internaziolai 16. Formazione in azienda: Cominfer Bologna Ecipar Bologna. N.PR. DATA TITOLO ORE Destinatari LUOGO CENTRO DI FORMAZIONE 154 2013 Strategie di ingresso nei nuovi mercati internaziolai 16 Formazione in azienda: Cominfer Ecipar 153 152 151 2013 Dall idea all impresa

Dettagli

IL PROCESSO DI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO

IL PROCESSO DI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO CORSO DI FORMAZIONE IL PROCESSO DI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Pesaro ottobre novembre 2009 AGENZIA PER LʹINNOVAZIONE Società consortile senza scopo di lucro, fondata nel 1998 per iniziativa di enti locali,

Dettagli

DISPONIBILITÀ AULE. Treviso, Piazza delle Istituzioni 12. Oderzo, Via Garibaldi 27

DISPONIBILITÀ AULE. Treviso, Piazza delle Istituzioni 12. Oderzo, Via Garibaldi 27 Piazza delle Istituzioni, 12 31100 Treviso tel: 0422 916400 - fax: 0422 916411 e-mail: unisef@unindustriatv.it DISPONIBILITÀ AULE Unindustria Treviso Servizi & Formazione mette a disposizione le proprie

Dettagli

PAROLE IN MOVIMENTO ATTIVITA' 2013

PAROLE IN MOVIMENTO ATTIVITA' 2013 PAROLE IN MOVIMENTO O N L U S ATTIVITA' 2013 Anno 1 n.1 Attraversare una crisi in assenza in di dispositivi adeguati di ascolto, socializzazione, sostegno e cura, può compromettere la nostra salute, il

Dettagli

Se questo messaggio non è visualizzato correttamente, usa questo link. NEWSLETTER "L'EUROPA IN LINEA" - ANNO VII n 03 del 24.03.

Se questo messaggio non è visualizzato correttamente, usa questo link. NEWSLETTER L'EUROPA IN LINEA - ANNO VII n 03 del 24.03. Se questo messaggio non è visualizzato correttamente, usa questo link NEWSLETTER "L'EUROPA IN LINEA" - ANNO VII n 03 del 24.03.2010 La nostra offerta formativa Una delle maggiori criticità riscontrate

Dettagli

Formazione e Conoscenza

Formazione e Conoscenza Formazione e Conoscenza Internazionalizzazione, Nuova Imprenditoria, Laboratori per il cambiamento, Responsabilità Sociale d Impresa (CSR), Regolazione del Mercato e Tutela del Consumatore, Servizio Stage,

Dettagli

Progetto Scuole & CSR - 1

Progetto Scuole & CSR - 1 Progetto Scuole & CSR Con il rinnovo del Protocollo d Intesa sulla CSR, tra Regione del Veneto e Unioncamere del Veneto, siglato il 16 giugno 2009, è stata approvata, per il 2009/2010, una particolare

Dettagli

Presentazione dell Associazione dei Consumatori Federconsumatori

Presentazione dell Associazione dei Consumatori Federconsumatori Presentazione dell Associazione dei Consumatori Federconsumatori FEDERCONSUMATORI LAZIO La Federconsumatori Lazio, associazione autonoma di consumatori ed utenti, appartiene al sistema della Federconsumatori

Dettagli

Disciplinare Rete del Gusto ART.8 OBBLIGHI SPECIFICI PER LE SINGOLE CATEGORIE DI SOGGETTI ADERENTI

Disciplinare Rete del Gusto ART.8 OBBLIGHI SPECIFICI PER LE SINGOLE CATEGORIE DI SOGGETTI ADERENTI INDICE ART.1 OGGETTO ART.2 - DEFINIZIONI ART.3 SOGGETTI PROMOTORI E FINALITA ART.4 GESTIONE ART.5 MARCHIO ART.6 REQUISITI PER L ADESIONE ART.7 OBBLIGHI PER TUTTE LE IMPRESE ADERENTI ALLA RETE ART.8 OBBLIGHI

Dettagli

LARGO FILIPPO GENOVESE,2, 84013 CAVA DE' TIRRENI (Italia) +393299012988 v.derosa@politicheagricole.gov.it

LARGO FILIPPO GENOVESE,2, 84013 CAVA DE' TIRRENI (Italia) +393299012988 v.derosa@politicheagricole.gov.it INFORMAZIONI PERSONALI DE ROSA VITTORIO LARGO FILIPPO GENOVESE,2, 84013 CAVA DE' TIRRENI (Italia) +393299012988 v.derosa@politicheagricole.gov.it 1982 Tecnico agronomo COMUNE CAVA DE' TIRRENI, CAVA DE'

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R

F O R M A T O E U R O P E O P E R F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome RENZO MORO Telefono 070500073 Fax 070500044 E-mail r.moro@mpaaf.gov.it Nazionalità ITALIANA Data e luogo

Dettagli

Progetto Corso di Formazione Linguistica per Immigrati

Progetto Corso di Formazione Linguistica per Immigrati Progetto Corso di Formazione Linguistica per Immigrati Indice 1. Premessa 2. Sintesi degli obiettivi di Progetto 3. Durata del ciclo di vita del Progetto 4. Partner di Progetto 5. Obiettivi di comunicazione

Dettagli

Politiche di sostegno dei consumi e Osservatori prezzi

Politiche di sostegno dei consumi e Osservatori prezzi Politiche di sostegno dei consumi e Osservatori prezzi Intervento di: PALMA COSTI Assessore Interventi Economici, Innovazione e Pari opportunità della Provincia di Modena Mercoledì 1 aprile 2009 Camera

Dettagli

PIANO URBANISTICO COMUNALE (CUP I84C12000060004)

PIANO URBANISTICO COMUNALE (CUP I84C12000060004) N. 12882 di protocollo 23/05/2013 Premesso che: PIANO URBANISTICO COMUNALE (CUP I84C12000060004) VERBALE INCONTRO TRA AUTORITÀ PROCEDENTE E AUTORITÀ COMPETENTE 23/05/2013 con deliberazione di G.C. n. 110

Dettagli

Il successo di un distretto: il caso del Parco Agro alimentare di San Daniele

Il successo di un distretto: il caso del Parco Agro alimentare di San Daniele Il successo di un distretto: il caso del Parco Agro alimentare di San Daniele Il Distretto di San Daniele è caratterizzato da PECULIARITÀ FORTI: AMBIENTE INTEGRO PRODUZIONI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE PECULIARITA

Dettagli

Il ruolo della Pubblica Amministrazione per lo sviluppo locale.

Il ruolo della Pubblica Amministrazione per lo sviluppo locale. 1 Il ruolo della Pubblica Amministrazione per lo sviluppo locale. Le strategie di sostegno in tempi di crisi. 2 Azioni della Pubblica Amministrazione P.A. SOSTEGNO ALLE IMPRESE S. DIRETTI S. INDIRETTI

Dettagli

2.1 Settore Beni culturali e ambientali XGestione del territorio rurale

2.1 Settore Beni culturali e ambientali XGestione del territorio rurale REGIONANDO 2001 REGIONE EMILIA-ROMAGNA ASSESSORATO TURISMO.COMMERCIO SERVIZIO TURISMO E QUALITA AREE TURISTICHE UFFICIO QUALITA AREE TURISTICHE ITINERARI TURISTICI ENOGASTRONOMICI DELL EMILIA ROMAGNA -

Dettagli

Presentazione dei risultati dell indagine Silvia Campana Bergamo Formazione

Presentazione dei risultati dell indagine Silvia Campana Bergamo Formazione Presentazione dei risultati dell indagine Silvia Campana Bergamo Formazione PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DEL QUESTIONARIO DI RILEVAZIONE PER LE IMPRENDITRICI BERGAMASCHE: PREMESSA (1) OBIETTIVI Il questionario,

Dettagli

Quale ruolo per le Strutture di comunicazione e informazione istituzionale del SSR?

Quale ruolo per le Strutture di comunicazione e informazione istituzionale del SSR? ORGANIZZAZIONE Quale ruolo per le Strutture di comunicazione e informazione istituzionale del SSR? Lo stato dell arte della legislazione nazionale e regionale in materia. La necessità di raccordare le

Dettagli

Il menù l ho fatto io Percorso partecipato sull Educazione Alimentare Proposta rivolta alle Scuole a.s. 2013/14

Il menù l ho fatto io Percorso partecipato sull Educazione Alimentare Proposta rivolta alle Scuole a.s. 2013/14 Città di Torino Provincia di Torino Lab. CCIAA ASL Dip. Int. Prevenzione Il menù l ho fatto io Percorso partecipato sull Educazione Alimentare Proposta rivolta alle Scuole a.s. 2013/14 PREMESSA Sulla base

Dettagli

Ristorazione Scolastica Dalla Normativa Nazionale e Comunitaria alle Linee Guida Regionali del Veneto. Dott. Saverio Chilese UON - SIAN ULSS 4

Ristorazione Scolastica Dalla Normativa Nazionale e Comunitaria alle Linee Guida Regionali del Veneto. Dott. Saverio Chilese UON - SIAN ULSS 4 Ristorazione Scolastica Dalla Normativa Nazionale e Comunitaria alle Linee Guida Regionali del Veneto Dott. Saverio Chilese UON - SIAN ULSS 4 1 In Italia, così come nella maggior parte dei Paesi occidentali

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari Attività Operativa 2009 Il Reparto Comando delle Unità Mobili e Specializzate Divisione

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il decreto-legge 18 giugno 1986, n. 282, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 1986, n. 462, che all articolo 10 ha previsto l istituzione dell Ispettorato Centrale Repressione Frodi

Dettagli

AUSL Modena Dipartimento di Sanità Pubblica prevenzionet

AUSL Modena Dipartimento di Sanità Pubblica prevenzionet FORUMPA SANITA' 2001 AUSL Modena Dipartimento di Sanità Pubblica prevenzionet Parte 1: Anagrafica Titolo del Progetto: prevenzionet Amministrazione proponente: AUSL Modena Unità organizzativa (dipartimento,

Dettagli

Comacchio, Lido degli Estensi Hotel Logonovo 19 novembre 2013 Associazioni di categoria del territorio Dr. Riccardo Cavicchi BC BiCi al Delta: PUNTO ZERO ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA Un Associazione di Categoria

Dettagli

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Presentazione dei risultati del progetto e prospettive future dr. Antonio Biasi

Dettagli

Venezia, 9 luglio 2014 Condivisione della conoscenza nel Piano di Gestione del sito Unesco Venezia e la sua Laguna

Venezia, 9 luglio 2014 Condivisione della conoscenza nel Piano di Gestione del sito Unesco Venezia e la sua Laguna Venezia, 9 luglio 2014 Condivisione della conoscenza nel Piano di Gestione del sito Unesco Venezia e la sua Laguna Ufficio Sito Unesco Venezia e la sua Laguna Responsabile arch. Katia Basili Il sito Unesco

Dettagli

7 PALERMO CAPITALE DELL EURO-MEDITERRANEO PA

7 PALERMO CAPITALE DELL EURO-MEDITERRANEO PA PIT N TITOLO DEL PIT PROVINCIA 7 PALERMO CAPITALE DELL EURO-MEDITERRANEO PA IDEA FORZA Caratteristiche L idea forza del PIT proposto parte dall assunto che il territorio del Comune di Palermo, collocato

Dettagli

Impegnati. per un Agrico tura più forte e di qualità

Impegnati. per un Agrico tura più forte e di qualità Impegnati per un Agrico tura più forte e di qualità presentazione L agricoltura ha costituito per oltre un secolo l ossatura economica e sociale dell Italia unita. La sua evoluzione, coerentemente con

Dettagli

SCHEDA RACCOLTA PROGETTI E BUONE PRASSI CAMERA DI COMMERCIO DI BERGAMO

SCHEDA RACCOLTA PROGETTI E BUONE PRASSI CAMERA DI COMMERCIO DI BERGAMO Progetto n. 157173 FSE 2003 misura E.1 Le donne nel mercato del lavoro nel territorio della Provincia di Bergamo: prospettive e sviluppo. SCHEDA RACCOLTA PROGETTI E BUONE PRASSI CAMERA DI COMMERCIO DI

Dettagli

UNIONCAMERE Unione Italiana dene Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura PROTOCOLLO D'INTESA TRA

UNIONCAMERE Unione Italiana dene Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura PROTOCOLLO D'INTESA TRA r MOD~LARIO MAF. - ex 60 ex ("'od. ~~ ~~~ 6J UNIONCAMERE Unione Italiana dene Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura PROTOCOLLO D'INTESA TRA MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE, di seguito

Dettagli

ATTIVITÀ E Piano di informazione e comunicazione

ATTIVITÀ E Piano di informazione e comunicazione PROVINCIA DI POTENZA Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio Home PIANO D AZIONE ENEPOLIS Indice ATTIVITÀ E Piano di informazione e comunicazione L attività E comprende tre azioni specifiche;

Dettagli

IL SISTEMA DI FORMAZIONE PERMANENTE DELLA REGIONE PIEMONTE Scheda informativa a cura dell Area Sistemi Formativi dell Isfol (marzo 2003)

IL SISTEMA DI FORMAZIONE PERMANENTE DELLA REGIONE PIEMONTE Scheda informativa a cura dell Area Sistemi Formativi dell Isfol (marzo 2003) IL SISTEMA DI FORMAZIONE PERMANENTE DELLA REGIONE PIEMONTE Scheda informativa a cura dell Area Sistemi Formativi dell Isfol (marzo 2003) 1. Le politiche regionali di istruzione e formazione permanente

Dettagli

LORO SEDI. e Forestali. internazionali

LORO SEDI. e Forestali. internazionali ORGANISMO PAGATORE OCOM VINO E ALTRI AIUTI Via Palestro, 81 00185 Roma Prot. n. DPMU.013.1344 Roma, lì 3/4/013 A tutti gli Operatori interessati Ai Centri di Assistenza Agricola Alle Organizzazioni interessate

Dettagli

Marketing Strategico VENETO BANCA AL FIANCO DELLE PMI

Marketing Strategico VENETO BANCA AL FIANCO DELLE PMI Marketing Strategico VENETO BANCA AL FIANCO DELLE PMI 29 Settembre 2014 ACCORDI STRATEGICI Veneto Banca ho sottoscritto nei primi giorni del 2014 una Convenzione con la Regione Veneto ed Unioncamere del

Dettagli